III EDIZIONE DEL PREMIO DI MARKETING TERRITORIALE: PROMUOVERE, VALORIZZARE E RIQUALIFICARE LA CITTA E IL TERRITORIO EXPO ITALIA REAL ESTATE 2007

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "III EDIZIONE DEL PREMIO DI MARKETING TERRITORIALE: PROMUOVERE, VALORIZZARE E RIQUALIFICARE LA CITTA E IL TERRITORIO EXPO ITALIA REAL ESTATE 2007"

Transcript

1 III EDIZIONE DEL PREMIO DI MARKETING TERRITORIALE: PROMUOVERE, VALORIZZARE E RIQUALIFICARE LA CITTA E IL TERRITORIO EXPO ITALIA REAL ESTATE 2007 Il Comitato Promotore dell iniziativa, composto dal Comitato Scientifico di Expo Italia Real Estate, Ge.Fi. SpA e dal Politecnico di Milano, annuncia la terza edizione del Premio: Promuovere, valorizzare e riqualificare la città ed il territorio Il concorso Nazionale, rivolto a tutte le Pubbliche Amministrazioni italiane, ha come obiettivo l individuazione delle migliori azioni di marketing territoriale realizzate dalla Pubblica Amministrazione Locale atte a promuovere la conoscenza, lo sviluppo e la riqualificazione del territorio e a determinare strumenti e iniziative in grado di attrarre importanti investimenti immobiliari. Alla terza edizione hanno partecipato 56 Pubbliche Amministrazioni Locali dislocate su tutto il territorio nazionale. La giuria composta da 21 autorevoli rappresentanti della Pubblica Amministrazione e del mondo del Real Estate ha esaminato le proposte pervenute valutando la qualità e la quantità delle azioni messe in campo per la promozione del territorio; il mix di strumenti e azioni di marketing territoriale implementati; la qualità concettuale ed estetica del Marchio-Brand proposto. Sono stati attribuiti tre premi tra le Amministrazioni con meno di abitanti e tre premi per le amministrazioni con più di abitanti. Sono inoltre state attribuite cinque menzioni speciali.

2 Premi attribuiti alle Amministrazioni con più di abitanti Amministrazione Provinciale di Lecce Per l elevato livello qualitativo della strategia e degli strumenti operativi di Marketing territoriale fortemente orientati alla promozione e pubblicizzazione delle potenzialità insediative del territorio provinciale. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Interventi per la valorizzazione, la promozione e la pubblicizzazione degli insediamenti produttivi del territorio della Provincia d Lecce Il piano di marketing territoriale, definisce un programma di interventi per la promozione e pubblicizzazione degli insediamenti produttivi nel territorio provinciale. Le attività realizzate riguardano: - la formazione di quadri conoscitivi sullo stato delle zone produttive e la successiva valutazione dei punti di debolezza che determinano una scarsa attrattività di tali aree; - la definizione degli interventi ritenuti prioritari per la rimozione delle criticità; - la progettazione e la successiva realizzazione degli interventi nelle aree produttive di 36 comuni della Provincia di Lecce; - la realizzazione di un piano di promozione, informazione e pubblicità degli insediamenti produttivi infrastrutturali. Per lo sviluppo del programma è stato utilizzato lo schema concettuale tipico del Marketing Territoriale suddividendo le attività in due diverse fasi: - la fase strategica nella quale la pianificazione rappresenta il punto di partenza per definire le esigenze da parte dei portatori di interesse

3 (stakeholders) che in questo caso sono le imprese locali, gli investitori esterni, i cittadini, i Comuni e la Provincia; - la fase operativa che si sviluppa principalmente attraverso quattro leve del marketing; il Prodotto, Il Prezzo, i Punti di Distribuzione e la Pubblicità

4 Ripartizione percentuale del totale delle ditte operanti negli agglomerati

5 Amministrazione Provinciale di Roma Per l originale approfondimento e articolazione del progetto di Marketing che persegue attraverso L albergo Diffuso la valorizzazione dei centri storici e del patrimonio architettonico del Distretto delle Colline Romane. TEMA MARKETING TERRITORIALE: L Albergo Diffuso per la valorizzazione del Borgo Storico Il piano mira alla valorizzazione del patrimonio storico architettonico di Artena e del Borgo di Gorga, in linea con le esperienze maturate in vari centri storici italiani, attraverso la realizzazione di un sistema di ospitalità denominato Albergo Diffuso, che può essere definito come una struttura ricettiva orizzontale situata nel centro storico, con camere e servizi dislocati in edifici diversi, se pur vicini tra loro, ma organizzati in modo unitario, che si rivolge ad una domanda interessata a soggiornare in un contesto urbano di pregio, a contatto con i residenti, usufruendo dei normali servizi alberghieri. Il progetto consente di recuperare e valorizzare edifici inutilizzati di proprietà privata e pubblica risolvendo il problema della ricettività turistica senza ausilio di nuove costruzioni. Gli elementi costitutivi dell Albergo Diffuso sono: La reception (edificio principale in cui si svolgono le operazioni di accoglienza del turista e dove si concentrano le sale comuni per la ristorazione, la lettura ecc) Le camere (recuperate presso edifici privati o nell ambito di unità immobiliari di proprietà pubblica) I servizi ( ad utilizzo del turista e del residente) Il progetto ha un forte carattere di innovazione perché unisce la tutela del patrimonio del Borghi Storici alla promozione del turismo culturale.

6 Gli obiettivi del progetto sono: Valorizzare l eccellenza del sistema turistico culturale delle Colline Romane; Tutelare il patrimonio in modo moderno ed innovativo; Promuovere in tutto il mondo l immagine turistica del nostro Paese; Creare valore nel territorio garantendo posti di lavoro duraturi e di qualità.

7 Amministrazione Provinciale di Prato Per il significativo livello raggiunto nella conoscenza del proprio territorio e per l efficace Marketing mix che caratterizza il progetto strategico elaborato per la valorizzazione delle risorse culturali, ricettive enogastronomiche e sportive del territorio pratese. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Carta del patrimonio della Provincia di Prato Partendo dalla definizione di un approfondito Quadro Conoscitivo del territorio è stato elaborato un piano per la valorizzazione delle risorse culturali, ambientali, ricettive, enogastronomiche e sportive. Su questa base è stata approntata una Carta del Patrimonio Territoriale e Provinciale in formato GIS-WEB, quindi navigabile e interrogabile dall utenza internet, pubblicabile sul sito web Cartografico Provinciale. Questo strumento informativo affianca ad una minuziosa conoscenza delle risorse territoriali tutte le informazioni logistiche che ne consentano la piena fruizione. Per garantire un flusso continuo di dati per l aggiornamento della Carta è stato programmata una specifica operazione di marketing in accordo con l Agenzia Provinciale per il Turismo e le associazioni di categoria.

8

9 Menzioni speciali attribuite alle Amministrazioni con più di abitanti Amministrazione Comunale di Parma Per la complessa ed efficace iniziativa che attraverso lo strumento della Società di Trasformazione Urbana persegue ambiziosi obiettivi di riqualificazione urbana, di potenziamento del sistema della mobilità alle diverse scale e degli spazi-strutture a questa funzione connessi. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Società Trasformazione Urbana (STU) Area Stazione L obiettivo del progetto è di restituire al centro storico di Parma un area, che oggi si trova in una condizione di grave disorganizzazione urbana. Il sistema ferroviario di Parma costituisce una grave cesura urbana;il progetto consentirà di riorganizzare tutte le attività inerenti alla stazione, grazie alla trasformazione della stazione in un sistema sinergico di servizi ai cittadini e ai viaggiatori. Verrà ristrutturato l edificio passeggeri e realizzata una nuova stazione al di sotto della via ferrata con funzione di collegamento diretto con la piazza a sud e quella a nord. Saranno altresì integrate nel progetto le stazioni della nuova linea della metropolitana e delle autocorriere extra urbane, al fine di creare un nuovo polo di interscambio dotato di parcheggi interrati e servizi, quali uffici e alberghi. Un sistema di strade collegherà la stazione alla viabilità generale della città.

10

11

12 Azienda speciale della Camera di Commercio di Milano - OSMI Borsa Immobiliare Per la rilevante specializzazione ed il livello di elevata qualità acquisito nel segmento del Marketing communication che, unito alla consolidata capacità di collegare e sinergizzare le pubbliche amministrazioni dell area di riferimento, ha fatto di OSMI Borsa Immobiliare un attore riconosciuto e affermato dei processi di Marketing territoriale di Milano e Provincia. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Il mercato di Milano OSMI Borsa Immobiliare ha promosso un vasto programma di iniziative per la promozione del territorio milanese. Oggetto della promozione sono stati: i nuovi progetti e destinazioni funzionali; gli sviluppi immobiliari; i progetti di trasformazione, riqualificazione e sviluppo urbano il nuovo polo fieristico di Rho, con un approfondito studio che raccoglie gli scenari di trasformazione dell intorno territoriale della Fiera; il mercato immobiliare di Milano e provincia e in generale le sue opportunità di investimento.

13 Progetto City Life. Riqualificazione quartiere storico Fiera Milano.

14 Progetto Mecenate 79.

15 Progetto Adriano, Area ex Magneti Marelli.

16 Premi attribuiti alle Amministrazioni con meno di abitanti Amministrazione Comunale di Schio Per la stringente efficacia sul piano di Marketing territoriale condotto sull Area Lanerossi che coniuga l insediamento di funzioni economiche d eccellenza con il recupero e la valorizzazione del tessuto urbano cittadino, evidenziando la complementarietà positiva che si può determinare nel rapporto tra amministrazione pubblica ed operatori privati. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Recupero dell Area Lanerossi L Area Lanerossi è situata nel centro storico di Schio. Il progetto di recupero di pone l obiettivo di attrarre nuove funzioni di eccellenza e di riportare nel centro della città quelle funzioni che, per ragioni di migliore accessibilità e funzionalità, si sono nel tempo trasferite dal centro città alla zona industriale. Il piano è finalizzato a: sviluppare la struttura abitativa e i servizi del centro storico; valorizzare gli immobili a testimonianza del patrimonio di Archeologia industriale della città; realizzare piazze, spazi verdi, viali alberati, pista ciclabile e percorsi pedonali. Gli interventi verranno realizzati per comparti, ad ognuno dei quali verrà garantita un adeguata dotazione di opere di urbanizzazione, in particolare di viabilità e servizi. Il piano è stato redatto dallo Studio Gregotti International, su commessa della società Aree Urbane ed è il risultato di una positiva e sinergica collaborazione tra Amministrazione Pubblica ed investitori privati.

17

18

19 Amministrazione Comunale di Assisi Per la completezza ed articolazione del piano di riqualificazione dell area urbana che si sviluppa su diversi contesti attualmente dimessi, in una prospettiva di valorizzazione di un articolato mix di funzioni: dagli spazi per attività culturali, a funzioni di pubblico servizio che si connettono a strutture polifunzionali, commerciali, direzionali e residenziali. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Programma Urbano Complesso Area ex Fornace ex Cava ed ex Montedison in località S.Maria Degli Angeli, Assisi (PG) Il Piano prevede la riqualificazione di tre diverse aree: A. Area Fornace: - la riqualificazione dell edificio della Fornace per realizzare : spazi destinati ad eventi ed attività socio culturali uffici comunali spazi residenziali - la realizzazione di un edificio limitrofo, con il recupero delle volumetrie esistenti, con destinazione commerciale, direzionale e di servizi; - una galleria pedonale con percorsi a terra ed aerei di connessione tra l edificio della Fornace e il centro polifunzionale; - edifici residenziali in linea e a torre; - la realizzazione di: spazi pubblici di sosta e di verde attrezzato a parco; un percorso pedonale meccanizzato per il superamento in elevazione della linea FS; un parcheggio pubblico interrato a servizio dei residenti, dei turisti e dei fruitori delle destinazioni pubbliche;

20 B. Area ex Cava - la realizzazione di: un centro residenziale speciale, da realizzarsi ad opera di privati; una struttura polifunzionale (residenza, servizi, terziario); un complesso destinato ad attività commerciale, direzionale e di servizi; un polo commerciale; un edifico per attività direzionali e commerciali; un area attrezzata a verde e a parcheggi pubblici interrati C. Area ex Montedison: - il completamento del restauro dell edifico mediante la riqualificazione e la rifunzionalizzazione del piano primo per la realizzazione di spazi destinati ad eventi ed attività socio culturali; - il restauro dell edifico ex Montedison più piccolo, mediante il consolidamento delle strutture ammalorate in calcestruzzo e la realizzazione di spazi polivalenti; - la realizzazione di ambienti destinati ad attività commerciali ottenuti dal restauro dell edificio in mattoni posto a confine con l area FF.SS; - la realizzazione di un passaggio pedonale interrato e di uno aereo; - la realizzazione di verde pubblico attrezzato a parco; - la realizzazione di parcheggi pubblici in superficie.

21

22

23 Amministrazione Comunale di Caltagirone Per la significativa qualità del piano strategico di sviluppo territoriale elaborato dall Amministrazione Comunale che coniuga la riqualificazione di aree dimesse con la promozione di settori economici strategici, il turismo ed il settore agroenoindustriale. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Piano Strategico della città di Caltagirone Le azioni e strumentazioni di Marketing Territoriale messe a punto dal Comune di Caltagirone nell ambito del Piano Strategico , e riguardano: La riqualificazione di un agglomerato industriale dimesso, tramite la costruzione dello stabilimento Etnavax specializzato nella produzione di vaccini e prodotti immunoterapeutici contro le malattie infettive e croniche; con l obiettivo di incrementare le opportunità di occupazione dei giovani; La promozione della produzione della ceramica, settore economico chiave del territorio: - La realizzazione di un area di libero scambio nel bacino del Mediterraneo, con l obiettivo di favorire l ingresso sul mercato del nord Africa dei prodotti ceramici; - La costituzione di una nuova società Caltagirone Sviluppo della Ceramica SPA che sarà gestita con criteri manageriali per garantire sviluppi concreti al settore La promozione del turismo: - La creazione di itinerari/soggiorni a tema; - Pubblicizzazione a raggio nazionale degli eventi;

24 - La costruzione di strutture ricettive, infrastrutture a potenziamento dell arredo urbano e dei servizi pubblici per implementare l offerta turistica alle persone diversamente abili. La promozione del settore Agro-Industriale: - L acquisizione di marchi DOP, DOC, IGP, legati in particolar modo alla produzione vinicola; - L Ammodernamento delle imprese di settore; - Lo sviluppo di aree di servizio integrate alle attività di certificazione della qualità con l implementazione di sistemi di rintracciabilità e di auditing, la logistica, il packaging, la comunicazione.

25

26 Menzioni speciali attribuite alle Amministrazioni con meno di abitanti Amministrazione Comunale di Baranzate Per il progetto strategico di Marketing territoriale che promuove la trasformazione di aree industriali dimesse ed il rinnovo e la riqualificazione urbana attraverso l insediamento di un interessante mix di funzioni, ricettive, museali e di servizio pubbliche e private. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Progetto Strategico di Marketing Territoriale Il Progetto Strategico di Marketing territoriale redatto dall amministrazione attraverso lo strumento del Programma Integrato di Intervento promuove la trasformazione di un comparto produttivo dimesso e il rinnovo urbano creando un mix funzionale di attività economiche, ricettive, museali, servizi pubblici e

27 privati con elevati standard architettonici che valorizzano le preesistenze definendo nuove polarità d attrazione urbana.

28

29

30 Amministrazione Comunale di Crema Per il vasto e composito progetto di Marketing territoriale che connette il recupero di rilevanti aree industriali dimesse con l obiettivo di riqualificazione urbana e ambientale e di sviluppo di fondamentali infrastrutture di servizio pubblico. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Un progetto urbano sul settore nord-est della città: utilizzare la potenzialità delle aree dismesse L obiettivo della municipalità è di recuperare le aree industriali e ferroviarie dimesse, in modo da ricucire l area urbana riqualificandola nelle funzioni insediate e nella qualità architettonica e ambientale. L aprima fase del progetto urbano realizzata a partire dal 2003 ha riguardato: L organizzazione di un sistema verde, visto come componente qualificata della nuova struttura urbana; Una riflessione sulle forme urbane e il mix di funzioni capaci di rappresentare gli obiettivi che il progetto si pone. La principali scelte che il progetto mette in campo nella seconda fase sono: Arricchire la stazione ferroviaria, di un nuovo ingresso verso nord integrato a localizzazioni terziarie, alberghiere da costruire sfruttando le aree industriali dismesse; Costruire il nuovo terminal degli autobus interurbani; Costruire un nuovo parcheggio sotterraneo per automezzi privati e pubblici, localizzato nelle aree dismesse vicine alla stazione.

31

32 Amministrazione Comunale di Valenza Per il Piano di Sviluppo del Distretto Orafo che coniuga, in una vision di Marketing territoriale di elevato profilo, la promozione economica con iniziative di salvaguardia e tutela delle caratteristiche ambientali ed attività culturali, formative, di ricerca e di comunicazione. TEMA MARKETING TERRITORIALE: Piano di Sviluppo Locale del distretto orafo Il progetto si propone di valorizzare i punti di forza del distretto industriale attraverso una molteplicità di azioni tra cui tra cui le più significative appaiono: La valorizzazione delle peculiarità storiche del distretto orafo; La valorizzazione delle peculiarità ambientali del territorio;

33 Materiale e design del prodotto orafo, attraverso il sostegno e la partecipazione a programmi e progetti volti a sviluppare iniziative e tecniche nuove nel campo; Introduzione nuove tecnologie ICT, attraverso il sostegno e la sperimentazione; Alta formazione, in campo manageriale e commerciale; Politecnico e università come risorsa per il territorio, attraverso la promozione dell attività di ricerca e della formazione professionale; Mostra di immagine e di Vision del Territorio alla Triennale di Milano, aprile 2007; Osservatorio di settore dedicato a raccogliere osservazioni utili per la crescita del sistema produttivo locale.

34 Expo Italia Real Estate maggio 2007 Giuria del Premio Promuovere, valorizzare e riqualificare la città ed il territorio III edizione N. MEMBRO GIURIA Vittorio Algarotti - Presidente Centro Studi per la programmazione intercomunale 1 dell'area Metropolitana 2 Claudio Artusi - Amministratore Delegato Fiera Milano S.p.a. 3 Giulio Ballio - Rettore del Politecnico di Milano 4 Davide Boni - Assessore al Territorio ed Urbanistica Regione Lombardia Bruna Brembilla - Assessora all Ambiente e Verde - Risorse naturali e idraulica - 5 Cave - Parco Sud - Agricoltura ed Energia Provincia di Milano 6 Bruno Ermolli - Presidente Sinergetica S.r.l. Daniela Gasparini - Assessore al Piano Strategico dell'area Metropolitana e 7 Politiche per l'abitabilità Provincia di Milano 8 Antonio Intiglietta - Presidente e Amministratore Delegato Ge.Fi. S.p.A. Maurizio Lupi - Amministratore Delegato Fiera Milano Congressi S.p.a. - Camera 9 dei Deputati del Parlamento 10 Céline Marcato - Direttore RE Real Estate Carlo Maria Giorgio Masseroli - Assessore allo Sviluppo del Territorio Comune di 11 Milano 12 Pietro Mezzi - Assessore alla Politica del Territorio e Parchi Provincia di Milano Carlo Puri Negri - Vice Presidente e Amministratore Delegato - Pirelli & C. Real 13 Estate S.p.A. 14 Luigi Roth - Presidente Fondazione Fiera Milano 15 Lanfranco Senn - Professore Ordinario Economia Regionale, Università Bocconi

35 16 Gerardo Solaro del Borgo - Amministratore Delegato Cordea Savills SGR S.p.A. 17 Gualtiero Tamburini - Presidente Assoimmobiliare Fabio Terragni - Amministratore Delegato Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo 18 S.p.A 19 Oliviero Tronconi - Professore Ordinario, Politecnico di Milano, Dip. BEST 20 Gianni Verga - Assessore alla Casa Comune di Milano 21 Giovanni Zavagli - Presidente Associazione AICI Report fotografico

36

37

38

9 ambito progettuale stazione ferroviaria

9 ambito progettuale stazione ferroviaria 9 ambito progettuale stazione ferroviaria Project manager: gruppo dirigenti: master plan e progettazione urbanistica: progettazione urbana: progettazione opere pubbliche: Lavorare in team si lavora in

Dettagli

I BORGHI DELLA VALNERINA

I BORGHI DELLA VALNERINA CASTELDILAGO E VALNERINA 1 I BORGHI DELLA VALNERINA PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO E RIQUALIFICAZIONE DELL OFFERTA TURISTICA La Cooperativa Ergon, attuale proprietaria di un consistente patrimonio

Dettagli

Milano (MI) PII Montecity Rogoredo. Scala 1:20.000

Milano (MI) PII Montecity Rogoredo. Scala 1:20.000 Milano (MI) PII Montecity Rogoredo Scala 1:20.000 Inquadramento territoriale Il Programma Integrato d Intervento interessa un area di circa 1.100.000 mq, collocata nel settore sud est di Milano, attualmente

Dettagli

Ferroplan. Recupero dell area della stazione ferroviaria di Bolzano

Ferroplan. Recupero dell area della stazione ferroviaria di Bolzano Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Bolzano Ferroplan. Recupero dell area della stazione ferroviaria di Bolzano L ambito della trasformazione Il tema dell area ferroviaria di Bolzano

Dettagli

Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA Piano Strategico Aree Gioco Urbane RELAZIONE ILLUSTRATIVA PROGETTO DEFINITIVO Ottobre 2009 Coordinamento progettuale Laboratorio Città Sostenibile Pier Giorgio Turi Responsabile Settore Gestione Verde

Dettagli

Claudio Masi Direttore Agenzia Milanese Mobilità Ambiente

Claudio Masi Direttore Agenzia Milanese Mobilità Ambiente Intervento Claudio Masi Direttore Agenzia Milanese Mobilità Ambiente Convegno LA GESTIONE DELLA MOBILITA NELLA CITTA METROPOLITANA: PROPOSTE, PROGETTI E RISORSE PER MILANO Sala Conferenze Camera di Commercio

Dettagli

PREMESSA Piano Strutturale

PREMESSA Piano Strutturale PREMESSA il Comune ha avviato la procedura di revisione ed aggiornamento del Piano Strutturale, il documento che disegna il futuro del territorio, sia per il suo sviluppo, sia per la sua tutela. Per permettere

Dettagli

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Localizzazione: l ambito urbano è collocato intorno all asse della via Emilia nella porzione est rispetto al centro città. In particolare esso è

Dettagli

NUOV O A V A S TA T Z A IONE A V A V ROMA TIBURTINA

NUOV O A V A S TA T Z A IONE A V A V ROMA TIBURTINA NUOVA STAZIONE AV ROMA TIBURTINA L Alta Velocità italiana Malpen sa L avvento del trasporto AV-AC in Italia segna un nuovo paradigma per la mobilità sul nostro territorio. Dal13 dicembre 2009, 1000 km

Dettagli

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA Capitolo 1. Il programma delle infrastrutture mobili e del sistema viabilistico nell area metropolitana. Come già detto, nel documento Indirizzi di politica urbanistica, elaborato dall Assessorato all

Dettagli

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale QUESTIONARIO Allo scopo di fotografare la Destinazione Turistica di Fiesole ed elaborare una analisi Swot che consenta di focalizzare i punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce Le chiediamo

Dettagli

Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti

Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti Osservatorio Assolombarda e Camera di commercio - Osmi Borsa Immobiliare Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti Grazie ai prezzi più bassi e a una maggiore presenza di immobili di pregio

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA. FS SISTEMI URBANI S.r.l. RETE FERROVIARIA ITALIANA S.p.A. COMUNE DI SALERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO

PROTOCOLLO D INTESA TRA. FS SISTEMI URBANI S.r.l. RETE FERROVIARIA ITALIANA S.p.A. COMUNE DI SALERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO PROTOCOLLO D INTESA TRA FS SISTEMI URBANI S.r.l. RETE FERROVIARIA ITALIANA S.p.A. COMUNE DI SALERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO PER LA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA DELLA STAZIONE FERROVIARIA E DELLO

Dettagli

Il Parco Scientifico e Tecnologico (PST) di Genova. Scienza, Tecnologia e MARKETING

Il Parco Scientifico e Tecnologico (PST) di Genova. Scienza, Tecnologia e MARKETING Il Parco Scientifico e Tecnologico (PST) di Genova Scienza, Tecnologia e MARKETING COS E Il Parco Scientifico Tecnologico di Genova (PST) è il più grande finora concepito in Italia ed è nato per iniziativa

Dettagli

ambito 1-1 parco del mare

ambito 1-1 parco del mare ambito 1-1 parco del mare stralcio a - lungomare claudio tintori tratto compreso tra viale antonio beccadelli e piazzale j. f. kennedy Project manager: gruppo dirigenti: master plan e progettazione urbanistica:

Dettagli

Dai mercati all ingrosso a piattaforma logistica integrata e alla citta del gusto e della salute

Dai mercati all ingrosso a piattaforma logistica integrata e alla citta del gusto e della salute Dai mercati all ingrosso a piattaforma logistica integrata e alla citta del gusto e della salute Il ruolo di Sogemi La funzione tradizionale dei mercati all ingrosso Concentrazione derrate agroalimentari

Dettagli

Proposta intitolazione parco interno residenze Parco Vittoria, Portello. Milano / 12 dicembre 2014

Proposta intitolazione parco interno residenze Parco Vittoria, Portello. Milano / 12 dicembre 2014 Proposta intitolazione parco interno residenze Parco Vittoria, Portello Milano / 12 dicembre 2014 INDICE 3 / TRE 4 / QUATTRO 6 / SEI 9 / NOVE 10 / DIECI 12 / DODICI 13 / TREDICI 14 / QUATTORDICI Storia

Dettagli

PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELL AREA BOVISA-GASOMETRI. Con la presente si comunica, nell intento che ne diveniate parte attiva, l avvio di un

PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELL AREA BOVISA-GASOMETRI. Con la presente si comunica, nell intento che ne diveniate parte attiva, l avvio di un Milano, 23 ottobre 2014 Avvio di un percorso di ascolto attivo e di partecipazione della cittadinanza PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELL AREA BOVISA-GASOMETRI Gentili, Con la presente si comunica, nell intento

Dettagli

Premessa percorso municipale, Conferenza Urbanistica Cittadina, Carta dei valori municipali parte generale schede progetto

Premessa percorso municipale, Conferenza Urbanistica Cittadina,  Carta dei valori municipali parte generale  schede progetto Premessa Il percorso municipale, che porterà alla Conferenza Urbanistica Cittadina, prevede la raccolta dei materiali progettuali, riguardanti tutta l area municipale, da acquisire nel corso delle riunioni

Dettagli

Struttura di Università e Città

Struttura di Università e Città Sine Putimu. Università e città_allegati In occasione del quarto laboratorio tematico Sine Putimu. Università e Città, si inviano tutti i cittadini a partecipare alla costruzione del PUG (Piano Urbanistico

Dettagli

AGENDA 21 Locale SAN FILIPPO DEL MELA

AGENDA 21 Locale SAN FILIPPO DEL MELA AGENDA 21 Locale SAN FILIPPO DEL MELA Area tematica: AMBIENTE URBANO Indice documento 1 Area tematica ambiente urbano: individuazione delle sessioni di lavoro 3 Richiesta prime indagine a campione sul

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola di Architettura e Società Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Urbana e Politiche Territoriali

Politecnico di Milano Scuola di Architettura e Società Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Urbana e Politiche Territoriali Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Urbana e Politiche Territoriali Linee guida progettuali per un nuovo Piano delle Regole Lombardo il caso Meda: modelli insediativi e indirizzi urbanistici per

Dettagli

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 1 LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 2 I PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI L.R. n. 28/78 Interventi della Regione per la promozione del turismo pugliese L.R. n. 12/89 Incentivazione regionale

Dettagli

Nota Informativa_Viale Mazzini

Nota Informativa_Viale Mazzini GRUPPORIGAMONTI REAL ESTATE Nota Informativa_Viale Mazzini ROMA / Vendita COD. 02VE1292 Rigamonti Real Estate: International Advisor rigamontirealestate.com viale Giuseppe Mazzini L immobile è ubicato

Dettagli

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009 1º SUPPLEMENTO ORDINARIO Sommario Anno XXXIX - N. 89 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b -

Dettagli

Provincia dell Aquila Settore E government Informatica Provveditorato e Patrimonio PROGETTO DI MARKETING TERRITORIALE PROGETTO ESECUTIVO

Provincia dell Aquila Settore E government Informatica Provveditorato e Patrimonio PROGETTO DI MARKETING TERRITORIALE PROGETTO ESECUTIVO Provincia dell Aquila Settore E government Informatica Provveditorato e Patrimonio PROGETTO DI MARKETING TERRITORIALE PROGETTO ESECUTIVO finanziato nell ambito dell ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO SVILUPPO

Dettagli

La città che cambia. Per ospitare eventi Con un grande parco urbano

La città che cambia. Per ospitare eventi Con un grande parco urbano La città che cambia Per ospitare eventi Con un grande parco urbano Variante al piano strutturale per nuove funzioni pubbliche e strutture di servizio complementari all aeroporto Comune di Pisa Perchè la

Dettagli

Piano nazionale per le città - FIRENZE

Piano nazionale per le città - FIRENZE Housing sociale Piagge Piano di Recupero Manifattura Tabacchi Recupero area ferroviaria Leopolda Nuovo Teatro dell Opera Piano Urbanistico Leopolda Piazza Giardino Viale Rosselli - Nuovo Teatro dell Opera

Dettagli

LAINO CASTELLO: UN BORGO ALBERGO NEL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO.

LAINO CASTELLO: UN BORGO ALBERGO NEL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO. LA TUA OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO LAINO CASTELLO: UN BORGO ALBERGO NEL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO. LAINO CASTELLO Praia a Mare Parco Nazionale del Pollino UBICAZIONE UN LUOGO UNICO L antico borgo di

Dettagli

PARCHEGGIO AUTO METROPOLITANA INGRESSI VISITATORI STAZIONE METROPOLITANA CON INGRESSI MERCI

PARCHEGGIO AUTO METROPOLITANA INGRESSI VISITATORI STAZIONE METROPOLITANA CON INGRESSI MERCI LivinLuce Nuovo Quartiere Rho, 6-10 febbraio 2007 La luce, figlia primogenita di Dio, è una delle principali bellezze di un edificio. Thomas Fuller Anime, animatrici e protagoniste di ogni ambiente. Luce,

Dettagli

Tecnopolo Tiburtino - Complesso Technology. OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Acquisto e locazione. Via A. Olivetti, 24-26 00131 Roma

Tecnopolo Tiburtino - Complesso Technology. OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Acquisto e locazione. Via A. Olivetti, 24-26 00131 Roma OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Acquisto e locazione Via A. Olivetti, 24-26 00131 Roma 1 INDICE Introduzione..4 Ubicazione e accessibilità.5 Caratteristiche principali...6 Opportunità di investimento.7 Servizi..8

Dettagli

ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE

ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE CORSO DI ORDINAMENTO ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE Indirizzo: TECNICO DEI SERVIZI TURISTICI Tema di: ECONOMIA E TECNICA DELL AZIENDA TURISTICA I prodotti turistici si configurano come il risultato

Dettagli

RELAZIONE PAESAGGISTICA PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO

RELAZIONE PAESAGGISTICA PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO RELAZIONE PAESAGGISTICA PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO Premessa La presente relazione paesaggistica è redatta secondo le indicazioni della Deliberazione Giunta Regionale 15 marzo 2006 n. 8/2121: Criteri

Dettagli

Secondo Bando. Provincia di Roma

Secondo Bando. Provincia di Roma Provincia di Roma Programma per la formazione di interventi integrati di valorizzazione e sviluppo degli insediamenti storici della Provincia di Roma - PRO.V.I.S. 2007 Secondo Bando Programma per la formazione

Dettagli

COMUNE DI NIBIONNO. VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA Sistema di monitoraggio. Provincia di Lecco PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI NIBIONNO. VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA Sistema di monitoraggio. Provincia di Lecco PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI NIBION PIA DI GOVER DEL TERRITORIO Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 Elaborati riportanti in rosso le integrazioni e le modifiche apportate a seguito delle proposte di controdeduzione VALUTAZIONE

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

Intervento del Prof. Carlo Pace all incontro Il Sud Est d Italia: nuovo polo europeo di attrazione degli investimenti produttivi

Intervento del Prof. Carlo Pace all incontro Il Sud Est d Italia: nuovo polo europeo di attrazione degli investimenti produttivi Intervento del Prof. Carlo Pace all incontro Il Sud Est d Italia: nuovo polo europeo di attrazione degli investimenti produttivi Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002 Il programma di Sviluppo Italia

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO Valutazione Ambientale Strategica del Piano di Governo del Territorio - 28 luglio 2010 - La VAS nel processo di pianificazione Accompagna il processo della formazione

Dettagli

Accordo di Programma EXPO 2015

Accordo di Programma EXPO 2015 Accordo di Programma EXPO 2015 Tavolo di coordinamento L integrazione dei dati territoriali per il coordinamento degli interventi Nuovo spazio Guicciardini, 13 gennaio 2011 a cura del Settore Pianificazione

Dettagli

ENTE FIERE INTERNAZIONALI DI BOLOGNA

ENTE FIERE INTERNAZIONALI DI BOLOGNA ACCORDO TERRITORIALE PER IL POTENZIAMENTO DEL QUARTIERE FIERISTICO FRA PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNE DI BOLOGNA E FIERE INTERNAZIONALI DI BOLOGNA, AI SENSI DELL'ART. 15 L.R. 20/2000. 1. La PROVINCIA DI

Dettagli

contratto di quartiere II un quartiere ad altezza d uomo

contratto di quartiere II un quartiere ad altezza d uomo città di venaria reale contratto di quartiere II un quartiere ad altezza d uomo obiettivo generale promuovere l integrazione del quartiere con il resto del tessuto urbano attraverso la riqualificazione

Dettagli

Studio di fattibilità sul turismo congressuale nel Mantovano: Analisi, Linee di azione e Prospettive di sviluppo. Executive Summary 12/02/09

Studio di fattibilità sul turismo congressuale nel Mantovano: Analisi, Linee di azione e Prospettive di sviluppo. Executive Summary 12/02/09 Studio di fattibilità sul turismo congressuale nel Mantovano: Analisi, Linee di azione e Prospettive di sviluppo Executive Summary 12/02/09 Piano di Progetto Analisi dei dati di mercato Analisi dei dati

Dettagli

Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1

Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1 Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1 2. DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE DELL UNITÀ IMMOBILIARE 2.1 Caratteristiche estrinseche dell edificio in cui è ubicata l unità immobiliare L

Dettagli

GOVERNANCE DEL PROGETTO DA PARTE DELL OSSERVATORIO ATTIVITÀ DI PROPOSTA E DI INTERAZIONE

GOVERNANCE DEL PROGETTO DA PARTE DELL OSSERVATORIO ATTIVITÀ DI PROPOSTA E DI INTERAZIONE . GOVERNANCE DEL PROGETTO DA PARTE DELL OSSERVATORIO ATTIVITÀ DI PROPOSTA E DI INTERAZIONE PROPOSTE PROVENIENTI DAL TERRITORIO RELATIVAMENTE ALLA TRATTA FUNZIONALE GRONDA MERCI (SETTORE NORD OVEST) ED

Dettagli

Comune di Castiglione Olona PGT 2013 3

Comune di Castiglione Olona PGT 2013 3 INDICE Ambito di Trasformazione AT1 Residenziale via Petrarca, via Montello... 4 Ambito di Trasformazione AT2 Residenziale via Boccaccio - via Monte Cengio... 10 Ambito di Trasformazione AT3 Residenziale

Dettagli

2 Venezia_27/10/2010_URBANPROMO

2 Venezia_27/10/2010_URBANPROMO Il Piano e i partner coinvolti L'amministrazione comunale di Siracusa sta promuovendo il Piano Strategico INNOVA Siracusa 2020, la cui redazione si è avviata nel marzo del 2009 (con risorse disposte dalla

Dettagli

City Act. Linee Guida per una Milano Metropolitana. primi passi del piano strategico per la Milano che verrà

City Act. Linee Guida per una Milano Metropolitana. primi passi del piano strategico per la Milano che verrà City Act Linee Guida per una Milano Metropolitana primi passi del piano strategico per la Milano che verrà Il Secolo Urbano Ormai oltre il 50% della popolazione mondiale vive in zone fortemente urbanizzate.

Dettagli

Tavolo 1: Cultura e Sport Martedì 17 novembre h.20,45, Sala Conferenze del Museo di Fotografia Contemporanea, via Frova 24, Cinisello Balsamo

Tavolo 1: Cultura e Sport Martedì 17 novembre h.20,45, Sala Conferenze del Museo di Fotografia Contemporanea, via Frova 24, Cinisello Balsamo Tavolo 1: Cultura e Sport Martedì 17 novembre h.20,45, Sala Conferenze del Museo di Fotografia Contemporanea, via Frova 24, Cinisello Balsamo Il PGT DI CINISELLO BALSAMO: UN PROGETTO DI CITTA ABITABILE

Dettagli

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: 1 INTRODUZIONE In tutte le grandi città italiane e del mondo il problema della circolazione degli autoveicoli e tutti i disagi ad esso connessi,

Dettagli

Città di Grosseto Il Comune che vogliamo. 2011-2016 - Programma di governo

Città di Grosseto Il Comune che vogliamo. 2011-2016 - Programma di governo 2011-2016 - Programma di governo GROSSETO OGGI La città ha superato gli 80 mila abitanti e la popolazione cresce velocemente. Si diffondono caratteri metropolitani e con essi gli elementi problematici

Dettagli

Valorizzazione e recupero del patrimonio locale nelle Politiche di Sviluppo

Valorizzazione e recupero del patrimonio locale nelle Politiche di Sviluppo GIORNATE BANDIERA ARANCIONE 2011 Progetto di Sviluppo Sostenibile: economia, Valorizzazione e recupero del patrimonio locale nelle Politiche di Sviluppo identità, integrazione. Il QTR/P individua i Territori

Dettagli

UN FUTURO PER MILANO: CITTÀ DEL TERZIARIO? PIÙ DEL 75% DELL OFFERTA DI UFFICI E OGGI DI BASSA QUALITÀ

UN FUTURO PER MILANO: CITTÀ DEL TERZIARIO? PIÙ DEL 75% DELL OFFERTA DI UFFICI E OGGI DI BASSA QUALITÀ Nasce l Osservatorio sull offerta di immobili a uso uffici 1 Rapporto CRESME- II semestre 2014 Monitorati oltre 4.500 annunci per vendita e affitto UN FUTURO PER MILANO: CITTÀ DEL TERZIARIO? PIÙ DEL 75%

Dettagli

Trasferimento da via Pirelli 39

Trasferimento da via Pirelli 39 BERNINA 12 PIRELLI 39 Milano, 6 febbraio 2015 Milano Indice 1. Le motivazioni del trasferimento 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 Localizzazione Trasporto pubblico locale Caratteristiche

Dettagli

GUIDA AL MERCATO DEGLI UFFICI DI MILANO E HINTERLAND 2013-2015

GUIDA AL MERCATO DEGLI UFFICI DI MILANO E HINTERLAND 2013-2015 ESTRATTO GUIDA AL MERCATO DEGLI UFFICI DI MILANO E HINTERLAND 2013-2015 Domanda, offerta e rating di zona per investire e vendere al meglio Il mercato degli uffici di Milano e hinterland è il più importante

Dettagli

DC Sviluppo del Territorio Settore Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree

DC Sviluppo del Territorio Settore Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree Le CASCINE del COMUNE di MILANO Valorizzazione del patrimonio in abbandono e modello gestionale DC Sviluppo del Territorio Settore Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree 1. Le cascine di proprietà

Dettagli

COMUNE DI SOLOFRA. Piano Urbanistico Comunale L.R. 16/2004

COMUNE DI SOLOFRA. Piano Urbanistico Comunale L.R. 16/2004 CONSULTAZIONI PER LA DEFINIZIONE CONDIVISA DEGLI OBIETTIVI E DELLE SCELTE STRATEGICHE DELLA PIANIFICAZIONE ( Legge 241/90, art. 5 L.R.16/04 e Regolamento di attuazione per il governo del territorio della

Dettagli

I BENI DELL ATAC IL CASO DELL EX RIMESSA VITTORIA

I BENI DELL ATAC IL CASO DELL EX RIMESSA VITTORIA Casa dell Architettura - Roma 24 gennaio 2013 USO PUBBLICO DELLE CASERME progetti di città nelle aree militari in dismissione I BENI DELL ATAC IL CASO DELL EX RIMESSA VITTORIA Coordinamento Cittadino Progetto

Dettagli

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 1. CARATTERISTICHE DELLA LINEA Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 2. IL RUOLO DELLE GREENWAYS

Dettagli

TAVOLO INTERREGIONALE PER LO SVILUPPO TERRITORIALE SOSTENIBILE DELL AREA PADANO-ALPINO-MARITTIMA. Agenda di Bologna

TAVOLO INTERREGIONALE PER LO SVILUPPO TERRITORIALE SOSTENIBILE DELL AREA PADANO-ALPINO-MARITTIMA. Agenda di Bologna TAVOLO INTERREGIONALE PER LO SVILUPPO TERRITORIALE SOSTENIBILE DELL AREA PADANO-ALPINO-MARITTIMA Agenda di Bologna 27 gennaio 2012 1. L area Padano-Alpino-Marittima è caratterizzata da una notevole varietà

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

BERNINA 12 PIRELLI 39

BERNINA 12 PIRELLI 39 BERNINA 12 PIRELLI 39 Milano, 6 febbraio 2015 Idi Indice 1. Le motivazioni del trasferimento 2. Le caratteristiche dell edificio di via Bernina 12 Localizzazione Trasporto pubblico locale Caratteristiche

Dettagli

L attività di ITP correlata alle numerose iniziative di promozione di Torino e Piemonte. Patrizia Ludi Milano, 9 Ottobre 2006

L attività di ITP correlata alle numerose iniziative di promozione di Torino e Piemonte. Patrizia Ludi Milano, 9 Ottobre 2006 L attività di ITP correlata alle numerose iniziative di promozione di Torino e Piemonte Patrizia Ludi Milano, 9 Ottobre 2006 chi siamo ITP Investimenti Torino Piemonte è la prima agenzia regionale italiana

Dettagli

con il contributo della Camera di Commercio di Modena Presentazione

con il contributo della Camera di Commercio di Modena Presentazione con il contributo della Camera di Commercio di Modena Presentazione Quella che segue è la documentazione raccolta in 5 anni di lavoro, dal 2002 al 2007, attingendo a studi effettuati da esperti della materia

Dettagli

Prof. Arch. Paolo Fusero Università G. d Annunzio Corso di Fondamenti di Urbanistica Modulo di Urbanistica a.a. 2012-13

Prof. Arch. Paolo Fusero Università G. d Annunzio Corso di Fondamenti di Urbanistica Modulo di Urbanistica a.a. 2012-13 Prof. Arch. Paolo Fusero Università G. d Annunzio Corso di Fondamenti di Urbanistica Modulo di Urbanistica a.a. 2012-13 WORKSHOP Spazi e Attrezzature Pubbliche SISTEMA DEI SERVIZI PUBBLICI a livello dì

Dettagli

COMUNE DI ASSISI PUC 3 INTERCOMUNALE COMUNI DI SPELLO - ASSISI NOCERA UMBRA VALTOPINA

COMUNE DI ASSISI PUC 3 INTERCOMUNALE COMUNI DI SPELLO - ASSISI NOCERA UMBRA VALTOPINA COMUNE DI ASSISI PUC 3 INTERCOMUNALE COMUNI DI SPELLO - ASSISI NOCERA UMBRA VALTOPINA AVVISO PUBBLICO Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 150 del 09 agosto 2013 Procedura ad evidenza pubblica

Dettagli

Urbino Futuro Srl. Centro polifunzionale e nodo di scambio Nuova Porta Santa Lucia. Inquadramento. Introduzione. Descrizione intervento.

Urbino Futuro Srl. Centro polifunzionale e nodo di scambio Nuova Porta Santa Lucia. Inquadramento. Introduzione. Descrizione intervento. Urbino Futuro Srl Centro polifunzionale e nodo di scambio Nuova Porta Santa Lucia INDICE: Inquadramento Introduzione Descrizione intervento Relazione Dati dimensionali Elaborati grafici illustrativi Rendering

Dettagli

COMUNE DI CASALSERUGO

COMUNE DI CASALSERUGO Elaborato1.2 COMUNE DI CASALSERUGO Documento del sindaco Piano Regolatore Comunale LR 11/2004 Piano degli Interventi n. 02 PI 2013 Gruppo di lavoro PROGETTISTI Urbanista Raffaele Gerometta CONTRIBUTI SPECIALISTICI

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Settembre 2012) 1/372 4.5.2. Patrimonio Culturale 4.5.2.1. Obiettivo Specifico

Dettagli

1) Risistemazione della DARSENA quale porto della città ed area ecologica

1) Risistemazione della DARSENA quale porto della città ed area ecologica 1) Risistemazione della DARSENA quale porto della città ed area ecologica 2) Procedere GRADUALMENTE alla riattivazione idraulica e paesaggistica del SISTEMA DEI NAVIGLI 3) Attraverso un PROGETTO DI FATTIBILITÀ

Dettagli

DESCRIZIONE DELL INVESTIMENTO PROPOSTO

DESCRIZIONE DELL INVESTIMENTO PROPOSTO DESCRIZIONE DELL INVESTIMENTO PROPOSTO Quartiere S.Elia a Cagliari. Sardegna Italia. Contesto e potenzialità del quartiere Il quartiere di Sant Elia, collocato tra lo stadio, che da esso prende il nome,

Dettagli

PIANO STRATEGICO Città di AGRIGENTO Insieme Oggi per costruire il Domani

PIANO STRATEGICO Città di AGRIGENTO Insieme Oggi per costruire il Domani PIANO STRATEGICO Città di AGRIGENTO Insieme Oggi per costruire il Domani Descrizione Progetto Il progetto, attraverso un processo partecipativo che coinvolge tutti i soggetti istituzionali, economici e

Dettagli

IL BILANCIO DI MANDATO

IL BILANCIO DI MANDATO IL BILANCIO DI MANDATO 19 20 3. LINEE GUIDA PRINCIPALI DEL PROGRAMMA DI MANDATO Il mandato 2004-2009, si è aperto nel segno della continuità per la realizzazione di opere importanti che erano state individuate

Dettagli

3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA 3.4 - PROGRAMMA N. 08 ATTIVITÀ PRODUTTIVE, TURISMO, ATTIVITÀ GIOVANILI E POLITICHE MONTANE AMMINISTRATORE COMPETENTE: GIORGIO BONASSOLI RESPONSABILE: MARIAGRAZIA FRESCURA 3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

PAESI D IRPINIA: IL TERRITORIO INTERNO VERSO IL TURISMO

PAESI D IRPINIA: IL TERRITORIO INTERNO VERSO IL TURISMO PAESI D IRPINIA PAESI D IRPINIA: IL TERRITORIO INTERNO VERSO IL TURISMO STRATEGIE DI SVILUPPO LOCALE PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI AVELLINO Regione Campania GLI OBIETTIVI DI SVILUPPO Il progetto di valorizzazione

Dettagli

Bando per la Realizzazione del nuovo Palazzo dell Innovazione

Bando per la Realizzazione del nuovo Palazzo dell Innovazione Bando per la Realizzazione del nuovo Palazzo dell Innovazione Scheda Tecnica 1. Che cos è il Palazzo dell Innovazione La realizzazione del Palazzo dell Innovazione è indicata tra gli interventi prioritari

Dettagli

Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio

Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio Università degli Studi di Firenze - Facoltà di Architettura Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio UNA RETE DI GREENWAYS PER IL TERRITORIO DEL COMUNE DI PRATO: occasioni di riqualificazione

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. SAVE Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA AEROPORTO DI VENEZIA MARCO POLO S.P.A. Profilo del Gruppo pag. 1 La storia pag. 2 Le aree di attività pag. 3 I risultati pag. 6 Il Gruppo in sintesi pag. 7 Venezia,

Dettagli

* * * * * FORUM * * * * * >> SACI INGEGNERIA <<

* * * * * FORUM * * * * * >> SACI INGEGNERIA << * * * * * FORUM * * * * * >> INGEGNERIA

Dettagli

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. Piano dei Servizi. Comune di Torre de Busi Provincia di Lecco

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. Piano dei Servizi. Comune di Torre de Busi Provincia di Lecco PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Comune di Torre de Busi Provincia di Lecco Piano dei Servizi ZONA E Allegato alla tav. S6 (PdS) ( le previsioni contenute nel Piano dei Servizi e concernenti le aree necessarie

Dettagli

!"" #""$%&! #'$ " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$

! #$%&! #'$  # &%!$! ' &! &$)#$*!!# + $!# &'$!$!#$$ !"" #""$%&! #'$ % ( " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$ L anno duemilasette il giorno trenta del mese di maggio nella sala Informalavoro del Comune di Busalla, TRA Il Presidente in rappresentanza

Dettagli

Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico

Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico Venezia, 3 dicembre 2014 Valentina Antoniucci valutareilprogetto2@gmail.com Estimo Corso di laurea magistrale in Architettura per il

Dettagli

I soggetti del marketing territoriale

I soggetti del marketing territoriale I soggetti del marketing territoriale Anyway Soggetti Pubblici => legami col governo Privati => fine di lucro Misti Conflitti => Agenzie di marketing territoriale Livelli di ampiezza della responsabilità

Dettagli

LA NUOVA ITALIA DEI NODI E DELLE STAZIONI

LA NUOVA ITALIA DEI NODI E DELLE STAZIONI PROGETTI STAZIONI ITALIANE LA NUOVA ITALIA DEI NODI E DELLE STAZIONI Dalla politica di valorizzazione del patrimonio immobiliare delle Ferrovie dello Stato nasce una strategia di riassetto globale delle

Dettagli

Anno Accademico 2011-2012. Docente: Arch. Sante FORESTA PROGRAMMA ED ESERCITAZIONE PRATICA

Anno Accademico 2011-2012. Docente: Arch. Sante FORESTA PROGRAMMA ED ESERCITAZIONE PRATICA Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Facoltà di Architettura Corso di Laurea in Urbanistica Corso di Laurea: Primo Livello - Classe L-21 Classe delle lauree in scienze della pianificazione

Dettagli

Indici e parametri urbanistici

Indici e parametri urbanistici Collegamento con ciclopedonali esistenti Ambito 14.000 mq Collegamento con via Pertini e la rotonda Indici e parametri urbanistici sup. territoriale 14.158 mq sup. fondiaria totale 6240 mq sup. fondiaria

Dettagli

PROGETTO DELLA RETE RICETTIVA RURALE DI QUALITÀ A FINI TURISTICI IN PUGLIA. Report

PROGETTO DELLA RETE RICETTIVA RURALE DI QUALITÀ A FINI TURISTICI IN PUGLIA. Report PROGETTO DELLA RETE RICETTIVA RURALE DI QUALITÀ A FINI TURISTICI IN PUGLIA Report Agenda I presupposti del progetto Approccio metodologico Analisi di benchmarking di casi di studio di interesse Censimento

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 52/ 17 DEL 3.10.2008

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 52/ 17 DEL 3.10.2008 IBERAZIONE N. 52/ 17 3.10.2008 Oggetto: Programma Operativo Regionale FESR 2007/ 2013 Obiettivo operativo 5.1.1, Cod. 52 lettera (A), Cod. 26 lettera (C), Cod. 28 lettera (D) e Cod. 25 lettera (E). L Assessore

Dettagli

POLO MOTORISTICO DI VALLELUNGA-CAMPAGNANO PSM 11 - Programma di Fattibilità

POLO MOTORISTICO DI VALLELUNGA-CAMPAGNANO PSM 11 - Programma di Fattibilità Dipartimento XII Innovazione e Impresa Servizio II POLO MOTORISTICO DI VALLELUNGA-CAMPAGNANO PSM 11 - Programma di Fattibilità M05 Documento Normativo PROVINCIATTIVA s.p.a. DICEMBRE 2011 Introduzione Il

Dettagli

REGIONE LAZIO COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DOCUP OBIETTIVO 2 2000-06

REGIONE LAZIO COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DOCUP OBIETTIVO 2 2000-06 REGIONE LAZIO COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DOCUP OBIETTIVO 2 2000-06 4 dicembre 2001 modificato dal CdS del 2 aprile 2004 e dal CdS del 24 giugno 2004 PARTE GENERALE... 3 LA STRATEGIA DEL DOCUP: DAGLI

Dettagli

Vega 2: un iniziativa brownfield. metropolitana, infrastrutturata e di sistema

Vega 2: un iniziativa brownfield. metropolitana, infrastrutturata e di sistema Vega 2: un iniziativa brownfield metropolitana, infrastrutturata e di sistema Dicembre 2012 Il Gruppo 2 Il Gruppo Condotte La Società Italiana per Condotte d Acqua S.p.A. - Condotte -, fondata a Roma nel

Dettagli

Aeroporti e territorio: il caso Malpensa

Aeroporti e territorio: il caso Malpensa Aeroporti e territorio: il caso Malpensa * Aeroporti, magneti di imprese Nella storia le trasformazioni economiche hanno da sempre avuto forti riflessi sulla società, inducendo cambiamenti nel modo di

Dettagli

Comune di Imola PIANO DI MARKETING URBANO DEL CENTRO STORICO DI IMOLA. Dalle linee di valorizzazione alle schede di progetto

Comune di Imola PIANO DI MARKETING URBANO DEL CENTRO STORICO DI IMOLA. Dalle linee di valorizzazione alle schede di progetto Comune di Imola PIANO DI MARKETING URBANO DEL CENTRO STORICO DI IMOLA Dalle linee di valorizzazione alle schede di progetto IL PERCORSO REALIZZATO STUDI DI BASE E ANALISI DEI CONSULENTI TAVOLO DI CONFRONTO

Dettagli

Milano Santa Giulia, un progetto innovativo. SLIDE 1 STORIA DELL AREA SLIDE 2

Milano Santa Giulia, un progetto innovativo. SLIDE 1 STORIA DELL AREA SLIDE 2 Milano Santa Giulia, un progetto innovativo. SLIDE 1 STORIA DELL AREA SLIDE 2 La storia di Milano Santa Giulia inizia con la chiusura dello stabilimento Montedison e delle Acciaierie Redaelli, nella zona

Dettagli

1.4 DESCRIZIONI E INTERPRETAZIONI. 1.4. Commercio e attività produttive

1.4 DESCRIZIONI E INTERPRETAZIONI. 1.4. Commercio e attività produttive DESCRIZIONI E INTERPRETAZIONI 1.4. Commercio e attività produttive 1.4 ANALISI E DATI Lo spazio attualmente occupato dal commercio e delle attività produttive è l 11% del territorio, pari 1.707.968 mq.

Dettagli

NUOVI MODELLI PER MIGLIORARE L OFFERTA ABITATIVA ACCESSIBILE NEL NORD MILANO SESTO SAN GIOVANNI, 26 NOVEMBRE,

NUOVI MODELLI PER MIGLIORARE L OFFERTA ABITATIVA ACCESSIBILE NEL NORD MILANO SESTO SAN GIOVANNI, 26 NOVEMBRE, NUOVI MODELLI PER MIGLIORARE L OFFERTA ABITATIVA ACCESSIBILE NEL NORD MILANO SESTO SAN GIOVANNI, Mercoledì 26 NOVEMBRE, ore 17.00 19.00 Grand Hotel Villa Torretta (Via Milanese, 3) Il Nord Milano, nonostante

Dettagli

DISTRETTO NEORURALE DELLE TRE ACQUE DI MILANO Agricoltura, ambiente e turismo tra Villoresi, Ticino e Naviglio Pavese

DISTRETTO NEORURALE DELLE TRE ACQUE DI MILANO Agricoltura, ambiente e turismo tra Villoresi, Ticino e Naviglio Pavese DISTRETTO NEORURALE DELLE TRE ACQUE DI MILANO Agricoltura, ambiente e turismo tra Villoresi, Ticino e Naviglio Pavese Manifesto per l adesione delle aziende Il Distretto Neorurale delle tre acque di Milano

Dettagli

Comune di Benevento Piano Strategico Città e strategie di sviluppo

Comune di Benevento Piano Strategico Città e strategie di sviluppo SCHEDA N 6 Perugia - Italia PROMOTORE Comune di Perugia Abitanti 157.000, capoluogo di regione TEMPI Anno di avvio 2002 Anno di conclusione In corso di elaborazione Orizzonte temporale 2013 Note: Il Piano

Dettagli

Workshop EWWUD Lisbona 2010. Progetto di ridestinazione del porto containers di Alcantara e dei cantieri di Santos. Ricollegare Lisbona al lungofiume.

Workshop EWWUD Lisbona 2010. Progetto di ridestinazione del porto containers di Alcantara e dei cantieri di Santos. Ricollegare Lisbona al lungofiume. Workshop EWWUD Lisbona 2010. Progetto di ridestinazione del porto containers di Alcantara e dei cantieri di Santos. Ricollegare Lisbona al lungofiume. Gruppo di lavoro diretto da Ado Franchini. Con Andrea

Dettagli

ANALISI COSTI BENEFICI

ANALISI COSTI BENEFICI Comune di Pisa Realizzazione di un sistema di collegamento (People Mover) tra l Aeroporto Galileo Galilei e la Stazione ferroviaria di Pisa Centrale, parcheggi scambiatori e viabilità di connessione ANALISI

Dettagli