IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE"

Transcript

1 IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Artt. 1, 8 e 13, D.Lgs. n. 471/97 Art. 13, D.Lgs. n. 472/97 Circolare Agenzia Entrate , n. 42/E Recentemente l Agenzia delle Entrate ha fornito una serie di interessanti chiarimenti in merito al ravvedimento operoso, alla luce delle novità introdotte dalla Finanziaria 2015 e della revisione del sistema sanzionatorio in vigore dal In particolare è stato precisato che: la presentazione, entro 90 giorni, di una dichiarazione integrativa, non configura l ipotesi di infedeltà, con conseguente applicabilità della sola sanzione prevista per la dichiarazione irregolare; qualora a seguito della dichiarazione integrativa siano dovuti maggiori acconti per il periodo successivo, non è applicabile la sanzione per insufficiente versamento; in caso di regolarizzazione di un tardivo versamento, la riduzione della sanzione è individuata tenendo conto del momento in cui la stessa viene versata. Con la Finanziaria 2015 il Legislatore ha introdotto alcuni strumenti che consentono di promuovere un rapporto di collaborazione tra il Fisco ed i contribuenti e, contestualmente, ha apportato rilevanti modifiche alla disciplina del ravvedimento operoso. In particolare, a seguito della riformulazione dell art. 13, D.Lgs. n. 472/97, in vigore dall : state introdotte nuove ed ulteriori soglie temporali entro le quali poter effettuare la regolarizzazione, con una diversa articolazione della sanzione ridotta, prevedendo quale termine di attivazione del ravvedimento quello di decadenza dell azione di accertamento; la regolarizzazione, limitatamente ai tributi amministrati dall Agenzia delle Entrate, è possibile anche in presenza di accessi, ispezioni e verifiche ovvero di constatazione della violazione. Continuano a costituire cause ostative al ravvedimento: - la notifica di un avviso di accertamento / liquidazione o di ogni altro atto avente natura impositiva; - gli avvisi bonari ex artt. 36-bis e 36-ter, DPR n. 600/73 e 54-bis, DPR n. 633/72 nonché gli avvisi di recupero dei crediti d imposta / di irrogazione delle sanzioni. Recentemente l Agenzia delle Entrate, con la Circolare , n. 42/E, ha innanzitutto evidenziato l avvio, nel 2015, dell utilizzo dello strumento della compliance, attraverso l invio al contribuente / intermediario di specifiche comunicazioni contenenti informazioni ed elementi (ricavi / compensi, volume d affari, ecc.) riferiti al contribuente. Con tali comunicazioni l Agenzia segnala al contribuente le anomalie riscontrate nelle precedenti dichiarazioni, al fine di evitare il reiterarsi delle stesse e di consentire la regolarizzazione degli errori commessi tramite il ravvedimento operoso, beneficiando della riduzione delle sanzioni. A proposito del ravvedimento operoso, l Agenzia, nel fornire alcuni interessanti chiarimenti anche alla luce della revisione del sistema sanzionatorio operata dal D.Lgs. n. 158/2015, ha evidenziato la necessità di distinguere a seconda che la regolarizzazione intervenga entro / oltre 90 giorni dalla presentazione della dichiarazione. RAVVEDIMENTO OPEROSO ENTRO 90 GIORNI

2 L art. 13, comma 1, lett. a-bis), D.Lgs. n. 472/97 nella formulazione in vigore fino al ,prevede(va) la riduzione della sanzione ad 1/9 del minimo se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro il novantesimo giorno successivo al termine per la presentazione della dichiarazione, ovvero, quando non è prevista dichiarazione periodica, entro novanta giorni dall omissione o dell errore. La disposizione in esame aveva ingenerato alcuni dubbi interpretativi, risolti dall Agenzia delle Entrate con la Circolare , n. 23/E, nella quale è stato affermato che: - tale previsione è applicabile anche ai tributi diversi da quelli amministrati dall Agenzia delle Entrate, compresi i tributi locali e regionali; - relativamente alle violazioni commesse mediante la dichiarazione, ossia relative al contenuto e alla documentazione della stessa, il ravvedimento va effettuato entro 90 giorni dal termine di presentazione della dichiarazione. A seguito dell intervento correttivo apportato alla citata lett. a-bis) ad opera del D.Lgs. n. 156/2015, in vigore dall , tale orientamento interpretativo è stato recepito nella stessa lett. a-bis) in base alla quale, ora, la riduzione della sanzione a 1/9 del minimo è prevista se la regolarizzazione degli errori e delle omissioni, anche se incidenti sulla determinazione o sul pagamento del tributo, avviene entro novanta giorni dalla data dell omissione o dell errore, ovvero se la regolarizzazione delle omissioni e degli errori commessi in dichiarazione avviene entro novanta giorni dal termine per la presentazione della dichiarazione in cui l omissione o l errore è stato commesso. Di conseguenza: - le omissioni / errori commessi in dichiarazione sono regolarizzabili entro 90 giorni dal termine di presentazione della dichiarazione; - le violazioni diverse da quelle commesse mediante la dichiarazione possono essere regolarizzate entro 90 giorni dalla commissione della violazione. CORREZIONE ERRORI FINO AL 2014 Fino al 2014 gli errori / omissioni commessi in dichiarazione, incidenti sulla determinazione e sul pagamento del tributo, potevano essere regolarizzati esclusivamente con il versamento della sanzione ridotta pari a 1/8 qualora il ravvedimento fosse effettuato entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all anno in cui la violazione era stata commessa. Tale modalità di regolarizzazione riguardava: - gli errori / omissioni rilevabili in sede di liquidazione delle imposte a seguito di controllo automatizzato e formale (errori materiali e di calcolo nella determinazione dell imponibile e dell imposta, indicazione in misura superiore a quella spettante di detrazioni d imposta, oneri deducibili o detraibili, ritenute d acconto e crediti d imposta), per i quali risultava applicabile la sanzione del 30%; - gli errori riscontrabili a seguito di controllo sostanziale (omessa / errata indicazione di redditi, esposizione di indebite detrazioni d imposta / deduzioni dall imponibile), per i quali risultava applicabile la sanzione dal 100% al 200% della maggior imposta / minor credito. Qualora la regolarizzazione fossa intervenuta entro 90 giorni, la sanzione ridotta prevista per la dichiarazione integrativa, pari a 32 (258 x 1/8), sarebbe risultata superiore a quella applicabile in caso di dichiarazione tardiva, pari a 25 (258 x 1/10). Di fatto, dunque, sarebbe risultato maggiormente penalizzato, in sede di ravvedimento, il contribuente che aveva presentato la dichiarazione nei termini previsti, ancorché contenente errori formali o sostanziali, rispetto al contribuente che, entro i medesimi termini, aveva omesso di presentare la dichiarazione.

3 Ora l Agenzia conferma che la dichiarazione integrativa presentata entro 90 giorni sostituisce quella originaria ed è soggetta alla medesima sanzione prevista per la tardiva presentazione della dichiarazione. Di conseguenza: Per effetto dell equiparazione della dichiarazione integrativa/sostitutiva nei novanta giorni alla dichiarazione tardiva nei novanta giorni, sia che il contribuente avesse presentato per la prima volta la dichiarazione in ritardo - purché nei novanta giorni - sia che, entro il medesimo termine, avesse presentato una dichiarazione per correggere quella precedentemente presentata, sarebbe incorso nella sanzione prevista per la tardività (euro 258), salva l ulteriore sanzione applicabile in caso di omesso versamento. In entrambi i casi, le violazioni dichiarative potevano essere regolarizzate, entro novanta giorni, ai sensi della lettera c) dell articolo 13 del decreto legislativo n. 472 del 1997 (con conseguente riduzione ad [1/10] della sanzione applicabile), ferma restando l autonoma ravvedibilità dell omesso versamento. CORREZIONE ERRORI DAL 2015 Dal 2015, la citata lett. a-bis) disciplina la specifica ipotesi di regolarizzazione delle violazioni commesse mediante la dichiarazione, inerenti il relativo contenuto piuttosto che il tardivo invio della stessa. Ora, quindi, come evidenziato dall Agenzia nella Circolare n. 42/E in esame, ritorna rilevante la distinzione, in precedenza superata al fine di evitare disparità di trattamento in termini di sanzioni, tra dichiarazione integrativa, volta a modificare il contenuto della dichiarazione tempestivamente presentata, e dichiarazione tardiva, ossia presentata in ritardo. Resta fermo che la dichiarazione integrativa presentata entro 90 giorni, ancorché sanzionata come dichiarazione irregolare, è comunque idonea a sostituire quella presentata nei termini ordinari. Dichiarazione integrativa per la correzione di errori non rilevabili in sede di controllo automatizzato / formale La presentazione della dichiarazione integrativa entro 90 giorni dal termine per la correzione di errori non rilevabili in sede di controllo automatizzato / formale non configura la fattispecie di dichiarazione infedele. In tal caso è infatti applicabile la sanzione ex art. 8, D.Lgs. n. 471/97 che disciplina il trattamento sanzionatorio delle violazioni relative al contenuto e alla documentazione delle dichiarazioni che non integrano l ipotesi di infedele dichiarazione. Ad esempio, per la regolarizzazione entro 90 giorni delle seguenti fattispecie operano le sanzioni così evidenziate. Omessa indicazione di un reddito da locazione di un immobile strumentale Omessa / incompleta indicazione di dividendi / plusvalenze relative a partecipazioni detenute in imprese black list La sanzione di riferimento ai fini del ravvedimento è quella individuata dal comma 1 del citato art. 8 ( 250). Tale misura va considerata anche dal contribuente destinatario di una comunicazione di anomalia qualora intenda presentare la dichiarazione integrativa entro 90 giorni dalla scadenza del termine. La sanzione di riferimento ai fini del ravvedimento è quella individuata dal comma 3-ter del citato art. 8 (10% dei dividendi / plusvalenze conseguiti e non indicati, con un minimo di 1.000). Come evidenziato nella Circolare n. 42/E in esame, rimane ferma la necessità di regolarizzare anche l eventuale omesso versamento. Dichiarazione integrativa per la correzione di errori rilevabili in sede di controllo automatizzato / formale

4 La presentazione della dichiarazione integrativa entro 90 giorni dal termine per la correzione di errori rilevabili in sede di controllo automatizzato / formale comporta l applicazione della sola sanzione prevista per l omesso versamento ex art. 13, D.Lgs. n. 471/97, pari al 30% di quanto non versato, ridotta ai sensi dell art. 13, D.Lgs. n. 472/97, a seconda del momento in cui interviene il versamento. Nel caso di specie, pertanto, non risulta applicabile la sanzione di 250 prevista per la dichiarazione tardiva. Dichiarazione tardiva La presentazione della dichiarazione tardiva, ossia entro 90 giorni dal termine ordinariamente previsto comporta l applicazione della sanzione pari a 250, ridotta a 1/10 ( 25) in sede di ravvedimento operoso. In presenza di omesso / tardivo versamento delle imposte risultanti da tale dichiarazione, opera altresì la sanzione pari al 30% di quanto non versato, ridotta ai sensi dell art. 13, D.Lgs. n. 472/97, a seconda del momento in cui interviene il versamento. Come evidenziato dall Agenzia nella Circolare n. 42/E in esame, in presenza di una dichiarazione tardiva: non opera la sanzione ex art. 1, comma 1, D.Lgs. n. 471/97 (da 150 a 500) prevista per l ipotesi di omessa dichiarazione, in assenza di imposte dovute, presentata entro il termine previsto per la dichiarazione del periodo d imposta successivo e, comunque, prima dell inizio di qualunque attività amministrativa di accertamento di cui il contribuente abbia avuto formale conoscenza. Tale sanzione, infatti, risulta applicabile esclusivamente alle dichiarazioni omesse, ossia presentate oltre 90 giorni dal termine previsto e non è ravvedibile; non opera la riduzione della sanzione alla metà, prevista dall art. 7, comma 4-bis, D.Lgs. n. 472/97 in caso di presentazione di una dichiarazione / denuncia entro 30 giorni. Tale disposizione, infatti, non è applicabile alle fattispecie di ritardo per le quali è prevista una specifica disposizione sanzionatoria (ad esempio, tardivo invio del mod. UNICO / mod. IVA / mod. 770). RAVVEDIMENTO OPEROSO OLTRE 90 GIORNI Dichiarazione integrativa per la correzione di errori non rilevabili in sede di controllo automatizzato / formale La presentazione della dichiarazione integrativa oltre 90 giorni dal termine per la correzione di errori non rilevabili in sede di controllo automatizzato / formale configura la fattispecie di dichiarazione infedele, con la conseguente applicazione della nuova sanzione ex art. 1, comma 2, D.Lgs. n. 471/97, generalmente dal 90% al 180% della maggior imposta dovuta / differenza di credito utilizzato. In caso di regolarizzazione tramite ravvedimento operoso, il contribuente è tenuto al versamento: - dell imposta dovuta e degli interessi; - della sanzione, ridotta ex art. 13, D.Lgs. n. 472/97 a seconda del momento in cui interviene il versamento. Tale sanzione, come evidenziato nella Circolare n. 42/E in esame, assorbe le altre violazioni relative all infedeltà nonché la sanzione per l omesso versamento (che pertanto non è dovuta). La suddetta sanzione è applicabile esclusivamente per le violazioni che danno luogo, fin dall origine, ad una dichiarazione infedele, mentre le violazioni che consistono, fin dall origine, in una mera irregolarità dichiarativa restano sanzionabili ai sensi del citato art. 8.

5 Cosi, come esemplificato dall Agenzia, qualora il contribuente presenti una dichiarazione integrativa oltre 90 giorni: - per correggere l omessa indicazione, nella dichiarazione originaria, di un reddito da locazione di immobili strumentali, la sanzione di riferimento ai fini del ravvedimento è quella di cui al citato art. 1, comma 2 (dal 90% al 180%); - per correggere l omessa / errata / incompleta indicazione, nella dichiarazione originaria, dei dati rilevanti per la sua identificazione, la sanzione di riferimento ai fini del ravvedimento è quella di cui al citato art. 8. In sede di regolarizzazione restano autonomamente dovute le sanzioni per le violazioni prodromiche (ad esempio, ai fini IVA, omessa fatturazione), considerata l inapplicabilità del cumulo giuridico ex art. 12, D.Lgs. n. 472/97. Dichiarazione integrativa per la correzione di errori non rilevabili in sede di controllo automatizzato / formale presentata entro la dichiarazione successiva: acconto omesso / insufficiente La presenza, nella dichiarazione integrativa, di una maggior imposta dovuta, si riflette sull acconto dovuto per il periodo d imposta successivo (quest ultimo risulterebbe più elevato rispetto a quanto dovuto in base alla dichiarazione originaria). In tale ipotesi la Circolare n. 42/E specifica che se la dichiarazione integrativa è presentata: entro il termine di versamento del secondo acconto, non è sanzionato l insufficiente versamento del primo acconto qualora il maggior importo dovuto sia versato con il secondo acconto; successivamente al termine di versamento del secondo acconto, non è sanzionato l insufficiente versamento del primo e del secondo acconto. L Agenzia conferma quindi, come già sostenuto nella citata Circolare n. 23/E, che la fattispecie dell omesso / insufficiente versamento dell acconto si configura soltanto nell ipotesi di decorso del termine di scadenza del versamento ed è autonoma rispetto alla dichiarazione da cui risulta il relativo ammontare. Di conseguenza, la sanzione per omesso / insufficiente versamento non opera nel caso in cui l importo versato a titolo di acconto sia commisurato a quanto scaturente dalla dichiarazione vigente al momento del versamento. Pertanto sono superati i chiarimenti forniti dalla stessa Agenzia nella Circolare , n. 47/E secondo la quale se dalla dichiarazione integrativa emerge una maggior imposta dovuta e quindi maggiori versamenti in acconto per l anno successivo, si configura anche la fattispecie dell insufficiente versamento dell acconto. Dichiarazione integrativa per la correzione di errori rilevabili in sede di controllo automatizzato / formale La presentazione della dichiarazione integrativa oltre 90 giorni dal termine per la correzione di errori rilevabili in sede di controllo automatizzato / formale comporta l applicazione della sola sanzione prevista per l omesso versamento ex art. 13, D.Lgs. n. 471/97, pari al 30% di quanto non versato, ridotta ai sensi dell art. 13, D.Lgs. n. 472/97, a seconda del momento in cui interviene il versamento. Pertanto non risulta applicabile la sanzione di 250 prevista per la dichiarazione tardiva. Dichiarazione omessa

6 La dichiarazione presentata oltre 90 giorni dal termine ordinariamente previsto configura la fattispecie di dichiarazione omessa, non regolarizzabile con il ravvedimento operoso. A tale fattispecie è applicabile la sanzione: - dal 120% al 240%, con un minimo di 250, se sono dovute imposte. Qualora la dichiarazione sia presentata entro il termine della dichiarazione successiva la sanzione è compresa tra il 60% e il 120% con un minimo di 200; - da 250 a se non sono dovute imposte. Qualora la dichiarazione sia presentata entro il termine della dichiarazione successiva la sanzione è compresa tra 150 e 500. L Agenzia, nella Circolare n. 42/E in esame, specifica che, anche nel caso di accertamento di maggiori imponibili rispetto a quelli indicati nella dichiarazione presentata oltre 90 giorni ma entro il termine della dichiarazione successiva, si applica la sanzione dal 120% al 240%. TABELLA RIEPILOGATIVA CORREZIONE ENTRO 90 GIORNI DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Dichiarazione integrativa Presentare la dichiarazione corretta entro 90 giorni dalla scadenza del termine (29.12 per i soggetti con esercizio coincidente con l anno solare) Versare la maggior imposta, se dovuta, e gli interessi con decorrenza dalla scadenza del versamento Errori non rilevabili mediante 250 (art. 8, comma 1) (*), ridotta ad 1/9 ex lett. a-bis) = 27,78 + sanzione omesso versamento Versare le relative sanzioni Errori rilevabili mediante sanzione omesso versamento Dichiarazione tardiva Presentare la dichiarazione entro 90 giorni dalla scadenza del termine (29.12 per i soggetti con esercizio coincidente con l anno solare) Versare l imposta, se dovuta, e gli interessi con decorrenza dalla scadenza del versamento Versare le relative sanzioni 250 (art. 1, comma 1) (*), ridotta a 1/10 ex lett. c) = 25 + sanzione omesso versamento (*) Salvo che ricorra una diversa e più specifica irregolarità dichiarativa disciplinata dall art. 8 CORREZIONE OLTRE 90 GIORNI DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Dichiarazione integrativa Dichiarazione omessa Presentare la dichiarazione corretta Il ravvedimento della Versare la maggior imposta, se dovuta, e gli interessi con decorrenza dichiarazione omessa dopo 90 dalla scadenza del versamento giorni non è possibile Versare le relative sanzioni Errori non rilevabili mediante Sanzione pari al 90% (*) della maggior imposta dovuta o della differenza del credito utilizzato, Errori rilevabili mediante Sanzione omesso versamento

7 ridotta nelle misure ex art. 13, D.Lgs. n. 472/97, a seconda di quando oppure Se non sono dovute imposte o non ricorre infedeltà della dichiarazione ma irregolarità della stessa, applicazione della sanzione prevista dall art. 8, D.Lgs. n. 471/97, ridotta nelle misure ex art. 13, D.Lgs. n. 472/97, a seconda di quando (*) Salvo che ricorra una diversa e più specifica irregolarità dichiarativa disciplinata dall art. 1 VERSAMENTI TARDIVI E REGOLARIZZAZIONE SUCCESSIVA Ai fini del perfezionamento del ravvedimento operoso è necessario che sia effettuato il versamento dell imposta dovuta, delle sanzioni e degli interessi. Non è richiesto che gli importi dovuti siano versati contestualmente; è, infatti, ammessa la possibilità che la sanzione sia versata in un momento successivo rispetto a quello di versamento dell imposta e/o degli interessi. Come evidenziato nella citata Circolare n. 42/E, al fine di individuare la misura della riduzione applicabile alla sanzione ex art. 13, D.Lgs. n. 472/97 rileva il momento in cui la sanzione è effettivamente regolarizzata. Di conseguenza, qualora l imposta dovuta sia versata in ritardo, senza effettuare il versamento di sanzioni ed interessi: la sanzione applicabile corrisponde a quella riferita all integrale tardivo versamento. Così, in caso di versamento dell imposta con un ritardo di 20 giorni, opera la sanzione del 15% (30%, con la riduzione alla metà prevista in caso di versamento entro 90 giorni); gli interessi sono dovuti per il periodo di ritardo (nell esempio, per 20 giorni); la riduzione in caso di ravvedimento è riferita al momento di perfezionamento dello stesso. Di fatto, il momento rilevante per valutare la riduzione sanzionatoria da ravvedimento (anche parziale) è quello in cui la sanzione viene regolarizzata, ossia quanto la stessa viene versata. Come esemplificato dall Agenzia, nel caso in cui il versamento dell imposta sia stato tardivamente effettuato in 2 tranches, una entro 30 giorni e l altra entro 90 giorni dalla scadenza, ai fini del ravvedimento va applicata la riduzione riferita al momento in cui la sanzione e gli interessi sono effettivamente versati. Di conseguenza il contribuente può: ravvedere autonomamente i singoli versamenti, con le riduzioni di cui alle lett. a) e a-bis), D.Lgs.n. 472/97, ossia pari rispettivamente a 1/10 e 1/9 del minimo, qualora le sanzioni e gli interessi siano versati entro 30 e 90 giorni; ravvedere il versamento complessivo applicando alla sanzione la riduzione individuata in base alla data in cui la stessa è regolarizzata. Qualora, nelle more della definizione, sia notificato un atto di liquidazione / accertamento, il contribuente non può più avvalersi del ravvedimento operoso.

CIRCOLARE DI STUDIO 33/2016. Parma, 31 Ottobre 2016

CIRCOLARE DI STUDIO 33/2016. Parma, 31 Ottobre 2016 CIRCOLARE DI STUDIO 33/2016 Parma, 31 Ottobre 2016 OGGETTO: Chiarimenti in materia di ravvedimento operoso Di seguito si fornisce un breve riepilogo dei chiarimenti forniti dall Agenzia delle entrate con

Dettagli

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale

Certi di garantire un sempre puntuale servizio, restiamo a disposizione per ogni eventuale Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 13/07/2015 Oggetto: Informativa n. 10. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a:. Il nuovo ravvedimento

Dettagli

Ravvedimento operoso - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Ravvedimento operoso - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Ravvedimento operoso - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate STUDIO PULIANI VIA F.TURATI 10 01016 TARQUINIA (VT) 0039 0766 / 845157 FAX 0766/848558 WWW. STUDIOPULIANI.COM 1 PREMESSA L Agenzia delle Entrate,

Dettagli

LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI OMESSI / INSUFFICIENTI VERSAMENTI D IMPOSTA

LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI OMESSI / INSUFFICIENTI VERSAMENTI D IMPOSTA LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI OMESSI / INSUFFICIENTI VERSAMENTI D IMPOSTA Nel corso del 2015 il Legislatore ha modificato: l istituto del ravvedimento operoso; il regime sanzionatorio, la cui decorrenza è

Dettagli

Forlì, 25 febbraio Dott. Enrico Zambianchi & PARTNERS STUDIO ANTONELLI

Forlì, 25 febbraio Dott. Enrico Zambianchi & PARTNERS STUDIO ANTONELLI NUOVE POSSIBILITA DI AVVALERSI DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 E NOVITA DEGLI ISTITUTI DEFLATTIVI DAL 2016 (Art. 1, commi 637-640 Legge di Stabilità 2015) Forlì, 25 febbraio 2015

Dettagli

Circolare n. 18 del 9 novembre Ravvedimento operoso e regolarizzazione delle dichiarazioni: Circ. n. 42/E/2016

Circolare n. 18 del 9 novembre Ravvedimento operoso e regolarizzazione delle dichiarazioni: Circ. n. 42/E/2016 Circolare n. 18 del 9 novembre 2016 Ravvedimento operoso e regolarizzazione delle dichiarazioni: Circ. n. 42/E/2016 Indice 1. Ravvedimento operoso: principi generali 2. Regolarizzazione entro 90 giorni

Dettagli

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 340 14.11.2016 Dichiarazione integrativa e mancata indicazione di un reddito da locazione L immobile ad uso non abitativo A cura di Andrea Amantea

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 334 21.12.2015 Unico tardivo entro il 29.12 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Ravvedimento La mancata presentazione di Unico 2015 può essere

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 321 21.10.2016 Omesso canone cedolare secca in dichiarazione: il ravvedimento Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico A cura di Pasquale

Dettagli

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione

Fiscal News N. 249 Unico 2012: integrativa entro il Categoria: Sottocategoria: ravvedimento di Unico 2012 Premessa 30 settembre Dichiarazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 249 26.09.2013 Unico 2012: integrativa entro il 30.09 Categoria: Intermediari Sottocategoria: Adempimenti Il termine del 30.09.2013 incide anche

Dettagli

IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO - LEGGE DI STABILITÀ 2015

IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO - LEGGE DI STABILITÀ 2015 IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO - LEGGE DI STABILITÀ 2015 IL NUOVO CORSO COLLABORATIVO (1) IL QUADRO NORMATIVO CAMBIA Si punta su un modello di cooperazione tra AF e contribuente Obiettivo: perseguire il

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 331 03.11.2016 Omesso versamento Iva e possibile compensazione Categoria: Iva Sottocategoria: Varie A cura di Paola Sabatino Nel caso di omesso

Dettagli

La nuova disciplina del

La nuova disciplina del La nuova disciplina del ravvedimento operoso (Legge di Stabilità per il 2015 L. 190/2014) Via D Azeglio n. 27 40123 Bologna Tel. 051-233741 Fax 051-225955 E-mail: studio@studioassociatosimoni.it ; Sito

Dettagli

20.10.2014 Modello 770: il ravvedimento

20.10.2014 Modello 770: il ravvedimento Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 36 20.10.2014 Modello 770: il ravvedimento Categoria: Sottocategoria: Ravvedimento I sostituti d imposta tenuti alla presentazione del

Dettagli

15/2015 Febbraio/2/2015 (*) Napoli 4 Febbraio 2015

15/2015 Febbraio/2/2015 (*) Napoli 4 Febbraio 2015 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 15/2015 Febbraio/2/2015 (*) Napoli 4 Febbraio 2015 La Legge 190/2014, (Stabilità 2015) pubblicata sulla G.U. n. 300 del 29 dicembre 2014,

Dettagli

In tale ambito, nel corso del 2015 sono state inviate ai contribuenti circa comunicazioni finalizzate alla promozione della compliance che

In tale ambito, nel corso del 2015 sono state inviate ai contribuenti circa comunicazioni finalizzate alla promozione della compliance che CIRCOLARE N.42/E OGGETTO: Regolarizzazione delle dichiarazioni con errori o presentate in ritardo. Ravvedimento operoso. Ulteriori chiarimenti rispetto al comunicato stampa del 18 dicembre 2015 2 Premessa

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/8 OGGETTO CLASSIFICAZIONE IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO E I CHIARIMENTI DELL AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA DT RAVVEDIMENTO OPEROSO 20.090.100 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 13 D. Lgs. 18.12.1997 n. 472 - ART.

Dettagli

CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011

CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011 Circolare informativa per la clientela n. 28/2011 del 15 settembre 2011 CONTROLLO delle DICHIARAZIONI CHIARIMENTI della C.M. 18/E/2011 In questa Circolare 1. Controllo automatico delle dichiarazioni Comunicazione

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 57 14.07.2014 Sanzioni tributarie e ravvedimento operoso Il sistema sanzionatorio previsto per errori e omissioni collegate alla dichiarazione

Dettagli

COME SI PAGA PER LA REGOLARIZZAZIONE VIOLAZIONI DI NATURA FORMALE

COME SI PAGA PER LA REGOLARIZZAZIONE VIOLAZIONI DI NATURA FORMALE XIII. XIII. Il Il ravvedimento ravvedimento operoso operoso Come si paga per la regolarizzazione violazione di natura formale Come si paga per la regolarizzazione - violazione di natura formale - omesso

Dettagli

Fiscal News N. 25. Nuovo ravvedimento: chiarimenti del Videoforum. La circolare di aggiornamento professionale Legge di Stabilità 2015

Fiscal News N. 25. Nuovo ravvedimento: chiarimenti del Videoforum. La circolare di aggiornamento professionale Legge di Stabilità 2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 25 27.01.2015 Nuovo ravvedimento: chiarimenti del Videoforum Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 La Legge di Stabilità 2015 è intervenuta

Dettagli

L AUMENTO DELLE SANZIONI RIDOTTE PER IL RAVVEDIMENTO OPEROSO

L AUMENTO DELLE SANZIONI RIDOTTE PER IL RAVVEDIMENTO OPEROSO Circolare N. 06 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 25 gennaio 2011 L AUMENTO DELLE SANZIONI RIDOTTE PER IL RAVVEDIMENTO OPEROSO La Legge di stabilità 2011 ha aumentato la misura delle sanzioni

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 48 12.02.2015 Il nuovo ravvedimento I chiarimenti di Telefisco 2015 Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 Categoria: Versamenti Sottocategoria:

Dettagli

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati Dott. Paolo Simoni Dott. Grazia Marchesini Dott. Alberto Ferrari Dott. Federica Simoni Rag. Lidia Gandolfi Dott. Francesco Ferrari Dott. Enrico Ferra Dott. Agostino Mazziotti Bologna, 03/02/2015 Ai Signori

Dettagli

COMUNICAZIONE N. 10 DEL

COMUNICAZIONE N. 10 DEL ASSOCIAZIONE IMPEGNO E PASSIONE ASSOCIAZIONE SINDACALE DI COMMERCIALISTI - A.I.P. C.F. : 95142960657 P.IVA: 05115830654 COMUNICAZIONE N. 10 DEL 03.08.15 Cari Colleghi, in merito alla problematica relativa

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore

730, Unico 2016 e Studi di settore 730, Unico 2016 e Studi di settore N. 27 13.04.2016 2014 Categoria: Unico Sottocategoria: Ravvedimento Come noto, l istituto del ravvedimento operoso è stato oggetto di rilevanti modifiche, ad opera della

Dettagli

Il nuovo ravvedimento operoso

Il nuovo ravvedimento operoso Il nuovo ravvedimento operoso RIFERIMENTI: Art. 13, d.lgs. 18 dicembre 1997, n. 472 Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie - Art. 1, comma 637,

Dettagli

NOVITA STUDI DI SETTORE 2016

NOVITA STUDI DI SETTORE 2016 NOVITA STUDI DI SETTORE 2016 Le principali novità modulistica e Sp. Tec. La legge di stabilità 2016 riconosce a imprenditori e professionisti che, a far data dal 15 ottobre 2015, investono in beni materiali

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 328 28.10.2016 Dichiarazione integrativa: nuovi termini A cura di Pasquale Pirone Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti Con l art.

Dettagli

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Entro il prossimo 25 ottobre il contribuente, in caso di errori nella compilazione della dichiarazione, può presentare al CAF o al professionista

Dettagli

Dott. Salvatore Giordano Commercialista in Salerno

Dott. Salvatore Giordano Commercialista in Salerno Dott. Salvatore Giordano Commercialista in Salerno Premessa La legge di stabilità 2015 (L. 190/2014), ai commi 634-640 ha disciplinato l adempimento spontaneo dei contribuenti, compreso il ravvedimento

Dettagli

«Ravvedimento operoso e dichiarazione integrativa

«Ravvedimento operoso e dichiarazione integrativa S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO «Ravvedimento operoso e dichiarazione integrativa Dott. Alfredo Imparato Milano, Corso Europa, 11 luglio 2016 Agenda Il nuovo ravvedimento, la ratio, il funzionamento,

Dettagli

Spett.le Cliente. Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti

Spett.le Cliente. Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti Roma, 03/09/2015 Spett.le Cliente Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Piazza Gaspare Ambrosini 25, Cap 00156 Roma Tel 06/41614250 fax 06/41614219

Dettagli

Invio modello 770 e scadenza 15 settembre 2016: effetti in materia di ravvedimento

Invio modello 770 e scadenza 15 settembre 2016: effetti in materia di ravvedimento Ai gentili clienti Loro sedi Invio modello 770 e scadenza 15 settembre 2016: effetti in materia di ravvedimento Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle che scade domani 15 settembre 2016

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 380 13.12.2016 Operazioni soggette a reverse charge: il regime sanzionatorio A cura di Diana Pérez Corradini Categoria: Iva Sottocategoria: Reverse

Dettagli

Spett.le Cliente. Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti

Spett.le Cliente. Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti Roma, 10/01/2015 Spett.le Cliente Studio Commerciale - Tributario Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Piazza Gaspare Ambrosini 25, Cap 00156 Roma Tel 06/41614250 fax 06/41614219

Dettagli

DICHIARAZIONI INTEGRATIVE e RAVVEDIMENTO OPEROSO L 190/2014. G. Manzana

DICHIARAZIONI INTEGRATIVE e RAVVEDIMENTO OPEROSO L 190/2014. G. Manzana DICHIARAZIONI INTEGRATIVE e RAVVEDIMENTO OPEROSO L 190/2014 G. Manzana www.manzana.it DR INTEGRATIVE ART. 2, C. 8, DPR 322/98 ART. 2, C. 8-BIS, DPR 322/98 INTEGRATIVA ENTRO TERMINI ACCERTAMENTO INTEGRATIVA

Dettagli

UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2015 LEGGE DI STABILITA 2015: IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO

UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2015 LEGGE DI STABILITA 2015: IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2015 LEGGE DI STABILITA 2015: IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO IL QUADRO NORMATIVO CAMBIA COMPLETAMENTE Si punta su un nuovo modello

Dettagli

Modelli 770/ Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso

Modelli 770/ Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso Modelli 770/2015 - Proroga dei termini di presentazione - Effetti ai fini del ravvedimento operoso Novità Circolare numero 27 del 27 luglio 2015 Via Leoncino, 22 37121 Verona - IT Foro Buonaparte, 67 20121

Dettagli

IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO.

IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO. . Prot. n 1554 Circolare N 7/MAGGIO 2015 MAGGIO 2015 A tutti i colleghi (*) IL NUOVO RAVVEDIMENTO OPEROSO. Come noto, attraverso l istituto del ravvedimento operoso, regolato dall articolo 13 del D.lgs.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 110/E

RISOLUZIONE N. 110/E RISOLUZIONE N. 110/E Direzione Centrale Normativa Roma, 12 dicembre 2012 OGGETTO: Chiarimenti in merito all applicabilità dell istituto della remissione in bonis Sono pervenute alla scrivente, da parte

Dettagli

Circolare n. 18/2016. Dichiarazioni integrative Novità del DL n. 193 conv. L n. 225

Circolare n. 18/2016. Dichiarazioni integrative Novità del DL n. 193 conv. L n. 225 Dichiarazioni integrative Novità del DL 22.10.2016 n. 193 conv. L. 1.12.2016 n. 225 1 PREMESSA Con l art. 5 del DL 22.10.2016 n. 193, come modificato in sede di conversione nella L. 1.12.2016 n. 225, è

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 137937 del 2015 RU Modalità con cui l Agenzia delle Entrate mette a disposizione del contribuente e della Guardia di finanza elementi e informazioni al fine di introdurre nuove e più avanzate forme

Dettagli

RISOLUZIONE N. 114/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 114/E QUESITO RISOLUZIONE N. 114/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 24 maggio 2007 OGGETTO: Istanza di interpello d.p.r. 131/1986 disciplina ai fini dell imposta di registro della regolarizzazione della

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE U Attuazione dell articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 Comunicazione per la promozione dell adempimento spontaneo nei confronti dei soggetti che hanno omesso di presentare

Dettagli

TITOLO: Remissione in bonis Primi chiarimenti Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 38/E del 28 settembre Contenuto in sintesi

TITOLO: Remissione in bonis Primi chiarimenti Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 38/E del 28 settembre Contenuto in sintesi DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 97 04.10.2012-97/FS/om TITOLO: Remissione in bonis Primi chiarimenti Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 38/E del 28 settembre 2012. Contenuto in sintesi

Dettagli

Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (c.d. Legge di stabilità 2015), art. 13

Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (c.d. Legge di stabilità 2015), art. 13 Ravvedimento: riscritte modalità di calcolo di interessi e sanzioni Roberta Bianchi - Associazione italiana Dottori Commercialisti ADEMPIMENTO " NOVITÀ " Il ravvedimento operoso è un istituto che permette

Dettagli

CHECK LIST IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E LA

CHECK LIST IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E LA STRUMENTI DI LAVORO Roma, 31 ottobre 2016 CHECK LIST IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E LA DICHIARAZIONE INTEGRATIVA/TARDIVA Premessa L Agenzia delle Entrate con la Circolare n 42/E è intervenuta in materia di

Dettagli

SPECIALE RAVVEDIMENTO OPEROSO

SPECIALE RAVVEDIMENTO OPEROSO Dr. Bartali Claudio Dr. Bartali Luca Dr. Barsottini Claudio Dr. Maltomini Antonio Dr. Turini Stefano Dr. Grossi Simone Dr. Scannerini Daniele Dr. Silvestri Alessio SPECIALE RAVVEDIMENTO OPEROSO IL RAVVEDIMENTO

Dettagli

N. 21 FISCAL NEWS. Dichiarazioni: controlli e nuova rateazione Controllo delle dichiarazioni

N. 21 FISCAL NEWS. Dichiarazioni: controlli e nuova rateazione Controllo delle dichiarazioni a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 21 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 12.01.2012 Categoria Accertamento e riscossione Sottocategoria Versamenti

Dettagli

Sommario PREMESSA 1 1. IL NUOVO RAVVEDIMENTO - ASPETTI GENERALI 7

Sommario PREMESSA 1 1. IL NUOVO RAVVEDIMENTO - ASPETTI GENERALI 7 Sommario PREMESSA 1 1. IL NUOVO RAVVEDIMENTO - ASPETTI GENERALI 7 1.1 Ambito d applicazione 7 1.2 Condizioni per fruire del ravvedimento 11 1.3 Tipologie di ravvedimento 15 1.4 Gli effetti del ravvedimento

Dettagli

NOTA OPERATIVA n. 13

NOTA OPERATIVA n. 13 NOTA OPERATIVA n. 13 OGGETTO: Il nuovo ravvedimento operoso: tempi e direttive per la regolarizzazione delle violazioni - Premessa La legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità per il 2015) ha,

Dettagli

Riduzione delle sanzioni: ravvedimento e istituti definitori a confronto Le novità della Legge di Stabilità 2015

Riduzione delle sanzioni: ravvedimento e istituti definitori a confronto Le novità della Legge di Stabilità 2015 Riduzione delle sanzioni: ravvedimento e istituti definitori a confronto Le novità della Legge di Stabilità 2015 dott. Fabrizio Povinelli Capo Area Imprese grandi e medie dimensioni Agenzia delle Entrate

Dettagli

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 34 05.10.2015 Modello UNICO 2015: ravvedimento Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico A cura di Pasquale Pirone

Dettagli

RAVVEDIMENTO OPEROSO: NUOVI TERMINI E SANZIONI

RAVVEDIMENTO OPEROSO: NUOVI TERMINI E SANZIONI Aspetti generali 1 1 RAVVEDIMENTO OPEROSO: NUOVI TERMINI E SANZIONI a cura di Giancarlo Modolo 1 Milano, 13 gennaio 2015 Aspetti generali 1 2 La legge di stabilità 2015, nel riformulare le regole dell

Dettagli

OGGETTO: Ravvedimento operoso per i tributi locali

OGGETTO: Ravvedimento operoso per i tributi locali Informativa per la clientela di studio N. 165 del 09.11.2016 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Ravvedimento operoso per i tributi locali Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo

Dettagli

Il regime sanzionatorio e il ravvedimento operoso Nardia Parducci Dottore commercialista in Lucca

Il regime sanzionatorio e il ravvedimento operoso Nardia Parducci Dottore commercialista in Lucca Il regime sanzionatorio e il ravvedimento operoso Nardia Parducci Dottore commercialista in Lucca 86 La dichiarazione dei sostituti d imposta è articolata in due parti: a) Il mod. 770 semplificato utilizzato

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 335 08.11.2016 Omesso canone di locazione anno 2012 Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti A cura di Pasquale Pirone Il contribuente

Dettagli

Allegato LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI IMMOBILI ALL ESTERO

Allegato LA REGOLARIZZAZIONE DEGLI IMMOBILI ALL ESTERO Allegato LO SCUDO FISCALE - IMMOBILI ALL ESTERO L art. 13-bis, DL n. 78/2009, convertito dalla Legge n. 102/2009, ha (re)introdotto la specifica disciplina, c.d. scudo fiscale, che consente a coloro che

Dettagli

DATI ICI 2006 RICHIESTI NEL MODELLO 730/2007

DATI ICI 2006 RICHIESTI NEL MODELLO 730/2007 Servizio INFORMATIVA 730 INFORMATIVA N. 26 Prot. 2974 DATA 10.04.2007 Settore: Oggetto: Riferimenti: IMPOSTE SUI REDDITI ICI dovuta per il 2006 e possibilità di ravvedimento operoso D.L. n. 223/2006; Modello

Dettagli

Sanzioni amministrative

Sanzioni amministrative Sanzioni amministrative Dichiarazione redditi e Irap omessa: NUOVE PREVI Sanzione base: dal 120 al 240% delle imposte dovute, con minimo di 250 euro Sanzione base in assenza di imposte dovute: da 250 a

Dettagli

Dichiarazioni integrative. Giacomo Manzana -

Dichiarazioni integrative. Giacomo Manzana - Dichiarazioni integrative Giacomo Manzana - www.manzana.it Dichiarazione correttiva nei termini Nell ipotesi in cui il contribuente intenda, prima della scadenza del termine (30 settembre 2015 per i soggetti

Dettagli

Dentro la Notizia. 21 Settembre 2012

Dentro la Notizia. 21 Settembre 2012 Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 1 76/2012 SETTEMBRE/10/2012 (*) 21 Settembre 2012 L OMESSA O TARDIVA

Dettagli

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA RISOLUZIONE N. 452/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 27 novembre 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell art. 11 della legge n. 212 del 2000 compensazione orizzontale del credito Iva in

Dettagli

Il nuovo sistema sanzionatorio amministrativo

Il nuovo sistema sanzionatorio amministrativo Il nuovo sistema sanzionatorio amministrativo dal 2017 Il nuovo sistema sanzionatorio amministrativo in vigore dal 2017 ha modificato l applicazione della dichiarazione infedele, dichiarazione omessa,

Dettagli

LE SANZIONI TRIBUTARIE

LE SANZIONI TRIBUTARIE LE SANZIONI TRIBUTARIE Laura Rossi Dufour Dottore Commercialista Revisore Contabile Via San Gregorio 53 Milano Via D.Fiasella 3/14 Genova Tel.010542196 laura.rossi@studiorossidufour.it 1 Le sanzioni La

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 53 10.07.2014 Studi di settore: regolarizzazione codice Categoria: Studi di settore Sottocategoria: Varie Il contribuente può sanare l omessa

Dettagli

Tasso di interesse legale al 0,2% dal : effetti ai fini fiscali e contributivi

Tasso di interesse legale al 0,2% dal : effetti ai fini fiscali e contributivi CIRCOLARE A.F. N.15 del 29 Gennaio 2016 Ai gentili clienti Loro sedi Tasso di interesse legale al 0,2% dal 01.01.2016: effetti ai fini fiscali e contributivi Premessa L'art. 1284, co. 1, c.c., attribuisce

Dettagli

Tasso di interesse legale al 0,1% dal : effetti ai fini fiscali e contributivi

Tasso di interesse legale al 0,1% dal : effetti ai fini fiscali e contributivi CIRCOLARE A.F. N.1 del 10 Gennaio 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Tasso di interesse legale al 0,1% dal 01.01.2017: effetti ai fini fiscali e contributivi Premessa L'art. 1284, co. 1, c.c., attribuisce

Dettagli

Informativa n. 48. Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo INDICE. del 26 novembre 2012

Informativa n. 48. Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo INDICE. del 26 novembre 2012 Informativa n. 48 del 26 novembre 2012 Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo INDICE 1 Premessa... 2 1.1 Provvedimenti attuativi... 2 1.2 Decorrenza... 2 1.3 Abrogazione dell attuale

Dettagli

La riforma del ravvedimento operoso: un nuovo rapporto tra Fisco e contribuente

La riforma del ravvedimento operoso: un nuovo rapporto tra Fisco e contribuente Pagina 1 di 7 Pubblicato su Fiscopiù (http://fiscopiu.it) Home > Guida agli adempimenti > La riforma del ravvedimento operoso: un nuovo rapporto tra Fisco e contribuente 04 Febbraio 2015 Legge di Stabilità

Dettagli

RAVVEDIMENTI VIOLAZIONI, UTILIZZO E COMPENSAZIONI CREDITI

RAVVEDIMENTI VIOLAZIONI, UTILIZZO E COMPENSAZIONI CREDITI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO REGOLARIZZAZIONE ADEMPIMENTI DICHIARATIVI RAVVEDIMENTI VIOLAZIONI, UTILIZZO E COMPENSAZIONI CREDITI Commissione Diritto Tributario Nazionale Milano, 9 novembre

Dettagli

Sanatoria per le comunicazioni e gli adempimenti omessi

Sanatoria per le comunicazioni e gli adempimenti omessi CIRCOLARE A.F. N. 169 del 30 Novembre 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Sanatoria per le comunicazioni e gli adempimenti omessi Premessa L art. 2 co. 1 del decreto introduce una particolare forma di ravvedimento

Dettagli

Dichiarazione IVA 2012: ravvedimento operoso

Dichiarazione IVA 2012: ravvedimento operoso Dichiarazione IVA 2012: ravvedimento operoso di Roberto Fanelli (*) L ADEMPIMENTO Il contribuente puo` regolarizzare le violazioni commesse nel corso del 2011 entro il termine di presentazione della dichiarazione

Dettagli

LE NOVITÀ DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO DAL 1 GENNAIO 2015

LE NOVITÀ DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO DAL 1 GENNAIO 2015 STUDIO DI CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA Commercialisti Revisori dei conti FABIO BETTONI LAURA LOCATELLI RACHELE DENEGRI Circolare n.04 del 14 Gennaio 2015 LE NOVITÀ DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO DAL 1 GENNAIO

Dettagli

RAVVEDIMENTO OPEROSO VIOLAZIONI IN TEMA DI REVERSE CHARGE ED ESPORTAZIONI LE NUOVE MISURE DELLE SANZIONI

RAVVEDIMENTO OPEROSO VIOLAZIONI IN TEMA DI REVERSE CHARGE ED ESPORTAZIONI LE NUOVE MISURE DELLE SANZIONI Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Dottore Commercialista Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dottore

Dettagli

Circolare N. 1 del 10 Gennaio 2017

Circolare N. 1 del 10 Gennaio 2017 Circolare N. 1 del 10 Gennaio 2017 Tasso di interesse legale al 0,1% dal 01.01.2017: effetti ai fini fiscali e contributivi Gentile cliente, con la presente intendiamo informarla che è stato aggiornato

Dettagli

CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO

CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO CONTROLLO FORMALE GRUPPO DI LAVORO SUL CONTENZIOSO TRIBUTARIO 1 Il controllo formale delle dichiarazioni Art. 36 bis Liquidazione delle imposte sulla base dei dati emergenti dalla dichiarazione dei redditi.

Dettagli

Ufficio provinciale di Modena. Fabbricati rurali e D.L. 201/2011. Pasquale Carafa. Modena, 14 novembre 2012

Ufficio provinciale di Modena. Fabbricati rurali e D.L. 201/2011. Pasquale Carafa. Modena, 14 novembre 2012 Ufficio provinciale di Modena Fabbricati rurali e D.L. 201/2011 Modena, 14 novembre 2012 Pasquale Carafa Agenzia del Territorio - Ufficio provinciale di Modena Tema della presentazione La struttura della

Dettagli

Il ravvedimento operoso è disciplinato dall'articolo 13 del decreto legislativo 472/97

Il ravvedimento operoso è disciplinato dall'articolo 13 del decreto legislativo 472/97 Ravvedimento operoso Per chi, per vari motivi, non ha potuto pagare le rate dell'imu, TASI o TARI entro le scadenze stabilite, è possibile ovviare a tale ritardo utilizzando l'istituto giuridico del Ravvedimento

Dettagli

REGOLARIZZAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI SCADUTI IL 30 SETTEMBRE 2016 dopo la circolare 12 ottobre 2016, n. 42/E. di Giancarlo Modolo

REGOLARIZZAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI SCADUTI IL 30 SETTEMBRE 2016 dopo la circolare 12 ottobre 2016, n. 42/E. di Giancarlo Modolo REGOLARIZZAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI SCADUTI IL 30 SETTEMBRE 2016 dopo la circolare 12 ottobre 2016, n. 42/E di Giancarlo Modolo Aspetti generali Tipologia delle dichiarazioni Presentazione

Dettagli

LE REGOLE DEL RAVVEDIMENTO DI OMESSI O PARZIALI VERSAMENTI

LE REGOLE DEL RAVVEDIMENTO DI OMESSI O PARZIALI VERSAMENTI LE REGOLE DEL RAVVEDIMENTO DI OMESSI O PARZIALI VERSAMENTI Con il presente contributo si intende riepilogare le regole per l utilizzo del ravvedimento operoso, istituto che permette di sanare (con l applicazione

Dettagli

Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 3 / 2014

Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 3 / 2014 ORIENTAMENTI FISCALI Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 3 / 2014 LA CORREZIONE DEL MOD. 730/2014 CON IL MOD. UNICO 2014 1. GENERALITÀ I contribuenti che si sono avvalsi

Dettagli

IMPOSTE DIRETTE IRPEF IRES IRAP Cedolare secca Acconti 2016

IMPOSTE DIRETTE IRPEF IRES IRAP Cedolare secca Acconti 2016 IMPOSTE DIRETTE IRPEF IRES IRAP Cedolare secca Acconti 2016 PERSONE FISICHE E SOCIETA DI PERSONE Misura del versamento L imposta da versare a titolo di acconto è pari al 100% dell'importo del rigo RN61

Dettagli

Affitti non registrati: il ravvedimento sana solo le infrazioni fiscali

Affitti non registrati: il ravvedimento sana solo le infrazioni fiscali CIRCOLARE A.F. N. 41 del 6 Marzo 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Affitti non registrati: il ravvedimento sana solo le infrazioni fiscali Gentile cliente, con la presente desideriamo effettuare alcune

Dettagli

Modelli 770/ Proroga dei termini di presentazione Effetti ai fini del ravvedimento operoso INDICE. Circolare 14. del 29 luglio 2016

Modelli 770/ Proroga dei termini di presentazione Effetti ai fini del ravvedimento operoso INDICE. Circolare 14. del 29 luglio 2016 Circolare 14 del 29 luglio 2016 Modelli 770/2016 - Proroga dei termini di presentazione Effetti ai fini del ravvedimento operoso INDICE 1 Premessa... 2 2 Precedente differimento automatico al 22.8.2016...

Dettagli

Dichiarazione IVA omessa e sanzioni ridotte. Dal 2016 il Legislatore riduce le sanzioni amministrative previste per l omessa dichiarazione IVA (sia

Dichiarazione IVA omessa e sanzioni ridotte. Dal 2016 il Legislatore riduce le sanzioni amministrative previste per l omessa dichiarazione IVA (sia Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 101 04.04.2016 Dichiarazione IVA omessa e sanzioni ridotte Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Sanzioni A cura di Pasquale Pirone Dal 2016

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2016 pag. 450

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2016 pag. 450 SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2016 pag. 450 11 novembre 2016 167/ER/om Imposte dirette - IR- PEF - IRES - IRAP - Cedolare secca - Acconti 2016 RN61 Mod. Unico2016PF Inferiore o uguale a 51,65 Superiore a 51,65

Dettagli

Anno 2014 N. RF300. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2014 N. RF300. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2014 N. RF300 www.redazionefiscale.it ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 8 OGGETTO MODELLO 770/2014 - RAVVEDIMENTO DELLE VIOLAZIONI ENTRO IL 18/12 RIFERIMENTI DLGS. N. 472/97; DLGS. N.

Dettagli

STUDIO MODENA ESTENSE SRL CIRCOLARE SPECIALE ACCONTO IVA Pagine da 1 a 5

STUDIO MODENA ESTENSE SRL CIRCOLARE SPECIALE ACCONTO IVA Pagine da 1 a 5 STUDIO MODENA ESTENSE SRL CIRCOLARE SPECIALE ACCONTO IVA 2008 Pagine da 1 a 5 1 Acconto IVA 2008 Il 29 dicembre 2008 (primo giorno lavorativo non festivo successivo al 27 dicembre) 1 scade il termine per

Dettagli

Premessa...pag. 9. Sezione Seconda - RAVVEDIMENTO OPEROSO E IMPOSTE DIRETTE

Premessa...pag. 9. Sezione Seconda - RAVVEDIMENTO OPEROSO E IMPOSTE DIRETTE INDICE Premessa...pag. 9 Sezione Prima - ASPETTI GENERALI Contenuti e caratteristiche...pag. 12 Presupposti necessari...» 12 Modalità di calcolo del ravvedimento operoso...» 14 Caratteristiche del ravvedimento

Dettagli

RISOLUZIONE N. 132/E

RISOLUZIONE N. 132/E RISOLUZIONE N. 132/E Roma, 20 dicembre 2010 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Articolo 5, commi da 1 a 3-bis, del decreto legge 1 luglio 2009, n. 78 convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto

Dettagli

Il ravvedimento operoso per i sos tu d imposta

Il ravvedimento operoso per i sos tu d imposta in pra ca CONTRIBUTI E RITENUTE Francesco Geria Il ravvedimento operoso per i sos tu d imposta I edizione Il sos tuto d imposta La ritenuta alla fonte a tolo defini vo o d acconto I pi di ravvedimento

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, Torino Telefono Fax

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, Torino Telefono Fax Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it DL 6.7.2011 n. 98 convertito nella L. 15.7.2011 n. 111 (c.d.

Dettagli

IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE

IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE In applicazione dei nuovi termini di versamento introdotti dal Decreto Collegato alla Finanziaria 2017, entro il prossimo 30.6.2017 ovvero

Dettagli

RAVVEDIMENTO OPEROSO 2016 TUTTE LE NOVITÀ

RAVVEDIMENTO OPEROSO 2016 TUTTE LE NOVITÀ Ebook gratuito RAVVEDIMENTO OPEROSO 2016 TUTTE LE NOVITÀ Autori: Rita Martin Sommario Premessa... 3 Modalità di calcolo... 3 Tipologie di ravvedimento... 4 Ravvedimento per omesso o insufficiente versamento...

Dettagli

Saldo IMU e TASI 2015: come rimediare agli errori

Saldo IMU e TASI 2015: come rimediare agli errori Periodico informativo n. 177/2015 Saldo IMU e TASI 2015: come rimediare agli errori Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla sulle possibilità di rimedio degli errori

Dettagli

UNICO SC 2011: dichiarazione tardiva e integrativa

UNICO SC 2011: dichiarazione tardiva e integrativa UNICO SC 2011: dichiarazione tardiva e integrativa di Francesco Leone L ADEMPIMENTO I contribuenti che non presentano la dichiarazione dei redditi entro il 30 settembre possono presentare una dichiarazione

Dettagli

Circolare N. 10 del 21 Gennaio 2016

Circolare N. 10 del 21 Gennaio 2016 Circolare N. 10 del 21 Gennaio 2016 Le nuove sanzioni amministrative Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che per effetto di quanto previsto dalla legge di stabilità per il 2016 (legge

Dettagli