Oggetto: relazione previsionale per la fornitura di elettrostimolatori e defibrillatori cardiaci con relativi accessori.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oggetto: relazione previsionale per la fornitura di elettrostimolatori e defibrillatori cardiaci con relativi accessori."

Transcript

1 Direttore S.C. Provveditorato-Economato Oggetto: relazione previsionale per la fornitura di elettrostimolatori e defibrillatori cardiaci con relativi accessori. A seguito di Vostra richiesta, si invia la relazione previsionale per la fornitura di pacemaker, defibrillatori impiantabili, elettrocateteri e relativi accessori, calcolato su un presunto fabbisogno annuale. In merito a ciò, si precisa quanto segue: 1) si ravvede l indispensabilità che le ditte fornitrici confermino, direttamente in sede di aggiudicazione, la loro disponibilità a concedere in comodato d uso gratuito, a tempo indeterminato, i programmatori degli elettrostimolatori cardiaci e dei defibrillatori. 2) è altresì importante riservare l utilizzo del % dell impegno globale di spesa per l acquisto di eventuali nuove protesi immesse sul mercato, grazie alla continua evoluzione tecnologica del settore, successivamente all espletamento della gara; 3) il fabbisogno è stato calcolato su un periodo teorico di dodici mesi: nel caso la durata della gara fosse biennale ci si riserva di eseguire, al termine del primo anno, una rivalutazione delle previsioni eseguite in relazione ai consumi avuti e a nuove rilevanti indicazioni che possono emergere da linee guida internazionali. Cordiali saluti. Il Direttore 1/16

2 RELAZIONE PREVISIONALE PER LICITAZIONE PRIVATA PER L ACQUISTO DI PACEMAKER, DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI ED ELETTROCATETERI PER UN PERIODO DI UN ANNO. L indicazione all impianto di un pacemaker o di un defibrillatore sarà sempre posta basandosi su criteri di assoluta necessità clinica, documentata da: sincopi di sicura origine cardiaca e aritmica; uno studio elettrofisiologico che dimostri la presenza di una malattia del sistema di eccito-conduzione o la inducibilità di tachicardia o fibrillazione ventricolare o di fibrillazione atriale; situazioni cliniche di alto rischio per morte improvvisa (prevenzione primaria e secondaria della morte improvvisa); quadri clinici di scompenso cardiaco associati a desincronizzazione elettro-meccanica refrattaria alla terapia medica. Il quantitativo annuo previsto viene specificato nei singoli lotti ed è proporzionale ai consumi globali effettuati nel 08. Il materiale viene suddiviso in lotti in relazione alle differenti caratteristiche tecniche, descritte in base alle varie esigenze cliniche. Nello specifico sono stati individuati: - n 12 lotti di prodotti aggiudicabili con licitazione privata di tipo B (qualita /prezzo) (lotti 1-12) - n 6 lotti di prodotti esclusivi aggiudicabili con procedura mediata. (lotti I-VI) DESCRIZIONE DEI LOTTI ) PM VVI BASE configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere ventricolare Stimolatore ventricolare programmabile in varie frequenze di stimolazione, polarità, durata e/o ampiezza dell impulso, sensibilità, possibilità di determinare automaticamente il margine di sicurezza del sensing delle onde R, possibilità di analisi della soglia con un semplice magnete. Lo stimolatore deve prevedere connettori convenzionali IS-1 bipolari e la possibilità di essere utilizzato per la sostituzione di vecchi modelli unipolari. In questo lotto devono essere presentati anche i relativi cateteri ventricolari a fissazione passiva e attiva. 1 programmabilità della frequenza frequenza programmabile con passi di 1-2 bpm frequenza programmabile con passi di 5 bpm 15 frequenza programmabile con passi di 6-10 bpm 10 2 programmabilità di ampiezza gamma ampiezza: da =/> 7 Volts a =/< 0.5 Volts gamma ampiezza: da =/> 5 Volts a =/< 1 Volts 15 gamma ampiezza: da =/> 4.5 Volts a =/< 2 Volts 10 3 programmabilità della sensibilità gamma sensing: da =/> 10 mvolts a =/< 0.5 mvolts gamma ampiezza: da =/> 8 mvolts a =/< 1 mvolts 15 gamma ampiezza: da =/> 6 mvolts a =/< 2 mvolts 10 2/16

3 2) PM VVI/AAI DI MEDIO PROFILO STANDARD configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere ventricolare/atriale Stimolatore atriale o ventricolare multiprogrammabile con telemetria bidirezionale; lo stimolatore deve essere programmabile in frequenza, polarità, ampiezza di uscita e durata, sensibilità, periodo refrattario, isteresi, vari modi di stimolazione (inibito, triggerato e asincrono). Lo stimolatore deve permettere la misura dell impedenza della pila e dei cateteri, la possibilità di eseguire studi elettrofisiologici e un test di valutazione della soglia di stimolazione, la registrazione dell elettrogramma endocavitario e/o di marker degli eventi, funzioni di follow-up dedicate per una veloce e ottimale gestione clinica del paziente, con statistiche e trend dei vari parametri. Lo stimolatore deve prevedere connettori convenzionali IS-1 bipolari e la possibilità di essere utilizzato per la sostituzione di vecchi modelli unipolari. In questo lotto devono essere presentati anche i relativi cateteri ventricolari e atriali a fissazione passiva e attiva. 1 Ampiezza di uscita gamma ampiezza: da =/> 7 Volts a =/< 0.5 Volts gamma ampiezza: da =/> 5 Volts a =/< 1 Volts 15 gamma ampiezza: da =/> 4.5 Volts a =/< 2 Volts 10 2 Valutazione soglia stimolazione Test automatico in ampiezza e durata con visualizzazione automatica dell ecg e memorizzazione automatica Test automatico in ampiezza e durata senza visualizzazione dell ecg. 15 Possibilità di test solo in modalità manuale 10 3 Registrazione dell elettrogramma endocavitario e di marker degli eventi Visualizzazione contemporanea dell elettrogramma endocavitario e del relativo marker di pacing o sensing Visualizzazione dell elettrogramma endocavitario senza marker 15 Visualizzazione solo dei marker di pacing o sensing 10 3/16

4 3) PM AAIR/VVIR CON SENSORE DI MOVIMENTO configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere ventricolare/atriale Stimolatore atriale o ventricolare multiprogrammabile in tutti i suoi parametri, con varie modalità di stimolazione (a domanda, triggerata, asincrona) e con funzione rate responsive guidata da movimento (sensore di tipo accellerometrico-gravitazionale); la funzione rate-responsive deve essere flessibile con varie curve di incremento-decremento della frequenza. Lo stimolatore deve essere programmabile in frequenza, polarità, ampiezza di uscita e, sensibilità fino a 0,5 mvolts, periodo refrattario e isteresi. Deve essere inoltre dotato delle possibilità di valutare l elettrogramma endocavitario, di eseguire l analisi automatica della soglia del sensing e di stimolazione, di memorie adeguate per la registrazione di eventi diagnostici ; queste caratteristiche devono essere abbinate a dimensioni contenute e a durata elevata delle batterie. Lo stimolatore deve prevedere connettori convenzionali IS-1 bipolari e la possibilità di essere utilizzato per la sostituzione di vecchi modelli unipolari. In questo lotto devono essere presentati anche i relativi cateteri ventricolari e atriali a fissazione passiva e attiva. 1 Funzione di gestione della frequenza (FC) FC di riposo + doppia pendenza di incremento di FC FC di riposo + singola pendenza di incremento di FC 15 singola pendenza di incremento di FC senza FC di riposo 10 2 Valutazione soglia stimolazione Test automatico in ampiezza e durata con visualizzazione automatica dell ecg e memorizzazione automatica Test automatico in ampiezza e durata senza visualizzazione dell ecg. 15 Possibilità di test solo in modalità manuale 10 3 memorie per la registrazione di eventi Memorizzazione di istogrammi, di EGM e trend impedenza cateteri Memorizzazione di istogrammi e di EGM 15 Memorizzazione di istogrammi 10 4/16

5 4) PM VVIR CON SENSORE DI MOVIMENTO E FUNZIONE DI AUTOCATTURA configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere ventricolare Stimolatore ventricolare connessione IS-1 bipolare, multiprogrammabile in tutti i suoi parametri, con varie modalità di stimolazione e con funzione rate responsive basata sul movimento corporeo, che abbia la capacità di regolare automaticamente l uscita ventricolare sulla base del valore di soglia; tale capacità deve permettere l erogazione di una stimolazione a bassissima energia, supportata da una eventuale stimolazione di soccorso ad alta energia in caso di mancata cattura; dovrà inoltre essere dotato di algoritmi automatici per la determinazione della polarizzazione dopo lo stimolo e memorie per le informazioni diagnostiche circa le modificazioni del valore di soglia nel tempo. Questa caratteristica deve permettere un risparmio energetico tale da giustificare che la protesi abbia dimensioni ridotte In questo lotto devono essere presentati anche i relativi cateteri ventricolari bipolari a bassa polarizzazione, tali da garantire una corretta autodiagnosi della cattura ventricolare. 1 Peso/volume Peso < a 15 grammi e volume < a 7 cc. 30 Peso < a grammi e volume < a 10 cc. Peso < a 25 grammi e volume < a 12 cc Verifica di cattura Su battito/battito 30 con determinazione automatica oraria con determinazione automatica giornaliera 10 5/16

6 5) PM AAIR/VVIR FISIOLOGICO BISENSORE (ATTIVITÀ + VENTILAZIONE) configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere ventricolare/atriale Stimolatore atriale o ventricolare multiprogrammabile e funzione rate-responsive, con risposta in frequenza guidata dalla combinazione di sensori multipli: un sensore rapido, correlato all attività muscolare, e un sensore fisiologico, correlato alla ventilazione polmonare. Lo stimolatore deve essere programmabile in tutte le sue funzioni (frequenze minime e massime, polarità di pacing e sensig, energia di stimolazione, sensing, periodi refrattari), con funzioni di sicurezza accessorie per il monitoraggio e regolazione automatica della sensibilità atriale o ventricolare, per la configurazione di polarità di stimolazione e di sensing e per la valutazione della soglia di stimolazione. Il sistema deve essere inoltre dotato di algoritmi per la gestione ottimale della funzione rate-responsive (con possibilità di programmare una risposta in frequenza per le attività quotidiane ed una per le attività massimali), di sistemi di controllo incrociato dei due sensori. Devono essere infine disponibili ampie memorie diagnostiche automatiche e sistemi che possono migliorare la gestione del follow-up Lo stimolatore deve essere presentato nella variante bipolare con connettori IS-1. In questo lotto devono essere presentati anche i relativi cateteri ventricolari e atriali, bipolari, a fissazione passiva e/o attiva. 1 Funzione di gestione della frequenza (FC) Inizializzazione ed ottimizzazione automatica delle curve delle risposte in frequenza Inizializzazione ed ottimizzazione manuale delle curve delle risposte in frequenza 30 2 Gestione della polarità Configurazione automatica della polarità in base ai cateteri impiantati e cambio automatico in caso di valori fuori range Configurazione automatica della polarità in base ai cateteri impiantati senza cambio automatico in caso di valori fuori range 30 Configurazione solo manuale della polarità dei cateteri 10 6/16

7 6) PM VDDR CON SENSORE ACCELEROMETRICO configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere AV dedicato Stimolatore ventricolare atrioguidato con sensing del segnale atriale attraverso monocatetere atrioventricolare, multiprogrammabile rate-responsive con monosensore accelerometrico. Deve avere le seguenti caratteristiche: programmabilità dell ampiezza dell impulso elettrico; basso peso; sensibilità atriale programmabile < a 0.2mVolts; possibilità di eseguire test di soglia e valutazione del sensing automatici per meglio programmare l ampiezza di stimolazione ventricolare e il sensing atriale; misure telemetriche dell impedenza del catetere e dello stato della batteria. Lo stimolatore deve avere la possibilità di essere programmato in modalità VVI rate-responsive in caso di perdita temporanea o permanenete del segnale atriale. In questo lotto deve essere presentato il catetere dedicato con dipolo flottante atriale e uni e/o bipolarità per il pacing-sensig ventricolare. 1 Peso Peso < a grammi. Peso tra e 25 grammi 15 Peso > a 25 grammi 10 2 Valutazione soglia stimolazione Test automatico in ampiezza e durata con visualizzazione automatica dell ecg e memorizzazione automatica Test automatico in ampiezza e durata senza visualizzazione dell ecg. 15 Possibilità di test solo in modalità manuale 10 3 Istogrammi degli eventi atriali sentiti Istogramma mensile Istogramma settimanale 15 Istogramma giornaliero 10 7/16

8 7) PM VDDR ATRIOGUIDATO CON DOPPIO SENSORE configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere AV dedicato Stimolatore ventricolare atrioguidato con sensing del segnale atriale attraverso monocatetere atrioventricolare. Lo stimolatore deve essere multiprogrammabile in tutte le sue funzioni: frequenza di stimolazione minima e massima, energia di stimolazione in durata e ampiezza, sensibilità ventricolare e atriale, intervallo AV ad accorciamento automatico in base alla frequenza. Lo stimolatore deve essere dotato anche di funzione rate-responsive con sensori multipli (un sensore di attività e un sensore fisiologico correlato alla ventilazione polmonare) con possibilità di stimolazione in modalità VVIR in presenza di aritmie atriali o in caso di perdita del segnale atriale, e ad integrazione di un insufficienza cronotropa sinusale, Devono inoltre essere disponibili funzioni diagnostiche con la visualizzazione dell istogramma della frequenza atriale e ventricolare e dell ampiezza delle onde P e l interpretazione automatica delle informazioni diagnostiche. In questo lotto deve essere presentato il catetere idoneo allo specifico stimolatore con elettrodi flottanti in atrio destro. 1 Programmabilità del sensing atriale < a tra 0.1 e 0.2 > a Istogrammi degli eventi atriali sentiti Istogramma mensile 30 Istogramma settimanale Istogramma giornaliero 10 8/16

9 8) PM DDD BASE configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere atriale + n 1 elettrocatetere ventricolare Stimolatore in doppia camera sequenziale DDD, multiprogrammabile in: frequenza minima e massima di stimolazione; polarità dei cateteri; durata dell impulso; ampiezza di uscita; sensibilità atriale eventricolare; periodo refrattario atriale, ventricolare e di blanking. Deve essere dotato di telemetria bidirezionale con valutazione delle impedenze dei cateteri e della batteria; della ricezione del canale intracavitaro in una o più configurazioni; dei tests automatici di soglia sia sul canale atriale che su quello ventricolare; di meccanismi antitachicardici per prevenire ed interrompere automaticamente le tachicardie mediate dal pacemaker. Dovrà essere dotato di particolari funzioni per la gestione della frequenza di stimolazione a riposo, dell adattamento automatico dell intervallo AV in base alla frequenza di stimolazione, di funzioni holter adatte all immediata verifica degli eventi aritmici tachicardici e/o bradicardici. Lo stimolatore deve prevedere connettori convenzionali IS-1 uni e/o bipolari e la possibilità di essere utilizzato per la sostituzione di vecchi modelli con connettore unipolare 5/6 mm. In questo lotto devono essere presentati anche i relativi cateteri ventricolari e atriali a fissazione passiva e attiva. 1 Registrazione degli elettrogrammi endocavitari e di markers degli eventi Visualizzazione contemporanea degli elettrogrammi endocavitari e dei relativi markers di pacing o sensing Visualizzazione degli elettrogrammi endocavitari senza markers 15 Visualizzazione solo dei markers di pacing o sensing 10 2 Valutazione soglia stimolazione Test automatico in ampiezza e durata con visualizzazione automatica dell ecg e memorizzazione automatica Test automatico in ampiezza e durata senza visualizzazione dell ecg. 15 Possibilità di test solo in modalità manuale 10 3 Meccanismi antitachicardici di prevenzione di aritmie mediate da pacemaker Meccanismo automatico di dtezione di aritmie mediate da pacemaker e autoprogrammazione per la sua interruzione Meccanismo automatico di detezione senza interruzione automatica 10 9/16

10 9) PM DDD MULTIPROGRAMMABILE configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere atriale + n 1 elettrocatetere ventricolare Stimolatore in doppia camera sequenziale DDD, multiprogrammabile con le seguenti caratteristiche: basso peso e volume; programmabilità dell ampiezza dell impulso elettrico anche ad alto voltaggio sia sul canale atriale che ventricolare; programmabilità della polarità di pacing e sensing anche automatica; sensibilità atriale programmabile fino a bassi valori; possibilità di eseguire un test di soglia per meglio programmare l ampiezza di stimolazione; vari tipi di isteresi; algoritmi che permettano una stimolazione ventricolare solo in caso di assoluta necessità privilegiando la conduzione AV spontanea; misure telemetriche dell impedenza dei cateteri, dello stato della batteria e dell energia di stimolazione con il calcolo della vita teorica residua; possibilità di conversione automatica del modo di stimolazione in caso di aritmie atriali; possibilità di eseguire studi elettrofisiologici con uno o più extrastimoli e burst atriali ad elevata frequenza. Lo stimolatore deve prevedere connettori convenzionali IS-1 bipolari e la possibilità di essere utilizzato per la sostituzione di vecchi modelli unipolari. In questo lotto devono essere presentati anche i relativi cateteri ventricolari e atriali a fissazione passiva e attiva. 1 Algoritmi per favorire la conduzione AV spontanea Modalità AAI con autocommutazione in DDD Isteresi dedicata dell intervallo AV 15 Solo programmabilità di AV lungo 10 2 Valutazione soglia stimolazione Test automatico in ampiezza e durata con visualizzazione automatica dell ecg e memorizzazione automatica Test automatico in ampiezza e durata senza visualizzazione dell ecg. 15 Possibilità di test solo in modalità manuale 10 3 Gestione degli studi elettrofisiologici Fino a 4 extrastimoli e burst fino a 800 bpm Da 2 a -3 extrastimoli e burst fino a 600 bpm 15 1 solo extrastimolo e burst fino a 400 bpm 10 10/16

11 10) PM DDD MULTIPROGRAMMABILE AVANZATO. configurazione standard: n 1 pacemaker + n 1 elettrocatetere atriale + n 1 elettrocatetere ventricolare Stimolatore cardiaco bicamerale DDD multiprogrammabile, telemetrico, di piccole dimensioni, dotato delle seguenti caratteristiche: ricerca automatica della soglia di ampiezza e durata con algoritmi automatici di rilevamento della cattura sia atriale che ventricolare; configurazione automatica della polarità di stimolazione e di sensing del pacemaker rispetto a quella dell elettrocatetere; attivazione automatica della diagnostica e delle terapie adattive; algoritmo di riconoscimento rapido delle tachiaritmie atriali con programmazione del ritardo di commutazione di modo di stimolazione automatico; funzione di rate-responsive monocamerale alternativa alla stimolazione bicamerale in caso di aritmie atriali o perdita del segnale atriale; algoritmo per favorire l attività intrinseca; gestione differenziata della frequenza di stimolazione minima e massima; memorizzazione dei dati telemetrici relativi alle impedenze del potenziale endocavitario e della soglia di stimolazione di entrambi i cateteri atriali e ventricolari rilevati automaticamente dal pacemaker; diagnostica dettagliata delle aritmie atriali e ventricolari, la registrazione dell elettrogramma endocavitario e/o di marker degli eventi, funzioni di follow-up dedicate per una veloce e ottimale gestione clinica del paziente, con statistiche e trend dei vari parametri. Lo stimolatore deve prevedere connettori convenzionali IS-1 bipolari e la possibilità di essere utilizzato per la sostituzione di vecchi modelli unipolari. In questo lotto devono essere presentati anche i relativi cateteri ventricolari e atriali a fissazione passiva e attiva. 1 Algoritmi per favorire la conduzione AV spontanea Modalità AAI con autocommutazione in DDD Isteresi dedicata dell intervallo AV 15 Solo programmabilità di AV lungo 10 2 Memorizzazione dati telemetrici Trend annuali di tutti i parametri (impedenze, potenziali endocavitari e soglia di stimolazione) Trend mensile di tutti i parametri (impedenze, potenziali endocavitari e soglia di stimolazione) 15 Indicazione solo dei parametri dell ultima interrogazione 10 3 Sensore rate-responsive alternativo Ventilazione + attività muscolare Solo movimento o ventilazione 10 11/16

12 11) LOOP RECORDER IMPIANTABILE Apparecchio di rilevazione e memorizzazione di eventi aritmici bradi e/o tachiaritmici che insorgono in modo saltuario e imprevedibile. Devono essere previste due varianti: a) variante finalizzata prevalentemente alla rilevazione e memorizzazione degli eventi bradiaritmici, automatica, secondo una programmazione personalizzata prefissata di vari livelli, e manuale in seguito ad attivazione esterna da parte dei pazienti. b) variante finalizzata prevalentemente alla rilevazione, memorizzazione e classificazione degli eventi tachiaritmici, con modalità automatiche secondo criteri prefissati di frequenza (fibrillazione atriale, tachicardie sopraventricolari, tachicardie ventricolari); deve essere anche memorizzata la sequenza di elettrogrammi che hanno determinato la diagnosi tachiaritmica per poter essere visualizzati ed analizzati successivamente. I vari eventi sia bradiaritmici che tachiaritmici devono anche essere memorizzati con trend tempo/incidenza. Deve avere un autonomia di registrazione da due a tre anni. Il quantitativo previsto è di n unità (n + ) 1 Durata delle memorie Memoria complessiva di registrazione ecg > a Memoria complessiva di registrazione ecg tra e 30 e Memoria complessiva di registrazione ecg < a 30 2 longevità = > 3 anni da 2 a 3 anni 10 11) ACCESSORI: MANDRINI- ADATTATORI E PROLUNGHE Mandrini per poter procedere al riposizionamento di elettrocateteri già impiantati e sposizionati. Devono essere forniti in varie lunghezze, di varie rigidità e curva retta e a J, per permettere il riposizionamento di ogni tipo di elettrocatetere (stimolazione atriale, ventricolare e di defibrillazione,). Adattatori e prolunghe per la conversione e l adattamento di cateteri a differenti tipi di connessione degli stimolatori. Devono essere presentate più versioni per una completa soluzione delle varie necessità tecniche. Il quantitativo previsto è di n.. pezzi (n mandrini e di n.. adattatori e prolunghe) 1 Gamma lunghezze mandrini = > 3 lunghezze 30 = < 2 lunghezze 10 2 Completezza gamma adattatori/prolunghe = > 10 varianti 30 tra 6 e 9 varianti = < 5 varianti 10 12/16

13 DESCRIZIONE DEI LOTTI I-II-III-IV-V-VI PROTESI DI STIMOLAZIONE FISIOLOGICA MONO, BICAMERALE E TRICAMERALE, CON O SENZA BACK UP DI DEFIBRILLAZIONE, DOTATI DI SISTEMI DI CONTROLLO AUTOMATICO/REMOTO Gli elettrostimolatori di tipo fisiologico di gamma sofisticata si differenziano attualmete per due fondamentali opzioni tecnologiche peculiari: 1) vari tipi di algoritmi/ sensori fisiologici con differenti criteri clinici di applicazione, che permettono il controllo automatico di più parametri di programmazione (es: frequenza, intervalli AV e VV, ecc). 2) differenti tipi di controllo automatico/remoto dei parametri di programmazione e memorizzazione, con più livelli di allarmi, che si differenziano tra loro per l applicazione a diverse situazioni cliniche (pazienti con scompenso cardiaco; pazienti in prevenzione primaria della morte improvvisa; pazienti giovani con lunga aspettativa di vita; pazienti con difficoltà di compliance) Le protesi che rispondono ai requisiti tecnici descritti nel punto 1 e 2 possono assolvere alla funzione solo antibradicardica (pacemaker: PM-DDDR e biventricolari) e/o anche a funzioni salvavita di terapia antitachicardica (defibrillatori: ICD-VVIR, ICD-DDDR e biventricolari. Altro elemento fondamentale, ai fini della sicurezza del paziente, è la garanzia di poter assicurare la continuità tecnologica che possa permettere la compatibilità ed il mantenimento del medesimo sistema, già impiantato, al momento delle sostituzioni elettive e degli eventuali up-grading verso soluzioni tecnicocliniche più avanzate. Quanto sopra descritto giustifica l individuazione di sei differenti tipi di soluzioni tecnologiche che rendono i sistemi unici nel loro genere e sono identificabili in sei ditte produttrici: BIOTRONIK, BOSTON, MEDICO, MEDTRONIC, SORIN, ST.JUDE. I. sistemi PM/ICD BIOTRONIK Caratteristiche peculiari individuate: 1) sensore CLS (Close Loop Stimulation): sensore di contrattilità basato sulla variazione delle impedenze intracardiache integrato con un sensore di movimento. 2) Sistema di controllo remoto: gestione remota HOME MONITORING possibilità di gestione remota delle informazioni di tipo tecnico ( parametri relativi alla batteria, ai cateteri, ai parametri programmati, ecc) attraverso la continua trasmissione dei dati a un centro dedicato di ascolto/raccolta e successiva trasmissione delle informazioni significative al centro o al medico di riferimento. La tipologia delle informazioni (dati clinici, allarmi, parametri di funzionamento, ecc) e la modalità di trasmissione (internet, e mail, sms, ecc) può essere personalizzata. Gamma PM/ICD, elettrocateteri e accessori richiesti per assicurare la continuità tecnologica: tutta la gamma di: PM DDDR PM biventricolare ICD VVIR ICD DDDR ICD Biventricolare Elettrocateteri endocardici a fissazione attiva e passiva, atriali e ventricolari destri e sinistri, defibrillazione singolo e doppio coil. da Il quantitativo complessivo sistemi PM è previsto di n.. unità Il quantitativo complessivo sistemi ICD è previsto di n.. unità 13/16

14 II) sistemi PM/ICD BOSTON Caratteristiche peculiari individuate: 1) algoritmo SMART DELAY: gestione automatica dell ottimizzazione della coordinazione atrioventricolare. 2) sistema di integrazione del parametro sopra descritto con gli altri sensori biologici (movimento, ventilazione) Sistema di controllo remoto: gestione remota LATITUDE possibilità di gestione remota delle informazioni con interazione diretta paziente/medico e trasmissione telefonica di dati tecnici relativi al funzionamento della protesi e di dati relativi allo stato clinico del paziente (peso, pressione arteriosa, frequenza cardiaca, ecc) Gamma PM/ICD, elettrocateteri e accessori richiesti per assicurare la continuità tecnologica: tutta la gamma di: PM DDDR PM biventricolare ICD VVIR ICD DDDR ICD Biventricolare Elettrocateteri endocardici a fissazione attiva e passiva, atriali e ventricolari destri e sinistri, da defibrillazione singolo e doppio coil. Il quantitativo complessivo sistemi PM è previsto di n.. unità Il quantitativo complessivo sistemi ICD è previsto di n.. unità III. sistemi PM MEDICO Caratteristiche peculiari individuate: 1) sensore TVI (Trans Valvular Impedence): sensore di contrattilità basato sulla variazione delle impedenze intracardiache transvalvolari rilevate contemporaneamente dal catetere atriale e da quello ventricolare, integrato con un sensore di movimento. 2) Sistema di controllo automatico Integrazione dei dati di contrattilità attraverso il sensore TVI con la gestione delle soglie di stimolazione, del riconoscimento di tachiaritmie e dell ottimizzazione dei parametri di stimolazione destri e sinistri. Gamma PM, elettrocateteri e accessori richiesti per assicurare la continuità tecnologica: tutta la gamma di: PM VDD/DDDR PM biventricolare Elettrocateteri endocardici, atriali, ventricolari destri e sinistri e monocatetere AV. Il quantitativo complessivo sistemi PM è previsto di n.. unità 14/16

15 IV. sistemi PM/ICD MEDTRONIC Caratteristiche peculiari individuate: 2) sensore OPTIVOL: possibilità di monitorare l impedenza trastoracica espressione della congestione polmonare. 3) sistema di integrazione del parametro sopra descritto con gli altri sensori biologici (movimento, ventilazione) 4) disponibilità di sistemi di stimolazione compatibili con la Risonanza Nucleare Magnetica. 4) Sistema di controllo remoto: gestione remota CARE LINK NETWORK possibilità di gestione remota delle informazioni sia di tipo tecnico ( parametri relativi alla batteria, ai cateteri, ai parametri programmati, ecc) che clinico (frequenza cardiaca, variabilità, impedenze polmonari, ecc) memorizzate dai device e trasmesse direttamente via internet al centro di riferimento. Gamma PM/ICD, elettrocateteri e accessori richiesti per assicurare la continuità tecnologica: tutta la gamma di: PM DDDR PM biventricolare ICD VVIR ICD DDDR ICD Biventricolare Elettrocateteri endocardici a fissazione attiva e passiva, atriali e ventricolari destri e sinistri, idonei a siti selettivi, da defibrillazione singolo e doppio coil, epicardici da stimolazione e defibrillazione. Il quantitativo complessivo sistemi PM è previsto di n.. unità Il quantitativo complessivo sistemi ICD è previsto di n.. unità V. sistemi PM/ICD SORIN GROUP Caratteristiche peculiari individuate: 1) sensore Son R: sensore di contrattilità basato sul rilevamento del picco di accelerazione endocardica (PEA) rilevato da un accelerometro posizionato sulla punta dell elettrocatetere. 2) Possibilità di integrazione del parametro sopra descritto con gli altri sensori biologici (movimento, ventilazione) 3) Sistemi di controllo automatico mediante: - PhD (Predict heart failure Development) controllo automatico con integrazione dei vari sensori (trend di frequenza cardiaca, di movimento, di ventilazione/minuto a riposo e da sforzo, variazioni di contrattilità) per il monitoraggio dello stato di compenso cardiaco del paziente. - AIDA (Automatic Interpretation for Diagnosis Assistance) sistema di diagnosi automatica di eventi bradi e/o tachiaritmici memorizzati. Gamma PM/ICD, elettrocateteri e accessori richiesti per assicurare la continuità tecnologica: tutta la gamma di: PM DDDR PM biventricolare ICD VVIR ICD DDDR ICD Biventricolare Elettrocateteri endocardici a fissazione attiva e passiva, atriali e ventricolari destri e sinistri, elettrocateri con sensore accelerometrico integrato, da defibrillazione singolo e doppio coil. Il quantitativo complessivo sistemi PM è previsto di n.. unità Il quantitativo complessivo sistemi ICD è previsto di n.. unità 15/16

16 VI. sistemi PM/ICD ST.JUDE Caratteristiche peculiari individuate: 1) capacità di identificare la morfologia del QRS come discriminante nella diagnosi differenziale tra tachiaritmie ventricolari e sopraventricolari 2) algoritmo QUICK OPT: sistema di analisi automatica delle temporizzazioni elettriche per l ottimizzazione dell intervallo AV e del tempo VV 3) sistema di integrazione dei parametri sopra descritti con un sensore biologico di movimento. 4) Possibilità di valutare e monitorare parametri ECG indicatori di ischemia miocardica 5) Certificazione di protezione da interferenze elettromagnetiche. 4) Sistema di controllo remoto: gestione remota MERLIN HOME interazione con il centro di riferimento mediante modalità automatica o guidata dal paziente con trasmissione telefonica delle informazioni tecniche e cliniche e degli allarmi percepiti acusticamente o con vibrazioni della protesi. Gamma PM/ICD, elettrocateteri e accessori richiesti per assicurare la continuità tecnologica: tutta la gamma di: PM DDDR PM biventricolare ICD VVIR ICD DDDR ICD Biventricolare Elettrocateteri endocardici a fissazione attiva e passiva, atriali e ventricolari destri e sinistri, con sistemi accessori che permettano la stimolazione da siti selettivi, da defibrillazione singolo e doppio coil, epicardici da stimolazione. Il quantitativo complessivo sistemi PM è previsto di n.. unità Il quantitativo complessivo sistemi ICD è previsto di n.. unità 16/16

PACEMAKER BICAMERALI DDD RATE-RESPONSIVE CON RELATIVI CATETERI

PACEMAKER BICAMERALI DDD RATE-RESPONSIVE CON RELATIVI CATETERI ALLEGATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE OGGETTO E CARATTERISTICHE DELLA FORNITURA L oggetto della presente gara è l acquisto di pacemakers, defibrillatori e monitor cardiaci impiantabili e relativi accessori

Dettagli

ALLEGATO A1 DISCIPLINARE TECNICO GARA PACEMAKERS

ALLEGATO A1 DISCIPLINARE TECNICO GARA PACEMAKERS ALLEGATO A1 DISCIPLINARE TECNICO GARA PACEMAKERS Per i lotti relativi a pacemakers l offerta dovrà comprendere il generatore e gli elettrocateteri (a fissazione attiva o passiva) necessari al sistema di

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE MATERIALE PER CARDIOSTIMOLAZIONE ED ELETTROFISIOLOGIA

CARATTERISTICHE TECNICHE MATERIALE PER CARDIOSTIMOLAZIONE ED ELETTROFISIOLOGIA CARATTERISTICHE TECNICHE MATERIALE PER CARDIOSTIMOLAZIONE ED ELETTROFISIOLOGIA LOTTO 1 C IG 39873311A2 Pacemaker SSIR codice CND J01010102, prezzo di riferimento regionale per unità: 1.663,50 PM telemetrico

Dettagli

Allegato A) PACEMAKER, DEFIBRILLATORI, ELETTROCATETERI ED ACCESSORI

Allegato A) PACEMAKER, DEFIBRILLATORI, ELETTROCATETERI ED ACCESSORI Allegato A) PACEMAKER, DEFIBRILLATORI, ELETTROCATETERI ED ACCESSORI Elenco lotti tipologia prodotti quantità requisiti specifici parametri valutazione LOTTO N. 1 Importo presunto 32.000,00 N. 14 Pacemaker

Dettagli

Capitolato speciale di gara

Capitolato speciale di gara Dipartimento Risorse Materiali e Tecnologiche Servizio Approvvigionamenti Centrale Acquisti Attrezzature Materiali Sanitari e Protesica (0424/88.5282) Capitolato speciale di gara Gara n. 2/13 - n. gara

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DI PACEMAKERS E DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI

CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DI PACEMAKERS E DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DI PACEMAKERS E DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI Art. 1 - Oggetto e caratteristiche della fornitura Il presente Capitolato D Oneri (di seguito indicato anche come contratto

Dettagli

gestione della sincope

gestione della sincope 5 Convegno di Formazione Teorico Pratico Multidisciplinare: La Sincope e le Perdite Transitorie di Coscienza di Sospetta Natura Sincopale Royal Carlton Hotel, Bologna, 10 11 marzo 2011 Il ruolo degli infermieri

Dettagli

OFFERTA ECONOMICA DICHIARA: che la seguente offerta è vincolata per il periodo indicato nel Bando di gara;

OFFERTA ECONOMICA DICHIARA: che la seguente offerta è vincolata per il periodo indicato nel Bando di gara; ALLEGATO 3 SCHEMA OFFERTA ECONOMICA OFFERTA ECONOMICA GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI E MONITOR CARDIACI IMPIANTABILI E RELATIVI ACCESSORI PER IL PERIODO DI 3 ANNI,

Dettagli

MATERIALE IMPIANTABILE FORNITURA IN CONTO DEPOSITO.

MATERIALE IMPIANTABILE FORNITURA IN CONTO DEPOSITO. ALLEGATO A MATERIALE IMPIANTABILE FORNITURA IN CONTO DEPOSITO. LOTTO 1. Pacemaker SSIR MRI compatibile completo di relativo elettrocatetere Pacemaker monocamerale di piccole dimensioni con attacco IS1,

Dettagli

Italia-Pieve di Soligo: Defibrillatore cardiaco 2014/S 250-444335. Bando di gara. Forniture

Italia-Pieve di Soligo: Defibrillatore cardiaco 2014/S 250-444335. Bando di gara. Forniture 1/14 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:444335-2014:text:it:html Italia-Pieve di Soligo: Defibrillatore cardiaco 2014/S 250-444335 Bando di gara Forniture Direttiva 2004/18/CE

Dettagli

Il cuore è un organo muscolare situato nella cavità toracica, sotto lo sterno e spostato leggermente a sinistra; esso ha la funzione di far circolare

Il cuore è un organo muscolare situato nella cavità toracica, sotto lo sterno e spostato leggermente a sinistra; esso ha la funzione di far circolare Il cuore è un organo muscolare situato nella cavità toracica, sotto lo sterno e spostato leggermente a sinistra; esso ha la funzione di far circolare il sangue nell organismo per apportare ossigeno e nutrimento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO \ AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI VILLA SOFIA CERVELLO UNITA OPERATIVA COMPLESSA APPALTI E FORNITURE 90146 PALERMO Viale Strasburgo n 233 """""" CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO FORNITURA DI PACEMAKER,

Dettagli

ALLEGATO 4 - GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI PACEMAKERS E RELATIVI CATETERI E ACCESSORI - TABELLA DITTE AGGIUDICATARIE per LOTTO

ALLEGATO 4 - GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI PACEMAKERS E RELATIVI CATETERI E ACCESSORI - TABELLA DITTE AGGIUDICATARIE per LOTTO LOTTO 1 PACEMAKERS DDDR E RELATIVI CATATERI, MULTIPROGRAMMABILI, DI RIDOTTE DIMENSIONI CIG 4049928A4D DITTA SORIN GROUP ITALIA SRL - Viale Benigno Crespi 17, 209 Milano- Offerta prot. 513/2012/CC/im del

Dettagli

Pacemaker e Defibrillatori. Concetti base e guida pratica alla gestione

Pacemaker e Defibrillatori. Concetti base e guida pratica alla gestione Pacemaker e Defibrillatori Concetti base e guida pratica alla gestione CONTENUTO 1. Concetti base 2. Modi di stimolazione convenzionali 3. Stimolazione Biventricolare (CRT) 4. La gestione del paziente

Dettagli

Dott. Davide Giorgi Cardiologia Ospedale San Luca Lucca

Dott. Davide Giorgi Cardiologia Ospedale San Luca Lucca Defibrillatori e Closed Loop Stimulation: algoritmo accessorio o strumento innovativo? Dott. Davide Giorgi Cardiologia Ospedale San Luca Lucca Defibrillatori e Closed Loop Stimulation: algoritmo accessorio

Dettagli

T-series. T-series VSF13 (Vitatron CareLink) Manuale di riferimento

T-series. T-series VSF13 (Vitatron CareLink) Manuale di riferimento T-series T70 DR T60 DR T20 SR T70A2 T60A2 T20A2 T-series VSF13 (Vitatron CareLink) Manuale di riferimento Contenuto 1 Introduzione... 7 1.1 Informazioni sul manuale... 7 1.2 Istruzioni relative alla programmazione...

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE FORNITURA DI PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI AUTOMATICI, ELETTROCATETERI EDACCESSORI Codice identificativo gara: 3023464

CAPITOLATO SPECIALE FORNITURA DI PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI AUTOMATICI, ELETTROCATETERI EDACCESSORI Codice identificativo gara: 3023464 CAPITOLATO SPECIALE FORNITURA DI PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI AUTOMATICI, ELETTROCATETERI EDACCESSORI Codice identificativo gara: 3023464 Art. 1 Condizioni generali Le prestazioni oggetto del presente Capitolato

Dettagli

Allegato al Capitolato d oneri SCHEDE TECNICHE DI GARA

Allegato al Capitolato d oneri SCHEDE TECNICHE DI GARA Allegato al Capitolato d oneri SCHEDE TECNICHE DI GARA LOTTO N. 1 importo a base di gara 112.000,00 oltre IVA Attrezzature per elettrofisiologia ed elettrostimolazione cardiaca pediatrica. Il lotto comprende:

Dettagli

Un pacemaker per ogni cuore

Un pacemaker per ogni cuore ABC dell ECG: Elettrocardiografia pratica Verona 13 maggio 2006 Un pacemaker per ogni cuore Eraldo Occhetta NOVARA Ogni cuore ha il suo pacemaker Nodo A-V Branche sx e dx Sistema di conduzione ed ECG di

Dettagli

PACEMAKERS E DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI: PRESENTE E FUTURO

PACEMAKERS E DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI: PRESENTE E FUTURO 3 PACEMAKERS E DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI: PRESENTE E FUTURO Dal 1988 a oggi presso il Reparto di Cardiologia dell Ospedale di Pesaro sono stati impiantati poco meno di 5000 pacemakers e dal 1996 sono

Dettagli

A.O. della Valtellina e della Valchiavenna Via Stelvio n. 25-23100 SONDRIO

A.O. della Valtellina e della Valchiavenna Via Stelvio n. 25-23100 SONDRIO Via Stelvio n. 25-23100 PROCEDURA APERTA PER LA CONCLUSIONE DEI CONTRATTI ESTIMATORI PER LA FORNITURA DI PACEMAKER-ELETTROCATETERI ED ACCESSORI PER L'IMPIANTO Scheda di aggiudicazione BIOTRONIK ITALIA

Dettagli

Indirizzo postale: VIA CORIANO, 38 Città: RIMINI Codice postale: 47900. Posta elettronica: pbernard@auslrn.net Fax: 0541707579

Indirizzo postale: VIA CORIANO, 38 Città: RIMINI Codice postale: 47900. Posta elettronica: pbernard@auslrn.net Fax: 0541707579 UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento la Gazzetta ufficie dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info e formulari on-line:

Dettagli

Allegato C al Disciplinare di gara QUESTIONARIO TECNICO

Allegato C al Disciplinare di gara QUESTIONARIO TECNICO Allegato C al Disciplinare di gara QUESTIONARIO TECNICO LOTTO LOTTO 1 Denominazione/Ragione Sociale Ditta CIG 6182373F94 Quantità Biennale Presunta n. 120 Sede Legale PACEMAKER MONOCAMERALE RATE-RESPONSIVE

Dettagli

GIORNATE MEDICHE DI SANTA MARIA NUOVA 2014. Dott.ssa Federica Giannotti Cardiologia SMN

GIORNATE MEDICHE DI SANTA MARIA NUOVA 2014. Dott.ssa Federica Giannotti Cardiologia SMN GIORNATE MEDICHE DI SANTA MARIA NUOVA 2014 Dott.ssa Federica Giannotti Cardiologia SMN MONITORAGGIO REMOTO REMOTO il paziente non deve recarsi in ospedale MONITORAGGIO permette un flusso continuo di informazioni

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA, SUDDIVISA IN LOTTI, DI PACEMAKER, DEFIBRILLATORI ED ELETTROCATETERI (deliberazione n. 679 del 29.10.

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA, SUDDIVISA IN LOTTI, DI PACEMAKER, DEFIBRILLATORI ED ELETTROCATETERI (deliberazione n. 679 del 29.10. AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI PAVIA Sede Legale: Viale Repubblica, 34-27100 PAVIA Tel. 0382 530596 - Telefax 0382 531174 www.ospedali.pavia.it Lotto 1 Codice CIG n. 0391823E8D Lotto 2 Codice CIG

Dettagli

Manuale d impianto. Elettrostimolatore cardiaco bicamerale

Manuale d impianto. Elettrostimolatore cardiaco bicamerale Manuale d impianto Elettrostimolatore cardiaco bicamerale blank blank INDICE 1. Descrizione generale... 6 2. Indicazioni... 6 3. Controindicazioni... 7 3.1. Informazioni generali... 7 3.2. Eventuali complicazioni...

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI, ELETTROCATETERI ED INTRODUTTORI PER I POR DI ANCONA E COSENZA.

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI, ELETTROCATETERI ED INTRODUTTORI PER I POR DI ANCONA E COSENZA. CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI, ELETTROCATETERI ED INTRODUTTORI PER I POR DI ANCONA E COSENZA. PER UN PERIODO DI QUATTRO ANNI. Procedura Aperta Importo presunto per

Dettagli

BRAVA QUAD CRT-D DTBC2Q1

BRAVA QUAD CRT-D DTBC2Q1 BRAVA QUAD CRT-D DTBC2Q1 Defibrillatore digitale impiantabile con terapia di resincronizzazione cardiaca (VVE-DDDR) Design PhysioCurve, ottimizzazione CardioSync, test VectorExpress LV automatico, tecnologia

Dettagli

Disciplinare di gara

Disciplinare di gara PACE MAKER PACE MAKER PACE MAKER PACE MAKER PACE MAKER PACE MAKER Dipartimento Risorse Materiali e Tecnologiche Servizio Approvvigionamenti Centrale Acquisti Attrezzature Materiali Sanitari e Protesica

Dettagli

Sezione B - prova pratica di classe 10 (ambito disciplinare Bioingegneria Elettronica ed Informatica)

Sezione B - prova pratica di classe 10 (ambito disciplinare Bioingegneria Elettronica ed Informatica) TEMA N.4 Settore: Ingegneria Industriale Sezione B prova pratica di classe 10 (ambito disciplinare Bioingegneria Elettronica ed Informatica) Un'azienda ospedaliera intende acquisire degli stimolatori cardiaci

Dettagli

R E G I O N E DEL V E N E T O Consultazioni di mercato

R E G I O N E DEL V E N E T O Consultazioni di mercato R E G I O N E DEL V E N E T O Consultazioni di mercato GARA PER LA FORNITURA DI PACEMAKER E DEFIBRILLATORI IN FABBISOGNO ALLE AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE DEL VENETO. Bozza di CAPITOLATO TECNICO Lotto

Dettagli

Oggetto: Disponibilità di informazioni aggiuntive sulla misura dell impedenza di shock

Oggetto: Disponibilità di informazioni aggiuntive sulla misura dell impedenza di shock Boston Scientific S.p.A. Viale Forlanini, 23 Lungomare Canepa, 55 20134 Milano (MI) Italy 16149 Genova Italy Tel. +39 02 26983.1.1 Tel. +39 010 6060.1 Fax +39 02 26983.230 Fax +39 010 6060.200 www.bostonscientific-international.com

Dettagli

CARDIOVERTER. Defibrillatore Impiantabile (ICD) Procedure - Linee Guida. Giancarlo Corsini A.O. San Sebastiano di Caserta.

CARDIOVERTER. Defibrillatore Impiantabile (ICD) Procedure - Linee Guida. Giancarlo Corsini A.O. San Sebastiano di Caserta. CARDIOVERTER Defibrillatore Impiantabile (ICD) Procedure - Linee Guida Giancarlo Corsini A.O. San Sebastiano di Caserta Maggio 2003 ICD I componenti fondamentali del cardioverter- defibrillatore impiantabile

Dettagli

Manuale d impianto. Elettrostimolatore cardiaco monocamerale con adattamento di frequenza

Manuale d impianto. Elettrostimolatore cardiaco monocamerale con adattamento di frequenza Manuale d impianto Elettrostimolatore cardiaco monocamerale con adattamento di frequenza blank blank INDICE 1. Descrizione generale... 6 2. Indicazioni... 6 3. Controindicazioni... 6 3.1. Informazioni

Dettagli

Nuovi modelli organizzativi per la gestione remota dei pazienti: irrinunciabile priorità

Nuovi modelli organizzativi per la gestione remota dei pazienti: irrinunciabile priorità Nuovi modelli organizzativi per la gestione remota dei pazienti: irrinunciabile priorità Controllo e monitoraggio, pace-maker e defibrillatore: differenti caratteristiche e differenti approcci? La gestione

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI, PACEMAKERS ED ALTRI D.M. PER ELETTROFISIOLOGIA

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI, PACEMAKERS ED ALTRI D.M. PER ELETTROFISIOLOGIA 328 2017 - Deliberazione - Allegato Utente PAT/RFSPGC-02/08/2017-0424885 2 (A02) - Allegato Utente 3 (A03) PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI, PACEMAKERS ED ALTRI D.M. PER

Dettagli

RPM for brady device should be easy to use and without patient interaction: Latitude NXT Dott. P.G. De Marchi

RPM for brady device should be easy to use and without patient interaction: Latitude NXT Dott. P.G. De Marchi RPM for brady device should be easy to use and without patient interaction: Latitude NXT Dott. P.G. De Marchi Source: EHRA WhiteBook 2012 2011 Italy CRTP CRTD CRT tot ICD PM 2.000 10.380 12.380 11.970

Dettagli

Gestione infermieristica nel controllo remoto dei pazienti portatori di Device impiantabili

Gestione infermieristica nel controllo remoto dei pazienti portatori di Device impiantabili Azienda Ospedaliera AAS 5, UO Cardiologia, Pordenone S.S.di Elettrofisiologia e Cardiostimolazione Coordinatrice infermieristica Edda Pollesel Referente di Dipartimento M.C. Zorzi Direttore M. Cassin Gestione

Dettagli

Prot.n. 3398 Milano, 28 Maggio 2015 RICHIESTE DI CHIARIMENTI E RELATIVE RISPOSTE AGGIORNATI AL 28 MAGGIO 2015

Prot.n. 3398 Milano, 28 Maggio 2015 RICHIESTE DI CHIARIMENTI E RELATIVE RISPOSTE AGGIORNATI AL 28 MAGGIO 2015 AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A. ARCA_2015_20 Gara per la fornitura di pacemaker e defibrillatori Prot.n. 3398 Milano, 28 Maggio 2015 RICHIESTE DI CHIARIMENTI E RELATIVE RISPOSTE AGGIORNATI

Dettagli

EVERA MRI S DR SURESCAN DDMC3D4

EVERA MRI S DR SURESCAN DDMC3D4 EVERA MRI S DR SURESCAN DDMC3D4 Defibrillatore digitale impiantabile bicamerale con tecnologia SureScan (DDE-DDDR) Compatibilità RM condizionata con design PhysioCurve, tecnologia SmartShock, diagnostica

Dettagli

INDICE 1. Descrizione generale... 6 2. Indicazioni... 6 3. Controindicazioni... 7 3.1. GeneralitÀ... 7 3.2. Eventuali complicazioni... 7 4. Avvertenze per il paziente... 8 4.1. Rischi legati all ambiente

Dettagli

Aggiudicazione procedura aperta fornitura pacemakers, cateteri e introduttori per cardiologia

Aggiudicazione procedura aperta fornitura pacemakers, cateteri e introduttori per cardiologia Ditta Bard Spa Marca/Nome comm.le Codice CND N. Rep. D.M. Via Mar della Cina 444-00144 Roma Tel. 06/524931 - fax 06/5295852 P.I. 01911071007 offerta MD/md/319 del 15/07/2010 Lotto 21 Elettrocateteri per

Dettagli

Bradicardie estreme. Clinica di Anestesia e Rianimazione Dir. Prof. G. Della Rocca Università degli Studi di Udine Azienda Ospedaliero Universitaria

Bradicardie estreme. Clinica di Anestesia e Rianimazione Dir. Prof. G. Della Rocca Università degli Studi di Udine Azienda Ospedaliero Universitaria Bradicardie estreme Specializzandi: Dr. Buttazzoni M. Dr.ssa Tarantino M. Tutor: Dr.ssa Costa M. G. Dr.ssa De Flaviis A. Clinica di Anestesia e Rianimazione Dir. Prof. G. Della Rocca Università degli Studi

Dettagli

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI ESSENZIALI E PREFERENZIALI

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI ESSENZIALI E PREFERENZIALI ALLEGATO 3 DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI ESSENZIALI E PREFERENZIALI Il sottoscritto., C.F., della Società. legale rappresentante/procuratore (vedi procura) con sede legale in prov., C.F. n...., partita

Dettagli

BRADICARDIE PAULETTO MONICA. Elettrofisiologia ospedale Mauriziano Torino

BRADICARDIE PAULETTO MONICA. Elettrofisiologia ospedale Mauriziano Torino BRADICARDIE PAULETTO MONICA Elettrofisiologia ospedale Mauriziano Torino BRADICARDIE FREQUENZA < 60 bmin CAUSE A B DISTURBO della FORMAZIONE dell IMPULSO Bradicardia sinusale Arresto sinusale DISTURBO

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI ED ELETTROCATETERI

CAPITOLATO TECNICO PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI ED ELETTROCATETERI CAPITOLATO TECNICO PACEMAKERS, DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI ED ERI /LOTTO NORD- OV SUD- BIENNALE PMK SS - LOTTO 1 179 86 55 38 PMK SSI SINGOLA CAMERA Pacemaker SSI : - ridotte dimensioni; - ampiezza programmabile

Dettagli

Indicazioni alla cardiostimolazione

Indicazioni alla cardiostimolazione Sintomi da bradiaritmia Vertigine Vuoto alla testa Mancanza di respiro Facile affaticabilità Confusione mentale Svenimenti Sensazione di freddo Crisi di disorientamento spazio-temporale, soprattutto notturne,

Dettagli

Il monitoraggio ECG prolungato

Il monitoraggio ECG prolungato Il monitoraggio ECG prolungato dr. Claudio Peila S.C. Cardiologia ASL TO3 Pinerolo To LA SINCOPE: DALLE LINEE GUIDA ALLA PRATICA CLINICA: Per una gestione condivisa ospedale-territorio 30 marzo 2012 2009

Dettagli

Elettrologia. www.slidetube.it

Elettrologia. www.slidetube.it Elettrologia ECG : STORIA Sin dal XIX secolo è stato accertato che il cuore genera elettricità. I potenziali elettrici del cuore sono la somma di minime quantità di elettricità generata dalle cellule cardiache

Dettagli

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali HD+ Descrizione generale HD+ è un dispositivo di acquisizione ECG wireless, sviluppato come acquisitore per PC e Tablet che utilizzino piattaforme standard (Windows / MAC OS / Android) e per l utilizzo,

Dettagli

EVERA S VR DVBC3D4. Manuale del dispositivo

EVERA S VR DVBC3D4. Manuale del dispositivo EVERA S VR DVBC3D4 Defibrillatore digitale impiantabile monocamerale (VVE-VVIR) Design PhysioCurve, tecnologia SmartShock, diagnostica Capture Management completa (RVCM) Manuale del dispositivo 0123 2012

Dettagli

Corso di elettrocardiografia essenziale

Corso di elettrocardiografia essenziale Lezione 2 Attività elettrica sopraventricolare Corso di elettrocardiografia essenziale L onda P normale Alterazioni della morfologia Alterazioni della frequenza ; aritmie sopraventricolari La conduzione

Dettagli

Riabilitazione dopo intervento di cardiochirurgia

Riabilitazione dopo intervento di cardiochirurgia Riabilitazione dopo intervento di cardiochirurgia L obiettivo ultimo della riabilitazione cardiologica Recuperare e mantenere al livello più elevato possibile le condizioni fisiologiche, psicologiche,

Dettagli

ARITMIE IPOCINETICHE

ARITMIE IPOCINETICHE KROTON 2010 ARITMIE IPOCINETICHE D.Monizzi Cardiologia Territoriale ASP KR 18/09/2010 Cenni sull Attività Elettrica del Cuore Aritmie Ipocinetiche D.Monizzi 2010 Il Cuore atrio sx atrio dx valvola mitrale

Dettagli

TABELLA A - DESCRIZIONE FABBISOGNO GRUPPO 1: MATERIALI PER LA CARDIOSTIMOLAZIONE :

TABELLA A - DESCRIZIONE FABBISOGNO GRUPPO 1: MATERIALI PER LA CARDIOSTIMOLAZIONE : TABELLA A DESCRIZIONE FABBISOGNO GRUPPO 1: MATERIALI PER LA CARDIOSTIMOLAZIONE : A) PACEMAKER DEFINITIVI IMPIANTABILI LOTTO N 1 prezzi unitari PACEMAKER SSIR CON AUTOCATTURA DI RIDOTTISSIME DIMENSIONI

Dettagli

COSA SONO I PACEMAKER E DEFIBRILLATORI?

COSA SONO I PACEMAKER E DEFIBRILLATORI? COSA SONO I PACEMAKER E DEFIBRILLATORI? I dispositivi Pacemaker (PM) e defibrillatore impiantabile (ICD) sono apparecchi ad altissima tecnologia, utilizzati per la cura dei disturbi del ritmo cardiaco,

Dettagli

Allegato A Lotto n. 1

Allegato A Lotto n. 1 Lotto n. 1 Stimolatori SSI Multiprogrammabili telemetrici Scenario Clinico Pazienti con necessità di stimolazione antibradicardica di base senza previsione di necessità di adeguamento automatico di frequenza

Dettagli

più piccolo del mondo

più piccolo del mondo a cura di Pompeo Pindozzi il defibrillatore Le patologie che causano morte improvvisa nei giovani Vi sono quattro patologie alla base della maggior parte dei casi di morte improvvisa nei bambini e nei

Dettagli

Area di Telecardiologia A.I.A.C. (Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione) HTA del monitoraggio remoto

Area di Telecardiologia A.I.A.C. (Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione) HTA del monitoraggio remoto 2 2015 Area di Telecardiologia A.I.A.C. (Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione) HTA del monitoraggio remoto L indagine è un documento HTA basato su una revisione dell evidenza scientifica

Dettagli

Follow-up del cardiopatico con Aritmie

Follow-up del cardiopatico con Aritmie Regione Friuli Venezia Giulia Follow-up del cardiopatico con Aritmie Documento di consenso regionale 2011 Hanno collaborato alla stesura del Documento di consenso: Dr. Massimo Zecchin; SOC Cardiologia,

Dettagli

CARATTERISTICHE DEI MATERIALI RICHIESTI NEI VARI LOTTI DA INSERIRE NEL CAPITOLATO DI GARA.

CARATTERISTICHE DEI MATERIALI RICHIESTI NEI VARI LOTTI DA INSERIRE NEL CAPITOLATO DI GARA. CARATTERISTICHE DEI MATERIALI RICHIESTI NEI VARI LOTTI DA INSERIRE NEL CAPITOLATO DI GARA. 1 MATERIALI VARI LOTTO N. 1 valore max. complessivo 6.000,00 N.40 ADATTATORI CON PROLUNGA PER SOSTITUZIONE PACEMAKERS

Dettagli

Pacemaker temporaneo bicamerale

Pacemaker temporaneo bicamerale 5388 Pacemaker temporaneo bicamerale Manuale tecnico Attenzione: la legge federale (USA) autorizza la vendita del dispositivo unicamente a personale medico o a seguito di prescrizione legalmente valida

Dettagli

attività aritmica ventricolare.

attività aritmica ventricolare. La valutazione dell attivit attività aritmica ventricolare. P. CARVALHO S. BURZACCA Le aritmie ventricolari Extrasitoli ventricolari (polimorfe, a coppie, triplette) Tachicardia ventricolare Fibrillazione

Dettagli

Descrizione a) Gestione automatica della sensibilità con alta qualità del segnale (tecnologia digitale)

Descrizione a) Gestione automatica della sensibilità con alta qualità del segnale (tecnologia digitale) LOTTO 1 Pacemakers monocamerali SSI Completi dei relativi elettrodi a) Funzione di controllo automatico battito-battito della cattura ventricolare, con adeguamento dell uscita di stimolazione e memorizzazione

Dettagli

Lo Studio Elettrofisiologico Endocavitario nella stratificazione del rischio di morte improvvisa

Lo Studio Elettrofisiologico Endocavitario nella stratificazione del rischio di morte improvvisa Lo Studio Elettrofisiologico Endocavitario nella stratificazione del rischio di morte improvvisa Claudio Pedrinazzi U.O. Cardiologia Ospedale Maggiore di Crema Lo Studio Elettrofisiologico Endocavitario

Dettagli

Lettura e interpretazione dell elettrocardiogramma: nozioni fondamentali. Elementi morfologici essenziali dell elettrocardiogramma

Lettura e interpretazione dell elettrocardiogramma: nozioni fondamentali. Elementi morfologici essenziali dell elettrocardiogramma infermieri impaginato 2 7-09-2009 15:11 Pagina 21 Sezione 2 Lettura e interpretazione dell elettrocardiogramma: nozioni fondamentali Ida Ginosa Elementi morfologici essenziali dell elettrocardiogramma

Dettagli

Valutazione dei segnali EGM di elettrocateteri con i dispositivi COGNIS e TELIGEN

Valutazione dei segnali EGM di elettrocateteri con i dispositivi COGNIS e TELIGEN Valutazione dei segnali EGM di elettrocateteri con i dispositivi COGNIS e TELIGEN SOMMARIO Gli elettrogrammi (EGM) in tempo reale o memorizzati consentono di assistere il medico nella valutazione del paziente,

Dettagli

MODULO DI OFFERTA (da inserire nella Busta n.2)

MODULO DI OFFERTA (da inserire nella Busta n.2) MODULO DI OFFERTA (da inserire nella Busta n.2) Marca da bollo da Euro 14,62 Al Direttore Generale AZIENDA OSPEDALIERA BOLOGNINI DI SERIATE SERIATE (BG) Il Sottoscritto...... nato a... il... residente

Dettagli

TEST NON INVASIVI NELLA STRATIFICAZIONE DEL RISCHIO ARITMICO Novara, 14 gennaio 2011 C.P.S. Laura Valzi PATOLOGIE - IMA in fase sub-acuta (dopo stabilizzazione i della cicatrice, a 2-4 settimane dall evento

Dettagli

ALLEGATO A : ELENCAZIONE E CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI. 1) N. 15 A.O.B: Pacemaker monocamerale, multiprogrammabile, telemetrico SSI.

ALLEGATO A : ELENCAZIONE E CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI. 1) N. 15 A.O.B: Pacemaker monocamerale, multiprogrammabile, telemetrico SSI. ALLEGATO A : ELENCAZIONE E CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI PACEMAKERS 1) N. 15 A.O.B: Pacemaker monocamerale, multiprogrammabile, telemetrico SSI. - Pes e dimensioni contenuti - Disponibilità connettori IS-1

Dettagli

Principi fisici della stimolazione cardiaca e della defibrillazione. Giuseppe Stabile SISTEMA DI STIMOLAZIONE

Principi fisici della stimolazione cardiaca e della defibrillazione. Giuseppe Stabile SISTEMA DI STIMOLAZIONE Principi fisici della stimolazione cardiaca e della defibrillazione Giuseppe Stabile SISTEMA DI STIMOLAZIONE TERMINOLOGIA ELETTRICA UTILIZZATA NELL ELETTROSTIMOLAZIONE! Tensione! Corrente! Resistenza!

Dettagli

Fondamenti di elettrocardiografia, anatomia funzionale del sistema di conduzione, genesi elettrofisiologica dell ECG normale

Fondamenti di elettrocardiografia, anatomia funzionale del sistema di conduzione, genesi elettrofisiologica dell ECG normale Corso di elettrocardiografia lezione N 1 5 Maggio 2011 Fondamenti di elettrocardiografia, anatomia funzionale del sistema di conduzione, genesi elettrofisiologica dell ECG normale Dr. M. Zuccarello Dr.

Dettagli

ALLEGATO 1 Capitolato Speciale di gara

ALLEGATO 1 Capitolato Speciale di gara ALLEGATO 1 Capitolato Speciale di gara DESCRIZIONE DELLA FORNITURA PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI PER ELETTROFISIOLOGIA ED ELETTROSTIMOLAZIONE, PER ABLAZIONE TRANSCATETERE A RADIOFREQUENZA

Dettagli

SENSIA SESR01 Pacemaker monocamerale a risposta in frequenza (AAIR/VVIR, AAI/VVI)

SENSIA SESR01 Pacemaker monocamerale a risposta in frequenza (AAIR/VVIR, AAI/VVI) SENSIA SESR01 Pacemaker monocamerale a risposta in frequenza (AAIR/VVIR, AAI/VVI) Manuale per l'impianto 2005 0123 I marchi seguenti sono marchi della Medtronic: Capture Management, Medtronic, Sensia Contenuto

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: IMPIANTO DI DEFIBRILLATORE BIVENTRICOLARE (CRT - D)

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: IMPIANTO DI DEFIBRILLATORE BIVENTRICOLARE (CRT - D) INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: IMPIANTO DI DEFIBRILLATORE BIVENTRICOLARE (CRT - D) FINALITÀ DELL INTERVENTO Il defibrillatore biventricolare (CRT D), in grado di stimolare l atrio

Dettagli

Monitor Paziente Multiparametrico

Monitor Paziente Multiparametrico . Monitor Paziente Multiparametrico Caratteristiche Display TFT a colori ad alta risoluzione 12.1 ; Touch-screen opzionale con scrittura manuale per un facile utilizzo; Pulsanti in silicone retroilluminati;

Dettagli

Sincope inspiegata in Pronto Soccorso: stratificazione del rischio

Sincope inspiegata in Pronto Soccorso: stratificazione del rischio Sincope inspiegata in Pronto Soccorso: stratificazione del rischio S. Liverani, L. Martano, G. Vettore, F. Tosato Pronto Soccorso Azienda Ospedaliera di Padova Sincope: definizione Perdita di coscienza

Dettagli

INDICE 1. Descrizione generale... 8 2. Indicazioni... 8 3. Controindicazioni... 8 3.1. Generalità... 8 3.2. Eventuali complicazioni... 9 4. Avvertenze per il paziente...10 4.1. Rischi legati all ambiente

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: IMPIANTO DI DEFIBRILLATORE IMPIANTABILE (ICD)

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: IMPIANTO DI DEFIBRILLATORE IMPIANTABILE (ICD) INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: IMPIANTO DI DEFIBRILLATORE IMPIANTABILE (ICD) FINALITÀ DELL INTERVENTO Il defibrillatore (Internal Cardioverter-Defibrillator - ICD) è in grado di trattare

Dettagli

Sistemi di stimolazione Advisa MRI SureScan e Ensura MRI SureScan

Sistemi di stimolazione Advisa MRI SureScan e Ensura MRI SureScan Sistemi di stimolazione Advisa MRI SureScan e Ensura MRI SureScan Sistemi di stimolazione bicamerali e monocamerali a compatibilità RM condizionata Advisa MRI SureScan e Ensura MRI SureScan con elettrocateteri

Dettagli

Caratteristiche Tecniche

Caratteristiche Tecniche cubestresslite system cubestresslite system è il sistema completo per la gestione dell esame ECG da Sforzo. Include l hardware e il software necessari per l esecuzione dell esame ed è compatibile con gli

Dettagli

Sequenza di insorgenza dei potenziali d azione d varie parti del cuore

Sequenza di insorgenza dei potenziali d azione d varie parti del cuore Sequenza di insorgenza dei potenziali d azione d nelle varie parti del cuore NSA NAV NSA Atri NAV Fascio His Fibre Purkinje Miociti ventricoli ELETTROCARDIOGRAMMA (ECG) L ECG è la registrazione, nel tempo,

Dettagli

STATO DELL ARTE SUI DISPOSITIVI IMPIANTABILI PER STIMOLAZIONE CARDIACA

STATO DELL ARTE SUI DISPOSITIVI IMPIANTABILI PER STIMOLAZIONE CARDIACA ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE DI CESENA SECONDA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CON SEDE A CESENA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA BIOMEDICA TITOLO DELL ELABORATO STATO DELL ARTE SUI DISPOSITIVI IMPIANTABILI

Dettagli

LOTTO 1: LOTTO 2: LOTTO 3:

LOTTO 1: LOTTO 2: LOTTO 3: LOTTO 1: N. 9 Apparecchi per anestesia a circuito chiuso per l Azienda Ospedaliero Universitaria S. Orsola di Bologna n 6 Apparecchi per anestesia a circuito chiuso per l Azienda Ospedaliera di Ferrara

Dettagli

SENSIA SEDR01, L SEDRL1 Pacemaker bicamerale a risposta in frequenza (DDDR)

SENSIA SEDR01, L SEDRL1 Pacemaker bicamerale a risposta in frequenza (DDDR) SENSIA SEDR01, L SEDRL1 Pacemaker bicamerale a risposta in frequenza (DDDR) Manuale per l'impianto 2005 0123 I marchi seguenti sono marchi della Medtronic: Capture Management, Intrinsic, Medtronic, Search

Dettagli

LE 5 COSE CHE TUTTI I CARDIOLOGI DEVONO SAPERE SU: CHE COSA SI DEVE CONTROLLARE NEL FOLLOW-UP DEI DISPOSITIVI CRT

LE 5 COSE CHE TUTTI I CARDIOLOGI DEVONO SAPERE SU: CHE COSA SI DEVE CONTROLLARE NEL FOLLOW-UP DEI DISPOSITIVI CRT LE 5 COSE CHE TUTTI I CARDIOLOGI DEVONO SAPERE SU: CHE COSA SI DEVE CONTROLLARE NEL FOLLOW-UP DEI DISPOSITIVI CRT A cura di Donato Melissano Il controllo del paziente portatore di un dispositivo impiantabile

Dettagli

La contrazione deve essere coordinata e simultanea in tutte le cellule che costituiscono gli atri e i ventricoli.

La contrazione deve essere coordinata e simultanea in tutte le cellule che costituiscono gli atri e i ventricoli. 1 La contrazione deve essere coordinata e simultanea in tutte le cellule che costituiscono gli atri e i ventricoli. La contrazione è innescata dal potenziale d azione che nel cuore insorge spontaneamente

Dettagli

Scadenza: 13 APRILE 2016

Scadenza: 13 APRILE 2016 Procedura aperta finalizzata alla sottoscrizione di un accordo quadro con più operatori, di durata quadriennale, per la fornitura, in conto deposito, di Defibrillatori impiantabili e dispositivi ad essi

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto ad esecuzione periodica e continuativa

REGIONE BASILICATA. Contratto ad esecuzione periodica e continuativa REGINE BASILICATA Contratto ad esecuzione periodica e continuativa GARA APERTA, MEDIANTE CNTRATT PNTE, PER LA FRNITURA DI PACEMAKERS CCRRENTI ALLA SALA PERATRIA U.T.I.C. DELL A..R. SAN CARL DI PTENZA.

Dettagli

Italia-Vicenza: Stimolatori cardiaci 2016/S Avviso di aggiudicazione di appalto. Forniture

Italia-Vicenza: Stimolatori cardiaci 2016/S Avviso di aggiudicazione di appalto. Forniture 1 / 14 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:56264-2016:text:it:html Italia-Vicenza: Stimolatori cardiaci 2016/S 035-056264 Avviso di aggiudicazione di appalto Forniture Direttiva

Dettagli

Il defibrillatore indossabile LifeVest

Il defibrillatore indossabile LifeVest Il defibrillatore indossabile LifeVest Via Tolstoi 7 20090 Trezzano S/N (Milano) Tel 02/48424.1; Fax 02/48424290 sito internet: www.sedaitaly.it certificazione UNI EN ISO 9002 Introduzione Il rischio dell

Dettagli

I-Desenzano del Garda: Protesi cardiache 2010/S 118-177710 AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DI APPALTO. Forniture

I-Desenzano del Garda: Protesi cardiache 2010/S 118-177710 AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DI APPALTO. Forniture /5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:7770-200:text:it:html I-Desenzano del Garda: Protesi cardiache 200/S 8-7770 AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DI APPALTO Forniture SEZIONE I:

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: REVISIONE O SOSTITUZIONE DI DISPOSITIVO IMPIANTABILE (PACEMAKER O DEFIBRILLATORE)

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: REVISIONE O SOSTITUZIONE DI DISPOSITIVO IMPIANTABILE (PACEMAKER O DEFIBRILLATORE) INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: REVISIONE O SOSTITUZIONE DI DISPOSITIVO IMPIANTABILE (PACEMAKER O DEFIBRILLATORE) FINALITÀ DELL INTERVENTO La revisione o sostituzione del dispositivo

Dettagli

Displasia Aritmogena del Ventricolo Destro. Clinica Cardiologica Università degli Studi dell Insubria Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Varese

Displasia Aritmogena del Ventricolo Destro. Clinica Cardiologica Università degli Studi dell Insubria Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Varese Displasia Aritmogena del Ventricolo Destro Clinica Cardiologica Università degli Studi dell Insubria Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Varese Displasia Aritmogena del VDx Manifestazioni cliniche

Dettagli

Obiettivi formativi specifici e funzioni anche in relazione al particolare settore occupazionale al quale si riferiscono:

Obiettivi formativi specifici e funzioni anche in relazione al particolare settore occupazionale al quale si riferiscono: MASTER IN TELEMONITORAGGIO DEL PORTATORE DI DEFIBRILLATORE IMPIANTABILE, PACEMAKER E ALTRI DISPOSITIVI DI CONTROLLO. A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 Direttore del corso: Cognome Nome Qualifica SSD Vassanelli

Dettagli

PARLIAMO DI. ECG Normale Agata Privitera U.O. di Cardiologia Pediatrica Ospedale Santo Bambino CATANIA www.cardiologiapediatricact.

PARLIAMO DI. ECG Normale Agata Privitera U.O. di Cardiologia Pediatrica Ospedale Santo Bambino CATANIA www.cardiologiapediatricact. PARLIAMO DI ECG Normale Agata Privitera U.O. di Cardiologia Pediatrica Ospedale Santo Bambino CATANIA www.cardiologiapediatricact.com Lettura di Elettrocardiogramma a dodici derivazioni! Lettura di Elettrocardiogramma

Dettagli

Corso di elettrocardiografia essenziale

Corso di elettrocardiografia essenziale Corso di elettrocardiografia essenziale Napoli Novembre 2004 ANMCO SIC GISE SIMEU SIS 118 ECG 12 derivazioni preospedaliero Il personale, chiamato ad intervenire nei casi di pazienti con sospetta SCA,

Dettagli

Rispettare le esigenze di tutti i pazienti. Serie Trilogy, con tecnologia di ventilazione avanzata

Rispettare le esigenze di tutti i pazienti. Serie Trilogy, con tecnologia di ventilazione avanzata Rispettare le esigenze di tutti i pazienti Serie Trilogy, con tecnologia di ventilazione avanzata Trilogy100 e Trilogy200, funzioni esclusive a misura di ciascun paziente La serie Trilogy, una linea versatile

Dettagli

Data logger SOFREL LT/LT-US Soluzioni per reti di acque reflue

Data logger SOFREL LT/LT-US Soluzioni per reti di acque reflue Data logger SOFREL LT/LT-US Soluzioni per reti di acque reflue I data logger SOFREL LT e LT-US sono stati progettati per la sorveglianza delle reti di acque reflue e pluviali (collettori, scolmatori di

Dettagli

L esperienza della Cardiologia dell Osp Maria Vittoria di Torino

L esperienza della Cardiologia dell Osp Maria Vittoria di Torino Controllo remoto nei dispositivi impiantabili di defibrillazione e resincronizzazione ventricolare: Dipartimento di Cardiologia un esempio di organizzazione, ruolo dell infermiere e grado di soddisfazione

Dettagli