RE.CREATIVE 12.0 DJ SCHOOL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RE.CREATIVE 12.0 DJ SCHOOL"

Transcript

1 Non chiudere il tuo sogno. Fai ascoltare il tuo talento.

2

3 DJ & PRODUCER

4 RE.CREATIVE 12.0 DJ SCHOOL EDM & ELECTRONIC MUSIC SCHOOL Si occupa della formazione professionale dei DJ mettendo a disposizione un percorso di studi personalizzabile in base alle esigenze individuali. I docenti sono DJ professionisti, endorser per i più importanti marchi del mercato, tecnici di studio specializzati nel settore dance, musicisti professionisti specializzati in musica elettronica. Il suo metodo didattico è riconosciuto e testato con esami in sede supervisionati dalle aziende produttrici del software e dell hardware di riferimento. Ormai da diversi anni la tecnologia al servizio del DJ è in fase di rapida e costante evoluzione. Questo ha contribuito a diffondere l idea sbagliata che fare il DJ sia alla portata di tutti. Ma essere DJ non significa solamente saper mixare od utilizzare una console. In realtà l hardware e i software professionali sono complessi e ricchi di molteplici funzionalità. Per utilizzarli al meglio è necessario l intervento di un docente esperto. Il mondo del DJing è un mondo che soltanto un professionista del settore è in grado di spiegare e raccontare. Non basta realizzare un DJ set, bisogna anche conoscere quello che stà dietro alla filosofia, alla cultura, alle regole del mercato di un settore così particolare, cose che solo un professionista è in grado di raccontare. RE.CREATIVE 12.0 DJ & ELECTRONIC MUSIC SCHOOL nasce dall esigenza di colmare il vuoto formativo che attualmente caratterizza il settore DJing. Il corpo docente è formato da insegnanti che sono prima di tutto DJ, tecnici del suono e musicisti professionisti. Tutti italiani e tutti selezionati fra coloro che svolgono la propria attività con risultati riconosciuti e noti agli addetti ai lavori e al pubblico, non solo nazionale. Sin dall inizio il nostro progetto è stato accolto con entusiasmo dai responsabili italiani di tutte le aziende leader produttrici di software e hardware destinato ai DJ professionisti. Le collaborazioni con queste realtà internazionali sono il pieno riconoscimento degli alti standard qualitativi di RE.CREATIVE RE.CREATIVE 12.0 DJ SCHOOL EDM & ELECTRONIC MUSIC SCHOOL Sede: via Vitruvio Milano T PI: IT

5

6 LA SCUOLA RE.CREATIVE 12.0 è la prima scuola italiana specializzata nel settore della musica elettronica, che offre i più alti standard di formazione e di aggiornamento per DJ e Producer. Nasce dall esigenza di colmare il vuoto formativo che attualmente in Italia caratterizza il settore della musica elettronica e del DJing. La scuola unica nel suo genere si basa su una dotazione di attrezzature di ultima generazione, e si pone l ambizioso obiettivo di contribuire alla crescita culturale dei futuri DJ/ Producer italiani. Creata da una community di DJ, Re.Creative 12.0 insegna a chi la musica ce l ha nel sangue. La nostra mission è aiutare gli studenti di ogni età e livello di esperienza ad arricchire e aggiornare il proprio know-how mirato alla professione. Il programma di certificazione dei corsi è composto da un piano di studi ampliabile e personalizzabile. Le nostre classi sono vollutamente frequentate da un massimo di 8 alunni. Questo aiuta i docenti a lavorare in stretto contatto con gli alunni, aiutandoli nella loro personale crescita artistica. I corsi sono strutturati su diversi livelli, per adattarsi alla diversa capacità ed esperienza dell alunno. La passione per la musica e la tecnologia sono la caratteristica dei docenti di questa scuola; che si occupa della formazione professionale dei DJ mettendo a disposizione un percorso di studi personalizzabile in base alle esigenze individuali. I docenti sono DJ professionisti, endorser per i più importanti marchi del mercato, tecnici di studio specializzati nel settore dance, musicisti professionisti specializzati in musica elettronica. Il metodo didattico di RE.CREATIVE 12.0 è riconosciuto e testato con esami in sede supervisionati dalle aziende produttrici dei software e delgli hardware di riferimento. I corsi sono multilivello, ciò significa che si possono scegliere le materie principali e gli approfondimenti a seconda delle proprie esperienze e capacità.

7 LA SCUOLA DEI DJ PER I DJ Pensiamo da sempre che la professione del DJ sia legata ad una grande passione, quella per la musica. Per fare il DJ forse vi diranno che non è necessario fare un corso, ma per diventare professionista si. Per avere possibilità di successo è necessario conoscere e saper sfruttare appieno l esperienza dei professionisti, imparare a dialogare 2.0, conoscere le leggi del mercato e le figure professionali con le quali sarà necessario interagire per diventare professionisti. LA PROFESSIONE DEL DJ È CAMBIATA RADICALMENTE NEGLI ULTIMI 15 ANNI La tecnologia ha trasformato questa professione. Oggi un DJ può produrre da solo i propri remix ed i propri brani. La figura del DJ è sempre più vicina a quella del musicista. IL MONDO DEL DJ È DIFFERENTE DA QUELLO DEI MUSICISTI Ciò che da sempre contraddistingue il DJ professionista è la maniacale ricerca di musica, di suoni, il collezionismo. La musica come mezzo di espressione, la tecnologia come mezzo per esprimerla. La tecnologia sta facendo passi da gigante nel mondo del Djing ed è nostro scopo renderla accessibile a tutti. IL DJ PRODUCER Oggi la figura è la figura più discussa e più richiesta sia da chi organizza eventi, festival, locali, sia da chi produce musica. Il DJ Producer è quella figura professionale che conosce il pubblico, sa come si diverte, quali sono i meccanismi ed i modi per riprodurre certi brani in sequenza in modo da creare una playlist perfetta. Proprio per questo è il miglior produttore di musica, in quanto lo fa rivolgendosi direttamente al proprio pubblico. Oggi un DJ non è un DJ completo, se non è un produttore. Un moderno DJ deve essere capace di produrre, fondare e gestire etichette discografiche, oltre che essere capace di promuovere il proprio lavoro. IL DJ DEVE SAPERE COMUNICARE Essere un DJ oggi significa essere capace nelle pubbliche relazioni. Il suo lavoro necessità di conoscere tutti avere un progetto ben chiaro del suo lavoro in modo da poterlo permettere ad agenzie di booking internazionali; necessita quindi di un immagine, di sapere come entrare nel gotha dei blogger, di avere una pagina sulle chart di Beatport, sapere come stimolare continuamente l attenzione dal pubblico e non per ultimo essere un bravissimo DJ capace di utilizzare qualsiasi strumentazione tecnologica di ultima generazione. I NOSTRI CORSI SONO PENSATI PER CHI VUOLE TUTTO Non ci limitiamo ad insegnare le tecniche manuali di utilizzo di CD, Vinili o PC. I nostri corsi sono completi. Affrontano tutte le tematiche dalla cultura della musica dance, la conoscenza della sua struttura, l organizzazione della stessa, la psicologia e le problematiche tipiche di questa professione. Insegna a crearsi obbiettivi a breve e lungo termine. Non basta imparare ad usare un DAW per comporre, è necessario avere la musica nel cuore e la voglia di lavorare duro, da soli e in gruppo con gli altri studenti. UNA COMMUNITY PER IL FUTURO I nostri alunni crescono insieme, e affrontano ogni giorno sfide che li aiutano a comprendere come affrontare il lavoro più bello del mondo anche nelle sue problematiche più nascoste. Dal canto nostro è sempre una grande soddisfazione poter spingere gli alunni più capaci e volenterosi ad affrontare opportunità nel campo professionale, offrendo ai meritevoli a fine percorso stage professionali, partecipazioni a festival ed eventi.

8 DJ PRODUCER DUE TIPOLOGIE DI CORSI UN SOLO PERCORSO FORMATIVO IL percorso formativo del DJ PRODUCER combina l arte del DJing con le nuove tecniche di produzione e controllerism, remixando e creando un proprio stile di esecuzione dei brani indispensabile ad ogni artista per la sua riconoscibilità La tecnologia al servizio del DJ in rapida e costante evoluzione, ha contribuito a diffondere l idea sbagliata che fare il DJ sia alla portata di tutti. In realtà hardware e software professionali sono complessi e ricchi di funzioni, difficilmente individuabili senza un approcio didattico. RE.CREATIVE 12.0 si pone come alternativa all imperante tendenza all autodidattica nel segno della qualità. Essere DJ non significa solo saper mixare. Mentre nel passato l esperienza si tramandava da DJ a DJ, nell era del digitale, ciò non è più sufficiente. Un DJ professionista deve essere in grado di riconoscere i generi musicali per ascolto e per struttura. Ugualmente necessario diventa avere una conoscenza approfondita dell hardware e dei software più avanzati, dal CD al vinile al digitale, si deve essere in grado di lavorare in qualsiasi contesto, creare un sound unico grazie a un solido background musicale. Costruire DJ set di alto livello, caratterizza la personalità del DJ e quindi la riconoscibilità dello stesso artista. Queste sono le caratteristiche che distinguono il DJ mediocre dal DJ che può mirare a club e produzioni internazionali. I nostri corsi sono veri e propri percorsi professionali, guidati da professionisti del settore, e con unico obbiettivo la preparazione di figure professionali, confrontabili con i modelli europei. Sempre più spesso il dj professionista si trova a volere o dovere fare un salto di qualità nella propria carriera: iniziare cioè a pubblicare le proprie produzioni. Le conoscenze tecniche e i requisiti creativi necessari non sono affatto scontati: quello che viene comunemente definito DJ PRODUCER oggi infatti è una strana creatura polimorfica, in parte dj, in parte musicista e in parte ingegnere del suono. Il corso Producer di Recreative si pone come obiettivo quello di formare professionalmente artisti e renderli in grado di scalare le classifiche con le proprie produzioni. Il percorso è articolato in quattro moduli, ogni modulo si pone un obiettivo specifico da raggiungere e fornisce le competenze tecniche, culturali e creative atte a raggiungerlo. Il software principalmente utilizzato sarà Ableton Live 9 Suite, corredato da un ampia gamma delle migliori plugins prodotte da aziende leader quali Native Instruments, Waves, Spectrasonics e Fabfilter. Non mancheranno cenni ad altri software importanti quali Steinberg Cubase, Apple Logic Studio e Avid ProTools. OBIETTIVI DEL CORSO Gli studenti saranno in grado di lavorare a livello professionale nell ambito del DJing, in grado di selezionare mixare ma anche remixare ed addattare live le proprie performance sfruttando appieno le risorse offerte dalla tecnologia. Saranno inoltre preparati ad esibirsi dal vivo sfruttando al meglio i software e i controller a disposizione. Gli studenti saranno in grado di lavorare a livello professionale nell ambito della produzione di musica elettronica, creazione di brani originali, remix, colonne sonore ed effetti per le più svariate applicazioni. Saranno inoltre preparati ad esibirsi dal vivo sfruttando al meglio i software e i controller a disposizione. 8

9 L T DJ PRODUCER STRUMENTI DIDATTICI Le aule per i corsi mettono a disposzione attrezzature selezionate allo stato dell arte e di riferimento per i DJ PROFESSIONISTI. I banchi scolastici sono vere console attrezzate con Pioneer CDJ 2000 Nexus, Pioneer DJM 900 Nexus, Mixer Allen & Heath DB4, DB2, Native Instruments Traktor Kontrol S4 + F1, Cuffie e Monitor Pioneer HDJ, 27, Ableton Push per ogni allievo, tastiera Midi Novation, computer Macbookpro 15, scheda audioaudio 2, AKAY mpc40, Maschine e Maschine studio e tutto ciò che serve all alunno per apprendere in modo interattivo le materie delle lezioni tecniche. Inoltre ad ogni alunno è data la possibilità di disporre delle console anche al di fuori degli orari delle lezioni per lo svolgimento delle esercitazioni personali o di gruppo. PROSPETTIVE LAVORATIVE Gli studenti saranno qualificati per esibirsi in clubs e festival. Avranno inoltre la qualifica per lavorare in studi di produzione radio-cine-televisiva per quanto riguarda la creazione di effetti e colonne sonore. Potranno inoltre creare effetti e musiche per videogames, spettacoli teatrali e installazioni multimediali. PREREQUISITI Per partecipare al corso Producer sono necessarie solo una minima conoscenza dell uso di un personal computer e molta passione per la musica. Per accedere a questo corso è richiesto il superamento di un test attitudinale. SPONSOR TECNICI M U S I C A L I N Y I T S U A Q R U M P E N T O T S Q I T L U A Y M U S I C A L I N S T R U M P E N T O T S 9

10 STRUTTURA DEI CORSI CORSO FULL TIME DJ PRODUCER MASTER PROGRAM Il corso DJ PRODUCER MASTER PROGRAM è il programma completo che racchiude in un solo percorso didattico tutti i livelli di insegnamento dal basic al complete. Permette di apprendere in maniera bilanciata e organizzata le differenti materie e tecniche. Mescolare i rudimenti delle basi della musica con l apprendimento delle funzioni dei DAW di composizione. Sfruttare appieno un software per costruire, ma anche smontare o inventare uno strumento personalizzato con sound design o Max for live. Comprendere la genesi e la struttura dei generi musicali. Imparare a conoscere a fondo manualità e tecniche avanzate caratteristiche della moderna professione del DJ Producer. Il corso ha una durata di 5 mesi. Comprende i livelli Basic, Certificate e complete del corso DJ e del corso Producer. 400 ORE insegnamento in aula 300 ORE esercitazioni con tutor OBIETTIVO E TESI esercitazioni in gruppi di lavoro 10

11 DJ PRODUCER MASTER PROGRAM Il corso DJ PRODUCER MASTER PROGRAM è il corso completo che comprende tutto. Il programma del corso è costantemente monitorato da prove scritte e pratiche. Pretendiamo un impegno quotidiano, permettendo di ottenere al termine di un percorso relativamente breve, la possibilità di produrre e suonare brani propri. Il corso DJ PRODUCER MASTER PROGRAM si svolge dal lunedì al giovedì dalle alle Richiede una frequenza di otto ore al giorno fra pratica e teoria. Ha una durata di 6 mesi. Comprende tutte le materie dei due corsi DJ e Producer oltre a tanta pratica di laboratorio aiutati da un tutor. E il percorso didattico più completo ed esaustivo e sicuramente quello di maggior immediatezza. In genere dopo due / tre mesi si è gia in grado di comporre e suonare ad un ottimo livello. I vantaggi del corso DJ PRODUCER MASTER PROGRAM si possono riassumere in: Velocità di apprendimento a tutti i livelli Creazione di team di lavoro Velocità di assimilare oltre al vantaggio di avere sempre a disposizione gli insegnanti e i tutor Creazione di obbiettivi Possibilità di recuperi e aiuto personalizzato utilizzo delle attrezzature 8 ore al giorno. Se il vostro obbiettivo è fare una full immersion imparando ed allenandovi sulle migliori attrezzature disponibili sul mercato, vivendo 5 giorni alla settimana full time dalla mattina alla sera in mezzo a musica e DJ set, imparando a realizzare un DJ set, a creare i vostri brani, imparando a promuovervi in modo professionale, assimilando tutto quello che la cultura della musica dance offre a chi vuole fare questo mestiere, questo è il corso che fa per voi. Un tutor a disposizione tutto il tempo vi seguirà attraverso l apprendimento personalizzato e di gruppo nelle diverse classi delle materie che compongono il vostro piano studi. Gli alunni che escono da questo corso in sei mesi affrontano un programma ricco, ma sopratutto hanno la possibilità di accumulare moltissime ore di esercitazioni pratiche assistite. Pretendiamo un impegno quotidiano, permettendo di ottenere al termine di un percorso relativamente breve, la possibilità di produrre e suonare brani propri. Al termine del percorso di studi i nostri alunni saranno in grado di produrre un EP, promuoverlo, presentarsi su siti, social network, blog in modo completo e professionale. Avranno la capacità di realizzare un DJ Set con brani propri. 11

12 STRUTTURA DEI CORSI CORSI PART TIME DJ COMPLETE PRODUCER COMPLETE I corsi COMPLETE sono i due corsi contenuti nel MASTER PROGRAM declinati in due corsi serali di 6 mesi ciascuno che possono essere affrontati anche singolarmente. Le lezioni serali si tengono due volte la settimana dalle alle 21.15, il laboratorio è libero durante la settimana e prevede anch esso la supervisione costante di un tutor Ogni modulo Complete ha una durata di 6 mesi, richiede un impegno di 6 ore settimanali di lezioni in aula e un minimo di 6 ore settimanali di esercitazioni. Possono essere frequentati anche singolarmente. 1 ANNO 150 ORE insegnamento in aula 150 ORE esercitazioni con tutor facoltative OBIETTIVO E TESI 2 ANNO 150 ORE insegnamento in aula 150 ORE esercitazioni con tutor facoltative OBIETTIVO E TESI 12

13 CORSI PART TIME DJ COMPLETE PRODUCER COMPLETE Il corso DJ COMPLETE è il corso completo che comprende tutte le materie necessarie alla professione del DJ. Il programma del corso è costantemente monitorato da prove scritte e pratiche. Pretendiamo un impegno quotidiano, permettendo di ottenere al termine di un percorso relativamente breve, la possibilità di apprendere l arte del DJing, la cultura musicale, le basi della professione, il marketing. Il corso PRODUCER COMPLETE è il corso completo che comprende tutte le materie necessarie alla professione del DJ. Il programma del corso è costantemente monitorato da prove scritte e pratiche. Pretendiamo un impegno quotidiano, permettendo di ottenere al termine di un percorso relativamente breve, la possibilità di comporre propri brani, eseguire remix, finalizzarli e venderli sul web, le basi della professione, il marketing. I vantaggi dei corsi COMPLETE si possono riassumere in: Possibilità di gestire il tempo delle esercitazioni, optando per l aiuto del tutor o no. Libertà nella frequenza del corso. Velocità di assimilare oltre al vantaggio di avere sempre a disposizione gli insegnanti e i tutor Creazione di obbiettivi Possibilità di recuperi e aiuto personalizzato Utilizzo delle attrezzature della scuola facendone richiesta Un tutor e gli insegnanti sono sempre a disposizione per tutto il tempo del corso e vi seguirà attraverso l apprendimento personalizzato e di gruppo nelle diverse classi delle materie che compongono il vostro piano studi. Gli alunni che escono da questo corso in sei mesi affrontano un programma ricco. Al termine di ogni corso è richiesta una tesi ed un progetto. Il cumulo delle due tesi dà diritto al certificato Master Pro. 13

14

15

16 DJ COMPLETE IL corso è strutturato per trasmettere all alunno tutte le conoscenze e abilità necessarie per essere un moderno DJ dando ampio spazio a tutte le materie e tematiche inerenti siano esse di carattere tecnico/manuale o teorico/culturale. Il corso si pone l obiettivo di creare nell alunno una nuova forma mentis capace di trasformare il suo modo di ascoltare, giudicare, organizzare, comprare e creare la musica non più come semplice fruitore ma come un Dj professionista, trasmettendogli tutte le conoscenze necessarie per realizzare un DJ SET corretto, interessante e coinvolgente ed eseguito consapevolmente integrando le molteplici tecnologie ora a disposizione e sempre in evoluzione. Il corso darà spazio e approfondimento a materie quali Music Culture, Marketing, Web Marketing, Aspetti legali e fiscali, Conoscenza delle dinamiche lavorative, che faranno dello studente un soggetto abile e consapevole nel muoversi in un mercato in costante espansione e professionalizzazione Il corso sarà un continuo e variabile alternarsi di Fase Teorica e Fase Pratica affinché ogni singola nozione venga subito acquisita e verificata, alcuni argomenti saranno trattati in maniera duplice ma affrontati da punti di vista diversi, le aree di insegnamento sono DJ TECH (base e pro), DIGITAL DJ & CONTROLLER. MUSIC CULTURE, CLUB CULTURE, MARKETING. 16

17 DJ COMPLETE PROGRAMMA DEL CORSO Acquisizione di familiarità con la strumentazione classica ;sapere cablare e gestire una consolle per dj: CDJ Nexus, DJ Mixer Pro 4 Canali, Cuffie, Monitor, retrospettiva su Giradischi 1200/1210 e riproduzione stampa analogica Capire e conoscere la struttura e le differenze tra i generi musicali. La struttura della canzone di musica elettronica : intro ostro main drop sospensione crescendo diminuendo cantato ritornello etc etc dividere i generi musicali per caratteristiche specifiche di ritmo, bpm, energia capire e immaginare come e quali generi musicali possono coesistere e quali meno Elementi di equalizzazione sonora; conoscere e modulare la qualità del/dei brano/i riprodotto/i tramite l utilizzo di Alti,Medi,Bassi e Gain/Trim Contare la musica e gestire l ascolto in cuffia, sviluppare abilità fondamentali per realizzare un mix tra 2 brani Tecniche e i trucchi necessari per realizzare un Mix tra due brani: beatmatching, utilizzo di pitch control e ghiera manuale, master tempo imparare a realizzare diverse tipologie di Mix tra due brani, capire quali tipologie di Mix si associano allo specifico genere musicale realizzare tipologie di mix non convenzionali (generi diversi, bpm diversi,mash up etc.) Funzioni avanzate quali loop ed effetti conoscere le tipologie di effetti e le tipologie di loop per capire quando e come usarli in relazione al brano o al genere musicale al fine di stupire il pubblico in pista Harmonic mix o mixaggio in chiave. mixare secondo il criterio delle tonalità musicali Gestire un archivio musicale in maniera professionale, L archivio di un buon dj deve essere ricco e seguire regole specifiche Rekordbox. Imparare a utilizzare il software piooner che premete di massimizzare l utilizzo di file audio su chiavetta USB Concepire e realizzare un dj set modalità di ideazione artistica e realizzazione pratica di un dj set integrando le tecnologie disponibili nelle varie fasi del processo Registrare un DJ set Registrare per migliorare l esercitazione e registrare per creare una demo o mixtape ufficiale Psicologia del DJ. Immaginare, conoscere, capire, manipolare il pubblicco Deontologia professionale come si comporta un buon dj nei confronti dei committenti, del pubblico e dei colleghi Definizione di uno stile personale, darsi un identità musicale, stilistica e comunicativa che si realizzi in un nome d arte, un logo o quant altro senza dimenticare che diventare il proprio supereroe è uno dei primi passi per arrivare lontano Introduzione al mondo del lavoro e figure professionali. Panoramica sulle figure professionali e gli attori girano intono ai Dj ai Festival, Club, Discoteca e al mondo dell intrattenimento musicale. Panoramica sulle diverse tipologie di Dj professionista. Music culture. La nascita e la metamorfosi dei locali da ballo, i generi musicali le differenze. Il Club dagli anni 70 a oggi; analisi di tutti i generi musicali del millennio. Miscelare in Phrase. Comprendere la struttura dei brani, il mixaggio su battuta (beatmatching), e quello in sincrono (Phrase). Imparare a contare le barre in modo corretto. Tecniche avanzate di beatmatching. Caratteristiche di un giradischi. Caratteristiche di un CDJ Pioneer. Cenni di utilizzo professionale delle diverse funzioni del CDJ. I punti di cue. Serato e Traktor. Rekordbox. Le cuffie. Imparare le tecniche di cueing per passare da un brano all altro. L importanza dell ascolto dei brani e della pratica. La struttura dei brani. Capire come le canzoni sono costruite, introduzione a beats, bars e phrases. Saper contare i beats di una canzone per capire a che punto del pezzo ci si trova. Struttura delle canzoni: intro, verso (nei brani cantati ogni verso di solito ha liriche diverse), ritornello (la parte più trascinante del brano), breakdown (o ponte). Utilizzo mixer. Scoprire gli elementi fondamentali del mixer, familiarizzare con i controlli del mixer (inputs, outputs, multiple channels, cross-faders, channel-faders, monitoraggio delle cuffie, controlli 17

18 DJ COMPLETE equalizzatori, bilanciamento, hamster switch, effetti speciali, campionatori interni al mixer, contatori di beat interni al mixer, controlli midi), scegliere il mixer più adatto al proprio stile, mantenere il mixer in condizioni perfette. Caratteristiche avanzate di un CDJ. Scegliere tra i modelli di cd decks per DJ professionisti. Scaricare mp3 dal web e leggerli con il cd deck. Master tempo per rallentare o velocizzare una canzone senza cambiare la chiave in cui è stata scritta. Hot cues, loop, registrare pezzi di musica e poi risuonarli quando lo si desidera, reverse play. Hardware controllers. Aggiungere gli hardware controllers per mettere i cd decks e i mixer sotto controllo totale grazie ad appositi dispositivi. Tecniche avanzate. Tecniche di mixaggio professionali. Selezionare i migliori punti di mixaggio dei brani. Imparare ad utilizzare i controlli del mixer nel loro pieno potenziale. Controllare il sound del mix (cross-fader). Bilanciamento del suono attraverso gli equalizzatori. Spinback e dead-stop. Mixare diversi generi musicali. Traktor. Configurare manualmente il setup audio. Soundcard interna e interfaccia audio esterna. Internal e external mixing. Audio 8 DJ e Traktor Control Vinyl. Audio 8 DJ e Traktor Control CDs. Introduzione a Serato. Preparazione dell hardware SL3 e del software SSL. Modalità dei display. Visualizzazione della libreria musicale. Il browser Serato. Organizzazione della libreria musicale. Tecniche avanzate. Conoscere a fondo le tecniche di mixing avanzate. Elementi di equalizzazione sonora. Manualità avanzata, tecniche digitali. Equalizzazione ed effetti avanzati. Controllerism. Marketing web 2.0 Psicologia di massa. Tecniche di controllo e organizzazione del DJ Set. Trucchi del mestiere. DJing con Ableton. Maschine Native Instruments. Imparare ad utilizzare Maschine dela Native Instruments, molto più di un groovebox, integrabile come controller. Costruire un DJ set. Scegliere i brani da mixare insieme. L ultima generazione del beatmatching. Harmonic mixing: la combinazione delle chiavi armoniche. Determinare la tonalità del brano che si sta suonando. Sviluppare un proprio stile, creare un atmosfera e un sound trascinante e vario per chi sta ballando, evitare di ripetere le stesse scalette settimana dopo settimana. Creare un eccellente demo. Selezionare una lista di brani spettacolari, che abbiano una connessione tra di loro. Scegliere e sistemare in successione i pezzi: dalla house morbida alla house vocale, dalla American house trascinante ai pezzi dance da classifica fino alla trance. Allenarsi con il set prima di registrare. Registrare il demo utilizzando apparecchiature di alto livello per garantire la migliore qualità del suono. Ascoltare il demo da perfezionista assicurandosi che ogni dettaglio sia perfetto. Sound Cloud, mixcloud ed altri mezzi di promozione in rete. Aspetti legali e fiscali legati alla professione del DJ. La Siae e il patentino per la musica scaricata. Il borderau. Lavorare in proprio: il DJ Professionista aspetti fiscali e legali. Enpals. A-DJ. 18

19 PRODUCER COMPLETE L arte di riproporre un brano in una chiave interpretativa diversa è oggi essenziale per il dj producer. Inoltre ci sembra il modo migliore per introdurre il concetto di produzione in particolare per chi proviene già dal mondo del djing. Il corso comprende tutte le materie necessarie a chi vuole diventare producer, partendo dalle più basiche. Il corso incrocia diverse materie essenziali per il raggiungimento di obbietivi; si parte dall acustica, alle basi della musica, si imparano ad utilizzare Daw come Ableton live. Si costruiscono i propri suoni attraverso il Sound Design. Viene insegnata la finalizzazione attraverso il processo di mixing e mastering, che permette di esaltarne le peculiarità con qualunque supporto verrà in seguito riprodotto. Essere un artista talentuoso e un tecnico ineccepibile non basta per sfondare nel variopinto mondo del clubbing. Presa confidenza con il software e con il modo di lavorare (workflow) il secondo modulo si addentra più in profondità affrontando il corpo vero e proprio dell attività del compositore di musica dance elettronica. Il livello del corso è professionalizzante; vengono insegnati gli strumenti per ottenere dal lavoro realizzato fino ad un vero prodotto professionale. 19

20

21 PRODUCER COMPLETE PROGRAMMA DEL CORSO Introduzione al suono. Cos è il suono a livello fisico e percettivo. Cenni di acustica. Elementi fondamentali: frequenze, ampiezze, tempo. Il suono registrato: dall acustica al dominio analogico. Il suono nel contemporaneo: dall analogico al digitale. Ableton Live Basic. Funzioni principali e interfaccia, il mixer, il sequencer, tracce e clips, la vista Session e la vista Arrangement, il Piano roll. Ritmo e Melodia. Teoria musicale per il dj e la musica elettronica. Cos è il ritmo,la metrica e il tempo, come si compone un groove di batteria, utilizzare gli strumenti a disposizione per creare loop di batteria e percussioni. Cos è la melodia, intervalli, scale, tonalità, come si compone una melodia, una linea di basso, utilizzare gli strumenti per comporre melodie e parti di basso e lead. Storia del Clubbing e analisi strutturale. Le fasi storiche, i legami tra cultura classica e cultura musicale, introduzione a generi e sottogeneri, aspetti tecnici e creativi. Dalla sperimentazione al Mainstream. Ascolti selezionati. Analisi strutturale dei brani, composizione, stesura e arrangiamento Remixology. Differenze tra Mashup, Re-edit, Bootleg e Remix. I materiali originali a disposizione. L arte del taglia e cuci, come far funzionare parti originali e parti aggiuntive. Utilizzo avanzato del Warp di Ableton Live per la preparazione dei materiali. Struttura dei generi musicali. Riconoscere i generi musicali, la loro struttura, la loro evoluzione. Imparare astrutturare un brano partendo da un idea, trasformandola in midi ed elaborandola in maniera avanzata. Tecniche di mixdown. il mixer e le sue funzioni avanzate, effetti in insert e mandate ausiliarie. Processori di dinamica. Compressore, expander, gate e limiter. Quando come e perché si utilizzano Equalizzatori. Correggere il suono e Colorare il suono. I vari tipi di equalizzatori e le varie situazioni in cui utilizzarli. Spazializzazione, piazzamento nell immagine stereo e nella profondità, stereo enhancement e tecniche mid\ side, profondità tramite delay, riverberi e rapporti di volume. Cenni di mix multicanale. Mixdown avanzato. Gruppi, submix, bus, incollare le parti tra loro, utilizzo della sidechain in modo correttivo e creativo, processori avanzati come transient designers e processori psicoacustici, compressione parallela, saturazione e distorsione, chorus\phaser\flanger, filtraggio creativo e correttivo avanzato. Ableton Live avanzato. Stesura e arrangiamento. Come passare da semplici loops a partiture complesse, i vari blocchi di un brano, l utilizzo tecnico e creativo delle automazioni. Armonia. Dalla melodia alla polifonia, accordi e armonizzazioni, progressione di accordi. Armonizzare le varie parti tra loro, scelta dei suoni e approfondimento del midi e del piano roll. Sound Design. Introduzione: percorso del segnale, elementi di un synth,di un campionatore e di un mixer. Sound design degli elementi percussivi, creare i propri suoni di batteria, sintesi, campionamento, layering. Sound design e sintesi: creare i propri suoni di basso, lead, pad e atmosfere, utilizzando vari tipi di sintesi, in particolare quella sottrattiva e quella FM. Sound design con il campionatore: loops e slices, mutlisampling, dall uso delle librerie al campionamento di strumenti, layering e morphing, fusione di sintesi e campionamento. Sound design tramite gli effetti, uso di filtri, delay, riverberi e distorsioni in ambito creativo. Perfezionamento. Uso di rumori ed effetti di transizione: dal white noise ai risers, gli ultimi ritocchi che trasformano una buona traccia in una bomba da dancefloor. Groove. Cos è il groove, umanizzazione, swing, shuffle. Quantizzare o non quantizzare, estrarre il groove, ancora sullo slicing. Comparazione. Analisi dei principali Daw in commercio. Considerazioni sulla realizzazione e finalizzazione dei brani affrontando genere per genere le peculiarità di ognuno. Struttura dei generi musicali. Imparare la costruzione di un brano attraverso l analisi della struttura dei generi musicali. Preparazione al live. Creare loops personalizzati per esecuzioni live. Komplete 9 e le principali banche dati. Conoscenza ed approfondimento degli strumenti in commercio. PreMaster. Metering e livelli, come esportare una traccia per poi fare il mastering, traccia stereo o tracce separate, frequenza di campionamento e bit depth. Mixing & Mastering. Concetti base e breve storia del mastering. Ascolti. Eq master, compressione multibanda, armonic exciters e saturazioni multibanda, stereo imager e,infine, il limiter\maximizer. Marketing 2.0 & Co. La comunicazione, i media, i digital store, ma anche il vinile, i negozi, e tutto ciò bisogna conoscere per promuovere il proprio lavoro. 21

GUIDA RAPIDA ALL USO DI DJCONTROL MP3 LE E DJUCED 18

GUIDA RAPIDA ALL USO DI DJCONTROL MP3 LE E DJUCED 18 GUID RPID LL USO DI DJCONTROL MP3 LE E DJUCED 18 Installazione Inserisci il CD-ROM. vvia il programma di installazione. Segui le istruzioni. Ulteriori informazioni (forum, tutorial, video...) disponibili

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

ELABORARE FILE AUDIO CON AUDACITY Tutorial per le prime funzionalità

ELABORARE FILE AUDIO CON AUDACITY Tutorial per le prime funzionalità ELABORARE FILE AUDIO CON AUDACITY Tutorial per le prime funzionalità INDICE 1. Caricare un file audio. p. 2 2. Riprodurre una traccia. p. 2 3. Tagliare una traccia... p. 3 4. Spostare una traccia. p. 3

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

ipod nano Guida alle funzionalità

ipod nano Guida alle funzionalità ipod nano Guida alle funzionalità 1 Indice Capitolo 1 4 Nozioni di base di ipod nano 5 Panoramica su ipod nano 5 Utilizzare i controlli di ipod nano 7 Disabilitare i controlli di ipod nano 8 Utilizzare

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Preamplificazione: spalanca le porte al suono! Tra mixer, scheda audio, amplificazione, registrazione, il segnale audio compie un viaggio complicato, fatto a

Dettagli

AUTORIZZAZIONE DELLA SUITE DI PLUG IN SAFFIRE VST/AU Dovrete autorizzare la vostra suite di plug-in Saffire, prima di poterla utilizzare.

AUTORIZZAZIONE DELLA SUITE DI PLUG IN SAFFIRE VST/AU Dovrete autorizzare la vostra suite di plug-in Saffire, prima di poterla utilizzare. GUIDA VELOCE INTRODUZIONE Questa Guida è stata scritta per offrirvi le informazioni necessarie per iniziare ad utilizzare Saffire LE, installare il software fornito, autorizzare la suite di plug-in VST/AU

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu 1 Benvenuti dagli ideatori e sviluppatori del Chart Risk Manager Tool per MetaTrader 4. Raccomandiamo

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 -- selezioni nazionali per il Sziget Festival 2015 di Budapest (HU) e per l Home Festival 2015 di Treviso -- La selezione denominata SZIGET

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO

L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO 1 Enrico Strobino L UOMO IL CUI NOME È PRONUNCIATO Incontro immaginario tra Steve Reich e Gianni Rodari PREMESSA L esperienza che qui presento è stata realizzata nella classe 1aG della Scuola Media S.

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

ipod shuffle Manuale Utente

ipod shuffle Manuale Utente ipod shuffle Manuale Utente 1 Indice Capitolo 1 3 Informazioni su ipod shuffle Capitolo 2 5 Nozioni di base di ipod shuffle 5 Panoramica su ipod shuffle 6 Utilizzare i controlli di ipod shuffle 7 Collegare

Dettagli

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE TELECOMUNICAZIONI (TLC) Tele (lontano) Comunicare (inviare informazioni) Comunicare a distanza Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Segnale non elettrico Segnale elettrico TRASMESSO s x (t) Sorgente

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO TEMA Il concorso Un mondo tutto mio è dedicato all ambiente in cui vivono i bambini, come è e come lo vorrebbero. L idea è far descrivere agli alunni il posto ideale

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo.

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Tutti i bambini che ne fanno richiesta v engono ammessi al Coro,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo La Regione autonoma Valle d Aosta promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico, audiovisivo e multimediale,

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli