CORSO GRATUITO ADDETTO MAGAZZINO (SCAFFALISTA GDO) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA IN EVIDENZA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO GRATUITO ADDETTO MAGAZZINO (SCAFFALISTA GDO) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA"

Transcript

1 CORSO GRATUITO SEDI E CONTATTI ADDETTO MAGAZZINO ANCONA E PROVINCIA IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti dal mondo del lavoro Finalizzato all acquisizione di competenze richieste dal mercato del lavoro soprattutto la GDO

2 CONTESTO ATTUALE OBIETTIVI CARATTERISTICHE Le aziende cercano di competere e ricavare margini mediante la differenziazione dei propri prodotti e servizi rispetto a quelli dei concorrenti, da un lato, e ottimizzando il rapporto prezzo/livello di servizio erogato al cliente, dall altro. In questo contesto il ruolo dell' ADDETTO MAGAZZINO (SCAFFALATURA GDO) sembrerebbe essere la risposta che possa permettere di raggiungere l obiettivo di aumentare l efficienza produttiva e la competitività aziendale, essendo in grado di pianificare e coordinare tutte le attività relative all area ricevimento merci, stoccaggio, imballaggio e spedizione, importanti per offrire il livello di servizio stabilito al minor costo possibile. Il percorso formativo in oggetto si pone l obiettivo di formare una figura professionale competente nella gestione del magazzino sia per quanto riguarda movimenti e scorte che per l amministrazione della documentazione. Il corso è finalizzato a trasferire ai partecipanti gli strumenti e i modelli per la corretta gestione delle strutture di magazzino e di tutte le attività collaterali necessarie alla pianificazione del lavoro; Alla fine del corso i partecipanti saranno in grado di: Assicurare tutte le azioni utili per la fornitura ottimale dei reparti; Partecipare alla selezione degli assortimenti del proprio reparto o fornire indicazioni alla direzione centrale; Registrare i fabbisogni relativi ai prodotti mancanti all'intero reparto di competenza con la collaborazione degli addetti vendite; Assicurare il mantenimento delle riserve nel rispetto delle procedure, delle norme in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e di qualità dello stoccaggio; Verificare la corretta esecuzione della rotazione delle scorte al fine di controllare la salubrità dei prodotti in vendita; Assicurare la corretta applicazione delle procedure di controllo quantitativo (conformità rispetto all'ordinativo) e qualitativo (verifica delle scadenze e del rispetto degli standard di qualità) dei prodotti e verificare possibili prodotti non conformi da restituire; Controllare la corretta esecuzione delle operazioni formali relative alla ricezione dei prodotti e alla registrazione delle merci in arrivo; Controllare la corretta esecuzione delle operazioni di scarico e trasferimento e dell'immagazzinamento dei prodotti, verificando il rispetto delle condizioni di sicurezza e di corretto impiego delle attrezzature logistiche; Conoscere i metodi e supporti informatici per la gestione degli ordini e dei fornitori. DESTINATARI Giovani tra i 18 e i 29 anni compiuti eleggibili al programma Garanzia Giovani, che hanno assolto all obbligo di istruzione e formazione, con priorità per i disoccupati di lunga durata (sei mesi) DURATA E FREQUENZA 200 ore d aula PLUS Programma didattico in linea con le esigenze formative ed occupazionali richieste dalle aziende; materiale on line Possibilità di stage curriculare di 150 ore alla fine del corso solo per coloro che si sono distinti nell impegno e nell interattività durante il corso; Attestato di frequenza Certificazione di competenze

3 CERTIFICAZIONI PERCORSO FORMATIVO La Management Academy Sida Group punta alla qualità e soddisfazione degli iscritti, per questo ha attenuto importanti certificazioni e accreditamenti in materia di formazione Modulo 1. Orientamento iniziale e introduzione al ruolo del magazziniere Modulo 2. Il principio delle pari opportunita e il contrasto alle discriminazioni di genere Modulo 11. Salute e sicurezza nelle operazioni di ricezione, stoccaggio, movimentazione, imballaggio, spedizione Modulo 12. Best practice nella gestione del magazzino CERTIFICAZIONE UNI ISO 9001:2008 per la progettazione ed erogazione di servizi di formazione. Questa certificazione garantisce all utenza il rispetto e il controllo dei processi che hanno un impatto diretto sulla qualità della formazione. L'Obiettivo è garantire la soddisfazione del partecipante al corso attraverso: monitoraggio costante e analisi della domanda e dell offerta analisi dei fabbisogni formativi orientamento svolto da professionisti specializzati per analizzare le caratteristiche dei partecipanti con attenzione particolari alle loro predisposizioni e in maniera continua. percorso formativo, bilancio delle competenze e certificazione dei crediti formativi per seguire costantemente gli allievi con la somministrazione di questionari, attività specifiche, assistenza e tutoraggio. Modulo 3. Information communication technology Modulo 4. Business english tecnico - business english Modulo 5. L organizzazione e la gestione del magazzino Modulo 6. Sistemi di ricezione, stoccaggio e movimentazione merci Modulo 7. Gestione della scaffalatura nella gdo Modulo 8. La contabilita di magazzino Modulo 9. I sistemi gestionali per il magazzino Modulo 13. Bilancio delle competenze acquisite e orientamento finale al lavoro Modulo 10. L utilizzo delle attrezzature di lavoro secondo le norme sulla sicurezza: i carrelli e i muletti

4 IL PROGRAMMA Modulo 1. ORIENTAMENTO INIZIALE E INTRODUZIONE AL RUOLO DEL MAGAZZINIERE Presentazione del percorso formativo in termini di obiettivi formativi, programma didattico, organizzazione dell ente formativo, metodologie di valutazione in itinere ed ex post; Analisi dei fabbisogni formativi; Analisi delle aspettative dei partecipanti rispetto al percorso formativo proposto; La figura del magazziniere: ruolo, attività e funzione; Presentazione della figura professionale in uscita, dei possibili sbocchi occupazionali e delle relazioni fondamentali nel contesto di lavoro; L Azienda e la sua Organizzazione; Aree e funzioni aziendali; La funzione del magazzino all interno del Sistema Azienda Modulo 2. IL PRINCIPIO DELLE PARI OPPORTUNITA E IL CONTRASTO ALLE DISCRIMINAZIONI DI GENERE La prevenzione e il contrasto delle situazioni di discriminazione di genere; Strumenti per contrastare le discriminazioni di genere; Strumenti di tutela delle donne nei luoghi di lavoro per conciliare tempi di vita con i tempi di lavoro; Le politiche di genere nel contesto europeo, nazionale e regionale; I diritti delle persone. Modulo 3. INFORMATION COMMUNICATION TECHNOLOGY Introduzione all informatica di base; L utilizzo di Word; Modifica e controllo del documento; Le tabelle, immagini, disegni ed latri elementi grafici in word; Excel: fogli di lavoro, impostazioni di formule e di funzioni; Utilizzo e inserimenti di tabelle e grafici in excel; Internet e i motori di ricerca; Il web e la multimedialità; Modulo 4. BUSINESS ENGLISH TECNICO - BUSINESS ENGLISH Comprensione di testi scritti e orali di generi diversi (articoli di riviste specializzate nell area tecnica, di produzione, rapporti di ricerca, relazioni, recensioni, testi multimediali, ecc.) che trattano argomenti specifici; analisi morfosintattica, lessicale, semantica e terminologica dei testi utilizzati a livello professionale; conversazione/ dialoghi in lingua inglese in situazioni di ruotine quotidiana e lavorativa e su argomenti di vario genere; pratica delle abilità lessicali. TECNICAL ENGLISH Lessico specifico relativo alla documentazione e alle attività del settore magazzino, termini per identificare tecniche di gestione delle scorte (merce in conto deposito in inglese consignement stock), legata alle spedizioni nazionali e internazionali, gli Incoterms; La Lingua inglese per tenere le relazioni con i fornitori e gli spedizionieri, la gestione dei reclami e dei resi, le non conformità dei prodotti, per leggere la contrattualistica del acquisti, trasporti e logistica; terminologia ed espressioni scritte e verbali utilizzate nell area del ricevimento merci, stoccaggio, imballaggio e spedizioni, comprensione e redazione di documenti tecnici (legali, amministrativi, tecnici) legati ai trasporti, alla logistica, agli acquisti, alla distribuzione commerciale. Modulo 5. L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DEL MAGAZZINO L organizzazione del magazzino; Il flusso delle merci in magazzino; Logistica integrata e Supply Chain Management; Obiettivi e finalità del magazzino; La struttura del magazzino; I differenti tipi di layout; Il Layout ottimale di un magazzino; I DOCUMENTI DEL MAGAZZINO Il documento di trasporto (DDT); Le aziende con settori separati; I passaggi da un settore all altro; La bolla. LA GESTIONE DELLE SCORTE Definizione ed obiettivi della gestione delle scorte; La gestione operativa dei magazzini; Il controllo degli stock; L analisi del punto di disaccoppiamento; Le scorte: funzioni e tipologie;

5 IL PROGRAMMA Domanda dipendente e indipendente; I metodi per calcolare la scorta di sicurezza; Il punto di riordino, lotto economico di acquisto e di produzione; Analisi ABC delle giacenze e dei prelievi; Tecniche di valutazione delle scorte; Gestione delle scorte e domanda indipendente (punto di riordino, tempo di riordino, ecc.); La gestione delle scorte degli articoli a domanda stagionale. La gestione delle scorte su base revisionale; I principali indici di gestione del magazzino; Il servizio al cliente: principali indicatori, scelta del livello da offrire; La scorta di sicurezza: come determinarla; Determinazione dei livelli di scorta ottimali; Gestione scorte a domanda dipendente (CRP-MRP, ecc.); Valutazione economico-finanziaria delle scorte; Livello fisiologico delle scorte; Il piano di codifica dei materiali: definizione ed esempio di codifica; I costi di gestione di un magazzino; Gli indicatori di performance del magazzino; Come migliorare il servizio al cliente. Metodologie di inventariazione dei prodotti per accertarsi che la giacenza fisica dei prodotti sia conforme alla giacenza contabile Tecniche per la gestione delle non conformità al fine di garantire la rintracciabilità dei prodotti rifiutati dal magazzino in quanto non conformi alle specifiche tecniche. Modulo 6. SISTEMI DI RICEZIONE, STOCCAGGIO E MOVIMENTAZIONE MERCI La gestione dei flussi in entrata (materie prime, semilavorati, merci, prodotti finiti); Il ricevimento delle merci; Lo stoccaggio delle merci; Mezzi e sistemi di movimentazione; L allocazione delle merci in magazzino: modalità di gestione dello spazio; Movimentazione, carico e scarico delle merci in area deposito o transito; Le operazioni di movimentazione e stoccaggio merci; I documenti di carico e scarico; Tipologia e funzionamento delle macchine per stoccaggio e movimentazione delle merci (carrelli elevatori, muletti, elevatrici, altre macchine); I carrelli industriali (transpallet, carrelli elevatori frontali, carrelli elevatore a forche retrattili, carrelli elevatori trilaterali, carrelli magazzinieri o commissionatori): tipi, funzionamento e campi di utilizzo; Sistemi di movimentazione non motorizzati, motorizzati; La movimentazione interne automatizzate: Automated guided vehicle (AGV) La rilevazione dello stato delle merci/ prodotti da stoccare; Il controllo della merce. PACKAGING E PALLET L importanza del packaging nella logistica industriale; Le funzioni e le tipologie di imballaggio e di packaging per le spedizioni commerciali; La problematica dell imballaggio e l ambiente; Requisiti degli imballaggi; I sistemi di imballaggio più diffusi nel trasporto merci (casse, contenitori, roll, pallet e slip-sheet) Il roll; Il pallet e le diverse tipologie; Le operazioni di imballaggio; Principi identificativi e di sicurezza dei prodotti: part number, serial number, barcode, placche antitaccheggio, altri sistemi. NOZIONI SUI TRASPORTI La gestione dei trasporti; Obiettivi e problematiche del trasporto merci; Lo scenario macroeconomico di riferimento; Tipologie e criteri di scelta delle modalità di trasporto: marittimo, ferroviario, intermodale, su strada; Normativa ed aspetti amministrativi delle diverse modalità di trasporto; Metodi e modelli di gestione; L ottimizzazione dei trasporti e dei giri di consegna; Porti, interporti e distripark; Gli operatori: ruoli, funzioni e servizi; I traffici; La normativa del settore trasporti; Il sistema dei trasporti: aspetti economicoterritoriali dei trasporti e dell intermodalità; Tecnica dei trasporti e dell intermodalità: aspetti tecnici delle infrastrutture e delle reti di trasporto plurimodali; Gli Incoterms e aspetti doganali del trasporto merci;

6 IL PROGRAMMA Introduzione ai trasporti internazionali; Le responsabilità vettoriali; I documenti doganali. PICKING E SPEDIZIONE I Sistemi di picking: logiche di elaborazione delle liste di prelievo; individuazione dei percorsi ottimali; La gestione degli ordini; La preparazione degli ordini La messa a disposizione delle merce; Tecniche e sistemi di spedizione; La gestione dei flussi in uscita; Elaborazione della documentazione di accompagnamento al trasporto. EVASIONE DEGLI ORDINI DEI CLIENTI E STOCCAGGIO DEI PRODOTTI Tecniche di movimentazione manuale dei carichi per svolgere in sicurezza le operazioni necessarie all immagazzinamento dei prodotti Meccanismi di funzionamento e caratteristiche tecniche dei mezzi di lavoro al fine di utilizzare i mezzi appropriati per il prelievo dei prodotti in base alle zone ed alle attrezzature specifiche di magazzino Modalità di imballaggio dei prodotti per le spedizioni per evitare danneggiamenti durante i trasporti via mare o via aerea Modulo 7. GESTIONE DELLA SCAFFALATURA NELLA GDO GESTIONE DELLA SCAFFALATURA comunicare con lo staff aziendale organizzare l esposizione della merce prezzare la merce disporre e rifornire gli scaffali e i display con le merci preparare la merce da consegnare alla clientela IL MERCHANDISING Calcolare la redditività dello spazio espositivo Il mix dell assortimento Il layout delle attrezzature Il display merceologico Il merchandising e la pubblicità LE TECNICHE DI MARKETING PER IL NEGOZIO: La pianificazione del marketing I profili della clientela Le politiche degli sconti Le promozioni L inserimento di nuovi prodotti I principi per la gestione ottimale dello spazio di vendita Tecniche di lay-out in differenti categorie di punti vendita Le tecniche espositive (orizzontale, verticale e mista) con i relativi punti di forza e di debolezza Modulo 8. LA CONTABILITA DI MAGAZZINO La contabilità di magazzino: definizione e funzione; La disciplina in materia di contabilità di magazzino; I documenti relativi alle scorte; Le registrazioni carico e scarico; Le fasi di inserimento e aggiornamento dei dati; Il giornale di magazzino e il mastro di magazzino; Le scritture ausiliarie di magazzino; Gli obblighi fiscali per la tenuta della contabilità di magazzino; L inventario di magazzino: fisico, contabile; Inventario iniziale e di fine esercizio; La classificazione degli articoli in ABC; Tecniche di inventario; La conta ciclica; I metodi di valorizzazione degli scarichi; La valutazione delle scorte; La normativa civilistica e fiscale per la valorizzazione del magazzino; I metodi di valutazione delle rimanenze. Modulo 9. I SISTEMI GESTIONALI PER IL MAGAZZINO I moderni software di gestione del magazzino; Il sistema informativo e il flusso dei dati; Le principali funzioni dei software per la gestione dei flussi di magazzino; Alcuni casi pratici di software di magazzino; Le tabelle di magazzino; La reportistica del magazzino. Modulo 10. L UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO SECONDO LE NORME SULLA SICUREZZA: I CARRELLI E I MULETTI L utilizzo delle attrezzature di lavoro nel rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza Le attrezzature di lavoro: strumenti e utilizzo; I carrelli; I muletti.

7 IL PROGRAMMA Modulo 11. SALUTE E SICUREZZA NELLE OPERAZIONI DI RICEZIONE, STOCCAGGIO, MOVIMENTAZIONE, IMBALLAGGIO, SPEDIZIONE La sicurezza nella gestione del magazzino; Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro D. Lgs. N.81 del 2008; Normativa nazionale ed europea in materia di sicurezza per i magazzini e i depositi; Gli strumenti per la sicurezza nella movimentazione di merci e dei carichi; Principali rischi derivanti dall impiego dei carrelli semoventi: I dispositivi di protezione individuale e il loro corretto utilizzo; L organizzazione dell azienda per la sicurezza; Obblighi e responsabilità del datore di lavoro; Ruolo del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione; I soggetti esterni all azienda; Il Rappresentante dei Lavoratori: ruolo e funzioni; La figura del Medico Competente; Valutazione del Rischio. I principali rischi lavorativi; Il potere disciplinare del Datore di Lavoro; Prevenzione incendi, evacuazione Modulo 12. BEST PRACTICE NELLA GESTIONE DEL MAGAZZINO Best practice di gestione del magazzino; Applicazioni pratiche di tecniche di gestione del magazzino Modulo 13. BEST PRACTICE NELLA GESTIONE DEL MAGAZZINO Bilancio competenze in uscita Orientamento finale al mercato del lavoro e alla figura professionale in uscita Test finale

8 SEDI E CONTATTI Le informazioni presenti nel materiale pubblicitario hanno valore puramente illustrativo al solo scopo di fornire informazioni generali. Sida Group Srl, che si riserva, comunque, il diritto di apportare modifiche a sua totale discrezione. Nessuna responsabilità al riguardo potrà essere attribuita a Sida Group Srl. ANCONA E PROVINCIA IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti dal mondo del lavoro Finalizzato all acquisizione di competenze richieste dal mercato del lavoro soprattutto la GDO /gg4yougaranziagiovaniperte

CORSO GRATUITO CONTABILITA ORDINARIA E DEL PERSONALE SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA

CORSO GRATUITO CONTABILITA ORDINARIA E DEL PERSONALE SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA CORSO GRATUITO SEDI E CONTATTI CONTABILITA ORDINARIA ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti

Dettagli

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE 1 AREA PROFESSIONALE LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

Dettagli

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte. CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

AREA PROFESSIONALE TECNICO DELLA LOGISTICA INDUSTRIALE TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTO E LOGISTICA. pag. 1

AREA PROFESSIONALE TECNICO DELLA LOGISTICA INDUSTRIALE TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTO E LOGISTICA. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE LOGISTICA INDUSTRIALE,

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale

Operatore dei sistemi e dei servizi logistici. Standard della Figura nazionale Operatore dei sistemi e dei servizi logistici Standard della Figura nazionale 122 Denominazione della figura OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT

Dettagli

19. OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

19. OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): Denominazione della figura 19. OPERATORE DEI SISTEMI E DEI SERVIZI LOGISTICI Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 4.1 Impiegati di ufficio. 4.1.3.1 Personale

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

ADDETTO BOOKING SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA

ADDETTO BOOKING SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA SEDI E CONTATTI ADDETTO BOOKING ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti dal mondo del turismo

Dettagli

Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico. Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008

Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico. Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Authorised Economic Operator (AEO) Sicurezza sul sistema logistico Silvia Nakos, Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Premessa Analisi iniziale Pre-assessment modifiche Il percorso per

Dettagli

Il sistema logistico integrato

Il sistema logistico integrato Il sistema logistico integrato Che cos è la logistica? Il concetto di logistica è spesso poco chiaro Per logistica, spesso, s intendono soltanto le attività di distribuzione fisica dei prodotti (trasporto

Dettagli

Magazziniere (operatore di magazzino)

Magazziniere (operatore di magazzino) identificativo scheda: 30-007 stato scheda: Validata Descrizione sintetica Il magazziniere esegue autonomamente, entro le scadenze prescritte, le attività di ingresso, controllo, stoccaggio e movimentazione

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - MAGAZZINIERE MULETTISTA - DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

RESPONSABILE DELLA LOGISTICA

RESPONSABILE DELLA LOGISTICA CORSO PER RESPONSABILE DELLA LOGISTICA Certificazione Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001 53 CORSO PER RESPONSABILE DELLA LOGISTICA Materiale propedeutico (studio a casa) + 48 ore di lezioni frontali

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO ALLA VENDITA

Dettagli

2.1 La logistica integrata ed il sistema CIM 10

2.1 La logistica integrata ed il sistema CIM 10 Indice Prefazione alla 2 edizione Prefazione alla 1 edizione CAPITOLO 1 - GENERALITÀ 1.1 Definizione della funzione logistica 2 1.1.1 Integrazione ed automazione logistica 2 1.1.2 Flessibilità come risposta

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADETTO ALLA VENDITA settore

Dettagli

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA MAGAZZINIERE

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA MAGAZZINIERE MACROSETTORE LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA MAGAZZINIERE 1 MAGAZZINIERE TECNICO PROFESSIONALI prima annualità 2 Accettazione e ricevimento merci (affiancamento del tutor nella esecuzione di interventi

Dettagli

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI

LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI LE SOLUZIONI PER L'INDUSTRIA AMMINISTRARE I PROCESSI (ERP) Le soluzioni Axioma per l'industria Le soluzioni di Axioma per l'industria rispondono alle esigenze di tutte le aree funzionali dell azienda industriale.

Dettagli

Il controllo operativo nell area produzione - approvigionamenti. Corso di Gestione dei Flussi di informazione

Il controllo operativo nell area produzione - approvigionamenti. Corso di Gestione dei Flussi di informazione Il controllo operativo nell area produzione - approvigionamenti Corso di Gestione dei Flussi di informazione Programmazione operativa della produzione Processo di approvigionamento Programmazione operativa

Dettagli

LO SPECIALISTA DEL TRATTAMENTO MERCI

LO SPECIALISTA DEL TRATTAMENTO MERCI LO SPECIALISTA DEL TRATTAMENTO MERCI DAL 2000, IMPORTANTE SNODO PRODUTTIVO DEL TERRITORIO RAVENNATE CONSAR LOGISTICI CONSAR servizi logistici è un operatore logistico attivo in tutti i segmenti della movimentazione

Dettagli

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience.

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience. LOGISTIC MANAGER. CONTESTO: La figura professionale Logistic Manager trova la sua collocazione in aziende operanti nell ambito del trasporto/logistica, di media/piccola o grande dimensione, in cui v è

Dettagli

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione integrata della produzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione e il controllo della produzione J-Mit di Revorg è la soluzione gestionale flessibile

Dettagli

fornitore globale per la GDO

fornitore globale per la GDO fornitore globale per la GDO evision srl è specializzata in soluzioni software per le aziende della Grande Distribuzione (alimentare e non), per le piattaforme ortofrutticole e per le aziende manifatturiere.

Dettagli

LOGISTICA SU PALMARE GESTIONE DINAMICA DEL MAGAZZINO

LOGISTICA SU PALMARE GESTIONE DINAMICA DEL MAGAZZINO LOGISTICA SU PALMARE GESTIONE DINAMICA DEL MAGAZZINO > > Dall antichità fino al 20 secolo, la logistica costituiva una prerogativa esclusivamente militare; essa rappresentava quel particolare ramo dell'arte

Dettagli

EFFICIENZA COMMERCIALE

EFFICIENZA COMMERCIALE EFFICIENZA COMMERCIALE Strumenti e tecniche per l analisi e la gestione dei processi commerciali - 8 ore OBIETTIVI DEL CORSO: La formalizzazione di un piano commerciale per la propria impresa è da sempre

Dettagli

Top quality logistic services

Top quality logistic services Top quality logistic services L Azienda Alen Group, fondata nel 2002, è una società specializzata nell attività di logistica inbound/outbound, trasporto e freight forwarding. E un azienda in costante crescita

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO ALLA VENDITA

Dettagli

CRITERI DI PROGETTAZIONE DEL MAGAZZINO

CRITERI DI PROGETTAZIONE DEL MAGAZZINO Criteri di Progettazione Del Magazzino Nozioni di base CRITERI DI PROGETTAZIONE DEL MAGAZZINO Impiegare le unità di carico più adatte Utilizzare lo spazio nel modo migliore (soppalchi, larghezza e numero

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE STCW Progetto esecutivo MD-STCW/02-7.3_2 Sistema Gestione Qualità per la Formazione Marittima MOD 7.3_2 Ed. 1 REV. 0 del 01.12.2014 Red. RSG App.DS Pag. 1/10 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MODULI RELATIVI ALLE COMPETENZE

Dettagli

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche legale: Corso Mazzini 151, Ascoli Piceno operativa: C.da S. Giovanni Scafa, San Benedetto del Tronto (centro

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale GUGLIELMO OBERDAN. 2. Competenze - Abilità - Conoscenze da acquisire in classe 3^

Istituto Tecnico Commerciale GUGLIELMO OBERDAN. 2. Competenze - Abilità - Conoscenze da acquisire in classe 3^ Format progetto Alternanza Scuola Lavoro Anno Scolastico 2011-12 Attività previste per il percorso da realizzare nella fase di sensibilizzazione per le classi 2^ L attività di alternanza è prevista su

Dettagli

6.A.1 Logistica interna ed esterna

6.A.1 Logistica interna ed esterna 6.A.1 Logistica interna ed esterna Il corso si propone di fornire un quadro chiaro di inquadramento della logistica e delle sue principali funzioni in azienda. Si vogliono altresì fornire gli strumenti

Dettagli

Modelli di Intervento

Modelli di Intervento CHECK UP PER AREE FUNZIONALI 1 Modelli di Intervento Attività di check up per l individuazione delle aree critiche e di potenzialità, con laconseguente implementazione di progetti di sviluppo e/o riorganizzativi

Dettagli

Programmazione disciplina: Tecniche professionali dei servizi commerciali. Impostare ed elaborare le scritture di assestamento.

Programmazione disciplina: Tecniche professionali dei servizi commerciali. Impostare ed elaborare le scritture di assestamento. MODULO 0 LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO E LA CHIUSURA DEI CONTI RISULTATI DI APPRENDIMENTO Impostare ed elaborare le scritture di assestamento. Elaborare le scritture di chiusura CONOSCENZE Il concetto di

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

Retail Store Audit. Milano, 21 novembre 2012

Retail Store Audit. Milano, 21 novembre 2012 . Milano, 21 novembre 2012 Agenda Presentazione risultati Survey Modalità operative e leading practices Tavola Rotonda Presentazione risultati Survey. - 2 - La Survey Obiettivo: La ricerca condotta da

Dettagli

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO

ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO ISTITUTO PRIMO LEVI SEREGNO TRASPORTI E LOGISTICA Articolazione LOGISTICA Cos è la logistica Insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano i flussi di materiali e delle relative

Dettagli

Operatore ai servizi di vendita. Standard formativo minimo regionale

Operatore ai servizi di vendita. Standard formativo minimo regionale Operatore ai servizi di vendita Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate

Dettagli

INDICE 1. SCOPO 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3 3. DEFINIZIONI 3 4. MODALITÀ OPERATIVE 3 5. SICUREZZA MAGAZZINO 6 6. RESPONSABILITÀ 7 7.

INDICE 1. SCOPO 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3 3. DEFINIZIONI 3 4. MODALITÀ OPERATIVE 3 5. SICUREZZA MAGAZZINO 6 6. RESPONSABILITÀ 7 7. Foglio 2 di 8 INDICE 1. SCOPO 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3 3. DEFINIZIONI 3 3.1. Abbreviazioni 3 4. MODALITÀ OPERATIVE 3 4.1. Controlli in ingresso 3 4.2. Gestione del magazzino e delle aree di stoccaggio

Dettagli

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Corsi internazionali, corsi in house, master e convegni: la qualità dell insegnamento è sempre garantita da docenti selezionati,

Dettagli

ADDETTO AL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA E DI RECEPTION

ADDETTO AL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA E DI RECEPTION DI ACCOGLIENZA E DI RECEPTION SEDI E CONTATTI ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti dal

Dettagli

Operatore ai servizi di vendita. Standard della Figura nazionale

Operatore ai servizi di vendita. Standard della Figura nazionale Operatore ai servizi di vendita Standard della Figura nazionale 115 Denominazione della figura OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 TRASPORTI Processo Trasporto intermodale, logistica integrata e distribuzione Sequenza di processo

Dettagli

Logi.C.A. Consulting 1

Logi.C.A. Consulting 1 La Logistica La logistica, nell ambito del processo di gestione della supply chain : Pianifica Implementa Controlla l efficiente ed efficace flusso e immagazzinamento dei beni commerciali, l efficiente

Dettagli

Identificativo Scheda: D7883 Data Invio a Catalogo: 30/09/2008

Identificativo Scheda: D7883 Data Invio a Catalogo: 30/09/2008 Anagrafica Ente Proponente : ESX006 Ragione Sociale : AGI Sigla Partita Iva Codice Fiscale : : 0596380897 : Sede Legale Indirizzo N.Civico Nazione Comune Cap Web E-Mail N. Telefono N. Fax : VIA ISONZO

Dettagli

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale -

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale - 3333 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE PER LA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE INDICE AREA COMMERCIALE E GESTIONALE Lo scenario e gli sviluppi della GD in Italia e in Europa pag. 2 Le leve commerciali della distribuzione

Dettagli

Corso di Alta Formazione RETAIL AND STORE MANAGEMENT: strumenti e metodologie operative orientate alla gestione e sviluppo della rete di punti vendita Obiettivi Il corso di Alta Formazione in Retail e

Dettagli

AVVISO AVVISO A PRESENTARE NUOVE CANDIDATURE DOCENTI

AVVISO AVVISO A PRESENTARE NUOVE CANDIDATURE DOCENTI AVVISO AVVISO A PRESENTARE NUOVE CANDIDATURE DOCENTI Il Comitato Centrale per l Albo Nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l autotrasporto di cose per conto di terzi, riapre le procedure

Dettagli

Strumenti a supporto della progettazione della prova d esame. Rif. PA anno 2012-2039/BO Progetto 2 Operatore del punto vendita

Strumenti a supporto della progettazione della prova d esame. Rif. PA anno 2012-2039/BO Progetto 2 Operatore del punto vendita Strumenti a supporto della progettazione della prova d esame Rif. PA anno 2012-2039/BO Progetto 2 Operatore del punto vendita PROGETTAZIONE DELLA PROVA D ESAME ALLEGATO 1: VARIABILI E MEDIA COMPLESSITA

Dettagli

La vendita nella distribuzione commerciale

La vendita nella distribuzione commerciale La vendita nella distribuzione commerciale Agenzia formativa E-ducation.it Obiettivi formativi Settore 8 distribuzione commerciale Figura 17 - addetto alle operazioni di assistenza, orientamento, informazione

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Pagina 1 di 7 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità L Istituto Aniene Srl si pone come obiettivo quello di raccordare le finalità formative con i bisogni e la

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E LA LOGISTICA

TECNICO SUPERIORE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E LA LOGISTICA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E LA LOGISTICA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Management della Logistica Distributiva

Management della Logistica Distributiva Bologna - da Ottobre 2006 Il Master Gli Obiettivi I Destinatari Obiettivi: Formare figure professionali capaci di gestire la distribuzione ed il trasporto delle merci secondo criteri di integrazione, con

Dettagli

3.3.3.2.0 Responsabili di magazzino e della distribuzione interna. Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature

3.3.3.2.0 Responsabili di magazzino e della distribuzione interna. Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature 3.3.3.2.0 Responsabili di magazzino e della distribuzione interna Le professioni comprese in questa unità raccolgono, controllano e archiviano la documentazione sulle merci esistenti, in entrata e in uscita

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMIC0 DE FAZIO

ISTITUTO TECNICO ECONOMIC0 DE FAZIO ISTITUTO TECNICO ECONOMIC0 DE FAZIO UNITA DI APPRENDIMENTO CLASSI3 E AFM, SIA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MATERIE PRODOTTO FINALE Lo studente dovrà essere in grado di realizzare un idea imprenditoriale,

Dettagli

Catalogo Offerta Formativa

Catalogo Offerta Formativa Catalogo Offerta Formativa Indice delle Aree Tematiche Area A - Amministrazione & Finanza Area B - Area Legale Area C - Sicurezza Qualità e Ambiente Area D - Produzione & Manutenzione Area E - Sviluppo

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità MISSION La DESANTISAP SOC COOP.VA ARL garantisce il controllo qualitativo di ogni parte dell attività formativa dalla progettazione

Dettagli

REV. 6 PAG. 1/6 MANUALE INFORMATIVO

REV. 6 PAG. 1/6 MANUALE INFORMATIVO REV. 6 PAG. 1/6 MANUALE INFORMATIVO MANUALE INFORMATIVO REV. 6 PAG. 2/6 1 PRESENTAZIONE DEL CONSORZIO Il Consorzio Multisettoriale Piemontese, nuova denominazione del Consorzio Aziende Metalmeccaniche

Dettagli

Teseo. Noi. enterprise. per Innovare. con Voi TECNOLOGIE INFORMATICHE

Teseo. Noi. enterprise. per Innovare. con Voi TECNOLOGIE INFORMATICHE TECNOLOGIE INFORMATICHE Il gestionale per la distribuzione Il progetto nasce dalla presa d atto che le problematiche del settore idrotermosanitario hanno una forte specificità derivante dalle caratteristiche

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il programma si propone di fornire alle aziende indicazioni che possano essere di supporto al miglioramento delle prestazioni del loro processo

Dettagli

OPERATORE DI MAGAZZINO MERCI

OPERATORE DI MAGAZZINO MERCI OPERATORE DI MAGAZZINO MERCI Corso GRATUITO per giovani e adulti disoccupati, non in possesso di conoscenze e capacità nel settore Rif. PA n 2015-4134/RER Finanziato dalla Regione Emilia Romagna tramite

Dettagli

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE 1 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere lo studente

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Referenziazioni della Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Referenziazioni della Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 13. TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 5. Professioni qualificate

Dettagli

OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA

OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO SERVIZI COMMERCIALI Denominazione della figura OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 5.1. Professioni

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Logistica e Trasporti

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Logistica e Trasporti Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Tecnologico Indicazioni nazionali per i Piani di Studio Personalizzati Obiettivi Specifici di Apprendimento Allegato_C8-LT-08-Logistica

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità GENESIS LICEO DEL PARRUCCHIERE si pone come obiettivo quello di raccordare le finalità formative con i bisogni e la realtà

Dettagli

Wireless. Logistics. Aton Group Logistica. Orange mobility srl

Wireless. Logistics. Aton Group Logistica. Orange mobility srl Wireless Logistics Aton Group Logistica Automatizzare il magazzino Perché? Per ottimizzare Ottimizzare le scorte, gli spazi, i percorsi di prelievo Per garantire il proprio cliente Per aumentare l efficienza

Dettagli

software gestione imprese settore AEROSPAZIALE

software gestione imprese settore AEROSPAZIALE software gestione imprese settore AEROSPAZIALE L industria aerospaziale italiana ricopre un ruolo di grande rilevanza non solo per le economie territoriali ma anche per il prestigio nazionale e internazionale

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN GESTIONE E OTTIMIZZAZIONE DEI TRASPORTI www.mip.polimi.it/scm/trasporti OBIETTIVI Fornire un quadro d insieme delle

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 6 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 6 Modulo 6 Integrare verso l alto e supportare Managers e Dirigenti nell Impresa: Decisioni più informate; Decisioni

Dettagli

Logistica e Magazzino

Logistica e Magazzino Logistica e Magazzino Docente: Luigi Gaibani Il magazzino Contenitore delle merci Contenitore organizzato I costi del magazzino IL Magazzino Strumento per il miglioramento del servizio al cliente Attenti

Dettagli

ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE

ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE INDICE Direttore di Filiale Imprese... 3 Coordinatore... 4 Gestore Imprese... 5 Addetto Imprese... 6 Specialista Estero Merci... 7 Specialista Credito

Dettagli

CONCETTO DI SCORTA. Imprese mercantili. Imprese Industriali. Materie prime Semilavorati Sottoprodotti Prodotti finiti. Merci

CONCETTO DI SCORTA. Imprese mercantili. Imprese Industriali. Materie prime Semilavorati Sottoprodotti Prodotti finiti. Merci CONCETTO DI SCORTA Le scorte sono elementi dell ATTIVO CIRCOLANTE, perche Rappresentano investimenti in fattori produttivi che attendono Di essere consumati o venduti in breve tempo Imprese Industriali

Dettagli

I processi aziendali e l industria della cornice di legno.

I processi aziendali e l industria della cornice di legno. I processi aziendali e l industria della cornice di legno. Productio Flow può essere classificato come un sistema software progettato ad hoc sulle esigenze gestionali dell industria della cornice di legno

Dettagli

Calendario corsi (data di avvio)

Calendario corsi (data di avvio) Calendario corsi (data di avvio) forlì - cesena 8 DIREZIONE E SVILUPPO D IMPRESA Principi di Project management per l ottimizzazione dei tempi e dei costi di progetto Tecniche operative per la costruzione

Dettagli

IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL

IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL Prof. 1Corso: Supply chain management Docente: 1 Considerazioni di sintesi L azienda si posiziona tra le prime

Dettagli

Chi siamo. BLU GLOBAL srl Via Vincenzo Foppa 32 20144 Milano tel.02 36 70 8483 fax 02 36 70 8484 Email: info@bluglobal.it web: www.bluglobal.

Chi siamo. BLU GLOBAL srl Via Vincenzo Foppa 32 20144 Milano tel.02 36 70 8483 fax 02 36 70 8484 Email: info@bluglobal.it web: www.bluglobal. Chi siamo La Blu Global è una società di servizi in grado di operare su tutto il territorio nazionale, avvalendosi della collaborazione di operatori altamente qualificati. Il nostro obiettivo L obiettivo

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE Processo Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione

Dettagli

PROGETTO PER LA FORMAZIONE E LA RICOLLOCAZIONE SUL MERCATO DEL LAVORO DEI LAVORATORI DEL SALOTTO IN PROVINCIA DI MATERA

PROGETTO PER LA FORMAZIONE E LA RICOLLOCAZIONE SUL MERCATO DEL LAVORO DEI LAVORATORI DEL SALOTTO IN PROVINCIA DI MATERA PROGETTO PER LA FORMAZIONE E LA RICOLLOCAZIONE SUL MERCATO DEL LAVORO DEI LAVORATORI DEL SALOTTO IN PROVINCIA DI MATERA ATTIVITA FORMATIVE IN FASE DI REALIZZAZIONE Corso per Tecnico installatore e manutentore

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

Programma di Export Temporary Management

Programma di Export Temporary Management Programma di Export Temporary Management Aree di intervento Business Strategies, grazie ad una solida esperienza acquisita negli anni, eroga servizi nell ambito dell Export Temporary Management finalizzati

Dettagli

MODULO TECNICO PROFESSIONALE COMPARTO: COMMERCIO E VENDITA PRODOTTI VARI, ALBERGHIERO/RECEPTION

MODULO TECNICO PROFESSIONALE COMPARTO: COMMERCIO E VENDITA PRODOTTI VARI, ALBERGHIERO/RECEPTION MODULO TECNICO PROFESSIONALE ORE: 60 COMPARTO: COMMERCIO E VENDITA PRODOTTI VARI, ALBERGHIERO/RECEPTION AREA PROFESSIONALE: ADDETTO AL MAGAZZINO Modulo formativo/u.f. 1: - IL TRASPORTO E LA LOGISTICA DELLE

Dettagli

C3 Consulting S.r.l. Viale Manfredo Fanti 45-50137 Firenze Tel 055 5520.926 - Fax 055 7469.333 - e-mail: c3srl@garmentgroup.it

C3 Consulting S.r.l. Viale Manfredo Fanti 45-50137 Firenze Tel 055 5520.926 - Fax 055 7469.333 - e-mail: c3srl@garmentgroup.it C3-WEAR è stato sviluppato in ambiente nativo Windows ed è perfettamente integrato con tutta la piattaforma Microsoft Office; questo significa che qualunque maschera video e/o stampa può essere trasformata

Dettagli

LA FORMAZIONE COME STRUMENTO ELETTIVO PER LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA DELLA SICUREZZA, DELLA DIFFUSIONE DELLE CONOSCENZE

LA FORMAZIONE COME STRUMENTO ELETTIVO PER LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA DELLA SICUREZZA, DELLA DIFFUSIONE DELLE CONOSCENZE LA FORMAZIONE COME STRUMENTO ELETTIVO PER LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA DELLA SICUREZZA, DELLA DIFFUSIONE DELLE CONOSCENZE LA FORMAZIONE COME STRUMENTO DEL MIGLIORAMENTO DEI PROCESSI PRODUTTIVI E LA VALORIZZAZIONE

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. minimi Telefono 0445-361773 - Email: itt@chilesotti.it - Internet: www.chilesotti.gov.

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. minimi Telefono 0445-361773 - Email: itt@chilesotti.it - Internet: www.chilesotti.gov. PIANO DI MATERIA 1. Dati generali Indirizzo logistica Materia Logistica Classe quinta Anno scolastico: 2015/2016 2. : Conoscenza (titolo) 1 Processo di approvvigionamento Conoscenze/Contenuti 2 Tempistica

Dettagli

Tentata Vendita Raccolta ordini Rifatturazione

Tentata Vendita Raccolta ordini Rifatturazione Plurimpresa Mobile La soluzione software specifica per Tentata Vendita Raccolta ordini Rifatturazione Prima Parte: Introduzione Plurimpresa Mobile Pagina 2 di 12 PREMESSA La diminuzione sempre più crescente

Dettagli

RAGIONE SOCIALE: SOCIETA DI CAPITALI, PERSONE, PER AZIONI, SETTORE MERCEOLOGICO: ANNO DI COSTITUZIONE DELLA SOCIETA : N SOCI E QUOTE: ALTRE SEDI:

RAGIONE SOCIALE: SOCIETA DI CAPITALI, PERSONE, PER AZIONI, SETTORE MERCEOLOGICO: ANNO DI COSTITUZIONE DELLA SOCIETA : N SOCI E QUOTE: ALTRE SEDI: AZIENDA RAGIONE SOCIALE: SOCIETA DI CAPITALI, PERSONE, PER AZIONI, SETTORE MERCEOLOGICO: TIPO AZIENDA: di produzione Commerciale Di servizio Altro: ANNO DI COSTITUZIONE DELLA SOCIETA : N SOCI E QUOTE:

Dettagli

PO 01 Rev. 0. Azienda S.p.A.

PO 01 Rev. 0. Azienda S.p.A. INDICE 1 GENERALITA... 2 2 RESPONSABILITA... 2 3 MODALITA DI GESTIONE DELLA... 2 3.1 DEI NEOASSUNTI... 3 3.2 MANSIONI SPECIFICHE... 4 3.3 PREPOSTI... 4 3.4 ALTRI INTERVENTI FORMATIVI... 4 3.5 DOCUMENTAZIONE

Dettagli

Management delle spedizioni internazionali

Management delle spedizioni internazionali Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo Management delle spedizioni internazionali Corsi

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE

PIANO DI LAVORO ANNUALE Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

G. FORTUNATO-S. SCOCA

G. FORTUNATO-S. SCOCA ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE G. FORTUNATO-S. SCOCA Sedi associate: ITC. G. FORTUNATO - CORSO SIRIO IPSSCT S. SCOCA I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (I e FP) La Riforma degli Istituti

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI CORSO 2011-2013 ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI La tecnica per crescere CON IL PATROCINIO DI PIACENZA L Istituto Tecnico Superiore

Dettagli

Stoccaggio e gestione dei depositi per conto terzi (outsourcing): ricevimento, stoccaggio e preparazione delle merci a temperatura controllata;

Stoccaggio e gestione dei depositi per conto terzi (outsourcing): ricevimento, stoccaggio e preparazione delle merci a temperatura controllata; AZIENDA Blu Pegaso è il partner logistico che ti offre una costellazione di servizi su misura delle tue esigenze: progetta e realizza soluzioni di logistica integrata su misura per il cliente. L obiettivo

Dettagli

Tecnico commerciale delle vendite. Standard della Figura nazionale

Tecnico commerciale delle vendite. Standard della Figura nazionale Tecnico commerciale delle vendite Standard della Figura nazionale Denominazione della figura TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche

Dettagli

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore. " U. Foscolo " Teano - Sparanise. Disciplina : Economia Aziendale

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore.  U. Foscolo  Teano - Sparanise. Disciplina : Economia Aziendale Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore " U. Foscolo " Teano - Sparanise Disciplina : Economia Aziendale ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Classe quinta/sez. A A.F.M. Il Docente Prof. Montanaro Raffaele

Dettagli