Alternative Funds: definizione, analisi storica e tecnica di gestione della nuova frontiera dei fondi d investimento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alternative Funds: definizione, analisi storica e tecnica di gestione della nuova frontiera dei fondi d investimento"

Transcript

1 Alternative Funds: definizione, analisi storica e tecnica di gestione della nuova frontiera dei fondi d investimento Pierluigi Ansuinelli Paolo Tommasino

2 Alternative Funds Programma del percorso formativo 1. Definizione e analisi storica: Alternative Funds 1. Fondi «Alternative»: Definizione 2. Cenni storici; dalla nascita degli Hedge Funds nel 1949 ad oggi 3. Dalla ricerca di Beta alla ricerca di Alpha: un diverso approccio nella gestione dei portafogli d investimento 2. Tecniche di gestione degli Alternative Funds 1. Quali strumenti e strategie 1. Relative Value e sub-strategie 2. Event Driven e sub-strategie 3. Equity Long/Short e sub-strategie 4. Global Macro e sub-strategie 3. Perché utilizzare in Alternative 1. Quali sono i benefici che può portare in un portafoglio 1. Sfruttare le decorelazioni 2. Mitigare il rischio 3. Un completamento ai portafogli tradizionali 4. Come scegliere un fondo Alternative 1. La direttiva UCITS 2. I diversi stili: single manager e multi-managers, single strategy e multi-strategy 3. Analisi dell offerta disponibile in Italia

3 1. Definizione e analisi storica: Alternative Funds 1.1 Fondi «Alternative»: Definizione 1.2 Cenni storici; dalla nascita degli Hedge Funds nel 1949 ad oggi 1.3 Dalla ricerca di Beta alla ricerca di Alpha: un diverso approccio nella gestione dei portafogli d investimento

4 1.1 Fondi Alternative: definizione (1) «Qualsiasi fondo che non sia un convenzionale fondo d investimento.» In altre parole un qualsiasi fondo che: utilizzi strategie diverse dal semplice acquisto di obbligazioni e azioni e titoli di credito punti al raggiungimento di un rendimento assoluto e non in relazione ad un benchmark abbia la filosofia di ottenere risultati positivi indipendi dall andamento dei mercati finanziari in cui operano ricerchi un maggior rendimento a parità di rischio oppure un minore rischio a parità di rendimento (obiettivo in comune con le gestioni tradizionali attive )

5 1.1 Fondi Alternative: definizione (2) Fondo HEDGED Fondo HEDGE Fondo EDGE Hedged = coperto Nessun Hedge Fund copre tutti i rischi Se tutti i rischi fossero coperti, lo sarebbe anche il potenziale di rendimento Il rendimento è funzione del rischio «Quando smetti di cambiare, sei finito» Benjamin Franklin Edge = bordo, limite perché il gestore sfrutta la sua abilità in una certa strategia e la capacità di adattarsi ai cambiamenti

6 1.1 Fondi Alternative: definizione (3) Fondi tradizionali Adottare una strategia Acquista e mantieni (buy-and-hold) Investire nelle classi tipiche di attività, vale a dire azioni, obbligazioni e liquidità Investire a livello globale Copertura (hedge) naturale Soggetto a elevati rischi di mercati Soggetto ai crolli del mercato Fondi Alternative Adottare contemporaneamente strategie long/short Può investire in classi atipiche di attività, vale a dire indici, commodities, i diritti, property, altri investimenti collettivi, i diritti assicurativi, ecc Investire a livello globale Copertura (hedge) attiva, talvolta prendere posizioni di mercato neutrali Può ben performare in ogni direzione del mercato

7 L Universo degli Investimenti Alternativi Investimenti Alternativi Hedge Funds Private Equity RealAssets Alternatives New Alternatives Relative Value Event Driven Equity Hedge Global Macro Venture Capital Buy-outs Mezzanine Terreni Immobiliare Legname Materie Prime Arte Monete Francobolli Vino Cat Bonds Insurance Linked Infrastrutture

8 1. Definizione e analisi storica: Alternative Funds 1.1 Fondi «Alternative»: Definizione 1.2 Cenni storici; dalla nascita degli Hedge Funds nel 1949 ad oggi 1.3 Dalla ricerca di Beta alla ricerca di Alpha: un diverso approccio nella gestione dei portafogli d investimento

9 1.2 Cenni storici: dalla nascita degli Hedge Funds nel 1949 ad oggi (1) Termine coniato nel 1949 quando Alfred Winslow Jones, un giornalista finanziario della rivista Fortune, dette vita ad una società di investimenti che utilizzava un nuovo approccio ai mercati. Con un capitale di USD lanciò il 1 «Hedge Fund» denominato A.W.Jones Partners in un ufficio di Broad Street a New York La sua logica d investimento era slegata dai rendimenti generati dal mercato e riduceva l impatto della direzionalità degli stessi: Alfred Winslow Jones, pioneer in hedge fund investing Acquistava azioni ritenute di alta qualità Vendeva azioni ritenute di bassa qualità Uso della leva finanziaria per acquistare più azioni Uso della vendita allo scoperto per ridurre I rischi di mercato

10 1.2 Cenni storici: dalla nascita degli Hedge Funds nel 1949 ad oggi (2) George Soros Ha iniziato la sua carriera negli Hedge Fund nel 1969 Ha lanciato un Hedge Fund con Bleichroeder & Co. diventa indipendente nel 1974 e costituisce il suo Quantum Fund Grande successo sino ai problemi del 2000 Colpito dalla Bolla Internet Steinhardt, Fine & Berkowitz Un Hedge fund nel 1967

11 1.2 Cenni storici: dalla nascita degli Hedge Funds nel 1949 ad oggi (3) Beni reali a favore negli anni 70 Petrolio, oro, argento, platino, palladio, rame, nickel, mais, grano, soia Long/short/leverage Fondi non azionari Derivati (Futures & Options) I fondi sulle materie prime prosperano in un contesto di aumento dell inflazione Paul Tudor Jones, John Henry, Louis Bacon Metà degli anni 80 Michael Milken of Drexel Burnham Lambert, specialisti di Junk Bond Leverage Buyout (LBO): l'acquisizione di una società quotata in borsa è finanziata con denaro preso in prestito contro l azionariato nella società oggetto d acquisto Insider trading Ivan Boesky, Dennis Levine, Martin Siegel Boesky: un gestore di Hedge Fund con una particolare attenzione alla Risk Arbitrage, colpevole di insider trading è rimasto fuori dal settore a vita

12 1.2 Cenni storici: dalla nascita degli Hedge Funds nel 1949 ad oggi (4) Da $38 miliardi a $2.8 trilioni in 20 anni Crescita esplosiva degli Alternative Funds

13 1. Definizione e analisi storica: Alternative Funds 1.1 Fondi «Alternative»: Definizione 1.2 Cenni storici; dalla nascita degli Hedge Funds nel 1949 ad oggi 1.3 Dalla ricerca di Beta alla ricerca di Alpha: un diverso approccio nella gestione dei portafogli d investimento

14 1.3 Dalla ricerca di Beta alla ricerca di Alpha: un diverso approccio nei portafogli Un gestore attivo può fornire due tipi di ritorni sul portafoglio: Alpha la variazione del rendimento di mercato che deriva dall abilità del gestore Beta rendimento di una determinata Classe di Attivi o di un determinato Mercato

15 1.3 Dalla ricerca di Beta alla ricerca di Alpha: un diverso approccio nei portafogli La fonte primaria di ritorno da un investimento nelle tradizionali classi d attivo deriva dal guadagnare il premio sul rischio assunto. Nella maggior parte dei fondi Alternative deriva invece dall abilità (skill based). Un fondo long-only azionario può quindi offrire tasso privo di rischio più Beta. Un fondo Market Neutral può offrire tasso privo di rischio più Alpha

16 1.3 Dalla ricerca di Beta alla ricerca di Alpha: un diverso approccio nei portafogli Fondi Azionario Long - Only Fondi Alternative Relative Value La differenza principale è che i rendimenti sui fondi Alternative sono generati quasi senza esposizione al mercato mentre nei fondi tradizionali (plain vanilla) derivano dal mercato sottostante. Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri

17 1.3 Dalla ricerca di Beta alla ricerca di Alpha: un diverso approccio nei portafogli Le strategie generatrici di Alpha sono normalmente strategie basate sulle abilità del gestore. Se la flessibilità del gestore è ridotta a zero, il risultato ex-ante dell Alpha è zero. Flessibilità Skill-based

18 2. Tecniche di gestione degli Alternative Funds 2.1 Quali strumenti e strategie Relative Value e sub-strategie Event Driven e sub-strategie Equity Long/Short e sub-strategie Global Macro e sub-strategie

19 2.1 Quali strumenti e strategie (1) Oltre ad investire nei mercati tradizionali azionario ed obbligazionario, alcuni Alternative funds utilizzano anche: Derivati Srumenti finanziari il cui valore è derivato da uno o più asset sottostanti, indici o titoli. I più comuni sono: OPZIONI Il compratore paga un premio per avere il diritto, e non l obbligo, di acquistare o vendere un asset ad una data futura, mentre il venditore è obbligato a concludere la transazione. FUTURES/FORWARDS Il possessore di un futures o di un forward è obbligato a comprare o vendere l asset sottostante ad un prezzo specifico ad una data futura concordata.i Futures sono trattati su mercati regolamentati mentre i forward sono negoziati over-thecounter. SWAPS Contratto OTC che pone obblighi in capo a ciascuna delle parti coinvolte nell operazione. Prevedono lo scambio a termine di flussi, calcolati con modalità stabilite alla stipula.

20 2.1 Quali strumenti e strategie (2) Leverage investire con denaro preso a prestito attraverso l uso di vari strumenti finanziari, in genere derivati sotto forma di opzioni, futures o capitale di terzi, per aumentare il potenziale di rendimento dell investimento. Shorting prendere a prestito un attività (azione/obbligazione) da una controparte per venderla ad una terza parte; c è la convinzione che il valore dell attività scenderà dandoci l opportunità di riacquistarla ad un prezzo inferiore e poterla quindi restituire al prestatore. Talvolta si effettua invece la vendita allo scoperto.

21 2.1 Quali strumenti e strategie (3) RELATIVE VALUE ED ARBITRAGGI Strategie che cercano di trarre vantaggio da inefficenze e/o discrepanze di prezzo tra investimenti correlati, ad esempio azioni o obbligazioni DIREZIONALI Strategie che cercano di trarre vantaggio dai movimenti di mercato, dai trends o da incoerenze dei mercati per mitigarne I rischi e le incertezze RELATIVE VALUE Focus sullo spread tra un paio di titoli per identificare qualsiasi anomalia di prezzo e capitalizzare quando lo spread si normalizza. Convertible Arbitrage Fixed Income Arbitrage Volatility Arbitrage EVENT DRIVEN Investire in Società che ci si attende saranno influenzate da un evento, macro o societario, che genererà movimento dei prezzi Merger Arbitrage Capital Structure Arbitrage Distressed Investments Special Situations EQUITY HEDGE Utilizzare posizioni long/short per ridurre l esposizione complessiva ai movimenti del mercato azionario (beta) Long Short Equity (generalist) Long Short Equity (geographic) Long Short Equity (sector) Market Neutral Equity GLOBAL MACRO Cogliere la direzionalità dei mercati (assoluta o relativa) utilizzando Indici o Commodities, basandosi su view macroeconomiche Global Macro Multi Strategy Emerging Markets Managed Futures (CTA) Commodity Currency

22 2. Tecniche di gestione degli Alternative Funds 2.1 Quali strumenti e strategie Relative Value e sub-strategie Event Driven e sub-strategie Equity Long/Short e sub-strategie Global Macro e sub-strategie

23 2.1.1 Relative Value e sub-strategie (1) Questa classe di strategia di investimento mira a trarre profitto capitalizzando sul «mispricing»* di titoli o strumenti finanziari. In generale, le strategie Relative Value evitano di prendere un giudizio o una valutazione (bias) direzionale per quanto riguarda il movimento dei prezzi di un titolo o di un mercato specifico. Ciò rende questo stile più attraente per gli investitori che sono alla ricerca di rendimenti elevati e stabili accompagnati da basso correlazione con il mercato azionario. Quando uno strumento (azioni, obbligazioni convertibili, mercati azionari, etc.) si discosta dal suo fair value e/o media storica viene applicato uno spread. Le strategie Relative Value possono essere basate su formule, analisi statistiche o fondamentali. Queste strategie sono progettate per trarre profitto se e quando un particolare strumento o spread torna al suo valore teorico o fair value. * Errata prezzatura

24 2.1.1 Relative Value e sub-strategie (2) Convertible Arbitrage Strategia: Può accadere che Il bond convertibile venga prezzato in maniera non corretta rispetto al valore dell azione della Società. il convertible arbitrage tenterà di cogliere questa inefficenza: il Gestore comprerà (long) il convertibile e contemporaneamente venderà (o prenderà una posizione short allo scoperto) sulle azioni della Società. EVENTO AZIONE RISULTATO POTENZIALE Società A offre bond convertibile con un prezzo di conversione che il Gestore ritiene non rifletta il futuro valore delle azioni della Società SOCIETA A CORPORATE BOND POSIZIONE LONG Compra il «convertibile» della Società A E POSIZIONE SHORT Vende azioni Società A (vende allo scoperto o prestito titoli ) Scenario A Prezzo Azione Sale Il Gestore HF esercita la convertibilità del bond in azioni Scenario B Prezzo Azione Cala $ $ Il Gestore HF tiene il bond convertibile, che sarà salito di valore, e chiuderà lo short comprando le Azioni della Società A (per ricoprirsi o PROFIT Mispricing del convertibile PROFIT Mispricing del convertibile + ricavo sullo short sell

25 2.1.1 Relative Value e sub-strategie (3) Fixed Income Arbitrage Strategy: Arbitraggi sull Obbligazionario tipicamente cercano di generare profitti scoprendo inefficenze o differenziali di prezzo tra titoli. Queste strategie spesso cercano di limitare la volatilità coprendo l esposizione al mercato, alla duration ed al rischio di intersse. Possono includere operazioni «long» e «short» su obbligazioni affini a livello matematico o economico. EVENTO AZIONE RISULTATO POTENZIALE BOND ISSUE 1 State offers Tax-Exempt Municipal Bond with maturity date of 2015 HEDGE DURATION RISK BY TAKING A: 1 or 2? MUNICIPAL BOND CORPORATE BOND BUY SELL BOND ISSUE 1 LONG POSITION Purchasing a municipal tax-free bond for earning 7.25% tax-free interest AND BOND ISSUE 2 SHORT POSITION Selling with borrowed money Company A corporate bond earning 3.00% after tax interest DURATION 2015 DURATION RISK HEDGED DURATION 2015 PROFIT Receives net profit of 4.25% interest payment (7.25% from tax-exempt bond 3.00% corporate bond interest payment after tax) while offsetting duration risk BOND ISSUE 2 Company A offers corporate bond with maturity date of 2015

26 2. Tecniche di gestione degli Alternative Funds 2.1 Quali strumenti e strategie Relative Value e sub-strategie Event Driven e sub-strategie Equity Long/Short e sub-strategie Global Macro e sub-strategie

27 2.1.2 Event Driven e sub-strategie Questa strategia di investimento si concentra sulla identificazione e analisi dei titoli che possono beneficiare della presenza di operazioni straordinarie. Le Strategie Event Driven si concentrano su aziende che sono, o potrebbero essere, oggetto di ristrutturazione, acquisizioni, fusioni, liquidazioni, fallimenti, o altre situazioni particolari. I prezzi dei titoli delle società coinvolte in questi eventi sono in genere influenzate più dalla dinamica del particolare evento che dall apprezzamento generale o deprezzamento dei mercati del debito e delle azioni. Ad esempio, fattori quali il risultato, il timing, le decisioni legali, le dinamiche negoziali, i requisiti di collateralizzazione, o problemi di indicizzazione svolgono un elemento chiave per il successo di qualsiasi strategia Event Driven.

28 Merger Arbitrage Strategia: Strategia che prevede la simultanea compra/vendita delle azioni delle Società coinvolte nella fusione, con l obiettivo di ricavare un profitto con minor rischio. Dato che esiste la probabilità che l operazione di fusione non vada in porto, le azioni della Società acquirente tratteranno a sconto rispetto al valore teorico della Società risultante dalla fusione. Il Gestore comprerà le azioni della Società acquistata mentre contemporaneamente venderà le azioni della Società acquirente. EVENTO AZIONE RISULTATO POTENZIALE Società A annuncia l acquisizine della Società B. Il prezzo delle azioni della Società B saliranno immediatamente dopo l annuncio della fusione. SHORT POSITION Gestore Vende azioni Società A. E LONG POSITION Gestore compra azioni Società B a $30 per azione perchè convinto che l acquisizione andrà a buon fine. PROFITTO Gestore guadagna se l acquisizione va in porto al prezzo di acquisto dichiarato $30 Acquisizione della Società B. Prezzo Azioni Società B

29 Distressed Debt Investing Strategia: Il debito di Società in fallimento è spesso quotato significativamente a sconto rispetto al suo valore reale. Se la Società distressed riesce ad uscire da tale situazione con una reputazione rinnovata e rafforzata, il suo debito riacquisterà valore. Investire in Società con tale situazione significa acquistarne il debito, ristrutturare la situazione debitoria e vendere il tutto dopo la crescita dei prezzi. EVENT ACTION POTENTIAL RESULTS Per Società distressed si intende una società vicina, o molto prossima, a dichiarare bancarotta in quanto non più in grado di fare fronte ai propri debiti. Di conseguenza il valore di tale debito sarà «a sconto» Long position acquista il debito della Società distrerssed, risultando quindi coinvolta nella sua riorganizzazione PROFITTO La riorganizzazione aziendale avrà come risultato una crescita del prezzo del debito o una partecipazione azionaria nella Società rinnovata.

30 2. Tecniche di gestione degli Alternative Funds 2.1 Quali strumenti e strategie Relative Value e sub-strategie Event Driven e sub-strategie Equity Long/Short e sub-strategie Global Macro e sub-strategie

31 2.1.3 Equity Long/Short e sub-strategie La differenza tra una gestore Long/Short ed i tradizionali gestori Long-only è la loro la libertà di utilizzare la leva finanziaria, assumere posizioni corte e copertura delle posizioni lunghe. Il loro principale obiettivo è quello di fare risultati positivi e non necessariamente battere un indice. Il focus di questi fondi può essere regionale, settore specifico o stile specifico. Fondi long / short equity tendono a costruire e mantenere portafogli che sono significativamente più concentrati rispetto ai gestori di fondi tradizionali. Molti gestori di Equity Long/short utilizzano limiti di posizione per il controllo del rischio specifico delle azioni e, soprattutto, controllare liquidità. Alcuni istituzionalizzano un analisi quotidiana delle perdite e guadagni (Profit & Loss) simile a una desk di proprietary trading delle banche d'investimento. La vendita allo scoperto non è il contrario di andare lungo.

32 Long Short Equity Strategy: Una strategia direzionale che prevede l acquisizione di posizioni lunghe e corte contemporaneamente su una azione o strumenti similari (anche per importi non uguali). IL Gestore compra (long) l azione che ritiene potrà meglio performare, mentre vende (short) l azione che ritiene con minor potenziale. EVENTO AZIONE RISULTATO POTENZIALE Previsto incremento delle vendite dei tablet Vendite dei Desktop previste in discesa POSITIONE LONG Comperare azioni Società produttrici di tablet. E POSITIONE SHORT Vendere azioni Società produttrici desktop computers. PROFITTO Gestore HF guadagna i differenziali delle 2 operazioni indipendentemente dalla direzione assunta dal Mercato azionario.

33 Equity Market Neutral Strategia: Si può considerare come una variante della strategia long/short. Comporta la scelta di posizioni sia long che short in egual misura: sottostante una tale strategia vi è la scommessa che le posizioni long sovraperformino il settore o il mercato e viceversa per le posizioni short, producendo, quindi, una performance che sia indipendente dalla forza o direzione del settore/mercato di riferimento.ad esempio si può andare «long settoriale» e short indice EVENTO AZIONE RISULTO POTENZIALE Società con maggior qualità Società con minor qualità POSIZIONE LONG Prezzo Azione Sale Compro Azioni Società Finanziaria A con beta di 1.1 POSIZIONE SHORT Prezzo Azione Scende Vendo Azioni Società Finanziaria B con beta di 1.1 BETA = 1.1 BETA = 1.1 BETA = 0 Con la posizione beta neutrale, il Gestore cerca di generare alfa dalla selezione azionaria indipendentemente dalla forza o direzione del Mercato

34 2. Tecniche di gestione degli Alternative Funds 2.1 Quali strumenti e strategie Relative Value e sub-strategie Event Driven e sub-strategie Equity Long/Short e sub-strategie Global Macro e sub-strategie

35 2.1.4 Global Macro e sub-strategie Gli Alternative Funds Global Macro perseguono una strategia di base come Equity Long/Short sulle future tendenze dei mercati su larga scala utilizzando posizioni direzionali con un forte uso della leva finanziaria. Si muovono da una opportunità all altra, da tendenza a tendenza, da una strategia all'altra. Molto spesso i fondi Global Macro operano in mercati molto liquidi e efficienti come reddito fisso, cambi o futures sugli indici dei mercati azionari. Crediamo che ci sia un trade-off tra liquidità e opportunità. La liquidità è correlata con l'efficienza. Più è efficiente un mercato maggiore è la liquidità. Elevata liquidità e alta efficienza significa spesso ottima informazione e concorrenza. Ottimi livelli di informazioni e concorrenza comportano minori opportunità di sfruttare le inefficienze. Fondi Global Macro, quindi, costruiscono le loro performance, anticipando velocemente un cambiamento di prezzo e non sfruttando le inefficienze del mercato.

36 Global Macro Strategia: Investire in un ampio range di asset class, ad esempio, azioni, obbligazioni, divise e materie prime, per sfruttare le inefficenze o sotto valutazioni generate dalle variabili macroeconomiche globali. Generalmente I Gestori adottano un approccio topdown per cercare di prevedere come eventi globali macroeconomici od eventi esogeni geopolitici possano influenzare le valutazioni degli strumenti finanziari, cercando di anticiparli, per produrre profitti. EVENTO AZIONE RISULTATO POTENZIALE Fed abbassa i tassi di mercato fino quasi allo zero. POSIZIONE LONG Comprare Oro, la svalutazione della divisa spinge gli investitori su Asset ritenuti sicuri. E POSIZIONE SHORT Vendere Usd Gestore Hedge approfitta dell apprezzamento del valore dell oro......ed approfitta della svalutazione della divisa, per riacquistarla a minor prezzo. Paura per un Dollaro Usa svalutato Nel 2009, Fed continua ad allargare il credito

37 3. Perché utilizzare un Alternative 3.1 Quali sono i benefici che può portare in un portafoglio Sfruttare le decorrelazioni Mitigazione del rischio Un complemento ai portafogli tradizionali

38 Fondi Alternativi Innanzitutto perché sceglierli? Incrementare la diversificazione potendo utilizzare più strumenti finanziari Migliorare i rendimenti senza incrementare significativamente i rischi Ottenere rendimenti risk-adjusted maggiori riducendo la volatilità Perchè gli Alternativi? Avere minor correlazione alle asset classes tradizionali Preservare il capitale anche con i mercati volatili Avere un orizzonte temporale di investimento a lungo termine Coprire determinate esposizioni di portafoglio Ottenere rendimenti (Alpha) independentemente dalla direzione del mercato (Beta) Avere accesso ed sfruttare i rischi alternativi 1. All investments involve risk. There is no assurance that any of these objectives will be achieved.

39 Alternative Funds possono fornire molteplici Benefici Diversificazione Complemento a Portafogli tradizionali Allineamento di Interessi Benefici Focus su Minimizzare le perdite Focus su Rendimenti Assimmetrici Cercare Rendimenti Risk-Adjusted

40 Diversificare con Asset Class meno correlate Strategie Alternative hanno bassa correlazione vs. asset classes tradizionali (20-Year) Asset Class Correlations 20-Year Period Fino al 31 Dicembre 2014 Hedge Strategy Composite Long Short Equity Event Driven Global Macro Relative Value Hedge Strategy Composite 1.00 High Correlation Long Short Equity Event Driven Global Macro Relative Value Global Equity US Equity Global Fixed Income US Fixed Income Commodities Low Correlation Hedge Strategy Composite is represented by HFRI Fund Weighted Composite; Global Equity is represented by MSCI The World Index Gross; US Equity is represented by S&P 500 Index; Global Fixed Income is represented by Barclays Global Aggregate; Index, US Fixed Income is represented by Barclays US Aggregate Index, Commodities are represented by DJ UBS Commodity Index Total Return. Source: 2015 FactSet Research Systems Inc. All Rights Reserved. Please see slide 45 for source information. All indexes are unmanaged and one cannot invest directly in an index. Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri

41 Frequency of Annual Returns Gli Alternative Funds hanno avuto meno e minori performance negative rispetto ai Mercati Globali Frequency of Annual Returns Rolling 12 Months 20-Year Period Ending December 31, 2014 HFRI Fund Weighted Composite Index MSCI World Index Probabilità di perdita attesa: la parte a sinistra dello 0% indica una maggiore probabilità di subire delle perdite. Fonti: 2015 FactSet Research Systems Inc. Questo grafico è solamente a scopo illustrativo. Non rappresenta alcuno dei prodotti, delle performance, o della composizione dei portafogli Franklin Templeton. L'Indice non è gestito e non si può investire direttamente in un indice. Le strategie Hedge sono rappresentate dal HFRI Fund Weighted Composite Index. - L indice Equity è rappresentato da MSCI World Index. Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri

42 Protezione ai Downside rispetto all Azionario Globale Drawdown of the HFRI Fund Weighted Composite Index and MSCI World Index 20-Year Fino al 31 Dicembre 2014 Jan-95 HFRI Fund Weighted Composite Index (USD) MSCI World Index Gross Return Fonti: FactSet, HFRI, S&P, Inc. Questo grafico è solamente a scopo illustrativo. Non rappresenta alcuno dei prodotti, delle performance, o della composizione dei portafogli Franklin Templeton. L'Indice non è gestito e non si può investire direttamente in un indice. Le strategie Hedge sono rappresentate dal HFRI Fund Weighted Composite Index. - L indice Equity è rappresentato da MSCI World Index. Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri

43 Un complemento ai Portafogli tradizionali Allocare in Hedge Funds avrebbe potuto aiutare a migliorare la potenziale performance senza incrementare considerevolmente i rischi. Periodo di 20 anni al 31 Dicembre % Fixed Income 10% Hedge Fund 70% Fixed Income 20% Equity 10% Hedge Fund 45% Fixed Income 45% Equity 10% Hedge Fund 75% Fixed Income 25% Equity 20% Fixed Income 70% Equity 10% Hedge Fund 50% Fixed Income 50% Equity 90% Equity 10% Hedge Fund 25% Fixed Income 75% Equity 100% Equity 100% Fixed Income Portafoglio Tradizionale Portafoglio con 10% componente Hedge Equity is represented by MSCI World Index Gross Return. Fixed Income is represented by the Barclays Global Aggregate Index. Hedge Strategies are represented by the HFRI Fund Weighted Composite Index. Source: 2015 FactSet Research Systems Inc., MSCI and Barclays. All Rights Reserved. For illustrative purposes only; not representative of any Franklin, Templeton or K2 fund performance or portfolio composition. Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri.

44 4. Come scegliere un fondo Alternative 4.1 La direttiva UCITS 4.2 I diversi stili: single manager e multi-manager, single strategy e multi-strategy 4.3 Analisi dei flussi e dell offerta disponibile

45 Storia dei Flussi Flow of Funds (Q H1 2012) Fonte: IR&M Hedge Fund Research Trend di crescita dal 2000 al e 2009 anni di peggiori outlows a causa della crisi e non sono ancora stati assorbiti e recuperati (30% di fallimenti) Fase di ripresa Passaggio su UCITs nel settore Alternative

46 Fondi Alternativi: Direttiva 2009/65/CE UCITS IV Che cosa significa UCITS L acronimo UCITS (Undertakings for Collective Investments in Transferable Securities), arrivato alla versione IV, individua quegli organismi di investimento collettivo del risparmio, fondi e Sicav, che investono principalmente in valori mobiliari conformemente a quanto previsto dal testo normativo. I vari «steps» della Direttiva hanno contribuito alla creazione di un mercato interno più aperto, innovando ulteriormente la disciplina nelle vari tematiche che la compongono e creando i presupposti per il raggiungimento di maggiori economie di scala all interno del settore

47 Fondi Alternativi: Direttiva 2009/65/CE UCITS IV Che cos è un Fondo UCITS Alternativo E un organismo di investimento collettivo del risparmio, armonizzato dalla Direttiva Ucits IV, che adotta strategie di investimento e tipologie di prodotto dapprima confinate al solo mondo hedge fund. Di fatto si è esteso l utilizzo di strumenti finanziari derivati non solo a fini di copertura e riduzione dei rischi, ma come parte integrante della strategia.

48 Fondi Alternativi: Direttiva 2009/65/CE UCITS IV Caratteristiche Principali Liquidità: deve essere fornita almeno ogni 15 giorni. La maggior parte offre liquidità giornaliera o settimanale Principali caratteristiche dei Fondi UCITS Diversificazione: previsti limiti di concentrazione ed esposizione nei confronti dei singoli emittenti e strumenti finanziari Sicurezza degli Asset: gli stessi sono segregati in un conto separato presso la Depositaria nominata dal Fondo. Risk Management: il processo interno di R.M., che descrive la tipologia di derivati utilizzati, il rischio associato e come viene misurato e gestito, deve essere approvato dall Autorità di Vigilanza del paese d origine. Trasparenza : approvazione e pubblicazione del prospetto informativo e del Key investor informations document (Kiid) ove sono descritti obiettivi, preocesso di investimento, rischi connessi e struttura dei costi del Fondo. Bilancio semestrale e certificazione annuale

49 Fondi Alternativi: Direttiva 2009/65/CE UCITS IV - Vincoli all investimento un limite massimo pari al 10% del NAV per l investimento in valori mobiliari emessi dallo stesso emittente. Tale limite è fissato al 35% del NAV per titoli governativi un limite massimo pari al 40% del NAV per il valore complessivo delle esposizioni concentrate verso un singolo emittente comprese tra il 5% e il 10% (c.d. regola del 5/10/40). Tale regola non si applica per le posizioni su titoli governativi. un limite massimo pari al 20% delle azioni con diritto di voto per evitare influenze significative sul management dell emittente stesso da parte del fondo, un limite massimo del 10% delle azioni senza diritto di voto di uno stesso emittente o dei titoli di debito dello stesso emittente o degli strumenti del mercato monetario di qualunque altro emittente (c.d. regole di concentrazione). Vincoli stabiliti dalla Direttiva un limite massimo del 5% del NAV per l esposizione nei confronti di una singola controparte OTC. Il limite è fissato al 10% del NAV nel caso di istituti di credito. un limite massimo del 20% del NAV può essere depositato presso un singolo istituto. un limite massimo del 5% del NAV per l investimento in warrant un limite massimo del 10% del NAV per l investimento in valori mobiliari negoziati in mercati non regolamentati (c.d. trash ratio). il divieto di acquistare materie prime fisiche o loro certificati rappresentativi, azioni o quote di hedge fund, di fondi di private equity e fondi immobiliari. In alcune giurisdizione è consentito l investimento in indici rappresentativi di asset class quali materie prime o hedge fund purché siano sufficientemente liquidi e negoziabili. il divieto di vendita allo scoperto di asset fisici o prestito di azioni. È consentito lo short selling sintetico attraverso l uso di strumenti derivati

50 4. Come scegliere un fondo Alternative 4.1 La direttiva UCITS 4.2 I diversi stili: single manager e multi-managers, single strategy e multi-strategy 4.3 Analisi dei flussi e dell offerta disponibile

51 Posizionamento Portafogli hedge funds Multi strategy verso single strategy ed asset class tradizionali Hedge Fund Portfolios versus traditional asset Classes Fonte: IR&M, Bloomberg Tutto è basato sui rendimenti totali in USD da Gennaio 1990 a Luglio Quadrato Grigio: Merrill Lynch 3-mesi T- Bills Index. JPM. Global Government Bond Index, MSCI World Index. Quadrati Neri: gli indici delle quattro strategie principali da HFRI. Per aggiustare eventuali distorsioni nei dati sottostanti, sono stati sottratti 300 basis point dai rendimenti annuali storici e la volatilità è stata moltiplicata per 1.5. Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri Gli hedge funds realizzano rendimenti più elevati, comparati alle asset class tradizionali, con una volatilità più bassa

52 Portafogli skilled-based vs market based Risultati dei diversi stili Hedge rispetto agli indici Skill-Based versus market-based portfolios Fonte: IR&M, Bloomberg Tutto è basato sui rendimenti totali in USD dai nostri principali indici Hedge Fund Research dal 1990 a Luglio 2012 I rendimenti assoluti e i rendimenti aggiustati per il rischio sono stati più elevati rispetto agli azionari, obbligazioni e alle loro combinazioni La grande differenza tra i portafoglio skill-based e market-based è l entità delle perdite

53 Multi-Strategy Ribilanciare le strategie in funzione dei diversi momenti di mercato Strategia: Gestire attivamente e tatticamente il peso delle varie strategie sottostanti, monitorando il rischio e cercando di cogliere le opportunità del Mercato basandosi sulle aspettative dello stesso o sulle analisi. Esempio di come un fondo Multi-Strategy può ribilanciarsi in base alle condizioni di Mercato EVENTO AZIONE RISULTATO POTENZIALE MERCATO «FORTE» In un contesto di mercato forte, si moltiplicano le opportunità di M&A. MERCATO IN DISCESA Con il mercato in regressione, le aziende preferiscono rimanere liquide; ci saranno minori opportunità di mergers & acquisitions e/o eventi societari particolari. Relative Value Event Driven Long Short Equity Global Macro Aggiustamenti dell allocazione di Portafoglio al cambiamento delle condizioni di Mercato. MERCATO IN RECUPERO Allo stabilizzarsi del mercato, spesso le opportunita riaffiorano. Fonte: Franklin Templeton - Franklin K2 Advisers - Il grafico qui sopra è un esempio ipotetico a scopo puramente illustrativo.

54 Investire utilizzando più strategie Alternative può offrire Diversificazione Annual Return (%) between Ranked in Order of Performance from Best to Worst HFRI Equity Hedge (Total) S&P 500 (TR) HFRI Macro (Total) Barclays US Government /Credit Even Driven: Global Macro: Relative Value:2009 S&P 500 (TR) S&P 500 (TR) Barclays US Government /Credit Fonte: 2015 FactSet Research Systems Inc., S&P Dow Jones Indices e Barclays Global Family of Indices. Tutti i diritti sono riservati. Utilizzato con il permesso.le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri. S&P 500 (TR) S&P 500 (TR) S&P 500 (TR) 10.60% 15.79% 11.11% 5.24% 26.46% 15.06% 7.84% 16.00% 32.39% 13.69% HFRI Fund Weighted Composite (USD) HFRI Event-Driven (Total) HFRI Equity Hedge (Total) HFRI Macro (Total) HFRI Relative Value (Total) HFRI Event-Driven (Total) S&P 500 (TR) HFRI Relative Value (Total) HFRI Equity Hedge (Total) HRFI Macro (Total) 9.30% 15.33% 10.48% 4.83% 25.81% 11.86% 2.11% 10.59% 14.44% 6.17% HFRI Event-Driven (Total) HFRI Fund Weighted HFRI Fund Weighted Composite (USD) Composite (USD) HFRI Relative Value (Total) HFRI Event-Driven (Total) HFRI Relative Value (Total) HFRI Relative Value (Total) HFRI Event-Driven (Total) HFRI Event-Driven (Total) Barclays US Government /Credit 7.29% 12.89% 9.96% % 25.04% 11.43% 0.15% 8.89% 12.48% 6.01% HFRI Macro (Total) HFRI Relative Value (Total) HFRI Relative Value (Total) HFRI Fund Weighted Composite (USD) HFRI Equity Hedge (Total) HFRI Equity Hedge (Total) HFRI Event-Driven (Total) HFRI Equity Hedge (Total) HFRI Fund Weighted HRFI Relative Value Composite (USD) (Total) 6.79% 12.37% 8.94% % 24.57% 10.45% -3.30% 7.41% 9.24% 4.20% HFRI Relative Value (Total) HFRI Equity Hedge (Total) Barclays US Government /Credit HFRI Event-Driven (Total) HFRI Fund Weighted HFRI Fund Weighted Composite (USD) Composite (USD) HFRI Macro (Total) HFRI Fund Weighted Composite (USD) HFRI Relative Value (Total) HRFI Fund Weighted Composite 6.02% 11.71% 6.97% % 19.98% 10.25% -4.16% 6.36% 6.98% 3.33% S&P 500 (TR) HFRI Macro (Total) HFRI Event-Driven (Total) HFRI Equity Hedge (Total) Barclays US Government /Credit HFRI Macro (Total) HFRI Fund Weighted Composite (USD) Barclays US Government /Credit HFRI Macro (Total) HRFI Equity Hedge (Total) 4.91% 8.15% 6.61% % 5.93% 8.06% -5.25% 4.21% -0.22% 2.26% Barclays US Government /Credit Barclays US Government /Credit S&P 500 (TR) S&P 500 (TR) HFRI Macro (Total) Barclays US Government /Credit HFRI Equity Hedge (Total) HFRI Macro (Total) Barclays US Government /Credit HRFI Event Driven(Total) 2.43% 4.33% 5.49% % 4.34% 6.54% -8.38% -0.06% -2.02% 1.09%

55 Fondi Alternativi: Esempio di fondo Multistrategy Diversificazione attraverso una varietà di strategie alternative Long Short Equity Contemporaneamente lungo/corto su azioni od indici azionari 25-40% Relative Value Alla ricerca di opportunità su inefficienze di prezzo 30-45% Global Macro Focalizzato su trends macroeconomici a livello globale 0-20% Event Driven Opportunità di investimento in aziende sottoposte a ristrutturazione 15-30% Fonte: Franklin Templeton - Franklin K2 Advisers - Il grafico qui sopra è un esempio a scopo puramente illustrativo.

56 I Vantaggi del Multi Manager Riduzione dei costi ed aumento della trasparenza Fondo Multi Manager Categorie Fondo di fondi Mgr C Mgr A Mgr B Securities I fondi Multi Manager detengono direttamente TUTTI i titoli Controllo diretto su mandati d investimento e parametri di rischio Esposizione di mercato completa possibile attraverso l ottimizzazione del cash Struttura F-A FoF F-B F-C Securities Securities Securities FoF possiede quote di fondi sottostanti I Fondi sottostanti possiedono i singoli titoli il profilo di rischio aggregato del portafoglio non è facile da controllare Processo di ricerca basato sugli incontri con i managers, considerando sia fattori qualitativi che quantitativi Scelta specifica del team di investimento o di gestori di portafoglio individuali Monitoraggio quotidiano diretto dei titoli detenuti in portafoglio La custodia diretta di beni consente efficienti cambiamenti di manager e di liquidità Custodia singola Solo una commissione di gestione: non ci sono costi nascosti Potere di negoziazione Processo di Selezione Transparenza Efficienza Costi I fondi spesso vengono scelti principalmente sulla base dei risultati passati ed il brand Monitoraggio limitato dei gestori o dei team di gestione Molto difficile monitorare le posizioni sottostanti su base giornaliera Movimentazione fondi (switch) costosa, che richiede tempo ed inefficiente Più custodie Struttura tariffaria a doppio strato (doppi costi non sempre trasparenti)

57 4. Come scegliere un fondo Alternative 4.1 La direttiva UCITS 4.2 I diversi stili: single manager e multi-managers, single strategy e multi-strategy 4.3 Analisi dei flussi e dell offerta disponibile

58 Analisi Mercato Fondi Alternative in Italia Fondi disponibili per strategia Strategia Numero di fondi Long/Short 186 Multialternative 137 EAA OE Alt - Multistrategy 80 EAA OE Alt - Fund of Funds - Multistrategy 57 Other Alternative 75 EAA OE Alt - Global Macro 30 EAA OE Alt - Currency/Other 20 EAA OE Alt - Systematic Futures 20 EAA OE Alt - Event Driven 12 EAA OE Alt - Volatility 11 Grand Total 416 Maggioranza di fondi Long/Short attualmente distribuiti in Italia In crescita il numero di FoF Multistrategy Ancora poche altre strategie alternative (Event Driven e Global Macro) Fonte: Morningstar Direct Aprile 2015

59 Analisi del mercato italiano Classifica migliori e peggiori a 1 anno Migliori Fondi a 1 anno Morningstar Category Perf 1Y Man AHL Trend EAA OE Alt - Systematic Futures MS QTI UCITS Fund EAA OE Alt - Systematic Futures Lyxor Epsilon Global Trend Fund EAA OE Alt - Systematic Futures GS Liquid Alternative Beta Trend Port EAA OE Alt - Systematic Futures Nordea-1 Heracles Long/Short MI Fund EAA OE Alt - Systematic Futures GAM Star Keynes Quantitative Strat EAA OE Alt - Systematic Futures AZ Fd1 Alpha Man Equity EAA OE Alt - Volatility SEB Asset Selection Fund EAA OE Alt - Systematic Futures MFS Meridian Absolute Return EAA OE Alt - Multistrategy EAA OE Alt - Long/Short Equity - Emerging Indus PacifiChoice Asia Fund Markets Peggiori Fondi a 1 anno Morningstar Category Perf 1Y Schroder ISF Glbl Mgd Ccy EAA OE Alt - Currency BG SICAV Short Equities EAA OE Alt - Long/Short Equity - Global Investec GSF Enhanced Natural ReFontes EAA OE Alt - Long/Short Equity - Global GLG Atlas Macro Alternative EAA OE Alt - Global Macro AZ Multi Asset Area Euro Growth EAA OE Alt - Multistrategy CCR Long Vol EAA OE Alt - Volatility BG Selection Short Strategies EAA OE Alt - Long/Short Equity - Global Investec GSF Enhanced Global Energy EAA OE Alt - Long/Short Equity - Global JPM Highbridge Statistical Mkt Neutral EAA OE Alt - Market Neutral - Equity PLURIMA City Fund Global Trading Fund EAA OE Alt - Multistrategy Fonte: Morningstar Direct Aprile Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri Nell ultimo anno le strategie Global Macro/Systematic Futures sono state le più performanti Sono state invece maggiormente penalizzate le strategie Long/short Equity

60 Analisi del mercato italiano Classifica migliori e peggiori a 3 anni Migliori Fondi a 3 anni Morningstar Category Perf 3Y Robeco GTAA EAA OE Alt - Global Macro Nordea-1 Heracles Long/Short MI Fund EAA OE Alt - Systematic Futures MLIS CCI Healthcare L/S Ucits EAA OE Alt - Long/Short Equity - Global AZ Fd1 Alpha Man Equity EAA OE Alt - Volatility BANOR SICAV North America L/S Eq EAA OE Alt - Long/Short Equity - US BANOR SICAV Italy Long Short EAA OE Alt - Long/Short Equity - Europe Man AHL Trend EAA OE Alt - Systematic Futures Indus PacifiChoice Asia Fund EAA OE Alt - L/S Equity - Emerging Markets Threadneedle UK Absolute Alpha EAA OE Alt - Long/Short Equity - UK Finlabo Inv Dynamic Equity EAA OE Alt - Long/Short Equity - Europe Peggiori Fondi a 3 anni Morningstar Category Perf 3Y Adenium Sicav Equilibrium EAA OE Alt - Long/Short Equity - Europe Parworld Multi Strategy High Vol EAA OE Alt - Global Macro Schroder ISF Glbl Mgd Ccy EAA OE Alt - Currency Investec GSF Enhanced Global Energy EAA OE Alt - Long/Short Equity - Global GLG Atlas Macro Alternative EAA OE Alt - Global Macro JPM Highbridge Statistical Mkt Neutral EAA OE Alt - Market Neutral - Equity A 3 anni è più evidente il valore aggiunto che tutte le strategie riescono ad apportare nei portafogli con una minore differenza tra i migliori e i peggiori Investec GSF Enhanced Natural ReFontes EAA OE Alt - Long/Short Equity - Global BG SICAV Short Equities EAA OE Alt - Long/Short Equity - Global BG Selection Short Strategies EAA OE Alt - Long/Short Equity - Global CCR Long Vol EAA OE Alt - Volatility Fonte: Morningstar Direct Aprile Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri

61 Analisi Mercato Fondi Alternative Analisi rispetto i principali Competitors Long Short Peer 1 Long Short Peer 3 GTAA Peer 4 Long Short Peer 2 Fondo Multistrategy Multimanager Multi-Alternative Peer 5 Long Short/ FoF Fonte: Morningstar Direct al 28 aprile 2015; Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Investire nelle Insurance Linked Securities: UNA NUOVA ASSET CLASS. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Novembre 2011

Investire nelle Insurance Linked Securities: UNA NUOVA ASSET CLASS. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Novembre 2011 Investire nelle Insurance Linked Securities: UNA NUOVA ASSET CLASS Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Novembre 2011 1 INDICE 1 CONOSCERE LASSETL CLASS E IL MERCATO 2 I VANTAGGI AD INVESTIRE

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager FONTEDIR Selezione Gestori Finanziari Monica Basso Milano, luglio 2007 Institutional Sales Manager Agenda Struttura e esperienza del mercato dei Fondi pensione Filosofia e Processo di investimento Sistema

Dettagli

Il nostro processo d investimento

Il nostro processo d investimento Il nostro processo d investimento www.moneyfarm.com Sommario Le convinzioni alla base della nostra strategia d investimento 2 Asset Allocation 3 La scelta di strumenti a basso costo gestionale 3 L approccio

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Ignis Asset Management

Ignis Asset Management Ignis Asset Management Indice 2 Storia di Ignis 3 Ignis oggi 4 Eredità 5 Punti di forza 6 Capacità: innovazione, competenza ed esperienza 7 Panoramica sui prodotti 8 Assistenza clienti: il potere delle

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli