REGIONE SICILIANA ASSESSORATO PER LE AUTONOMIE LOCALI E LA FUNZIONE PUBBLICA VERSANO IN PARTICOLARI CONDIZIONI DI DISAGIO PER L ANNO 2010.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE SICILIANA ASSESSORATO PER LE AUTONOMIE LOCALI E LA FUNZIONE PUBBLICA VERSANO IN PARTICOLARI CONDIZIONI DI DISAGIO PER L ANNO 2010."

Transcript

1 REGIONE SICILIANA ASSESSORATO PER LE AUTONOMIE LOCALI E LA FUNZIONE PUBBLICA BANDO PER LA CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO A COMUNI CHE VERSANO IN PARTICOLARI CONDIZIONI DI DISAGIO PER L ANNO CARTA D IDENTITA DELLE UNITA IMMOBILIARI ANAGRAFE IMMOBILIARE E CATASTO PROGETTO DEFINITIVO Data, 25 ottobre 2011 Pag. 1/14

2 INDICE - INTRODUZIONE DESCRIZIONE GENERALE OBIETTIVI REALIZZATIVI REQUISITI SOFTWARE ELENCO SOFTWARE SCHEDA RIUSO SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI DELL APPLICAZIONE ANAGRAFE IMMOBILIARE COMUNALE E CATASTO (SCHEDA RIUSO320) Caratteristiche Generali BENEFICI ATTESI DALLA SOLUZIONE Requisiti Specifici SERVIZI Installazione - Configurazione iniziale - Supporto Sistemistico Addestramento e Formazione Garanzia - Manutenzione Assistenza TEMPI COSTI...14 Pag. 2/14

3 - Introduzione Il Comune quale entità basilare nella gestione del Territorio, è sempre più chiamato ad utilizzare i dati immobiliari e catastali con un approccio nuovo e più efficiente, tale esigenza può essere affrontata mediante l utilizzo di strumenti innovativi che partendo dal semplice dato immobilare e catastale consentano di effettuare operazioni quali: accertamenti tributari, operazioni nel settore urbanistico, percorsi d indagine su evasione e su abusi edilizi, patrimonio comunale, espropri. A seguito degli importanti interventi legislativi, al Comune, per la prima volta, è stata riconosciuta la competenza di gestire tutte le funzioni catastali e edilizie. Ciò, ha fatto nascere l esigenza per l Ente di operare un periodico e tempestivo aggiornamento del dato edilizio e catastale, nonché, di porre in essere le azioni di bonifica dati e al fine di avviare un percorso di integrazione dei processi catastali e comunali che regolano le trasformazioni del territorio e dei relativi interventi edificatori. L informatizzazione dell ufficio tecnico realizza un infrastruttura tecnica ed organizzativa che offre al Comune, alle imprese private, ai professionisti (geometri, ingegneri, architetti, etc.) ed ai semplici cittadini una serie di servizi ed informazioni sugli strumenti catastali e immobiliari; informazioni fondamentali, anche, come base di partenza per la costituzione o arricchimento del Sistema Informativo Territoriale rendendolo maggiormente accurato, sicuro e scalabile. Per poter impiantare un sistema di gestione dell anagrafe immobiliare comunale e del catasto, consono alle necessità di un Ente come il Comune di Calatafimi Segesta si è pensato di utilizzare lo strumento del RIUSO, previsto dal Codice dell Amministrazione Digitale, e disciplinato da Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione ( DigitPA) con la produzione di linee guida e l istituzione di un catalogo di soluzioni che le Pubbliche Amministrazioni mettono a disposizione di altre Pubbliche Amministrazioni che ne volessero fare uso. Con progetto di riuso ci si riferisce ad un progetto che ha come obiettivo il trasferimento di soluzioni software e/o di e-government, intesi come un insieme omogeneo di servizi applicativi e/o di e-government sviluppati da una Pubblica Amministrazione (Regione o Ente Locale) e rivolti a cittadini e imprese, dall amministrazione che l ha progettata e implementata (amministrazione cedente) ad un amministrazione che desidera implementarla anche nel proprio territorio (amministrazione ricevente o riusante). I principi cardine del Riuso sono i seguenti: dal punto di vista economico, in quanto frutto di consistenti investimenti effettuati nel tempo; dal punto di vista tecnologico, in quanto in molti casi costituito da applicazioni realizzate con tecnologie recenti e con un buon livello di qualità del software (strutturazione, documentazione, portabilità, etc.); in quanto giacimento di conoscenza, poiché le applicazioni integrano nella loro architettura funzionale l'espressione della cultura e della conoscenza specifica dell'amministrazione relativa al procedimento amministrativo supportato; nelle applicazioni si ritrova cioè la capacità delle PA di interpretare e tradurre le norme in strumenti e servizi per la collettività. Nella generalità dei casi, a fronte di esigenze simili le amministrazioni sviluppano applicativi che già sono stati realizzati da altre amministrazioni; il riuso o la condivisione del software esistente consentirebbero di razionalizzare le spese e di riorientare i flussi economici verso settori non ancora coperti da informatizzazione. Pag. 3/14

4 La soluzione a cui si fa riferimento è la soluzione sviluppata ed adottata dal Comune di Modena, per la gestione dell anagrafe immobiliare comunale e del catasto, oggetto di riuso nel presente progetto, inserita nel Catalogo del riuso del CNIPA (http://riuso.cnipa.gov.it/soluzioni/search.bfr) con la seguente scheda: RIUSO320: Anagrafe immobiliare e catasto. La soluzione è composta dalle seguenti macro-componenti: o Data Base - Banca Dati Catastale Comunale o Applicazione - Consultazione dell'anagrafe Immobiliare (CityTrek Cat2Com) o Data Base - Banca dati Anagrafe Edilizia Comunale o Applicazione - Servizi di interazione col professionista o Modello organizzativo o Applicazione - Servizi di interoperabilità e integrazione o Applicazione - Amministrazione Anagrafe Immobiliare (CityTrek AnagrafeEdilizia) 1 Descrizione generale 1.1 Obiettivi realizzativi Una gestione delle trasformazioni dell'edificato, integrata con gli aspetti catastali, consente al comune di controllare il proprio territorio e di avere strumenti a supporto di fiscalità immobiliare, accertamento tributi, pianificazione urbanistica, verifica abuso edilizio, patrimonio, espropri... Tali obiettivi sono possibili istituendo e realizzando l Anagrafe Immobiliare comunale, come banca dati di pari dignità a quella dell anagrafe dei residenti, in grado di gestire sistematicamente i processi e gli eventi che determinano le evoluzioni delle unità immobiliari e di certificarne lo stato. L Anagrafe Immobiliare comunale, è una banca dati portante del sistema informativo comunale, cui altri sottosistemi informativi faranno riferimento, a supporto di tutti i settori interni all ente, alle scelte strategiche dell amministrazione e per aumentare il numero e la qualità dei servizi erogabili all esterno. La soluzione prevede di mettere a sistema gli eventi e i processi comunali/catastali che governano le trasformazioni edilizie, costituendo la banca dell Anagrafe Immobiliare Comunale. La banca dati dell Anagrafe Immobiliare gestisce la dinamica e la conoscenza: - degli identificativi toponomastici (Via, Civico esterno e interno assegnati dall ufficio toponomastica) - degli identificativi catastali (Foglio Mappale e Sub assegnati dalle procedure catastali) - delle caratteristiche edilizie (derivanti dalle pratiche edilizie e dai successivi atti di accatastamento comprendendo quindi anche le planimetrie con l obiettivo di ottenere il set di dati necessari per la corretta definizione di classe e categoria) - della classificazione catastale (derivante dagli atti catastali) - dell edificio di appartenenza e delle sue caratteristiche (derivanti dalle pratiche edilizie e dagli atti di accatastamento) - della rappresentazione cartografica degli immobili (atti catastali ed atti di aggiornamento cartografico interni al comune) - della destinazione urbanistica dell immobile (Derivante dagli strumenti urbanistici comunali). Pag. 4/14

5 L architettura del sistema che s intende adottare può essere così rappresentata: 1.2 Requisiti software I prerequisiti software per l impianto di tale soluzione sono elencati nella tabella sottostante: Ruolo/Prodotto Componenti server: Linux & Window server Application server: Tomcat e JBoss MAP server: Esri & Open Source RDBMS con modulo per la gestione dei dati geografici (ORACLE) open source o licenza free X X X X 1.3 Elenco software scheda Riuso 320 Modulo software e relative componenti da scheda di riuso 320 Modulo software Anagrafe Immobiliare e Catasto CityTrek Cat2Com CityTrek Anagrafe Edilizia 2 Specifiche tecnico-funzionali dell applicazione 2.1 Anagrafe immobiliare comunale e Catasto (SCHEDA RIUSO320) Caratteristiche Generali La soluzione prevede di mettere a sistema gli eventi e i processi comunali/catastali che governano le trasformazioni edilizie, costituendo la banca dati dell Anagrafe Immobiliare Comunale Pag. 5/14

6 Dettagliamo di seguito le macro-componeti che costituiscono la soluzione: 1) Costituzione del DataBase Catastale Comunale e attivazione delle funzioni d aggiornamento: il DataBase Catastale Comunale (DBCC) ha una struttura aperta e documentata e di proprietà della Pubblica Amministrazione, nata nell ambito del progettoe-gov SigmaTER (DBTL), successivamente evoluta per recepire anche nuovi dati messi a disposizione dall Ag. del territorio mediante il Portale dei Comuni. E pertanto frutto di una attività di progettazione congiunta di Comuni, Province e Regioni che, con Agenzia del Territorio, hanno condiviso l impianto del sistema di interscambio dei dati catastali, previsto dall emanando DPCM sul decentramento delle funzioni di gestione ai comuni. Il DBCC è uno dei mattoni che costituiscono l Anagrafe Immobiliare e in generale garantisce la disponibilità del dato catastale nei processi comunali che lo necessitano. L impianto e i successivi aggiornamenti del DBCC dovrà avvenire nelle seguenti due modalità, ad oggi rese disponibili dall Ag.del Territorio: - da Sistema d Interscambio dopo che la Regione Sicilia attivi SigmaTER : attivazione della componente SincroCAT (nella versione ad oggi realizzata e rilasciata nell ambito del progetto e-gov SigmaTER) che consente l aggiornamento del DBCC, attraverso l infrastruttura SigmaTER della Regione, per quanto riguarda i dati cati catastali presenti nel DBTI regionale ad oggi previsti (Cartografia, censuario terreni e fabbricati, dati metrici, planimetrie) - da Portale dei Comuni: per aggiornare il DBCC con i dati messi a disposizione dal Portale dei Comuni dell Ag.del Territorio (Cartografia, censuario terreni e fabbricati, dati metrici delle unità immobiliari da scarico tarsu, atti di variazione catastale docfa) 2) Costituzione del DataBase dell Anagrafe Immobiliare Comunale, integrando/relazionando il DBCC, i dati tecnici degli oggetti edilizi e di toponomastica e mettendo a sistema processi e flussi informativi: Data base per la gestione integrata (cartografica/alfanumerica/documentale) degli oggetti che compongono l Anagrafe Immobiliare, dai dati di toponomastica, agli oggetti edilizi, relazionati con le informazioni catastali. E dotato di un applicazione di amministrazione: CityTrek AnagrafeEdilizia della società Sinergis s.r.l. E compatibile con l applicazione SincroAE, sviluppata nell ambito del progetto e-gov SigmaTER che permette di sincronizzare/segnalare all anagrafe immobiliare le variazioni catastali sugli oggetti edilizi a seguito degli aggiornamenti del DBCC. 3) Strumenti di consultazione dell'anagrafe Immobiliare dotati di funzionalità per svolgere percorsi d indagine a supporto di fiscalità locale e scelte strategiche: Attivazione di CityTrek Cat2Com della società Sinergis s.r.l., client avanzato di consultazione che consente la navigazione integrata di Anagrafe Immobiliare+DBCC+ GeoDatawarehouse dell ente. Il client è dotato di funzioni di consultazione e ricerca in grado di supportare specifici adempimenti comunali come: - Verifiche di congruenza dei docfa (Legge 80/2006) - Verifiche della base imponibile (comma 336 finanziaria 2006) - Piano particellare di esproprio - Analisi patrimoniale comunale Pag. 6/14

7 - Dati per simulazione gettito ICI - Convenzioni e perequazione urbanistica - Verifiche della base imponibile TARSU (comma 340 finanziaria 2006) - Ricerca degli edifici che hanno perso le caratteristiche di ruralità 4) Funzionalità di integrazione con le applicazioni di gestione delle pratiche di modifica del territorio (edilizia), per consentire la raccolta delle informazioni necessarie ad aggiornare l'anagrafe edilizia e a garantire/verificare la coerenza degli atti di variazioni catastale Avvio di un percorso di unificazione/integrazione e informatizzazione dei processi comunali e catastali, verso un modello unico dell edilizia. 5) Eventuale interventi organizzativi L'Anagrafe Immobiliare vive se le informazioni sono certificate e viene aggiornata mettendo a sistema processi e atti istituzionali che ne governano le trasformazioni: Gli interventi per attuare questa gestione dei flussi: - Adeguamento regolamenti comunali (ad esempio intervento sul Regolamento edilizio per chiedere, in fase di presentazione delle pratiche edilizie da parte del professionista, maggiori informazioni, necessarie ad aggiornare l'anagrafe edilizia e a garantire/verificare la coerenza degli atti di variazioni catastale) - Eventuali adeguamenti organizzativi. per la gestione dell anagrafe immobilare comunale è necessario istituire un apposita unità di gestione dell Anagrafe Immobiliare, tenendo conto che la maggior parte degli atti di aggiornamento viene di fatto demandato ai professionisti (pratiche edilizie, Docfa, Pregeo, Nota, ) e che l unità deve quindi: Presidiare i flussi di aggiornamento dell anagrafe immobiliare eseguendo in costante controllo di qualità dei dati Assegnare la numerazione interna e garantire il mantenimento del legame fra la numerazione interna e le unità immobiliari catastali Segnalare le incongruenze rilevate nelle verifiche utilizzando i canali ufficiali predisposti dalle norme in vigore (336, 340, L80 ecc..) Segnalare le incongruenze fra quanto dichiarato in fase di presentazione della pratica edilizia e quanto accatastato Effettuare sopralluoghi di verifica dello stato di fatto degli immobili in qualità di Ufficiale accertatore 2.2 Benefici attesi dalla soluzione La creazione dell anagrafe immobiliare comunale e la relativa gestione integrata della banca dati catastale comportera una serie di benefici di seguito elencati: - Benefici in termini di riduzione di costi conseguiti dall'amministrazione a. diminuzione dei costi di gestione unificando e integrando processi comunali e catastali b. diminuzione dei costi/tempi per reperire, diffondere, integrare ed elaborare le informazioni gestite. - Benefici in termini di miglioramento del servizio reso a cittadini e imprese conseguiti dall'amministrazione Pag. 7/14

8 a. Aumento delle funzioni on-line per il professionista e il cittadino a supporto dell'inoltro pratica e per la consultazioni dello stato di fatto degli immobili e dei precedenti edilizi (informazioni edilizie, catastali, urbanistiche sul patrimonio immobiliare) b. aumento della quantità e qualità dei servizi erogabili sugli oggetti edilizi c. riduzione dei tempi di ottenimento di una pratica/servizio d. processo di unificazione e semplificazione dei processi comunali con quelli catastali, verso ciò che emerge anche dalle intenzioni del Modello Unico Digitale dell Edilizia (MUDE) - Benefici derivanti all'amministrazione dall'elaborazione dei dati che la soluzione utilizza o genera a. aumentare la quantità e qualità delle informazioni relative agli oggetti edilizi che vengono gestite e quindi rese disponibili b. garantire coerenza tra lo stato legale degli immobili e la loro consistenza ai fini fiscali c. effettuare verifiche di coerenza tra lo stato di fatto e quanto registrato in catasto d. definire interventi volti all adeguamento della base imponibile immobiliare e. avere una banca dati con le informazione necessarie alla revisione del sistema stimale f. garantire la circolarità di informazioni certificate sugli immobili a sottosistemi informativi comunali (di gestione operativa, di controllo e pianificazione, specialmente in area tributaria) e all esterno (servizi a professionisti) g. avere strumenti a supporto di fiscalità immobiliare, accertamento tributi, pianificazione urbanistica, verifica abuso edilizio, patrimonio, espropri... h. disporre di tutti gli strumenti conoscitivi necessari ad operare scelte sulle norme già attive (commi 340 e 336 finanziaria 2006, verifica di congruenza degli atti di variazione catastale ex legge 80/2006) e su quelle in corso di emanazione (attuazione del decentramento delle funzioni catastali, definizione del modello unico dell edilizia) - Altri benefici derivanti dall'utilizzo della soluzione non ricompresi nelle tipologie prima indicate a. soluzione a supporto della revisione del sistema estimale b. soluzione a supporto della gestione della fiscalità immobiliare attualmente di competenza statale (affitti, compravendite, registro) Requisiti Specifici La gestione dell anagrafe comunale degli immobili e catasto passa dagli strumenti software City Trek Cat2com e City Trek Anangrafe Edilizia che non si riducono a semplici pacchetti SW GIS, ma ad un infrastruttura tecnologica che, trasversalmente a tutte le possibili applicazioni, determina un organizzazione e una metodologia di lavoro, che si può riassumere in quattro momenti o fasi principali: 1) Costituzione del DataBase Catastale Comunale e attivazione delle funzioni d aggiornamento 2) Costituzione del DataBase dell Anagrafe Immobiliare Comunale,integrando/relazionando il DBCC, i dati tecnici degli oggetti edilizi e di toponomastica e mettendo a sistema processi e flussi informativi 3) Strumenti di consultazione dell'anagrafe Immobiliare dotati di funzionalità per svolgere percorsi d indagine a supporto di fiscalità locale Pag. 8/14

9 4) Funzionalità di integrazione con le applicazioni di gestione delle pratiche di modifica del territorio (edilizia), per garantire la raccolta delle informazioni necessarie ad aggiornare l'anagrafe edilizia e a verificare la coerenza degli atti di variazioni catastale 5) Eventuali interventi organizzativi e regolamentari per garantire il mantenimento dell'anagrafe Immobiliare CityTrek Cat2com CityTrek Cat2com è lo strumento che il Comune di Modena ha utilizzato per la costituzione e consultazione della banca dati catastale. Tale applicativo è richiesto all inetrno del presente progetto perché consente : Il caricamento e l aggiornamento di una della banca dati catastale locale a partire dai dati disponibili sul Portale dei Comuni dell AdT La consultazione dei dati catatali integrata con il repertorio delle cartografie e con il DataWhareHouse Per caricamento e aggiornamento dei dati si vuole intendere come l impianto della Banca Dati Catastale proveniente dalle forniture a disposizione dall Agenzia del Territorio tramite il Portale dei Comuni (http://www.agenziaterritorio.it) e nelle successive azioni per aggiornare i dati con scarichi successivi, generalmente mensili. La soluzione progettuale richiesta prevede la realizzazione di un unica banca dati locale che possa diventare il riferimento per tutte le applicazioni comunali che necessitino di informazioni catastali. I punti forti di questa soluzione sono: Evitare che gli scarichi vengano dispersi all interno degli uffici comunali lasciando ampia libertà di interpretazione dei dati a seconda del fornitore e dell utilizzatore; Rendere disponibile un Database Unico dei dati catastali che altre applicazioni locali o altri fornitori possano utilizzare come riferimento; Utilizzare una struttura dati, per il Database locale, (il DBTL) frutto del progetto di e-gov SIGMA TER, studiata e realizzata con la collaborazione dei tecnici dell AdT e di SOGEI e di proprietà pubblica (quindi anche della Amministrazione Comunale); Rendere autonoma l Amministrazione Comunale nell aggiornamento dei dati a partire dagli scarichi del portale. Le funzioni per l accesso alla banca dati, realizzate mediante City Trek Cat2com, sono state progettate secondo questi principi: garantire l accesso unitario alla base dati catastale: l utente può passare liberamente da catasto terreni a catasto fabbricati, individuare una unità immobiliare, il suo proprietario e il titolo di proprietà, ottenere il docfa che ha generato quel classamento, visualizzare e misurare la planimetria. ottenere liste di posizioni catastali che soddisfano criteri di ricerca definiti liberamente dall utente, sia di tipo alfanumerico che cartografico, superando i limiti di accesso ai dati catastali di Sister: possono essere selezionati interattivamente sulla cartografia catastale i mappali o individuati quelli che rientrano in una zona definita dall utente. Si possono ottenere liste di proprietà di un soggetto risolvendo le false omonimie ricorrenti nei soggetti giuridici. E inoltre possibile realizzare liste di unità immobiliari di una specifica categoria e classe, o di docfa sulla base dei dati dell edificio, dell immobile, del proprietario, del professionista, della classe e categoria. Pag. 9/14

10 disporre di funzioni di reportistica ed estrazione dei dati:le liste di posizioni catastali ottenute attraverso le ricerche libere dell utente possono essere organizzate in report prodotti dal sistema o esportate in formato Excel ed essere trattate liberamente con processi o procedure informatiche esterne. È inoltre possibile ottenere estrazioni di porzioni di cartografia in formato DXF. permettere in ogni momento la visualizzazione contemporanea di cartografia catastale e di altri strati cartografici a disposizione dell utente: alla cartografia catastale può essere sovrapposta una qualunque cartografia disponibile (zona di piano regolatore o piano attuativo) in formato DXF o Shape ed ottenere, eventualmente interpretando interattivamente il disegno sulla base catastale, una geometria utile per effettuare selezioni di mappali catastali. Ricerca DOCFA: è possibile individuare i DOCFA utilizzando molteplici criteri selettivi (tipologia, dichiarante, proprietario, classe e categoria ) Interrogazione DOCFA: ogni singolo DOCFA può essere interrogato mediante una interfaccia che mostra tutte le informazioni disponibili, tra cui le planimetrie sulle quali possono essere effettuate misurazioni. Verifica di coerenza dei DOCFA: per ogni singolo DOCFA è possibile memorizzare i riferimenti della Pratica Edilizia e le eventuali incoerenze (sulle caratteristiche del Fabbricato o dell Unità Immobiliare). I dati così ottenuti potranno essere inviate all agenzia secondo il tracciato di interscambio previsto dall Agenzia del Territorio. L anagrafe immobiliare Altro aspetto di primaria importanza per un comune è l istituzione dell anagrafe edilizia. L Anagrafe immobiliare può rappresentarsi come il nodo centralizzato all interno dell intera Amministrazione Comunale in grado di consolidare tutte le informazioni certificate relativamente agli immobili insistenti sul territorio comunale. Alla stessa stregua dell Anagrafe della Popolazione per le persone fisiche residenti, essa detiene il ruolo di certificazione del dato in merito a unità immobiliari urbane e terreni, derivante direttamente dai contenuti degli atti in proprio possesso (pratiche edilizie, atti catastali). Attraverso l Anagrafe degli Immobili sarà possibile integrare,in modo coerente, le informazioni certificate degli immobili provenienti dall Agenzia del Territorio, dalle Pratiche Edilizie, dal S.I.T. e dalla Toponomastica. Una volta costituita l Anagrafe immobiliare sarà possibile per il Comune di Calatafimi Segesta raggiungere l obiettivo strategico di ottenere una visione unica e di riferimento della realtà territoriale in termini di soggetti proprietari o aventi diritto e oggetti urbani (immobili, terreni,fabbricati ect.), ricostruendo le relazioni tra gli stessi, utilizzando tutte le conoscenze distribuite in altri sistemi informativi comunali e extra comunali (Anagrafe Tributaria dell Agenzia delle Entrate, Agenzia del Territorio, ENEL, ecc.). L approfondita conoscenza di dettaglio di tali informazioni strutturate ed integrate relative a soggetti, oggetti e loro relazioni, avrà nel breve-medio periodo positive ricadute in tema di: politica fiscale politica socio-assistenziale. La soluzione individuata, utilizzata dal comune di Modena nel presente progetto oggetto di riuso, gestisce (inserimenti, modifica, cessazione,...) i seguenti oggetti: Numeri interni Unità immobiliari (e relativi collegamenti con i dati del censuario urbano e dei raster delle planimetrie catastali) Lotti edificatori (e relativi collegamenti con il catasto terreni); Gestisce inoltre tutti gli attributi e i dati tecnici relativi agli edifici. Pag. 10/14

11 Carta d identità dell unità immobiliare Il passo successivo e contestuale alla creazione di un anagrafe degli edifici presenti nel territorio comunale è la predisposizione di un documento di riconoscimento (Carta d identità dell unità immobiliare) dell immobile sul quale annotare tutte le informazioni utili all amministrazione comunale per il monitoraggio dei fabbricati cittadini. La Carta d identità dell unità immobiliare sarà uno strumento, necessario, per il monitoraggio dello stato di conservazione del patrimonio edilizio finalizzato ad individuare le situazioni a rischio degli edifici e a programmare nel tempo interventi di ristrutturazione e manutenzione per migliorare la qualità dei fabbricati e per tutte le indagini necessarie ai fini tributari. La prima finalità è indirizzata prevalentemente ai privati e riveste un carattere di tutela sia dell incolumità dell utenza sia di salvaguardia del patrimonio immobiliare coinvolgendo le amministrazioni pubbliche responsabili delle politiche di prevenzione e di gestione del territorio e dell ottimizzazione dei relativi servizi; la seconda, invece, di competenza del comune, per le attività necessarie al recupero dei tributi locali (ICI, TARSU, TOSAP, ecc ) elusi/evasi. In sintesi la carta d identità dell unità immobiliare consiste in un registro storico-tecnico-urbanistico di ogni fabbricato pubblico e privato, ubicato sul territorio comunale, nel quale è dichiarato lo stato di conservazione e di manutenzione del fabbricato stesso e delle aree e manufatti di pertinenza, al fine di tutelare e salvaguardare la pubblica e privata incolumità e delle informazioni tecniche provenienti dalla gestione delle concesioni edilizie incrociate con i dati provenienti dall agenzia del territorio. La scheda dell immobile conterrà per il fabbricato e per le aree ed i manufatti di pertinenza: tutte le informazioni riguardanti la sicurezza, la situazione progettuale, urbanistica, edilizia, catastale, strutturale, impiantistica, di smaltimento acque, geologica del sottosuolo, autorizzativa, l esistenza di vincoli, con le modificazioni e gli adeguamenti intervenuti nel tempo, gli atti progettuali ed i relativi provvedimenti autorizzativi per l edificabilità, l abitabilità e l agibilità del fabbricato. 2.3 Servizi Installazione - Configurazione iniziale - Supporto Sistemistico Al fine di consentire di soddisfare gli obiettivi del progetto e semplificarne l'inserimento nel contesto attualmente informatizzato, si ritiene utile effettuare lo svolgimento di un attività di verifica sullo stato dell arte dell architettura informatica e dei server su cui istallare le componenti software previste nel presente progetto. Tale analisi è propedeutica all attività di parametrizzazione dei sistemi e delle applicazioni oggetto della fornitura. L attività di installazione software prevede: una fase di raccolta dati: fase nella quale attraverso incontri con i vari settori comunali vengono raccolte le informazioni necessarie alla parametrizzazione dei sottosistemi applicativi per renderli esattamente aderenti alla specifica fisionomia dei servizi da informatizzare; una fase di installazione vera e propria: fase nella quale i programmi applicativi vengono installati, parametrizzati e configurati specificatamente per operare sui sistemi di destinazione. Alla fase di messa in funzione del sistema seguirà la fase di tuning con l obiettivo di monitorare il sistema nella fase iniziale di utilizzo e svolgere le attività di messa a punto e miglioramento delle prestazioni globali in modo da garantire la massima efficienza. Pag. 11/14

12 2.3.2 Addestramento e Formazione L addestramento sulle varie componenti applicative dovrà essere effettuato in due modalità: in aula, i corsi saranno articolati con moduli giornalieri di 4 ore. Tutte le attività dovranno essere essenzialmente orientate agli aspetti pratici e dovranno essere corredate da esercitazioni su casi reali. in training on the job. Questa doppia tipologia d addestramento permette di formare il personale addetto all utilizzo delle applicazioni, con una prima fase d apprendimento off-line del sistema complessivo e delle applicazioni realizzate e quindi affiancandolo nelle attività operative d avvio del sistema e di caricamento dati. Il materiale didattico dovrà essere a carico del fornitore mentre e le aule per lo svolgimento dei corsi saranno a carico del Comune di Calatafimi Segesta. Ogni corso dovrà essere tenuto da personale docente adeguato alle attività richieste. Tale personale avrà un esperienza superiore a 5 anni nel campo della formazione e più di 100 ore di lezioni svolte nel settore informatico specifico. La durata delle attività dovranno essere: o formazione in aula: n. 1 edizione (8 ore) per amministratori database e specialisti CED. n. 1 edizioni (16 ore) per gli utilizzatori delle applicazioni. o Addestramento on the job: Affiancamento di 20 ore per gli specialisti ed amministratori del sistema. Affiancamento di 40 ore per gli utilizzatori delle applicazioni Garanzia - Manutenzione Assistenza Su tutti i componenti software del progetto si dovrà prevedere un servizio di garanzia, miniaper un periodo minimo di 12 mesi, con interventi da parte del fornitore on-site, per le componenti installate localmente, ovvero in telediagnosi, per le componenti remotizzate. Il servizio deve essere tale da assicurare la continuità di funzionamento di tutte le parti del sistema fornito. Nel corso degli interventi effettuati dall impresa fornitrice dovranno essere eliminati gli inconvenienti che hanno determinato la richiesta di intervento, dovrà essere effettuato il controllo e ripristino delle normali condizioni di funzionamento, dovranno essere reinstallati gli applicativi se necessari, dovranno essere riconfigurati i sistemi, dovranno essere apportate le opportune modifiche degli applicativi che consentono la risoluzione del malfunzionamento. Il servizio deve includere la manutenzione ordinaria del software, la rimozione delle anomalie riscontrate in corso d uso e le eventuali attività di assistenza remota, o di affiancamento on-site, che si rendessero necessarie per effettuare con successo gli interventi di ripristino. Il servizio dovrà assicurare un help desk telefonico per la segnalazione di inconvenienti ed anomalie. Pag. 12/14

13 3 Tempi La durata complessiva del progetto viene stimata in cinque mesi cosi dettagliati: Piano di Massima per la realizzazione del progetto Nome Attività Durata Predecessori A) Attività di progettazione: - Progettazione esecutiva - Approvazione e finanziamento - Redazione documenti di gara, pubblicazione ed aggiudicazione - Avvio lavori B) Richiesta di riuso al Comune d Modena e Procedure amministrative di affidamento C) Realizzazione - Fornitura Software - Installazione - Integrazione con il datawarehouse e altri applicativi verticali - Reperimento e caricamento dati digitalizzati (AS IS) - Adeguamento portale e soluzione applicativa dell URP - Parametrizzazione - Configurazione minima - Formazione - Avvio sistema e documentazione finale di progetto 1,5 mese 1 mese Dopo approvazione 2 mesi Dopo aggiudicazione ed avvio lavori Collaudo e rilascio Fine lavori 0,5 mese Pag. 13/14

14 4 Costi Di seguito viene riportata la ripartizione economica per la realizzazione del progetto descritto nel presente documento. Stime economiche Descrizione Q/tà Costo Totale Software: - Struttura data base catastale - Software per la consultazione dell'anagrafe Immobiliare e Catasto (City Trek Cat2Com) - Data Base - Banca dati Anagrafe Edilizia Comunale - Applicazione - Servizi di interoperabilità e integrazione - Software-Amministrazione Anagrafe Immobiliare (CityTrek AnagrafeEdilizia) Servizi - Installazione City Trek Cat2com e Anagrafe Edilizia ; - Integrazione con il datawarehouse dati catastali ed altri applicativi verticali - Caricamento dati digitalizzati as is e analisi della struttura degli stessi; - Adeguamento del portale e della soluzione software dell Urp per l erogazione di servizi ai cittadini, imprese e professionisti; - Parametrizzazione e configurazione minima di base; - Start up ed avvio del sistema ; - Formazione (per l uso del sistema, del caricamento dati pregressi e per la configurazione ); - Documentazione finale di progetto e collaudo Riuso comune Modena 6.000,00 Riuso comune Modena Riuso comune Modena 4.000, ,00 Totale ,00 IVA (21%) 5.712,00 Totale Progetto ,00 Il Sindaco (Ferrara Geom.Nicolò ) Pag. 14/14

PROGETTO DEFINITIVO RIMODULATO

PROGETTO DEFINITIVO RIMODULATO REGIONE SICILIANA ASSESSORATO PER LE AUTONOMIE LOCALI E LA FUNZIONE PUBBLICA BANDO PER LA CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO A COMUNI CHE VERSANO IN PARTICOLARI CONDIZIONI DI DISAGIO PER L ANNO 2010. CARTA D

Dettagli

Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate SUPPORTO DI SARDEGNA ENTRATE PER IL DECENTRAMENTO CATASTALE

Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate SUPPORTO DI SARDEGNA ENTRATE PER IL DECENTRAMENTO CATASTALE Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate SUPPORTO DI SARDEGNA ENTRATE PER IL DECENTRAMENTO CATASTALE AZIONI PREVISTE Saranno serviti i comuni aventi caratteristiche di polo catastale,

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Comune di Castelfiorentino è il punto d'accesso per i servizi e alle informazioni

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

INDIRIZZI DEGLI IMMOBILI E DB TOPOGRAFICO REGIONALE, CENSIMENTO ISTAT 2010/2011, INTERSCAMBIO FRA BANCHE DATI DELLA P.A.

INDIRIZZI DEGLI IMMOBILI E DB TOPOGRAFICO REGIONALE, CENSIMENTO ISTAT 2010/2011, INTERSCAMBIO FRA BANCHE DATI DELLA P.A. INDIRIZZI DEGLI IMMOBILI E DB TOPOGRAFICO REGIONALE, CENSIMENTO ISTAT 2010/2011, INTERSCAMBIO FRA BANCHE DATI DELLA P.A. La gestione associata di corbetta e gaggiano: l esperienza del progetto s.i.g.i.t.

Dettagli

Il Sistema Integrato del Territorio [SIT]

Il Sistema Integrato del Territorio [SIT] CATASTO DIGITALE: SEMPLICE, VELOCE, TRASPARENTE Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia Piazza Manfredo Fanti 47 Roma Mercoledì 11 marzo 2015 [SIT] Ing. Franco MAGGIO Direttore Centrale Catasto

Dettagli

nazzareno.pedica@comune.tr.it

nazzareno.pedica@comune.tr.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica NAZZARENO PEDICA FOSSATO di VICO (PG) 5/Marzo/1953 COORDINATORE TECNICO Amministrazione COMUNE di TERNI Incarico attuale COORDINATORE TECNICO (P.O.)

Dettagli

Istituzione Ufficio Anagrafe Immobiliare E Costituzione Centro Servizi Sit

Istituzione Ufficio Anagrafe Immobiliare E Costituzione Centro Servizi Sit Comune di Barletta Città della Disfida Medaglia d Oro al Valor Militare ed al Merito Civile Istituzione Ufficio Anagrafe Immobiliare E Costituzione Centro Servizi Sit 1 COMUNE DI BARLETTA promotori Il

Dettagli

SCHEDA INTERVISTA CATASTO

SCHEDA INTERVISTA CATASTO SCHEDA INTERVISTA CATASTO Comune di ATTENZIONE: rilevare la volontà dell Ente e non l opinione dell intervistato D1. IL COMUNE È ORIENTATO ALL ASSUNZIONE DIRETTA DELLE FUNZIONI CATASTALI? (a) SI, in forma

Dettagli

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO Oggetto della fornitura: FORNITURA DI SOFTWARE, FORMAZIONE ED ASSISTENZA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI

Dettagli

Un opportunità di sviluppo delle autonomie locali. Milano, 21 gennaio 2003. Stefano Manini, Giorgio Ricotti

Un opportunità di sviluppo delle autonomie locali. Milano, 21 gennaio 2003. Stefano Manini, Giorgio Ricotti PROGETTO CATASTO Un opportunità di sviluppo delle autonomie locali. Milano, 21 gennaio 2003 Stefano Manini, Giorgio Ricotti www.tecter.it PROGETTO CATASTO Il quadro normativo. Gli obiettivi generali. Gli

Dettagli

I SERVIZI GIT PER IL TERRITORIO (ENTI LOCALI E CITTADINI/OPERATORI)

I SERVIZI GIT PER IL TERRITORIO (ENTI LOCALI E CITTADINI/OPERATORI) I SERVIZI GIT PER IL TERRITORIO (ENTI LOCALI E CITTADINI/OPERATORI) Servizi per gli uffici del comune Gestione accertamento edilizia privata con catasto storico Supporto alla attività amministrativa per

Dettagli

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI DeltaDator garantirà un servizio di manutenzione correttiva, di manutenzione adeguativa e di manutenzione evolutiva.

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007 SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Il team di progetto Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale

Dettagli

IL PROGETTO DATA BASE TOPOGRAFICO DELLA PROVINCIA DI SONDRIO Sondrio 21 dicembre 2010

IL PROGETTO DATA BASE TOPOGRAFICO DELLA PROVINCIA DI SONDRIO Sondrio 21 dicembre 2010 IL PROGETTO DATA BASE TOPOGRAFICO DELLA PROVINCIA DI SONDRIO Sondrio 21 dicembre 2010 GLI STRUMENTI FONDAMENTALI DI GOVERNO DEL TERRITORIO LR 12/2005 Art. 3 SITI Art. 4 VAS Art. 5 OSSERVATORIO PERMANENTE

Dettagli

Una banca dati affidabile degli

Una banca dati affidabile degli Progetto Spider One Una banca dati affidabile degli oggetti e soggetti tributari SEMPLIFICAZIONE EFFICACIA EFFENZA TRASPARENZA DECENTRAMENTO Questi principi, che ormai da anni ci risuonano nelle orecchie,

Dettagli

0 Modulo Base. 3.4.1 Tabelle riepilogative sulle operazioni necessarie

0 Modulo Base. 3.4.1 Tabelle riepilogative sulle operazioni necessarie .. Tabelle riepilogative sulle operazioni necessarie 0 Modulo Base Cod. Livello informativo Fonte Formato Operazioni Necessarie Stima dei tempi 0C Carta Tecnica Regionale Numerica Regione Veneto Digitale:

Dettagli

RiscoComuni Violazioni TARSU. Postetributi

RiscoComuni Violazioni TARSU. Postetributi RiscoComuni Violazioni TARSU Postetributi 1.Obiettivi del servizio 2 Il servizio RISCOCOMUNI Violazioni TARSU si propone di affiancare i Comuni italiani nell azione di recupero di risorse finanziarie derivanti

Dettagli

PRESENTAZIONE Una gestione moderna delle entrate locali

PRESENTAZIONE Una gestione moderna delle entrate locali CENTRO SERVIZI FINANZA LOCALE GESTIONE ENTRATE COMUNALI PRESENTAZIONE Una gestione moderna delle entrate locali 1 Premessa L obiettivo della presentazione è quello di far conoscere un progetto innovativo

Dettagli

SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO

SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO CHI SIAMO Sogei è la società di ICT, a capitale interamente pubblico, partner tecnologico del Ministero dell Economia e delle Finanze italiano. Progettiamo, realizziamo,

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Servizi dedicati di supporto e di gestione dell IMU

Servizi dedicati di supporto e di gestione dell IMU Servizi dedicati di supporto e di gestione dell IMU L entrata in vigore, dal 1 gennaio 2012, dell IMU impone ai Comuni un notevole sforzo organizzativo e strutturale. Infatti, oltre agli adempimenti formali

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

ALL. A) Premesso che. le parti:

ALL. A) Premesso che. le parti: ALL. A) CONVENZIONE CON LA SOCIETA SERVIZI LOCALI SPA PER LA FORNITURA IN USO DAL... AL...: DI UN ARCHITETTURA INFORMATICA INTEGRATA E FORNITURA DEI SERVIZI DI SUPPORTO PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE

Dettagli

Polo federato di Corbetta e Gaggiano (MI) Il Progetto SIGIT

Polo federato di Corbetta e Gaggiano (MI) Il Progetto SIGIT CM Valli del Verbano 11 novembre 2010 Stefano Manini Polo federato di Corbetta e Gaggiano (MI) Il Progetto Servizi Intercomunali per la Gestione Integrata del Territorio Milano Palazzo Stelline 13 dicembre

Dettagli

OBIETTIVI ANNO 2014 Codice: 1 Denominazione: VERIFICA AREE FABBRICABILI AI FINI ICI E CONTROLLO PER RECUPERO EVASIONE ANNI 2009 2010-2011

OBIETTIVI ANNO 2014 Codice: 1 Denominazione: VERIFICA AREE FABBRICABILI AI FINI ICI E CONTROLLO PER RECUPERO EVASIONE ANNI 2009 2010-2011 OBIETTIVI ANNO 2014 Codice: 1 Denominazione: VERIFICA AREE FABBRICABILI AI FINI ICI E CONTROLLO PER RECUPERO EVASIONE ANNI 2009 2010-2011 Descrizione dell obiettivo: A differenza del controllo delle AF

Dettagli

CIRCOLARE n. 1 / 2006

CIRCOLARE n. 1 / 2006 CIRCOLARE n. 1 / 2006 PROT. n 326 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: DC Cartografia, Catasto e Pubblicità Immobiliare. Ulteriori chiarimenti per la corretta attuazione dell art. 1, comma 336, della

Dettagli

Indice strutturato dello studio di fattibilità

Indice strutturato dello studio di fattibilità Indice strutturato dello studio di fattibilità DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 10 Indice 1 2 SPECIFICITÀ DELLO STUDIO DI FATTIBILITÀ IN UN PROGETTO DI RIUSO... 3 INDICE STRUTTURATO DELLO

Dettagli

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Sintesi delle funzioni attribuite DIREZIONE UNITA` ORGANIZZATIVA con fondi della Legge Speciale per Venezia, sovrintende all erogazione dei contributi per il recupero

Dettagli

Catasto e tributi. L adesione al progetto ELISA

Catasto e tributi. L adesione al progetto ELISA Catasto e tributi. L adesione al progetto ELISA Giovanni Tarizzo Regione Piemonte Settore Tributi Inquadramento La Costituzione nel riformato Titolo V pone come obiettivo quello di realizzare una compiuta

Dettagli

IL CONTRIBUTO STATALE PER LA PERDITA DI GETTITO I.C.I. RIFERITA AGLI IMMOBILI DEL GRUPPO CATASTALE D

IL CONTRIBUTO STATALE PER LA PERDITA DI GETTITO I.C.I. RIFERITA AGLI IMMOBILI DEL GRUPPO CATASTALE D Asm Rovigo PROGETTO TECNICO IL CONTRIBUTO STATALE PER LA PERDITA DI GETTITO I.C.I. RIFERITA AGLI IMMOBILI DEL GRUPPO CATASTALE D PRESENTATO DA INDICE 1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO... 3 2. LA DETERMINAZIONE

Dettagli

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) Revisione Approvazione n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa PROGETTO TECNICO SISTEMA QUALITA Il nostro progetto

Dettagli

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Piazza Marconi, 1 C.A.P. 10010 - PROVINCIA DI TORINO Tel. 0125/72154 - Fax 72190 http://www.comune.piverone.to.it Cod. fisc. 84001150014 E-mail : comune.piverone@comune.piverone.to.it

Dettagli

Anagrafe Comunale degli Immobili

Anagrafe Comunale degli Immobili Anagrafe Comunale degli Immobili Attività di pilotaggio organizzativo dell Unione Bassa Romagna Ferrara, 24 maggio 2013 Sommario Contesto territoriale Pilotaggio organizzativo Analisi stato dell'arte Analisi

Dettagli

Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate - ARASE

Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate - ARASE Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate - ARASE Via XXIX Novembre 23, 09123 Cagliari Tel 070/6068066 fax 070/6068017 agenziaentrate@regione.sardegna.it Chi Siamo L ARASE è stata istituita

Dettagli

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati (Il sistema Gestione Piani Urbanistici GPU della Provincia Autonoma di Trento) Mauro Zambotto - Provincia Autonoma di Trento Alberto

Dettagli

Gestione del Territorio

Gestione del Territorio Il Sistema Informativo Territoriale Halley (SITH) Consultazione immediata delle informazioni collegate ai residenti, ai tributi pagati (Tares, Imu, ecc.), alle pratiche edilizie rilasciate e alle attività

Dettagli

2) Senatore BARBOLINI:

2) Senatore BARBOLINI: Oggetto: Audizione del Direttore dell Agenzia del Territorio dinanzi alla VI Commissione Finanze e Tesoro del Senato della Repubblica. Ulteriori elementi informativi. Come noto, in data 26 maggio 2009,

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (PD) * * * Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni 1 CONTESTO La realizzazione del Piano di informatizzazione

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

IL SERVIZI TERRITORIALI DEL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA

IL SERVIZI TERRITORIALI DEL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA IL SERVIZI TERRITORIALI DEL CENTRO SERVIZI TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA Raffaele Gareri Area Innovazione e Territorio della Provincia di Brescia Brescia, 5 febbraio 2009 Strumenti GIS per il

Dettagli

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI. Carta dei Servizi

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI. Carta dei Servizi SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Carta dei Servizi Sommario 1. Introduzione... 3 2. Obiettivi... 4 3. Attività e destinatari... 4 Le competenze specifiche dell Ufficio Toponomastica sono:... 4 Denominazione

Dettagli

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37).

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37). Carta di qualità dell offerta formativa La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che SINTESI SpA assume nei suoi confronti a garanzia

Dettagli

Comune di Parella PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI PARELLA

Comune di Parella PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI PARELLA Comune di Parella PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI PARELLA INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... 8 D) ALLEGATI...

Dettagli

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO Associazione dei Comuni del Comprensorio TRIGNO-SINELLO PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO RELAZIONE TECNICA E CRONOPROGRAMMA

Dettagli

La normativa sul riuso del software nella P. A. e l esperienza Toscana

La normativa sul riuso del software nella P. A. e l esperienza Toscana La normativa sul riuso del software nella P. A. e l esperienza Toscana Caterina Flick Linux Day Grosseto, 27 ottobre 2007 1/13 P.A. e acquisizione di software Secondo la normativa vigente le amministrazioni

Dettagli

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità Il nuovo paradigma dei servizi Ing. Giuseppe Lacerenza Roma, 21 maggio 2007 Il nuovo paradigma dei servizi Indice Sogei e il Sistema informativo della

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n.

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. 90/2014) Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 08 del 17.02.2015

Dettagli

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ROMANO CANAVESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L

Dettagli

Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione Locale

Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione Locale Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione Locale A. Pesaro 19 Giugno 2003 Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Sistema di Interscambio dell Agenzia del Territorio

Sistema di Interscambio dell Agenzia del Territorio PAG. 1 DI 26 Sistema di Interscambio Descrizione dei Servizi Sistema di Interscambio dell Agenzia del Territorio Descrizione dei servizi 26 ottobre 2007 DOC. ES-23-IS-08 PAG. 2 DI 26 Sistema di Interscambio

Dettagli

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso IL PRESIDENTE Premesso che: - per progetti cofinanziati dal primo avviso di e-government, si intendono i progetti riportati negli allegati A e B del decreto

Dettagli

Leggere la città e decidere attraverso i suoi dati elementari. Comune di Ferrara

Leggere la città e decidere attraverso i suoi dati elementari. Comune di Ferrara Leggere la città e decidere attraverso i suoi dati elementari 1 - Modello decisionale tradizionale nella PA Decisione 2 - Modello decisionale un po più smart Decisione Il sistema ACI - ACSOR ACSOR Decisione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sulle anticipazioni (ed. 01/14)

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sulle anticipazioni (ed. 01/14) VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sulle anticipazioni (ed. 01/14) Pagina 2 di 6 - Documento sulle anticipazioni Edizione 01.2014 Valore Pensione

Dettagli

I servizi offerti dall Agenzia del Territorio attraverso il Portale dei Comuni

I servizi offerti dall Agenzia del Territorio attraverso il Portale dei Comuni I servizi offerti dall Agenzia del Territorio attraverso il Portale dei Comuni Relatore: Dott.Ing. Guglielmo Piscione Responsabile del Settore Gestione Banche Dati e Servizi Tecnici dell Ufficio Provinciale

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Scheda di Progetto Mod. PRO rev. 0 del 04.10.06 Parte prima Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Premessa: Un sistema integrato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E CONSERVAZIONE DEL CATASTO CONSORTILE

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E CONSERVAZIONE DEL CATASTO CONSORTILE REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E CONSERVAZIONE DEL CATASTO CONSORTILE Adottato con delibera dell Assemblea consorziale n. 35/10 in data 11/12/2010, resa esecutiva dalla Giunta Regionale del Veneto nella

Dettagli

La nuova Piattaforma dei comuni per incrociare le banche dati e gestire in modo integrato i Tributi e il Territorio. www.retecomuni.

La nuova Piattaforma dei comuni per incrociare le banche dati e gestire in modo integrato i Tributi e il Territorio. www.retecomuni. La nuova Piattaforma dei comuni per incrociare le banche dati e gestire in modo integrato i Tributi e il Territorio La nuova Piattaforma dei comuni per incrociare le banche dati e gestire in modo integrato

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

A.O. MELLINO MELLINI CHIARI (BS) GESTIONE DELLE RISORSE 1. MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE...2 2. RISORSE UMANE...2 3. INFRASTRUTTURE...

A.O. MELLINO MELLINI CHIARI (BS) GESTIONE DELLE RISORSE 1. MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE...2 2. RISORSE UMANE...2 3. INFRASTRUTTURE... Pagina 1 di 6 INDICE 1. MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE...2 2. RISORSE UMANE...2 2.1. GENERALITÀ... 2 2.2. COMPETENZA, CONSAPEVOLEZZA E ADDESTRAMENTO... 2 3. INFRASTRUTTURE...3 4. AMBIENTE DI LAVORO...6

Dettagli

SIRED Sistema informativo di raccolta ed elaborazione dati sul movimento turistico

SIRED Sistema informativo di raccolta ed elaborazione dati sul movimento turistico SIRED Sistema informativo di raccolta ed elaborazione dati sul movimento turistico Il sistema della Regione Autonoma della Sardegna per la raccolta, gestione ed elaborazione di dati statistici sul turismo

Dettagli

Allegato 2 Modello offerta tecnica

Allegato 2 Modello offerta tecnica Allegato 2 Modello offerta tecnica Allegato 2 Pagina 1 Sommario 1 PREMESSA... 3 1.1 Scopo del documento... 3 2 Architettura del nuovo sistema (Paragrafo 5 del capitolato)... 3 2.1 Requisiti generali della

Dettagli

Area Pianvallico. Linea di Intervento B. Progetto S..C..A..L..A..R..E.. Studi di Fattibilità PIANVALLICO. Data: Giugno 2011

Area Pianvallico. Linea di Intervento B. Progetto S..C..A..L..A..R..E.. Studi di Fattibilità PIANVALLICO. Data: Giugno 2011 Progetto S..C..A..L..A..R..E.. Linea di Intervento B Azione B2 Studi di Fattibilità Area Pianvallico Data: Giugno 2011 File rif.:.doc Tecnico: David Giraldi INDICE PREMESSA... 1 1. GESTIONE DEI RIFIUTI

Dettagli

G.T.I.Win. Gestione Tributi Integrata

G.T.I.Win. Gestione Tributi Integrata G.T.I.Win Gestione Tributi Integrata I.C.I. - TA.R.S.U./T.I.A. T.O.S.A.P./C.O.S.A.P. LUCI VOTIVE PLANIMETRIE CATASTALI - DATI METRICI Consultazione Banca Dati Tributi attraverso la CARTOGRAFIA Progettato

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U.

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U. Pagine JSP o PHP o ancora WebService in logica j2ee a seconda delle necessità, e della complessità delle operazioni. Il livello di interfaccia/presentazione è invece rappresentato dal web browser (con

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE 1 Introduzione 1.1 Premessa 1. Il presente Allegato A2

Dettagli

A relazione degli Assessori Cavallera, Vignale,

A relazione degli Assessori Cavallera, Vignale, REGIONE PIEMONTE BU3 16/01/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 9 dicembre 2013, n. 40-6859 Iniziativa volta a garantire maggiore equita' nell'erogazione delle agevolazioni nell'ambito sanitario delle

Dettagli

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica

Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Appl_vo/Verticale Applicazione: Anagrafe Edilizia Scolastica Amministrazione: Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Responsabile

Dettagli

Proposta Progettuale G.I.T.

Proposta Progettuale G.I.T. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema ULTIMA BOZZA in fase di revisione Proposta Progettuale G.I.T. Fondo per il sostegno agli investimenti per l innovazione negli enti locali - Comma 893 della

Dettagli

Allegato delib. n. 214 del 5/10/2004 Informatizzazione e ricostruzione Banca dati Numerazione Civica

Allegato delib. n. 214 del 5/10/2004 Informatizzazione e ricostruzione Banca dati Numerazione Civica Allegato delib. n. 214 del 5/10/2004 Informatizzazione e ricostruzione Banca dati Numerazione Civica Nel 1991 è stata effettuato il 1 rilievo della numerazione civica all interno del territorio del Comune

Dettagli

Sfogli@Gis. 1- Presentazione Ufficio e attività. Collana DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE

Sfogli@Gis. 1- Presentazione Ufficio e attività. Collana DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE Collana Sfogli@Gis 1- Presentazione Ufficio e attività DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE Ufficio GIS, Sviluppo Interno e Georeferenzialità DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE Ufficio

Dettagli

registroelettronico@otto.to.it

registroelettronico@otto.to.it registroelettronico@otto.to.it Registro Elettronico L adozione di un sistema di gestione computerizzata delle attività didattiche nel loro insieme, una questione oggi rimarcata anche a livello normativo,

Dettagli

SiStema dam e Stampa. automatizzata

SiStema dam e Stampa. automatizzata 0100101010010 0100101010 010101111101010101010010 1001010101010100100001010 111010 01001010100 10101 111101010101010010100101 0 1 0 1 0 1 0 1 0 0 1 0 0 0 0 1 0 1 0 1 1 1 0 1 0 010010101001010 1111101010101

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1990 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GRASSI, ALLOCCA e TECCE COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GENNAIO 2008 Norme in materia di pluralismo informatico

Dettagli

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile L. 18 giugno 2009, n. 69 1 e 2 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile (Estratto relativo all Amministrazione digitale) Art. 24

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO Premessa In base all art. 45 del CCNL del 9/08/2000 la formazione professionale costituisce

Dettagli

CONVENZIONE TRA L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E DIGITPA

CONVENZIONE TRA L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E DIGITPA CONVENZIONE TRA L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E DIGITPA PER LO SCAMBIO DI INFORMAZIONI SUGLI APPALTI PUBBLICI DI SERVIZI E FORNITURE NELL AMBITO ICT

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT)

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 144 del 20/01/2011 OGGETTO: Micro Organizzazione Direzione Innovazione PA - Sistemi Informativi

Dettagli

Analisi funzionale della Business Intelligence

Analisi funzionale della Business Intelligence Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Indice 1 - INTRODUZIONE... 3 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...3 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...3 1.3 - RIFERIMENTI...3 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...3 2 - PREMESSA... 4 3 -

Dettagli

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag.

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. Newsletter SITAD Aprile 2005 num. 3 Sommario No Risk Il progetto pag. 2 I servizi sviluppati pag. 2 SITAD su SistemaPiemonte pag. 4 La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. 5 SITAD si candida

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Verifica qualità dati contabili Elaborazione e strutturazione dell informazione

Verifica qualità dati contabili Elaborazione e strutturazione dell informazione COMUNE DI TRENTO Servizio Programmazione e Controllo via Belenzani 22 38100 Trento Telefono: 0461-884162; Fax: 0461-884168 e_mail: servizio_programmazione@comune.trento.it Sito internet dell amministrazione:

Dettagli

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Le norme cosiddette organizzative definiscono le caratteristiche ed i requisiti che sono stati definiti come necessari e qualificanti per le organizzazioni al

Dettagli

LA NOSTRA OFFERTA Schede Servizi

LA NOSTRA OFFERTA Schede Servizi LA NOSTRA OFFERTA Schede Servizi ATM Service L offerta di Key Client per la gestione del parco ATM è completa e modulare e comprende un servizio base e un servizio di Fleet Management. OUTSOURCING BASE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (art. 10 del D.Lgs 14 marzo 2013 n. 33) Finalità del Piano Con il presente programma triennale per la trasparenza e l integrità, l ATC di

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

Previdenza Attiva. Documento sulle anticipazioni. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo pensione Tariffa: PIP 15-07/2015

Previdenza Attiva. Documento sulle anticipazioni. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo pensione Tariffa: PIP 15-07/2015 BG Previdenza Attiva Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo pensione Tariffa: PIP 15-07/2015 Documento sulle anticipazioni Il presente documento costituisce parte integrante della

Dettagli

Pratiche edilizie on line PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005. PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03.

Pratiche edilizie on line PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005. PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03. PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005 PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03.DOC Pagina 1 di 30 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 RIFERIMENTI NORMATIVI...

Dettagli

Costituzione dell anagrafe immobiliare quale presupposto per gestione urbanistica e tributaria dell'ente locale e formazione dei PGT (a cura di SET)

Costituzione dell anagrafe immobiliare quale presupposto per gestione urbanistica e tributaria dell'ente locale e formazione dei PGT (a cura di SET) Palazzo delle Stelline Milano 19/04/2007 Ore 14.30-17.30 Sala Bramante ATTI DEL SEMINARIO Costituzione dell anagrafe immobiliare quale presupposto per gestione urbanistica e tributaria dell'ente locale

Dettagli

L archivio di impresa

L archivio di impresa L archivio di impresa Mariella Guercio Università degli studi di Urbino m.guercio@mclink.it Politecnico di Torino, 25 novembre 2011 premessa L archivistica è una disciplina della complessità, aperta, basata

Dettagli

TRIBUTI SPECIALI CATASTALI

TRIBUTI SPECIALI CATASTALI (tabella modifi cata dal D.L. 02/03/2012 n. 16 art. 6, in vigore dal 01/10/2012) TRIBUTI SPECIALI CATASTALI N. ORD. OPERAZIONI TARIFFA IN EURO NOTE 1 CERTIFICATI, COPIE ED ESTRATTI DELLE RISULTANZE DEGLI

Dettagli

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7 COMUNE DI SPECCHIA Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione e la compilazione on-line da parte di cittadini e imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al Comune INDICE

Dettagli