MOL MONITOR SUL LAVORO. i LAVORATORI, il contratto, il welfare e la formazione. i PROFILI DEI LAVORATORI MOL MONITOR SUL LAVORO 14,3 57,5 28,2 68,6

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MOL MONITOR SUL LAVORO. i LAVORATORI, il contratto, il welfare e la formazione. i PROFILI DEI LAVORATORI MOL MONITOR SUL LAVORO 14,3 57,5 28,2 68,6"

Transcript

1 i LAVORATORI, il contratto, il welfare e la formazione i PROFILI DE Daniele Marini UNIVERSITÀ di Padova Direttore Scientifico Community Media Research GENERE (%) 68,6 31,4 Maschio 5 25,7 36, anni 10 26,1 29,0 Medio Alto 37, MANSIONE (%) 32,5 61,7 Manuale Tecnico 36, ,3 52,8 Oltre 50 anni 44,9 5 38, anni 17,3 ETÀ (%) 57,5 Basso 42,4 28,2 Femmina 57,6 mol: LIVELLO STUDIO (%) 5,8 Dirigenziale 51,3 5 12,0 10

2 ANZIANITÀ LAVORATIVA (%) 22,7 17,4 Fino a 5 anni 30, anni 32,4 ANZIANITÀ LAVORATIVA (%) 29, anni 14,7 Oltre 20 anni 26,5 26,4 5 0,9 19,8 10 6, ore 8,7 40 ore 36,8 26,5 5 23,6 Fino a 9 dip dip. 33,5 22,7 69, dip. 31,2 5 5 Oltre 250 dip. 22,1 13,1 10 AREA GEOGRAFICA (%) 47,3 MetalmeccanicI Nord Ovest 28,8 25,4 Nord Est 21,0 8,9 Centro le CONDIZIONI DI LAVORO e la soddisfazione Sud e Isole 21,3 5 18,4 28, Altro 8,9 16,3 5,8 10,2 37,3 26,4 Tempo determinato CLASSE DIMENSIONALE DELL IMPRESA (%) Oltre 20 anni 84, ,0 CONTRATTO (%) Oltre 40 ore 5 11, anni 14,7 Tempo indeterminato 45,3 30, anni 32,4 70,6 Meno di 20 ore 17,4 Fino a 5 anni ORE LAVORATE SETTIMANALMENTE (%) 22,7 21,7 10

3 la condizione di lavoro negli ultimi anni e (%) Migliorata Uguale 41,7 Condizioni ambientali/sicurezza 51,8 La sua realizzazione sul lavoro 37,9 POSSIBILITÀ di crescita professionale 37,3 43,2 Retribuzione e compensi 35,0 49,6 Rapporto con i colleghi 33,1 le condizioni 22,9 STABILITÀ del posto (metalmeccanici) Carico di lavoro (fatica, ritmi) 12,2 Welfare aziendale 12,1 Orario di lavoro 11,4 Stress mentale, psicologico POSSIBILITÀ di crescita professionale 7,5 Rapporto con i superiori 79,2 9, Uguale 27,9 barometro del lavoro Peggiorata 54,7 35,6 46,1 18,3 32,0 servizi 32,9 43,2 46,7 20,5 33,0 46,0 21,0 24, ,4 76,5 Ho buoni amici al lavoro 62,5 67,6 Al lavoro ho OPPORTUNITÀ di apprendere e crescere 70,7 65,4 Mi sento a casa all interno dell impresa 54,2 63,0 Il titolare e attento alle problematiche dei lavoratori come me 54,1 58,6 Il titolare sa coinvolgere bene rispetto agli obiettivi che vuole raggiungere 43,9 54,2 Sono pagato adeguatamente per il lavoro che svolgo 46,2 52,1 Il mio lavoro offre buone prospettive per la crescita professionale 51,1 49,6 Non penso di perdere il mio posto di lavoro nei prossimi mesi ,3 13,4 12,4 10,5 12,1 7,2 4,0 3,6 Imprenditori Fedmec Altra Industria IL CLIMA NELL IMPRESA NEGLI ULTIMA ANNI LA CONDIZIONE DI LAVORO e (saldi di opinione) 24,8 Org zaz aniz ione -24,7-27,2-5 (molto e moltissimo; %) 17,4 Altra Industria 2,9 4,1 2, NEGLI ULTIMA ANNI LA CONDIZIONE DI LAVORO e (%) Migliorata nità -36,3-35,6 Carico di lavoro (fatica, ritmi) 9,0 11,1-7,4-3,5-6,3 Stress mentale, psicologico o r tu Opp Welfare aziendale 41,8 17,4 22,0 Orario di lavoro (saldi di opinione) 7,8 17,7 STABILITÀ del posto 15,6 23,5 20,8 19,6 12,0 POSSIBILITÀ di fare formazione professionale 36,9 72,3 52,7 Retribuzione e compensi 7,6 2 50,8 5,5 le condizioni 15,9 57,1 30,9 ee zion Rela cazione ifi grat La sua realizzazione sul lavoro 15,4 59,2 23,5 25,5 Rapporto con i colleghi 19,6 67,6 35,2 Condizioni ambientali/sicurezza 14,4 59,4 24,9 POSSIBILITÀ di fare formazione professionale 6,5 47,7 24,9 Rapporto con i superiori la condizione di lavoro negli ultimi anni e (saldi) Peggiorata Servizi Imprenditori Fedmec Fra i lavoratori c e un clima di amicizia 59,0 I lavoratori hanno OPPORTUNITÀ di apprendere e crescere 88,6 All interno dell impresa c e un buon clima nei rapporti 71,6 Sono attento alle problematiche dei singoli lavoratori 90,9 So coinvolgerli bene rispetto agli obiettivi che voglio raggiungere 78,6 Sono pagati adeguatamente per il lavoro che svolgono 77,5 Il loro lavoro offre buone prospettive per l avanzamento di carriera 55,0 Non pensano di perdere il lavoro nei prossimi mesi 54,5

4 barometro del clima aziendale (%) Positivo Incerto Negativo il clima nell impresa (lavoratori; molto e moltissimo; %) 78,9 76,5 70,7 67,6 79,9 65,4 69,1 63,0 67,7 58,6 66,7 54,2 57,6 52,1 69,1 49,6 Ho buoni amici al lavoro la percezione di clima Ho OPPORTUNITÀ di apprendere Mi sento a casa all interno dell impresa Il titolare e attento alle mie problematiche Il titolare sa coinvolgere bene Sono pagato adeguatamente Ho buone prospettive di crescita professionale Non penso di perdere il mio lavoro prossimamente barometro del clima ,6 10, ,7 10, , ,9 Altra Industria Servizi ,0 23,3 51,2 15,2 25,1 59,3 17,3 25,8 8,0 20,4 18,3 52,9 Servizi ,8 66,5 Altra Industria ,9 23, FREQUENZA ATTUALE A UN CORSO DI FORMAZIONE (%) 14,6 14,2 Si, specifico per il mio lavoro la formazione professionale 1,0 2,5 Si, ma al di fuori del lavoro, su temi di interesse personale 56,7 58,4 Ora no, ma in passato si 27,7 24,8 No, non ho mai frequentato corsi dopo gli studi nella sua impresa, in che misura si fa formazione (%) 17,9 19,2 Piu' che sufficiente la formazione professionale Insufficiente Non si fa formazione 39,8 44,9 42,2 Sufficiente 7,2 53,0 15,0 16,0 22,2 22,

5 la formazione e (grado di accordo, molto e moltissimo; %) FREQUENZA ATTUALE A UN CORSO DI FORMAZIONE (%) 14,6 14,2 Si, specifico per il mio lavoro la formazione professionale 1,0 2,5 Si, ma al di fuori del lavoro, su temi di interesse personale 56,7 58,4 Ora no, ma in passato si la formazione professionale 1 2 serve alla mia carriera professionale 79,1 86,2 86,3 85,1 83,9 utile a livello personale, oltre il lavoro 27,7 24,8 No, non ho mai frequentato corsi dopo gli studi 90,2 85,8 utile per fare meglio il mio lavoro 91, ,5 71,9 diritto soggettivo 37,9 DISPONIBILITÀ a frequentare un corso professionalizzante (%) solo durante l orario di lavoro 27,5 si puo' fare solo se non c'e' lavoro da fare anche dopo l'orario di lavoro 39,2 20,7 3,5 60,8 serve solo all'inizio per imparare il mestiere 36,5 10,5 6,8 5,8 63,5 e' una perdita di tempo 12,6 2,3 87,4 5 25,1 22, il contratto affermazioni considerate vere (%) 10 5 il contratto, il welfare aziendale e la negoziazione 73,8 74,7 90,8 88,5 44,1 43,8 gli aumenti in busta paga sono tassati come il resto del salario le agevolazioni aziendali (welfare) non sono tassate come il resto del salario

6 un aumento di salario deve andare in (%) investire salario in (grado di accordo molto e moltissimo; %) il welfare aziendale solo soldi in busta paga il welfare aziendale 42,8 assistenza sanitaria integrativa porta benefici economici/salute 22,5 20,4 28,1 soprattutto in soldi, ma anche in welfare soprattutto in welfare, ma anche in soldi 3,2 2,7 solo in welfare 1,7 2,7 45,0 10, ,0 5 previdenza complementare genera una pensione piu' alta 4 48,6 3 Lavoratori ,3 23,3 15,5 1 33, le forme di welfare preferite (%) 48,3 1 47,2 72,6 74,2 14,6 12,4 5,3 Previdenza integrativa Spese sanitarie Borse studio figli 10,7 9,6 4,0 Spese alimentari Assistenza familiari 5,6 4,0 Asilo nido il titolare fornisce informazioni sull andamento economico dell azienda in modo (%) la trasparenza informativa 28,6 Del tutto trasparente 46,3 Sufficientemente trasparente 34,1 Poco trasparente 14,1 53,4 5 7,0 6,4 Del tutto oscuro 37,7 42,0 11,7 i fondamenti contrattuali 42,0 44,2 Gli aumenti di salario devono essere decisi dopo la chiusura del bilancio aziendale 69,3 78,2 70,6 e giusto che il contratto o la legge garantisca un salario minimo per tutti, poi gli aumenti devono essere decisi nelle singole aziende 98,9 67,3 60,7 Per avere un salario maggiore bisognerebbe collegarne una quota alla PRODUTTIVITÀ aziendale 94,3 Non saprei 5,7 8,4 4,6 livello di accordo (molto e moltissimo; %) 10

7 indice di innovazione contrattuale (%) Conservatori indice di innovazione contrattuale 4,5 26,1 come si ottengono migliori condizioni di lavoro (%) Innovatori 52,8 46,6 51,1 Nel rapporto diretto con il titolare 69,4 35,8 Incerti 22,1 le relazioni sindacali 42,1 28,7 31,5 31,8 Unendo le sue richieste a quelle dei suoi colleghi 18,5 21,9 17,1 Con l aiuto del sindacato 38,2 Altra industria 12,4 44,2 Servizi 49,4 16, i sindacati/federmeccanica dovrebbero firmare un contratto (%) 39,8 55,9 52,0 Solo dopo avere trovato l accordo fra tutte le sigle 21,6 42,1 16,1 41,8 44,1 48,0 Anche se non tutte le sigle sindacali sono d accordo 5 78,4 10 le relazioni sindacali Da mantenere, vanno sostanzialmente bene 75,3 16,9 24,6 Deve intervenire il Governo 27,9 7,8 1 45,7 45, la crescita professionale 18,1 11,2 55,5 51,5 42,9 44,5 47,9 57, ,9 14,5 1 21, gli aumenti dei livelli dovrebbero avvenire (%) 68,1 66,7 In base alla PROFESSIONALITÀ raggiunta 96,6 31,9 33,3 3,4 5 67,0 67,4 67,4 11,1 Da cambiare radicalmente Automaticamente sulla base DELL ANZIANITÀ lavorativa Fare una legge che le parti devono rispettare 4 Da aggiornare con i nuovi profili professionali se il governo interviene deve (%) Fare da mediatore fino a trovare un accordo 3 gli attuali inquadramenti professionali sono (%) 29,7 26,7 si deve discutere a oltranza finche' non c'e' accordo 2 e se l accordo non si trova (%) si deve puntare subito sulla contrattazione aziendale i permessi retribuiti devono maturare (%) 39,7 33,9 In modo uguale per tutti senza considerare il tempo passato al lavoro 12,4 60,3 In misura proporzionale al tempo effettivo passato al lavoro 66,1 87,

8 i LAVORATORI, il contratto, il welfare e la formazione Daniele Marini UNIVERSITÀ di Padova Direttore Scientifico Community Media Research Nota metodologica -La popolazione oggetto di campionamento e costituita dai lavoratori dipendenti con oltre 18 anni, ripartiti per macroregione (Nord Ovest, Nord Est, Centro, Sud e Isole), settore produttivo (Industria metalmeccanica, Altra industria, Terziario), genere, ETÀ, titolo di studio. -Il campione ammonta a casi, definito attraverso l individuazione dei Sistemi Locali del Lavoro caratterizzati da particolari concentrazioni di imprese del settore. -Le eventuali distorsioni sono state poi bilanciate in fase di elaborazione post-rilevazione - con riferimento ai dati Istat (2015) - attraverso procedure di ponderazione che hanno tenuto in considerazione le variabili di stratificazione campionaria sopra citate. -L universo degli imprenditori e composto dai componenti gli organismi di Federmeccanica e dai Presidenti delle associazioni territoriali di categoria. Il campione ammonta a 89 casi, pari al 48,1% dell universo. -Le interviste ai lavoratori dipendenti sono state realizzate con il sistema CATI (Computer Assisted Telephone Interviewing) e CAWI (Computer Assisted Web Interviewing) nel periodo 18 gennaio - 1 febbraio Le interviste agli imprenditori sono state realizzate con il sistema CAWI (Computer Assisted Web Interviewing) nel periodo 20 gennaio - 16 febbraio Entrambe le rilevazioni sono state realizzate dalla SOCIETÀ di rilevazione Questlab srl di Venezia Mestre. -Le indagini sono state progettate e realizzate da Community Media Research, per Federmeccanica. Daniele Marini ha impostato e diretto le ricerche, curato gli aspetti metodologici e l elaborazione dei dati.

MOL MONITOR SUL LAVORO FUORI CLASSE LAVORATORI E RAPPRESENTAZIONI DEL LAVORO. Daniele Marini

MOL MONITOR SUL LAVORO FUORI CLASSE LAVORATORI E RAPPRESENTAZIONI DEL LAVORO. Daniele Marini MOL MONITOR SUL LAVORO FUORI CLASSE LAVORATORI E RAPPRESENTAZIONI DEL LAVORO Daniele Marini Università di Padova Direttore Scientifico Community Media Research MOL MONITOR SUL LAVORO CONDIZIONI DI LAVORO,

Dettagli

I LAVORATORI, IL CONTRATTO, LA FORMAZIONE E IL WELFARE

I LAVORATORI, IL CONTRATTO, LA FORMAZIONE E IL WELFARE MOL MONITOR SUL LAVORO I LAVORATORI, IL CONTRATTO, LA FORMAZIONE E IL WELFARE Daniele Marini COLLANA OSSERVATORI N. 5 MARZO 2016 PROMOSSO DA Sommario 1. Lavoratori (r)innovatori cauti 2. I risultati in

Dettagli

ATTORI E MODELLI DI GESTIONE DELL IMPRESA FAMILIARE

ATTORI E MODELLI DI GESTIONE DELL IMPRESA FAMILIARE ATTORI E MODELLI DI GESTIONE DELL IMPRESA FAMILIARE DATI SULLA CONTRATTAZIONE DI SECONDO LIVELLO Elaborazione a cura del progetto EQuIPE 2020 Il percorso formativo è organizzato dal progetto EQuIPE 2020,

Dettagli

Il futuro del welfare aziendale in Italia dopo la Legge di Stabilità 2016

Il futuro del welfare aziendale in Italia dopo la Legge di Stabilità 2016 Il futuro del welfare aziendale in Italia dopo la Legge di Stabilità 2016 Indagine su un campione di HR manager Ricerca a cura di Luca Pesenti Facoltà di Scienze Politiche e Sociali Università Cattolica

Dettagli

GRANDI NAVI A VENEZIA

GRANDI NAVI A VENEZIA GRANDI NAVI A VENEZIA Gli orientamenti della popolazione di Venezia e del Veneto Daniele Marini Collana Sondaggi n. 5 2014 Visioni dello sviluppo futuro 2 Visioni dello sviluppo futuro 1. Il gruppo prevalente

Dettagli

PERCHE SERVE UN RINNOVAMENTO

PERCHE SERVE UN RINNOVAMENTO PROPOSTA DI RINNOVAMENTO CONTRATTUALE PERCHE SERVE UN RINNOVAMENTO Periodo 2007 2014: Produzione metalmeccanica è diminuita di circa il 30%, il capitale fisso del 25%; Occupazione è diminuita di 252.000

Dettagli

DONNE, UOMINI, PENSIONI

DONNE, UOMINI, PENSIONI DONNE, UOMINI, PENSIONI UN PUNTO DI VISTA DI GENERE SULLA PREVIDENZA GENOVA E LIGURIA Le pensionate in Liguria: numeri alti, redditi bassi 200.000 180.000 160.000 140.000 266.110 230.317 120.000 100.000

Dettagli

BENESSERE ORGANIZZATIVO LA RICERCA IN OLTRE 200 AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ITALIANE

BENESSERE ORGANIZZATIVO LA RICERCA IN OLTRE 200 AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ITALIANE BENESSERE ORGANIZZATIVO LA RICERCA IN OLTRE 200 AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ITALIANE Francesco Minchillo DAL LABORATORIO AL KIT SUL BENESSERE INIZIATIVA ANNO PARTECIPANTI LABORATORIO 2002 11 amministrazioni

Dettagli

LA FIDUCIA NEL SINDACATO

LA FIDUCIA NEL SINDACATO LA FIDUCIA NEL SINDACATO OTTOBRE 2014 UNIVERSO DI RIFERIMENTO DELLA RICERCA E METODO DI RILEVAZIONE L universo di riferimento della ricerca è composto da tutti i lavoratori dipendenti, pensionati, disoccupati,

Dettagli

La mobilità territoriale dei laureati. Milano, 28 maggio 2015 Mario Mezzanzanica (Università di Milano Bicocca) Davide Cristofori (ALMALAUREA)

La mobilità territoriale dei laureati. Milano, 28 maggio 2015 Mario Mezzanzanica (Università di Milano Bicocca) Davide Cristofori (ALMALAUREA) La mobilità territoriale dei laureati Milano, 28 maggio 2015 Mario Mezzanzanica (Università di Milano Bicocca) Davide Cristofori (ALMALAUREA) Elementi distintivi dell indagine AlmaLaurea per lo studio

Dettagli

Rilevazione soddisfazione utenti Caf Cisl

Rilevazione soddisfazione utenti Caf Cisl Rilevazione soddisfazione utenti Caf Cisl Utenti modello 730 Campagna Fiscale 2014 Indagine a cura di Elisa Inglese 1 Presentazione Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di Customer Satisfaction

Dettagli

LA CONGIUNTURA DEL SETTORE MANIFATTURIERO NELLE MARCHE NOTA METODOLOGICA IV TRIMESTRE 2015

LA CONGIUNTURA DEL SETTORE MANIFATTURIERO NELLE MARCHE NOTA METODOLOGICA IV TRIMESTRE 2015 LA CONGIUNTURA DEL SETTORE MANIFATTURIERO NELLE MARCHE NOTA METODOLOGICA IV TRIMESTRE 2015 A cura di: Questlab srl, 18/02/2016 Nota metodologica La raccolta dei questionari è stata effettuata dalla società

Dettagli

I laureati che lavorano. Bologna, 10 marzo 2014 S. Binassi (AlmaLaurea), G. Gasperoni (Univ. di Bologna, AlmaLaurea)

I laureati che lavorano. Bologna, 10 marzo 2014 S. Binassi (AlmaLaurea), G. Gasperoni (Univ. di Bologna, AlmaLaurea) I laureati che lavorano all estero Bologna, 10 marzo 2014 S. Binassi (AlmaLaurea), G. Gasperoni (Univ. di Bologna, AlmaLaurea) Indice Contesto di riferimento Le migrazioni internazionali dei laureati italiani

Dettagli

LA CRISI ECONOMICA NEL NORD-EST: il punto di vista delle imprese

LA CRISI ECONOMICA NEL NORD-EST: il punto di vista delle imprese FONDAZIONE LEONE MORESSA Via Torre Belfredo 81/d 30171 Mestre (Venezia) Tel: 041-23.86.700 - Fax: 041-98.45.01 Email: info@fondazioneleonemoressa.org Web: www.fondazioneleonemoressa.org LA CRISI ECONOMICA

Dettagli

LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE

LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE DEFINIZIONI: OCCUPATI, DISOCCUPATI, INATTIVI Ogni adulto in età lavorativa viene collocato in una delle seguenti categorie: OCCUPATI: chi ha più di 15 anni e nella settimana

Dettagli

IMPRESA BENE COMUNE PERSONA AL CENTRO. fare insieme. difendere l impresa & il lavoro. tutele salariali per tutti collegamento salari & produttività

IMPRESA BENE COMUNE PERSONA AL CENTRO. fare insieme. difendere l impresa & il lavoro. tutele salariali per tutti collegamento salari & produttività IMPRESA BENE COMUNE PERSONA AL CENTRO fare insieme 6 1 difendere l impresa & il lavoro formazione per tutti apprendimento per crescere 5 4 3 2 tutele salariali per tutti collegamento salari & produttività

Dettagli

Dall analisi del CSC 5 lezioni per le imprese.

Dall analisi del CSC 5 lezioni per le imprese. Dall analisi del CSC 5 lezioni per le imprese. Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria Il sistema manifatturiero italiano è fortemente eterogeneo al suo interno. Da una parte un gruppo minoritario

Dettagli

La vendita diretta a domicilio Il commercio al dettaglio che funziona

La vendita diretta a domicilio Il commercio al dettaglio che funziona La vendita diretta a domicilio Il commercio al dettaglio che funziona Rapporto di ricerca Marzo 2017 agenda la ricerca in sintesi universo delle imprese morfologia delle imprese scenario economico appendice

Dettagli

LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE

LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE LAVORO, OCCUPAZIONE, DISOCCUPAZIONE DEFINIZIONI: OCCUPATI, DISOCCUPATI, INATTIVI Ogni adulto in età lavorativa viene collocato in una delle seguenti categorie: OCCUPATI: chi ha più di 15 anni e nella settimana

Dettagli

Collettivo selezionato: 1. Collettivo indagato. 2b. Formazione post-laurea

Collettivo selezionato: 1. Collettivo indagato. 2b. Formazione post-laurea selezionato: anno di indagine: 2015 anni dalla laurea: 1 tipo di corso: laurea magistrale Ateneo: Pisa Dipartimento: Ingegneria civile e industriale corso di laurea: ingegneria nucleare - già ingegneria

Dettagli

Italiani in vacanza: priorità sicurezza

Italiani in vacanza: priorità sicurezza Italiani in vacanza: priorità sicurezza Luglio 2016 Nota metodologica Periodo delle interviste: 23 maggio - 4 giugno 2016 Numero intervistati: 2.000, con un campione stratificato per età, residenza e titolo

Dettagli

Aprile Centro Studi Unindustria & CSC

Aprile Centro Studi Unindustria & CSC Aprile 2016 Centro Studi Unindustria & CSC Sommario A) L Indagine B) Occupazione C) Assenze D) Retribuzioni E) Welfare 1 A) Struttura dell indagine Imprese associate al sistema Confindustria Campione di

Dettagli

Indagine sulle imprese del terziario di Pordenone gennaio 2011 STUDIO SUI SALDI INVERNALI

Indagine sulle imprese del terziario di Pordenone gennaio 2011 STUDIO SUI SALDI INVERNALI Indagine sulle imprese del terziario di Pordenone gennaio 2011 STUDIO SUI SALDI INVERNALI Pordenone, 14 febbraio 2011 Codice ricerca: 2010-210kr 2 presentazione del lavoro Scheda tecnica Obiettivi del

Dettagli

Studiare il lavoro. Metodi quantitativi - direttivi Metodi qualitativi - non/direttivi

Studiare il lavoro. Metodi quantitativi - direttivi Metodi qualitativi - non/direttivi Studiare il lavoro. Metodi quantitativi - direttivi Metodi qualitativi - non/direttivi Dott.Riccardo Guidi riccardo.guidi@sp.unipi.it Mercoledì 29 Febbraio Rilevazione sulle forze di lavoro ISTAT E la

Dettagli

Presentazione dei risultati 4 Maggio Daniele Di Nunzio Giuliano Ferrucci Emanuele Toscano [Fondazione Di Vittorio]

Presentazione dei risultati 4 Maggio Daniele Di Nunzio Giuliano Ferrucci Emanuele Toscano [Fondazione Di Vittorio] Presentazione dei risultati 4 Maggio 2017 Daniele Di Nunzio Giuliano Ferrucci Emanuele Toscano [Fondazione Di Vittorio] La ricerca Questionario Diffusione Progettazione Sindacato Associazioni Analisi Ricercatori

Dettagli

Indagine Confcommercio GfK Eurisko sui fenomeni criminali. Roma, 22 novembre 2016

Indagine Confcommercio GfK Eurisko sui fenomeni criminali. Roma, 22 novembre 2016 Indagine Confcommercio GfK Eurisko sui fenomeni criminali Roma, 22 novembre 2016 Indice Premessa e obiettivi Pag. 3 Sintesi dei principali risultati 4 Le percezioni sulla criminalità 8 L esperienza di

Dettagli

Conoscere il rischio e il Piano di Protezione Civile per vivere in sicurezza. Comuni di Forte dei Marmi, Seravezza, Stazzema e Pietrasanta

Conoscere il rischio e il Piano di Protezione Civile per vivere in sicurezza. Comuni di Forte dei Marmi, Seravezza, Stazzema e Pietrasanta Conoscere il rischio e il Piano di Protezione Civile per vivere in sicurezza Comuni di Forte dei Marmi, Seravezza, Stazzema e Pietrasanta (25 maggio 2012) Nota metodologica sul reclutamento Il reclutamento

Dettagli

L ACQUISIZIONE DEL FATTORE LAVORO o La liquidazione periodica delle retribuzioni o Gli oneri accessori a carico dell impresa o Il trattamento di fine

L ACQUISIZIONE DEL FATTORE LAVORO o La liquidazione periodica delle retribuzioni o Gli oneri accessori a carico dell impresa o Il trattamento di fine L ACQUISIZIONE DEL FATTORE LAVORO o La liquidazione periodica delle retribuzioni o Gli oneri accessori a carico dell impresa o Il trattamento di fine rapporto Concetti introduttivi Il fattore lavoro è

Dettagli

PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE PLS3 A.S

PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE PLS3 A.S I FACOLTA DI ECONOMIA DI BARI Corso di laurea triennale in SCIENZE STATISTICHE Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE PLS3 A.S. 211-212 TRANSIZIONE DIPLOMA-LAVORO:

Dettagli

Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro

Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro * aggiornato al 25 febbraio 2008 CHE COS È è un documento obbligatorio che indica la retribuzione, le ritenute fiscali

Dettagli

LA CONGIUNTURA DEL SETTORE MANIFATTURIERO NELLE MARCHE NOTA METODOLOGICA II TRIMESTRE 2015

LA CONGIUNTURA DEL SETTORE MANIFATTURIERO NELLE MARCHE NOTA METODOLOGICA II TRIMESTRE 2015 LA CONGIUNTURA DEL SETTORE MANIFATTURIERO NELLE MARCHE NOTA METODOLOGICA II TRIMESTRE 2015 A cura di: Questlab srl, 04/08/2015 Nota metodologica La raccolta dei questionari è stata effettuata dalla società

Dettagli

Università degli Studi di Udine Dipartimento di Scienze Statistiche Progetti e opinioni su lavoro, affetti e famiglia dei figli di separati

Università degli Studi di Udine Dipartimento di Scienze Statistiche Progetti e opinioni su lavoro, affetti e famiglia dei figli di separati Progetti e opinioni su lavoro, affetti e famiglia dei figli di separati Batic N., Tillati S. Trend temporale di matrimoni, separazioni e divorzi in FVG Anni 1984-2004 7.000 6.000 5.000 4.000 3.000 2.000

Dettagli

Grado di soddisfazione dell'utenza dei Centri per l'impiego GRADO DI SODDISFAZIONE DELL UTENZA DEI CENTRI PER L IMPIEGO. Centro per l impiego di

Grado di soddisfazione dell'utenza dei Centri per l'impiego GRADO DI SODDISFAZIONE DELL UTENZA DEI CENTRI PER L IMPIEGO. Centro per l impiego di GRADO DI SODDISFAZIONE DELL UTENZA DEI CENTRI PER L IMPIEGO Centro per l impiego di 1. Sesso: Maschio Femmina INFORMAZIONI GENERALI 2. Nazionalità: Italiana Straniera 3. Età: anni 4. Provincia di residenza

Dettagli

Indagine sul Benessere Organizzativo. Dicembre 2013

Indagine sul Benessere Organizzativo. Dicembre 2013 Indagine sul Benessere Organizzativo Dicembre 2013 Indagine sul Benessere Organizzativo Aspetti metodologici Tecnica di indagine: CAWI (Computer Assisted Web Interview) Software utilizzato: ID Monitor

Dettagli

CONTAMINAZIONI PROFIT /NON PROFIT PER L ECONOMIA SOCIALE

CONTAMINAZIONI PROFIT /NON PROFIT PER L ECONOMIA SOCIALE CONTAMINAZIONI PROFIT /NON PROFIT PER L ECONOMIA SOCIALE Anteprima dati Osservatorio Isnet sull Impresa sociale 10 a Edizione Martedì 12 Luglio, 11.30-12.30 Sala Stampa della Camera dei Deputati Via della

Dettagli

Tito Boeri. Università degli Studi di Milano La Statale. Milano, 5 dicembre 2016

Tito Boeri. Università degli Studi di Milano La Statale. Milano, 5 dicembre 2016 Al posto giusto Tito Boeri Università degli Studi di Milano La Statale Milano, 5 dicembre 2016 La grande inefficienza allocativa OECD 2015 Da criticità a opportunità Problema allocativo: abbiamo le persone

Dettagli

Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro

Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro * aggiornato al 21 dicembre 2007 CHE COS È è un documento obbligatorio che indica la retribuzione, le ritenute fiscali

Dettagli

Rapporto di ricerca roma, 06 febbraio 2017 ( n7 P04)

Rapporto di ricerca roma, 06 febbraio 2017 ( n7 P04) Rapporto di ricerca roma, 06 febbraio 2017 (2016-217n7 P04) diario economico roma, 6 febbraio 2017 2 diario economico diario economico variazione dal 2009 (gioiellerie attive per anno) 105 Gioiellerie

Dettagli

Gli italiani e l energia solare Milano, 18 giugno 2010

Gli italiani e l energia solare Milano, 18 giugno 2010 Gli italiani e l energia solare Milano, 18 giugno 2010 (Rif. 1133v310) Per l 89% degli italiani l energia solare rispetta l ambiente 2 L energia solare è davvero rispettosa dell ambiente In disaccordo

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Europea

OSSERVATORIO NORD EST. Europea OSSERVATORIO NORD EST L allargamento Europea dell Unione Il Gazzettino, 13.05.2008 NOTA METODOLOGICA I dati dell'osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio

Dettagli

Collettivo selezionato. (disaggregato per condizione occupazionale alla laurea) Collettivo selezionato. lavorava alla non laurea (2) (3)

Collettivo selezionato. (disaggregato per condizione occupazionale alla laurea) Collettivo selezionato. lavorava alla non laurea (2) (3) selezionato: anno di indagine: 2015 anni dalla : 5 tipo di corso: magistrale Ateneo: Cagliari Facoltà/Dipartimento/Scuola: tutte gruppo disciplinare: tutti classe di : tutte corso di : ingegneria civile

Dettagli

Censis - Il Lavoro Immigrato

Censis - Il Lavoro Immigrato Censis - Il Lavoro Immigrato Soddisfatti del proprio lavoro e sempre più richii dalle aziende: gli immigrati che lavorano in Italia rappresentano oramai una dimensione decisamente significativa del nostro

Dettagli

IMPRESE IN PARI. Premio intitolato a Fiorella Ghilardotti INFORMAZIONI SULL AZIENDA. Località.. Via..

IMPRESE IN PARI. Premio intitolato a Fiorella Ghilardotti INFORMAZIONI SULL AZIENDA. Località.. Via.. IMPRESE IN PARI Premio intitolato a Fiorella Ghilardotti INFORMAZIONI SULL AZIENDA DATI IDENTIFICATIVI DELL AZIENDA Ragione sociale Sede legale Unità produttiva per la quale si compila il questionario.

Dettagli

NORD EST: IL QUADRO SOCIO-ECONOMICO. Daniele Marini, Università di Padova 8 novembre 2012

NORD EST: IL QUADRO SOCIO-ECONOMICO. Daniele Marini, Università di Padova 8 novembre 2012 : IL QUADRO SOCIO-ECONOMICO Daniele Marini, Università di Padova 8 novembre 2012 CAMBIAMENTI STRUTTURALI: I NUOVI PARADIGMI 1. INNOVAZIONI TECNOLOGICHE: 1.1 Le caratteristiche: a) velocità di diffusione;

Dettagli

Welfare previdenziale tra equità e sostenibilità

Welfare previdenziale tra equità e sostenibilità CONVEGNO FEDERMANAGER Welfare previdenziale tra equità e sostenibilità Alberto Brambilla Presidente Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali 12 dicembre, Fondazione Cariplo, Milano DAL 3 RAPPORTO

Dettagli

LA FORMAZIONE DI IMPRESA IN ITALIA

LA FORMAZIONE DI IMPRESA IN ITALIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI ECONOMIA DELL INNOVAZIONE AVANZATA 20 APRILE 2009 LA FORMAZIONE DI IMPRESA IN ITALIA Pierluigi Richini Università degli Studi di Bergamo 20.04.2009

Dettagli

l abusivismo nel settore della panificazione ottobre 2016

l abusivismo nel settore della panificazione ottobre 2016 l abusivismo nel settore della panificazione ottobre 2016 rapporto di ricerca roma, 18 ottobre 2016 (2016-168xp R03) 1 agenda metodo frequenza di acquisto di pane i consumi di pane la spesa media i canali

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA 24 novembre 2015 TFR E RISPARMIO, PENSIONE E PREVIDENZA Paola De Vincentiis UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA

Dettagli

PROFESSIONE DOCENTE: VALORE E RAPPRESENTANZA. Associazione nazionale dirigenti ed alte professionalità della scuola

PROFESSIONE DOCENTE: VALORE E RAPPRESENTANZA. Associazione nazionale dirigenti ed alte professionalità della scuola PROFESSIONE DOCENTE: VALORE E RAPPRESENTANZA Associazione nazionale dirigenti ed alte professionalità della scuola L indagine sui docenti italiani: caratteristiche principali L INDAGINE & IL CAMPIONE L

Dettagli

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI

SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI SINTESI DEI PRINCIPALI RISULTATI MARZO 2007 L ITALIA DEI COMUNI HA FIDUCIA NEL FUTURO Piccolo è bello. Soddisfatti e con la voglia di guardare avanti. Sono queste le prime immagini evidenziate dal microscopio

Dettagli

I SERVIZI CGIL NELLA VALUTAZIONE DEI CITTADINI: UN IPOTESI DI LAVORO

I SERVIZI CGIL NELLA VALUTAZIONE DEI CITTADINI: UN IPOTESI DI LAVORO I SERVIZI CGIL NELLA VALUTAZIONE DEI CITTADINI: UN IPOTESI DI LAVORO Presentazione dei risultati dell indagine Ipsos Cremona, 22 ottobre 2015 1 2015 Ipsos. IL CAMPIONE CLASSI DI ETA CONDIZIONE FAMIGLIARE

Dettagli

Il lavoro a Milano 2016

Il lavoro a Milano 2016 Il lavoro a Milano 2016 Andrea Fioni Gruppo tecnico Assolombarda, Cgil, Cisl e Uil 16 maggio 2017 1 I contenuti Le fonti dei dati... e il territorio esaminato 2 Gli indicatori Indicatori di struttura (aziende

Dettagli

DigiCamere Società consortile e responsabilità limitata UNITA' INDAGINI DEMOSCOPICHE

DigiCamere Società consortile e responsabilità limitata UNITA' INDAGINI DEMOSCOPICHE DOCUMENTO COMPLETO RELATIVO AL SONDAGGIO Donne e lavoro (Pubblicato sul Il Giorno 20 Maggio 2010 e su Il Giornale 20 Maggio 2010) In ottemperanza al regolamento dell Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Dettagli

I LIBRI DI TESTO. La percezione delle famiglie italiane confrontata con i dati di listino. 28 agosto 2008 ISPO

I LIBRI DI TESTO. La percezione delle famiglie italiane confrontata con i dati di listino. 28 agosto 2008 ISPO I LIBRI DI TESTO La percezione delle famiglie italiane confrontata con i dati di listino 8 agosto 008 Il confronto dei prezzi dei libri di testo 00/008 NOTA METODOLOGICA In analogia con le analisi effettuate

Dettagli

Da domani al via un rito per quasi sette italiani su dieci. Abbigliamento e calzature gli articoli preferiti

Da domani al via un rito per quasi sette italiani su dieci. Abbigliamento e calzature gli articoli preferiti 02/12 Roma, 4.1.2012 Da domani al via un rito per quasi sette italiani su dieci. Abbigliamento e calzature gli articoli preferiti SI CERCA DI RISPARMIARE, MA AI SALDI NON SI RINUNCIA La crisi economica

Dettagli

Convegno di Kick-Off del Progetto E.L.E.N.A.

Convegno di Kick-Off del Progetto E.L.E.N.A. Convegno di Kick-Off del Progetto E.L.E.N.A. Verso una nuova organizzazione del lavoro pubblico e privato Le opportunità del Lavoro Agile per donne e uomini Il «Lavoro Flessibile» nel sistema welfare integrato

Dettagli

La costruzione del benessere nelle Amministrazioni Pubbliche

La costruzione del benessere nelle Amministrazioni Pubbliche La costruzione del benessere nelle Amministrazioni Pubbliche Francesco Minchillo COS E IL BENESSERE ORGANIZZATIVO? LA CAPACITA DI UN ORGANIZZAZIONE DI SVILUPPARE E MANTENERE IL BENESSERE FISICO, PSICOLOGICO,

Dettagli

I servizi per il Diritto allo Studio

I servizi per il Diritto allo Studio . I servizi per il Diritto allo Studio La percentuale dei fruitori dei servizi per il Diritto allo Studio è piuttosto ridotta, ad eccezione della ristorazione, del servizio di prestito libri (entrambi

Dettagli

Servizio di rilevazione di Customer Satisfaction sui servizi erogati dalla società AMSA s.p.a. gruppo A2A ai sensi del vigente contratto di servizio

Servizio di rilevazione di Customer Satisfaction sui servizi erogati dalla società AMSA s.p.a. gruppo A2A ai sensi del vigente contratto di servizio Servizio di rilevazione di Customer Satisfaction sui servizi erogati dalla società AMSA s.p.a. gruppo A2A ai sensi del vigente contratto di servizio Presentazione Risultati Luglio 2016 1 Obiettivi e Metodologia

Dettagli

Determinanti sociali nell inserimento lavorativo: un indagine nazionale

Determinanti sociali nell inserimento lavorativo: un indagine nazionale Convegno L inserimento socio-lavorativo delle persone con disturbo psichico Auditorium INAIL, 3-4 Giugno 2015 Determinanti sociali nell inserimento lavorativo: un indagine nazionale Amedeo Spagnolo Roma,

Dettagli

Osservatorio & Ricerca

Osservatorio & Ricerca Osservatorio & Ricerca IL MERCATO DEL LAVORO VENETO NEL QUARTO TRIMESTRE 2015 Sintesi Grafica Febbraio 2016 IL MERCATO DEL LAVORO VENETO NEL QUARTO TRIMESTRE 2015 LE PREVISIONI Nel quarto trimestre del

Dettagli

Produttività e welfare contrattuale

Produttività e welfare contrattuale #merito&bisogno Produttività e welfare contrattuale Team Economico @ Palazzo Chigi 3 novembre 2016 Produttività e welfare contrattuale Aumenta la detassazione del salario di produttività: potranno avvalersene

Dettagli

Abitudini d utilizzo dei diversi contenitori per imbustare la spesa

Abitudini d utilizzo dei diversi contenitori per imbustare la spesa Abitudini d utilizzo dei diversi contenitori per imbustare la spesa Indagine tra i responsabili acquisti delle famiglie italiane 19 aprile 2012 (Rif. 1701v212) Obiettivi 2 Trovandosi ad agire in un mercato

Dettagli

Il lavoro delle donne NOTA dell IRES Catania

Il lavoro delle donne NOTA dell IRES Catania 1 CATANIA Il lavoro delle donne NOTA dell IRES Catania In Sicilia, come in tutto il resto del mondo, il lavoro retribuito delle donne ( diverso dai lavori domestici e di cura che in famiglia toccano prevalentemente

Dettagli

Welfare Tour Padova. Andrea Keller - Amministratore Delegato Edenred Italia

Welfare Tour Padova. Andrea Keller - Amministratore Delegato Edenred Italia Welfare Tour 2016 - Padova Andrea Keller - Amministratore Delegato Edenred Italia Agenda Le aree del Welfare Aziendale Un nuovo dialogo con i Lavoratori I benefit più interessanti I nuovi strumenti del

Dettagli

Placement Laureati Ingegneria. Rapporto Le principali evidenze

Placement Laureati Ingegneria. Rapporto Le principali evidenze Placement Laureati Ingegneria Rapporto 2012 Le principali evidenze Obiettivi dell indagine Valutazione dell effettiva percezione da parte dei laureati in ingegneria del reale valore aggiunto erogato dal

Dettagli

Indagine sulla fiducia delle imprese di servizi di mercato febbraio 2011

Indagine sulla fiducia delle imprese di servizi di mercato febbraio 2011 24 Febbraio 2011 Indagine sulla fiducia delle imprese di servizi di mercato febbraio 2011 Nel mese di febbraio 2011 l indice destagionalizzato del clima di fiducia delle imprese dei servizi di mercato,

Dettagli

Campagna europea 2014/2015 Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro-correlato Le Buone Pratiche

Campagna europea 2014/2015 Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro-correlato Le Buone Pratiche Campagna europea 2014/2015 Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro-correlato Le Buone Pratiche La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per l azienda.

Dettagli

Emersione e qualificazione del lavoro privato di cura: i risultati di una recente indagine in Lombardia

Emersione e qualificazione del lavoro privato di cura: i risultati di una recente indagine in Lombardia Emersione e qualificazione del lavoro privato di cura: i risultati di una recente indagine in Lombardia Daniela Mesini Istituto per la Ricerca Sociale (IRS) Milano, 17 aprile 2007 1 Sommario

Dettagli

I RISPARMIATORI SENIOR ITALIANI

I RISPARMIATORI SENIOR ITALIANI IDENTIKIT persone nate tra il 1941 e il 1970: 22.172.573 di italiani 39,3% 46-55 ANNI 56-65 ANNI 66-74 ANNI I RISPARMIATORI SENIOR ITALIANI 33,4% 27,3% Speranza di vita per i 65 enni: maschi = nel 2016

Dettagli

CONVEGNO MEFOP WELFARE PRIVATO E CITTADINI ROMA, 26 OTTOBRE 2016

CONVEGNO MEFOP WELFARE PRIVATO E CITTADINI ROMA, 26 OTTOBRE 2016 CONVEGNO MEFOP WELFARE PRIVATO E CITTADINI ROMA, 26 OTTOBRE 2016 Cosa pensano i lavoratori italiani del sistema pensionistico pubblico? Che percezione hanno del nostro sistema di welfare? Sono solo alcuni

Dettagli

I cattolici al voto. Rapporto C Febbraio a cura di Alessandro Amadori, Giorgio Pedrazzini, Gabriele Conigliaro

I cattolici al voto. Rapporto C Febbraio a cura di Alessandro Amadori, Giorgio Pedrazzini, Gabriele Conigliaro I cattolici al voto Rapporto C 2008.032 Febbraio 2008 a cura di Alessandro Amadori, Giorgio Pedrazzini, Gabriele Conigliaro COESIS RESEARCH Srl - Via Milano, 150 - Cologno Monzese - 20093 (MI) - Tel.:

Dettagli

Come leggere la Busta Paga

Come leggere la Busta Paga Come leggere la Busta Paga * aggiornato al 20 luglio 2009 CHE COS È è un documento obbligatorio che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e quelle previdenziali, che il lavoratore percepisce per

Dettagli

I L T U O FUTURO O G G I

I L T U O FUTURO O G G I IL TUO FUTURO OGGI Arca Previdenza per mantenere il tenore di vita in futuro La riduzione della pensione con il metodo contributivo Ipotesi di carriera Medio-alta Reddito da lavoro 100 Previdenza pubblica

Dettagli

I libri di testo: la percezione delle famiglie italiane. - Indagine quantitativa - seconda edizione Luglio 2004 ISPO 1

I libri di testo: la percezione delle famiglie italiane. - Indagine quantitativa - seconda edizione Luglio 2004 ISPO 1 I libri di testo: la percezione delle famiglie italiane - Indagine quantitativa - seconda edizione Luglio 004 ISPO Obiettivi della ricerca:: L indagine si propone di analizzare gli atteggiamenti degli

Dettagli

Le giovani generazioni e il lavoro a Bologna: realtà e aspe3a4ve

Le giovani generazioni e il lavoro a Bologna: realtà e aspe3a4ve + Giovani e Istruzione Patrocinio del Comune di Bologna Le giovani generazioni e il lavoro a Bologna: realtà e aspe3a4ve Primi risulta4 della ricerca Fondazione Gramsci Emilia Romagna 10 dicembre 2015

Dettagli

Fondazione Nord Est Marzo 2012

Fondazione Nord Est Marzo 2012 C10. LE ASSUNZIONI PREVISTE PER LIVELLO DI ISTRUZIONE Il Progetto Excelsior ha rilievo con riferimento alla previsione delle variazioni occupazionali a breve termine presso le imprese. Sono esclusi dal

Dettagli

Analisi del. Azienda USL di Modena Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena. Febbraio 2016

Analisi del. Azienda USL di Modena Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena. Febbraio 2016 Analisi del clima organizzativo Azienda USL di Modena Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena Febbraio 2016 1 Iniziativa regionale di analisi del clima Obiettivo: Rilevare l opinione dei

Dettagli

Contratti aziendali per 2 lavoratori su 3 nell industria, oltre 1 su 2 nei servizi. Assenteismo al 6,5%.

Contratti aziendali per 2 lavoratori su 3 nell industria, oltre 1 su 2 nei servizi. Assenteismo al 6,5%. 15-12-2014 NOTA DAL CSC Indagine Confindustria sul lavoro nel 2013 Contratti aziendali per 2 lavoratori su 3 nell industria, oltre 1 su 2 nei servizi. Assenteismo al 6,5%. Giovanna Labartino e Francesca

Dettagli

Interventi di miglioramento del benessere organizzativo

Interventi di miglioramento del benessere organizzativo Convegno CIIP Promozione della salute in azienda, il miglioramento del benessere nei luoghi di lavoro Interventi di miglioramento del benessere organizzativo Carlo Bisio Psicologo delle organizzazioni,

Dettagli

Allegato A. Indagini sul personale dipendente

Allegato A. Indagini sul personale dipendente Allegato A Indice Questionario sul benessere organizzativo ------------------------------------------------------------------- 2 A - Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato ---------------------------------------

Dettagli

Capitolo 3 - Mercato del lavoro

Capitolo 3 - Mercato del lavoro 3 - MERCATO DEL LAVORO 3.1. Forze di lavoro Come ogni anno in questo capitolo vengono forniti i principali indicatori aggregati riguardanti il fronte occupazionale desunti dalle rilevazioni Istat sulle

Dettagli

EXECUTIVE SUMMARY INDAGINE BENEFIT 2011 EXECUTIVE SUMMARY BENEFIT 2011

EXECUTIVE SUMMARY INDAGINE BENEFIT 2011 EXECUTIVE SUMMARY BENEFIT 2011 EXECUTIVE SUMMARY BENEFIT 2011 1 Il presente Executive Summary riporta una breve descrizione del campione coinvolto nell indagine e una breve sintesi dei benefit posseduti e desiderati per inquadramento

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Mercato del lavoro Dati regionali III Trimestre 2016 2 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 2016 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Presidenza Servizio della Statistica regionale Viale Trento,

Dettagli

Il Welfare Aziendale in Italia. Edizione 2017

Il Welfare Aziendale in Italia. Edizione 2017 Il Welfare Aziendale in Italia. Edizione 2017 Indagine del Prof. Luca Pesenti, docente di Sistemi di welfare comparati nella facoltà di Scienze Politiche e Sociali - Università Cattolica di Milano - commissionata

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO UNIVERSITA PER IL BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto 1. Il

Dettagli

Occupazione e responsabilità sociale

Occupazione e responsabilità sociale Andamento dell occupazione chimica in Italia e in Europa (indici 2000=100) 105 100 Occupazione attivata dall industria chimica in Italia (n di addetti ogni 100 dell industria chimica) Servizi 95 90 85

Dettagli

Criminalità predatoria e imprese: percezione e mitigazione

Criminalità predatoria e imprese: percezione e mitigazione Criminalità predatoria e imprese: percezione e mitigazione PRESENTAZIONE 29 novembre 2016 2015-144qb P16 agenda PRESENTAZIONE DELLA RICERCA CONSIDERAZIONI GENERALI DI SINTESI N IL SENTIMENT DELLE BANCHE

Dettagli

La nostra proposta di rinnovamento contrattuale in sei punti

La nostra proposta di rinnovamento contrattuale in sei punti La nostra proposta di rinnovamento contrattuale in sei punti IMPRESA BENE COMUNE PERSONA AL CENTRO 6 fare insieme 1 difendere l impresa & il lavoro 5 formazione per tutti 2 nuova retribuzione detassata

Dettagli

La Newsletter di Nuovi Lavori Il mercato del lavoro nel 4 Rapporto sulla Coesione sociale Scritto da Ferruccio Pelos

La Newsletter di Nuovi Lavori Il mercato del lavoro nel 4 Rapporto sulla Coesione sociale Scritto da Ferruccio Pelos Nei giorni scorsi è stato presentato il Rapporto sulla Coesione sociale Anno 2013, giunto alla 4^ edizione, realizzato dal Ministero del Lavoro, dall Inps e dall Istat. Nel capitolo sul Mercato del lavoro

Dettagli

BANCA ETRURIA «PARI OPPORTUNITA E INTEGRAZIONE DELLA DIVERSITA» 26 settembre 2012

BANCA ETRURIA «PARI OPPORTUNITA E INTEGRAZIONE DELLA DIVERSITA» 26 settembre 2012 BANCA ETRURIA «PARI OPPORTUNITA E INTEGRAZIONE DELLA DIVERSITA» 26 settembre 2012 1 Assetto Istituzionale 100% 54,2% * 89,5% 100% 49% 46% 100% * 100% 100% * 90% 5% * In fase di incorporazione da parte

Dettagli

RSU VIMAR PROPOSTE INTEGRATIVO 2016-17-18

RSU VIMAR PROPOSTE INTEGRATIVO 2016-17-18 RSU VIMAR PROPOSTE INTEGRATIVO 2016-17-18 DIRITTI SINDACALI Si richiede la possibilità di un incontro annuale con uno o più membri del C.D.A. in base alle loro disponibilità. SI richiede incontro trimestrale

Dettagli

IL WELFARE AZIENDALE SU MISURA DEI TUOI DIPENDENTI E DELLA TUA IMPRESA LLFARE.PRO

IL WELFARE AZIENDALE SU MISURA DEI TUOI DIPENDENTI E DELLA TUA IMPRESA  LLFARE.PRO IL WELFARE AZIENDALE SU MISURA DEI TUOI DIPENDENTI E DELLA TUA IMPRESA CHI SIAMO, IL GRUPPO WELLFARE: SIAMO UN TEAM DI PROFESSIONISTI CHE OPERA NEL TRIVENETO DA OLTRE VENT ANNI NEL SETTORE DELLE RISORSE

Dettagli

Sindacati e mercato del lavoro

Sindacati e mercato del lavoro Sindacati e mercato del lavoro Il ruolo del sindacato Due tipi di funzioni: 1. Veicola le preferenze dei lavoratori in condizioni di informazione imperfetta o frizioni 2. Sfrutta una posizione di monopolio

Dettagli

Roma, 14 MAGGIO 2007

Roma, 14 MAGGIO 2007 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI OSSERVATORIO ECONOMICO TRIMESTRALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI GENNAIO - MARZO 2007 a cura della FONDAZIONE ARISTEIA ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

Dettagli

Rinnovo CCNL Elettrici: IPOTESI DI ACCORDO RELATIVA AL TRIENNIO

Rinnovo CCNL Elettrici: IPOTESI DI ACCORDO RELATIVA AL TRIENNIO CISAL FederEnergia Segreteria Nazionale Prot. FE/DN/1701.1031 Roma, 25 gennaio 2017 Rinnovo CCNL Elettrici: IPOTESI DI ACCORDO RELATIVA AL TRIENNIO 2016-2018 L accordo economico prevede un aumento complessivo

Dettagli

Il Garante Nazionale per l infanzia e l adolescenza Sondaggio adulti (18-65 anni)

Il Garante Nazionale per l infanzia e l adolescenza Sondaggio adulti (18-65 anni) Il Garante Nazionale per l infanzia e l adolescenza Sondaggio adulti (18-65 anni) Metodologia e field Per il raggiungimento degli obiettivi conoscitivi espressi dall Autorità Garante per l infanzia e l

Dettagli

CCNL AGENZIE STAMPA 22 DICEMBRE 2015 (TERZO INCONTRO)

CCNL AGENZIE STAMPA 22 DICEMBRE 2015 (TERZO INCONTRO) CCNL 2016-2018 AGENZIE STAMPA 22 DICEMBRE 2015 (TERZO INCONTRO) METALMECCANICI: BENTIVOGLI, PROPOSTA INDUSTRIA DA MODIFICARE RADICALMENTE = 'Serve trattativa vera e serrata, non basta un incontro al mese'

Dettagli

La condizione dei diplomati in Provincia di Lecco a due anni dal diploma. Luglio 2008 Maggio Maggio Sintesi

La condizione dei diplomati in Provincia di Lecco a due anni dal diploma. Luglio 2008 Maggio Maggio Sintesi La condizione dei diplomati in Provincia di Lecco a due anni dal diploma Luglio 2008 Maggio 2010 Maggio 2010 Sintesi Comitato di coordinamento rete scolastica Venerdì 16 Luglio 2010 1 Premessa I dati forniti

Dettagli

Quale futuro per la previdenza complementare? Giorgio Valzolgher Direttore Generale Laborfonds 25.3.2015 TSM Trento

Quale futuro per la previdenza complementare? Giorgio Valzolgher Direttore Generale Laborfonds 25.3.2015 TSM Trento Quale futuro per la previdenza complementare? Giorgio Valzolgher Direttore Generale Laborfonds 25.3.2015 TSM Trento Temi del seminario TFR IN BUSTA PAGA Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli