PREMESSA. - relazione generale; - relazioni specialistiche;

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PREMESSA. - relazione generale; - relazioni specialistiche;"

Transcript

1

2 PREMESSA Il sttscritt ing. Luca Demntis iscritt all Ordine degli Ingegneri della Prvincia di Cagliari al n. 5399, è stat incaricat da SARDEGNA RICERCHE, della prgettazine preliminare, definitiva, esecutiva e direzine dei lavri di MODIFICA DELL'IMPIANTO ELETTRICO, FONIA E DATI DEI LABORATORI DEL DISTRETTO TECNOLOGICO "SARDEGNA ICT" di Pula, lcalità Piscinamanna. Il Decret legislativ 12 aprile 2006, n. 163, Cdice dei cntratti pubblici relativi a lavri, servizi e frniture in attuazine delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE fissa le prescrizini relative alla redazine dei prgetti esecutivi. Il prgett esecutiv, redatt in cnfrmità al prgett definitiv, determina in gni dettagli i lavri da realizzare e il relativ cst previst e deve essere sviluppat ad un livell di definizine tale da cnsentire che gni element sia identificabile in frma, tiplgia, qualità, dimensine e prezz. In particlare il prgett è cstituit dall'insieme delle relazini, dei calcli esecutivi delle strutture e degli impianti e degli elabrati grafici nelle scale adeguate, cmpresi gli eventuali particlari cstruttivi, dal capitlat speciale di appalt, prestazinale descrittiv, dal cmput metric estimativ e dall'elenc dei prezzi unitari. Ess è redatt sulla base degli studi e delle indagini cmpiuti nelle fasi precedenti e degli eventuali ulteriri studi e indagini, di dettagli di verifica delle iptesi prgettuali, che risultin necessari e sulla base di rilievi planaltimetrici, di misurazini e picchettazini, di rilievi della rete dei servizi del sttsul. Il prgett esecutiv deve essere altresì crredat da appsit pian di manutenzine dell'pera e delle sue parti da redigersi nei termini, cn le mdalità, i cntenuti, i tempi e la gradualità stabiliti dal reglament di cui all'articl 5. (parte II, titl I, cap IV, sezine I, art. 93, punt 5). Il Reglament sui LL.PP., emanat in base all art. 3 della ex L. 109 del 94, e successive mdificazini ed integrazini, fissa cn precisine gli elabrati che devn essere presentati nella fase esecutiva (sezine IV, art. 33): - relazine generale; - relazini specialistiche; - elabrati grafici cmprensivi anche di quelli delle strutture, degli impianti e di ripristin ambientale; - calcli esecutivi delle strutture e degli impianti; - cmput metric estimativ definitiv e quadr ecnmic; - piani di sicurezza e di crdinament; - crnprgramma; - elenc dei prezzi unitari e eventuali analisi; - pian particellare di esprpri; - schema di cntratt e capitlat speciale di appalt; - quadr ecnmic. RELAZIONE GENERALE PAGINA 1 DI 14

3 Nn sn previsti esprpri. Occrre infine precisare che il presente prgett riassume la fase definitiva e quella esecutiva per via della esiguità dell intervent, del fatt che nn si rende necessaria la richiesta di pareri ad altri enti, ma sprattutt per via della pprtunità di eseguire cn estrema urgenza le pere previste. RELAZIONE GENERALE PAGINA 2 DI 14

4 L AMBITO DEL PROGETTO Il Parc Scientific e Tecnlgic della Sardegna (PST), in agr di Pula (CA), srge su un area di circa 160 ha, nella valle del Ri Palaceris, sulle ultime prpaggini del massicci mntus del Sulcis, a circa 3 Km dalla csta sud-ccidentale della Sardegna, 6 Km dal centr abitat di Pula e 30 km da Cagliari, citta caplug di prvincia e sede del gvern reginale. L area di interesse in cui è ubicat il PST, insiste in una fascia larga 500/600 m che risale il crs del Ri Palaceris per circa 3,5 km, a partire dall incrci delle due attuali strade di access al parc stess. IS MOLAS ACCESSO AL PST UBICAZIONE LAB. SARDEGNA ICT Inquadrament generale dell area L Amministrazine Cmunale di Pula ha in prpsit intrdtt una variante al prpri Prgramma di Fabbricazine e pertant la valle del Ri Palaceris viene classificata zna mgenea G2 - Servizi generali destinati al Parc Tecnlgic. Cn l apprvazine del Pian Particlareggiat e la successiva firma dell Accrd di Prgramma siglat il 10 Agst 1995 dal Presidente della Giunta Reginale, dal Sindac di Pula RELAZIONE GENERALE PAGINA 3 DI 14

5 e dal Presidente del Cnsrzi Ventun, apprvat cn il D.P.G.R. n. 284 del 26/10/1995, dp un lung e cmpless iter decisinale, si è giunti alla fase attuativa ed alla stesura dei prgetti definitivi degli edifici e delle infrastrutture della sede di Pula del Parc Scientific e Tecnlgic della Sardegna. In particlare sn stati elabrati i prgetti degli edifici n 1, 2, 3, 5, 6, 7, 8, 9, 10, della infrastruttura viaria, dell illuminazine pubblica, delle reti idrica, fgnaria ed antincendi e del sentier pednale alla quta +100, che segna il cnfine dell area di pertinenza del Parc. Di fatt, la creazine sul territri di cittadelle della scienza frnisce alle discipline prgettuali l ccasine di sperimentare nuvi mdelli di insediament frtemente cndizinati dall specific cntest territriale ed ambientale lcale, anche in cnsiderazine dell alt grad di adattabilità spaziale delle strutture per la tecnlgia alle diverse situazini mrflgiche tiplgiche e gegrafiche. Vista dell edifici 1, sede dei labratri In sintesi si può affermare che i pli tecnlgici devn nn sl pssedere eccellenti requisiti nel camp della ricerca, frmazine e prduzine ma garantire sprattutt cndizini di svilupp territriale, mediante l adzine di accrgimenti prgettuali mirati all individuazine e valrizzazine delle ptenzialità lcali, attravers scelte e plitiche di gestine del territri. Pertant, è pprtun ribadire che l biettiv strategic dell istituzine di un parc scientific riguarda sì l avanzament tecnlgic e culturale delle realtà lcali, ma sprattutt tale prgress nn può prescindere ed essere perseguit senza una particlare attenzine alla valrizzazine del territri e degli ecsistemi lcali. Il Parc Scientific e Tecnlgic in Pula, all'intern del Parc Reginale del Sulcis, svlge il rul di cerniera tra due imprtanti sistemi territriali: da una parte la città lineare lung la csta, cstituit da lttizzazini di secnde case e da imprtanti strutture ricettive, dall'altra il cmpendi ambientale rappresentat dal parc naturalistic del Sulcis. L attuale prgett, estremamente di nicchia all intern del quadr cmplessiv spra delineat, è relativ alle mdifiche dell impiant elettric, fnia e dati dei labratri del distrett tecnlgic sardegna ICT. RELAZIONE GENERALE PAGINA 4 DI 14

6 ILLUSTRAZIONE STATO DI FATTO In seguit al cnferiment dell incaric è stat effettuat un sprallug per verificare le esigenze di intervent, al fine di stabilire le prirità prgettuali in relazine ai fndi a dispsizine in quadr ecnmic. Le successive cnsiderazini si riferiscn dunque all stat di fatt alla data dei sprallughi, in particlare al 22/08/2007 e 27/08/2007. I labratri I.C.T. sarann ubicati nell ala terminale di raccrd trasversale dell inter cmpless, all ultim pian. Si tratta di 6 lcali di varia dimensine, cn un cnnettiv di distribuzine in psizine baricentrica, cn un vut a dppia altezza dal pian sttstante. Oltre a 4 ambienti dalle ampie dimensini vi sn altri 2 ambienti di dimensini limitate. L access è garantit da 2 prte tagliafuc che cnsentn l access dirett al van scala. Attualmente dett settre è utilizzat in minima parte. Le cmpnenti edilizie sn caratterizzate da tramezzi in cartngess cn rditura metallica di sstegn, tampnature massive perimetrali ed ampie finestrature, talvlta a tutta altezza, esternamente schermate mediante lamelle lignee. Il paviment è di tip flttante, cn quadretti mdulari da 60x60 cm. I labratri sn cntrsffittati, cn interpian residu di 300 cm. Gli impianti elettrici, telefnici e le linee dati crrn dunque interamente a paviment, all intern di canaline plastiche all intern del cavedi sttstante gli elementi di pavimentazine. Numerse trrette a paviment, ben distribuite all intern degli ambienti, presentan punti presa e punti dati nn cngrui per la futura utilizzazine del settre. L illuminazine è del tip ad incass, cn plafniere circlari e apparecchiature luminse flurescenti, che garantiscn ttimi valri di illuminament degli ambienti. Vi sn altresì 4 lampade di illuminazine di emergenza, tutte nel crridi, insufficienti a garantire la crretta illuminazine in cas di emergenza, sprattutt alla luce delle nuve ingenti presenze cnseguenti al differente us del settre. L intera area è climatizzata mediante unità di climatizzazine a parete, incassate lung le tampnature perimetrali. Il settre è alimentat direttamente dalle linee elettriche prvenienti dalla sala quadri psta in appsit ambiente al pian parcheggi. Questi ultimi sn cnnessi direttamente al grupp di misura, ubicat in altr lcale, sempre al pian parcheggi, più vicin all ingress principale al garage. Le linee dati prvengn da altr ambiente, sempre all intern del garage, denminat sala telecm. I cavi crrn in parte in tubazini interrate, in parte su canala metallica a parete, in parte all intern delle citate canalizzazini stt paviment. All intern dei labratri è altresì presente un armadi rack per le linee dati, la cui attuale ubicazine nn è funzinale per la futura cnfigurazine. Cmplessivamente si può affermare che l impiant necessita il cmplet rifaciment, per via dei ntevli mutamenti che cmprta la nuva cnfigurazine e per l increment dei punti presa e dati. RELAZIONE GENERALE PAGINA 5 DI 14

7 CONSIDERAZIONI DI FATTIBILITÀ AMBIENTALE ED INDAGINI GEOLOGICHE L studi di prefattibilità ambientale, cme già vist nel precedente paragraf, è un strument intrdtt dalla legge merlni (n febbrai 1994) cn l scp di individuare già a livell di prgett preliminare tutte quelle le criticità che il prgett presenta. Vlend tentare di dare una definizine al cncett di fattibilità ambientale, si ptrebbe dire che essa vule individuare tutti gli effetti di una certa rilevanza, psitivi e negativi, diretti e indiretti, tempranei e permanenti che il cmpiment di una determinata pera prvca a caric dei fattri ambientali glbalmente cnsiderati. Nella fase esecutiva valgn le stesse cnsiderazini sinteticamente enunciate nelle precedenti fasi prgettuali. L intervent ggett del presente esecutiv è vlt a cnservare la destinazine d us a servizi pubblici, in particlare cme pl tecnlgic di ricerca, delle parti del cmpless ggett del presente prgett. I ltti su cui insiste il cmpless e la sua area di pertinenza sn inseriti nel vigente P.U.C. in zna urbanistica mgenea G2. La realizzazine degli interventi, ricadenti interamente all intern delle strutture esistenti ed in particlare nell edifici 1, è peraltr trascurabile dal punt di vista dell impatt ambientale sul cntest e sulla salute dei cittadini. La presente prgettazine nn implica dunque prblematiche di impatt ambientale, sia per la prtata degli interventi previsti sia per la natura degli stessi. La valutazine di impatt ambientale, megli intesa cme cntestualizzazine degli interventi cn le medesime pertinenze, si rislve nella scelta tiplgica delle sluzini prgettuali, vlte ad integrare le nuve cmpnenti cn le vecchie e miglirare quelle esistenti. Le sluzini da adttare si richiaman ai canni della cntestualizzazine: sia per quant attiene agli interventi da realizzarsi all intern dei labratri che a quelli relativi all impiantistica tecnlgica, in armnizzazine cn le cnfigurazini riginali. L unic intervent estern si rislve nell ubicazine di una unità esterna di climatizzazine, che sarà psta nel pian cpertura in psizine nn visibile dal bass, piché ben mascherata dai parapetti e dal cmpless edilizi medesim. Merita infine attenzine la necessità di cnsiderare l edifici per la particlare qualità architettnica che l cntraddistingue, cn l intent ultim di garantire che le nuve pere in prgett nn ne snaturin le caratteristiche architettniche e cmpsitive. A tal prpsit le pere edili di finitura ma anche le sluzini impiantistiche rispetterann i caratteri riginari degli ambienti. RELAZIONE GENERALE PAGINA 6 DI 14

8 INDICAZIONI SCHEMATICHE SUGLI INTERVENTI A partire dalle cnsiderazini fatte ed in relazine al finanziament in att sn state individuate le prirità di intervent, cncrdate in gni singla fase cn l Uffici Tecnic. Gli interventi pssn essere preliminarmente sintetizzati cme segue: - rimzine dei cavi nn più in us nel pian garage; - dismissine dei quadri esistenti dalla sala quadri; - smntaggi del paviment flttante per le lavrazini sugli impianti; - rimzine di tutti i cavi all intern dei labratri ICT; - creazine delle frmetrie; - smntaggi delle trrette esistenti; - sstituzine degli elementi di pavimentazine rvinati; - psizinament di passerelle metalliche nel pian garage; - integrazine delle canalizzazini esistenti sttpaviment; - rifaciment di tutte le derivazini alle nuve trrette; - spstament dell armadi rack esistente nella sala server; - frnitura di nuv armadi rack per la sala server; - psizinament nuvi quadri e ups; - eliminazine delle lampade di emergenza esistenti; - psizinament nuve lampade di emergenza; - psizinament dei cavi; - cablaggi quadri elettrici; - cablaggi armadi linee dati; - psizinament e cllegament dell impiant di climatizzazine nella sala server; - ripsizinament a zne della pavimentazine; - psizinament trrette, delle nuve e di quelle in recuper; - realizzazine di canalizzazini a parete in sala server; - rifaciment delle tinteggiature interne; - trasprt e cnferiment a discarica dei materiali di risulta. Gli stessi sarann megli descritti nella relazine specialistica e nel cmput estimativ. RELAZIONE GENERALE PAGINA 7 DI 14

9 CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI La scelta prgettuale adttata è vinclata dalla particlarità degli interventi, essenzialmente previsti in pere di piccla demlizine e ricstruzine sia di parti murarie che di impianti, cn implement per rendere pssibile la fruizine dei lcali in ttemperanza alle richieste della vigente nrmativa in materia e specifiche del cmmittente. I lavri di adeguament al prgett nn mdifican pertant le destinazini d us principale dei lcali esistenti, ma sn finalizzati al rispett dei requisiti nrmativi di legge. Vi sn infine nuve sluzini impiantistiche e migliramenti cn messa a nrma dell inter settre. INTERVENTI EDILI. A tale prpsit, in prim lug, è previst l impieg di materiale, attrezzature e arredi di nuva frnitura cnfrmi alle vigenti dispsizini legislative. I materiali relativi alle pavimentazini dvrann essere sufficientemente rugsi per evitare scivlament; le tinteggiature dvrann essere asslutamente prive di elementi di tssicità e dvrann essere caratterizzate da clri ripsanti e cn buni valri di riflessine luminsa. OPERE ELETTRICHE. Data la natura dell intervent, che cnsiste nella ristrutturazine ed ampliament di edifici già crredati di impianti, si prevede il riutilizz di parte degli stessi. Gli interventi in essere nn cmprterann però la venuta men della rispndenza alle nrme di quelli esistenti e dvrann prevedere la perfetta integrazine delle nuve cmpnenti. Tutti i materiali e le apparecchiature dvrann essere di nuva frnitura e di primaria casa cstruttrice e presentare caratteristiche cnfrmi a quant stabilit da leggi, reglamenti e nrmative vigenti in materia, ltre che alle prescrizini di prgett. In particlare dvrann essere cnfrmi alla DIRETTIVA MACCHINE 89/392/CEE e 91/368/CEE e successive mdificazini, e dvrann pertant essere dtati dei requisiti essenziali ai fini della sicurezza e della tutela della salute definiti dalle direttive stesse. IMPIANTI TERMICI. In cnfrmità alla legge n 46 del 05/03/1990 gli impianti elettrici e di illuminazine e tutte le lr cmpnenti devn rispndere alle regle di buna tecnica; le nrme CEI sn cnsiderate nrme di buna tecnica e sarann prese a riferiment per tutte le cmpnenti previste in prgett. Gli impianti dvrann quindi essere crredati di tutte le apparecchiature di misura, cntrll e sicurezza necessarie per ttenere il reglare nulla-sta da parte di tutti gli rgani prepsti al cntrll degli stessi. Gli impianti termici dvrann essere realizzati in cnfrmità al D.Lgs 192/05 e s.m.i.. RELAZIONE GENERALE Pagina 8 di 14

10 FRUIBILITA DEGLI SPAZI DA PARTE DEI PORTATORI DI HANDICAP MOTORI PREMESSA Le cndizini di fruibilità degli spazi e degli ambienti da parte di prtatri di handicap sn definite e prescritte da nrme nazinali. In particlare: - DPR 27 aprile 1978 n. 384 "Reglament cncernente nrme di attuazine dell'art. 27 della Legge 30 marz 1971, n.118, a favre degli invalidi civili, in materia di barriere architettniche e di trasprti pubblici". Si riferisce in particlare "alle strutture pubbliche cn particlare riguard a quelle di carattere cllettiv-sciale". - Legge 9 gennai 1989, n.13 "Dispsizini per favrire il superament e l'eliminazine delle barriere architettniche negli edifici privati". - Decret del Minister dei Lavri pubblici 14 giugn 1989, n. 236 "Prescrizini tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica, svvenzinata e agevlata, ai fini del superament e dell'eliminazine delle barriere architettniche". DEFINIZIONI Nn è superflu richiamare alcune definizini. Per barriere architettniche si intendn: - gli stacli fisici che sn fnte di disagi per la mbilità di chiunque ed in particlare di clr che, per qualsiasi causa, hann una capacità mtria ridtta impedita in frma permanente tempranea; - gli stacli che limitan impediscn a chiunque la cmda e sicura utilizzazine di parti, attrezzature cmpnenti; - la mancanza di accrgimenti e segnalazini che permettn l'rientament e la ricnscibilità dei lughi e delle fnti di pericl per chiunque ed in particlare per i nn vedenti, per gli ipvedenti e per i srdi. Per accessibilità si intende la pssibilità, anche per persne cn ridtta impedita capacità mtria sensriale, di raggiungere l'edifici e le sue single unità immbiliari e ambientali, di entrarvi agevlmente e di fruirne spazi e attrezzature in cndizini di adeguata sicurezza e autnmia. Si riprtan di seguit le dimensini della sedia a rtelle: RELAZIONE GENERALE Pagina 9 di 14

11 Si riprtan altresì gli schemi dimensinali per la fruibilità degli spazi: CRITERI DI PROGETTAZIONE PER L'ACCESSIBILITÀ Crridi e passaggi devn presentare andament quant più pssibile cntinu e cn variazini di direzine ben evidenziate. I crridi nn devn presentare variazini di livell; in cas cntrari queste devn essere superate mediante rampe. La larghezza del crridi e del passaggi deve essere tale da garantire il facile access alle unità ambientali da ess servite e in punti nn eccessivamente distanti tra lr ed essere tale da cnsentire l'inversine di direzine ad una persna su sedia a rute. Il crridi cmune pst in crrispndenza di un percrs verticale (quale scala, rampa, ascensre, servscala, piattafrma elevatrice) deve prevedere una piattafrma di distribuzine cme van di ingress pian di arriv dei cllegamenti verticali, dalla quale sia pssibile accedere ai vari ambienti, esclusi i lcali tecnici, sl tramite percrsi rizzntali. RELAZIONE GENERALE Pagina 10 di 14

12 Devn avere una larghezza minima di 100 cm ed avere allargamenti atti a cnsentire l'inversine di marcia da parte di persna su sedia a rute. Questi allargamenti devn di preferenza essere psti nelle parti terminali dei crridi e previsti cmunque gni 10 m di svilupp lineare degli stessi. La pendenza di una rampa va definita in rapprt alla capacità di una persna su sedia a rute di superarla e di percrrerla senza affaticament anche in relazine alla lunghezza della stessa. Si devn interprre ripiani rizzntali di rips per rampe particlarmente lunghe. Valgn in generale per le rampe accrgimenti analghi a quelli definiti per le scale. La larghezza minima di una rampa deve essere: - di 90 cm per cnsentire il transit di una persna su sedia a rute; - di 150 cm per cnsentire l'incrci di due persne. Ogni 10 m di lunghezza ed in presenza di interruzini mediante prte, la rampa deve prevedere un ripian rizzntale di dimensini minime pari a 150x150 cm, ltre l'ingmbr di apertura di eventuali prte. Qualra al lat della rampa sia presente un parapett nn pien, la rampa deve avere un crdl di almen 10 cm di altezza. La pendenza delle rampe nn deve superare l'8%. Sn ammesse pendenze superiri, nei casi di adeguament, rapprtate all svilupp lineare effettiv della rampa. In tal cas il rapprt tra la pendenza e la lunghezza deve essere cmunque di valre inferire rispett a quelli individuati dalla linea di interplazine del grafic di nrmativa, dal quale si ricava che fin ad un svilupp di 3,00 m si può adttare una pendenza pari al 12%. Nel presente prgett gli interventi di natura edilizia sn estremamente limitati. Si può dunque raginevlmente affermare che permangan le cndizini di rispndenza di legge. In particlare le trrette a paviment nn cstituirann stacl per il passaggi e sarann ubicate al fine di garantire il manteniment di idnee aree di passaggi, a seguit del psizinament degli arredi. Medesima cnsiderazine ptrà essere fatta per le ingmbranti apparecchiature dati ed elettriche. RELAZIONE GENERALE Pagina 11 di 14

13 PRINCIPI DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE La manutenzine ha l scp di mantenere in efficienza le diverse parti dell impiant in cndizini di sicurezza per gli utenti. Essa riguarda tutte le parti del cmpless: edifici; aree di attività; impianti tecnici. Il metd di intervent più razinale è prevenire l insrgere di situazini di pericl e prevenire interruzini di funzinament mediante perazini prgrammate nel temp cn revisine sstituzine di parti in relazine alla lr vita media (parti usurabili, lampade, apparecchiature varie ). È preferibile intervenire cn un prgramma di csti determinat piuttst che affrntare situazini imprvvise che pssn prtare anche all interruzine del funzinament dei labratri. Una crretta gestine accresce la durata della struttura diminuendne il cst di ammrtament annu. La manutenzine rdinaria e strardinaria può essere attuata in frma: diretta, attuata dal gestre e dal su persnale; in affidament a ditte specializzate. In gni cas, ccrre predisprre un prgramma di gestine, riguardante: il cicl annuale delle perazini rdinarie e strardinarie; il numer di re di lavr necessarie ed il livell di specializzazine richiest al persnale; i mezzi per la manutenzine; i materiali necessari. Tutt ciò permetterà di fare un bilanci di previsine dei csti di manutenzine della struttura. Di seguit vengn riprtate le principali azini da mettere in att per una crretta manutenzine, pprtunamente cadenzate: FREQUENZA VARIABILE Cntrll delle strutture degli edifici: biennale per le strutture in acciai e legn; quinquennale per quelle in c.a.; secnd le indicazini di cllaud per le tensstrutture. Rifaciment delle tinteggiature esterne gni 5/10 anni, secnd il tip di finitura e delle caratteristiche ambientali. Rifaciment di tinteggiature interne gni 2/3 anni a secnda della destinazine dei lcali e delle cndizini d us. Riparazine di arredi, accessri e chiusure, secnd l ccrrenza. FREQUENZA SETTIMANALE/QUINDICINALE Pulizia dei lcali tecnici e sistemazine dei materiali ed attrezzature. Verifica delle dtazini e delle attrezzature di prnt sccrs. RELAZIONE GENERALE Pagina 12 di 14

14 Cntrll dell efficienza delle apparecchiature accessrie e degli arredi. FREQUENZA MENSILE Cntrll della cndizine delle attrezzature cn accantnament di quelle da riparare sstituire. Cntrll di stat di carica degli estintri. FREQUENZA TRIMESTRALE Manutenzine degli infissi, delle chiusure mbili ed in genere delle parti mbili cn verifica del funzinament di cerniere, maniglie, sistemi di scrriment e lr lubrificazine. FREQUENZA SEMESTRALE Pulizia a fnd di tutti i lcali e spazi di attività. Cntrll dei rivestimenti. Cntrll di tutte le pavimentazini cn eventuali riparazini. Verifica dell stat delle cperture. FREQUENZA ANNUALE Sstituzine di parti deterirate di strutture, pareti, cperture, infissi attrezzature. Riprese di tinteggiature e verniciature di parti deterirate. Tinteggiatura dei lcali di servizi e verniciatura delle parti in ferr. Riparazine e sstituzine di arredi ed attrezzature. Al fine di definire gni singla fase più cmpiutamente e nel dettagli è stat predispst un cngru pian di manutenzine, allegat al prgett. RELAZIONE GENERALE Pagina 13 di 14

15 QUADRO ECONOMICO Preliminarmente è da evidenziare che, nella definizine dell imprt lavri sggett a ribass d asta, gli neri aggiuntivi relativi alla sicurezza nn entran in gic. Il pian di sicurezza e di crdinament ed il pian generale di sicurezza, quand previsti ai sensi del decret legislativ 14 agst 1996, n. 494, vver il pian di sicurezza sstitutiv di cui alla lettera b) del cmma 1- bis, nnché il pian perativ di sicurezza di cui alla lettera c) del cmma 1-bis frman parte integrante del cntratt di appalt di cncessine; i relativi neri vann evidenziati nei bandi di gara e nn sn sggetti a ribass d asta.. (art. 31 piani di sicurezza). Di seguit è prpst quindi il quadr ecnmic: Imprti per lavri ,00 A1 lavri a misura ,60 A2 lavri a crp ,40 A3 lavri in ecnmia 0,00 A4 imprt cmplessiv dei lavri A1+A2+A ,00 A5 neri aggiuntivi per la sicurezza (3%) 3.961,16 A6 imprt dei lavri a base d'asta A4-A ,84 Smme a dispsizine ,00 B1 imprevisti 3.392,00 B2 incentivi art. 18 ex L. 109/94 A ,00 2,00% 2.720,00 C1 lavri in ecnmia esclusi dall'appalt 0,00 C2 rilievi, accertamenti, indagini 0,00 C3 allacciamenti ai pubblici servizi 2.000,00 C4 spese per pubblicità 500,00 D spese tecniche ,00 E1 IVA lavri a base di appalt A ,00 20,00% ,00 E2 cntribut previdenziale spese tecniche D ,00 2,00% 400,00 E3 IVA su spese tecniche e cntrib. previd. D+E ,00 20,00% 4.080,00 F1 fnd per accrdi bnari 3.500,00 G IMPORTO TOTALE FINANZIAMENTO ,00 RELAZIONE GENERALE Pagina 14 di 14

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

Consigli per la risoluzione dei problemi

Consigli per la risoluzione dei problemi Cnsigli per la risluzine dei prblei Una parte fndaentale di gni crs di Fisica è la risluzine di prblei. Rislvere prblei spinge a raginare su idee e cncetti e a cprenderli egli attravers la lr applicazine.

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A.

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE P.R.G. VIGENTE In base alla tavola di Zonizzazione del P.R.G. vigente l area oggetto dell intervento è normata come

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!!" "

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!! Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Procedure di sicurezza per l installazione e la manutenzione di pannelli fotovoltaici Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Realizzazione

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 dell 8.04.2013 INDICE ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO...

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE DI PREVENZIONE INCENDI Analisi di rischio e individuazione delle misure di sicurezza equivalenti. Individuazione delle misure di prevenzione e/o di protezione che permettono

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione).

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). (Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). CIRCOLARE N 4 del 1 MARZO 2002 OGGETTO: Linee guida per

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

REDAZIONALI LA FASE DI VERIFICA E VALIDAZIONE DEL PROGETTO ALLA LUCE NEL NUOVO REGOLAMENTO DEI CON- TRATTI PUBBLICI

REDAZIONALI LA FASE DI VERIFICA E VALIDAZIONE DEL PROGETTO ALLA LUCE NEL NUOVO REGOLAMENTO DEI CON- TRATTI PUBBLICI REDAZIONALI LA FASE DI VERIFICA E VALIDAZIONE DEL PROGETTO ALLA LUCE NEL NUOVO REGOLAMENTO DEI CON- TRATTI PUBBLICI del Dott. Ing. Andrea Di Stazio La fase di verifica e validazione del progetto costituisce

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli