GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE. C. Bonasia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE. C. Bonasia"

Transcript

1 GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA IL PROCESSO DICOMUNICAZIONE II LEZIONE C. Bonasia

2 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE DIMENSIONE VERTICALE: top -down bottom - up DIMENSIONE ORIZZONTALE trasversale, tra persone e o tra reparti

3 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: COSA COMUNICARE COME COMUNICARE COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE COMUNICAZIONE E TECNOLOGIA COSTRUIRE LA RELAZIONE 3

4 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE OBBIETTIVI, STRATEGIA E IL PIANO DI C. I.: CONTENUTI MEDIA MODALITA

5 PERCHE IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI AMBIENTE E CLIMA FAVORIRE LA MIGLIORE CONOSCENZA RECIPROCAFRA PERSONE E REPARTI E LO SVILUPPO DI UN AMBIENTE E DI UN CLIMA DI LAVORO CONGRUENTI CON VISION, MISSION, VALORIED IDENTITÀ D IMPRESA. COINVOLGIMENTO ED ADESIONE OTTENERE L ADESIONE ED IL COINVOLGIMENTO DELLE PERSONE SUGLI OBIETTIVI D IMPRESA, DANDO LORO ATTENZIONE, FACENDOLE SENTIRE PARTE INTEGRANTE DI UN UNICO PROGETTO E CONSENTENDO DI FOCALIZZARE IL LEGAME FRA RISULTATI INDIVIDUALI E DI SQUADRA. ENERGIA E PERFORMANCE ESALTARE L ENERGIA (CAPACITÀ DI FAR ACCADERE LE COSE) E LE PERFORMANCE DEGLI INDIVIDUI E DELLA SQUADRA.

6 PRINCIPI ISPIRATORI DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE 1. ASPETTI COMPORTAMENTALICONNESSI CON LA COMUNICAZIONE, FINALIZZATI A COSTRUIRE LA QUALITA DELLA RELAZIONE, PER COINVOLGERE E MOTIVARE LE PERSONE 2. CONTENUTI E MODALITA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE 3. ILTRAININGRELATIVO A COSA COMUNICARE E COME COMUNICARLO (A CASCATA PER DIRIGENTI, QUADRI, MANAGER, ECC.) 4. LA CONVENTIONCOME MOMENTO PER RINFORZARE LE COMPETENZE DI 6 COMUNICAZIONE ACQUISITE

7 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: CONTENUTI DISTINZIONE TRA INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE OGGI PREVALE L ASPETTO INFORMATIVO, CHE E, PER LO PIU, TOP DOWN DOVREMMO SVILUPPARE L ASPETTO COMUNICATIVO CHE E A DUE VIE: -TOP DOWN -BOTTOM UP 7

8 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: CONTENUTI CULTURA D IMPRESA (VISION, MISSION, VALORI, ECC.) STRATEGIE DI MEDIO TERMINE (COMMERCIALI, TECNOL, ORGANIZZATIVE, ECC.) PIANI OPERATIVI ANNUALI STRUTTURA ORGANIZZATIVA, COMUNICATI, ANNUNCI POLICIES, PROCESSI, PROCEDURE (Ad es HR) LANCI DI PRODOTTO, INIZIATIVE SPECIALI, ecc. POLITICHE E PROGETTI DI RESPONSABILITA SOCIALE 8

9 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: MODALITA IL SISTEMA DI INFORMAZIONI DOVREBBE PREVEDERE): -INCONTRI CON LA DIGE - DEPLOYMENT PIANI STRATEGICI -DEPLOYMENT / FOLLOW UP, PIANO OPERATIVO, BUDGET, FORECAST, ECC. - INCONTRI DI DIREZIONE (FOLLOW UP RISULT. -CONVENTION(CONSUNTIVO RISULTATI/ OBIETTIVI DELL-ANNO E STRATEGIE PER L ANNO SEGUENTE) -INFORMAZIONI DI BUSINESS DALLE DIREZIONI (SITUAZIONE DELLA COMPETITION, AMPIEZZA E PROFONDITA DI DIFFUSIONE, ECC) - SURVEY: QUESTIONARI CARTACEI E TELEMATICI (GPTW, APPLICAZIONE VALORI, PLANT, ECC.) 9

10 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: CONTENUTI E MODALITA VERIFICARE L ADEGUATEZZA DELLE INFORMAZIONI DATE E DELLE MODALITA CON CUI VENGONO DIFFUSE, AGGIUNGENDO O TOGLIENDO, A SECONDA DEL VALORE DELLE STESSE (EQUILIBRIO/CALIBRATURA DELLA QUALITA /QUANTITA DI INFORMAZIONI DISPONIBILI/NECESSARIE) 10

11 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE STRUMENTI Strumenti CALDI - Colloqui e interviste; - Riunioni; - Open House(Family Day); - Convention; - Riti e rituali; - Dicerie(rumors); - Premiazioni, celebrazioni e testimonianze; - Museo aziendale. Strumenti FREDDI - Bacheche/Info points; - House organ; - Newsletter - Portale Intranet; - Audiovisivi; - Strumenti telematici; - Oggettistica./gadgets

12

13

14 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: LA CONVENTION dedicata (un occasione importante) L OBIETTIVO E QUELLO DI RAFFORZARE QUANTO APPRESO NEL TRAINING E DI TRASMETTERE UN FORTE COMMITMENT SUL PROCESSO DI COMUNIC. PERCHE TUTTI NE SIANO PROTAGONISTI. DUE FASI: UNA MEZZA GIORNATA CON SPEAKER ESTERNI CHE DIANO ESEMPI DI COME SI POSSONO ESERCITARE EFFICACEMENTE I VARI LIVELLI DI COMUNICAZ. NEL POMERIGGIO ESERCITAZIONI E DINAMICHE DOVE I PARTECIP. POSSONO METTERSI IN GIOCO E SPERIMENTARSI DIVERTENDOSI E SVILUPPANDO LE PROPRIE COMPETENZE COMUNICATIVE 14

15 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: TRAINING DEFINIRE NEI DETTAGLI IL SISTEMA DI COMUNICAZIONI (IL COSA COMUNICARE), CON QUALE STRUMENTO (AD ES. PORTALE,ECC) SPECIFICANDO IL LIVELLO DI INFORMAZIONI, I DESTINATARI, I TEMPI, I RISULTATI ATTESI E CHI GUIDA IL PROCESSO. 15

16 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: TRAINING DEFINIRE PRINCIPI E SUGGERIMENTI PER L USO DELLA TECNOLOGIA (CRITERI E OPPORTUNITA DELL UTILIZZO DELL , PORTALE, ECC.) DEFINIRE INDICATORI DI COMPORTAMENTO CON LE RELATIVE MISURE (A LIVELLO DI DIREZIONE, DI REPARTO E INDIVIDUALI), PER MONITORARE IL MIGLIORAMENTO NELL APPLICAZIONE DEL PROCESSO 16

17 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: TRAINING UNA VOLTA DEFINITO IL COSA COMUNICARE, E NON MENO IMPORTANTE DEFINIRE COME COMUNICAREE INSEGNARE ALLE PERSONE A FARLO. NON SI TRATTA SOLO DI FARE TRAINING, MA ANCHE E SOPRATTUTTO DI FARE COACHINGCON L ESEMPIO QUOTIDIANODA PARTE DEI CAPI, A TUTTI I LIVELLI (COMUNICAZIONE IMPLICITA) 17

18 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: TRAINING SVILUPPARE UN PROGRAMMA DITRAINING FONDATO SULLA CAPACITA DI COSTRUIRE LA RELAZIONE E DI MIGLIORARE IL PROPRIO COMPORTAMENTOVERSO UNA COMUNICAZIONE EMPATICA, CAPACE DI GENERARE COINVOLGIMENTO E MOTIVAZIONE, FACENDO ESPRIMERE LE PERSONE, ASCOLTANDOLE, DANDO LORO ATTENZIONE E FACENDOLE SENTIRE CONSIDERATE. 18

19 LO SKILL LAB DELLA COMUNICAZIONE LA CAPACITA DI COMUNICARE SI SVILUPPA, CON LA CONOSCENZA DEI FONDAMENTALI (CORSO DI 2 GG: L RTE DEL DIALOGO A E R) E CON UN PERCORSO DI ALLENAMENTO POSSIBILITA DI ALLENARSI IN MODO VIRTUALESUL PC (fase preparatoria) INCONTRI ONE TO ONE(videoripresi) CON UN COACH, PER ALLENARSI, SIMULANDO CASI REALI SUI MOMENTI FONDAMENTALI DELLA COMUNICAZIONE MANAGERIALE

20 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE SI COMPONE DI VARI ELEMENTI IO A TE COMUNICO QUESTO QUI ED ORA SOGGETTO EMITTENTE AZIONE CHE PUO ESSERE CONSAPEVOLE O INCONSAPEVOLE E IL CONTESTO MESSAGGIO SOGGETTO RICEVENTE OGNI COMUNICAZIONE PUO COMPRENDERE DIVERSI FATTORI DI DISTORSIONE LEGATI ALL EMITTENTE, AL DESTINATARIO O AL CONTESTO

21 OCCORRE FARE MOLTA ATTENZIONE, PERCHE NON TUTTO QUELLO CHE VIENE COMUNICATO ARRIVA AL RICEVENTE ANZI, DI SOLITO: RICORDA 20 IL SOGGETTO VUOLE DIRE 100 IN REALTA DICE 80 CAPISCE 30 IL RICEVENTE ASCOLTA 50

22 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: ASPETTI COMPORTAMENTALI LA COMUNICAZIONE COME STRUMENTOPER COSTRUIRE LA QUALITA DELLA RELAZIONEFRA LE PERSONE LA COMUNICAZIONE COME PREDISPOSIZIONE QUOTIDIANA(NEL RAPPORTO ONE TO ONE E IN SITUAZIONI DI TEAM): DAL SORRISO, AL SALUTO, ALL ATTENZIONE VERSO LE PERSONE A TUTTI I LIVELLI E UN ABILITA : - DA ALLENARE - DA SVILUPPARE PER ARRICCHIRSI E PER ARRICCHIRE, FACENDO SENTIRE GLI INTERLOCUTORI IMPORTANTI 22

23 STRUTTURA DEL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: ASPETTI COMPORTAMENTALI/2 IL FOCUS E SUI COMPORTAMENTI/ABILITA DA SVILUPPARE IN TUTTE LE PERSONE (LAVORARE SUL PROPRIO CARATTERE PER MIGLIORARE), SVILUPPANDO IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE A DUE VIE (CON CAPACITA DIASCOLTO, EMPATIA, COSTRUZIONE DELLA RELAZIONE) COMUNICAZIONE TRA LE DIREZIONI/REPARTI: COME ACQUISIRE/FAVORIRE LA: - CONOSCENZA TRA I REPARTI (NON SOLO LE ATTIVITA, MA ANCHE LE PERSONE, DANDO ATTENZIONE ANCHE A QUELLE CON CUI ABITUALMENTE NON SI LAVORA); - LA CONDIVISIONE ; - IL COINVOLGIMENTO ANCHE EMOTIVO, PER ESALTARE LO SPIRITO DI SQUADRA APPLICATO DAY BY DAY 23

24 COME COMUNICARE IL CORRETTO USO DELLA COMUNICAZIONE: EYES (NECESSITA DI RELAZIONE INTERPERSONALE E COMUNICAZIONE EMPATICA) EARS (IL CORRETTO USO DEL TELEFONO PER UN FEEDBACK IMMEDIATO) LA COMUNICAZIONE TECNOLOGICA ( , PORTALE, ECC.) LA COMUNICAZIONE A DUEVIE(ONETO ONE, MEETING, SURVEY, QUESTIONARI TELEMATICI AL PERSONALE, FORUM-PORTALE, ECC.) 24

25 LE 5 REGOLE D ORO DELLA POSTA 1. LIMITA IL NUMERO DELLE . PROVA A PARLARE CON IL TUO INTERLOCUTORE 2. SCRIVI UNA PER INFORMARE, NON PER AVVIARE UNA DISCUSSIONE 3. CHIARISCI IL TUO OBIETTIVO E SII SINTETICO NEI MESSAGGI 4. RIDUCI LA LISTA DI DISTRIBUZIONE A CHI E VERAMENTE INTERESSATO 5. TRATTA CON CAUTELA LE DA E VERSO INTERNET 25

26 LEADERSHIP: LE 3 C COMPETENZA COLLABORAZIONE COMUNICAZIONE 26

27 LEADERSHIP: LE 4 E ENVISION ENABLE ENERGIZE ESEMPIO 27

28 SPIRITO DI SQUADRA CARATTERISTICHE LA CONOSCENZA ED IL RISPETTO RECIPROCI DI PERSONE E FUNZIONI SAPER FARE UN PASSO INDIETRO COME SINGOLI PER FAR VINCERE LA SQUADRA TUTTI PER UNO, UNOPER TUTTI 28

29 LE 4 DIMENSIONI DELLA COMUNICAZIONE

30 PER UNA COMUNICAZIONE EFFICACE MENTALE 4 LIVELLI/ DIMENSIONI VERBALE EMOTIVA ENERGETICA 30

31 COMUNICAZIONE MENTALE IL FLUSSO DEI PENSIERI LA MENTE RAGIONA PER IMMAGINI AMP USO DELLE METAFORE 31

32 COMUNICAZIONE VERBALE BILANCIAMENTO TRA: PENSIERI PAROLE ASCOLTO ABBIAMO: - UNA BOCCA - DUE ORECCHIE USIAMOLE IN PROPORZIONE 32

33 NON E IMPORTANTE SOLO IL COSA SI DICE (CONTENUTO), MA ANCHE, IN UGUAL MISURA, IL COME LO SI DICE (TONO). TALVOLTA UN TONO SBAGLIATO INFICIA ANCHE UN CONTENUTO CORRETTO. SI POSSONO DIRE COSE GIUSTE NEL MODO SBAGLIATO. 33

34 ATTENZIONE ANCHE AL TONO ED AL WORDING AD ALLA POLARITA POLARITA CHE CREANO 34

35 VERBALE: LA POLARITA NELLA COMUNICAZIONE PORRE ATTENZIONE ALLA POTENZA EMOTIVA DELLE PAROLE E, AL CORRETTO USO DEL WORDING E DELLA SUA POLARITA 35

36 CI SONO IN USO PIU VOCABOLI PER DESCRIVERE SITUAZIONI NEGATIVE CHE POSITIVE, CON LE RELATIVE SUGGESTIONI SIAMO, QUINDI, PIU ESPERTI IN MALESSERE CHE IN BENESSERE 36

37 RIFLESSIONE TROVARE I SINONIMI ALLE PAROLE: CORAGGIO PAURA 37

38 PAURA CORAGGIO AUDACIA ARDIMENTO TEMERARIETA TERRORE PANICO SPAVENTO FIFA STRIZZA TIMORE AVERE LA TREMARELLA FARSELA SOTTO SCAPPARE A GAMBE LEVATE 38

39 USO DELLE METAFORE ESSERE CONSAPEVOLI DELLE PAROLE CHE UTILIZZIAMO ED USARLE A RAGION VEDUTA CON LA GAMMA DI SFUMATURE NECESSARIE AD ES.: CARINO, GRAZIOSO, BELLO SPLENDIDO, MAGNIFICO, MERAVIGLIOSO CONTRATTEMPO, PROBLEMA, GUAIO, DRAMMA, SCIAGURA, TRAGEDIA DISASTRO, CATASTROFE, ECC. 39

40 CAMBIARE LA POLARITA NELLE PAROLE CI AIUTA AD ESPRIMERE LE EMOZIONI IN MODO DIVERSO 40

41 ANGOSCIATO INFASTIDITO, STUZZICATO ANSIOSO IN ATTESA, CURIOSO, PROIETTATO SUL FUTURO ARRABBIATO INCAZZATO CONFUSO DEPRESSO FALLIRE FRUSTRATO STIZZITO, INALBERATO, LIEVEMENTE DISTURBATO PRONTO AD IMPARARE, MENO LUCIDO DEL SOLITO NON AL MASSIMO, UN PO STANCO, UN PO GIU IMPARARE, FARE ESPERIENZA, SULLA VIA DEL SUCCESSO SFIDATO, MESSO ALLA PROVA, OSTACOLATO 41

42 LE PAROLE SONO LA DROGA PIU POTENTE USATA DALL UMANITA R. Kipling 42

43 SE LA POLARITA DI UNO DEI DUE E NEGATIVA, IL RISULTATO DELLA COMUNICAZIONE E NEGATIVO TONO E CONTENUTO OPERANO COME FATTORI DI UN PRODOTTO RICORDATE: + x - = - 43

44 COMUNICAZIONE EMOTIVA I PENSIERI, LE PAROLE, IL TONO SCATENANO EMOZIONI (POSITIVE O NEGATIVE) CHE INFLUENZANO IL NOSTRO STATO DI BENESSERE O DI DISAGIO NELLA RELAZIONE. 44

45 COMUNICAZIONE ENERGETICA E UN LIVELLO PIU SOTTILE, MENO CONOSCIUTO. NOI EMANIAMO/TRASMETTIAMO ENERGIA POSITIVA NEGATIVA - SIA A LIVELLO DI CONTATTO (ES. STRETTA DI MANO) - SIA QUANDO INTERAGIAMO CON GLI ALTRI (EFFETTO ASCENSORE) - COLLOQUIO (A DUE O IN GRUPPO) - PARLARE IN PUBBLICO (PRESENTAZIONE) 45

46 COMUNICAZIONE ENERGETICA ESSERE SEMPRE PRESENTI E CONSAPEVOLI - QUANTA ENERGIA - CHE TIPO DI ENERGIA STO EMANANDO/TRASMETTENDO? TRA LE QUALITA DELLA LEADERSHIP C E LA CAPACITA DI ENERGIZE NEI CONFRONTI DEGLI ALTRI 46

47 SPESSO I VARI LIVELLI M V EM EN NON SONO IN ARMONIA M V EM EN PERCHE SONO FUORI ASSE 47

48 E FONDAMENTALE IL BILANCIAMENTO E LA COASSIALITA DEI 4 LIVELLI M V EM EN COME ESPRESSIONE DI CONSAPEVOLEZZA, ARMONIA, EQUILIBRIO 48

49 IN QUESTO CASO RIUSCIAMO A COMUNICARE IN MODO CREDIBILE, GENUINO, CONVINCENTE, CHE ARRIVA SIA ALLA MENTE, SIA AL CUORE DEGLI ALTRI LA COMUNICAZIONE SI VALUTA DAL PERCEPITO E NON DALL INTENZIONE 49

MANAGEMENT & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA

MANAGEMENT & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA MANAGEMENT & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA I LEZIONE C. Bonasia DID YOU KNOW? Traduzione inglese italiano 27 10 07.mpg PROGRAMMA LEZIONI IL PIANO DELLA COMUNICAZIONE INTERNA Lezione

Dettagli

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress Chi si Forma non si ferma! www.snapform.it info@snapform.it Corsi LIFE IN PROGRESS Il counseling per la vita di tutti i giorni

Dettagli

Diventare consapevoli che il modo in cui ci diciamo le cose ha un impatto sulla nostra neurologia.

Diventare consapevoli che il modo in cui ci diciamo le cose ha un impatto sulla nostra neurologia. SELF COACHING 1 MODULO Il dialogo interiore Diventare consapevoli che il modo in cui ci diciamo le cose ha un impatto sulla nostra neurologia. 2 MODULO Lo stato emotivo Trovare dentro di noi lo stato emotivo

Dettagli

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Obiettivo: Fornire conoscenze relative alla comunicazione tra istruttore e allievo e strategie funzionali

Dettagli

GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA. C. Bonasia

GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA. C. Bonasia GOVERNANCE & COMUNICAZIONE D IMPRESA LA COMUNICAZIONE INTERNA VIII LEZIONE C. Bonasia LA RELAZIONE CAPO - COLLABORATORE LE PRINCIPALI SITUAZIONI ALL INTERNO DELLE ORGANIZZAZIONI LA RELAZIONE COLLABORATORE

Dettagli

COMUNICARE A COLORI: IN PUBBLICO E IN AZIENDA. Milano 10 e 11 dicembre 2009 USARE LA VOCE PER CREARE CLIMA, RAFFORZARE IL TEAM, FIDELIZZARE

COMUNICARE A COLORI: IN PUBBLICO E IN AZIENDA. Milano 10 e 11 dicembre 2009 USARE LA VOCE PER CREARE CLIMA, RAFFORZARE IL TEAM, FIDELIZZARE USARE LA VOCE PER CREARE CLIMA, RAFFORZARE IL TEAM, FIDELIZZARE I CLIENTI E PARLARE IN PUBBLICO CON IL METODO FOURVOICECOLORS Milano 10 e 11 dicembre 2009 Rev. 04 2009 Focus La nostra Mission è: Generare

Dettagli

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento Chi Siamo ADM Advanced Development of Mind svolge la sua attività nell ambito del Miglioramento Personale, della Formazione Aziendale, della Consulenza e del Coaching. Fondata nel 1997 da Andrea Di Martino,

Dettagli

Consulenza e Formazione 2012

Consulenza e Formazione 2012 Consulenza e Formazione 2012 Settore: Hair Beauty - Wellness One day Seminar LA COMUNICAZIONE VERBALE, PARAVERBALE, NON VERBALE (T/C) Il buon comunicatore è quello che ottiene dalla propria comunicazione

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

FORMARSI AL BEN-ESSERE:

FORMARSI AL BEN-ESSERE: FORMARSI AL BEN-ESSERE: come dare il meglio di sé sui luoghi di lavoro e nella vita 16 ottobre 2015 Relatore: Formatore Coach A.N.CO.R.S. - Management e Sviluppo Personale 1) ORARI WORKSHOP:! dalle ore

Dettagli

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro La capacità di comunicare e di negoziare è il principale

Dettagli

Esempio di un percorso di educazione emotiva: le nostre emozioni diventano intelligenti.

Esempio di un percorso di educazione emotiva: le nostre emozioni diventano intelligenti. Esempio di un percorso di educazione emotiva: le nostre emozioni diventano intelligenti. Obiettivi: 1. Autoconsapevolezza: Saper riconoscere sul nascere e monitorare le proprie emozioni, saper essere consapevoli

Dettagli

Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta La Comunicazione Cosa significa Comunicare? Trasmettere informazioni,conoscenze,pensieri tra due o piú soggetti. La comunicazione contiene elementi non

Dettagli

Il colloquio di lavoro Workshop della durata di 2 giorni

Il colloquio di lavoro Workshop della durata di 2 giorni Il colloquio di lavoro Workshop della durata di 2 giorni Come avere successo ed ottenere il lavoro desiderato! AIUTA LE AZIENDE A SELEZIONARTI Essere consapevoli dei propri vantaggi, conoscere l azienda

Dettagli

Adventure Training in Barca a Vela Dossier di presentazione

Adventure Training in Barca a Vela Dossier di presentazione Adventure Training in Barca a Vela Dossier di presentazione V 01 2005 GG Il valore di un idea sta nel metterla in pratica OLYMPOS Group - Via XXV aprile, 40 24030 Brembate di Sopra (BG) Tel. +39 035332111

Dettagli

CONVEGNO FISM SIRACUSA 27 NOVEMBRE 2010

CONVEGNO FISM SIRACUSA 27 NOVEMBRE 2010 CONVEGNO FISM SIRACUSA 27 NOVEMBRE 2010 INTERCULTURA PARITARIA: STRUMENTI E TECNICHE PSICOLOGICHE DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE L INCLUSIONE E LA RECIPROCITA mariellabianca psicoterapeuta analista transazionale

Dettagli

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F.

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. FORMAZIONE MANAGERIALE S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. Baracca, 235/E 50127 Firenze Tel. 055.3436516

Dettagli

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso per Responsabili di Unità Organizzative. Da capo a leader: imparare a valorizzare e sviluppare

Dettagli

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Bologna - Tel. & fax 051 543101 e-mail: e.communication@fastwebnet.it www.excellencecommunication.it Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Docente: Antonella Ferrari

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

ESPERIENZA FORMATIVA CORSA NELLA LUCE

ESPERIENZA FORMATIVA CORSA NELLA LUCE ESPERIENZA FORMATIVA CORSA NELLA LUCE LE 15 CARATTERISTICHE DELLA NOSTRA FORMAZIONE CONCRETA / PRATICA / UMANISTICA / ETICA / GENERATIVA ESPERIENZIALE / STRATEGICA / EFFICACE / FLESSIBILE / EMOZIONALE

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

NUOVI APPROCCI PER UN MANAGER ALLENATORE : IL PROCESSO DI COACHING

NUOVI APPROCCI PER UN MANAGER ALLENATORE : IL PROCESSO DI COACHING gno Inserto di Missione Impresa dedicato allo sviluppo pratico di progetti finalizzati ad aumentare la competitività delle imprese. NUOVI APPROCCI PER UN MANAGER ALLENATORE : IL PROCESSO DI COACHING COSA

Dettagli

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale Associazione DAGUS www.associazionedagus.it associazione.dagus@gmail.com. 1 Lo psicologo in azienda L analisi e la promozione

Dettagli

THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management

THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management THE WAY OF THE LEADERS Sviluppo skill per il General Management DESCRIZIONE EVENTO Project Hollywood La regia cinematografica: un esperienza di project management La produzione di un film rappresenta l

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE Progetto 1: Gestire il tempo Durata complessiva: 28 di cui 16 di aula (4 incontri da 4 ore), 6 di e-learning e 6 di project work Numero partecipanti previsto: 14 Quota iscrizione 30 Modulo 1 La gestione

Dettagli

Di cosa di occuperemo?

Di cosa di occuperemo? Un contributo per interpretare e gestire i flussi di comunicazione nel processo di ispezione Di cosa di occuperemo? aspetti di comunicazione e relazionali nelle visite ispettive e nel processo di certificazione

Dettagli

Da Politico a Leader. D'Immagine, di Comunicazione e di Strategie Vincenti

Da Politico a Leader. D'Immagine, di Comunicazione e di Strategie Vincenti Da Politico a Leader D'Immagine, di Comunicazione e di Strategie Vincenti Cerchi un partner che ti affianchi nella tua carriera politica? Devi organizzare la tua campagna elettorale? Migliorare le performance

Dettagli

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 Le 11 competenze di base del coaching sono state sviluppate per permettere una migliore comprensione delle competenze e degli approcci utilizzati nell ambito della

Dettagli

CRESCERE COME PERSONA E COME MANAGER. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE - Anno 2015 -

CRESCERE COME PERSONA E COME MANAGER. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE - Anno 2015 - CRESCERE COME PERSONA E COME MANAGER CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE - Anno 2015 - CHI SIAMO Empowerment Center è un team di professionisti che da alcuni anni forniscono servizi alle Aziende per aiutarle

Dettagli

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. The Leader Sviluppo personale - self Help Permettimi di darti un consiglio: Scegli ora di essere tu il tuo LEADER SEMPRE! Sviluppo personale

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico.

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico. PIANO DI FORMAZIONE TRIENNIO 2014-2016 AI SENSI DELLA CONVENZIONE TRA LA SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE E L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Art. 1 - Oggetto Oggetto del presente Piano

Dettagli

CAPITOLO 4 MANAGER E COMUNICAZIONE D IMPRESA

CAPITOLO 4 MANAGER E COMUNICAZIONE D IMPRESA CAPITOLO 4 MANAGER E COMUNICAZIONE D IMPRESA Indice 4.1 LA COMUNICAZIONE INTERNA...............................................69 Comprendere lo stato dell arte...................................................70

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

COACHING & COUNSELING, IDENTITA E DIFFERENZE.

COACHING & COUNSELING, IDENTITA E DIFFERENZE. COACHING & COUNSELING, IDENTITA E DIFFERENZE. A cura di: Domenico Nigro. Direttore didattico e trainer della Scuola IN Counseling. Consulente aziendale. Life e Business Coach. INDICE Cap.1: Coaching &

Dettagli

Lo Sviluppo delle Capacità

Lo Sviluppo delle Capacità Lo Sviluppo delle Capacità 1 Come elaborare un Piano di sviluppo: premesse e processo 3 2 Appendice A: Una guida per la Diagnosi degli ostacoli 7 3 Appendice B: Una guida per la scelta delle Tecniche 8

Dettagli

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI Corso di Alta Formazione - Innovazione, Finanza e Management per le PMI Premessa La LUM School of Management crede fermamente

Dettagli

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale.

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. Gestione e sviluppo richiedono oggi comportamenti diversi

Dettagli

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale La gestione creativa dei conflitti L ARTE STRATEGICA DI GESTIRE I CONFLITTI (L autodifesa conversazionale) Potenziare la capacità di gestione delle dinamiche conflittuali e di trarre occasioni di crescita

Dettagli

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di Sessione La negoziazione Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a riesaminare le dinamiche interpersonali e le tecniche che caratterizzano una negoziazione

Dettagli

TRAINING. Riservato ad agenti e venditori. (3 giornate intervallate)

TRAINING. Riservato ad agenti e venditori. (3 giornate intervallate) TRAINING Riservato ad agenti e venditori (3 giornate intervallate) 2 1. INTERPRETARE IL PROPRIO RUOLO CON ORGOGLIO, POSITIVITÀ, CREATIVITÀ E CORAGGIO, RAFFORZANDO LA PROPRIA AUTOMOTIVAZIONE AL MIGLIORAMENTO

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA Premessa L avvio di una nuova esperienza scolastica o il passaggio da una classe all altra dovrebbe avvenire senza cambiamenti bruschi, senza traumi, solo con l entusiasmo di intraprendere

Dettagli

L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA

L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA L EMPATIA E LA RELAZIONE EMPATICA (a cura di Sandra Camuffo) MODULO I: COACHING ESSENTIALS Roma, 7-8 Marzo, 5 Aprile 2014 DEFINIRE L EMPATIA Le definizioni dell empatia coniate dagli studiosi e dai ricercatori

Dettagli

Compagni di Cordata. Prof. Stefano Dati. Roma. sport invernali per l empowerment e l inclusione delle diverse abilità

Compagni di Cordata. Prof. Stefano Dati. Roma. sport invernali per l empowerment e l inclusione delle diverse abilità Compagni di Cordata sport invernali per l empowerment e l inclusione delle diverse abilità Progetto Finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali legge 383/2000 F/2013 Prof. Stefano Dati

Dettagli

Il turismo evolve; come gestire il cambiamento.

Il turismo evolve; come gestire il cambiamento. Il turismo evolve; come gestire il cambiamento. Mario Solerio Partner D.O.C. marketing Di cosa parleremo Cosa intendiamo con cambiamento e le relative dinamiche Come comportarsi nei percorsi di cambiamento

Dettagli

Iscrizioni aperte alla II edizione del corso COACH PROFESSIONISTA

Iscrizioni aperte alla II edizione del corso COACH PROFESSIONISTA TRAINING COUNSELING & COACHING ---------------------------------------------------------------------------------------------------- Iscrizioni aperte alla II edizione del corso COACH PROFESSIONISTA RICONOSCIUTO

Dettagli

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili In questa unità didattica sono indicate alcune modalità di comportamento con persone disabili, in modo da migliorare la conoscenza rispetto

Dettagli

La Leadership efficace

La Leadership efficace La Leadership efficace 1 La Leadership: definizione e principi 3 2 Le pre-condizioni della Leadership 3 3 Le qualità del Leader 4 3.1 Comunicazione... 4 3.1.1 Visione... 4 3.1.2 Relazione... 4 pagina 2

Dettagli

METTERSI IN GIOCO : ESPERIENZE DI LABORATORIO NEL GRUPPO DI LAVORO CON I DOCENTI PER ACQUISIRE UNA MAGGIORE EFFICACIA RELAZIONALE NEL GRUPPO CLASSE

METTERSI IN GIOCO : ESPERIENZE DI LABORATORIO NEL GRUPPO DI LAVORO CON I DOCENTI PER ACQUISIRE UNA MAGGIORE EFFICACIA RELAZIONALE NEL GRUPPO CLASSE METTERSI IN GIOCO : ESPERIENZE DI LABORATORIO NEL GRUPPO DI LAVORO CON I DOCENTI PER ACQUISIRE UNA MAGGIORE EFFICACIA RELAZIONALE NEL GRUPPO CLASSE Dr.ssa Arianna Pomero Aspetto centrale dell essere essere

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA

MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA Il corso si inserisce nell ambito di un percorso formativo dedicato esclusivamente alle donne professioniste, volto a fornire competenze e strumenti comportamentali e organizzativi

Dettagli

GUADAGNARE AL TELEFONO

GUADAGNARE AL TELEFONO FORZA VENDITA & CUSTOMER CENTER OUTBOUND Rev. 8 2009 Focus Premessa Perché creare uno script perfetto può non essere sufficiente Perché la voce è così importante La telefonata di vendita si decide nei

Dettagli

CATALOGO AREE DI LAVORO DEL PIN COACHING PROGRAM

CATALOGO AREE DI LAVORO DEL PIN COACHING PROGRAM CATALOGO AREE DI LAVORO DEL PIN COACHING PROGRAM 1 - TRATTAMENTO DELLE 7 EMOZIONI PRINCIPALI DI BASE ATTRAVERSO LE 14 VIE D'ACCESSO ALL'EQUILIBRIO EMOZIONALE - 12/11 A. TESTA Sto facendo pace con me stesso/a

Dettagli

E-mail: calla2002@libero.it

E-mail: calla2002@libero.it RELATORE: FABIO FOSSATI - HEAD-COACH ADVISOR FIP FIBA EUROPE - DOCENTE BASKET FACOLTA SCIENZE - MOTORIE UNIVERSITA STATALE DI BRESCIA DIPARTIMENTO DI MEDICINA - CERTIFIED MENTAL COACH E-mail: calla2002@libero.it

Dettagli

INTRODUZIONE. abilità specifiche, Per imparare ad affrontare le situazioni di conflitto nell attività lavorativa.

INTRODUZIONE. abilità specifiche, Per imparare ad affrontare le situazioni di conflitto nell attività lavorativa. Sessione Gestione dei Conflitti Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a saper identificare le cause che sono alla base dei conflitti in ambito lavorativo

Dettagli

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le seguenti undici competenze chiave del coaching sono state sviluppate per fornire una maggiore comprensione rispetto alle capacità ed agli approcci

Dettagli

Diversamente uguali nello Sport

Diversamente uguali nello Sport Diversamente uguali nello Sport di Silvia Cabano e Furio Dioguardi COMPETENZE PEDAGOGICHE E RELAZIONALI NELLO SPORT FEMMINILE di furio dioguardi - furio.dioguardi@gmail.com "Casa dello Sport Viale Italia

Dettagli

COME COMPORTARSI E RAPPORTARSI CON ALLIEVI E GIOCATORI DURANTE LE LEZIONI E GLI ALLENAMENTI.

COME COMPORTARSI E RAPPORTARSI CON ALLIEVI E GIOCATORI DURANTE LE LEZIONI E GLI ALLENAMENTI. COMECOMPORTARSIERAPPORTARSICONALLIEVIEGIOCATORI DURANTELELEZIONIEGLIALLENAMENTI. CONSIGLIESUGGERIMENTI Siribadisce,comedettoinaltreoccasioniquandosièparlatodimetodologia,il concettodifondamentaleimportanzacheè:nondilungarsitroppodurantele

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013

corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013 corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013 AGENDA La comunicazione Le barriere e i rimedi OBIETTIVO DEL CORSO UNA PERSONA PIU EFFICACE NEL LAVORO E NELLA VITA PERCHE CONTROLLA MEGLIO LA PROPRIA COMUNICAZIONE

Dettagli

Human Capital. Conoscere Ideamanagement

Human Capital. Conoscere Ideamanagement Human Capital Conoscere Ideamanagement MISSION & VISION Offrire servizi e soluzioni per aumentare il valore e il rendimento del Capitale Umano. Sviluppare metodologie tra loro coerenti per supportare i

Dettagli

TRAIN THE TRAINER: formazione formatori

TRAIN THE TRAINER: formazione formatori TRAIN THE TRAINER: formazione formatori Ebook ISBN 9788890468551 http://www.olympos.it Olympos Group srl Vietata ogni riproduzione anche in forma parziale V. 01/2007 GG OLYMPOS Group srl Via Madonna della

Dettagli

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari)

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Più donne per i C.d.A. e le posizioni apicali Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Regione Piemonte Torino, 2 aprile 2014 I veri Leader non nascono tali, lo diventano grazie all impegno e

Dettagli

GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI

GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI GIOCO DI SQUADRA: UNA MOSSA VINCENTE? IL TUTTO È PIÙ DELLA SOMMA DELLE SINGOLE PARTI Raduno arbitri 2011 D.ssa Barbara Bononi Prendete un foglio e scrivete ognuno la propria definizione di.. ARBITRAGGIO

Dettagli

Gestire lo stress e vivere bene nell organizzazione

Gestire lo stress e vivere bene nell organizzazione Gestire lo stress e vivere bene nell organizzazione Stefania Mussi Consulente senior Gruppo Galgano Formatrice area Risorse Umane 2 I contenuti che incontreremo Dal saper essere al saper ben-essere Stress

Dettagli

Tutto questo può andare bene a patto che, nel contempo, abbiamo inserito nella nostra vita una doppia velocità, la Linea della Vita appunto.

Tutto questo può andare bene a patto che, nel contempo, abbiamo inserito nella nostra vita una doppia velocità, la Linea della Vita appunto. PROGRAMMARE IL 2011 Come ben sappiamo gli ultimi giorni dell anno sono giorni di bilancio: di fronte al conto economico della vita dovremmo valutare gli Attivi e i Passivi e quindi comprendere se l annata

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

FORMAZIONE UMANA GLOBALE

FORMAZIONE UMANA GLOBALE FORMAZIONE UMANA GLOBALE Effetti di un ciclo di otto sessioni di Meditazione Vigile (Mindfulness) sulla qualità di vita, la riduzione del livello di stress e il miglioramento di alcune abilità cognitive

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE

RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE La formazione e lo sviluppo ru uno strumento di cambiamento per la persona e l organizzazione Ad Meliora srl partita iva 07458521007 Tel: 06 39754305 - Fax:

Dettagli

IO VOGLIO VEDERE, SENTIRE, PARLARE Progetto di educazione alla legalità Scuola Secondaria di Primo Grado Leonardo da Vinci - Nerviano Febbraio -

IO VOGLIO VEDERE, SENTIRE, PARLARE Progetto di educazione alla legalità Scuola Secondaria di Primo Grado Leonardo da Vinci - Nerviano Febbraio - IO VOGLIO VEDERE, SENTIRE, PARLARE Progetto di educazione alla legalità Scuola Secondaria di Primo Grado Leonardo da Vinci - Nerviano Febbraio - Marzo 2016 LINEE GUIDA REGIONALI SULLA PREVENZIONE (DGR

Dettagli

DOTT.SSA VALENTINA BIMBI PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA COGNITIVO COMPORTAMENTALE TERAPEUTA EMDR REFERENTE GRUPPO MIP CREMONA

DOTT.SSA VALENTINA BIMBI PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA COGNITIVO COMPORTAMENTALE TERAPEUTA EMDR REFERENTE GRUPPO MIP CREMONA DOTT.SSA VALENTINA BIMBI PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA COGNITIVO COMPORTAMENTALE TERAPEUTA EMDR REFERENTE GRUPPO MIP CREMONA ASSERTIVITA ETIMOLOGIA: Assertività deriva dal latino assèrere. Il significato

Dettagli

Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale. Comune Cernusco Lombardone

Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale. Comune Cernusco Lombardone Gest.im Formazione Comportamentale e Manageriale - Lecco - Team Coaching & Coaching Individuale Comune Cernusco Lombardone Valorizzazione e Sviluppo del Capitale Umano per il miglioramento di Performance

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE

INTERNAZIONALIZZAZIONE 1) 10 FEBBRAIO 2015 9:00 14:00 INTERNAZIONALIZZAZIONE Come aumentare il fatturato della Tua Azienda attraverso un approccio strategico ai mercati esteri Un metodo solido, strutturato, basato su una visione

Dettagli

Coaching e PNL per gli operatori del fitness

Coaching e PNL per gli operatori del fitness Coaching e PNL per gli operatori del fitness Corsi di Formazione 2014 Il progetto Ciao, siamo Marco e Savino, due coach professionisti e trainer di PNL. Il nostro obiettivo è quello di fornire un eccezionale

Dettagli

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci AREA COMUNICAZIONE 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci LA COMUNICAZIONE EFFICACE Significato e Finalità Conoscere il funzionamento del processo

Dettagli

COLLOQUIO EFFICACE URBINO 3-12-2010. Antonella Scalognini A.A.2010/2011. www.mastercounselingurb.it

COLLOQUIO EFFICACE URBINO 3-12-2010. Antonella Scalognini A.A.2010/2011. www.mastercounselingurb.it COLLOQUIO EFFICACE URBINO 3-12-2010 Tipologie di rispecchiamento Il rispecchiamento può avvenire: -a livello non verbale, quando si riproducono la posizione, i gesti, i movimenti, la respirazione, l espressione

Dettagli

DOF SPECIALS. Progetti e strumenti innovativi per facilitare il miglioramento continuo e lo sviluppo di organizzazioni e comunità

DOF SPECIALS. Progetti e strumenti innovativi per facilitare il miglioramento continuo e lo sviluppo di organizzazioni e comunità DOF SPECIALS Progetti e strumenti innovativi per facilitare il miglioramento continuo e lo sviluppo di organizzazioni e comunità DOF CONSULTING DOF Consulting aiuta le organizzazioni a crescere e rinnovarsi

Dettagli

Scuola Primaria I circolo didattico Marsciano a.s. 2010/2011. Percorso didattico tra educazione alla prosocialità e cooperative learning

Scuola Primaria I circolo didattico Marsciano a.s. 2010/2011. Percorso didattico tra educazione alla prosocialità e cooperative learning Scuola Primaria I circolo didattico Marsciano a.s. 2010/2011 Percorso didattico tra educazione alla prosocialità e cooperative learning Studio e riflessione sui distinguo teorici e analisi delle affinità

Dettagli

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA CLASSI PRIME A/B ANNO SCOLASTICO 2014 2015 PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA Premessa Le attuali classi prime sono composte da 44 alunni, 35 dei quali provengono dalla scuola dell Infanzia del quartiere

Dettagli

L Outdoor Coaching Programme

L Outdoor Coaching Programme L Outdoor Coaching Programme L Outdoor Coaching Programme è un innovativo programma che unisce l emozionante esperienza Outdoor in uno dei parchi più attrezzati d Italia alla guida di Coach esperti che

Dettagli

Catalogo Humanform 2015. Area Sviluppo competenze manageriali

Catalogo Humanform 2015. Area Sviluppo competenze manageriali Catalogo Humanform 2015 Area Sviluppo competenze manageriali PROFILO AZIENDALE Humanform, società di formazione soggetta all attività di direzione e coordinamento di Humangest S.p.A., nata nel 2005, è

Dettagli

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME Corsi di Alta Formazione PREMESSA La LUM School of Management crede fermamente nel ruolo cruciale della formazione manageriale

Dettagli

L angolo del personal coaching. Data: 01 Ottobre 2015 Web

L angolo del personal coaching. Data: 01 Ottobre 2015 Web L angolo del personal coaching Data: 01 Ottobre 2015 Web giovedì 1 ottobre 2015 ESPLORATORI DEL CAMBIAMENTO di Elena MURELLI Come accompagnare se stessi e i propri collaboratori nei processi di trasformazione

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

Conversazione sulla comunicazione didattica

Conversazione sulla comunicazione didattica 2010 Conversazione sulla comunicazione didattica 1. Il saper fare didattico e pedagogico del tecnico 2. Saper comunicare 3. Il processo comunicativo 4. L effetto dell etichettamento - 5. L articolazione

Dettagli

Per sviluppare le persone e i comportamenti

Per sviluppare le persone e i comportamenti Per promuovere l innovazione e il cambiamento Te.D si moltiplica Per sviluppare le persone e i comportamenti Teatro d Impresa 1. Profilo individuale: siamo accreditati Success Insights, uno strumento altamente

Dettagli

TECNICHE DI PRESENTAZIONE IN PUBBLICO

TECNICHE DI PRESENTAZIONE IN PUBBLICO TECNICHE DI PRESENTAZIONE IN PUBBLICO Guida del partecipante Vietata ogni riproduzione Olympos Group srl. Via XXV aprile, 40-24030 Brembate di Sopra (BG) Tel. 03519965309 - Fax 1786054267 - customer.service@olympos.it

Dettagli

Experiential Training Activity

Experiential Training Activity Experiential Training Activity L EXPERIENTIAL TRAINING ACTIVITY È un modo di fare formazione che va da semplici tecniche all'aperto fino a progetti molto complessi. L Experiential Training Activity è una

Dettagli

SERENA WILLIAMS LA SFIDA DELL INCERTEZZA. All interno speciale ViDeO. il mio incontro con tony. ON esercizi PRAtiCi!

SERENA WILLIAMS LA SFIDA DELL INCERTEZZA. All interno speciale ViDeO. il mio incontro con tony. ON esercizi PRAtiCi! ROBBiNs n. 6 Il Magazine Multimediale di Anthony Robbins, Formatore n. 1 al mondo LA SFIDA DELL INCERTEZZA All interno speciale ViDeO SERENA WILLIAMS il mio incontro con tony ON esercizi PRAtiCi! 7 Aprile

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI La qualità organizzativa passa attraverso la qualità delle persone 1. Le ragioni del corso Nella situazione attuale, assume una rilevanza sempre maggiore la capacità

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

COMPETENZE TRASVERSALI

COMPETENZE TRASVERSALI GESTIRE IL CAMBIAMENTO STILI DI LEADERSHIP FACILITARE LA COMUNICAZIONE GESTIRE LE SITUAZIONI DI CRISI CREATIVITÀ E PROBLEM SOLVING GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO PROJECT MANAGEMENT IN PRATICA FORMARE IL PROPRIO

Dettagli

Report Leadership Matching

Report Leadership Matching Leader: Mario Rossi Collaboratore: Francesca Colombo Questo Report è un prodotto di PDA International. PDA International è leader nell approvvigionamento di valutazioni comportamentali utilizzate per reclutare,motivare

Dettagli

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7 AREA human resources La selezione del personale 3 L assessment e la valutazione del potenziale 4 Gli strumenti 5 L analisi di clima 7 AREA management & behavioral training La formazione del personale 9

Dettagli