Lezioni di Economia Aziendale classe prima Prof. Monica Masoch ESERCIZI SUL CALCOLO %

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lezioni di Economia Aziendale classe prima Prof. Monica Masoch ESERCIZI SUL CALCOLO %"

Transcript

1 Lezioni di Economia Aziendale classe prima Prof. Monica Masoch ESERCIZI SUL CALCOLO % 1 U.D. 1 CALCOLI PERCENTUALI A PPLICATI A LLE A ZIENDE SVOLGIMENTO DEGLI ESERCIZI

2 I passaggi per impostare e risolvere correttamente gli esercizi 1) Leggo con attenzione il testo, una frase per volta 2) Riporto sul foglio di lavoro gli importi scritti nel testo e scrivo cosa rappresentano 3) Individuo e scrivo sul foglio di lavoro la grandezza da ricercare 4) Individuo quale grandezza corrisponde al 100% 5) Compilo la tabella di impostazione della proporzione 6) Imposto la proporzione 7) Trovo il risultato richiesto 8) Scrivo il significato del risultato trovato 2

3 ES a - pag IL TESTO: Pagando a un fornitore euro un impresa ha ottenuto la riduzione 3 del 5% sull importo che le era stato richiesto. A quanto ammontava l importo richiesto dal fornitore? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: euro: LA SOMMA PAGATA SCONTATA (già al netto dello sconto!!!) 5%: riduzione ottenuta sull importo che era stato richiesto 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: importo richiesto dal fornitore L IMPORTO RICHIESTO DAL FORNITORE X : 95 = x : IMPORTO RICHIESTO DAL FORNITORE SOMMA PAGATA SCONTATA del 5% % x = 100 x = numeri X Risultato = IMPORTO RICHIESTO DAL FORNITORE

4 ES b - pag IL TESTO: Dopo aver ottenuto l aumento del 6% sulla retribuzione un tecnico specializzato riceve mensilmente 1.935,03 4 euro. A quanto ammontava la retribuzione prima dell aumento? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: 1.935,03 euro: LA SOMMA CHE RICEVE IL TECNICO dopo l aumento 6%: aumento ottenuto sulla retribuzione 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: retribuzione prima dell aumento LA RETRIBUZIONE PRIMA DELL AUMENTO X : 106 = x : 1935,03 RETRIBUZIONE PRIMA DELL AUMENTO RETRIBUZIONE ATTUALE CON AUMENTO % x = 100 x 1.935,03 = 1.825, numeri X 1.935,03 Risultato 1.825,50 = RETRIBUZIONE PRIMA DELL AUMENTO

5 ES c - pag IL TESTO: Lanciando l offerta promozionale con sconto del 30% un supermercato vende le lattine di olio extra vergine 5 d oliva al prezzo di 3,22 euro ciascuna. A quanto ammontava il prezzo prima dell offerta promozionale? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: 3,22 euro: prezzo di vendita (scontato) delle lattine 30%: sconto sul prezzo prima dell offerta 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: prezzo prima dell offerta PREZZO PRIMA DELL OFFERTA X : 70 = x : 3,22 PREZZO PRIMA DELL OFFERTA PREZZO SCONTATO % x = 100 x 3,22 = 4,60 70 numeri X 3,22 Risultato 4,60 = PREZZO DI UNA LATTINA PRIMA DELLO SCONTO (PREZZO PIENO)

6 ES d - pag IL TESTO: Pagando in ritardo una multa, il suo importo è stato aumentato dell 8% ed è diventato 151,20 euro. A quanto 6 ammontava l importo iniziale della multa? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: 151,20 euro: importo aumentato della multa pagata in ritardo 8%: aumento della multa a causa del ritardo 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: importo iniziale della multa IMPORTO INIZIALE DELLA MULTA X : 108 = x : 151,20 IMPORTO INIZIALE DELLA MULTA IMPORTO AUMENTATO DELLA MULTA % x = 100 x 151,20 = numeri X 151,20 Risultato 140 = IMPORTO INIZIALE DELLA MULTA

7 ES pag IL TESTO: Un impresa commerciale vende una merce al prezzo di euro ottenendo un guadagno pari al 25% 7 del costo sostenuto per acquistarla. Calcola il costo al quale l aveva acquistata. Successivamente. 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: euro: prezzo di vendita comprensivo del guadagno del 25% 25%: guadagno sul costo di acquisto 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: costo di acquisto della merce COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE X : 125 = x : COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE % x = 100 x = numeri X Risultato = COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE

8 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: Ora so che il costo di acquisto è di A quale prezzo avrebbe dovuto venderla per ottenere un guadagno pari al 30% del costo di acquisto? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: euro: costo di acquisto della merce 30%: guadagno sul costo di acquisto 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: prezzo di vendita (= Ricavo) COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE : 130 = : x COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE % x = 130 x = numeri x Risultato = RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE

9 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: Sempre sapendo che il costo di acquisto 9 è di A quale prezzo avrebbe dovuto venderla per ottenere un guadagno pari al 25% del ricavo di vendita? 2. RIPORTO GLI IMPORTI E SCRIVO COSA RAPPRESENTANO: euro: costo di acquisto della merce 25%: guadagno sul ricavo di vendita 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: prezzo di vendita (= Ricavo) RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE X : 75 = X : RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE % x = 100 x = numeri X Risultato = RICAVO DI VENDITA DELLA MERCE

10 ES pag IL TESTO: Le persone che intendono disporre 10 di un certo prodotto elettronico prendono la loro decisione di acquisto: per il 20% guardando le vetrine dei negozi; per il 7% per la notorietà della marca; per il 16% per la pubblicità che hanno visto la settimana precedente; per il 9% visitando i siti Internet; per il 22% basandosi sulle precedenti esperienze positive personali; per la parte rimanente come conseguenza del passaparola di amici o parenti. 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: % di coloro che prendono la decisione di acquisto in conseguenza del passaparola IN QUESTO CASO PER RISOLVERE BASTA UNA SEMPLICE SOMMA ALGEBRICA: 20% + 7 %+ 16% + 9% + 22% = 74% 100% - 74% = 26% Risultato 26% = PERCENTUALE DI COLORO CHE DECIDONO SUL PASSAPAROLA

11 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: Sapendo che in una certa località 11 sono stati venduti in tutto elettrodomestici, calcola per quanti di essi è stata decisiva la vetrina (20%); per quanti di essi sono stati determinanti le scelte precedenti (22%) e per quanti di essi la decisione è maturata in seguito al passaparola di amici e parenti (26%). 3. GRANDEZZE DA RICERCARE: % di coloro che prendono la decisione di acquisto in conseguenza dei tre aspetti sopra descritti CALCOLIAMO DIRETTAMENTE: a) Acquisti determinati dalla vetrina 100 : 20 = : x b) Acquisti determinati da scelte precedenti 100 : 22 = : x c) Acquisti determinati dal passaparola 100 : 26 = : x 7.475

12 ES pag. 207 IL TESTO: Un impresa commerciale all ingrosso che acquista metalli e li rivende alle imprese industriali ha comperato 50 tonnellate di alluminio 12 al prezzo di 128 euro per tonnellata e ha sostenuto spese di trasporto pari al 5% del prezzo (= costo di acquisto). Calcola: 1) l importo pagato per acquistare 50 tonnellate di alluminio; 2) Il costo comprensivo delle spese di trasporto indicandolo per tutta la merce acquistata e anche per ogni singola tonnellata acquistata Per calcolare il primo risultato richiesto calcolo devo semplicemente moltiplicare Tonnellate (50 x 128) = Per il secondo risultato imposto la proporzione: COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE COSTO COMPRENSIVO DEL TRASPORTO % numeri X 100 : 105 = : X x = 105 x = Risultato = COSTO TOTALE DELLA MERCE + COSTO TRASPORTO COSTO DI UNA SOLA TONNELLATA = : 50 = 134,40

13 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: So che il costo di una tonnellata è di 134,40 e che in tutto le tonnellate erano Ora l impresa vende 18 tonnellate all impresa Alfa a un prezzo per tonnellata che consente di guadagnare il 10% del costo. Devo calcolare il prezzo di vendita per tonnellata praticata a Alfa e l importo totale pagato da Alfa. COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA PER TONNELLATA % numeri 134,4 X 100 : 110 = 134,40 : X x = 110 x 134,40 = 147, Risultato 147,84 = PREZZO DI VENDITA A ALFA DI UNA TONNELLATA DI ALLUMINIO IMPORTO TOTALE PAGATO DA ALFA = 147,84 x 18 = 3.091,20

14 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: So che il costo di una tonnellata è di 134,40 e che in tutto le tonnellate erano Ora l impresa vende 12 tonnellate all impresa Beta a un prezzo di 161,28 per tonnellata. Devo calcolare la percentuale di guadagno sulla vendita all impresa Beta. COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA PER TONNELLATA % 100 x numeri 134,40 161, : x = 134,40 : 161,28 x = 100 x 161,28 = 120% 134,40 LA PERCENTUALE DI GUADAGNO E QUINDI PARI A 120% - 100% = 20% CALCOLO IL RICAVO REALIZZATO DALLA VENDITA A BETA = 161,28 x 12 = 1.935,36

15 ES pag. 207 PROSEGUO CON LA LETTURA DEL TESTO: So che il costo di una tonnellata è di 134,40 e che in tutto le tonnellate erano Ora l impresa vende 20 tonnellate all impresa Delta a un prezzo per tonnellata che le consente di guadagnare il 15% del costo. Devo calcolare il prezzo di vendita per tonnellata praticata a Alfa e l importo totale pagato da Alfa. COSTO DI ACQUISTO DELLA MERCE RICAVO DI VENDITA PER TONNELLATA % numeri 134,4 X 100 : 115 = 134,40 : X x = 115 x 134,40 = 154, Risultato 154,56 = PREZZO DI VENDITA A DELTA DI UNA TONNELLATA DI ALLUMINIO IMPORTO TOTALE PAGATO DA DELTA = 154,56 x 20 = 2.661,12

16 ES pag. 207 ULTIMA RICHIESTA: So che il costo di una tonnellata è di 134,40 e che in tutto le tonnellate erano 128. So che per ora ho venduto solo 16 ( =) 50 tonnellate di alluminio. (Quindi il costo delle tonnellate vendute è 134,40 x 50 = 6.720). So anche che dalla vendita di queste 50 tonnellate ho ricavato: 3.091,20 per la vendita a Alfa, 1.935,36 per la vendita a Beta, 2.661,12 per la vendita a Delta. Mi viene richiesto di calcolare l importo totale ricavato con le tre vendite. Cioè: (3.091, , ,12) = 7.687,68 Posso quindi calcolare il guadagno: (7.687, ) = 967,68 L ultima richiesta è di calcolare la percentuale del guadagno ottenuto dall intera operazione commerciale. COSTO DI ACQUISTO 50 T. di MERCE GUADAGNO OTTENUTO 100 : X = : 967,68 % 100 X numeri ,68 x = 100 x 967,68 = 14,40% PERCENTUALE GUADAGNO REALIZZATO = 14,40%

17 ES pag IL TESTO: Un impresa commerciale ha acquistato kg lordi di merce al prezzo 17 di 6,40 euro al kg netto; l importo dovuto al fornitore viene aumentato dell iva (Imposta sul Valore Aggiunto) con aliquota del 22%. Calcola: a) Il peso netto della merce sapendo che la tara ammonta al 5% del PL 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il PN della merce Il peso lordo Kg 5. PL PN % numeri X 100 : 95 = : X x = 1000 x 95 = KG Risultato KG 950 = PN della MERCE

18 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che il PN della merce è di 950 kg e che il prezzo è di 6,40 euro al kg netto e che il prezzo 18 viene aumentato dell iva del 22%; Ora dobbiamo calcolare: b) l importo totale dovuto al fornitore comprensivo dell iva Sappiamo che l importo totale senza iva è 950 x 6,40 = GRANDEZZA DA RICERCARE: l importo totale comprensivo dell iva Importo senza iva Importo senza iva Importo con iva 100 : 122 = : X % numeri X x = x 122 = 7.417, Risultato 7.417,60= importo pagato con iva

19 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che l importo da pagare al fornitore comprensivo dell iva è di 7.417,60 19 Ora dobbiamo calcolare: c) l importo effettivamente pagato sapendo che il pagamento è stato effettuato come segue: - 25% anticipato con sconto del 4% - 40% alla consegna della merce al prezzo pieno - 35% dopo 3 mesi dalla consegna con maggiorazione del 5% Calcolo direttamente: 25% di 7.417,60 = 1.854,40 scontato = 1.854,40x96/100= 1.780,22 40% di 7.417,60 = 2.967,04 35% di 7.417,60 = 2.596,16 maggiorato = 2.596,16 x 105/100 = 2.725,98 Risultato 1.780, , ,98= 7.473,23 importo effettivamente versato dal fornitore

20 ES pag IL TESTO: Con un offerta speciale un negozio di arredamento propone alla 20 clientela i mobili per una cameretta al prezzo di euro che è ribassato del 15% rispetto al prezzo praticato in precedenza. Calcolare: a) A quanto ammontava il prezzo prima dell offerta speciale 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il prezzo prima dell offerta speciale Il prezzo prima dell offerta speciale X 5. Prezzo prima dell offerta speciale Prezzo scontato 100 : 85 = x : % numeri x x = 100 x = Risultato 3.800= PREZZO PIENO

21 ES pag. 208 PROSEGUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che il prezzo pieno di una cameretta è di euro. 21 Ci viene richiesto quale sarebbe stato il prezzo di vendita se per l offerta speciale avesse praticato lo sconto del 20% 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il prezzo di vendita ribassato del 20% Il prezzo pieno Prezzo PIENO Prezzo scontato 100 : 80 = : X % numeri X x = 80 x = Risultato 3.040= PREZZO SCONTATO DEL 20%

22 ES pag. 208 PROSEGUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che il prezzo pieno di una cameretta è di euro. 22 Ci viene richiesto quale sarebbe stata la percentuale di ribasso se nell offerta speciale il prezzo di vendita fosse stato stabilito in euro. Posso calcolare il ribasso pari a = GRANDEZZA DA RICERCARE: la percentuale di ribasso Il prezzo pieno Prezzo PIENO RIBASSO % 100 X numeri : X = : 684 x = 100 x 684 = 18% Risultato 18% = PERCENTUALE DI RIBASSO

23 ES pag IL TESTO: Nel primo trimestre dell anno in un impresa industriale sono andati in 23 pensione 23 dipendenti, pari al 5% dei dipendenti in servizio all inizio dell anno. Calcola: a) Quanti erano i dipendenti all inizio dell anno 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: I dipendenti all inizio dell anno I dipendenti all inizio dell anno X DIPENDENTI A INIZIO ANNO Dipendenti andati in pensione : 5 = x : 23 % x = 100 x 23 = numeri x 23 Risultato 460 dipendenti che c erano all inizio dell anno

24 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Sappiamo che i dipendenti all inizio dell anno erano 460 e che nel corso dell anno ne sono andati in pensione 23. Sappiamo quindi che ora i dipendenti sono = 437 Ora dobbiamo calcolare quanti saranno i dipendenti alla fine del secondo trimestre se l impresa ne assumesse altri 60. BASTA UNA SEMPLICE SOMMA: = 497 DIPENDENTI Successivamente viene richiesta la percentuale di aumento del numero dei dipendenti dell impresa a metà anno rispetto all inizio dell anno. 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: la percentuale di aumento dei dipendenti dall inizio dell anno quando erano 460 alla fine del secondo trimestre quando erano 497. L aumento è stato quindi di 37 dipendenti I DIPENDENTI A INIZIO ANNO 460 DIPENDENTI A INIZIO ANNO Incremento dipendenti a fine semestre % 100 x numeri X = 8,04% percentuale di aumento dei dipendenti

25 ES pag IL TESTO: Una merce del peso in partenza di 28,50 quintali, durante il trasporto ha 25 avuto un aumento del 6% del peso. Calcola quale è stato il peso all arrivo 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il peso all arrivo Il peso alla partenza 28,50 quintali 5. Peso alla partenza Peso all arrivo 100 : 106 = 28,50 : x % numeri 28,50 x x = 106 x 28,50 = q. 30, Risultato q. 30,21= PESO ALL ARRIVO

26 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Una merce del peso all arrivo di 52,06 quintali che ha avuto durante il 26 trasporto una diminuzione del 5% del peso spedito. Calcola quale era il peso alla partenza 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il peso alla partenza Il peso alla partenza x 5. Peso alla partenza Peso all arrivo 100 : 95 = x : 52,06 % numeri x 52,06 x = 100 x 52,06 = q. 54,80 95 Risultato q. 54,80= PESO ALLA PARTENZA

27 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Una merce che ha avuto durante il trasporto una diminuzione del peso 27 del 10% è giunta a destinazione con il peso di 33,84 quintali. Calcola quale era il peso alla partenza 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: Il peso alla partenza Il peso alla partenza x 5. Peso alla partenza Peso all arrivo 100 : 90 = x : 33,84 % numeri x 33,84 x = 100 x 33,84 = q. 37,60 90 Risultato q. 37,60= PESO ALLA PARTENZA

28 ES pag. 208 CONTINUIAMO LA LETTURA DEL TESTO: Una merce che in partenza pesava 19,20 quintali e all arrivo 20,16 28 quintali. Calcola la percentuale di aumento del peso. (l aumento del peso è di quintali 20,16-19,20 = quintali 0,96) 3. GRANDEZZA DA RICERCARE: La percentuale di aumento del peso Il peso alla partenza 19,20 quintali 5. Peso alla partenza Aumento del peso 100 : x = 19,20 : 0,96 % 100 x numeri 19,20 0,96 x = 100 x 0,96 = 5% 19,20 Risultato 5%= aumento percentuale del peso

Prova di verifica n. 2

Prova di verifica n. 2 Cognome... Nome... 21 Classe... Data... Prova di verifica n. 2 Calcoli percentuali (diretti, inversi, sopracento e sottocento) e riparti proporzionali (diretti, inversi, composti) Esercizi numerici 1.

Dettagli

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 1 UNITÀ 2

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 1 UNITÀ 2 Esercizi programmati modulo 1 unità 2 pag. 1 di 6 ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 1 UNITÀ 2 I calcoli percentuali riferiti alle imprese CALCOLI PERCENTUALI DIRETTI E INVERSI 1. Completa la seguente tabella

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Elementi di matematica finanziaria 1. Percentuale Si dice percentuale di una somma di denaro o di un altra grandezza, una parte di questa, calcolata in base ad un tanto per cento, che si chiama tasso percentuale.

Dettagli

BONUS AI CLIENTI: casi pratici di note di credito

BONUS AI CLIENTI: casi pratici di note di credito BONUS AI CLIENTI: casi pratici di note di credito I bonus sono incentivi alle vendite che vengono accordati, dal fornitore, alla propria clientela. Essi posso essere di tre tipi: quantitativi, qualitativi

Dettagli

SCIENZA DELLE FINANZE A.A Esercitazione IVA e IRAP TESTO e SOLUZIONI

SCIENZA DELLE FINANZE A.A Esercitazione IVA e IRAP TESTO e SOLUZIONI SCIENZA DELLE FINANZE A.A. 2013-2014 Esercitazione IVA e IRAP TESTO e SOLUZIONI Esercizio 1 Si consideri la seguente situazione: - l impresa A vende all'impresa B un bene intermedio, che ha prodotto utilizzando

Dettagli

ESERCITAZIONE 3 : PERCENTUALI

ESERCITAZIONE 3 : PERCENTUALI ESERCITAZIONE 3 : PERCENTUALI e-mail: tommei@dm.unipi.it web: www.dm.unipi.it/ tommei Ricevimento: Lunedi 14-17 Dipartimento di Matematica, piano terra, studio 114 22 Ottobre 2013 Esercizio 1 Nel 2006,

Dettagli

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14)

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) Pagina 2 di 6 - Pagina Documento bianca sul regime fiscale Edizione 11.2014

Dettagli

MODULO 2. COME CALCOLARE E MISURARE LA CORRETTEZZA DEL MARGINE OPERATIVO

MODULO 2. COME CALCOLARE E MISURARE LA CORRETTEZZA DEL MARGINE OPERATIVO MODULO 2. COME CALCOLARE E MISURARE LA CORRETTEZZA DEL MARGINE OPERATIVO Il margine ed il moltiplicatore Uno degli aspetti basilari, nell analisi delle vendite e delle performance del punto di vendita

Dettagli

PENSIONI MINIME E MAGGIORAZIONI 2013: ATTENZIONE AI REDDITI

PENSIONI MINIME E MAGGIORAZIONI 2013: ATTENZIONE AI REDDITI PENSIONI MINIME E MAGGIORAZIONI 2013: ATTENZIONE AI REDDITI Già da qualche anno sono stati cambiati i parametri con i quali i pensionati possono ottenere le prestazioni pensionistiche legate al reddito.

Dettagli

BUONA ESTATE!!!!! Compiti di Matematica per le vacanze

BUONA ESTATE!!!!! Compiti di Matematica per le vacanze IL PRESENTE FASCICOLO COSTITUISCE ILTUO IMPEGNO ESTIVO NEI CONFRONTI DELLA MATEMATICA E DELLE SCIENZE. ESSO È COMPOSTO DA UNA SERIE DI ESERCIZI DI ARITMETICA E GEOMETRIA CHE DOVRAI SVOLGERE SU DI UN QUADERNO

Dettagli

EQUAZIONI E PROBLEMI: GUIDA D'USO

EQUAZIONI E PROBLEMI: GUIDA D'USO P.1\5- EQUAZIONI E PROBLEMI: GUIDA D'USO - Prof. I.Savoia, Maggio 2011 EQUAZIONI E PROBLEMI: GUIDA D'USO EQUAZIONI LINEARI INTERE: PROCEDURA RISOLUTIVA Per risolvere le equazioni numeriche intere, si può

Dettagli

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 3 UNITÀ 2

ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 3 UNITÀ 2 Esercizi programmati modulo 3 unità 2 pag. 1 di 5 ESERCIZI PROGRAMMATI MODULO 3 UNITÀ 2 I calcoli finanziari per la funzione finanza 1. Calcola l interesse semplice completando le formule. a. Calcolo dell

Dettagli

Economia Aziendale. Modelli e misure: il bilancio. Lezione 13

Economia Aziendale. Modelli e misure: il bilancio. Lezione 13 Economia Aziendale Modelli e misure: il bilancio Lezione 13 Capitale di funzionamento e risultato di periodo Prof. Paolo Di Marco Il patrimonio Insieme dei beni economici a disposizione di diritto e di

Dettagli

1 Esercizi di Riepilogo sui piani di ammortamento

1 Esercizi di Riepilogo sui piani di ammortamento 1 Esercizi di Riepilogo sui piani di ammortamento 1. Un individuo riceve, al tempo t 0, in prestito la somma di euro S 60.000 da restituire con quattro rate semestrali posticipate R 1 ; R ; R 3 ; R 4.

Dettagli

Spett.le Banca d Italia in merito al documento di consultazione Aprile 2015- relativa alle Istruzioni

Spett.le Banca d Italia in merito al documento di consultazione Aprile 2015- relativa alle Istruzioni Spett.le Banca d Italia in merito al documento di consultazione Aprile 2015- relativa alle Istruzioni per la rilevazione dei tassi effettivi globali medi ai sensi della legge sull usura ritengo doveroso

Dettagli

SCIENZA DELLE FINANZE A.A. 2009-2010 6061 - CLEAM Terza Esercitazione (Attività finanziarie) TESTO E SOLUZIONI

SCIENZA DELLE FINANZE A.A. 2009-2010 6061 - CLEAM Terza Esercitazione (Attività finanziarie) TESTO E SOLUZIONI SCIENZA DELLE FINANZE A.A. 2009-2010 6061 - CLEAM Terza Esercitazione (Attività finanziarie) TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - Risparmio individuale e risparmio gestito All inizio del 2009 il signor Rossi

Dettagli

Conoscenze. 3. Completa: a. Se il rapporto diretto tra due numeri è una frazione propria il rapporto a

Conoscenze. 3. Completa: a. Se il rapporto diretto tra due numeri è una frazione propria il rapporto a Conoscenze 1. Completa: a. Il rapporto tra due numeri a e b è...il quoziente... tra...a e b... b. In un rapporto il primo termine si chiama...antecedente... e il secondo si chiama...conseguente... c. Dati

Dettagli

Analisi dei flussi di capitale circolante netto e dei flussi di cassa: rendiconto finanziario

Analisi dei flussi di capitale circolante netto e dei flussi di cassa: rendiconto finanziario di Sebastiana Chiaramida docente di Economia aziendale Classe ª Strumenti 8 SETTEMBRE/OTTOBRE 2006 Analisi dei flussi di capitale circolante netto e dei flussi di cassa: rendiconto finanziario Gli Stati

Dettagli

15.14. Il fondo trattamento di fine rapporto (TFR) Il TFR: aspetti generali e modalità di calcolo della quota di competenza

15.14. Il fondo trattamento di fine rapporto (TFR) Il TFR: aspetti generali e modalità di calcolo della quota di competenza 15.14. Il fondo trattamento di fine rapporto (TFR) Il TFR: aspetti generali e modalità di calcolo della quota di competenza Il trattamento di fine rapporto (TFR) costituisce una componente del costo del

Dettagli

Tutti i diritti riservati

Tutti i diritti riservati Copyright 2008 The Companies srl Capitolo 6 Rimanenze e costo del venduto Problema 6-1 Determinare in base ai dati che seguono i valori alla fine del periodo: del totale delle attività, delle attività

Dettagli

Prova di recupero di economia aziendale per la classe 2ª ITE

Prova di recupero di economia aziendale per la classe 2ª ITE Prova di recupero di economia aziendale per la classe 2ª ITE di Lidia Sorrentino 1. Segna con una crocetta la risposta corretta (alcuni questi possono avere più risposte esatte). 1. L interesse è il compenso

Dettagli

Una impresa di Ortofrutta, commerciante al minuto, riceve la fattura n. 980 dalla Impresa Grossista Semprefrutta spa per acquisti come segue:

Una impresa di Ortofrutta, commerciante al minuto, riceve la fattura n. 980 dalla Impresa Grossista Semprefrutta spa per acquisti come segue: Le rettifiche di costo resi, ribassi e abbuoni Quando acquistiamo un bene o un servizio rileviamo contabilmente un costo. Può accadere e spesso accade che dopo aver effettuato l acquisto insorgano delle

Dettagli

Non sono soggette alla comunicazione le vendite dei seguenti prodotti:

Non sono soggette alla comunicazione le vendite dei seguenti prodotti: Vendite sotto costo Sono definite come quelle vendite al pubblico di uno o più prodotti, affettuate ad un prezzo inferiore a quello risultante dalle fatture di acquisto, maggiorato dell imposta sul valore

Dettagli

LE SCRITTURE DI INTEGRAZIONE

LE SCRITTURE DI INTEGRAZIONE LE SCRITTURE DI INTEGRAZIONE RATEI PASSIVI Il canone di affitto annuale relativo all uso di un capannone viene pagato posticipatamente ogni 31/10. Il canone ammonta a 12.000 euro l anno. COSTO= 12.000

Dettagli

1) In data 18/5 si riceve la fattura n. 470 della Gamma Srl per l acquisto di merci per ,00 + IVA 22%.

1) In data 18/5 si riceve la fattura n. 470 della Gamma Srl per l acquisto di merci per ,00 + IVA 22%. ESERCITAZIONE DEL 06/11/2013 CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE ACQUISTI DI BENI A FECONDITA SEMPLICE 1) In data 18/5 si riceve la fattura n. 470 della Gamma Srl per l acquisto di merci per 20.500,00 + IVA 22%.

Dettagli

La società Beta S.r.l. all'01/01/n, dopo le operazioni di riapertura dei conti, presenta le seguenti poste di bilancio:

La società Beta S.r.l. all'01/01/n, dopo le operazioni di riapertura dei conti, presenta le seguenti poste di bilancio: Esercitazione di contabilità generale Esercizio n. 1 La società Beta S.r.l. all'01/01/n, dopo le operazioni di riapertura dei conti, presenta le seguenti poste di bilancio: Impianti 160.000 Capitale Sociale

Dettagli

ESAME 13 Gennaio 2011

ESAME 13 Gennaio 2011 ESAME 13 Gennaio 2011 Esercizio 1. Si consideri un operazione finanziaria che ha valore x 0 = 120 in t 0 = 0 e restituisce x 1 = 135 all istante t. Supponendo che l operazione in esame sia soggetta ad

Dettagli

Esercizio assegnato in data 28 novembre

Esercizio assegnato in data 28 novembre Esercizio assegnato in data 28 novembre Un commerciante all ingrosso acquista articoli da regalo a 10 al pezzo. Su tutta la merce acquistata, ottiene uno sconto del 10% sul prezzo d acquisto, se ordina

Dettagli

La gestione: patrimonio e reddito

La gestione: patrimonio e reddito Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 3 La gestione: patrimonio e reddito Laura Mottini COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Interpretare i sistemi aziendali nei loro modelli, processi e

Dettagli

CORSO DI ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE 2 Modulo (E-N)

CORSO DI ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE 2 Modulo (E-N) CORSO DI ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE 2 Modulo (E-N) ESERCITAZIONE 4 Esercizio 1 La Nora S.p.A. acquista in data 10 settembre n. 100 BTP al tasso di interesse del 6% annuo, con godimento 10/12 e 10/06,

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Che cos è la cedolare secca

Dettagli

VALORE PIÙ CONVENIENTE DEL RENDIMENTO

VALORE PIÙ CONVENIENTE DEL RENDIMENTO VALORE PIÙ CONVENIENTE DEL RENDIENTO In una macchina elettrica ad un rendimento più elevato corrisponde un minor valore delle perdite e quindi un risparmio nelle spese di esercizio (in quanto minori risultano

Dettagli

Stop e Reverse passa alla cassa

Stop e Reverse passa alla cassa Pubblicazioni PlayOptions Stop e Reverse passa alla cassa Strategist Cagalli Tiziano Disclaimer I pensieri e le analisi qui esposte non sono un servizio di consulenza o sollecitazione al pubblico risparmio.

Dettagli

Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Prestazioni escluse Articolo 3 - Fornitura di beni e servizi a rimborso Articolo 4 - Convenzioni.

Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Prestazioni escluse Articolo 3 - Fornitura di beni e servizi a rimborso Articolo 4 - Convenzioni. REGOLAMENTO SUI SERVIZI NON ESSENZIALI CON RIMBORSO DA PARTE DELL UTENZA E SERVIZI A PAGAMENTO PER CONTO TERZI Approvato con Delibera di Consiglio N. 11 del 12.02.2009 INDICE Articolo 1 - Oggetto del Regolamento

Dettagli

Si vendono prodotti per euro 4.000 (iva 21%) 4.000

Si vendono prodotti per euro 4.000 (iva 21%) 4.000 Operazione di vendita prodotti finiti Si vendono prodotti per euro 4.000 (iva 21%) Crediti v/clienti 4.840 Prodotti c/vendite 4.000 Iva a debito 840 Prodotti c/vendite 4.000 Crediti v/clienti 4.840 Iva

Dettagli

Esercitazione I. Stato Patrimoniale Beta al 01.01.X Passività e patrimonio netto Immobili, Impianti, Macchinari 10.000 Debiti commerciali 4.

Esercitazione I. Stato Patrimoniale Beta al 01.01.X Passività e patrimonio netto Immobili, Impianti, Macchinari 10.000 Debiti commerciali 4. Esercitazione I In data 1 gennaio X la società Alfa S.p.A. acquista una partecipazione dell 80% nella società Beta S.p.A. pagando un prezzo di euro 12.000. Lo stato patrimoniale della società controllata

Dettagli

Eser cizio LE RIMANENZE DI MAGAZZINO

Eser cizio LE RIMANENZE DI MAGAZZINO Eser cizio LE RIMANENZE DI MAGAZZINO Oggetto ed obiettivi: oggetto del caso è l operazione di valutazione di un magazzino merci, secondo i metodi del costo medio ponderato, del FIFO (First In, First Out)

Dettagli

Comune di Siena SERVIZIO PERSONALE

Comune di Siena SERVIZIO PERSONALE Comune di Siena SERVIZIO PERSONALE ATTO DIRIGENZIALE N 79 DEL21/01/2016 OGGETTO: INAIL - LIQUIDAZIONE ANTICIPAZIONE PREMIO PER L'ANNO 2016 E CONGUAGLIO ANNO 2015. TIPO ATTO: Atti di Gestione Organizzativa

Dettagli

1.Identità e contatti del finanziatore. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito

1.Identità e contatti del finanziatore. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI per Prestiti personali SI BPF FAMIGLIA 10/08/2015 1.Identità e contatti del finanziatore Finanziatore Indirizzo Telefono* Email* Fax* Sito web* BANCA

Dettagli

COMUNE DI VILLA SAN GIOVANNI Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI VILLA SAN GIOVANNI Provincia di Reggio Calabria G u i d a a l l I M U C o m u n e d i V i l l a S a n G i o v a n n i ( R C ) P a g i n a 1 COMUNE DI VILLA SAN GIOVANNI Provincia di Reggio Calabria GUIDA ALL IMU IMPOSTA MUNICIPALE UNICA 1. CHE COS E

Dettagli

Enasarco: versamento del contributo Firr 2015. Adempimento in vista per le aziende preponenti che hanno alle proprie dipendenze agenti e

Enasarco: versamento del contributo Firr 2015. Adempimento in vista per le aziende preponenti che hanno alle proprie dipendenze agenti e Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 52 18.03.2016 Enasarco: versamento del contributo Firr 2015 Il 31 marzo 2016 scade il versamento annuale del contributo Firr

Dettagli

I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE. Conoscenze

I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE. Conoscenze I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE Conoscenze 1. Completa: a. un problema è una qualsiasi situazione in cui si conoscono alcuni elementi, i..., attraverso i quali se ne devono trovare altri, le... o..., b.

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2015/2016. I.I.S.S. ''C. E. GADDA Sede di Langhirano MATERIA DI INSEGNAMENTO: ECONOMIA AZIENDALE

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2015/2016. I.I.S.S. ''C. E. GADDA Sede di Langhirano MATERIA DI INSEGNAMENTO: ECONOMIA AZIENDALE PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 I.I.S.S. ''C. E. GADDA Sede di Langhirano MATERIA DI INSEGNAMENTO: ECONOMIA AZIENDALE PROF.SSA FAINI DANIELA CLASSE 1 B indirizzo economico AFM n alunni 23 ATTIVITA'

Dettagli

COMPITI DI MATEMATICA PER LE VACANZE

COMPITI DI MATEMATICA PER LE VACANZE IL PRESENTE FASCICOLO COSTITUISCE ILTUO IMPEGNO ESTIVO NEI CONFRONTI DELLA MATEMATICA E DELLE SCIENZE. ESSO È COMPOSTO DA UNA SERIE DI ESERCIZI DI ARITMETICA E GEOMETRIA CHE DOVRAI SVOLGERE SU DI UN QUADERNO

Dettagli

Gli ESERCIZIARI di LOGICA-MATEMATICA.it Volume IV Ragionamento Critico Numerico (Tabelle)

Gli ESERCIZIARI di LOGICA-MATEMATICA.it Volume IV Ragionamento Critico Numerico (Tabelle) Volume IV Ragionamento Critico Numerico (Tabelle) Il Prof. di LOGICA-MATEMATICA.it Pagina 2 di 82 Gli ESERCIZIARI di LOGICA-MATEMATICA.it Prima Edizione Finito di scrivere nel mese di Dicembre 2015 Autore:

Dettagli

-5% -10% -15% -20% -25% -30%

-5% -10% -15% -20% -25% -30% 2 Premessa Le informazioni diffuse con i Bollettini mensili sulle entrate tributarie di Francia, Germania, Irlanda, Portogallo, Regno Unito e Spagna, pubblicati sui portali web istituzionali dalle Amministrazioni

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WG48U ATTIVITÀ 95.21.00 RIPARAZIONE DI PRODOTTI ELETTRONICI DI CONSUMO AUDIO E VIDEO ATTIVITÀ 95.22.01 RIPARAZIONE DI ELETTRODOMESTICI E DI ARTICOLI PER LA CASA Giugno 2015 Documento

Dettagli

CONTROLLO E SVILUPPO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE Prof. Luca Fornaciari

CONTROLLO E SVILUPPO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE Prof. Luca Fornaciari CONTROLLO E SVILUPPO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE Prof. Luca Fornaciari Esercizi sul budget Riferimenti bibliografici: Soluzioni relative al capitolo 9 sono reperibili sul seguente sito del libro nella

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 31/03/2015)

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 31/03/2015) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 31/03/2015) Il presente documento integra il contenuto della Nota informativa il Regime Fiscale di un Fondo Pensione è caratterizzato da tre momenti: 1. Contribuzione

Dettagli

CALTAGIRONE EDITORE: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2007

CALTAGIRONE EDITORE: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2007 CALTAGIRONE EDITORE: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati 2007 Ricavi in crescita a 326,8 milioni di euro (+7,3%) Margine operativo lordo a 55,2 milioni di euro (+8,8%) Utile netto a 61,2

Dettagli

Lezione 4. Sommario. L artimetica binaria: I numeri relativi e frazionari. I numeri relativi I numeri frazionari

Lezione 4. Sommario. L artimetica binaria: I numeri relativi e frazionari. I numeri relativi I numeri frazionari Lezione 4 L artimetica binaria: I numeri relativi e frazionari Sommario I numeri relativi I numeri frazionari I numeri in virgola fissa I numeri in virgola mobile 1 Cosa sono inumeri relativi? I numeri

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE Servizio V

DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE Servizio V In data 11/12/012 è stata sottoscritta l ipotesi di accordo integrativo relativo al personale dirigente di 2^ fascia dell area 1^ concernente il fondo dei dirigenti per l anno 2011. L ipotesi di accordo

Dettagli

Lezioni di Ricerca Operativa 2 Dott. F. Carrabs

Lezioni di Ricerca Operativa 2 Dott. F. Carrabs Lezioni di Ricerca Operativa Dott. F. Carrabs.. 009/00 Lezione 6: - mmissibilità di un vincolo - Vincoli alternativi - Vincoli alternativi a gruppi - Rappresentazione di funzioni non lineari: Costi fissi

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 30 giugno 2016

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 30 giugno 2016 MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 30 giugno 2016 Cognome e Nome............................................................. Matricola n....................... Cattedra: Pacati Quaranta Fornire le risposte

Dettagli

VALORIZZAZIONE MOVIMENTI DI SCARICO E VALORIZZAZIONE TRASFERIMENTO COSTI DI ANALITICA

VALORIZZAZIONE MOVIMENTI DI SCARICO E VALORIZZAZIONE TRASFERIMENTO COSTI DI ANALITICA VALORIZZAZIONE MOVIMENTI DI SCARICO E VALORIZZAZIONE TRASFERIMENTO COSTI DI ANALITICA Riportiamo di seguito i vari passaggi per poter gestire la rivalorizzazione, sui documenti di scarico, del costo di

Dettagli

Territorialità nel territorio dello Stato luogo di destinazione fisica del bene luogo di identificazione Iva dell acquirente

Territorialità nel territorio dello Stato luogo di destinazione fisica del bene luogo di identificazione Iva dell acquirente Territorialità Acquisti effettuati «nel territorio dello Stato», id est l Italia deve essere: - il luogo di destinazione fisica del bene (criterio di collegamento fisico) ovvero - il luogo di identificazione

Dettagli

Sistemi di 1 grado in due incognite

Sistemi di 1 grado in due incognite Sistemi di 1 grado in due incognite Problema In un cortile ci sono polli e conigli: in totale le teste sono 7 e zampe 18. Quanti polli e quanti conigli ci sono nel cortile? Soluzione Indichiamo con e con

Dettagli

Numeri decimali, rapporti e proporzioni

Numeri decimali, rapporti e proporzioni Numeri decimali, rapporti e proporzioni E. Modica erasmo@galois.it Liceo Scientifico Statale S. Cannizzaro Corso P.O.N. Modelli matematici e realtà A.S. 2010/2011 Da una forma all altra... Dalla frazione

Dettagli

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Trasformazione delle imposte differite attive in crediti d imposta Ancona Sede Confindustria, giovedì 15 marzo 2012 Relatore: Dott. Marco Ciavattini Art.

Dettagli

Biblioteca di Pronti... via 2 o biennio TOMO h

Biblioteca di Pronti... via 2 o biennio TOMO h UNITÀ C Tecniche di gestione degli acquisti e delle scorte Biblioteca di Pronti... via 2 o biennio TOMO h La funzione del magazzino e la politica delle scorte Documento Esercizi Logistica Q1 Spiega che

Dettagli

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto una misura per la promozione dell acquisto di abitazioni

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto una misura per la promozione dell acquisto di abitazioni Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 27 04.02.2016 Telefisco e la nuova detrazione Iva delle abitazioni Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2016 La Legge di Stabilità 2016 ha previsto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTUALI, DI VENDITA E DI CONSEGNA DELLA SOLDINI-SUDACCIAI SA

CONDIZIONI GENERALI CONTRATTUALI, DI VENDITA E DI CONSEGNA DELLA SOLDINI-SUDACCIAI SA CONDIZIONI GENERALI CONTRATTUALI, DI VENDITA E DI CONSEGNA DELLA SOLDINI-SUDACCIAI SA Condizioni generali contrattuali (CGC) 1. Accettazione Attraverso la sua ordinazione l acquirente accetta tutti i punti

Dettagli

BTP Italia. Esempi di calcolo. Calcolo del Coefficiente di Indicizzazione, delle cedole e della rivalutazione del capitale

BTP Italia. Esempi di calcolo. Calcolo del Coefficiente di Indicizzazione, delle cedole e della rivalutazione del capitale BTP Italia Esempi di calcolo Calcolo del Coefficiente di Indicizzazione, delle cedole e della rivalutazione del capitale Vediamo nel dettaglio come funziona il meccanismo di costruzione del Coefficiente

Dettagli

Problemi con le frazioni di tipo inverso Arithmetic Problems Involving Fractions

Problemi con le frazioni di tipo inverso Arithmetic Problems Involving Fractions Problemi con le frazioni di tipo inverso Arithmetic Problems Involving Fractions Raccolta di problemi con le frazioni (inversi)- 1 1. I 4/9 di una strada corrispondono a 36 km e devono essere asfaltati.

Dettagli

Esercizi per il Corso di Scienza delle Finanze a.a. 2011/12. Esercizi svolti (Irpef)

Esercizi per il Corso di Scienza delle Finanze a.a. 2011/12. Esercizi svolti (Irpef) Esercizi per il Corso di Scienza delle Finanze a.a. 2011/12 Esercizi svolti (Irpef) Esercizio 1 Nel corso del 2010, il signor Rossi ha percepito un reddito da lavoro dipendente, al lordo delle ritenute

Dettagli

La traccia assegnata come seconda prova di Economia aziendale, nell Indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing è strutturata in due parti.

La traccia assegnata come seconda prova di Economia aziendale, nell Indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing è strutturata in due parti. Istituto Tecnico - Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Esame di Stato anno scolastico 2015/2016 Svolgimento seconda prova di Economia aziendale La traccia assegnata come seconda

Dettagli

DARE AVERE 31.12... DENARO IN CASSA

DARE AVERE 31.12... DENARO IN CASSA RIAPERTURA DEI CONTI Siamo al primo gennaio, inizio del nuovo esercizio. Tutti i conti sono chiusi. Se guardiamo al passato notiamo che: - i conti accesi ai costi e ricavi dell esercizio precedente hanno

Dettagli

- rilevazione al 1 luglio 2012 -

- rilevazione al 1 luglio 2012 - I MERCURIALI DELL ENERGIA I prezzi del gas naturale praticati alle imprese lucane - rilevazione al 1 luglio 2012 - In sintesi Si allentano le tensioni sui prezzi fissi del gas naturale per le imprese lucane

Dettagli

COSTI COMUNI E COSTI CONGIUNTI

COSTI COMUNI E COSTI CONGIUNTI I COSTI CONGIUNTI 1 COSTI COMUNI E COSTI CONGIUNTI I COSTI COMUNI RIGUARDANO FATTORI UTILIZZATI, NEL TEMPO E NELLO SPAZIO, PER DIVERSE PRODUZIONI. I COSTI CONGIUNTI RIGUARDANO PRODOTTI CHE CONDIVIDONO

Dettagli

Analisi dei Valori. Prof. Federico Alvino

Analisi dei Valori. Prof. Federico Alvino Prof. Federico Alvino Lezione XI: obiettivi Rappresentare l attività del sistema aziendale Schematizzare, misurare e interpretare le operazioni 2 Al momento della costituzione dell'azienda vengono conferite

Dettagli

Il Bilancio preventivo prevede i seguenti stanziamenti per Titoli di Entrata e di Uscita:

Il Bilancio preventivo prevede i seguenti stanziamenti per Titoli di Entrata e di Uscita: CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO ALMALAUREA Relazione Contabile Preventivo 2015 CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO ALMALAUREA Relazione contabile al Bilancio Preventivo per l'esercizio 2015 1. Premesse alla formazione

Dettagli

Agevolata 19% in caso di contratti di locazione concordati in comuni ad alta densità abitativa

Agevolata 19% in caso di contratti di locazione concordati in comuni ad alta densità abitativa AFFITTO APPARTAMENTI MILANO : CEDOLARE SECCA PRINCIPI NORMATIVI: Il D.LGS N 23 1473/2011 Art 3 È entrato in vigore a seguito della pubblicazione delle istruzioni operative da parte dell agenzia delle entrate-

Dettagli

DIFFERENZE DI CONSOLIDAMENTO

DIFFERENZE DI CONSOLIDAMENTO DIFFERENZE DI CONSOLIDAMENTO DETERMINAZIONE DELLA DIFFERRENZA Le differenze di consolidamento confronto tra costo della partecipazione (C) patrimonio netto contabile proquota della controllata (%PN) La

Dettagli

I referti del Laboratorio analisi sono on line Non serve più ritirarli allo sportello

I referti del Laboratorio analisi sono on line Non serve più ritirarli allo sportello I referti del Laboratorio analisi sono on line Non serve più ritirarli allo sportello I cittadini che hanno effettuato esami di laboratorio nei vari punti prelievo della terraferma (Mestre, Marcon, Quarto

Dettagli

COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze

COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze TABELLE PARAMETRICHE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA, CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE E ONERI VERDI PER INTERVENTI SOTTOPOSTI A:

Dettagli

Sito web Telefono (Carmine)

Sito web Telefono (Carmine) Vespasiano Carmine BASE Totocalcio2012 Tutorial I tutorials totocalcio precedenti sono disponibili gratis alla pagina web. http://vecasoft.it/download_vecasoft.htm BASE Totocalcio v3.0.0.32 TotoQuote Totocalcio

Dettagli

EQUAZIONI DI PRIMO GRADO

EQUAZIONI DI PRIMO GRADO Cognome... Nome... Equazioni di primo grado EQUAZIONI DI PRIMO GRADO Un'equazione di primo grado e un'uguaglianza tra due espressioni algebriche di primo grado, vera solo per alcuni valori che si attribuiscono

Dettagli

Il patrimonio nell aspetto qualitativo e quantitativo

Il patrimonio nell aspetto qualitativo e quantitativo Prova semistrutturata Il patrimonio nell aspetto qualitativo e quantitativo di Ilma Maria Longobardi Classi 3ª ITE (indirizzo amministrazione finanza, marketing) e 2ª nuovi Istituti professionali (servizi

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 06 10.01.2014 Lavoro nero: le nuove sanzioni Aumentate del 30% le maxisanzioni sul lavoro sommerso e decuplicate quelle sull

Dettagli

EQUAZIONI CON VALORE ASSOLUTO DISEQUAZIONI CON VALORE ASSOLUTO

EQUAZIONI CON VALORE ASSOLUTO DISEQUAZIONI CON VALORE ASSOLUTO EQUAZIONI CON VALORE AOLUTO DIEQUAZIONI CON VALORE AOLUTO Prima di tutto: che cosa è il valore assoluto di un numero? Il valore assoluto è quella legge che ad un numero (positivo o negativo) associa sempre

Dettagli

IL REDDITO D ESERCIZIO E IL PATRIMONIO DI FUNZIONAMENTO

IL REDDITO D ESERCIZIO E IL PATRIMONIO DI FUNZIONAMENTO ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Prova di verifica IL REDDITO D ESERCIZIO E IL PATRIMONIO DI FUNZIONAMENTO di Marina GORIA MATERIE: ECONOMIA AZIENDALE (Classe terza IT Indirizzo AFM-SIA-RIM; Classe terza IP Servizi

Dettagli

Assemblea degli Azionisti 14 e 15 Aprile 2008

Assemblea degli Azionisti 14 e 15 Aprile 2008 Assemblea degli Azionisti 14 e 15 Aprile 2008 (Relazione illustrativa sulle proposte concernenti le materie poste all ordine del giorno) Prysmian S.p.A. Sede Legale Viale Sarca, 222 20126 Milano Phone

Dettagli

PIANO ECONOMICO DI RIFERIMENTO

PIANO ECONOMICO DI RIFERIMENTO ISO 9001 : 2000 CONCESSIONE PER LA COSTRUZIONE E GESTIONE AMPLIAMENTO ED ADEGUAMENTO PARCHEGGIO DELL OSPEDALE BOLOGNINI DI SERIATE PIANO ECONOMICO DI RIFERIMENTO 1 U.O.C. Risorse Tecniche Edilizia e Manutenzione

Dettagli

4) 8 g di idrogeno reagiscono esattamente con 64 g di ossigeno secondo la seguente reazione:

4) 8 g di idrogeno reagiscono esattamente con 64 g di ossigeno secondo la seguente reazione: Esercizi Gli esercizi sulla legge di Lavoisier che seguono si risolvono ricordando che la massa iniziale, prima della reazione, deve equivalere a quella finale, dopo la reazione. L uguaglianza vale anche

Dettagli

Economia e Performance dei Gruppi. Le teorie di consolidamento

Economia e Performance dei Gruppi. Le teorie di consolidamento Le teorie di consolidamento Riconoscimento del ruolo delle minoranze Sì No Teoria della capogruppo modificata I IV Teoria dell entità Teoria della capogruppo pura II III Teoria della proprietà Sì No Riconoscimento

Dettagli

Esercitazioni di contabilità

Esercitazioni di contabilità Esercitazioni di contabilità esercitazione n. 2.5 23-05-2016 capitoli 6 e 7 Dott. Francesco Badia Facoltà di Economia Corso di Economia Aziendale A.A. 2015-16 1 La determinazione del consumo delle materie

Dettagli

QUOTE ASSOCIATIVE. Clavière, luglio 2013. A tutti i Soci, Atleti ed Amici dello Sci Club Claviere

QUOTE ASSOCIATIVE. Clavière, luglio 2013. A tutti i Soci, Atleti ed Amici dello Sci Club Claviere Clavière, luglio 2013 A tutti i Soci, Atleti ed Amici dello Sci Club Claviere Cari amici, soci, atleti, prima di entrare nel vivo del programma della stagione 2013/2014, vi ricordiamo che quest anno le

Dettagli

LA MANOVRA ANTICRISI LA MINI DEDUZIONE DELL IRAP: ulteriori chiarimenti

LA MANOVRA ANTICRISI LA MINI DEDUZIONE DELL IRAP: ulteriori chiarimenti LA MANOVRA ANTICRISI LA MINI DEDUZIONE DELL IRAP: ulteriori chiarimenti L Agenzia delle Entrate ha fornito con la circolare n. 16/E del 14 aprile del 2009 alcuni chiarimenti sui criteri di deducibilità

Dettagli

MATEMATICA LA PARABOLA GSCATULLO

MATEMATICA LA PARABOLA GSCATULLO MATEMATICA LA PARABOLA GSCATULLO La Parabola Introduzione e definizione Prima di affrontare la parabola e la sua analisi matematica, appare opportuno definirla nelle sue caratteristiche essenziali. Anzitutto

Dettagli

Incentivi alle Aziende

Incentivi alle Aziende Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale STRUMENTI Incentivi alle Aziende Pordenone 19 Marzo 2009 Legge Regionale 18/2005, articoli 30, 31, 32 e 33 D.P.REG. 0342/Pres

Dettagli

Strumenti e Materiali - Economia Aziendale

Strumenti e Materiali - Economia Aziendale Strumenti e Materiali - Economia Aziendale Esercitazioni in preparazione all Esame di Stato ESERCITAZIONE 7 Sottosistema dei budget operativi e analisi degli scostamenti dei ricavi e dei costi diretti

Dettagli

Esercitazione n o 3 per il corso di Ricerca Operativa

Esercitazione n o 3 per il corso di Ricerca Operativa Esercitazione n o 3 per il corso di Ricerca Operativa Ultimo aggiornamento October 17, 2011 Fornitura acqua Una città deve essere rifornita, ogni giorno, con 500 000 litri di acqua. Si richiede che l acqua

Dettagli

VERIFICA DI MATEMATICA 11 febbraio 2016 classe 2 a D. Nome...Cognome... ARITMETICA

VERIFICA DI MATEMATICA 11 febbraio 2016 classe 2 a D. Nome...Cognome... ARITMETICA VERIFICA DI MATEMATICA 11 febbraio 016 classe a D Nome...Cognome... ARITMETICA 1. Scrivi l enunciato delle proprietà fondamentale, dell invertire e del permutare. Applicale alla seguente proporzione, dimostrando

Dettagli

Elettronica Risoluzione dei circuiti elettrici; serie e parallelo di bipoli

Elettronica Risoluzione dei circuiti elettrici; serie e parallelo di bipoli Elettronica Risoluzione dei circuiti elettrici; serie e parallelo di bipoli Valentino Liberali Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano valentino.liberali@unimi.it Elettronica Risoluzione

Dettagli

RIPASSO_FRAZIONI. Frazioni Equivalenti. per 2 per 3 per 2 per 3 frazione equivalente frazione equivalente frazione equivalente frazione equivalente

RIPASSO_FRAZIONI. Frazioni Equivalenti. per 2 per 3 per 2 per 3 frazione equivalente frazione equivalente frazione equivalente frazione equivalente RIPASSO_FRAZIONI N.B. La risposta ad ogni richiesta può essere riportata sul quaderno Completa: I numeri che possono essere scritti come frazione sono: Essi costituiscono l insieme dei numeri....che si

Dettagli

Esercizio sulle deroghe per casi eccezionali (art. 2423, quarto comma)

Esercizio sulle deroghe per casi eccezionali (art. 2423, quarto comma) Esercizio sulle deroghe per casi eccezionali (art. 2423, quarto comma) Recupero della riserva non disponibile mediante ammortamento e vendita di un cespite aziendale La società Buddy presenta al 1/01/n

Dettagli

Gli adempimenti dichiarativi e comunicativi ai fini IVA

Gli adempimenti dichiarativi e comunicativi ai fini IVA Gli adempimenti dichiarativi e comunicativi ai fini IVA Seconda parte: Le Esportazioni e le Importazioni Torino, 25 marzo 2014 Dott. Marco Bodo Le Esportazioni di beni Le esportazioni sono cessioni di

Dettagli

comune di SCANDICCI CONTATTO > COMUNE INFOTRIBUTI IMU - TASI - TARI GUIDA ALLE IMPOSTE COMUNALI 2014

comune di SCANDICCI CONTATTO > COMUNE INFOTRIBUTI IMU - TASI - TARI GUIDA ALLE IMPOSTE COMUNALI 2014 comune di SCANDICCI CONTATTO > COMUNE INFOTRIBUTI IMU - TASI - TARI > GUIDA ALLE IMPOSTE COMUNALI 2014 INDICE Imposta unica comunale pag. 4 TASI - Tributo per i Servizi Indivisibili pag. 5 TARI - Tassa

Dettagli

CENTO STELLE REALE Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP al n.

CENTO STELLE REALE Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP al n. CENTO STELLE REALE Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP al n. 5052 Documento sulle rendite Il presente documento integra il contenuto

Dettagli

I diritti d autore sono riservati. Ogni sfruttamento commerciale non autorizzato sarà perseguito.

I diritti d autore sono riservati. Ogni sfruttamento commerciale non autorizzato sarà perseguito. TEST DI AUTOVALUTAZIONE - SETTIMANA I diritti d autore sono riservati. Ogni sfruttamento commerciale non autorizzato sarà perseguito. Metodi statistici per la biologia 1 Parte A 1.1 Si considerino gli

Dettagli