RE.CREATIVE 12.0 DJ SCHOOL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RE.CREATIVE 12.0 DJ SCHOOL"

Transcript

1 Non chiudere il tuo sogno. Fai ascoltare il tuo talento.

2

3 DJ & PRODUCER

4 RE.CREATIVE 12.0 DJ SCHOOL EDM & ELECTRONIC MUSIC SCHOOL Si occupa della formazione professionale dei DJ mettendo a disposizione un percorso di studi personalizzabile in base alle esigenze individuali. I docenti sono DJ professionisti, endorser per i più importanti marchi del mercato, tecnici di studio specializzati nel settore dance, musicisti professionisti specializzati in musica elettronica. Il suo metodo didattico è riconosciuto e testato con esami in sede supervisionati dalle aziende produttrici del software e dell hardware di riferimento. Ormai da diversi anni la tecnologia al servizio del DJ è in fase di rapida e costante evoluzione. Questo ha contribuito a diffondere l idea sbagliata che fare il DJ sia alla portata di tutti. Ma essere DJ non significa solamente saper mixare od utilizzare una console. In realtà l hardware e i software professionali sono complessi e ricchi di molteplici funzionalità. Per utilizzarli al meglio è necessario l intervento di un docente esperto. Il mondo del DJing è un mondo che soltanto un professionista del settore è in grado di spiegare e raccontare. Non basta realizzare un DJ set, bisogna anche conoscere quello che stà dietro alla filosofia, alla cultura, alle regole del mercato di un settore così particolare, cose che solo un professionista è in grado di raccontare. RE.CREATIVE 12.0 DJ & ELECTRONIC MUSIC SCHOOL nasce dall esigenza di colmare il vuoto formativo che attualmente caratterizza il settore DJing. Il corpo docente è formato da insegnanti che sono prima di tutto DJ, tecnici del suono e musicisti professionisti. Tutti italiani e tutti selezionati fra coloro che svolgono la propria attività con risultati riconosciuti e noti agli addetti ai lavori e al pubblico, non solo nazionale. Sin dall inizio il nostro progetto è stato accolto con entusiasmo dai responsabili italiani di tutte le aziende leader produttrici di software e hardware destinato ai DJ professionisti. Le collaborazioni con queste realtà internazionali sono il pieno riconoscimento degli alti standard qualitativi di RE.CREATIVE RE.CREATIVE 12.0 DJ SCHOOL EDM & ELECTRONIC MUSIC SCHOOL Sede: via Vitruvio Milano T PI: IT

5

6 LA SCUOLA RE.CREATIVE 12.0 è la prima scuola italiana specializzata nel settore della musica elettronica, che offre i più alti standard di formazione e di aggiornamento per DJ e Producer. Nasce dall esigenza di colmare il vuoto formativo che attualmente in Italia caratterizza il settore della musica elettronica e del DJing. La scuola unica nel suo genere si basa su una dotazione di attrezzature di ultima generazione, e si pone l ambizioso obiettivo di contribuire alla crescita culturale dei futuri DJ/ Producer italiani. Creata da una community di DJ, Re.Creative 12.0 insegna a chi la musica ce l ha nel sangue. La nostra mission è aiutare gli studenti di ogni età e livello di esperienza ad arricchire e aggiornare il proprio know-how mirato alla professione. Il programma di certificazione dei corsi è composto da un piano di studi ampliabile e personalizzabile. Le nostre classi sono vollutamente frequentate da un massimo di 8 alunni. Questo aiuta i docenti a lavorare in stretto contatto con gli alunni, aiutandoli nella loro personale crescita artistica. I corsi sono strutturati su diversi livelli, per adattarsi alla diversa capacità ed esperienza dell alunno. La passione per la musica e la tecnologia sono la caratteristica dei docenti di questa scuola; che si occupa della formazione professionale dei DJ mettendo a disposizione un percorso di studi personalizzabile in base alle esigenze individuali. I docenti sono DJ professionisti, endorser per i più importanti marchi del mercato, tecnici di studio specializzati nel settore dance, musicisti professionisti specializzati in musica elettronica. Il metodo didattico di RE.CREATIVE 12.0 è riconosciuto e testato con esami in sede supervisionati dalle aziende produttrici dei software e delgli hardware di riferimento. I corsi sono multilivello, ciò significa che si possono scegliere le materie principali e gli approfondimenti a seconda delle proprie esperienze e capacità.

7 LA SCUOLA DEI DJ PER I DJ Pensiamo da sempre che la professione del DJ sia legata ad una grande passione, quella per la musica. Per fare il DJ forse vi diranno che non è necessario fare un corso, ma per diventare professionista si. Per avere possibilità di successo è necessario conoscere e saper sfruttare appieno l esperienza dei professionisti, imparare a dialogare 2.0, conoscere le leggi del mercato e le figure professionali con le quali sarà necessario interagire per diventare professionisti. LA PROFESSIONE DEL DJ È CAMBIATA RADICALMENTE NEGLI ULTIMI 15 ANNI La tecnologia ha trasformato questa professione. Oggi un DJ può produrre da solo i propri remix ed i propri brani. La figura del DJ è sempre più vicina a quella del musicista. IL MONDO DEL DJ È DIFFERENTE DA QUELLO DEI MUSICISTI Ciò che da sempre contraddistingue il DJ professionista è la maniacale ricerca di musica, di suoni, il collezionismo. La musica come mezzo di espressione, la tecnologia come mezzo per esprimerla. La tecnologia sta facendo passi da gigante nel mondo del Djing ed è nostro scopo renderla accessibile a tutti. IL DJ PRODUCER Oggi la figura è la figura più discussa e più richiesta sia da chi organizza eventi, festival, locali, sia da chi produce musica. Il DJ Producer è quella figura professionale che conosce il pubblico, sa come si diverte, quali sono i meccanismi ed i modi per riprodurre certi brani in sequenza in modo da creare una playlist perfetta. Proprio per questo è il miglior produttore di musica, in quanto lo fa rivolgendosi direttamente al proprio pubblico. Oggi un DJ non è un DJ completo, se non è un produttore. Un moderno DJ deve essere capace di produrre, fondare e gestire etichette discografiche, oltre che essere capace di promuovere il proprio lavoro. IL DJ DEVE SAPERE COMUNICARE Essere un DJ oggi significa essere capace nelle pubbliche relazioni. Il suo lavoro necessità di conoscere tutti avere un progetto ben chiaro del suo lavoro in modo da poterlo permettere ad agenzie di booking internazionali; necessita quindi di un immagine, di sapere come entrare nel gotha dei blogger, di avere una pagina sulle chart di Beatport, sapere come stimolare continuamente l attenzione dal pubblico e non per ultimo essere un bravissimo DJ capace di utilizzare qualsiasi strumentazione tecnologica di ultima generazione. I NOSTRI CORSI SONO PENSATI PER CHI VUOLE TUTTO Non ci limitiamo ad insegnare le tecniche manuali di utilizzo di CD, Vinili o PC. I nostri corsi sono completi. Affrontano tutte le tematiche dalla cultura della musica dance, la conoscenza della sua struttura, l organizzazione della stessa, la psicologia e le problematiche tipiche di questa professione. Insegna a crearsi obbiettivi a breve e lungo termine. Non basta imparare ad usare un DAW per comporre, è necessario avere la musica nel cuore e la voglia di lavorare duro, da soli e in gruppo con gli altri studenti. UNA COMMUNITY PER IL FUTURO I nostri alunni crescono insieme, e affrontano ogni giorno sfide che li aiutano a comprendere come affrontare il lavoro più bello del mondo anche nelle sue problematiche più nascoste. Dal canto nostro è sempre una grande soddisfazione poter spingere gli alunni più capaci e volenterosi ad affrontare opportunità nel campo professionale, offrendo ai meritevoli a fine percorso stage professionali, partecipazioni a festival ed eventi.

8 DJ PRODUCER DUE TIPOLOGIE DI CORSI UN SOLO PERCORSO FORMATIVO IL percorso formativo del DJ PRODUCER combina l arte del DJing con le nuove tecniche di produzione e controllerism, remixando e creando un proprio stile di esecuzione dei brani indispensabile ad ogni artista per la sua riconoscibilità La tecnologia al servizio del DJ in rapida e costante evoluzione, ha contribuito a diffondere l idea sbagliata che fare il DJ sia alla portata di tutti. In realtà hardware e software professionali sono complessi e ricchi di funzioni, difficilmente individuabili senza un approcio didattico. RE.CREATIVE 12.0 si pone come alternativa all imperante tendenza all autodidattica nel segno della qualità. Essere DJ non significa solo saper mixare. Mentre nel passato l esperienza si tramandava da DJ a DJ, nell era del digitale, ciò non è più sufficiente. Un DJ professionista deve essere in grado di riconoscere i generi musicali per ascolto e per struttura. Ugualmente necessario diventa avere una conoscenza approfondita dell hardware e dei software più avanzati, dal CD al vinile al digitale, si deve essere in grado di lavorare in qualsiasi contesto, creare un sound unico grazie a un solido background musicale. Costruire DJ set di alto livello, caratterizza la personalità del DJ e quindi la riconoscibilità dello stesso artista. Queste sono le caratteristiche che distinguono il DJ mediocre dal DJ che può mirare a club e produzioni internazionali. I nostri corsi sono veri e propri percorsi professionali, guidati da professionisti del settore, e con unico obbiettivo la preparazione di figure professionali, confrontabili con i modelli europei. Sempre più spesso il dj professionista si trova a volere o dovere fare un salto di qualità nella propria carriera: iniziare cioè a pubblicare le proprie produzioni. Le conoscenze tecniche e i requisiti creativi necessari non sono affatto scontati: quello che viene comunemente definito DJ PRODUCER oggi infatti è una strana creatura polimorfica, in parte dj, in parte musicista e in parte ingegnere del suono. Il corso Producer di Recreative si pone come obiettivo quello di formare professionalmente artisti e renderli in grado di scalare le classifiche con le proprie produzioni. Il percorso è articolato in quattro moduli, ogni modulo si pone un obiettivo specifico da raggiungere e fornisce le competenze tecniche, culturali e creative atte a raggiungerlo. Il software principalmente utilizzato sarà Ableton Live 9 Suite, corredato da un ampia gamma delle migliori plugins prodotte da aziende leader quali Native Instruments, Waves, Spectrasonics e Fabfilter. Non mancheranno cenni ad altri software importanti quali Steinberg Cubase, Apple Logic Studio e Avid ProTools. OBIETTIVI DEL CORSO Gli studenti saranno in grado di lavorare a livello professionale nell ambito del DJing, in grado di selezionare mixare ma anche remixare ed addattare live le proprie performance sfruttando appieno le risorse offerte dalla tecnologia. Saranno inoltre preparati ad esibirsi dal vivo sfruttando al meglio i software e i controller a disposizione. Gli studenti saranno in grado di lavorare a livello professionale nell ambito della produzione di musica elettronica, creazione di brani originali, remix, colonne sonore ed effetti per le più svariate applicazioni. Saranno inoltre preparati ad esibirsi dal vivo sfruttando al meglio i software e i controller a disposizione. 8

9 L T DJ PRODUCER STRUMENTI DIDATTICI Le aule per i corsi mettono a disposzione attrezzature selezionate allo stato dell arte e di riferimento per i DJ PROFESSIONISTI. I banchi scolastici sono vere console attrezzate con Pioneer CDJ 2000 Nexus, Pioneer DJM 900 Nexus, Mixer Allen & Heath DB4, DB2, Native Instruments Traktor Kontrol S4 + F1, Cuffie e Monitor Pioneer HDJ, 27, Ableton Push per ogni allievo, tastiera Midi Novation, computer Macbookpro 15, scheda audioaudio 2, AKAY mpc40, Maschine e Maschine studio e tutto ciò che serve all alunno per apprendere in modo interattivo le materie delle lezioni tecniche. Inoltre ad ogni alunno è data la possibilità di disporre delle console anche al di fuori degli orari delle lezioni per lo svolgimento delle esercitazioni personali o di gruppo. PROSPETTIVE LAVORATIVE Gli studenti saranno qualificati per esibirsi in clubs e festival. Avranno inoltre la qualifica per lavorare in studi di produzione radio-cine-televisiva per quanto riguarda la creazione di effetti e colonne sonore. Potranno inoltre creare effetti e musiche per videogames, spettacoli teatrali e installazioni multimediali. PREREQUISITI Per partecipare al corso Producer sono necessarie solo una minima conoscenza dell uso di un personal computer e molta passione per la musica. Per accedere a questo corso è richiesto il superamento di un test attitudinale. SPONSOR TECNICI M U S I C A L I N Y I T S U A Q R U M P E N T O T S Q I T L U A Y M U S I C A L I N S T R U M P E N T O T S 9

10 STRUTTURA DEI CORSI CORSO FULL TIME DJ PRODUCER MASTER PROGRAM Il corso DJ PRODUCER MASTER PROGRAM è il programma completo che racchiude in un solo percorso didattico tutti i livelli di insegnamento dal basic al complete. Permette di apprendere in maniera bilanciata e organizzata le differenti materie e tecniche. Mescolare i rudimenti delle basi della musica con l apprendimento delle funzioni dei DAW di composizione. Sfruttare appieno un software per costruire, ma anche smontare o inventare uno strumento personalizzato con sound design o Max for live. Comprendere la genesi e la struttura dei generi musicali. Imparare a conoscere a fondo manualità e tecniche avanzate caratteristiche della moderna professione del DJ Producer. Il corso ha una durata di 5 mesi. Comprende i livelli Basic, Certificate e complete del corso DJ e del corso Producer. 400 ORE insegnamento in aula 300 ORE esercitazioni con tutor OBIETTIVO E TESI esercitazioni in gruppi di lavoro 10

11 DJ PRODUCER MASTER PROGRAM Il corso DJ PRODUCER MASTER PROGRAM è il corso completo che comprende tutto. Il programma del corso è costantemente monitorato da prove scritte e pratiche. Pretendiamo un impegno quotidiano, permettendo di ottenere al termine di un percorso relativamente breve, la possibilità di produrre e suonare brani propri. Il corso DJ PRODUCER MASTER PROGRAM si svolge dal lunedì al giovedì dalle alle Richiede una frequenza di otto ore al giorno fra pratica e teoria. Ha una durata di 6 mesi. Comprende tutte le materie dei due corsi DJ e Producer oltre a tanta pratica di laboratorio aiutati da un tutor. E il percorso didattico più completo ed esaustivo e sicuramente quello di maggior immediatezza. In genere dopo due / tre mesi si è gia in grado di comporre e suonare ad un ottimo livello. I vantaggi del corso DJ PRODUCER MASTER PROGRAM si possono riassumere in: Velocità di apprendimento a tutti i livelli Creazione di team di lavoro Velocità di assimilare oltre al vantaggio di avere sempre a disposizione gli insegnanti e i tutor Creazione di obbiettivi Possibilità di recuperi e aiuto personalizzato utilizzo delle attrezzature 8 ore al giorno. Se il vostro obbiettivo è fare una full immersion imparando ed allenandovi sulle migliori attrezzature disponibili sul mercato, vivendo 5 giorni alla settimana full time dalla mattina alla sera in mezzo a musica e DJ set, imparando a realizzare un DJ set, a creare i vostri brani, imparando a promuovervi in modo professionale, assimilando tutto quello che la cultura della musica dance offre a chi vuole fare questo mestiere, questo è il corso che fa per voi. Un tutor a disposizione tutto il tempo vi seguirà attraverso l apprendimento personalizzato e di gruppo nelle diverse classi delle materie che compongono il vostro piano studi. Gli alunni che escono da questo corso in sei mesi affrontano un programma ricco, ma sopratutto hanno la possibilità di accumulare moltissime ore di esercitazioni pratiche assistite. Pretendiamo un impegno quotidiano, permettendo di ottenere al termine di un percorso relativamente breve, la possibilità di produrre e suonare brani propri. Al termine del percorso di studi i nostri alunni saranno in grado di produrre un EP, promuoverlo, presentarsi su siti, social network, blog in modo completo e professionale. Avranno la capacità di realizzare un DJ Set con brani propri. 11

12 STRUTTURA DEI CORSI CORSI PART TIME DJ COMPLETE PRODUCER COMPLETE I corsi COMPLETE sono i due corsi contenuti nel MASTER PROGRAM declinati in due corsi serali di 6 mesi ciascuno che possono essere affrontati anche singolarmente. Le lezioni serali si tengono due volte la settimana dalle alle 21.15, il laboratorio è libero durante la settimana e prevede anch esso la supervisione costante di un tutor Ogni modulo Complete ha una durata di 6 mesi, richiede un impegno di 6 ore settimanali di lezioni in aula e un minimo di 6 ore settimanali di esercitazioni. Possono essere frequentati anche singolarmente. 1 ANNO 150 ORE insegnamento in aula 150 ORE esercitazioni con tutor facoltative OBIETTIVO E TESI 2 ANNO 150 ORE insegnamento in aula 150 ORE esercitazioni con tutor facoltative OBIETTIVO E TESI 12

13 CORSI PART TIME DJ COMPLETE PRODUCER COMPLETE Il corso DJ COMPLETE è il corso completo che comprende tutte le materie necessarie alla professione del DJ. Il programma del corso è costantemente monitorato da prove scritte e pratiche. Pretendiamo un impegno quotidiano, permettendo di ottenere al termine di un percorso relativamente breve, la possibilità di apprendere l arte del DJing, la cultura musicale, le basi della professione, il marketing. Il corso PRODUCER COMPLETE è il corso completo che comprende tutte le materie necessarie alla professione del DJ. Il programma del corso è costantemente monitorato da prove scritte e pratiche. Pretendiamo un impegno quotidiano, permettendo di ottenere al termine di un percorso relativamente breve, la possibilità di comporre propri brani, eseguire remix, finalizzarli e venderli sul web, le basi della professione, il marketing. I vantaggi dei corsi COMPLETE si possono riassumere in: Possibilità di gestire il tempo delle esercitazioni, optando per l aiuto del tutor o no. Libertà nella frequenza del corso. Velocità di assimilare oltre al vantaggio di avere sempre a disposizione gli insegnanti e i tutor Creazione di obbiettivi Possibilità di recuperi e aiuto personalizzato Utilizzo delle attrezzature della scuola facendone richiesta Un tutor e gli insegnanti sono sempre a disposizione per tutto il tempo del corso e vi seguirà attraverso l apprendimento personalizzato e di gruppo nelle diverse classi delle materie che compongono il vostro piano studi. Gli alunni che escono da questo corso in sei mesi affrontano un programma ricco. Al termine di ogni corso è richiesta una tesi ed un progetto. Il cumulo delle due tesi dà diritto al certificato Master Pro. 13

14

15

16 DJ COMPLETE IL corso è strutturato per trasmettere all alunno tutte le conoscenze e abilità necessarie per essere un moderno DJ dando ampio spazio a tutte le materie e tematiche inerenti siano esse di carattere tecnico/manuale o teorico/culturale. Il corso si pone l obiettivo di creare nell alunno una nuova forma mentis capace di trasformare il suo modo di ascoltare, giudicare, organizzare, comprare e creare la musica non più come semplice fruitore ma come un Dj professionista, trasmettendogli tutte le conoscenze necessarie per realizzare un DJ SET corretto, interessante e coinvolgente ed eseguito consapevolmente integrando le molteplici tecnologie ora a disposizione e sempre in evoluzione. Il corso darà spazio e approfondimento a materie quali Music Culture, Marketing, Web Marketing, Aspetti legali e fiscali, Conoscenza delle dinamiche lavorative, che faranno dello studente un soggetto abile e consapevole nel muoversi in un mercato in costante espansione e professionalizzazione Il corso sarà un continuo e variabile alternarsi di Fase Teorica e Fase Pratica affinché ogni singola nozione venga subito acquisita e verificata, alcuni argomenti saranno trattati in maniera duplice ma affrontati da punti di vista diversi, le aree di insegnamento sono DJ TECH (base e pro), DIGITAL DJ & CONTROLLER. MUSIC CULTURE, CLUB CULTURE, MARKETING. 16

17 DJ COMPLETE PROGRAMMA DEL CORSO Acquisizione di familiarità con la strumentazione classica ;sapere cablare e gestire una consolle per dj: CDJ Nexus, DJ Mixer Pro 4 Canali, Cuffie, Monitor, retrospettiva su Giradischi 1200/1210 e riproduzione stampa analogica Capire e conoscere la struttura e le differenze tra i generi musicali. La struttura della canzone di musica elettronica : intro ostro main drop sospensione crescendo diminuendo cantato ritornello etc etc dividere i generi musicali per caratteristiche specifiche di ritmo, bpm, energia capire e immaginare come e quali generi musicali possono coesistere e quali meno Elementi di equalizzazione sonora; conoscere e modulare la qualità del/dei brano/i riprodotto/i tramite l utilizzo di Alti,Medi,Bassi e Gain/Trim Contare la musica e gestire l ascolto in cuffia, sviluppare abilità fondamentali per realizzare un mix tra 2 brani Tecniche e i trucchi necessari per realizzare un Mix tra due brani: beatmatching, utilizzo di pitch control e ghiera manuale, master tempo imparare a realizzare diverse tipologie di Mix tra due brani, capire quali tipologie di Mix si associano allo specifico genere musicale realizzare tipologie di mix non convenzionali (generi diversi, bpm diversi,mash up etc.) Funzioni avanzate quali loop ed effetti conoscere le tipologie di effetti e le tipologie di loop per capire quando e come usarli in relazione al brano o al genere musicale al fine di stupire il pubblico in pista Harmonic mix o mixaggio in chiave. mixare secondo il criterio delle tonalità musicali Gestire un archivio musicale in maniera professionale, L archivio di un buon dj deve essere ricco e seguire regole specifiche Rekordbox. Imparare a utilizzare il software piooner che premete di massimizzare l utilizzo di file audio su chiavetta USB Concepire e realizzare un dj set modalità di ideazione artistica e realizzazione pratica di un dj set integrando le tecnologie disponibili nelle varie fasi del processo Registrare un DJ set Registrare per migliorare l esercitazione e registrare per creare una demo o mixtape ufficiale Psicologia del DJ. Immaginare, conoscere, capire, manipolare il pubblicco Deontologia professionale come si comporta un buon dj nei confronti dei committenti, del pubblico e dei colleghi Definizione di uno stile personale, darsi un identità musicale, stilistica e comunicativa che si realizzi in un nome d arte, un logo o quant altro senza dimenticare che diventare il proprio supereroe è uno dei primi passi per arrivare lontano Introduzione al mondo del lavoro e figure professionali. Panoramica sulle figure professionali e gli attori girano intono ai Dj ai Festival, Club, Discoteca e al mondo dell intrattenimento musicale. Panoramica sulle diverse tipologie di Dj professionista. Music culture. La nascita e la metamorfosi dei locali da ballo, i generi musicali le differenze. Il Club dagli anni 70 a oggi; analisi di tutti i generi musicali del millennio. Miscelare in Phrase. Comprendere la struttura dei brani, il mixaggio su battuta (beatmatching), e quello in sincrono (Phrase). Imparare a contare le barre in modo corretto. Tecniche avanzate di beatmatching. Caratteristiche di un giradischi. Caratteristiche di un CDJ Pioneer. Cenni di utilizzo professionale delle diverse funzioni del CDJ. I punti di cue. Serato e Traktor. Rekordbox. Le cuffie. Imparare le tecniche di cueing per passare da un brano all altro. L importanza dell ascolto dei brani e della pratica. La struttura dei brani. Capire come le canzoni sono costruite, introduzione a beats, bars e phrases. Saper contare i beats di una canzone per capire a che punto del pezzo ci si trova. Struttura delle canzoni: intro, verso (nei brani cantati ogni verso di solito ha liriche diverse), ritornello (la parte più trascinante del brano), breakdown (o ponte). Utilizzo mixer. Scoprire gli elementi fondamentali del mixer, familiarizzare con i controlli del mixer (inputs, outputs, multiple channels, cross-faders, channel-faders, monitoraggio delle cuffie, controlli 17

18 DJ COMPLETE equalizzatori, bilanciamento, hamster switch, effetti speciali, campionatori interni al mixer, contatori di beat interni al mixer, controlli midi), scegliere il mixer più adatto al proprio stile, mantenere il mixer in condizioni perfette. Caratteristiche avanzate di un CDJ. Scegliere tra i modelli di cd decks per DJ professionisti. Scaricare mp3 dal web e leggerli con il cd deck. Master tempo per rallentare o velocizzare una canzone senza cambiare la chiave in cui è stata scritta. Hot cues, loop, registrare pezzi di musica e poi risuonarli quando lo si desidera, reverse play. Hardware controllers. Aggiungere gli hardware controllers per mettere i cd decks e i mixer sotto controllo totale grazie ad appositi dispositivi. Tecniche avanzate. Tecniche di mixaggio professionali. Selezionare i migliori punti di mixaggio dei brani. Imparare ad utilizzare i controlli del mixer nel loro pieno potenziale. Controllare il sound del mix (cross-fader). Bilanciamento del suono attraverso gli equalizzatori. Spinback e dead-stop. Mixare diversi generi musicali. Traktor. Configurare manualmente il setup audio. Soundcard interna e interfaccia audio esterna. Internal e external mixing. Audio 8 DJ e Traktor Control Vinyl. Audio 8 DJ e Traktor Control CDs. Introduzione a Serato. Preparazione dell hardware SL3 e del software SSL. Modalità dei display. Visualizzazione della libreria musicale. Il browser Serato. Organizzazione della libreria musicale. Tecniche avanzate. Conoscere a fondo le tecniche di mixing avanzate. Elementi di equalizzazione sonora. Manualità avanzata, tecniche digitali. Equalizzazione ed effetti avanzati. Controllerism. Marketing web 2.0 Psicologia di massa. Tecniche di controllo e organizzazione del DJ Set. Trucchi del mestiere. DJing con Ableton. Maschine Native Instruments. Imparare ad utilizzare Maschine dela Native Instruments, molto più di un groovebox, integrabile come controller. Costruire un DJ set. Scegliere i brani da mixare insieme. L ultima generazione del beatmatching. Harmonic mixing: la combinazione delle chiavi armoniche. Determinare la tonalità del brano che si sta suonando. Sviluppare un proprio stile, creare un atmosfera e un sound trascinante e vario per chi sta ballando, evitare di ripetere le stesse scalette settimana dopo settimana. Creare un eccellente demo. Selezionare una lista di brani spettacolari, che abbiano una connessione tra di loro. Scegliere e sistemare in successione i pezzi: dalla house morbida alla house vocale, dalla American house trascinante ai pezzi dance da classifica fino alla trance. Allenarsi con il set prima di registrare. Registrare il demo utilizzando apparecchiature di alto livello per garantire la migliore qualità del suono. Ascoltare il demo da perfezionista assicurandosi che ogni dettaglio sia perfetto. Sound Cloud, mixcloud ed altri mezzi di promozione in rete. Aspetti legali e fiscali legati alla professione del DJ. La Siae e il patentino per la musica scaricata. Il borderau. Lavorare in proprio: il DJ Professionista aspetti fiscali e legali. Enpals. A-DJ. 18

19 PRODUCER COMPLETE L arte di riproporre un brano in una chiave interpretativa diversa è oggi essenziale per il dj producer. Inoltre ci sembra il modo migliore per introdurre il concetto di produzione in particolare per chi proviene già dal mondo del djing. Il corso comprende tutte le materie necessarie a chi vuole diventare producer, partendo dalle più basiche. Il corso incrocia diverse materie essenziali per il raggiungimento di obbietivi; si parte dall acustica, alle basi della musica, si imparano ad utilizzare Daw come Ableton live. Si costruiscono i propri suoni attraverso il Sound Design. Viene insegnata la finalizzazione attraverso il processo di mixing e mastering, che permette di esaltarne le peculiarità con qualunque supporto verrà in seguito riprodotto. Essere un artista talentuoso e un tecnico ineccepibile non basta per sfondare nel variopinto mondo del clubbing. Presa confidenza con il software e con il modo di lavorare (workflow) il secondo modulo si addentra più in profondità affrontando il corpo vero e proprio dell attività del compositore di musica dance elettronica. Il livello del corso è professionalizzante; vengono insegnati gli strumenti per ottenere dal lavoro realizzato fino ad un vero prodotto professionale. 19

20

21 PRODUCER COMPLETE PROGRAMMA DEL CORSO Introduzione al suono. Cos è il suono a livello fisico e percettivo. Cenni di acustica. Elementi fondamentali: frequenze, ampiezze, tempo. Il suono registrato: dall acustica al dominio analogico. Il suono nel contemporaneo: dall analogico al digitale. Ableton Live Basic. Funzioni principali e interfaccia, il mixer, il sequencer, tracce e clips, la vista Session e la vista Arrangement, il Piano roll. Ritmo e Melodia. Teoria musicale per il dj e la musica elettronica. Cos è il ritmo,la metrica e il tempo, come si compone un groove di batteria, utilizzare gli strumenti a disposizione per creare loop di batteria e percussioni. Cos è la melodia, intervalli, scale, tonalità, come si compone una melodia, una linea di basso, utilizzare gli strumenti per comporre melodie e parti di basso e lead. Storia del Clubbing e analisi strutturale. Le fasi storiche, i legami tra cultura classica e cultura musicale, introduzione a generi e sottogeneri, aspetti tecnici e creativi. Dalla sperimentazione al Mainstream. Ascolti selezionati. Analisi strutturale dei brani, composizione, stesura e arrangiamento Remixology. Differenze tra Mashup, Re-edit, Bootleg e Remix. I materiali originali a disposizione. L arte del taglia e cuci, come far funzionare parti originali e parti aggiuntive. Utilizzo avanzato del Warp di Ableton Live per la preparazione dei materiali. Struttura dei generi musicali. Riconoscere i generi musicali, la loro struttura, la loro evoluzione. Imparare astrutturare un brano partendo da un idea, trasformandola in midi ed elaborandola in maniera avanzata. Tecniche di mixdown. il mixer e le sue funzioni avanzate, effetti in insert e mandate ausiliarie. Processori di dinamica. Compressore, expander, gate e limiter. Quando come e perché si utilizzano Equalizzatori. Correggere il suono e Colorare il suono. I vari tipi di equalizzatori e le varie situazioni in cui utilizzarli. Spazializzazione, piazzamento nell immagine stereo e nella profondità, stereo enhancement e tecniche mid\ side, profondità tramite delay, riverberi e rapporti di volume. Cenni di mix multicanale. Mixdown avanzato. Gruppi, submix, bus, incollare le parti tra loro, utilizzo della sidechain in modo correttivo e creativo, processori avanzati come transient designers e processori psicoacustici, compressione parallela, saturazione e distorsione, chorus\phaser\flanger, filtraggio creativo e correttivo avanzato. Ableton Live avanzato. Stesura e arrangiamento. Come passare da semplici loops a partiture complesse, i vari blocchi di un brano, l utilizzo tecnico e creativo delle automazioni. Armonia. Dalla melodia alla polifonia, accordi e armonizzazioni, progressione di accordi. Armonizzare le varie parti tra loro, scelta dei suoni e approfondimento del midi e del piano roll. Sound Design. Introduzione: percorso del segnale, elementi di un synth,di un campionatore e di un mixer. Sound design degli elementi percussivi, creare i propri suoni di batteria, sintesi, campionamento, layering. Sound design e sintesi: creare i propri suoni di basso, lead, pad e atmosfere, utilizzando vari tipi di sintesi, in particolare quella sottrattiva e quella FM. Sound design con il campionatore: loops e slices, mutlisampling, dall uso delle librerie al campionamento di strumenti, layering e morphing, fusione di sintesi e campionamento. Sound design tramite gli effetti, uso di filtri, delay, riverberi e distorsioni in ambito creativo. Perfezionamento. Uso di rumori ed effetti di transizione: dal white noise ai risers, gli ultimi ritocchi che trasformano una buona traccia in una bomba da dancefloor. Groove. Cos è il groove, umanizzazione, swing, shuffle. Quantizzare o non quantizzare, estrarre il groove, ancora sullo slicing. Comparazione. Analisi dei principali Daw in commercio. Considerazioni sulla realizzazione e finalizzazione dei brani affrontando genere per genere le peculiarità di ognuno. Struttura dei generi musicali. Imparare la costruzione di un brano attraverso l analisi della struttura dei generi musicali. Preparazione al live. Creare loops personalizzati per esecuzioni live. Komplete 9 e le principali banche dati. Conoscenza ed approfondimento degli strumenti in commercio. PreMaster. Metering e livelli, come esportare una traccia per poi fare il mastering, traccia stereo o tracce separate, frequenza di campionamento e bit depth. Mixing & Mastering. Concetti base e breve storia del mastering. Ascolti. Eq master, compressione multibanda, armonic exciters e saturazioni multibanda, stereo imager e,infine, il limiter\maximizer. Marketing 2.0 & Co. La comunicazione, i media, i digital store, ma anche il vinile, i negozi, e tutto ciò bisogna conoscere per promuovere il proprio lavoro. 21

CORSO DI ELECTRONIC MUSIC PRODUCTION 2014/2015

CORSO DI ELECTRONIC MUSIC PRODUCTION 2014/2015 CORSO DI ELECTRONIC MUSIC PRODUCTION 2014/2015 MODULO 1 INTRODUZIONE ALLA MUSICA ELETTRONICA Argomenti Gli albori della musica elettronica Nascita e diffusione dei sintetizzatori Storia dei campionatori

Dettagli

Menounolab. Presentazione

Menounolab. Presentazione Menounolab Presentazione Il ruolo del producer nei giorni nostri si è sviluppato esponenzialmente, oltrepassando la linea lavorativa dello studio e atterrando nel campo live e djing. Quello che prima era

Dettagli

Corso per DJ - I moduli

Corso per DJ - I moduli Corso per DJ - I moduli Modulo 1: STORIA DELLA CLUB CULTURE E NASCITA DELLA FIGURA DEL DJ 1 lezione: 2 ore Studio ed analisi del contesto in cui nasce la club culture e la moderna figura del dj. Studio

Dettagli

BIENNIO. Per i corsi di FONICO SOUND DESIGNER hai tre opzioni:

BIENNIO. Per i corsi di FONICO SOUND DESIGNER hai tre opzioni: CORSI DI FONICO Per i corsi di FONICO SOUND DESIGNER hai tre opzioni: BIENNIO: per chi inizia ANNO UNICO: per chi ha già esperienza ANNO UNICO FULL : per chi vuole concludere l'anno unico in 5 mesi 1 ANNO

Dettagli

dal 5 aprile, il venerdì alle 17 e alle 18 Costo: 30

dal 5 aprile, il venerdì alle 17 e alle 18 Costo: 30 Corso di 8 lezioni dedicato a chi vuole iniziare (o approfondire) lo studio della chitarra. Argomenti trattati: - studio della corretta impostazione tecnico-strumentale - la lettura applicata allo strumento

Dettagli

FORUM ACADEMY. Accademia dei Mestieri nelle Arti

FORUM ACADEMY. Accademia dei Mestieri nelle Arti FORUM ACADEMY Accademia dei Mestieri nelle Arti INTRODUZIONE All interno dei più importanti studi di registrazione d Italia nasce un accademia che si distingue per professionalità e competenza ad altissimi

Dettagli

CORSO DI POST-PRODUZIONE AUDIO E SOUND DESIGN PROGRAMMA 2014/2015

CORSO DI POST-PRODUZIONE AUDIO E SOUND DESIGN PROGRAMMA 2014/2015 CORSO DI POST-PRODUZIONE AUDIO E SOUND DESIGN PROGRAMMA 2014/2015 MODULO 1 FONDAMENTI DI AUDIO E PROCESSORI DI SEGNALE Acustica di base Digitalizzazione Cavi e cablaggi Microfoni e speaker Preamplificatori

Dettagli

Corso Professionale Sound Engineer & Producer

Corso Professionale Sound Engineer & Producer Corso Professionale Il corso professionale per Sound Engineer & Producer nasce da una collaborazione tra AESSEFFE (Agenzia Servizi Formativi, Ente di Formazione accreditato presso la Regione Liguria) e

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Multimedia Audio Editing. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Multimedia Audio Editing. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE Multimedia Audio Editing Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Multimedia Modulo 1 Audio Editing. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del

Dettagli

Il primo anno Il secondo anno

Il primo anno Il secondo anno Cenni Introduttivi Il Tecnico del Suono (o Fonico o Sound Engineer) da mestiere è sempre più professione. Con l avvento del digitale, e il suo normale utilizzo oggi nell ambito del trattamento del suono,

Dettagli

A.L.A. Solutions Musica & Eventi

A.L.A. Solutions Musica & Eventi PRESENTAZIONE AZIENDALE Ogni occasione deve essere costruita ad arte, deciso l evento si deve passare all azione. Dalla scelta del catering alla scelta musicale, dalla scelta della location alla scelta

Dettagli

Seminario di formazione

Seminario di formazione L Ora di Musica Seminario di formazione Docente: Giulietta Capriotti Presentazione. Il seminario è indirizzato a musicisti, studenti, docenti di educazione musicale nella scuola dell infanzia e primaria,

Dettagli

PROF. MAURIZIO BORGIONI Prof. Maurizio Borgioni Titolare della Cattedra di LETTURA DELLA PARTITURA presso il Conservatorio di Musica di Perugia Via del Lavoro, 13 06124.Perugia tel. 075/50.036.74-368/43.24.97

Dettagli

L A B O R A T O R I O D I I N F O R M A T I C A M U S I C A L E

L A B O R A T O R I O D I I N F O R M A T I C A M U S I C A L E L A B O R A T O R I O D I I N F O R M A T I C A M U S I C A L E MODULO 1: MANIPOLAZI ONE DEL SEGNALE AUDI O G.PRESTI - 24/03/2015 - LE ZI ON E 5 1. INTRODUZIONE AGLI AMBIENTI MULTITRACCIA In linea di massima

Dettagli

CERTIFICATE PROGRAM NABA SOUND DESIGN

CERTIFICATE PROGRAM NABA SOUND DESIGN TITOLO DEL CORSO Certificate Program Sound Design www.naba.it COURSE LEADER Igor Muroni TIPOLOGIA DI FREQUENZA Part Time INIZIO DEL CORSO Ottobre 2015 LINGUA DI INSEGNAMENTO Italiano NABA SOUND è un progetto

Dettagli

PROGRAMMA CORSO TECNOLOGIE AUDIO. Di Gianni Campatelli

PROGRAMMA CORSO TECNOLOGIE AUDIO. Di Gianni Campatelli PROGRAMMA CORSO TECNOLOGIE AUDIO Di Gianni Campatelli CORSO DI TECNOLOGIE AUDIO PER LO SPETTACOLO di Gianni Campatelli 1. Cenni di Fisica 1.1. Composizione della materia 1.2. Fisica del suono 1.3. Propagazione

Dettagli

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Pier Paolo Maggi, Gianmario Re Sarto AICA pierpaolomaggi@aicanet.it - g.resarto@aicanet.it

Dettagli

FORUM ACADEMY. Accademia dei Mestieri nelle Arti

FORUM ACADEMY. Accademia dei Mestieri nelle Arti FORUM ACADEMY Accademia dei Mestieri nelle Arti INTRODUZIONE All interno dei più importanti studi di registrazione d Italia nasce un accademia che si distingue per professionalità e competenza ad altissimi

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA PRIMARIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 PROFILO DELLO STUDENTE RELATIVO ALL AREA ESPRESSIVO-MUSICALE Lo studente al termine del PRIMO

Dettagli

Corso di aggiornamento sul metodo di propedeutica musicale

Corso di aggiornamento sul metodo di propedeutica musicale Corso di aggiornamento sul metodo di propedeutica musicale L ora di Musica Docente: Giulietta Capriotti Presentazione. Il corso è indirizzato a musicisti, insegnanti di educazione musicale nella scuola

Dettagli

TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA Curricolo verticale di MUSICA Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA L alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in

Dettagli

È ORA di diventare GRANdI. MASTER IN GRAPHIC E WEb design 328 ore 76 lezioni da 4 ore 2 Volte a settimana + 6 WorKshop. MASTER IN GRAPHIC design

È ORA di diventare GRANdI. MASTER IN GRAPHIC E WEb design 328 ore 76 lezioni da 4 ore 2 Volte a settimana + 6 WorKshop. MASTER IN GRAPHIC design MASTER IN GRAPHIC E WEb design 328 ore 76 lezioni da 4 ore 2 Volte a settimana + 6 WorKshop È ORA di diventare GRANdI MASTER IN GRAPHIC design CERTIFIED ASSOCIATE AbC formazione PROfESSIONALE Via Pisanelli,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE MUSICALE

CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE MUSICALE CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE MUSICALE AMBITI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI OBIETTIVI 3 4 ANNI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PAESAGGIO SONORO Riconoscimento/analisi di - suoni e rumori naturali

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO di MUSICA Modello di matrice adottata per la costruzione del curricolo Campo d esperienza/area Periodo di riferimento Traguardi di competenza Obiettivi

Dettagli

Istituto Comprensivo

Istituto Comprensivo CLASSE I - SCUOLA PRIMARIA PRODUZIONE VOCALE/ STRUMENTALE Utilizzare la voce, il proprio corpo, semplici strumenti o oggetti vari in giochi, situazioni, storie e varie attività per espressioni parlate,

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA - IMMAGINI, SUONI, COLORI SCUOLA PRIMARIA - MUSICA SCUOLA SECONDARIA I GRADO - MUSICA SCUOLA INFANZIA Nell ambito dell educazione musicale trovano attuazione

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Musica: Scuola Primaria

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Musica: Scuola Primaria Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015 Curricolo di Musica: Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA : L alunno esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali,

Dettagli

LICEO STATALE TERESA CICERI DIPARTIMENTO DI MUSICA. Anno scolastico 2014-2015 LICEO MUSICALE

LICEO STATALE TERESA CICERI DIPARTIMENTO DI MUSICA. Anno scolastico 2014-2015 LICEO MUSICALE LICEO MUSICALE DISCIPLINA Tecnologie Musicali CLASSE I COMPETENZE Sapere analizzare sommariamente i brani musicali proposti individuando gli elementi formali (altezza, intensità, timbro e altri aspetti

Dettagli

AREA MUSICA E TECNOLOGIA

AREA MUSICA E TECNOLOGIA 1. PRESENTAZIONE 2. TEAM DI PROGETTO 3. AREE DI INTERVENTO 4. AREA DANZA 4.1 DREAM ON SHOW 2004 4.2 DREAM ON CASTING 2005 4.3 DREAM ON SHOW 2005 4.4 MASTERSTAGE E BORSE DI STUDIO 5. AREA MUSICA E TECNOLOGIA

Dettagli

Conservatorio Statale di Musica Giovanni Pierluigi da Palestrina di Cagliari. Corso di Formazione sul Linguaggio Musicale

Conservatorio Statale di Musica Giovanni Pierluigi da Palestrina di Cagliari. Corso di Formazione sul Linguaggio Musicale Conservatorio Statale di Musica Giovanni Pierluigi da Palestrina di Cagliari Scuola di Didattica della Musica e dello Strumento Corso di Formazione sul Linguaggio Musicale A cura della Prof.ssa ALESSANDRA

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA Conoscere, percepire e riconoscere i suoni dell ambiente. Discriminare e interpretare gli eventi sonori. Acquisire una corretta postura. Cantare in coro.

Dettagli

PROPEDEUTICA MUSICALE

PROPEDEUTICA MUSICALE ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI VILLAPIANA (CS) SCUOLA PRIMARIA PLESSI VILLAPIANA, CENTRO, LIDO E SCALO PROGETTO DI PROPEDEUTICA MUSICALE Anno scolastico 2015/2016 COSA È LA PROPEDEUTICA MUSICALE? Una

Dettagli

Assessorato Pubblica Istruzione CENTRO @LL IN VILLACIDRO

Assessorato Pubblica Istruzione CENTRO @LL IN VILLACIDRO COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano ASSESSORATO ALLE POLITICHE CUTURALI Assessorato Pubblica Istruzione CENTRO @LL IN VILLACIDRO CATALOGO CORSI 1. Informatica di base Partendo dalla descrizione

Dettagli

didattica da laboratorio

didattica da laboratorio didattica da laboratorio LABORATORIO LINGUISTICO MULTIMEDIALE IDM Premium IDM PREMIUM è una rete didattica multimediale hardware ideata per rendere l insegnamento in laboratorio sempre più dinamico ed

Dettagli

ORGANIZZAZIONE MODULARE E PER UNITÀ FORMATIVE

ORGANIZZAZIONE MODULARE E PER UNITÀ FORMATIVE ORGANIZZAZIONE MODULARE E PER UNITÀ FORMATIVE AREA DELLE COMPETENZE INFORMATICHE (Ore 96) U.F.C. n. 1 CONCETTI TEORICI DI BASE DELLA TECNOLOGIA DELL INFORMAZIONE Far acquisire conoscenze sulle componenti

Dettagli

Linee guida Secondo ciclo di istruzione

Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Grafica e comunicazione Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Teoria della comunicazione 60 89 Progettazione multimediale 119

Dettagli

PROPOSTA DIDATTICA INTERDISCIPLINARE DI MATEMATICA E MUSICA

PROPOSTA DIDATTICA INTERDISCIPLINARE DI MATEMATICA E MUSICA 1 MATEMATICA in MUSICA PROPOSTA DIDATTICA INTERDISCIPLINARE DI MATEMATICA E MUSICA INTRODUZIONE PERCHÉ MATEMATICA E MUSICA? La maggior parte degli adulti ha rimosso da lungo tempo i ricordi relativi al

Dettagli

Materia: Musica Interventi degli insegnanti di Lettere, Arte, Tecnologia e della Funzione Strumentale per le NT.

Materia: Musica Interventi degli insegnanti di Lettere, Arte, Tecnologia e della Funzione Strumentale per le NT. COMPORRE CON I BIT LABORATORIO DI COMPOSIZIONE MUSICALE Scuola Insegnanti coinvolti Classe Abstract Istituto comprensivo G.Rodari Via Stazione 12/A 36028 Rossano Veneto (VI) Tel: 0424540082 Sito web: http://www.rodari

Dettagli

SAFFIRE 6 USB. Tel. 0717211340 - Fax 0717211349 - info@grisby.it - www.grisbymusic.it

SAFFIRE 6 USB. Tel. 0717211340 - Fax 0717211349 - info@grisby.it - www.grisbymusic.it SAFFIRE 6 USB La Focusrite Saffire 6 USB è l ultima delle interfacce audio Focusrite di nuova generazione, ad oggi la meno costosa e con un suono che risulta il migliore nella sua categoria. Venticinque

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2013/2014 TECNOLOGIE MUSICALI A CURA DEL RESPONSABILE DELL AMBITO Prof.GLORIA MAZZI L ambito disciplinare TECNOLOGIE MUSICALI STABILISCE CHE: 1. i docenti prevedono un congruo numero di ore per il

Dettagli

CURRICOLO DI MUSICA SCUOLA PRIMARIA - CLASSE I TRAGUARDI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI

CURRICOLO DI MUSICA SCUOLA PRIMARIA - CLASSE I TRAGUARDI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI CURRICOLO DI MUSICA SCUOLA PRIMARIA - CLASSE I L alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori, dal punto di vista qualitativo spaziale e in riferimento alla loro fonte. L alunno esplora diverse

Dettagli

MUSICA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

MUSICA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA MUSICA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo spaziale e in riferimento alla loro fonte.

Dettagli

Nievo-Matteotti MUSICA

Nievo-Matteotti MUSICA Scuola media statale Nievo-Matteotti PIANO DI LAVORO DI MUSICA Prof.ssa CALORIO Carla Prof.ssa DONNINI Sonia Prof.ssa PIASTRELLONI Gerardina Prof.ssa SESSO Eleonora Prof. MANTOVANI Lidio PROGRAMMAZIONE

Dettagli

CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE : MUSICA

CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE : MUSICA CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE : La consapevolezza ed espressione culturale è la competenza che più contribuisce a costruire l identità sociale e culturale, attraverso la capacità di fruire dei

Dettagli

LEGGERE E COMPRENDERE DIVERSI TIPI DI TESTO

LEGGERE E COMPRENDERE DIVERSI TIPI DI TESTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELLUCCHIO SCUOLA PRIMARIA DI GABBIANA Classe prima Discipline coinvolte: italiano,storia,geografia,educazione all immagine,educazione al suono e alla musica,informatica. INSEGNANTE:Milena

Dettagli

La musica è primaria

La musica è primaria La musica è primaria Motivazioni Il bambino quotidianamente vive in un mondo caratterizzato dalla presenza simultanea di stimoli sonori diversi, il cui eccessivo e disorganico sovrapporsi può comportare

Dettagli

High Quality Audio/Video

High Quality Audio/Video EDUCATIONAL High Quality Audio/Video LABORATORIO LINGUISTICO MULTIMEDIALE IDM HD PRESENTAZIONE IDM HD nato per la formazione...!!! Protagonista di progetti ambiziosi, per importanti realtà scolastiche,

Dettagli

eproduction le tecniche del libro digitale

eproduction le tecniche del libro digitale eproduction le tecniche del libro digitale Lezioni frontali, workshop e webinar dedicati alle nuove forme di interazione tra la carta e il digitale. Perché ogni libro merita di diventare un epub. eproduction:

Dettagli

Guida. dello. Studente

Guida. dello. Studente Guida dello Studente L ACCADEMIA Centro Studi Musicali L Associazione culturale Accademia C.S.M. ha come finalità l insegnamento delle discipline musicali e la diffusione della cultura musicale mediante

Dettagli

Com è fatto il suono vocale: armoniche, parziali e formanti Tecnologia dei vari modelli di microfono Cavi e connessioni wireless Preamplificazione,

Com è fatto il suono vocale: armoniche, parziali e formanti Tecnologia dei vari modelli di microfono Cavi e connessioni wireless Preamplificazione, , 33 2 Com è fatto il suono vocale: armoniche, parziali e formanti Tecnologia dei vari modelli di microfono Cavi e connessioni wireless Preamplificazione, compressione e equalizzazione della voce Il suono

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2011-2012

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2011-2012 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

PROGRAMMA! CORSO DI CUBASE 8!!!

PROGRAMMA! CORSO DI CUBASE 8!!! PROGRAMMA CORSO DI CUBASE 8 1-VIDEO ANTEPRIMA Durata: 3 11 2-VIDEO n.1 Durata: 10 02 - NUOVA SESSIONE : - Creare un nuovo progetto - Aprire una sessione precedente - Aggiungere una nuova traccia - Importare

Dettagli

Allegato 2 RELAZIONE FINALE COMPORRE CON I BIT CONTENUTI CON I VERSI IN RIMA FRA RITMO E METRO

Allegato 2 RELAZIONE FINALE COMPORRE CON I BIT CONTENUTI CON I VERSI IN RIMA FRA RITMO E METRO RELAZIONE FINALE COMPORRE CON I BIT CONTENUTI CON I VERSI IN RIMA Agli alunni sono stati forniti materiali informativi sulle caratteristiche del sonetto, la sua struttura metrica, le caratteristiche dei

Dettagli

COMPOSIZIONE PER TEATRO E CINEMA

COMPOSIZIONE PER TEATRO E CINEMA CONSERVATORIO DI MUSICA BONPORTI TRENTO Via S. Maria Maddalena CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO BIENNIO SUPERIORE SPERIMENTALE COMPOSIZIONE PER TEATRO E CINEMA PIANO DEGLI STUDI biennio_compos_teatro_cinema.rtf

Dettagli

TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA

TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 PIANO DI STUDIO DI ISTITUTO TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA PREMESSA Secondo le Linee Guida per l elaborazione dei Piani di Studio Provinciali (2012) la TECNOLOGIA, intesa nel suo

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

Produzioni audio midi

Produzioni audio midi 1 Produzioni audio midi Destinatari Il laboratorio è destinato a coloro che vogliono saper usare la tecnologia del computer e dei software realtivi per comporre e registrare musica. Il corso necessita

Dettagli

PROGETTO DI LABORATORIO MUSICALE

PROGETTO DI LABORATORIO MUSICALE PROGETTO DI LABORATORIO MUSICALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ITALO CALVINO Progetto musicale a cura di Sonia Spirito L Associazione L Albero della Musica, operante da diversi anni nel settore della didattica

Dettagli

CORSO DI GIORNALISMO SPORTIVO

CORSO DI GIORNALISMO SPORTIVO Di seguito tutte le Informazioni necessarie sui Corsi di Formazione ed avviamento alla professione. I corsi verranno tenuti presso la nostra sede.l inizio dei corsi è previsto per la settimana del 13 ottobre.

Dettagli

Il sé e l altro. Il corpo e il movimento

Il sé e l altro. Il corpo e il movimento Curricolo di MUSICA La musica in un quadro didattico occupa una posizione centrale perché è una componente fondamentale dell esperienza umana. Essa ha un ruolo di primo piano nello sviluppo della personalità

Dettagli

Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H

Liceo Scientifico  C. CATTANEO  PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Sommario PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA... 1 INDICAZIONI GENERALI... 2 PREREQUISITI... 2 CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITA...

Dettagli

Materia: TECNOLOGIE INFORMATICHE. Programmazione dei moduli didattici

Materia: TECNOLOGIE INFORMATICHE. Programmazione dei moduli didattici Modulo SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Programmazione Moduli Didattici Indirizzo Trasporti e Logistica Ist. Tec. Aeronautico Statale Arturo Ferrarin Via Galermo, 172 95123 Catania (CT) Codice M PMD

Dettagli

Preso in mano uno strumento subito suonano insieme perché in gruppo è più facile imparare divertendosi.

Preso in mano uno strumento subito suonano insieme perché in gruppo è più facile imparare divertendosi. ABC ORCHESTRA: UN ORCHESTRA IN OGNI SCUOLA Le orchestre sono molto più che strutture artistiche, ma modello di vita sociale perché cantare e suonare assieme significa coesistere profondamente e intimamente

Dettagli

1. ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA

1. ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA LICEO STATALE G. CARDUCCI Via S.Zeno 3-56127 Pisa Scienze Umane, Linguistico, Economico-sociale, Musicale telefono: +39 050 555 122 fax: +39 050 553 014 codice fiscale: 80006190500 codice meccanografico:

Dettagli

Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.

Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA. Impiegato Commerciale e Marketing Corso di Specializzazione gratuito rivolto a disoccupati e inoccupati Finanziato dal fondo FORMA.TEMP Artioli & Sala s.a.s Via Taglio 105 41121 Modena - P.IVA 02721270367

Dettagli

CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento. Competenze attese a livello di UdA

CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento. Competenze attese a livello di UdA MATERIA INFORMATICA CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: IL COMPUTER: CONCETTI DI BASE - Saper far funzionare correttamente il computer - Sapersi muovere

Dettagli

ATTENZIONE: per importanti informazioni sulla prevenzione di danni all udito, consulta Importanti informazioni sulla sicurezza a pagina 166.

ATTENZIONE: per importanti informazioni sulla prevenzione di danni all udito, consulta Importanti informazioni sulla sicurezza a pagina 166. Musica 8 Ottenere musica Ottieni musica e altri contenuti audio su ipad. Acquistare musica da itunes Store: vai su itunes Store. Consulta Capitolo 22, itunes Store, a pagina 119. icloud: accedi a tutti

Dettagli

percorsi il nostro progetto octandre didattica per l area espressiva

percorsi il nostro progetto octandre didattica per l area espressiva percorsi il nostro progetto octandre didattica per l area espressiva matematica e musica Questo argomento nasce da una riflessione sull oggettiva difficoltà a lavorare nella scuola in modo interdisciplinare.

Dettagli

Curricolo verticale di Musica scuola primaria

Curricolo verticale di Musica scuola primaria Curricolo verticale di Musica scuola primaria Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria (1) L alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo,

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2013/14 ATTIVITA EXTRACURRICULARE LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO Denominazione del progetto/laboratorio A PORTATA DI MOUSE Responsabile di progetto Analisi

Dettagli

PROF. MAURIZIO BORGIONI Prof. Maurizio Borgioni Titolare della Cattedra di LETTURA DELLA PARTITURA presso il Conservatorio di Musica di Perugia Via Lavoro, 13 06127Perugia tel. 075/50.036.74 CORSO OPERATIVO

Dettagli

CORSO DI GIORNALISMO SPORTIVO

CORSO DI GIORNALISMO SPORTIVO Di seguito tutte le Informazioni necessarie sui Corsi di Formazione ed avviamento alla professione. I corsi verranno tenuti presso la nostra sede. L inizio dei corsi sarà ciclico, una volta al mese. Nel

Dettagli

SEZIONE A - CARATTERISTICHE GENERALI

SEZIONE A - CARATTERISTICHE GENERALI SEZIONE A - CARATTERISTICHE GENERALI A.1 Identificazione profilo A.1.1 Denominazione profilo TECNICO QUALIFICATO DI INGEGNERIZZAZIONE DEL SUONO A.1.2 Codice regionale 605042 A.2 Settore professionale di

Dettagli

TECNICHE DELLA DANZA

TECNICHE DELLA DANZA TECNICHE DELLA DANZA LINEE GENERALI E COMPETENZE Tecnica della danza classica Nel corso del quinquennio lo studente raggiunge una preparazione complessiva, tecnica e teorica nella danza classica, che gli

Dettagli

PROGETTO. Scuola dell Infanzia: L ALBERO AZZURRO di La Salute di Livenza. Titolo del progetto annuale 2015/ 2016. Giochiamo alla musica

PROGETTO. Scuola dell Infanzia: L ALBERO AZZURRO di La Salute di Livenza. Titolo del progetto annuale 2015/ 2016. Giochiamo alla musica PROGETTO Istituto Comprensivo di San Stino di Livenza Scuola dell Infanzia: L ALBERO AZZURRO di La Salute di Livenza Titolo del progetto annuale 2015/ 2016 Giochiamo alla musica Responsabile progetto:

Dettagli

L organizzazione tecnica della radio universitaria. Introduzione

L organizzazione tecnica della radio universitaria. Introduzione L organizzazione tecnica della radio universitaria Introduzione Argomenti che verranno affrontati Spiegazione pratica degli strumenti Esecuzione dal vivo delle operazioni basilari di: redattori, programmatori,

Dettagli

TEMATICA: fotografia

TEMATICA: fotografia TEMATICA: fotografia utilizzare la fotografia e il disegno per permettere ai bambini di reinventare una città a loro misura, esaltando gli aspetti del vivere civile; Obiettivi: - sperimentare il linguaggio

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012 PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012 NUMERO UDA TITOLO PERIODO ORIENTATIVO DI SVILUPPO UDA N. 1 UDA N. 2 Unità di apprendimento

Dettagli

Programmazione annuale scuola dell infanzia a. s. 2015 / 2016. Periodo : Settembre / Ottobre / Novembre

Programmazione annuale scuola dell infanzia a. s. 2015 / 2016. Periodo : Settembre / Ottobre / Novembre Programmazione annuale scuola dell infanzia a. s. 2015 / 2016 Campi di esperienza coinvolti Periodo : Settembre / Ottobre / Novembre Il sé e l altro Il corpo in movimento Linguaggi,creatività espressione-

Dettagli

Linee guida per itunes U

Linee guida per itunes U Indice Panoramica 1 Per cominciare 2 Impostazioni del corso 3 Modificare e organizzare i contenuti 5 Aggiungere avvisi, compiti e materiali 6 Gestione e collaborazione 8 Gestire le iscrizioni 9 Best practice

Dettagli

Cos è il Software Didattico

Cos è il Software Didattico Cos è il Software Didattico Per poter utilizzare efficacemente il software didattico è necessario innanzitutto capire che cosa si intende con questo termine e quali sono le sue principali caratteristiche.

Dettagli

Diamo futuro alle tue idee

Diamo futuro alle tue idee Diamo futuro alle tue idee FASHION & COMMUNICATION SCHOOL Formazione specialistica nell area Abbigliamento, Calzatura e Accessori, Comunicazione, Graphic e Web Design. Scegli una professione a misura del

Dettagli

Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale

Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale ARTISTICO CLASSICO LINGUISTICO I nuovi Licei riforma Gelmini I sei licei: MUSICALE E COREUTICO SCIENTIFICO (opzione SCIENZE APPLICATE) SCIENZE UMANE (opzione ECONOMICO-SOCIALE)

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Rudy Bandiera Blogger & Consulente Web

Rudy Bandiera Blogger & Consulente Web presenta Come trasformare la tua passione in un lavoro: il metodo di Rudy Bandiera La guida per diventare blogger e scrivere dei propri interessi Rudy Bandiera Blogger & Consulente Web 2 ore On Demand

Dettagli

Regolamento REGOLAMENTO DALI MUSIC SCHOOL A.S. 2010/2011. 1. Corsi. 2. Sede e durata COGNOME E NOME

Regolamento REGOLAMENTO DALI MUSIC SCHOOL A.S. 2010/2011. 1. Corsi. 2. Sede e durata COGNOME E NOME Regolamento Music Regolamento COGNOME E NOME REGOLAMENTO DALI MUSIC SCHOOL A.S. 2010/2011 1. Corsi basso/contrabbasso batteria percussioni canto chitarra pianoforte/tastiere corso complementare musica

Dettagli

99 idee per fare esercizi in classe

99 idee per fare esercizi in classe Metodologie e percorsi per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Wencke Sorrentino, Hans Jürgen Linser e Liane Paradies 99 idee per fare

Dettagli

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2010/2011

SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2010/2011 SCHEDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA/LAVORO A.S. 2010/2011 1 LICEO ARTISTICO STATALE C.Levi MATERA In caso di ISS indicare l ordine di scuola a cui si riferisce il progetto (Liceo,

Dettagli

CDJ 150 CDJ 180 CDJ 120. Lettore CD per DJ 320,00. Lettore CD per DJ 460,00. Lettore CD per DJ 279,00

CDJ 150 CDJ 180 CDJ 120. Lettore CD per DJ 320,00. Lettore CD per DJ 460,00. Lettore CD per DJ 279,00 CDJ 150 Lettore CD trasportabile, compatto e ad angoli arrotondati. Posizionabile ovunque è dotato di memoria anti-shock 10sec., ampio display, regolazione di velocità +/- 8 o 16 % e funzione AUTO CUE.

Dettagli

PREMESSA REGOLAMENTO CORSO DI STRUMENTO MUSICALE

PREMESSA REGOLAMENTO CORSO DI STRUMENTO MUSICALE PREMESSA L insegnamento di uno strumento musicale nella scuola media si colloca all interno di un progetto complessivo di formazione della persona, secondo i principi generali della scuola secondaria di

Dettagli

Corso di Doppiaggio Anno accademico 2013/2014

Corso di Doppiaggio Anno accademico 2013/2014 Corso di Doppiaggio Anno accademico 2013/2014 Segreteria Telefono: 06 45494903 Giorni ed Orari della segreteria: dal Lunedì al Venerdì 10:30-18:30 E-mail: info@professionedoppiaggio.it www.facebook.com/scuoladoppiaggio

Dettagli

SEI IN CERCA DELL ATTIVITA GIUSTA PER TE?

SEI IN CERCA DELL ATTIVITA GIUSTA PER TE? SEI IN CERCA DELL ATTIVITA GIUSTA PER TE? Ti piacerebbe gestire la tua giornata lavorativa in LIBERTÀ e AUTONOMIA anche Part-Time o come Secondo Lavoro? Se vuoi dare una svolta definitiva alla tua vita

Dettagli

Classi quarta e quinta. Obiettivi specifici di apprendimento. Scuola secondaria

Classi quarta e quinta. Obiettivi specifici di apprendimento. Scuola secondaria ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLONGO COMMISSIONE DIDATTICA CON LE NUOVE TECNOLOGIE Proposta di curriculum per l insegnamento dell informatica nella scuola primaria e secondaria di primo grado Si legge ne I

Dettagli

Multimedialità. Multimedialità

Multimedialità. Multimedialità Obiettivi Il corso intende formare tecnici che integrino competenze di tipo informatico, tecnologico e di comunicazione audiovisiva attraverso una buona preparazione di base sugli aspetti fondamentali

Dettagli

Informatica. Classe Prima

Informatica. Classe Prima Informatica Classe Prima Obiettivo formativo Conoscenze Abilità Conoscere e utilizzare il computer per semplici attività didattiche Conoscere i componenti principali del computer. o Distinguere le parti

Dettagli

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Guida Pratica Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Integrare FileMaker Pro con Office pagina 1 Sommario Introduzione... 3 Prima di iniziare... 4 Condivisione di dati tra FileMaker Pro e Microsoft

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

Laboratorio di Informatica Musicale Prof. Luca A. Ludovico Anno Accademico 2006/07

Laboratorio di Informatica Musicale Prof. Luca A. Ludovico Anno Accademico 2006/07 Modalità d esame per il corso di Laboratorio di Informatica Musicale Prof. Luca A. Ludovico Anno Accademico 2006/07 1. Il progetto L esame si basa sulla realizzazione e sulla successiva discussione di

Dettagli