Introduzione a ITIL v3 Le metriche in ITIL. ing. Andrea Praitano Service & Security Consultant

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione a ITIL v3 Le metriche in ITIL. ing. Andrea Praitano Service & Security Consultant"

Transcript

1 Introduzione a ITIL v3 Le metriche in ITIL ing. Andrea Praitano Service & Security Consultant

2 2 Introduzione - Andrea Praitano Struttura di consulenza di Business-e; Membro del Consiglio Direttivo di itsmf Italia; Team Leader del Gruppo di Lavoro itsmf Italia ITIL & Analisi dei Rischi ; Socio fondatore di ISIPM (IStituto Italiano di Project Management); Socio di ISACA Roma; Pubblicazioni (versione italiana): - Foundations of IT Service Management Basato su ITIL v3 (Van Haren Publishing); - Foundations of IT Service Management Basato su ITIL (Van Haren Publishing); - Introduzione a ITIL (OGC); - ISO/IEC Pocket Guide (Van Haren Publishing); Membro del gruppo di lavoro CNIPA sulle best Practices; Analisi processi: - RAI - Network Operation Center; - RAI - System Operation Center; - Analisi preliminare modello di Governance Eutelia per 231.

3 3 Agenda Organizzazioni del mondo ITIL; Che cos è ITIL; Servizio e Service Management; Modello adottato da ITIL; Service Lifecycle; Service Design: - Service Level Management; - Availability Management; Continual Service Improvement: - CSI Model; - 7 Steps Improvement process; - Service Measurement. ITIL v3 contiene più argomenti, più pratiche e raggiunge un pubblico molto più ampio nell ambito della gestione dei servizi. In ITIL sono ora inclusi 27 processi, che comprendono tutti i processi originali. (Sharon Taylor)

4 Modello di Accreditamento 4

5 5 Agenda Organizzazioni del mondo ITIL; Checos èitil; Servizio e Service Management; Modello adottato da ITIL; Service Lifecycle; Service Design: - Service Level Management; - Availability Management; Continual Service Improvement: - CSI Model; - 7 Steps Improvement process; - Service Measurement. Chi controlla il passato controlla il futuro. Chi controlla il presente controlla il passato. (1984)

6 6 Good Practice (Buone Pratiche) Che cos è una Good Practice (Buona Pratica)? - Le Good Practice possono essere definite come un buon metodo per svolgere delle attività. Basandosi su quelle procedure ripetibili che nel tempo si sono dimostrate migliori sia per la loro efficienza (meno quantità di sforzo) sia per la loro efficacia (risultati migliori), le Good Practice garantisce il raggiungimento degli obiettivi in modo economico e con una buona qualità. Perché usare una Good Practice? - I Service Provider sono sottoposti a una grossa pressione per mantenere un vantaggio competitivo rispettando le alternative richieste dal Customer (Cliente). Per superare questa pressione le Organizzazioni devono misurare (benchmark) se stesse rispetto ai loro pari e cercare di colmare il gap delle loro capacità. Una strada per fare questo è l ampio uso di Good Practice industriali. Tipi di Good Practice: - Framework pubblici e standard sono più appetibili rispetto a quelli proprietari perché questi ultimi sono difficili da adottare, replicare in un altra organizzazione in quanto, spesso, sono poco documentati; - Ignorare i Framework pubblici e gli standard può essere uno svantaggio per le Organizzazioni;

7 7 Agenda Organizzazioni del mondo ITIL; Che cos è ITIL; Servizio e Service Management; Modello adottato da ITIL; Service Lifecycle; Service Design: - Service Level Management; - Availability Management; Continual Service Improvement: - CSI Model; - 7 Steps Improvement process; - Service Measurement. La Bibbia insegna ad amare i nemici come gli amici, probabilmente perché sono gli stessi. (Vittorio De Sica)

8 8 Servizio & Service Management A service is a means of delivering value to customers by facilitating outcomes customers want to achieve without the ownership of specific costs and risks. Un servizioèunmezzoattraversoilqualefornirevaloreaiclienti facilitando il raggiungimento dei risultati che i clienti vogliono conseguire senzacheseneassumanoirelativicostierischi. Service management is a set of specialized organizational capabilities for providing value to customers in the form of services. La Gestione del Servizio (Service Management) è un insieme di capacità organizzative specialistiche volte a fornire valore ai Clienti sotto forma di servizi.

9 9 Che cosa è effettivamente un Servizio IT? Un SERVIZIO IT può essere definito come un insieme di funzioni fornite attraverso sistemi IT nel supportare uno o più aree di business (dipartimenti, agenzie, reparti, ecc.). Può essere costituito da software, hardware e mezzi di comunicazione, ma il cliente/customer e utente/user lo percepisce come una unica entità. User Appl Mgt Storage Mgt Service Server Mgt Network Mgt Desktop Mgt Customer Support Mgt

10 10 ISO/IEC 14764: maintenance programme: the organizational structure, responsibilities, procedures, processes, and resources used for implementing the Maintenance Plan NOTE The term programme is synonymous with infrastructure. 4.9 Modification Request (MR): a generic term used to identify proposed changes to a software product that is being maintained NOTE The MR may later be classified as a correction or enhancement and identified as corrective, preventive, adaptive, or perfective type maintenance. MRs are also referred to as change requests.

11 11 Vincoli progettuali per un servizio Pricing Warranty Contractual Terms and conditions Values And ethics Copyrights, Patents and trademarks Solutions space Other constraints Standards and regulations Resource constraints Utility Capability constraints Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

12 12 Utility & Warranty Un servizio è un qualche cosa percepito come un unica entità che da un valore al Cliente. Il valore è composto da due elementi: Utility(Utilità) o idoneità allo scopo: - L Utility è percepita dal Cliente attraverso gli attributi del servizio che generano effetto positivo sulle performance delle attività legate agli obiettivi desiderati. Anche la rimozione o la diminuzione dei vincoli alla performance è percepita come un effetto positivo. Warranty(garanzia) o idoneità all uso: - La warranty deriva dalla disponibilità dell effetto positivo dato dall utility, quando necessario, in capacità o ampiezza sufficiente e in modo affidabile in termini di continuità e sicurezza.

13 13 Utility & Warranty UTILITY Performance supported? Constraints removed? OR T/F Fit for purpose? Available enough? Capacity enough? Continuous enough? Secure enough? AND WARRANTY T/F Fit for use? AND T: True F: False Value-created T/F Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

14 14 Componenti del valore Il Cliente, a fronte di costi certi, desidera certezza anche nell utility del servizio. Se questa non è sostenuta da warranty, i Clienti si preoccupano di possibili perdite a causa della scarsa qualità del servizio più che dei possibili vantaggi derivanti della promessa utilità. È quindi importante che il valore del servizio sia ben descritto sia in termini di utility che di warranty. L effetto dell utility del servizio si può spiegare con l incremento potenziale delle performance degli asset dei Clienti, che porta a un aumento della probabilità di conseguire risultati. La warranty del servizio si può spiegare come la diminuzione di eventuali perdite per i Clienti dovute a variazione delle prestazioni.

15 15 Creazione del valore Il calcolo del valore economico di un servizio può, a volte, essere semplicemente in termini finanziari, in altri casi può non essere possibile quantificarne il valore. Il valore non è soltanto strettamente in termini dei risultati (outcome) di business del Cliente; essi dipendono anche dalla sua percezione. La percezione del valore è influenzata dalle aspettative, cioè può essere basata sulla percezione del valore aggiunto ottenuta dal servizio. Perceptions filter Business outcomes context Preferences Attributes Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

16 16 Agenda Organizzazioni del mondo ITIL; Che cos è ITIL; Servizio e Service Management; Modello adottato da ITIL; Service Lifecycle; Service Design: - Service Level Management; - Availability Management; Continual Service Improvement: - CSI Model; - 7 Steps Improvement process; - Service Measurement. È stato detto che la democrazia è la peggior forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle forme che si sono sperimentate fino ad ora. (Winston Leonard Spencer Churchill Primo Ministro Inglese)

17 17 Il modello ITIL v3 ITIL v3 ha una sorta di tre dimensioni, queste dimensioni sono: - Le fasi del Service Lifecycle; - Le funzioni; - I processi.

18 18 Definizione di Processes (Processi) A process is a set of coordinated activities combining and implementing resources and capabilities in order to produce an outcome, which, directly or indirectly, creates value for an external customer or stakeholder. Un processo è un insieme strutturato di attività coordinate e l attuazione combinata di risorse e capacità per produrre un risultato, che, direttamente o indirettamente, crea valore per un Cliente esterno o per gli stakeholder. N.B.: Un Processo e un Progetto sono due strutture trasversali alla struttura verticale aziendale (Funzioni), il primo è una struttura permanente mentre il secondo è una struttura temporanea che termina con il termine del progetto.

19 19 Process Management UnProcesso è una serie di attività che sono messe logicamente in relazione e che conducono a un obiettivo definito. - Input, output, punti di monitoraggio. La struttura del processo di una organizzazione mostrerà: - Checosadeveesserefatto; - Qualeèilrisultatoatteso; - Come misurare se i risultati dei processi rispettano quelli attesi; - Comeirisultatidiunprocessoinfluisconosuquellidiunaltroprocesso Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

20 20 Caratteristiche dei processi I processi: - Sono Misurabili. Siamo in grado di misurare il processo in modo opportuno. È guidato dalle prestazioni. I Manager desiderano misurare costi, qualità e altre variabili, mentre gli operatori sono interessati a durata e produttività. - Hanno risultati specifici. Il motivo per cui esiste un processo è quello di offrire uno specifico risultato. Questo risultato deve essere individualmente identificabili e numerabile. - Hanno un Cliente. Ogni processo fornisce il suo risultato principale a un cliente o agli stakeholder. Essi possono essere interni o esterni all Organizzazione, ma il processo deve soddisfare le loro aspettative. - Rispondono a specifici eventi. Mentre un processo può essere in corso o iterativo, dovrebbe essere riconducibile a uno specifico trigger (innesco).

21 21 Agenda Organizzazioni del mondo ITIL; Che cos è ITIL; Servizio e Service Management; Modello adottato da ITIL; Service Lifecycle; Service Design: - Service Level Management; - Availability Management; Continual Service Improvement: - CSI Model; - 7 Steps Improvement process; - Service Measurement. Uomini e nazioni stanno cercando risposte adeguate. Il comune obiettivo è la pace, una pace vera, frutto di leale collaborazione nell'affrontare i problemi del mondo, non di ambiguità e di fallaci impegni. (Carlo Azeglio Ciampi)

22 22 ITIL & il Service Lifecycle IlServiceStrategy(SS) è il perno centrale attorno al quale ruota tutto il ciclo di vita del servizio; IlServiceDesign(SD) è la guida per progettare e sviluppare i processi e i servizi di gestione. Traduce gli obiettivi strategici in Service Portfolio e Service Asset; Il Service Transition (ST) è la guida per migliorare l introduzione in esercizio di cambiamenti; Il Service Operation (SO) contiene le best practice per la gestione dell esercizio dei servizi; Il Continual Service Improvement (CSI) supporta l attuazione dei programmi e dei progetti di miglioramento sulla base degli obiettivi strategici. Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

23 Processi del Service Design: Service Catalogue Management; Service Level Management; Supplier Management; Capacity Management; Availability Management; IT Service Continuity Management; Information Security Management. Processi del Service Transition: 23 Transition Planning and Support; Service Asset and Configuration Management; Change Management; Release and Deployment Management; Knowledge Management; Service Validation and Testing; Evaluation. Processi del Service Operation: Event Management; Incident Management; Problem Management; Request Fulfilment; Access Management. Funzioni del Service Operation: Service Desk; IT Operation Management; Technical Management; Application Management. Processi del Continual Service Improvement: 7 steps Improvement Process; Service reporting; Service measurement; Return on Investment for CSI Business questions for CSI Service Level Management Processi del Service Strategy: Service Portfolio Management; Demand Management; Financial Management; Return on Investment; Strategy Generation.

24 24 Il Service Lifecycle I processi presenti nelle varie fasi del Service Lifecycle servono per erogare i servizi e fornire valore al Customer; Attraverso il Service Lifecycle non passano solo le richieste ma ci passano anche i singoli processi per la loro ideazione, progettazione, rilascio, ecc.; Quindi si devono progettare i processi, gli strumenti, i CSF, i KPI, le metriche e le modalità di misurazione.

25 25 Agenda Organizzazioni del mondo ITIL; Che cos è ITIL; Servizio e Service Management; Modello adottato da ITIL; Service Lifecycle; Service Design: - Service Level Management; - Availability Management; Continual Service Improvement: - CSI Model; - 7 Steps Improvement process; - Service Measurement. Abbiamo conquistato il cielo come gli uccelli e il mare come i pesci, ma dobbiamo imparare di nuovo il semplice gesto di camminare sulla terra come fratelli. (Martin Luther King)

26 26 Solo gli uomini liberi possono negoziare. I prigionieri non possono avere contatti. (Nelson Rolihlahla Mandela) Service Level Management

27 27 Service Level Management Il Service Level Management può essere descritto in sole due parole: building relationships. Cioè costruire relazioni con i Clienti, i gruppi funzionali interni e con la comunità dei fornitori che forniscono servizi IT; Il SLM è più di un semplice SLA, quindi ha la responsabilità di negoziare, concordare e documentare i target IT con i rappresentati del business e poi effettua un monitoraggio e produce dei report sull abilità del fornitore di erogare i livelli di servizio concordati. Service Level Management Process

28 28 SLA, OLA e UC Accordo sui Livelli di Servizio(SLA: Service Level Agreement): accordo stipulato tra organizzazione IT e Cliente nel quale viene descritto dettagliatamente il servizio/i che devono essere forniti. Accordo sui Livelli Operativi (OLA: Operational Level Agreement): accordo stipulato con un reparto interno IT al fine di descrivere minuziosamente la fornitura degli elementi stabiliti di un servizio. - Per esempio, se lo SLA contiene dei target per ripristinare un incidente con priorità elevata allora l OLA dovrebbe includere dei target per ognuno degli elementi della catena a supporto. Contratto di Subfornitura (UC: Underpinning Contract): contratto stipulato con un fornitore esterno nel quale viene definita la fornitura degli elementi di un servizio, per esempio la riparazione delle postazioni di lavoro o il leasing di una linea di comunicazione. Tale contratto è simile all implementazione esterna di un OLA. Service Level Management Process

29 Dalla Vision alla misurazioni Vision Mission Customer Requirement SLA Goals OLA/UC Objectives CSF KPI Metrics Measurements 29 Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

30 Abbassare il limite di velocità? Che stupidaggine! Certo, salverebbe delle vite, ma un sacco di gente arriverebbe in ritardo! 30 (Homer Simpson) Availability Management

31 31 Processo Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC Proactive activities Risk assessment & Management Implement cost justifiable counter measures Reactive activities Monitor, measure, analyse report & review service & component availability Investigate all service & component unavailability & investigate remedial action Plan & design for new & changed services Review all new & changed services & test all availability & resilience mechanisms Availability Management Information System (AMIS) Availability Management reports Availability Plan Availability design criteria Availability testing schedule Availability Management Process

32 32 Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC Incident start Il ciclo di vita dell'incidente Uptime Uptime Uptime (availability) Service available Availability Downtime (time to restore) (MTRS) Service unavailable Detect Diagnose Repair Time Recover Restore Time between system incidents Service available Incident start Downtime Service unavailable Availability Service available Time between failures (MTBF) Incident start Availability Management Process

33 33 Availability, Reliability e Maintainability Availability (Disponibilità): l abilità di un servizio, un componente o CI di erogare la sua funzionalità concordata quando richiesto; Reliability (Affidabilità): una misura del tempo in cui un servizio, un componente o CI può erogare la sua funzione concordata senza interruzioni. L affidabilità del servizio potrebbe migliorare incrementando l affidabilità dei singoli componenti o incrementando la resistenza del servizio ai guasti (ad es. tramite ridondanza o load-balancing). Viene spesso misurata e riportata come Mean Between Service Incident (MBSI) o come Mean Time Between Failures (MTBF); Maintainability: una misura di quanto velocemente ed efficacemente un servizio, componente o CI possa essere ripristinato alla normale operatività a seguito di un guasto. Viene misurato e riportato come Mean Time to Restore Service (MTRS). Availability Management Process

34 34 Vital Business Function Il termine Vital Business Function (VBF) viene utilizzato per gli elementi critici dei processi di business supportati da un servizio IT. Ad es., un distributore ATM dovrebbe avere quale VBF il distribuire contanti. Più vitale è la funzione di business, più grande è il livello di resilienza e disponibilità che sarà necessario considerare in progettazione. Per tutti i servizi, sia VBF che non, i requisiti di disponibilità dovrebbero essere determinati dal business e non dall IT. Availability Management Process

35 35 Agenda Organizzazioni del mondo ITIL; Che cos è ITIL; Servizio e Service Management; Modello adottato da ITIL; Service Lifecycle; Service Design: - Service Level Management; - Availability Management; Continual Service Improvement: - CSIModel; - 7 Steps Improvement process; - Service Measurement. Potete portare in un posto una nuova scrivania, o un nuovo tappeto o un decano, ma non potrete portarvi così semplicemente la qualità. (William Edward Deming)

36 36 Continual Service Improvement Lo scopo principale del CSI è quello di allineare e ri-allineare continuamente i servizi IT alle mutevoli esigenze aziendali di individuare e attuare miglioramenti nei servizi IT che supportano i processi aziendali. Queste attività di miglioramento supportano l approccio del Lifecycle attraverso tutte le fasi. Questo alla ricerca di modi per migliorare il processo in termini di efficacia, efficienza e costo-efficacia. Relativamente alla misurazione e gestione è importante ricordare che: - Nonsipuògestireciòchenonèpossibilecontrollare; - Nonèpossibilecontrollareciòchenonsipuòmisurare; - Nonsipuòmisurareciòchenonèpossibiledefinire. Se i processi di ITSM non vengono attuati, gestiti e supportati con finalità, obiettivi e misurazioni rilevanti che portano a azioni di miglioramento. A seconda della criticità di servizi IT specifici per il business, l organizzazione potrebbe perdere ore produttive, costi più elevati di esperienza, perdita di reputazione, o un fallimento. Questo è il motivo per cui è estremamente importante capire cosa si misura, il motivo per cui viene misurato con attenzione e definire il risultato positivo.

37 37 Continual Service Improvement Processi del Continual Service Improvement: - 7 steps Improvement Process; - Service Reporting; - Service Measurement.

38 38 Plan, Do, Check e Act Continuous quality control and consolidation Maturity Level ACT CHECK PLAN DO Plan Do Check Act Project Plan Project Audit New Actions Business IT Alignment Effective Quality Improvement Consolidation of the level reached i.e. Baseline Time Scale Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

39 Modello del Continual Service Improvement 39 What is the vision? Business vision, mission, goals and objectives Where are we now? Baseline assessments How do we keep the momentum going? Where do we want to be? Measurable targets How do we get there? Service & process improvement Did we get there? Measurements & metrics Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

40 40 Ruolo di misurazione per il CSI Ci sono tre elementi chiave: - Business value; - Baseline; - Tipologie di metriche: Metriche tecnologiche; Metriche di processo; Metriche di servizio.

41 41 Business value Esempi di misure di Business value sono: - Time to market; - La conservazione del Cliente; - Costo dell inventario; - Quota di mercato. I contributi dell IT possono essere acquisiti tramite: - L ottenimento dell agilità; - La gestione delle conoscenze; - Il miglioramento delle conoscenze; - La riduzione dei costi; - La riduzione del rischio.

42 42 Baseline Un importante punto di partenza per evidenziare il miglioramento è quello di stabilire delle milestone, delle baseline o punti di partenza con cui confrontarsi successivamente. Le baseline sono utilizzate anche per stabilire un punto di dati iniziale per determinare se un servizio o un processo deve essere migliorato. È fondamentale la documentazione, il riconoscimento e l accettazione della baseline in tutta l organizzazione. La baseline deve essere stabilita a ogni livello: - finalità e obiettivi strategici; - maturità dei processi tattici; - metriche operative e KPI.

43 43 Tipi di metriche Metriche tecnologiche: questi parametri sono spesso associati con componenti e applicazioni basati su parametri, come ad esempio le prestazioni, la disponibilità, ecc.; Metriche di processo: questi parametri vengono catturati in forma di CSF, KPI e metriche per le attività per i processi di gestione dei servizi. Questi dati possono aiutare a determinare lo stato di salute di un processo. Quattro questioni chiave che possono aiutare a rispondere sui KPI relativamente alla qualità, prestazioni, valore e compliance dell esecuzione del processo. Il CSI non utilizza questi dati come input per individuare opportunità di miglioramento per ciascun processo. Metriche di servizio: questi parametri sono i risultati dei servizi end-to-end. Le metriche dei componenti sono utilizzate per calcolare i parametri di servizio.

44 44 Guarda sotto la superficie: non lasciarti sfuggire la qualità o il valore intrinseco delle cose. (Marco Aurelio) The 7 step improvement process

45 7 steps improvement process 45 Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

46 46 7 steps improvement process 1. Che cosa dovresti misurare? - Quale sarebbe la situazione ideale? Questa deve fare seguito alla visione (Fase I del modello CSI) e deve precedere la valutazione della situazione attuale (Fase II del modello CSI). 2. Checosapuoimisurare? - Questo passo fa seguito alla Fase III del Modello CSI: dove vogliamo essere? Attraverso la ricerca di ciò che l'organizzazione può misurare, si scoprono nuovi requisiti di business e nuove opzioni IT. Utilizzando un gap analysis, il CSI può trovare aree di miglioramento e pianificarle(fase IV del modello CSI). 3. Raccogliere dati(misurare) - Al fine di verificare se l'organizzazione ha raggiunto le suoi finalità (Fase V del modello CSI), è necessario eseguire le misurazioni. Queste devono seguire alla visione, alla missione, alle finalità e agli obiettivi. 4. Processare dati - Processare i dati è anche necessario per monitorare il fine. Questo deve avvenire in accordo con i CSF e i KPI determinati. 5. Analizzare dati - Si preparano discrepanze, trend e possibili spiegazioni per la presentazione al business. Questa è anche una parte importante della Fase V del modello CSI. 6. Presentareedusareleinformazioni - È quando lo stakeholder è informato se le sue finalità sono state raggiunte (ancora Fase V). 7. Implementare azioni correttive - Creare miglioramenti, stabilire una nuova baseline e cominciare il ciclo dall'inizio.

47 CSI Model e il 7 steps Improvement process 47 Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC 7. Implement corrective action 6. Present and use the information, assessment summary, action plans, etc. Identify Vision Strategy Tactical Goals Operational Goals How do we keep the momentum going? What is the vision? Where are we now? Where do we want to be? How do we get there? Did we get there? 5. Analyse the data Relations? Trends? According to plan? Targets met? Corrective action? 1. Define what you should measure 4. Process the data Frequency? Format? System? Accuracy? 2. Define what you can measure 3. Gather the data Who? How? When? Integrity of data?

48 Dalla Vision alla misurazioni Vision Mission Goals Objectives CSF KPI Metrics Measurements 48 Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

49 Spirale delle conoscenze 49 Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC

50 50 Se non riuscite a descrivere quello che state facendo come se fosse un processo, non sapete cosa state facendo. Service measurement (William Edward Deming)

51 51 Obiettivo Per tutte le imprese, indipendentemente dalle dimensioni e dal settore, si ha che i servizi IT sono diventati uno strumento integrato per condurre il business. Senza di servizi IT molte organizzazioni non sarebbero in grado di fornire i prodotti e i servizi nel mercato moderno. L affidamento ai servizi IT fa si che aumentino le aspettative per la disponibilità, l affidabilità e la stabilità. Discorso simile si ha sulle misure dei servizi IT. Non è più sufficiente per misurare e riferire contro le prestazioni di un singolo componente, come ad esempio un server o un applicazione, si deve essere in grado di misurare un servizio end-to-end.

52 52 Reporting e misure dell Availability Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC Logical: Logical: Logical: Physical: Platform (HW) (Exchange) Server 1 Server 2 Server 3 Service System (Exchange) Software (Exchange) Exchange SW System (Lotus Notes) Databases (Exchange) SQL DB Documents (Exchange) Policy Size Limit Availability can be expressed at several levels % Service Level % System Level % Sub System Level % Component Level

53 Technology Domain vs. Service Management 53 Crown copyright 2008 Reproduced under license from OGC PC Server PC Router Technology Domain Availability 97.5% PC Technology Domain Availability 96% Technology Domain Availability 98% WAN Gateway Availability = Ops * WAN * LAN * Desktop Total Availability of Service = 91.69% Service Availability 91.69% E mail service Software Layer Procedure Layer People Layer Mainframe Technology Domain Availability 99.96%

54 54 Il grande nemico della verità molto spesso non è la menzogna: deliberata, creata ad arte e disonesta; quanto il mito: persistente, persuasivo e irrealistico. (John Fitzgerald Kennedy - discorso inaugurale a Yale, 11 giugno 1962) Conclusioni

55 55? Question Time Conclusion

56 56 Grazie. Andrea Praitano Non hai mai commesso un errore, non hai mai tentato qualcosa di nuovo. A. Einstein

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti Federico Corradi Workshop SIAM Cogitek Milano, 17/2/2009 COGITEK s.r.l. Via Montecuccoli 9 10121 TORINO Tel. 0115660912 Fax. 0115132623Cod. Fisc.. E Part.

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT Via Turati 4/3, 16128 Genova Tel. 348/4103643 Fax 010/8932429 ITIL (Information Technology Infrastructure Library) 1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT In un mercato in cui il successo delle aziende è

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Best practice per il Service Mgmt

Best practice per il Service Mgmt Best practice per il Service Mgmt IBM e il nuovo ITIL v3 Claudio Valant IT Strategy & Architecture Consultant IBM Global Technology Services IBM Governance and Risk Agenda Introduzione ad ITIL V3 Il ruolo

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti Alessandro Bruni CIO at Baglioni Hotels Workshop AICA: "Il Service Manager: il ruolo e il suo valore per il business" 8/ 2/2011 Il gruppo Baglioni Hotels

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

ITIL: Information Technology Infrastructure Library Appunti su v3 Foundation

ITIL: Information Technology Infrastructure Library Appunti su v3 Foundation ITIL: Information Technology Infrastructure Library Appunti su v3 Foundation 3 gennaio 2013 Paolo Ottolino (PMP CISSP-ISSAP CISA CISM OPST ITIL) ii iii Indirizzamento ITIL non è un modello teorico studiato

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

Copyright protected. Use is for Single Users only via a VHP Approved License. For information and printed versions please see www.vanharen.

Copyright protected. Use is for Single Users only via a VHP Approved License. For information and printed versions please see www.vanharen. IT SERVICE MANAGEMENT BASATO SU ITIL V3 - POCKET GUIDE Libreria ITSM Le pubblicazioni della Libreria ITSM trattano delle best practices dell IT management e sono pubblicate per conto dell itsmf International.

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Glossario e abbreviazioni ITIL. Italiano

Glossario e abbreviazioni ITIL. Italiano Glossario ITIL Italiano, v1.0, 30 settembre 2011 Basato sul glossario Inglese v1.0, 29 luglio 2011 Glossario e abbreviazioni ITIL Italiano Questo glossario può essere liberamente scaricato. Vedere www.itil-officialsite.com/internationalactivities/translatedglossaries.aspx

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Continua evoluzione dei modelli per gestirla

Continua evoluzione dei modelli per gestirla Governance IT Continua evoluzione dei modelli per gestirla D. D Agostini, A. Piva, A. Rampazzo Con il termine Governance IT si intende quella parte del più ampio governo di impresa che si occupa della

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

rischi del cloud computing

rischi del cloud computing rischi del cloud computing maurizio pizzonia dipartimento di informatica e automazione università degli studi roma tre 1 due tipologie di rischi rischi legati alla sicurezza informatica vulnerabilità affidabilità

Dettagli

Copyright protected. Use is for Single Users only via a VHP Approved License. For information and printed versions please see www.vanharen.

Copyright protected. Use is for Single Users only via a VHP Approved License. For information and printed versions please see www.vanharen. A proposito della ITSM Library Le pubblicazioni presenti nella ITSM Library riguardano le best practice dell IT management e sono pubblicate da itsmf International. L IT Service Management Forum (itsmf)

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

EMIT Executive Master in IT Governance & Management - Franco Zuppini

EMIT Executive Master in IT Governance & Management - Franco Zuppini In collaborazione con: EMIT Executive Master in IT Governance & Management - Franco Zuppini Strumenti manageriali per la gestione del ciclo di vita dei servizi IT Gennaio 2012 Giugno 2013 II edizione formula

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

I livelli di servizio. Come definirli e controllarli nei contratti della P.A. Gianluigi Raiss - AIPA 22 marzo 2002

I livelli di servizio. Come definirli e controllarli nei contratti della P.A. Gianluigi Raiss - AIPA 22 marzo 2002 I livelli di servizio. Come definirli e controllarli nei contratti della P.A. Gianluigi Raiss - AIPA 22 marzo 2002 G.Raiss - Definire e controllare i livelli di servizio 1 Il contesto I servizi erogati

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

E il Servizio Che Mi Interessa, Bellezza!

E il Servizio Che Mi Interessa, Bellezza! White paper tecnico RESOURCE MANAGEMENT www.novell.com E il Servizio Che Mi Interessa, Bellezza! Guida italiana alla gestione dell IT secondo una logica di servizio E il Servizio Che Mi Interessa, Bellezza!

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Alma Mater Studiorum Università di Bologna

Alma Mater Studiorum Università di Bologna Alma Mater Studiorum Università di Bologna FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di laurea in Informatica SOFTWARE PER LA GESTIONE DI INFRASTRUTTURE IT SECONDO LO STANDARD ITIL: UN MODELLO

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop.

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sottotitolo : Soluzioni di Asset Management al servizio delle attività di Facility Management Avanzato Ing. Sandro

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit Protiviti s High Value Audits are a series of audits programs that provide you with better information for decision-making regarding the systems and processes that drive technology, compliance or operational

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Ricognizione di alcune Best Practice

Ricognizione di alcune Best Practice Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale di riferimento Ricognizione di alcune Best Practice applicabili

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli