Efficientamento dell organizzazione e delle funzioni di controllo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Efficientamento dell organizzazione e delle funzioni di controllo"

Transcript

1 Efficientamento dell organizzazione e delle funzioni di controllo Vincenzo Carolla ARIS User Group, Milano giugno 2015 Milano, 16 giugno Software AG. All rights reserved. For internal use only

2 AGENDA Interlem Management Consulting Premessa I Processi al centro Efficientamento dell organizzazione Manuali Monitoraggio Dimensionamento Efficientamento delle funzioni di controllo Dal reporting alla governo Il Governo Intelligente i-grc Conclusioni 2

3 SOFTWARE AG E IL GRUPPO INTERLEM GRUPPO INTERLEM STRUTTURA SOCIETARIA INTERLEM S.p.A Progettazione e realizzazione di soluzioni informatiche integrate per la gestione dei processi aziendali (SAP ERP, Business intelligence, Customer relationship management, Application & System Maintenance, Software factory, IT infrastructure) INTERLEM MANAGEMENT CONSULTING S.r.l. Consulenza direzionale con specializzazione su tematiche di Business Process Management, Risk/Compliance Management, Human Resource INTERLEM GP OMEGA S.r.l. Sistemi gestionali verticali specializzati per settori di industria nel mercato delle PMI INTERLEM DIGITAL BUSINESS S.r.l. Sistemi WEB, piattaforme e strategie di e-commerce sui nuovi canali digitali 3

4 SOFTWARE AG E IL GRUPPO INTERLEM INTERLEM MANAGEMENT CONSULTING Chi siamo Società di Consulenza di Direzione nata all inizio del 2012, all interno del, per aiutare le aziende a migliorare le proprie performance in un contesto economico che costringe le organizzazioni a seguire velocemente i cambiamenti del mercato. Costituita da professionisti con più di 15 anni di esperienza nel settore, Interlem Management Consulting sviluppa soluzioni che, partendo dall analisi dei bisogni, agiscono come agenti di cambiamento su processi, persone e tecnologie, coprendo l intera attuazione del piano di miglioramento nei tempi veloci richiesti dalla situazione. Le nostre competenze Competenze a 360 su tutte le tematiche manageriali raggruppate nelle seguenti aree: La nostra mission Aiutare i nostri clienti ad affrontare le nuove sfide del mercato globale attraverso soluzioni capaci di migliorare l efficacia e l efficienza delle organizzazioni, di mutare il modo in cui competono nei propri mercati determinandone un vantaggio competitivo. Processi, Persone e Tecnologie. Le soluzioni che disegniamo agiscono come agenti di cambiamento su Processi, Persone e Tecnologie. 4

5 SOFTWARE AG E IL GRUPPO INTERLEM INTERLEM MANAGEMENT CONSULTING - COMPETENZE Definizione del Framework di gestione dei Processi Analisi organizzativa per il ridisegno dei Processi Definizione e produzione automatica dei Manuali organizzativi e delle Procedure Implementazione del "Cruscotto di consultazione dei Processi" sull'intranet aziendale Deployment delle attività a diversi livelli di dettaglio Analisi per il dimensionamento delle Strutture Simulazione di differenti Scenari di business ed operativi Automazione dei Processi core e di supporto attraverso sistemi di Workflow Definizione dei Modelli organizzativi e di gestione dei Controlli Interni Identificazione, rappresentazione e gestione del Portafoglio dei Rischi Identificazione, rappresentazione e gestione della Legal Inventory Identificazione e gestione degli impatti di Rischi e Controlli sui Processi aziendali Definizione del Modello di "Control Risk Self Assessment" Definizione dei Workflow di gestione dei Controlli di secondo e terzo livello Definizione e implementazione dei Modelli per la raccolta delle Perdite (Loss-data collection) Definizione e implementazione della Reportistica integrata Definizione e implementazione dei Modelli di gestione delle Normative specifiche (Legge 262/05, D.Lgs 231, Sarbanes Oxley Act, ecc.) Percorsi formativi specifici per gli Attori coinvolti nella gestione del Risk Management, del Compliance Management e dell'internal Audit Definizione dei Modelli organizzativi, dimensionamento e benchmarking delle Strutture Organizzative Mappatura e disegno dei Processi TO BE in ottica Lean e revisione delle Procedure Analisi degli Scenari di business ed operativi Definizione e realizzazione dei Modelli di analisi delle Performance e dei Cruscotti di Monitoraggio Gestione e supporto al cambiamento organizzativo Percorsi formativi specifici per gli Attori coinvolti nel Cambiamento organizzativo 5

6 SOFTWARE AG E IL GRUPPO INTERLEM INTERLEM MANAGEMENT CONSULTING - COMPETENZE Mappatura delle competenze Analisi dei gap di competenze fra i profili attesi e le competenze effettive Definizione e implementazione dei Modelli di Potere e di Delega Definizione e implementazione dei Modelli di gestione delle Carriere Definizione dei Modelli organizzativi, dimensionamento e benchmarking delle Strutture Organizzative Disegno dei Processi HR e revisione delle Procedure Disegno organizzativo per il supporto alla gestione del Cambiamento per l'innovazione Definizione e realizzazione dei Modelli di analisi delle Performance e dei Cruscotti di Monitoraggio (Scorecard, Metriche) Analisi di scenario per il Restructuring e il Rightsizing Percorsi formativi specifici per gli Attori coinvolti nel Cambiamento organizzativo Information Technology Infrastructure Library (ITIL) Information Services Procurement Library (ASPL) Application Services Library (ASL) Dynamic Systems Development Method (DSDM) Capability Maturity Model (CMM/CMMI) Control Objectives for Information and related Technologies (COBIT) The Open Group Architecture Framework (TOGAF) arricchite da una consolidata esperienza sul campo nella: Definizione e formalizzazione della Strategia IT come declinazione della strategia di business Definizione della Struttura organizzativa dell'it e identificazione dei ruoli, delle responsabilità e delle competenze Identificazione, rappresentazione e gestione integrata dei Processi della funzione IT Censimento, rappresentazione e gestione integrata del Portafoglio delle Applicazioni, delle Architetture IT e delle componenti Hardware Identificazione del Portafoglio dei Rischi informatici Definizione e implementazione del Sistema di controllo interno per l'it Definizione e realizzazione dei Modelli di analisi delle Informazioni IT e dei Cruscotti di Monitoraggio 6

7 PREMESSA IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Il contesto economico che stiamo vivendo è caratterizzato da forte instabilità ed incertezza sul futuro. Tali fenomeni impongono alle organizzazioni di rispondere in modo adeguato e veloce ai nuovi assetti del mercato. Non è più consentito operare secondo una logica di prodotti e servizi standard. L applicazione di nuove tecnologie e nuovi modelli di approccio ai prodotti e servizi da parte del mercato, impongono alle organizzazioni di concentrare le proprie attività sulla personalizzazione, differenziazione e velocità di erogazione. E necessario che le organizzazioni innovino continuamente, proponendo prodotti e servizi sempre più vicini alle reali necessità del cliente. 7

8 PREMESSA L IMPORTANZA DELL APPROCCIO PER PROCESSI In mercati stabili le aziende sono concentrate nel proporre prodotti e servizi standardizzati al prezzo più basso L organizzazione, nel concepire il proprio modello di business, pone quindi la sua attenzione sulla efficienza operativa L efficienza operativa è perseguibile specializzando le persone nelle attività che devono svolgere in una logica Funzionale In una situazione di stabilità è possibile puntare sulla "differenziazione" o specializzazione delle funzioni per ottenere elevate prestazioni Il necessario coordinamento è fatto di norme complesse e articolate ma stabili, quindi bisognevoli di scarsa manutenzione In mercati turbolenti le aziende devono concentrare la propria attenzione sui bisogni dei clienti e sulla velocità si soddisfacimento di tali bisogni concependo prodotti e servizi sempre più personalizzati sulla base dei reali bisogni del cliente L organizzazione, nel concepire il proprio modello di business, deve porre la sua attenzione sulla efficacia operativa L efficacia operativa è perseguibile concentrando il focus sulla interazione tra le attività e le persone specializzate, cioè in una logica di Processo 8

9 PREMESSA EFFICACIA ED EFFICIENZA EFFICIENZA EFFICACIA Specializzazione e/o differenziazione delle funzioni Focus sulla interazione tra attività e funzioni specializzate Efficientamento dell organizzazione e delle funzioni di controllo Hotel Michelangelo Milano, 24 Aprile

10 PREMESSA IL PUNTO DI EQUILIBRIO: L ECCELLENZA Ciò che è migliore. Un sistema eccellente è quindi un sistema che sia in grado di raggiungere il miglior livello di efficacia e di efficienza. Efficacia: raggiungimento dell obiettivo Efficienza: con il minor costo e nel tempo più breve 10

11 IL NOSTRO APPROCCIO I PROCESSI AL CENTRO DEL MODELLO I processi al centro per una gestione integrata della governance aziendale Individuazione dei fattori critici di successo da monitorare mediante indicatori di prestazione e produttività Re-ingegnerizzazione ed efficientamento dei processi (costi, produttività, qualità, etc) Analisi dimensionamento delle struttura Razionalizzazione della normativa Driver per l aumento della fruibilità (semplificazione, ricerca, eliminazione ridondanze) Gestione dell evoluzione dei sistemi informativi attraverso la definizione dei requisiti funzionali orientati alle richieste interne ed esterne Mappatura delle competenze Formazione per processo Valutazione e del sistema dei controlli Pianificazione e gestione Identificazione di rischi e audit Monitoraggio e gestione dei controlli rischi operativi Pianificazione e gestione controlli 11

12 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE LA TASSONOMIA La mappatura dei processi rappresenta una fotografia dettagliata del funzionamento dell Azienda e consente di valorizzare il patrimonio informativo in un unico repository, a beneficio di tutte le aree aziendali Per garantire precisione e univocità delle informazioni, è necessario definire la Tassonomia dei processi aziendali che, a partire dal modello si business specifico dell azienda declina le attività svolte fino al livello di dettaglio desiderato Area Es: Business Macroprocesso Es: Operations Processo Es: Incassi e pagamenti Sottoprocesso Es: Carte di credito Fase Es: Gestione operativa carte di credito Sottofase Sottofase Es: Vendita carte di credito 12

13 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE LE INFORMAZIONI MAPPATE Grande attenzione è stata prestata alla fase di raccolta delle informazioni necessarie alla mappatura dei processi Per ogni processo sono stati identificati i seguenti elementi corredati dei relativi attributi UNITA ORGANIZZATIVE / RUOLI Ufficio Sviluppo Organizzativo Responsabile Ufficio. Divisione Risorse Organizzative RISCHI Errato inserimento dati a sistema CONTROLLI Verificare dati inseriti in procedura Verificare Verificare congruenza dei dati ITERFACCIA DI PROCESSO DOCUMENTAZIONE A SUPPORTO Anagrafe Policy ICAAP SISTEMI APPLICATIVI ATTIVITA PWS Anagrafe REQUISITI NORMATIVI Art.5 c.6 Regolamento. POTERI 20% Standard Bloccare iter operativo Inserire dati in procedura 13

14 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE I MANUALI La modellazione sulla piattaforma ARIS delle informazioni raccolte consente la redazione della nuova normativa aziendale TASSONOMIA GLOSSARIO SIPOC MANUALI LEGAL INVENTORY POTERI DELEGATI RACI FLUSSI DI PROCESSO ALTRA NORMATIVA INTERNA 14

15 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE I DETTAGLI DEI MANUALI PREMESSA E GLOSSARIO 15

16 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE I DETTAGLI DEL MANUALE POTERI E DELEGHE Censimento e mappatura dei poteri e delle deleghe in ottica di processo 16

17 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE I DETTAGLI DEL MANUALE IL DETTAGLIO DELLE ATTIVITÀ Flusso di processo Collegamento a processo trasversale 17

18 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE DALLA FORMALIZZAZIONE STATICA ALLA ANALISI DINAMICA Monitoraggio dei processi critici in termini di tempi, affidabilità e costi Monitoraggio dimensionamento ottimale strutture Monitoraggio rispetto SLA contrattuali outsourcer Analisi finalizzate al miglioramento delle performance operative: Individuazione punti deboli, colli di bottiglia e sprechi Rilevazione delle best practice e benchmarking interno Analisi di correlazione KPI e dimensioni Analisi interazioni tra le diverse strutture organizzative 18

19 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE MONITORAGGIO - PPM Funzionalità di analisi e presentazione risultati Comparazione performance operative Cruscotti Best Performer Area/Filiale A Comparazione Peggior Performer Area/filiale B MASHZONE KPI KPI KPI Rilevate differenze significative nella performance Analisi Analisi Rootcause ARIS PPM Process discovery Process mining Process benchmarking Processi snelli Sorgenti Punti deboli nellla reale esecuzione del processo Estrattori Ricostruzione delle istanze di processo dagli eventi Analisi root-cause Interrogazione ARIS Process Performance Manager Emettere Offerta Ricevere Ordine di Acquisto Creare Ordine di spedizione Emettere Fattura Verificare pagamento Cosa? Staff Commerciale Ufficio Delivery Contabilità Clienti Contabilità Clienti Chi? Offerta Estrattore Ordine Cliente Ordine di Spedizione Fattura Cliente Ricevuta di pagamento Estrattore Estrattore Come? Perchè? CRM ERM FI/CO 19

20 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE MONITORAGGIO UN CASO PRATICO Data inizio osservazione: 1 Gennaio 2011 T4 data estrazione dati: 10 Febbraio 2014 Istanze in ingresso Tipo Distinta C - Confidi FIDI F - Fidi G - Garanzie J - Avallo su Prestiti Cofidi K - Confidi Garanzie M - Crediti Ipotecari FIDI N - Crediti Ipotecari GARANZIE O - Fidejussione in Atto GARANZIE +1 Documenti irregolari +1 Documenti irregolari Le date T1 e T2 in caso di rilavorazione vengono sovrascritte Ogni evento corrisponde a uno stato della distinta Evento iniziale Evento intermedio Evento finale 20

21 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE MONITORAGGIO KPI E DIMENSIONI DI ANALISI KPI o Istanze in ingresso: Numero pratiche deliberate i cui documenti devono essere smaterializzati. E uguale al numero di distinte elettroniche generate o Tempo Ciclo processo: Intervallo temporale in giorni tra data delibera e ultima data stato disponibile, calcolato per istanze complete o Tempo invio distinte a BOC: Intervallo temporale in giorni tra data delibera e data invio a BOC, calcolato per istanze prive di irregolarità escluse quelle in stato da inviare o Tempo lavorazione BOC: Intervallo temporale in giorni tra data invio a BOC e data invio ad archivio, calcolato per istanze prive di irregolarità escluse quelle in stato da inviare o Tempo di lavorazione del Service: Intervallo temporale in giorni tra la data invio a archivio e la data di chiusura, valore calcolato per istanze complete chiuse dal Service o % Distinte non inviate: Rapporto espresso in percentuale tra il numero delle distinte in stato da inviare alla data di estrazione dei dati (10 Febbraio 2014) e il numero totale delle distinte o % Distinte con irregolarità: Rapporto espresso in percentuale tra il numero di distinte con documenti irregolari e il numero totale delle distinte, valore calcolato per distinte in lavorazione o lavorate da BOC Dimensioni o Tempo: T0 Data Delibera (per le istanze in ingresso), T1- Data invio a BOC, T2 Data invio ad archivio (per le istanze in lavorazione presso il Service) o Tipo Distinta: il tipo pratica deliberata a cui la distinta si riferisce o Presenza di Irregolarità: distinta con documenti irregolari o Area/Filiale: Filiale e Area cui compete l invio delle distinte al BOC o Stato: tutti gli stati 21

22 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE MONITORAGGIO TEMPI DI CICLO Andamento mensile Tempo ciclo Tempo ciclo per stato finale distinta Comparazione : Tempo Ciclo in diminuzione: -16,7% da 84 nel 2012 a 70 gg lavorativi nel 2013 Tempo ciclo per tipo distinta Tempo ciclo per distinte Regolari/irregolari 22

23 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE MONITORAGGIO ANALISI CAUSA EFFETTO Analisi top flop % distinte irregolari Filiali peggiori e migliori Il 43,8% delle distinte inviate dalla filiale 156 presenta almeno un documento irregolare Dettaglio distinte irregolari inviate dalla filiale 165 Le istanze di processo sono visualizzabili singolarmente e/o in forma aggregata 23

24 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE DIMENSIONAMENTO UN CASO PRATICO A partire dalle informazioni relative ai processi aziendali modellati nella piattaforma ARIS è stato individuato l insieme delle attività svolte dalle strutture organizzative in perimetro Modellazione dei Processi Attività Ruoli/UO Monitoraggio dei processi Volumi Tempi Organico Dimensionamento strutture Assorbimento delle risorse Confronto con organico effettivo Le singole attività sono state raggruppate in operazioni OPERAZIONE/ATTIVITA' Blocco carte di debito Eseguire blocco Eseguire blocco in procedura Informare Filiale di riferimento dei movimenti sospetti Contabilizzazione rimborso utlizzo fraudolento carte di debito Produrre iniziativa di accredito Gestione restituzione carte di debito a filiale proprietaria/emittente Ricevere le tessere catturate e aggiornare informazioni Spedire carte di debito catturate a filiale proprietaria Spedire materialità a mezzo raccomandata 24

25 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE DIMENSIONAMENTO TEMPO TOTALE DI ESECUZIONE Ad ogni operazione è stato associato un Tempo di esecuzione e un Volume in riferimento allo specifico driver rappresentativo dell operazione stessa OPERAZIONE DRIVER Tempo di esecuzione operazione (in minuti) Volume Tempo (n operaz. Totale di anno 2013) esecuzione operazione Blocco carte di debito n blocchi carte di debito Contabilizzazione rimborso utlizzo fraudolento carte di debito n rimborsi carte di debito Liability Shift Gestione restituzione carte di debito a filiale proprietaria/emittente n carte di debito catturate da ATM Gestione rimborso per utilizzo fraudolento n richieste di rimborso su carte di debito per utilizzo fraudolento Monitoraggio scorte di Filiale carte di debito n giorni lavorativi Reintegro scorte di Filiale carte di debito n reintegri carte di debito alle filiali Reintegro scorte magazzino centrale carte di debito n richieste RDA per carte di debito Ricezione carico carte di debito n carte di debito reintegrate (blocchi da 10) Sblocco carte di debito n sblocchi carte di debito Segnalazione carte di debito in CAI/Carter n carte di debito revocate con segnalazioni CAI/Carter Variazione rapporti di regolamento carte di debito n variazione rapporto C/C di collegamento alla carta di debito Verifica chiusura rifornimenti n giorni lavorativi Verifica presenza frode n giorni lavorativi Verifiche blocco carte di debito n blocchi carte di debito verificati Verifiche giornaliere su consumi carte di debito n giorni lavorativi Verifiche sblocco carte di debito n sblocchi carte di debito verificati Totale complessivo 344 Il Tempo Totale di esecuzione operazione è dato dal prodotto del tempo di esecuzione della singola operazione per il volume. Ad esempio l operazione blocco carte di debito ha un tempo totale per operazione pari a 48 giorni ed è calcolato come prodotto tra il tempo di esecuzione della singola operazione (15 minuti) e il Volume totale delle operazioni effettuate in un determinato arco temporale (1440 operazioni anno 2013) espresso in numero di giorni. 25

26 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE DIMENSIONAMENTO AGGREGAZIONE DEI TEMPI DI ESECUZIONE Il Tempo Totale di esecuzione operazione è stato successivamente aggregato per Unità Organizzativa e per Processo Il Tempo Totale per Unità Organizzativa rappresenta il tempo necessario allo svolgimento di tutte le operazioni in carico alla U.O. Il Tempo Totale per esecuzione Processo rappresenta il tempo necessario all esecuzione di ogni singolo processo Risultati UNITA' ORGANIZZATIVE Linea Back Office Credito Ufficio Amministrazione Credito 745 Ufficio Garanzie Linea Back Office Incassi Pagamenti e Servizi Vari Ufficio Anagrafe e Protocollo Ufficio Enti e Tesoreria Ufficio Estero 752 Ufficio Gestione Incassi Ufficio Help desk Ufficio Lavorazione Assegni Ufficio Monetica Ufficio Servizi Vari Totale complessivo Risultati Tempo Totale per Tempo Totale per Unità PROCESSI Esecuzione Organizzativa * Processo ** Credito Incassi e Pagamenti Organizzazione Processi Trasversali di Customer Service 52 Servizi Accessori 418 Servizi Bancari Tipici 3 Supporto Logistico e Tecnico Totale complessivo * Tempo Totale per Unità Organizzativa = somma del Tempo Totale di esecuzione operazione per tutte le operazioni svolte dall Unità Organizzativa ** Tempo Totale per esecuzione Processo = somma del Tempo Totale di esecuzione operazione per tutte le operazioni del processo 26

27 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE DIMENSIONAMENTO ANALISI TEMPO EFFETTIVO Al fine di individuare eventuali inefficienze ed intervenire sull effort è stato effettuato un confronto tra il tempo effettivo/teorico di ogni singola unità organizzativa e il tempo totale di ogni U.O. Il Tempo effettivo del 2013 lavorato dalle unità organizzative in perimetro è stato confrontato con il Tempo Totale necessario all Unità Organizzativa per l esecuzione di tutte le operazioni di sua competenza Il Tempo teorico, rappresentativo della capacity stimata sulla base delle risorse attualmente allocate nelle stesse unità organizzative, è stato confrontato con il Tempo Totale necessario all Unità Organizzativa per l esecuzione di tutte le operazioni di sua competenza UNITA' ORGANIZZATIVE Tempo Totale per U.O. Tempo effettivo per U.O. Tempo effettivo per U.O. - Tempo Totale per U.O. Valori assoluti Linea Back Office Credito % % Staff na na na 880 na na Ufficio Amministrazione Credito % % Ufficio Garanzie % % Linea Back Office Incassi Pagamenti e Servizi Vari % % Ufficio Anagrafe e Protocollo % % Ufficio Enti e Tesoreria % % Ufficio Estero % % Ufficio Gestione Incassi % % Ufficio Help desk % % Ufficio Lavorazione Assegni % % Ufficio Monetica % % Ufficio Servizi Vari % % Totale complessivo % % Le risorse in staff alla Linea Back Office Credito non hanno attività specifiche perché di supporto alle altre strutture della Linea Valori reltivi Tempo teorico per U.O. Tempo teorico per U.O. - Tempo Totale per U.O. Valori assoluti Valori reltivi 27

28 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE DIMENSIONAMENTO ANALISI FTE E stata inoltre condotta un analisi basata sul calcolo degli FTE necessari per eseguire le operazioni. Il rapporto tra il tempo totale (per U.O., effettivo, teorico) e il numero medio di giornate lavorative (valore standard 220 gg) determina i Full Time Equivalent rispettivamente: necessari effettivi teorici Gli FTE risultano maggiori del numero di risorse allocate sulla struttura poiché il numero medio di giornate lavorative per il 2013 supera lo standard di 220 giornate utilizzate per il calcolo degli FTE UNITA' ORGANIZZATIVE FTE necessari N risorse 2013 FTE effettivi Valori assoluti FTE effettivi FTE necessari Linea Back Office Credito 8, ,7 6,4 43% 14 14,0 5,6 40% Staff na 4 5,5 na na 4 4,0 na na Ufficio Amministrazione Credito 3,4 4 3,9 0,5 14% 4 4,0 0,6 15% Ufficio Garanzie 5,0 5 5,3 0,3 6% 6 6,0 1,0 17% Linea Back Office Incassi Pagamenti e Servizi Vari 93, ,4 13,4 13% ,3 27,4 23% Ufficio Anagrafe e Protocollo 8,6 10 9,0 0,4 5% 11 11,0 2,4 22% Ufficio Enti e Tesoreria 36, ,6 4,2 10% 47 46,0 9,6 21% Ufficio Estero 3,4 5 3,9 0,5 13% 5 5,0 1,6 32% Ufficio Gestione Incassi 9, ,1 2,2 18% 13 13,0 3,1 24% Ufficio Help desk 8, ,4 1,6 15% 11 10,3 1,5 15% Ufficio Lavorazione Assegni 5,8 8 7,2 1,4 19% 8 8,0 2,2 28% Ufficio Monetica 5,8 8 7,4 1,6 22% 9 9,0 3,2 36% Ufficio Servizi Vari 14, ,8 1,5 9% 18 18,0 3,7 20% Totale complessivo 101, ,1 19,8 16% ,3 33,0 25% Valori relativi N risorse attuali FTE effettivi FTE effettivi FTE necessari Valori assoluti Valori relativi 28

29 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE DIMENSIONAMENTO DISTRIBUZIONE EFFORT I risultati dell analisi sono stati rappresentati in modo tale da evidenziare l effort delle diverse unità organizzative sui processi (maggiore è la dimensione del flusso, maggiore è l effort impiegato) Processi Unità organizzative 29

30 EFFICIENTAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE DIMENSIONAMENTO DISTRIBUZIONE EFFORT ATTIVITA E CONTROLLI Allo stesso modo è possibile rappresentare l effort delle diverse strutture organizzative sui processi, distinguendo tra attività ordinarie e attività di controllo Processi Tipo attività Unità organizzative 30

31 EFFICIENTAMENTO DELLE FUNZIONI DI CONTROLLO Un sistema di controllo interno (SCI) ha come obiettivo e priorità il governo dell azienda attraverso l individuazione, valutazione, monitoraggio, misurazione e mitigazione/gestione di tutti i rischi, coerentemente con il livello di rischio scelto/accettato dal vertice aziendale. 31

32 EFFICIENTAMENTO DELLE FUNZIONI DI CONTROLLO VANTAGGI DELLA GESTIONE INTEGRATA DEI RISCHI Condivisione di un patrimonio informativo comune (tassonomia dei processi e dei rischi aziendali/elementari; work-flow, logiche valutative, etc.) alle principali Funzioni Organizzative e di Controllo che porta: Efficientamento dei processi aziendali Efficientamento del Portafoglio dei rischi Sviluppo: dell interazione tra le Funzioni di Controllo di II e III livello della consapevolezza del ruolo e delle responsabilità delle stesse Funzioni di controllo nell ambito del complessivo Sistema dei Controlli Interni dei meccanismi di coordinamento e armonizzazione delle diverse Funzioni di Controllo per una maggiore efficacia ed efficienza dei processi di controllo operativi Definizione di flussi informativi verso Alta Direzione, Comitati e Organi Aziendali: condivisi fra le varie funzioni di controllo e, quindi, maggiormente efficaci e scevri da ridondanze, sovrapposizioni o lacune fondati su una piattaforma metodologica comune tesa a ricondurre ad unità le informative predisposte dalle singole funzioni in relazione agli specifici rischi aziendali analizzati 32

33 EFFICIENTAMENTO DELLE FUNZIONI DI CONTROLLO IL TABLEAU DE BOARD 33

34 EFFICIENTAMENTO DELLE FUNZIONI DI CONTROLLO IL TABLEAU DE BOARD DETTAGLIO PER PROCESSO 34

35 EFFICIENTAMENTO DELLE FUNZIONI DI CONTROLLO IL TABLEAU DE BOARD LE AZIONI CORRETTIVE 35

36 EFFICIENTAMENTO DELLE FUNZIONI DI CONTROLLO IL TABLEAU DE BOARD LE VALUTAZIONI DEI RISCHI DI COMPLIANCE 36

37 EFFICIENTAMENTO DELLE FUNZIONI DI CONTROLLO IL TABLEAU DE BOARD GLI AUDIT 37

38 EFFICIENTAMENTO DELLE FUNZIONI DI CONTROLLO LE AZIONI CORRETTIVE E LE INFORMAZIONI MAPPATE ESEMPIO COMPL. Scheda azione correttiva ARCM, sulla base della metodologia di valutazione della Azienda, elabora in automatico il livello di rischio ex ante VALUTAZIONE RISCHIO EX ANTE Scheda rischio La Compliance effettua le analisi, individua le azioni di mitigazione e le associa al rischio, quindi esprime una propria valutazione 38

39 IL PERCORSO Incrementare il livello di maturità al fine di rafforzare la capacità di governare i rischi rendendo eccellente il Sistema dei Controlli Interni Gestire in modo predittivo Efficientamento del SCI Avvio della gestione integrata 39

40 DAL REPORTING AL GOVERNO Eliminare i Controlli ridondanti Automatizzare controlli e verifiche Attivare sistemi di misurazione delle performance di processo Attivare sistemi di alert automatici delle eccezioni Definire e monitorare indicatori di business e di rischio di tipo preventivo Definire regole automatiche di comportamento al verificarsi di specifici eventi 40

41 IL GOVERNO INTELLIGENTE I-GRC Osservare direttamente sul campo e non documentare e poi analizzare Avere le informazioni in tempo reale e non sorprese a fine anno ARIS Risk & Compliance Manager Gestione degli eventi complessi Audit Management Fraud Indicator Monitoring Compliance/Internal Control Process Exception Monitoring Risk Management Risk Indicator Monitoring Corporate Governance, Policy Management ARIS Process Performance Manager Process Performance Management 41

42 IL GOVERNO INTELLIGENTE I-GRC Risposte in tempo reale Trasparenza completa al posto di campioni da verificare Preventiva al posto di investigativa GRC Live Monitoraggio automatico dei controlli Test sui controlli eseguiti in automatico Monitoraggio delle eccezioni per I passi di processo Monitoraggio degli indicatori di rischio e frodi Analisi in tempo reale su processi e transazioni Risposta Real-time ai livelli di rischio o alle eccezioni sui controlli Azioni automatiche definite da combinazioni di eventi ARIS insieme al complex event processing consente una integrazine perfetta tra Il business e il sistema dei controlli. ARIS Risk & Compliance Manager Complex event processing 42

43 CONCLUSIONI Efficientamento dell organizzazione e delle funzioni di controllo I processi al centro dell azienda Formalizzazione dei processi finalizzata ai manuali Dimensionamento e reingegnerizzazione dei processi Monitoraggio in tempo reale di performance ed indicatori Analisi di eventi complessi e automazione dei comportamenti Controlli e Verifiche per eccezioni 43

44 Vincenzo Carolla Managing Partner Via Milanese, Sesto San Giovanni Milano T +39/02/ F +39/02/ Efficientamento dell organizzazione e delle funzioni di controllo Hotel Michelangelo Milano, Aprile giugno

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing I servizi di Business Process Outsourcing rappresentano uno strumento sempre più diffuso per dotarsi di competenze specialistiche a supporto della

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti Federico Corradi Workshop SIAM Cogitek Milano, 17/2/2009 COGITEK s.r.l. Via Montecuccoli 9 10121 TORINO Tel. 0115660912 Fax. 0115132623Cod. Fisc.. E Part.

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli