Dalla fisica alla finanza: l econofisica e i suoi temi di ricerca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dalla fisica alla finanza: l econofisica e i suoi temi di ricerca"

Transcript

1 GUIDO MONTAGNA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA DIPARTIMENTO DI FISICA NUCLEARE E TEORICA & I.U.S.S. I.N.F.N. SEZIONE DI PAVIA Dalla fisica alla finanza: l econofisica e i suoi temi di ricerca Dipartimento di Matematica e Fisica Università Cattolica del Sacro Cuore Brescia La Fisica oltre la Fisica 27 marzo 2006

2 Cos è l econofisica L econofisica è l applicazione dei metodi tipici della fisica allo studio del mercato finanziario, considerato come un sistema complesso. H.E. Stanley Boston University Medaglia Boltzmann 2004 For his influential contributions to several areas of statistical physics Physica A 285 (2000) 1 Exotic statistical physics, with applications to biology, medicine and economics 2

3 La profezia di Majorana E importante quindi che i principi della meccanica quantistica abbiano portato a riconoscere (oltre ad una certa assenza di oggettività dei fenomeni) il carattere statistico delle leggi ultime dei processi elementari. Questa conclusione ha reso sostanziale l analogia fra fisica e scienze sociali, tra le quali è risultata un identità di valore e di metodo. E. Majorana Il valore delle leggi statistiche nella fisica e nelle scienze sociali Scientia 36 (1942) 58 3

4 Le radici e la storia dell econofisica R. Brown (1827), L. Bachelier (1900), A. Einstein (1905), P. Langevin (1908), N. Wiener (1923), K. Ito (1944) : la nascita dei processi stocastici e del calcolo stocastico. Premio Nobel per l economia nel 1997 a M. Scholes e R. Merton, per il modello di Black&Scholes-Merton. Anni 80: la borsa diviene telematica oggi: articoli pubblicati su Nature, Physica A, Physical Review E, Physical Review Letters, European Physical Journal B e nuove riviste come Quantitative Finance 1997: ``... il settore finanziario ha dato lavoro al 48% dei nuovi Ph.D. in matematica e fisica..., Nature 393 (1998) : La European Physical Society riconosce l econofisica come nuova area di ricerca oggi: vengono pubblicati libri di testo da prestigiose case editrici oggi: nascono corsi universitari di econofisica e percorsi di formazione professionalizzanti post-laurea (Master). 2003: premio Nobel per l economia a R. Engle (laurea in fisica, Ph.D. in finanza). 2005, luglio: simposio su fisica e finanza a Berna 4

5 Due Nobel in economia The Bank of Sweden Prize in Economic Sciences in Memory of Alfred Nobel 1997 for a new method to determine the value of derivatives" Robert C. Merton Myron S. Scholes The Bank of Sweden Prize in Economic Sciences in Memory of Alfred Nobel 2003 "for methods of analyzing economic time series with time-varying volatility (ARCH)" Robert F. Engle III 5

6 L econofisica e i libri di testo (1/2) W. Paul and J. Baschnagel - Stochastic Processes from Physics to Finance, Springer J. Voit - The Statistical Mechanics of Financial Markets, Springer 6

7 L econofisica e i libri di testo (2/2) R.N. Mantegna and H.E. Stanley - An Introduction to Econophysics: Correlations and Complexity in Finance, Cambridge University Press J.P. Bouchaud and M. Potters -Theory of Financial Risk and Derivative Pricing: from Statistical Physics to Risk Management, Cambridge University Press 7

8 I corsi post-laurea 1. Master in Finanza computazionale e gestione del rischio Università di Modena e Reggio Emilia 2. Scuola Europea di Studi Avanzati in Methods for management of complex systems, con Master internazionale in Complexity and its interdisciplinary applications IUSS, Pavia 3. Master in Metodologie e modelli per la finanza quantitativa Università di Milano 8

9 Didattica post-laurea e sbocchi professionali Corsi tipici Probabilità e statistica Elementi di economia Metodi computazionali classici e moderni Analisi di serie storiche e data mining Dinamica dei sistemi complessi Teoria della finanza e finanza computazionale Sbocchi professionali Banche Società di gestione del risparmio e di intermediazione mobiliare Società di assicurazioni e di consulenza 9

10 Il moto browniano R. Brown, botanico scozzese (1827) Grani di materia, sia organici che inorganici, in sospensione in un liquido sono soggetti a un moto caotico, a zig-zag. Fenomenologia: 1. Il moto è molto irregolare, e la traiettoria sembra non avere tangente in alcun punto 2. Due particelle appaiono muoversi indipendentemente 3. La composizione e la densità delle particelle non ha alcun effetto 4. Più piccole le particelle, più attivo il moto 5. Meno viscoso il fluido, più attivo il moto 6. Più elevata la temperatura, più attivo il moto 7. Il moto non cessa mai 8. Aumentando la risoluzione del miscroscopio e variando la scala di osservazione, si osserva un moto simile (auto-similarita o invarianza di scala) 10

11 La teoria di Einstein (1905) According to the molecular kinetic theory of heat, bodies of microscopically-visible size suspended in a liquid will perform movements of such magnitude that they can be easily observed in a microscope It is possible that the movements to be discussed here are identical with the so-called Brownian molecular motion : however, the information available to me regarding the latter is so lacking in precision, that I can form no judgement in the matter. A. Einstein Annalen der Physik 17 (1905)

12 La gaussiana che si allarga nel tempo σ 2 = 2Dt D = k B T 6πηr 12

13 Il Nobel per la fisica a J.B. Perrin (1926) k B = R N Numero di Avogadro The Nobel Prize in Physics 1926 his work on the discontinuous structure of matter Jean Baptiste Perrin Traiettorie di una particella Browniana registrate da Perrin a intervalli di secondi. Da J.B. Perrin, Les Atomes,

14 Bachelier e il random walk (1900) 1900: Louis Bachelier, allievo di H. Poincarè, sviluppa nella sua tesi di dottorato Théorie de la Spéculation il modello del random walk per spiegare l andamento di titoli scambiati nella borsa di Parigi, cinque anni prima dell interpretazione di Einstein del moto browniano. Δx L. Bachelier Ann. Sci. Ecole Norm. Super. 17 (1900) 21 14

15 L equazione di Langevin (1908) m d 2 x dx = 6πηr dt 2 dt + X X = 0 x 2 x 0 2 = 2 k B T 6πηr t P. Langevin Comptes. Rendues 146 (1908)

16 Processi di Wiener e invarianza di scala (1923) N. Wiener Journal of Math. and Phys. 2 (1923)

17 L analogia fisica e finanza Posizione particella browniana Andamento indice finanziario 17

18 La distribuzione lognormale dei prezzi (1965) ds = µsdt + σsdw d lns = ( µ σ 2 /2)dt + σdw P.A. Samuelson Industrial Management Review 6 (1965) 13 18

19 I derivati finanziari: le opzioni Compra l opzione A B Vende l opzione A acquistare/vendere (call) (put) prezzo di consegna X limite massimo di esercizio (maturità) T americana, europea, B? Prezzo equo? 19

20 Il modello Black&Scholes (1973) Mediante un opportuna combinazione di azioni S e di opzioni O è possibile costruire un portafoglio privo di rischio, da cui O t + rs O S + σ 2 2 S 2 2 O S 2 = ro F. Black and M. Scholes Journal of Political Economics 72 (1973)

21 Opzioni e integrale sui cammini(1/3) Δt t 0 t = t + ( n + 1) Δt 0 p( x, t x0, t0) = dx1 L dxn p( x, t xn, t Δt) L p( x1, t0 + Δt x0, t0) O call = e r(t t 0 ) dz p(z,t z 0,t 0 ) max[ X e z ] z lns P. Darbyshire PhysicsWorld 18 (2005) 25 21

22 Opzioni e integrale sui cammini (2/3) Δ = O S Γ = 2 O S 2 V = O σ θ = O t G. Montagna, N. Moreni, O. Nicrosini Physica A 310 (2002)

23 Opzioni e integrale sui cammini (3/3) G. Bormetti et al. Quantitative Finance 6 (2006) 55 23

24 I dati finanziari ad alta frequenza oggi: ~ 0.5 Terabyte di dati 24

25 Analisi empirica dei dati finanziari (1/2) Variazioni 1min indice S&P Levy Dati Gaussiana B.B. Mandelbrot J. Business 36 (1963) 394 R.N. Mantegna and H.E. Stanley Nature 376 (1995) 46 25

26 Analisi empirica dei dati finanziari (2/2) Variazioni 5min 1000 titoli NYSE V. Plerou et al. Phys. Rev. E 60 (1999) 6519 Distribuzione Student-t Distribuzione di Levy troncata Distribuzione di Tsallis 26

27 Variazioni giornaliere indice Dow-Jones La volatilità L. Borland et al. ArXiv:cond-mat/ to appear in Wilmott Magazine Moto browniano gaussiano Modelli a volatilità stocastica Modelli ARCH/GARCH Modelli multifrattali Possibili ricadute su gestione del rischio finanziario! 27

28 Correlazioni e networks (1/2) d ij = 2( 1 ρ ) ij i,j = indici dei titoli 100 azioni più capitalizzate dei mercati USA G. Bonanno, F. Lillo and R.N. Mantegna Quantit. Finance 1 (2001) 96 Tecnologia Finanza Energia Consumi 28

29 Correlazioni e networks (2/2) Dati reali NYSE Modello teorico 1071 titoli NYSE G. Bonanno et al. Phys. Rev. E 68 (2003)

30 Modelli ad agenti dei mercati finanziari Mercato finanziario = sistema auto-organizzato composto da agenti che operano in assenza di informazione esogena, al solo scopo di massimizzare il proprio capitale. G. Caldarelli, M. Marsili and Y.C. Zhang Europhys. Lett. 40 (1997)

31 Per saperne di più F. Lillo, S. Miccichè and R.N. Mantegna Econofisica: il contributo dei fisici allo studio dei sistemi economici Il Nuovo Saggiatore 21 (2005) 68 G.L. Vasconcelos A guided walk down Wall Street: an introduction to econophysics Braz. J. Phys. 34 (2004) 1039 [arxiv:cond-mat/ ] A.B. Schmidt Quantitative finance for physicists: an introduction Elsevier,

32 Conclusioni e prospettive L econofisica è un nuovo campo di ricerca interdisciplinare dove i metodi propri della fisica statistica e teorica possono essere applicati con successo. In questo campo l Italia vanta gruppi di ricerca molto attivi e pienamente inseriti nella comunità internazionale. L approccio dei fisici consiste sia in ricerche di tipo empirico che nello sviluppo di modelli teorici ed aspira ad essere complementare all attività di economisti, matematici e statistici. L econofisica, e in generale la scienza dei sistemi complessi, può contribuire alla formazione di nuove figure professionali e avere ricadute dirette ed interessanti nel mondo del lavoro. 32

33 Slide aggiuntive 33

34 La volatilità Heston model Dati A.A. Dragulescu and V.M. Yakovenko Quantit. Finance 2 (2002)

35 Il mercato finanziario dopo un crash N(t) [( t + τ) 1 p τ 1 p ] Legge di Omori Dopo un forte terremoto Dopo il crash 19 ottobre 1987 F. Lillo and R.N. Mantegna Phys. Rev. E 68 (2003)

36 L econofisica e i sistemi complessi Science 284 (1999) 79 36

37 Le impronte digitali dei sistemi complessi Legge di Zipf Legge di Gutenberg-Richter Legge di Pareto M.E.J. Newman Power laws,.. arxiv:cond-mat/

Che cos è l econofisica? La didattica e la ricerca in econofisica a Pavia

Che cos è l econofisica? La didattica e la ricerca in econofisica a Pavia GUIDO MONTAGNA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA DIPARTIMENTO DI FISICA NUCLEARE E TEORICA I.N.F.N. SEZIONE DI PAVIA guido.montagna@pv.infn.it Che cos è l econofisica? La didattica e la ricerca in econofisica

Dettagli

G I A N L U C A C A S S E S E

G I A N L U C A C A S S E S E G I A N L U C A C A S S E S E DIPARTIMENTO DI STATISTICA Università Milano Bicocca U7-2081, via Bicocca degli Arcimboldi, 8, 20126 Milano - Italy DATI ANAGRAFICI E INFORMAZIONI GENERALI: Luogo e data di

Dettagli

La formazione dei fisici in finanza computazionale: l'esperienza del Master di Modena. Franca Manghi http://s3.infm.it

La formazione dei fisici in finanza computazionale: l'esperienza del Master di Modena. Franca Manghi http://s3.infm.it La formazione dei fisici in finanza computazionale: l'esperienza del Master di Modena Franca Manghi http://s3.infm.it Finanza quantitava John Maynard Keynes 1883-1946... dobbiamo ammettere che la base

Dettagli

1993 Dottorato di ricerca in Matematica per l analisi dei mercati finanziari conseguito presso l Università di Brescia (V ciclo).

1993 Dottorato di ricerca in Matematica per l analisi dei mercati finanziari conseguito presso l Università di Brescia (V ciclo). Carla NARDELLI e-mail: carla.nardelli@unibg.it Data di Nascita: 30/03/1963 Stato Civile: Libero Posizione di Ruolo Attuale: Professore Associato Confermato presso l' Università di Bergamo Formazione 1993

Dettagli

I modelli della fisica e la finanza, ovvero perchè i fisici lavorano nelle banche

I modelli della fisica e la finanza, ovvero perchè i fisici lavorano nelle banche I modelli della fisica e la finanza, ovvero perchè i fisici lavorano nelle banche Mediobanca (Milano, 11 luglio 2003) Indice 1. Perché i fisici in finanza? 2. Il problema 3. I modelli della fisica in finanza

Dettagli

Modelli di Lévy. Indice. 1 Introduzione 2. 2 Processi di Lévy 4. 3 Modelli di Lévy puramente discontinui 6. 4 Il processo Variance-Gamma 7

Modelli di Lévy. Indice. 1 Introduzione 2. 2 Processi di Lévy 4. 3 Modelli di Lévy puramente discontinui 6. 4 Il processo Variance-Gamma 7 Modelli di Lévy R. Marfé Indice 1 Introduzione 2 2 Processi di Lévy 4 3 Modelli di Lévy puramente discontinui 6 4 Il processo Variance-Gamma 7 5 Modelli di mercato 9 6 Applicazione in VBA 11 1 1 Introduzione

Dettagli

On Lévy Processes for Option Pricing

On Lévy Processes for Option Pricing Numerical Methods and Calibration to Index Options Relatore: Chiar.ma Prof.ssa Maria Cristina Recchioni Università Politecnica delle Marche - Facoltà di Economia Giorgio Fuà 18 Aprile 2008 Indice Introduzione

Dettagli

Il calore nella Finanza

Il calore nella Finanza Il calore nella Finanza Franco Moriconi Università di Perugia Facoltà di Economia Perugia, 12 Novembre 2008 Quotazioni FIAT Serie giornaliera dal 6/11/2007 al 6/11/2008 F. Moriconi, Il calore nella Finanza

Dettagli

Fabio Raciti. Curriculum vitae et studiorum

Fabio Raciti. Curriculum vitae et studiorum Fabio Raciti. Curriculum vitae et studiorum Indice 1. Campi di ricerca 2 2. Titoli di studio, corsi di perfezionamento, borse di studio e posizione professionale 2 3. Attività didattica 3 4. Attività di

Dettagli

MARCO ISOPI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

MARCO ISOPI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM MARCO ISOPI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM DATA E LUOGO DI NASCITA:: 11 Aprile 1963. Roma. Recapito: Via Pavia 4, 00161 Roma. Telefono: 06-4441646 349 2701429 e-mail: isopi@mat.uniroma1.it TITOLI DI STUDIO

Dettagli

Una Nuova Offerta Formativa: Il Master in Complessita e Sue Applicazioni Interdisciplinari a Pavia

Una Nuova Offerta Formativa: Il Master in Complessita e Sue Applicazioni Interdisciplinari a Pavia GUIDO MONTAGNA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA DIPARTIMENTO DI FISICA NUCLEARE E TEORICA I.N.F.N. SEZIONE DI PAVIA Una Nuova Offerta Formativa: Il Master in Complessita e Sue Applicazioni Interdisciplinari

Dettagli

Corso di Risk Management S

Corso di Risk Management S Corso di Risk Management S Marco Bee marco.bee@economia.unitn.it Dipartimento di Economia Università di Trento Anno Accademico 2007-2008 Struttura del corso Il corso può essere suddiviso come segue: 1.

Dettagli

Modelli finanziari per i tassi di interesse

Modelli finanziari per i tassi di interesse MEBS Lecture 3 Modelli finanziari per i tassi di interesse MEBS, lezioni Roberto Renò Università di Siena 3.1 Modelli per la struttura La ricerca di un modello finanziario che descriva l evoluzione della

Dettagli

Il Master in Finanza Quantitativa dell Università di Palermo

Il Master in Finanza Quantitativa dell Università di Palermo Università degli Studi di Palermo Facoltà di Ingegneria Il Master in Finanza Quantitativa dell Università di Palermo Salvatore Miccichè INFM, Palermo; U. di Palermo, Palermo http://lagash.dft.unipa.it

Dettagli

Breve Curriculum Vitae et Studiorum

Breve Curriculum Vitae et Studiorum Breve Curriculum Vitae et Studiorum Giuseppe Coco, PhD Professore associato in Economia Politica, Università di Bari nato a Metz (Francia) il 29/ 07/ 1965 Recapito: Dipartimento Affari Economici, Presidenza

Dettagli

Scuola di Scienze e Tecnologie

Scuola di Scienze e Tecnologie Scuola di Scienze e Tecnologie corso di laurea magistrale Matematica e applicazioni in lingua inglese in convenzione internazionale con l Università di Clausthal (Germania) LM-40 +2 anni sede UNICAM: Camerino

Dettagli

Relazione sull Attività Scientifica e Didattica

Relazione sull Attività Scientifica e Didattica Dott. Roberto Monte, Ricercatore di Matematica per le Scienze Economiche e Sociali, Settore SECS-S/06, Dipartimento di Studi Economico-Finanziari e Metodi Quantitativi, Facoltà di Economia, Università

Dettagli

T I P S T R A P S. La prezzatura di Opzioni Call e Put Europea con il metodo Montecarlo

T I P S T R A P S. La prezzatura di Opzioni Call e Put Europea con il metodo Montecarlo La prezzatura di Opzioni Call e Put Europea con il metodo Montecarlo In un mercato finanziario le opzioni a comprare (Call) o a vendere (Put) un titolo costituiscono il diritto, in un determinato periodo

Dettagli

Laurea Magistrale in. Stochastics and Data Science

Laurea Magistrale in. Stochastics and Data Science Laurea Magistrale in Stochastics and Data Science Dati e decisioni: la sfida della società moderna For Today s Graduate, Just One Word: Statistics E. Brynjolfsson, MIT Center for Digital Business Director,

Dettagli

BOLLETTINO UNIONE MATEMATICA ITALIANA

BOLLETTINO UNIONE MATEMATICA ITALIANA BOLLETTINO UNIONE MATEMATICA ITALIANA Sezione A La Matematica nella Società e nella Cultura Giovanni Becchere Valutazione e copertura di opzioni Americane in mercati incompleti: strategie di rischio minimo

Dettagli

call europea viene esercitata, consentendo un guadagno pari a

call europea viene esercitata, consentendo un guadagno pari a INTRODUZIONE Un opzione è un contratto derivato che conferisce al proprio detentore il diritto di disporre del titolo sottostante ad esso. Più precisamente, l acquisto di un opzione call (put) conferisce

Dettagli

BOZZA NON DEFINITIVA. Indice

BOZZA NON DEFINITIVA. Indice Indice 1 Introduzione... 1 1.1 Unpo distoria:glialbori... 1 1.1.1 La probabilitàcomefrequenza... 2 1.1.2 La probabilitàclassica... 2 1.1.3 IlparadossodiBertrand... 5 1.2 La teoria della probabilità diventa

Dettagli

Classificazione delle riviste di interesse dell A.M.A.S.E.S.

Classificazione delle riviste di interesse dell A.M.A.S.E.S. Classificazione delle riviste di interesse dell A.M.A.S.E.S. Il Presidente ricorda che allo scopo di dare utili indicazioni ai soci Amases, e in particolare ai giovani, sulle riviste maggiormente interessate

Dettagli

Modelli Stocastici per la Finanza e le Assicurazioni

Modelli Stocastici per la Finanza e le Assicurazioni Modelli Stocastici per la Finanza e le Assicurazioni CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN METODI QUANTITATIVI PER LA FINANZA A.A. 2007/2008 DOCENTE: Marco Minozzo CREDITI (CFU): 10 PROGRAMMA (definitivo) Spazi

Dettagli

CURRICULUM SCIENTIFICO E DIDATTICO

CURRICULUM SCIENTIFICO E DIDATTICO CURRICULUM SCIENTIFICO E DIDATTICO INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome: MAZZU SEBASTIANO E-mail: s.mazzu@unict.it Nazionalità: ITALIANA Data e luogo di nascita: 27/11/1967 - BARCELLONA POZZO DI GOTTO

Dettagli

Il modello di Black-Scholes- Merton. Giampaolo Gabbi

Il modello di Black-Scholes- Merton. Giampaolo Gabbi Il modello di Black-Scholes- Merton Giampaolo Gabbi Premessa Fra le equazioni utilizzate in finanza ne esiste una estremamente semplice. Il contributo di Black e Scholes allo sviluppo della teoria e della

Dettagli

Opzioni su titoli che pagano dividendi: proprietà e tecniche di valutazione

Opzioni su titoli che pagano dividendi: proprietà e tecniche di valutazione Opzioni su titoli che pagano dividendi: proprietà e tecniche di valutazione Martina Nardon Paolo Pianca ipartimento di Matematica Applicata Università Ca Foscari Venezia

Dettagli

Esperienza MBG Il moto browniano geometrico. Proprietà teoriche e simulazione Monte Carlo

Esperienza MBG Il moto browniano geometrico. Proprietà teoriche e simulazione Monte Carlo Università degli Studi di Perugia Laurea specialistica in Finanza a.a. 2009-10 Corso di Laboratorio di calcolo finanziario prof. Franco Moriconi Esperienza MBG Il moto browniano geometrico. Proprietà teoriche

Dettagli

Vincitrice di una Borsa annuale del C.N.R (come laureanda) dal 1-5-1993 al 30-4-1994;

Vincitrice di una Borsa annuale del C.N.R (come laureanda) dal 1-5-1993 al 30-4-1994; CURRICULUM VITAE Gianna Figà-Talamanca TITOLI DI STUDIO E CARRIERA ACCADEMICA Vincitrice di una Borsa annuale del C.N.R (come laureanda) dal 1-5-1993 al 30-4-1994; Laurea in Matematica conseguita presso

Dettagli

INTERNATIONAL MASTER IN ECONOMICS AND FINANCE Livello II A.A. 2014-2015 Edizione IX

INTERNATIONAL MASTER IN ECONOMICS AND FINANCE Livello II A.A. 2014-2015 Edizione IX INTERNATIONAL MASTER IN ECONOMICS AND FINANCE Livello II A.A. 2014-2015 Edizione IX Presentazione Il Master approfondisce tutti i più recenti strumenti teorici di indagine economico-finanziaria e la loro

Dettagli

INTERNATIONAL MASTER IN ECONOMICS AND FINANCE - IMEF LIVELLO II - X EDIZIONE ANNUALE: A.A. 2015-2016

INTERNATIONAL MASTER IN ECONOMICS AND FINANCE - IMEF LIVELLO II - X EDIZIONE ANNUALE: A.A. 2015-2016 INTERNATIONAL MASTER IN ECONOMICS AND FINANCE - IMEF LIVELLO II - X EDIZIONE ANNUALE: A.A. 2015-2016 Presentazione Il Master approfondisce tutti i più recenti strumenti teorici di indagine economico-finanziaria

Dettagli

OPZIONI SU TITOLI CON DIVIDENDI

OPZIONI SU TITOLI CON DIVIDENDI OPZIONI SU IOLI CON DIVIDENDI 1 Proprietà fondamentali Si consideri un opzione call europea c, emessa su un titolo azionario S,con prezzo d esercizio X e con scadenza all epoca ; sia, inoltre, r il tasso

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO )

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA ESTRATTO DA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI RECLUTAMENTO DI RICERCATORI E DOCENTI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) 1 Requisiti

Dettagli

Media sentiment e mercati finanziari: analisi delle relazioni

Media sentiment e mercati finanziari: analisi delle relazioni Media sentiment e mercati finanziari: analisi delle relazioni Roma, 21 Gennaio 2014 Giuseppe Tripodi PhD Banking and Finance Università degli studi di Roma Tor Vergata giuseppe.tripodi@uniroma2.it 1 Indice

Dettagli

Modello Black-Scholes

Modello Black-Scholes Modello Black-Scholes R. Marfé Indice 1 Il modello Black Scholes 1.1 Formule di valutazione per le opzioni standard......... 3 1. Implementazione in VBA..................... 6 1 1 Il modello Black Scholes

Dettagli

Opzioni americane. Capitolo 5. 5.1 Il modello

Opzioni americane. Capitolo 5. 5.1 Il modello Capitolo 5 Opzioni americane 5. Il modello Consideriamo un modello di mercato finanziario così come descritto nel Paragrafo 4.2. Il mercato è quindi formato da d+ titoli di prezzi S 0 n, S n,..., S d n,

Dettagli

Metodi Quantitativi per la Finanza

Metodi Quantitativi per la Finanza Metodi Quantitativi per la Finanza Metodi Quantitativi per la Finanza http://www.economia.unimi.it/finance S.M. Iacus Ricevimento: Gio 9:00-12:00, III Piano DEAS stefano.iacus@unimi.it Programma del corso

Dettagli

Principali tipologie di rischio finanziario

Principali tipologie di rischio finanziario Principali tipologie di rischio finanziario Rischio di mercato: dovuto alla variabilità dei prezzi delle attività finanziarie Rischio di credito: dovuto alla possibilità che la controparte venga meno ai

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Filippo Stefanini A.A. Corso 6001 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Background La volatilità di uno strumento finanziario misura l incertezza

Dettagli

La diffusione e il moto Browniano

La diffusione e il moto Browniano La diffusione e il moto Browniano 0. La diffusione La prima legge di Fick afferma che: ϕ = DA dx (0..) dove D è il coefficiente di diffusione con [D] = m2 s, ϕ è la corrente di massa con [ϕ] = N s dove

Dettagli

SCHEDA BIOGRAFICA Le informazioni contenute in questa scheda verranno pubblicate sul sito dell Università Telematica UNINETTUNO

SCHEDA BIOGRAFICA Le informazioni contenute in questa scheda verranno pubblicate sul sito dell Università Telematica UNINETTUNO SCHEDA BIOGRAFICA Le informazioni contenute in questa scheda verranno pubblicate sul sito dell Università Telematica UNINETTUNO Corso di Laurea: Economia e gestione delle imprese Insegnamento/i: Matematica

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A.

BANCA ALETTI & C. S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di Emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o quotazione dei certificates BORSA PROTETTA e BORSA

Dettagli

Modelli Stocastici per la Finanza

Modelli Stocastici per la Finanza Modelli Stocastici per la Finanza A.A. 2011/2012 (primo semestre) CREDITI (CFU): 9 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BANCA E FINANZA DOCENTE: Marco Minozzo ORARIO DI RICEVIMENTO: martedì 12.00 13.00 TELEFONO:

Dettagli

MODELLI IN EXCEL PER LA VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI COMPLESSI. Calcolo del fair value e misurazione dei rischi

MODELLI IN EXCEL PER LA VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI COMPLESSI. Calcolo del fair value e misurazione dei rischi Corso tecnico - pratico MODELLI IN EXCEL PER LA VALUTAZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI COMPLESSI Calcolo del fair value e misurazione dei rischi Modulo 1 (base): 22-23 aprile 2015 Modulo 2 (avanzato):

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN FINANZA (19/S - Classe delle lauree specialistiche in finanza)

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN FINANZA (19/S - Classe delle lauree specialistiche in finanza) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN FINANZA (19/S - Classe delle lauree specialistiche in finanza) Articolo 1 Denominazione del Corso di Laurea Specialistica e classe di appartenenza

Dettagli

CURRICULUM ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA. di FRANCO TUTINO (Siderno, 13 dicembre 1947) franco.tutino@uniroma1.it

CURRICULUM ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA. di FRANCO TUTINO (Siderno, 13 dicembre 1947) franco.tutino@uniroma1.it CURRICULUM ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA di FRANCO TUTINO (Siderno, 13 dicembre 1947) franco.tutino@uniroma1.it ATTUALE POSIZIONE ACCADEMICA Professore Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari

Dettagli

SEZIONE OTTAVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI ART. 1

SEZIONE OTTAVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI ART. 1 SEZIONE OTTAVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI ART. 1 Alla Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali afferiscono i seguenti corsi di laurea: a) corso di laurea quadriennale

Dettagli

Incontro di Orientamento 5 maggio 2015. Laurea Magistrale Economia, Mercati e Management 2015/2016

Incontro di Orientamento 5 maggio 2015. Laurea Magistrale Economia, Mercati e Management 2015/2016 Incontro di Orientamento 5 maggio 2015 Laurea Magistrale Economia, Mercati e Management 2015/2016 Novità : 4 nuovi curricula LM 2015/16 Novità: 2 curricula in lingua inglese; Informazioni sul primo anno;

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Gli studenti che si iscrivono al I anno nell anno accademico 2003/2004 possono scegliere tra: ECONOMIA AZIENDALE - EA ECONOMIA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA DI I LIVELLO IN FISICA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA DI I LIVELLO IN FISICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA DI I LIVELLO IN FISICA TESI DI LAUREA IN FISICA IL MOTO BROWNIANO IN FISICA ED ECONOMIA Relatore:

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA

LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA Anno Accademico 2008-2009 http://www.economia.unimore.it Università di Modena e Reggio Emilia Laurea specialistica (a.a. 2008-2009) ECONOMIA 2008-09 1 / 20 Perché Economia

Dettagli

Relazioni triennali attività scientifica ricercatori universitari - art. 33 DPR 382/80. Dott.ssa Sara Biagini. Dott.

Relazioni triennali attività scientifica ricercatori universitari - art. 33 DPR 382/80. Dott.ssa Sara Biagini. Dott. Relazioni triennali attività scientifica ricercatori universitari - art. 33 DPR 382/80 Dott.ssa Sara Biagini Dott.ssa Elena Bruno Relazione triennale, ottobre 2011 - ottobre 2014 dott.ssa Sara Biagini

Dettagli

Curriculum Vitae et Studiorum Caterina Stoppato

Curriculum Vitae et Studiorum Caterina Stoppato Curriculum Vitae et Studiorum Caterina Stoppato Informazioni personali Nome Caterina Stoppato Data e luogo di nascita 14 novembre 1982, Firenze Nazionalità italiana e statunitense Stato civile sposata

Dettagli

Modelli Stocastici per la Finanza

Modelli Stocastici per la Finanza Modelli Stocastici per la Finanza A.A. 2013/2014 (primo semestre) CREDITI (CFU): 9 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BANCA E FINANZA (curriculum Finanza Quantitativa) DOCENTE: Marco Minozzo ORARIO DI RICEVIMENTO:

Dettagli

Allegato V - Presentazione Programma di Tirocinio

Allegato V - Presentazione Programma di Tirocinio Allegato V - Presentazione Programma di Tirocinio Consorzio 21 Edificio 2 - Polaris Programma Master and Back Loc. Piscina Manna 09010 Pula 1. Presentazione del Soggetto Proponente Ragione Sociale CRS4

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome BONOLLO MICHELE Indirizzo VIA BLIGNY 11 Telefono 335 7542605 Fax E-mail mbonollo@yahoo.it Nazionalità Data di nascita 04, 02, 1966 ESPERIENZA

Dettagli

Proposta di valutazione dei prodotti della ricerca ai fini dell'assegnazione dei fondi ADIR (ex FRA)

Proposta di valutazione dei prodotti della ricerca ai fini dell'assegnazione dei fondi ADIR (ex FRA) Proposta di valutazione dei prodotti della ricerca ai fini dell'assegnazione dei fondi ADIR (ex FRA) La commissione, formata da Guido Cazzavillan (presidente), Renzo Derosas, Paola Ferretti, Giuliana Martina,

Dettagli

FRA LA FACOLTA DI ECONOMIA DELL UNIVERSITA ROMA TRE DI ROMA E LA EUROPEAN SCHOOL OF MANAGEMENT ITALIA SI CONVIENE QUANTO SEGUE:

FRA LA FACOLTA DI ECONOMIA DELL UNIVERSITA ROMA TRE DI ROMA E LA EUROPEAN SCHOOL OF MANAGEMENT ITALIA SI CONVIENE QUANTO SEGUE: PROTOCOLLO FRA LA FACOLTA DI ECONOMIA DELL UNIVERSITA ROMA TRE DI ROMA E LA EUROPEAN SCHOOL OF MANAGEMENT ITALIA REGOLANTE I CURRICULA DEGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DELL ESCP-EAP RECLUTATI E TRANSITANTI

Dettagli

Un introduzione all analisi Monte Carlo in Finanza

Un introduzione all analisi Monte Carlo in Finanza ASSOCIAZIONE ITALIANA FINANCIAL RISK MANAGEMENT Un introduzione all analisi Monte Carlo in Finanza Stefano Fabi Working Paper, 1/01/98 Presidenza: Fernando Metelli - Banca Popolare di Milano, Via Fara

Dettagli

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Risk mangement trough structured products Origination Department Axpo Italia SpA From market risk to customer s risks RISK: The chance that an investment s actual return will be different

Dettagli

Teoria delle opzioni e Prodotti strutturati

Teoria delle opzioni e Prodotti strutturati LS FIME a.a. 2008-2009 2009 Teoria delle opzioni e Prodotti strutturati Giorgio Consigli giorgio.consigli@unibg.it Uff 258 ricevimento merc: 11.00-13.00 1 Programma 1. Mercato delle opzioni e contratti

Dettagli

PIANI DI STUDIO a.a. 2015 16. Economia aziendale e management (CLEAM) pag. 1. Economia e finanza (CLEF) pag. 2

PIANI DI STUDIO a.a. 2015 16. Economia aziendale e management (CLEAM) pag. 1. Economia e finanza (CLEF) pag. 2 PIANI DI STUDIO a.a. 015 1 Economia aziendale e management (CLEAM) pag. 1 Economia e finanza (CLEF) pag. Economia e scienze sociali (CLEF) pag. Economia e management per arte, cultura e comunicazione (CLEACC)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI FISICA E ASTRONOMIA GALILEO GALILEI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN FISICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA TESI DI LAUREA MAGISTRALE Analisi e modellizzazione di serie temporali finanziarie

Dettagli

Corso di Web Mining e Retrieval

Corso di Web Mining e Retrieval Corso di Web Mining e Retrieval (a.a. 2011-2012) Roberto Basili 1 Obbiettivi del Corso Introduzione alle nozioni di base per l accesso alle informazione distribuita Componente Fondazionale: Problemi di

Dettagli

Elementi di Risk Management Quantitativo

Elementi di Risk Management Quantitativo Elementi di Risk Management Quantitativo (marco.bee@economia.unitn.it) Marzo 2007 Indice 1 Introduzione 2 1.1 Argomenti e testi di riferimento................. 2 2 Nozioni preliminari 3 2.1 Un po di storia..........................

Dettagli

LE OPZIONI REALI: STRUMENTO DI FINANZA COMPLESSA

LE OPZIONI REALI: STRUMENTO DI FINANZA COMPLESSA LE OPZIONI REALI: STRUMENTO DI FINANZA COMPLESSA di Marcello Bianchi MERCATI FINANZIARI E IMPRESE: UNA INTERAZIONE COMPLESSA IL MERCATO E VERAMENTE IL REGNO DELLA RAZIONALITA INFORMATA DIPINTO DAI LIBERISTI?

Dettagli

ALCUNI ESEMPI DI PROVE SCRITTE

ALCUNI ESEMPI DI PROVE SCRITTE ALCUNI ESEMPI DI PROVE SCRITTE Nota: questo file raccoglie alcuni esempi di prove scritte assegnate negli ultimi anni per gli esami di Matematica Finanziaria IIB e. I testi vanno presi come indicativi,

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

GIULIA BASCHIERI CURRICULUM DELL ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA

GIULIA BASCHIERI CURRICULUM DELL ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA GIULIA BASCHIERI CURRICULUM DELL ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA Luogo e data di nascita Bologna, 9 Maggio 1984 Cittadinanza Italiana Residenza Via Nazario Sauro 27 40121 Bologna Cellulare: +39.339.6748511

Dettagli

Corso di Laurea Triennale in MATEMATICA APPLICATA Università degli Studi di Verona

Corso di Laurea Triennale in MATEMATICA APPLICATA Università degli Studi di Verona Corso di Laurea Triennale in MATEMATICA APPLICATA Università degli Studi di Verona Dipartimento di Informatica e Dipartimento di Scienze Economiche (associato) Open Day 16/7/2015 La matematica è un linguaggio

Dettagli

MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI. Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA

MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI. Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA MANIFESTO ANNUALE DEGLI STUDI Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA Anno Accademico 2014/2015 1 ANNO 2 ANNO Economia e Finanza (Classe LM16 D.M. 270/2004) Attivato Attivato Il corso di laurea

Dettagli

quotidiane: come scegliere nel modo

quotidiane: come scegliere nel modo Il ruolo dell incertezza nelle scelte quotidiane: come scegliere nel modo migliore? M.Bertocchi Dipartimento di Matematica, Statistica, Informatica e Applicazioni l. Mascheroni Università degli Studi di

Dettagli

Laurea magistrale in Data Science

Laurea magistrale in Data Science Laurea magistrale in Data Science Data Scientist: the sexiest job of the 21st century [Harvard Business Review 2012] Professione di analista di big data diffusa da piu' di 10 anni in startup, industrie

Dettagli

INDICE. Scienze bancarie, finanziarie e assicurative 2. Laurea magistrale in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari 3

INDICE. Scienze bancarie, finanziarie e assicurative 2. Laurea magistrale in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari 3 INDICE Scienze bancarie, finanziarie e assicurative 2 Laurea magistrale in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari 3 Laurea magistrale in Banking and finance 6 Laurea magistrale in Scienze

Dettagli

Economia. Management. Amministrazione, controllo e finanza aziendale ECONOMIA

Economia. Management. Amministrazione, controllo e finanza aziendale ECONOMIA Economia Management Amministrazione, controllo e finanza aziendale ECONOMIA ECONOMIA CORSI DI LAUREA Economia Management Amministrazione, controllo e finanza aziendale CORSI DI LAUREA MAGISTRALE Economia

Dettagli

EVOLUZIONE DELLE STRUTTURE DI VOLATILITÀ E CORRELAZIONE NEI MERCATI ENERGETICI: IMPLICAZIONI PER IL TRADING E IL RISK MANAGEMENT

EVOLUZIONE DELLE STRUTTURE DI VOLATILITÀ E CORRELAZIONE NEI MERCATI ENERGETICI: IMPLICAZIONI PER IL TRADING E IL RISK MANAGEMENT EVOLUZIONE DELLE STRUTTURE DI VOLATILITÀ E CORRELAZIONE NEI MERCATI ENERGETICI: IMPLICAZIONI PER IL TRADING E IL RISK MANAGEMENT Mercati energetici e metodi quantitativi: un ponte tra Università e Aziende

Dettagli

Mattia Zanella mattia.zanella@unife.it www.mattiazanella.eu

Mattia Zanella mattia.zanella@unife.it www.mattiazanella.eu mattia.zanella@unife.it www.mattiazanella.eu Department of Mathematics and Computer Science, University of Ferrara, Italy Ferrara, 1 Maggio 216 Programma della lezione Seminario II Equazioni differenziali

Dettagli

MASTER DI PRIMO LIVELLO IN ``METODOLOGIE E MODELLI PER LA FINANZA QUANTITATIVA Università degli Studi di Milano

MASTER DI PRIMO LIVELLO IN ``METODOLOGIE E MODELLI PER LA FINANZA QUANTITATIVA Università degli Studi di Milano MASTER DI PRIMO LIVELLO IN ``METODOLOGIE E MODELLI PER LA FINANZA QUANTITATIVA Università degli Partecipano alla realizzazione del master docenti e collaboratori provenienti da: Università degli Università

Dettagli

CURRICULUM VITAE di GRANATA GIUSEPPE

CURRICULUM VITAE di GRANATA GIUSEPPE CURRICULUM VITAE di GRANATA GIUSEPPE Professore a contratto di Marketing Relazionale a.a. 2015-16 Dipartimento Lettere e Filosofia Uniclam TITOLI: - Dottore di ricerca in Economia indirizzo Direziona aziendale

Dettagli

Corso di Laurea in Banca, borsa e assicurazione. Tesi di Laurea in Metodi e modelli per i mercati finanziari

Corso di Laurea in Banca, borsa e assicurazione. Tesi di Laurea in Metodi e modelli per i mercati finanziari Corso di Laurea in Banca, borsa e assicurazione Tesi di Laurea in Metodi e modelli per i mercati finanziari TECNICHE DI PORTFOLIO INSURANCE: UN APPLICAZIONE AL MERCATO ITALIANO Relatore: Marina Marena

Dettagli

Università degli studi di Genova

Università degli studi di Genova Università degli studi di Genova Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Tesi di laurea STUDIO ED IMPLEMENTAZIONE DI MODELLI MATEMATICI NELLA GESTIONE BANCARIA: METODOLOGIE DI PRICING

Dettagli

Curriculum dell attività scientifica e didattica di. Stefania Funari

Curriculum dell attività scientifica e didattica di. Stefania Funari Curriculum dell attività scientifica e didattica di Stefania Funari Dipartimento di Matematica Applicata Università Ca Foscari di Venezia Dorsoduro 3825/E, 30123 Venezia Tel.: 0412346921, Fax: 0415221756

Dettagli

CURRICULUM STUDIORUM

CURRICULUM STUDIORUM CURRICULUM STUDIORUM Giovanni Fonseca, nato a Zurigo (Svizzera) il 5 maggio 1970, e-mail: giovanni.fonseca@uniud.it Titoli di studio 9 febbraio 2001 Titolo di Dottore di ricerca in Statistica presso l

Dettagli

CURRICULUM VITAE di BALLESTRA LUCA VINCENZO

CURRICULUM VITAE di BALLESTRA LUCA VINCENZO CURRICULUM VITAE di BALLESTRA LUCA VINCENZO Nato a Sanremo (IM) il 19 Gennaio 1973. 1998: Laurea quinquennale in Ingegneria Aerospaziale, Politecnico di Milano, voto 100/100, tesi intitolata Risposta in

Dettagli

quarto ciclo di incontri per conoscere le professioni

quarto ciclo di incontri per conoscere le professioni COSTRUIRE IL FUTURO: PROFESSIONI E INNOVAZIONE quarto ciclo di incontri per conoscere le professioni Il mondo della STATISTICA: 30 novembre 2007 A cura di Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia

Dettagli

GIANCARLO CAPOZZA Dipartimento di Scienze Statistiche Carlo Cecchi, Università degli Studi di Bari

GIANCARLO CAPOZZA Dipartimento di Scienze Statistiche Carlo Cecchi, Università degli Studi di Bari GIANCARLO CAPOZZA Dipartimento di Scienze Statistiche Carlo Cecchi, Università degli Studi di Bari SULLA STRUTTURA FINANZIARIA DI CONTRATTI ASSICURATIVI LINKED CON MINIMO GARANTITO SOMMARIO 1. Introduzione

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA P-Z (CFU 6) (1 semestre) Prof. Cristina GOSIO

MATEMATICA FINANZIARIA P-Z (CFU 6) (1 semestre) Prof. Cristina GOSIO MATEMATICA FINANZIARIA P-Z (CFU 6) (1 semestre) Il corso si propone di fornire la formalizzazione e la modellazione matematica di operazioni finanziarie, cioè di operazioni di scambio aventi per oggetto

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Elenco completo periodici in abbonamento 20 giugno 2013 Ver. 1.0 Ministero dell Economia e delle Finanze Ufficio per il coordinamento tecnico logistico Biblioteca e ufficio di documentazione del DT Sommario

Dettagli

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI 7 Direttore Beatrice VENTURI Università degli Studi di Cagliari Comitato scientifico Umberto NERI University of

Dettagli

Classificazione delle riviste di interesse dell A.M.A.S.E.S. (2014)

Classificazione delle riviste di interesse dell A.M.A.S.E.S. (2014) Classificazione delle riviste di interesse dell A.M.A.S.E.S. (2014) Allo scopo di dare utili indicazioni ai soci Amases, e in particolare ai giovani, sulle riviste maggiormente interessate alla pubblicazione

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO POLITECNICO DI MILANO FACOLTA DI INGEGNERIA DEI SISTEMI Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Matematica PRICING AMERICAN OPTIONS UNDER STOCHASTIC VOLATILITY AND JUMP-DIFFUSION DYNAMICS WITH THE

Dettagli

Curriculum di Fabio Bagarello

Curriculum di Fabio Bagarello 1 Luogo e data di nascita Palermo, 6-5-1964 2 Laurea Curriculum di Fabio Bagarello Laurea in Fisica con lode presso l Istituto di Fisica dell Università di Palermo, conseguita il 12 Febbraio 1987 discutendo

Dettagli

RASSEGNA BIBLIOGRAFICA

RASSEGNA BIBLIOGRAFICA RASSEGNA BIBLIOGRAFICA Recensione del volume: The Microstructure of Financial Markets F. DE JONG E B. RINDI Cambridge University Press, 2009 a cura di Emilio Barucci * Politecnico di Milano Il libro di

Dettagli

Derivazione elementare dell espressione della quantità di moto e dell energia in relativività ristretta

Derivazione elementare dell espressione della quantità di moto e dell energia in relativività ristretta Derivazione elementare dell espressione della quantità di moto e dell energia in relativività ristretta L. P. 22 Aprile 2015 Sommario L espressione della quantità di moto e dell energia in relatività ristretta

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615. Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA. Anno regolamento: 2011 CFU:

Testi del Syllabus. Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615. Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA. Anno regolamento: 2011 CFU: Testi del Syllabus Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA Corso di studio: PE002 - SCIENZE POLITICHE Anno regolamento: 2011 CFU:

Dettagli

Le competenze digitali

Le competenze digitali Le competenze digitali Alessandro D Atri Roma, 14 Luglio 2008 1 Indice Le competenze digitali Competenze ICT dei business manager Il concetto di competenza Un modello per le competenze ICT Impatto delle

Dettagli

I modelli fondati sul mercato dei capitali

I modelli fondati sul mercato dei capitali I modelli fondati sul mercato dei capitali Slides tratte da: Andrea Resti Andrea Sironi Rischio e valore nelle banche Misura, regolamentazione, gestione Egea, 2008 AGENDA L approccio basato sugli spread

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea in Fisica

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea in Fisica UNI Università degli Studi di Camerino - Facoltà di Scienze e Tecnologie Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea in Fisica Sede: Dipartimento di Fisica, via Madonna delle Carceri 9, tel (+39) 0737

Dettagli

IL RISCHIO DI SPREAD :

IL RISCHIO DI SPREAD : Corso tecnico/pratico Seconda Edizione IL RISCHIO DI SPREAD : MISURAZIONE E GESTIONE TRAMITE COSTRUZIONE IN AULA DI MODELLI IN EXCEL Milano, 26 e 27 novembre 2013 Hotel Four Points Sheraton Via Cardano

Dettagli