Lezioni di Economia Aziendale classe prima Prof. Monica Masoch ESERCIZI SUL CALCOLO %

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lezioni di Economia Aziendale classe prima Prof. Monica Masoch ESERCIZI SUL CALCOLO %"

Transcript

1 Lezioni di Economia Aziendale classe prima Prof. Monica Masoch ESERCIZI SUL CALCOLO % 1 U.D. 1 CALCOLI PERCENTUALI A PPLICATI A LLE A ZIENDE SVOLGIMENTO DEGLI ESERCIZI

2 I passaggi per impostare e risolvere correttamente gli esercizi 1) Leggo con attenzione il testo, una frase per volta 2) Riporto sul foglio di lavoro gli importi scritti nel testo e scrivo cosa rappresentano 3) Individuo e scrivo sul foglio di lavoro la grandezza da ricercare 4) Individuo quale grandezza corrisponde al 100% 5) Compilo la tabella di impostazione della proporzione 6) Imposto la proporzione 7) Trovo il risultato richiesto 8) Scrivo il significato del risultato trovato 2

3 ES a - pag IL TESTO: Pagando a un fornitore euro un impresa ha ottenuto la riduzione 3 del 5% sull importo che le era stato richiesto. A quanto ammontava l importo richiesto dal fornitore? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: euro: LA SOMMA PAGATA SCONTATA (già al netto dello sconto!!!) 5%: riduzione ottenuta sull importo che era stato richiesto 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: importo richiesto dal fornitore L IMPORTO RICHIESTO DAL FORNITORE X : 95 = x : IMPORTO RICHIESTO DAL FORNITORE SOMMA PAGATA SCONTATA del 5% % x = 100 x = numeri X Risultato = IMPORTO RICHIESTO DAL FORNITORE

4 ES b - pag IL TESTO: Dopo aver ottenuto l aumento del 6% sulla retribuzione un tecnico specializzato riceve mensilmente 1.935,03 4 euro. A quanto ammontava la retribuzione prima dell aumento? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: 1.935,03 euro: LA SOMMA CHE RICEVE IL TECNICO dopo l aumento 6%: aumento ottenuto sulla retribuzione 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: retribuzione prima dell aumento LA RETRIBUZIONE PRIMA DELL AUMENTO X : 106 = x : 1935,03 RETRIBUZIONE PRIMA DELL AUMENTO RETRIBUZIONE ATTUALE CON AUMENTO % x = 100 x 1.935,03 = 1.825, numeri X 1.935,03 Risultato 1.825,50 = RETRIBUZIONE PRIMA DELL AUMENTO

5 ES c - pag IL TESTO: Lanciando l offerta promozionale con sconto del 30% un supermercato vende le lattine di olio extra vergine 5 d oliva al prezzo di 3,22 euro ciascuna. A quanto ammontava il prezzo prima dell offerta promozionale? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: 3,22 euro: prezzo di vendita (scontato) delle lattine 30%: sconto sul prezzo prima dell offerta 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: prezzo prima dell offerta PREZZO PRIMA DELL OFFERTA X : 70 = x : 3,22 PREZZO PRIMA DELL OFFERTA PREZZO SCONTATO % x = 100 x 3,22 = 4,60 70 numeri X 3,22 Risultato 4,60 = PREZZO DI UNA LATTINA PRIMA DELLO SCONTO (PREZZO PIENO)

6 ES d - pag IL TESTO: Pagando in ritardo una multa, il suo importo è stato aumentato dell 8% ed è diventato 151,20 euro. A quanto 6 ammontava l importo iniziale della multa? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: 151,20 euro: importo aumentato della multa pagata in ritardo 8%: aumento della multa a causa del ritardo 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: importo iniziale della multa IMPORTO INIZIALE DELLA MULTA X : 108 = x : 151,20 IMPORTO INIZIALE DELLA MULTA IMPORTO AUMENTATO DELLA MULTA % x = 100 x 151,20 = numeri X 151,20 Risultato 140 = IMPORTO INIZIALE DELLA MULTA

7 ES pag IL TESTO: Un impresa commerciale vende una merce al prezzo di euro ottenendo un guadagno pari al 25% 7 del costo sostenuto per acquistarla. Calcola il costo al quale l aveva acquistata. Successivamente. 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: euro: prezzo di vendita comprensivo del guadagno del 25% 25%: guadagno sul costo di acquisto 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: costo di acquisto della merce COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE X : 125 = x : COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE % x = 100 x = numeri X Risultato = COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE

8 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: Ora so che il costo di acquisto è di A quale prezzo avrebbe dovuto venderla per ottenere un guadagno pari al 30% del costo di acquisto? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: euro: costo di acquisto della merce 30%: guadagno sul costo di acquisto 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: prezzo di vendita (= Ricavo) COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE : 130 = : x COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE % x = 130 x = numeri x Risultato = RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE

9 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: Sempre sapendo che il costo di acquisto 9 è di A quale prezzo avrebbe dovuto venderla per ottenere un guadagno pari al 25% del ricavo di vendita? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: euro: costo di acquisto della merce 25%: guadagno sul ricavo di vendita 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: prezzo di vendita (= Ricavo) RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE X : 75 = X : RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE % x = 100 x = numeri X Risultato = RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE

10 ES pag IL TESTO: Le persone che intendono disporre 10 di un certo prodotto elettronico prendono la loro decisione di acquisto: per il 20% guardando le vetrine dei negozi; per il 7% per la notorietà della marca; per il 16% per la pubblicità che hanno visto la settimana precedente; per il 9% visitando i siti Internet; per il 22% basandosi sulle precedenti esperienze positive personali; per la parte rimanente come conseguenza del passaparola di amici o parenti. 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: % di coloro che prendono la decisione di acquisto in conseguenza del passaparola IN QUESTO CASO PER RISOLVERE BASTA UNA SEMPLICE SOMMA ALGEBRICA: 20% + 7 %+ 16% + 9% + 22% = 74% 100% - 74% = 26% Risultato 26% = PERCENTUALE DI COLORO CHE DECIDONO SUL PASSAPAROLA

11 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: Sapendo che in una certa località 11 sono stati venduti in tutto elettrodomestici, calcola per quanti di essi è stata decisiva la vetrina (20%); per quanti di essi sono stati determinanti le scelte precedenti (22%) e per quanti di essi la decisione è maturata in seguito al passaparola di amici e parenti (26%). 3. GRANDEZZE DA RICERCARE: % di coloro che prendono la decisione di acquisto in conseguenza dei tre aspetti sopra descritti CALCOLIAMO DIRETTAMENTE: a) Acquisti determinati dalla vetrina 100 : 20 = : x b) Acquisti determinati da scelte precedenti 100 : 22 = : x c) Acquisti determinati dal passaparola 100 : 26 = : x 7.475

12 ES pag. 207 IL TESTO: Un impresa commerciale all ingrosso che acquista metalli e li rivende alle imprese industriali ha comperato 50 tonnellate di alluminio 12 al prezzo di 128 euro per tonnellata e ha sostenuto spese di trasporto pari al 5% del prezzo (= costo di acquisto). Calcola: 1) l importo pagato per acquistare 50 tonnellate di alluminio; 2) Il costo comprensivo delle spese di trasporto indicandolo per tutta la merce acquistata e anche per ogni singola tonnellata acquistata Per calcolare il primo risultato richiesto calcolo devo semplicemente moltiplicare Tonnellate (50 x 128) = Per il secondo risultato imposto la proporzione: COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE COSTO COMPRENSIVO DEL TRASPORTO % numeri X 100 : 105 = : X x = 105 x = Risultato = COSTO TOTALE DELLA MERCE + COSTO TRASPORTO COSTO DI UNA SOLA TONNELLATA = : 50 = 134,40

13 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: So che il costo di una tonnellata è di 134,40 e che in tutto le tonnellate erano Ora l impresa vende 18 tonnellate all impresa Alfa a un prezzo per tonnellata che consente di guadagnare il 10% del costo. Devo calcolare il prezzo di vendita per tonnellata praticata a Alfa e l importo totale pagato da Alfa. COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA PER TONNELLATA % numeri 134,4 X 100 : 110 = 134,40 : X x = 110 x 134,40 = 147, Risultato 147,84 = PREZZO DI VENDITA A ALFA DI UNA TONNELLATA DI ALLUMINIO IMPORTO TOTALE PAGATO DA ALFA = 147,84 x 18 = 3.091,20

14 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: So che il costo di una tonnellata è di 134,40 e che in tutto le tonnellate erano Ora l impresa vende 12 tonnellate all impresa Beta a un prezzo di 161,28 per tonnellata. Devo calcolare la percentuale di guadagno sulla vendita all impresa Beta. COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA PER TONNELLATA % 100 x numeri 134,40 161, : x = 134,40 : 161,28 x = 100 x 161,28 = 120% 134,40 LA PERCENTUALE DI GUADAGNO E QUINDI PARI A 120% - 100% = 20% CALCOLO IL RICAVO REALIZZATO DALLA VENDITA A BETA = 161,28 x 12 = 1.935,36

15 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: So che il costo di una tonnellata è di 134,40 e che in tutto le tonnellate erano Ora l impresa vende 20 tonnellate all impresa Delta a un prezzo per tonnellata che le consente di guadagnare il 15% del costo. Devo calcolare il prezzo di vendita per tonnellata praticata a Alfa e l importo totale pagato da Alfa. COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA PER TONNELLATA % numeri 134,4 X 100 : 115 = 134,40 : X x = 115 x 134,40 = 154, Risultato 154,56 = PREZZO DI VENDITA A DELTA DI UNA TONNELLATA DI ALLUMINIO IMPORTO TOTALE PAGATO DA DELTA = 154,56 x 20 = 2.661,12

16 ES pag. 207 ULTIMA RICHIESTA: So che il costo di una tonnellata è di 134,40 e che in tutto le tonnellate erano 128. So che per ora ho venduto solo 16 ( =) 50 tonnellate di alluminio. (Quindi il costo delle tonnellate vendute è 134,40 x 50 = 6.720). So anche che dalla vendita di queste 50 tonnellate ho ricavato: 3.091,20 per la vendita a Alfa, 1.935,36 per la vendita a Beta, 2.661,12 per la vendita a Delta. Mi viene richiesto di calcolare l importo totale ricavato con le tre vendite. Cioè: (3.091, , ,12) = 7.687,68 Posso quindi calcolare il guadagno: (7.687, ) = 967,68 L ultima richiesta è di calcolare la percentuale del guadagno ottenuto dall intera operazione commerciale. COSTO DI ACQUISTO 50 T. di MERCE GUADAGNO OTTENUTO 100 : X = : 967,68 % 100 X numeri ,68 x = 100 x 967,68 = 14,40% PERCENTUALE GUADAGNO REALIZZATO = 14,40%

17 ES pag IL TESTO: Un impresa commerciale ha acquistato kg lordi di merce al prezzo 17 di 6,40 euro al kg netto; l importo dovuto al fornitore viene aumentato dell iva (Imposta sul Valore Aggiunto) con aliquota del 22%. Calcola: a) Il peso netto della merce sapendo che la tara ammonta al 5% del PL 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il PN della merce Il peso lordo Kg 5. PL PN % numeri X 100 : 95 = : X x = 1000 x 95 = KG Risultato KG 950 = PN della MERCE

18 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che il PN della merce è di 950 kg e che il prezzo è di 6,40 euro al kg netto e che il prezzo 18 viene aumentato dell iva del 22%; Ora dobbiamo calcolare: b) l importo totale dovuto al fornitore comprensivo dell iva Sappiamo che l importo totale senza iva è 950 x 6,40 = GRANDEZZA DA RICERCARE: l importo totale comprensivo dell iva Importo senza iva Importo senza iva Importo con iva 100 : 122 = : X % numeri X x = x 122 = 7.417, Risultato 7.417,60= importo pagato con iva

19 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che l importo da pagare al fornitore comprensivo dell iva è di 7.417,60 19 Ora dobbiamo calcolare: c) l importo effettivamente pagato sapendo che il pagamento è stato effettuato come segue: - 25% anticipato con sconto del 4% - 40% alla consegna della merce al prezzo pieno - 35% dopo 3 mesi dalla consegna con maggiorazione del 5% Calcolo direttamente: 25% di 7.417,60 = 1.854,40 scontato = 1.854,40x96/100= 1.780,22 40% di 7.417,60 = 2.967,04 35% di 7.417,60 = 2.596,16 maggiorato = 2.596,16 x 105/100 = 2.725,98 Risultato 1.780, , ,98= 7.473,23 importo effettivamente versato dal fornitore

20 ES pag IL TESTO: Con un offerta speciale un negozio di arredamento propone alla 20 clientela i mobili per una cameretta al prezzo di euro che è ribassato del 15% rispetto al prezzo praticato in precedenza. Calcolare: a) A quanto ammontava il prezzo prima dell offerta speciale 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il prezzo prima dell offerta speciale Il prezzo prima dell offerta speciale X 5. Prezzo prima dell offerta speciale Prezzo scontato 100 : 85 = x : % numeri x x = 100 x = Risultato 3.800= PREZZO PIENO

21 ES pag. 208 PROSEGUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che il prezzo pieno di una cameretta è di euro. 21 Ci viene richiesto quale sarebbe stato il prezzo di vendita se per l offerta speciale avesse praticato lo sconto del 20% 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il prezzo di vendita ribassato del 20% Il prezzo pieno Prezzo PIENO Prezzo scontato 100 : 80 = : X % numeri X x = 80 x = Risultato 3.040= PREZZO SCONTATO DEL 20%

22 ES pag. 208 PROSEGUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che il prezzo pieno di una cameretta è di euro. 22 Ci viene richiesto quale sarebbe stata la percentuale di ribasso se nell offerta speciale il prezzo di vendita fosse stato stabilito in euro. Posso calcolare il ribasso pari a = GRANDEZZA DA RICERCARE: la percentuale di ribasso Il prezzo pieno Prezzo PIENO RIBASSO % 100 X numeri : X = : 684 x = 100 x 684 = 18% Risultato 18% = PERCENTUALE DI RIBASSO

23 ES pag IL TESTO: Nel primo trimestre dell anno in un impresa industriale sono andati in 23 pensione 23 dipendenti, pari al 5% dei dipendenti in servizio all inizio dell anno. Calcola: a) Quanti erano i dipendenti all inizio dell anno 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: I dipendenti all inizio dell anno I dipendenti all inizio dell anno X DIPENDENTI A INIZIO ANNO Dipendenti andati in pensione : 5 = x : 23 % x = 100 x 23 = numeri x 23 Risultato 460 dipendenti che c erano all inizio dell anno

24 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che i dipendenti all inizio dell anno erano 460 e che nel corso dell anno ne sono andati in pensione 23. Sappiamo quindi che ora i dipendenti sono = 437 Ora dobbiamo calcolare quanti saranno i dipendenti alla fine del secondo trimestre se l impresa ne assumesse altri 60. BASTA UNA SEMPLICE SOMMA: = 497 DIPENDENTI Successivamente viene richiesta la percentuale di aumento del numero dei dipendenti dell impresa a metà anno rispetto all inizio dell anno. 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: la percentuale di aumento dei dipendenti dall inizio dell anno quando erano 460 alla fine del secondo trimestre quando erano 497. L aumento è stato quindi di 37 dipendenti I DIPENDENTI A INIZIO ANNO 460 DIPENDENTI A INIZIO ANNO Incremento dipendenti a fine semestre % 100 x numeri X = 8,04% percentuale di aumento dei dipendenti

25 ES pag IL TESTO: Una merce del peso in partenza di 28,50 quintali, durante il trasporto ha 25 avuto un aumento del 6% del peso. Calcola quale è stato il peso all arrivo 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il peso all arrivo Il peso alla partenza 28,50 quintali 5. Peso alla partenza Peso all arrivo 100 : 106 = 28,50 : x % numeri 28,50 x x = 106 x 28,50 = q. 30, Risultato q. 30,21= PESO ALL ARRIVO

26 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Una merce del peso all arrivo di 52,06 quintali che ha avuto durante il 26 trasporto una diminuzione del 5% del peso spedito. Calcola quale era il peso alla partenza 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il peso alla partenza Il peso alla partenza x 5. Peso alla partenza Peso all arrivo 100 : 95 = x : 52,06 % numeri x 52,06 x = 100 x 52,06 = q. 54,80 95 Risultato q. 54,80= PESO ALLA PARTENZA

27 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Una merce che ha avuto durante il trasporto una diminuzione del peso 27 del 10% è giunta a destinazione con il peso di 33,84 quintali. Calcola quale era il peso alla partenza 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il peso alla partenza Il peso alla partenza x 5. Peso alla partenza Peso all arrivo 100 : 90 = x : 33,84 % numeri x 33,84 x = 100 x 33,84 = q. 37,60 90 Risultato q. 37,60= PESO ALLA PARTENZA

28 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Una merce che in partenza pesava 19,20 quintali e all arrivo 20,16 28 quintali. Calcola la percentuale di aumento del peso. (l aumento del peso è di quintali 20,16-19,20 = quintali 0,96) 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: La percentuale di aumento del peso Il peso alla partenza 19,20 quintali 5. Peso alla partenza Aumento del peso 100 : x = 19,20 : 0,96 % 100 x numeri 19,20 0,96 x = 100 x 0,96 = 5% 19,20 Risultato 5%= aumento percentuale del peso

Prova di verifica n. 2

Prova di verifica n. 2 Cognome... Nome... 21 Classe... Data... Prova di verifica n. 2 Calcoli percentuali (diretti, inversi, sopracento e sottocento) e riparti proporzionali (diretti, inversi, composti) Esercizi numerici 1.

Dettagli

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 1 UNITÀ 2

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 1 UNITÀ 2 Esercizi programmati modulo 1 unità 2 pag. 1 di 6 ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 1 UNITÀ 2 I calcoli percentuali riferiti alle imprese CALCOLI PERCENTUALI DIRETTI E INVERSI 1. Completa la seguente tabella

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Elementi di matematica finanziaria 1. Percentuale Si dice percentuale di una somma di denaro o di un altra grandezza, una parte di questa, calcolata in base ad un tanto per cento, che si chiama tasso percentuale.

Dettagli

EQUIVALENZE, PROPORZIONI, CALCOLI PERCENTUALI E RIPARTI

EQUIVALENZE, PROPORZIONI, CALCOLI PERCENTUALI E RIPARTI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 EQUIVALENZE, PROPORZIONI, CALCOLI PERCENTUALI E RIPARTI di Elena LAMBERTI Materie: DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DELLA STRUTTURA RICETTIVA (Classe 3 a IP Indirizzo Alberghiero)

Dettagli

Percentuali. convertire ciascuno dei seguenti numeri in tasso percentuale. calcolare le seguenti percentuali 25% 50% 75% 60% 34% 55% 40% 6%

Percentuali. convertire ciascuno dei seguenti numeri in tasso percentuale. calcolare le seguenti percentuali 25% 50% 75% 60% 34% 55% 40% 6% 4 7 0 7 0 convertire ciascuno dei seguenti numeri in tasso percentuale 0 4 9 0 0 8 % 0% 7% 60% 4% % 40% 6% 70% 0% 9% 6,% 4 0,4 0,0 0,6 0,0 40% % 6%,% 0, 0,0,6 4, %,% 60% 40% 6 0,0 0,46 6,7 0,0 % 4,6% 670%

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO DATINI 3

GRUPPO DI LAVORO DATINI 3 GRUPPO DI LAVORO DATINI 3 Prof.ssa Caruso Luisa (lisa66winthrop@gmail.com) Prof.ssa Citro Brunella (brunella.citro@istruzione.it) Prof. Marino Pasquale (marinopasqual@tiscali.it) Prof.ssa Pede Giuliana

Dettagli

BONUS AI CLIENTI: casi pratici di note di credito

BONUS AI CLIENTI: casi pratici di note di credito BONUS AI CLIENTI: casi pratici di note di credito I bonus sono incentivi alle vendite che vengono accordati, dal fornitore, alla propria clientela. Essi posso essere di tre tipi: quantitativi, qualitativi

Dettagli

La base imponibile Iva

La base imponibile Iva La base imponibile Iva Il percorso viene suddiviso in tre parti per agevolare il recupero delle conoscenze di base e per sviluppare le competenze collegate ai conteggi necessari per la determinazione della

Dettagli

MD6 Matematica finanziaria. Capitalizzazione semplice e imposta preventiva Interesse composto

MD6 Matematica finanziaria. Capitalizzazione semplice e imposta preventiva Interesse composto MD6 Matematica finanziaria Capitalizzazione semplice e imposta preventiva Interesse composto Capitalizzazione semplice, imposta preventiva Capitalizzazione semplice Un regime di capitalizzazione è semplice

Dettagli

VOLUME VOLUME 1 SOLUZIONI DEGLI ESERCIZI DEL PRIMO VOLUME MODULO STRUMENTI STRUMENTI MATEMATICI PER L ECONOMIA AZIENDALE

VOLUME VOLUME 1 SOLUZIONI DEGLI ESERCIZI DEL PRIMO VOLUME MODULO STRUMENTI STRUMENTI MATEMATICI PER L ECONOMIA AZIENDALE VOLUME VOLUME 1 SOLUZIONI DEGLI ESERCIZI DEL PRIMO VOLUME 1 MODULO STRUMENTI STRUMENTI MATEMATICI PER L ECONOMIA AZIENDALE 1.1 T 215 = kg 215 000 g 62 = kg 0,062 dm 3 100 = Km 0,31 cl 120 = 1,2 Dal 5,5

Dettagli

Esercizi sulle percentuali

Esercizi sulle percentuali Esercizi sulle percentuali Esercizio 1 Si dispone di 12 kg di soluzione concentrata al 25%. Calcolare la quantità di solvente e di soluto necessari per ottenere tale soluzione. Dire che 12 kg di soluzione

Dettagli

ESERCIZI - ECONOMIA PUBBLICA LZ 2016

ESERCIZI - ECONOMIA PUBBLICA LZ 2016 ESERCIZI - ECONOMIA PUBBLICA LZ 2016 Esercizio 1 (IVA) Si consideri la seguente situazione: - l'impresa A vende all'impresa B un bene intermedio, che ha prodotto utilizzando solo il fattore lavoro, al

Dettagli

MODULO 2. COME CALCOLARE E MISURARE LA CORRETTEZZA DEL MARGINE OPERATIVO

MODULO 2. COME CALCOLARE E MISURARE LA CORRETTEZZA DEL MARGINE OPERATIVO MODULO 2. COME CALCOLARE E MISURARE LA CORRETTEZZA DEL MARGINE OPERATIVO Il margine ed il moltiplicatore Uno degli aspetti basilari, nell analisi delle vendite e delle performance del punto di vendita

Dettagli

I termini dell operazione sono: la base, l esponente e il valore della potenza: DOVE 4 è la base 3 è l esponente 64 è il valore della potenza

I termini dell operazione sono: la base, l esponente e il valore della potenza: DOVE 4 è la base 3 è l esponente 64 è il valore della potenza LA RADICE QUADRATA I termini dell operazione sono: la base, l esponente e il valore della potenza: DOVE 4 è la base 3 è l esponente 64 è il valore della potenza L estrazione di radice, l operazione che

Dettagli

Vendita di merci per 2.400,00 + IVA al 20%. Regolamento per pronta cassa. Cassa contanti 2.880,00 Iva a debito 480,00

Vendita di merci per 2.400,00 + IVA al 20%. Regolamento per pronta cassa. Cassa contanti 2.880,00 Iva a debito 480,00 LA RILEVAZIONE DELLE VENDITE Vendita di merci per 2.400,00 + IVA al 20%. Regolamento per pronta cassa. 1 Vendita di merci in contanti Merci c/ vendite 2.400,00 Cassa contanti 2.880,00 Iva a debito 480,00

Dettagli

VERIFICA DI FINE MODULO 1

VERIFICA DI FINE MODULO 1 erifica di fine modulo 1 pag. 1 di 5 ERIICA DI INE MODULO 1 Compravendite e loro documentazione 1. Dopo aver letto il caso che segue, indica per ogni domanda la risposta esatta. Il 2 settembre la eneta

Dettagli

STATO PATRIMONIALE in t 1. 2 Illustrare con riferimento all esercizio precedente la nozione di soggetto economico

STATO PATRIMONIALE in t 1. 2 Illustrare con riferimento all esercizio precedente la nozione di soggetto economico ESERCITAZIONE DI RIEPILOGO CON SOLUZIONE 1 - La Alfa Spa viene costituita in t 0 con i seguenti conferimenti: 1. 15.000 euro dal socio X, in contanti; 2. 35.000 euro dal socio Y, credito con i clienti;

Dettagli

Prova di verifica sulle operazioni di acquisto e di vendita e sulla loro rilevazione contabile

Prova di verifica sulle operazioni di acquisto e di vendita e sulla loro rilevazione contabile Alunno.. Prova di verifica sulle operazioni di acquisto e di vendita e sulla loro rilevazione contabile 1. Completa il testo inserendo i termini opportuni. Termini da inserire: consumatori finali, consumo,

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE OPERAZIONI DI ACQUISTO 1 LE OPERAZIONI DI ACQUISTO DI BENI DI SERVIZI DI IMMOBILIZZAZIONI SUI MERCATI ESTERI 2 Pag. 1 DI BENI CORRETTA VALORIZZAZIONE DELL OPERAZIONE

Dettagli

SCIENZA DELLE FINANZE A.A Esercitazione IVA e IRAP TESTO e SOLUZIONI

SCIENZA DELLE FINANZE A.A Esercitazione IVA e IRAP TESTO e SOLUZIONI SCIENZA DELLE FINANZE A.A. 2013-2014 Esercitazione IVA e IRAP TESTO e SOLUZIONI Esercizio 1 Si consideri la seguente situazione: - l impresa A vende all'impresa B un bene intermedio, che ha prodotto utilizzando

Dettagli

Il metodo applicato al sistema: la partita doppia

Il metodo applicato al sistema: la partita doppia Il metodo applicato al sistema: la partita doppia La rilevazione Il metodo della partita doppia La partita doppia Come insieme di regole (metodo) in base alle quali è possibile registrare le operazioni

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 17 IL BILANCIO CONSOLIDATO

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 17 IL BILANCIO CONSOLIDATO ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 17 IL BILANCIO CONSOLIDATO A cura di Chiara Mancini 17.8.3.4. L attribuzione dell utile di pertinenza di terzi. Esercizi riepilogativi ESERCIZIO 17.8.3.4./1 Testo In data 01/01/X

Dettagli

o Il regolamento della posizione IVA

o Il regolamento della posizione IVA IL REGOLAMENTO DEI DEBITI E CREDITI COMMERCIALI o Il pagamento dei debiti verso fornitori o L incasso dei crediti verso clienti o Il fronteggiamento dei rischi per svalutazione crediti o Il regolamento

Dettagli

ESERCITAZIONE CLASSE SECONDA COMPRAVENDITA DI MERCI: RILEVAZIONI IN P.D. 1 Crediti v/clienti Merci c/vendite Iva a debito 525

ESERCITAZIONE CLASSE SECONDA COMPRAVENDITA DI MERCI: RILEVAZIONI IN P.D. 1 Crediti v/clienti Merci c/vendite Iva a debito 525 ESERCITAZIONE CLASSE SECONDA COMPRAVENDITA DI MERCI: RILEVAZIONI IN P.D. 1) Prelevate merci per uso personale dell imprenditore il cui valore normale ammonta a 2.500 euro. 1 Crediti v/clienti 3.025 Merci

Dettagli

CONSEGUENZA PROPORZIONI

CONSEGUENZA PROPORZIONI Corso di laurea: BIOLOGIA Tutor: Floris Marta PRECORSI DI MATEMATICA CONSEGUENZA PROPORZIONI PROBLEMI DEL TRE SEMPLICE Le conoscenze acquisite sui rapporti e sulle proporzioni possono essere applicate

Dettagli

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 3 UNITÀ 2

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 3 UNITÀ 2 Esercizi programmati modulo 3 unità 2 pag. 1 di 5 ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 3 UNITÀ 2 I calcoli finanziari per la funzione finanza 1. Calcola l interesse semplice completando le formule. a. Calcolo dell

Dettagli

OBIETTIVI DELLA LEZIONE. Dalla costituzione alle scritture di chiusura

OBIETTIVI DELLA LEZIONE. Dalla costituzione alle scritture di chiusura ESERCITAZIONE 2 OBIETTIVI DELLA LEZIONE Dalla costituzione alle scritture di chiusura 2 DI CHIUSURA In data 1/01 Marco Caviglia costituisce un impresa mercantile individuale apportando un fabbricato di

Dettagli

Esercitazione IVA e IRAP TESTO e SOLUZIONI

Esercitazione IVA e IRAP TESTO e SOLUZIONI Esercitazione IVA e IRAP TESTO e SOLUZIONI Esercizio 1 Si consideri la seguente situazione: - l impresa A vende all'impresa B un bene intermedio, che ha prodotto utilizzando solo il fattore lavoro, al

Dettagli

Economia Aziendale. Modelli e misure: il bilancio. Lezione 13

Economia Aziendale. Modelli e misure: il bilancio. Lezione 13 Economia Aziendale Modelli e misure: il bilancio Lezione 13 Capitale di funzionamento e risultato di periodo Prof. Paolo Di Marco Il patrimonio Insieme dei beni economici a disposizione di diritto e di

Dettagli

Prova di recupero di economia aziendale per la classe 2ª ITE

Prova di recupero di economia aziendale per la classe 2ª ITE Prova di recupero di economia aziendale per la classe 2ª ITE di Lidia Sorrentino 1. Segna con una crocetta la risposta corretta (alcuni questi possono avere più risposte esatte). 1. L interesse è il compenso

Dettagli

ESERCITAZIONE 3 : PERCENTUALI

ESERCITAZIONE 3 : PERCENTUALI ESERCITAZIONE 3 : PERCENTUALI e-mail: tommei@dm.unipi.it web: www.dm.unipi.it/ tommei Ricevimento: Lunedi 14-17 Dipartimento di Matematica, piano terra, studio 114 22 Ottobre 2013 Esercizio 1 Nel 2006,

Dettagli

ESERCIZI DI MATEMATICA FINANZIARIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT UNIFE A.A. 2015/ Esercizi 1

ESERCIZI DI MATEMATICA FINANZIARIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT UNIFE A.A. 2015/ Esercizi 1 ESERCIZI DI MATEMATICA FINANZIARIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT UNIFE A.A. 2015/2016 1. Esercizi 1 Regimi semplice e composto Esercizio 1. A quale tasso mensile i m deve viaggiare un investimento

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2015/2016. I.I.S.S. ''C. E. GADDA Sede di Langhirano MATERIA DI INSEGNAMENTO: ECONOMIA AZIENDALE

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2015/2016. I.I.S.S. ''C. E. GADDA Sede di Langhirano MATERIA DI INSEGNAMENTO: ECONOMIA AZIENDALE PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 I.I.S.S. ''C. E. GADDA Sede di Langhirano MATERIA DI INSEGNAMENTO: ECONOMIA AZIENDALE PROF.SSA FAINI DANIELA CLASSE 1 B indirizzo economico AFM n alunni 23 ATTIVITA'

Dettagli

1) Si costituisce una SpA con capitale sociale suddiviso in azioni del valore nominale di 10,00 ciascuna.

1) Si costituisce una SpA con capitale sociale suddiviso in azioni del valore nominale di 10,00 ciascuna. 1. OPERAZIONI DI COSTITUZIONE ED OPERAZIONI CONTINUATIVE DI ESERCIZIO DEL PRIMO PERIODO DI VITA DELLA DELTA SPA, CHE SVOLGE ATTIVITÀ INDUSTRIALE 1) Si costituisce una SpA con capitale sociale suddiviso

Dettagli

I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE. Conoscenze

I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE. Conoscenze I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE Conoscenze 1. Completa: a. un problema è una qualsiasi situazione in cui si conoscono alcuni elementi, i..., attraverso i quali se ne devono trovare altri, le... o..., b.

Dettagli

PIANO COMPENSI MEETAB

PIANO COMPENSI MEETAB PIANO COMPENSI MEETAB Meetab distribuisce i propri integratori attraverso il canale d internet e attraverso rivenditori indipendenti chiamati Reseller. Questi sono due canali completamente diversi e servono

Dettagli

Percentuali, problemi non ovvi

Percentuali, problemi non ovvi Percentuali, problemi non ovvi Variazioni assolute e variazioni relative (continua) Supponiamo che il prezzo di un bene all istante t sia p t = 120 all istante successivo t+1 il nuovo prezzo del bene è

Dettagli

Situazione patrimoniale situazione economica patrimonio netto risultato economico di esercizio (utile o perdita)

Situazione patrimoniale situazione economica patrimonio netto risultato economico di esercizio (utile o perdita) Situazione patrimoniale situazione economica patrimonio netto risultato economico di esercizio (utile o perdita) Caso 01 ditta Medda In data 01 11 2015 si costituisce la ditta individuale Medda con l'

Dettagli

Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio Lezione-online Contabilità e bilancio 6 L IVA Dott. Riccardo Russo L IVA L Imposta sul Valore Aggiunto è un imposta indiretta che viene applicata sull incremento di valore che un bene o servizio acquista

Dettagli

La costruzione del bilancio consolidato: esercitazione di sintesi

La costruzione del bilancio consolidato: esercitazione di sintesi Economia dei gruppi e bilancio consolidato La costruzione del bilancio consolidato: esercitazione di sintesi (con applicazione della disciplina Ias/Ifrs) 1 Economia dei gruppi e bilancio consolidato In

Dettagli

G F M A M G L A S O N D Totale. Fatturato

G F M A M G L A S O N D Totale. Fatturato Esercizio 9.2 Pianificazione con metodo analitico * L azienda Gamma che realizza differenti tipologie di servizi, ai fini della redazione del budget 2006, prevede di effettuare le seguenti vendite mensilizzate,

Dettagli

L acquisto di merci: Definizione: riguarda fattori produttivi a breve ciclo di utilizzo destinati ad essere venduti o utilizzati per la produzione

L acquisto di merci: Definizione: riguarda fattori produttivi a breve ciclo di utilizzo destinati ad essere venduti o utilizzati per la produzione L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI L acquisto di merci L acquisto di merci: Definizione: riguarda fattori produttivi a breve ciclo di utilizzo destinati ad essere venduti o utilizzati per la produzione dei beni

Dettagli

Macroeconomia Esercitazione 1 PIL e inflazione Soluzioni

Macroeconomia Esercitazione 1 PIL e inflazione Soluzioni Macroeconomia Esercitazione 1 PIL e inflazione Soluzioni Daria Vigani Maggio 2015 1 Si consideri un sistema economico che produce solo pane ed è costituito da 3 imprese: una agricola, una di trasformazione

Dettagli

PRIMA SEZIONE ESEMPI DI DOMANDE SU FRAZIONI, POTENZE, EQUAZIONI, PROBLEMI, PERCENTUALI, GRAFICI E TABELLE Ogni quiz è riferito al grafico soprastante

PRIMA SEZIONE ESEMPI DI DOMANDE SU FRAZIONI, POTENZE, EQUAZIONI, PROBLEMI, PERCENTUALI, GRAFICI E TABELLE Ogni quiz è riferito al grafico soprastante PRIMA SEZIONE ESEMPI DI DOMANDE SU FRAZIONI, POTENZE, EQUAZIONI, PROBLEMI, PERCENTUALI, GRAFICI E TABELLE Ogni quiz è riferito al grafico soprastante TABELLE La seguente tabella rappresenta la dimensione

Dettagli

FITNESS. Costi fissi di commercializzazione e vendita ( ) Ore MOD disponibili in un trimestre

FITNESS. Costi fissi di commercializzazione e vendita ( ) Ore MOD disponibili in un trimestre FITNESS Fitness S.p.A. è un azienda produttrice di abbigliamento per il fitness operante sul mercato europeo. Nel maggio del 2008, il controller stava raccogliendo le informazioni necessarie per elaborare

Dettagli

Tutti i diritti riservati

Tutti i diritti riservati Copyright 2008 The Companies srl Capitolo 6 Rimanenze e costo del venduto Problema 6-1 Determinare in base ai dati che seguono i valori alla fine del periodo: del totale delle attività, delle attività

Dettagli

MATEMATICA DI PRIMAVERA [1]

MATEMATICA DI PRIMAVERA [1] A. Risolvi sul quaderno. MATEMATICA DI PRIMAVERA [1] A SUPERSONIC è in corso una speciale offerta di vendita: se la spesa complessiva supera i 400,00 Euro viene applicato uno sconto del 40% sul totale

Dettagli

1) In data 18/5 si riceve la fattura n. 470 della Gamma Srl per l acquisto di merci per ,00 + IVA 22%.

1) In data 18/5 si riceve la fattura n. 470 della Gamma Srl per l acquisto di merci per ,00 + IVA 22%. ESERCITAZIONE DEL 06/11/2013 CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE ACQUISTI DI BENI A FECONDITA SEMPLICE 1) In data 18/5 si riceve la fattura n. 470 della Gamma Srl per l acquisto di merci per 20.500,00 + IVA 22%.

Dettagli

Si vendono prodotti per euro 4.000 (iva 21%) 4.000

Si vendono prodotti per euro 4.000 (iva 21%) 4.000 Operazione di vendita prodotti finiti Si vendono prodotti per euro 4.000 (iva 21%) Crediti v/clienti 4.840 Prodotti c/vendite 4.000 Iva a debito 840 Prodotti c/vendite 4.000 Crediti v/clienti 4.840 Iva

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni materiali Terreni e fabbricati Impianti e macchinario Attrezzature industriali e commerciali Altri beni (Mobili e macchine da ufficio - Macchine elettroniche Automezzi) Immobilizzazioni

Dettagli

ESERCIZIO N 2 Sulla base della programmazione quinquennale ( ) dell impresa DELTA S.p.A. sono disponibili i seguenti dati:

ESERCIZIO N 2 Sulla base della programmazione quinquennale ( ) dell impresa DELTA S.p.A. sono disponibili i seguenti dati: ESERCIZIO N 1 Nel corso del 2010, primo anno di vita dell impresa, la ASTRA S.p.A. acquista 600 unità di merci: 150 q. nel mese di marzo al prezzo unitario di 15 ( costo complessivo: 2.225); 200 q. nel

Dettagli

IL REDDITO D ESERCIZIO E IL PATRIMONIO DI FUNZIONAMENTO

IL REDDITO D ESERCIZIO E IL PATRIMONIO DI FUNZIONAMENTO ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Prova di verifica IL REDDITO D ESERCIZIO E IL PATRIMONIO DI FUNZIONAMENTO di Marina GORIA MATERIE: ECONOMIA AZIENDALE (Classe terza IT Indirizzo AFM-SIA-RIM; Classe terza IP Servizi

Dettagli

Esistono differenti metodologie per calcolare i flussi di cassa netti disponibili.

Esistono differenti metodologie per calcolare i flussi di cassa netti disponibili. TECNICHE DI DETERMINAZIONE DEI FLUSSI DI CASSA Esistono due tipi di flussi di cassa: FLUSSO DI CASSA NETTO DISPONIBILE = indica l ammontare di denaro disponibile (prelevabile senza pregiudicare l equilibrio

Dettagli

Capitolo 1. Rendite. i 4,a = (1 + i a ) = ( ) ,

Capitolo 1. Rendite. i 4,a = (1 + i a ) = ( ) , Capitolo Rendite Esercizio Un imprenditore dovrà sostenere un pagamento di 40 000 euro tra tre anni. A tal fine inizia ad effettuare dei versamenti trimestrali costanti posticipati presso una banca che

Dettagli

MATERIALE ED ESERCIZI PER ASSOLUZIONE DEBITO FORMATIVO IN: ECONOMIA CLASSE: 2 INDIRIZZO: ACCONCIATURA DOCENTE: NICOLÒ RAICO

MATERIALE ED ESERCIZI PER ASSOLUZIONE DEBITO FORMATIVO IN: ECONOMIA CLASSE: 2 INDIRIZZO: ACCONCIATURA DOCENTE: NICOLÒ RAICO MATERIALE ED ESERCIZI PER ASSOLUZIONE DEBITO FORMATIVO IN: ECONOMIA CLASSE: 2 INDIRIZZO: ACCONCIATURA DOCENTE: NICOLÒ RAICO 1) Il Mercato - Domanda e Offerta La LEGGE DELLA DOMANDA (o curva di domanda)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Facoltà di Economia Corso di Ragioneria Generale ed Applicata a.a. 2010/2011 L IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO E I COSTI DI IMPIANTO Dott.ssa Irene Gnani L IMPOSTA SUL VALORE

Dettagli

Fila B. Economia Aziendale Economia e Commercio. Cognome... Nome... Matricola...

Fila B. Economia Aziendale Economia e Commercio. Cognome... Nome... Matricola... ANNO ACCADEMICO 2011/2012 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE FACOLTÀ DI ECONOMIA corso di CONTABILITÀ E BILANCIO 3 Prova intermedia del 14-5-2012 Fila B Corso di laurea (spuntare una delle seguenti

Dettagli

Ripassiamo IVA, fatturazione e strumenti di regolamento

Ripassiamo IVA, fatturazione e strumenti di regolamento Prova di verifica Ripassiamo IVA, fatturazione e strumenti di regolamento di Roberta BERTOLONI e Marialuisa GATTI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Materie: Economia aziendale (Classe Terza IT Indirizzo AFM e Turismo;

Dettagli

ESAME 13 Gennaio 2011

ESAME 13 Gennaio 2011 ESAME 13 Gennaio 2011 Esercizio 1. Si consideri un operazione finanziaria che ha valore x 0 = 120 in t 0 = 0 e restituisce x 1 = 135 all istante t. Supponendo che l operazione in esame sia soggetta ad

Dettagli

IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (D.P.R N. 663)

IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (D.P.R N. 663) IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (D.P.R. 26.10.1972 N. 663) IN SENSO ECONOMICO-AZIENDALE, IL VALORE AGGIUNTO È COSTITUITO DALL ECCEDENZA DEI VALORI PRODOTTI DALL AZIENDA RISPETTO ALLA SOMMA DEI FATTORI CONSUMATI

Dettagli

Le scritture di assestamento. Completamento

Le scritture di assestamento. Completamento Le scritture di assestamento 1 Completamento 1 1. Gli interessi attivi su c/c 2. I ratei 3. Le imposte sul reddito 4. Il T.F.R. 6. I fondi spese 2 1. Interessi attivi sui c/c bancari 1. Interessi attivi

Dettagli

ESERCITAZIONE N 2 RAGIONERIA

ESERCITAZIONE N 2 RAGIONERIA Corso di studi in Economia e Commercio ESERCITAZINE N 2 RAGINERIA Mercoledì 30.11.2016 Esercizi I PARTE 1. Vengono vendute merci per 1.600 + IVA al 22% con regolamento in contanti. Redigere le scritture

Dettagli

1) Andando al supermercato acquisto una penna del costo di 5 CHF e un quaderno dal prezzo di 3 CHF. Quando spendo?

1) Andando al supermercato acquisto una penna del costo di 5 CHF e un quaderno dal prezzo di 3 CHF. Quando spendo? Espressioni numeriche con i numeri Naturali -. Esempi. 1) Andando al supermercato acquisto una penna del costo di 5 CHF e un quaderno dal prezzo di 3 CHF. Quando spendo? Esercizi: Calcola il valore delle

Dettagli

Le operazioni relative ai beni strumentali

Le operazioni relative ai beni strumentali Esercitazioni svolte 2012 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 16 Le operazioni relative ai beni strumentali Individuare la risposta esatta. Emanuele Perucci SCELTA MULTIPLA 1.Costituiscono beni strumentali:

Dettagli

Economia degli Intermediari Finanziari. I pronti contro termine

Economia degli Intermediari Finanziari. I pronti contro termine Economia degli Intermediari Finanziari I pronti contro termine 1. Definizione L operazione di pronti contro termine (P/T) consiste in una doppia compravendita di titoli che avviene attraverso due distinti

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 MODULO A LEZIONE N. 4 LE SCRITTURE CONTABILI Le operazioni di acquisto I FATTORI PRODUTTIVI: LE MERCI Per merci si intendono quei fattori produttivi a fecondità semplice

Dettagli

Lezione del 17 dicembre 2013 TAN E TAEG

Lezione del 17 dicembre 2013 TAN E TAEG Lezione del 7 dicembre 03 TAN E TAEG Esercizio. Calcolo del TAN e TAEG Riceviamo un finanziamento di importo pari a 7500 da estinguere in rate annue al tasso annuo effettivo del 5,%. Vengono rilevate spese

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO - Facoltà di Ingegneria CORSO SISTEMI DI CONTROLLO DI GESTIONE Ingegneria Informatica Prof. Sergio Mascheretti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO - Facoltà di Ingegneria CORSO SISTEMI DI CONTROLLO DI GESTIONE Ingegneria Informatica Prof. Sergio Mascheretti ESAME DEL 14-01-10 DOMANDA 1 Descrivere il processo di elaborazione di un budget commerciale (logiche, attori, strumenti etc.) esemplificando attraverso i casi aziendali proposti durante il corso. ESERCIZIO

Dettagli

Le discusse politiche di acquisto in farmacia

Le discusse politiche di acquisto in farmacia Le discusse politiche di acquisto in farmacia Le variabili chiave che caratterizzano le politiche di acquisto della farmacia si possono sintetizzare in: fattori interni; fattori esterni. Per quanto concerne

Dettagli

NON È GIUSTO! TFS/TFR: BASTA FARE CASSA CON I DIRITTI DEI LAVORATORI PUBBLICI

NON È GIUSTO! TFS/TFR: BASTA FARE CASSA CON I DIRITTI DEI LAVORATORI PUBBLICI TFS/TFR: BASTA FARE CASSA CON I DIRITTI DEI LAVORATORI PUBBLICI La liquidazione è un diritto di ogni lavoratore certo ed esigibile dal momento in cui cessa dal servizio Il datore di lavoro privato è tenuto

Dettagli

Aspetto finanziario e aspetto economico della gestione

Aspetto finanziario e aspetto economico della gestione Aspetto finanziario e aspetto economico della gestione di Lidia Sorrentino Prova semistrutturata di economia aziendale per le classi 3ª IGEA e 2ª IPSC 1 Segna con una crocetta la risposta esatta (alcuni

Dettagli

Esercitazione I. Stato Patrimoniale Beta al 01.01.X Passività e patrimonio netto Immobili, Impianti, Macchinari 10.000 Debiti commerciali 4.

Esercitazione I. Stato Patrimoniale Beta al 01.01.X Passività e patrimonio netto Immobili, Impianti, Macchinari 10.000 Debiti commerciali 4. Esercitazione I In data 1 gennaio X la società Alfa S.p.A. acquista una partecipazione dell 80% nella società Beta S.p.A. pagando un prezzo di euro 12.000. Lo stato patrimoniale della società controllata

Dettagli

IIS D ORIA - UFC PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO TURISTICO MATERIA ECONOMIA AZIENDALE ANNO DI CORSO PRIMO INDICE DELLE UFC

IIS D ORIA - UFC PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO TURISTICO MATERIA ECONOMIA AZIENDALE ANNO DI CORSO PRIMO INDICE DELLE UFC INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 STRUMENTI OPERATIVI 2 TIPOLOGIE DI AZIENDE 3 L AZIENDA COME SISTEMA 4 LE FUNZIONI AZIENDALI E I MODELLI ORGANIZZATIVI 5 IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA 6 I DOCUMENTI DI

Dettagli

Esercitazione di Matematica sui problemi di 1 o grado in una e in due incognite

Esercitazione di Matematica sui problemi di 1 o grado in una e in due incognite Esercitazione di Matematica sui problemi di 1 o grado in una e in due incognite 1. In un triangolo rettangolo isoscele l'ipotenusa e il perimetro misurano rispettivamente 0 cm e 50 cm calcolare l'altezza

Dettagli

Il Break Even Point (b.e.p.)

Il Break Even Point (b.e.p.) Prof. Sartirana Il Break Even Point (b.e.p.) E un analisi grafica e matematica della redditività della produzione aziendale E un analisi che riguarda il breve periodo Prevede che l azienda abbia la possibilità

Dettagli

LE OPERAZIONI DI ASSESTAMENTO: 2 LE SCRITTURE DI RETTIFICA

LE OPERAZIONI DI ASSESTAMENTO: 2 LE SCRITTURE DI RETTIFICA LE OPERAZIONI DI ASSESTAMENTO: 2 LE SCRITTURE DI RETTIFICA 1 Le scritture di rettifica Definizione: sono scritture di assestamento che comportano la rettifica di componenti di reddito già rilevati dall

Dettagli

Segmentazione del mercato tramite menù di contratti nel settore del software

Segmentazione del mercato tramite menù di contratti nel settore del software Segmentazione del mercato tramite menù di contratti nel settore del software La segmentazione del mercato basata su differenze qualitative di prodotto è diffusa nel settore del software. Questa consiste

Dettagli

VERIFICA DI FINE MODULO. REGOLAMENTO CON ASSEGNI E CAMBIALI

VERIFICA DI FINE MODULO. REGOLAMENTO CON ASSEGNI E CAMBIALI ATTIITÀ DIDATTICHE 1 Prova di verifica ERIICA DI INE MODULO. REGOLAMENTO CON ASSEGNI E CAMBIALI di rancesco CALAUTTI e Giovanni ALLEBONA MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE (Biennio IT AM, RIM, SIA; Biennio IP

Dettagli

Il protezionismo: Gli effetti di un dazio. Il caso del paese piccolo e della UE.

Il protezionismo: Gli effetti di un dazio. Il caso del paese piccolo e della UE. Il protezionismo: Gli effetti di un dazio. Il caso del paese piccolo e della UE. Stefano Papa Università di Roma Sapienza stefano.papa@uniroma1.it Facoltà di Economia Protezionismo - Libero commercio La

Dettagli

LE FUNZIONI ECONOMICHE

LE FUNZIONI ECONOMICHE LE FUNZIONI ECONOMICHE Slide rielaborate dagli allievi con esercizi ed esempi tratti dal testo: M. Venè, F. Betti Matematica per istituti ad indirizzo economico commerciale, Classe quarta Milano Sansoni

Dettagli

I criteri di valutazione:

I criteri di valutazione: I criteri di valutazione: il VAN e il TIR 06.04.2016 La fattibilità economica del progetto La valutazione di fattibilità consiste nella verifica della convenienza economica del developer a promuovere l

Dettagli

Aprire tutti i mastri, stabilendo se le eccedenze sono in dare o in avere. (tot. Dare = Avere )

Aprire tutti i mastri, stabilendo se le eccedenze sono in dare o in avere. (tot. Dare = Avere ) ESERCIZIO 2: Riconoscere Attività, Passività, Costi, Ricavi, Vendita Bene Strumentale Versione 24 3 2009 Manca nel libro giornale epilogo singolo di ogni costo e ricavo Il giorno 31/12/2002 l'azienda Ricamo

Dettagli

Impianti Industriali e Organizzazione d Impresa Proff. XXX Ing. Energetica Appello del 27 Giugno Parte Organizzazione d Impresa

Impianti Industriali e Organizzazione d Impresa Proff. XXX Ing. Energetica Appello del 27 Giugno Parte Organizzazione d Impresa Impianti Industriali e Organizzazione d Impresa Proff. XXX Ing. Energetica Appello del 27 Giugno 2016 Parte Organizzazione d Impresa Nota Bene Si ricorda che, per ragioni legate ad esigenze di correzione,

Dettagli

3) Risolvi almeno due fra le seguenti espressioni dopo avere ricavato le frazioni generatrici dei numeri decimali finiti e periodici.

3) Risolvi almeno due fra le seguenti espressioni dopo avere ricavato le frazioni generatrici dei numeri decimali finiti e periodici. IL PRESENTE FASCICOLO COSTITUISCE ILTUO IMPEGNO ESTIVO NEI CONFRONTI DELLA MATEMATICA E DELLE SCIENZE. ESSO È COMPOSTO DA UNA SERIE DI ESERCIZI DI ARITMETICA E GEOMETRIA CHE DOVRAI SVOLGERE SU DI UN QUADERNO

Dettagli

Il giorno 31/12/2002 l'azienda RICAMO BRUNO impresa individuale presenta la seguente situazione contabile:

Il giorno 31/12/2002 l'azienda RICAMO BRUNO impresa individuale presenta la seguente situazione contabile: ESERCIZIO 4 Versione 25 3 2009 Il giorno 31/12/2002 l'azienda RICAMO BRUNO impresa individuale presenta la seguente situazione contabile: cassa 2.800 banca c/c (dare) 28.200 crediti vs clienti 45.300 cambiali

Dettagli

Unità Didattica realizzata dalla prof.ssa De Simone Marilena A.S. 2015/16

Unità Didattica realizzata dalla prof.ssa De Simone Marilena A.S. 2015/16 Unità Didattica realizzata dalla prof.ssa De Simone Marilena A.S. 2015/16 La matematica finanziaria si occupa di tutti i problemi relativi al denaro e al suo impiego. Il denaro è lo strumento con cui possiamo

Dettagli

LA MISURA DEL REDDITO E DEL CAPITALE DI FUNZIONAMENTO NEL PRIMO PERIODO DI VITA DELL IMPRESA

LA MISURA DEL REDDITO E DEL CAPITALE DI FUNZIONAMENTO NEL PRIMO PERIODO DI VITA DELL IMPRESA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA DIPARTIMENTO DI STUDI D IMPRESA GOVERNO FILOSOFIA CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2013/2014 CANALE A-L LA MISURA DEL REDDITO E DEL CAPITALE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

BUONA ESTATE!!!!! Compiti di Matematica per le vacanze

BUONA ESTATE!!!!! Compiti di Matematica per le vacanze IL PRESENTE FASCICOLO COSTITUISCE ILTUO IMPEGNO ESTIVO NEI CONFRONTI DELLA MATEMATICA E DELLE SCIENZE. ESSO È COMPOSTO DA UNA SERIE DI ESERCIZI DI ARITMETICA E GEOMETRIA CHE DOVRAI SVOLGERE SU DI UN QUADERNO

Dettagli

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14)

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) Pagina 2 di 6 - Pagina Documento bianca sul regime fiscale Edizione 11.2014

Dettagli

IL LEASING IMMOBILIARE ABITATIVO

IL LEASING IMMOBILIARE ABITATIVO IL LEASING IMMOBILIARE ABITATIVO Presentazione della Guida per la casa in leasing. Le novità della Legge di Stabilità 2016 1 MARZO 2016 PERCHÈ IL LEASING? DESTINATARI Dati MEF: nel 2013 200 mila giovani

Dettagli

Esame di Stato di Istituto Tecnico Commerciale

Esame di Stato di Istituto Tecnico Commerciale Esame di Stato di Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE CORSO DI ORDINAMENTO Tema di: Economia Aziendale Sessione ordinaria 2003 19 giugno 2003 Il candidato, dopo aver brevemente

Dettagli

Non sono soggette alla comunicazione le vendite dei seguenti prodotti:

Non sono soggette alla comunicazione le vendite dei seguenti prodotti: Vendite sotto costo Sono definite come quelle vendite al pubblico di uno o più prodotti, affettuate ad un prezzo inferiore a quello risultante dalle fatture di acquisto, maggiorato dell imposta sul valore

Dettagli

LE SCRITTURE DI INTEGRAZIONE

LE SCRITTURE DI INTEGRAZIONE LE SCRITTURE DI INTEGRAZIONE RATEI PASSIVI Il canone di affitto annuale relativo all uso di un capannone viene pagato posticipatamente ogni 31/10. Il canone ammonta a 12.000 euro l anno. COSTO= 12.000

Dettagli

ESERCITAZIONE SULLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE DELL IVA REGISTRO DEGLI ACQUISTI REGISTRO DELLE FATTURE EMESSE REGISTRO DEI CORRISPETTIVI

ESERCITAZIONE SULLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE DELL IVA REGISTRO DEGLI ACQUISTI REGISTRO DELLE FATTURE EMESSE REGISTRO DEI CORRISPETTIVI ESERCITAZIONE SULLE LIQUIDAZIONI PERIODICHE DELL IVA I registri IVA di un impresa che liquida l imposta sul valore aggiunto trimestralmente presentano per il primo trimestre le seguenti risultanze: REGISTRO

Dettagli

ESERCITAZIONE N 1 RAGIONERIA

ESERCITAZIONE N 1 RAGIONERIA Corso di studi in Economia e Commercio ESERCITAZIONE N 1 RAGIONERIA Lunedì 21.11.2016 Esercizi I PARTE 1) Seguendo la regola generale del funzionamento della partita doppia, inserire le seguenti variazioni

Dettagli

Sistemi di 1 grado in due incognite

Sistemi di 1 grado in due incognite Sistemi di 1 grado in due incognite Problema In un cortile ci sono polli e conigli: in totale le teste sono 7 e zampe 18. Quanti polli e quanti conigli ci sono nel cortile? Soluzione Indichiamo con e con

Dettagli

a) b) c) Il 50% delle figure sono cerchi Il 75% delle figure sono cerchi Il 20% delle figure sono cerchi a) b) c)

a) b) c) Il 50% delle figure sono cerchi Il 75% delle figure sono cerchi Il 20% delle figure sono cerchi a) b) c) 1. Aggiungi figure 1 Lezione 1 1. Aggiungi dei cerchi, in modo che la frase sotto al riquadro sia corretta. a) b) c) Il 50% delle figure sono cerchi Il 75% delle figure sono cerchi Il 20% delle figure

Dettagli

DATA OPERAZIONI DARE AVERE Banca Carige c/c ,00 Patrimonio netto ,00 Costituita azienda individuale a) Denaro in cassa

DATA OPERAZIONI DARE AVERE Banca Carige c/c ,00 Patrimonio netto ,00 Costituita azienda individuale a) Denaro in cassa Soluzione verifica IVG DATA OPERAZIONI DARE AVERE 15-01 100.000,00 Patrimonio netto 100.000,00 Costituita azienda individuale a) Denaro in cassa Prelevamento dal c/c bancario b) Costi impianto 2.600,00

Dettagli

Gestire le Imprese Ricettive vol 1-S. Rascione- F. Ferriello- ed. Tramontana

Gestire le Imprese Ricettive vol 1-S. Rascione- F. Ferriello- ed. Tramontana Istituto Professionale Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera MATERIA: DIRITTO E TECNICA AMMINISTRATIVA CLASSE: IV - Servizi per l Enogastronomia, Sala e Vendita e l Ospitalità alberghiera

Dettagli

Esercizio assegnato in data 28 novembre

Esercizio assegnato in data 28 novembre Esercizio assegnato in data 28 novembre Un commerciante all ingrosso acquista articoli da regalo a 10 al pezzo. Su tutta la merce acquistata, ottiene uno sconto del 10% sul prezzo d acquisto, se ordina

Dettagli