IDEE DI IDEA. Primavera / Estate In questo numero: FOCUS SU. RISK MANAGEMENT: La funzione di Risk Management nel private

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IDEE DI IDEA. Primavera / Estate 2014. In questo numero: FOCUS SU. RISK MANAGEMENT: La funzione di Risk Management nel private"

Transcript

1 IDEE DI IDEA Numero 4 Primavera / Estate 2014 In questo numero: FOCUS SU RISK MANAGEMENT: La funzione di Risk Management nel private equity FONDI DIRETTI: IDEA EESS: l investimento in Meta System Il rinnovato interesse per i mercati emergenti (ex BRICS) Dai fondi di fondi ai managed accounts La sfida della raccolta spinge i fondi di private equity a guardare al retail 2 4 6

2 Pagina 2 Pagina 3 Numero 4, Primavera / Estate 2014 FOCUS SU Risk Management La funzione di Risk Management nel private equity Luca Coppola, Risk Manager La teoria di portafoglio sostiene che nell ambito della selezione e della valutazione delle attività finanziarie non si può prescindere dall'analisi rischiorendimento; in altri termini non si deve considerare il controllo dei rischi deve essere affidato a strutture separate da quelle di gestione degli investimenti e tali strutture devono rispondere direttamente all alta direzione e all organo amministrativo, per garantirne l indipendenza di giudizio... esclusivamente il rendimento di un investimento, ma anche il livello di rischio sopportato per raggiungerlo. Esiste un tradeoff tra rischio e rendimento, ossia una relazione secondo la quale aspettative di ritorni elevati sono necessariamente associate a una notevole incertezza (rischi) di poterli ottenere. Sulla base di queste premesse, le autorità di vigilanza hanno emanato nel tempo norme che, a tutela dei risparmiatori/ investitori, regolano l attività e l organizzazione degli intermediari e in particolare di chi si occupa della gestione collettiva del risparmio (le cosiddette società di gestione del risparmio o sgr). All interno delle strutture degli intermediari finanziari, sono previste diverse funzioni di controllo che si occupano di individuare, gestire, misurare e monitorare rischi di varia natura, quali quelli di compliance, di mercato, operativi e di riciclaggio. In particolare in Italia, la funzione di gestione del rischio è descritta sia nel Regolamento congiunto della Banca d Italia e della Consob in materia di organizzazione e procedure degli intermediari del 29 ottobre 2007 (e successive modifiche), sia nel Regolamento sulla gestione collettiva del risparmio emanato dalla Banca d'italia con il Provvedimento dell'8 maggio Oltre all elenco delle responsabilità attribuite a tale funzione, si stabilisce che il controllo dei rischi debba essere affidato a strutture separate da quelle di gestione degli investimenti e che tali strutture rispondano direttamente all alta direzione e all organo amministrativo, per garantirne l indipendenza di giudizio. Nell ambito dell attività d investimento, la funzione di gestione del rischio si occupa di verificare il rispetto dei limiti normativi e regolamentari di ogni fondo, di valutare il profilo di rischio degli investimenti in portafoglio e di monitorarne l evoluzione nel tempo. Nell industria del risparmio gestito si sono sviluppati e diffusi modelli a elevato contenuto quantitativo, con cui si ritiene possibile misurare le perdite potenziali di ogni investimento e prevedere la reazione dei prezzi a crisi e situazioni di stress di varia natura. Anche nel mondo del private equity si stanno diffonden- do, grazie agli stimoli da parte sia delle autorità di vigilanza sia delle associazioni di categoria, algoritmi molto complessi di misurazione dei rischi in contrapposizione a un approccio più qualitativo alla materia. Il dibattito sulla possibilità di prevedere eventi incerti, seppur nell ambito del mondo economic o- finanziario, produce da un lato il diffondersi di studi e metodi sempre più sofisticati basati sull osservazione di fenomeni passati, con l obiettivo di prevedere l occorrenza e la portata di futuri eventi negativi, e dall altro l affermazione di metodologie tese a individuare una strategia d investimento alternativa, partendo dall accettare la casualità e l imprevedibilità degli eventi rari. Di questo secondo avviso sembra essere Warren Buffett, considerato il più grande value investor della storia, quando dice che predicting rain doesn't count; building arks does. Questa frase esprime in estrema sintesi quale dovrebbe essere il criterio alla base di un robusto processo di gestione del rischio e, più in generale, di una strategia di investimento di successo. Piuttosto che cercare di prevedere l incerto, è meglio preparsi per eventi improbabili ma possibili, ovvero investire in aziende capaci di superare le crisi e che siano quindi solide e in grado di adattarsi ai mutamenti dell ambiente circostante, cercando sempre di farlo con un margine di garanzia (comprare a sconto), aspettando la volatilità per trarne profitto e soprattutto conoscendo approfonditamente ciò in cui si investe. In relazione al processo di investimento, la funzione di risk management di IDEA CAPITAL FUNDS, che è stata internalizzata nel 2011, svolge una valutazione sia preventiva sia di monitoraggio periodico dei rischi legati agli investimenti, attraverso l analisi delle informazioni sulle partecipate, raccolte dai team di gestione, e sui dati di mercato, nonché delle risultanze delle attività di due diligence, svolte da società di consulenza specializzate. Tutto ciò è sintetizzato in schede di valutazione (Scoring Card) che portano all attribuzione di un rating interno degli investimenti, portato all attenzione del Consiglio di Amministrazione in aggiunta alle analisi e alle valutazioni del gestore. La Scoring Card prevede l analisi di oltre 50 fattori di rischio suddivisi in tre macro-categorie: caratteristiche dell operazione (altri investitori, qualifica della partecipazione, costi, conflitti), analisi della società target (mercato di riferimento, contesto competitivo, dati economici, storici e prospettici, qualità del management) e condizioni dell investimento (rappresentanza in Consiglio, monitoraggio dell investimento, patti parasociali e garanzie). Ad ogni parametro viene attribuito un punteggio, sulla base di una scala di valutazione predefinita, che poi, attraverso una ponderazione, determina il rischio complessivo dell investimento. Inoltre, in occasione della rendicontazione trimestrale, la funzione di risk management svolge un importante ruolo di controllo nel processo di valorizzazione delle società partecipate, sia nella definizione dei criteri generali da applicare, sia nella valutazione dei parametri e dei modelli impiegati nel calcolo. Come per la valutazione dei rischi, anche in questo caso, l autonomia rispetto al team di gestione è essenziale per garantire l indipendenza di giudizio della funzione, e fornire quindi al Consiglio di Amministrazione tutti gli elementi utili per la valutazione delle società in portafoglio, nell interesse degli investitori. Warren Buffet, considerato il più grande value investor della storia dice: predicting rain doesn t count; building arks does piuttosto che prevedere l incerto, è meglio prepararsi per eventi improbabili ma possibili...

3 Pagina 4 Pagina 5 Numero 4, Primavera / Estate 2014 FOCUS SU Fondi Diretti IDEA EESS: l investimento in Meta System Lo scorso aprile il fondo IDEA EFFICIENZA ENERGETICA E SVILUPPO SOSTENIBILE (IEESS) ha completato il suo quinto investimento, acquisendo, assieme al fondo NEM Sviluppo Imprese II, una partecipazione del 32% in Meta-Fin, holding che detiene il controllo di Meta System (www.metasystem.it) e Dolphin Technologies (www.dolphintechnologies.com). Fondata nel 1973 a Reggio Emilia con l obiettivo di progettare e realizzare dispositivi elettronici, Meta System si specializza a partire dagli anni 80 nei sistemi di protezione per l abitacolo per il settore automotive (Original Equipment e After Factory), nei sistemi elettronici di conversione di potenza UPS (uninterruptible power supply), per poi sviluppare nel 1999 il sistema telematico Meta Sat e più recentemente i moduli elettronici di potenza (caricabatterie di bordo) per veicoli elettrici a 2 e 4 ruote (es. BMW i3). In particolare Meta System è oggi attiva nella produ- zione di vari dispositivi elettronici: 1) Security: moduli di controllo integrati nell avvisatore acustico di allarme; 2) Safety: moduli wireless per comunicazioni satellitari/rete cellulare; 3) Telematics: moduli telematici per comunicazioni satellitari/rete cellulare; 4) Comfort: amplificatori digitali di potenza, interfaccia attiva per sistemi palmari, comunicazione wireless; 5) Power devices: moduli di potenza alta tensione, moduli elettronici di potenza per il controllo dei motori elettrici. La società ha oggi una posizione di leadership in settori di mercato in grande sviluppo: nella telematica come TTP (Telematic Tecnology Provider) e nel settore dell'auto elettrica e ibrida con gli Electronic Power Modules. L'azienda ha circa 700 dipendenti e 3 siti produttivi a Reggio Emilia, Mornago (VA) e Shenzhen (Cina).... Meta System si specializza a partire dagli anni 80 nei sistemi di produzione per l abitacolo per il settore automotive, nei sistemi elettronici di conversione di potenza UPS per poi sviluppare nel 1999 il sistema telematico Meta Sat ed i moduli elettronici di potenza per i veicoli elettrici a 2 e 4 ruote... Gli studi di mercato evidenziano come la telematica abbia un enorme potenziale di crescita nei prossimi anni. I prodotti telematici sviluppati da Meta System supportano gli automobilisti nel controllare e proteggere la propria auto, forniscono informazioni sul traffico, sui parcheggi, sul pagamento dei pedaggi e sul controllo a distanza della vettura. Consentono all'automobilista o al gestore della flotta di accedere a contratti assicurativi più vantaggiosi, e, in caso di incidente, di richiedere in automatico servizi di soccorso, permettendone una gestione tempestiva ed efficiente. In particolare la telematica applicata al fleet management consente di ottimizzare la logistica ed anche di ridurre la percorrenza media dei singoli veicoli. aziende di assoluto valore industriale con ottime prospettive di crescita e premia un azienda che porta l'eccellenza tecnologica italiana sui mercati internazionali. La società infatti ha conquistato una leadership nel mercato della telematica come confermato anche dall ultimo rapporto Ptolemus, che individua Meta System come front runner nel panorama globale dei Telematic Technology Providers (TPP), fattore abilitante fondamentale per i servizi telematici in forte crescita offerti da società come Octo Telematics, già importante cliente della società. Sulla base delle soluzioni sviluppate per il settore auto, Meta ha recentemente introdotto una serie di prodotti per la telematica in ambito domestico che consentono ad esempio di monitorare i consumi energetici e lo stato della casa attraverso sensori wireless. Alcune di queste soluzioni sono in fase di test con diverse importanti società assicu- rative al fine di individuare innovativi pacchetti di servizi per la clientela. Meta Sytem ha inoltre un grande potenziale di crescita legato all ampliamento del portafoglio clienti nei settori in cui storicamente opera ed alle nuove opportunità di business create dai prodotti innovativi recentemente lanciati sia nel campo della mobilità elettrica dove la società è già fornitore esclusivo del caricabatterie di bordo della nuova vettura elettrica di BMW, la i3.... Meta ha introdotto una serie di prodotti per la telematica in ambito domestico che consentono di monitore i consumi energetici e lo stato della casa attraverso sensori wireless. Alcune di queste soluzioni sono in fase di test con società assicurative per individuare innovativi pacchetti di servizi per la clientela... Figura 1. Sistema di allarme telematico La decisone di investire in Meta System è coerente con la strategia d investimento del fondo IEES in

4 Pagina 6 Il rinnovato interesse per i Mercati Emergenti (ex-brics) Uno studio pubblicato dall EMPEA (Emerging Markets Private Equity Association) a fine aprile dimostra come l appetito degli investitori per i Mercati Emergenti non sia mutato a causa della recente volatilità mostrata dalle valute e dai mercati pubblici di quei paesi. In particolare, l indagine compiuta presso 106 investitori istituzionali che gestiscono più di US$ 680 miliardi in totale in 30 diversi paesi, dimostra l interesse verso questa tipologia di investimento in private equity: il 78% dei rispondenti valuta la performance del portafoglio in Mercati Emergenti come in linea o superiore alle aspettative mentre solo il 22% ritiene abbia performato sotto le attese. Il rendimento netto medio atteso dai portafogli di private equity nei Mercati Emergenti si attesta oggi intorno al 16% per circa il 60% degli investitori, prevalentemente tramite strategie di expansion capital (50%), seguite da operazioni di buy-out (36%). A livello di portafoglio totale di private equity, l allocazione media ai Mercati Emergenti si attesta intorno al 14%. RANKING Per il secondo anno consecutivo, dal punto di vista dell allocazione geografica, i mercati al di fuori dei BRICs risultano i più interessanti ove investire nei prossimi 12 mesi. In particolare, dall indagine risultano le seguenti prime tre posizioni: America Latina (ex Brasile), Sud- Est Asiatico ed Africa Subsahariana ( vedi fig. 1). Da notare che, al di là del ritrovato interesse nei confronti dell America Latina, il 61% dei rispondenti ha segnalato anche interesse per i fondi focalizzati sulla Cina con vintage Infine il 54% ha segnalato di attendersi un incremento nei propri commitment verso i Mercati Emergenti nei prossimi due anni, utilizzando preferibilmente i Fondi di Fondi (63%) per avere una sufficiente diversificazione di portafoglio. Il terzo programma di fondi di fondi di IDEA CAPITAL Latin America (ex Brazil) South-East Asia Sub- Saharan Africa Figura 1. Raccolta dei Fondi di fondi a livello mondiale (ICF III)- attualmente in fase di raccolta - ha un comparto dedicato ai Mercati Emergenti: successivamente al primo closing compiuto in marzo, ICF III ha già effettuato investimenti nei Mercati Emergenti per oltre US$ 8,5 milioni, prevalentemente nel sud-est asiatico. il 78% dei rispondenti al sondaggio valuta la performance del portafoglio in mercati emergent come in linea o superior alle aspettative il rendimento netto medio atteso si attesta oggi intorno al 16%... Figura 1. Top 10 Emerging Markets

5 Pagina 7 Numero 4, Primavera / Estate 2014 Dai fondi di fondi ai managed accounts negli ultimi 12 mesi il 25% dei gestori di fondi di fondi affermano di aver investito maggiormente tramite managed accounts che attraverso i tradizionali fondi di fondi... Una recente indagine di Preqin indica che nei prossimi 12 mesi a livello mondiale i cosiddetti managed o separate accounts, ovvero i conti dati in gestione diventeranno più importanti dei fondi di fondi di buy-out. In particolare, presso alcuni investitori di importanti dimensioni che hanno ormai esperienze di investimento nel private equity più che decennali (soprattutto nei mercati anglosassoni) sono venuti a formarsi ormai dei veri e propri portafogli di fondi diretti di private equity di dimensioni tali che possono essere considerati dei fondi di fondi a sé stanti con le conseguenti necessarie analisi di concentrazione del rischio per vintage, per geografia e per tipologia di strategia di private equity: in tal senso, l utilizzo di un operatore con pluriennale esperienza di costruzione di portafogli diversificati a livello mondiale diventa cruciale per l ottimizzazione del portafoglio stesso. In Italia il numero di tali operatori è inferiore alla decina ed IDEA CAPI- TAL ha avviato importanti discussioni con più della metà di essi. Effettivamente le statistiche di Preqin mostrano un importante rallentamento nella raccolta dei fondi di fondi a livello mondiale (vedi figura 1), la cui principale causa sembra essere legata alla maturità del prodotto, ovvero al fatto che ormai molti investitori hanno già nei loro portafogli questi prodotti e si sentono ormai in grado di selezionare direttamente i fondi in cui investire (più o meno correttamente). Conseguentemente, un numero crescente di gestori di fondi hanno cominciato ad offrire servizi di managed accounts ai propri investitori: il 25% dei gestori di fondi di fondi hanno affermato di aver investito di più tramite managed accounts che tramite i tradizionali fondi di fondi negli ultimi 12 mesi. Ciò è causato sia dalle maggiori difficoltà incontrate nella fase di raccolta per i gestori sia dalla crescente domanda di esperienza da parte degli investitori. Questi ultimi sono sì attirati dalle minori fees e dal maggior controllo su dove il loro capitale viene allocato ma d altra parte necessitano di competenze ed esperienze sul campo che ancora non possiedono o più semplicemente non sono in grado di elaborare. E quindi necessario che gli investitori si appoggino ad operatori che abbiano importanti esperienze sul campo maturate investendo loro stessi in modo diretto piuttosto che utilizzare consulenti/advisor o gatekeeper. Figura 1. Raccolta dei Fondi di fondi a livello mondiale

6 Pagina 8 La sfida della raccolta spinge i fondi di private equity a guardare al retail Alcuni dei principali fondi di private equity a livello mondiale stanno valutando come cercare di attirare la clientela retail all interno dei propri programmi di raccolta. Diversi tentativi sono già stati fatti in passato con risultati un po misti, principalmente attraverso fondi comuni di investimento o veicoli di coinvestimento. La sfida principale è rappresentata dal fatto che tradizionalmente gli investitori retail tendono ad evitare attività altamente illiquide quali il private equity, tuttavia in Germania questi investitori hanno ormai un discreto track-record di investimenti in prodotti finanziari sofisticati e con orizzonti temporali di lungo periodo. In particolare la società Munich Private Equity Partners (MPEP) ha lanciato nel settembre 2011 un programma di fondi di fondi basato sulla raccolta fatta ad oggi da 23 veicoli se- parati, cui sono stati complementariamente aggiunte le risorse della raccolta istituzionale e semiistituzionale. Si tratta di comprendere se tale esperimento sia replicabile o meno al di fuori della Germania. IDEA CAPITAL ha lanciato in settembre dello scorso anno un fondo dedicato alla raccolta retail che ad oggi ha già raccolto più di 50 mln. tradizionalmente gli investitori retail tendono ad evitare attività altamente illiquide

7 IDEA CAPITAL FUNDS SGR SPA Via Brera 21, Milano Telefono: , Fax: per commenti/suggerimenti scrivete a: Avvertenze Le informazioni contenute nel presente documento (di seguito il Documento ) sono riservate al soggetto al quale vengono fornite e non dovranno mai essere, in tutto o in parte, divulgate a terzi, nè copiate, distribuite, trasferite o riprodotte, in alcun caso, senza il preventivo consenso scritto di IDEA CAPITAL FUNDS SGR (di seguito IDEA SGR ). Le informazioni contenute nel Documento sono aggiornate alle date indicate nello stesso e IDEA SGR ritiene in buona fede che a tali date dette informazioni siano corrette. IDEA SGR, i suoi amministratori, dirigenti ed impiegati, tuttavia, non forniscono alcuna garanzia, espressa o implicita, sulla veridicità, accuratezza o completezza di tali informazioni e, pertanto, non potranno essere ritenuti in alcun modo responsabili per perdite, danni, costi o spese derivanti dall uso delle informazioni fornite nel Documento. Il contenuto del Documento non costituisce un offerta nè una sollecitazione all investimento nelle quote dei fondi gestiti da IDEA SGR.

Prodotti UCITS III sofisticati: Investire in strategie alternative in una struttura a rischio controllato

Prodotti UCITS III sofisticati: Investire in strategie alternative in una struttura a rischio controllato Prodotti UCITS III sofisticati: Investire in strategie alternative in una struttura a rischio controllato Michele Pacciana Amministratore Delegato Man Investments SGR Rimini, 19 maggio 2011 Informazioni

Dettagli

Le analisi interne fanno la differenza indipendentemente dalle dimen sioni di un azienda

Le analisi interne fanno la differenza indipendentemente dalle dimen sioni di un azienda 18 Azioni Le analisi interne fanno la differenza indipendentemente dalle dimen sioni di un azienda Anche se la Banca Centrale statunitense sta riflettendo su un abbandono della politica monetaria distensiva,

Dettagli

L OUTLOOK DEL SETTORE ETF/ETP SECONDO BLACKROCK:

L OUTLOOK DEL SETTORE ETF/ETP SECONDO BLACKROCK: L OUTLOOK DEL SETTORE ETF/ETP SECONDO BLACKROCK: IL PATRIMONIO GESTITO IN ETF/ETP A LIVELLO INTERNAZIONALE POTREBBE SUPERARE LA SOGLIA DEI 2.000 MILIARDI DI DOLLARI ENTRO L INIZIO DEL 2012 Gli ETF si impongono

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

ll boom del risparmio gestito: distribuzione e nuove regole S. Ambrosetti

ll boom del risparmio gestito: distribuzione e nuove regole S. Ambrosetti Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

LE SFIDE PER IL 2015

LE SFIDE PER IL 2015 MERCATO & COMPAGNIE LE SFIDE PER IL 2015 di LAURA SERVIDIO L ATTESA CRESCITA, PER IL PROSSIMO ANNO, SARÀ LENTA. MA PER IL SETTORE ASSICURATIVO NON MANCANO LE OPPORTUNITÀ. TRA QUESTE, L EVOLUZIONE DEL MODELLO

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Il mondo del Private Equity

Il mondo del Private Equity Pietro Busnardo Il mondo del Private Equity Obiettivi e modalità di intervento Reggio Emilia, 11 marzo 2014 Cosa si intende per Private Equity Finanza Debito Equity Mercati Corporate Il Private Equity

Dettagli

Focus. Qualità. Adattabilità.

Focus. Qualità. Adattabilità. Goldman Sachs Global Equity Partners portfolio UN COMPARTO DI GOLDMAN SACHS FUNDS, SICAV Focus. Qualità. Adattabilità. Accedi a titoli di alta qualità tramite Goldman Sachs Global Equity Partners Portfolio

Dettagli

Focus. Qualità. Adattabilità.

Focus. Qualità. Adattabilità. UN COMPARTO DI GOLDMAN SACHS FUNDS, SICAV Focus. Qualità. Adattabilità. Accedi a titoli di alta qualità tramite Goldman Sachs Global Equity Partners Portfolio Prima dell adesione leggere il prospetto informativo

Dettagli

Indice DAL PRIMO MINIBOND ITALIANO AL FONDO PROGETTO MINIBOND ITALIA: IL RUOLO 1 DI ADVISOR DI ADB

Indice DAL PRIMO MINIBOND ITALIANO AL FONDO PROGETTO MINIBOND ITALIA: IL RUOLO 1 DI ADVISOR DI ADB Indice DAL PRIMO MINIBOND ITALIANO AL FONDO PROGETTO MINIBOND ITALIA: IL RUOLO 1 DI ADVISOR DI ADB Chi siamo Consulenza di Investimento ADB Analisi Dati Borsa mette a disposizione dei suoi Clienti il know-how

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013

QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013 QUESTIONARIO FLEET ITALY AWARDS 2013 Il presente Questionario è composto di più sezioni. Il fine è quello di raccogliere le informazioni sui progetti dei concorrenti e fornire quindi alla Giuria il mezzo

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

CORPORATE FINANCE. Consulenza di Investimento dal 1985

CORPORATE FINANCE. Consulenza di Investimento dal 1985 CORPORATE FINANCE Consulenza di Investimento dal 1985 ADB Analisi Dati Borsa SpA ADB - Analisi Dati Borsa SpA è una società di Consulenza in materia di Investimenti, fondata nel 1985 a Torino. Offre servizi

Dettagli

In una stagione in cui i più

In una stagione in cui i più LA SICUREZZA RENDE COMPETITIVI Le imprese riconoscono nella sicurezza, fisica e informatica, una risorsa a sostegno dello sviluppo. Così, il settore security si afferma come una voce strategica per l economia.

Dettagli

I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali

I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali I vantaggi delle strategie hedge nei portafogli istituzionali Itinerari Previdenziali Michele Pacciana Documento riservato agli investitori istituzionali partecipanti al convegno Itinerari Previdenziali

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business I risultati della survey Workshop Milano,12 giugno 2012 Il campione 30 SGR aderenti, rappresentative di circa il 75% del patrimonio

Dettagli

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Un Fondo Comune può essere paragonato ad una cassa collettiva dove confluiscono i risparmi di una pluralità di risparmiatori. Il denaro che confluisce in questa

Dettagli

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Mercato delle fonti energetiche rinnovabili INVESTIMENTI CAPITALE / CREDITO? INVESTITORI QUALIFICATI PLAYER INDUSTRIALI CARATTERIZZATI

Dettagli

WEALTH MANAGEMENT MARKET INSIGHT

WEALTH MANAGEMENT MARKET INSIGHT WEALTH MANAGEMENT MARKET INSIGHT AGOSTO 2013 Analisi Mercati VISIONE - AGOSTO 2013 Soluzioni di investimenti alternativi liquidi Il recente sviluppo dei fondi alternativi liquidi è positivo per gli investitori

Dettagli

P o r me m t e ei e a/ci s a Link Ist s ituti t ona n l a Ad A vi v so s ry

P o r me m t e ei e a/ci s a Link Ist s ituti t ona n l a Ad A vi v so s ry Prometeia/CI spa: La confrontabilità dei bilanci è necessaria quanto l adozione di criteri contabili in grado di esprimere equilibrio tra resilienza nei momenti di crisi e trasparenza. Se non c è autoregolamentazione

Dettagli

UNIT LINKED AZ STYLE"

UNIT LINKED AZ STYLE UNIT LINKED AZ STYLE" PER UNA CONSULENZA BASATA SU DINAMISMO E DIVERSIFICAZIONE Prima dell adesione leggere le Condizioni di Contratto Aggiornato Sett. 2011 CHE COSA E? Un nuovo prodotto Unit Linked di

Dettagli

Società di servizio per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese italiane

Società di servizio per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese italiane Società di servizio per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese italiane -Breve profilo - Maggio 2015 Introduzione Il Governo Italiano ha emanato il Decreto Legge n. 3 del 24.01.15

Dettagli

Fidelity Funds - Global Multi Asset Income Fund

Fidelity Funds - Global Multi Asset Income Fund Fidelity Funds - Global Multi Asset Income Fund Scegli la soluzione che ti dà i frutti in ogni stagione FONDO A CEDOLA MULTI ASSET Prima della sottoscrizione leggere attentamente il documento con le informazioni

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa ai risultati del 2013. Vi ricordiamo che siamo

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Investimenti sostenibili e responsabili: oltre il rendimento

Investimenti sostenibili e responsabili: oltre il rendimento Giugno 2012 Investimenti sostenibili e responsabili: oltre il rendimento Annuncio pubblicitario destinato al cliente ed al potenziale cliente al dettaglio. Prima dell adesione leggere il prospetto disponibile

Dettagli

Fondo Progetto MiniBond Italia

Fondo Progetto MiniBond Italia Workshop Gli investitori incontrano le imprese --- Giovanni Scrofani Responsabile Fondo Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 Chi siamo Zenit SGR - Promotore e gestore Zenit SGR è una Società di Gestione

Dettagli

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019

IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 IL GRUPPO ENEL PRESENTA IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 Il nuovo piano si basa su quello presentato a marzo 2015, accelerando la creazione di valore nell ambito dei quattro principi fondamentali ed aggiungendone

Dettagli

CONSULENZA AVANZATA Obiettivi e evoluzione del modello organizzativo. Convegno Sec - 22 ottobre 2010

CONSULENZA AVANZATA Obiettivi e evoluzione del modello organizzativo. Convegno Sec - 22 ottobre 2010 CONSULENZA AVANZATA Convegno Sec - 22 ottobre 2010 - Indice - - Premessa e benchmark di mercato - Come cambia il modello di relazione con il cliente - Come cambia il raccordo tra direzioni centrali e rete

Dettagli

AIFI Investitori istituzionali e capitali privati: nuovi incontri per un nuovo Paese Anna Gervasoni

AIFI Investitori istituzionali e capitali privati: nuovi incontri per un nuovo Paese Anna Gervasoni Imprese e finanza: idee per la ripresa a confronto AIFI Investitori istituzionali e capitali privati: nuovi incontri per un nuovo Paese Anna Gervasoni Direttore Generale AIFI Roma, 11 luglio 2014 Il contesto

Dettagli

Sella Capital Management Società di Gestione del Risparmio

Sella Capital Management Società di Gestione del Risparmio Sella Capital Management Società di Gestione del Risparmio Presentazione per la Clientela Qualificata/Istituzionale 1 MOL FIL/ L F DOFL 2 ID/ L F D Sella Capital Management SGR (SCM) è una società di gestione

Dettagli

Importanti modifiche a Fidelity Funds. Oggetto: Modifiche agli obiettivi di investimento per alcuni comparti di Fidelity Funds

Importanti modifiche a Fidelity Funds. Oggetto: Modifiche agli obiettivi di investimento per alcuni comparti di Fidelity Funds FIDELITY FUNDS Société d Investissement à Capital Variable 2a, Rue Albert Borschette BP 2174 L - 1021 Lussemburgo RCS B34036 Tel.: +352 250 404 (1) Fax : +352 26 38 39 38 Gentile Azionista, Importanti

Dettagli

Listed Private Equity vs investimento diretto: valutazioni e confronto. Luigi Introzzi Duemme SGR

Listed Private Equity vs investimento diretto: valutazioni e confronto. Luigi Introzzi Duemme SGR STRESA, 28-29 NOVEMBRE 2012 - GRAND HOTEL DES ILES BORROMÉES Listed Private Equity vs investimento diretto: valutazioni e confronto Luigi Introzzi Duemme SGR Indice Parte 1 Premessa Parte 2 Investimenti

Dettagli

Presentazione Corporate

Presentazione Corporate Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Presentazione Corporate Fondi aperti a ritorno assoluto Fondi chiusi riservati Advisory e mandati di gestione Risk Management 3 Chi siamo Società di gestione

Dettagli

Top players in Europa. PARVEST Equity Best Selection Euro

Top players in Europa. PARVEST Equity Best Selection Euro Top players in Europa PARVEST Equity Best Selection Euro 5 motivi per investire in PARVEST Equity Best Selection Euro 1 I nostri esperti ritengono che potrebbe essere il momento opportuno per investire

Dettagli

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati Analisi mensile dei principali eventi e previsioni sui mercati globali 22 ottobre 2014 Analisi dei Mercati Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato considerato lo stato di salute dei fondamentali.

Dettagli

P.Cappugi. Gli investimenti locali dei Fondi Pensione Territoriali in Europa Venezia, 8 Ottobre 2010

P.Cappugi. Gli investimenti locali dei Fondi Pensione Territoriali in Europa Venezia, 8 Ottobre 2010 P.Cappugi Gli investimenti locali dei Fondi Pensione Territoriali in Europa Venezia, 8 Ottobre 2010 1 Indice Parte 1 Parte 2 Premessa Modello di business e organizzazione commerciale del Gruppo Banca Esperia

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE La strutturazione di un fondo di private equity e l attività di fund raising I veicoli azionisti sottoscrittori SGR Fondo Struttura italiana gestore fondo General Partner

Dettagli

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO

RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO RAFFORZARE L'ECOSISTEMA DEL CAPITALE DI RISCHIO: COSA HA FATTO IL FONDO ITALIANO Roma, 28 giugno 2013 Luigi Tommasini Senior Partner Funds-of-Funds CONTENUTO Il Fondo Italiano di Investimento: fatti e

Dettagli

ALLEGATO A SCHEMA OFFERTA TECNICA AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE

ALLEGATO A SCHEMA OFFERTA TECNICA AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE C.RAIP.L ALLEGATO A SCHEMA OFFERTA TECNICA AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE I volumi sono relativi al 31 dicembre di ogni anno considerato, se non diversamente indicato. Gli importi devono essere tutti riportati

Dettagli

I fondi. Conoscerli di più per investire meglio. Ottobre 2008. Commissione Nazionale per le Società e la Borsa - Divisione Relazioni Esterne

I fondi. Conoscerli di più per investire meglio. Ottobre 2008. Commissione Nazionale per le Società e la Borsa - Divisione Relazioni Esterne I fondi Conoscerli di più per investire meglio Ottobre 2008 Commissione Nazionale per le Società e la Borsa - Divisione Relazioni Esterne I FONDI: CONOSCERLI DI PIÙ PER INVESTIRE MEGLIO COSA SONO I fondi

Dettagli

Zenit Sgr e Zenit Alternative Investments Sgr sono due società del Gruppo PFM Finanziaria S.p.A. Professional Fund Management

Zenit Sgr e Zenit Alternative Investments Sgr sono due società del Gruppo PFM Finanziaria S.p.A. Professional Fund Management Zenit Sgr e Zenit Alternative Investments Sgr sono due società del Gruppo PFM Finanziaria S.p.A. Professional Fund Management 2 PFM FINANZIARIA S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale : Via Privata Maria

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012 Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al terzo trimestre. Vi ricordiamo che siamo sempre

Dettagli

Gli investimenti delle aziende per i pubblici servizi

Gli investimenti delle aziende per i pubblici servizi Gli investimenti delle aziende per i pubblici servizi Carla Ferrari Amministratore Delegato Equiter S.p.A Gruppo Intesa Sanpaolo 22 Giugno 2011 1 EQUITER S.p.A. Settori di investimento EQUITER S.p.A.,

Dettagli

indice Unicità Leadership Innovazione

indice Unicità Leadership Innovazione indice Unicità Leadership Innovazione Esclusività Eccellenza unicità Una mission distintiva Un modello di business unico nel mercato Un grande Gruppo Una rete, benchmark di eccellenza Una banca solida

Dettagli

Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali

Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali Contenuti 1. Tendenze nel Settore degli Investitori Previdenziali 2. Soluzioni Assicurativo/Finanziarie

Dettagli

FONDINPS FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE INPS

FONDINPS FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE INPS FONDINPS FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE INPS SELEZIONE DEI GESTORI PER IL COMPARTO GARANTITO MARZO 2008 QUESTIONARIO Authorised and regulated by the Financial Services Authority Sommario 1. Caratteristiche

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

outsourcing solutions per la previdenza, le assicurazioni e la finanza

outsourcing solutions per la previdenza, le assicurazioni e la finanza outsourcing solutions per la previdenza, le assicurazioni e la finanza Attualmente Previnet è la più importante realtà italiana nell ambito delle attività di service amministrativo per operatori del welfare

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale MACRO DESCRIZIONE DEL PROGETTO In Italia l utilizzo integrato di tecnologie informatiche e telematiche nel mondo dei trasporti ha consentito, nel corso degli ultimi anni, di sviluppare sistemi per il monitoraggio

Dettagli

SISTEMA FONDI ZENIT MC

SISTEMA FONDI ZENIT MC GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO SISTEMA FONDI ZENIT MC ZENIT MC BREVE TERMINE ZENIT MC OBBLIGAZIONARIO ZENIT MC PIANETA ITALIA ZENIT MC MEGATREND ZENIT MC EVOLUZIONE ZENIT MC PARSEC

Dettagli

INVESTIMENTI INFRASTRUTTURALI: UNA ASSET CLASS ATTRAENTE PER I FONDI PENSIONE.

INVESTIMENTI INFRASTRUTTURALI: UNA ASSET CLASS ATTRAENTE PER I FONDI PENSIONE. INVESTIMENTI INFRASTRUTTURALI: UNA ASSET CLASS ATTRAENTE PER I FONDI PENSIONE. www.quercusfunds.com Strettamente Privato e Confidenziale CONSIDERAZIONI DI ASSET ALLOCATION Gli Endowment Funds In US ci

Dettagli

Come leggere il posizionamento competitivo dei nostri fondi

Come leggere il posizionamento competitivo dei nostri fondi COS È IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO L analisi comparativa della performance di un fondo con quella dei diretti concorrenti Il posizionamento competitivo è il risultato dell analisi comparativa della performance

Dettagli

Mercati emergenti: molto più solidi rispetto agli anni 90

Mercati emergenti: molto più solidi rispetto agli anni 90 22 maggio 2014 Mercati emergenti: molto più solidi rispetto agli anni 90 Un modello economico basato su bassi costi, massicci afflussi di capitali ma anche politiche monetarie molto espansive messe in

Dettagli

UBI Unity GP Top Selection

UBI Unity GP Top Selection UBI Unity GP Top Selection Tu scegli la meta Noi costruiamo la squadra per raggiungerla Cos è la gestione patrimoniale gp Top Selection È una gestione patrimoniale contraddistinta dalla possibilità di

Dettagli

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Active Marzo Management 2015 La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Mauro Vittorangeli CIO Conviction Fixed Income e Senior Portfolio Manager Le politiche monetarie

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

L investimento immobiliare indiretto di fondi pensione e casse di previdenza. Situazione attuale e prospettive di crescita

L investimento immobiliare indiretto di fondi pensione e casse di previdenza. Situazione attuale e prospettive di crescita L investimento immobiliare indiretto di fondi pensione e casse di previdenza Situazione attuale e prospettive di crescita Giornata nazionale della previdenza, 11 Maggio 2012 Agenda Scenario macroeconomico

Dettagli

Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito

Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito Insolvenza Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito di Tommaso Zarbo - Dottore commercialista e Revisore contabile Il rischio di credito Il rischio di credito generato dal portafoglio

Dettagli

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Capitolo 17 Indice degli argomenti 1. Rischio operativo e finanziario

Dettagli

Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il. ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più

Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il. ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più Nel modello organizzativo di Intesa Sanpaolo è più volte affermato il ruolo centrale della relazione con il cliente. Essere una delle più importanti banche del Paese (In Italia: 5.809 sportelli, 11,4 mln.

Dettagli

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari.

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari. Torniamo ai nostri lettori con una edizione del nostro Bollettino Informativo interamente dedicata alla nuova disciplina comunitaria che riguarda i mercati, gli strumenti finanziari ed i servizi di investimento:

Dettagli

CEDOLARMENTE UNA SELEZIONE DI PRODOTTI CHE PREVEDE LA DISTRIBUZIONE DI UNA CEDOLA OGNI 3 MESI. REGOLARMENTE.

CEDOLARMENTE UNA SELEZIONE DI PRODOTTI CHE PREVEDE LA DISTRIBUZIONE DI UNA CEDOLA OGNI 3 MESI. REGOLARMENTE. CEDOLARMENTE UNA SELEZIONE DI PRODOTTI CHE PREVEDE LA DISTRIBUZIONE DI UNA CEDOLA OGNI MESI. REGOLARMENTE. PERCHÉ UN INVESTIMENTO CHE POSSA GENERARE UN FLUSSO CEDOLARE LE SOLUZIONI DI UBI SICAV Nell attuale

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Newsletter Novembre 2012

Newsletter Novembre 2012 Newsletter Novembre 2012 Milano, 12 novembre 2012 Gent. IRO, con l avvicinarsi della fine di un anno che ha visto perdurare forti difficoltà nel contesto economico e finanziario, abbiamo ritenuto interessante

Dettagli

Glossario APPENDICE GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO D OFFERTA ARCA FORMULA EUROSTOXX 2015

Glossario APPENDICE GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO D OFFERTA ARCA FORMULA EUROSTOXX 2015 Glossario APPENDICE GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO D OFFERTA ARCA FORMULA EUROSTOXX 2015 Data di deposito in Consob del Glossario: 17/05/2010. Data di validità del Glossario: 01/06/2010.

Dettagli

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio?

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Fabio Innocenzi CEO UBS Italia S.p.A. 8 Giugno 2012 QFinPanel, Politecnico di Milano Gli effetti della crisi economica sul

Dettagli

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Prof. Alessandro Berti Istituto di studi aziendali Facoltà di Economia Università di Urbino Carlo Bo alessandro.berti@uniurb.it Urbino, a.a.

Dettagli

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire Allianz Reddito Euro Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

COMPANY PROFILE. U-Start pag. 2. U-Start Ventures: un overview sul fondo pag. 2. Modalità e focus d investimento pag. 3

COMPANY PROFILE. U-Start pag. 2. U-Start Ventures: un overview sul fondo pag. 2. Modalità e focus d investimento pag. 3 COMPANY PROFILE U-Start pag. 2 U-Start Ventures: un overview sul fondo pag. 2 Modalità e focus d investimento pag. 3 Guida all investimento: dal deal scouting al follow up pag. 4 U-Start Club pag. 4 I

Dettagli

SELEZIONE FIA PRIVATE DEBT OTTOBRE 2015. QUESTIONARIO - RfP

SELEZIONE FIA PRIVATE DEBT OTTOBRE 2015. QUESTIONARIO - RfP Requisiti di partecipazione Per FIA si intende lo OICR in fase raccolta che viene proposto. Per GEFIA (di seguito per brevità SOCIETA o GEFIA) si intende il soggetto che ha costituito e gestirà il FIA.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

Risultati 2012 e obiettivi futuri

Risultati 2012 e obiettivi futuri Strategia Risultati 2012 e obiettivi futuri Lo scenario economico mondiale vive ancora in un clima di incertezza. Ciò nonostante, nel 2012, il Gruppo Enel ha conseguito gli obiettivi indicati al mercato,

Dettagli

GLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI DELLE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE

GLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI DELLE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE GLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI DELLE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE Roma, 18 ottobre 2013 Prof. Claudio Cacciamani Università degli Studi di Parma claudio.cacciamani@unipr.it Un inquadramento delle compagnie

Dettagli

Indice Banca IMI IMINext Reflex

Indice Banca IMI IMINext Reflex Indice Banca IMI Specialisti per la finanza... pag. 4 IMINext Una linea di prodotti di finanza personale... pag. 5 Reflex Un paniere ufficiale... pag. 6 I mercati a portata di mano... pag. 7 Una replica

Dettagli

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR PERCHÉ INVESTIRE NEL PRIVATE EQUITY DEDICATO ALLE PMI ITALIANE NEL 2012 / 2013?

Dettagli

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

LA NOSTRA STORIA Esperienza e professionalità. I VALORI Etica, qualità e impegno costante. I CLIENTI Attenzione alle esigenze del Cliente

LA NOSTRA STORIA Esperienza e professionalità. I VALORI Etica, qualità e impegno costante. I CLIENTI Attenzione alle esigenze del Cliente INDICE PAG. 2 LA NOSTRA STORIA Esperienza e professionalità PAG. 4 I VALORI Etica, qualità e impegno costante PAG. 6 I CLIENTI Attenzione alle esigenze del Cliente 1 PAG. 7 GLI OBIETTIVI Stabilità e continuità

Dettagli

asset management wealth management family office

asset management wealth management family office asset management wealth management family office asset management wealth management family office 03 05 06 09 14 15 16 Chi siamo Punti distintivi Team Wealth Management Family Office Asset Management Finlabo

Dettagli

SERVIZI PER LA GESTIONE DELLA LIQUIDITA OFFERTA CASH MANAGEMENT. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2011

SERVIZI PER LA GESTIONE DELLA LIQUIDITA OFFERTA CASH MANAGEMENT. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2011 SERVIZI PER LA GESTIONE DELLA LIQUIDITA OFFERTA CASH MANAGEMENT Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2011 1 Le banche cercano di orientare i risparmiatori verso quei conti correnti

Dettagli

FIRST CAPITAL 2.0 RISULTATI 2013 E PIANO STRATEGICO 2014-2017. Milano, 3 aprile 2014

FIRST CAPITAL 2.0 RISULTATI 2013 E PIANO STRATEGICO 2014-2017. Milano, 3 aprile 2014 FIRST CAPITAL 2.0 RISULTATI 2013 E PIANO STRATEGICO 2014-2017 Milano, 3 aprile 2014 FIRST CAPITAL OGGI (1/2) First Capital è un operatore italiano specializzato in Private Investment in Public Equity (

Dettagli

Cogliere le opportunità del mercato del credito al consumo

Cogliere le opportunità del mercato del credito al consumo Cogliere le opportunità del mercato del credito al consumo Per cogliere le opportunità offerte dal mercato del credito al consumo è fondamentale per gli operatori dotarsi di un reale vantaggio competitivo

Dettagli

ENEL : PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2015 2019

ENEL : PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2015 2019 ENEL : PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2015 2019 Si prevede che efficienza operativa e crescita industriale possano produrre un robusto incremento dell Ebitda e generazione di cassa, a sostegno della crescita

Dettagli

ELITE. Thinking long term

ELITE. Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE valorizza il presente e prepara al futuro. Per aiutare le imprese a realizzare i loro progetti abbiamo creato ELITE, una piattaforma unica di servizi

Dettagli

COSTRUISCI CON BLACKROCK IL GESTORE DI FIDUCIA DI MILIONI DI INVESTITORI AL MONDO

COSTRUISCI CON BLACKROCK IL GESTORE DI FIDUCIA DI MILIONI DI INVESTITORI AL MONDO COSTRUISCI CON BLACKROCK IL GESTORE DI FIDUCIA DI MILIONI DI INVESTITORI AL MONDO COSTRUISCI CON BLACKROCK In un universo degli investimenti sempre più complesso, il nostro obiettivo rimane invariato:

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Il presente comunicato è reso anche ai sensi dell art. 71 bis del Regolamento di attuazione del Decreto Legislativo n. 58 del 1998.

Il presente comunicato è reso anche ai sensi dell art. 71 bis del Regolamento di attuazione del Decreto Legislativo n. 58 del 1998. COMUNICATO STAMPA DEA CAPITAL ENTRA NEL SETTORE DELL ALTERNATIVE ASSET MANAGEMENT ATTRAVERSO L ACQUISIZIONE DI UNA PARTECIPAZIONE DEL 44,4% IN IDEA ALTERNATIVE INVESTMENTS SOTTOSCRITTO UN COMMITMENT FINO

Dettagli

Vigilanza bancaria e finanziaria

Vigilanza bancaria e finanziaria Vigilanza bancaria e finanziaria DISPOSIZIONI DI VIGILANZA IN MATERIA DI POTERI DI DIREZIONE E COORDINAMENTO DELLA CAPOGRUPPO DI UN GRUPPO BANCARIO NEI CONFRONTI DELLE SOCIETÀ DI GESTIONE DEL RISPARMIO

Dettagli

GE Equity. GE Equity. Presentazione a: Nuovo Mercato. 31 Novembre 2000

GE Equity. GE Equity. Presentazione a: Nuovo Mercato. 31 Novembre 2000 Presentazione a: Nuovo Mercato 31 Novembre 2000 Il Network General Electric Appliances Lighting Aircraft Engines Power Systems Plastics 110 anni di storia Industrial Systems Transportation Systems Core

Dettagli

Come ottimizzare il rapporto rischio/rendimento

Come ottimizzare il rapporto rischio/rendimento Come ottimizzare il rapporto rischio/rendimento Quando si decide di investire, e non semplicemente di parcheggiare la propria liquidità, bisogna tener presente che non esistono investimenti completamente

Dettagli

Stefano Gaspari Direttore Generale Mondo Hedge Hedge funds, private equity e fondi immobiliari: strategie vincenti per portafogli decorrelati

Stefano Gaspari Direttore Generale Mondo Hedge Hedge funds, private equity e fondi immobiliari: strategie vincenti per portafogli decorrelati Stefano Gaspari Direttore Generale Mondo Hedge Hedge funds, private equity e fondi immobiliari: strategie vincenti per portafogli decorrelati Milano, 12 aprile 2008 1 Uno sguardo sul mondo 2 L evoluzione

Dettagli

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013 Mediobanca 30 giugno 2013 Storia e missione 1946 Fondazione Anni 1950-70 Sviluppo Anni 1970-80 Ristrutturazione dell industria italiana Fondata nel 1946 da Comit, Credit e Banco di Roma, le tre banche

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Considerazioni generali

Considerazioni generali Roma, 29 settembre 2011 Oggetto: SCHEMA DI DISPOSIZIONI SUL PROCESSO DI ATTUAZIONE DELLA POLITICA DI INVESTIMENTO - OSSERVAZIONI ASSOFONDIPENSIONE Considerazioni generali Assofondipensione esprime apprezzamento

Dettagli

Delibera COVIP del 16 marzo 2012 Disposizioni sul processo di attuazione della politica di investimento

Delibera COVIP del 16 marzo 2012 Disposizioni sul processo di attuazione della politica di investimento COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 16 marzo 2012 (G.U. 29 marzo 2012 n. 75) Disposizioni sul processo di attuazione della politica di investimento LA COMMISSIONE DI VIGILANZA

Dettagli

Lo scenario di cambiamento del Private Banking in Italia: MIFID, processi di ipercompetizione e nuovi modelli di consulenza

Lo scenario di cambiamento del Private Banking in Italia: MIFID, processi di ipercompetizione e nuovi modelli di consulenza Lo scenario di cambiamento del Private Banking in Italia: MIFID, processi di ipercompetizione e nuovi modelli di consulenza Angelo DEIANA Responsabile Mercato Private Gruppo Monte dei Paschi di Siena Scenario

Dettagli