Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo"

Transcript

1 Direzione generale per l organizzazione, gli affari generali, l innovazione, il bilancio ed il personale Gara per l affidamento di servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MiBAC C.I.G B33 CAPITOLATO TECNICO - ALLEGATO 1 AL DISCIPLINARE DI GARA

2 INDICE 1. PREMESSA DEFINIZIONI E CONVENZIONI GENERALI CONTESTO DI RIFERIMENTO AMBITO DI INTERVENTO DESCRIZIONE DEI SOTTOSISTEMI SERVER DESCRIZIONE DEL SOTTOSISTEMA RETI SERVIZI OGGETTO DELLA FORNITURA SERVIZIO DI AMMINISTRAZIONE E MONITORAGGIO DELLA RETE SERVIZIO DI GESTIONE E CONDUZIONE SISTEMISTICA E OPERATIVA DEI SISTEMI ESECUZIONE DELL APPALTO MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI SERVIZI COMPOSIZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO LUOGO E ORARIO DEL SERVIZIO REPERIBILITÀ AFFIANCAMENTO E PASSAGGIO DI CONSEGNA PRESA IN CARICO PASSAGGIO DI CONSEGNE FINALE REGOLE GENERALI DI FORNITURA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ RENDICONTAZIONE DELLE ATTIVITÀ LIVELLI DI SERVIZIO QUALITÀ DELLA FORNITURA PIANO DELLA QUALITÀ INDICATORI DI QUALITÀ ARTICOLAZIONE DELL OFFERTA TECNICA RELAZIONE TECNICA PROFILI DELLE RISORSE IMPIEGATE E IDENTIFICAZIONE NOMINATIVA DELLE FIGURE PROFESSIONALI...16 ALLEGATO A. ALLEGATO B. ALLEGATO C. PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI...17 CURRICULA VITAE DELLE FIGURE PROFESSIONALI OFFERTE...24 IDENTIFICAZIONE NOMINATIVA DELLE FIGURE PROFESSIONALI OFFERTE...27 Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 2 di 28

3 1. Premessa Le indicazioni contenute nel presente Capitolato tecnico hanno lo scopo di definire i requisiti minimi della fornitura, i parametri necessari al dimensionamento e all identificazione dei costi, le modalità di erogazione, la qualità e i livelli di servizio. Ogni paragrafo conterrà, se pertinenti, indicazioni minimali riguardo i servizi che il fornitore dovrà garantire nello svolgimento della fornitura dei servizi di supporto al governo, allo sviluppo e alla gestione del Sistema Informativo Nazionale (SIN) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Le informazioni contenute in questo documento costituiscono la base per la formulazione di un offerta tecnico-economica per la fornitura dei servizi suddetti. La Direzione Generale per l Organizzazione, gli Affari generali, l Innovazione, il Bilancio ed il Personale (di seguito DG-OAGIP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (di seguito MiBAC) ha necessità di individuare il contraente per l affidamento del servizio di assistenza nella gestione e nello sviluppo del Sistema Informativo Nazionale (SIN). Oggetto della gara è quindi l acquisizione di figure professionali nella misura, tipologia e articolazione necessarie alla gestione ottimale del Sistema e alla conduzione delle attività evolutive. 2. Definizioni e convenzioni generali Sono utilizzate le seguenti abbreviazioni e sigle: MiBAC: Ministero, Amministrazione: Ministero per i Beni e le Attività Culturali DG-OAGIP: Direzione Generale per l Organizzazione, gli Affari generali, l Innovazione, il Bilancio ed il Personale Collegio Romano: sede della DG-OAGIP in Roma, Via del Collegio Romano 27. SIN-MiBAC: Sistema Informativo Nazionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali SIL-CR: Sistema Informativo Locale della DG-OAGIP presso il Collegio Romano WAN-MiBAC: Rete geografica del Ministero LAN-CR: Rete locale di Palazzo presso il Collegio Romano ISP: Internet Service Provider ASP :Application Service Provider Fornitore: società, impresa o raggruppamento di imprese aggiudicatario della gara Referente MiBAC: responsabile MiBAC per l esecuzione del contratto Responsabile del servizio del Fornitore: referente del Fornitore per l esecuzione del contratto Le sedi dell Amministrazione di cui al presente capitolato, salvo diversa indicazione, si intendono ubicate nel territorio del comune di Roma. Per giorno lavorativo si intendono convenzionalmente i giorni della settimana dal lunedì al venerdì, esclusi i giorni considerati festività nazionale in Italia. Per orario lavorativo si intende convenzionalmente il periodo dalle ore 8.00 alle di qualunque giorno lavorativo ( comprensivo di 1 ora di pausa ), su due turni per la copertura dell orario( turno di 8 ore + pausa), l Amministrazione si riserva di variare le turnazioni presentate secondo necessità. Per orario di servizio si intende convenzionalmente il periodo compreso tra le ore 7.00 e le ore di qualunque giorno lavorativo. La lingua utilizzata per tutte le comunicazioni ed i servizi di cui al presente capitolato è la lingua italiana, salvo casi particolari espressamente accettati dall Amministrazione Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 3 di 28

4 3. Contesto di riferimento Il Sistema Informativo Nazionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (SIN-MiBAC) è costituito dalle risorse e dai beni informatici distribuiti geograficamente sul territorio nazionale in circa 600 uffici centrali e periferici ad oggi interconnessi telematicamente alla intranet dell Amministrazione. Il SIN-MiBAC è funzionale alla erogazione sia di servizi informatici di utilità comune a tutta l utenza interna all Amministrazione, sia di servizi informativi offerti al cittadino, alle imprese e ad altre Pubbliche Amministrazioni. Si distinguono all interno del Ministero anche Sistemi Informativi Locali (SIL), di supporto esclusivamente all utenza afferente ai singoli uffici centrali e periferici. La Direzione Generale per l Organizzazione, gli Affari generali, l Innovazione, il Bilancio ed il Personale con sede nel Palazzo di Via del Collegio Romano 27 in Roma, svolge i ruoli principali di indirizzo, sviluppo ed erogazione di servizi informativi alle strutture del Ministero mediante il Sistema Informativo Nazionale SIN-MiBAC. Nel Data center della sede del Collegio Romano, oltre l infrastruttura telematica funzionale alla erogazione dei servizi del Sistema Informativo Locale (SIL) della DG-OAGIP e degli altri Uffici ivi ubicati, afferiscono le infrastrutture funzionali alla erogazione sia dei servizi intranet che di Internet Service Provider (ISP) per accesso sicuro ad Internet e di Application Service Provider (ASP), offerti a livello nazionale all utenza interna che il collegamento per il sistema di posta elettronica, ubicato presso il fornitore esterno. 3.1 Ambito di intervento Il luogo dove vengono erogati i servizi richiesti è il Data-center SIN, ubicato presso la Sede del Collegio Romano i servizi ICT di carattere trasversale. I servizi erogati dal Data-center SIN si possono classificare in: servizi istituzionali al cittadino, imprese e llae altre Pubbliche Amministrazioni; servizi alla collettività MiBAC (tutti gli uffici centrali e periferici) afferente alla Intranet; servizi verticali per l utenza afferente alla LAN di Palazzo del Collegio Romano. Le attuali infrastrutture del Data-center SIN, comprendono un area funzionale denominata Centro Controllo Reti e Sistemi, che soprintende alla gestione dei sistemi e delle infrastrutture tecnologiche del Data-center SIN e ai servizi di monitoraggio e configurazione della rete geografica del MiBAC e della LAN di Sede. Presso il Centro Controllo Reti e Sistemi operano sia personale interno e sia professionalità esterne. Il Centro di Controllo Reti e Sistemi, gestisce: il Sistema Informativo Nazionale del Ministero (SIN-MiBAC), che include: Il Sistema Centrale presso il Collegio Romano (SC-CR) La rete geografica del Ministero (WAN-MiBAC). il Sistema Informativo Locale della DG-OAGIP presso il Collegio Romano (SIL-CR) che include: Il Sistema della DG-OAGIP e degli altri Uffici presso il Collegio Romano La rete locale di Palazzo presso il Collegio Romano (LAN-CR) La finalità del Centro Controllo Reti e Sistemi é di assicurare le funzioni di: - conduzione tecnica dei sistemi elaborativi che erogano i servizi del sistema informativo nazionale e locale al Collegio Romano; - conduzione tecnica delle infrastrutture del Centro Stella Rete Geografica del MiBAC e LAN di Palazzo del Collegio Romano; - gestione e applicazione delle politiche di sicurezza infrastrutturali, di rete, dei sistemi, delle postazioni di lavoro, di accesso ai servizi; - monitoraggio dei servizi di trasporto dati; - help desk di II livello, per le problematiche riferibili ai sistemi e le infrastrutture in conduzione; - implementazione, sperimentazione e test di strumenti software a supporto delle attività di network, system & desktop management; Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 4 di 28

5 - attività progettuale per miglioramenti ed estensioni relative ad architetture telematiche, in ambito LAN e WAN anche per le tematiche relative alla Sicurezza Informatica; - supporto on-site all utenza finale del Collegio Romano. Inoltre, il Centro Controllo Reti e Sistemi, fornisce supporto ed assistenza ai gruppi di lavoro, costituiti presso la DG-OAGIP, per specifici progetti informatici per l evoluzione e l adeguamento del SIN-MiBAC è alle nuove esigenze. Nei paragrafi seguenti sono sinteticamente descritte le caratteristiche dei sottosistemi tecnologici di riferimento Descrizione dei sottosistemi server A fine di erogare i servizi applicativi per tutta l utenza afferente al SIN-MiBAC, in qualità di ISP e ASP, il Data-center SIN della DG-OAGIP è strutturato funzionalmente nelle seguenti aree, ognuna caratterizzata da misure adeguate a garantire i necessari livelli di qualità e di sicurezza che le tipologie di servizio erogate necessitano: area Centro Servizi Internet (CSIe); area Centro Servizi intranet (CSia); Ad ognuna di tale aree afferiscono sistemi elaborativi (server) impiegati per l erogazione dei servizi offerti centralmente. I sistemi elaborativi presenti presso il Collegio Romano sono basati, principalmente, su infrastruttura hardware modulare di tipologia blade, composta di 2 IBM Blade Center H-Chassis ospitanti 14 eserver X21 e 13 eserver HS22V, e da 8 sistemi server di tipologia rack (HP; Fujitsu Siemens) I sistemi di memorizzazione sono basati su architettura di Storage Fibre Channel di tipo SAN (EMC 2 CX3-20 e CX4-240 e VNX) in grado di ospitare circa 50TB di dati. La soluzione di backup è realizzata con un sistema di memorizzazione su infrastruttura Storage SAN su tecnologia EMC2. L ambiente elaborativo poggia sul sistema di virtualizzazione, VMware (Versione Infrastructure 4), dotato di un server di gestione dedicato. Il numero delle macchine virtuali installate su di esso, che può a variare di alcune unità in accordo con le esigenze dell Amministrazione, é di 400 serventi alla data del presente capitolato. Sull infrastruttura suddetta sono ospitati circa 400 siti web che la DG-OAGIP gestisce in qualità di ISP per l Amministrazione. La consistenza numerica dei siti presenti, per ambienti software di riferimento è pari a: Ambiente Open source (linux; Mysql, Apache): n siti: 323 Ambiente Microsoft (Windows; SQL, IIS): n siti: 77 L entità e la distribuzione dei server virtuali per piattaforma di sistema é riportata nella seguente tabella 1 Tabella 1 - Distribuzione dei server virtuali afferenti al Centro Servizi Sistema operativo n. Microsoft Windows Server Microsoft Windows Server Microsoft Windows 2000 Advanced Server 6 Microsoft Windows XP Professional 4 Red Hat Enterprise Linux 52 N.SUSE Enterprise Linux Debian Linux TOTALE 400 Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 5 di 28

6 Descrizione del Sottosistema reti Le infrastrutture telematiche che realizzano il Centro Stella della Rete geografica del MiBAC sono sotto il dominio di amministrazione della DG-OAGIP e sono rappresentate in Figura 1. Figura 1 - Infrastrutture telematiche del Centro Stella della Rete Geografica del MiBAC Il Centro di Controllo Reti e Sistemi soprintende al monitoraggio, anche con l eventuale supporto di terze parti, di tutte le attività volte alla configurazione e alla costante verifica della corretta operatività delle infrastrutture di rete, comprese le risorse delle Rete Privata Virtuale (RPV) Dati/Fonia/Immagini all interno del dominio SPC. L entità e la distribuzione per tipologia, degli elementi di rete ubicati presso il Collegio Romano, sono sinteticamente riportati in tabella 2 Tabella 2 - Elementi di rete ubicati presso il Collegio Romano Sistema Centrale: Elementi di rete di proprietà del Ministero Centro Stella rete geografica del MiBAC e LAN di Palazzo della Sede Apparato Modello Quantità Impiego Switch Ly 3 Cisco Catalyst Centro stella VLAN Switch Ly 3 Cisco Catalyst Attestazione PdL Piano terra e CED Firewall Fortinet Firewall in clustering - protezione perimetrale Firewall Fortinet 3040B 2 Firewall in alta affidabilità - protezione perimetrale Router Cisco Router per servizio riprese filmati video/dirette Switch Ly 2 Cisco Catalyst Attestazione PdL piani LAN di Palazzo Switch Ly 2 Cisco Catalyst Attestazione PdL piani LAN di Palazzo Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 6 di 28

7 4. Servizi oggetto della fornitura L oggetto della fornitura è costituito dall insieme delle attività volte a garantire la piena operatività dei sistemi che costituiscono il SIN-MiBAC descritto nel presente Capitolato, fatta eccezione dei sistemi di posta elettronica, secondo i livelli di servizio definiti nel seguito del presente documento. La durata delle attività relative alla fornitura è di 12 (dodici) mesi a decorrere dalla data di inizio attività. L'Amministrazione si riserva la facoltà, ai sensi dell art. 57, comma 5, lett. b), del D.Lgs. n. 163/2006 di ricorrere alla procedura negoziata per la ripetizione di servizi analoghi allo stesso contraente del presente appalto per una durata massima di 24 (ventiquattro), tramite comunicazione da farsi alla Società almeno un mese prima del termine del contratto, mediante raccomandata AR o posta elettronica certificata. Il servizio comprende le attività di supporto sistemistico, meglio dettagliate nei paragrafi seguenti, necessarie al corretto mantenimento della funzionalità dei sistemi e della rete e la corretta erogazione dei servizi ICT, per gli ambienti descritti, secondo le necessità, i livelli di qualità e le regole di sicurezza definiti dalla Amministrazione. Il servizio comprende la gestione e applicazione delle politiche di sicurezza, orientate alla realizzazione e governo delle contromisure di tipo tecnologico volte alla difesa perimetrale e di contenuto del sistema informativo coerentemente agli obiettivi ed alla politica per la sicurezza fissati dall Amministrazione nel proprio contesto organizzativo e procedurale. Poiché il Data center Collegio Romano eroga servizi a tutta dell Amministrazione, la gestione delle sicurezza logica dovrà comprendere anche la sicurezza dei servizi comuni al SIN-MiBAC nel suo complesso e la conformità a quanto stabilito in ambito SPC e, in generale, dalla legislazione vigente. Inoltre, è richiesto il supporto all Amministrazione nella pianificazione e governo delle attività di sviluppo, installazione e messa in produzione di nuovi sistemi, prodotti e configurazione di ambienti. Tali attività oggetto dell appalto comprendono i seguenti servizi: - amministrazione sistemistica e monitoraggio della rete - gestione e conduzione sistemistica e operativa dei sistemi 4.1 Servizio di amministrazione e monitoraggio della rete Il servizio dovrà garantire la corretta funzionalità dei servizi di rete e il funzionamento degli apparati di rete gestiti dal Data-center SIN. Il servizio oggetto della fornitura riguarda i seguenti ambiti d intervento: - gestione del sistema di trasporto dei dati, controllo ed analisi delle prestazioni e del traffico di rete; - gestione delle configurazioni delle apparecchiature; - controllo del funzionamento dei servizi di rete (trasferimento di file, emulazione terminale virtuale, accesso a world wide web, accesso a news, collegamento a Internet, hosting e mirroring dei server Web, collegamento a Banche Dati esterne; erogazione dei servizi di indirizzamento, domain name service, directory service; gestione della sicurezza, crittografia, firma digitale); - risoluzione di malfunzionamenti e ripristino delle funzionalità del servizio e degli apparati di rete; - monitoraggio delle prestazioni e dei parametri significativi della qualità della rete; - interventi periodici programmati per garantire il buon funzionamento dei sistemi, aggiornamenti alle nuove versioni rilasciate dalle case costruttrici; - configurazione di nuovi apparati di rete; - gestione di soluzioni per il Network Management su piattaforme Open Source e Windows; - gestione dei dispositivi per la sicurezza perimetrale dell Amministrazione (Firewall, VPN, ecc); - gestione dei sistemi di controllo dei contenuti trasmessi sulla rete (content filtering) e preposti a contrastare la diffusione dei codici malevoli (content security); - gestione dei sistemi di rilevazione delle intrusioni (IDS-Intrusion Detection System). Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 7 di 28

8 4.2 Servizio di gestione e conduzione sistemistica e operativa dei sistemi Il servizio dovrà assicurare la completa gestione di tutte le risorse di elaborazione proprie dei sistemi nel loro complesso e tutte le attività necessarie a mantenere in efficienza ed operativi tutti i siti web dell Amministrazione ospitati nel Data-center SIN. Il servizio oggetto della fornitura riguarda i seguenti ambiti d intervento: - conduzione operativa ed esercizio dei sistemi del Data-Center; - gestione della configurazione delle componenti hardware e software (configuration management); - ottimizzazione e controllo delle configurazioni, dei sistemi gestiti (security host hardening). - controllo delle prestazioni dei sistemi e dei livelli di servizio (monitoring & control); - ottimizzazione delle prestazioni delle componenti dei sistemi (tuning); - manutenzione delle componenti di software di base e di ambiente ed attuazione delle attività preventive finalizzate a mantenere funzionanti ed in piena efficienza i sistemi oggetto del servizio; - esecuzione e configurazione degli aggiornamenti necessari al software di base e di ambiente; - riproduzione e distribuzione degli aggiornamenti software conseguenti agli interventi di manutenzione; - assistenza e supporto sistemistico ad altre Terze parti, incaricate dell Amministrazione, per la conduzione del sistema informativo; - gestione delle richieste d intervento, controllo della tempestività ed efficacia degli interventi di manutenzione correttiva di altre Terze parti, per tutto l iter operativo, fino alla soluzione del problema; - installazione, personalizzazione e messa in funzione di nuovi sistemi; - gestione dei backup/restore dei dati di sistema e delle basi dati (salvataggi periodici delle configurazioni e dei dati necessari al corretto ripristino dei sistemi) e gestione dei supporti di salvataggio; - ripristino di programmi, archiviazione dati, conversioni di dati tra diversi formati di memorizzazione e/o gestione, estrazione di dati da banche dati, migrazioni di software su differenti piattaforme hardware; - creazione e gestione utenze per l accesso ai servizi erogati sulla rete e sui sistemi del SIN-MiBAC; - help desk sistemistico di II livello - test di prodotti hardware e software; - assistenza tecnica e sistemistica per il mantenimento e la gestione dei servizi di pubblicazione ed erogazione dei siti e supporto tecnico all aggiornamento e alle eventuali modifiche alla struttura dei siti anche a seguito di manutenzioni evolutive. - supporto ed assistenza tecnica e sistemistica per la pubblicazione di documenti e contenuti ad ampliamento delle varie sezioni dei siti già esistenti; - monitoraggio e gestione dei server di back-end e di front-end che ospitano i siti web. - manutenzione evolutiva degli ambienti di back-end su cui poggiano i siti web; - monitoraggio della qualità di erogazione dei servizi forniti e delle performance dei sistemi; - redazione della documentazione e mantenimento dei registri relativi alle attività oggetto della fornitura. - implementazione, monitoraggio e verifica dell efficacia delle misure di sicurezza; - risposta agli eventi di sicurezza rilevati e tempestiva attivazione dei processi di escalation per il supporto decisionale in presenza di eventi che possano compromettere la sicurezza dei sistemi o dei dati in essi presenti. - Supporto all Amministrazione per l aggiornamento delle politiche di sicurezza, analisi e valutazione di soluzioni di business continuity e disaster recovery, updating e upgrading delle versioni dei prodotti di sicurezza, assistenza in caso di intrusioni ed infezioni, analisi e produzione di report sulla base dei log dei dispositivi gestiti; - Supporto all Amministrazione per i progetti di l evoluzione delle architetture tecnologiche, il dimensionamento dei sistemi e della rete e la sperimentazione di nuove tecnologie. Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 8 di 28

9 5. Esecuzione dell appalto Nell esecuzione delle attività contrattualmente previste il Fornitore si impegna a rispettare i principi di assicurazione e di gestione della qualità della norma EN ISO 9001 rispetto alla quale é richiesto il possesso della certificazione e quanto riportato nel Piano di Qualità. Il fornitore dovrà predisporre il Piano di Qualità relativo alle attività di gestione, la cui versione iniziale sarà proposta nell offerta tecnica, in cui saranno indicate: la descrizione dei servizi previsti; la descrizione delle strutture organizzative e delle responsabilità interessate al servizio; l organizzazione delle risorse in termini di ruoli, competenze, responsabilità e interfacce per il controllo e l assicurazione di qualità; le regole per l attività di verifica e di controllo per la registrazione dei consuntivi. Le successive versioni o revisioni del Piano della Qualità saranno redatte dal Fornitore in funzione delle variazioni intervenute e dovranno recepire le eventuali osservazioni dell Amministrazione. L Amministrazione si riserva la facoltà di richiedere una nuova versione o revisione del Piano di Qualità, ogni volta che lo reputi opportuno. E richiesto che il Fornitore nomini un Responsabile del Servizio, con la responsabilità degli aspetti tecnici e contrattuali relativi alla Fornitura e lo svolgimento delle attività delle risorse impiegate. Ai fini della regolamentazione degli accessi alle sedi del Ministero il personale del Fornitore dovrà attenersi alle disposizioni indicate dall Amministrazione in merito all utilizzo ed all esposizione dei badge di ingresso/riconoscimento. 5.1 Modalità di erogazione dei servizi I servizi oggetto della fornitura saranno erogati in modalità continuativa. Con tale termine si intende la modalità di erogazione di una prestazione da parte dell esecutore, senza soluzione di continuità a partire dalla data di inizio della fornitura. Per l erogazione della prestazione, l esecutore dovrà garantire, per tutta la durata del contratto, la presenza di un gruppo di lavoro, che svolgerà le attività presso la sede dell Amministrazione. Sarà cura del Fornitore presentare mensilmente un rapporto, per l approvazione e accettazione dell'amministrazione, contenente i dati di consuntivo del mese trascorso, in merito a: - relazione delle attività svolte; - presenze dei componenti il Gruppo di lavoro; - valori degli indicatori di qualità del servizio registrati (esplicitati nei paragrafi seguenti); I servizi dovranno essere svolti con la massima cura e diligenza da parte del Fornitore, che si impegna, in caso di interruzione del servizio, a ripristinare lo stesso nel più breve tempo possibile e comunque entro i tempi indicati nei relativi livelli di servizio. I servizi dovranno essere espletati garantendo il corretto funzionamento di tutte le componenti oggetto della conduzione operativa ed eliminando le possibili cause di disservizio. La necessità di intervento sarà attivata da piani di attività programmati o da segnalazioni provenienti dai Responsabili del Ministero che indicano l esigenza da soddisfare o l eventuale disservizio. Il Fornitore in caso di modifiche sull hardware o sul software, dovrà tempestivamente verificare in ambiente di prova la correttezza delle modifiche apportate, aggiornare le configurazioni relative e notificare le modifiche ai Responsabili del Ministero. Il Fornitore prende atto che, nel corso dell erogazione dei servizi, l introduzione di nuove tecnologie a fronte delle evoluzioni in ambito ICT potrà comportare variazioni del contesto tecnologico di inizio fornitura e si impegna ad erogare i servizi richiesti adeguando le conoscenze del personale impiegato nell erogazione dei servizi, senza alcun onere aggiuntivo per l' Amministrazione. L offerta deve indicare esplicitamente le modalità con cui il Fornitore intende erogare i servizi richiesti ed inoltre proporre eventuali miglioramenti organizzativi, funzionali, operativi rispetto ai requisiti minimi indicati nel presente Capitolato Tecnico. Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 9 di 28

10 Il Fornitore può migliorare complessivamente il servizio con attività/strumenti a valore aggiunto. In ogni caso l offerta deve dettagliare le proposte atte a garantire la presenza del nucleo minimo di personale richiesto presso il Ministero. Saranno valutate come migliorative soluzioni che garantiscano un migliore presidio del Fornitore Composizione del Gruppo di lavoro I servizi sono dimensionati per tutta la durata contrattuale secondo la seguente ripartizione in giorni/persona per figura professionale, che costituisce una stima indicativa, formulata al meglio delle conoscenze attuali. Figura professionale Numero di figure professionali (Quantità minima) Numero complessivo giorni persona stimati (GG/PP) Sistemista senior specializzato in Networking Sistemista senior - ambienti Microsoft e VMware Sistemista senior - ambiente Open Source Sistemista junior Networking Sistemista junior - ambienti Microsoft e VMware Sistemista junior - ambiente Open Source Un Sistemista senior, individuato fra le figure di Sistemista senior specializzato in Networking e di Sistemista senior in ambienti Microsoft e VMware, dovrà svolgere le mansioni di capo progetto coordinatore di tutto il gruppo di lavoro assicurando all Amministrazione la funzione di unico punto di raccordo per il corretto funzionamento di tutti i servizi erogati. I requisiti minimi richiesti per ciascuna figura professionale, sono indicati in Allegato A - Profili professionali richiesti. Tale stima potrà subire delle variazioni in diminuzione e in aumento, in nessun caso i valori indicati possono rappresentare un vincolo per l Amministrazione. In ogni caso le variazioni in aumento non potranno comportare alcun incremento di spesa, ma dovranno trovare compensazione in corrispondenti variazioni in diminuzione di altre figure professionali all interno dello stesso gruppo di lavoro. Il dimensionamento del gruppo di lavoro deve essere dichiarato in sede di offerta per tutte le attività e il fornitore dovrà esplicitare in offerta il numero di gg/pp e la tariffa giornaliera per ciascuna figura professionale proposta per l esecuzione del servizio. Si ritiene opportuna la presenza continuativa dello stesso personale per tutta la durata della fornitura, le eventuali sostituzioni di personale durante l esecuzione della medesima dovranno essere concordate preventivamente con l Amministrazione, dietro presentazione ed approvazione dei curriculum, nel rispetto dei requisiti minimi richiesti per ciascuna figura professionale ovvero in possesso di requisiti analoghi a quelli indicati in offerta ove superiori a quelli minimi richiesti. La sostituzione richiederà un adeguato periodo di affiancamento per la risorsa entrante, non inferiore a 5 giornate lavorative il cui costo sarà interamente a carico del Fornitore. In caso di indisponibilità del personale a causa di forza maggiore, il fornitore dovrà proporre all approvazione del Ministero la sostituzione con personale in possesso di professionalità ed esperienza non inferiore a quelle del personale indisponibile, entro e non oltre cinque giorni lavorativi. La sostituzione dovrà poi essere operativa dal giorno successivo all approvazione da parte dell Amministrazione Luogo e Orario del servizio Il servizio dovrà essere erogato presso la sede del Ministero sita in via del Collegio Romano, 27 in Roma. Saltuariamente potrà essere necessario effettuare attività presso altre sedi del Ministero ubicate nel comune di Roma. Il Fornitore, fermo restando il rispetto dell orario giornaliero del personale fissato in otto ore lavorative, deve assicurare il presidio dei sistemi e della rete, dal lunedì al venerdì, nella seguente fascia oraria Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 10 di 28

11 minima: dalle ore 09:00 alle ore 18:00 Il Fornitore potrà formulare, nella Relazione Tecnica, un proprio modello di presenza oraria dei componenti del Gruppo di lavoro, presso i locali dell Amministrazione, anche con presidio esteso dalla ore 08:00 alle ore 19:00, che sarà oggetto di valutazione tecnica da parte dell Amministrazione. L'Amministrazione potrà richiedere interventi sia fuori dell orario ordinario sopraindicato che nei giorni di sabato, domenica e festivi infrasettimanali dandone comunicazione al Responsabile del Servizio del Fornitore con preavviso minimo di due giorni lavorativi. Le attività fuori orario saranno consuntivate su base oraria di effettiva erogazione avranno il riconoscimento, per ciascuna professionalità impiegata, del corrispettivo orario convenzionalmente calcolato secondo la formula: tariffa oraria = (tariffa giornaliera contrattuale in fascia ordinaria) / 7 Eventuali erogazioni di giornate con orario ridotto, sempreché concordate o accettate senza penali dall'amministrazione comporteranno una fatturazione ridotta ovvero un successivo recupero (ove il recupero venga concordato al di fuori della fascia ordinaria non si procederà a compensazione tariffaria). La fatturazione ridotta su base oraria sarà calcolata con le medesime modalità sopraindicate Reperibilità Deve essere previsto un regime di reperibilità, per attività di intervento straordinarie o di emergenza in orari al di fuori di quelli standard previsti. A tal fine l'impresa formulerà nella Relazione Tecnica un proprio modello di reperibilità che sarà oggetto di valutazione tecnica da parte dell Amministrazione. Si precisa che, il suddetto modello dovrà garantire il servizio in reperibilità H24 per intervento da remoto in casi di necessità o di emergenza, per almeno 1 unità di personale. Le tabelle delle turnazioni del personale in reperibilità dovranno essere comunicate all Amministrazione. 6. Affiancamento e passaggio di consegna 6.1 Presa in carico A decorrere dalla data di firma del contratto, è prevista una fase transitoria, della durata massima di 30 giorni solari, durante la quale l Amministrazione consentirà al Fornitore di addestrare il proprio personale alla presa in carico dei servizi oggetto della fornitura. In tale periodo, il Fornitore non avrà alcun diritto di remunerazione e percepirà i corrispettivi stabiliti nel Contratto solo a partire dal momento in cui tale periodo di avviamento avrà fine. L Amministrazione garantirà la presenza di personale esperto, che potrà essere sia dell Amministrazione stessa che di terzi da essa designati. Durante tale fase transitoria la responsabilità delle operazioni continuerà ad essere in capo al Fornitore uscente. Il Fornitore dovrà in ogni caso essere in grado di prendere in carico i servizi anche in assenza di affiancamento con il Fornitore uscente. L Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare il periodo di presa in carico sino ad un massimo di ulteriori 10 giorni. In tal caso, il periodo di proroga rientrerà nel periodo contrattuale di fornitura e sarà remunerato secondo i corrispettivi stabiliti nel Contratto. La conclusione del periodo di avviamento e l inizio delle attività del Fornitore verrà comprovata dalla redazione di un apposito verbale che verrà sottoscritto dai rappresentanti del Fornitore e dell Amministrazione. A partire dalla data di termine del periodo di presa in carico, il Fornitore sarà tenuto all erogazione del servizio e partirà la misura degli SLA contrattuali, nonché il pagamento dei corrispettivi, così come previsti da contratto. Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 11 di 28

12 Per tre mesi, la misura degli SLA sarà utilizzata a fine di tuning per una corretta impostazione delle attività contrattuali e non saranno applicate penali per SLA rientranti nell ambito della fascia del 10% rispetto al target. Successivamente la misura degli SLA dovrà considerarsi pienamente operativa anche ai fini di monitoraggio della fornitura e del calcolo delle penali, così come da capitolato. Le modalità svolgimento e la relativa pianificazione del periodo di presa in carico, dovranno essere concordate con l Amministrazione anche sulla base delle proposte, ove accettate, che il Fornitore potrà fare in sede di offerta. L attività di Presa in carico del servizio potrà comprendere, a titolo esemplificativo: a) Organizzazione del servizio; b) Raccolta documentazione tecnica c) Inserimento dei prestatori d opera nell ambiente di lavoro;. d) Affiancamento per il trasferimento delle conoscenze dal fornitore uscente; 6.2 Passaggio di consegne finale A conclusione del contratto il Fornitore s impegna ad affiancare per 30 giorni solari il personale del fornitore subentrante per favorire il passaggio di consegne. Tale attività sarà svolta durante gli ultimi 2 mesi di esecuzione contrattuale. Il Fornitore si impegna a consegnare al termine del contratto le infrastrutture e i sistemi gestiti in piena efficienza operativa e conformi ai requisiti di sicurezza richiesti per norma o regolamento e, fin d ora, a collaborare con l eventuale subentrante per il periodo di presa in carico del sistema, fornendo tutte le istruzioni, le informazioni e la documentazione aggiornata, necessarie per l espletamento del servizio. Il Fornitore, in particolare, è tenuto a : a) consegnare all Amministrazione tutta la documentazione tecnica a corredo; b) fornire al personale del nuovo Fornitore e all Amministrazione, il trasferimento del know-how (sia tecnico che applicativo) sulle attività condotte; c) assistere, anche on-site, il Fornitore subentrante per la presa in carico dei servizi; d) rendere disponibili i dati e gli archivi dei documenti al Fornitore subentrante; 7. Regole generali di fornitura I servizi oggetto della fornitura dovranno essere erogati nel rispetto dei livelli di servizio indicati nel presente capitolato. Il codice applicativo, eventualmente sviluppato nell ambito delle attività del contratto, è di esclusiva proprietà dell Amministrazione e il fornitore si impegna a consegnare il codice sorgente all Amministrazione e a non mantenere copie dello stesso ovvero ad utilizzarlo per fini non espressamente autorizzati dall Amministrazione. Nel corso della durata del contratto il Fornitore, a fronte di attività che abbiano un impatto sulla documentazione esistente, dovrà provvedere contestualmente al relativo aggiornamento. La documentazione tecnica, sarà consegnata all Amministrazione, senza oneri aggiuntivi, ogni qual volta questo ne faccia richiesta e comunque al termine del periodo contrattuale. La documentazione dovrà essere prodotta utilizzando il pacchetto Microsoft Office salvo diversa richiesta dell Amministrazione; e consegnata in formato elettronico e, ove richiesto, cartaceo. 7.1 Pianificazione delle attività Il Fornitore dovrà predisporre e mantenere costantemente aggiornata la pianificazione di tutte le attività, articolata nei seguenti documenti: - Piano di Lavoro che comprende la descrizione e la pianificazione delle attività di carattere generale, del piano di affiancamento ad inizio fornitura e piano di trasferimento di know how; - Piano della Qualità che comprende la descrizione e la pianificazione delle attività di assicurazione della qualità; A fronte di nuove pianificazioni autorizzate, dovrà essere predisposta una nuova versione dei relativi Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 12 di 28

13 Piani. L Amministrazione dovrà approvare i Piani sopra citati ed ogni loro aggiornamento. Non è prevista approvazione per tacito assenso. Il Piano di Lavoro Generale che comprende la descrizione e la pianificazione delle attività di carattere generale, del piano di affiancamento ad inizio fornitura e piano di passaggio delle consegne a fine fornitura, dovrà essere consegnato entro 10 giorni lavorativi dalla data di stipula del Contratto. Al termine di ogni bimestre, entro 5 giorni lavorativi dal termine del bimestre di riferimento, il Fornitore dovrà aggiornare il Piano di Lavoro Generale ove applicabile, per l approvazione da parte dell Amministrazione. 7.2 Rendicontazione delle attività Al termine di ogni mese, entro il quinto giorno lavorativo del mese successivo al mese di riferimento, il Fornitore dovrà trasmettere all Amministrazione il riscontro delle attività svolte sia per le attività pianificate che per le richieste di intervento, differenziate per tipologia di servizio, in grado di rappresentarne gli impegni, le attività svolte, i tempi impiegati. Le rendicontazioni debbono contenere tutti gli elementi necessari a verificare l'andamento del servizio e le informazioni utili a ricavare lo stato di avanzamento delle attività oggetto della fornitura. in conformità a quanto contenuto nel Piano di Lavoro ed il rispetto dei livelli di servizio. In particolare devono contenere: - La descrizione delle attività in corso e/o completate nel periodo; - L elenco nominativo del personale impiegato dal fornitore con l indicazione del profilo professionale; - il dettaglio dei giorni o frazioni di giorno impiegati da ciascuna risorsa per ogni attività svolta nel periodo di riferimento; - la misura dei livelli di servizio applicabili ed evidenza di eventuali non conformità e relative penali. Inoltre dovranno essere riportate: - la situazione complessiva delle risorse impiegate dall inizio del contratto in riferimento ai massimali contrattuali per tipologia professionale; - il corrispettivo maturato a fronte delle attività svolte nel periodo a cui si riferisce la rendicontazione; - il totale dei corrispettivi erogati dall inizio del contratto. La rendicontazione dei livelli di servizio dovrà avvenire secondo modalità e report il cui dettaglio sarà concordato con l Amministrazione. L approvazione dei Rendiconti determinerà l attivazione del processo di fatturazione. L Amministrazione può richiedere il rendiconto, anche parziale e prima della scadenza prevista, al fine di verificare lo stato delle attività ed eventuali azioni correttive laddove si dovessero manifestare delle criticità e il Fornitore di impegna a presentarlo entro due giorni solari dalla richiesta. 7.3 Livelli di servizio Il fornitore deve impegnarsi a garantire l erogazione della fornitura nel rispetto dei livelli di servizio (LdS) e degli indicatori riportati nei paragrafi seguenti. In caso di eventuali inadempienze, imputabili al fornitore, saranno applicate le penali di cui ai successivi paragrafi. Codice LdS Livello di servizio Metrica Soglia di accettazione Modalità di calcolo LDS.01 Puntualità di aggiornamento dei Piano di Lavoro Generale al termine di ogni bimestre Giorni X< 5 giorni Scostamento tra data effettiva di consegna e la data prevista del quinto giorno lavorativo successivo al bimestre di riferimento X = Data.effettiva Data.prevista Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 13 di 28

14 LDS.02 LDS.03 Puntualità di consegna del Rendiconto delle attività svolte, al termine di ogni mese Turn over del personale (tutte le sostituzioni non richieste dall Amministrazione, salvo cause di forza maggiore) Giorni X< 5 giorni Scostamento tra data effettiva di consegna e la data prevista del quinto giorno lavorativo successivo al mese di riferimento X = Data.effettiva Data.prevista % X<20% Percentuale del numero di sostituzioni rispetto al numero totale di risorse del Gruppo di lavoro nel periodo di riferimento (anno solare) X=(N.sostituzioni/N.risorse)*100 LDS.04 Presenza di personale del Fornitore negli orari previsti o richiesti contrattualmente Numero assenze <=2 Sommatoria delle assenze di tutti i componenti il Gruppo di lavoro, non preventivamente autorizzate dall Amministrazione, registrate nel periodo di riferimento (mese solare) 8. Qualità della fornitura Nell esecuzione delle attività contrattualmente previste il Fornitore dovrà: - rispettare i principi di assicurazione e di gestione della qualità della norma EN ISO 9001 rispetto alla quale si richiede la certificazione; - attenersi ed essere conforme a quanto previsto dal Piano della Qualità riportato all interno del Piano di Lavoro Generale e dal proprio Sistema di Gestione della Qualità. 8.1 Piano della Qualità Il Piano della Qualità definisce le caratteristiche qualitative cui deve sottostare l intera fornitura e sarà sottoposto all approvazione dell amministrazione contestualmente all approvazione del Piano di Lavoro Generale. Il Piano della Qualità dovrà essere aggiornato a seguito di significativi cambiamenti di contesto in corso d opera o comunque su richiesta, ogni qualvolta l Amministrazione lo reputi opportuno e deve essere riconsegnato aggiornato a livello di intero documento, e non per le sole parti variate, con evidenza delle modifiche effettuate. Il Piano della Qualità dovrà essere consegnato entro 10 giorni lavorativi dalla data di stipula del contratto. Nel caso in cui l Amministrazione formalizzi rilievi a fronte dei quali occorra apportare variazioni di contenuto, il documento aggiornato dovrà essere consegnato entro 10 giorni lavorativi dalla formalizzazione dei rilievi. L approvazione del Piano della Qualità deve sempre essere esplicita e non può essere per tacito assenso. Finché esso non è approvato valgono gli indicatori di qualità presenti in Capitolato, eventualmente migliorati dall offerta. Il Piano della Qualità Generale dovrà essere concordato con i responsabili dall Amministrazione, recependo le eventuali osservazioni. In caso di non approvazione si rimanda agli obblighi previsti nelle norme contrattuali. 8.2 Indicatori di qualità Per gli indicatori di qualità si fa riferimento a quanto riportato nelle tabelle del paragrafo Livelli di servizio. Nel caso in cui il Fornitore produca, in sede di offerta, degli indicatori di qualità aggiuntivi rispetto a quelli previsti e/o valori di soglia migliorativi di quelli richiesti e accettati dall Amministrazione, tale nuovo profilo di qualità potrà assunto, a discrezione dall Amministrazione, come base di riferimento per il Piano della Qualità Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 14 di 28

15 Si precisa che il mancato rispetto del valore di soglia degli indicatori aggiuntivi proposti dal Fornitore in sede di offerta ed accettati dall Amministrazione, comporterà inadempimento contrattuale Le modalità di calcolo e gli algoritmi applicati per i singoli indicatori di qualità, fermo restando i requisiti di misura espressi per ciascuno di essi, dovranno essere indicati nel Piano di Qualità proposto dal Fornitore. Il Fornitore è tenuto a rendicontare i risultati della misurazione di tutti gli indicatori di qualità per tutta la durata contrattuale attraverso report trimestrali. Durante l intero periodo contrattuale ciascun indicatore di qualità potrà essere riesaminato su richiesta dell Amministrazione. Tale riesame potrà derivare da nuovi strumenti di misurazione non disponibili alla data di stipula del Contratto e/o dall adeguamento delle metodiche atte alla rilevazione dei singoli indicatori di qualità che sono risultate non efficaci. Trimestralmente, entro 10 giorni lavorativi dalla fine del trimestre di riferimento, in ottemperanza di quanto previsto nel Piano di Qualità, deve essere prodotto e/o aggiornato il documento Rapporto Indicatori di qualità della fornitura. Riepilogo degli indicatori di qualità Codice Livello di servizio Periodicità Penale applicata LdS LDS.01 LDS.02 LDS.03 LDS.04 Puntualità di aggiornamento dei Piano di Lavoro Generale al termine di ogni bimestre Puntualità di consegna del Rendiconto delle attività svolte, al termine di ogni mese Turn over del personale (tutte le sostituzioni non richieste dall Amministrazione, salvo cause di forza maggiore) Presenza di personale del Fornitore negli orari previsti o richiesti contrattualmente Bimestrale Mensile Annuale Mensile 500 per ogni giorno di ritardo eccedente il valore di soglia 100 per ogni giorno di ritardo eccedente il valore di soglia 500 per ogni punto percentuale eccedente il valore di soglia 500 per ogni giorno di assenza eccedente il valore di soglia 9. Articolazione dell offerta tecnica I documenti relativi all Offerta Tecnica che il Fornitore dovrà predisporre sono i seguenti: Relazione Tecnica; Profili delle risorse impiegate. Identificazione nominativa delle figure professionali (da presentare in busta chiusa) Per la predisposizione di ognuno di essi, il concorrente si dovrà attenere alle indicazioni riportate nel seguito. 9.1 Relazione Tecnica La Relazione tecnica dovrà necessariamente contenere tutti gli elementi necessari per la valutazione dell offerta. Gli argomenti esposti devono descrivere in modo completo e dettagliato, ed in conformità ai requisiti indicati dal Capitolato Tecnico, i servizi offerti, secondo la struttura espositiva sottoindicata: 1. Illustrazione della proposta complessiva, con la descrizione dell approccio e della metodologia utilizzata nello svolgimento del servizio, in aderenza a quanto richiesto nel capitolato tecnico 2. Illustrazione della proposta tecnico-organizzativa per il servizio di gestione e conduzione sistemistica e operativa dei sistemi 3. Illustrazione della proposta tecnico-organizzativa per il servizio amministrazione sistemistica e Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 15 di 28

16 monitoraggio della rete 4. Illustrazione della proposta tecnico-organizzativa per la gestione e valutazione degli aspetti di sicurezza informatica inerenti le attività oggetto del servizio 5. Descrizione del modello di presenza oraria dei componenti del gruppo di lavoro e del modello di reperibilità proposti 6. Descrizione dei periodi di affiancamento e passaggio di consegne sia in avvio (presa in carico) che a conclusione del contratto (passaggio di consegna finale) 7. Descrizione della ripartizione dei servizi/attività oggetto della fornitura tra le unità operative dell azienda concorrente ovvero tra le aziende raggruppande e le loro unità operative, in caso di RTI, consorzio, subappalto o avvalimento; 8. Descrizione dell organizzazione proposta per l esecuzione delle attività: descrizione della articolazione della struttura organizzativa e del sistema dei ruoli che il concorrente si impegna ad utilizzare per eseguire le attività ed integrare tutti i servizi richiesti 9. Descrizione delle soluzioni proposte per garantire la flessibilità organizzativa nell erogazione dei servizi, necessaria a fronteggiare situazioni di instabilità e mutevolezza dei requisiti e/o di variazioni nel contesto normativo e/o eventi imprevisti 10. Illustrazione degli eventuali livelli di qualità e/o di servizio migliorativi rispetto alle prestazioni minimali indicate nel Capitolato tecnico. Esporre una Tabella riassuntiva di tutti gli indicatori di qualità proposti, con evidenziazione in grassetto di tutti quelli migliorativi o aggiuntivi rispetto a quanto previsto nel capitolato tecnico. Il documento non dovrà superare le 70 pagine, esclusi indice e copertine. 9.2 Profili delle risorse impiegate e Identificazione nominativa delle figure professionali I profili professionali e le competenze minime, a pena di esclusione, delle risorse per l erogazione dei servizi sono brevemente illustrati in Allegato A - Profili professionali richiesti del presente Capitolato. Per ognuna delle figure professionali offerte dovrà essere presentato, seguendo le procedure previste nel Disciplinare di gara, un curriculum sintetico, in forma anonima, redatto in conformità allo schema del modulo "Allegato B - Curricula vitae delle figure professionali offerte ". In tale modo i curricula sono in forma anonima, con l obbligo di inserire in busta chiusa sigillata, seguendo le procedure previste nel Disciplinare di Gara, la corrispondenza nominativa dei profili offerti utilizzando il modulo Allegato C - Identificazione nominativa delle figure professionali offerte. Il Responsabile Unico del Procedimento Luciano Russo Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 16 di 28

17 Allegato A. Profili professionali richiesti In questo allegato vengono brevemente illustrati i profili professionali e le competenze minime a pena di esclusione delle risorse per l erogazione dei servizi. Ai fini della partecipazione alla gara, i requisiti minimi indicati per ciascuna figura professionale, devono essere stati conseguiti alla data di presentazione dell offerta di Gara. Le certificazioni professionali devono essere state conseguite, a pena di esclusione, presso aziende autorizzate ad emetterle. Il Fornitore si impegna a fornire tutti gli elementi necessari affinché l Amministrazione possa verificare direttamente le esperienze dichiarate. Per ognuna delle figure professionali offerte dovrà essere presentato (seguendo le procedure previste nel Disciplinare di gara) un curriculum sintetico, in forma anonima, redatto in conformità allo schema del modulo "Allegato B - Curricula vitae delle figure professionali offerte". In tale modo i curricula sono in forma anonima, con l obbligo di inserire in busta chiusa sigillata (seguendo le procedure previste nel Disciplinare di Gara) la corrispondenza nominativa dei profili offerti utilizzando il modulo Allegato C al Capitolato Tecnico Identificazione nominativa delle figure professionali offerte. Fermo il necessario possesso dei requisiti minimi, sui precisa che: - il possesso di eventuali certificazioni ulteriori, sarà oggetto di valutazione da parte dell'amministrazione, purché inerenti il profilo professionale richiesto, nei limiti di quanto previsto nel Disciplinare di gara; - eventuali competenze aggiuntive saranno valutate, nei limiti di quanto previsto nel Disciplinare di gara, prioritariamente se inerenti a prodotti e/o a componenti dei sistemi oggetto del servizio e, in misura minore, se riferiti a altri prodotti o componenti non oggetto del servizio. Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 17 di 28

18 Sistemista Senior Sistemista Senior specializzato in Networkig Titolo di studio - Anzianità lavorativa Certificazioni Esperienze lavorative Conoscenze Laurea in discipline tecnico-scientifiche - Anzianità di almeno 5 anni di cui almeno 3 anni nella funzione oppure Diploma scuola media secondaria superiore - Anzianità di almeno 10 anni di cui almeno 5 anni nella funzione. Possesso di almeno una delle seguenti certificazioni Cisco: CCNA, CCNP Possesso di almeno una delle seguenti certificazioni Fortinet: FCNSA, FCNSP Partecipazione a gruppi di progetto di grandi/medie dimensioni, con esperienza nei seguenti ambiti: - Esperienza su apparati di rete e software di networking presenti sul mercato. - Problem solving operativo, di orientamento al risultato, di coordinamento di gruppi di lavoro e di integrazione in gruppi compositi - Gestione della sicurezza delle reti - Ottimizzazione delle prestazioni dei componenti di rete Progettazione e realizzazione architetture complesse o di rete Configurazione, tuning e monitoraggio di apparati di rete e software quali Router, Switch, Firewall, Access Point, Bilanciatori, IPS, IDS, Proxy Metodologie di verifica funzionale e di benchmarking prestazionali, da applicare a nuovi prodotti e tecnologie, delle problematiche di sicurezza Metodologie e tecniche relative alla sicurezza informatica con particolare riferimento alle reti Configurazione e gestione delle politiche di sicurezza dei dispositivi firewall Conoscenza approfondita delle tecniche di eliminazione delle vulnerabilità dei sistemi di rete Configurazione e gestione servizi DHCP, DNS Ottima conoscenza piattaforme di monitoraggio (HP Openview, Nagios) Conoscenza approfondita di: Protocolli di rete, Architettura di rete TCP/IP, Protocolli di routing, Sistemi di network management Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 18 di 28

19 Sistemista Senior specializzato in ambienti Microsoft e VMware Titolo di studio - Anzianità lavorativa Certificazioni Esperienze lavorative Conoscenze Laurea in discipline tecnico-scientifiche - Anzianità di almeno 5 anni di cui almeno 3 anni nella funzione oppure Diploma scuola media secondaria superiore - Anzianità di almeno 10 anni di cui almeno 5 anni nella funzione. Possesso di almeno una delle seguenti certificazioni VMware: VCP4, VCP5 Possesso di almeno una delle seguenti certificazioni MS: MCSA, MCSE, MCITP Partecipazione a gruppi di progetto di grandi/medie dimensioni, con esperienza nei seguenti ambiti: - Architetture dei sistemi piattaforma di virtualizzazione, sistemi operativi, DBMS, applicazioni web, prodotti e tecnologie HW/SW presenti sul mercato - Gestione della sicurezza degli ambienti operativi - Ottimizzazione delle prestazioni dei componenti - Amministrazione di sistemi Windows per un periodo di almeno 2 anni Progettazione di dettaglio e conduzione di sistemi operativi complessi assicurando il loro aggiornamento periodico Ottimizzazione, gestione e tuning delle risorse hardware Configurazione e gestione apparecchiature HW Enclosure, Server blade, Server tradizionali e Storage Configurazione e gestione piattaforme e sistemi Microsoft Windows con conoscenza approfondita (installazione, personalizzazione e gestione) di: - Windows 2000/2003 Server e Advanced Server - Windows 2008 R2 Standard e Enterprise - Microsoft SQLServer Sistemi di virtualizzazione VMWare in ambienti Enterprise (VMWare Virtual Infrastructure) con conoscenza approfondita (installazione, personalizzazione e gestione) in ambienti complessi con Storage interconnesse in SAN Metodologie e tecniche di backup/restore dei dati in ambiente virtualizzato Metodologie e tecniche relative alla sicurezza informatica Conoscenza approfondita delle tecniche di eliminazione delle vulnerabilità dei sistemi Conoscenza di: Protocolli di rete, Architettura di rete TCP/IP, Protocolli di routing, Sistemi di network management Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 19 di 28

20 Sistemista Senior specializzato in ambienti Open Source Titolo di studio - Anzianità lavorativa Esperienze lavorative Conoscenze Laurea in discipline tecnico-scientifiche - Anzianità di almeno 5 anni di cui almeno 3 anni nella funzione oppure Diploma scuola media secondaria superiore - Anzianità di almeno 10 anni di cui almeno 5 anni nella funzione. Partecipazione a gruppi di progetto di grandi/medie dimensioni, con esperienza nei seguenti ambiti: - Architetture dei sistemi e piattaforma di virtualizzazione, dei sistemi operativi, di DBMS, di applicazioni web, di prodotti e tecnologie HW/SW presenti sul mercato - Gestione della sicurezza degli ambienti operativi - Ottimizzazione delle prestazioni dei componenti Progettazione di dettaglio e conduzione di sistemi operativi complessi assicurando il loro aggiornamento periodico Ottimizzazione, gestione e tuning delle risorse hardware Configurazione e gestione apparecchiature HW Enclosure, Server blade, Server tradizionali e Storage Configurazione e gestione piattaforme e sistemi Linux in ambienti virtualizzati Conoscenza approfondita (installazione, personalizzazione e gestione) di: - principali distribuzioni Linux SUSE, RedHat, Debian; - DBMS MySQL, PostgreSQL; - Web/Application server Apache/Tomcat, JBoss. Conoscenza approfondita dei linguaggi Php, Perl Metodologie e tecniche di backup/restore dei dati in ambiente virtualizzato Metodologie e tecniche relative alla sicurezza informatica Conoscenza approfondita delle tecniche di eliminazione delle vulnerabilità dei sistemi Conoscenza di: Protocolli di rete, Architettura di rete TCP/IP, Protocolli di routing, Sistemi di network management Servizi sistemistici del Sistema Informativo Nazionale MIBAC Capitolato tecnico Pagina 20 di 28

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2a alla lettera d invito QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE GARA A LICITAZIONE PRIVATA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Indirizzo Via Giovanni Paisiello, 14 I-47043 Gatteo a Mare (FC) Italy Mobile +39 348 58 02 012

Indirizzo Via Giovanni Paisiello, 14 I-47043 Gatteo a Mare (FC) Italy Mobile +39 348 58 02 012 Dati Anagrafici Profilo Data e luogo di nascita 25 Maggio 1971, Cesenatico (FC) Nazionalità Italiana Indirizzo Via Giovanni Paisiello, 14 I-47043 Gatteo a Mare (FC) Italy Mobile Email Durante una carriera

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Termini del servizio La funzione dell Help Desk è quella di assicurare il mantenimento delle caratteristiche ottimali di funzionamento della

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Art. 1 Oggetto Il presente modulo di assunzione di responsabilità (di seguito

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO e CAPITOLATO D ONERI

CAPITOLATO TECNICO e CAPITOLATO D ONERI CAPITOLATO TECNICO e CAPITOLATO D ONERI 1 Indice CAPITOLATO TECNICO PREMESSE p. 4 Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE p. 5 Art. 2 OGGETTO p. 5 Art. 3 PREZZO p. 6 CAPO I STRUTTURA DEL SERVIZIO Art. 4 ASSISTENZA

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia Servizio della Pianificazione

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 597 del 23/01/2012 Proposta: DPG/2012/462 del 13/01/2012 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL PROPRIO PATRIMONIO INFORMATIVO E DEL PROPRIO KNOW-HOW IMPRENDITORIALE. SERVIZI CREIAMO ECCELLENZA Uno dei presupposti fondamentali

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli