IL WEB-MARKETING DELLE AMMINISTRAZIONI REGIONALI PER LA PROMOZIONE DEI SISTEMI TERRITORIALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL WEB-MARKETING DELLE AMMINISTRAZIONI REGIONALI PER LA PROMOZIONE DEI SISTEMI TERRITORIALI"

Transcript

1 XXX CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI IL WEB-MARKETING DELLE AMMINISTRAZIONI REGIONALI PER LA PROMOZIONE DEI SISTEMI TERRITORIALI Marco PLATANIA 1, Donatella PRIVITERA 1 1 Università degli studi di Catania, Dipartimento Processi Formativi, Via Biblioteca 4, Palazzo Ingrassia, Catania SOMMARIO Nell ambito del settore turistico la comunicazione del territorio è decisiva nel determinare le scelte di consumo, e fra i luoghi decisionali, quello virtuale svolge un ruolo determinante: infatti sempre più spesso le scelte dei fruitori-turisti avvengono sulla base delle informazioni che questi raccolgono attraverso internet, luogo ideale per comunicare, promuovere e vendere il prodotto territorio e dove il potenziale cliente può effettuare comparazione e scelte più responsabili. All interno di questo mercato virtuale, le amministrazioni regionali si sono adeguate modulando l immagine del sistema territorio attraverso dei siti dedicati. In molti casi tali spazi, oltre alle informazioni necessarie a comunicare le caratteristiche del territorio, raccolgono le informazioni degli operatori privati che grazie a tali portali si garantiscono una maggiore visibilità, altrimenti difficilmente realizzabile se non a fronte di un adeguato impegno finanziario. Obiettivo del presente lavoro è quello di analizzare le scelte strategiche operate dagli amministratori regionali all interno del world wide web nell ambito della promozione del sistema territoriale turistico. Attraverso i risultati dello studio sarà possibile cogliere le strategie poste alla base delle politiche di marketing territoriale degli amministratori pubblici rispetto alla composizione dell offerta turistica nel territorio di riferimento e al capitale territoriale in dotazione. Il lavoro è frutto della riflessione comune degli Autori. In particolare Marco Platania ha curato la stesura dei paragrafi 5.1 e 5.2 mentre Donatella Privitera i paragrafi 2,3 e 4. La premessa e le note conclusive sono state redatte congiuntamente dagli autori. 1

2 1 PREMESSA In anni recenti il turismo è andato sempre più assumendo le sembianze di una vera e propria industria produttiva dove la corretta comunicazione è decisiva nel determinare le scelte di consumo. Fra i luoghi decisionali, quello virtuale svolge un ruolo determinante: sempre più spesso, infatti, le scelte dei fruitori-turisti avvengono sulla base delle informazioni che questi raccolgono attraverso internet, luogo ideale per comunicare, promuovere e vendere il prodotto territorio e dove il potenziale cliente può effettuare comparazione e scelte più responsabili (Wan, 2002). Nell ultimo decennio lo sviluppo di Internet è ormai consolidato e senza dubbio ha creato un ambiente competitivo nel mondo del turismo oltre ad essere un importante canale di distribuzione ed un fondamentale strumento soprattutto di manovra strategica per la concorrenza e per lo sviluppo turistico territoriale (Kim et al., 2007). Secondo le statistiche più recenti, gli utenti di internet rappresentano il 16,6% della popolazione mondiale, valore all interno del quale l Italia rappresenta il 48,8%, ben lontana da altri paesi come gli Stati Uniti che raggiungono il 69,7% (Internet World Stats 2008). In tutti i paesi del mondo, le organizzazioni turistiche pubbliche, che sono istituzionalmente chiamate a svolgere anche compiti strategici, stanno rivedendo i propri metodi operativi, le proprie strutture ed i propri regolamenti per non restare fuori dai moderni metodi di approccio del mercato, nell ottica di sostenere lo sviluppo e la competitività delle imprese turistiche locali e apportare benefici a tutte le risorse turistiche del territorio di competenza. Di conseguenza, all interno del mercato virtuale, le amministrazioni regionali si sono adeguate modulando l immagine del sistema territorio attraverso dei siti Web dedicati. Il sistema territorio viene allora ad intendersi come una destinazione turistica, ovvero una località intesa come un insieme di prodotti e operatori che assumono una determinata configurazione: all interno di essa le relazioni tra le parti possono anche non consentire una gestione comune delle risorse ed attività (Franch, Martini 2002). In molti casi gli spazi dedicati, oltre alle informazioni necessarie a comunicare le caratteristiche del territorio, raccolgono informazioni anche sugli operatori privati che grazie a tali portali si garantiscono una maggiore visibilità oltre che un canale di commercializzazione, altrimenti difficilmente realizzabile se non a fronte di un adeguato impegno finanziario. Per assicurare l efficacia delle pagine web occorre che le informazioni in esse presenti siano in grado di comunicare sinteticamente, ma efficacemente, l`identità locale, a partire dalla valorizzazione delle specificità naturali e dalle caratteristiche economiche, sociali, ambientali e culturali che sono alla base del territorio. Il vantaggio competitivo di un luogo non dipende quindi solo dai fattori localizzativi, ma anche dalla diffusione delle informazioni e dall immagine che riesce a proiettare creando anche un esperienza virtuale per chi si avvicina (Hanna et al., 1997). Appare ovvio che la scelta del come e del cosa 2

3 comunicare sono determinanti per attirare il potenziale turista durante la pianificazione del proprio viaggio o dell insieme dei servizi di cui ha bisogno. Obiettivo del presente lavoro è quello di analizzare le scelte strategiche operate dagli amministratori regionali all interno del world wide web nell ambito della promozione del sistema territoriale turistico. L indagine e l analisi dei dati sono stati sviluppati a tutte le regioni Italiane presenti sul web, dedicando ovviamente l attenzione alle sezioni dedicate al turismo. Da punto di vista metodologico è stato utilizzato, seppur con i dovuti adattamenti, l estensione del modello di adozione del commercio in Internet (emica- estension Model of Internet Commerce Adoption), sviluppato originariamente da Burgess and Cooper (2000) e ripreso da altri studiosi adattandolo al settore turismo (Doolin et. al., 2002). Il risultato dello studio mira a cercare di comprendere le strategie dell operatore pubblico nel comunicare e promuovere la risorsa territorio ed ad essere un utile strumento per migliorare, incrementare, sviluppare alcuni aspetti della comunicazione virtuale poco percepiti oltre che a supportare la collaborazione tra operatori locali. 2 Il WEB E L IMPORTANZA PER IL SETTORE TURISTICO Le tecnologie dell informazione e della comunicazione e il turismo hanno avuto fin dalla loro nascita, intorno alla metà del secolo scorso, una relazione stretta. In letteratura molti studiosi già da un ventennio hanno raccontato dell importanza dell Innovazione tecnologica (IT) e quindi del Web ed Internet nel turismo (Beat, 1994; Buhalis 1998, Gratzer et al., 2004). Il ruolo strategico della tecnologia ha trasformato il turismo tradizionale nell industria del nuovo turismo, conducendo ad un nuovo ambiente dove i consumatori si stanno sempre più muovendo autonomamente e ad un nuovo volto del settore caratterizzato da un offerta di una nuova tipologia di prodotti turistici (Shanker, 2008). L uso di internet è un fattore competitivo fondamentale ed essenziale per il prodotto turismo: oltre alla promozione del territorio consente un contatto diretto tra la domanda e l offerta anche di piccoli operatori all interno di un mercato sempre più globalizzato (Manente, Cerato 2000; Gratzer et al., 2004). In particolare Internet si inserisce nella logica dell ampliamento del mercato ovvero è inteso sia quale strumento per le operazioni commerciali interne di tipo Business to Business (B2B) e Business to Consumer (B2C) sia come strumento per raggiungere nuovi clienti (Martini, 2008), sia infine come uno strumento di informazione e di comunicazione. Buhalis (2008) ha rimarcato l importanza di Internet quale tecnologia fra le più influenti e globalizzate che hanno cambiato il comportamento del consumatore nelle scelte di acquisto dei servizi turistici evidenziando quanto sia determinante in questo settore la costante innovazione nelle applicazioni di hardware, software da parte degli operatori per condurre e mantenere un ottima performance rispetto ai concorrenti. Inoltre i benefici dell e-tourism nelle funzioni della pianificazione strategica del marketing e del management delle singole 3

4 imprese, ma anche del turismo nel suo complesso, necessitano di un interazione dinamica tra gli operatori e l informazione. Le nuove tecnologie hanno senza dubbio contribuito all incremento dell offerta di informazione (riducendo anche i costi di transazione), elemento chiave e risorsa del sistema turismo, sebbene questa sia in molti casi frammentata ma è indubbio che generi un sistema profondo di conoscenza tra i diversi produttori e distributori di servizi turistici (Shanker 2008). La capacità dell impresa di gestire l informazione, anche quella virtuale, e di accumulare conoscenza è una variabile determinante nella costruzione di vantaggi competitivi duraturi e sostenibili (Vescovi, Iseppon 2002). Osservando qualche dato (tab.1) in sette Paesi dell Unione Europea la penetrazione di internet è molto alta (oltre il 70 %) e in tre (Islanda, Olanda e Norvegia) supera l 80 per cento (Livraghi, 2008). La posizione dell Italia risulta debole ed al di sotto della media europea: è infatti fra i Paesi con la crescita meno veloce e si trova in una posizione più arretrata, rispetto ad altri. Al di là del dato nazionale è importante rilevare che l uso della rete cresce in tutta l Europa. Sebbene le fonti su questo genere di dati appaiano discordi e poco confrontabili, si può affermare che negli ultimi tre anni l Unione Europea ha superato gli Stati Uniti per numero di persone che si collegano alla rete (Internet World Stats, 2008). Tabella 1 - Gli utilizzatori di Internet in alcuni Paesi Europei (2008) Paesi Popolazione (milioni) Utilizzatori (milioni) % Popolazione % Crescita ( ) % Utilizzatori Europa Italia ,8 115,1 7,2 Spagna ,5 429,9 7,3 Francia ,7 380,7 10,4 Germania ,0 130,1 14,0 Gran Bretagna ,9 180,7 11,1 Olanda ,9 253,6 3,5 Romania ,4 828,8 1,9 Turchia , ,7 Fonte: elaborazioni da Internet World Stats, Secondo la ricerca condotta da Casaleggio Associati (2009) il settore dell e-tourism rappresenta nel 2008 circa metà del mercato ecommerce (49,8%). In particolare nel 2008 sono stati eseguiti circa 56 milioni di ordini on line in Italia ed i settori con più acquisti sono il tempo libero (circa 36 milioni) ed il turismo (circa 8 milioni). Circa l 85% dei turisti stranieri quali tedeschi, inglesi e americani che scelgono la destinazione Italia utilizzano il web ed l 84% di essi utilizza motori di ricerca del Ministero 4

5 del Turismo ovvero siti di promozione turistica regionale (Brenner, 2007). La preferenza del canale web per la prenotazione dei servizi turistici vale anche per i turisti italiani il cui peso è passato dal 10,3% del 2005 al 18,8% del 2007 (Osservatorio del Turismo 2008). 3 L APPLICAZIONE DEL MODELLO emica La comunicazione nel mondo virtuale si trasmette attraverso i siti web, strumentazione composta da elementi informatici di varia natura (software, hardware, etc..) ma nello stesso tempo entità complessa caratterizzata da diverse componenti qualitative ossia prodotto e servizio della strategia di un azienda o di un organizzazione o di una persona fisica (Mich 2007). In particolare i sistemi che rendono disponibili le informazioni relative a prodotti e servizi turistici attraverso un sito web sono definiti Destination Management System (DMS) e costituiscono sistemi informativi integrati di località (Vescovi, Iseppon, 2002), ovvero non si tratta di meri strumenti tecnologici ma anche di strumenti di comunicazione, promozione, commercializzazione e la realizzazione di un DMS permette e facilita una condivisione delle risorse e delle politiche commerciali da parte dei singoli attori presenti in una località o area territoriale. La qualità dei siti web è un concetto ampiamente studiato, approfondito ma indefinito nel medesimo tempo (Aladwani e Palvia, 2002) e molti studiosi si sono soffermati anche solo su alcuni aspetti - tecnici e/o qualitativi - quali ad esempio il contenuto e il design (Huizingh, 2000) e/o su processi di misura e valore (Liu e Arnett, 2000). Sono presenti in letteratura numerose indagini sul contenuto dei siti web degli operatori del settore turistico, ed in particolare degli hotels (Wan C.S. 2002; Baloglu e Pekcan 2006), delle agenzie di viaggio (Ozturan e Roney, 2004; Kim et al. 2007) ma anche di uffici del turismo governativi (Countryman 1999; Cano e Prentice, 1998, Choi et al., 2007). Cooper e Burgess (2000) hanno introdotto il modello MICA per descrivere attraverso un processo evolutivo l adozione del commercio elettronico attraverso la navigazione dei siti web dell industria metallurgica in funzione delle variabili tempo, complessità e funzionalità. Il modello si basa su tre principali stage di rilevazione a cui i siti vengono sottoposti: promozione, funzionalità (in termini di interattività con l utente) e maturità di processo (transazioni). Nello studio dei siti si vede la loro evoluzione nel completamento del processo verso un integrazione di qualità ossia di valori aggiunti in termini di funzionalità e complessità (fig. 1). Il modello MICA mira a verificare il processo che un sito segue per arrivare all applicazione del commercio elettronico ipotizzando la presenza di diversi modelli di interazione con il consumatore via via più evoluti: da un sito statico ovvero secondo un metodo di semplice descrizione delle informazioni che si desiderano trasmettere ad un sito web comprensivo di servizi ed informazioni statiche ed interattive. 5

6 Figura 1 - Modello dell adozione del commercio elettronico (MICA) Burgess, Cooper (2000) Transazione Link operatori Informazioni tecniche Links Funzionalità FAQ Link intermediari Informazioni con valore aggiunto Promozione Stage 1 Informazioni Tecniche Ordini online Vendite online Modulo Richiesta Stage 2 Tracciabilità ordine Stage 3 Pagamenti online Nel modello MICA seppur sia apprezzabile lo sforzo di valutazione delle modalità di adozione del commercio elettronico, appare però carente dell approfondimento degli eventi post-adozione dell ecommerce (Achjari, 2001). Negli anni successivi è stato integrato e applicato da altri studiosi in altri settori tra cui il turismo (Doolin et. al., 2002; Hashim N.A. et al. 2009) rivelandosi un alternativa alla semplice esplorazione dei siti e un aiuto all analisi dello sviluppo delle applicazioni tecnologiche in Internet. In particolare Doolin et al. (2002) studiando l applicazione di MICA nel turismo sono giunti ad una rielaborazione del modello il cui risultato è l estensione di un numero maggiore di strati all interno dei tre stage principali con l obiettivo di approfondire in termini di funzionalità e sofisticazione lo studio del processo attraverso il quale si giunge all applicazione del commercio elettronico (fig. 2). 6

7 Figura 2 - Estensione Modello dell adozione del commercio elettronico (emica) Doolin et. al. (2002) Stage 1 - Promozione Strato 1 Strato 2 Stage 2 - Funzionalità Strato 1 Strato 2 Strato 3 Stage 3 Transazioni Informazioni di base Informazioni aggiunte Bassa Interattività Media Interattività Alta Interattività 4 NOTE METODOLOGICHE L analisi delle scelte strategiche operate dagli amministratori regionali all interno del world wide web nell ambito della promozione del sistema territoriale turistico è stata sviluppata attraverso una fase preliminare consistita essenzialmente nell elaborazione di una scheda di rilevazione delle informazioni da trarre dai siti regionali secondo il modello opportunamente riadattato di emica considerata la peculiarità dell indagine e degli attori coinvolti. In particolare si è proceduto ad un ulteriore adattamento considerando l applicazione ai siti istituzionali delle regioni e quindi al ruolo pubblico delle Istituzioni nell ideare i siti ai fini comunicazionali e promozionali del territorio nonchè all incontro della domanda ed offerta degli utenti fruitori dei servizi turistici. Sono state rilevate in totale 49 variabili e la composizione delle variabili utilizzate si differenzia dal modello originale in quanto ne sono state scelte alcune tipiche e funzionali del settore turistico (figura 3). Le rilevazioni sono state effettuate nel mese di aprile 2009 ed applicate ai 21 siti regionali. Per l elaborazione dei dati sono state utilizzate statistiche descrittive che hanno permesso di rilevare la consistenza delle variabili esaminate in termini di presenza/assenza. Inoltre, è stato definito graficamente il posizionamento delle regioni in termini di scelte strategiche e di orientamento al mercato turistico attraverso la costituzione dei siti nel web. Ogni sito è stato studiato in dettaglio secondo il modello emica riadattato. Le caratteristiche dei singoli siti sono state classificate e raggruppate secondo i 3 stage e quindi i 6 strati al fine di evidenziarli in una mappa che permetta di evidenziare i confronti tra i differenti siti e quindi le informazioni presenti. Ad ogni variabile rilevata è stato attribuito un punteggio progressivo, uguale per strato, con base di partenza 0,5 (stage 1 Informazioni di base) fino al punteggio 7

8 massimo di 3 (stage 3- Transazioni). E stato predisposto un data-base di 980 risultati (49 attributi per 20 siti 1 ). Figura 3 - Adozione e riadattamento del modello emica STAGE 1 Promozione Strato 1: Informazioni di base Nome azienda; indirizzo e contatti; immagini del prodotto/servizio Strato 2: Informazioni aggiunte Contatti ; Informazioni località/comprensori; slogan; musica sottofondo; newsletter; presenza area operatori STAGE 2 Funzionalità Strato 3: Bassa Interattività Informazioni servizi turistici di base (es. ristoratori); link a più informazioni; form di richiesta; news; contatti; messaggi pubblicitari Strato 4: Media Interattività Informazioni servizi turistici di alto livello (es. itinerari); supporti al cliente (es. FAQ; mappe, meteo; web cam); motori di ricerca; reclami e suggerimenti on line; numero verde; informazioni tecniche (es. data aggiornamento, indicazione web master); rubriche specifiche (es. arte culinaria) Strato 5: Alta Interattività Multimedia (es. presenza filmati); mailing list; SMS; accessibilità disabili; feed rss; social network; mobile STAGE 3 Transazioni Strato 6: transazioni Prenotazioni online (es. hotel, pacchetti vacanza); Sicurezza pagamenti on line; Interazione con servers; shopping online (es. prodotti tipici); Form online In seguito la matrice dei risultati è stata trattata per l analisi descrittiva dei siti e la creazione della mappa strategica dove sono evidenziati i siti in funzione delle caratteristiche statiche (stage 1, strati 1 e 2), di quelle funzionali (stage 2, strati 3, 4 e 5) e infine delle complesse (stage 3, strato 6) per giungere e completare l applicazione del commercio elettronico ovvero l acquisto del prodotto turistico da parte dell utente. 1 E stato escluso in quanto non funzionante al momento dell indagine il sito della regione Lazio. 8

9 5 RISULTATI DELL INDAGINE 5.1 L analisi dei dati complessivi La valutazione dei siti Web ha permesso innanzitutto di verificare la presenza e/o l assenza delle variabili inserite nel modello seguito (vedi fig. 3) al fine di evidenziare un quadro complessivo della staticità o dinamicità dei siti. In particolare nell analisi delle variabili appartenenti al primo stage, ossia quello definito della Promozione, appare evidente il buon livello presentato complessivamente dai siti esaminati, sia all interno dello strato 1 (informazioni di base) che nello strato 2 (informazioni aggiuntive) (tab. 2). Questo primo gruppo di variabili è essenziale nella prima fase di contatto con il fruitore, consentendogli di conoscere con certezza i primi e principali riferimenti utili alla pianificazione di un eventuale viaggio o comunque all acquisizione di informazioni sul territorio. I siti di promozione turistica regionali per la maggioranza sono strutturati prevedendo le necessarie informazioni per l utente: la presenza di foto (variabile rilevata nel 90% dei siti), le informazioni su chi contattare e su dove siano localizzati gli uffici turistici della regione (90%) e le principali notizie sui principali mezzi di trasporto per la mobilità verso la regione interessata (76%). Anche per le informazioni aggiuntive, riferite al secondo strato di questo primo stage, i risultati mostrano una buona consistenza. I contatti degli uffici al turismo, l indicazione delle principali località del territorio regionale e la presentazione di comprensori turistici sono presenti per la quasi totalità dei siti. Altre variabili, sia tecniche, come la possibilità di modificare le dimensioni del testo, sia di marketing, come l enfasi su un headline 2, non sono invece così diffuse. Tabella 2 - Presenza delle variabili appartenenti allo stage 1 Promozione suddivise per strato Strato 1: Informazioni di base Media gallery: foto 90% Indirizzo degli uffici turistici regionali 90% Realizzazione del sito con URL dedicato 81% Informazioni sulla fruizione viaggio: come arrivare 76% Strato 2: Informazioni aggiuntive Contatti 95% Elencazione delle principali località regionali 95% Presentazione del comprensorio territoriale 90% Headline 57% Presenza area operatori 43% Possibilità di modificare le dimensioni del testo 10% Musica di sottofondo 5% 2 Termine tecnico con il quale si indica la frase che sintetizza una campagna pubblicitaria (Vecchia M., 2003) (Es.: Sicilia. Il bello del mondo). 9

10 Le variabili appartenenti al secondo stage di analisi (funzionalità), caratterizzate dalla loro capacità esplicativa sul livello di interattività, rappresentano la parte più consistente in termini di numerosità. In questo gruppo di variabili rinveniamo quegli strumenti che cercano di enfatizzare le qualità turistiche regionali cercando così di diminuire la distanza fra territorio reale e territorio virtuale. I risultati mostrano una variegata presenza delle variabili esaminate (solo per una variabile è stata rilevata la totale assenza dai siti esaminati), seppur con percentuali sensibilmente più ridotte rispetto al primo stage (tab. 3). Tabella 3 - Presenza delle variabili appartenenti allo stage 2 Funzionalità suddivise per strato Strato 3: Interattività bassa Link a più informazioni 90% Informazioni sulla fruizione viaggio: pernottamento 76% Contatti 76% Informazioni sulla fruizione viaggio: come muoversi 67% Lingue diverse dall'italiano 62% News 62% Informazioni sulla fruizione viaggio: dove mangiare 57% Informazioni sui prezzi per soggiornare 52% Messaggi pubblicitari coerenti 38% Informazioni sulla fruizione viaggio: agenzie operatori turistici 29% Form Segnala un sito 10% Strato 4: Interattività media Download materiale informativo 90% Informazioni sulla fruizione viaggio: mappe 86% Informazioni sulla fruizione viaggio: enogastronomia 81% Itinerari a tema 81% Informazioni sulla fruizione viaggio: meteo 76% Motori di ricerca interni 71% Webcam 38% Rubriche presenti nel sito: ricette 33% Numero verde 29% Data aggiornamento 29% Form per inviare suggerimenti e reclami 24% Faq 10% Strato 5: Interattività alta Media gallery: filmati 48% Feed RSS 29% Accessibilità 24% Servizio sms 10% Media gallery: 36o g 10% Funzione condividi per social network (facebook, ecc.) 10% Versione del sito per una smartphone o palmare (mobile) 5% Mailing list 0% 10

11 Nel terzo strato (interattività bassa) sono dunque abbastanza presenti le informazioni relative alla fruizione del viaggio, ed in particolare quelle sui principali mezzi di trasporto utili per la mobilità intraregionale (67%), i data-base consultabili on line relativi alle disponibilità per un pernottamento (76%) e per la ristorazione (57%); inoltre per più del 60% dei siti esaminati esiste almeno una versione in lingua straniera (inglese) del sito, garantendo così una efficace trasmissione delle informazioni anche per la domanda straniera. Appare degno di nota infine la bassa presenza fra i siti esaminati della variabile relativa alle informazioni sulle agenzie di viaggio presenti nel territorio, rilevata solo nel 29% dei casi, informazione che invece potrebbe essere utile nell ambito della raccolta delle informazioni sulla programmazione di un viaggio. Al contrario si rileva la poca presenza di messaggi pubblicitari coerenti con la vocazione del sito la cui presenza potrebbe creare confusione nell internauta che naviga fra le pagine, oltre ad appesantire anche la mole di dati presenti. Per quanto riguarda le variabili relative all interattività media (quarto strato) ve ne sono un gruppo abbastanza presenti e legate alle informazioni un po più sofisticate come appunto la possibilità di visualizzare mappe, di effettuare download di materiale informativo e pubblicitario, di visualizzare itinerari che permettano la fruizione del territorio seguendo percorsi a tema, la possibilità di conoscere le informazioni sul meteo regionale e quelle relative alle notizie sull enogastronomia tipica regionale. Si registrano invece valori più modesti per alcuni strumenti di dialogo con l utente maggiormente costosi o complessi da gestire come la presenza di un numero verde sul turismo regionale (29%), di form per inviare suggerimenti o reclami (24%) e del tradizionale campo delle FAQ (Frequently asked questions) (10%) (tab.3). Concludono il secondo stage le variabili relative all interattività alta (quinto strato). Per questo insieme di attributi, particolarmente tecnico, è stata rilevata una bassa presenza nei siti esaminati. Una consultazione più sofisticata della grafica attraverso filmati, i Feed RSS 3, l accessibilità 4 secondo gli standard normativi previsti sono stati registrati in un terzo dei siti. Valori ancora più bassi vi sono per il servizio sms o per funzioni grafiche ancora più sofisticate (come ad esempio la visione a 360 di alcune località). 3 Il sistema RSS (acronimo di RDF Site Summary ed anche di Really Simple Syndication) è uno dei più popolari formati per la distribuzione di contenuti Web (Really Simple Syndication). È un modo semplice e comodo per essere informati in tempo reale: grazie ai feed Rss, è possibile infatti ricevere sul proprio computer aggiornamenti sulle ultime notizie pubblicate da un sito. Per accedere ai contenuti Rss è sufficiente una connessione internet e un apposito programma chiamato "aggregatore". 4 L'accessibilità, in informatica, è la capacità di un dispositivo, di un servizio o di una risorsa d'essere fruibile con facilità da una qualsiasi tipologia d'utente. Il termine è comunemente associato alla possibilità anche per persone con ridotta o impedita capacità sensoriale, motoria, o psichica (ovvero affette da disabilità sia temporanea, sia stabile), di fruire dei sistemi informatici e delle risorse software a disposizione. In Italia, per le nuove realizzazioni e le modifiche apportate dalla Pubblica amministrazione ai propri siti web, si deve tenere conto della "Legge Stanca" (Legge 4 del 9 gennaio 2004, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale il 17 gennaio 2004), resa operativa col decreto attuativo di fine 2005 (Wikipedia, consultata nel giugno del 2009). 11

12 È interessante notare come sia quasi del tutto assente per ciascun sito esaminato una versione per smartphone o palmare (mobile) e la possibilità di condividere le pagine navigate con un network sociale (tab.3). L ultimo stage oggetto di analisi è stato quello delle Transazioni. In questo stage è possibile apprezzare l efficacia della strategia dell operatore regionale messa in atto per avvicinare domanda ed offerta (tab.4). In realtà l analisi ha permesso di evidenziare quanto questo aspetto sia carente. Sono poche le regioni in grado di assicurare al fruitore una transazione completa di un pacchetto turistico o la possibilità di prenotare on line con carta di credito (14%). Tabella 4 - Presenza delle variabili appartenenti allo stage 3 Transazione Strato 6: Transazioni Promozione pacchetti vacanza 48% Richiesta disponibilità (form da compilare) 33% Prenotazione on line con carta di credito 14% Prenotazione on line senza carta di credito 10% Possibilità di acquistare off line prodotti della regione 10% Possibilità di acquistare on line prodotti della regione 10% Possibilità di acquistare off line pacchetti vacanza 0% In questo senso gli operatori regionali preferiscono, lì dove è avvertita questa sensibilità, promuovere dei pacchetti vacanza attraverso delle pagine dedicate o dei documenti in download demandando al turista la prenotazione ed il pagamento. Infine, sono altrettanto pochi gli operatori regionali che sfruttando in modo strategico il sito dedicato al turismo, consentono ai fruitori la possibilità di acquistare prodotti tipici della regione. 5.2 Le strategie di web marketing L applicazione del modello ha permesso di rappresentare graficamente le principali strategie operate dalle regioni e il loro grado di efficacia. Utilizzando i dati raccolti mediante un punteggio progressivo (omogeneo per strato) si è costruita la mappa dei comportamenti Web delle regioni oggetto di analisi. Essa si fonda su due dimensioni principali Promozione e Funzionalità (macrovariabili rilevate dei primi due stage), misurate su un sistema di assi cartesiani rispettivamente sull asse delle ascisse e su quello delle ordinate. Inoltre è stato attribuito un punteggio anche per il terzo stage (Transazione) che misura le dimensioni (raggio) del punto individuato dalla due precedenti misure. La semplice osservazione del posizionamento dei siti esaminati nel grafico permette alcune considerazioni e riflessioni. Appare evidente innanzitutto la concentrazione dei siti in prossimità dei valori medio-alti delle due misurazioni. Un analisi più in dettaglio mostra che complessivamente è possibile ipotizzare tre gruppi di comportamenti strategici. 12

13 E presente un insieme di enti regionali che non attribuiscono al canale web importanza strategica: fra questi troviamo la Lombardia, il Molise, la Campania, la Calabria. In questo gruppo di siti i livelli di funzionalità e di promozione non raggiungono punteggi importanti. I siti appaiono come semplici presenze nel web, senza particolari obiettivi se non fornire informazioni di base e non molto estese sulle aree territoriali di competenza. Grafico 1 Posizionamento dei siti Web secondo il modello e-mica applicato Funzionalità Lo Aa E Mr V Cm Pi Li To Pu Ao B F Si Sa U Ab Tr 10 Mo 0 Ca Promozione Vi è poi un secondo gruppo di regioni le cui home page dedicate al turismo sono abbastanza complete dal punto di vista informativo, e i livelli di interattività raggiungono punteggi discreti. Fra questi rinveniamo la Sardegna, la Sicilia, il Veneto ed infine il Friuli. Fra questi, a loro volta, solo il Friuli dimostra di sfruttare pienamente le risorse del web per diminuire la distanza fra domanda ed offerta. La strategia che sottintende sembra essere fondata su una maggiore comunicazione ovvero contenuti informativi di buon livello, a volte orientati a fruitori diversi (es. informazioni tecniche per operatori) insieme ad aspetti tecnologici relativamente innovativi. Infine vi è un terzo gruppo di regioni, il maggiore come numerosità, in cui i livelli di Funzionalità e di Promozione vengono portati a livelli soddisfacenti. Inoltre diverse regioni praticano anche le attività di transazione in modo abbastanza completo, ad eccezione delle Marche, dell Umbria e della Puglia. Infatti si tratta di regioni che hanno volontariamente progettato e personalizzato una strategia dietro la costruzione del sito e inteso l utilizzo del 5 Elenco dei codici attribuiti alle regioni: Ab=Abruzzo; F=Friuli; Pu=Puglia; Aa=Alto Adige; Lz=Lazio; Sa=Sardegna; Ao=Aosta; Li=Liguria; Si=Sicilia; B=Basilicata; Lo=Lombardia; To=Toscana; Ca=Calabria; Mr=Marche; Tr=Trentino; Cm=Campania; Mo=Molise; U=Umbria; E=Emilia Romagna= Pi=Piemonte; V=Veneto. 13

14 Web come strumento di immagine e comunicazione nonché come veicolo di informazioni e affari per il mercato. La rappresentazione grafica permette alcune riflessioni sulle strategie adottate dagli operatori regionali: se infatti la maggior parte dei siti si colloca in corrispondenza di valori medio alti sia per lo stage funzionalità che per quello promozione, sono poche le regioni che sfruttano pienamente le potenzialità offerte dal web per permettere l incontro fra la domanda e l offerta, che poi dovrebbe rappresentare uno degli obiettivi della promozione collettiva. Occorre però menzionare che in tale gruppo vi sono alcune regioni che si distaccano per livello di transazione dalle restanti, ed in particolare il Trentino (la regione che ottiene lo score più alto in assoluto) la Valle d Aosta ed il Friuli. 6 NOTE CONCLUSIVE Il turismo rappresenta un settore in continua crescita nonostante le crisi economiche e sociopolitiche che hanno scosso la società negli ultimi anni. Nell ambito delle scelte di consumo, il processo di acquisto del prodotto turistico si completa sempre più spesso all interno del web. Gli enti pubblici, portatori di interessi collettivi, non possono mancare all interno di questo scenario: essi sfruttando in modo strategico la strumentazione tecnologica disponibile, possono informare il consumatore sulle reali potenzialità del territorio, permettendo così una scelta d acquisto più libera e consapevole oltre a colmare la distanza fra domanda ed offerta. L analisi svolta sul campione di siti istituzionali ha evidenziato alcuni aspetti che riguardano le scelte dell uso di Internet come strumento delle politiche di marketing e commerciali nel settore turistico. Se da un lato la mole di informazioni disponibile sembra essere sufficientemente ampia e facilmente fruibile, la maggioranza dei siti regionali italiani, pur con qualche notevole eccezione, non sembra offrire realizzazioni online complete e ciò si ripercuote ovviamente sul mercato dell e-tourism italiano. I risultati dell indagine mostrano infatti che sul piano strategico dominano ancora gli obiettivi tradizionali dell uso della rete, cioè quelli legati alla comunicazione di informazioni di base, e che utilizzano Internet come un mezzo di comunicazione aggiuntivo. Accanto a questa situazione complessiva si evidenzia però un processo evolutivo, condotto da una minoranza di istituzioni, in grado di indicare alcune direzioni per lo sviluppo delle attività di e-tourism: l offerta via Web di informazioni commerciali e di marketing, i servizi pre e post vendita, la cura e la qualità tecnica dei contenuti ne sono alcuni esempi. Dal punto di vista metodologico il modello e-mica, con i dovuti accorgimenti, rappresenta uno strumento utile per comprendere con quale livello di interattività l ente regionale si presenta su web; esso ha permesso di evidenziare le eccellenze, fra le amministrazioni 14

15 regionali, in termini di B2C presenti nella rete ma occorre altresì ricordare che lo studio realizzato presenta dei limiti riconoscibili innanzitutto nell esiguità numerica del campione poichè sono stati considerati solo i siti ufficiali delle regioni italiane: l allargamento del campione ad altre tipologie di enti come quelli realizzati dalle istituzioni pubbliche ma con riguardo a particolari comprensori (es. potrebbe consentire una visione più ampia delle dinamiche in atto in questo settore. BIBLIOGRAFIA Achjari D. (2001), Electronic Commerce adoption: a critical review of MICA, onno.vlsm.org/v01/onnowpurbo/contrib/aplikasi/e-commerce/e-commerce-adoption pdf Baloglu S., Pekcan Y. (2006), The website design and internet site marketing practices of upscale and luxury hotels in Turkey, Tourism Management, volume 27, Brenner R. (2007), Il processo di pianificazione del viaggio nell era digitale, Buhalis D. (1998), Strategic used of information technology in the tourism industry, Tourism Management, volume 19, Buhalis D. (2008), Progress in information technology and tourism management: 20 years on and 10 years after the Internet. The state of etourism research, Tourism Management, volume 29, Burgess L., Cooper J. (2000), Extending the viability of MICA (Model of Internet Commerce adoption) as a metric for explaining the process of business adoption of Internet commerce. International Conference on Telecommunications and Electronic Commerce, Dallas. Cano V., Prentice R. (1998), Opportunities for endearment to place through electronic visiting : WWW homepages and the tourism promotion of Scotland, Tourism Management, volume 19, Casaleggio Associati (2009), Focus Ecommerce 2009, Tendenze, strategie, numeri e opportunità dell ecommerce in Italia, Choi S., Lehto X.Y., Morrison A.M., (2007), Destination image representation on the web: content analysis of Macau travel related websites, Tourism Management, volume 28, Doolin B., Burgess L., Cooper J. (2002), Evaluating the use of the web for tourism marketing: a case study from New Zeland, Tourism Management, volume 23, Franch M., Martini U. (2002), Il ruolo delle tecnologie per l informazione e la comunicazione nello sviluppo delle politiche di marketing delle destinazioni turistiche alpine, Congresso Internazionale Le Tendenze del Marketing in Europa, Ecole Supérieure de Commerce de Paris EAP, Gennaio

16 Gratzer M., Werthner H., Winiwarter W. (2004), Electronic business in tourism, International Journal Electronic Business, vol. 2n.5, Hanna J.R.P., Millar R.J. (1997), Promoting tourism on the internet, Tourism Management, volume 18, n. 7, Hashim N.A., Hashim M., Majid R.A. (2009), An evaluation of business-to-business electronic commerce marketplaces in Malaysia, Conference on Scientific & Social research, 14-15/3/2009. Huizingh E.K. (2000), The content and design of web sites: an empirical study, Information and Management, volume 37, Kim D.J, Kim W.G., Han J.S. (2007), A perceptual mapping of online travel agencies and preference attributes, Tourism Management, volume 28, Livraghi G. (2009), Dati sull Internet in Italia, Liu C., Arnett K.P. (2000), Exploring the factors associated with web site success in the contex of electronic commerce, Information and Management, volume 38, MANENTE M., CERATO M., (2000) (a cura di), From Destination to Destination Management and Marketing, Atti della V CISET International Conference, Venezia, Cafoscarina. Martini U. (2008), I siti web delle destinazioni alpine come strumento per rafforzare la fedeltà degli ospiti, Mich L. (2007), La valutazione della qualità dei siti Web, htpp://www.dit.unitn.it/research/ publications/. Ozturan M., Roney S.A. (2004), Internet use among travel agencies in Turkey: an exploratory study, Tourism Management, volume 25, Shanker D. (2008), ICT and tourism: challenges and opportunities. Conference on Tourism in India. Challenges Ahead /5/ Beat S. (1994), Electronic Markets in tourism, Proceedings of the ENTER 94 Conference, Insbruck, January. Tahayori H., Moharrer M. (2008), The role of ICT in tourism industry, innovations and challenges. Vecchia M. (2003), Hapù Manuale di tecnica della comunicazione pubblicitaria, Milano, Lupetti Editore. Vescovi T., Iseppon M. (2002), L evoluzione di internet come strumento di comunicazione e di marketing nelle PMI. I primi risultati di una ricerca empirica, Congresso Internazionale Le Tendenze del Marketing in Europa, Ecole Supérieure de Commerce de Paris EAP, Gennaio 2002.Wan C.S. (2002), The web sites of international tourist hotels and tour wholesalers in Taiwan, Tourism Management, volume 23, Siti Web etourism: htpp://www.economia.unitn.it/etourism Statistiche: htpp://www.internetworldstats.com 16

17 ABSTRACT In the tourist sector the communication of the territory is decisive to determine the choices of consumption, and the web has an important role. In fact the choices of the consumer are accross the information that theese pick up through internet, ideal place to communicate, to promote and to sell the product-territory and where the potential client can effect comparison and choices more responsible. Inside this virtual market, regional administrations offer the image of the system territory through of the sites. This paper evaluates regional tourism web sites in Italy to analyze the strategic choices operated by regional administrators inside the world wide web. Through the results of the study it will be possible to gather the strategies of territorial marketing of the public administrators in comparison to the composition of the tourist offer in the territory. 17

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata 1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org Cosa significa accessibile 2 di 19 Content is accessible when it may be used by someone with

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari REAL ESTATE Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari è un sistema progettato per garantire la semplice gestione della presenza online per le agenzie immobiliari. Il

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

La valutazione della qualità dei siti Web 1

La valutazione della qualità dei siti Web 1 La valutazione della qualità dei siti Web 1 Luisa Mich Università di Trento Premessa L importanza di Internet e del Web hanno aumentato la domanda di qualità per i siti Web. Secondo le statistiche più

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche ISTRUZIONI PER Usare in modo consapevole i motori di ricerca Valutare un sito web ed utilizzare: Siti istituzionali

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita (maggio 2008) Codice Prodotto- OSPS10-R03-D01 Copyright 2008 Osservatorio del Turismo della Campania Tutti i diritti riservati Osservatorio

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 La gestione del portale e la promozione on-line Nicola Grassetto Time2marketing Srl Bibione Online Cos è oggi Bibione.com Operatori presenti 5 Strutture open air

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com #TTTourism // 30 settembre 2014 - Erba Hootsuite Italia Social Media Management HootsuiteIT Diego Orzalesi Hootsuite Ambassador Programma

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Pagina 1 di 5 Giovedì, 8 Maggio 2008 Notizie Web Politica NOTIZIE Cronaca Economia Esteri Politica Scienze e Tech Spettacoli Sport Top New MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Presentata

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli