CERAMICA 38. Sulle denominazioni di vasi liguri di farmacia in margine a recenti mostre Guido Farris

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CERAMICA 38. Sulle denominazioni di vasi liguri di farmacia in margine a recenti mostre Guido Farris"

Transcript

1 CERAMICA 38 Sulle denominazioni di vasi liguri di farmacia in margine a recenti mostre Guido Farris

2 39 CERAMICA Nella primavera del 2000 si è tenuta in Milano a Palazzo Reale la mostra In Terra Santa. Il sottotitolo specificava il lungo percorso cronologico in termini storici: Dalla Crociata alla Custodia dei Luoghi Santi.

3 CERAMICA 40 scontornare nei fondi Le morfologie dell albarello, vaso per unguenti, e dei vasi grandi da canditi tondi senza manichi. Alle pagine precedenti Figura di stagnone della farmacia del San Salvatore a Gerusalemme, pubblicata nel catalogo della mostra milanese In Terra Santa (h 44 cm circa); figura di stagnone dell ospedale San Paolo di Savona (h 51 cm circa), pubblicata nel dépliant della mostra savonese Itinerari d arte dal XV al XVIII secolo. Uno degli incontri illustrati da questa superba esposizione di cimeli, di capolavori d Arte, di oggetti di grande valore, di documenti di grande rilevanza storica, ecc. - tutto presentato con l ausilio di interessanti strumenti audio-visivi, con l accompagnamento di commenti musicali appropriati - era quello con la Farmacia Francescana di Gerusalemme 1. Poiché il corredo di vasi appartenenti a tale farmacia è costituito in grandissima prevalenza da maioliche prodotte da officine ceramiche liguri attive nei secoli XVII, XVIII, XIX, il campionamento messo in mostra a Milano interessava soprattutto l attività dei ceramisti liguri. Ricordo che, negli ultimi anni settanta dello scorso secolo, ebbi l opportunità di esaminare il cospicuo patrimonio in vasi che ancora restava di questa antica farmacia. Quando mi fu affidato l incarico di schedarlo e di pubblicarlo, mi trovai, è facilmente comprensibile, di fronte a difficoltà. Molte e di varia natura. Riuscii comunque, con l interessamento della Cassa di Risparmio di Savona, a far stampare una catalogazione 2 che voleva avere la finalità di mettere a disposizione - per chi avesse avuto interesse agli studi di que-sto settore - un notevole quantitativo di esemplari inediti. Fu però una impegnativa occasione per trovarsi di fronte a tutti quei problemi che era proprio una sistematica catalogazione a proporre. Uno era costituito, per esempio, dal fatto che, a mano a mano che procedevo nella consultazione di documenti più o meno noti sui vasi liguri di farmacia, mi trovavo a dover fare una difficile scelta nella terminologia da utilizzare per distinguere le forme vasali. Primo intoppo era quello del numero talvolta cospicuo di sinonimi con i quali si aveva a che fare nei documenti. Decisi fosse ragionevole scegliere la denominazione più comune, quella che, nel presente e nel passato, era usata da quasi tutti; così, per esempio, il vaso cilindrico a due espansioni, una vicina alla bocca ed una vicina al piede non potevo avere molti dubbi sulla scelta: invece di bunia, burnia, bornia, brunia, brunio, barattolo, albero, alberetto, alberello, ecc. preferii scegliere albarello ma senza perdere di vista l interessante precisazione funzionale delle voci burniette da unguenti, vasi da unguento. È però opportuno ricordare, a questo punto, un fatto di grande importanza pregiudiziale per chi voglia accostarsi allo studio di questi argomenti: il numero delle forme farmaceutiche supera di molto quello delle forme vasali, sicchè non ci si deve aspettare che - eccezione fatta per lo stagnone adibito esclusivamente a recipiente per acque - una deter-

4 41 CERAMICA scontornare nei fondi minata forma vasale possa essere stata utilizzata per una sola forma farmaceutica. Una verifica su 318 esemplari di albarello confermò che la sua prevalente utilizzazione era sicuramente quella di contenitore di unguenti (150), ma che si potevano trovare altre ventun forme farmaceutiche contenute in albarelli e che esistevano esemplari senza cartiglio o anepigrafici e quindi disponibili ad essere utilizzati per qualsiasi forma farmaceutica. Negli anni successivi alla pubblicazione del corredo della farmacia del San Salvatore, ho avuto poi modo di studiare documenti inediti che si riferivano a forniture di vasi da parte di ceramista savonese 3 e di rivedere, approfittando dei nuovi studi, qualcuno degli errori della catalogazione. Per esempio quello di aver usato il termine vaso da elettuario per indicare quei vasi che la fatturazione del maiolicaro savonese Francesco Salomoni (1689) ci ha poi insegnato dovevano essere chiamati vasi da canditi 4, con una informazione che non può lasciar dubbi interpretativi perchè fornisce preziose precisazioni morfologiche -...Vasi grandi da canditi tondi senza manichi... e li distingue da quanto subito dopo elenca: proprio...vasi da elettuari.... Per esempio quello di avere usato la voce alzata per indicare quel piatto con piede a stelo che ho poi accertato essere filologicamente e storicamente corretto chiamare sottocoppa 5. Per esempio quello per il quale ritengo ora che le attribuzioni formulate per i marchi F, con o senza il falco coronato, castello, con il falco coronato o con il falco senza corona, vadano rimesse in discussione in rapporto a nuove interessanti ipotesi interpretative che porterebbero in primo piano nella tradizione della maiolica savonese il cospicuo contributo produttivo di un casato, quello dei Ferro 6 del quale finora non si sono mai occupate le troppo approssimate compilazioni storiche 7. Ma, tornando alla mostra di Milano, tra le forme vasali liguri esposte, compariva anche quella che era stata oggetto di qualche attenzione da parte di chi aveva ritenuto di non accettare la denominazione che avevo usato per indicarla. Si tratta del vaso di farmacia di maggiore taglia, quello a forma ovoidale con due robuste anse e con un rubinetto posto nella parte più bassa del corpo vasale. Era il recipiente destinato a contenere le Acque officinali 8, ma è stato considerato...per medicamenti liquidi di largo smercio (acque, infusi, decotti, vini)... 9, ed anche...a contenere acque vegetali distillate e soluzioni medicinali Non ho mai avuto occasione di Le morfologie dei vasi da elettuari e dello stagnone da aque.

5 CERAMICA 42 Albarello della farmacia del San Salvatore a Gerusalemme, facente parte della fornitura del maiolicaro savonese Francesco Salamoni, 1689 (h 21 cm). Lo stemma sta a indicare che il donatore è stata la Repubblica di Genova. A fronte Il dépliant della mostra savonese Itinerari d arte dal XV al XVIII secolo e il catalogo della mostra milanese In Terra Santa. osservare che i vasi di questa forma siano stati usati per infusi, decotti, vini o per soluzioni medicinali e sarei molto grato a chi me ne volesse segnalare qualche esemplare per aver modo di modificare l indagine che avevo fatto su centocinquantadue esemplari: avevano tutti un cartiglio che specificava acqua salvo due che erano anepigrafici. Una eccezione che sono riuscito finora ad osservare è quella relativa a due vasi che hanno la forma dello stagnone ma sono privi di quel mascherone che, posto nella parte più bassa del corpo vasale, serve da rinforzo al rubinetto in bronzo; si tratta quindi di vasi dai quali il contenuto non può essere nè spillato nè versato, può essere solo attinto ma con l evidente difficoltà del collo vasale piuttosto ristretto; portano cartigli per Syr. FvMavae. e per THEriaCa Ad ; sono stati attribuiti a manifattura savonese dei Chiodo dell inizio del XVIII secolo ; potrebbe trattarsi di vasi che non avessero funzione di recipiente data la scarsissima coerenza della forma con le particolari caratteristiche di viscosità dello sciroppo e della teriaca, ma che fossero utilizzati esclusivamente per ragioni decorative... vasi del resto per i quali mi parrebbe necessario accedere ad una attenta discussione prima di condividere attribuzione e collocazione cronologica 11. Mi ero limitato a scrivere che in tutti i documenti liguri nei quali si faccia riferimento ai vasi di questa forma la denominazione usata è sempre la stessa: stagnone. Questo termine che non deve, per fortuna, essere confrontato con alcun sinonimo 12, lo si trova con regolarità nei documenti d archivio che vanno dal XVI al XVIII secolo. Chi non ha accettato la voce stagnone in considerazione del fatto che appartiene ad antica terminologia 13, ha formulato un giudizio esatto ed è infatti proprio per questa caratteristica - antica terminologia - che decisi di adottarlo avendo in mente l insegnamento ripetutamente formulato dal Prof. Giuseppe Liverani durante i convegni albisolesi 14 e cioè di adottare, per indicare gli oggetti ceramici, tutte le volte che è possibile, la nomenclatura scoperta nei documenti. Sulle proposizioni filologiche e storiche del Maestro degli studi ceramici non mi sembra il caso di soffermarsi, ma ritengo che ognuno di noi possa accampare altre proposizioni: per esempio quella di giustificare l adozione del termine idria in luogo di quello di stagnone perché appartenente a moderna terminologia 15. In effetti la voce idria ha avuto - come molte errate attribuzioni di marchi - una notevole diffusione nell area antiquariale mentre la voce stagnone non deve essere suonata armoniosa nemmeno per altri 16 come ho anche potuto constatare nello sfogliare un elegante dépliant che fornisce informazioni su un altra mostra, quella dei Restauri nel Savonese , proposta al Palazzo del Commissario nel Priamar di Savona nell estate del 2000 Itinerari d Arte dal XV al XVIII Secolo. Nel dépliant, tra le varie opere d Arte illustrate con bellissime foto a colori, è presente un grande vaso della farmacia savonese dell ospedale San Paolo; la didascalia lo data al 1666 e lo indica con il nome idria mostrando di preferire intenzionalmente il neologismo di Marinoni. Per il grande vaso di identica morfologia pubblicato nel catalogo della mostra In Terra Santa avevo ovviamente usato, per indicarlo nella didascalia, il termine stagnone.

6 43 CERAMICA Chissà perché ho la sensazione che si sentano piuttosto imbarazzati quelli che trovano, in due mostre importanti per la cultura ligure, realizzate nel 2000 a pochi mesi di distanza l una dall altra, nomi così diversi per indicare vasi uguali e me ne sento un po colpevole, non foss altro per non aver avuto la capacità di riuscire a convincere. Al di là di ogni disagio non posso comunque fare a meno di pensare che il termine stagnone avrebbe conferito maggiore dignità al vaso dell antica farmacia di San Paolo, perchè si sarebbe presentato con il suo vero nome, quello con il quale era nato. Con quello infatti avrebbe anche potuto fornire un autorevole contributo storico e culturale (sul quale mi propongo di ritornare in un prossimo futuro) 17 ma che l adozione dell esotico e dotto idria non gli permette di fare in nessun modo. NOTE 1) G. FARRIS, La farmacia dei Francescani di Gerusalemme; in In Terra Santa, catalogo della mostra, Firenze - Milano 2000, pag ) G. FARRIS e A. STORME, Ceramica e farmacia di San Salvatore a Gerusalemme, Genova ) G. FARRIS, Ceramiche savonesi in Oriente, in Risorse, VI, 2/3, 1987, pag. 33. Maiolica di farmacia tra Genova e Terra Santa,in Atti del Convegno Internazionale su Le vie del Mediterraneo, Genova 1992, pag. 59. Il maiolicaro savonese Francesco Salomoni fornitore della farmacia di Gerusalemme; in Ricami e maioliche genovesi del Seicento a Gerusalemme, Genova 1992, pag 55 (dove il titolo avrebbe dovuto essere più correttamente Ricami e maioliche liguri... ). 4) A. DE SGOBBIS, Universale Theatro Farmaceutico..., Venezia 1682, pag. 526, elenca alla voce canditi o candizati officinali più comuni ventinove varietà di questa forma farmaceutica: non si discostava molto dai canditi che conosciamo, ma le venivano attribuite qualità terapeutiche; vi troviamo quelli di Aranzi Intieri, di Corteccia d Aranzi, ma anche di Radici d Angelica e...di Scorzonera. Devo confessare che, da quando ho pubblicato i documenti savonesi (V. nota n. 3) nei quali compare la fatturazione dei Vasi da canditi associata a quella di Vasi da elettuari, sto aspettando con speranzosa curiosità quale sarà la proposta antagonistica di un nome non appartenente ad antica terminologia per indicare il vaso da canditi. È interessante osservare l ostinazione con la quale continua ad essere usato, da alcuni, il termine unguentario per indicare il vaso da elettuari : si tratta di un errore storico, funzionale, linguistico, come ritengo di aver da molti anni dimostrato con proposizioni oggettive. 5) G. FARRIS, Appunti per una discussione sulla nomenclatura delle forme ceramiche; alzata o sottocoppa?, in Faenza, 86, I-III, 2000, pag ) A. CAMEIRANA, Inedite società ceramiche a Savona nel XVIII secolo, in Atti XVIII Convegno di Albisola, 1985, pag e ) È spiacevole rilevare - l ho fatto altre volte - quanto sia stata finora negativa la pregiudiziale mancanza di seri criteri scientifici nella storiografia della ceramica ligure che non ha mai saputo andare molto al di là delle approssimate, errate e sgrammaticate affermazioni che si trovano negli appunti del Maggi (si veda, per es. G. FARRIS e A. STORME: l.c tutte le annotazioni sul Maggi e G. FARRIS: l.c. 1992, nota n. 4). 8) Erano moltissime le acque alle quali veniva attribuito valore terapeutico; A. DE SGOBBIS (l.c., pag. 77) sotto il titolo acque semplici, e flemmatiche officinali più usuali ne elenca ben centoventun tipi. 9) G. PESCE, Maioliche liguri da farmacia, Milano 1960, pag ) G. BUSCAGLIA, La maiolica savonese nella raccolta civica, Savona 1990, pag ) Facevano parte di una importante vendita alla Galleria savonese La Navicella e sono stati illustrati alle pagg. 58 e 59 del catalogo della mostra Antiche maioliche savonesi - 2a Mostra, Savona 1992 (un interessante confronto è stato posto con il vaso a della tav. CXLIII in O. GROSSO e G. MORAZZONI, Mostra dell antica maiolica ligure, catalogo della mostra, Genova 1939). Rientrano nella terza donazione Boncompagni. 12) La destinazione a contenere solo acque è confermata dalla precisazione stagnone da aque (1676) (L. LUCATTINI, Arte e ceramiche nel Museo dell Ospedale di S. Martino di Genova, Genova 1975, pag. 217). 13) G. BUSCAGLIA: l.c. 14) V., per es., in Atti IV Convegno di Albisola, 1971, pag ) Il termine idria era stato usato da G. MARINONI (Arte Ceramica, Genova 1914, pag. 47) che, nutrendo una grande ammirazione per la ceramica greca, ritenne vi fossero strette affinità con le forme dei vasi greci per tutte le forme dei vasi liguri di farmacia e preferì addirittura scrivere come termine per lo stagnone hydria. Da qualche anno mi permetto di richiamarmi, ogni tanto (V., per es., La bellezza della forma, in La Casana, 1, 1994, pag. 45), ad un suggerimento limpidamente espresso da M. Foucault (L uso dei piaceri, Milano 1984):..Vi sono momenti nella vita, in cui la questione di sapere se si può pensare o vedere in modo diverso da quello in cui si pensa e si vede è indispensabile per continuare a guardare e riflettere.. ci può essere utile rileggerlo... ma con serenità d animo. 16) Per es. per F. MARZINOT (Ceramica e ceramisti di Liguria, Genova 1987). 17) Per affrontare il noto rapporto tra contenitori metallici e contenitori ceramici (del resto già accennato per quanto attiene allo stagnone alle pagg. 62 e 63 - in G. FARRIS e A. STORME, 1. c. -), ma soprattutto per fornire evidenze filologiche che non sembra sia stato in grado di fare in precedenza.

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

L Archivio operaio Augusto Finzi L Archivio operaio Augusto Finzi vede la luce in primis per la volontà espressa da Augusto Finzi alla biblioteca

L Archivio operaio Augusto Finzi L Archivio operaio Augusto Finzi vede la luce in primis per la volontà espressa da Augusto Finzi alla biblioteca L Archivio operaio Augusto Finzi L Archivio operaio Augusto Finzi vede la luce in primis per la volontà espressa da Augusto Finzi alla biblioteca della Municipalità di Marghera, affinché le sue carte fossero

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia Anelia Cassai/lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

FINESTRE INTERCULTURALI

FINESTRE INTERCULTURALI Scuola Classe 1C FINESTRE INTERCULTURALI DIARIO DI BORDO 2013 / 2014 IC Gandhi - Secondaria di primo grado Paolo Uccello Insegnante / materia lettere Data Febbraio Durata 4h TITOLO DELLA FINESTRA INTERCULTURALE

Dettagli

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA QUADRI D AUTORE Gianna Campigli, Anna Castellacci, Seminario nazionale, Cidi Firenze, 8 maggio 2011 Dal percorso per la terza classe L autobiografia Il percorso sull autobiografia

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Il volume e la capacità: un percorso, tanti sentieri. Antonella Vieri I Circolo Sesto Fiorentino

Il volume e la capacità: un percorso, tanti sentieri. Antonella Vieri I Circolo Sesto Fiorentino Il volume e la capacità: un percorso, tanti sentieri Antonella Vieri I Circolo Sesto Fiorentino VOLUME è la MISURA DELLA QUANTITA DI SPAZIO OCCUPATO DA UN CORPO Conservazione della quantità attraverso

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

SCOPRIRE IL MONDO DELLA PAROLA. Baroni Antonietta, Monica Diciotti

SCOPRIRE IL MONDO DELLA PAROLA. Baroni Antonietta, Monica Diciotti SCOPRIRE IL MONDO DELLA PAROLA Baroni Antonietta, Monica Diciotti ESPERIENZA DI CLASSE IV All interno del percorso di lingua di classe quarta, attinente a due importanti forme del discorso quali la narrazione

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Informarsi. Raccogliere informazioni

Informarsi. Raccogliere informazioni Fase di lavoro 1 Informarsi Spieghi con parole sue a un collega oppure a un suo parente il compito che ha dovuto svolgere e che vuole descrivere nel suo rapporto È stato in grado di esprimersi in modo

Dettagli

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

Progetto Laboratori Saperi Scientifici (2 anno)

Progetto Laboratori Saperi Scientifici (2 anno) IC «M. L. Niccolini» Ponsacco (PI) a.s. 2014-15 Progetto Laboratori Saperi Scientifici (2 anno) «Il Peso Specifico il Principio di Archimede Il Galleggiamento» Classe 3 Scuola Secondaria di 1 grado Docente

Dettagli

Un capolavoro del Guidobono nel Castello Sforzesco

Un capolavoro del Guidobono nel Castello Sforzesco LA CASANA 32-37:Layout 1 14-11-2007 19:07 Pagina 32 Un capolavoro del Guidobono nel Castello Sforzesco di Guido Farris e Paola Roseo Piatto in maiolica modellato a stampo (d. cm 40) decorato da Bartolomeo

Dettagli

PRIMI GIORNI IN ANGOLA.

PRIMI GIORNI IN ANGOLA. PRIMI GIORNI IN ANGOLA. Sono già tante le cose da raccontare, e non so da che parte cominciare! 1. IL LAVORO. Nella lettera precedente ( Che ci faccio qui ) vi ho già descritto a grandi linee il progetto

Dettagli

Corsi di formazione per docenti delle scuole di ogni ordine e grado: Didattica orientativa e percorsi di orientamento con approccio narrativo

Corsi di formazione per docenti delle scuole di ogni ordine e grado: Didattica orientativa e percorsi di orientamento con approccio narrativo Corsi di formazione per docenti delle scuole di ogni ordine e grado: Didattica orientativa e percorsi di orientamento con approccio narrativo MICROPROGETTAZIONE DI UN PERCORSO DI DIDATTICA ORIENTATIVA

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Quadro di Riferimento PISA per la Literacy Scientifica

Quadro di Riferimento PISA per la Literacy Scientifica Quadro di Riferimento PISA per la Literacy Scientifica Il testo che segue è una sintesi della prima parte dello Science Framework di PISA 2006. Il testo definitivo sarà pubblicato dall OCSE entro il mese

Dettagli

Una semplice visita in officina con intervista

Una semplice visita in officina con intervista Una semplice visita in officina con intervista Realizziamo così tante ringhiere diverse una dall altra che è difficile dire cosa sia per noi lo standard Il carpentiere metallico specializzato Rainer Plessing

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Una semplice visita in officina con intervista

Una semplice visita in officina con intervista Una semplice visita in officina con intervista Se offro una buona consulenza e posso mostrare i campioni di prodotto, riesco ad ottenere l ordine. Il carpentiere metallico specializzato Thomas Frühwirth

Dettagli

Processo di referaggio collana punto org

Processo di referaggio collana punto org Caro Referee, grazie in anticipo per aver accettato di referare per la collana punto org. Il Suo è un ruolo delicato: appartiene a una comunità di studiosi, docenti e professionisti che forniscono ai colleghi

Dettagli

La dispersione scolastica in Liguria

La dispersione scolastica in Liguria La dispersione scolastica in Liguria Ricerca quali-quantitativa sulla dimensione del rischio e l esperienza della dispersione Presentazione dei risultati Genova 8 novembre 2012 1 Metodologie dell indagine

Dettagli

U.D.U. Unione Degli Universitari Bari

U.D.U. Unione Degli Universitari Bari 1. A quale Corso di Laurea appartieni? Informatica N.O. Informatica e Comunicazione Digitale Informatica e Tecnologie per la Produzione del Informatica V.O. Laurea Specialistica in Informatica ( I Anno

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE -MATEMATICA 2006/2007 Modelli Matematici per la Società Incontro del 15.02.07

PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE -MATEMATICA 2006/2007 Modelli Matematici per la Società Incontro del 15.02.07 PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE -MATEMATICA 2006/2007 Modelli Matematici per la Società Incontro del 15.02.07 CODICI MONOALFABETICI E ANALISI DELLE FREQUENZE (organizzata da Francesca Visentin) Riprendiamo

Dettagli

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante 1. Proposta di articolazione dell unità Presentiamo qui di seguito un ipotesi di articolazione dell unità 15, indicando una possibile scansione delle

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Fogli Bis e autovalutazione finale

Fogli Bis e autovalutazione finale Laboratori di matematica di 2a elementare Fogli Bis e autovalutazione finale Informazioni e annotazioni per l insegnante Quest anno, oltre ai fogli Bis, così com erano previsti e proposti nei mini laboratori

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Lo Stage Estivo e il Tirocinio Curricolare

Lo Stage Estivo e il Tirocinio Curricolare Istituto d Istruzione Superiore Lo Stage Estivo Vincenzo Capirola Leno/Ghedi Lo Stage Estivo e il Tirocinio Curricolare Marzia Vacchelli Nell attuale riforma scolastica si è attribuita grande importanza

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NEL NUOVO OBBLIGO. ADi Silvia Faggioli La Spezia 20 aprile 2012

LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NEL NUOVO OBBLIGO. ADi Silvia Faggioli La Spezia 20 aprile 2012 LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE NEL NUOVO OBBLIGO ADi Silvia Faggioli La Spezia 20 aprile 2012 LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE DI BASE A CONCLUSIONE DELL OBBLIGO DI ISTRUZIONE: Di cosa parleremo

Dettagli

I libri di testo. Carlo Tarsitani

I libri di testo. Carlo Tarsitani I libri di testo Carlo Tarsitani Premessa Per accedere ai contenuti del sapere scientifico, ai vari livelli di istruzione, si usa comunemente anche un libro di testo. A partire dalla scuola primaria, tutti

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

Ricordate la Zanzaia? La signora piccolina, con viso scarno, pomelli rossi sanguigni, occhi grandi e sporgenti, moglie del bottegaio Luigi Zana?

Ricordate la Zanzaia? La signora piccolina, con viso scarno, pomelli rossi sanguigni, occhi grandi e sporgenti, moglie del bottegaio Luigi Zana? Appendice La mia permanenza a Novara fu di circa due anni, sino al luglio del 1958, in cui lasciai definitivamente il Corpo, a- vendo trovato una più confacente sistemazione lavorativa all interno della

Dettagli

Questionario Web Based per la Valutazione dello Stress Lavoro Correlato Guida Operativa e Istruzioni per l Uso

Questionario Web Based per la Valutazione dello Stress Lavoro Correlato Guida Operativa e Istruzioni per l Uso Questionario Web Based per la Valutazione dello Stress Lavoro Correlato Guida Operativa e Istruzioni per l Uso 2011 QUAERO People Management & Development Questionario Web Based per la Valutazione dello

Dettagli

La comunicazione potente dei Coach

La comunicazione potente dei Coach La comunicazione potente dei Coach Il potere delle parole 13 Il Coaching può essere definito come una potente arte sull uso del potere delle parole. Quando si pratica il coaching con una persona si affrontano

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

Strana Italia in rete

Strana Italia in rete Strana Italia in rete Giancarlo Livraghi aprile 2007 Questa è la prima parte del numero 80 della rubrica Il mercante in rete http://gandalf.it/mercante/merca80.htm Tutte le statistiche sono sempre discutibili.

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

I Macachi. Speciale Liguria IL PRESEPE SAVONESE E ALBISOLESE. Dalla creazione all allestimento nel Presepe delle figure tipiche savonesi e albisolesi

I Macachi. Speciale Liguria IL PRESEPE SAVONESE E ALBISOLESE. Dalla creazione all allestimento nel Presepe delle figure tipiche savonesi e albisolesi IL PRESEPE SAVONESE E ALBISOLESE Speciale Liguria I Macachi Dalla creazione all allestimento nel Presepe delle figure tipiche savonesi e albisolesi Figurinaie al lavoro. Anni 30 Nella tradizione popolare

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

Dopo il recente evento sismico,le associazioni Incontrarti e Piccole onde hanno avuto l'occasione di proporre alla classe III B della scuola don

Dopo il recente evento sismico,le associazioni Incontrarti e Piccole onde hanno avuto l'occasione di proporre alla classe III B della scuola don Dopo il recente evento sismico,le associazioni Incontrarti e Piccole onde hanno avuto l'occasione di proporre alla classe III B della scuola don Milani un laboratorio sul tema del cambiamento. Stimolati

Dettagli

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE 11 November 2014 COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Ti sei mai chiesto perché alcune persone falliscono in tutto quello che

Dettagli

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1 Tecniche di Valutazione Economica Processo di aiuto alla decisione lezione 13.04.2005 Modello di valutazione Dobbiamo riuscire a mettere insieme valutazioni che sono espresse con dimensioni diverse. Abbiamo

Dettagli

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano Tre storie che ci raccontano 1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, 2 3 un graphic designer di esperienza racconta l incontro con Botticelli La Stampa. La nostra azienda

Dettagli

OGGETTO: interrogazioni con risposta scritta prot. n. 125339/10 e prot. n. 7673/11 sul Museo del Risorgimento

OGGETTO: interrogazioni con risposta scritta prot. n. 125339/10 e prot. n. 7673/11 sul Museo del Risorgimento L' Assessore alla Cultura, Turismo e Promozione della città Data 4 aprile 2011 Prot. n. PG 39623 Al Consigliere Comunale Michele Barcaiuolo Gruppo Consigliare PDL c/o Ufficio Supporto Attività Consigliari

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Come studiare matematica

Come studiare matematica Come studiare matematica Consigli pratici sul metodo di studio Se l uomo non sapesse di matematica non si eleverebbe di un sol palmo da terra. Galileo Galilei Docente di Matematica e Informatica Istituto

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

MASCHI CONTRO FEMMINE

MASCHI CONTRO FEMMINE MASCHI CONTRO FEMMINE OBIETTIVO Analizzare le immagini stereotipate legate all appartenenza di genere, riflettere sulle motivazioni dei diversi comportamenti di uomini e donne e sulla propria identità

Dettagli

LINEE GUIDA PER I SERVITORI DELLA LETTERATURA

LINEE GUIDA PER I SERVITORI DELLA LETTERATURA LINEE GUIDA PER I SERVITORI DELLA LETTERATURA Cosa sono le Linee Guida e a cosa servono? Nel 1992, il Comitato per la Letteratura in Conferenza suggerì che i Fiduciari sviluppassero delle Linee Guida con

Dettagli

Le piante si presentano

Le piante si presentano Estinzione e conservazione Unità didattica 1 Le piante si presentano Durata 2 ore Materiali per ciascun gruppo - schede di lavoro reperibili nelle risorse multimediali, estinzione e conservazione, unità

Dettagli

Agostino Sieri Pepoli

Agostino Sieri Pepoli Agostino Sieri Pepoli 21 marzo 1910 21 marzo 2010 Nel centenario della morte dell illustre trapanese Agostino Sieri Pepoli, patrizio d arcinota casata di Trapani e di Bologna, desidero far conoscere la

Dettagli

"#$"%&' (%&#((%! &#)'!*'"!+'$%(),!

#$%&' (%&#((%! &#)'!*'!+'$%(),! L Archivio liquido dell Identità arriva in Brasile, incontrando la comunità pugliese di San Paolo. Il cuore della città è l Edificio Italia, un altissimo palazzo che domina su l enorme estensione di questa

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il Lezione 5:10 Marzo 2003 SPAZIO E GEOMETRIA VERBALE (a cura di Elisabetta Contardo e Elisabetta Pronsati) Esercitazione su F5.1 P: sarebbe ottimale a livello di scuola dell obbligo, fornire dei concetti

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

Paola Longo, aprile 2007. Sostegno linguistico in una classe di problemi. La differenza in matematica

Paola Longo, aprile 2007. Sostegno linguistico in una classe di problemi. La differenza in matematica Paola Longo, aprile 2007 Sostegno linguistico in una classe di problemi. La differenza in matematica La questione Somma e sottrazione tra numeri naturali, affrontate all inizio della scuola primaria, non

Dettagli

STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori

STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTALE ISTITUTO COMPRENSIVO B. da Montemagno DI QUARRATA a.s. 2012-2013 GRUPPO DI RICERCA-AZIONE DI MATEMATICA STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori Classi

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Vincenzo Rimola L AMORE NELL AMORE

Vincenzo Rimola L AMORE NELL AMORE L amore nell amore Vincenzo Rimola L AMORE NELL AMORE poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Vincenzo Rimola Tutti i diritti riservati L amore è: passione, possessione, ossessione, liberazione

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE LICEO SCIENTIFICO DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

I BAMBINI e il TEMPO. di CRISTIANA BOTTO. Scuola dell Infanzia di San Daniele del Friuli (Ud)

I BAMBINI e il TEMPO. di CRISTIANA BOTTO. Scuola dell Infanzia di San Daniele del Friuli (Ud) I BAMBINI e il TEMPO di CRISTIANA BOTTO Scuola dell Infanzia di San Daniele del Friuli (Ud) PERCHE LA SCELTA DI FREQUENTARE UN LABORATORIO SUL TEMA DEL TEMPO Necessità di: aumentare le proprie competenze

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Prenatale 9.1 Allegato 1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE, OFTALMOLOGIA E GENETICA CLINICA PSICHIATRICA UNIVERSITARIA Direttore. Prof. Amore REGIONE LIGURIA AZIENDA SANITARIA

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri.

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. A partire da questa lezione, ci occuperemo di come si riescono a codificare con sequenze binarie, quindi con sequenze di 0 e 1,

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO 1 PERCHÉ CONOSCERE L ITALIANO È UN PLUSVALORE? 2 Italiano lingua del cuore Feten Fradi - esperta comunicazione audiovisiva Copeam La mia esperienza personale

Dettagli

Dalla FM alla FM3A (1977-1999) Terza Parte FM caratteristiche (segue)

Dalla FM alla FM3A (1977-1999) Terza Parte FM caratteristiche (segue) Dalla FM alla FM3A (1977-1999) Terza Parte FM caratteristiche (segue) - Compatibilità con MD11/MD12 Per la FM la Nikon costruì un motore di trascinamento pellicola completamente nuovo, l'md-11, che si

Dettagli

CAPITOLO 1: "A CHE COSA SERVONO I TASTI NERI?"

CAPITOLO 1: A CHE COSA SERVONO I TASTI NERI? CAPITOLO 1: "A CHE COSA SERVONO I TASTI NERI?" La nostra sala prove era nientemeno che lo scantinato del Liceo Scientifico Galilei, opportunamente equipaggiato grazie al fondo studenti. Avrò avuto sì e

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 11 I nemici della coppia Sono molti e di diversa natura i problemi e le

Dettagli

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI)

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Purtroppo noi scontiamo, in Italia, il fatto che l odontoiatria come branca autonoma rispetto alla medicina si sia affermata solo in anni recenti, e nel passato l odontoiatria

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti?

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti? - Fermati un Momento a Riflettere sulla Direzione in cui stai Procedendo e Chiediti se proprio in quella Vuoi Andare. Se la tua Risposta è Negativa, Ti Propongo di Cambiare. - Se Fossi Sicuro di non poter

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Siamo lieti di presentarvi GESTIL V 2.5. Un programma semplice e completo per la gestione del Vostro negozio.

Siamo lieti di presentarvi GESTIL V 2.5. Un programma semplice e completo per la gestione del Vostro negozio. Siamo lieti di presentarvi GESTIL V 2.5 Un programma semplice e completo per la gestione del Vostro negozio. GESTIONE ANAGRAFICA GESTIL gestisce per Voi la Vostra rubrica Clienti. Il sistema archivia e

Dettagli

BRUNO ROSSETTI L ANDATA DI CORPO CON GLI ANNESSI E CONNESSI

BRUNO ROSSETTI L ANDATA DI CORPO CON GLI ANNESSI E CONNESSI BRUNO ROSSETTI L ANDATA DI CORPO CON GLI ANNESSI E CONNESSI INDICE Introduzione pag. 005 Premessa pag. 007 I lontani antenati e l andata di corpo pag. 014 I Romani, il corpo ed i suoi bisogni pag. 016

Dettagli

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA!

LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! LA PSICOLOGA VA A SCUOLA! I piccoli reporter della Guglielmo Marconi intervistano la dott.ssa Laura Bottini, psicologa che collabora con il nostro istituto. A cura del gruppo 4 dei Piccoli Reporter Quando

Dettagli

LEZIONE 3 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 3 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI Nella lezione scorsa, Gabriella Stellutti ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano, dal punto di vista dell apprendente. In questa lezione abbiamo ricevuto la Prof.ssa Roberta Ferroni

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 1/6 MISSIONE IN SICILIA 29 SETTEMBRE 2009 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.53. PRESIDENTE. Buongiorno. La ringraziamo per la presenza e segnaliamo che dell audizione

Dettagli

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore

Salvatore Salamone. Manuale d istruzione per. Coppie che. Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE! ... tutto sommato un libro d amore Salvatore Salamone Manuale d istruzione per Coppie che Scoppiano QUALCOSA SI PUÒ FARE!... tutto sommato un libro d amore CAPITOLO 31 Aiuto, Controllo e Conoscenza Una delle cose di cui necessita sempre

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

Non mi avevate detto che L'ASCIUGATURA sarebbe stato un problema...:angry: :angry:

Non mi avevate detto che L'ASCIUGATURA sarebbe stato un problema...:angry: :angry: operazione DEVONINDEEPWATER... Postato da Idalia - 2008/04/14 21:08 l'operazione Devon In Deep Water è riuscita!!! Ho scaldato la stanza che sembrava di essere a Djakarta...(tutto il trucco che colava),

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Educare al pensiero probabilistico a scuola Ines Marazzani N.R.D. Bologna

Educare al pensiero probabilistico a scuola Ines Marazzani N.R.D. Bologna Educare al pensiero probabilistico a scuola Ines Marazzani N..D. Bologna Questo articolo è stato oggetto di pubblicazione in: Marazzani I. (2002). Educare al pensiero probabilistico a scuola. In. D Amore

Dettagli

Ponzio a Bologna Maggio 2009

Ponzio a Bologna Maggio 2009 Ponzio a Bologna Maggio 2009 Intervento di Gregorio Scalise Il filosofo Hans Blumenberg parla di esistenza di un inadeguatezza del linguaggio rispetto alla sensazione, topos che ricorre nella poesia, e

Dettagli