Nuove strategie di trading con le opzioni del mercato IDEM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nuove strategie di trading con le opzioni del mercato IDEM"

Transcript

1 Nuove strategie di trading con le opzioni del mercato IDEM Gabriele VILLA Responsabile Business Development Investitori Privati Stefania FAIELLA Derivatives Markets Products and Indices Borsa Italiana S.p.A. ITALIAN TRADING FORUM 17 Maggio 2007 Rimini Contenuti Che cosa sono le opzioni Le opzioni sul mercato IDEM Come funzionano le opzioni Strategie operative 2

2 Le opzioni Le opzioni: concetti introduttivi Un opzione è un contratto che, a fronte del pagamento di un premio iniziale, attribuisce la facoltà, ma non l obbligo, di: comprare (opzione call) o vendere (opzione put) un determinato quantitativo di una certa attività finanziaria o reale (attività sottostante o underlying) ad un prezzo predeterminato (prezzo di esercizio o strike price) a o entro una specifica scadenza (opzione europea vs opzione americana) Opzione di tipo europeo Opzione di tipo americano Esercizio dell opzione Acquisto/vendita opzione Esercizio dell opzione Acquisto/vendita opzione Oggi Scadenza Oggi Scadenza 3 Le opzioni OPZIONE CALL ACQUIRENTE VENDITORE Compra il diritto di acquistare 100 azioni Generali ad un prezzo predeterminato e ad una certa data futura Vende ACQUIRENTE OPZIONE PUT VENDITORE Compra il diritto di vendere 100 azioni Generali ad un prezzo predeterminato e ad una certa data futura Vende 4

3 Payoff call e put a scadenza Opzioni call e put a scadenza: profilo profitti/perdite (payoff) Profitti/ Perdite CALL K = prezzo di esercizio S = prezzo del sottostante a scadenza Profitti/ Perdite PUT K S K S Il valore di un opzione call alla scadenza è funzione del prezzo del sottostante e del prezzo di esercizio. A scadenza, un opzione call vale: 0 se S < K (S - K) se S > K Il valore di un opzione put alla scadenza è funzione del prezzo del sottostante e del prezzo di esercizio. A scadenza, un opzione call vale: 0 se S > K (K - S) se S < K 5 Payoff call e put a scadenza: quadro riassuntivo Payoff call e put a scadenza Profitti/ Perdite Acquirente call Profitti/ Perdite Acquirente put K S K S Venditore call Venditore put Profitti/ Perdite Profitti/ Perdite K S K S 6

4 Opzioni ATM, ITM e OTM Opzioni: definizioni di base Un opzione si dice at the money (ATM) se lo strike price è uguale al prezzo corrente dell attività sottostante Un opzione si dice in the money (ITM) se lo strike price è inferiore (call) / superiore (put) al prezzo corrente dell attività sottostante Un opzione si dice out of the money (OTM) se lo strike price è superiore (call) / inferiore (put) al prezzo corrente dell attività sottostante Valore di mercato OUT OF THE MONEY Opzione Call AT THE MONEY IN THE MONEY Tempo Strike Price Quotazione attività sottostante 7 Operare con le opzioni: acquisto di un opzione call Posizione lunga su call Acquistare un opzione call (posizione lunga su call) permette di beneficiare di un rialzo (forte) del mercato limitando la perdita massima in caso di ribasso al premio pagato. Profitti/ Perdite Andamento del sottostante K = prezzo di esercizio S = prezzo del sottostante a scadenza P = premio Guadagno MASSIMO teoricamente illimitato K K + P P S Perdita MASSIMA pari al premio pagato 8

5 Esempio posizione lunga su call Acquisto di un opzione call: un esempio Titolo Generali: Eur Giorno t Acquisto opzione call Generali (posizione lunga): strike Eur, scadenza giu07, premio 0.45 Eur, lotto 100 azioni premio pagato 45 Eur (0.45 Eur * 100) Scadenza Scenario 1: Scenario 2: Scenario 3: titolo Generali Eur opzione è ATM e il suo valore è nullo titolo Generali Eur opzione è ITM; esercitandola si ottengono i titoli al prezzo di Eur laddove sul mercato è possibile rivenderli a Eur guadagnando 155 Eur (2*100-45) titolo Generali Eur opzione è OTM percui non conviene esercitarla; tuttavia si registra una perdita pari al premio pagato (45 Eur) Vantaggi dell operazione: Il costo dell operazione è pari al solo premio Effetto leva: spendendo 45 Eur subito, è possibile investire su un contratto che vale Eur (circa 78 volte di più) 9 Operare con le opzioni: acquisto di un opzione put Posizione lunga su put Acquistare un opzione put (posizione lunga su put) permette di guadagnare in caso di un ribasso (forte) del mercato limitando la perdita massima in caso di rialzo al premio pagato. Profitti/ Perdite Andamento del sottostante K = prezzo di esercizio S = prezzo del sottostante a scadenza P = premio Guadagno MASSIMO rilevante e realizzato in condizione di mercato decrescente P K + P K S Perdita MASSIMA è pari al premio pagato 10

6 Esempio posizione lunga su put Acquisto di un opzione put: un esempio Indice S&P/MIB: punti Giorno t Acquisto 2 opzioni put sull indice S&P/MIB (posizione lunga): strike , scadenza set07, premio 755 Eur, moltiplicatore 2.5 Eur costo operazione Eur (2 * 755 * 2.5) Scadenza Scenario 1: Scenario 2: Indice S&P/MIB: punti opzione è ATM e il suo valore è nullo Indice S&P/MIB: punti opzione è ITM; viene quindi esercitato il diritto di vendere a qualcosa che sul mercato vale ovvero si ottiene un guadagno netto accreditato sul conto corrente pari a Eur [( ) * 2 * ] Scenario 3: Indice S&P/MIB: punti opzione non viene esercitata in quanto è OTM; la perdita risulta data dal premio pagato (3.775 Eur) Vantaggi dell operazione: Il costo dell operazione è pari al solo premio Effetto leva: spendendo Eur subito, si investe su un contratto che ha un valore pari a Eur (circa 55 volte di più) 11 Perché utilizzare le opzioni? Le opzioni sono strumenti finanziari molto utilizzati in quanto consentono di: Possibili utilizzi delle opzioni Sfruttare andamento dei mercati sia in fasi rialziste che ribassiste (trading direzionale) Il payoff delle opzioni è asimmetrico : guadagni e perdite non sono direttamente proporzionali all andamento del sottostante e possono anche essere di segno contrario rispetto alla performance della singola azione o indice. Per tale motivo, esse permettono di ottenere dei profitti anche nei casi in cui il mercato è in una fase discendente Gestione del rischio associato ad una posizione con profilo opzionale È possibile attuare delle strategie di copertura che agiscano da una certa soglia in sù, il che si avvicina maggiormente al modo con cui affrontiamo la gestione dei rischi quotidiani Moltiplicare il risultato economico dell investimento I derivati sono caratterizzati dall effetto leva ovvero dalla possibilità di controllare un elevato controvalore di attività finanziarie con un investimento di risorse limitato, permettendo di ottenere rendimenti proporzionalmente più elevati rispetto alla performance del sottostante Attuare strategie di trading complesse L acquisto/vendita di due o più opzioni con differenti caratteristiche permette di realizzare payoff molto diversi tra loro che consentono di scommettere su qualunque trend di mercato (crescente, decrescente o stabile). Inoltre, a differenza di altri strumenti finanziari, esse consentono di realizzare particolari strategie speculative come, ad esempio, il trading di volatilità o di scadenze 12

7 Contenuti Che cosa sono le opzioni Le opzioni sul mercato IDEM Come funzionano le opzioni Strategie operative 13 Le opzioni sul mercato IDEM Le opzioni disponibili sul mercato IDEM prodotto destinato sia agli istituzionali che agli investitori privati 1 tipologia di opzione sull indice S&P/MIB (MIBO) Caratteristiche 41 contratti di opzione listati su azioni liquide e ad elevata capitalizzazione e caratterizzati da un controvalore accessibile anche all investitore retail (es. opzione su Generali 100 * = Eur) liquidità garantita dalla presenza di market maker che quotano su base continuativa o su richiesta 14

8 MIBO MIBO - specifiche contrattuali 15 Stock options Stock options - specifiche contrattuali 16

9 Introduzione scadenze lunghe per opzioni su azioni Long stock options sul mercato IDEM 10 scadenze saranno disponibili per il trading sull IDEM: 2 scadenze mensili più vicine; 4 scadenze trimestrali del ciclo Gen / Giu / Set / Dic; 4 scadenze semestrali del ciclo Giu / Dic dei due anni successivi Scadenze brevi Scadenze lunghe Mag Giu Lug Set Dic Mar Giu Dic Giu Dic Intervalli Strike su scadenze corte: dipendono dal sottostante Intervalli Strike su scadenze lunghe: doppio degli intervalli short Scadenze Mensili Scadenze Trimestrali Scadenze Semestrali 17 Orari di negoziazione sull IDEM e underlying cash Orari di negoziazione del mercato IDEM e underlying cash IDEM 9:00 9:30 17:20 Obblighi di Market Making 17:40 Tutti gli strumenti NEGOZIAZIONE CONTINUA Mercato azionario Segmento Blue Chip AFTER HOURS 8:00 9:05 17:25 17:35 18:00 20:30 Azioni Blue Chip NEGOZIAZIONE CONTINUA Asta apertura Asta chiusura Negoz. continua After Hours 18

10 I volumi delle stock options sull IDEM Crescente interesse degli investitori verso le stock options Stock Options - Volumi e Controvalore medio giornaliero ADV Turnover ml Fonte: Borsa Italiana S.p.A. ultimo aggiornamento 30 Aprile Contenuti Che cosa sono le opzioni Le opzioni sul mercato IDEM Come funzionano le opzioni Strategie operative 20

11 Valore intrinseco e valore temporale (1) Il valore di un opzione può essere scomposto in due componenti: Valore intrinseco e valore temporale delle opzioni Valore intrinseco (VI) è definito come il maggior valore tra zero e il valore che l opzione avrebbe qualora fosse esercitata immediatamente. Di conseguenza: VI opzione call Max [0; S - K] VI opzione put Max [0; K - S] dove: S = prezzo dell attività sottostante K = strike price Valore temporale (VT) è la parte di valore dell opzione che è dovuta ai possibili movimenti favorevoli del prezzo dell attività sottostante. Algebricamente, viene calcolato come la differenza tra il valore dell opzione ed il valore intrinseco; intuitivamente, esso rappresenta la componente assicurativa del premio pagato A scadenza: Valore opzione = Valore intrinseco (esercito o abbandono) Valore temporale è nullo 21 Valore intrinseco e valore temporale (2) Valore intrinseco e valore temporale delle opzioni Giorno t Titolo Generali: Eur Call su Generali: strike Eur, scadenza giu07, premio 0.45 Eur Call su Generali a scadenza Call su Generali 1 mese prima della scadenza Call su Generali 3 mesi prima della scadenza Valore Temporale Time decay Valore Intrinseco Market view K = Eur S 22

12 Fattori che influenzano il prezzo delle opzioni I fattori che influenzano il prezzo dell opzione (1) Esistono sei fattori principali che influenzano il prezzo delle opzioni: Il prezzo corrente dell attività sottostante S Il prezzo di esercizio o strike price K La vita residua T-t La volatilità del prezzo dell attività sottostante σ Il tasso d interesse privo di rischio r I dividendi attesi durante la vita dell opzione d Esistono inoltre altri fattori a seconda della tipologia di attività sottostante il contratto opzione (ad esempio, nel caso di un sottostante espresso in valuta diversa dall euro come il dollaro americano, si dovrà considerare come ulteriore fattore il tasso di cambio EUR/USD) VI Premio + VT S K T-t σ r d Altri (tasso di cambio, etc.) 23 Fattori che influenzano il prezzo delle opzioni I fattori che influenzano il prezzo dell opzione (2) L effetto del prezzo dell attività sottostante è intuitivo: tanto più è alto tanto più ha valore il diritto di acquistare l attività sottostante ad un prezzo prestabilito (call) e viceversa per il diritto di venderla Per lo strike price il ragionamento è speculare: se aumenta il prezzo prestabilito diminuisce il valore della facoltà di acquistare l azione (dato il suo prezzo di mercato) mentre aumenta quello della facoltà di venderla Per la vita residua dell opzione è necessario distinguere tra opzioni americane ed europee: Nel caso di opzioni americane il possessore dell opzione più lunga ha tutte le opportunità di esercizio di cui dispone il possessore di un opzione più corta, più altre ancora. Ne segue che l opzione più lunga deve valere almeno quanto quella più corta. Per le opzioni europee esiste invece la possibilità che il valore diminuisca all aumentare della scadenza, in particolare: Pagamento di un dividendo di ammontare rilevante dopo la scadenza più corta (call) 24

13 Fattori che influenzano il prezzo delle opzioni I fattori che influenzano il prezzo dell opzione (3) L incremento della volatilità ha ovviamente un effetto positivo sul prezzo dell opzione (sia call che put); se aumenta la volatilità del titolo avrò la possibilità di approfittare di più ampi movimenti nella direzione favorevole (rialzi per call e ribassi per put) ed allo stesso tempo non sarò danneggiato da quelli sfavorevoli La volatilità che conta è quella attesa futura, non quella storica! Con un procedimento inverso a quello normalmente utilizzato nella valorizzazione delle opzioni è possibile partire dal prezzo di mercato per ricavare la volatilità implicita, ovvero quel valore della volatilità che inserito nel modello prescelto fornisce un prezzo dell opzione uguale a quello effettivamente osservato. La volatilità implicita varia generalmente a seconda della scadenza e dello strike. I dividendi hanno l effetto di ridurre il prezzo ex-dividend del titolo; ne segue che avranno un impatto negativo sul valore delle call e positivo sulle put Attenzione: in taluni casi esistono clausole che prevedono la rettifica dello strike price a seguito dello stacco di un dividendo (dividendi straordinari). Il tasso d interesse risk-free è correlato positivamente al prezzo della call e negativamente a quello della put. L effetto principale del tasso d interesse è quello di modificare il tasso atteso di crescita del prezzo dell azione. 25 Fattori che influenzano il prezzo delle opzioni I fattori che influenzano il prezzo dell opzione (4) A seconda del tipo di opzione (call o put) e della modalità di esercizio avremo i seguenti effetti sul valore dell opzione come illustrato dalla tabella sottostante Fattore Call Europea Put Europea Call Americana Put Americana Prezzo del titolo sottostante Strike price Tempo mancante alla scadenza?? + + Volatilità Tasso d'interesse Dividendi attesi Market view 26

14 Greche Le Greche Le Greche o coefficienti di sensibilità sono degli indicatori sintetici che misurano la sensibilità di un opzione al variare di ciascuno dei fattori che ne influenzano il prezzo. In particolare: δpz :f (S, K, σ, i, Prezzo del sottostante S Delta e Gamma Γ Volatilità dell azione sottostante σ Vega Λ Vita residua dell opzione T-t Theta Θ Tasso di interesse Rho Ρ t) Due funzioni principali: 1. Trading fornire informazioni rispetto alla posizione posseduta tali da permettere di porre in essere strategie di trading coerenti 2. Hedging realizzare strategie di copertura funzionali all attività di risk management del portafoglio posseduto 27 Come varia il prezzo di un opzione al variare del prezzo del sottostante? Delta Il delta indica la sensibilità del prezzo di un opzione al variare del prezzo del sottostante In termini matematici, il delta rappresenta la derivata prima del prezzo dell opzione rispetto al prezzo del sottostante e viene calcolato come la variazione del prezzo dell opzione per ogni variazione di un punto percentuale del prezzo del sottostante: = δc δs = ( C2 C1) ( S S ) 2 1 Graficamente, esso rappresenta la pendenza della curva che lega il prezzo di un opzione a quello dell attività sottostante 28

15 Delta Il delta di un opzione: un esempio Giorno t Titolo Generali: Eur Call lunga Generali: strike Eur, scadenza giu07, premio 0.45 Eur Giorno t + 1 Titolo Generali: Eur Call Generali: strike Eur, scadenza giu07, premio 0.95 Eur ( ) ( ) δc 0.50 = = = δs 1.00 = 0.50 Il valore 0.50 rappresenta il delta dell opzione ed esprime il fatto che il prezzo dell opzione varia in misura pari al 50% rispetto alla variazione registrata nel prezzo del sottostante. 29 Delta Caratteristiche del delta (1) Per un opzione call il delta è positivo e compreso tra 0 e 1 mentre per un opzione put esso è negativo e può assumere valori inclusi tra -1 e 0. Delta call vs prezzo sottostante Delta put vs prezzo sottostante 0 C 1 Prezzo della call aumenta all aumentare del prezzo del sottostante -1 P 0 Prezzo della put diminuisce all aumentare del prezzo del sottostante 30

16 Delta Caratteristiche del delta (2) Il delta non è un valore costante In particolare, esso varia in funzione di: Andamento del prezzo del sottostante Vita residua dell opzione Delta call vs vita residua Delta put vs vita residua All avvicinarsi della scadenza: call ITM 1 call OTM 0 call ATM 0.5 All avvicinarsi della scadenza: put ITM -1 put OTM 0 put ATM Delta Utilizzi del delta Per quanto concerne le possibili applicazioni pratiche del delta di un opzione, è possibile individuarne principalmente due: Stima della probabilità di un opzione di scadere ITM Call (Put) deep ITM delta prossimo ad 1 (-1) in quanto sarà molto elevata la probabilità che essa scada riconoscendo un valore positivo al possessore; Call (Put) deep OTM delta vicino allo 0 (-0) posto che la probabilità che essa giunga a scadenza con un valore positivo risulta essere molto bassa; Call (Put) ATM delta intorno a 0.5 (-0.5) visto che sussiste sostanzialmente la medesima probabilità che essa possa scadere con un valore positivo o nullo; Copertura rispetto al rischio di variazione del prezzo del sottostante (Delta Hedging) È possibile, infatti, determinare il numero di azioni che è necessario negoziare al fine di annullare il delta dell opzione rendendola così immune alle variazioni del prezzo del sottostante. In particolare: Posizione equivalente in titoli = Numero opzioni x Delta x Lotto 32

17 Delta Delta Hedging: un esempio Giorno t Titolo Generali: Posizione: Euro investitore ha venduto 5 opzioni call su Generali strike price Eur, scadenza giu07 premio unitario 0.45 Eur Delta: Valore assoluto 0.50 Posizione corta (vendita) delta negativo Date le condizioni di mercato, affinché l investitore risulti protetto dal rischio di variazioni del prezzo del sottostante, è necessario che acquisti un quantitativo di azioni Generali pari a: Posizione equivalente in titoli = (-5) x (-0.50) x 100 = 250 azioni Generali La posizione dell investitore resta coperta ovvero neutrale rispetto al delta per un periodo di tempo relativamente breve: sarà quindi necessario procedere ad aggiustarla periodicamente (delta hedging dinamico). Questo si traduce in un aggiustamento periodo del numero di azioni Generali detenute in portafoglio. 33 Come varia il delta di un opzione al variare del prezzo del sottostante? Gamma Γ Il gamma indica la sensibilità del delta di un opzione al variare del prezzo del sottostante In termini matematici, il gamma rappresenta la derivata prima del delta dell opzione rispetto al prezzo dell attività sottostante ossia la derivata seconda del valore dell opzione rispetto al prezzo dell attività sottostante: 2 ( 2 1) δ 2 ( S S ) δs δ Γ = = = δs 2 1 C Graficamente, esso esprime l esistenza di una relazione curvilinea tra il prezzo dell opzione e quello dell attività sottostante. 34

18 Gamma Γ Il gamma di un opzione: un esempio Giorno t Titolo Generali: Eur Call lunga Generali: strike Eur, scadenza giu07 delta 0.50, gamma 0.10 Titolo Generali: Eur Giorno t + 1 Call lunga Generali: strike Eur, scadenza giu07 Valore call aumenta di 0.50 a causa del delta Delta aumenta di 0.10 da 0.50 a 0.60 a causa del gamma Titolo Generali: Eur Giorno t + 2 Call lunga Generali: strike Eur, scadenza giu07 Valore call aumenta di 0.60 poiché il delta è ora pari a 0.60 Delta aumenta di un altro 0.10 fino a Gamma Γ Caratteristiche del gamma (1) Il gamma non viene definito in funzione del tipo di opzione negoziata (call o put) ma bensì rispetto alla posizione assunta sull opzione (acquisto/lunga o vendita/corta). Più nello specifico: Il gamma di una posizione d acquisto/lunga è sempre positivo (Γ 0) ed assume il medesimo valore per call e put a parità di condizioni (delta della posizione aumenta all aumentare del prezzo del sottostante) Il gamma di una posizione di vendita/corta è sempre negativo (Γ 0) ed assume il medesimo valore per call e put a parità di condizioni (delta della posizione diminuisce al aumentare del prezzo del sottostante) Gamma posizione lunga su call/put vs prezzo sottostante 36

19 Gamma Γ Caratteristiche del gamma (2) Il gamma non è un valore costante Come il delta, esso varia in funzione di: Andamento del prezzo del sottostante: in particolare, il gamma risulta maggiore per le opzioni ATM e tende ad assumere valori tanto minori quanto maggiore è la distanza tra il valore del sottostante e lo strike Vita residua dell opzione: in particolare, nel caso di un opzione ATM il gamma aumenta con l avvicinarsi della scadenza il che rende queste posizioni molto sensibili alle discontinuità, anche piccole, del prezzo del sottostante Gamma posizione lunga su call/put vs vita residua 37 Gamma Γ Utilizzi del gamma In termini di implementazioni concrete del gamma di un opzione, due sono le principali: Trading Posizione lunga su una call: >0 e Γ>0 in presenza di rialzi del prezzo del sottostante, il valore dell opzione aumenterà indipendentemente dall entità del rialzo (posizione rialzista); Posizione corta su una put: >0 e Γ<0 in presenza di piccoli rialzi del sottostante, il valore dell opzione ne beneficerà in positivo; tuttavia, laddove il rialzo risultasse consistente, l effetto complessivo potrebbe essere negativo (posizione rialzista che può diventare ribassista in funzione dell entità del rialzo); Risk management (Gamma Hedging) L unico modo per garantire che il valore di una posizione delta neutral non vari in presenza di significativi movimenti del prezzo del sottostante è azzerarne il gamma (gamma neutral). Posto che il delta di un azione è costante e pari ad 1, il suo gamma sarà nullo. Al fine di porre in essere una strategia gamma hedging, è quindi necessario operare in strumenti che non dipendono in maniera lineare dal sottostante come le opzioni. 38

20 Gamma Γ Gamma Hedging: un esempio Giorno t Titolo Generali: Posizione: Euro + 1 call su Generali 50 azioni Generali strike price Eur, scadenza giu07, premio 0.45 Eur Greche: =0 e Γ>0 Giorno t + 1 Titolo Generali: Eur Valore posizione non cambia perché iniziale è 0 aumenta da 0 ad un valore positivo ( t+1 >0) Ad un successivo rialzo del sottostante, il valore della posizione aumenterà perché il delta è ora positivo Qualora: >0 Γ>0 In presenza di una variazione del prezzo del sottostante, né il delta né la posizione detenuta modificheranno il rispettivo valore 39 Come varia il prezzo di un opzione al variare della volatilità del sottostante? Vega Λ Il vega indica la sensibilità del prezzo di un opzione rispetto alla volatilità del prezzo del sottostante In termini matematici, il vega rappresenta la derivata prima del prezzo dell opzione rispetto alla volatilità del prezzo dell attività sottostante: Λ = δc δσ = ( C2 C1) ( σ σ ) 2 1 Se il vega è elevato in valore assoluto, la posizione sarà molto sensibile alle piccole variazioni della volatilità. Se il vega è basso in termini assoluti, le variazioni di volatilità hanno poca influenza sul valore del posizione. Il vega influisce solo sul valore temporale del premio di un opzione 40

21 Vega Λ Il vega di un opzione: un esempio Giorno t Titolo Generali: Eur Call Generali: strike Eur, scadenza giu07, premio 0.45 Eur volatilità annuale titolo Generali 20% Giorno t + 1 Titolo Generali: Eur Call Generali: strike Eur, scadenza giu07, premio 0.95 Eur volatilità annuale titolo Generali 21% ( ) ( ) Λ δc 0.50 = = = δσ 0.01 = 0.30 Il valore 0.30 rappresenta il vega dell opzione ed sintetizza che il prezzo dell opzione varia in misura pari al 30% rispetto alla variazione di un punto percentuale della volatilità del prezzo del sottostante. 41 Vega Λ Caratteristiche del vega e utilizzi (1) Il vega, al pari del gamma, è funzione della posizione assunta sull opzione ovvero: Il vega di una posizione lunga èsempre positivo (Λ 0) ed assume il medesimo valore per call e put a parità di condizioni (vega della posizione aumenta all aumentare della volatilità del prezzo del sottostante) Il vega di una posizione corta è sempre negativo (Λ 0) ed assume il medesimo valore per call e put a parità di condizioni (vega della posizione diminuisce al diminuire della volatilità del prezzo del sottostante) Vega posizione lunga su call/put vs prezzo sottostante 42

22 Vega Λ Caratteristiche del vega e utilizzi (2) Il vega non è un valore costante Al pari di delta e gamma, il vega varia in funzione di: Andamento del prezzo del sottostante Vita residua dell opzione: con l approssimarsi della scadenza dell opzione, il vega si riduce progressivamente fino a diventare nullo Vega posizione lunga su call/put vs vita residua Applicazioni: 1) trading 2) risk management affinchè un portafoglio per essere neutrale sia al gamma che al vega (gamma e vega hedging) è necessario utilizzare almeno due opzioni negoziabili che dipendono dal medesimo sottostante 43 Come varia il prezzo di un opzione al passare del tempo? Theta Θ Il theta indica la sensibilità del prezzo dell opzione al trascorrere del tempo Esso misura la variazione del valore dell opzione in conseguenza del passaggio di un istante di tempo ovvero del ridursi della vita residua del contratto (time decay) Da un punto di vista matematico, il theta è la derivata prima del prezzo dell opzione rispetto ad un dato intervallo temporale: Θ = δc δt = ( C2 C1) ( t t ) 2 1 Il theta, al pari del vega, influisce solo sul valore temporale del premio di un opzione 44

23 Theta Θ Caratteristiche del theta e utilizzi Come gamma e vega, anche il theta è funzione della posizione assunta sull opzione ma in modo esattamente opposto rispetto a questi ovvero: Il theta di una posizione lunga è negativo Il theta di una posizione corta è positivo Il theta non è costante e varia con la vita residua dell opzione: in particolare, per le opzioni ATM aumenta lentamente in valore assoluto al trascorrere del tempo per poi crescere molto rapidamente in prossimità della scadenza. Theta posizione lunga su call/put vs prezzo sottostante Theta posizione lunga su call/put vs vs vita residua Il theta è diverso dalle altre greche posto che non esiste incertezza sul passare del tempo e quindi non ha senso proteggere un portafoglio di opzioni dall effetto tempo. Ecco perché il theta viene utilizzato principalmente come un utile statistica descrittiva. 45 Come varia il prezzo di un opzione al variare dei tassi di interesse? Rho Ρ Il rho indica la sensibilità del prezzo di un opzione al variare dei tassi di interesse Da un punto di vista matematico, il rho è la derivata prima del prezzo dell opzione rispetto ad una data variazione dei tassi di interesse: Ρ = δc δr = ( C2 C1) ( r r ) Il rho di una call è sempre positivo posto che il valore di una call cresce all aumentare dei tassi d interesse; al contrario, il rho di una put è sempre negativo posto che il valore di una put diminuisce al ridursi dei tassi d interesse 2 1 Market view 46

24 Contenuti Che cosa sono le opzioni Le opzioni sul mercato IDEM Come funzionano le opzioni Strategie operative 47 Strategie operative La strategia trend-follower (Covered Call) La strategia consiste nell'acquisto (o nel possesso) di una determinata quantità di azioni e nella contestuale vendita di una opzione call avente il medesimo numero di titoli sottostanti. Questa strategia permette di beneficiare del premio incassato dalla vendita del derivato, abbassando il costo medio di carico del titolo. L opzione call scelta per l operazione dovrebbe essere out of the money (prezzo di esercizio maggiore del prezzo dell azione in quel momento), ma è possibile utilizzare questa strategia anche con opzioni in the money, con l avvertenza che sarà più probabile dover consegnare a scadenza il titolo posseduto. UTILI / PERDITE PROFILO SINGOLE COMPONENTI PREZZO AZIONE SOTTOSTANTE Profilo di pay-off a scadenza del possesso azionario (linea bianca) e della posizione in derivati (linea arancio) al variare del prezzo dell azione sottostante. L'investitore intende ottenere un profitto derivante dall'incasso del premio dell'opzione, il quale ha l'effetto di ottenere un rendimento addizionale dalla detenzione dell'azione e di fornire una protezione limitata dal (moderato) ribasso del valore del sottostante. I grafici riportati, che hanno solamente una finalità esemplificativa, si riferiscono alla vendita di una opzione call con strike price pari a 65, con contemporaneo acquisto di un azione ad un prezzo di

25 Strategie operative La strategia trend-follower (Covered Call) L'investitore ha una visione moderatamente rialzista o neutrale sul prezzo dell'azione sottostante nel periodo di tempo intercorrente tra la vendita e la scadenza dell'opzione call. La perdita massima - che si realizza nel caso in cui il prezzo dell azione si azzeri - è pari al totale ammontare investito nell azione sottostante, al netto del premio incassato dalla vendita dell opzione. A differenza di altre strategie con posizioni corte su opzioni, la perdita massima non è teoricamente infinita. Il guadagno massimo è limitato e pari alla somma del premio incassato dalla vendita dell'opzione più il guadagno in conto capitale sull azione sottostante. Utilizzando questa strategia si perde la possibilità di beneficiare di un eventuale rialzo sostanziale del prezzo del sottostante. UTILI / PERDITE PROFILO STRATEGIA PREZZO AZIONE SOTTOSTANTE A scadenza, il punto di pareggio della strategia - ovvero quando il profitto è pari a zero - è dato dalla differenza tra il valore dell'azione al momento della vendita dell'opzione e il premio incassato dalla sua vendita. Break Even = Pr - c dove: Pr= prezzo del titolo XY al momento della vendita dell opzione, C = valore della call. 49 La strategia trend-follower (Covered Call) Strategie operative A parità di altre condizioni, il trascorrere del tempo ha un impatto positivo sul valore di questa strategia. L'avvicinarsi della scadenza tende a ridurre il valore temporale dell'opzione call e di conseguenza il suo prezzo sul mercato, quindi il premio incassato si svaluta e diventa meno oneroso chiudere la posizione. : Pay-off opzione a scadenza : Pay-off opzione con vita residua 75 gg : Pay-off opzione con vita residua 150 gg : Pay-off titolo sottostante UTILI / PERDITE PROFILO SINGOLE COMPONENTI PREZZO AZIONE SOTTOSTANTE A parità di altre condizioni, un aumento della volatilità implicita ha un effetto negativo su questa strategia poiché fa incrementare il prezzo di mercato della call e di conseguenza aumenta il costo della chiusura della posizione corta sull'opzione. Tuttavia, la posizione lunga sul titolo sottostante permette di non subire perdite in caso di assegnazione. : Pay-off opzione - volatilità 15% : Pay-off opzione - volatilità 35% : Pay-off opzione - volatilità 55% : Pay-off titolo sottostante UTILI / PERDITE PROFILO SINGOLE COMPONENTI PREZZO AZIONE SOTTOSTANTE 50

Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio

Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio Le opzioni come strumento di copertura del portafoglio BORSA ITALIANA S.p.A. Derivatives Markets Private Investors Business Development Relatore: Gabriele Villa Disclaimer La pubblicazione del presente

Dettagli

Le opzioni. (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta

Le opzioni. (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta Le opzioni (1 parte) A cura di Stefano Zanchetta 1 Disclaimer La pubblicazione del presente documento non costituisce attività di sollecitazione del pubblico risparmio da parte di Borsa Italiana S.p.A.

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Conoscere gli strumenti derivati

Conoscere gli strumenti derivati Conoscere gli strumenti derivati Una breve guida alle principali caratteristiche e all utilizzo degli strumenti finanziari derivati di Borsa Italiana Alcuni articoli contenuti in questa pubblicazione -

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

DERIVATI REGOLAMENTATI OPZIONI E FUTURES ORARIO DI NEGOZIAZIONE : 9,00 17,40

DERIVATI REGOLAMENTATI OPZIONI E FUTURES ORARIO DI NEGOZIAZIONE : 9,00 17,40 DERIVATI REGOLAMENTATI OPZIONI E FUTURES ORARIO DI NEGOZIAZIONE : 9,00 17,40 LE OPZIONI - Definizione Le opzioni sono contratti finanziari che danno al compratore il diritto, ma non il dovere, di comprare,

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI

GLI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI GLI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI ABSTRACT PRINCIPI SULLE OPZIONI!A cura di Mauro Liguori!Seminario del 7 giugno 2003!V. delle Botteghe Oscure, 54 -Roma DEFINIZIONE DI OPZIONE OPZIONE DIRITTO DI ACQUISTARE

Dettagli

INDICE PREFAZIONE 3 1. COSA SONO I COVERED WARRANT? 4 2. GLI ELEMENTI STANDARD DEL CONTRATTO 4 4. VALUTAZIONE DI UN COVERED WARRANT 6

INDICE PREFAZIONE 3 1. COSA SONO I COVERED WARRANT? 4 2. GLI ELEMENTI STANDARD DEL CONTRATTO 4 4. VALUTAZIONE DI UN COVERED WARRANT 6 GUIDA ALLA NEGOZIAZIONE INDICE PREFAZIONE 3 1. COSA SONO I COVERED WARRANT? 4 2. GLI ELEMENTI STANDARD DEL CONTRATTO 4 3. EFFETTO LEVA 6 4. VALUTAZIONE DI UN COVERED WARRANT 6 5. I FATTORI CHE INFLUENZANO

Dettagli

Greche. Fondamenti dei Mercati di Futures e Opzioni, 5 a Edizione, Copyright John C. Hull 2004 15.1

Greche. Fondamenti dei Mercati di Futures e Opzioni, 5 a Edizione, Copyright John C. Hull 2004 15.1 Greche Problema per i trader è di gestire il rischio di posizioni su mercati over the counter e in borsa Ogni greca corrisponde a una misura di rischio Quindi i traders dovranno gestire le greche per gestire

Dettagli

SeDeX. Covered Warrant e Leverage Certificate

SeDeX. Covered Warrant e Leverage Certificate SeDeX Covered Warrant e Leverage Certificate Prodotti con effetto leva per accrescere il potenziale del proprio portafoglio. SeDeX Introduzione Questi prodotti amplificano al rialzo e al ribasso le performance

Dettagli

Danilo Mascia, PhD Student Università degli Studi di Cagliari Anno Accademico 2012-2013 Economia e tecnica del mercato mobiliare

Danilo Mascia, PhD Student Università degli Studi di Cagliari Anno Accademico 2012-2013 Economia e tecnica del mercato mobiliare Danilo Mascia, PhD Student Università degli Studi di Cagliari Anno Accademico 2012-2013 Economia e tecnica del mercato mobiliare danilo.mascia@gmail.com 1 Gli strumenti finanziari derivati 2 Gli strumenti

Dettagli

Derivati: principali vantaggi e utilizzi

Derivati: principali vantaggi e utilizzi Derivati: principali vantaggi e utilizzi Ugo Pomante, Università Commerciale Luigi Bocconi Trading Online Expo Milano 28, Marzo 2003 CONTENUTI In un mondo senza derivati I futures Le opzioni Strategie

Dettagli

Guida ai Covered Warrants

Guida ai Covered Warrants Guida ai Covered Warrants Per qualunque Vostra domanda o eventuale approfondimento contattate il numero verde 800 550 350 dove, nell orario d ufficio, troverete un operatore a Vostra disposizione. EQUITY

Dettagli

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI SOMMARIO i vantaggi offerti 4 l indice mib30 6 come funziona 7 quanto vale 8 la durata del contratto 9 cosa accade alla scadenza 10 il prezzo al quale si può negoziare

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Dott. Domenico Dall Olio

Dott. Domenico Dall Olio Responsabile didattico per il progetto QuantOptions Le basi delle opzioni www.quantoptions.it info@quantoptions.it 1 Opzioni: long call definizione e caratteristiche di base Le opzioni sono contratti finanziari

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 1. Un derivato e uno strumento finanziario il cui rendimento e legato al rendimento di un altro strumento finanziario emesso in precedenza e separatamente negoziato. Un esempio

Dettagli

1.Compro Azioni. 2.Vendo Azioni

1.Compro Azioni. 2.Vendo Azioni 1.Compro Azioni Question #1: Cos' è una Azione (un titolo azionario)? A) E' un Titolo rappresentativo della quota di una società B) E' una ricevuta per investire C) E' una assicurazione Question #2: Perchè

Dettagli

- il grafico di payout alla scadenza e alla data odierna per acquisto/vendita di opzioni call e put;

- il grafico di payout alla scadenza e alla data odierna per acquisto/vendita di opzioni call e put; GUIDA OPTION PRICER SOMMARIO Che cos è 3 Dati e orari di disponibilità 3 Modalità di accesso al tool 4 Sezione Pricer 5 Cronologia utilizzo sezione Pricer 8 Sezione Strategia 9 Cronologia utilizzo sezione

Dettagli

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni A.A. 2008-2009 20 maggio 2009 Agenda I contratti Swap Definizione Gli Interest Rate Swap Il mercato degli Swap Convenienza economica e finalità Le opzioni

Dettagli

Obiettivo Trading. Covered warrant, Turbo e Short UniCredit

Obiettivo Trading. Covered warrant, Turbo e Short UniCredit TURBO E SHORT COVERED WARRANT I.P. 03.2006 Obiettivo Trading Covered warrant, Turbo e Short UniCredit vitamina torino TRADINGLAB Numero Verde: 800.01.11.22 Fax: +39.02.700.508.389 E-mail: info@tradinglab.it

Dettagli

STRATEGIE DI TRADING CON LE OPZIONI. 8 maggio 2002

STRATEGIE DI TRADING CON LE OPZIONI. 8 maggio 2002 STRATEGIE DI TRADING CON LE OPZIONI 8 maggio 2002 LE STRATEGIE... Strategie di trading utilizzando: un opzione e l azione sottostante due o più opzioni sulla stessa azione Nelle tabelle che seguono verranno

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

SG Warrants Italia. Covered warrant

SG Warrants Italia. Covered warrant SG Warrants Italia Covered warrant Definizione di covered warrant 2 Valutazione del covered warrant 6 Coefficienti di sensibilità 8 Fattori che influenzano i prezzi delle opzioni 12 Trattamento fiscale

Dettagli

Strategie e tecniche d investimento con le opzioni

Strategie e tecniche d investimento con le opzioni FINANZA OPERATIVA Strategie e tecniche d investimento con le opzioni Dario Daolio FRANCOANGELI Am - La prima collana di management in Italia Testi advanced, approfonditi e originali, sulle esperienze più

Dettagli

Manuale dei Covered Warrant UNRELENTING THINKING LA FORZA DELLE IDEE

Manuale dei Covered Warrant UNRELENTING THINKING LA FORZA DELLE IDEE Manuale dei Covered Warrant UNRELENTING THINKING LA FORZA DELLE IDEE Manuale dei Covered Warrant UNRELENTING THINKING LA FORZA DELLE IDEE Sommario I Goldman Sachs 4 II Introduzione 6 Che cosa sono i covered

Dettagli

ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA OPZIONI. Matematica finanziaria Dott. Andrea Erdas Anno Accademico 2011/2012

ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA OPZIONI. Matematica finanziaria Dott. Andrea Erdas Anno Accademico 2011/2012 ESERCITAZIONE MATEMATICA FINANZIARIA 1 OPZIONI 2 LE OPZIONI Le opzioni sono contratti che forniscono al detentore il diritto di acquistare o vendere una certa quantità del bene sottostante a una certa

Dettagli

Introduzione. Per cominciare. Conoscere i propri obiettivi. Raggiungere i propri obiettivi. Idoneità al trading. Preparazione al trading.

Introduzione. Per cominciare. Conoscere i propri obiettivi. Raggiungere i propri obiettivi. Idoneità al trading. Preparazione al trading. 1/ 33 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Per cominciare... 3 Conoscere i propri obiettivi... 3 Raggiungere i propri obiettivi... 3 Idoneità al trading... 3 Preparazione al trading... 3 I margini... 3

Dettagli

Covered Warrants ABN AMRO su Commodity.

Covered Warrants ABN AMRO su Commodity. Covered Warrants ABN AMRO su Commodity. Covered Warrants ABN AMRO su Commodity. 4 Definizione. 5 Valutazione dei Covered Warrants. 7 Parametri che influiscono sul prezzo. 8 Le Greche: coefficienti di

Dettagli

Gli strumenti derivati

Gli strumenti derivati Gli strumenti derivati EMM A - Lezione 6 Prof. C. Schena Università dell Insubria 1 Gli strumenti derivati Derivati perché il loro valore deriva da quello di altre attività dette beni/attività sottostanti

Dettagli

Numeri verdi. Te l : 800 920 960. F a x : 800 784 377. I n t e r n e t. w w w. a b n a m r o m a r k e t s. i t. E - m a i l

Numeri verdi. Te l : 800 920 960. F a x : 800 784 377. I n t e r n e t. w w w. a b n a m r o m a r k e t s. i t. E - m a i l Numeri verdi Te l : 8 92 96 F a x : 8 784 377 I n t e r n e t w w w. a b n a m r o m a r k e t s. i t E - m a i l i n f o @ a b n a m r o m a r k e t s. i t Televideo RAI Pagina 343 R e u t e r s A A H

Dettagli

Guida. con i Warrant di BNP Paribas

Guida. con i Warrant di BNP Paribas Guida (dei Warrant Attiva Il tuo portafoglio titoli con i Warrant di BNP Paribas Desideri dare un effetto leva al tuo portafoglio pur contenendone i rischi? Scopri l universo Warrant BNP Paribas! Leader

Dettagli

Analisi delle strutture dei Certificati IL PUNTO TECNICO. di Stefano Cenna [Certificate Journal]

Analisi delle strutture dei Certificati IL PUNTO TECNICO. di Stefano Cenna [Certificate Journal] Analisi delle strutture dei Certificati IL PUNTO TECNICO di Stefano Cenna [Certificate Journal] Analisi delle strutture dei Certificati IL PUNTO TECNICO Introduzione; Idem vs Sedex; Breve introduzione

Dettagli

La modalità di determinazione dei Margini Iniziali

La modalità di determinazione dei Margini Iniziali La modalità di determinazione dei Margini Iniziali Ufficio RM Versione 1.0 Sommario Premessa... 3 1. Tipologie di Margini Iniziali... 3 2. Il Calcolo dei Margini Iniziali Ordinari... 4 3. La Determinazione

Dettagli

TURBO Certificate Long & Short

TURBO Certificate Long & Short TURBO Certificate Long & Short Fai scattare la leva dei tuoi investimenti x NEGOZIABILI SUL MERCATO SEDEX DI BORSA ITALIANA Investi a Leva su indici e azioni! Scopri i vantaggi dei TURBO Long e Short Certificate

Dettagli

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani Introduzione al Corporate Financial Risk Management Lorenzo Faccincani 1 Il Corporate Financial Risk Management Il Corporate Financial Risk Management può essere definito come il complesso delle attività

Dettagli

unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS SDA Bocconi School of Management Danilo

unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS SDA Bocconi School of Management Danilo Danilo unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS Definizione Modalità di utilizzo Elementi di valutazione: valore minimo e valore temporale Relazione di parità Copyright SDA

Dettagli

FINANZA AZIENDALE Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale

FINANZA AZIENDALE Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale FINANZA AZIENDALE Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale 6 parte Prof. Giovanna Lo Nigro # 1 I titoli derivati # 2 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl Argomenti trattati Tipologie

Dettagli

I covered warrant. Uno strumento per investire in opzioni. Ottobre 2008. Commissione Nazionale per le Società e la Borsa - Divisione Relazioni Esterne

I covered warrant. Uno strumento per investire in opzioni. Ottobre 2008. Commissione Nazionale per le Società e la Borsa - Divisione Relazioni Esterne I covered warrant Uno strumento per investire in opzioni Ottobre 2008 Commissione Nazionale per le Società e la Borsa - Divisione Relazioni Esterne INDICE Cos è un covered warrant................................

Dettagli

CAC40 16.12.2005 DOW JONES 16.12.2005 EUROSTOXX50 16.12.2005 MIB30 16.12.2005 NIKKEI225

CAC40 16.12.2005 DOW JONES 16.12.2005 EUROSTOXX50 16.12.2005 MIB30 16.12.2005 NIKKEI225 Avviso integrativo di emissione della Nota integrativa al documento informativo sull Emittente depositato presso la Consob in data 03.07.2002, a seguito di nullaosta n. 2045403 del 27.06.2002 relativa

Dettagli

987-88-386-6495-3 Saunders, Cornett, Anolli, Alemanni, Economia degli intermediari finanziari 3e McGraw-Hill, 2011 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9

987-88-386-6495-3 Saunders, Cornett, Anolli, Alemanni, Economia degli intermediari finanziari 3e McGraw-Hill, 2011 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 987-88-386-6495-3 Saunders, Cornett, Anolli, Alemanni, Economia degli intermediari finanziari 3e McGraw-Hill, 211 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 1. Un derivato è uno strumento finanziario il cui rendimento

Dettagli

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 26 Le opzioni sui tassi di interesse

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 26 Le opzioni sui tassi di interesse DOCUMENTI ARISTEIA documento n. 26 Le opzioni sui tassi di interesse Giugno 2003 LE OPZIONI SUI TASSI DI INTERESSE Documento Aristeia n. 26 LE OPZIONI SUI TASSI DI INTERESSE SOMMARIO: 1. Introduzione 2.

Dettagli

Gli strumenti derivati. Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it

Gli strumenti derivati. Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it Gli strumenti derivati Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it 1 I FRA (Forward Rate Agreement) Sono contratti con i quali due parti si mettono d accordo sul tasso di interesse da applicare ad un certo

Dettagli

GLI STRUMENTI DERIVATI. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

GLI STRUMENTI DERIVATI. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 GLI STRUMENTI DERIVATI Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Gli strumenti derivati Sono strumenti finanziari la cui esistenza e valutazione dipendono dal valore di un'altra attività chiamata sottostante che può

Dettagli

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento.

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. I Certificate descritti in questa pubblicazione sono strumenti finanziari strutturati complessi a capitale non protetto. Non è garantito

Dettagli

studi e analisi finanziarie Put ladder

studi e analisi finanziarie Put ladder Put ladder ( guadagniamo con i forti ribassi di mercato ) In questo articolo ci accingiamo ad esporre l analisi di un Put ladder, affronteremo prima la parte teorica poi, in successivo articolo, esporremo

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Alcuni strumenti finanziari particolari Alcuni strumenti proposti nel panorama internazionale Gli strumenti ai quali faremo riferimento sono: i financial

Dettagli

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE Equilibrium Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE 2 Gestioni Patrimoniali Computerizzate Grazie ai notevoli investimenti realizzati negli anni, la DANTON INVESTMENT SA può oggi vantare di possedere uno

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Filippo Stefanini A.A. Corso 60012 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Opzioni Le opzioni offrono agli investitori la possibilità di creare

Dettagli

Obiettivo Investimento Certificates UniCredit

Obiettivo Investimento Certificates UniCredit BENCHMARK SUPER STOCK DISCOUNT CERTIFICATES BONUS CERTIFICATES EQUITY PROTECTION I.P. 03.2006 Obiettivo Investimento Certificates UniCredit vitamina torino TRADINGLAB Numero Verde: 800.01.11.22 Fax: +39.02.700.508.389

Dettagli

STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI

STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI Le due principali categorie in cui si dividono le opzioni sono: opzioni call, assegna la facoltà di acquistare o non acquistare l'attività sottostante

Dettagli

IN VIGORE DALL 1 GENNAIO 2009. Corrispettivi di ammissione e quotazione

IN VIGORE DALL 1 GENNAIO 2009. Corrispettivi di ammissione e quotazione IN VIGORE DALL 1 GENNAIO 2009 Corrispettivi di ammissione e quotazione Indice Pagina 1. Azioni 1.1 Prima quotazione o ammissione... 3 1.2 Corrispettivo semestrale... 5 2. Obbligazioni 2.1 Obbligazioni

Dettagli

Introduzione all Operatività con le Opzioni

Introduzione all Operatività con le Opzioni Introduzione all Operatività con le Opzioni a cura di Antonio Dorati Congratulazioni! Stai per fare il primo passo verso la conoscenza di uno strumento di trading straordinario le Opzioni. In questo ebook

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

WHS opzioni FX. La guida per iniziare con le opzioni FX. Predire il trend dei mercati valutari e coprire le posizioni con le opzioni FX.

WHS opzioni FX. La guida per iniziare con le opzioni FX. Predire il trend dei mercati valutari e coprire le posizioni con le opzioni FX. La guida per iniziare con le opzioni FX WHS opzioni FX Predire il trend dei mercati valutari e coprire le posizioni con le opzioni FX. Affina il tuo stile di trading e la visione dei mercati. Impara ad

Dettagli

LE NEWS DEL MESE BORSA ITALIANA ORGANIZZA LA II TRADING ONLINE EXPO 7-8 MAGGIO PALAZZO MEZZANOTTE. nel prossimo numero parleremo di

LE NEWS DEL MESE BORSA ITALIANA ORGANIZZA LA II TRADING ONLINE EXPO 7-8 MAGGIO PALAZZO MEZZANOTTE. nel prossimo numero parleremo di MAGGIO 2004 NUMERO 22 LE NEWS DEL MESE IN QUESTO NUMERO BORSA ITALIANA ORGANIZZA LA II TRADING ONLINE EXPO 7-8 MAGGIO PALAZZO MEZZANOTTE Le news del mese 1 Nel prossimo numero 1 Prima pagina 2 IDEM Quiz

Dettagli

FIB Futures sull'indice FTSE MIB

FIB Futures sull'indice FTSE MIB IDEM I Prodotti FIB Futures sull'indice FTSE MIB Indice sottostante FTSE MIB Orario di Asta di apertura: 8.30 9.00 (9.00.00 9.00.59) Negoziazione continua: 9.00 17.40 Quotazione Valore di un punto indice

Dettagli

L'esempio seguente mostra l'impatto economico della strategia di copertura e delle sue componenti a scadenza.

L'esempio seguente mostra l'impatto economico della strategia di copertura e delle sue componenti a scadenza. I covered warrant non rispondono solamente a esigenze d'investimento speculative, ma possono essere anche utilizzati per la realizzazione di strategie di protezione del valore di un portafoglio di attività

Dettagli

Introduzione al Corporate Financial Risk Management gli strumenti derivati OTC

Introduzione al Corporate Financial Risk Management gli strumenti derivati OTC Introduzione al Corporate Financial Risk Management gli strumenti derivati OTC Strumenti OTC per la gestione del rischio di tasso e di cambio Copyright SDA Bocconi 2007 Prof. Michele Rutigliano 1 Strumenti

Dettagli

UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT

UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT AVVISO INTEGRATIVO ALLA NOTA INTEGRATIVA RELATIVA AI COVERED WARRANT SU AZIONI ITALIANE ED ESTERE COVERED WARRANT SU AZIONI ITALIANE

Dettagli

La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali

La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali La Cassa Controparte Centrale dei Mercati Cash Azionari La Metodologia di Calcolo dei Margini Iniziali Ufficio RM Versione 2.1 Indice Premessa... 3 a) Ambito... 3 b) Obiettivi... 3 1. Metodologia di calcolo

Dettagli

OptionCube Educational

OptionCube Educational OptionCube Educational Derivatives & Consulting Srl Via Martiri della Libertà 244 30174 Mestre (VE) Sommario Sommario... 2 La descrizione di OptionCube... 3 OptionCube Educational... 3 OptionCube Educational

Dettagli

Twin Win. Opportunità generate da ogni oscillazione del mercato.

Twin Win. Opportunità generate da ogni oscillazione del mercato. Twin Win. Opportunità generate da ogni oscillazione del mercato. Banca IMI è una banca del gruppo Banca IMI offre una gamma completa di servizi alle banche, alle imprese, agli investitori istituzionali,

Dettagli

Covered warrant e Turbo & Short Certificates di UniCredit

Covered warrant e Turbo & Short Certificates di UniCredit Covered warrant e Turbo & Short Certificates di UniCredit La risposta ad ogni tua idea di trading Covered Warrant Turbo Certificates Short Certificates Documentazione marketing UniCredit Markets & Investment

Dettagli

Introduzione alle opzioni

Introduzione alle opzioni Introduzione alle opzioni Tipi di Opzioni La call è un opzione di acquisto La put è un opzione di vendita Le opzioni europee possono essere esercitate solo alla scadenza Le opzioni americane possono essere

Dettagli

Introduzione alberi binomiali

Introduzione alberi binomiali Introduzione alberi binomiali introduzione L albero binomiale rappresenta i possibili sentieri seguiti dal prezzo dell azione durante la vita dell opzione Il percorso partirà dal modello a uno stadio per

Dettagli

Strategie di hedging con i Certificati. Massimiliano Volpe

Strategie di hedging con i Certificati. Massimiliano Volpe Strategie di hedging con i Certificati Massimiliano Volpe 2 Con il termine di hedging si fa riferimento ad una strategia d'investimento disegnata per ridurre il profilo di rischio di un investimento mediante

Dettagli

Covered Warrants. Per amplificare il rendimento di un ampia gamma di sottostanti.

Covered Warrants. Per amplificare il rendimento di un ampia gamma di sottostanti. Covered Warrants. Per amplificare il rendimento di un ampia gamma di sottostanti. The Royal Bank of Scotland plc è un rappresentante autorizzato di The Royal Bank of Scotland N.V. in alcune giurisdizioni.

Dettagli

I CONTRATTI DI OPZIONE

I CONTRATTI DI OPZIONE I CONTRATTI DI OPZIONE INDICE Capitolo 1 - Definizione e terminologia...2 Capitolo 2 - Funzionamento e payout...4 Capitolo 3 - Elementi di valutazione delle opzioni...8 Capitolo 4 A cosa servono le opzioni?...15

Dettagli

23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1

23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1 23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari In uno schema uniperiodale e in un contesto di analisi media-varianza, si consideri un mercato

Dettagli

AGREX I futures su grano duro di Borsa Italiana

AGREX I futures su grano duro di Borsa Italiana AGREX I futures su grano duro di Borsa Italiana Qualità del grano sottostante al contratto futures Grano duro di ogni origine, sano, leale, mercantile. Conformità alla normativa igienico sanitaria dell

Dettagli

Il bisogno di gestione dei rischi finanziari

Il bisogno di gestione dei rischi finanziari Il bisogno di gestione dei rischi finanziari Futures Swaps Opzioni 1 Famiglie (retail) Imprese (corporate) BISOGNI PRODOTTI Gestione liquidità c/c di corrispondenza (bancario o postale) e strumenti di

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

La modalità di determinazione dei Margini Iniziali. Manuale

La modalità di determinazione dei Margini Iniziali. Manuale La modalità di determinazione dei Margini Iniziali Manuale Versione 1.2 del 4 giugno 2015 1.0 Executive summary... 1 2.0 Calcolo dei Margini per il comparto azionario e derivati azionari... 1 2.1. Tipologie

Dettagli

Strategie operative con i futures sull'indice S&P/MIB e gli IDEM Stock Futures

Strategie operative con i futures sull'indice S&P/MIB e gli IDEM Stock Futures Strategie operative con i futures sull'indice S&P/MIB e gli IDEM Stock Futures Roberto Del Conte Borsa Italiana Spa 7 Maggio 2004 Milano Trading Online Expo Contenuti I contratti Futures Idem Stock Futures

Dettagli

Il bisogno di gestione dei rischi finanziari. Futures Swaps Opzioni

Il bisogno di gestione dei rischi finanziari. Futures Swaps Opzioni Il bisogno di gestione dei rischi finanziari Futures Swaps Opzioni 1 Famiglie (retail) Imprese (corporate) BISOGNI Gestione liquidità Investimento del risparmio PRODOTTI c/c di corrispondenza (bancario

Dettagli

Piùpotenza per lemie performance di trading.

Piùpotenza per lemie performance di trading. Piùpotenza per lemie performance di trading. Mini Futures Certificate Comunicazione pubblicitaria/promozionale. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo. Strumenti finanziari strutturati a

Dettagli

Economia dei mercati mobiliari

Economia dei mercati mobiliari pag. 1 1 Cos'è un currency future? A) È un contratto che rappresenta l'impegno alla cessione o all'acquisto a termine di una quantità di valuta B) È un contratto in cui una parte acquisisce la facoltà

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi opzione acquisto divisa struttura

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Milano, 12 aprile 2008

Milano, 12 aprile 2008 Donato Finardi (*) Head of Listed Products Banca IMI Investire in borsa: come farlo con gli strumenti a disposizione dei risparmiatori (*) Le opinioni dell autore sono espresse a titolo personale e non

Dettagli

E-BOOK A CURA DI: DOTT. DOMENICO DALL OLIO

E-BOOK A CURA DI: DOTT. DOMENICO DALL OLIO DENTRO GLI IRON CONDOR: LA VERITA SU UNA DELLE PIU DIFFUSE STRATEGIE NON DIREZIONALI SULLE OPZIONI UNA ANALISI STATISTICA DI LUNGO PERIODO SU TRE MERCATI EUROPEI SVELA LA LORO REALE PROFITTABILITA E-BOOK

Dettagli

MINI Future Certificates ABN AMRO.

MINI Future Certificates ABN AMRO. MINI Future Certificates ABN AMRO. MINI Future Certificates. 4 MINI Future Certificates su indici. 6 MINI Future Long Certificates su indici. 6 MINI Future Short Certificates su indici. 7 Il current strike.

Dettagli

Il rischio di cambio CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI. Luisa Graziani. 25 ottobre 2011 - Sala Convegni

Il rischio di cambio CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI. Luisa Graziani. 25 ottobre 2011 - Sala Convegni CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Il rischio di cambio Luisa Graziani 25 ottobre 2011 - Sala Convegni S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Comprendere il mercato dei cambi per proteggersi

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi Opzione Vendita Divisa Struttura Cilindrica

Dettagli

Certificati a Leva Fissa

Certificati a Leva Fissa Certificati a Leva Fissa Costanza Mannocchi Trading Online Expo 2014 Milano - Palazzo Mezzanotte - 24 ottobre 2014 Il successo dei certificati a leva fissa su Borsa Italiana I Certificati a Leva Fissa

Dettagli

SG CERTIFICATE su FTSE MIB a LEVA FISSA 5

SG CERTIFICATE su FTSE MIB a LEVA FISSA 5 settembre 2012 listed product SG CERTIFICATE su FTSE MIB a LEVA FISSA 5 SG FTSE MIB +5x DAILY LEVERAGE CERTIFICATE Codice ISIN: IT0006723263 - Codice di Negoziazione: S13435 SG FTSE MIB -5x DAILY SHORT

Dettagli

Cosa sono le Butterfly

Cosa sono le Butterfly MAX SEVERI 2 INTRODUZIONE Dopo aver affrontato i primi basilari aspetti del mondo delle opzioni, iniziamo ad andare nel dettaglio con una prima struttura molto semplice, sia da capire che soprattutto da

Dettagli

PILLOLE DI OPZIONI. 02/10/2014 Cenni sulle equivalenze

PILLOLE DI OPZIONI. 02/10/2014 Cenni sulle equivalenze PILLOLE DI OPZIONI 02/10/2014 Cenni sulle equivalenze Introduzione ai concetti di equivalenze operative DISPENSA N. 01/2014 Gli eventuali errori o imprecisioni presenti nella pubblicazione non comportano

Dettagli

Bonus Certificate. La stabilità premia.

Bonus Certificate. La stabilità premia. Bonus Certificate. La stabilità premia. Banca IMI è una banca del gruppo Banca IMI offre una gamma completa di servizi alle banche, alle imprese, agli investitori istituzionali, ai governi e alle pubbliche

Dettagli

Economia e tecnica del mercato mobiliare

Economia e tecnica del mercato mobiliare Danilo Mascia, PhD Student Università ità degli Studi di Cagliari i Anno Accademico 2013-2014 Economia e tecnica del mercato mobiliare danilo.mascia@gmail.com 1 Opzioni sui tassi d interesse Interest rate

Dettagli

Fronteggiamento dei rischi della gestione

Fronteggiamento dei rischi della gestione Fronteggiamento dei rischi della gestione Prevenzione (rischi specifici) Impedire che un determinato evento si manifesti o limitare le conseguenze negative Assicurazione (rischi specifici) Trasferimento

Dettagli

Futures e Opzioni: un Portafoglio Non Direzionale

Futures e Opzioni: un Portafoglio Non Direzionale Corso di Laurea magistrale (ordinamento ex D.M. 270/2004) in Economia e Finanza Tesi di Laurea Futures e Opzioni: un Portafoglio Non Direzionale Relatore Ch. Prof.ssa Diana Barro Laureando Daniel Miatello

Dettagli

Indice Banca IMI IMINext Reflex

Indice Banca IMI IMINext Reflex Indice Banca IMI Specialisti per la finanza... pag. 4 IMINext Una linea di prodotti di finanza personale... pag. 5 Reflex Un paniere ufficiale... pag. 6 I mercati a portata di mano... pag. 7 Una replica

Dettagli

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014 I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS Federica Miglietta Bari, luglio 2014 GLI STRUMENTI DERIVATI Gli strumenti derivati sono così denominati perché il loro valore deriva dal prezzo di una attività sottostante,

Dettagli

UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT

UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT UBS AG - SUCCURSALE DI LONDRA - PROGRAMMA DI EMISSIONE DI COVERED WARRANT AVVISO INTEGRATIVO ALLA NOTA INTEGRATIVA RELATIVA AI COVERED WARRANT SU AZIONI ITALIANE ED ESTERE COVERED WARRANT SU AZIONI ITALIANE

Dettagli

I PRODOTTI DERIVATI. Lucidi a cura di Marco Di Antonio

I PRODOTTI DERIVATI. Lucidi a cura di Marco Di Antonio I PRODOTTI DERIVATI Lucidi a cura di Marco Di Antonio CARATTERISTICHE GENERALI Rappresentano obblighi contrattuali che possono o meno tradursi in prestazioni effettive, in relazione al verificarsi di determinati

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE Sede legale in Milano iscritta all Albo delle Banche con il n. 5570 Società appartenente al Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo iscritto all Albo dei Gruppi Bancari Società soggetta alla direzione ed al coordinamento

Dettagli

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1 Introduzione Capitolo 1 1 La Natura dei Derivati I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali variabili sottostanti 2 Esempi di Derivati Forwards Futures Swaps Opzioni

Dettagli