GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE. C. Bonasia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE. C. Bonasia"

Transcript

1 GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE II LEZIONE C. Bonasia

2 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE DIMENSIONE VERTICALE: top -down bottom - up DIMENSIONE ORIZZONTALE trasversale, tra persone e o tra reparti

3 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: COSA COMUNICARE COME COMUNICARE COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE COMUNICAZIONE E TECNOLOGIA COSTRUIRE LA RELAZIONE 3

4 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE OBBIETTIVI, STRATEGIA E IL PIANO DI C. I.: CONTENUTI MEDIA MODALITA

5 PERCHE IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI AMBIENTE E CLIMA FAVORIRE LA MIGLIORE CONOSCENZA RECIPROCAFRA PERSONE E REPARTI E LO SVILUPPO DI UN AMBIENTE E DI UN CLIMA DI LAVORO CONGRUENTI CON VISION, MISSION, VALORIED IDENTITÀ D IMPRESA. COINVOLGIMENTO ED ADESIONE OTTENERE L ADESIONE ED IL COINVOLGIMENTO DELLE PERSONE SUGLI OBIETTIVI D IMPRESA, DANDO LORO ATTENZIONE, FACENDOLE SENTIRE PARTE INTEGRANTE DI UN UNICO PROGETTO E CONSENTENDO DI FOCALIZZARE IL LEGAME FRA RISULTATI INDIVIDUALI E DI SQUADRA. ENERGIA E PERFORMANCE ESALTARE L ENERGIA (CAPACITÀ DI FAR ACCADERE LE COSE) E LE PERFORMANCE DEGLI INDIVIDUI E DELLA SQUADRA.

6 PRINCIPI ISPIRATORI DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE 1. ASPETTI COMPORTAMENTALICONNESSI CON LA COMUNICAZIONE, FINALIZZATI A COSTRUIRE LA QUALITA DELLA RELAZIONE, PER COINVOLGERE E MOTIVARE LE PERSONE 2. CONTENUTI E MODALITA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE 3. ILTRAININGRELATIVO A COSA COMUNICARE E COME COMUNICARLO (A CASCATA PER DIRIGENTI, QUADRI, MANAGER, ECC.) 4. LA CONVENTIONCOME MOMENTO PER RINFORZARE LE COMPETENZE DI 6 COMUNICAZIONE ACQUISITE

7 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: CONTENUTI DISTINZIONE TRA INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE OGGI PREVALE L ASPETTO INFORMATIVO, CHE E, PER LO PIU, TOP DOWN DOVREMMO SVILUPPARE L ASPETTO COMUNICATIVO CHE E A DUE VIE: -TOP DOWN -BOTTOM UP 7

8 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: CONTENUTI CULTURA D IMPRESA (VISION, MISSION, VALORI, ECC.) STRATEGIE DI MEDIO TERMINE (COMMERCIALI, TECNOL, ORGANIZZATIVE, ECC.) PIANI OPERATIVI ANNUALI STRUTTURA ORGANIZZATIVA, COMUNICATI, ANNUNCI POLICIES, PROCESSI, PROCEDURE (Ad es HR) LANCI DI PRODOTTO, INIZIATIVE SPECIALI, ecc. POLITICHE E PROGETTI DI RESPONSABILITA SOCIALE 8

9 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: MODALITA IL SISTEMA DI INFORMAZIONI DOVREBBE PREVEDERE): -INCONTRI CON LA DIGE - DEPLOYMENT PIANI STRATEGICI -DEPLOYMENT / FOLLOW UP, PIANO OPERATIVO, BUDGET, FORECAST, ECC. - INCONTRI DI DIREZIONE (FOLLOW UP RISULT. -CONVENTION(CONSUNTIVO RISULTATI/ OBIETTIVI DELL-ANNO E STRATEGIE PER L ANNO SEGUENTE) -INFORMAZIONI DI BUSINESS DALLE DIREZIONI (SITUAZIONE DELLA COMPETITION, AMPIEZZA E PROFONDITA DI DIFFUSIONE, ECC) - SURVEY: QUESTIONARI CARTACEI E TELEMATICI (GPTW, APPLICAZIONE VALORI, PLANT, ECC.) 9

10 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: CONTENUTI E MODALITA VERIFICARE L ADEGUATEZZA DELLE INFORMAZIONI DATE E DELLE MODALITA CON CUI VENGONO DIFFUSE, AGGIUNGENDO O TOGLIENDO, A SECONDA DEL VALORE DELLE STESSE (EQUILIBRIO/CALIBRATURA DELLA QUALITA /QUANTITA DI INFORMAZIONI DISPONIBILI/NECESSARIE) 10

11 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE STRUMENTI Strumenti CALDI - Colloqui e interviste; - Riunioni; - Open House(Family Day); - Convention; - Riti e rituali; - Dicerie(rumors); - Premiazioni, celebrazioni e testimonianze; - Museo aziendale. Strumenti FREDDI - Bacheche/Info points; - House organ; - Newsletter - Portale Intranet; - Audiovisivi; - Strumenti telematici; - Oggettistica./gadgets

12

13

14 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: LA CONVENTION dedicata (un occasione importante) L OBIETTIVO E QUELLO DI RAFFORZARE QUANTO APPRESO NEL TRAINING E DI TRASMETTERE UN FORTE COMMITMENT SUL PROCESSO DI COMUNIC. PERCHE TUTTI NE SIANO PROTAGONISTI. DUE FASI: UNA MEZZA GIORNATA CON SPEAKER ESTERNI CHE DIANO ESEMPI DI COME SI POSSONO ESERCITARE EFFICACEMENTE I VARI LIVELLI DI COMUNICAZ. NEL POMERIGGIO ESERCITAZIONI E DINAMICHE DOVE I PARTECIP. POSSONO METTERSI IN GIOCO E SPERIMENTARSI DIVERTENDOSI E SVILUPPANDO LE PROPRIE COMPETENZE COMUNICATIVE 14

15 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: TRAINING DEFINIRE NEI DETTAGLI IL SISTEMA DI COMUNICAZIONI (IL COSA COMUNICARE), CON QUALE STRUMENTO (AD ES. PORTALE,ECC) SPECIFICANDO IL LIVELLO DI INFORMAZIONI, I DESTINATARI, I TEMPI, I RISULTATI ATTESI E CHI GUIDA IL PROCESSO. 15

16 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: TRAINING DEFINIRE PRINCIPI E SUGGERIMENTI PER L USO DELLA TECNOLOGIA (CRITERI E OPPORTUNITA DELL UTILIZZO DELL , PORTALE, ECC.) DEFINIRE INDICATORI DI COMPORTAMENTO CON LE RELATIVE MISURE (A LIVELLO DI DIREZIONE, DI REPARTO E INDIVIDUALI), PER MONITORARE IL MIGLIORAMENTO NELL APPLICAZIONE DEL PROCESSO 16

17 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: TRAINING UNA VOLTA DEFINITO IL COSA COMUNICARE, E NON MENO IMPORTANTE DEFINIRE COME COMUNICAREE INSEGNARE ALLE PERSONE A FARLO. NON SI TRATTA SOLO DI FARE TRAINING, MA ANCHE E SOPRATTUTTO DI FARE COACHINGCON L ESEMPIO QUOTIDIANODA PARTE DEI CAPI, A TUTTI I LIVELLI (COMUNICAZIONE IMPLICITA) 17

18 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: TRAINING SVILUPPARE UN PROGRAMMA DITRAINING FONDATO SULLA CAPACITA DI COSTRUIRE LA RELAZIONE E DI MIGLIORARE IL PROPRIO COMPORTAMENTOVERSO UNA COMUNICAZIONE EMPATICA, CAPACE DI GENERARE COINVOLGIMENTO E MOTIVAZIONE, FACENDO ESPRIMERE LE PERSONE, ASCOLTANDOLE, DANDO LORO ATTENZIONE E FACENDOLE SENTIRE CONSIDERATE. 18

19 LO SKILL LAB DELLA COMUNICAZIONE LA CAPACITA DI COMUNICARE SI SVILUPPA, CON LA CONOSCENZA DEI FONDAMENTALI (CORSO DI 2 GG: L RTE DEL DIALOGO A E R) E CON UN PERCORSO DI ALLENAMENTO POSSIBILITA DI ALLENARSI IN MODO VIRTUALESUL PC (fase preparatoria) INCONTRI ONE TO ONE(videoripresi) CON UN COACH, PER ALLENARSI, SIMULANDO CASI REALI SUI MOMENTI FONDAMENTALI DELLA COMUNICAZIONE MANAGERIALE

20 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE SI COMPONE DI VARI ELEMENTI IO A TE COMUNICO QUESTO QUI ED ORA SOGGETTO EMITTENTE AZIONE CHE PUO ESSERE CONSAPEVOLE O INCONSAPEVOLE E IL CONTESTO MESSAGGIO SOGGETTO RICEVENTE OGNI COMUNICAZIONE PUO COMPRENDERE DIVERSI FATTORI DI DISTORSIONE LEGATI ALL EMITTENTE, AL DESTINATARIO O AL CONTESTO

21 OCCORRE FARE MOLTA ATTENZIONE, PERCHE NON TUTTO QUELLO CHE VIENE COMUNICATO ARRIVA AL RICEVENTE ANZI, DI SOLITO: RICORDA 20 IL SOGGETTO VUOLE DIRE 100 IN REALTA DICE 80 CAPISCE 30 IL RICEVENTE ASCOLTA 50

22 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: ASPETTI COMPORTAMENTALI LA COMUNICAZIONE COME STRUMENTOPER COSTRUIRE LA QUALITA DELLA RELAZIONEFRA LE PERSONE LA COMUNICAZIONE COME PREDISPOSIZIONE QUOTIDIANA(NEL RAPPORTO ONE TO ONE E IN SITUAZIONI DI TEAM): DAL SORRISO, AL SALUTO, ALL ATTENZIONE VERSO LE PERSONE A TUTTI I LIVELLI E UN ABILITA : - DA ALLENARE - DA SVILUPPARE PER ARRICCHIRSI E PER ARRICCHIRE, FACENDO SENTIRE GLI INTERLOCUTORI IMPORTANTI 22

23 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: ASPETTI COMPORTAMENTALI/2 IL FOCUS E SUI COMPORTAMENTI/ABILITA DA SVILUPPARE IN TUTTE LE PERSONE (LAVORARE SUL PROPRIO CARATTERE PER MIGLIORARE), SVILUPPANDO IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE A DUE VIE (CON CAPACITA DIASCOLTO, EMPATIA, COSTRUZIONE DELLA RELAZIONE) COMUNICAZIONE TRA LE DIREZIONI/REPARTI: COME ACQUISIRE/FAVORIRE LA: - CONOSCENZA TRA I REPARTI (NON SOLO LE ATTIVITA, MA ANCHE LE PERSONE, DANDO ATTENZIONE ANCHE A QUELLE CON CUI ABITUALMENTE NON SI LAVORA); - LA CONDIVISIONE ; - IL COINVOLGIMENTO ANCHE EMOTIVO, PER ESALTARE LO SPIRITO DI SQUADRA APPLICATO DAY BY DAY 23

24 COME COMUNICARE IL CORRETTO USO DELLA COMUNICAZIONE: EYES (NECESSITA DI RELAZIONE INTERPERSONALE E COMUNICAZIONE EMPATICA) EARS (IL CORRETTO USO DEL TELEFONO PER UN FEEDBACK IMMEDIATO) LA COMUNICAZIONE TECNOLOGICA ( , PORTALE, ECC.) LA COMUNICAZIONE A DUEVIE(ONETO ONE, MEETING, SURVEY, QUESTIONARI TELEMATICI AL PERSONALE, FORUM-PORTALE, ECC.) 24

25 LE 5 REGOLE D ORO DELLA POSTA 1. LIMITA IL NUMERO DELLE . PROVA A PARLARE CON IL TUO INTERLOCUTORE 2. SCRIVI UNA PER INFORMARE, NON PER AVVIARE UNA DISCUSSIONE 3. CHIARISCI IL TUO OBIETTIVO E SII SINTETICO NEI MESSAGGI 4. RIDUCI LA LISTA DI DISTRIBUZIONE A CHI E VERAMENTE INTERESSATO 5. TRATTA CON CAUTELA LE DA E VERSO INTERNET 25

26 LEADERSHIP: LE 3 C COMPETENZA COLLABORAZIONE COMUNICAZIONE 26

27 LEADERSHIP: LE 4 E ENVISION ENABLE ENERGIZE ESEMPIO 27

28 SPIRITO DI SQUADRA CARATTERISTICHE LA CONOSCENZA ED IL RISPETTO RECIPROCI DI PERSONE E FUNZIONI SAPER FARE UN PASSO INDIETRO COME SINGOLI PER FAR VINCERE LA SQUADRA TUTTI PER UNO, UNOPER TUTTI 28

29 LE 4 DIMENSIONI DELLA COMUNICAZIONE

30 PER UNA COMUNICAZIONE EFFICACE MENTALE 4 LIVELLI/ DIMENSIONI VERBALE EMOTIVA ENERGETICA 30

31 COMUNICAZIONE MENTALE IL FLUSSO DEI PENSIERI LA MENTE RAGIONA PER IMMAGINI AMP USO DELLE METAFORE 31

32 COMUNICAZIONE VERBALE BILANCIAMENTO TRA: PENSIERI PAROLE ASCOLTO ABBIAMO: - UNA BOCCA - DUE ORECCHIE USIAMOLE IN PROPORZIONE 32

33 NON E IMPORTANTE SOLO IL COSA SI DICE (CONTENUTO), MA ANCHE, IN UGUAL MISURA, IL COME LO SI DICE (TONO). TALVOLTA UN TONO SBAGLIATO INFICIA ANCHE UN CONTENUTO CORRETTO. SI POSSONO DIRE COSE GIUSTE NEL MODO SBAGLIATO. 33

34 ATTENZIONE ANCHE AL TONO ED AL WORDING AD ALLA POLARITA POLARITA CHE CREANO 34

35 VERBALE: LA POLARITA NELLA COMUNICAZIONE PORRE ATTENZIONE ALLA POTENZA EMOTIVA DELLE PAROLE E, AL CORRETTO USO DEL WORDING E DELLA SUA POLARITA 35

36 CI SONO IN USO PIU VOCABOLI PER DESCRIVERE SITUAZIONI NEGATIVE CHE POSITIVE, CON LE RELATIVE SUGGESTIONI SIAMO, QUINDI, PIU ESPERTI IN MALESSERE CHE IN BENESSERE 36

37 RIFLESSIONE TROVARE I SINONIMI ALLE PAROLE: CORAGGIO PAURA 37

38 PAURA CORAGGIO AUDACIA ARDIMENTO TEMERARIETA TERRORE PANICO SPAVENTO FIFA STRIZZA TIMORE AVERE LA TREMARELLA FARSELA SOTTO SCAPPARE A GAMBE LEVATE 38

39 USO DELLE METAFORE ESSERE CONSAPEVOLI DELLE PAROLE CHE UTILIZZIAMO ED USARLE A RAGION VEDUTA CON LA GAMMA DI SFUMATURE NECESSARIE AD ES.: CARINO, GRAZIOSO, BELLO SPLENDIDO, MAGNIFICO, MERAVIGLIOSO CONTRATTEMPO, PROBLEMA, GUAIO, DRAMMA, SCIAGURA, TRAGEDIA DISASTRO, CATASTROFE, ECC. 39

40 CAMBIARE LA POLARITA NELLE PAROLE CI AIUTA AD ESPRIMERE LE EMOZIONI IN MODO DIVERSO 40

41 ANGOSCIATO INFASTIDITO, STUZZICATO ANSIOSO IN ATTESA, CURIOSO, PROIETTATO SUL FUTURO ARRABBIATO INCAZZATO CONFUSO DEPRESSO FALLIRE FRUSTRATO STIZZITO, INALBERATO, LIEVEMENTE DISTURBATO PRONTO AD IMPARARE, MENO LUCIDO DEL SOLITO NON AL MASSIMO, UN PO STANCO, UN PO GIU IMPARARE, FARE ESPERIENZA, SULLA VIA DEL SUCCESSO SFIDATO, MESSO ALLA PROVA, OSTACOLATO 41

42 LE PAROLE SONO LA DROGA PIU POTENTE USATA DALL UMANITA R. Kipling 42

43 SE LA POLARITA DI UNO DEI DUE E NEGATIVA, IL RISULTATO DELLA COMUNICAZIONE E NEGATIVO TONO E CONTENUTO OPERANO COME FATTORI DI UN PRODOTTO RICORDATE: + x - = - 43

44 COMUNICAZIONE EMOTIVA I PENSIERI, LE PAROLE, IL TONO SCATENANO EMOZIONI (POSITIVE O NEGATIVE) CHE INFLUENZANO IL NOSTRO STATO DI BENESSERE O DI DISAGIO NELLA RELAZIONE. 44

45 COMUNICAZIONE ENERGETICA E UN LIVELLO PIU SOTTILE, MENO CONOSCIUTO. NOI EMANIAMO/TRASMETTIAMO ENERGIA POSITIVA NEGATIVA - SIA A LIVELLO DI CONTATTO (ES. STRETTA DI MANO) - SIA QUANDO INTERAGIAMO CON GLI ALTRI (EFFETTO ASCENSORE) - COLLOQUIO (A DUE O IN GRUPPO) - PARLARE IN PUBBLICO (PRESENTAZIONE) 45

46 COMUNICAZIONE ENERGETICA ESSERE SEMPRE PRESENTI E CONSAPEVOLI - QUANTA ENERGIA - CHE TIPO DI ENERGIA STO EMANANDO/TRASMETTENDO? TRA LE QUALITA DELLA LEADERSHIP C E LA CAPACITA DI ENERGIZE NEI CONFRONTI DEGLI ALTRI 46

47 SPESSO I VARI LIVELLI M V EM EN NON SONO IN ARMONIA M V EM EN PERCHE SONO FUORI ASSE 47

48 E FONDAMENTALE IL BILANCIAMENTO E LA COASSIALITA DEI 4 LIVELLI M V EM EN COME ESPRESSIONE DI CONSAPEVOLEZZA, ARMONIA, EQUILIBRIO 48

49 IN QUESTO CASO RIUSCIAMO A COMUNICARE IN MODO CREDIBILE, GENUINO, CONVINCENTE, CHE ARRIVA SIA ALLA MENTE, SIA AL CUORE DEGLI ALTRI LA COMUNICAZIONE SI VALUTA DAL PERCEPITO E NON DALL INTENZIONE 49

MANAGEMENT & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA

MANAGEMENT & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA MANAGEMENT & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA I LEZIONE C. Bonasia DID YOU KNOW? Traduzione inglese italiano 27 10 07.mpg PROGRAMMA LEZIONI IL PIANO DELLA COMUNICAZIONE INTERNA Lezione

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F.

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. FORMAZIONE MANAGERIALE S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. Baracca, 235/E 50127 Firenze Tel. 055.3436516

Dettagli

GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA. C. Bonasia

GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA. C. Bonasia GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA VIII LEZIONE C. Bonasia LA RELAZIONE CAPO - COLLABORATORE LE PRINCIPALI SITUAZIONI ALL INTERNO DELLE ORGANIZZAZIONI LA RELAZIONE COLLABORATORE

Dettagli

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress Chi si Forma non si ferma! www.snapform.it info@snapform.it Corsi LIFE IN PROGRESS Il counseling per la vita di tutti i giorni

Dettagli

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE Progetto 1: Gestire il tempo Durata complessiva: 28 di cui 16 di aula (4 incontri da 4 ore), 6 di e-learning e 6 di project work Numero partecipanti previsto: 14 Quota iscrizione 30 Modulo 1 La gestione

Dettagli

Catalogo Humanform 2015. Area Sviluppo competenze manageriali

Catalogo Humanform 2015. Area Sviluppo competenze manageriali Catalogo Humanform 2015 Area Sviluppo competenze manageriali PROFILO AZIENDALE Humanform, società di formazione soggetta all attività di direzione e coordinamento di Humangest S.p.A., nata nel 2005, è

Dettagli

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati High Impact Programs 1 Chi siamo Performance Technology Solutions (PTS) è una società di consulenza organizzativa e formazione manageriale Il nostro nome deriva dalla metodologia di origine statunitense

Dettagli

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari)

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Più donne per i C.d.A. e le posizioni apicali Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Regione Piemonte Torino, 2 aprile 2014 I veri Leader non nascono tali, lo diventano grazie all impegno e

Dettagli

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale.

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. Gestione e sviluppo richiedono oggi comportamenti diversi

Dettagli

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso per Responsabili di Unità Organizzative. Da capo a leader: imparare a valorizzare e sviluppare

Dettagli

NUOVI APPROCCI PER UN MANAGER ALLENATORE : IL PROCESSO DI COACHING

NUOVI APPROCCI PER UN MANAGER ALLENATORE : IL PROCESSO DI COACHING gno Inserto di Missione Impresa dedicato allo sviluppo pratico di progetti finalizzati ad aumentare la competitività delle imprese. NUOVI APPROCCI PER UN MANAGER ALLENATORE : IL PROCESSO DI COACHING COSA

Dettagli

FORMARSI AL BEN-ESSERE:

FORMARSI AL BEN-ESSERE: FORMARSI AL BEN-ESSERE: come dare il meglio di sé sui luoghi di lavoro e nella vita 16 ottobre 2015 Relatore: Formatore Coach A.N.CO.R.S. - Management e Sviluppo Personale 1) ORARI WORKSHOP:! dalle ore

Dettagli

LA COMUNICAZIONE INTERNA AZIENDALE

LA COMUNICAZIONE INTERNA AZIENDALE LA COMUNICAZIONE INTERNA AZIENDALE (Dott. Paolo Cardoso, Dott.ssa Roberta De Florio, Dott.ssa Eliana Lavilla) 1.1 Caratteristiche generali Comunicare all interno di un organizzazione non è più un atto

Dettagli

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento Chi Siamo ADM Advanced Development of Mind svolge la sua attività nell ambito del Miglioramento Personale, della Formazione Aziendale, della Consulenza e del Coaching. Fondata nel 1997 da Andrea Di Martino,

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

Diventare consapevoli che il modo in cui ci diciamo le cose ha un impatto sulla nostra neurologia.

Diventare consapevoli che il modo in cui ci diciamo le cose ha un impatto sulla nostra neurologia. SELF COACHING 1 MODULO Il dialogo interiore Diventare consapevoli che il modo in cui ci diciamo le cose ha un impatto sulla nostra neurologia. 2 MODULO Lo stato emotivo Trovare dentro di noi lo stato emotivo

Dettagli

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento Nei rapporti con le persone che ami, nell essere genitore, nella comunicazione, nel lavoro, nel business e nella vendita devi avere comportamenti eccezionali, saperti distinguere e usare una comunicazione

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA

L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA (a cura di Sandra Camuffo) MODULO I: COACHING ESSENTIALS Roma, 7-8 Marzo, 5 Aprile 2014 DEFINIRE L EMPATIA Le definizioni dell empatia coniate dagli studiosi e dai ricercatori

Dettagli

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicazione in Rete 3. Parlare in pubblico 4. Presentazioni Efficaci

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicazione in Rete 3. Parlare in pubblico 4. Presentazioni Efficaci AREA COMUNICAZIONE 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicazione in Rete 3. Parlare in pubblico 4. Presentazioni Efficaci La Comunicazione Efficace 1 giorno Conoscere il funzionamento del processo comunicativo

Dettagli

Consulenza e Formazione 2012

Consulenza e Formazione 2012 Consulenza e Formazione 2012 Settore: Hair Beauty - Wellness One day Seminar LA COMUNICAZIONE VERBALE, PARAVERBALE, NON VERBALE (T/C) Il buon comunicatore è quello che ottiene dalla propria comunicazione

Dettagli

Scuola per Coach Aziendale

Scuola per Coach Aziendale 1 Chi è il Coach Il Coach aiuta i propri clienti a costruire il futuro che desiderano, attivando le risorse necessarie affinché quel futuro diventi realtà. Coloro che richiedono il suo supporto, vengono

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

COMUNICARE A COLORI: IN PUBBLICO E IN AZIENDA. Milano 10 e 11 dicembre 2009 USARE LA VOCE PER CREARE CLIMA, RAFFORZARE IL TEAM, FIDELIZZARE

COMUNICARE A COLORI: IN PUBBLICO E IN AZIENDA. Milano 10 e 11 dicembre 2009 USARE LA VOCE PER CREARE CLIMA, RAFFORZARE IL TEAM, FIDELIZZARE USARE LA VOCE PER CREARE CLIMA, RAFFORZARE IL TEAM, FIDELIZZARE I CLIENTI E PARLARE IN PUBBLICO CON IL METODO FOURVOICECOLORS Milano 10 e 11 dicembre 2009 Rev. 04 2009 Focus La nostra Mission è: Generare

Dettagli

La semplicità di formare i lavoratori in somministrazione

La semplicità di formare i lavoratori in somministrazione La semplicità di formare i lavoratori in somministrazione un catalogo di offerta formativa multimediale MiFORMOeLAVORO è il progetto, lanciato da Adversus in collaborazione con Skilla, che ha l obiettivo

Dettagli

COACHING & COUNSELING, IDENTITA E DIFFERENZE.

COACHING & COUNSELING, IDENTITA E DIFFERENZE. COACHING & COUNSELING, IDENTITA E DIFFERENZE. A cura di: Domenico Nigro. Direttore didattico e trainer della Scuola IN Counseling. Consulente aziendale. Life e Business Coach. INDICE Cap.1: Coaching &

Dettagli

L Outdoor Coaching Programme

L Outdoor Coaching Programme L Outdoor Coaching Programme L Outdoor Coaching Programme è un innovativo programma che unisce l emozionante esperienza Outdoor in uno dei parchi più attrezzati d Italia alla guida di Coach esperti che

Dettagli

CAPITOLO 4 MANAGER E COMUNICAZIONE D IMPRESA

CAPITOLO 4 MANAGER E COMUNICAZIONE D IMPRESA CAPITOLO 4 MANAGER E COMUNICAZIONE D IMPRESA Indice 4.1 LA COMUNICAZIONE INTERNA...............................................69 Comprendere lo stato dell arte...................................................70

Dettagli

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Obiettivo: Fornire conoscenze relative alla comunicazione tra istruttore e allievo e strategie funzionali

Dettagli

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 Le 11 competenze di base del coaching sono state sviluppate per permettere una migliore comprensione delle competenze e degli approcci utilizzati nell ambito della

Dettagli

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE 2014 Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE Vers. 18 marzo 2014 Pag. 1 2014 INDICE INDICE... 2 INFORMAZIONI GENERALI... 3 Interaziendale... 3 Corso CO1... 4 COMUNICAZIONE

Dettagli

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale La gestione creativa dei conflitti L ARTE STRATEGICA DI GESTIRE I CONFLITTI (L autodifesa conversazionale) Potenziare la capacità di gestione delle dinamiche conflittuali e di trarre occasioni di crescita

Dettagli

SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA

SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA I seminari sono rivolti a Periti che desiderano migliorare e potenziare le proprie competenze trasversali. L attenzione è infatti rivolta non alle

Dettagli

Il colloquio di lavoro Workshop della durata di 2 giorni

Il colloquio di lavoro Workshop della durata di 2 giorni Il colloquio di lavoro Workshop della durata di 2 giorni Come avere successo ed ottenere il lavoro desiderato! AIUTA LE AZIENDE A SELEZIONARTI Essere consapevoli dei propri vantaggi, conoscere l azienda

Dettagli

INTRODUZIONE. abilità specifiche, Per imparare ad affrontare le situazioni di conflitto nell attività lavorativa.

INTRODUZIONE. abilità specifiche, Per imparare ad affrontare le situazioni di conflitto nell attività lavorativa. Sessione Gestione dei Conflitti Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a saper identificare le cause che sono alla base dei conflitti in ambito lavorativo

Dettagli

corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013

corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013 corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013 AGENDA La comunicazione Le barriere e i rimedi OBIETTIVO DEL CORSO UNA PERSONA PIU EFFICACE NEL LAVORO E NELLA VITA PERCHE CONTROLLA MEGLIO LA PROPRIA COMUNICAZIONE

Dettagli

Master di Specializzazione Risorse Umane ESSERE HR BUSINESS PARTNER. 6 edizione novembre 2016

Master di Specializzazione Risorse Umane ESSERE HR BUSINESS PARTNER. 6 edizione novembre 2016 Master di Specializzazione 6 edizione novembre 2016 Hara S.r.l. P. I. 07794440961 Via Morimondo, 26-20143 Milano (IT) hararisorseumane.it Il mestiere dell HR è in rapido cambiamento e la figura dell HR

Dettagli

ESPERIENZA FORMATIVA CORSA NELLA LUCE

ESPERIENZA FORMATIVA CORSA NELLA LUCE ESPERIENZA FORMATIVA CORSA NELLA LUCE LE 15 CARATTERISTICHE DELLA NOSTRA FORMAZIONE CONCRETA / PRATICA / UMANISTICA / ETICA / GENERATIVA ESPERIENZIALE / STRATEGICA / EFFICACE / FLESSIBILE / EMOZIONALE

Dettagli

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale Associazione DAGUS www.associazionedagus.it associazione.dagus@gmail.com. 1 Lo psicologo in azienda L analisi e la promozione

Dettagli

Tecniche di vendita 9 Tecniche di vendita: il Capo area 10 L informazione farmaceutica per il Medico e il Farmacista 11. Empowerment femminile 12

Tecniche di vendita 9 Tecniche di vendita: il Capo area 10 L informazione farmaceutica per il Medico e il Farmacista 11. Empowerment femminile 12 Catalogo Formazione AREA RISORSE UMANE Il Manager e il suo stile 1 Il Manager e il potenziale del gruppo 2 Lavorare in team 3 Gestione dei conflitti 4 Negoziazione 5 Gestione del tempo e problem solving

Dettagli

Percorso Benessere Organizzativo

Percorso Benessere Organizzativo Proposta di progetto Percorso Benessere Organizzativo Revisione 00 del 15/04/2014 Redatto dal Gruppo di Lavoro Approvato dal Comitato di Direzione Pagina 1 di 11 Sommario 1 Premessa...3 2 Obiettivi...4

Dettagli

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico.

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico. PIANO DI FORMAZIONE TRIENNIO 2014-2016 AI SENSI DELLA CONVENZIONE TRA LA SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE E L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Art. 1 - Oggetto Oggetto del presente Piano

Dettagli

Di cosa di occuperemo?

Di cosa di occuperemo? Un contributo per interpretare e gestire i flussi di comunicazione nel processo di ispezione Di cosa di occuperemo? aspetti di comunicazione e relazionali nelle visite ispettive e nel processo di certificazione

Dettagli

Comer Academy. La sede

Comer Academy. La sede Comer Academy Nata nel 2008 per sostenere il processo di cambiamento dell azienda, Comer Academy è il centro per la diffusione della cultura dell eccellenza alla base del modello di business di Comer Industries.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTEFIORINO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTEFIORINO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTEFIORINO SCUOLA PRIMARIA MATILDE DI CANOSSA A. S. 2004/05 e 2005/06 Insegnanti: Ferraguti Paola Bocchi Silvana 1 UNITA DI APPRENDIMENTO: CAPIRE CON IL CUORE Premessa L educazione

Dettagli

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci AREA COMUNICAZIONE 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci LA COMUNICAZIONE EFFICACE Significato e Finalità Conoscere il funzionamento del processo

Dettagli

La Formazione come Strumento di Cambiamento per la Persona e l Organizzazione:

La Formazione come Strumento di Cambiamento per la Persona e l Organizzazione: La Formazione come Strumento di Cambiamento per la Persona e l Organizzazione: Esperienze Outdoor e Soft-outdooroutdoor Ad Meliora srl partita iva 074585210 Tel: 06 39754305 - Fax: 06 70474614 - www.admeliora.net

Dettagli

GYM & COACHING 4 BUSINESS il luogo di incontro tra manager, coach e specialisti di competenze manageriali

GYM & COACHING 4 BUSINESS il luogo di incontro tra manager, coach e specialisti di competenze manageriali GYM & COACHING 4 BUSINESS il luogo di incontro tra manager, coach e specialisti di competenze manageriali Per sviluppare competenze manageriali... Per riflettere su alcuni temi caldi Per sentirsi meno

Dettagli

Per sviluppare le persone e i comportamenti

Per sviluppare le persone e i comportamenti Per promuovere l innovazione e il cambiamento Te.D si moltiplica Per sviluppare le persone e i comportamenti Teatro d Impresa 1. Profilo individuale: siamo accreditati Success Insights, uno strumento altamente

Dettagli

TRAINING & DEVELOPMENT

TRAINING & DEVELOPMENT TRAINING & DEVELOPMENT SALES & MKTG www.salesline.it page 1 DEVELOPMENT Sales Line supporta le aziende nella progettazione e realizzazione di programmi di training mirati per l organizzazione commerciale,

Dettagli

Experiential Training Activity

Experiential Training Activity Experiential Training Activity L EXPERIENTIAL TRAINING ACTIVITY È un modo di fare formazione che va da semplici tecniche all'aperto fino a progetti molto complessi. L Experiential Training Activity è una

Dettagli

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili In questa unità didattica sono indicate alcune modalità di comportamento con persone disabili, in modo da migliorare la conoscenza rispetto

Dettagli

LE NUOVE COMPETENZE DEL FORMATORE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO RURALE

LE NUOVE COMPETENZE DEL FORMATORE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO RURALE LE NUOVE COMPETENZE DEL FORMATORE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO RURALE Introduzione Il Formatore in genere è uno specialista di contenuti esperto nei processi formativi, che sa integrare adeguatamente le

Dettagli

Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta La Comunicazione Cosa significa Comunicare? Trasmettere informazioni,conoscenze,pensieri tra due o piú soggetti. La comunicazione contiene elementi non

Dettagli

Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale. Comune Cernusco Lombardone

Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale. Comune Cernusco Lombardone Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale Comune Cernusco Lombardone Valorizzazione e Sviluppo del Capitale Umano per il miglioramento di Performance

Dettagli

CATALOGO AREE DI LAVORO DEL PIN COACHING PROGRAM

CATALOGO AREE DI LAVORO DEL PIN COACHING PROGRAM CATALOGO AREE DI LAVORO DEL PIN COACHING PROGRAM 1 - TRATTAMENTO DELLE 7 EMOZIONI PRINCIPALI DI BASE ATTRAVERSO LE 14 VIE D'ACCESSO ALL'EQUILIBRIO EMOZIONALE - 12/11 A. TESTA Sto facendo pace con me stesso/a

Dettagli

Le capacità chiave per affrontare i nuovi paradigmi della competizione MANAGERIALE

Le capacità chiave per affrontare i nuovi paradigmi della competizione MANAGERIALE Le capacità chiave per affrontare i nuovi paradigmi della competizione MANAGERIALE MANAGERIALE Le capacità chiave per affrontare i nuovi paradigmi della competizione L evoluzione della specie: passare

Dettagli

Human Capital. Conoscere Ideamanagement

Human Capital. Conoscere Ideamanagement Human Capital Conoscere Ideamanagement MISSION & VISION Offrire servizi e soluzioni per aumentare il valore e il rendimento del Capitale Umano. Sviluppare metodologie tra loro coerenti per supportare i

Dettagli

In classe ho un bambino che Sez. Espressività, emozioni e socializzazione

In classe ho un bambino che Sez. Espressività, emozioni e socializzazione Firenze 4/5 febbraio 2011 In classe ho un bambino che Sez. Espressività, emozioni e socializzazione L EDUCAZIONE PROSOCIALE IN ITALIA: INTERVENTI E PROSPETTIVE W W W. P R O S O C I A L I T A. I T I S T

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI La qualità organizzativa passa attraverso la qualità delle persone 1. Le ragioni del corso Nella situazione attuale, assume una rilevanza sempre maggiore la capacità

Dettagli

Process Counseling Master

Process Counseling Master Process Counseling Master MODELLI E STRUMENTI DI COUNSELING SPORTIVO Il percorso Per chi si occupa di sport a livello professionistico, dilettantistico e giovanile (atleti e allenatori, dirigenti sportivi

Dettagli

Corsi di formazione !!"#$%&'%&("#)*+%",-&

Corsi di formazione !!#$%&'%&(#)*+%,-& !!"#$%&'%&("#)*+%",-& "Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare. Solo così non lo avrai sfamato per un giorno, ma per sempre" Premessa Tra le varie componenti aziendali, sicuramente

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI PRESENTAZIONE DELL AZIENDA GRUEMP nasce nel 1993 come conseguenza di un percorso di formazione personale e professionale dei titolari e ispiratori del progetto, Claudio e Damiano Frasson, che hanno saputo

Dettagli

COACHING & TEAM COACHING

COACHING & TEAM COACHING Non lasciare che i tuoi ricordi siano più grandi dei tuoi sogni Doug Ivester Coachingemotion di Raffaella Rognoni Socia ICF Italia (Federazione Italiana Coach) DEFINIZIONE COACHING & TEAM COACHING DI COACHING:

Dettagli

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le seguenti undici competenze chiave del coaching sono state sviluppate per fornire una maggiore comprensione rispetto alle capacità ed agli approcci

Dettagli

CONVEGNO FISM SIRACUSA 27 NOVEMBRE 2010

CONVEGNO FISM SIRACUSA 27 NOVEMBRE 2010 CONVEGNO FISM SIRACUSA 27 NOVEMBRE 2010 INTERCULTURA PARITARIA: STRUMENTI E TECNICHE PSICOLOGICHE DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE L INCLUSIONE E LA RECIPROCITA mariellabianca psicoterapeuta analista transazionale

Dettagli

Esempio di un percorso di educazione emotiva: le nostre emozioni diventano intelligenti.

Esempio di un percorso di educazione emotiva: le nostre emozioni diventano intelligenti. Esempio di un percorso di educazione emotiva: le nostre emozioni diventano intelligenti. Obiettivi: 1. Autoconsapevolezza: Saper riconoscere sul nascere e monitorare le proprie emozioni, saper essere consapevoli

Dettagli

EMOSIA: LA COMPETENZA EMOTIVA (secondo Goleman)

EMOSIA: LA COMPETENZA EMOTIVA (secondo Goleman) EMOSIA: LA COMPETENZA EMOTIVA (secondo Goleman) Fonte: Fonte: Goleman, Goleman, Lavorare Lavorare con con intelligenza intelligenza emotiva,1999 emotiva,1999 LA STRUTTURA DELLA COMPETENZA EMOTIVA: COMPETENZA

Dettagli

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. The Leader Sviluppo personale - self Help Permettimi di darti un consiglio: Scegli ora di essere tu il tuo LEADER SEMPRE! Sviluppo personale

Dettagli

LE POSSIBILITA DELL ASSERTIVITA Dott.ssa Monica Monaco e-mail : menteviva.eu@libero.it siti web: www.menteviva-eu.com

LE POSSIBILITA DELL ASSERTIVITA Dott.ssa Monica Monaco e-mail : menteviva.eu@libero.it siti web: www.menteviva-eu.com LE POSSIBILITA DELL ASSERTIVITA Dott.ssa Monica Monaco e-mail : menteviva.eu@libero.it siti web: www.menteviva-eu.com www.centroaspen.it www.titania.ct.it www.benessere.com L assertività: dalle origini

Dettagli

Social media marketing. Spunti per un discorso con i Giornalisti nell Erba #nonsolochat

Social media marketing. Spunti per un discorso con i Giornalisti nell Erba #nonsolochat Social media marketing Spunti per un discorso con i Giornalisti nell Erba #nonsolochat Il marketing [Wikipedia] Il marketing viene definito come quel processo sociale e manageriale diretto a soddisfare

Dettagli

Lo Sviluppo delle Capacità

Lo Sviluppo delle Capacità Lo Sviluppo delle Capacità 1 Come elaborare un Piano di sviluppo: premesse e processo 3 2 Appendice A: Una guida per la Diagnosi degli ostacoli 7 3 Appendice B: Una guida per la scelta delle Tecniche 8

Dettagli

Iscrizioni aperte alla II edizione del corso COACH PROFESSIONISTA

Iscrizioni aperte alla II edizione del corso COACH PROFESSIONISTA TRAINING COUNSELING & COACHING ---------------------------------------------------------------------------------------------------- Iscrizioni aperte alla II edizione del corso COACH PROFESSIONISTA RICONOSCIUTO

Dettagli

WhiteDoveBiz * Via Vannucci 1/16 Genova * www.whitedove.biz * 010.8683343 * info@whitedove.biz

WhiteDoveBiz * Via Vannucci 1/16 Genova * www.whitedove.biz * 010.8683343 * info@whitedove.biz MASTER IN COACHING RELAZIONALE PER I SERVIZI AL LAVORO OBIETTIVI DESTINATARI Il coaching è uno strumento altamente efficace che aiuta le persone a far quadrare il bilancio della propria vita privata o

Dettagli

THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management

THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management DESCRIZIONE EVENTO Project Hollywood La regia cinematografica: un esperienza di project management La produzione di un film rappresenta l

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI

GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI Raduno arbitri 2011 D.ssa Barbara Bononi Prendete un foglio e scrivete ognuno la propria definizione di.. ARBITRAGGIO

Dettagli

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7 AREA human resources La selezione del personale 3 L assessment e la valutazione del potenziale 4 Gli strumenti 5 L analisi di clima 7 AREA management & behavioral training La formazione del personale 9

Dettagli

Indice. Tecniche e metodologie di coaching. 2 di 10

Indice. Tecniche e metodologie di coaching. 2 di 10 LEZIONE DI TECNICHE E METODOLOGIE DI COACHING PROF.SSA ROBERTA TEMPONE Indice 1 Prerequisiti per attivare un team working --------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

DOF SPECIALS. Progetti e strumenti innovativi per facilitare il miglioramento continuo e lo sviluppo di organizzazioni e comunità

DOF SPECIALS. Progetti e strumenti innovativi per facilitare il miglioramento continuo e lo sviluppo di organizzazioni e comunità DOF SPECIALS Progetti e strumenti innovativi per facilitare il miglioramento continuo e lo sviluppo di organizzazioni e comunità DOF CONSULTING DOF Consulting aiuta le organizzazioni a crescere e rinnovarsi

Dettagli

Compagni di Cordata. Prof. Stefano Dati. Roma. sport invernali per l empowerment e l inclusione delle diverse abilità

Compagni di Cordata. Prof. Stefano Dati. Roma. sport invernali per l empowerment e l inclusione delle diverse abilità Compagni di Cordata sport invernali per l empowerment e l inclusione delle diverse abilità Progetto Finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali legge 383/2000 F/2013 Prof. Stefano Dati

Dettagli

TRAINING. Riservato ad agenti e venditori. (3 giornate intervallate)

TRAINING. Riservato ad agenti e venditori. (3 giornate intervallate) TRAINING Riservato ad agenti e venditori (3 giornate intervallate) 2 1. INTERPRETARE IL PROPRIO RUOLO CON ORGOGLIO, POSITIVITÀ, CREATIVITÀ E CORAGGIO, RAFFORZANDO LA PROPRIA AUTOMOTIVAZIONE AL MIGLIORAMENTO

Dettagli

N CORSO DESCRIZIONE ORE

N CORSO DESCRIZIONE ORE PACCHETTO FORMAZIONE FINANZIATA ANTI CRISI La Q110 offre una consulenza gratuita da parte di un esperto, direttamente presso l impresa per aiutarti a scegliere i corsi più adatti alle esigenze attuali

Dettagli

ASSISTENTE DI DIREZIONE

ASSISTENTE DI DIREZIONE GESTIONE AZIENDALE ASSISTENTE DI DIREZIONE PREMESSA Il ruolo dell Assistente di Direzione è complesso ed articolato, la sua attività diviene di giorno in giorno più complessa e necessita di tecniche sempre

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ Casa dei Bambini Scuola Montessori Coop Sociale Onlus SCUOLA DELL INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA PARITARIE via Arosio 3-20148 Milano - tel/fax 02.4045694 arosiomontessori@tin.it PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ

Dettagli

Coaching e PNL per gli operatori del fitness

Coaching e PNL per gli operatori del fitness Coaching e PNL per gli operatori del fitness Corsi di Formazione 2014 Il progetto Ciao, siamo Marco e Savino, due coach professionisti e trainer di PNL. Il nostro obiettivo è quello di fornire un eccezionale

Dettagli

Adventure Training in Barca a Vela Dossier di presentazione

Adventure Training in Barca a Vela Dossier di presentazione Adventure Training in Barca a Vela Dossier di presentazione V 01 2005 GG Il valore di un idea sta nel metterla in pratica OLYMPOS Group - Via XXV aprile, 40 24030 Brembate di Sopra (BG) Tel. +39 035332111

Dettagli

E-mail: calla2002@libero.it

E-mail: calla2002@libero.it RELATORE: FABIO FOSSATI - HEAD-COACH ADVISOR FIP FIBA EUROPE - DOCENTE BASKET FACOLTA SCIENZE - MOTORIE UNIVERSITA STATALE DI BRESCIA DIPARTIMENTO DI MEDICINA - CERTIFIED MENTAL COACH E-mail: calla2002@libero.it

Dettagli

Da Politico a Leader. D'Immagine, di Comunicazione e di Strategie Vincenti

Da Politico a Leader. D'Immagine, di Comunicazione e di Strategie Vincenti Da Politico a Leader D'Immagine, di Comunicazione e di Strategie Vincenti Cerchi un partner che ti affianchi nella tua carriera politica? Devi organizzare la tua campagna elettorale? Migliorare le performance

Dettagli

il tuo sviluppo concreto

il tuo sviluppo concreto BROCHURE 2015 Navigare necesse est, vivere non necesse il tuo sviluppo concreto 01 Coerenza: Siamo prima di tutto imprenditori che applicano le tecniche che forniamo 02 Responsabilità: ci sentiamo e comportiamo

Dettagli

PERSONAL BRANDING: l arte di promuovere se stessi Movicar Srl Formazione in Movimento e ASD L'arte del meglio vivere Personal Branding 1 Noi siamo gli amministratori delegati delle nostre stesse aziende:

Dettagli

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE Maria Elena Ridolfi Regolazione emozionale: obiettivi COMPRENDERE LE EMOZIONI RIDURRE LA VULNERABILITA EMOZIONALE RIDURRE LA SOFFERENZA EMOZIONALE

Dettagli

XXV EDIZIONE DEL MASTER IN SELEZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE

XXV EDIZIONE DEL MASTER IN SELEZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE XXV EDIZIONE DEL MASTER IN SELEZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DEL PERSONALE RISERVATO AI LAUREATI IN PSICOLOGIA e IN ALTRE DISCIPLINE Edizione 2012/2013 Argomenti trattati nella Prima area: selezione e valutazione

Dettagli

Tutto questo può andare bene a patto che, nel contempo, abbiamo inserito nella nostra vita una doppia velocità, la Linea della Vita appunto.

Tutto questo può andare bene a patto che, nel contempo, abbiamo inserito nella nostra vita una doppia velocità, la Linea della Vita appunto. PROGRAMMARE IL 2011 Come ben sappiamo gli ultimi giorni dell anno sono giorni di bilancio: di fronte al conto economico della vita dovremmo valutare gli Attivi e i Passivi e quindi comprendere se l annata

Dettagli

APPROFONDIMENTO RISORSE UMANE

APPROFONDIMENTO RISORSE UMANE APPROFONDIMENTO RISORSE UMANE Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento LEADERSHIP E TEAM BUILDING La soddisfazione del lavoratore A livello individuale, la gestione

Dettagli

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com BUSINESS DEVELOPMENT noesisweb.com Guidiamo le persone nel diventare attori principali della propria realtà, costruendo, negli ambiti professionali e di vita privata, un mondo al quale sia piacevole appartenere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI CALO VIALE M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA

ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI CALO VIALE M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI CALO VIALE M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA Tel.099/8290470 Fax 099/8290471 Codice meccanografico: TAIC82600L Codice fiscale: 90122060735 E-mail TAIC82600L@istruzione.it

Dettagli