Supporto On Line Allegato FAQ

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Supporto On Line Allegato FAQ"

Transcript

1 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-84RD7W79516 Data ultima modifica 22/04/2010 Prodotto Dichiarazioni Fiscali Modulo Unico PF/SP/SC Oggetto Nuovo quadro Utility Calcolo del ROL e Spese di rappresentanza deducibili Il presente quadro, non compreso nella modulistica ministeriale, può essere utilizzato per agevolare il calcolo degli interessi passivi deducibili e delle spese di rappresentanza deducibili, al fine di compilare i relativi righi del quadro RF del modello Unico SC e dei quadri RF/RG per i modelli Unico SP ed Unico PF. Sono previste (solo per il modello Unico SC) due parti distinte: 1) Prospetto interessi passivi indeducibili R.O.L. La compilazione dei campi presenti in questa sezione permette di compilare automaticamente il Prospetto interessi passivi indeducibili (righi da RF118 ad RF121) Nella sezione Calcolo del ROL viene effettuato un riporto automatico dei valori dal quadro RS secondo le seguenti corrispondenze: Valore della produzione (A) = RS RS2701+ RS2801+ RS RS3001 Costi della produzione (B) = RS3101+ RS3201+ RS3301+ RS RS3501+ RS3601+ RS3701+ RS2602+ RS2702+ RS2802+ RS2902 Ammortamenti beni immateriali = RS3701_A Ammortamenti beni materiali = RS3701_B Nel caso si volesse compilare manualmente tali campi occorre barrare la casella Barrare per inibire il riporto dal quadro RS Dati di bilancio. Alla fine di tale sezione viene calcolato il ROL dell esercizio (rigo RF119 col.1) quale differenza tra il Valore della produzione ed il Costo della produzione (al netto delle voci non rilevanti). Nella sezione Calcolo degli interessi passivi da confrontare con il ROL vanno inseriti gli importi relativi agli interessi passivi risultanti dal bilancio civilistico ed agli interessi attivi. Per quanto concerne gli interessi passivi, tra le rettifiche in aumento sono previsti appositi campi per l inserimento degli interessi passivi capitalizzati su acquisto di immobili patrimoniali, degli interessi impliciti relativi ai contratti di leasing (vedi art.102, c.7 del TUIR) e di un campo residuale altri per l inserimento di altre eventuali tipologie rilevanti ai fini della nozione di interessi passivi come definita dall art.96, c.3 del TUIR (vedi anche C.M.n.19/E del 21 aprile 2009). Tra le rettifiche in diminuzione vanno indicate quelle categorie di interessi passivi che non sono soggette alla limitazione di deducibilità di cui all art.96; sono presenti appositi campi per l indicazione: - degli interessi passivi su finanziamenti ipotecari di immobili destinati alla locazione, a condizione che il mutuo ipotecario abbia ad oggetto gli stessi immobili successivamente concessi in locazione e che si tratti di interessi corrisposti relativamente all acquisto o alla costruzione di immobili (vedi C.M.n.19/E del 21 aprile 2009 par.2.2.5) - degli interessi per la costruzione/ristrutturazione degli immobili merce (vedi art.110 c.1 lett.b) TUIR) in quanto esclusi dall applicazione dell art.96 del TUIR: si tratta degli interessi Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 1 di 9

2 passivi capitalizzati ad incremento dei costi di costruzione o ristrutturazione degli immobili merce. - Delle eccedenze di interessi passivi di cui al rigo RV31 col.2 e al rigo RV64 col.2: sono le eccedenze in caso di fusione o scissione con retrodatazione degli effetti fiscali che la società dichiarante avente causa (incorporante, beneficiaria, ecc.) deve riportare nel rigo RF118 col.1 (vedi I.M. pag.49) - Della voce altri destinata ad eventuali altre tipologie non rilevanti ai fini del limite di deducibilità. Il campo Interessi passivi rilevanti RF118 col.1 riporta infine l importo relativo agli interessi passivi al netto delle variazioni in aumento e in diminuzione. Riguardo invece gli interessi attivi è presente il campo Interessi attivi da bilancio per l indicazione del valore degli interessi derivanti dal bilancio a cui si devono aggiungere gli interessi impliciti commerciali (vedi I.M.pag.49) e le altre variazioni aumento/diminuzione per determinare l importo del campo Interessi attivi rilevanti RF118 col.2. Di seguito, sulla base della compilazione precedente, vengono determinati i seguenti campi: - RF118 col.3 - Interessi passivi direttamente deducibili, quale minor valore risultante dal confronto tra i righi RF118 col.1 (interessi passivi rilevanti) e RF118 col.2 (interessi attivi rilevanti); - Interessi passivi indeducibili anni precedenti - RF118 col.4 - viene riportato l importo degli interessi passivi e degli oneri finanziari assimilati indeducibili nei precedenti periodi d imposta. Nei campi Eccedenze di interessi passivi di cui al rigo RV32 col.2 ed RV65 col.2 in caso di fusione o scissione, la società dichiarante avente causa (incorporante, beneficiaria, ecc.) può riportare anche le eccedenze di interessi passivi proprie e quelle trasferite dalle società danti causa (incorporata, scissa, ecc.) (vedi I.M. pag.49); NOTA: Riporti da quadro RF/Unico 2009 Il rigo RF118 col.4 Interessi passivi indeducibili anni precedenti, sviene riportato mediante conversione dal rigo RF121 col.3 - Interessi passivi non deducibili riportabili del quadro RF Unico SC/2009. Il rigo RF120 col.2 dal modello Unico 2009/SC non viene convertito in quanto tale rigo aveva nel modello ministeriale 2009 una finalità meramente espositiva, come era stato affermato nell errata corrige delle specifiche tecniche di USC in cui è presente la seguente lett. k): alla pagina 117, per i campi RF e RF viene inserita la seguente frase Il campo è presente sul modello esclusivamente per motivi espositivi, non potrà pertanto essere inserito nella fornitura telematica da inviare all'agenzia delle entrate. Infatti l'art.96 c.1 del TUIR prevede che le eccedenze di ROL prodotte a partire dal terzo periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31/12/2007 (quindi dal 2010) non utilizzate per la deduzione degli interessi passivi possono essere portate ad incremento del risultato operativo lordo dei successivi periodi d'imposta. Pertanto non si tratta delle eccedenze di ROL relative al 2008 ed al RF118 col.5 - Eccedenza interessi passivi: viene calcolata l eventuale eccedenza degli interessi passivi corrispondente alla somma dell importo indicato in RF118 col.4 e dell importo risultante dalla differenza, se positiva, tra gli importi di cui ai righi RF118 col.1 e col.2. Nella sezione Calcolo eccedenza interessi passivi indeducibili/ eccedenza ROL, vengono evidenziati i valori relativi al 30% del ROL dell esercizio e del Bonus di spettante in riferimento al periodo d imposta Sono presenti i seguenti campi: - Interessi passivi deducibili - RF119 col.2: qualora sia stata compilata la colonna 5 del rigo RF118, viene riportato il minore tra l importo indicato nella predetta colonna 5 ed il 30 per cento dell importo di cui al rigo RF119 col.1 aumentato di euro che rappresenta per il periodo d imposta 2009 il limite di deducibilità degli interessi passivi. Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 2 di 9

3 ESEMPI - 30% del ROL riportabile - RF120 col.2: (da riportare all esercizio successivo): va indicato l ammontare relativo al ROL eccedente l importo che è stato utilizzato pari alla differenza, se positiva, tra il 30 per cento dell importo di rigo RF119 col.1 e l importo di RF118 col.5. - Eccedenza interessi passivi indeducibili - RF121 col.3: (da riportare all esercizio successivo): va indicato l importo delle eccedenze di interessi passivi non deducibili rispetto al 30 per cento del ROL, pari alla differenza, se positiva, tra gli il rigo RF118 col.5 e quello di RF119 col.2. L ammontare degli interessi passivi di periodo indeducibili è pari alla differenza, se positiva, tra l importo indicato in RF121 col.3 e quello di RF118 col.4. Il medesimo importo viene riportato nel rigo RF16 col.1 quale variazione in aumento per l anno corrente. - RF54 col.13 Utilizzo eccedenze pregresse interessi passivi: viene riportato L importo relativo agli interessi passivi indeducibili pregressi che trova capienza nel limite dell importo del 30 per cento del ROL, ovvero il minor valore tra il rigo RF118 col.4 (interessi passivi indeducibili anni precedenti) e il rigo RF121 col.3 (eccedenza interessi passivi indeducibili) Si considerino i seguenti un esempi di compilazione: a) Utilizzo della franchigia 2009 ROL dell esercizio = differenza tra Valore e Costi della produzione = Interessi attivi = Interessi passivi = Eccedenza interessi passivi su interessi attivi = Interessi passivi pregressi = E possibile compilare il prospetto di utility in questo modo: Fig.1 Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 3 di 9

4 Fig.2 Di conseguenza il prospetto della modulistica (righi da RF118 ad RF121) ed il rigo RF54 (altre variazioni in diminuzione) risulteranno compilati come di seguito: Fig.3 Dove il rigo RF119 col.2 pari a è dato dalla somma di (30% del ROL) e di (bonus per il 2009) Fig.4 RF54 pari a è dato dalla differenza tra (eccedenza pregressa di cui al rigo RF118 col.4) e (eccedenza di periodo indicata in RF121 col.3) N.B.: la franchigia di può essere utilizzata solamente nel caso in cui l ammontare degli interessi passivi (di periodo e pregressi) non trovi interamente capienza nel ROL di periodo come nell esempio sopra esposto in cui a fronte di un ROL di esercizio pari a si registrano eccedenze complessive di interessi passivi pari a ( di periodo pregresse). b) Mancato utilizzo della franchigia 2009 ROL dell esercizio = differenza tra Valore e Costi della produzione = Interessi attivi = Interessi passivi = Eccedenza interessi passivi su interessi attivi = Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 4 di 9

5 Interessi passivi pregressi = E possibile compilare il prospetto di utility in questo modo: Fig.5 Fig.6 Di conseguenza il prospetto della modulistica (righi da RF118 ad RF121) ed il rigo RF54 (altre variazioni in diminuzione) risulteranno compilati come di seguito: Fig.7 Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 5 di 9

6 Dove l eccedenza di ROL di cui al rigo RF120 col.2 (data dalla differenza tra il 30% del ROL pari a e l eccedenza di interessi passivi pari a di cui al rigo RF118 col.5) sarà riportabile solo dal periodo d imposta Fig.8 Il rigo RF54 riporta come variazione in diminuzione l eccedenza pregressa di di cui al rigo RF118 col.4, essendo la stessa interamente deducibile nell esercizio. c) Presenza di interessi passivi indeducibili Si consideri il seguente esempio: Interessi passivi = Interessi attivi = Interessi passivi pregressi = ROL dell esercizio = Il prospetto risulta compilato come di seguito: Fig.9 Fig.10 Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 6 di 9

7 Il prospetto interessi passivi indeducibili del quadro RF ed il rigo RF16 risulteranno valorizzati nel modo seguente: Fig.11 In particolare al rigo RF16 viene calcolata una variazione in aumento pari a derivante dalla differenza tra l eccedenza totale pari a di cui al rigo RF121 col.3 e l eccedenza pregressa pari a di cui al rigo RF118 col.4. L eccedenza di cui al rigo RF16 è indeducibile ai sensi dell art.96 del TUIR. 2) Spese di rappresentanza Questa parte del quadro è finalizzata alla compilazione dei righi RF24 ed RF43 per le variazioni in aumento e in diminuzione relative alle spese di rappresentanza. Occorre anzitutto compilare il campo Tipologia per definire la situazione in cui si trova il soggetto in relazione alle diverse casistiche che si possono presentare. Infatti, in relazione alla tipologia indicata, la procedura prevede l abilitazione o l inibizione di alcuni campi del prospetto. 1- Situazione ordinaria La procedura richiede anzitutto di distinguere le spese di vitto e alloggio tra Spese di vitto e alloggio non di rappresentanza e Spese di vitto e alloggio di rappresentanza ; le prime, come precisato dall art.1, c.5 del D.M.19 novembre 2008, sono quelle sostenute per ospitare clienti, anche potenziali, in occasione di mostre, fiere, esposizioni ed eventi simili in cui sono esposti i beni ed i servizi prodotti dall impresa o in occasione di visite a sedi, stabilimenti o unità produttive e pertanto non sono soggette ai limiti di deducibilità del decreto stesso, ma solamente al limite del 75%. Le seconde, invece, sono quelle che soggiacciono al limite di deducibilità del 75% (art.109, c.5 TUIR) e ai parametri fissati dal comma 2 del decreto sopra citato. Gli importi indicati nei due campi in oggetto vengono sommati nel campo Totale spese di vitto e alloggio di cui al rigo RF24 col.1. Vengono proposti di seguito i campi Altre spese di rappresentanza RF24 col.2 e Altre spese di cui all art.108 e 109 c.4 TUIR i cui importi vengono sommati nel totale del campo Totale RF24 col.3. Tale importo costituisce la variazione in aumento da apportare pari all ammontare delle spese di rappresentanza contabilizzate nel conto economico dell esercizio. Come precisato dall Agenzia delle Entrate nella C.M. n.34/e del 13 luglio 2009, nell ipotesi in cui tra le spese di rappresentanza siano comprese anche le spese di vitto e alloggio occorre dapprima applicare a tali spese il limite di deducibilità del 75% (art.109, c.5 TUIR) e successivamente il limite di cui all art.108, c.2 del TUIR, in base al quale l importo delle predette spese, ridotto del 75% per effetto dell applicazione dell art.109, deve essere sommato all importo delle altre spese di rappresentanza. L importo così ottenuto è infine deducibile entro i parametri stabiliti dal c.2 del D.M. 19 novembre Pertanto, a seguire, la procedura determina l importo di cui al rigo 75% spese vitto e alloggio di rappresentanza - RF43 col.1 pari al 75% dell importo indicato nel campo Spese di vitto e alloggio di rappresentanza. Nella sezione Calcolo Spese di rappresentanza deducibili viene quindi messo a confronto l ammontare dei ricavi della gestione caratteristica con le spese di rappresentanza da sottoporre a test. Nel campo Ricavi gestione caratteristica vanno riportati i ricavi di cui alle voci A.1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni e A.5) - Altri ricavi e proventi del Conto Economico (vedi in proposito Ris.Min. n.143/e del 10/4/2008); Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 7 di 9

8 infatti la procedura propone nella barra di stato sottostante l importo derivante dalla somma dei righi RS26 col.1 e RS30 col.1, se presente la relativa sezione del quadro RS. Nella sezione Spese deducibili parametrate ai ricavi, sulla base degli importi inseriti nella sezione precedente, viene determinato il Plafond teorico di spese di rappresentanza deducibili applicando le percentuali di cui all art.1, c.2 del D.M. 19 novembre Viene calcolato pertanto il campo Spese di rappresentanza dell esercizio corrente deducibili a cui si aggiungono le eventuali spese di rappresentanza non dedotte nel periodo precedente qualora la società si fosse trovata nel 2008 in situazione di start-up; tale importo viene riportato nel campo Spese di rappresentanza esercizi precedenti (da Unico 2009) mediante conversione dal rigo RF145 col.1 del modello Unico SC/2009. Il totale confluisce infine nel campo Totale spese deducibili RF43 col.2 quale variazione in diminuzione dal reddito d impresa. Spese di rappresentanza anni precedenti (normativa previgente) - RF43 col.3: va indicata la quota delle spese di rappresentanza deducibili relative ai periodi d imposta precedenti di cui all art. 108, comma 2, del TUIR nella versione precedente alle modifiche apportate dal comma 33 dell art. 1 della legge 24 dicembre 2007, n. 244; Quota dell esercizio spese di cui agli artt.108 e 109 c.4 TUIR: indicare le quote delle spese contabilizzate in precedenti esercizi e rinviate ai successivi periodi di imposta, nonché le spese e gli oneri specificamente afferenti ricavi e altri proventi, che pur non risultando imputati al conto economico concorrono a formare il reddito dell esercizio, se dette spese e oneri risultino da elementi certi e precisi (art. 109, comma 4, del TUIR) 75% Spese di vitto e alloggio non di rappresentanza: va indicato l ammontare delle spese relative a prestazioni alberghiere e a somministrazione di alimenti e bevande non di rappresentanza, diverse da quelle di cui al comma 3 dell art. 95 del Tuir, esclusivamente deducibili ai sensi del comma 5 dell art. 109 del TUIR. Qui la procedura pertanto calcola il 75% dell importo del campo Spese di vitto e alloggio di rappresentanza. La somma dei tre campi precedenti viene riportata infine nel campo Totale RF43 col.4 quale variazione in diminuzione dal reddito d impresa. ESEMPIO Supponiamo che una società di capitali abbia conseguito ricavi pari a e sostenuto spese di rappresentanza per e spese di vitto e alloggio pari a , di cui qualificabili come spese di rappresentanza. Il presente prospetto va compilato come di seguito indicato: Fig.12 RF24 col.1 = = RF24 col.2 = RF24 col.4 = = Fig.13 Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 8 di 9

9 Fig.14 RF43 col.1 = =75% di RF43 col.2 = = *1.3% RF4303_A (Altre spese non di rappresentanza) = = 75% di RF43 col.4 = = Start up anno corrente In base alla disciplina prevista dall art.1 del D.M.19 novembre 2009, le imprese di nuova costituzione possono dedurre le spese di rappresentanza a partire dall esercizio in cui sono stati conseguiti i primi ricavi e al massimo in quello successivo, nel rispetto del limite quantitativo rappresentato dalla capienza del plafond di deducibilità relativo a tali due periodi. Pertanto il differimento della deducibilità delle spese di rappresentanza è limitato ai primi due esercizi in cui si realizzano i ricavi della gestione caratteristica. Con il codice 2 Start up anno corrente si intende la situazione di un impresa che nel 2009 non ha conseguito ricavi in quanto si trova in situazione di start up. Si precisa che non necessariamente il 2009 deve essere il primo anno di vita della società, in quanto si intende che la stessa poteva essere in start up anche nel Di conseguenza la compilazione del prospetto è finalizzata a determinare le spese di rappresentanza da rinviare ai periodi di imposta successivi e da evidenziare nel rigo RS140. Il campo Ricavi gestione caratteristica viene pertanto disattivato e viene invece abilitata la sottosezione Status di start up nell esercizio corrente all interno della Sezione riservata alle start up dove il campo Spese di rappresentanza dell esercizio riporta la somma dei campi Altre spese di rappresentanza RF24 col.2 e 75% spese vitto e alloggio di rappresentanza - RF43 col.1. Nel campo Spese di rappresentanza anni precedenti Unico 2009 vanno indicate le spese sostenute nei periodi precedenti e non dedotte per assenza di ricavi. La somma dei due precedenti campi viene totalizzata nel campo Totale da riportare in RS140 3 Cessazione Start up - primo esercizio cessazione status Si intende la situazione in cui il 2009 è il primo periodo d imposta in cui sono conseguiti i ricavi, mentre nel 2008 la società era in start up. In questo caso in particolare viene attivata la compilazione dei campi della sottosezione Status di start up in esercizi precedenti all interno della Sezione riservata alle start up. Nel campo Quota deducibile nell esercizio corrente viene riportato il minor valore risultante dalla differenza tra i campi Plafond teorico spese di rappresentanza e Spese di rappresentanza dell esercizio corrente deducibili ed il campo Spese di rappresentanza anni precedenti Unico Infine nel campo Totale da riportare in RS140 viene calcolata la differenza tra i due campi precedenti 4 Cessazione Start up - secondo esercizio cessazione status Tale codice va inserito qualora la società abbia cessato da due anni la situazione di start up e pertanto non può essere utilizzato in riferimento al periodo di imposta 2009 ma solo a partire dal 2010 in poi per i soggetti con periodo d imposta solare o per i soggetti con periodo d imposta a cavallo tra 2009 e NOTA: le considerazioni svolte sono applicabili anche per i modelli Unico SP ed Unico PF in cui è presente il quadro Utility Spese di rappresentanza (naturalmente con diversi nomi dei righi della modulistica). Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 9 di 9

Calcolo Imposte 2013

Calcolo Imposte 2013 Calcolo Imposte 2013 Presentiamo un utilissimo foglio di Excel che consente di determinare l ammontare delle imposte IRAP ed IRES per il 2013 ed incorpora il calcolo dell ACE, del ROL e della quota di

Dettagli

Nuovo regime di deducibilità degli interessi passivi

Nuovo regime di deducibilità degli interessi passivi Nuovo regime di deducibilità degli interessi passivi Art. 1 co. 33 lett. i), l) e co. 34 Gli interessi passivi, diversi da quelli che concorrono a formare il costo dei beni ai sensi dell art. 110, co.

Dettagli

INTERESSI PASSIVI: NUOVE MODALITÀ DI DEDUZIONE E INDICAZIONE IN DICHIARAZIONE. Dott. Pasquale SAGGESE

INTERESSI PASSIVI: NUOVE MODALITÀ DI DEDUZIONE E INDICAZIONE IN DICHIARAZIONE. Dott. Pasquale SAGGESE INTERESSI PASSIVI: NUOVE MODALITÀ DI DEDUZIONE E INDICAZIONE IN DICHIARAZIONE Dott. Pasquale SAGGESE Diretta 18 maggio 2009 SOGGETTI IRES - DISCIPLINA FISCALE COMMA 1: CRITERIO GENERALE DI DEDUCIBILITÀ

Dettagli

UNICO SC 2015: la deduzione degli interessi passivi Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners

UNICO SC 2015: la deduzione degli interessi passivi Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners UNICO SC 2015: la deduzione degli interessi passivi Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners ADEMPIMENTO " FISCO I soggetti IRES, in sede di calcolo

Dettagli

L AGEVOLAZIONE ACE E IL MOD. UNICO 2013 SC

L AGEVOLAZIONE ACE E IL MOD. UNICO 2013 SC INFORMATIVA N. 105 18 APRILE 2013 DICHIARAZIONI L AGEVOLAZIONE ACE E IL MOD. UNICO 2013 SC Art. 1, DL n. 201/2011 Decreto MEF 14.3.2012 Circolare Agenzia Entrate 20.9.2012, n. 35/E Informativa SEAC 14.3.2013,

Dettagli

Imposte 2016 Società di capitali IRAP 2017

Imposte 2016 Società di capitali IRAP 2017 Imposte 2016 Società di capitali 2017- IRAP 2017 Il software Imposte esercizio 2016 consente di determinare l ammontare delle imposte IRAP ed IRES, da accantonare in bilancio, ed incorpora il calcolo dell

Dettagli

Normativa e applicazioni pratiche

Normativa e applicazioni pratiche Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 154 30.05.2014 UNICO 2014 e interessi passivi Normativa e applicazioni pratiche Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: UNICO SC 2014 Il regime

Dettagli

ESEMPI DI COMPILAZIONE QUADRO RF UNICO E CALCOLO IMPOSTE. dott. Carlo Cappelluti

ESEMPI DI COMPILAZIONE QUADRO RF UNICO E CALCOLO IMPOSTE. dott. Carlo Cappelluti ESEMPI DI COMPILAZIONE QUADRO RF UNICO E CALCOLO IMPOSTE dott. Carlo Cappelluti LA SOCIETA ALFA SRL RILEVA, AL 31 DICEMBRE 2014, UN RISULTATO PRE-IMPOSTE PARI AD EURO 52.400 SI PROVVEDA ALLA COMPILAZIONE

Dettagli

Imposte 2017 Società di capitali IRAP 2018

Imposte 2017 Società di capitali IRAP 2018 Imposte 2017 Società di capitali 2018- IRAP 2018 Il software Imposte esercizio 2017 consente di determinare l ammontare delle imposte IRAP ed IRES, da accantonare in bilancio, ed incorpora il calcolo dell

Dettagli

Interessi passivi nel mod. UNICO 2014 Francesco Leone e Roberto Galiero - Dottori commercialisti in Milano

Interessi passivi nel mod. UNICO 2014 Francesco Leone e Roberto Galiero - Dottori commercialisti in Milano Interessi passivi nel mod. UNICO 2014 Francesco Leone e Roberto Galiero - Dottori commercialisti in Milano ADEMPIMENTO " FISCO L importo degli interessi passivi e degli oneri finanziari assimilati, indeducibili

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 43 01.07.2014 Interessi passivi non deducibili La determinazione dell ammontare degli interessi passivi deducibili ai sensi dell art. 96 TUIR.

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel A. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel A. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.1A DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Update comune... 4 2 ADEGUAMENTO

Dettagli

La determinazione del carico fiscale

La determinazione del carico fiscale La determinazione del carico fiscale Emanuele Perucci Traccia di Economia aziendale Il candidato, dopo aver illustrato il principio di competenza per la determinazione del reddito d impresa, soffermandosi

Dettagli

Interessi passivi e operatività del reddito d'impresa A cura di Mauro Nicola

Interessi passivi e operatività del reddito d'impresa A cura di Mauro Nicola Interessi passivi e operatività del reddito d'impresa A cura di Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara Interessi passivi espliciti in conto economico

Dettagli

FISCALITÀ DIRETTA UTILE PER L IMPRESA, GLI INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI

FISCALITÀ DIRETTA UTILE PER L IMPRESA, GLI INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI FISCALITÀ DIRETTA UTILE PER L IMPRESA, GLI INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI Le novità nei bilanci 2016, con la possibilità di scaricare file excel che riportano 2 esempi di calcolo della deducibilità degli

Dettagli

Deduzione ACE. Quadro generale. Nel modello UNICO SC

Deduzione ACE. Quadro generale. Nel modello UNICO SC Deduzione ACE Autore: Dott. P. Pirone Nel modello UNICO SC Il c.d. decreto salva Italia ha istituito l ACE, consistente nel riconoscimento di un beneficio fiscale a favore di quelle imprese che decidono

Dettagli

Sintesi Nota n. 1 Spese di rappresentanza Nozioni e nuovi criteri di deducibilità

Sintesi Nota n. 1 Spese di rappresentanza Nozioni e nuovi criteri di deducibilità Sintesi Nota n. 1 Spese di rappresentanza Nozioni e nuovi criteri di deducibilità Roma 01 aprile 2009 A cura del Dott. Marco Di Stefano (mdistefano.studio@gmail.com) in collaborazione con l A.GI.FOR. RIFERIMENTI

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 33 21.04.2016 Il reddito d impresa nel quadro G del modello Unico/PF Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Persone Fisiche Il quadro

Dettagli

NOVITA' PER LA DEDUCIBILITA' INTERESSI PASSIVI

NOVITA' PER LA DEDUCIBILITA' INTERESSI PASSIVI NOVITA' PER LA DEDUCIBILITA' INTERESSI PASSIVI NOVITÀ PER LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI Nell ambito del c.d. Decreto Internazionalizzazione, pubblicato recentemente sulla G.U., il Legislatore

Dettagli

L ACE 2014 PER I SOGGETTI IRPEF E IL MOD. UNICO 2015

L ACE 2014 PER I SOGGETTI IRPEF E IL MOD. UNICO 2015 INFORMATIVA N. 163 03 GIUGNO 2015 DICHIARAZIONI L ACE 2014 PER I SOGGETTI IRPEF E IL MOD. UNICO 2015 Art. 1, DL n. 201/2011 DM 14.3.2012 Circolare Agenzia Entrate 23.5.2014, n. 12/E Istruzioni mod. UNICO

Dettagli

Informativa n. 8. Spese di rappresentanza - Nozione e nuovi criteri di deducibilità (DM 19.11.2008) http://www.irdcec.it/ del 17 febbraio 2009 INDICE

Informativa n. 8. Spese di rappresentanza - Nozione e nuovi criteri di deducibilità (DM 19.11.2008) http://www.irdcec.it/ del 17 febbraio 2009 INDICE http://www.irdcec.it/ Via Paggiola n. 31-35013 CITTADELLA (PADOVA) Tel. 049.5970552 Fax 0499403554 info@ferrostudio.it www.ferrostudio.it Informativa n. 8 del 17 febbraio 2009 Spese di rappresentanza -

Dettagli

Art [ex artt. 75 e 98] Norme generali sui componenti del reddito d'impresa. Modificativo: D.L. 25 giugno 2008, n L. 6 agosto 2008, n.

Art [ex artt. 75 e 98] Norme generali sui componenti del reddito d'impresa. Modificativo: D.L. 25 giugno 2008, n L. 6 agosto 2008, n. D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 Art. 109. [ex artt. 75 e 98] Norme generali sui componenti del reddito d'impresa Modificativo: D.L. 25 giugno 2008, n. 112 - L. 6 agosto 2008, n. 133 Decorrenza: Dal periodo

Dettagli

D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, art. 96 D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 147

D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, art. 96 D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 147 La deducibilità degli interessi passivi in UNICO SC 2016 di Emiliano Ribacchi - Dottore commercialista in Roma - ACP Studio - Alonzo Committeri & Partners ADEMPIMENTO " FISCO I soggetti IRES sono tenuti

Dettagli

Su questo concetto si potrebbero aprire diversi scenari interpretativi oggetto di molti contenziosi con l Agenzia delle Entrate.

Su questo concetto si potrebbero aprire diversi scenari interpretativi oggetto di molti contenziosi con l Agenzia delle Entrate. IRAP 2013: cosa c'è di nuovo? Andrea Sergiacomo Il modello IRAP 2013, è destinato ad accogliere le nuove deduzioni per le imprese che assumono a tempo indeterminato lavoratrici e under 35, aumentate nel

Dettagli

#1064 Riporto cespiti in Dichiarazioni Fiscali (Raccordo cespiti, Verifica Operatività-Società di comodo, Spese di manutenzione e Maxi ammortamento)

#1064 Riporto cespiti in Dichiarazioni Fiscali (Raccordo cespiti, Verifica Operatività-Società di comodo, Spese di manutenzione e Maxi ammortamento) Suite Contabile Fiscale #1064 Riporto cespiti in Dichiarazioni Fiscali (Raccordo cespiti, Verifica Operatività-Società di comodo, Spese di manutenzione e Maxi ammortamento) Il modulo cespiti mette a disposizione

Dettagli

Deducibilità interessi passivi

Deducibilità interessi passivi Deducibilità interessi passivi L art. 1, comma 33, lettera i) della Legge 244/2007, (legge Finanziaria 2008), ha apportato profonde modifiche alle regole relative alla deducibilità degli interessi passivi,

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DELL ECCEDENZA ACE IN CREDITO D IMPOSTA E IL MOD. UNICO / IRAP 2015

LA TRASFORMAZIONE DELL ECCEDENZA ACE IN CREDITO D IMPOSTA E IL MOD. UNICO / IRAP 2015 INFORMATIVA N. 166 04 GIUGNO 2015 DICHIARAZIONI LA TRASFORMAZIONE DELL ECCEDENZA ACE IN CREDITO D IMPOSTA E IL MOD. UNICO / IRAP 2015 Art. 1, DL n. 201/2011 Art. 19, DL n. 91/2014 Istruzioni mod. UNICO

Dettagli

CIRCOLARE N. 36/E. Roma, 16 luglio 2009

CIRCOLARE N. 36/E. Roma, 16 luglio 2009 CIRCOLARE N. 36/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 luglio 2009 OGGETTO: Articolo 1, commi 50 e 51 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 Modifiche alla determinazione della base imponibile

Dettagli

I.R.E.S. Imposta sul reddito delle società art D.P.R. 917/86 Tuir

I.R.E.S. Imposta sul reddito delle società art D.P.R. 917/86 Tuir PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA I.R.E.S. Imposta sul reddito delle società art.72 161 D.P.R. 917/86 Tuir 1 I.R.E.S. ha sostituito l I.R.P.E.G. si applica a S.p.a.,S.a.p.a.,S.r.l.,cooperative,

Dettagli

Fiscal News N Perdite non compensate in Unico SC. La circolare di aggiornamento professionale Perdite d impresa

Fiscal News N Perdite non compensate in Unico SC. La circolare di aggiornamento professionale Perdite d impresa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 220 03.09.2014 Perdite non compensate in Unico SC Categoria: Ires Sottocategoria: Determinazione del reddito Il quadro RS è composto da diversi

Dettagli

ASPETTI FISCALI. Luca Asvisio - Marco Gabotto. 21 aprile 2016

ASPETTI FISCALI. Luca Asvisio - Marco Gabotto. 21 aprile 2016 ASPETTI FISCALI Luca Asvisio - Marco Gabotto 21 aprile 2016 art. 108 comma 2 T.U.I.R. art. 109 comma 5 T.U.I.R. D.M. 19.11.08 Art. 9 D.lgs. n.147/2015 Circolare Agenzia Entrate 34/2009 Risoluzioni Agenzia

Dettagli

Modello Unico 2015 Analisi novità e problematiche operative. Visto di conformità

Modello Unico 2015 Analisi novità e problematiche operative. Visto di conformità 1 Visto di conformità Adempimenti dichiarativi, scadenze e compensazioni 2 VISTO DI CONFORMITÀ Art. 1, c. 574, L. 147/2014 La casella Visto di conformità rilasciato ai sensi dell art. 35 del D.Lgs. n.

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERESSI PASSIVI ED IL BILANCIO 2008: LE NOVITA DI CUI TENERE CONTO

LA NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERESSI PASSIVI ED IL BILANCIO 2008: LE NOVITA DI CUI TENERE CONTO Circolare N. 22 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 24 marzo 2009 LA NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERESSI PASSIVI ED IL BILANCIO 2008: LE NOVITA DI CUI TENERE CONTO Con l approssimarsi della chiusura

Dettagli

Spese di rappresentanza per imprese e professionisti

Spese di rappresentanza per imprese e professionisti Trezzano Sul Naviglio 25/03/2016 Egregi Signori Clienti Loro indirizzi Circolare n. 7-2016 Spese di rappresentanza per imprese e professionisti Spese albergo e ristoranti Deducibilità Spese di rappresentanza

Dettagli

TRASFORMAZIONE AGEVOLATA ADEMPIMENTI PRATICI. Vincenzo GUARINO Stefania TELESCA

TRASFORMAZIONE AGEVOLATA ADEMPIMENTI PRATICI. Vincenzo GUARINO Stefania TELESCA ADEMPIMENTI PRATICI Vincenzo GUARINO Stefania TELESCA RISERVE DA SOCIETA DI CAPITALI Nella trasformazione di una società di capitali in società in società semplice, le riserve di utili vengono tassate

Dettagli

- Agenzia delle Entrate Provvedimento del 15 febbraio 2005 Gazzetta Ufficiale del 18 marzo 2005, n. 64

- Agenzia delle Entrate Provvedimento del 15 febbraio 2005 Gazzetta Ufficiale del 18 marzo 2005, n. 64 - Agenzia delle Entrate Provvedimento del 15 febbraio 2005 Gazzetta Ufficiale del 18 marzo 2005, n. 64 Approvazione del modello di dichiarazione "Unico 2005-SC", con le relative istruzioni, che le società

Dettagli

Esercitazione applicativa sull IRES

Esercitazione applicativa sull IRES Esercitazione applicativa sull IRES Esercitazione di economia politica per il quinto anno ITE di Emanuele Perucci Il caso Gli amministratori della società FARM Srl predispongono i dati per la compilazione

Dettagli

SPESE DI RAPPRESENTANZA SPESE DI RAPPRESENTANZA. Dott. Enrico ZANETTI

SPESE DI RAPPRESENTANZA SPESE DI RAPPRESENTANZA. Dott. Enrico ZANETTI Dott. Enrico ZANETTI Diretta 19 19 gennaio 2009 A DECORRERE DAL 2008 (2008/2009) SECONDO E TERZO PERIODO DEL CO. 2 DELL ART. 108 DEL TUIR LE SONO DEDUCIBILI NEL PERIODO DI IMPOSTA DI SOSTENIMENTO SE RISPONDENTI

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 178 12.05.2017 Spese di formazione per il professionista Novità dal 2017 A cura di Pasquale Pirone Categoria: Professionisti Sottocategoria: Varie

Dettagli

Le novità del modello Unico ENC

Le novità del modello Unico ENC Variazioni in aumento L articolo 3, comma 16-quater del D.L. 16/2012, ha modificato l articolo 102, comma 6, del TUIR eliminando la disposizione in base alla quale per i beni ceduti, nonché per quelli

Dettagli

Ammortamento, leasing e oneri pluriennali

Ammortamento, leasing e oneri pluriennali Ammortamento, leasing e oneri pluriennali Incontro Assolombarda 9 febbraio 2009 Enrico Tedesco- Tax Management & Planning Abrogazione deduzioni EC Ripristinato principio della previa imputazione a conto

Dettagli

Bilancio Consolidato di Gruppo a.a Le imposte correnti, anticipate e differite nel Bilancio consolidato

Bilancio Consolidato di Gruppo a.a Le imposte correnti, anticipate e differite nel Bilancio consolidato Le imposte correnti, anticipate e differite nel Bilancio consolidato 1 A. Le imposte correnti nel bilancio individuale Risultato prima delle imposte [posta di conto economico] (R.A.I.) Reddito imponibile

Dettagli

Voce Conto economico VA = variazioni in aumento VD = variazioni in diminuzione. VA adeguamento studi/parametri VA assegnazione beni merce ai soci

Voce Conto economico VA = variazioni in aumento VD = variazioni in diminuzione. VA adeguamento studi/parametri VA assegnazione beni merce ai soci Si analizzano, a partire dalle voci del Conto Economico, le principali variazioni fiscali ai fini IRES e IRAP (metodo da bilancio). Si precisa che talune voci di CE sono irrilevanti ai fini IRAP; per tali

Dettagli

TRATTAMENTO A FINI IRAP DI ATTIVITÀ COMMERCIALE E AGRICOLA NON PREVALENTE SVOLTE DA ENTI PUBBLICI

TRATTAMENTO A FINI IRAP DI ATTIVITÀ COMMERCIALE E AGRICOLA NON PREVALENTE SVOLTE DA ENTI PUBBLICI Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate - - - - - * * * * - - - - - TRATTAMENTO A FINI IRAP DI ATTIVITÀ COMMERCIALE E AGRICOLA NON PREVALENTE SVOLTE DA ENTI PUBBLICI Il presente approfondimento

Dettagli

BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE. Valori contabili ,00. Totale componenti positivi , ,15

BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE. Valori contabili ,00. Totale componenti positivi , ,15 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI GENOVA - 30/10/2017 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE

Dettagli

Seminario sugli aspetti fiscali del bilancio

Seminario sugli aspetti fiscali del bilancio Seminario sugli aspetti fiscali del bilancio Riccardo Cimini Ricercatore di Economia Aziendale rcimini@unitus.it A.A. 2016/2017 1 Tipologia Imposte indirette Imposte dirette Imposte comunali sugli immobili

Dettagli

IL REDDITO OPERATIVO LORDO (ROL) E LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI

IL REDDITO OPERATIVO LORDO (ROL) E LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI IL REDDITO OPERATIVO LORDO (ROL) E LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI 1 INDEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI: MOTIVAZIONI TEORICHE Indirizzare le fonti di finanziamento dell impresa verso capitale

Dettagli

BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE. Valori contabili ,00. Totale componenti positivi , ,65

BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE. Valori contabili ,00. Totale componenti positivi , ,65 ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI GENOVA - 29/05/2017 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER PRATICANTI DOTTORI COMMERCIALISTI BILANCIO D'ESERCIZIO DAL PUNTO DI VISTA FISCALE

Dettagli

L IRAP. Relatore: dott. Francesco Barone

L IRAP. Relatore: dott. Francesco Barone L IRAP Relatore: dott. Francesco Barone IRAP PER I SOGGETTI IRES La base imponibile è data dalla differenza tra il valore e i costi della produzione di cui alle lettere A) e B) dell art. 2425 c.c. con

Dettagli

- Ires I: - Soggetti passivideterminazione

- Ires I: - Soggetti passivideterminazione - Ires I: - Soggetti passivideterminazione del tributo 1 I soggetti Ires (Art. 73 del Tuir) Società di capitali residenti (esempio: s.p.a., s.r.l., s.a.p.a., società cooperative e di mutua assicurazione);

Dettagli

UNICO SC 2012 : il nuovo Prospetto interessi passivi non deducibili

UNICO SC 2012 : il nuovo Prospetto interessi passivi non deducibili UNICO SC 2012 : il nuovo Prospetto interessi passivi non deducibili di Francesco Leone (*) L ADEMPIMENTO La compilazione del Prospetto interessi passivi non deducibili del Modello UNICO SC 2012 (quadro

Dettagli

LE NOVITA FISCALI 2014: APPROFONDIMENTI E PRIME INDICAZIONI APPLICATIVE ANCHE ALLA LUCE DEI CHIARIMENTI DI TELEFISCO

LE NOVITA FISCALI 2014: APPROFONDIMENTI E PRIME INDICAZIONI APPLICATIVE ANCHE ALLA LUCE DEI CHIARIMENTI DI TELEFISCO www.commercialistideltriveneto.org LE NOVITA FISCALI 2014: APPROFONDIMENTI E PRIME INDICAZIONI APPLICATIVE ANCHE ALLA LUCE DEI CHIARIMENTI DI TELEFISCO Vicenza (VI) 14 Febbraio 2014 1 DEDUCIBILITÀ DEI

Dettagli

QUADRO CE CREDITO D IMPOSTA PER REDDITI PRODOTTI ALL ESTERO

QUADRO CE CREDITO D IMPOSTA PER REDDITI PRODOTTI ALL ESTERO QUADRO CE CREDITO D IMPOSTA PER REDDITI PRODOTTI ALL ESTERO ASPETTI GENERALI Questo Quadro deve essere utilizzato dagli enti non commerciali che hanno percepito redditi in un Paese estero nel quale sono

Dettagli

Le imposte sui redditi

Le imposte sui redditi Le imposte sui redditi CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA A.A. 2017-2018 BASE IMPONIBILE IRES Risultato ante imposte (componenti positivi di reddito di competenza componenti negativi di reddito

Dettagli

Simulazione reddito fiscale e imposte Esercizio 2015

Simulazione reddito fiscale e imposte Esercizio 2015 Simulazione reddito fiscale e imposte Esercizio 2015 Sistemi Forlì S.r.l. Via Jolanda Baldassari 6-47122 FORLI' Tel. 0543.783.172 Fax 0543-1900900 www.sistemiforli.it Capitale Sociale:. 25.000 - R.I. -

Dettagli

BOZZA INTERNET DEL 28/11/2008 ore 14:00 CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni

BOZZA INTERNET DEL 28/11/2008 ore 14:00 CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni BOZZA INTERNET DEL //00 ore :00 PERIODO D IMPOSTA 00 00 QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni RE Codice attività parametri e studi di settore: cause di esclusione

Dettagli

Ai gentili Clienti dello Studio

Ai gentili Clienti dello Studio INFORMATIVA N. 6 / 2017 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: SUPER AMMORTAMENTO - PROSPETTO PER LA DEDUZIONE DEL 40% NEL MODELLO UNICO Riferimenti Legislativi: Circ. n. 23/E/2016 Agenzia delle Entrate

Dettagli

FOCUS MENSILE FISCALITA SPESE DI RAPPRESENTANZA E OMAGGI. La disciplina ai fini IVA ed II.DD. delle spese di rappresentanza e omaggi alla clientela

FOCUS MENSILE FISCALITA SPESE DI RAPPRESENTANZA E OMAGGI. La disciplina ai fini IVA ed II.DD. delle spese di rappresentanza e omaggi alla clientela 1 FOCUS MENSILE FISCALITA SPESE DI RAPPRESENTANZA E OMAGGI La disciplina ai fini IVA ed II.DD. delle spese di rappresentanza e omaggi alla clientela Torino, 03 dicembre Relatore: Andrea Gippone - Commercialista

Dettagli

INTERESSI PASSIVI Novità Finanziaria 2008

INTERESSI PASSIVI Novità Finanziaria 2008 INTERESSI PASSIVI Novità Finanziaria 2008 ABROGAZIONE THIN CAPITALIZATION ABROGAZIONE PRO-RATA PATRIMONIALE NETTA SEPARAZIONE REGOLE SOGGETTI IRES/IRPEF DECORRENZA: esercizio successivo a quello in corso

Dettagli

Ai sensi dell art. 14, D.Lgs. n. 23/2011 così come risultante dopo le modifiche apportate dall art. 1, comma 715, Finanziaria 2014:

Ai sensi dell art. 14, D.Lgs. n. 23/2011 così come risultante dopo le modifiche apportate dall art. 1, comma 715, Finanziaria 2014: INFORMATIVA N. 142 14 MAGGIO 2015 DICHIARAZIONI LA DEDUCIBILITÀ DELL IMU 2014 Art. 14, D.Lgs. n. 23/2011 Art. 1, comma 508, Legge n. 190/2014 Art. 1, comma 9-quater, DL n. 4/2015 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

RELAZIONE TRA VALUTAZIONI CIVILISTICHE E FISCALI, LA FISCALITÀ DIFFERITA. Rif. dispensa

RELAZIONE TRA VALUTAZIONI CIVILISTICHE E FISCALI, LA FISCALITÀ DIFFERITA. Rif. dispensa RELAZIONE TRA VALUTAZIONI CIVILISTICHE E FISCALI, LA FISCALITÀ DIFFERITA Rif. dispensa 1. Le valutazioni di bilancio nel Codice Civile Sono prioritariamente individuati dall art 2426 del Codice Civile

Dettagli

Aggiornamento Archivi

Aggiornamento Archivi Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8FQMX574548 Data ultima modifica 15/04/2011 Prodotto Suite Bilancio Modulo Bilancio, Calcolo Imposte Correnti Anticipate e Differite Oggetto: Flusso per il riporto

Dettagli

DIFFERENZE TRA REDDITO CIVILISTICO E REDDITO FISCALE

DIFFERENZE TRA REDDITO CIVILISTICO E REDDITO FISCALE DIFFERENZE TRA REDDITO CIVILISTICO E REDDITO FISCALE DIFFERENZE PERMANENTI variazioni fiscali definitive che non verranno riassorbite in successivi esercizi (es. costi definitivamente non deducibili; ricavi

Dettagli

Esercitazione: la determinazione della base imponibile e delle imposte corrente, anticipate e differite

Esercitazione: la determinazione della base imponibile e delle imposte corrente, anticipate e differite Esercitazione: la determinazione della base imponibile e delle imposte corrente, anticipate e differite Al 31/12/2008 la Alfa S.p.A., società che opera nel settore industriale, presenta, tra gli altri,

Dettagli

Anno 2010 N. RF 51. La Nuova Redazione Fiscale PERDITE SU CREDITI DEDUCIBILITA NOTA DI CREDITO

Anno 2010 N. RF 51. La Nuova Redazione Fiscale PERDITE SU CREDITI DEDUCIBILITA NOTA DI CREDITO ODCEC VASTO Anno 2010 N. RF 51 La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 5 OGGETTO PERDITE SU DEDUCIBILITA NOTA DI CREDITO RIFERIMENTI ART. 2426 CC - ARTT. 101 C. 5 E 106 TUIR - ART.

Dettagli

NOVITA IN MATERIA DI IRAP. 10 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare

NOVITA IN MATERIA DI IRAP. 10 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare NOVITA IN MATERIA DI IRAP 10 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare RIDUZIONE ALIQUOTA IRAP ALIQUOTA RIDOTTA PER AGRICOLTURA RIPARAMETRAZIONE VALORI CORRELATI ALL ALIQUOTA IRAP RIPARAMETRAZIONE DEDUZIONI

Dettagli

- Il reddito d impresa- a) Norme generali, costi ricavi e valutazioni-determinazione del reddito d impresa; b) componenti positivi e

- Il reddito d impresa- a) Norme generali, costi ricavi e valutazioni-determinazione del reddito d impresa; b) componenti positivi e - Il reddito d impresa- a) Norme generali, costi ricavi e valutazioni-determinazione del reddito d impresa; b) componenti positivi e negativi-ammortamenti e accantonamenti-le valutazioni secondo le norme

Dettagli

Fervendo il periodo relativo alla compilazione alla dichiarazione dei redditi, si vuole proporre in tale

Fervendo il periodo relativo alla compilazione alla dichiarazione dei redditi, si vuole proporre in tale 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 21 05.04.2016 UNICO SP. Le principali novità nel Modello Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Fervendo il periodo relativo alla

Dettagli

Modello UNICO Alcuni quadri rilevanti

Modello UNICO Alcuni quadri rilevanti Modello UNICO Alcuni quadri rilevanti QUADRO RF 106 E SS PROSPETTO DEL PN Capitale sociale: esplicitare le somme trasferite riguardanti i fondi pubblici per le quali la legge ha permesso l imputazione

Dettagli

INFORMATIVA N. 2/2009

INFORMATIVA N. 2/2009 STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 20.2.2009 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 E mail: segreteria@studiogorini.it FAX 031.27.33.84 INFORMATIVA N. 2/2009 SPESE

Dettagli

B R B G D E 4 7 M 1 4 M K. 21 VENETO Dichiarazione BRBGDE47M14M048K BARBON EGIDIO VILLORBA TV M048 VIA GUIZZE N TIPO DI DICHIARAZIONE

B R B G D E 4 7 M 1 4 M K. 21 VENETO Dichiarazione BRBGDE47M14M048K BARBON EGIDIO VILLORBA TV M048 VIA GUIZZE N TIPO DI DICHIARAZIONE CODICE FISCALE B R B G D E M M 0 K TIPO DI DICHIARAZIONE CODICE REGIONE O PROVINCIA AUTONOMA Correttiva nei termini Dichiarazione integrativa a favore REGIONE O PROVINCIA AUTONOMA VENETO Dichiarazione

Dettagli

Anno 2013 N. RF099. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2013 N. RF099. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2013 N. RF099 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 10 OGGETTO ACE IN UNICO 2013 DI IMPRESE INDIVIDUALI E SOCIETA' DI PERSONE RIFERIMENTI ART. 1 DL 201/2011 - DM

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 58 10.06.2015 Deducibilità dell Irap riferita al costo del lavoro Ex art. 2, D.L. N. 201/2011 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 257 26.09.2014 Società di comodo: cause di esclusione e di disapplicazione Categoria: IRES Sottocategoria: Società di comodo L apposito prospetto

Dettagli

(i) l iscrizione di un provento, che nella voce 22 del conto economico quindi rettifica, in diminuzione, l ammontare delle imposte correnti;

(i) l iscrizione di un provento, che nella voce 22 del conto economico quindi rettifica, in diminuzione, l ammontare delle imposte correnti; Fiscalità differita ed anticipata: casi e soluzioni L iscrizione delle imposte differite attive e passive ad integrazione delle imposte correnti è necessaria al fine di rappresentare correttamente nel

Dettagli

UNICO PERSONE FISICHE ERRORI DA EVITARE. schede

UNICO PERSONE FISICHE ERRORI DA EVITARE. schede UNICO PERSONE FISICHE ERRORI DA EVITARE schede Quadro RA : redditi di terreni Errore :le colonne dove più frequentemente si verificano errori sono: Colonna 1 reddito dominicale (rivalutato dell 80%) Colonna

Dettagli

SERVIZIO CAF 730. Centro Assistenza Fiscale. Servizio Caf 730 STRUTTURA DEL MODELLO. INFORMATIVA N. 19 Prot DATA

SERVIZIO CAF 730. Centro Assistenza Fiscale. Servizio Caf 730 STRUTTURA DEL MODELLO. INFORMATIVA N. 19 Prot DATA Servizio Caf 730 Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 INFORMATIVA N. 19 Prot. 2343 DATA 16.03.2006 Settore: Oggetto: Riferimenti: IMPOSTE SUI REDDITI Modello di certificazione degli utili e quadro

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 44 03.12.2014 Immobiliari di gestione Disciplina contabile e fiscale Categoria: Immobili Sottocategoria: Patrimonio Sono immobiliari di gestione le società

Dettagli

Le novità del Mod. Unico a cura del Dott. Giorgio Gavelli Studio Sirri-Gavelli-Zavatta & Associati

Le novità del Mod. Unico a cura del Dott. Giorgio Gavelli Studio Sirri-Gavelli-Zavatta & Associati Le novità del Mod. Unico 2012 a cura del Dott. Giorgio Gavelli Studio Sirri-Gavelli-Zavatta & Associati Il frontespizio Dichiarazione integrativa Inserita casella «Dichiarazione integrativa (art. 2, comma

Dettagli

12. ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO FC

12. ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO FC 12. ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO FC Premessa L art. 167 del TUIR reca una speciale disciplina, cosiddetta CFC (controlled foreign companies), volta a contrastare il fenomeno della dislocazione

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore

730, Unico 2016 e Studi di settore 730, Unico 2016 e Studi di settore N. 16 29.03.2016 730: quadro K e amministratore di condominio Un confronto con il quadro AC di UNICO Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Una delle principali

Dettagli

LA NOVITA APPORTATA DAL DL 16/2012 1

LA NOVITA APPORTATA DAL DL 16/2012 1 Prot. n. F89/RNS Bologna, 07 giugno 2012 Oggetto: DEDUCIBILITA DEI CANONI DI LEASING ELIMINAZIONE DEL VINCOLO DELLA DURATA MINIMA DEL CONTRATTO NUOVE REGOLE DI DEDUCIBILITA Modifica apportata, al comma

Dettagli

Le imposte sui redditi C O R S O D I R A G I O N E R I A G E N E R A L E E D A P P L I C A T A

Le imposte sui redditi C O R S O D I R A G I O N E R I A G E N E R A L E E D A P P L I C A T A Le imposte sui redditi C O R S O D I R A G I O N E R I A G E N E R A L E E D A P P L I C A T A A. A. 2 0 1 6-2017 D O T T. S S A L A U R A M U L A S Imposta sul reddito delle società (IRES) riferimenti

Dettagli

IMMOBILI E SCORPORO AREA

IMMOBILI E SCORPORO AREA IMMOBILI E SCORPORO AREA La destinazione del fondo pregresso a cura del dott. Gigliotti Antonio Con l approvazione del D.L. 118 del 2 agosto 2007 il legislatore ha previsto che per lo scorporo del terreno

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 20 28.05.2014 La rateizzazione delle plusvalenze Aspetti contabili e fiscali Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Scritture contabili Le plusvalenze

Dettagli

Studi di settore: news nella compilazione

Studi di settore: news nella compilazione Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 21 16.06.2014 Studi di settore: news nella compilazione Categoria: Studi di settore Sottocategoria: Adeguamento L'Agenzia delle Entrate

Dettagli

a cura di Giovanni Mocci

a cura di Giovanni Mocci SPESE DI RAPPRESENTANZA E IMPRESE IN START UP: non è detto che la presenza di altri proventi compromette la riportabilità delle mancate deduzioni in assenza di ricavi da vendite e prestazioni a cura di

Dettagli

Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI COME SI COMPILA CASI PRATICI Il prospetto SX riguarda il riepilogo dei crediti e delle compensazioni.

Dettagli

LA DETERMINAZIONE DELLA BASE

LA DETERMINAZIONE DELLA BASE LA DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE IRES Paolo Fratini Facoltà di Economia Università degli Studi di Perugia Commissione Compliance aziendale CNDCEC CONTATTI Tel: 0744/422841 E-Mail: paolo.fratini@unipg.it

Dettagli

La fiscalità nelle decisioni finanziarie dell impresa. A cura di Lorenzo Faccincani

La fiscalità nelle decisioni finanziarie dell impresa. A cura di Lorenzo Faccincani La fiscalità nelle decisioni finanziarie dell impresa A cura di Lorenzo Faccincani I principi guida della finanza aziendale La finanza aziendale si base su tre principi fondamentali: Principio di INVESTIMENTO

Dettagli

Unico Società di Persone

Unico Società di Persone Nota Salvatempo Contabilità 14.09 25 maggio 2016 Unico Società di Persone Nuova modalità di generazione Studi di Settore da Contabilità Con la versione 2.1 di Dichiarazioni Fiscali, nei quadri di reddito

Dettagli

Strumenti e Materiali - Economia Aziendale

Strumenti e Materiali - Economia Aziendale Strumenti e Materiali - Economia Aziendale Esercitazioni in preparazione all Esame di Stato ESERCITAZIONE 5 reddito fiscale e calcolo dell Ires a cura di Daniela Lucarelli La Bergami s.p.a presenta il

Dettagli

Le operazioni straordinarie in UNICO 2013 SC

Le operazioni straordinarie in UNICO 2013 SC 1 di 5 16/01/2015 17:55 Le operazioni straordinarie in UNICO 2013 SC Pratica Fiscale e Professionale, 25 / 2013, p. 22 Dichiarazioni Le operazioni straordinarie in UNICO 2013 SC Ribacchi Emiliano Trova

Dettagli

NUOVO MODELLO IRAP 2009 D. Lgs , n Provv. Ag. Entrate L , n. 244

NUOVO MODELLO IRAP 2009 D. Lgs , n Provv. Ag. Entrate L , n. 244 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI SOGGETTI IRPEF SENZA OPZIONE SOGGETTI IRPEF CON OPZIONE E SOGGETTI IRES FILMATO Video Fisco 22.4.29 Info al n. 376-77513 NUOVO MODELLO IRAP 29 D. Lgs. 15.12.1997, n. 446 - Provv.

Dettagli

Deducibilità canoni Leasing

Deducibilità canoni Leasing Deducibilità canoni Leasing La deducibilità dei canoni di leasing per i professionisti Il comma 2 dell articolo 54 del TUIR (Testo Unico Imposte dirette) consente per i soggetti titolari di reddito di

Dettagli

Le dichiarazioni rigo per rigo

Le dichiarazioni rigo per rigo Le dichiarazioni rigo per rigo Modello Unico 2011 societàdi capitali ed enti La compensazione fra debiti e crediti in Unico 2011 1. DL n.78/2009 limiti all utilizzo dei crediti IVA di importo superiore

Dettagli

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni

CODICE FISCALE. REDDITI QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni Bozza del //00 PERIODO D IMPOSTA 00 0 QUADRO RE Reddito di lavoro autonomo derivante dall esercizio di arti e professioni RE Codice attività parametri: cause di esclusione studi di settore: cause di esclusione

Dettagli

2.3 QUADRO IC SOCIETÀ DI CAPITALI

2.3 QUADRO IC SOCIETÀ DI CAPITALI 2.3 QUADRO IC SOCIETÀ DI CAPITALI 2.3.1 Generalità Il quadro IC va utilizzato dalle società di capitali, enti commerciali ed equiparati per la determinazione del valore della produzione relativo all anno

Dettagli

CORSO BASE IL CALCOLO DELLE IMPOSTE NELLE SOCIETÀ DI CAPITALI

CORSO BASE IL CALCOLO DELLE IMPOSTE NELLE SOCIETÀ DI CAPITALI CORSO BASE IL CALCOLO DELLE IMPOSTE NELLE SOCIETÀ DI CAPITALI Do#. Pietro Ungari L ires, è l imposta sui redditi delle società di capitali relativa al reddito maturato nell esercizio, insieme all Irap

Dettagli

La determinazione del reddito imponibile e il calcolo delle imposte

La determinazione del reddito imponibile e il calcolo delle imposte La determinazione del reddito imponibile e il calcolo delle imposte Al 31/12/2004 la Alfa S.p.A., società che opera nel settore industriale, presenta, tra gli altri, i seguenti conti: Stralcio della situazione

Dettagli