L istruzione nel Comune di Udine

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L istruzione nel Comune di Udine"

Transcript

1 COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali U.Org. Studi e Statistica L istruzione nel Comune di Udine

2 COMUNE DI UDINE U.Org. Studi e Statistica Via B. Stringher, Udine A cura di: dr. Daniele Paolitti Hanno collaborato: Dr. Rosangela Dominici Direttore U.Org. Studi e Statistica Alessandro Scaratti U.Org. Studi e Statistica Piergiorgio D Agaro - U.Org. Studi e Statistica E permesso avvalersi dei dati contenuti a condizione di citarne la provenienza Stampato presso il Centro Stampa del Comune di Udine

3 L istruzione nel Comune di Udine Il censimento della popolazione 2001 ci ha fornito interessanti indicazioni sul livello d istruzione dei residenti del Comune di Udine. Il primo dato confortante è il bassissimo numero di analfabeti 1, che rappresentano una percentuale irrisoria dei residenti del Comune di Udine 2, mentre gli alfabeti senza titolo di studio sono divenuti, rispetto al passato, una categoria di passaggio dalla elementare alla media inferiore 3. Questi dati confermano il costante incremento della scolarizzazione avvenuto nel dopoguerra, specialmente per quanto riguarda i titoli di studio più elevati (laurea e diploma di superiore). Grafico 1: Popolazione dai 6 anni in su del Comune di Udine, secondo il titolo di studio più alto conseguito LAUREA DIPLOMA MEDIA_INF ELEMENTARE Fonte: ISTAT, censimenti Il progressivo incremento del livello d istruzione del capoluogo friulano è ben rappresentato dal grafico 1, che mostra gli opposti andamenti della licenza elementare e media inferiore (in calo) e dei titoli più elevati come laurea e diploma di media superiore (in aumento). Infatti, le generazioni con età non superiore ai quaranta anni hanno conseguito mediamente titoli di studio più alti delle generazioni seguenti 4, generando in tal senso un ricambio positivo. 1 La definizione ISTAT di analfabeti è: coloro che hanno dichiarato di non saper né leggere né scrivere. Questa definizione non coincide con quella adottata dall UNESCO che, utilizzando il concetto di alfabetizzazione funzionale, fenomeno impossibile da rilevare con lo strumento censuario, considera analfabeta non solo chi non sa né leggere né scrivere, ma anche chi non è in grado di leggere e scrivere, comprendendolo, un semplice testo relativo alla vita di tutti i giorni. 2 Con 210 persone, sono appena il 0.002% dei residenti aventi almeno 6 anni. 3 Nel 2001 gli alfabeti senza titolo di studio (Coloro che hanno dichiarato di saper leggere e/o scrivere pur non avendo conseguito la licenza elementare; gli scolari, anche se iscritti, alla data del censimento, alla prima elementare e le persone che hanno conseguito il certificato di proscioglimento, terza elementare fino al 1955, anno in cui tale certificato è stato abolito.-istat-) hanno coperto il 5% dei residenti con almeno 6 anni. 4 A livello regionale la classe di età ha un titolo superiore a quello dell obbligo (licenza media inferiore) nel 58% dei casi, di fronte al 35% della classe Possiamo ragionevolmente ritenere che tale disparità di valori valga in tutte le provincie della regione.

4 I grafici 2, 3 e 4 mostrano l evoluzione del livello d istruzione della popolazione residente ad Udine dal 1981 al Grafico 2: Ripartizione della popolazione dai 6 anni in su del Comune di Udine, secondo il titolo di studio più alto conseguito, anno 1951 A L F A B E T I S E N Z A T IT O L O 9 % A N A L F A B E T I 2 % L A U R E A 2 % D IP L O M A 8 % M E D IA _ IN F 1 3 % E L E M E N T A R E 6 6 % Fonte: ISTAT, censimento 1951 Grafico 3: Ripartizione della popolazione dai 6 anni in su del Comune di Udine, secondo il titolo di studio più alto conseguito, anno 1981 A L F A B E T I S E N Z A T IT O L O 1 0 % A N A L F A B E T I 0 % L A U R E A 5 % D IP L O M A 2 1 % E L E M E N T A R E 3 7 % M E D IA _ IN F 2 7 % Fonte: ISTAT, censimento 1981 Grafico 4: Ripartizione della popolazione dai 6 anni in su del Comune di Udine, secondo il titolo di studio più alto conseguito, anno 2001 Fonte: ISTAT, censimento 2001 ELEM ENTARE 21% AN ALFABETI 0.002% ALFABETI SENZA TITO LO 5% LAUREA 14% D IPLO M A 33% M EDIA_IN F 27%

5 Se consideriamo il livello d istruzione secondo il sesso i dati sono dal punto di vista percentuale sostanzialmente gli stessi, anche se tra le femmine oltre i sei anni di età predominano leggermente i titoli di studio inferiori (licenza elementare e media inferiore con il 54%). La minor percentuale ha dovuto al fatto che tra la popolazione femminile è elevata la presenza di over 65, che hanno un titolo di studio più basso. Vediamo ora come si distribuisce tra le classi di età il livello di istruzione attraverso l uso di opportuni indicatori: il tasso di non conseguimento della dell obbligo e l indice di conseguimento del diploma di media (secondaria) superiore. 5 Tabella 1: Tasso di non conseguimento della dell obbligo della classe di età per sesso. Sesso Zona geografica Maschi Femmine Totale Comune di Udine Provincia di Udine Friuli Venezia Giulia Fonte: ISTAT, censimento 2001 Dalla tabella 1 notiamo che il tasso di non conseguimento della dell obbligo del Comune di Udine è notevolmente inferiore a quelli di provincia e regione. Gli scarti sono attorno ai due punti percentuali, con maggior accentuazione per la componente femminile. Tabella 2: Indice di conseguimento del diploma di media (secondaria) superiore per sesso e classe di età. Sesso Classe di età Zona geografica Maschi Femmine Totale Comune di Udine anni e più Provincia di Udine Friuli Venezia Giulia Comune di Udine anni Provincia di Udine Friuli Venezia Giulia Comune di Udine anni Provincia di Udine Friuli Venezia Giulia Fonte: ISTAT, censimento 2001 La tabella 2, che mostra l andamento dell indice di conseguimento del diploma di superiore al variare delle classi di età, conferma che il grado d istruzione dei residenti del Comune di Udine è più elevato sia rispetto alla media provinciale sia a quella regionale. La classe più allargata (19 anni e più) ha ovviamente valori più bassi degli altri data la maggiore ampiezza della classe, ma nonostante ciò i valori del Comune di Udine sono superiori a quelli delle macroaree di riferimento. 5 Tasso di non conseguimento della dell obbligo: è dato dal rapporto tra la popolazione della classe di età anni, che non ha conseguito il diploma di media inferiore, ed il totale della popolazione della stessa classe di età. Indice di conseguimento del diploma di media (secondaria) superiore: è il rapporto percentuale avente a numeratore la popolazione della classe di età anni (oppure anni, oppure 19 anni e più), che ha conseguito almeno un diploma di media (secondaria) superiore della durata di 4 o 5 anni, e a denominatore il totale della popolazione della stessa classe di età.

6 Le persone in età sono le più istruite, in particolar modo le femmine che sopravanzano i maschi della stessa classe, in virtù di una maggiore percentuale di diplomati. Quest ultimo indicatore è quello che spiega l aumento del livello medio di istruzione, in quanto la classe età compresa tra i 19 ed i 34 anni presenta valori più elevati di quella successiva (35-44), confermando il fatto le nuove generazioni hanno conseguito mediamente titoli di studio più elevati dei precedenti. È probabile che in futuro il livello medio dell istruzione del Comune di Udine si attesti su valori elevati (universitari), ma va precisato che l invecchiamento della popolazione, caratterizzato da un calo della popolazione giovanile (più istruita), potrà attenuare questa tendenza, spostandola molto avanti nel tempo. Istruzione e lavoro I dati del censimento 2001 ci forniscono anche indicazioni sul grado di istruzione della popolazione che è occupata in un attività lavorativa, anche se disponiamo di un livello di dettaglio provinciale. Nonostante il Comune di Udine abbia denunciato nel 2001 percentuali di addetti nelle attività economiche diverse da quelle provinciali 6, possiamo ritenere i risultati della macroarea siano abbastanza indicativi anche per il capoluogo. Nel settore dei servizi c è la più elevata percentuale di laureati (13%), rispetto ad industria (4%) e agricoltura (3%), mentre il 62% degli addetti ha almeno un diploma di superiore 7. La predominanza di addetti con licenze di dell obbligo negli altri settori economici (53% nell industria e 68% nell agricoltura), dimostra che il terziario utilizza lavoratori con un più elevato grado d istruzione e fa supporre che i lavoratori residenti nel Comune di Udine (che, abbiamo visto, ha un elevatissima percentuale di addetti nel terziario) possiedano in gran parte titoli di studio medio alti. Grafico 5: Occupati della Provincia di Udine per titolo di studio, anno 2001 Fonte: ISTAT Censimento 2001 elementare 9% media inferiore o di avviamento 36% Nessun titolo di studio 0% Laurea 9% Diploma universitario o terziario di tipo non universitario 2% Diploma di secondaria superiore 44% Come si vede nel grafico 5, la maggior parte delle persone che svolge un attività lavorativa ha conseguito almeno un diploma di superiore (il 55%), mentre è irrisoria la presenza di persone senza titolo di studio (715 unità). Se consideriamo il titolo di studio in base alla posizione nella professione abbiamo una 6 77% nei servizi 6 (contro il 59% della provincia), 22% nell industria (contro il 37%) e 1% nell agricoltura (contro il 4%).

7 conferma di queste ultime percentuali per coloro i quali risultano dipendenti, che nel 2001 ammontavano nella Provincia di Udine al 73% delle persone occupate 8 con una maggior accentuazione dei diplomi di superiore (47%). Grafico 6: Lavoratori dipendenti o in posizione subordinata della Provincia di Udine per titolo di studio, anno 2001 elementare 7% media inferiore o di avviamento 35% Nessun titolo di studio 0% Laurea 9% Diploma universitario o terziario di tipo non universitario 2% Diploma di secondaria superiore 47% Fonte: ISTAT Censimento 2001 Anche se (Grafico 6) i laureati tra i dipendenti hanno quasi pareggiato coloro i quali hanno conseguito la licenza elementare 9 (al 7%), il livello d istruzione di chi risultava nel 2001 occupato era medio alto, visto che la maggioranza possedeva almeno un diploma di superiore. Grafico 7: Lavoratori in proprio della Provincia di Udine per titolo di studio, anno 2001 Nessun titolo di studio 1% elementare 20% media inferiore o di avviamento 45% Laurea 3% Diploma universitario o terziario di tipo non universitario 1% Diploma di secondaria superiore 30% Fonte: ISTAT Censimento 2001 Come si vede nel grafico 7, la situazione dei lavoratori in proprio 10 decisamente sbilanciata verso i titoli di studio meno elevati. (il 15% del totale degli occupati) è 7 il 46% degli addetti dei servizi ha conseguito un diploma di superiore, mentre il 3% ha un diploma universitario o terziario. 8 Pari a unità. 9 Questo dato non deve trarre comunque in inganno perché nel 2001, la posizione lavorativa preminente dei laureati era quella dipendente o subordinata (72%), seguita a congrua distanza (21%) da quella di imprenditore o libero professionista.

8 Grafico 8: Imprenditori e liberi professionisti della Provincia di Udine per titolo di studio, anno 2001 media inferiore o di avviamento 20% elementare 7% Nessun titolo di studio 0% Laurea 25% Diploma universitario o terziario di tipo non universitario 2% Diploma di secondaria superiore 46% Fonte: ISTAT Censimento 2001 I laureati hanno maggior peso tra gli imprenditori e liberi professionisti della Provincia di Udine 11 (grafico 8), anche se tra di loro è più alto il numero di coloro che hanno conseguito il diploma di superiore (8011 unità). Suddividendo per sesso gli occupati, vediamo che le femmine disponevano nel 2001 mediamente di un titolo di studio più elevato dei maschi: il 58% delle lavoratrici aveva conseguito almeno un diploma di superiore (le laureate raggiungevano il 10%), contro il 53% dei maschi (9% i laureati). Questo risultato è dovuto forse alla minor peso delle lavoratrici in proprio 12 (categoria, come abbiamo visto a più basso livello d istruzione), ed alla maggiore presenza di laureate e diplomate nelle posizioni professionali di dipendenza o subordinate Lavoratore in proprio: chi gestisce un azienda (agricola, artigiana, industriale etc.) partecipandovi col proprio lavoro manuale. Vi fanno parte anche gestori di pubblici esercizi, negozi e anche i coltivatori diretti. Gli imprenditori invece gestiscono in proprio un impresa senza parteciparvi manualmente. 11 Non molto nutrita in provincia di Udine, visto che era nel 2001 pari al 8% % contro il 18% degli occupati maschi. 13 Tra le occupate della Provincia di Udine è bassa la propensione ad un lavoro autonomo, visto che le imprenditrici/libere professioniste sono il 5% del totale delle occupate, mentre le dipendenti raggiungono la percentuale del 79%.

9 Grafico 9: Occupate dipendenti o in posizione subordinata in attività lavorativa della Provincia di Udine per titolo di studio, anno 2001 elementare 6% media inferiore o di avviamento 31% Nessun titolo di studio 0% Laurea 11% Diploma universitario o terziario di tipo non universitario 3% Diploma di secondaria superiore 49% Fonte: ISTAT Censimento 2001 Il grafico 9 mostra le percentuali per titolo di studio delle lavoratrici dipendenti in provincia di Udine ed evidenzia il forte numero di diplomate nella superiore. Gli occupati maschi dipendenti o in posizione subordinata hanno invece una minor percentuale di titoli medio alti (55%, a fronte del 63% delle donne). Questa tendenza è stata rilevata anche nelle posizioni professionali a più alta qualifica d istruzione, come nella categoria imprenditoriale (e liberi professionisti), in cui i laureati maschi rappresentano il 24% della categoria, mentre le femmine raggiungono il 30% Tra le imprenditrici / libere professioniste è minore però la percentuale di diplomate nella superiore (39%), contro il 48% dei maschi.

10 Le scuole nel Comune di Udine Chiudiamo la relazione con una breve analisi dell andamento delle iscrizioni alle scuole di Udine (dell università ce ne occupiamo in un altro capitolo dell Annuario), per vedere se sono correlate con l incremento del livello medio d istruzione da noi visto nelle pagine precedenti. Grafico 10: Iscrizioni alle scuole del Comune di Udine, anni elementari medie inferiori medie superiori Fonte: Segreterie scolastiche e circoli didattici degli istituti scolastici del Comune di Udine Come si vede dal grafico 10 l andamento delle iscrizioni agli istituti scolastici di Udine degli ultimi 10 anni è risultato diverso in base alla tipologia degli stessi: sostanzialmente costanti sono risultate le iscrizioni alle scuole dell obbligo, mentre più variabili sono state quelle relative alle scuole superiori. È probabile l andamento relativo alla secondaria sia dovuto a fattori demografici visto la relativa curva delle iscrizioni ripercorre quella della popolazione della classe di età del Comune di Udine e della provincia, che è il bacino di utenza delle scuole del capoluogo friulano. Se ci concentriamo sugli istituti superiori vediamo che nel 2004 le iscrizioni sono state leggermente inferiori a quelle del 1995, ma è mutata la loro composizione percentuale, visto che, come vedremo nei grafici seguenti, c è stato negli ultimi anni un aumento di interesse degli studenti verso scuole che (come il liceo scientifico) garantiscono un migliore accesso all università.

11 Grafico 11: Iscrizioni alle scuole del Comune di Udine per tipologia di corso, anno 1995 tecnico per geometri 6% tecnico per il turismo 1% d'arte 6% ginnasio 6% tecnico industriale 16% tecnico commerciale 20% scientifico 15% 23% magistrale 7% Fonte: Segreterie scolastiche e circoli didattici degli istituti scolastici del Comune di Udine Grafico 12: Iscrizioni alle scuole del Comune di Udine per tipologia di corso, anno 2004 tecnico per geometri 3% tecnico industriale 16% tecnico per il turismo 2% d'arte 8% ginnasio 5% magistrale 11% tecnico commerciale 14% scientifico 20% totale 21% Fonte: Segreterie scolastiche e circoli didattici degli istituti scolastici del Comune di Udine Possiamo rilevare dai grafici 11 e 12 come l istituto tecnico per geometri abbia perso tre punti percentuali in dieci anni, mentre quello tecnico commerciale abbia avuto una diminuzione di sei punti. Lieve il calo del ginnasio (-1%) e degli istituti professionali (-2%), i quali ultimi però hanno accusato una maggiore perdita in termini assoluti (-646). Ha tenuto l istituto tecnico industriale e sono aumentati l istituto magistrale (+4%) ed il liceo scientifico (+5%), a dimostrazione di una maggiore attenzione per scuole che sono forse adeguati trampolini di lancio per l università.

12 Riportiamo le definizioni ISTAT del grado di istruzione, vale a dire il più alto titolo di studio conseguito in qualsiasi (pubblica o privata, italiana o straniera, anche all'estero) e non alla più alta classe o al più alto corso frequentato con successo: Analfabeti - sono coloro che hanno dichiarato di non sapere leggere o scrivere. Alfabeti privi di titoli di studio - sono coloro che hanno dichiarato di sapere leggere e scrivere, pur non avendo conseguito la licenza elementare. elementare - corrisponde al completamento del primo livello dell'istruzione di base. media inferiore o di avviamento - corrisponde al completamento del secondo livello dell'istruzione di base. Diploma di secondaria superiore - comprende il Diploma scolastico di qualifica che si consegue al termine di un ciclo di studi secondari superiori della durata di 2 o 3 anni che non permette l'accesso ad un corso di studi universitari e il Diploma di maturità o esame di Stato che si consegue al termine di un ciclo di studi secondari superiori della durata di 4 o 5 anni che permette l'accesso ad un corso di studi universitari. Diploma terziario di tipo non universitario - si consegue dopo un corso di studi non universitari di varia durata. Per accedere a tali corsi è necessario essere in possesso del diploma di secondaria superiore. Diploma universitario - titolo di studio rilasciato al termine di un corso di diploma universitario o conseguito presso Scuole parauniversitarie o Scuole dirette a fini speciali dopo un corso di studi di durata non inferiore a 2 anni e non superiore a 3. Per accedere a tali corsi è necessario essere in possesso di un diploma di secondaria superiore. Laurea - titolo di studio che si consegue dopo un corso di studi universitari di durata non inferiore a 4 anni e non superiore a 6. Per accedere a tali corsi è necessario essere in possesso del diploma di secondaria superiore. Specializzazione - si consegue successivamente alla laurea, al termine di un corso di studi di durata non inferiore a 2 anni, finalizzato alla formazione di specialisti in settori professionali determinati. Dottorato - si consegue successivamente alla laurea, al termine di un corso di studi e di ricerca personale non inferiore a 3 anni, finalizzato all'approfondimento dell'indagine scientifica e della metodologia di ricerca nel rispettivo settore.

COMUNE DI UDINE. Dipartimento Programmazione Risorse finanziarie e patrimoniali - Politiche di acquisto U. Org. Studi e Statistica U.S.

COMUNE DI UDINE. Dipartimento Programmazione Risorse finanziarie e patrimoniali - Politiche di acquisto U. Org. Studi e Statistica U.S. COMUNE DI UDINE Dipartimento Programmazione Risorse finanziarie e patrimoniali - Politiche di acquisto U. Org. Studi e Statistica U.S. Studi ISTRUZIONE 1951-1991 COMUNE DI UDINE U.O. Studi e Statistica

Dettagli

Il pendolarismo nel Comune di Udine Dati censuari

Il pendolarismo nel Comune di Udine Dati censuari COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali Unità Organizzativa Studi e Statistica Il pendolarismo nel Comune di Udine Dati censuari A cura di: Dr. Daniele Paolitti Hanno collaborato: Dr. Rosangela Dominici

Dettagli

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5.1 DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 82 Sono più spesso le donne ad intraprendere gli studi universitari A partire

Dettagli

A n a l i s i s i n t e t i c a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e

A n a l i s i s i n t e t i c a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali U. Org. Studi e Statistica LE ATTIVITÀ ECONOMICHE NEL COMUNE DI UDINE 2006 A n a l i s i s i n t e t i c a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s

Dettagli

G R A D O D I I S T R U Z I O N E

G R A D O D I I S T R U Z I O N E 1 GRADO DI ISTRUZIONE Italia, Regione Puglia, Provincia di Bari e città di Bari e Conversano (BA) CENSIMENTI: 1951 / 2001 Indagine statistica di VINCENZO D APRILE ********** Quasi un miliardo di persone,

Dettagli

Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001

Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001 Grado di istruzione della popolazione faentina residente al Censimento 2001 Sintesi del rapporto Possiamo affermare di essere un popolo più istruito rispetto al 1991. Aumentano le persone in possesso del

Dettagli

sistema statistico nazionale Milano dati Serie economia e lavoro 12 Le Forze di Lavoro nel Comune di Milano 2004-2006

sistema statistico nazionale Milano dati Serie economia e lavoro 12 Le Forze di Lavoro nel Comune di Milano 2004-2006 sistema statistico nazionale Milano dati Serie economia e lavoro 12 Le Forze di Lavoro nel Comune di Milano 2004-2006 A cura di: Flavio Necchi, Paolo Mariani, Biancamaria Zavanella, Paolo Pavanati Elaborazioni

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole Secondarie di II grado. Anno scolastico 2009 2010. Comune di Milano. - Dati di sintesi -

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole Secondarie di II grado. Anno scolastico 2009 2010. Comune di Milano. - Dati di sintesi - Milano Settore Statistica e S.I.T. Scuole Secondarie di II grado Anno scolastico 2009 2010 Comune di Milano - Dati di sintesi - A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati: Ugo Rosario Maria David

Dettagli

Focus I giovani e il mercato del lavoro

Focus I giovani e il mercato del lavoro Focus I giovani e il mercato del lavoro Per trovare lavoro conviene proseguire gli studi dopo il diploma Nel 2008 77 giovani (25-34 anni) su 100 lavorano o cercano un lavoro (tasso di attività); al sono

Dettagli

7ISTRUZIONE E FORMAZIONE

7ISTRUZIONE E FORMAZIONE 7ISTRUZIONE E FORMAZIONE Nell anno scolastico 2012/2013 gli studenti iscritti nelle scuole di diverso grado e ordine sono quasi nove milioni, circa 17.500 in meno rispetto al precedente anno. Gli alunni

Dettagli

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza Numero 1 Si riporta di seguito una sintesi dei dati sul sistema dell Alta Formazione Artistica e Musicale in riferimento all anno accademico 2005/2006. Essa è il risultato dell ultima delle rilevazioni

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO La laurea riduce la probabilità di rimanere disoccupati dopo i 35 anni L istruzione si rivela sempre un buon investimento a tutela della disoccupazione.

Dettagli

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Maggio 2012 Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Introduzione e sintesi Da qualche anno il tema della bassa presenza di donne nei consigli d amministrazione delle

Dettagli

I diplomati e lo studio Anno 2007

I diplomati e lo studio Anno 2007 12 novembre 2009 I diplomati e lo studio Anno 2007 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. + 39 06 4673 2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673 3106 Informazioni e chiarimenti

Dettagli

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 27 marzo 2006 La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. +

Dettagli

Le trasformazioni del vivere: il lavorare delle donne

Le trasformazioni del vivere: il lavorare delle donne Le trasformazioni del vivere: il lavorare delle donne Alberto Zuliani Presidente dell Istat UNO Il percorso formativo Licenza media si iscrivono al 1 anno delle superiori 133 Qualifica professionale 1.000

Dettagli

Giovani, scuola e crisi in Piemonte. Progetto giovani carla nanni

Giovani, scuola e crisi in Piemonte. Progetto giovani carla nanni Giovani, scuola e crisi in Piemonte Progetto giovani carla nanni I giovani in obbligo di istruzione/formativo Descrizione della partecipazione dei giovani in obbligo di istruzione e formazione prima e

Dettagli

Appendice Statistica

Appendice Statistica REGIONE CALABRIA Dipartimento Istruzione, Università, Alta Formazione, Innovazione e Ricerca Osservatorio Regionale sull Istruzione e il Diritto allo Studio Dieci anni di scuola calabrese Appendice Statistica

Dettagli

Reggio Calabria. I numeri del comune. Abitanti* 184.937 559.759 Superficie (km 2 ) 239,04 3.210,37 Densità (ab. per km 2 ) 773,66 174,36

Reggio Calabria. I numeri del comune. Abitanti* 184.937 559.759 Superficie (km 2 ) 239,04 3.210,37 Densità (ab. per km 2 ) 773,66 174,36 Rapporto Urbes Il benessere equo e sostenibile nelle città Reggio Calabria I numeri del comune Capoluogo Abitanti*.97 9.79 Superficie (km ) 9,.,7 Densità (ab. per km ) 77, 7, * al.. Numero Addetti unità

Dettagli

Gli adulti all università

Gli adulti all università 13. Gli adulti all università La riforma universitaria ha allargato soprattutto nei primi anni di applicazione - la presenza degli studenti universitari immatricolati dopo i 19 anni. I laureati immatricolati

Dettagli

I LAUREATI DELLA PROVINCIA DI UDINE NEL PERIODO 2000-2003

I LAUREATI DELLA PROVINCIA DI UDINE NEL PERIODO 2000-2003 COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali Unità Organizzativa Studi e Statistica I LAUREATI DELLA PROVINCIA DI UDINE NEL PERIODO 2000-2003 Breve analisi quantitativa sui residenti nella provincia di

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA In questa analisi vengono presi in esame i dati relativi alle comunicazioni obbligatorie pervenute al Sistema Informativo Lavoro

Dettagli

Investimento in formazione e inserimento nel mercato del lavoro

Investimento in formazione e inserimento nel mercato del lavoro Investimento in formazione e inserimento nel mercato del lavoro Le Linee guida per la formazione nel 2010 e il rilancio dei contratti a contenuto formativo Roma, 6 maggio 2010 Emmanuele Massagli Ricercatore

Dettagli

MATEMATICO FINANZIARIO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

MATEMATICO FINANZIARIO STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? MATEMATICO FINANZIARIO STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara i MATEMATICI FINANZIARI è Scienze Matematiche

Dettagli

COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali Unità Organizzativa Studi e Statistica

COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali Unità Organizzativa Studi e Statistica COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali Unità Organizzativa Studi e Statistica IL MERCATO DEL LAVORO QUADRO LOCALE Sintesi dei dati 26 IL MERCATO DEL LAVORO QUADRO LOCALE S i n t e s i d e i d a t

Dettagli

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza. Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012

ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza. Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012 ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E POST-DIPLOMA: incontri con i laureati e i mestieri della conoscenza Centro per l Impiego di Empoli, maggio 2012 IL MERCATO DEL LAVORO IN ITALIA -1 Alcune definizioni: 2 Tasso

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Segretariato Generale I GIOVANI IN ITALIA Luglio 2010 1 Rapporto curato da: G. Coccia gcoccia@lavoro.gov.it B. Rossi brossi@lavoro.gov.it Sul sito http://www.lavoro.gov.it

Dettagli

4 I LAUREATI E IL LAVORO

4 I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO La laurea riduce la probabilità di rimanere disoccupati dopo i 30 anni L istruzione si rivela sempre un buon investimento a tutela della disoccupazione.

Dettagli

ANALFABETISMO Italia - Censimento 2001 Cinque Grandi Ripartizioni Geografiche e Venti Regioni Indagine statistica di VINCENZO D APRILE

ANALFABETISMO Italia - Censimento 2001 Cinque Grandi Ripartizioni Geografiche e Venti Regioni Indagine statistica di VINCENZO D APRILE 1 ANALFABETISMO Cinque Grandi Ripartizioni Geografiche e Venti Regioni Indagine statistica di VINCENZO D APRILE ********************* In un recente lavoro per la Rivista Telematica Educazione&Scuola, analizzando

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1) GLI STUDENTI UNIVERSITARI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1 Nell anno accademico 2003/2004 i riminesi iscritti a Corsi di Laurea (vecchio e nuovo

Dettagli

5. IL PC E INTERNET NELLE DIVERSE TIPOLOGIE FAMILIARI

5. IL PC E INTERNET NELLE DIVERSE TIPOLOGIE FAMILIARI 5. IL PC E INTERNET NELLE DIVERSE TIPOLOGIE FAMILIARI 5.1 Considerazioni generali Il livello di informatizzazione delle famiglie toscane è stato esaminato, oltre che sulla base del territorio, anche tenendo

Dettagli

Capitolo 1 I dati in sintesi

Capitolo 1 I dati in sintesi Capitolo 1 I dati in sintesi 1.1 - Le sedi Nell anno scolastico 2006/07 gli istituti scolastici coinvolti nell istruzione degli adulti sono stati 1.403. Il presente rapporto è però realizzato utilizzando

Dettagli

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2009 2010.

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2009 2010. Milano Settore Statistica e S.I.T. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado Anno scolastico 2009 2010 Comune di Milano - Dati di sintesi - A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati:

Dettagli

UGO MORETTI umoretti@regione.lazio.it

UGO MORETTI umoretti@regione.lazio.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail Nazionalità Data di nascita INFORMAZIONI RELATIVE AL RUOLO RICOPERTO ISTRUZIONE E FORMAZIONE ATTIVITÀ ACCADEMICA CONCORSI PUBBLICI UGO MORETTI

Dettagli

6.1 L occupazione femminile

6.1 L occupazione femminile 6.1 L occupazione femminile E oramai noto come la presenza femminile sul mercato del lavoro sia notevolmente cresciuta nell ultimo decennio. La società in trasformazione ha registrato così un importante

Dettagli

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado Scheda D.I.Ter N. 9/aggiornamento a giugno 2013 Allievi stranieri a scuola in Piemonte. Aggiornamento 2012 La crescita del numero di allievi stranieri in Piemonte è proseguita nell anno scolastico 2011/12

Dettagli

Uno sguardo sull istruzione: Indicatori dell OCSE 2012

Uno sguardo sull istruzione: Indicatori dell OCSE 2012 SCHEDA PAESE Uno sguardo sull istruzione: Indicatori dell OCSE 2012 PRINCIPALI CONCLUSIONI ITALIA I tassi d iscrizione all università sono aumentati dopo che l Italia ha introdotto una nuova struttura

Dettagli

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community.

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUSEK WP N. 2 ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUNICIPALITY OF RAVENNA Maggio 2007 Sommario Il Comune di RAVENNA...Errore. Il segnalibro non è definito. 1 L

Dettagli

L inserimento professionale dei dottori di ricerca

L inserimento professionale dei dottori di ricerca 14 dicembre 2010 L inserimento professionale dei dottori di ricerca Anno 2009-2010 Tra dicembre 2009 e febbraio 2010 l Istat ha svolto per la prima volta l indagine sull inserimento professionale dei dottori

Dettagli

I giovani e il mondo del lavoro

I giovani e il mondo del lavoro I giovani e il mondo del lavoro Agosto 2015 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Presidenza della Regione Direzione generale Servizio programmazione, pianificazione strategica, controllo di gestione

Dettagli

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano Roma, 8 maggio 2014 www.lavoro.gov.it www.integrazionemigranti.gov.it www.italialavoro.it Indice: 1. Presenza e caratteristiche socio-demografiche della

Dettagli

La lingua italiana, i dialetti e le lingue straniere

La lingua italiana, i dialetti e le lingue straniere 20 aprile 2007 La italiana, i dialetti e le lingue straniere Anno 2006 Le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana delle famiglie.

Dettagli

Statistiche delle scuole secondarie superiori

Statistiche delle scuole secondarie superiori SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Statistiche delle scuole secondarie superiori Anno scolastico 1998-99 A cura di:

Dettagli

A n a l i s i q u a n t i t a t i v a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e d e m o g r a f i c h e

A n a l i s i q u a n t i t a t i v a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e d e m o g r a f i c h e COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali U. Org. Studi e Statistica U.S. Studi CIRCOSCRIZIONI 2004 A n a l i s i q u a n t i t a t i v a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e

Dettagli

8. Occupazione e forze di lavoro

8. Occupazione e forze di lavoro 8. Occupazione e forze di lavoro Dall Indagine continua sulle forze di lavoro condotta dall Istat risulta che nel 2005 erano occupate, a Roma, 1.086.092 persone, mentre a livello provinciale gli occupati,

Dettagli

Terzo settore. risorsa economica e sociale del VCO

Terzo settore. risorsa economica e sociale del VCO risorsa economica e sociale del VCO TERZO SETTORE: risorsa economica e sociale per il territorio Il censimento 2011, a 10 anni di distanza dal precedente, ci restituisce informazioni che mettono in luce

Dettagli

ASSE IV CAPITALE UMANO

ASSE IV CAPITALE UMANO ASSE IV CAPITALE UMANO 1.PERCORSI FORMATIVI E SERVIZI SUCCESSIVI AL CONSEGUIMENTO DELL OBBLIGO Attività SCOLASTICO FINO A 16 ANNI, RIVOLTI ALL ACQUISIZIONE DI UNA QUALIFICA 2. PERCORSI FORMATIVI ANCHE

Dettagli

Indagine occupazionale dei laureati e laureati specialistici del Politecnico di Milano usciti nell anno 2007

Indagine occupazionale dei laureati e laureati specialistici del Politecnico di Milano usciti nell anno 2007 Indagine occupazionale dei laureati e laureati specialistici del Politecnico di Milano usciti nell anno 2007 Indice 1. La popolazione dei laureati 2007 a. i laureati triennali, b. i laureati specialistici

Dettagli

Graf. 1 - Totale corsi per adulti ripartiti per tipologia 18,16% CPC (Tot. 3.400) CILS (Tot. 3.209) CBM (Tot. 12.112)

Graf. 1 - Totale corsi per adulti ripartiti per tipologia 18,16% CPC (Tot. 3.400) CILS (Tot. 3.209) CBM (Tot. 12.112) 1.4 - I Corsi Complessivamente i corsi per adulti attivati nell a.s. 26/7 sono stati 18.721 1, così ripartiti: 3.4 corsi del primo ciclo di istruzione (pari al 18,16% del totale), 3.29 corsi a favore di

Dettagli

OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO TERRITORIALE AREA DIPENDENZA DA ALCOL. - Monitoraggio epidemiologico 2004-2012 -

OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO TERRITORIALE AREA DIPENDENZA DA ALCOL. - Monitoraggio epidemiologico 2004-2012 - OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO TERRITORIALE AREA DIPENDENZA DA ALCOL - Monitoraggio epidemiologico 2004-2012 - A cura dell Osservatorio Epidemiologico Territoriale delle Dipendenze, ASL di Brescia OSSERVATORIO

Dettagli

RAPPORTO DI MONITORAGGIO 2012

RAPPORTO DI MONITORAGGIO 2012 ISTRUZIONE DEGLI ADULTI RAPPORTO DI MONITORAGGIO 2012 La redazione del rapporto di sintesi è realizzata dalla sezione Istruzione degli Adulti di Indire. Direzione: Flaminio Galli Coordinamento ed elaborazione:

Dettagli

Note brevi. Il Rapporto Giovani,imprese e lavoro 2013 1. L economia reale attraverso il contributo dei giovani

Note brevi. Il Rapporto Giovani,imprese e lavoro 2013 1. L economia reale attraverso il contributo dei giovani Note Brevi vi danno appuntamento alla seconda metà di Gennaio 2014 Note brevi n 14 / Dicembre 2013 www.cslegacoop.coop centrostudi@legacoop.coop Il Rapporto Giovani,imprese e lavoro 2013 1 L economia reale

Dettagli

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco della vita svolgono un ruolo capitale nello sviluppo

Dettagli

- Il contesto delle politiche - IL CONTESTO DELLE POLITICHE

- Il contesto delle politiche - IL CONTESTO DELLE POLITICHE IL CONTESTO DELLE POLITICHE Quadro demografico La distribuzione della popolazione sul territorio regionale non é omogenea: il 28,7% della popolazione si concentra nel capoluogo di Aosta, unico comune ad

Dettagli

CHIMICO CLINICO FORENSE E DELLO SPORT STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

CHIMICO CLINICO FORENSE E DELLO SPORT STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? CHIMICO CLINICO FORENSE E DELLO SPORT STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara i CHIMICI FORENSI è Scienze

Dettagli

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Ufficio Statistica 8 OSSERVATORIO ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Coordinamento: Dott.ssa Rossella Salvi Rilevazione ed elaborazione dati: Nicola Loda Fonte:

Dettagli

Tabella per l'analisi dei risultati

Tabella per l'analisi dei risultati Vai a... UniCh Test V_Statistica_Eliminatorie Quiz V_Statistica_Eliminatorie Aggiorna Quiz Gruppi visibili Tutti i partecipanti Info Anteprima Modifica Risultati Riepilogo Rivalutazione Valutazione manuale

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA

LA POVERTÀ IN ITALIA 15 luglio 2011 Anno 2010 LA POVERTÀ IN ITALIA La povertà risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2009: l 11,0% delle famiglie è relativamente povero e il 4,6% lo è in termini assoluti. La soglia di

Dettagli

La fotografia dell occupazione

La fotografia dell occupazione La fotografia dell occupazione La dimensione aziendale Come osservato precedentemente in Veneto il 97,3% delle imprese ha un numero di addetti inferiore a 19 e raccoglie il 60,5% del totale degli occupati

Dettagli

ANALISI SOCIO DEMOGRAFICA

ANALISI SOCIO DEMOGRAFICA GRUPPO: 62 Chessa Giorgio 33045 Crescimbeni Ivan 32797 Ghisu Federico 32721 Comune di Cagliari Analisi sulla popolazione scolastica Studio del pendolarismo Studio della dispersione scolastica nelle scuole

Dettagli

Indagine Confindustria sul Mercato del Lavoro

Indagine Confindustria sul Mercato del Lavoro Centro Studi Unindustria & CSC Indagine Confindustria sul Mercato del Lavoro Novembre 2013 SOMMARIO L Indagine Occupazione Assenze Retribuzioni 1 L Indagine Imprese associate al Sistema Confindustria Struttura

Dettagli

Cosa ci dicono le statistiche sull università

Cosa ci dicono le statistiche sull università Cosa ci dicono le statistiche sull università di Ruggero Paladini Una prima ricognizione sui dati dell Ufficio statistica del Ministero Università e Ricerca,che riguardano studenti, laureati, docenti di

Dettagli

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA 5 ISTRUZIONE In questo capitolo sono presentati i dati sull istruzione scolastica ed universitaria, i dati provengono dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca, che ora accorpa il

Dettagli

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche

Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Leggere le migrazioni: analisi delle fonti statistiche Deborah Erminio Synesis Ricerca sociale, monitoraggio e valutazione E-mail: synesis@fastwebnet.it I migranti: chi dovremmo contare? Come conteggiamo

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

Matricole, fuori corso, laureati:

Matricole, fuori corso, laureati: Matricole, fuori corso, laureati: i numeri dell università Perché la riforma universitaria In Italia ci sono ancora pochi laureati. È quanto sentiamo ripetere spesso quando si discute del livello di istruzione

Dettagli

B1 occupazione e livello d'istruzione: piu' istruite, piu' occupate

B1 occupazione e livello d'istruzione: piu' istruite, piu' occupate B1 occupazione e livello d'istruzione: piu' istruite, piu' occupate Malgrado l occupazione femminile abbia registrato a partire dall inizio del 2000 un forte incremento, segnando tassi di crescita annui

Dettagli

I NUMERI DELLE DONNE

I NUMERI DELLE DONNE 1. Scuola secondaria di I grado - Studenti iscritti per genere - Anno scolastico 2008/2009. Provincia di Milano (v.a.) 2. Scuola secondaria di II grado - Studenti iscritti per genere - Anno scolastico

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Monitoraggio Nazionale dell offerta formativa per Adulti Rapporto di Sintesi per l annualità 2010/11

Monitoraggio Nazionale dell offerta formativa per Adulti Rapporto di Sintesi per l annualità 2010/11 1 Hanno collaborato alla ricerca: Area Tematica 4 Sviluppo e trasformazione del sistema e del curricolo Progetto: Istruzione degli Adulti (IdA): Gruppo di lavoro: Coordinamento: Antonella Zuccaro Risorse:

Dettagli

Le competenze in scienze degli studenti del Friuli Venezia Giulia

Le competenze in scienze degli studenti del Friuli Venezia Giulia Le competenze in scienze degli studenti del Friuli Venezia Giulia Servizio statistica luglio 2008 Servizio statistica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34100 Trieste telefono:

Dettagli

Percorsi e storie d impresa a Roma

Percorsi e storie d impresa a Roma Percorsi e storie d impresa a Roma Esperienze, valutazioni e prospettive degli imprenditori stranieri Sintesi dei principali risultati Indagine realizzata attraverso la somministrazione telefonica o diretta

Dettagli

Bolzano/Bozen. I numeri del comune. Abitanti* 105.713 515.714 Superficie (km 2 ) 52,29 7.398,38 Densità (ab. per km 2 ) 2.

Bolzano/Bozen. I numeri del comune. Abitanti* 105.713 515.714 Superficie (km 2 ) 52,29 7.398,38 Densità (ab. per km 2 ) 2. Rapporto Urbes Il benessere equo e sostenibile nelle città Bolzano/Bozen I numeri del comune Capoluogo Abitanti*.7.7 Superficie (km ),9 7.98,8 Densità (ab. per km )., 9,7 * al.. Numero Addetti unità locali

Dettagli

ISTITUZIONI E SVILUPPO La programmazione dei fondi strutturali 2007-2013 2013 in Calabria e le politiche per i giovani

ISTITUZIONI E SVILUPPO La programmazione dei fondi strutturali 2007-2013 2013 in Calabria e le politiche per i giovani ISTITUZIONI E SVILUPPO La programmazione dei fondi strutturali 2007-2013 2013 in Calabria e le politiche per i giovani Università della Calabria 25 marzo 2008 Dott. Alfredo Fortunato Quarta Parte Le politiche

Dettagli

Premessa. 1 Tutte le tabelle presentate nella relazione relative al contesto demografico fanno riferimento ai dati ISTAT rilevabili nel sito

Premessa. 1 Tutte le tabelle presentate nella relazione relative al contesto demografico fanno riferimento ai dati ISTAT rilevabili nel sito L autore Premessa A P 1 Tutte le tabelle presentate nella relazione relative al contesto demografico fanno riferimento ai dati ISTAT rilevabili nel sito http://demo.istat.it/altridati/indicatori/index.html;

Dettagli

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono 1 Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono presentati sul mercato del lavoro. Tali informazioni provengono

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità L integrazione scolastica degli alunni con disabilità dati statistici A.S. 2012/2013 (ottobre 2013) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati a ottobre 2013. I dati elaborati e qui pubblicati

Dettagli

quarto ciclo di incontri per conoscere le professioni

quarto ciclo di incontri per conoscere le professioni COSTRUIRE IL FUTURO: PROFESSIONI E INNOVAZIONE quarto ciclo di incontri per conoscere le professioni Il mondo della STATISTICA: 30 novembre 2007 A cura di Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia

Dettagli

LA FORMAZIONE POST-LAUREA 1

LA FORMAZIONE POST-LAUREA 1 Università Ricerca AFAM Numero 10 LA FORMAZIONE POST-LAUREA 1 Gli studenti che dopo aver conseguito la laurea proseguono nella loro formazione sono in costante crescita e si aggirano attualmente intorno

Dettagli

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005 Luglio 2005 Il territorio, l'ambiente e il clima e : Indice Il territorio L'ambiente e la climatologia Il profilo demografico della popolazione La popolazione residente e le famiglie Il movimento naturale

Dettagli

Sistema di indicatori sulle carriere accademiche degli studenti

Sistema di indicatori sulle carriere accademiche degli studenti Sistema di indicatori sulle carriere accademiche degli studenti Premessa: finalità e obiettivi La necessità di disporre di dati relativi alle carriere accademiche degli studenti e ai risultati delle attività

Dettagli

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e 1 L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e secondo livello di tutti i 64 atenei aderenti al Consorzio, che rappresentano circa l 80% del complesso dei laureati

Dettagli

Bari. I numeri del comune. Abitanti* 322.751 1.261.964 Superficie (km 2 ) 117,39 3.862,88 Densità (ab. per km 2 ) 2.749,4 326,69

Bari. I numeri del comune. Abitanti* 322.751 1.261.964 Superficie (km 2 ) 117,39 3.862,88 Densità (ab. per km 2 ) 2.749,4 326,69 Rapporto Urbes 1 Il benessere equo e sostenibile nelle città Bari I numeri del comune Capoluogo Abitanti*.71 1.1.9 Superficie (km ) 117,9.8,88 Densità (ab. per km ).79,,9 * al 1.1.1 Numero Addetti unità

Dettagli

LA REVISIONE ANAGRAFICA

LA REVISIONE ANAGRAFICA LA REVISIONE ANAGRAFICA Allineamento tra popolazione anagrafica e popolazione calcolata post Censimento 2011 Indice Premessa... 3 XV Censimento della popolazione e delle abitazioni 2011... 3 La revisione

Dettagli

Indagine sul Commercio Elettronico

Indagine sul Commercio Elettronico Definizione dei target e delle abitudini di acquisto degli individui acquirenti http://research.onetone.it/ FEBBRAIO 2003 OBIETTIVI DEL LAVORO L obiettivo della seguente indagine è stato di delineare le

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

Capitolo 7. Istruzione

Capitolo 7. Istruzione Capitolo 7 Istruzione 7. Istruzione Le rilevazioni dei dati statistici relativi ai diversi livelli dell istruzione, sia per quanto riguarda la formazione scolastica sia per quanto attiene all istruzione

Dettagli

I destinatari del programma Youth Guarantee in Abruzzo

I destinatari del programma Youth Guarantee in Abruzzo I destinatari del programma Youth Guarantee in Abruzzo Aggiornamento dei dati al 2013 (16 aprile 2014, ver. 0.3) APRILE 2014 Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego 2012-2014 Area

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

Istruttoria legislativa sulla proposta di legge su incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (C.2079)

Istruttoria legislativa sulla proposta di legge su incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (C.2079) Istruttoria legislativa sulla proposta di legge su incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (C.2079) AUDIZIONE DELLA SVIMEZ c/o Camera dei Deputati Commissione VIª: Finanze INDICE DELL

Dettagli

Forlì. I numeri del comune. Abitanti* 118.359 396.636 Superficie (km 2 ) 228,2 2.378,4 Densità (ab. per km 2 ) 518,66 166,77

Forlì. I numeri del comune. Abitanti* 118.359 396.636 Superficie (km 2 ) 228,2 2.378,4 Densità (ab. per km 2 ) 518,66 166,77 Rapporto Urbes Il benessere equo e sostenibile nelle città Forlì I numeri del comune Capoluogo Abitanti* 8.9 9. Superficie (km ) 8,.78, Densità (ab. per km ) 8,,77 * al.. Numero Addetti unità locali Imprese*.9.

Dettagli

Breve nota informativa a cura dell OSSERVATORIO REGIONALE PER L UNIVERSITA E IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO

Breve nota informativa a cura dell OSSERVATORIO REGIONALE PER L UNIVERSITA E IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO Il profilo e gli esiti occupazionali dei laureati al Politecnico di Torino 1 Il profilo e gli esiti occupazionali dei laureati al Politecnico di Torino Breve nota informativa a cura dell OSSERVATORIO REGIONALE

Dettagli

I LIVELLI RETRIBUTIVI DEI DIPENDENTI STRANIERI e i differenziali con gli italiani

I LIVELLI RETRIBUTIVI DEI DIPENDENTI STRANIERI e i differenziali con gli italiani I LIVELLI RETRIBUTIVI DEI DIPENDENTI STRANIERI e i differenziali con gli ITALIA II trimestre 2009 Ottobre 2009 Livelli retributivi dei in Italia La presenza straniera nel nostro Paese è in continua evoluzione

Dettagli

Torino. I numeri del comune. Abitanti* 902.137 2.297.917 Superficie (km 2 ) 130,01 6827,0 Densità (ab. per km 2 ) 6.938,92 336,59

Torino. I numeri del comune. Abitanti* 902.137 2.297.917 Superficie (km 2 ) 130,01 6827,0 Densità (ab. per km 2 ) 6.938,92 336,59 Rapporto Urbes 1 Il benessere equo e sostenibile nelle città Torino I numeri del comune Capoluogo Abitanti* 9.17.97.917 Superficie (km ) 1,1 7, Densità (ab. per km ).9,9,9 * al 1.1.1 Numero Addetti unità

Dettagli