Relazioni pubbliche in Svizzera un istantanea

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazioni pubbliche in Svizzera un istantanea"

Transcript

1 Relazioni pubbliche in Svizzera un istantanea

2 Prefazione 4 Che cosa sono le Relazioni Pubbliche? 7 3 Codici etici 8-11 Obiettivi e compiti delle RP 13 Le attività nelle RP 15 Attività professionali nelle RP 16 Formazione e perfezionamento professionale nelle RP 18 Il settore delle RP 21 Indirizzi interessanti 23 Glossario / Termini tecnici relativi alle RP 24 Impressum 26

3 4 L abbreviazione RP Relazioni Pubbliche è usata quotidianamente da molti, ed è essenziale per un attività di successo. Ciò è dovuto principalmente al fatto che le RP appaiono in molti contesti differenti tra loro: l ampiezza degli strumenti per la cura del dialogo con i pubblici di riferimento è praticamente illimitata. Ne consegue che le attività professionali legate alle RP sono molto attrattive, ma richiedono nel contempo un grande senso di responsabilità. Sono inoltre indispensabili un ampia cultura generale, conoscenze specifiche, competenza sociale e un atteggiamento etico irreprensibile. Da oltre 50 anni, la Società Svizzera di Relazioni Pubbliche (SSRP) (oggi: pr suisse / Associazione Svizzera di Relazioni Pubbliche ASRP) si impegna nella difesa degli interessi e nello sviluppo dell immagine delle relazioni pubbliche e delle professioni ad esse legate. maggiormente dalla capacità di gestire processi comunicativi complessi. Di conseguenza, il fulcro di un management di successo sarà costituito dalla comunicazione integrata. Parallelamente aumentano i compiti e le responsabilità degli specialisti di RP. A lungo termine, essi saranno in grado di svolgere la loro funzione solo se disporranno di una formazione solida, nonché di una vasta esperienza pratica. pr suisse è al servizio dei suoi associati e della comunità. Uno dei suoi compiti principali, presenti e futuri, è riuscire a mediare tra i diversi interessi dei vari attori sul mercato. L importanza della comunicazione nella vita quotidiana continua a crescere costantemente. L immagine di imprese private, istituzioni, organizzazioni non-profit (ONP) e enti pubblici in seguito definite organizzazioni in futuro dipenderà ancora

4 5

5 6 Cause ed effetti delle Relazioni Pubbliche Compiti principali delle Relazioni Pubbliche ORGANIZZAZIONI COMPITI PRINCIPALI DELLE RELAZIONI PUBBLICHE TRASMETTERE IDENTITÀ ATTIVITÀ VALORI OBIETTIVI INTERESSI AMBIENTE DELL'AZIENDA FEEDBACK

6 Le RP affrontano processi di comunicazione complessi Con Relazioni Pubbliche (RP), definite anche comunicazione istituzionale, si intende la gestione dei processi comunicativi tra le organizzazioni e i loro pubblici di riferimento. Comunicare attivamente L uomo vive appieno il mondo e la realtà grazie ai processi comunicativi. Riceve informazioni, le interpreta e le ritrasmette. La comunicazione si sviluppa su livelli diversi, non verbali e verbali. Si estende dal colloquio personale alle più svariate forme di relazione scritta, auditiva e visuale, sino al processo d informazione e di formazione dell opinione pubblica mediante i media. Le RP assicurano a un organizzazione il dovuto spazio operativo a livello politico, economico, sociale e culturale. Il loro compito consiste nel veicolare in modo mirato dall interno verso l esterno l identità aziendale, gli obiettivi, gli interessi nonché le attività e l atteggiamento. Creare equilibrio Nella loro duplice funzione rappresentare gli interessi di un organizzazione e far confluire nella stessa organizzazione gli interessi pubblici le RP possono contribuire a equilibrare gli interessi, a limitare le tensioni e a risolvere in modo costruttivo i conflitti. Condurre e consigliare Una strategia di comunicazione coerente su tutti i fronti e concepita in base agli obiettivi a lungo termine dell organizzazione è il presupposto per attività di RP efficaci. Pertanto le RP devono essere strettamente integrate nei processi di discussione e decisionali di un organizzazione. 7 Promuovere il dialogo Le RP sono strettamente legate agli interessi di un organizzazione e perseguono l obiettivo di farli accettare mediante la credibilità. L obiettivo principale delle RP è dunque di creare e mantenere un rapporto di fiducia tra un organizzazione e i suoi principali pubblici di riferimento. Ciò significa che un organizzazione presenta i propri interessi e obiettivi in modo competente, attraverso un dialogo e una discussione aperti. Cambiamenti di atteggiamento e comportamento non devono però essere unilaterali: anche opinioni contrarie a quelle dell organizzazione devono essere prese in considerazione nelle fasi decisionali. Le RP impostano e influenzano in modo mirato il complesso flusso informativo dell organizzazione, osservando e analizzando opinioni interne ed esterne e integrando i risultati delle loro analisi nei processi decisionali interni. Agire eticamente Nel loro ruolo di mediatori tra il committente e il pubblico, i professionisti delle RP si assumono una grande responsabilità. Il Codice di Atene e quello di Lisbona sono vincolanti per tutti i membri delle società regionali della pr suisse / ASRP. Per le agenzie UARP è inoltre vincolante il Codice di Stoccolma della International Communications Consultancy Organisation (ICCO). Questi codici definiscono il comportamento sia nei confronti dei committenti di agenzie RP, sia nei confronti dell opinione pubblica. Essi definiscono, inoltre, il comportamento eticamente responsabile e sono riprodotti nelle pagine seguenti.

7 8 Codice di Lisbona Parte prima Criteri per persone soggette al presente codice Articolo 1 Ogni membro aderente a pr suisse / ASPR in conformità allo statuto viene considerato esperto in materia di relazioni pubbliche ai sensi del presente codice ed è obbligato a seguire le direttive fissate dal codice. Parte seconda Direttive professionali generali Articolo 2 Nell esercizio della loro professione, gli esperti RP rispettano i principi enunciati nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell Uomo, in particolare i principi riguardanti la libertà d espressione e l indipendenza dei mass-media, che sanciscono anche il diritto all informa zione. Essi agiscono nel pubblico interesse e si astengono da azioni volte a violare la dignità e l integrità dell individuo. Articolo 3 Nell esercizio della loro professione, gli esperti RP danno prova di sincerità, di integrità morale e di lealtà rigettando in particolare informazioni a loro conoscenza o parere sbagliate o fuorvianti ed evitando l uso, per quanto involontario di mezzi e di pratiche incompatibili con il presente codice. Articolo 4 Le attività RP, facilmente riconoscibili in quanto tali e munite di indicazioni della fonte, dovranno svolgersi apertamente ed in nessun caso dovranno trarre in inganno terzi. Articolo 5 Nelle relazioni con altre professioni ed altri rami della comunicazione sociale, gli esperti RP rispettano le regole e le pratiche vigenti, nella misura in cui queste sono compatibili con la propria etica professionale. Gli esperti RP rispettano egualmente i codici professionali nazionali nonché le leggi dei Paesi in cui operano. Nel reclamizzare la propria persona, gli esperti RP dimostrano il massimo riserbo. Parte terza Direttive specifiche. Atteggiamento nei confronti dei clienti e datori di lavoro Articolo 6 Gli esperti RP non potranno curare interessi contradditori o contrastanti senza l espresso consenso dei mandanti interessati. Articolo 7 Nell esercizio della loro professione, gli esperti RP osservano la massima discrezione. Essi mantengono scrupolosamente il segreto professionale ed in particolare declinano la trasmissione di informazioni riservate ottenute da mandanti precedenti, attuali o potenziali. Per la trasmissione di tali informazioni, l esperto RP dovrà procurarsi l espresso consenso del mandante interessato. Articolo 8 Se gli esperti RP dovessero trovarsi a curare interessi eventualmente contrari a quelli del loro mandante, quest ultimo dovrà esserne informato il più presto possibile. Articolo 9 I servizi di una società o di un organizzazione nella quale gli esperti RP hanno un interesse finanziario, professionale o di altra natura, potranno essere proposti al mandante unicamente se questi è stato precedentemente messo al corrente dell esistenza di tali interessi. Articolo 10 Gli esperti RP non prenderanno accordi contrattuali contenenti garanzie di successo quantificabili. Articolo 11 La retribuzione degli esperti RP avverrà esclusivamente sotto forma di onorario o di stipendio. In nessun caso essi dovranno accettare compensi o altre controprestazioni calcolate in base al successo quantificabile dei servizi prestati. Articolo 12 Senza il consenso dell attuale mandante, gli esperti RP non potranno accettare, in compenso dei servizi prestati, abbuoni, provvigioni o prestazioni in natura, da terzi.

8 Articolo 13 Se l esecuzione di un mandato RP dovesse comportare con ogni probabilità un atteggiamento errato nonché un modo di procedere in contrasto con i principi del presente codice, gli esperti RP dovranno immediatamente informarne il mandante e indurlo, con i dovuti mezzi, al rispetto di tali principi. Se il mandante persistesse nel suo intento, l esperto RP si impegna ad agire in conformità al codice senza riguardo a conseguenze personali. Direttive specifiche. Atteggiamento nei confronti dell opinione pubblica e dei mezzi d informazione Articolo 14 Per gli esperti RP, l attitudine mentale contemplata dal presente codice ed in particolare dagli articoli 2, 3, 4 e 5 comporta il costante rispetto del diritto all informazione nonché l obbligo di mettere a disposizione le informazioni nella misura in cui il segreto professionale lo permette. Tale mentalità comprende inoltre il rispetto dei diritti nonché dell indipendenza dei mezzi d informazione. Articolo 15 Non sono ammessi i tentativi di trarre in inganno il pubblico o i suoi rappresentanti. Le informazioni dovranno essere adatte all uso o alla pubblicazione, essere a titolo gratuito e senza alcuna ricompensa dissimulata. Articolo 16 Gli operatori RP possono acquistare spazi pubblicitari o tempi di emissione qualora ciò risultasse necessario per mantenere il controllo o l iniziativa per la diffusione di informazioni ritenuto il rispetto dei principi del codice e delle pratiche, norme e consuetudini in essere. Direttive specifiche. Atteggiamento nei confronti dei colleghi Articolo 17 Gli esperti RP dovranno tralasciare ogni tipo di concorrenza sleale nei confronti dei loro colleghi. Con riserva delle disposizioni contenute nell articolo 19b, essi dovranno astenersi da azioni o osservazioni suscettibili di pregiudicare il credito o il lavoro di un collega. Direttive specifiche. Atteggiamento nei confronti dell ordine professionale Articolo 18 Gli esperti RP dovranno rinunciare ad atteggiamenti suscettibili di ledere l immagine del loro ordine professionale. In particolare, essi non pregiudicheranno il lavoro e l immagine della SSRP con critiche malevoli e violazioni degli statuti o dei regolamenti. Articolo 19 Tutelare l immagine dell ordine professionale è un imperativo per tutti gli esperti RP, che non solo si atterranno al codice, ma si impegneranno egualmente: a) a contribuire alla massima diffusione, nonché alla migliore conoscenza e comprensione del codice; b) a segnalare all ufficio disciplinare competente ogni violazione del codice, reale o presunta; ed infine c) a tentare tutto il possibile affinché possa essere garantita l attuazione delle decisioni di tale ufficio riguardanti l applicazione del codice nonché l effettuazione delle sanzioni inflitte. Ogni esperto RP che permette una violazione dei presenti principi infrange egli stesso il codice. 9

9 10 Codice di Atene Principi internazionali nelle relazioni pubbliche Considerando che tutti gli Stati membri rispettano lo Statuto delle Nazioni Unite, che proclama la fede nei diritti dell uomo e nella dignità ed il valore della persona umana, e considerando che per tale motivo e per le condizioni inerenti alla loro professione gli esperti RP dovrebbero conoscere tale Statuto ed osservarne i principi; considerando che, oltre ai diritti fondamentali, l uomo ha esigenze di natura fisica e materiale, ma anche di natura spirituale, morale e sociale e che egli è in grado di esercitare i suoi diritti unicamente nella misura in cui tali esigenze saranno soddisfatte; considerando che le persone attive nel campo delle relazioni pubbliche possono contribuire alla soddisfazione delle fondamentali esi genze spirituali, morali e sociali dell uomo; consci infine che l uso dei mezzi di comunicazione, capaci di stabilire il contatto simultaneo con milioni di persone, mette nelle mani degli esperti RP uno strumento di potere il cui uso dovrà essere soggetto a limitazioni di natura etica; le associazioni RP firmatarie adottano il seguente codice, linea di condotta per i loro membri, e dichiarano che ogni inosservanza dimostrata sarà considerata una violazione comportante una punizione. Nell esercizio della sua professione, ogni membro di queste associazioni RP è tenuto: 1. a partecipare al conseguimento delle fondamentali condizioni spiri tuali e morali permettenti all uomo di esercitare i diritti inalienabili garantiti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell uomo; 2. a promuovere la creazione di forme e mezzi di comunicazione volti a facilitare un libero flusso di informazioni affinché l individuo possa sentirsi informato, interpellato e corresponsabile; 3. ad assumere un atteggiamento atto a conquistare la fiducia delle persone coinvolte; 4. a tener conto del fatto che, per via dello stretto legame con il pubblico, l intero ordine verrà giudicato in base al comportamento dei singoli membri; 5. a rispettare, nell esercizio della sua professione, la Dichiarazione Universale dei Diritti dell uomo; 6. a rispettare la dignità individuale della persona ed il diritto di formarsi un opinione personale;

10 7. a creare le basi spirituali e psicologiche per un vero scambio di idee offrendo alle parti la possibilità di difendere il proprio punto di vista; 8. ad agire in ogni caso nell interesse del mandante e del pubblico obiettivo; 9. ad adempiere alle promesse ed agli impegni, stabiliti inequivocabilmente, e a mantenere la fiducia del mandante e del pubblico agendo in ogni occasione con la massima lealtà. Per contro ogni membro di queste associazioni eviterà: 10. di subordinare la verità ad altri interessi; 11. di diffondere informazioni provenienti da fonti non controllate o incontrollabili; 12. di appoggiare azioni o progetti suscettibili di violare la morale, la dignità della persona o la sfera personale; 13. di adottare mezzi o metodi volti a manipolare il subconscio e suscettibili di privare l individuo della capacità d intendere nonché della responsabilità delle sue azioni. La Carta di Stoccolma ICCO «Le consulenze di relazioni pubbliche sono fornite da agenzie di servizi professionali che aiutano i clienti a incidere su opinioni, attitudini e comportamenti. Tale influsso comporta responsabilità verso i nostri clienti, i nostri collaboratori, la nostra professione e la società in generale». Consulenze e patrocinio oggettivi Le agenzie di relazioni pubbliche non devono perseguire interessi che potrebbero compromettere il loro ruolo di consulenti indipendenti. I rapporti con i clienti devono essere oggettivi, affinché questi ultimi possano adottare la strategia di comunicazione ottimale. Società Una società aperta, la libertà di parola e una stampa libera sono imprescindibili premesse per l esercizio delle relazioni pubbliche. Le agenzie di relazioni pubbliche operano in linea con gli obiettivi di tale società aperta, si attengono alle sue regole e collaborano con i clienti che condividono lo stesso approccio. Riservatezza La fiducia è la premessa su cui poggia la relazione tra un cliente e un agenzia di relazioni pubbliche. Le informazioni fornite da un cliente nella massima riservatezza e non di pubblico dominio non possono essere condivise con terzi senza il consenso del cliente. Promesse Le agenzie di relazioni pubbliche devono definire con i clienti aspettative chiare in merito ai servizi che verranno forniti. Devono fissare obiettivi specifici per le misure di comunicazione e adoperarsi per soddisfare le promesse formulate. Esse non devono fornire garanzie che non sono in grado di soddisfare o che comprometterebbero l integrità dei canali di comunicazione. Conflitti d interesse Le agenzie di relazioni pubbliche possono rappresentare clienti con conflitti d interesse. Non verranno avviate attività con un nuovo cliente che presenta conflitti d interesse senza aver dapprima offerto all attuale cliente l opportunità di esercitare ogni diritto derivante da qualsivoglia contratto tra il cliente e l agenzia. Rappresentanza Le agenzie di relazioni pubbliche possono rifiutare o accettare un mandato sulla base delle opinioni personali del management o dello scopo sociale. Gestione e politica aziendale Le agenzie di relazioni pubbliche sono tenute ad assumere comportamenti etici e ad operare in modo impeccabile, in linea con la propria politica aziendale, nei confronti di ogni genere di target. 11 Integrità delle informazioni Le agenzie di relazioni pubbliche non devono deliberatamente fornire informazioni oggettive scorrette a un pubblico e non devono sottacere gli interessi rappresentati da un cliente. Esse si adoperano per offrire un servizio accurato.

11 12

12 Le RP gestiscono le relazioni Le organizzazioni sono integrate in un ambiente variegato. Un fattore di successo è la capacità di comunicare costantemente e tempestivamente, in modo adeguato e aperto, sia verso l interno, sia verso l esterno. Le RP per le aziende Le aziende orientate al mercato si concentrano sulla vendita dei loro prodotti e servizi. Il loro successo a lungo termine dipende (oltre che dalle attività di marketing) anche dagli sforzi intrapresi per creare comprensione e accettazione del loro operato da parte di tutti i pubblici di riferimento rilevanti. Le RP gestiscono dunque le relazioni con l ambiente circostante, che è diverso e specifico per ogni singola azienda. Tanto sono variati il campo di attività e la dimensione di un impresa, quanto sono variegati i pubblici di riferimento e gli strumenti di RP utilizzati. Al fine di distinguere un azienda dalla concorrenza, le RP creano una buona reputazione e un immagine inconfondibile. di cambiare l atteggiamento e il comportamento di determinati pubblici di riferimento. Le RP sono uno strumento importante per migliorare il finanziamento delle ONP e per attivare il volontariato. Le RP per organizzazioni politiche Alla base di ogni democrazia sta il coinvolgimento della cittadinanza nella formazione dell opinione politica. Ogni organizzazione politica impiega le RP per affermarsi sul mercato dell opinione. In questo ambito le RP servono a profilare l organizzazione o i suoi rappresentanti mostrandone la competenza. Grazie alle attività di RP, l organizzazione politica conquista simpatizzanti e membri. 13 Le RP per le amministrazioni pubbliche Lo Stato necessita della comprensione e della fiducia della popolazione. Il governo, gli enti pubblici e le varie divisioni cercano il dialogo e intraprendono le misure necessarie per spiegare i propri obiettivi e i propri compiti. Questo processo di informazione e di comunicazione richiede il supporto degli specialisti in RP, che conoscono a fondo il processo di formazione dell opinione pubblica e sono in grado di spiegare le relazioni tra società, economia e Stato. Le RP per organizzazioni non-profit Le RP sono di particolare importanza per le organizzazioni senza scopo di lucro (ONP). Tramite l accurato impiego di risorse finanziarie limitate occorre creare attenzione, fiducia e benevolenza per i compiti e gli obiettivi fissati. Le ONP desiderano informare sulle questioni che stanno loro a cuore; vogliono rendere cosciente l opinione pubblica dei problemi con l obiettivo di ottenere un aiuto concreto. A dipendenza della loro attività perseguono lo scopo Le RP come servizio Di regola le RP sono di competenza dei dirigenti aziendali. I comunicatori, le persone con cui viene identificata l azienda, sono i massimi rappresentanti dell organizzazione (p.es. il titolare, il direttore generale, il CEO, il presidente). Essi però necessitano di specialisti in RP che li consiglino, che elaborino e implementino le strategie e le misure di comunicazione concordate. Molte organizzazioni dispongono di un proprio ufficio RP, altre si fanno consigliare periodicamente da un agenzia di RP o da un consulente in RP esterno. Le aziende dunque possono anche attingere alla competenza e all esperienza di cui necessitano all esterno. E a volte questa visione può essere più neutrale nella valutazione di un problema.

13 14 Mercato dei capitali Mercato delle vendite I pubblici di riferimento di un organizzazione Media Consumatori Mondo della cultura Ambiente socio-politico TV e stampa Scrittori Università Azionisti Banche Borse Popolazione Vicini Associazioni Chiese Politici Autorità Parlamenti Governi Clienti Intermediari ORGANIZZAZIONE Collaboratori Appartenenza Sindacati Fornitori Associazioni di categoria Organizzazioni locali Mercato degli acquisti Ambiente della concorrenza Ambiente politico Votanti Mercati del lavoro Compiti delle Relazioni Pubbliche e loro pubblici di riferimento COMMUNITY RELATIONS Popolazione Autorità locali INTERNAL RELATIONS Quadri Collaboratori Apprendisti Pensionati Familiari PUBLIC AFFAIRS Governo Parlamento Partiti Politici MEDIA RELATIONS Giornali Periodici Riviste etc. Radio Televisione Nuovi media FINANCIAL & INVESTOR RELATIONS Azionisti Investitori Analisti finanziari Banche Broker

14 Le RP sono molto più variegate di altre discipline Le RP comprendono molteplici attività. Le numerose e variate relazioni tra un organizzazione e i suoi pubblici di riferimento necessitano di strumenti differenziati. Un occhiata ai diversi campi di attività delle RP mostra quanto sia diversificata questa professione. Corporate Communication Definita anche Comunicazione aziendale. Comprende tutte le attività comunicative di un azienda, un istituzione o un amministrazione. Oltre alle RP, include anche le comunicazioni di marketing, la promozione vendita e lo sponsoring. Issue Management Comprende il riconoscimento tempestivo e la gestione attiva di temi strategicamente rilevanti (issues). Temi di interesse pubblico che concernono l azienda sono identificati già nella loro fase iniziale e il processo di formazione dell opinione pubblica è attivamente influenzato. 15 Community Relations Sono di grande importanza sociale ed economica per le organizzazioni, essendo indirizzate alla popolazione residente e al contesto in cui l organizzazione è inserita. Comunicazione di crisi Nessuna organizzazione è immune al rischio di catastrofi, incidenti, conflitti interni o altre situazioni di crisi. Per questo motivo l elaborazione di strategie e misure di comunicazione in caso di crisi contribuisce ad affrontare in modo rapido e coerente l insorgere di problemi di comunicazione. L obiettivo perseguito è di evitare l espansione della crisi e salvaguardare la credibilità. Financial & Investor Relations È il settore che si occupa della comunicazione con quei pubblici di riferimento che hanno un interesse prevalentemente finanziario nei confronti dell azienda: investitori privati e istituzionali, analisti, consulenti, banche e media finanziari. Internal Relations In America, dove le RP sono nate, si dice «PR begin at home». La comunicazione interna comprende la mediazione di informazioni, la conduzione e la motivazione. Collaboratrici e collaboratori ben informati sono i migliori ambasciatori e portatori d immagine verso l esterno. Media Relations Si tratta dell attività di gestione dei media e rappresenta, in molte organizzazioni, uno dei compiti principali delle attività di RP. Nei suoi obiettivi rientra la cura dei contatti con i media e le redazioni rilevanti per l organizzazione, come piattaforma e parte dell opinione pubblica. Gli specialisti in RP rispettano l indipendenza degli operatori attivi nei media. RP di prodotto Il sostegno delle attività di marketing con gli strumenti di RP. In primo piano non va però comunicato un messaggio pubblicitario, bensì l intenzione di creare comprensione e fiducia in un prodotto o in un servizio mediante un informazione oggettiva ai pubblici di riferimento. Public Affairs Comprendono la comunicazione di un organizzazione con istituzioni e persone rilevanti nel suo ambiente. Si pongono come obiettivo di difendere gli interessi dell organizzazione nell ambito del processo decisionale politico, nonché di accertare la realizzazione dei propri obiettivi.

15 Le RP sviluppano responsabilità, competenza sociale ed etica Benché attuate già da diversi decenni, le RP fanno parte delle professioni e delle attività moderne. Grazie al rafforzamento della loro importanza, anche l attrattività generale di questa professione è aumentata, parallelamente all incremento dei requisiti necessari al loro esercizio. Ciò ha portato ad una maggior professionalità e specializzazione nel settore della comunicazione. Esistono oggigiorno molteplici funzioni e attività professionali in questo ambito. 16 Corporate Communications Officer (CCO) È responsabile di tutte le attività di comunicazione interne ed esterne di un organizzazione. Gestisce lo sviluppo dell identità aziendale, la Corporate Identity, in tutti gli ambiti comunicativi. Nell organigramma il CCO è situato a livello di direzione generale o in funzione di stato maggiore, sopra i vari settori aziendali. Responsabile RP o Consulente in RP Fa parte dei quadri superiori di un organizzazione oppure dirige un gruppo di consulenti con mandati propri in un agenzia. Si occupa di attività di conduzione strategiche nell ambito di compiti a livello interdisciplinare, tra cui per esempio la concezione, l elaborazione e la direzione di attività di RP interne ed esterne. Redattore/Redattrice RP Tra i suoi compiti figura principalmente l elaborazione di testi, tra cui la redazione del rapporto annuale, di opuscoli e bollettini informativi nonché di riviste aziendali e per la clientela. A dipendenza delle dimensioni di un organizzazione, si tratta di un attività a tempo pieno che comprende anche la redazione di discorsi. Specialista in RP È responsabile materialmente e commercialmente della perfetta attribuzione di ordinazioni a fornitori e specialisti. Gestisce il controllo di costi, termini e qualità, specialmente in relazione all elaborazione e alla produzione di strumenti di RP e alla realizzazione di eventi. Si occupa dell esecuzione tecnica e redazionale di strumenti e misure e collabora alla loro creazione. Portavoce È la persona di contatto ufficiale per i media. Tra i suoi compiti figurano la cura dei contatti con i media, il reperimento di informazioni per i giornalisti che ne fanno richiesta, la redazione di comunicati stampa e di prese di posizione. Inoltre, propone testi per interviste e articoli e sostiene la direzione generale nel caso di attività che prevedano la presenza dei media. Si occupa di osservare gli organi di informazione e valutare tutte le apparizioni dell organizzazione sui media. Segretario/Segretaria RP Svolge tutti i lavori amministrativi e organizzativi come la corrispondenza con clienti e fornitori. Controlla le fatture, gestisce l archiviazione e reperisce le necessarie informazioni. Organizza mailing e collabora agli eventi. Investor Relations Officer (IRO) È responsabile di tutte le comunicazioni finanziarie dell azienda, con l obiettivo di ottimizzare la valutazione dell impresa sui mercati dei capitali. Coordina strettamente la propria attività con il reparto Corporate Communications al fine di assicurare l invio di messaggi coerenti sia verso l interno, sia verso l esterno. Di regola l IRO dipende direttamente dal Chief Financial Officer (CFO).

16 17

17 Le RP richiedono una formazione professionale Una volta le RP rappresentavano il tipico sbocco professionale per chi proveniva da tutt altre attività. Oggigiorno, anche in Svizzera gli operatori nelle RP dimostrano una crescente professionalità. Sono aumentate anche le esigenze dei datori di lavoro, che richiedono generalisti in RP come pure specialisti in RP, esecutori e manager. 18 Le esigenze nei confronti degli operatori in RP si intensificano, come pure l importanza di una formazione approfondita. Per uno sviluppo di carriera nel mondo delle RP sono indispensabili interesse per la materia, talento e motivazione. Ma non bastano per raggiungere il successo professionale. La migliore via per ottenere una qualifica professionale è la formazione complementare all attività lavorativa. La pratica lavorativa Anche oggi molte strade portano alle RP. L accesso a questa attività è aperto. Generalmente gli operatori RP imparano il mestiere «on the job» e in parte vi si avvicinano già durante l apprendistato (solitamente commerciale). Di regola iniziano la pratica lavorativa durante un periodo di stage o un impiego nel settore RP di una grande azienda oppure in un agenzia RP. All inizio di una carriera nelle RP troviamo spesso anche coloro che hanno una formazione in ambito giornalistico, di marketing, vendita, grafica o di gestione del personale. Una buona base per una carriera di successo nell ambito RP è costituita anche da una formazione universitaria, per esempio in economia, pubblicistica, sociologia, psicologia o diritto, soprattutto se allo studio è abbinata anche l esperienza pratica, nonché la costituzione di una rete di contatti. Formazione e perfezionamento professionale parallelo all attività lavorativa La qualifica professionale normalmente si ottiene mediante una formazione parallela all attività lavorativa. Il corso di Specialista in RP, con diploma federale, offre un ottima formazione di base. A livello di quadri o per chi è già in possesso di una buona base, esiste il corso di Consulente in RP, con diploma federale, offerto dall Istituto Svizzero di Relazioni Pubbliche (ISRP). L Università di Lugano, in collaborazione con l ISRP, offre un Executive Master in Science of Communications Management. Sia l ISRP, sia diverse scuole universitarie professionali offrono corsi postdiploma (MAS e DAS) nell ambito delle RP. Inoltre è possibile acquisire selezionate competenze anche in singoli moduli (CAS) o in seminari specifici. Esame federale superiore per Consulenti in RP Esame per Specialisti in RP Questi esami hanno l obiettivo di riconoscere ai quadri particolarmente qualificati o agli specialisti in RP le conoscenze teoriche e pratiche acquisite, offrendo loro la possibilità di conseguire un diploma federale o un certificato di capacità. Essi sottostanno alla sorveglianza dell Ufficio federale della formazione professionale (UFFT). L attività svolta nelle RP e, per i consulenti in RP, una funzione dirigenziale nelle RP costituiscono il presupposto necessario per poter accedere all esame. Il diploma federale e il certificato di capacità dovrebbero essere di sostegno ai datori di lavoro e ai committenti nella selezione di quadri e collaboratori, come prova delle conoscenze acquisite nell ambito delle RP.

18 La candidata o il candidato che desidera ottenere il diploma federale o il certificato di capacità deve possedere tutte le conoscenze e le capacità richieste, definite nel regolamento degli esami. Il contenuto degli esami si orienta in base alle qualifiche necessarie per l esercizio delle attività di RP. Per accedere agli esami non è indispensabile aver seguito una formazione specifica o una preparazione agli esami nelle RP. Migliori opportunità per principianti e per chi proviene da altre professioni Mai prima d ora l offerta di formazione e perfezionamento in ambito RP è stata così ampia. Per chi è già attivo professionalmente svolgendo anche attività di RP e per cui un corso completo sarebbe troppo impegnativo (almeno in una prima fase), esistono sul mercato diversi offerenti di moduli di breve durata e corsi di base, in particolare presso l ISRP. L Istituto Svizzero di Relazioni Pubbliche (ISRP) È l istituto leader in Svizzera nella formazione in ambito RP. Da oltre 40 anni forma specialisti in relazioni pubbliche. L ISRP si prefigge di aumentare la professionalità, di contribuire all esercizio responsabile delle attività di comunicazione e di migliorare l immagine delle RP nell opinione pubblica. L ISRP cura intensamente i contatti personali con le unità che contribuiscono alla formazione dell opinione pubblica in ambito economico, sociale e universitario, sia in Svizzera, sia all estero. Grazie a questa vasta rete di contatti riesce a ottimizzare continuamente l offerta di formazione e di perfezionamento professionale, difendendo inoltre gli interessi del settore delle RP. 19 Da alcuni anni esistono corsi di diploma (Bachelor) presso le scuole universitarie professionali, che richiedono, solo poca pratica lavorativa. Inoltre l offerta prevede corsi di perfezionamento professionale post-diploma CAS (Certificate of Advanced Studies) e MAS (Master of Advanced Studies). Le esigenze nei confronti degli operatori nelle RP aumentano, come pure l importanza di una formazione approfondita. Come anche in altre professioni, la base per il successo in ambito RP è costituita dalla personalità del candidato, dall esperienza e da un pizzico di fortuna, per essere al posto giusto al momento giusto.

19 20

20 Le RP si basano sulla rete di contatti In Svizzera le RP sono esercitate professionalmente a partire dagli anni cinquanta. Gli specialisti attivi nell ambito delle RP mettono a disposizione le loro conoscenze e la loro esperienza per tutte le attività economiche, le istituzioni, le amministrazioni oppure le agenzie di RP. Nel 2009 le più importanti organizzazioni di settore si sono associate nell Istituto Svizzero di RP di Zurigo. La Società Svizzera di Relazioni Pubbliche, SSRP, fondata nel 1954 (oggi: pr suisse / Associazione Svizzera di Relazioni Pubbliche ASRP), è l associazione di categoria e si è posta come obiettivo lo sviluppo delle RP, la formazione e il perfezionamento professionale in questo ambito. Riunisce sotto il proprio cappello sette società regionali con ben associati, suddivisi: membri professionali accreditati e membri professionali (attivi principalmente nelle RP), membri individuali (che esercitano questa attività accanto ad altre o persone interessate alle RP) e membri collettivi (aziende, istituzioni, ecc.). Le società regionali fungono da rete di contatto e promuovono lo scambio di esperienze tra i soci, organizzando diverse attività specifiche del settore. Inoltre si occupano del rispetto dei principi etici nell esercizio delle attività di RP, da parte dei propri associati. L istituto di formazione per gli operatori nelle RP L Istituto Svizzero di Relazioni Pubbliche (ISRP) è una fondazione nata nel 1969 da pr suisse (già SSRP) e sorvegliata dal Dipartimento Federale dell Interno. L ISRP è l unico istituto di formazione svizzero, focalizzato esclusivamente sulla formazione in ambito RP, riconosciuto ufficialmente dall associazione europea che riunisce tutte le associazioni nazionali (CERP). L ISRP si è posto come obiettivo il miglioramento della qualità nelle attività di RP ed è responsabile della formazione e del perfezionamento pratico degli specialisti in RP a tutti i livelli. A tale scopo l ISRP offre corsi che consentono l ottenimento di diplomi federali (consulenti in RP) e certificati di capacità (specialisti in RP), come pure corsi post-laurea (CAS) e diversi seminari intensivi nell ambito del perfezionamento professionale. 21 pr suisse / l ASRP offre anche un Registro Professionale al quale possono aderire i soci (membri professionali accreditati) delle sette società regionali che dispongono di qualificazioni professionali particolarmente elevate. I membri del Registro Professionale sono autorizzati da pr suisse e hanno il diritto e l obbligo di portare il titolo RP/ASRP. La commissione d esami della pr suisse / ASRP è un istanza d esame a sé stante che, sotto l egida dell Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT), organizza l esame federale superiore per i consulenti in RP (dal 1979) e l esame federale di categoria per gli specialisti in RP (dal 1984). La maggior parte delle medie e grandi agenzie svizzere di RP qualificate sono membri dell Associazione delle agenzie di pubbliche realizioni in Svizzera (BPRA). Questa associazione si occupa di creare trasparenza tra i vari fornitori di servizi di RP, definisce le basi per l esercizio dell attività e gli onorari della categoria. Inoltre, difende gli interessi politici degli associati. HarbourClub. Chief Communications Officers È una piattaforma esclusiva per Chief Communications Officers (CCO). Pone l accento sullo scambio di esperienze tra i professionisti del ramo e lo sviluppo di relazioni informali.

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

:-) Fare la cosa giusta! Inizia con il leggere la cosa giusta. Philips General Business Principles, La tua guida per agire con integrità

:-) Fare la cosa giusta! Inizia con il leggere la cosa giusta. Philips General Business Principles, La tua guida per agire con integrità General Business Principles Fare la cosa giusta! Inizia con il leggere la cosa giusta :-) Philips General Business Principles, La tua guida per agire con integrità pww.gbp.philips.com June 2014 Abbiamo

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni. «Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.» Code of Conduct Comunicazione del CEO «Ogni società, grande o

Dettagli

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza Presentazione Con questa comunicazione (Bruxelles 05.02.2003 COM(203) 58 def.) la Commissione si propone di dare

Dettagli

Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati

Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati Per facilitare la lettura del testo, si è scelto di non utilizzare esplicitamente la formulazione

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS?

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS? Cos è il BULATS Il Business Language Testing Service (BULATS) è ideato per valutare il livello delle competenze linguistiche dei candidati che hanno necessità di utilizzare un lingua straniera (Inglese,

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 1 Gruppo di Lavoro Ambiti 5 Iseo Sebino e 13 Vallecamonica Hanno prestato il proprio contributo per questa giornata: Bottichio Federica Calvetti Sara

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

Linee guida per il reporting di sostenibilità

Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Linee guida per il reporting di sostenibilità 2000-2011 GRI Versione 3.1 2000-2011 GRI Versione 3.1 Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Indice Prefazione Lo sviluppo sostenibile e l imperativo

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Consorzio per le AUTOSTRADE SICILIANE

Consorzio per le AUTOSTRADE SICILIANE Consorzio per le AUTOSTRADE SICILIANE CODICE ETICO E COMPORTAMENTALE PREMESSA Il Consorzio Autostrade Siciliane (CAS), costruisce e gestisce le tratte autostradali nell'ambito regionale siciliano, svolgendo

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Ambiente di lavoro improntato al rispetto

Ambiente di lavoro improntato al rispetto Principio: Tutti hanno diritto a un trattamento rispettoso nell ambiente di lavoro 3M. Essere rispettati significa essere trattati in maniera onesta e professionale, valorizzando il talento unico, le esperienze

Dettagli

Dichiarazione dei diritti dell uomo

Dichiarazione dei diritti dell uomo Dichiarazione dei diritti dell uomo Politica dei diritti sul posto di lavoro Per noi è importante il rapporto che abbiamo con i nostri dipendenti. Il successo della nostra azienda dipende da ogni singolo

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) 1. I princìpi e i contenuti del presente codice costituiscono specificazioni esemplificative

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Diventate membri dell associazione. L unione delle forze del settore solare

Diventate membri dell associazione. L unione delle forze del settore solare Diventate membri dell associazione L unione delle forze del settore solare Il vostro supporto neutrale per informazioni, formazione, assicurazione di qualità e pubblicità comune Il vostro portavoce per

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE Adottata all'unanimità a Parigi durante la 31esima sessione della Conferenza Generale dell'unesco, Parigi, 2 novembre 2001 La Conferenza

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy CONSIGLIO EUROPEO IL PRESIDENTE Bruxelles, 26 giugno 2012 EUCO 120/12 PRESSE 296 PR PCE 102 VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Traduzione 1 Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Conclusa a Parigi il 20 ottobre 2005 La Conferenza generale dell Organizzazione delle Nazioni Unite

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli