LUGLIO INTERVISTA RETAIL RETAIL SERVIZI. ALESSANDRO BUTALI Il neopresidente Aires su elettronica di consumo ed elettrodomestici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2013 15 LUGLIO INTERVISTA RETAIL RETAIL SERVIZI. ALESSANDRO BUTALI Il neopresidente Aires su elettronica di consumo ed elettrodomestici"

Transcript

1 LUGLIO GDOWEEK 2013 Settimanale Il Sole 24 ORE S.p.A. via Carlo Pisacane PERO (MILANO) Poste Italiane S.p.A. - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) - art. 1, Comma 1, DCB Milano INTERVISTA ALESSANDRO BUTALI Il neopresidente Aires su elettronica di consumo ed elettrodomestici RETAIL SOSTENIBILITÀ I bilanci sociali di Auchan, Leroy Merlin e Coop Lombardia RETAIL CONAD ADRIATICO Per crescere si rafforzano i legami con i soci e i clienti SERVIZI E-COMMERCE I comportamenti degli utenti Internet in Europa

2

3 Sviluppo dell immobiliare 8 Alessandro Butali 10 Bilanci sociali gdo OSSERVATORIO INTERVISTA L e-commerce si espande e cerca nuovi immobili Alessandro Butali (Aires): Un agenda per un sistema di distribuzione evoluto Conad Adriatico BRANDS AWARD 2013 Vincitore assoluto Mutti Derivati del pomodoro Classifica 2013 Regolamento Brands award RETAIL CSR, buon impatto della gdo sul sociale e nel greening Simply Ripresa debole, si attenua la fedeltà alla marca 30 Conad Adriatico rafforza i legami con soci e clienti Simply Italia insegna mestieri e management Sviluppo reti Cio Survey I settori in dettaglio secondo IRI Premio retailer Nestlé Purina Gourmet Gold umido gatti SERVIZI Razionalizzare i costi rimane una priorità 20 Premio consumatori Unilever Italia Coccolino 41 Shopping online? Meglio dopo cena ContactLab e Netcomm CULTURE Opinione Contratto a termine: un matrimonio a tre 24 Libri Uomini e macchine nella cultura italiana Fabbrica di carta 15 luglio

4 È il momento buono per pensare al Natale. Casella Nuovi Cataloghi Fresco & Dolce tel fax

5 BRANDS AWARD 2013 Detergenza e cura casa Unilever Italia Svelto Detergenza e cura tessuti Unilever Italia Coccolino Igiene e bellezza Sca Hygiene Products Tempo carta igienica 89 Petcare Nestlé Purina Gourmet Gold umido gatti 93 Groupe Casino. Si parla di strategie internazionali con l intento di evidenziare come le diversità dei vari mercati di destinazione costituisca una ricchezza, pur puntando a sviluppo e sostenibilità. Video Presentazione BRANDS AWARD 2013 Classifica esperti Davide Campari Aperol Spritz Vincitore Social Red bull Red Bull Iniziativa Tesco. Per rafforzare il legame con i possessori di carta fedeltà, Tesco ha lanciato l operazione Summer Clubcard Exchange, che consente di raddoppiare il voucher, da 5 a 10 sterline se si compra in alcune categorie. Video Presentazione Alimentari Freschi Aia Aia Aequilibrium Alimentari confezionati Mutti Derivati del pomodoro Dolciario Nestlé Italiana Vortici Perugina - coni Asda Uk. Per il 16 anno consecutivo, Asda è stato nominato supermercato con i prezzi più bassi dai Grocer Gold Awards. L insegna offre prezzi più bassi del 10% dei suoi concorrenti, in un contesto dove continua l erosione del potere di acquisto delle famiglie. Video Spot Bevande Ferrero Estathé Alcolici e birre Davide Campari Aperol Spritz Ikea premiata. Sodalitas riconosce l impegno del gruppo svedese nella valorizzazione delle diversità all interno dell impresa e del ruolo professionale femminile, anche nelle posizioni dirigenziali (41%). ECOnews 15 luglio

6 OSSERVATORIO di Gino Pagliuca nche i dati sul mercato della logistica che Gva Redilco, operatore specializzato nella consulenza e l intermediazione di immobili di impresa, ha presentato all ultimo Eire, il salone milanese del real estate, confermano una maggiore resistenza di questo settore alla crisi del mattone. Nel 2012 il take-up, ovvero l assorbimento di spazi a uso logistico prima vuoti mediante nuovi contratti di locazione o di acquisto, rimane superiore di ben il 24% rispetto alla media registrata dal L analisi di Gva dice che l occupazione è stata di metri quadrati, in decremento (-13%) rispetto al 2011, con una domanda che si concentra principalmente in Lombardia ed Emilia Romagna, che assieme coprono il 68% del take-up nazionale, con un aumento di sei punti rispetto al 62% del La Lombardia riacquista il primato delle affittanze, mentre decresce il valore di Lazio e Veneto. Per quanto riguarda gli utilizzatori, i cosiddetti 3 PL (Third Party Logistic Service Provider -fornitori di servizi logistici integrati) si confermano i principali attori (52% del totale), mentre la crescita è sostenuta dai retailer che in tre anni sono cresciuti dal 7% al 35%, grazie anche al consolidamento del segmento food; rimangono stabili i corrieri e i producer. La ripartizione della domanda del settore retail è guidata dalla gdo con il 51%, mentre l e-commerce guadagna progressivamente 27% Nuove superfici destinate a e-commerce 26,4% Compravendite registrate in Lombardia 35% Quota di mercato degli spazi per i retailer spazio giungendo a rappresentare il 27% del take-up retail. Lombardia ed Emilia Romagna rimangono ai primi posti anche per quanto riguarda la distribuzione geografica dei nuovi sviluppi di immobili destinati a uso logistico, regioni che insieme rappresentano il 63% dell offerta nazionale, che raggiunge una quota metri quadrati completati. Lo stock di immobili, invece, si quota attorno a mq. La superficie in fase di completamento si attesta a circa metri quadrati, sono i metri già completati nel primo trimestre 2013 e sono in consegna entro fine anno. Gli immobili destinati all e-commerce rappresentano il 26% delle superfici attualmente in costruzione. Aumenta il tasso di sfitto rispetto al 2011 (+17,1%), ripartito principalmente fra Lombardia, Piemonte e Emilia Romagna. Dai dati sulle compravendite di immobili industriali dell Agenzia delle Entrate, presentati nel rapporto 2012 sul non residenziale redatto con Assilea, si desume che l assorbimento è avvenuto soprattutto in locazione. Infatti, le vendite sono scese del 19,7%. Nel 2012 i contratti riguardanti le unità immobiliari a destinazione produttiva sono stati pari a unità, dato che rappresenta l 1,40% dello stock immobiliare presente sul territorio nazionale. Le compravendite del settore raggiungono nel Nord una quota del 67,1%, con una netta prevalenza degli scambi nel Nord Ovest, 40%. Il 15% circa del mercato del settore produttivo riguarda il Centro, il 13,9% il Sud e infine solo il 4,9% degli scambi riguarda capannoni ubicati nelle Isole. Il 26,4% delle compravendite nazionali si è registrato in Lombardia, seguita da Veneto, Emilia Romagna e Piemonte, che superano il 10% luglio 2013

7 Da un latte ricco, sano ed aromatico Scopri il nostro vasto assortimento! Da oltre 40 anni Bayernland vi garantisce un vasto assortimento di prodotti sani e naturali con ottimo rapporto qualità-prezzo. Vi offre una ricca gamma di specialità prodotte in latterie modernissime utilizzando il ricco ed aromatico latte dei pascoli Bavaresi. Il risultato è un ampia scelta di prodotti dal sapore delicato e dalla freschezza garantita. Bayernland S.r.l Vipiteno (BZ) Via Giovo, 23 - Tel Fax

8 INTERVISTA A colloquio con Alessandro Butali, neopresidente di Aires, sul mercato degli elettrodomestici e l elettronica di consumo di Gino Pagliuca Chi è Alessandro Butali. neopresidente di Aires, Associazione dei retailer elettrodomestici specializzati. Subentra ad Albino Sonato ale per i computer, per i televisori o per i grandi elettrodomestici. Sempre più spesso la corsa alla distruzione del valore (una lavatrice a 299 euro) per esigenze promozionali, si ritorce alla lunga contro la distribuzione specializzata che dovrebbe esaltare i plus dei prodotti dal punto di vista tecnologico, innovativo ed ecologico. Questo fenomeno, che certo va a sommarsi alla recessione, spiega la caduta tra il 15 e il 20% dei consumi a valore nelle vendite di elettrodomestici ed elettronica di consumo. Anzi, come precisa Alessandro Butali, neopresidente di Aires, l Associazione italiana dei retailer elettrodomestici specializzati, le 8 15 luglio 2013

9 INTERVISTA cifre sono più vicine al 20% che al 15%: non c è certo da stare allegri. Il calo dei consumi sta portando molte aziende ad avere difficoltà a chiudere in positivo i conti economici. Siccome siamo consapevoli che le cose non potranno subito tornare come prima dobbiamo imparare a vendere meglio, senza svilire i prodotti e recuperando efficienza. Le insegne aderenti ad Aires sicuramente rappresentano la quota maggioritaria del fatturato conseguito dalla distribuzione nel settore. Resta il fatto che sono poche. Non c è il rischio che l Associazione sia vista come una lobby o un cartello? Il rischio di cartello direi che proprio non può esistere perché oggi ci si fa la guerra all ultimo sconto. Dobbiamo fare fronte comune e ci dobbiamo interfacciare con autorità politiche che creano non pochi problemi alle aziende specializzate, con norme a volte incongruenti e spesso poco compatibili con un sistema distributivo evoluto e centrale per il consumatore. Penso alle questioni sul Raee, sulle garanzie, su chi le debba prestare e per quale durata, o sulla sicurezza dei prodotti per la quale il distributore è considerato corresponsabile. O, per venire all ultima questione in ordine di tempo, al bonus fiscale sulle ristrutturazioni degli appartamenti e sulla loro applicabilità al nostro mondo. Poi ci sono i rapporti con le associazioni dei consumatori e quelli con i sindacati. Un bell impegno quello che si è assunto, non c è che dire; come si concilia con la sua attività imprenditoriale? Siccome opero nel Centro Italia e l Associazione è a Milano il tempo è certo un problema. Ma non si tratta di una scelta del tutto disinteressata: se cresce tutta la categoria ne avrà da guadagnare di riflesso anche la mia impresa. Lei ha citato gli incentivi sugli elettrodomestici. Come funzionano? Secondo la formulazione presente nel decreto uscito da Palazzo Chigi dovrebbero essere incentivati, con un bonus del 50% in 10 anni e fino a un tetto massimo di spesa di 10mila euro solo gli elettrodomestici di incasso ma scorporando il costo degli elettrodomestici -non detraibili, da quello dei mobili che li contengono- detraibili. Si tratta di una evidente assurdità separare gli elettrodomestici dai mobili per gli incentivi delle cucine componibili, che si presta ad atteggiamenti di elusione. Inoltre se si vogliono incentivare le vendite di cucine non si tiene conto che molto spesso i frigoriferi sono acquistati stand alone e si tratta di elementi fondamentali di arredo. Tutte cose che abbiamo esposto a una recente audizione parlamentare. vorremmo arrivare a un contratto specifico di lavoro per il nostro settore Si parlava anche dei rapporti con i sindacati. Ma non ci sono già le organizzazioni del commercio a doversene occupare? Vorremmo arrivare a un contratto specifico che tenga conto delle esigenze del mondo specializzato legato al mondo della grande distribuzione. Noi rappresentiamo negozi su un universo composto da punti di vendita, la maggior parte dei quali piccoli e a conduzione familiare. I nostri negozi danno un contributo importante all occupazione giovanile qualificata, perché si tratta di personale che formiamo, e c è sempre bisogno di un forte presidio di personale, per ragioni di sicurezza e per fornire al cliente l assistenza prevendita. Le aperture domenicali, importanti per noi come per i nostri clienti hanno ad esempio un costo molto elevato per le nostre aziende e intervenire nel campo del costo del lavoro e della flessibilità degli orari degli addetti porterebbe alla creazione di nuovi posti grazie ai risparmi sugli oneri. Ci sono negozi che senza spese sono aperti sempre: i siti di e-commerce... Siamo favorevoli allo sviluppo dell e-commerce come dimostra il fatto che tutte le nostre associate lo propongono, ma c è bisogno di regolamentare il settore perché le insegne sono sottoposte a una serie di norme e di controlli che spesso i siti riescono a dribblare. I siti, ad esempio, possono effettuare il sottocosto continuativo mentre noi no, non offrono le stesse garanzie né la stessa assistenza al cliente che noi nel rispetto delle leggi dobbiamo dare, e lo stesso discorso vale anche per il recesso. Quanto pesa l on line nel vostro settore? Abbiamo commissionato poche settimane fa un indagine specifica sull atteggiamento dei consumatori nei confronti delle vendite online da cui emerge che solo il 9% dei consumatori si rivolge preferenzialmente al canale online, ma la quota di chi si informa sul web è molto più elevata, il 70% delle persone sotto i 60 anni. Significa anche che spesso chi viene in negozio si lamenta di trovare prezzi più elevati di quelli che vede in rete e finisce per farsi un idea distorta della convenienza dei nostri negozi. Che cosa dice d altro la vostra ricerca? Ritengo molto interessante che la maggioranza relativa degli interpellati, il 34%, abbia risposto che compra vicino a casa. Il modello del grande centro urbano non è tramontato e Internet, almeno per i grandi elettrodomestici dove il servizio di consulenza del venditore è fondamentale, è più una vetrina che un canale di vendita. I vostri negozi nei centri commerciali si misurano con ipermercati con le vostre stesse merceologie. Come si convive? I conti economici del settore eldom degli ipermercati soffrono di più di quelli dei negozi specializzati e la perdita di quota ci dice che il consumatore preferisce la specializzazione. Alcune organizzazioni nazionali di ipermercati hanno optato per la rinuncia alla superficie di elettronica dando possibilità alle superfici specializzate, presenti nelle gallerie dei centri, di allargarsi. 15 luglio

10 RETAIL Informazione, meno sprechi e calcolo della Lca: i bilanci sociali di Auchan, Coop Lombardia, Leroy Merlin ai come in questo periodo la distribuzione moderna si è dimostrata corpo sociale, capace di bilanciare il ruolo commerciale con il sostegno alla comunità di riferimento, promuovendo valori, formazione e informazione con particolare tempestività. È quello che chiedono i consumatori, anche alla gdo di cui la maggioranza si fida, come rivela un recente studio Eurisko. E la grande distribuzione ha saputo rispondere a questo trend con programmi ad hoc e utilizzando tutti i media a disposizione, dal cinema ai social network, arrivando perfino agli scontrini. Come ha fatto Auchan, che ha reso disponibile l ultima edizione del Bilancio di Sostenibilità su uno speciale scontrino. Fotografando con uno smartphone i codici a barre contenuti, e scaricando l App Scan Auchan, si è potuto accedere dal 2 al 9 luglio alla versione mobile del Bilancio. In questo modo si limiterà anche la quantità di carta necessaria a diffondere in modo tradizionale le informazioni. Una soluzione che soddisfa anche il secondo grande trend che interessa i consumatori: la necessità di ridurre gli sprechi. Perché la crisi sta modificando profondadi Nadia Tadioli mente gli stili di vita, facendo riscoprire antichi valori come la sobrietà e l essenzialità. Vanno in questa direzione le Riscatole, l alternativa agli shopper, ottenute interamente con carta riciclata negli store Leroy Merlin e certificate FSC, i cui proventi sono stati destinati alle scuole del territorio. La sfida dell insegna è proprio quella di fare della CSR uno dei driver di differenziazione del prossimo futuro, coinvolgendo in questo tutti i dipendenti. Parlando di greening il trend è quello di focalizzarsi sul calcolo dell impronta globale complessiva di store e filiere, visto che ormai esistono gli standard come l Iso , le certificazioni come Impatto Ambientale verificato di Ccpb, e i finanziamenti come quelli stanziati dal ministero dell Ambiente. Potevano mancare i social network nella comunicazione nella gdo? Naturalmente no. E un esempio viene da Coop Lombardia, impegnata in una campagna articolata a sostegno di Libera Terra. Nel febbraio del 2012 ha invitato i propri soci a cliccare sulla pagina Facebook per raccogliere i euro necessari alla cooperativa trapanese Le Terre di Rita Atria, raggiungendo quota Oltre al feeling con il mondo video (si veda box, ndr), Leroy Merlin ha invece usato quanto ha di più peculiare, i corsi nel punti di vendita, per diffondere comportamenti sostenibili in occasione della Green Week. Nell occasione sono stati distribuiti anche volantini sintetici ma puntuali redatti con la collaborazione di Legambiente per promuovere stili di vita più sostenibili. Le nuove etichette poste sui prodotti a marchio Auchan sono un al- tro esempio di formazione-informazione sociale. Attraverso e simboli e sintetiche infografiche, sono evidenziate informazioni nutrizionali relative alla Quantità Benessere (qb), cioè alla porzione standard di alimento da considerare come unità di misura per una corretta alimentazione. Senza perdere troppo tempo, il consumatore può conoscere immediatamente il quantitativo di ogni singolo nutriente, tra zuccheri, grassi e sale, e il contributo del singolo prodotto al fabbisogno giornaliero. Diventa così più facile promuovere uno stile di vita più sano. Intanto l attenzione dei consumatori e di conseguenza della gdo si sposta sull analisi del ciclo di vita dell intera filiera. Proporre un prodotto green non basta più, come non è sufficiente qualche accorgimento sostenibile sul pdv, quello che serve è una visione d insieme, che oggi è fortunatamente possibile. Auchan sta calcolando l impatto di alcune filiere produttive in collaborazione con la scuola Superiore Sant Anna dell Università di Pisa e LCA Lab, le che hanno messo a punto il disciplinare Ccpb. È partita da arance e meloni luglio 2013

11 RETAIL Auchan, Coop Lombardia e Leroy Merlin colgono i bisogni della società e li soddisfano sul punto di vendita lavorando sull intero fronte della responsabilità sociale e dell impegno ambientale ma nel 2013 l intenzione è di mappare altre 20 filiere e per il momento ha cominciato anche a fare il calcolo della carbon footprint dell ipermercato di Rescaldina. Uno spazio a parte merita il progetto del ministero dell Ambiente per il finanziamento della misurazione della carbon footprint di intere filiere, a cui ha aderito Leroy Merlin che sta mappando l impronta ambientale di tutti gli store. Nel frattempo si studiano anche le nuove frontiere tecnologiche, come la produzione di energia dai dossi artificiali. Installati da Auchan a Rescaldina questi particolari rallentatori stradali dovrebbero produrre 100mila chilowattora l anno, grazie a un transito medio giornaliero di vetture. L impegno della gdo continua a riflettersi in ogni caso nell assortimento. Sotto l etichetta Creiamo la casa di domani si nascondono prodotti che Leroy Merlin ha selezionato per costruire una casa sana e amica dell ambiente, perché il trend è quello di comunicare immediatamente la specificità di un prodotto. Le linee di prodotti in vario modo sostenibili si stanno declinando in tutte le sfumature possibili. Coop per esempio non paga delle otto linee a marchio ha deciso di includere anche la moda solidale, con una collezione creata dalla stilista Katharine Hamnett. Realizzata solo con cotone bio non Ogm, è caratterizzata da una filiera completamente tracciabile. In assortimento sono entrate anche le bollette, che ormai è possibile pagare alla cassa. Continua intanto l attenzione di Auchan verso le imprese del nostro paese: il 95,7% dei fornitori è italiano, portando sui banchi e sugli scaffali prodotti locali e tipici. Strategica, soprattutto per le piccole e medie imprese, è la possibilità di esportare i loro prodotti: questo ha consentito per esempio a 54 aziende italiane di arrivare nei 45 pdv di Auchan Cina, diventando in un sol colpo internazionali. IL BOSCO INCANTATO, UN CORTO DI LEROY MERLIN Più di tanti dati e proclami sul greening e sulla responsabilità sociale, il cortometraggio realizzato da Leroy Merlin salda, anche visivamente, il mondo sociale e quello naturale. Raccontando, come solo la poesia può fare, due progetti: da una parte, la collaborazione con Icam, l istituto a custodia attenuata per le detenute madri con bambini inferiori ai tre anni della Casa Circondariale di San Vittore (Mi) che ha portato alla realizzazione del corto Il Bosco Incantato, e dall altra la promozione della gestione sostenibile dei pioppeti italiani in base agli standard PEFC. Il bosco incantato di cui si parla è quello del murales che le madri hanno dipinto nella loro casa. Il flusso di coscienza delle detenute racconta la storia di una rinascita, quella personale e quella della casa che le ospita, ristrutturata da Leroy Merlin. La struttura milanese è la prima in Italia ad accogliere le madri che non possono usufruire di arresti domiciliari o differimento della pena. Un luogo decisamente più adatto del carcere per garantire lo sviluppo di relazioni affettive e di un percorso di crescita in linea con la convenzione Onu per i diritti dei bambini. Altrettanto emozionali sono le immagini del pioppeto che rimanda a un altro progetto Leroy Merlin, destinato alla compensazione delle emissioni di gas serra generate durante il ciclo distributivo. Per farlo ha deciso di supportare economicamente la produzione di legname locale, attraverso le piantagioni di pioppo in alcune aree del Piemonte. Questo di Leroy Merlin non è il primo approccio con il cinema, l amore per la settima arte ha portato l insegna a sostenere l ultima edizione del festival torinese Cinemambiente, dove ha sponsorizzato il concorso La casa di domani. Il premio è andato a L ultima chiamata di Enrico Cerasuolo, dedicato agli antesignani della sostenibilità: quel gruppo di ricercatori che già nel 1972 pubblicarono lo studio The Limits to Growth e ad Aurelio Peccei, l imprenditore illuminato fondatore del Club di Roma. 15 luglio

12 RETAIL La cooperativa sta lavorando su più fronti per migliorare l efficienza generale di Marina Bassi icini ai soci, vero elemento distintivo del gruppo, ed ai clienti, per interpretare e soddisfare le loro esigenze in un periodo di grandi tensioni economiche e sociali, come quello attuale: questo l obiettivo di Conad Adriatico che, nonostante i risultati positivi registrati anche nel 2012, non si fa illusioni sulle difficoltà da affrontare a breve e medio termine per continuare a svolgere un ruolo di riferimento. Certo abbiamo mantenuto e incrementato la nostra leadership, soprattutto nell area supermercati, il nostro format di riferimento, dove cresciamo anche vicino a noi viene aperto un discount aggressivo come Eurospin, mentre continuano a essere in sofferenza gli ipermercati, tema aperto, del resto, anche a livello nazionale -ha spiegato Antonio Di Ferdinando, Ad del gruppo che opera in cinque regioni italiane (Marche, Abruzzo, dove detiene la quota del 25,5% -fonte GNLC II semestre 2012, Molise, Puglia e Basilicata)-. Certo ci aspetta un periodo difficile: non solo il 2013 si sta rivelando peggiore dell anno scorso, con perdite sia a valore sia in volume, ma anche i tempi della ripresa si allungano: per il Sud, si parla di possibili segnali di ripresa non prima del 2017, dopo anni di lotta agguerrita con i propri competitor vicini per attirare ANTONIO DI FERDINANDO amministratore delegato Conad Adriatico consumatori vecchi e nuovi a prescindere, a volte, dalla validità del business. In questo contesto -ha precisato Di Ferdinando- il nostro must, come centrale, è quello di fornire strumenti, soluzioni e organizzazioni efficienti e funzionali che permettano ai pdv -e quindi ai nostri soci- di guadagnare. Con questa convinzione Conad Adriatico sta lavorando su più fronti per migliorare l efficienza generale dell organizzazione e ridurre i costi a livello sia di cooperativa centrale sia di singolo punto di vendita (soprattutto nell area degli ipermercati, ampliando, entro l anno, il fitto di ramo d azienda ad altri due store, dopo la prima sperimentazione positiva) e, Per Conad Adriatico il focus sui prodotti locali rappresenta un must, da declinare soprattutto nei banchi freschi (specie salumeria, gastronomia, carne), oltre che in settori strategici come i vini. Con Conad 24, inoltre, la cooperativa vuole offrire ai clienti un servizio in più, che copra necessità dell ultimo minuto. Una soluzione in crescita, che sta dando risultati interessanti luglio 2013

13 RETAIL infine, attuare politiche commerciali più aggressive, soprattutto in quei comparti (come il chimico casa) nei quali ha perso competitività, a fronte di un assortimento di qualità (garantito da prodotti locali selezionati dalla cooperativa e da un ampia presenza di private label, soprattutto di fascia premium). L insieme di questi elementi rende un insegna propositiva e suadente -ha precisato Di Ferdinando- e noi vogliamo percorrere questa strada per diventare leader di qualità, anche se questo non sempre significa leader di fatturato. Per raggiungere questi risultati e sostenere i soci in questa fase economica complessa, come cooperativa, oltre ad avere ristornato ai soci circa 20 milioni di euro, abbiamo attuato alcune iniziative per garantire maggiore liquidità agli imprenditori e rendere i pdv più competitivi e distintivi. In particolare, Conad Adriatico: ha aumentato le dilazioni di pagamento (fino a un massimo di 30 giorni) per la fornitura di merci dal cedi ai soci, manovra che riduce anche gli effetti dell articolo 62, sui tempi di pagamento; ha proposto un Premio tenuta punto di vendita, in base al quale viene erogato un premio aggiuntivo sugli acquisti di prodotti di base, che permette di capire meglio il posizionamento dei singoli punti di vendita nei rispettivi territori; ha avviato un Premio per l animazione del punto di vendita, che nasce dalla consapevolezza che la shopping experience rappresenti un valore distintivo e strategico per differenziarsi dai concorrenti, che coinvolge anche la preparazione degli addetti; ha previsto agevolazioni sul calcolo dell affitto d azienda; ha attivato contributi dedicati alla ristrutturazione dei punti di vendita (un 10% dei quali a fondo perduto); infine, ha istituito uno sconto del 5% a carico della cooperativa per gli acquisti effettuati con Conad card da parte di tutti i collaboratori del gruppo (sia cooperativa sia punto di vendita). Si tratta di piccole azioni -conclude Di Ferdinando-, che vanno ad aggiungersi ad attività commerciali nazionali -dall iniziativa Carrello felice alla promozione Bassi e Fissi-, che danno la possibilità di sostenere i soci sul territorio. I NUMERI DELLA COOPERATIVA Oggi Conad Adriatico opera con una rete di 342 store, tra ipermercati, superstore, supermercati (il canale di punta, con un incidenza del 43,4% sul totale) e negozi di prossimità, che nel 2012 ha generato incassi pari a 933,819 milioni di euro (+ 4,84% rispetto al 2011). L attività della cooperativa comprende anche 12 parafarmacie (cui nell anno in corso se ne aggiungerà un altra), due negozi di ottica, con due concept diversi a Teramo e Cavallino (Le) e la rete (25 pdv) e il centro di distribuzione in Albania attraverso la controllata Conad Shqiperia. Per il 2013, sono in cantiere 11 nuove aperture, ma la cooperativa è focalizzata sulla ricerca di nuovi soci di qualità, soprattutto in Puglia. Recente è l ingresso della cooperativa Salvador Allende, che ha di recente aperto il suo secondo store ad Alberobello (Ba). Si tratta di una realtà locale particolare, con alle spalle una storia di 25 anni di attività: nata come spaccio aziendale dedicato ai lavoratori dell Italsider a Martina Franca si è trasformata in un supermercato moderno, collegato a un circolo culturale concentrato nell essere un punto di riferimento sociale e di intrattenimento per la città.

14 RETAIL La formazione di profili professionali adeguati ai tempi e alle esigenze del consumatore si sviluppa su diversi piani di Barbara Trigari ono tre gli assi della proposta formativa Simply Italia, che illustreremo in questa seconda parte dedicata alle attività dell insegna (per la prima parte si veda Gdoweek n.13 del 24 giugno): una formazione di legge, dettata dalle normative vigenti e comunque interiorizzata dall azienda, una professionale per l insegnamento del mestiere e infine quella manageriale, con priorità che di anno in anno vengono decise sulla base delle valutazioni e indagini di clima, e articolate per famiglie professionali. Aggiungiamo ciò che riguarda l introduzione dei giovani in azienda per dare loro l opportunità di proseguire in una carriera con funzioni di vendita ma anche di centrale o di staff, spiega Piero Pisoni, direttore risorse umane,. Sono i pilastri della formazione distintiva Simply: indirizzano, forniscono le linee guida nella gestione del prodotto, del banco, del cliente: Ciascuno di loro -precisa Pisoni- è specializzato per reparto, e il sistema non riguarda solo il pdv: stiamo costruendo figure analoghe anche per i ruoli di sede, in particolare per le figure della direzione commerciale. Si tratta di persone che hanno vissuto per molti anni l azienda, hanno dato prestazioni importanti e oltre a conoscere molto bene il mestiere, hanno anche capacità di insegnamento. Il meccanismo funziona poi a cascata: la formazione continua sul campo e viene erogata in modo che chi impara possa a sua volta essere maestro. La standardizzazione di metodi e processi è affidata ai manuali operativi, redatti per ciascun reparto a più mani, coprendo tutti gli aspetti della strategia commerciale, delle nozioni tecniche sul reparto, fino alle indicazioni per una efficiente organizzazione del lavoro. Considerata la più efficace, la formazione on the job è quella privilegiata anche a livello manageriale, ricondotta sempre a situazioni di vita lavorativa quotidiana. Inoltre, prosegue Pisoni: Stiamo introducendo degli strumenti di e-learning basati su test condotti nei vari ambiti formativi, sia per la formazione di legge che per quella di mestiere e manageriale. Alcuni dei moduli elaborati verranno consegnati a coloro che entrano in azienda, come una presentazione, mentre altri mirano allo sviluppo di competenze di tipo comportamentale, anche con il sostegno di società esterne, e permettono di avere un controllo e uno storico della formazione erogata. L introduzione di queste metodologie è favorito dalla propensione, soprattutto dei giovani, a dedicare parte del proprio tempo libero alla formazione, fuori dall orario di lavoro. L iniziativa coinvolge i dipendenti sul tema dell innovazione: tutti, a livello internazionale, vengono stimolati a proporre dei progetti innovativi che possono spaziare in tutti i campi, anche diventando essi stessi imprenditori. I più convincenti vengono poi finanziati, accompagnati e tavolta anche gestiti dal Gruppo Auchan. Accanto alla selezione, una serie di sessioni formative e missioni all estero per valutare realtà particolarmente interessanti. Nel 2012 hanno partecipato un centinaio di dipendenti italiani, quest anno abbiamo una quarantina di progetti, e Auchan li guarda sempre con attenzione per valutare l inserimento di nuovi format e nuovi servizi, conclude Pisoni luglio 2013

15

16 RETAIL di A. Bonaccorsi * Dati aree da: Guida Nielsen Largo Consumo, edizione Luglio 2012 AREA NIELSEN 1 IPERMERCATI: 356 MQ SUPERMERCATI: MQ ALTRI: MQ SUPERMERCATO Via Durio 26 Varallo (Vc) 800 mq Super 5 (Nordinconad) DATA DI APERTURA MAGGIO 2013 LOCATION È nel nuovo quartiere residenziale San Marco. CONCORRENZA Non lontano sono attivi un supermercato Unes e un A&O. LAYOUT È fedele alla tradizione dell insegna. OFFERTA Si può scegliere tra referenze alimentari e non alimentari. SERVIZI Orario: lun-ven 8,00-13,00 e 15,00-19,30; sabato 8,00-19,30; domenica 8,30-12,30. ADDETTI E CASSE Sono state fatte 17 nuove assunzioni. DISCOUNT Via II dicembre 1944, 52R Genova 500 mq Gruppo Sogegross DATA DI APERTURA 23 maggio 2013 LOCATION Sorge sulle alture di Genova Prà, accanto al Palacep, il Consorzio sportivo Pianacci, in Area Pianacci. Conta su un bacino di utenza di residenti. È stato installato un ascensore per facilitare l entrata direttamente dalla vicina piazza. CONCORRENZA Non si confronta con concorrenti diretti nelle immediate vicinanze. LAYOUT Segue le direttive aziendali. OFFERTA Dispone di oltre referenze. SERVIZI Orario: lun-ven 8,30-13,00 e 15,30-19,30; sabato 8,30-19,30; domenica 8,30-12,30. Ha un parcheggio con venti posti auto. ADDETTI E CASSE Dà lavoro a dieci persone. SUPERMERCATO Corso Bagni 81 Acqui Terme (Al) 768 mq Gruppo Finiper DATA DI APERTURA 14 giugno 2013 LOCATION Si trova in centro cittadino, a poche centinaia di metri dalle note Terme di Acqui. CONCORRENZA Non ci sono concorrenti nella stessa area. LAYOUT Riapre dopo brevi lavori di ristrutturazione il pdv che rimane in linea con il format dell insegna, nel pieno rispetto dell ambiente e della filosofia ecosostenibile OFFERTA Conta in assortimento item food e non food. SERVIZI Orario: lun-sab 8,00-20,00; domenica 9,00-13,00. ADDETTI E CASSE Impiega 12 lavoratori. La barriera casse è formata da cinque postazioni. AREA NIELSEN 2 IPERMERCATI: 205 MQ SUPERMERCATI: MQ ALTRI: MQ SUPERSTORE Via Romana 70 Poviglio (Re) mq Nuovo Supermercato Poviglio (Conad Centro nord) DATA DI APERTURA 15 maggio 2013 LOCATION La nuova struttura, che sorge sull area recuperata del vecchio mulino cooperativo, è distante solo 400 metri dal vecchio Conad del paese che ha lasciato il passo al nuovo punto di vendita. CONCORRENZA Non si confronta con insegne concorrenti nelle immediate vicinanze. LAYOUT Rispecchia la tradizionale formula aziendale. All interno dello store è presente la parafarmacia. OFFERTA Numero referenze non disponibile. SERVIZI Orario: lun-sab 8,45-19,45. ADDETTI E CASSE Lo staff è composto da 50 addetti di cui 10 nuovi assunti. IPERMERCATO Via Alcide De Gasperi 80/82 Bassano del Grappa (Vi) mq Gruppo Unicomm (Selex) DATA DI APERTURA 27 giugno 2013 LOCATION È locomotiva alimentare del nuovo shopping center Emisfero che ospita 40 negozi. Il punto di vendita ha un bacino di utenza stimato in abitanti, con un ampia area di attrazione, collocato in posizione strategica in uno degli accessi della strada Statale Gasparona a sud della Valsugana. CONCORRENZA Non sono presenti concorrenti in zona. LAYOUT Si sviluppa su consueto format dell insegna luglio 2013

17

18 RETAIL OFFERTA Trovano spazio oltre referenze alimentari e non alimentari. SERVIZI Orario: lun-sab 8,30-21,00; domenica 9,00-20,00. Ha un parcheggio di posti auto di cui 500 coperti. ADDETTI E CASSE Lo staff del nuovo iper è composto da 100 addetti. In barriera ci sono 16 casse tradizionali più quattro self service. AREA NIELSEN 3 IPERMERCATI: 157 MQ SUPERMERCATI: MQ ALTRI: MQ DISCOUNT Via La Malfa Collesalvetti (Li) 700 mq Gruppo Sogegross DATA DI APERTURA 11 giugno 2013 LOCATION È ubicato a Stagno, una frazione di Collesalvetti. CONCORRENZA Non sono presenti concorrenti in zona. LAYOUT Non si discosta dalla consueta formula aziendale. OFFERTA L assortimento comprende prodotti. SERVIZI Orario: lun-sab 8,00-20,00; domenica 8,00-13,00 e 16,30-20,00. Ha circa 120 posti auto nel parcheggio. ADDETTI E CASSE Sono impiegate 15 persone e conta su tre casse in barriera. SUPERETTE Viale Medaglie d Oro Roma 400 mq Dac srl (Simply Italia-Groupe Auchan) DATA DI APERTURA Giugno 2013 LOCATION Il nuovo punto di vendita è situato in una zona strategica della capitale, a ridosso di Monte Mario. CONCORRENZA Poco distante c è un supermercato delle sorelle Giammona e un pdv La Tradizione. LAYOUT Si sviluppa su pianta rettangolare e segue fedelmente la tradizione dell insegna. OFFERTA In assortimento dispone di prodotti in vendita di cui oltre a marchio Simply. SERVIZI Orario: lun-sab 9,00-21,00; domenica 9,00-20,00. ADDETTI E CASSE Offre un opportunità occupazionale a 15 giovani romani, con un età media di 30 anni. Le operazioni di pagamento sono agevolate da quattro casse tradizionali poste in barriera (tra cui la cassa prioritaria per disabili e donne in gravidanza) NON FOOD GIOCATTOLI Corso Buenos Aires 22 Milano 130 mq Imaginarium DATA DI APERTURA Luglio 2013 LOCATION È ubicato in una via centrale del capoluogo lombardo, ricca di attività commerciali, non lontano da Porta Venezia e dall omonima fermata della metropolitana. CONCORRENZA Poco distante si confronta con la Città del sole. LAYOUT Il nuovo pdv è contraddistinto dalle doppie porte arrotondate, grande per l ingresso degli adulti, piccola per quello dei bambini. Creato come da consuetudine. È stato realizzato su pianta rettangolare. OFFERTA In vendita ci sono articoli per l infanzia. SERVIZI Orario: lun-dom 10,00-20,00. ADDETTI E CASSE Ha un organico formato da sei addetti. Sono attive due casse. PROFUMERIA E COSMESI Corso Italia 51 Fiuggi (Fr) 140 mq Limoni spa DATA DI APERTURA 27 giugno 2013 LOCATION È nella prima periferia della città. CONCORRENZA Non compete con altre insegne in zona. LAYOUT Rimane fedele alla tradizione dell insegna. OFFERTA Dispone di item. SERVIZI Orario: lun-dom 9,00-13,00 e 16,00-20,00. ADDETTI E CASSE Dà lavoro a sei persone. Per i pagamenti sono disponibili due casse. PROFUMERIA E COSMESI Strada statale 11 Padana superiore Vimodrone (Mi) 123 mq Limoni spa DATA DI APERTURA 20 giugno 2013 LOCATION Il punto di vendita è situato all interno del centro commerciale Auchan. CONCORRENZA In galleria è attiva l erboristeria L Isola verde. LAYOUT È realizzato su pianta rettangolare, fedele alle direttive aziendali. OFFERTA Si avvale di articoli in vendita. SERVIZI Orario: lun-sab 9,00-21,30, domenica 9,00-20,00. ADDETTI E CASSE Gli impiegati sono sei e due le casse disponibili luglio 2013

19 RETAIL PROFUMERIA E COSMESI Via Branca 35 Pesaro (Pu) 110 mq Limoni spa DATA DI APERTURA 14 giugno 2013 LOCATION È collocato nella storica e centrale via dello shopping della città. CONCORRENZA Nella stessa zona compete con Profumerie Douglas, Il Fiordaliso di Floriana Schiaratura, Profumeria Beauty and fashion. LAYOUT Come da tradizione dell insegna. OFFERTA In assortimento conta prodotti. SERVIZI Orario: lunedì 16,00-20,00; mart-sab 9,00-13,00 e 16,00-20,00. ADDETTI E CASSE Impiega quattro lavoratori. Dispone di due casse.gli impiegati sono sei e due le casse disponibili. PROFUMERIA E COSMESI Via XX settembre 192 R Genova 27 mq L Occitane DATA DI APERTURA Giugno 2013 LOCATION Si trova nel centro storico del capoluogo ligure, in una via dove sono presenti diversi esercizi commerciali. CONCORRENZA Si confronta con Profumerie Douglas, Profumerie Sbraccia, Caleri, Armonie naturali. LAYOUT Segue i canoni della filosofia aziendale. OFFERTA Sono disponibili in assortimento circa prodotti. SERVIZI Orario: lun-dom 10,00-19,30. ADDETTI E CASSE Ha una squadra di lavoro formata da tre addetti. Per i pagamenti è attiva una cassa. INTIMO Via Tolstoj San Giuliano Milanese (Mi) 42 mq DBApparel DATA DI APERTURA 1 giugno 2013 LOCATION È all interno del centro commerciale Galleria San Giuliano, situato ad angolo con via Emilia. CONCORRENZA Nello stesso centro compete con Yamamay. LAYOUT È in linea con il tipico format dell insegna. OFFERTA Ha in assortimento 339 referenze al netto di varianti taglia e colore. SERVIZI Orario: lun-sab 9,00-21,00; domenica 9,30-20,00. ADDETTI E CASSE Trovano lavoro due impiegati. C è una cassa. 15 luglio

20 SERVIZI L edizione 2013 della Cio Survey, un indagine promossa da HP, Microsoft e Telecom Italia di Enrico Sacchi a razionalizzazione dei costi è ancora un elemento predominante nelle aziende italiane ma sono in crescita le azioni riconducibili a innovazioni di prodotto e servizi. Lo confermano i dati emersi dalla Cio Survey, l indagine sui responsabili IT delle aziende italiane promossa da HP, Microsoft e Telecom Italia e realizzata da NetConsulting. Al centro dell edizione 2013 dell indagine la figura del Cio (chief information officer) e il suo ruolo di innovatore in azienda oltre che di gestore della macchina IT. Il Cio ha un età compresa tra i 46 e i 55 anni, con un anzianità nel ruolo Diverse le prove che le aziende, e il Cio, si trovano ad affrontare. In linea con l inasprimento delle condizioni economiche nazionali e dello scenario mondiale, le principali sfide di business delle aziende che hanno partecipato all attuale edizione della Cio Survey appiuttosto elevata (circa sette anni), un percorso di studi di tipo tecnico-scientifico e un percorso professionale costruito, nella maggior parte dei casi, all interno dell azienda attuale e nella divisione Sistemi Informativi. Il Cio utilizza in maniera diffusa strumenti che permettono il lavoro in mobilità (smartphone, laptop e tablet); tra i social network preferisce e utilizza soprattutto LinkedIn, a supporto del sistema relazionale professionale. Nonostante la necessità di portare innovazione in azienda, è ancora troppo assorbito dall operatività quotidiana, la sua attività si concentra soprattutto sulle attività tipiche della Direzione ICT, nonostante emerga un graduale ampliamento degli impegni che esulano dalla pura ge- stione ICT e un peso crescente delle relazioni con le altre divisioni aziendali - Vendite, Produzione e Marketing soprattutto. È tenuto a misurarsi continuamente con i risultati, nella valutazione dell operato dei Cio prevalgono elementi legati a risultati economico-finanziari e personalimanagerialità, competenze tecnologiche e non solo. IL RUOLO DELL ICT NEI PROCESSI DI INNOVAZIONE AZIENDALE Valori % su totale aziende Totale TLC/Media Servizi-Trasporti Banche Utilities-Energia Assicurazioni Gdo Industria trascurabile molto basso medio elevato molto elevato Approcci eterogenei Varie le strategie utilizzate dalle aziende per portare innovazione al proprio interno, sia in termini di processi aziendali interni, sia nell evoluzione dell offering e delle relazioni con il consumatore. Importante il ruolo svolto dalle società di consulenza strategica in ambito ICT e dalle relazioni continuative con Università e Poli Tecnologici. Fonte: NetConsulting Cio Survey luglio 2013

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa

CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa CIO Survey 2013 Executive Summary Iniziativa promossa da CIO Survey 2013 NetConsulting 2013 1 CIO Survey 2013: Executive Summary Tanti gli spunti che emergono dall edizione 2013 della CIO Survey, realizzata

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico Fattori critici per un successo sostenibile Giugno 2014 Lo scenario macroeconomico Gli indicatori economici recenti segnalano che l economia italiana è ancora in difficoltà. Il trend tendenziale del PIL

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

9 RAPPORTO SOCIALE DI CONAD CENTRO NORD

9 RAPPORTO SOCIALE DI CONAD CENTRO NORD 9 RAPPORTO SOCIALE DI CENTRO NORD Il Rapporto Sociale è la sintesi del Bilancio Sociale di Conad Centro Nord Società cooperativa. Sono entrambi strumenti che vogliono documentare la Responsabilità Sociale

Dettagli

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director Lo scenario dei consumi e del retail in Italia Roberto Galasso Retail Solutions Director Napoli, 9 luglio 2015 Segnali positivi nei primi 5 mesi del 2015 LCC - VARIAZIONI % VALORE / VOLUME 1 RETE CORRENTE

Dettagli

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING Dalla fine degli anni 70 la distribuzione commerciale italiana è stata protagonista di un imponente processo di cambiamento

Dettagli

Workshop Web marketing a supporto dell'internazionalizzazione d'impresa. Reggio Emilia, 10 luglio 2014

Workshop Web marketing a supporto dell'internazionalizzazione d'impresa. Reggio Emilia, 10 luglio 2014 Workshop Web marketing a supporto dell'internazionalizzazione d'impresa Reggio Emilia, 10 luglio 2014 MAURIZIO MENNITI CLIENT MANAGER https://www.linkedin.com/in/mauriziomenniti AGENDA COMMERCIO ELETTRONICO

Dettagli

Andamento dei mercati di Largo Consumo alla luce deil attuale contesto economico

Andamento dei mercati di Largo Consumo alla luce deil attuale contesto economico 1 Largo Consumo: le aspettative e i risultati Il Largo Consumo subisce i contraccolpi di una situazione recessiva: le nostre previsioni sono orientate verso una negatività dei volumi acquistati, in media

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

E-COMMERCE CONSUMER BEHAVIOUR REPORT 2012

E-COMMERCE CONSUMER BEHAVIOUR REPORT 2012 E-COMMERCE CONSUMER BEHAVIOUR REPORT 2012 PERCHÈ UNA RICERCA SULL E-COMMERCE? GLI OBIETTIVI DELL INDAGINE Perché gli utenti decidono di acquistare online? Che cosa acquistano? Attraverso quali canali?

Dettagli

Crisi economica e prospettive dei consumi

Crisi economica e prospettive dei consumi Crisi economica e prospettive dei consumi Le difficoltà di una filiera estremamente importante Angelo Massaro Amministratore Delegato - Italia e Grecia 11 Dicembre, 2013 Il Largo Consumo Confezionato:

Dettagli

Analisi degli acquisti online di prodotti di Cosmetica

Analisi degli acquisti online di prodotti di Cosmetica HUMAN HIGHWAY Ricerca su un campione di popolazione acquirente di Prodotti di Cosmetica «any-channel» Analisi degli acquisti online di prodotti di Cosmetica Marzo 2016 1 Net Retail Q1 2014 Netcomm 1 LE

Dettagli

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO marketing highlights Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO A cura di: Marino Serafino Identificazione del settore Produzione e distribuzione di attrezzature, soluzioni e componenti di arredo

Dettagli

EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY

EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY Per Euronics la scelta di intervenire radicalmente sul proprio portale web è frutto di un cambiamento che mette al centro il presidio delle tecnologie

Dettagli

LA NOSTRA CATEGORIA FOOD

LA NOSTRA CATEGORIA FOOD MELTIN BOX GDOWeek THINKTANK Contest 2014 Progetto di Trade Marketing e Category Management Gruppo Foodastic Martina Ascoli, Anna Frassanito, Lara Mazzoleni, Giulia Moretto, Silvia Travaglini LA NOSTRA

Dettagli

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 Marco Pedroni Presidente Coop Italia Milano,5 Settembre 2013 I numeri di Coop 2012 Cooperative 109 Punti vendita 1.467 di cui Iper 103 MQ Area Vendita

Dettagli

Brochure per fornitori e partner

Brochure per fornitori e partner La grande catena di negozi per tutta la famiglia Brochure per fornitori e partner SOMMARIO Sommario... 3 Il Gruppo CIA Diffusione Abbigliamento... 4 La Rete dei Punti Vendita... 4 I motivi di un successo...

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

E-COMMERCE SEMPRE PIU DIFFUSO, 3 UTENTI DI ALFEMMINILE.COM SU 4 COMPRANO ABITUALMENTE ONLINE

E-COMMERCE SEMPRE PIU DIFFUSO, 3 UTENTI DI ALFEMMINILE.COM SU 4 COMPRANO ABITUALMENTE ONLINE Comunicato Stampa Milano, 27 novembre 2012 E-COMMERCE SEMPRE PIU DIFFUSO, 3 UTENTI DI ALFEMMINILE.COM SU 4 COMPRANO ABITUALMENTE ONLINE Vantaggio economico e facilità nel reperire i prodotti i key driver

Dettagli

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Napoli, 24/09/2014 2 ICE e MPMI: associazioni coinvolte nel progetto

Dettagli

Giancarlo Capitani Presidente NetConsulting³ Il Nuovo Rapporto Assinform 2015: l andamento del mercato ICT

Giancarlo Capitani Presidente NetConsulting³ Il Nuovo Rapporto Assinform 2015: l andamento del mercato ICT Giancarlo Capitani Presidente NetConsulting³ Il Nuovo Rapporto Assinform 2015: l andamento del mercato ICT Il mercato digitale nel 2014 Web e Mobility alla base della digitalizzazione della popolazione

Dettagli

Questo meraviglioso mondo chiamato. Ecommerce

Questo meraviglioso mondo chiamato. Ecommerce Questo meraviglioso mondo chiamato Ecommerce LO SCENARIO La clientela esiste? SHOPPING ONLINE: diamo i numeri - la crescita degli acquisti online in Italia Crescita acquisti online in Italia: anno 2011

Dettagli

La matrice dei consumi - la spesa per consumi nelle principali merceologie per canali di vendita e grandi ripartizioni geografiche

La matrice dei consumi - la spesa per consumi nelle principali merceologie per canali di vendita e grandi ripartizioni geografiche La matrice dei consumi - la spesa per consumi nelle principali merceologie per canali di vendita e grandi ripartizioni geografiche Da un confronto con la situazione fotografata quattro anni fa si evidenzia

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Omnicanalità e negozio del futuro: ecco cosa guiderà l innovazione digitale nel Retail

Omnicanalità e negozio del futuro: ecco cosa guiderà l innovazione digitale nel Retail Omnicanalità e negozio del futuro: ecco cosa guiderà l innovazione digitale nel Retail Le innovazioni di back-end sono le più diffuse e consolidate tra i top retailer; omnicanalità e customer experience

Dettagli

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Laura Volponi International Shopper Insights Director IRI Indice Il contesto modifica le abitudini La parola

Dettagli

L ecommerce B2c e la multicanalità

L ecommerce B2c e la multicanalità L ecommerce B2c e la multicanalità Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano 27 Marzo 2014 Agenda L ecommerce B2c L approccio multicanale L Osservatorio Innovazione

Dettagli

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Montelupo Fiorentino, 20 marzo 2014 Una nuova prospettiva di marketing: dai segmenti di consumo ai meeting - points

Dettagli

E-COMMERCE REPORT EUROPEAN DIGITAL BEHAVIOUR STUDY 2013

E-COMMERCE REPORT EUROPEAN DIGITAL BEHAVIOUR STUDY 2013 2 maggio 2013, Milano E-COMMERCE REPORT EUROPEAN DIGITAL BEHAVIOUR STUDY 2013 Andrea Franchini Head of Research - ContactLab E-Commerce Report European Digital Behaviour Study 2013 by ContactLab European

Dettagli

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 Osservatorio Commercio N IT 231513 I consumi alimentari e non alimentari In un contesto di perdurante perdita di potere d acquisto, si registra una contrazione

Dettagli

TRONY. Profilo dell insegna

TRONY. Profilo dell insegna TRONY Profilo dell insegna Chi è Trony La mission L offerta sul punto vendita E-Commerce e CRM Trony e i fattori di successo Il nuovo modello di vendita L importanza del personale di vendita La comunicazione

Dettagli

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle WHITE PAPER MARZO 2013 Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle modalità di contatto e interazione tra utente e azienda Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente

Dettagli

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Panel agroalimentari Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Dicembre 2007 Introduzione La presente indagine monografica è stata condotta

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma TEMI DELLA LEZIONE I. L EVOLUZIONE DELLA DISTRIBUZIONE A LIVELLO INTERNAZIONALE II.IL QUADRO

Dettagli

di Tiziana C. Aquilani I brand delle insegne cercano e trovano nuove strade di business

di Tiziana C. Aquilani I brand delle insegne cercano e trovano nuove strade di business di Tiziana C. Aquilani I brand delle insegne cercano e trovano nuove strade di business 46 L evoluzione della marca commerciale è guidata da una sempre più sofisticata diversificazione, realizzata in base

Dettagli

LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE. Cristina Botter

LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE. Cristina Botter LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE Cristina Botter CHI SIAMO Trade Business è testata leader del commercio moderno, letto dai protagonisti dell'industria

Dettagli

Sta cambiando qualcosa?

Sta cambiando qualcosa? Andrea Corti, SymphonyIRI Group Fabrizio Pavone, Qberg 1 Lo scenario La Distribuzione Italiana continua ad investire molto nei volantini promozionali (in-store flyers) che vengono distribuiti nei punti

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali *

Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali * Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali * Vincenzo Tassinari ** Abstract Un retailer moderno ed evoluto deve saper innovare ed arricchire il valore dell offerta nella propria

Dettagli

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE

TradeLab per NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE NON FOOD E GDO DESPECIALIZZATA: I PROCESSI DI INTERFACCIA TRA INDUSTRIA E DISTRIBUZIONE Introduzione Il perché della ricerca La presenza di prodotti non alimentari nelle diverse formule della distribuzione

Dettagli

Logistica e grande distribuzione: come valutare l efficacia di un ritiro e di un richiamo. Gianni Di Falco Università Cattolica di Cremona

Logistica e grande distribuzione: come valutare l efficacia di un ritiro e di un richiamo. Gianni Di Falco Università Cattolica di Cremona Logistica e grande distribuzione: come valutare l efficacia di un ritiro e di un richiamo Gianni Di Falco Università Cattolica di Cremona Quali particolarità per il Distributore? Il ciclo economico Produzione

Dettagli

DATI DI SCENARIO trend 2009/2 2012/2

DATI DI SCENARIO trend 2009/2 2012/2 GFK EURISKO PER UNIPRO Analisi di targeting: gli acquirenti di prodotti cosmetici nei principali canali d acquisto. Focus Profumeria SINOTTICA trend 2009/2 2012/2 25 06 2013 LA CURA DI SÉ E IL BENESSERE:

Dettagli

L ARREDO UFFICIO INTELLIGENTE

L ARREDO UFFICIO INTELLIGENTE L ARREDO UFFICIO INTELLIGENTE 8 minuti per fare un buon acquisto INTRODUZIONE Questo e-book è stato ideato dagli specialisti nella progettazione, produzione ed ambientazione di mobili per ufficio. Perché

Dettagli

CAP 11: La gestione dei canali distributivi

CAP 11: La gestione dei canali distributivi CAP 11: La gestione dei canali distributivi La gestione dei canali distributivi 1. I canali distributivi 2. I rapporti con gli intermediari La gestione dei canali distributivi 1. I canali distributivi

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

NET Retail: oltre 100 milioni di nuove esperienze d acquisto online nel 2014

NET Retail: oltre 100 milioni di nuove esperienze d acquisto online nel 2014 COMUNICATO STAMPA Il Net Retail cresce del 24,2% in Italia nell ultimo anno, sono aumentati del 23,4% gli acquirenti abituali e si colloca al 23% la quota di chi negli ultimi sei mesi ha fatto acquisti

Dettagli

articolo http://www.helpconsumatori.it/acquisti/format-confcommercio-il-web-cambia-gli-acquistianche-quelli-tradizionali/85671

articolo http://www.helpconsumatori.it/acquisti/format-confcommercio-il-web-cambia-gli-acquistianche-quelli-tradizionali/85671 Format-Confcommercio: il web cambia gli acquisti, anche quelli tradizionali Il web chiama al cambiamento anche i negozi tradizionali, che dovranno imparare a coinvolgere i clienti creando una esperienza

Dettagli

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY 1 Quasi dimezzate rispetto al 2009 le imprese che considerano la Corporate Responsibility come parte integrante della

Dettagli

IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA

IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA 2 BIO-RETAIL: INDAGINE ISMEA SUL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA - 2014 IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA I n base alle stime

Dettagli

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA NICOLA LASORSA - ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it IL VALORE DEL MERCATO BIO AL CONSUMO IN ITALIA -2014 STIMA DEL MERCATO RETAIL

Dettagli

Risultati indagine: Le aziende e la mobilità sostenibile

Risultati indagine: Le aziende e la mobilità sostenibile Risultati indagine: Le aziende e la mobilità sostenibile Cisalpina Research è il centro studi creato da Cisalpina Tours per rilevare dati e tendenze, opportunità e sfide del mercato dei viaggi d affari.

Dettagli

modus s.r.l Via G. Boccaccio, 50 50133 FIRENZE - Tel. e Fax 055.676048 e- mail: modus@modusricerche.it

modus s.r.l Via G. Boccaccio, 50 50133 FIRENZE - Tel. e Fax 055.676048 e- mail: modus@modusricerche.it Nel settore delle ricerche di mercato per la distribuzione in oltre 25 anni di attività ha sviluppato e consolidato un modus operandi basato sulla ricerca, il confronto e lo scambio di competenze. modus

Dettagli

CARTO PLUS 2008 FEDERCARTOLAI. Le iniziative della. a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1

CARTO PLUS 2008 FEDERCARTOLAI. Le iniziative della. a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1 CARTO PLUS 2008 Le iniziative della FEDERCARTOLAI a favore del settore. La cartoleria nel 3 Millennio 28/02/2008 1 IQS Innovazione Qualità Servizi È l organismo operativo di Federcartolai delegato a :

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 BERGAMO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo

Dettagli

L IMPRENDITORIA GIOVANILE NEL 2013

L IMPRENDITORIA GIOVANILE NEL 2013 L IMPRENDITORIA GIOVANILE NEL Confronto con il 2012 ed il 2008 e focus su amministratori e titolari d azienda febbraio 2014 P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it

Dettagli

quality fashion shop

quality fashion shop quality fashion shop Introduzione quality fashion shop Il MADE IN ITALY è molto più di un marchio, è passione, lavoro, garanzia. Siamo noi, la nostra identità, la nostra cultura, la nostra storia. È l

Dettagli

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway. EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX Evoluzione degli acquisti online degli italiani Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.it NET RETAIL Alcuni indicatori del fenomeno in Italia 16,9 milioni

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

CO.E.S. Compagnia Edil Sanitaria S.p.a.

CO.E.S. Compagnia Edil Sanitaria S.p.a. CO.E.S. COMPAGNIA EDIL SANITARIA S.P.A. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ È stata costituita nel 1965. La filosofia che da sempre anima le strategie di CO.E.S. è la proposta al mercato idrotermosanitario di soluzioni

Dettagli

PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione

PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione INTRODUZIONE Pace e Sviluppo dopo 20 anni di attività come Cooperativa si trova ad essere tra

Dettagli

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo Essere leader nella Green Economy Percorso formativo L urgenza di innovare il modello produttivo e di mercato che ha causato la crisi economica e ambientale che stiamo vivendo, sta aprendo spazi sempre

Dettagli

GRANDE INTERESSE DEI CIO ITALIANI VERSO IL CLOUD: TREND RILEVANTE PER IL

GRANDE INTERESSE DEI CIO ITALIANI VERSO IL CLOUD: TREND RILEVANTE PER IL GRANDE INTERESSE DEI CIO ITALIANI VERSO IL CLOUD: TREND RILEVANTE PER IL 66% Una survey del Politecnico di Milano mostra dati positivi sia per la rilevanza percepita sia per la diffusione dei progetti.

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi 1 Introduzione Nel contesto attuale tutte le organizzazioni, nello svolgimento della propria attività, dovrebbero tener conto delle esigenze espresse dai differenti interlocutori sociali (stakeholder)

Dettagli

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica La linea bio-logici Coop Agenda 1. Coop 3. Il mercato 5. Il consumatore 7. Il marchio bio-logici Coop Coop Dati economici di Coop DATI STRUTTURALI COOP

Dettagli

Annuario R&S 2014. Principali Gruppi italiani della Gdo 2009 2013

Annuario R&S 2014. Principali Gruppi italiani della Gdo 2009 2013 Annuario R&S 2014 Principali Gruppi italiani della Gdo 2009 2013 Confronto fra le monografie pubblicate da R&S sui maggiori Gruppi italiani della Grande distribuzione organizzata nel quinquennio 2009 2013

Dettagli

Progetto: Il radicamento nel territorio come posizionamento distintivo di Coop

Progetto: Il radicamento nel territorio come posizionamento distintivo di Coop Progetto: Il radicamento nel territorio come posizionamento distintivo di Coop IL CONTESTO Coop è inserita, per base sociale e rete di vendita, in territori differenti dal punto di vista culturale, sociale

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Tenuta del consumo di prodotti per la cura del corpo e per il benessere personale. Anche nel periodo a cavallo tra il 2009 e i primi

Dettagli

NET Retail: sono 200 milioni le transazioni online nel corso del 2014

NET Retail: sono 200 milioni le transazioni online nel corso del 2014 COMUNICATO STAMPA Il Net Retail cresce del 22% su base annuale, sono 11 milioni gli acquirenti online abituali (una volta al mese) e si colloca al 23,9% la quota di chi negli ultimi sei mesi ha fatto acquisti

Dettagli

Il rallentamento è naturale

Il rallentamento è naturale ERCATO ACQUE MINERALI Fonte Il rallentamento è naturale Vendita a valore 1.1.994.40 e 0,7% Vendita a volume.7.44.0 l 1,1% Prezzo medio 0, e -0,4% Numero medio referenze per pdv 4 dati: a.t.gennaio 010

Dettagli

ANALISI DI TARGETING: GLI ACQUIRENTI DI PRODOTTI COSMETICI NEI PRINCIPALI CANALI D ACQUISTO

ANALISI DI TARGETING: GLI ACQUIRENTI DI PRODOTTI COSMETICI NEI PRINCIPALI CANALI D ACQUISTO GFK EURISKO PER UNIPRO ANALISI DI TARGETING: GLI ACQUIRENTI DI PRODOTTI COSMETICI NEI PRINCIPALI CANALI D ACQUISTO SINOTTICA trend 2009/2 2012/2 COSMOPROF, Bologna 8 Marzo 2013 LA CURA DI SÉ E IL BENESSERE:

Dettagli

Bank of America Il Mobile Banking

Bank of America Il Mobile Banking Bank of America Il Mobile Banking Questa breve sintesi è solo un supporto alla comprensione del caso e non ne sostitusce la lettura. L analisi del caso avverrà venerdì 11 settembre pomeriggio (le domande

Dettagli

La competitività dei territori italiani nel mercato globale

La competitività dei territori italiani nel mercato globale La competitività dei territori italiani nel mercato globale Zeno Rotondi, Responsabile Ufficio Studi Italia Bologna, aprile 2011 Indice Quadro congiunturale La competitività dei territori e il ritorno

Dettagli

Seminario Distribuzione Moderna. Urbino 15 dicembre 2014

Seminario Distribuzione Moderna. Urbino 15 dicembre 2014 Seminario Distribuzione Moderna Urbino 15 dicembre 2014 agenda La Distribuzione Moderna Il sistema Conad Lo scenario generale e le evoluzioni in corso Le ultime tendenze La Distribuzione Moderna La Distribuzione

Dettagli

IRVAPP ISTITUTO PER LA RICERCA VALUTATIVA SULLE POLITICHE PUBBLICHE FONDAZIONE BRUNO KESSLER. Garanzia Giovani in Trentino

IRVAPP ISTITUTO PER LA RICERCA VALUTATIVA SULLE POLITICHE PUBBLICHE FONDAZIONE BRUNO KESSLER. Garanzia Giovani in Trentino FONDAZIONE BRUNO KESSLER IRVAPP ISTITUTO PER LA RICERCA VALUTATIVA SULLE POLITICHE PUBBLICHE Garanzia Giovani in Trentino Rapporto di monitoraggio 2015 1 Aprile 2014 - Giugno 2015 FBK-IRVAPP in collaborazione

Dettagli

Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia

Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia INTRODUZIONE EXECUTIVE SUMMARY Il cloud computing nelle strategie aziendali Cresce il numero di aziende che scelgono infrastrutture cloud Perché

Dettagli

Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti. (Bob Phibbs)

Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti. (Bob Phibbs) 1 Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti (Bob Phibbs) 2 Via della Conciliazione 3 Via della Conciliazione 4 Negozi vuoti per la contrazione dei consumi Le lunghe code per comprare

Dettagli

DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI. Nota sul ddl 1629. Audizione X Commissione, Senato Roma, 9 luglio 2015

DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI. Nota sul ddl 1629. Audizione X Commissione, Senato Roma, 9 luglio 2015 DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI Nota sul ddl 1629 Audizione X Commissione, Senato Roma, 9 luglio 2015 Confimprese Le Imprese del Commercio Moderno CHI SIAMO Confimprese raggruppa

Dettagli

ALLEGATO 1_Focus Group Milano, 22/03/2013

ALLEGATO 1_Focus Group Milano, 22/03/2013 ALLEGATO 1_Focus Group Milano, 22/03/2013 Al fine di valutare il concept e individuare possibili aree di miglioramento, è stato effettuato un focus group. L'incontro ha visto la partecipazione di 6 persone,

Dettagli

Il Mercato ICT 2015-2016

Il Mercato ICT 2015-2016 ASSINFORM 2016 Il Mercato ICT 2015-2016 Anteprima Giancarlo Capitani Milano, 15 Marzo 2016 ASSINFORM 2016 Il mercato digitale in Italia nel 2015 Il Mercato Digitale in Italia (2013-2015) Valori in mln

Dettagli

L E-commerce per le imprese umbre: Nuove opportunità di vendita in Italia e nel Mondo

L E-commerce per le imprese umbre: Nuove opportunità di vendita in Italia e nel Mondo L E-commerce per le imprese umbre: Nuove opportunità di vendita in Italia e nel Mondo Giulio Finzi Segretario Generale Netcomm Perugia- 15 Dicembre 2011 La nostra missione è contribuire allo sviluppo dell

Dettagli

REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA

REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA Roma 29 settembre 2010 a cura di Danila Negrini - Ufficio Economico Confesercenti Nazionale dati indagine e mappe: BRD consultino-g&o 1. Premessa Vengono di seguito

Dettagli

Conclusioni della diciottesima edizione dello studio NetObserver Europa: I navigatori europei e i brand

Conclusioni della diciottesima edizione dello studio NetObserver Europa: I navigatori europei e i brand NetObserver Europa PER SAPERE TUTTO SUI NAVIGATORI Comunicato stampa Parigi, Marzo 2009 Conclusioni della diciottesima edizione dello studio NetObserver Europa: I navigatori europei e i brand A conclusione

Dettagli

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA Per Il settore in cifre presentiamo il rapporto sulle esigenze formative del settore sicurezza, realizzato da Sicurservizi per conto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E PREVISTE - MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa

Dettagli

DATI AL 31/12/2008. Report

DATI AL 31/12/2008. Report Rilevazione coordinata dei dati in possesso delle Regioni e Province autonome su bambini e adolescenti fuori dalla famiglia in affidamento familiare (a singoli, famiglie e parenti) o accolti nei servizi

Dettagli

Panel Ismea. Struttura dell indagine, metodologia di rilevazione e dettaglio informativo

Panel Ismea. Struttura dell indagine, metodologia di rilevazione e dettaglio informativo Indagini di clima Metodologia Panel Ismea Struttura dell indagine, metodologia di rilevazione e dettaglio informativo I Panel Ismea Ismea conduce sistematicamente delle indagini congiunturali e tendenziali

Dettagli

Indagine trade sulla organizzazione e gestione del reparto pane

Indagine trade sulla organizzazione e gestione del reparto pane Indagine trade sulla organizzazione e gestione del reparto pane PAN&CO ha commissionato all istituto di ricerca Metron un indagine di mercato su più comprendere e interpretare i bisogni, le dinamiche e

Dettagli

Area Studi Mediobanca I maggiori gruppi italiani della Gdo alimentare, 2010-2014

Area Studi Mediobanca I maggiori gruppi italiani della Gdo alimentare, 2010-2014 Area Studi Mediobanca I maggiori gruppi italiani della Gdo alimentare, 2010-2014 In sintesi Il fatturato dei maggiori operatori della Gdo italiana è cresciuto tra 2010 e 2014 dell 1,5%, ma ha ceduto l

Dettagli

FAMIGLIE E RISPARMIO

FAMIGLIE E RISPARMIO COMUNICATO STAMPA Sondaggio realizzato per ACRI da TNS Abacus in occasione della 79ª Giornata Mondiale del Risparmio FAMIGLIE E RISPARMIO Roma, 30 ottobre 2003. La quasi totalità degli italiani riconosce

Dettagli

Discount e Volantini Quali evidenze?

Discount e Volantini Quali evidenze? a cura di Andrea Corti, IRI Fabrizio Pavone, Qberg Introduzione (1) Analisi dal punto di vista EDITORIALE (2) Analisi dal punto di vista GEOGRAFICO (3) Analisi dal punto di vista della COMUNICAZIONE (4)

Dettagli

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia MARKETING La gestione dei canali distributivi Che cosa è un canale distributivo? E un insieme di imprese il cui compito è trasferire un bene fisico o un servizio dal produttore al consumatore, generando

Dettagli

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE pag. 1 Maiora s.r.l. è il soggetto della distribuzione organizzata del Sud Italia, nato nel 2012 dall accordo tra le società Ipa Sud s.p.a. di Barletta e Cannillo s.r.l. di Corato. La sua

Dettagli

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010 Giugno 2010 Premessa L obiettivo dell indagine è stato quello di registrare il sentire delle Aziende Italiane rispetto alla situazione economica attuale e soprattutto quali sono le aspettative per gli

Dettagli

R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA SRL

R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA SRL R.D. ITALIA RACCOLTA DIFFERENZIATA SRL R.D. ITALIA 2 IL VALORE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA Nell attuale scenario, dove la produzione di rifiuti è costantemente in crescita e la cui gestione comporta sempre

Dettagli