Tav, Pedemontana e Teem tra rischi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tav, Pedemontana e Teem tra rischi"

Transcript

1 qgb00inkareigjksjkbnf0qlzsn+tcisbae/yiue0py6j4x4mhm2uw== y(7hb9h2*npskkk( +#!z!"!z!: (in) Europa Anno III - Numero 8 21 Febbraio Euro 0,10 A pagina 5 LOMBARDIA Inauguraa la nuova sede della Regione, cosaa 400 milioni di euro. Riunii in un solo luogo ui gli assessorai A pagina 7 RIFIUTI Al Nord la raccola differenziaa funziona bene, lo conferma il presidene del Conai, Piero Perron Per il Nord-Oves quese e alre infrasruure sono divenae indispensabili Tav, Pedemonana e Teem ra rischi di blocchi e soldi che mancano Non facciamo scherzi! Chi per un moivo e chi per un alro, nei giorni scorsi sono sai lanciai preoccupani segnali di allarme: la realizzazione di indispensabili infrasruure per il Nord-Oves corrono il rischio di essere bloccae. Il pericolo maggiore sembra riguardare la Pedemonana lombarda: è Roma a meere in discussione il Piano finanziario dell opera. Al puno che l assessore alle Infrasruure della Lombardia, Raffaele Caaneo ( nella foo menre presena il racciao in un caniere ) èsboao: «Se Roma non sbloccherà l ier della Pedemonana mi incaenerò ai cancelli del Minisero dell Economia». Sempre in Lombardia sembra avviaa sul binario giuso la realizzazione della Tangenziale Es Eserna di Milano: nei giorni scorsi èsao presenao il progeo definiivo. Ma non mancano anche qui delle criicià: il presidene della Provincia di Monza, Dario Allevi, ha evidenziaocome con la nuovaangenziale sia previso il prolungameno delle linee 2 e 3 della meropoliana. Solo che i soldi di Roma non sisono ancora visi. A Torino, invece, si cerca di accelerare i empi per chiudere la paria della Tav. I due mesi di proroga concessi dalla Commissione europea non sono moli. Nel fraempo Regione e sindacai hanno sooscrio due proocolli che aiueranno ad accelerarne la realizzazione. Alle pagg. 2-3 Bresciani: «Il paziene va curao a casa sua» L inervisa (grf) «Si vive sempre più a lungo e ci sono sempre più anziani. La nosra sfida del fuuro quindi è la cronicià»: parola di Luciano Bresciani ( nella foo ), assessore allasanià di Regione Lombardia e carchiochirurgo (è il medico di Umbero Bossi). «L'ospedale deve essere il luogo di cure complesse, quando non esisono alernaive per curare quella specifica paologia», insise l assessore che puna all associazionismo ra medici, pediariespecialisi ambulaoriali per meere il paziene al cenro di una ree. Per quano riguarda il «caso Pezzano» dice: «Io sono un garanisa. Pezzano non è indagao. Ai mafiosi non ineressano le persone soo i rifleori, ma chi agisce nell ombra, gli insospeabili, coloro che sanno infilrarsi addiando alri». A pag. 4 Piemone, il Piano per l Occupazione procede bene, ma si può fare di più Il Piano sraordinario per l Occupazione, varao oo mesi fa dalla Regione Piemone con uno sanziameno complessivo di circa 400 milioni di euro, funziona; ma si può fare di più. L ha deo il governaore Robero Coa che ha racciao un primo bilancio dell iniziaiva che si è rivelaa di fondamenale imporanza in quesa crisi economica. Ecco alcuni numeri. Sono sae presenae domande per inserire disoccupai e sabilizzare chi ha un conrao emporaneo o di apprendisao, 466 per la creazione di nuove imprese (di cui 35 già ammesse ai fondi), 867 (di cui 116 da under 35) per lo sviluppo di microimprese innovaive e 273 per l innovazione nella pmi. A pag. 6 (IN) Franco Buzzi Il vicepresidene della Buzzi-Unicem, colosso del cemeno, s èspeno acasale Monferrao. Per mesoelioma, il male della polvere d amiano che ha colpio ani in quella cià. Eanche lui che, ironia della sore, aveva dao via a una Fondazione proprio per la ricerca sul mesoelioma. )OUT( Domenico Di Virgilio Poveri i nosri depuai cosrei a passare ore sedui sugli scranni di Moneciorio a voare leggi... Così queso medico e depuao del Pdl ha proposo di meere i pedali di una cyclee soo i banchi, per fare moo menre si voa. Eper chi sa ore in piedi alla caena di monaggio cosa propone? Direore responsabile: Giancarlo Ferrario - Auorizzazione ribunale di Milano n. 655 del 5 novembre Sampa: Tipografia Liosud - Pessano con Bornago - Milano - Via Aldo Moro, 2

2 Infrasruure (2 ) LA TANGENZIALE DI ALESSANDRIA E' sao inaugurao nei giorni scorsi ( nella foo ) l ulimo rao della angenziale di (in) Europa - 21 Febbraio 2011 Alessandria. L opera, finanziaa dalla Regione, èsaa realizzaa dalla socieà di commienza regionale e consene di rafforzare il collegameno con le srade saali 10 (Torona) e 35 bis (Novi) e soprauo con la saale 30 della Valle Bormida. I CANTIERI Da sinisra, la collina di Morazzone, con l assessore Raffaele Caaneo che indica i lavori, la provinciale a Gazzada (Va) su cui si inneserà la angenziale, e il campo base di Turae (Co) ( MARCO GIBELLI) (gmc) Menre gli operai sono al lavoro, i burocrai del miniserocercano di fermarele ruspe. Menre agazzada, Turae e negli alri canieri della Pedemonana lombarda si sa già cosruendo l auosrada aesa da olre 40anni, a Roma dei funzionari del dicasero dell Economia vogliono cambiare il piano economico finanziario dell opera, dopo che è sao approvao dal Comiao inerminiseriale per la programmazione economica (Cipe), per ben due vole, e dalla Core dei Coni. Con la conseguenza di perdere ipresii bancari necessari per proseguire i lavori. Torino Raffaele Caaneo: «Se Roma non sbloccherà l ier mi incaenerò ai cancelli del Minisero dell Economia» Visia ai canieri di Gazzada Schianno (Va) e Turae (Co) Pedemonana, i lavori vanno ma Roma frena Il problema finanziario Il problema èsao sollevao e spiegao dall assessore lombardo alle Infrasruure, Raffaele Caaneo, durane la visia dei canieri di Gazzada Schianno (Va) e Turae (Co). L inera opera coserà circa 5 miliardi di euro, di cui uno a carico dello Sao, 3 da finanziameni privai e l ulimo resane come debio residuo da coprire alla fine della prima concessione di 30 anni, nel 2044, acarico di chi subenrerà nella gesione dell auosrada. Senza dimenicare che l auosrada produce guadagno, con un pedaggio più alo della media nazionale, 12 cenesimi a chilomero conro 6. E ceramene ra30 anni ci saranno ancora auo che la percorreranno. Ma qualche burocrae «con il mal di pancia», come li ha definii Caaneo, chiede che si rovi subio la coperura per il debio residuo, e queso vorrebbe dire un pedaggio ancora più alo, poiché le casse saali non se lo possono permeere. Si aende l inerveno del minisro Giulio Tremoni ed enro una seimana dovrebbe arrivare la risposa. «Confido che uo si risolva - ha aggiuno l assessore regionale - ma se la risposa sarà negaiva sarò il primo a incaenarmi ai cancelli del Minisero. Alrimeni chi lo spiegherà ai lombardi infuriai, che aspeano ques opera da olre 40 anni? Siamo pazieni, ma non sciocchi». Anche Guido Podesà, presidene della Provincia di Milano,che èragli azionisidi maggioranza della socieà che gesisce l opera, ha soolineao che «non si possono cambiare le regole del gioco a meà paria», e si è deo cero che uo si sisemerà, sperando «che anche Roma impari qualcosa dai lombardi e dalla Lombardia circa il rispeo degli impegni già assuni». Alrimeni, ha concluso, «sarà il Minisero ad essere incaenao». Gli espropri Un ema caldo è quello degli espropri, su cui è inervenuo l amminisraore delegao di Auosrada Pedemonana Lombarda, Salvaore Lombardo: «Su espropri di aree e di edifici eseguii sulla raa A (dacassano Magnago a Lomazzo, ndr) ne abbiamo noificai il 100%. Per quano riguarda gli edifici, in paricolare, quasi ue le raaive sono sae risole in forma volonaria garanendo agli espropriai empo e risorse uili a reperire una nuova sede di residenza o d impresa e si confida di risolvere in ale modo anche quelle ancora in sospeso». Siglai due proocolli che aiueranno ad accelerarne la realizzazione Regione e sindacai, unii per la Tav (mrn) La Tav in Piemone corre sul filo del rasoio. Corre è una parola grossa, viso che quano a velocià sembra più una araruga che una gazzella. Ma sul filo del rasoio è cero, perché le conesazioni in Val di Susa e il rischio di non avere i soldi dall Europa per realizzarla sono molo reali. Per aiuare a far sì che queso rischio non si concreizzi, nei giorni scorsi sono sai siglai due imporani proocolli ra la Regione Piemone ecgil, Cisl, Uil e Ugl sulla comunicazione dell Ala Velocià Torino-Lione e sulle relazioni ra la Giuna regionale e le organizzazioni sindacali rispeo al rasporo pubblico, logisica e infrasruure. Il primo documeno, quello sulla Tav, prevede che i sindacai siano coinvoli nella valuazione del piano di comunicazione che la Regione avvierà enro l aperura del caniere de La Maddalena per informare la popolazione, non solo della Valsusa, sulle ricadue dell opera per il erriorio. L alro proocollo, invece, prevede la cosiuzione di un avolo permanene che una vola l anno esamini i progei delle opere da realizzare, e che ogni sei mesi,alla presenzadei sindacai, valui lo sao di avanzameno dei lavori. «Il conribuo dei sindacai - Aperi finora 7 canieri, 5 operaivi e i due campi base di Turae e Lozza; enro quaro mesi saranno in oale 20 I canieri Per ora, comunque, uo procede come da programma, e, se non ci saranno inoppi, per la fine del 2014 l auosrada sarà apera, collegando cinque province (Bergamo, Monzae Brianza, Milano,Como e Varese) e 94 Comuni con quaro milioni di resideni e olre imprese. In piena aivià i lavori nei cinque canieri aperi e nei due campi base in realizzazione. Nella visia di venerdì 11 febbraio abbiamo pouo verificare i lavori nel primo loo della Tangenziale di Varese, comprensivi della galleria di Morazzone, lunga 2 km, che collegherà Gazzada Schianno a Lozza, e del più grande campo base della raa A di Pedemonana, che prevede nel Comune di Turae (Co) la realizzazione degli uffici per 200 impiegai, degli alloggi per i 600 operai e per il ricovero di arezzaure e macchinari. ha chiario Barbara Bonino, assessore regionale ai Traspori-al piano di comunicazione sulla Tav è di imporanza sraegica perché amplia il frone isiuzionale favorevole all opera. I sindacai pareciperanno aivamene allaprogrammazione della campagna e saranno coinvoli nelle diverse fasi di auazione. In secondo luogo, con un assunzione di grande responsabilià, hanno messo nero su bianco l imporanza della realizzazione della nuova linea Torino-Lione, riconoscendo le grandi opporunià che l opera offre al erriorio piemonese, a cominciare dalla Valsusa, in ermini di sviluppo e di occupazione».

3 (in) Europa - 21 Febbraio 2011 LA COMPENSAZIONE AMBIENTALE La Tangenziale Es Eserna di Milano, 32 km ra Melegnano e Agrae Brianza, prevede anche 38 km di srade locali, 30 km di pise ciclabili, 16 km di barriere anirumore, 200 eari di aree verdi, 60 earidi aree desinae ariserva nauralisica e 120opereperlaricomposizionedellareeirrigua. Per un coso oale di quasi milioni di euro, di cui il 10% per la sola miigazione ambienale. Infrasruure (3 ) (gmc) Si feseggia un imporane passo avani della fuura Tangenziale Es Eserna di Milano, ma ci si lamena della mancanza di soldi per realizzare i prolungameni della meropoliana promessi. E si assise al solio gioco: di chi è la colpa? Fao sa che, se Roma non crea problemi con i solii riardi nell approvazione del progeo, enro la fine di ques anno si porebbero avviare i lavori dellanuova angenziale che collegherà la A1 a Melegnano con la A4 ad Agrae Brianza, in modo da realizzare la raa ra Melzo eagrae, necessaria per l arrivo della Brebemi, lanuova auosrada Brescia-Milano, per il 2013, e erminare l inera opera per il Di queso erano ui coneni all ulimo piano di Palazzo Pirelli maredì 15 febbraio, alla presenazione del progeo definiivo della Teem. Ma la soddisfazione per i numerosi vanaggi che la nuova auosrada porerà, meno raffico e meno inquinameno su ui, non ha cancellao qualche preoccupazione. Uno dei problemi principali è il prolungameno delle meropoliane milanesi, la linea 2 fino a Presenao il progeo definiivo della Tangenziale Es Eserna di Milano Enro l anno la prima piera, ma per le merò niene soldi Ambienalisi conro Caaneo e Terragni: «Vogliono fare erra bruciaa del Parco Sud» (gmc) Menre al 31 piano del graacielo Pirelli si feseggiava il progeo definiivo della Tangenziale Es Eserna di Milano, al pianerreno, davani all ingresso, c era chi proesava. L accusa: un opera inuile, anzi addiriura pericolosa per il Parco agricolo Sud Milano e il raffico della meropoli. Secondo Legambiene «con milioni di euro invece che cosruire 32 km di auosrada in mezzo a un parco regionale si possono comprare 350 nuovi reni per i pendolari». Gli ambienalisi denunciano anche il rischio di vedere svanire le opere di compensazione ambienale per far frone alla mancanza di risorse. Rischio più vole smenio dall assessore regionale Raffaele Caaneo e dall amminisraore di Tangenziale Eserna, Fabio Terragni,accusai dai conesaori di voler «asfalare il fuuro». A sinisra, la proesa conro la Tangenziale Es Eserna di Milano. In alo, Dario Allevi parla alla presenazione della Teem e come sarà lo svincolo della nuova Tangenziale sulla A4 ad Agrae Vimercae ela linea 3 fino a Paullo. L assessore lombardo alle Infrasruure, Raffaele Caaneo,ha anicipaolapolemica. Poiché lo Sao -che per la nuova angenziale non sborsa un euro,in quano realizzaa ua in finanza di progeo, ovvero con fondi privai - non può sosenere ua la spesa, si era concordao che da Roma arrivassero risorse percoprire il 60%del coso,e il reso fosse a carico degli eni locali. Ma quesi ulimi non sono sai capaci di reperire le risorse necessarie, pari a circa 490 milioni di euro. A prendersi la colpa, però, non ci sa il presidene della Provincia di Monza e Brianza, Dario Allevi: «La Provincia si candida adessere lasazione appalane di quesa imporane opera (il prolungameno della M2 fino a Vimercae, ndr) e abbiamo inserio nel nosro bilancio 2011 un primo capiolo dedicao al suo finanziameno. Eal momeno siamo gli unici. Ma il vero problema dello sop da pare della Core dei Coniriguarda l incerezza sul 60% a carico dello Sao». Tui, però, vogliono rovare una soluzione, così il presidene della Provincia di Milano, Guido Podesà, che ricorda come la crisi finanziaria abbia colpio sia il governo cenrale che quello locale, propone di «inrodurre a medio ermine un pedaggio minimale di scopo sulle Tangenziali esiseni da riservare unicamene ai prolungameni delle Meropoliane all eserno del capoluogo. Faccio presene che Teem, realizzaa in projec-financing, dovrà essere obbligaoriamene sooposa a pedaggio. Ecosa succederebbe se l anello aualmene esisene non fosse pedaggiao? Che il raffico coninuerebbe a scaricarsi su es, oves e nord, già congesionae, incremenando le emissioni in amosfera di micidiali inquinani». La nuova Milano-Brescia sarà prona per l aprile 2013 La Brebemi è inuile senza la Teem Brescia (pgu) Senza la realizzazione della Tangenziale Es Eserna di Milano, la Brebemi rischia di essereinuile. Non hausaogiridi parole Bruno Boiglieri, direore generale di Brebemi Spa, all inconro con la sampa indeo per fare il puno dei lavori. La conclusione della nuova direissima Brescia-Milano è, infai, previsa per l aprile 2013: per quella daa, ha assicurao Boiglieri, sarà prono anche l arco di 5 chilomeri Tangenziale Es Eserna (il cui compleameno - 32 chilomeri in oale -avverrà solo nel 2015) che unirà la Cassanese, il casello Brebemi di Melzo e larivolana. Per quano riguarda più direamene la Brebemi, è ormai sao eseguio il 9,5% dei lavori: sono avviai canieri lungo ui i 50 chilomeri della nuova auosrada e ra primavera ed esae apriranno anche quelli che dovranno realizzare srade e svincoli annessi. Boiglieri ha pure rassicurao sulfrone finanziameni:«abbiamo le risorse finanziare per porare a ermine le acquisizioni delle aree necessarie», ha dichiarao. Ma proprio sul frone degli espropri non sono saenascose delle difficolà. Innanziuo perché alcuni pagameni, come riconosciuo dalla sessa Brebemi Spa, per cause burocraiche hanno subio dei riardi. Dall alra pare perché sembra che ci fossero delle aese superiori da pare degli espropriai: ma Brebemi ha assicurao che viene riconosciuo il dovuo per legge, al valore di mercao più una sora di indennià legaa al danneggiameno della pare residua dell espropriazione. Infine, perché i erreni dei bergamaschi sono sai valuai di più di quelli bresciani e milanesi. Con rammarico, chiaramene, di quesi ulimi.

4 Isiuzioni (4 ) GLI STUDENTI SCELGONO IL LICEO Dei 93mila alunni lombardi che frequenano la erza media, il 42% si è orienao sui licei, il 29% sugli isiui ecnici, l'11% sui professionali, il 17% sui percorsi regionali di isruzione e formazione professionale; circa (in) Europa - 21 Febbraio alunni hanno scelole scuole saali, le scuole pariarie e icenridi formazione professionale regionali. L assessore Bresciani: «Ci sono sempre più anziani e la sanià deve cambiare, la sfida del fuuro è dare risposa alla cronicià» «BISOGNA CURA ( F RANCA G EROSA) (grf) «Si vive sempre più a lungo eci sono sempre più anziani. La nosra sfida del fuuro quindi èlacronicià; dobbiamo moniorare il suo percorso nel fuuro, non possiamo aspeare il suo esio nelle acuzie, anzi dobbiamo prevederlo prima che avvenga, né possiamo aenderla e curarla come ora solo negli ospedali perché i cosi sarebbero elevaissimi, e non è Ci sono posi leo per chi, dimesso dagli ospedali, non può ancora fare rienro a casa sua il modo correo. Mi spiego: roppo spesso in sanià si fa riferimeno solo ai proocolli non personalizzai: ma ogni paziene ha caraerisiche diverse (legae alle paologie di base, alla fisiologia, all eà, al sesso, ecc.) e per queso richiede raameni personalizzai. Prendiamo un uomo con problemi di pressione areriosa. Gli prescrivo la erapia sandard, poi lui liiga con la moglie, ha un periodo di sress e il raameno iniziale non è più efficace: se viene aumenao il dosaggio in modo non correo lo rirovo in ospedale collassao; se il dosaggio è, invece, insufficiene lo posso rirovare in ospedale, colpio da un icus. Ecco la necessià del monioraggio delle paologie croniche, e le nuove ecnologie, come ad esempio la elerasmissione dei dai, risulano essere molo uili e fondamenali in queso ambio. Possono infai allerare lo specialisa che qualcosa sa cambiando e che la erapia va rivisa. Il paziene non solo sa a casa sua, ma viene curao meglio. Parlo di e- Chi è lemedicina: ci siamo lavorando, prevedendo quale sarà il reale fabbisogno dei prossimi cinque anni». Luciano Bresciani (Lega Nord), assessore alla Sanià di Regione Lombardia, la medicina la praica da sempre. Cardiochirurgo di fama, iene nel suo ufficio, al secondo piano del nuovo Pirellone, una giganografia di Chrisian Barnard e un pallone da rugby. Dice che dal luminare con cui ha ha lavorao in Sudafrica negli anni Seana e dallo spor ha imparao a meersi sempre in gioco («Bisogna sapersi sempre innovare per baere il sè sesso del giorno prima e per dare la risposa giusa al momeno giuso») e fare gioco di squadra nella comunià («Perché la medicina èun gioco di squadra con speaore il paziene»). Che cosa sa cambiando nella sanià lombarda? Regione Lombardia sa adeguandosi coninuamene ai muameni del fabbisogno saniario, modificando radicalmene il modo di inendere l'assisenza saniaria, sruurando un sisema in cui al cenro ci siano davvero la persona eil suo benessere. Quesa azione è saa deagliaa nelle nuove regole, che declinano operaivamene per il 2011 gli indirizzi indicai nel Piano Socio Saniario Regionale (che è valido per il quinquennio ). Adesso sembra che uo il sisema giri inorno agli ospedali: se una persona ha qualcosa si precipia al Prono soccorso... Invece l'ospedale deve essere il luogo di cure complesse, quando non esisono alernaive per curare quella specifica paologia. Se i rivolgi al medico di medicina generale o al pediara di libera scela non sempre hai risposa. Per queso ho parlao di gioco di squadra. L obieivo è sraificare ilivelli Sono sai prorogai a fine 2012 i ermini dei Pg e inano... Cavalli deve avere ancora la scora Consiglio (grf) Troppi Comuni sono in riardo con la redazione del Piano di governo del erriorio (Pg). E così scaaa una nuova proroga. Maredì 15 il Consiglio regionale ha approvao con 40 voi favorevoli e 29 conrari il «Collegao Ordinamenale» (relaore il consiglieredella LegaNord, Ugo Parolo), una legge che modifica o inegrale disposizioni legislaive regionali. Tra quesa c è, appuno, l allungameno dei empi per i Pg: i Comuni avranno empo fino al31 dicembre2012 perdoarsi definiivamene del Piano di governo del erriorio. Ci sono anche deroghe eccezionali ai limii (grf) Luciano Bresciani, nao nel 1940 a Carbonara di Po (Manova), risiede a Milano ed ècardiochirurgo (è il medico del leader della Lega Nord, Umbero Bossi). Ha eserciao la professione in Sudafrica, con il famoso Chrisian Barnard, nei primi anni Seana, poi negli Sai Unii (a Los Angeles ea New York) e quindi in Olanda, presso l'universià Reale di Urech. Negli anni Novana è sao assessore alla salue per la Provincia di Como. In qualià di espero di programmazione saniaria, è in Regione Lombardia dal 2003 ed è sao direore generale vicario dell'assessorao alla Sanià dal giugno del Il 17 marzo 2007 è sao nominao assessore regionale alla Sanià. di cura con la conversione all aivià errioriale di alcune sruure, di raccordo ra le sruure ospedaliere e i medici di medicina generale, a cure inermedie a bassa complessià e basso livello di inensià. Sruure dedicae a quei pazieni che abbiano erminao la fase acua, ma non siano ancora dimissibili e necessiano il ricovero in una sruura di caraere saniario. Con un passaggio ra il curare e il prendersi cura. Nel 2011 saranno rasformai in al senso circa posi leo per sull inquinameno acusico nel caso dovessero meere a repenaglio lo svolgimeno di eveni di rilievo inernazionale, come ad esempio i grandi conceri. Il «Collegao» equipara inolre icenri culurali a caraere religiosoagli edificidiculo, prevedendo perla loro realizzazione uno specifico percorso di programmazione nei piani regolaori. Via libera anche alla norma che dà la possibilià ai Comuni di negare l auorizzazione ad aprire aivià commerciali nei cenri sorici se in conraso con il «decoro pubblico» e le «radizioni locali». Il «Collegao» recepisce inolre la direiva europea Bolkesein sul commercio e inroduce norme di semplificazione burocraica nell edilizia e per lo svolgimeno di alcune aivià, come ad esempio la cerificazione energeica. Il Consiglio regionale ha anche approvao una mozione presenaa da Giorgio Puricelli (Pdl) affinchè si coninui agaranire lascora alconsigliere regionale di Ialiadei Valori Giulio Cavalli ( nella foo ), soo proezione dal 2008 per la sua aivià earale di denuncia conro la criminalià organizzaa. Il servizio è in scadenza e il prefeo di Lodi, compeene erriorialmene, non la riiene più necessaria. Cavalli ha ringraziao «ui i parii che, in maniera rasversale, hanno sooscrio quesa mozione superando gli seccai poliici. Inolre è doveroso riconoscere come, fino ad oggi, io e la mia famiglia siamo sai ben uelai». Ci ha enuo però a precisare che «quesa mozione non apre alcun credio poliico nei confroni di nessuno». Concludendo: «Coninuo ad avere fiducia nelle isiuzioni, ma mi arrogo il dirio di poer dire che la mia fiducia nei confroni del Prefeo di Lodi è esauria».

5 (in) Europa - 21 Febbraio 2011 TORNA LA COPPA DELLE ALPI Su spina dell assessorao regionale dello Spor guidao da Monica Rizzi, orna sulle monagne lombarde la Coppa delle Alpi, miica compeizione auomobilisica. Il 4 e il 5 marzo 121 auoveure soriche si sfideranno su un percorso lungo 570 chilomeri che parirà da Darfo Boario Terme (Bs) e araverserà passi e valichi alpini lombardi. Isiuzioni (5 ) RE IL PAZIENTE A CASA SUA» subacui (posi leo ecnici) ubicai prevalenemene nei piccoli ospedali, che già adesso non rienrano nella ree dell'emergenza-urgenza. Già ora in quese sruure vengono sponaneamene ricoverai il 35 % dei curai cronici. Qui l assisenza al paziene richiede, rispeo alla fase delle cure acue, una minor complessià di assisenza medica, ma comunque una significaiva e indispensabile assisenza infermierisica, che consenirà la sabilizzazione dei pazieni prima della complea dimissione al loro domicilio. Cosa accadrà quando il paziene lascerà quese sruure? Il Piano prevede anche l associazionismo dei medici di medicina generale, dei pediari di libera scela e degli specialisi ambulaoriali per una cura corale del paziene. L'obieivo è delineare un percorso nuovo esinergico dell'assisenza pos-ospedaliera avendo ben presene che le persone devono essere messe nelle condizioni di sare meglio e, nel caso di cronicià, l'impegno è garanire il conraso alla progressione verso nuovi episodi di acuzie e Pirellone bis Medici, pediari e specialisi insieme «per una cura corale del paziene» conseguenemene un allonanameno dei empi della limiazione funzionale fino alla non auosufficienza. Siamo parlando di una svola errioriale della sanià. Assoluamene sì. Ed èper queso che abbiamo scelo con mola aenzione i nuovi direori generali di ospedali e Asl. Si è avua più l impressione di una loizzazione della sanià. Lei sesso poco prima delle nomine aveva dichiarao che la Lega preendeva almeno 19 direori. E sao accusao di aver riproposo in sanià le regole del mai dimenicao Manuale Cencelli. In precedenza sceglievamo ra imanager con imigliori curricula quelli che secondo noi meglio avrebbero sapuo rispondere agli obieivi dei Piani e del Sisema Saniario in generale. Adesso devono saper anche declinare nel locale gli obieivi, individuando gli specifici fabbisogni errioriali per soddisfarli. E un valore aggiuno al precedene. Di più, devono saper dare rispose rapide, cere e specifiche alle esigenze del erriorio in cui sanno operando. E sao così naurale mandare, per esempio, all Asl della Valcamonica il door Renao Pedrini, già ripeuamene sindaco di Bormio e presidene di Ussl, un uomo di monagna per la monagna, e mandare il door Giuseppe Tuccio, generale di brigaa della Guardia di Finanza, andao in pensione da appena sei mesi, a guidare l Azienda saniaria di Pavia, viso che lo scorso luglio il suo direore saniario era sao arresao nell ambio di una maxi operazione conro l infilrazione della ndranghea in Lombardia. Però avee nominao Pierogino Pezzano direore generale dell'asl Milano 1 (ineressaa agli invesimeni Expo), dopo che era sao foografao dai carabinieri in compagnia di uomini della ndranghea... I direori godono della fiducia del presidene Robero Formigoni, della mia e dell assessore alla Famiglia Giulio Boscagli. Siamo solo noi ad averli sceli. Il nome di Pezzano è saa espressione fiduciaria degli alleai di governo regionale che non ha avuo opposizione, per il rispeo del dirio che chiede la presunzione di innocenza fino a quando non sia provao il Pezzano? «Ai mafiosi non ineressano le persone soo i rifleori, ma chi agisce nell ombra» Uffici concenrai nel nuovo complesso da 400 milioni Tui a Palazzo Lombardia (grf) Da lunedì 14 febbraio ui gli uffici della Giuna regionale sono operaivi a Palazzo Lombardia: un grande complesso edilizio pubblico con edifici curvilinei di 9 piani e una orre cenrale ala 161,30 meri (è il graacielo più alo d'ialia) per un coso di 400 milioni di euro. Vi sono concenrae le sruure prima sparse in 31 diversi luoghi di Milano. Con l'occasione il presidenedella Regione Lombardia Robero Formigoni - affiancao dal vicepresidene Andrea Gibelli e da diversi assessori e alla presenza del sindaco di Milano Leizia Morai - ha scopero la arga con l'iniolazione conrario. Poi io sono un garanisa: Pezzano non è indagao. Sopprimere il dirio significa sopprimere la democrazia che lo ha generao e promuovere la irannide. Pericoloso. Un amico carabiniere mi disse che se sa che un uomo porebbe essere un pedofilo lui il figlio non glielo affiderebbe. Posso risponderle anch io con una baua? Ai mafiosi non ineressano le persone soo irifleori, ma chi agisce nell ombra, gli insospeabili, coloro che sanno infilrarsi addiando alri. Avee nominao 45 direori generali. Che a loro vola hanno nominao direori amminisraivi, saniari, sociali, di presidio, primari... A ui i dg sono sai indicai parameri e requisii ecnici precisi per la scela della loro squadra, ma proprio perché è la loro squadra, essi devono essere liberi di sceglierla. Senza pressioni? La Regione non le fa, spea loro non subirle da alri. I conrolli comunque sono serrai: ra 18 mesi c è una prima valuazione. ufficiale della piazza copera di Palazzo Lombardia, che si chiama «PiazzaCià di Lombardia». «Siamo gli unici - ha sosenuo con orgoglio il governaore -ad aver riunio ue le funzioni di governo in ununico palazzo. Queso pora ad una maggiore rapidià dei collegameni ra gli uffici e soprauo una grande comodià per i ciadini e le imprese, che poranno sbrigare ue le praiche in un solo luogo». Nei corpi bassi del Palazzo rovano poso circa persone; nellaorre circa 500. LeDirezioni Generali e gli uffici degli Assessori sono collocai nei corpi bassi dell'edificio dal secondo al seso piano, ranne la Semplificazione e Digializzazione all'oavo piano. La Presidenza occupa gli ulimi due piani dei corpi bassieparedella orre. Trovano spazio nella orre gli uffici del presidene (al 35 piano con visa su meropoli e vicino Pirellone), del vicepresidene, dei soosegreari e dell'assessore al Bilancio. Con l'insediameno a Palazzo Lombardia NEWS Concorso Le Faorie Didaiche spengono dieci candeline e feseggiano con un concorso foografico con il parocinio dell'assessorao all'agricolura di Regione Lombardia, guidao da Giulio De Capiani (Lega Nord) per rovare l'immagine più bella e significaiva legaa all'agricolura e alla didaica rurale dalle Alpi al Po. Iscrizioni (sul sio inerne enro enon olre il 15 marzo. Videosorveglianza Enro i prossimi due anni ui gli impiani di disribuzione dei carburani della Lombardia dovranno doarsi di impiani di videosorveglianza acircuio chiuso, aivi anche fuori dall orario di servizio assisio. Lo prevede una risoluzione approvaa all unanimià dalla Commissione consiliare Affari isiuzionali. E una misura caldeggiaa anche dalle associazioni di caegoria, dopo la ragica rapina del 22 febbraio 2010 a Gorla Minore che cosò la via al gesore dell impiano, Angelo Canavesi. La norma servirà ad aumenare la sicurezza olreché dei gesori degli ueni. cessano i conrai di affio degli immobili finora occupai dalla Regione e parono i lavori di sisemazione delle due sedi di proprieà, Palazzo Pirelli e il complesso di via Pola/via Taramelli, dove verranno collocai, rispeivamene, gli uffici del Consiglio Regionale e degli Eni del Sisema regionale.

6 Aualià (6 ) TORINO, ADDIO TGV PER PARIGI Sembra che il divorzio ra Sncf e Trenialia che garaniscono i nourni Parigi-Firenze-Roma e (in) Europa - 21 Febbraio 2011 Parigi-Milano-Venezia, più il Tgv Milano-Torino-Parigi sia ormai cosa faa. Su quelle sesse rae daseembre Trenialia e lamulinazionale dei raspori francese Veolia gesiranno i collegameni nourni Parigi-Firenze-Roma e Parigi-Milano-Roma, ma senza fermarsi a Torino. (mrn) «Siamo sulla buona srada, ma non possiamo canare vioria» ha esordio così il governaore della Regione Piemone Robero Coa ( nella foo ) alla presenazione dei primi dai del Piano sraordinario per l Occupazione, varao oo mesi fa, nel giugno 2010, con uno sanziameno complessivo di circa 400 milioni di euro. Nel corso della conferenza sampa alla quale hanno parecipao anche l assessore allo Sviluppo economico, Massimo Giordano, e il presidene di Finpiemone, Massimo Feira il presidene Coa ha confermao quindi l efficacia delle misure adoae dalla Giuna per dare impulso al sisema produivo piemonese. Cifre alla mano, risula infai che sono sae presenae domande per inserire disoccupai e sabilizzare chi ha un conrao emporaneo o di apprendisao, 466 per la creazione di nuove imprese (di cui 35 già ammesse ai fondi), 867 (di cui 116 da under 35) per lo sviluppo di microimprese innovaive, 50 per il rafforzameno del sisema produivo, 273 per l innovazione nella pmi, 261 per i presii parecipaivi, 431 per la promozione all esero, 18 per l efficienza energeica, 154 per il Il presidene del Piemone, Robero Coa, ha presenao i primi dai Ok il piano per l occupazione Però si porebbe migliorare risparmio energeico. Inolre, sono sai avviai 7 maser che hanno coinvolo 29 imprese con l assunzione di 104 apprendisi e sono sai assuni 428 precari nella scuola. «Avevamo promesso - ha concluso Coa -che nei primi ceno giorni avremmo predisposo un piano per sosenere il lavoro. Lo abbiamo fao in cinquana, proprio per assicurare un azione che fosse incisiva eveloce, anche se ci rendiamo cono che la crisi non è ancora del uo sconfia». Dello sesso parere anche Massimo Giordano, che ha anche aggiuno: «Da quesi primi dai si vede che le misure che vanno meglio sono quelle più comprensibili. Emerge che i nosri imprendiori hanno voglia di lavorare con la pubblica amminisrazione che semplifica e che non complica. I pochi progei L uscia dalla crisi economica è ancora lonana Una giovane donna su re è in cerca di lavoro L indagine che non hanno raggiuno il successo sperao erano roppo complicai. In see, oo mesi siamo riuscii a fare passi da gigane in maeria di (mrn) L uscia dalla crisi è ancora lonana. Lo dice l indagine presenaa lo scorso 14 febbraio, durane il convegno organizzao da Confindusria Piemone, e realizzaa in collaborazione ra gli uffici sudi di Inesa Sanpaolo, di Unicredi e dell Unione Indusriale di Torino. Va male l edilizia, che nei primi nove mesi del 2010 ha perso novemila addei, va peggio il commercio con un calo di venicinquemila dipendeni (quasi il 10%). L unica cosa a salire è purroppo la disoccupazione, soprauo giovanile (+25%) e femminile (+30%). Malgrado quindi una relaiva e recene ripresa dell expor i problemi resano. «In effei - ha chiario Mauro Zangola, responsabile dell ufficio sudi dell Unione Indusriale di Torino - l expor sosiene la ripresa, ma favorisce prevalenemene le imprese che hanno la capacià di aggredire i semplificazione, anche se non ancora a cambiare il mondo della burocrazia come avremmo voluo. Ma uno dei progei in campo si chiama Bilancio posiivo per il 2010: il numero di aziende cresce di 72mila unià Dalla crisi si esce con nuove imprese Sanià, la Regione Piemone ranquillizza la Cgil: agli sì, ma senza compromeere il servizio (pgu) E la voglia di fare impresa che spinge a guardare alla crisi con meno preoccupazione. Nel 2010, infai, il bilancio anagrafico ra le aziende nae e quelle che hanno cessao l aivià ha fao regisrare un aumeno di unià, in crescia dell 1,2% rispeo all anno precedene: il miglior risulao dal Un bilancio posiivo oenuo grazie sia al maggior numero di nuove imprese iscrie (ben unià, il miglior risulao degli ulimi re anni) sia al conemporaneo rallenameno del flusso delle cessazioni, pari a unià (il valore più conenuo degli ulimi quaro anni). Due le endenze di fondo che hanno deerminao il risulao del Da un lao la fore crescia delle socieà di capiali e delle alre forme sociearie (cooperaive e consorzi) che insieme, con unià, hanno inciso (mrn) L assessore alla Tuele della Salue e Sanià, Caerina Ferrero, ha rassicurao la Cgil piemonese: agli sì, ma senza compromeere il funzionameno dei servizi. Il piano di rienro di 400 milioni di euro che la Regione Piemone dovrà affronare nell ambio della sanià è sao oggeo di confrono con i sindacai. Nei giorni scorsi l assessore ha inconrao una delegazione della Cgil, guidaa dal segreario generale Albero Tommaso, per chiarire le preoccupazioni del sindacao, soprauo rispeo ai agli all assisenza e al personale. La Cigl non conesa la poliica di conenimeno della spesa, perché condivide la necessià di inerveni di riordino e risparmio, ma chiede di «approfondire con serieà esaggezza ue le quesioni, con il coinvolgimeno delle pari sociali. I agli previsi, di circa 400 milioni di euro, colpiscono duramene ue le persone con problemi di auosufficienza, fasce deboli e giovani colpii da handicap. Siamo inolre anche preoccupai per il funzionameno delle sruure e dei servizi a causa del blocco delle assunzioni per il personale». L assessore Ferrero dal cano suo ha assicurao che «non è inenzione della Giuna procedere conro la realà operaiva». mercai in via di sviluppo. Le rasformazioni degli ulimi decenni non hanno rilanciao il Piemone, che è ancora alla ricerca di una sua idenià vincene». E proprio per queso le leve per la crescia, secondo Gregorio De Felice, capo economisa di Impresa Sanpaolo, sono «innovazione, anche organizzaiva e poenziameno della fase commerciale. Nel 2009 l aumeno di faurao è sao più frequene nelle imprese che si sono risruurae rivedendo le proprie sraegie produive e commerciali. E comunque solo nel 2012 le imprese poranno recuperare il 75% della perdia di faurao soffera ra il 2008 e il 2009, all inizio della crisi globale». Vero è anche, però, che nei primi re rimesri del 2010 le esporazioni della regione sono cresciue lievemene di più di quelle del Nord Oves e dell Ialia. ask force ani-burocrazia. Ha il compio di darci suggerimeni di semplificazione, che coniamo di presenare nelle prossime seimane». per più dei re quari (76,4%) sul saldo complessivo. Dall alra, la enua delle die individuali che, dopo un riennio di progressiva riduzione dello sock, lo scorso anno sono ornae a crescere realizzando un saldo posiivo per olre 13mila unià, pari al 18,4% dell inero saldo annuale. La crescia del 2010 si è localizzaa in modo più accenuao nel Cenro (+1,62%) e nel Sud (+1,24%). Il Nord-Oves, invece, ha ricalcao il dao medio nazionale (+1,2%). In ermini assolui la regione che ha viso aumenare di più il numero delle sue imprese è saa la Lombardia ( , pari a +1,49%). Il Piemone si è fermao a +0,82%, laliguria a+ 0,67% e la Valle d Aosa +0,23%. A livello seoriale, a irare di più sono i compari del commercio e del urismo, con una crescia di circa 30mila imprese, menre coninua a mosrare un po di difficolà il seore arigiano che ha viso chiudere l anno con 5mila imprese in meno.

7 (in) Europa - 21 Febbraio 2011 AOSTA, MISURE ANTICRISI Saranno desinae alle famiglie meno abbieni valdosane le esenzioni ariffarie dalla assa per irifiuiedalle bolleedell'acqua.invigoredal 2009, il Consiglio permanene degli eni locali le ha confermao oggi anche per il L'iniziaiva, associaa albonus energia, rienrain un paccheo ani crisi promosso dalla Regione e sarà operaiva a parire dal prossimo marzo. Aualià (7 ) Inervisa al presidene del Consorzio Nazionale Imballaggi, Piero Perron «La raccola differenziaa? Al Nord funziona bene» (gmc) Quando si parla di rifiui viene subio in mene l abiudine, ormaiconsolidaa per moli, di dividere la plasica, il vero, la cara ecosì via. Ma poi cosa accade a quesi maeriali dopo la nosra buona volonà e pazienza nel differenziarli? Qui inervengono i Comuni e il Conai, il Consorzio Nazionale Imballaggi, a cui aderiscono imprese che si occupano del recupero e del riciclo di quesi maeriali. Il Conai opera araverso sei consorzi: acciaio (Cna), alluminio (Cial), cellulosa (Comieco), legno (Rilegno), plasica (Corepla) e vero (Coreve). Un lavoro efficace, poiché nel 2009 ben onnellae di imballaggi sono sae recuperae, pari al 74% del oale immessoal consumo. Percapire meglio come funziona queso sisema, abbiamo inervisao il presidene del Conai, Piero Perron ( nella foo ). Quano pesano i rifiui da imballaggio nellaproduzione oale in un Paese come il nosro? I rifiui da imballaggi sono quelli di cui il ciadino ha una maggiore percezione, anche se in realà rappresenano solamene il 25% dei rifiui urbani prodoi in un anno e solo il 6-7% del oale dei rifiui oali prodoi (130 milioni di onnellae). Il sisema di recupero degli imballaggi funziona, il vero problema in Ialia sono irifiui speciali, di cui si parla poco, e che sono più Tra il serio difficili da smalire. e il faceo Mulaa l auo blu del minisro Brambilla L Audi A6 blu sfreccia lungo l ex Saale 36, ra Olginae e Merae, in provincia di Lecco, compie un paio di sorpassi azzardai, ma, quesa vola, acalco, si imbae in una pauglia della Polizia locale e all auisa del minisro Michela Vioria Brambilla viene comminaa una mula di 234 euro e 14 puni spariscono dalla sua paene di guida. Il faaccio risale a poco prima di Naale, ma la noizia è uscia solo nei giorni Perché è necessario ridurli? Tra i compii specifici assegnaidallalegge alconaic è quello di favorire la riduzione dell impao ambienale dell imballaggio, spingendo le imprese versol eco-progeazione del packaging. Il modo più ovvio è ridurne la quanià, cercando di non usarlo dove si può. Ma l imballaggio ha spesso unasua funzione specifica, di cuinon sipuò farea meno. Tra le alre le azioni che si possono auare c è la possibilià di uilizzare maeriale riciclao oppure passare da un imballaggio mulimaeriale ad uno monomaeriale. Che ruolo giocano i ciadini araverso la raccola differenziaa? Nel processo di riciclo sono re gli aori fondamenali: il ciadino che separa i rifiui domesici, l amminisrazione comunale che raccoglie, il Conai che avvia a riciclo. Nella maggior pare dei casi, l anello debole non èil ciadino ma il Comune, poiché il ciadino ha una discrea propensione a differenziare, ma è necessario che anche il Comune spinga di più araverso meodi di raccola semplici e chiari, conrolli e sanzioni per assicurare una maggiore efficacia del servizio. In Ialia ormai milioni di ialiani differenziano i propri rifiui domesici, e pure il Sud inizia a fare la sua pare anche se è ancora parecchio indiero rispeo al Nord. Bisogna fare di più: come? In moli cenri di piccole e medie dimensioni del Sud la raccola è paria e funziona, il problema in Ialia sono i grandi cenri, Roma, Napoli, Bari e Palermo, dove la raccola non raggiunge grandi risulai e le amminisrazioni comunali non riescono ad auare un sisema efficace. Come sicomporano le Regioni del Nord del Paese? L eccellenza è raggiuna dal Trenino Alo Adige, anche Lombardia, scorsi perchè la Presidenza del Consiglio dei Minisri ha fao ricorso al Prefeo di Lecco per annullare la conravvenzione e scongiurare il rischio di riiro della paene al suo auisa («Giornale di Lecco» del 14/02/11). Arriva il monascale per disabili, ma è piccolo Lidia Lazzari di Binasco (Mi) loa da re anni perché sia realizzao un monascale nel condominio degli anziani geniori cosrei sulla carrozzina. Quando alza la voce e fa Veneo e Piemone producono oimi risulai, menre la Liguria è più allineaa ai risulai del Cenro Ialia. In generale, al Nord bisogna migliorare ciò che già si fa, invece al Sud bisogna avviare e sviluppare un sisema che sa ancora decollando. E il ruolo delle aziende produricidi imballaggi:che cosa devono fare e fanno? Come già deo, l impegno è quello di produrre degli imballaggi ecososenibili, con un minor impao ambienale sia come rifiuo in se sesso sia come prodoo più facile da riciclare. In queso caso è imporane l abolizione del saccheo di plasica dai supermercai? Ceramene è un fao imporane, in quano si useranno sacchei biodegradabili da eliminare con lafrazione umida e organica, poiché si decompongono. Ma si pone un problema: se non c è la raccola dell umido? Il ciadino porebbe conferirlo come un normale saccheo insieme ad alra plasica, ma inuovi sacchei porebbero inquinare il riciclo della plasica sessa. Per queso abbiamo isiuio un gruppo di lavoro per valuare l effeo sul riciclo. Redazione: Merae (Lc), via Campi, 29/L - el sio: Queso numero è sao chiuso venerdì 18 febbraio alle ore 12 Pubblicià: el sapere a ui che si sene abbandonaa dalle isiuzioni, il monascale arriva. Ma mancano dei pezzi, che devono essere realizzai e riirai a Pisa. Quando arrivano, l incredibile beffa: l ampiezza della piaaforma consene di sarci sopra solamene in piedi («Seegiorni Sud Milano» del 18/02/11). Il Comune vende ombe usae I pareni dei defuni non si rovano eil Comune di Rho (Mi) decide di Vediamo il ruolo del Conai e dei suoi consorzi dei maeriali: qual è il loro obieivo principale? E come viene perseguio? Il Conai è un inermediario ra i Comuni e i riciclaori. Non si occupa direamene della raccola differenziaa, che spea ai Comuni, ma come Consorzio ha sviluppao un grosso know how che mee a disposizione delle amminisrazioni che lo richiedono, come è sao nel caso del Comune di Salerno, esempio di una collaborazione di successo. Il Conai riira uo il differenziao purché di qualià acceabile, per avviarlo a riciclo. I due erzi del nosro budge servono per remunerare i Comuni in modo da compensare i cosi aggiunivi che sosengono per effeuare la raccola differenziaa. I maeriali selezionai vengono poi messi adisposizione, ovvero vendui ai riciclaori veri e propri. Un sisema che assicura risulai eccelleni a cosi che sono ra i più bassi d Europa. Un alro faore essenziale è la comunicazione, faa soprauo dai Comuni. Per queso avee apero un bando in collaborazione con l Anci. Di che si raa? La comunicazione di servizio rivola dai Comuni ai ciadini èmolo imporane, per spiegare cosafare con i rifiui,ed ha un coso noevole. Noi conribuiamo fino ad un massimo del 35% oale Araverso un accordo quadro con l Anci abbiamo messo in campo un bando, con un impegno economico di un euro all anno per cinque anni, per sosenere i migliori progei di comunicazione sulla raccola differenziaa. indire un bando per meere all asa le ombe di famiglia e le cappellee dove i mori riposano. Dopo le esumazioni delle salme, ovviamene. La decisione riguarda 9 ombe di famiglia e 4 cappelle genilizie a Rho e una a Mazzo, che sono pericolani. «Come prevede il regolameno - spiega Scr, la socieà che gesisce il cimiero di Rho - abbiamo cercao i pareni delle persone sepole nelle ombe e nelle cappelle pericolani. Ma nessuno si èfao vivo...» («Seegiorni Rho» del 18/02/11).

8 (8 ) (in) Europa - 21 Febbraio 2011 La lavarice si èroa! Ho bisogno di un IDRAULICO... DOVE LO POSSO CERCARE? lotrova! è un sio di facile e immediaa consulazione, compleamene GRATUITO e uile, sudiao perreperire conunclickinformazionierecapiidiaiviàeprofessionisi(più di suddivisi per caegorie),che offrono servizi ai ciadini sul erriorio locale. Se anche latua AZIENDA vuole essere TROVATA meila OFFERTAPREMIUM Online12mesiasoli 150 -Insegnaeragionesociale -Logoefoo -Indirizzo -Numeridielefono efax -Descrizione dell aivià -Una caegoria e due keywords -Link -Conao (IN)EVIDENZA CON ineweek Il Primo Circuio di Media Locali Tel

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO NUMERO 2 del 23.04.08 COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del 23-04-08 APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono Buon appeio comunicazione Cosa desidera? Vorrei solo un primo Che cosa avee oggi? Prende un caffè? Scusi, mi pora ancora un po di pane? Il cono, per coresia È possibile prenoare un avolo? grammaica I verbi

Dettagli

Esercizi svolti di teoria dei segnali

Esercizi svolti di teoria dei segnali Esercizi svoli di eoria dei segnali Alessia De Rosa Mauro Barni Novembre Indice Inroduzione ii Caraerisiche dei segnali deerminai Sviluppo in Serie di Fourier di segnali periodici Trasformaa di Fourier

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione 20 novembre 2013 Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione PRINCIPALI INTERVENTI SU GOMMA PREVISTI NELLA REGIONE URBANA MILANESE La rete in gestione:

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Lecce, 19.02.2014 La

Dettagli

Dov è finita la voglia di studiare?

Dov è finita la voglia di studiare? Dov è finita la voglia di studiare? Demo5vazione, insicurezza, paura di me:ersi alla prova, difficoltà a ges5re gli insuccessi: vissu5 frequen5 del percorso scolas5co di oggi CERCASI VOGLIA DI STUDIARE!!!

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ALLE IMPRESE

CARTA DEI SERVIZI ALLE IMPRESE PROVINCIA DI FERRARA PROVINCIA DI FERRARA COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Patto per Ferrara Un progetto di cittadinanza sociale delle imprese

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA?

QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA? Allegato 1 Confederazione Sindacati Autonomi Lavoratori QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA? Sono oltre 3 milioni quelli fantasma Alcuni numeri Quando la stampa e gli enti di studio e di ricerca

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

IL GOVERNO SIA ALL ALTEZZA DELLA SFIDA DEL GREEN DEAL LA CURA DA CAVALLO STA UCCIDENDO IL MINISTERO DELL AMBIENTE

IL GOVERNO SIA ALL ALTEZZA DELLA SFIDA DEL GREEN DEAL LA CURA DA CAVALLO STA UCCIDENDO IL MINISTERO DELL AMBIENTE IL GOVERNO SIA ALL ALTEZZA DELLA SFIDA DEL GREEN DEAL LA CURA DA CAVALLO STA UCCIDENDO IL MINISTERO DELL AMBIENTE Il dibattito nel nostro Paese da tempo rincorre le emergenze istituzionali, economiche,

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof.

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof. Laboratorio di Urbanistica Corso di Fondamenti di Urbanistica Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni Prof. Corinna Morandi 20 maggio 2008 1 Dalla iper-regolazione

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Cultura Musei e City Branding DIRETTORE QUAGLIA dott.ssa MAURIZIA Numero di registro Data dell'atto 849 10/06/2015 Oggetto : "Acquedotte" - Festival Musicale

Dettagli