Personal Mastery Report

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Personal Mastery Report"

Transcript

1 Persona Mastery Report Profio base Descrizione profii comportamentai Esempio nome società Esempio dipartimento Esempio posizione avoro Mario Esempio 18 ugio 14

2 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 Indice 1 Persona Mastery Report 3 11 omprendere a struttura de Persona Mastery Report 3 12 La descrizione dei Grafici 4 13 I grafici 5 14 I grafici 6 2 aratteristiche comportamentai di Mario Esempio 7 21 osa copisce maggiormente di Mario? Nea ricerca di autoaffermazione Ne vautare e situazioni Ne perseguire gi obiettivi 9 3 Aegati Informazioni di base su persoog Persona Profie Breve descrizione de modeo I profii comportamentai Breve descrizione dei profii comportamentai di riferimento John G Geier Avvertenze 22 persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 2

3 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 1 Persona Mastery Report 11 omprendere a struttura de Persona Mastery Report I persoog Persona Mastery Report permette di rifettere su se stessi a fronte di determinate attività, ambienti e reazioni Le risposte fornite nea compiazione de questionario che portano a descrivere i comportamenti e a interpretari, possono essere uteriormente personaizzate da compiatore* e fornire un vaido aiuto per rifettere sue reazioni con i propri coaboratori, cienti, partner e famiiari I primo capitoo contiene una introduzione aa struttura de report, in particoare iustra e descrive i grafici I secondo capitoo descrive e diverse interpretazioni de comportamento in rapporto a ambiente osservato (focus) e fornisce informazioni sui fattori che motivano e persone a mettere in atto un particoare tipo di comportamento Descrive e strategie in base ae quai e persone agiscono per svogere attività e compiti, risovere probemi e convincere gi atri, inotre affronta aspetto fondamentae dee intenzioni Pone, inotre, attenzione sugi aspetti de cambiamento, de comportamento in situazioni di tensione, de confitto, nonchè come a persona può agire più efficacemente nea coaborazione e a cosa reagisce positivamente L utimo capitoo, infine, prevede una parte generae che descrive brevemente i differenti profii de modeo e fornisce una panoramica generae dei custer di riferimento I persoog Persona Mastery Report focaizza a situazione attuae Si può identificare dove è necessario intervenire per cambiare Favorisce o sviuppo personae e a coaborazione con gi atri Le singoe interpretazioni contengono descrizioni e acuni esercizi per approfondire a conoscenza di se stessi Si suggerisce di confrontare e descrizioni de report con specifici esempi personai I persoog Mastery Report può essere considerato come una opportunità di diaogo con se stessi ne proprio percorso personae e avorativo e per sviuppare e riconoscere a megio a propria personaità Nota bene: i persoog Mastery Report permette di gettare e basi per una più approfondita conoscenza personae! *Personaizzare i proprio report significa utiizzaro per identificare e descrizioni nee quai ci si riconosce, evidenziare quee in cui non ci si riconosce o porre un punto di domanda su quee in cui non si ha a sicurezza di riconoscersi e sue quai si desidera ricevere un uteriore feedback In ta modo i Persona Mastery Report diventa uno strumento maggiormente personaizzato persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati 3 Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it)

4 Report di Mario Esempio - 18 ugio La descrizione dei Grafici I persoog Persona Mastery Report può presentare da uno a 4 grafici, a seconda dei questionari compiati: Persona Profie o Job Perception Inventory Grafico I Sé Pubbico I sè pubbico (Grafico I) è 'immagine di sè che si proietta sugi atri E' ciò che si desidera che gi atri conoscano di noi Da un punto di vista più ampio, i sè pubbico si sviuppa come risposta ae aspettative atrui Esso continua ad evoversi perchè tende ad adattarsi ai cambiamenti richiesti da'ambiente Si possono avere diversi sè pubbici in base ae persone e ae situazioni con cui ci si confronta e che richiedono diversi modi di comportarsi I punteggi de Grafico I rispecchiano 'intensità di ognuno dei quattro fattori (D, I, S e ) ne concetto di sè pubbico Grafico I - Sè Pubbico D I S % N ID 4 Grafico II Sé Privato I sè privato (Grafico II) è 'essenza dei nostri pensieri, chi siamo e che cosa ci attendiamo da noi stessi Le convinzioni che sottostanno a sè privato - a nostro carattere - risentono dei sentimenti e dee emozioni e si sono formate assai presto nea nostra vita Nonostante 'importanza degi anni di formazione di base, continuiamo a seezionare e nostre convinzioni, convaidandone acune, cambiandone atre e rifiutandone atre ancora Grafico III Sè Risutante Le più recenti teorie dea personaità descrivono i concetto di sè risutante come i punto d'incontro tra a persona e 'ambiente I Grafico III rappresenta i punto d'incontro tra i Grafico I, ciò che a persona ritiene che 'ambiente sociae si aspetti e i Grafico II, e aspettative che abbiamo su noi stessi Grafico II - Sè Privato D I S % N ID Grafico III - Sè Risutante D I S % N ID 4 4 persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 4

5 Report di Mario Esempio - 18 ugio I grafici % Grafico I - Sè Pubbico D I S % Grafico II - Sè Privato D I 1 2 S N ID Grafico III - Sè Risutante D I S % N ID 0 30 N ID persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 5

6 Report di Mario Esempio - 18 ugio I grafici 0 0 Grafico I - Sè Pubbico 30 D I S Grafico II - Sè Privato 30 D I S 0 Grafico III - Sè Risutante 30 D I S persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 6

7 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 2 aratteristiche comportamentai di Mario Esempio 21 osa copisce maggiormente di Mario? Di seguito viene presentata a descrizione generae de comportamento di Mario attraverso 'interpretazione dei grafici I, II e III % 0 30 N ID Grafico I - Sè Pubbico D I S La seguente descrizione si basa sui comportamenti che Mario tende ad agire ne'attività ed è basata su concetto di sé pubbico Grafico 1 Mario eccee ne trasformare idee mediocri in idee vincenti attraverso a cooperazione con gi atri La sua caratteristica principae è di far sentire gi atri importanti; ha rispetto per 'impegno dee persone, dando particoare vaore ae competenze in aree speciaistiche Le sue decisioni vengono prese sua base de'esperienza e dei fatti concreti, considerando e persone come parte essenziae de'equazione Ne confronto con gi atri, fornisce a prova migiore de suo modo di pensare, approfondendo e oro opinioni e ricercando e approfondendo i fatti che permetteranno oro di seezionare 'utie da'inutie Socievoe e ansioso di piacere, Mario si aspetta o stesso tipo di atteggiamento dagi atri; e eventuai ed occasionai forme di rifiuto possono infuenzarne a sensibiità Mario vuoe raggiungere i successo facendo piuttosto che contempando I modo di agire e di fare e cose è caratterizzato da rifessione e adattabiità È supportivo ne dirigere gi atri e si aspetta risutati tangibii in cambio È in grado di adattare e risorse personai a una varietà di attività La sua sfera di interessi è più ampia rispetto ai suoi incarichi ed è costantemente in cerca di idee che abbiano un'appicazione concreta Potenziai ambiti di attenzione per Mario per coaborare con atri Di seguito vengono descritti gi aspetti fondamentai da considerare per ottimizzare a coaborazione I tre punti di tensione che sono aa base dea coaborazione efficace sono: individuaismo vs orientamento a gruppo, giudizio vs comprensione e fermezza vs coaborazione % 0 30 Grafico II - Sè Privato D I S In reazione a modo con i quae ci si percepisce nea situazione di riferimento, i ricorso a uno piuttosto che a atro, può causare contrasti La focaizzazione uniaterae su un particoare comportamento può creare difficotà nea reazione coaborativa E importante creare equiibrio tra possibii punti di tensione e reagire fessibimente a quanto caratterizza un processo di coaborazione Di seguito si può eggere come questi aspetti possono infuenzare autoaffermazione attraverso i confronto individuaismo vsorientamento a gruppo, a vautazione dee situazioni in termini di ciò che è giusto e ciò che è sbagiato, attraverso i confronto tra giudizio vs comprensione e, infine, i corso d azione finaizzato agi obiettivi attraverso fermezza vs coaborazione (Queste interpretazioni sono basate su grafico II) N ID persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 7

8 Report di Mario Esempio - 18 ugio Nea ricerca di autoaffermazione Nea ricerca di autoaffermazione, Mario rivoge preferibimente energie a'affermazione de team che non a'affermazione personae La sua autostima è pesantemente infuenzata da cosa gi atri pensano e dicono di ui Istintivamente è portato a avoro in team piuttosto che a avoro individuae Le attese degi atri assumono maggiore importanza dee proprie e gran parte dea sua iniziativa è diretta a soddisfare e a conquistare a fiducia degi atri Soitamente Mario sa conquistare a fiducia degi atri attraverso a pazienza e a coerenza; poichè considera una misura de proprio vaore i numero e a quaità dee persone che hanno fiducia in ui Sviuppa a propria singoarità e indipendenza, assume 'iniziativa; crea erca uno scopo comune; costruisce unità; trova significati condivisi; cerca reciprocità, coaborazione Individuaismo 212 Ne vautare e situazioni 32 % vs 68 % Orientam a Gruppo Ne vautare e situazioni, Mario tende maggiormente ad interessarsi dee ragioni dei comportamenti piuttosto che a giudicari Mario crede che una struttura formae di regoe e regoamenti fornisca una cornice essenziae ma non sufficiente a regoare e intense competizioni de'ambiente di avoro Istintivamente cerca nee reti di reazioni interpersonai 'assistenza ne capire cosa è giusto o sbagiato ortesia, educazione, onore e eatà sono essenziai erca, inotre, di combinare critiche e interessamento, prestando uguae attenzione a giudicare e persone attraverso e regoe e ad essere toerante per i oro errori Mario desidera infatti essere risouto ma comprensivo, corretto ma indugente Difende i diritti dee persone; ritiene e persone responsabii; appica eggi e regoe; ricompensa e punisce Aiuta gi atri; rafforza e reazioni; considera e circostanze; enfatizza; perdona Giudizio 45 % vs 55 % omprensione persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 8

9 Report di Mario Esempio - 18 ugio Ne perseguire gi obiettivi Ne perseguire gi obiettivi, Mario tende a tenere un comportamento più coaborativo che fermo Mario crede che assumersi a responsabiità di sviuppare, presentare e difendere un punto di vista ben informato sia propedeutico a vero avoro È convinto che i maggiori sforzi dovrebbero essere fatti per trovare un accordo tra una motitudine di opinioni personai Tende ad ascotare, a fare domande, a negoziare e cerca compromessi che vadano a vantaggio dea maggioranza Le persone apprezzano a sua sincerità e ammirano i suoi sforzi per ottenere consenso Afferma i ruoo; si esprime risoutamente; si rifà ai principi; supera gi ostacoi E' aperto; ascota e domanda; negozia; trova compromessi, raggiunge un accordo; mette in pratica Fermezza % vs % oaborazione persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 9

10 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 I comportamento di Mario ne'attuae situazione % 0 Grafico III - Sè Risutante D I S I grafico III mostra i comportamento risutante ne'attuae situazione focaizzata e permette a rifessione individuae sui comportamenti assunti in quea situazione Descrizione basata su grafico III ISTRUZIONI: Personaizza i testo che segue: tra i comportamenti eencati scegi quei nei quai ti riconosci maggiormente rispetto aa situazione focaizzata 30 N ID ome Mario si comporta ne'attuae situazione? Mario tende a: ercare risposte immediate e seguire fermamente a proprie inee di condotta, una vota ottenuta 'approvazione Voere che e cose siano stabiite e decise in partenza; evitare unghe discussioni, quando possibie Prevenire i probemi; tenere a minimo e compicazioni inattese; avorare per mantenere stabiità Essere più estroverso che introverso Mostrare cautea ne'esprimere opinioni contrarie fino a che non ritiene che sia i momento giusto Non arrabbiarsi facimente ma dimenticare gi affronti con difficotà Annota qui e tue considerazioni persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it)

11 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 3 Aegati 31 Informazioni di base su persoog Persona Profie Questo capitoo descrive i persoog Persona Profie I modeo descrittivo sviuppato da John Geier si basa su quattro dimensioni de comportamento D, I, S e dea persona Le informazioni riportate di seguito forniscono una prima panoramica dei fondamentai de modeo stesso I modeo persoog Persona Profie descrive i comportamento dea persona con obiettivo di comprendere megio i propri bisogni e quei degi atri Si basa su assunto che i comportamento dee persone è i prodotto dea combinazione di due importanti fattori: a percezione de ambiente e a risposta ad esso La percezione de'ambiente è prevaentemente: non favorevoe o Percezione de ambiente favorevoe? La risposta dea persona a'ambiente è prevaentemente di tipo: assertivo o non assertivo? Risposta a ambiente assertiva non-assertiva non-favorevoe Dominante (direttiva) 124 auto (corretiva) favorevoe Infuente (interattiva) 123 Stabie (supportiva) persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 11

12 Report di Mario Esempio - 18 ugio Breve descrizione de modeo Sua base dea combinazione dei due fattori indicati ne paragrafo precedente, si possono deineare quattro tendenze comportamentai: e persone con uno stie Dominante agiscono e decidono Sono orientate aa risouzione dei probemi e a raggiungimento veoce dei risutati Le persone caratterizzate da uno stie Infuente sono aperte e comunicative Sono spinte a cercare di convincere e infuenzare gi atri Soitamente tendono ad esprimere i pensieri e sentimenti in maniera ottimistica Le persone con uno stie Stabie sono caratterizzate da comportamento coaborativo e prevedibie Sono spinte aa creazione di un ambiente equiibrato Sono soitamente pazienti, propense a'ascoto e tendono a concretizzare i programmi Le persone con uno stie auto sono discipinate e razionai Sono motivate a ricercare ati standard Voendo evitare i probemi, si affidano aa precisione e a'accuratezza persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 12

13 Report di Mario Esempio - 18 ugio I profii comportamentai I venti differenti profii comportamentai risutano daa combinazione dee quattro dimensioni I tipo di profio è determinato dai vaori ati e bassi nei grafici Numerose sono e possibiità di combinazione tra questi vaori ma qui riportiamo i venti profii che descrivono e tendenze comportamentai che sono presenti più frequentemente a'interno dea popoazione normae, e che più facimente possono venir differenziati 'uno da'atro Nee pagine seguenti sono presentate e descrizioni dei venti differenti profii comportamentai di riferimento I tuo Report Onine fornisce una descrizione dei differenti aspetti de tuo comportamento e de profio comportamentae de Job, se previsto Le descrizioni dea motivazione e dee strategie per una più ampia efficacia dee tendenze comportamentai di riferimento, aiuteranno a comprendere e varianti comportamentai che possono caratterizzare i propri coeghi, cienti, amici, famigiari Questa parte de Report è stata reaizzata per articoare i propri comportamenti in rapporto a quei degi atri persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 13

14 Report di Mario Esempio - 18 ugio Breve descrizione dei profii comportamentai di riferimento Tendenze comportamentai tende a cogiere e opportunità; ad apprezzare e situazioni difficii; a seezionare e priorità; a dare ordini; a ritenere e persone responsabii dee proprie azioni, a vautare i risutati, a premiare ed a punire; a non amare e ungaggini nè e vie indirette ; a preferire e situazioni de tipo Vinci o Perdi ; a dimostrare tempi rapidi di reazione e capacità di muoversi con risoutezza Può essere descritto come Sviuppatore Focus primario I controo degi eventi e de destino personae Motivato da opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare dominanza, individuaismo e autorità Lavora bene quando si trova in un ambiente in continuo cambiamento Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe mostrare empatia e comprensione; ascotare senza interrompere; utiizzare e obiezioni degi atri come opportunità; cambiare 'idea che a persuasione sia un terreno di scontro ; coinvogere gi atri sua base di una partecipazione vouta piuttosto che imposta; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari nea cooperazione di gruppo (Profii 23, 32, 234) Profio 1/D Tendenze comportamentai Tende ad essere i protagonista, a centro de'attenzione; a condividere consigi, informazioni e successo con gi atri; a stabiire un rapporto immediato con e persone attraverso a eva emozionae e a persuasione; tende ad incoraggiare gi atri a parare apertamente; trova difficotà ne controare gi atri; evita un approccio occhio per occhio ; conta sua buona voontà degi atri per 'assistenza Può essere descritto come Promotore Focus primario Impegnarsi in attività diverse Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare consenso, appartenenza e appagamento Lavora bene quando è ibero da controo e da'attenzione ai dettagi Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe concentrarsi su'attività; darsi vincoi di tempo; parare chiaramente ed in modo diretto; essere obiettivo ne prendere decisioni; affrontare e obiezioni man mano che si presentano; coaborare con persone con capacità compementari neo sviuppare un approccio organizzato (Profii 4, 43, 134) Profio 2/I Tendenze comportamentai Tende ad assicurare un ritmo costante e si attiene ad esso; a dimostrare pazienza; a farsi carico degi impegni; ad aspettarsi e dimostrare fedetà; a porre attenzione ai particoari importanti; a sostenere e difendere e convinzioni ed i vaori personai; ad apprezzare a natura e quanto di beo è intorno Può essere descritto come Stabiizzatore Focus primario Ottenere i successo attraverso a speciaizzazione Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare cooperazione, soddisfazione e non 'autorità Lavora bene quando ha tempo per utiizzare i metodi conosciuti Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe mantenere i controo anche se pressato da atri; adottare immediati provvedimenti nei confronti di cooro che non si assumono responsabiità; fissare inee guida per finaizzare e attività; aumentare a proattività, prendendo 'iniziativa anzichè dipendendo dae persone o dagi eventi; cercare coaborazione con persone con capacità compementari ne portare nuovi punti di vista ne'attività (Profii 12, 24, 124) Profio 3/S persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 14

15 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 Tendenze comportamentai Tende a confrontarsi con e cose piuttosto che con e persone; ad essere gentie con gi atri; ad indirizzare gi sforzi per ottenere a cooperazione senza esigera cercando un compromesso quando è necessario; a rispettare 'autorità riconosciuta; a credere che i avoro duro e e cose fatte bene paghino; a preferire responsabiità che richiedono avoro individuae e concentrazione Può essere descritto come Perfezionista Focus primario Portare ordine nee situazioni caotiche Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare competenza, scrupoosità e autodiscipina Lavora bene quando opera in progetti e programmi sviuppati ungo inee strutturate Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe stabiire nuovi rapporti con e persone; sviuppare una toeranza verso i confitto; acceerare i processo di presa di decisione; riconoscere che non tutti i probemi sono compicati; esercitarsi ne prendere decisioni rapide in aree meno importanti; cercare coaborazione con persone che hanno capacità compementari nea reazione personae con gi atri (Profii 2, 24, 123) Profio 4/ Tendenze comportamentai Preferisce stare fuori da gruppo invece di essere uno dei tanti ; tende a ricercare i successo come agente di cambiamento esercitando una forte capacità di infuenzamento; a soecitare gi sforzi degi atri; a sviuppare iberamente ed indipendentemente; a muoversi con un ritmo veoce; ad operare senza essere istruito su come fare Può essere descritto come Apripista Focus primario ostruire un'idea che serva ad uno scopo utie Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare individuaismo, assertività e reaizzazione dee attività Lavora bene quando ottiene prestigio ed autorità Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe attribuire più attenzione ae scadenze; evitare di insistere quando è sotto pressione; apprendere a deegare a cooro che possono essere tecnicamente a'atezza; sviuppare coaborazione con cooro che hanno capacità compementari ne ricercare fatti e neo sviuppare un ambiente prevedibie (Profii 14, 34, 134) Profio 12/DI Tendenze comportamentai Tende a trasformare i vincoi in opportunità; a sviuppare una significativa combinazione di assertività e di attenta reaizzazione; a sostenere e opinioni con profonda convinzione; a determinare i corsi di azione; ad affrontare gi ostacoi trincerandosi e manifestando minor disponibiità a'approfondimento Può essere descitto come Battistrada Focus primario Apprezzare, discriminare, seezionare e attività che assicurano vaore Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare autonomia, coraggio, praticità Lavora bene quando segue e attività daa progettazione aa reaizzazione Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe chiarire e azioni con gi atri; porsi imiti di tempo ne risovere i confitti e ne ricercare accordi; diventare aperto ae interpretazioni degi atri, aimentare e nuove idee attraverso i contributo dee conoscenze degi atri; voer cambiare i passo o 'approccio per accordaro con gi atri; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari di fessibiità e di tatto (Profii 21, 23, 32) Profio 13/DS persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 15

16 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 Tendenze comportamentai Tende ad assumere un approccio pratico; a porre domande piuttosto che forzare 'anaisi; a trovare risposte che derivano daa ogica e da'esperienza; ad attivare un'ampia preparazione estensiva; a focaizzarsi su'iniziare e suo sviuppare; a gestire direttamente; ad avere successo da progetti originai; ad evitare di essere imitato dagi atri; può essere descritto come Innovatore Focus primario reare e reaizzare nuove idee Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di reaizzazione, individuaismo e autonomia Lavora bene quando ha moto tempo per assicurare a correttezza Strategie per incrementare 'efficacia Ogni tanto dovrebbe riassarsi daa tensione degi sforzi di avoro; essere sia obiettivo sia atruista; prendere e decisioni più veocemente; tenere in considerazione i sentimenti degi atri prima di criticare a oro attività; dare riconoscimento agi atri per i oro sforzi; coaborare con persone con capacità compementari di reazione sociae e di mediazione dee tensioni (Profii 12, 21, 23) Profio 14/D Tendenze comportamentai Tende a avorare sue motivazioni degi atri; a catturare 'attenzione degi atri con un atteggiamento positivo e con paroe ben scete; a ricercare una conferma dagi atri; a cercare di ripetere i successi passati; a diventare irritabie quando viene schiacciato daa routine; ad avere bisogno di vedersi e di sentirsi bene ; a rifiutare e situazioni che mancano di visibiità o di soddisfazione Può essere descritto come Persuasore Focus primario Visuaizzare i risutati di successo Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare assertività, appartenenza e reaizzazioni uniche Lavora bene quando si trova a contatto con persone diverse Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe misurare gi sforzi; evitare di esaurirsi; essere sincero quando eogia gi atri; asciare tempo agi atri per esprimere i dubbi, e apprensioni e e critiche; evitare di stravendere ; sapere quando smettere di persuadere; coaborare con persone con capacità compementari di organizzazione e di pianificazione sistematica (Profii 13, 14, 34) Profio 21/ID Tendenze comportamentai Tende a reazionarsi con e persone per sviuppare un ambiente unico ed amichevoe; a costruire ponti tra gi individui ed i gruppi di avoro; a stimoare affetto negi atri; a correre i rischio di essere troppo comprensivo e di non ritenere e persone responsabii dee oro azioni; a condividere ciò che possiede, coinvogendo gi atri ne processo di decisione Può essere descritto come Armonizzatore Focus primario Assistere gi atri e renderi capaci di aiutare se stessi Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare accettazione, eatà e fiducia Lavora megio quando si impegna in un coinvogimento amichevoe ed informae con gi atri Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe competare i avoro in maniera ordinata ed entro i tempi stabiiti; perseverare sui dettagi chiave; essere deciso e diretto di fronte a confitti interpersonai; essere più assertivo; coaborare con persone con capacità compementari neo sviuppo di opinioni basate sui fatti (Profii 14, 34, 41) Profio 23/IS persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 16

17 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 Tendenze comportamentai Tende a dare risposte ai bisogni degi atri; ad anticipare e a prepararsi per affrontare e difficotà; ad essere pieno di risorse; a trovare modi per fa sì che e cose accadano; a fornire motivi inconfutabii per cambiare direzione, a vautare gi eventi e e persone in modo critico; ad essere aperto a nuove e intriganti idee Può essere descritto come Vaorizzatore Focus primario Pianificare per affrontare e contingenze Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare assertività, individuaismo e reaizzazioni inusuai Lavora megio quando mette in mostra i suoi taenti e e sue capacità Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe mantenere e promesse; soddisfare gi obbighi; mostrare sensibiità ne contattare gi atri; evitare tattiche diatorie; accettare controi di merito; accettare in modo costruttivo anche i giudizi sfavorevoi; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari ne avorare con attenzione su specifici dettagi (Profii 3, 13, 234) Profio 24/I Tendenze comportamentai Tende ad ascotare criticamente; ad esporare i punti deboi dee posizioni antagoniste; ad essere concentrato, diigente ed attento osservatore; a combinare i fatti per sviuppare nuovi metodi di operare; a guadagnare rispetto attraverso 'azione piuttosto che con e paroe; a porre domande acute; ad essere stimoato da possedere conoscenze che spesso sviuppa in campi specifici Può essere descritto come Speciaista Focus primario Si impegna per risutati che possono essere quantificati Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esercitare competenza, finaizzazione ed un ato iveo di risutati Lavora megio quando ottiene rispetto dae persone di pari grado che hanno obiettivi comuni Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe mostrare fessibiità e motivazione ne ripensare e strategie; utiizzare schemi che chiarifichino e idee; evitare che si sedimentino o crescano motivi di risentimento; accettare gi atri indipendentemente dae oro capacità inteettive; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari nea comunicazione dipomatica e persuasiva (Profii 21, 123, 124) Profio 31/SD Tendenze comportamentai Tende a stabiire un'atmosfera favorevoe; ad ascotare gi atri attentamente; a dare ae persone queo di cui hanno veramente bisogno anche quando ciò comporta un maggior impegno; ad essere aperto a nuove idee e procedure; a considerare seriamente e opinioni degi atri; ad emuare i coeghi di successo; ad organizzare; a verificare i particoari importanti; ad essere sincero, caoroso e a vaorizzare e persone Può essere descritto come onciiatore Focus primario Assicurare uguagianza di opportunità ed equiibrio Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno di appartenenza, fedetà e sacrificio personae Lavora megio quando gi vengono assegnati obiettivi chiari e definiti Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe cercare nuove sfide; aumentare a fessibiità ne avoro routinario; provare e assumere ruoi nuovi e diversi; chiedere agi atri di assistero nei dettagi; sviuppare fermezza e prontezza di risposta; coaborare con persone con capacità compementari ne'assumere rischi e neo sviuppo di idee innovative (Profii 1, 12, 13) Profio 32/SI persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 17

18 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 Tendenze comportamentai Tende a guadagnare rispetto; ad ottenere successo attraverso a diigenza; a raccogiere dati per supportare e concusioni; a cercare sicurezze attraverso idee verificate; ad arrivare a consenso attraverso domande e compromessi; preferisce condividere a responsabiità e far prendere a decisione finae agi atri; a pianificare prima di promettere Può essere descritto come Standardizzatore Focus primario Seguire percorsi definiti e coerenti Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di appartenenza, competezza e prevedibiità Lavora megio quando ha una accurata pianificazione de avoro Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe esprimere i concetti in maniera aperta e diretta; accettare maggiormente e critiche; mostrare maggiore orientamento a cambiamento; confrontarsi con e persone difficii, incoraggiare i confronto; condividere con gi atri a sua programmazione; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari ne'esprimere opinioni in maniera sempice (Profii 12, 21, 32) Profio 34/S Tendenze comportamentai Tende a soppesare e diverse componenti di un probema; a sforzarsi di prendere a decisione giusta; a scegiere in base a verifiche ed esperienze ripetute; a chiarire i probemi ed esempificare i processi; a usare un ritmo ponderato, un modo accurato di esprimersi e di fornire spiegazioni dettagiate; a riservare un comportamento di attenzione, di aiuto, di empatia e di comprensione per poche e seezionate persone Può essere descritto come Sperimentatore Focus primario Sviuppare idee e metodi appicabii Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di ottenere risutati importanti, preferibimente da soo e con discipina Lavora megio quando verifica 'utiità di un'idea Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe asciare più spazio ae proprie emozioni, in particoare a'ottimismo; sorridere; imparare ad affrontare eventuai rifiuti"; sviuppare ne gruppo ameno una fonte di fiducia che funzioni da cassa di risonanza; incoraggiare gi atri a domandare, dare feedback; mantenere una mente aperta; dare ae persone una seconda possibiità; risovere i disaccordi invece di rimandari; sviuppare coaborazione con persone con stii compementari orientati aa reazione (Profii 3, 23, 234) Profio 41/D Tendenze comportamentai Tende ad essere cordiae, di tatto e ad aderire ai comportamenti attesi ed accettati da'ambiente; a ragionare in termini di si dovrebbe o non si dovrebbe più per sé che per gi atri; a sviuppare approcci anaitici e sistematici; ad aspettarsi riconoscimenti economici o benefici, a fare e cose giuste, a predire i risutati di una sequenza di eventi Può essere descritto come Vautatore Focus primario Verificare e idee Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di reaizzazioni importanti, di correttezza e di conoscenza Lavora megio quando crea quacosa di vaore e di quaità Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe essere meno duro ne vautare gi atri; accettare e persone per come sono; concedere agi atri di prendere e proprie decisioni; ascotare apprezzando i buon senso negi atri; perseverare sui dettagi che competano un compito; sviuppare scadenze reaistiche; essere fermo sugi aspetti minori di un probema; accettare e obiezioni evitando di perdersi in ungaggini; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari per pazienza e per determinazione (Profii 3, 4, 43) Profio 42/I persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 18

19 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 Tendenze comportamentai Tende a credere nea possibiità di anticipare i probemi; a utiizzare strategie difensive per evitare difficotà; a considerare tutte e parti di un probema; ad essere razionae e ragionevoe; a trasmettere un forte senso di ciò che è giusto e di ciò che è sbagiato; a avorare per far raggiungere un compromesso tra e persone; ad utiizzare un inguaggio accurato; ad essere attento ai dettagi; ad accettare rischi cacoati dopo aver esaminato i fatti Può essere descritto come Pensatore ritico Focus primario Gestire e attività con capacità pratiche Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di esperienza, di conoscenza e di ordine Lavora megio quando è in un ambiente ben definito e ibero da confitti Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe mostrare caore e comprensione per gi atri; verbaizzare e chiarire e posizioni ed i compiti; sviuppare toeranza ai confitti; utiizzare tatto, comunicazione dipomatica anche quando viene sfidato; porre domande per incoraggiare a partecipazione degi atri; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari ne riunire e persone (Profii 2, 42, 234) Profio 43/S Tendenze comportamentai Tende a comunicare bene con una grande varietà di persone; a mostrare motivazione per 'ascoto, per e domande, per a negoziazione e i compromesso; ad essere stimoato da idee nuove, da quanto è vivace e da confronto amichevoe; tende ad avere fiducia in se stesso; ad utiizzare sia e emozioni sia i fatti per supportare e convinzioni personai Può essere descritto come Amministratore-Gestore Focus primario Ecceere e sviuppare nuove opzioni Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno di successo, di autorità e di appartenenza Lavora megio quando si confronta con quanto è bizzarro ed insoito Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe iniziare un confronto per risovere e situazioni ambigue; imparare ad accettare cooro che sono, nea pratica, più tradizionai e convenzionai; rispondere in modo non difensivo ae domande che riguardano e prestazioni; identificare i criteri di vautazione; sviuppare coaborazine con persone con capacità compementari nea verifica de'accuratezza (Profii 14, 31, 41) Profio 123/DIS Tendenze comportamentai Tende a trasformare e situazioni perdenti in vincenti; a essere attratto dae nuove tecniche e dai nuovi metodi; a verificare e seezionare e idee migiori, caandoe nei sistemi esistenti per migiorare a quaità dei risutati; a essere immaginativo, tenace e coscienzioso; a dotarsi di strumenti pratici e di misura per vautare gi sforzi avorativi Può essere descritto come Negoziatore Focus primario Reaizzare i risutati direttamente Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di reaizzazione, di individuaismo e di appartenenza Lavora megio quando sviuppa una varietà di mezzi rivoti ad un fine Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe essere più comprensivo quando si reaziona con cooro che non si fanno carico dee responsabiità; gestire i tempo garantendo che i dettagi vengano trattati in maniera efficiente; rispettare gi speciaisti competenti; riunire persone diverse; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari nea reaizzazione concreta (Profii 31, 34, 41) Profio 124/DI persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it) 19

20 Report di Mario Esempio - 18 ugio 14 Tendenze comportamentai Tende ad assicurare credibiità ae situazioni confuse; a raggiungere i successo attraverso a souzione di probemi compessi; a costruire banche dati ed a continuare a sviuppare procedure; ad aderire ai ruoi e ae regoe; a farsi carico di attività che sono difficii o sgradevoi; a mostrare poca simpatia o interesse per i pettegoezzi, preferendo spesso avorare da soo Può essere descritto come Progettista Focus primario ombinare sia 'anaisi sia 'intuizione Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di individuaismo, competezza e di iniziative sua conoscenza Lavora megio quando è ricompensato per sforzi non usuai Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe comunicare con tatto; essere più paziente con i dettagi di routine una vota che un progetto è avviato; ascotare; considerare i pensieri e 'esperienza degi atri; dare riconoscimenti agi atri per i oro sforzi; contenere i proprio senso di superiorità; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari di attivare metodi sempificati e con capacità di comunicazione (Profii 13, 24, 42) Profio 134/DS Tendenze comportamentai Tende a sviuppare reazioni armoniose; a considerare e tradizioni e e prassi come supporto per consoidare e reazioni umane; ad assistere e persone nea pianificazione e ne'organizzazione; ad essere preparato e socievoe; ad anaizzare i probemi e scoprire e incoerenze; ad utiizzare un inguaggio giudicativo quando disapprova o non è contento degi eventi o dee persone; ad attribuire eevato vaore ae competenze in aree speciaistiche Può essere descritto come onsigiere Focus primario reare un cima di cooperazione Motivato da Opportunità di soddisfare i bisogno personae di competezza, reaizzazione e fiducia Lavora megio quando è trattato con sincerità ed affetto Strategie per incrementare 'efficacia Dovrebbe mettere a confronto gi atri in modo diretto quando necessario; attribuire fiducia a cooro che forniscono dettagi tecnici e pratici; ricercare contatti a di fuori de gruppo conosciuto; condividere i sentimenti negativi con gi atri; sviuppare coaborazione con persone con capacità compementari ne'esprimere apertamente 'insoddisfazione (Profii 1, 12, 124) Profio 234/IS persoog itay wwwpersoogit 1995, 13 John G Geier, Ph D, Dorothy E Downey, MS, 04, 13 persoog GmbH Tutti i diritti riservati Traduzione itaiana di Emme Deta onsuting Sr Distributore escusivo persoog per Itaia (R:it)

Le pensioni dal 1 gennaio 2014

Le pensioni dal 1 gennaio 2014 Argomento A cura deo Spi-Cgi de Emiia-Romagna n. 1 gennaio 2014 Le pensioni da 1 gennaio 2014 Perequazione automatica 2014 pensioni, assegni e indennità civii assistenziai importo aggiuntivo per anno 2013

Dettagli

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento , ROMA CAPTALE '21M~ BANDO D GARA D' APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. N PUBBLCAZONE DAL~...1:Jj~jM.~ A L _.2 /~L-MZ: = 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento

Dettagli

J yy > Jxx. l o H A R A R B

J yy > Jxx. l o H A R A R B oitecnico di Torino I cedimento di una struttura soggetta a carichi statici può avvenire in acuni casi con un meccanismo diverso da queo di superamento dei imiti di resistena de materiae. Tae meccanismo

Dettagli

Roma, 18 settembre 2014. Claai

Roma, 18 settembre 2014. Claai .:.ontratto Coettivo Nazionae di Lavoro per i dipendenti dae imprese artigiane esercenti Servizi di puizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione e Sanificazione Roma, 18 settembre 2014 Caai Si

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento Po) AA/AZ ft.'f ROMA CAPTALE BANDO D GARA D'APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento Sviuppo nfrastrutture e Manutenzione

Dettagli

5. Limiti di funzione.

5. Limiti di funzione. Istituzioni di Matematiche - Appunti per e ezioni - Anno Accademico / 6 5. Limiti di funzione. 5.. Funzioni imitate. Una funzione y = f(x) definita in un intervao [ a b] imitata superiormente in tae intervao

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA C0MMISSIOHE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIRE!ZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/A._3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA - Costruzione

Dettagli

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it Made in Germany Hartner 2007 Punte a cannone SEF MECCANOTECNICA SEE Via degi Orefici - Bocco 26 40050 FUNO (BO) ITALIA Te. 051 66.48811 Fax 051 86.30.59 FILIALE I MILANO Piazzae Martesana, 6 20128 Miano

Dettagli

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle Nota metooogica sua strategia i campionamento e sistema nazionae i vautazione ee competenze per e cassi secona e quinta e primo cico ea scuoa primaria Stefano Faorsi. Obiettivi I Sistema Nazionae i Vautazione

Dettagli

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO Standard Internazionai di Vautazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) cacoo dei prezzi marginai Docente: geom. Antonio Eero CORSO PRATICANTI 205 I PREZZI MARGINALI I prezzo

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIREZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/ A-3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA - Industria aimentare in compesso - Industria

Dettagli

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE COMMISSIONE DELLE. COMUNITÀ EUROPEE COMUNITÀ EUROPEA DEL CARBONE E DELL'ACCIAIO RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE Le maestranze deo stabiimento tasider di Taranto Atteggiamenti operai e avoro siderurgico

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione 10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione LA MAPPA Il RAV non è solo prove Invalsi, ci sono molte altre cose da guardare in una scuola: i processi organizzativi, la didattica, le relazioni, ecc.

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare?

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? TECNICHE H. Sei Cappelli per Pensare 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? Il metodo dei sei cappelli per pensare è stato inventato da Edward de Bono nel 1980. I cappelli rappresentano

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Dalla Mente Alle Relazioni la Sfida Emergente

Dalla Mente Alle Relazioni la Sfida Emergente Dalla Mente Alle Relazioni la Sfida Emergente LA SFIDA EDUCATIVA Kenneth J. Gergen La mia proposta è che la principale sfida del sistema educativo del nostro secolo sia quella di sostituire la tradizionale

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro EXECUTIVE SUMMARY 2 Executive Summary La ricerca si è proposta di indagare il tema del rapporto Giovani e Lavoro raccogliendo il punto di vista di

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

I miceti: da saprofiti a patogeni

I miceti: da saprofiti a patogeni I trattamento dee micosi di più frequente riscontro in Medicina Generae Perché occuparsi di micosi superficiai? } Le micosi superficiai (che coinvogono cute e mucose) rappresentano un capitoo rievante

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO-

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Liliana Jaramillo Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto http://www.comunicazionepositiva.it

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Documentazione per la formazione

Documentazione per la formazione La mia formazione professionale di base come assistente di farmacia Documentazione per la formazione Versione luglio 2007 Nome/cognome Farmacia Inizio della formazione professionale Fine della formazione

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Capitolo 3. Sé e identità

Capitolo 3. Sé e identità Capitolo 3 Sé e identità Concetto di sé come Soggetto e oggetto di conoscenza Io / me, autoconsapevolezza Processo di conoscenza Struttura cognitiva Insieme di spinte motivazionali: autovalutazione, autoverifica

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti Rapporto dal Questionari Studenti SCUOLA xxxxxxxxx Anno Scolastico 2014/15 Le Aree Indagate Il questionario studenti ha lo scopo di indagare alcuni aspetti considerati rilevanti per assicurare il benessere

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli

QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli ESPERIENZE MATEMATICHE A PARTIRE DA TRE ANNI QUALI COMPETENZE? L avventura della matematica

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

ALLEGATO 3: SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI DIRIGENTI

ALLEGATO 3: SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI DIRIGENTI ALLEGATO 3: SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI DIRIGENTI 109 S.I.R.I.O. Sistema Integrato di Risultati, Indicatori ed Obiettivi Scheda di valutazione dell attività dei dirigenti Intestazione Periodo di valutazione:

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE VALUTARE GLI APPRENDIMENTI: UN PERCORSO A TRE STADI SIS Torino a.a. 2006/07 1 STADIO: LA VALUTAZIONE

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire 12 Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire Il modello teorico di riferimento Oltre ai modelli descritti da Fergus e Zimmerman (2005) esiste un quarto approccio che, partendo dall approccio

Dettagli

FUNZIONE DELLE STRUTTURE FORMATIVE ISTITUZIONALI NEL PROCESSO EDUCATIVO

FUNZIONE DELLE STRUTTURE FORMATIVE ISTITUZIONALI NEL PROCESSO EDUCATIVO FUNZIONE DELLE STRUTTURE FORMATIVE ISTITUZIONALI NEL PROCESSO EDUCATIVO Le finalità della scuola oggi possono riassumersi nella funzione formativa e orientativa della scuola, non solo nel campo più direttamente

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli