Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio"

Transcript

1 RUSSIA E OLTRE - RELAZIONI ECONOMICHE ED EQUILIBRI POLITICI RUSSIA: HIGH TECH ED ENERGIA, LE STRATEGIE E LE REGOLE Pavia 9 Ottobre 2009 Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio L. Zucconi Amministratore Delegato Carlo Gavazzi Space S.p.A.

2 LO SCENARIO SPAZIALE INTERNAZIONALE (1/2) SPAZIO: E DA SEMPRE TERRENO DI COMPETIZIONE E COLLABORAZIONE TRA LE GRANDI POTENZE. E IN CORSO UNA REVISIONE DEI PIANI SPAZIALI INTERNAZIONALI A CAUSA DELLA RECENTE CRISI FINANZIARIA INTERNAZIONALE. PRIME CONCLUSIONI DEL RAPPORTO AUGUSTINE SUI PIANI NASA DI ESPLORAZIONE UMANA DELLO SPAZIO: => MAGGIORE COINVOLGIMENTO DEI PARTNER INTERNAZIONALI ANCHE IN ATTIVITA CRITICHE PER ASSICURARE LE RISORSE ECONOMICHE NECESSARIE. ESISTE UNA CONTRAPPOSIZIONE TRA UNO SCENARIO DI MAGGIORE COLLABORAZIONE TRA LE NAZIONI STORICHE SPAZIALI, CAUSATO DALLA RECENTE CRISI FINANZIARIA, E I PAESI EMERGENTI ASIATICI (CINA, INDIA, MA ANCHE SUD-COREA E TAIWAN), CHE PORTANO AVANTI PROGRAMMI SPAZIALI AUTONOMI MOLTO AMBIZIOSI.

3 LO SCENARIO SPAZIALE INTERNAZIONALE (2/2) ATMOSFERA DA GUERRA FREDDA SPAZIALE DEL TERZO MILLENNIO : SI PROSPETTA UNO SPOSTAMENTO GRADUALE DEL BARICENTRO DELL ORDINE SPAZIALE INTERNAZIONALE VERSO ORIENTE, CON L OCCIDENTE CHE PER RAGIONI STRATEGICHE E DI SICUREZZA NON PUÒ PERMETTERSI DI RIMANERE INDIETRO NELLA CORSA ALL ESPLORAZIONE DELLO SPAZIO OLTRE L ORBITA TERRESTRE, NONOSTANTE LA CRISI FINANZIARIA IN ATTO. SPAZIO E SICUREZZA DEL TERRITORIO: UN SISTEMA PER LA SICUREZZA GLOBALE RICHIEDE UNA ARCHITETTURA SPAZIALE COMPLESSA, CHE COINVOLGE TUTTI I SEGMENTI TRADIZIONALI (TRASPORTO SPAZIALE, SEGMENTO DI VOLO, SEGMENTO DI TERRA) E CHE NON PUÒ PRESCINDERE DALLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA E DALLO SVILUPPO DI APPLICAZIONI RELATIVE A NAVIGAZIONE, TELECOMUNICAZIONI E OSSERVAZIONE DELLA TERRA.

4 COLLABORAZIONI CON LA RUSSIA NEL SETTORE SPAZIALE ESISTONO SIN DAI PRIMI ANNI NOVANTA ACCORDI DI COOPERAZIONE SPAZIALE TRA UE E RUSSIA CHE COINVOLGONO AGENZIE SPAZIALI, CENTRI DI RICERCA, AUTORITÀ PUBBLICHE, OPERATORI SPAZIALI E INDUSTRIA. ALL INIZIO DEGLI ANNI 2000, SONO STATI FIRMATI ACCORDI QUADRO DI LUNGA DURATA TRA AGENZIA SPAZIALE EUROPEA (ESA) E AGENZIA SPAZIALE RUSSA (ROSCOSMOS) CHE RIGUARDANO SETTORI STRATEGICI QUALI: LANCIATORI SISTEMI DI NAVIGAZIONE SATELLITARE SISTEMI DI MONITORAGGIO PER L AMBIENTE E LA SICUREZZA SCIENZA E TECNOLOGIA SPAZIALE

5 LANCIATORI (1/3) ESA HA SOTTOSCRITTO ACCORDI CON ROSCOSMOS RELATIVI A SVILUPPO, COSTRUZIONE ED UTILIZZO DI SISTEMI DI LANCIO SPAZIALE. IN QUESTO AMBITO, È STATO DECISO L AMPLIAMENTO DELLA BASE DI LANCIO EUROPEA DI KOUROU PER PERMETTERE IL LANCIO DEL LANCIATORE RUSSO SOYUZ-ST. CGS È COINVOLTA NEI LAVORI DI AMPLIAMENTO DELLA BASE DI KOUROU NECESSARI PER OSPITARE IL NUOVO LANCIATORE. Lancio Soyouz Foto ESA Soyouz in base di lancio Foto ESA Base di lancio Soyouz Foto ESA

6 LANCIATORI (2/3) LA DISPONIBILITÀ DI LANCIATORI RUSSI DI ELEVATE PRESTAZIONI E A COSTI COMPETITIVI HA SVOLTO UN RUOLO IMPORTANTE PER LO SVILUPPO DEI PROGRAMMI SPAZIALI MILITARI, ISTITUZIONALI, SCIENTIFICI E APPLICATIVI EUROPEI. IL LANCIATORE RUSSO COSMOS E STATO UTILIZZATO PER I SATELLITI DELLA COSTELLAZIONE SAR-LUPE, TRA LE PIÙ IMPORTANTI PER L OSSERVAZIONE DELLA TERRA E LA SICUREZZA, COMMISSIONATA DAL MINISTERO DELLA DIFESA TEDESCO. I LANCI SONO STATI EFFETTUATI DAL COSMODROMO DI PLESETSK, USATO IN PASSATO PER I MISSILI BALISTICI INTERCONTINENTALI. CGS È PARTE DEL TEAM CHE HA REALIZZATO IL PROGRAMMA, GUIDATO DAL GRUPPO EUROPEO OHB TECHNOLOGY. SAR LUPE _ Foto OHB SAR LUPE _ Foto OHB

7 LANCIATORI (3/3) I PRIMI SATELLITI DELLA COSTELLAZIONE EUROPEA GALILEO (GIOVE-A E GIOVE-A B) SONO STATI MESSI IN ORBITA DA LANCIATORI RUSSI. CGS HA UTILIZZATO IL LANCIATORE RUSSO COSMOS PER IL SATELLITE MITA DELL AGENZIA SPAZIALE ITALIANA (ASI) ED È PARTNER DI UNA SOCIETÀ EUROPEA CHE COMMERCIALIZZA LANCIATORI RUSSI (COSMOS INTERNATIONAL). IL LANCIATORE COSMOS È UTILIZZATO DA ESA PER PROGRAMMI SCIENTIFICI E DI OSSERVAZIONE DELLA TERRA. IL SATELLITE EUROPEO SMOS (SOIL MOISTURE AND OCEAN SALINITY) DEL PROGRAMMA ESA EARTH EXPLORER SARÀ LANCIATO AGLI INIZI DI NOVEMBRE 09 DAL COSMODROMO DI PLESETSK. Lancio MITA MITA SMOS Foto ESA

8 SISTEMI DI NAVIGAZIONE SATELLITARE IL DIALOGO TRA EU E RUSSIA HA PORTATO A UN ACCORDO SUI SISTEMI DI NAVIGAZIONE EUROPEO (GALILEO) E RUSSO (GLONASS) PER COOPERARE NELLO SVILUPPO DI APPLICAZIONI UTENTE PER IMPLEMENTARE UN SISTEMA DI NAVIGAZIONE GLOBALE. LA COLLABORAZIONE SI E ESTESA AI LANCIATORI. GIOVE-A E GIOVE-B, I PRIMI SATELLITI PER LA PROVA IN ORBITA DELLA COSTELLAZIONE GALILEO, SONO STATI LANCIATI NEL 2005 E NEL 2008 DA UN LANCIATORE SOYUZ-FREGAT DAL COSMODROMO DI BAIKONUR IN KAZAKHSTAN E ANCHE PIANIFICATO LO SVILUPPO CONGIUNTO DI RICEVITORI SATELLITARI COMPATIBILI SIA CON GALILEO CHE CON GLONASS, CON L OBBIETTIVO FINALE DI OTTENERE UNA INTEROPERABILITÀ COMPLETA. GIOVE A Foto ESA GIOVE B Foto ESA

9 SISTEMA DI MONITORAGGIO PER L AMBIENTE E LA SICUREZZA (1/3) L EUROPA E FORTEMENTE IMPEGNATA NELLA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA GMES (GLOBAL MONITORING FOR ENVIRONMENT AND SECURITY), CON L OBBIETTIVO DI DOTARE IL NOSTRO CONTINENTE DI UNA CAPACITÀ AUTONOMA E PERMANENTE DI OSSERVAZIONE DELLA TERRA FINALIZZATA ALLA SICUREZZA. GMES PREVEDE L INTEGRAZIONE DELLA NUOVA FAMIGLIA DI SATELLITI SENTINEL CON COSTELLAZIONI E SATELLITI NAZIONALI (AD ES. I SISTEMI SAR-LUPE TEDESCO E COSMO-SKYMED ITALIANO), CONDIVIDENDO SIA LE RISORSE DEL SEGMENTO SPAZIALE CHE DI QUELLO TERRESTRE Sentinel 2 Foto ESA

10 SISTEMA DI MONITORAGGIO PER L AMBIENTE E LA SICUREZZA (2/3) CGS È IMPEGNATA NELLO SVILUPPO DI PRODOTTI E SERVIZI PER L AMBIENTE E LA SICUREZZA BASATI SULL OSSERVAZIONE DELLA TERRA TRAMITE APPLICAZIONI MONITORAGGIO DELLE AREE VULCANICHE, SISTEMI PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA, CARATTERIZZAZIONE DINAMICA DELLE GRANDEZZE METEO- IDROLOGICHE DEL SUOLO PER LA PROTEZIONE CIVILE DALLE ALLUVIONI, MAPPATURA, MONITORAGGIO E PREVISIONE DI FRANE, GESTIONE DEL RISCHIO DI INCENDI BOSCHIVI, MONITORAGGIO DELL ATMOSFERA, CONTROLLO DEL TERRITORIO AI FINI DELLA SICUREZZA DELLE PERSONE.

11 SISTEMA DI MONITORAGGIO PER L AMBIENTE E LA SICUREZZA (3/3) ESISTE UNA VOLONTA DI ESTENDERE LE COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI SUI SISTEMI DI MONITORAGGIO. E APERTA LA DISCUSSIONE SULLA CREAZIONE DI UN SISTEMA SPAZIALE INTERNAZIONALE (INTERNATIONAL GLOBAL MONITORING AEROSPACE SYSTEM IGMASS) PER IL MONITORAGGIO A LIVELLO GLOBALE DEI FENOMENI NATURALI O CAUSATI DALL ATTIVITÀ UMANA. QUESTO È UNO DEI PRINCIPALI TEMI DEL SIMPOSIO INTERNAZIONALE SPACE & GLOBAL SECURITY OF HUMANITY CHE SI TERRÀ ALL INIZIO DI NOVEMBRE 09, ORGANIZZATO DALL ACCADEMIA INTERNAZIONALE DI ASTRONAUTICA (IAA) E DALL ACCADEMIA RUSSA DI COSMONAUTICA E SUPPORTATO DALL ONU E DA ROSCOSMOS. IN AMBITO FP7 SONO STATE INDIVIDUATE DELLE AZIONI SPECIFICHE PER STABILIRE COLLEGAMENTI PIÙ STRETTI TRA EU E PRINCIPALI NAZIONI CHE HANNO AMBIZIONI NEL SETTORE SPAZIALE, TRA CUI LA RUSSIA. (INTRODUZIONE DI SPECIFIC INTERNATIONAL COOPERATION ACTIONS )

12 ESPERIMENTI SCIENTIFICI ESISTE UNA LUNGA E RODATA COLLABORAZIONE NEL SETTORE TRA ISTITUTI SCIENTIFICI ITALIANI E RUSSI. RECENTI COLLABORAZIONI INDUSTRIALI E SCIENTIFICHE CON LA RUSSIA: REALIZZAZIONE DELL ESPERIMENTO PAMELA IN COLLABORAZIONE CON L INFN E L ACCADEMIA DELLE SCIENZE RUSSE. LA MISSIONE PAMELA RAPPRESENTA LO STATO DELL ARTE NELLA MISURA DELLE RADIAZIONI COSMICHE. PAMELA - INFN PAMELA in base di lancio - INFN

13

SPACE APPLICATION AREA. 16 a Edizione 19-20-21 Marzo 2009 Fiera Roma

SPACE APPLICATION AREA. 16 a Edizione 19-20-21 Marzo 2009 Fiera Roma SPACE APPLICATION AREA 16 a Edizione 19-20-21 Marzo 2009 Fiera Roma Il contesto L Italia è il terzo contribuente di ESA (European Space Agency) con 370 milioni di Euro investiti nel 2007 su un budget di

Dettagli

XIII Conferenza EISC. Berlino 17-18 Ottobre 2011. Intervento dell on. Andrea Lulli

XIII Conferenza EISC. Berlino 17-18 Ottobre 2011. Intervento dell on. Andrea Lulli XIII Conferenza EISC Berlino 17-18 Ottobre 2011 Intervento dell on. Andrea Lulli In vista dei prossimi appuntamenti di fine anno europei, con lo Space Council del prossimo dicembre, è importante definire

Dettagli

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria Bozza provvisoria UMBERTO GUIDONI, Deputato al Parlamento europeo. Intanto ringrazio rapidamente il ministro, il presidente e tutto il gruppo del VAST, che ha avuto la sensibilità di organizzare questo

Dettagli

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese MARCO AIRAGHI, Deputato del Comitato per la valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche. Do ora la parola al direttor Giovanni Soccodato, Direttore delle strategie di Finmeccanica. GIOVANNI SOCCODATO,

Dettagli

allegato al Decreto n. 15/2006 N. assegni

allegato al Decreto n. 15/2006 N. assegni 2 3 Tematica Partecipazione al Programma Nazionale di Sviluppo, Integrazione e Circolarità del Patrimonio Informativo della Pubblica Amministrazione per assicurare l'interoperabilità e la cooperazione

Dettagli

AIPAS Presentazione Istituzionale

AIPAS Presentazione Istituzionale L è nata nel 1998 con l obiettivo di tutelare gli interessi delle PMI Spaziali Italiane. è un Associazione senza scopo di lucro che ha i seguenti obiettivi: promuovere nelle sedi nazionali e internazionali

Dettagli

Convegno di studio. L'Italia nello spazio Le attività spaziali italiane dalle origini al Piano Spaziale Nazionale.

Convegno di studio. L'Italia nello spazio Le attività spaziali italiane dalle origini al Piano Spaziale Nazionale. Convegno di studio L'Italia nello spazio Le attività spaziali italiane dalle origini al Piano Spaziale Nazionale. Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale della II Facoltà di Ingegneria dell Università

Dettagli

Il progetto di Potenziamento del Centro Nazionale Multimissione di Matera Ettore LOPINTO - ASI

Il progetto di Potenziamento del Centro Nazionale Multimissione di Matera Ettore LOPINTO - ASI Il progetto di Potenziamento del Centro Nazionale Multimissione di Matera Ettore LOPINTO - ASI ASI, Roma, 24 Gennaio 2011 1 I razionali SOMMARIO L attuale CNM Le attività previste La timeline e i dati

Dettagli

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Presented by Paolo Bellofiore Telespazio Roma, 24 marzo 2011 CNR Piazzale A. Moro 7 Tecnologie satellitari Soluzione

Dettagli

il programma galileo L infrastruttura di Galileo comprende: il segmento spaziale; il segmento di terra; il segmento di utenza.

il programma galileo L infrastruttura di Galileo comprende: il segmento spaziale; il segmento di terra; il segmento di utenza. GALILEO CONTROL CENTRE il programma galileo Il programma Galileo costituisce l iniziativa europea per un sistema di navigazione satellitare globale allo stato dell arte. Sviluppato congiuntamente dall

Dettagli

Presentazione del progetto THE ISSUE

Presentazione del progetto THE ISSUE Nereus International Workshop, Matera 8 giugno 2012 THE ISSUE Fabrizio Spallone Sviluppo Italia Molise 2010 Call Regions of Knowledge THE ISSUE Traffic-Health-Environment. Intelligent Solutions Sustaining

Dettagli

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio. Ing. Gerardo Lancia Filas S.p.A. STRATEGIE E PROGRAMMI DEI DISTRETTI REGIONALI

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio. Ing. Gerardo Lancia Filas S.p.A. STRATEGIE E PROGRAMMI DEI DISTRETTI REGIONALI Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Ing. Gerardo Lancia Filas S.p.A. STRATEGIE E PROGRAMMI DEI DISTRETTI REGIONALI Confindustria 9 luglio 2009 1 Il Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio

Dettagli

OSSERVAZIONE DELLA TERRA

OSSERVAZIONE DELLA TERRA OSSERVAZIONE DELLA TERRA Gestione del Territorio Monitoraggio Ambientale Prevenzione Rischi Naturali Le caratteristiche di unicità della Telespazio Telespazio ha sviluppato Servizi Applicativi che rispondono

Dettagli

Dalla meteorologia alle applicazioni ambientali, 25 anni di provata esperienza

Dalla meteorologia alle applicazioni ambientali, 25 anni di provata esperienza THALES ALENIA SPACE UNA GAMMA COMPLETA DI TECNOLOGIE PER L OSSERVAZIONE DELLA TERRA Leader mondiale nei satelliti meteorologici geostazionari, dalla provata esperienza nelle missioni di osservazione della

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA PMI AEROSPAZIALI. NEWSLETTER INIZIATIVE AIPAS settembre - dicembre 2005 AZIONI ASI

ASSOCIAZIONE ITALIANA PMI AEROSPAZIALI. NEWSLETTER INIZIATIVE AIPAS settembre - dicembre 2005 AZIONI ASI ASSOCIAZIONE ITALIANA PMI AEROSPAZIALI NEWSLETTER INIZIATIVE settembre - dicembre 2005 AZIONI ASI Il giorno 22 novembre 2005 l è stata convocata dalla Presidenza dell ASI per un confronto durante il quale

Dettagli

Introduzione al progetto SSCAM

Introduzione al progetto SSCAM Introduzione al progetto SSCAM L idea di sviluppare alcune tecnologie essenziali per un sistema di controllo di assetto e orbita è stato il punto di partenza che ha portato alla partecipazione al Bando

Dettagli

Senato - Commissione Territorio, Ambiente, Beni ambientali Audizione del Sottosegretario di Stato Giuseppe Pizza 22. febbraio 11

Senato - Commissione Territorio, Ambiente, Beni ambientali Audizione del Sottosegretario di Stato Giuseppe Pizza 22. febbraio 11 Senato - Commissione Territorio, Ambiente, Beni ambientali Audizione del Sottosegretario di Stato Giuseppe Pizza 22. febbraio 11 Oggetto: la capacità di osservazione della costellazione COSMO-SkyMed. Ringrazio

Dettagli

Estratto dal n. 241/243 - APRILE/GIUGNO 2010 - anno XXI. Il programma Galileo pag. 52

Estratto dal n. 241/243 - APRILE/GIUGNO 2010 - anno XXI. Il programma Galileo pag. 52 Estratto dal n. 241/243 - APRILE/GIUGNO 2010 - anno XXI Il programma Galileo pag. 52 Sono stati firmati i primi tre contratti industriali che avviano finalmente il programma di navigazione satellitare

Dettagli

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

Marcello Onofri Vice-Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio

Marcello Onofri Vice-Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio Marcello Onofri Vice-Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio IL SISTEMA DEI CLUSTER NAZIONALI: L avvio di una POLITICA INDUSTRIALE di settore Nati dietro iniziativa del MIUR con l obbiettivo:

Dettagli

LEGGE RECANTE RATIFICA

LEGGE RECANTE RATIFICA DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELL'ACCORDO DI COOPERAZIONE FRA L'UNIONE EUROPEA E I SUOI STATI MEMBRI, DA UNA PARTE, E LA CONFEDERAZIONE SVIZZERA, DALL'ALTRA, SUI PROGRAMMI EUROPEI DI

Dettagli

Il quadro strategico delle azioni Nato

Il quadro strategico delle azioni Nato Il quadro strategico delle azioni Nato Visita della delegazione Fondazione Alcide De Gasperi, Associazione La Democrazia e dello IASEM Istituto Alti Studi Euro Mediterranei presso il segretariato generale

Dettagli

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese

Le evoluzioni della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese DANIELE CAPEZZONE, Presidente della X Commissione, Attività produttive, commercio e turismo, delegato al coordinamento delle attività del Comitato VAST. Invito a prendere la parola il direttore del coordinamento

Dettagli

The Space Economy at a Glance 2011. Uno sguardo sull Economia dello Spazio 2011. Summary in Italian. Sintesi in italiano

The Space Economy at a Glance 2011. Uno sguardo sull Economia dello Spazio 2011. Summary in Italian. Sintesi in italiano The Space Economy at a Glance 2011 Summary in Italian Uno sguardo sull Economia dello Spazio 2011 Sintesi in italiano Le applicazioni spaziali sono ormai divenute parte integrante del nostro quotidiano.

Dettagli

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Le iniziative della Regione Lazio a supporto del settore aerospaziale promosse e gestite da Filas 58 M contributi POR FESR + 20 M per il Venture Capital A fare

Dettagli

Prima giornata di studio sulla GEOINFORMAZIONE Roma 11, aprile 2003

Prima giornata di studio sulla GEOINFORMAZIONE Roma 11, aprile 2003 GRS Charter Dottorato di Ricerca in GEOINFORMAZIONE AES Charter in collaborazione con Associazione Laureati in Ingegneria Università Tor Vergata Roma Prima giornata di studio sulla GEOINFORMAZIONE Roma

Dettagli

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Carta topografica Bussola Altimetro Orientamento classico 2 L orientamento classico

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

Piccoli satelliti crescono.

Piccoli satelliti crescono. Piccoli satelliti crescono. Una nave e un aereo Questa e la prima immagine che abbiamo preso con il satellite Formosat-2, il 4 giugno 2004; la risoluzione dell' immagine e di 2 metri. Come potete vedere

Dettagli

La Costruzione di opere civili richiede attività preventive di bonifica bellica*

La Costruzione di opere civili richiede attività preventive di bonifica bellica* Il Progetto denominato SPACE4UXO (SPACE For Unexploded Ordnance) prevede di sviluppare una innovativa piattaforma tecnologica a supporto delle attività di bonifica da ordigni bellici per la sicurezza nei

Dettagli

Banda Ultralarga e Satellite

Banda Ultralarga e Satellite Banda Ultralarga e Satellite Antonio Sposito, Agenzia Spaziale Italiana SMART BUILDING FORUM La rivoluzione del Broadband, Bologna 15 ott. 2015 1 L AGENZIA SPAZIALE ITALIANA L'Agenzia Spaziale Italiana

Dettagli

ESPERIENZE ASI NEL FRAMEWORK PROGRAMME UE - BILANCI E PROSPETTIVE

ESPERIENZE ASI NEL FRAMEWORK PROGRAMME UE - BILANCI E PROSPETTIVE ESPERIENZE ASI NEL FRAMEWORK PROGRAMME UE - BILANCI E PROSPETTIVE La funzione Finanza Integrativa in ASI (Unità Pianificazione Investimenti e Finanza) ha tra le sue linee di attività il Monitoraggio delle

Dettagli

LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE NEL BANDO TRASPORTI: L ESEMPIO DEL PROGETTO CANNAPE

LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE NEL BANDO TRASPORTI: L ESEMPIO DEL PROGETTO CANNAPE LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE NEL BANDO TRASPORTI: L ESEMPIO DEL PROGETTO CANNAPE Sabrina BOZZOLI Punto di Contatto Nazionale Trasporti (inclusa aeronautica) TRASPORTI (INCLUSA AERONAUTICA): GIORNATA

Dettagli

Piano AeroSpaziale Nazionale 2006-2008

Piano AeroSpaziale Nazionale 2006-2008 Piano AeroSpaziale Nazionale 2006-2008 Agenzia Spaziale Italiana Presidente: Prof. Sergio VETRELLA Consiglio di Amministrazione: Prof. Fausto PERRI Vicepresidente Ing. Luciano CRAVAROLO Prof. Franco GIANNINI

Dettagli

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA OGGETTO : cenni sul seminario GPS del 24/09/2010 1) GNSS E PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO: IL sistema GPS (ovvero Global Positioning System) è un sistema di posizionamento globale

Dettagli

COMITATO PER LA VALUTAZIONE DELLE SCELTE SCIENTIFICHE E TECNOLOGICHE

COMITATO PER LA VALUTAZIONE DELLE SCELTE SCIENTIFICHE E TECNOLOGICHE COMITATO PER LA VALUTAZIONE DELLE SCELTE SCIENTIFICHE E TECNOLOGICHE L evoluzione della politica spaziale italiana: le applicazioni spaziali per i cittadini e le imprese. Giuseppe Viriglio Director of

Dettagli

Progetto GEMAC THE FUTURE OF ROTARY WING CENTER FOR HIGH DEFENCE STUDIES ROME NOVEMBER 22 2012

Progetto GEMAC THE FUTURE OF ROTARY WING CENTER FOR HIGH DEFENCE STUDIES ROME NOVEMBER 22 2012 THE FUTURE OF ROTARY WING CENTER FOR HIGH DEFENCE STUDIES ROME NOVEMBER 22 2012 Progetto GEMAC Gestione emergenze di missione aerea in aree critiche e meteo avverse Ing. Ferdinando Perrotta CEO SINTESI

Dettagli

AUDIZIONE INFORMALE NELL AMBITO DELL ESAME CONGIUNTO DEI DDL 1110, 1410 E 1544

AUDIZIONE INFORMALE NELL AMBITO DELL ESAME CONGIUNTO DEI DDL 1110, 1410 E 1544 AUDIZIONE DELLA FEDERAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELL AEROSPAZIO, DIFESA E SICUREZZA () E DELL ASSOCIAZIONE PER I SERVIZI, LE APPLICAZIONI E LE TECNOLOGIE ICT PER LO SPAZIO () AUDIZIONE INFORMALE NELL

Dettagli

Il Programma Europeo di navigazione satellitare Galileo

Il Programma Europeo di navigazione satellitare Galileo Il Programma Europeo di navigazione satellitare Galileo IL PROGRAMMA Il programma Galileo ha una valenza strategica ed economica rilevante per l Europa. Il sistema dovrà, infatti, consentire all Europa

Dettagli

TELESPAZIO Closer in space

TELESPAZIO Closer in space TELESPAZIO Closer in space /04/2009 All rights reserved 2009, Telespazio Telespazio in breve Azienda leader nella fornitura di soluzioni, applicazioni e servizi per Operazioni satellitari Osservazione

Dettagli

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 TTS Italia, l Associazione ITS Nazionale fondata nel 1999, rappresenta circa 80 Enti,

Dettagli

Diventa fondamentale che si verifichi una vera e propria rivoluzione copernicana, al fine di porre al centro il cliente e la sua piena soddisfazione.

Diventa fondamentale che si verifichi una vera e propria rivoluzione copernicana, al fine di porre al centro il cliente e la sua piena soddisfazione. ISO 9001 Con la sigla ISO 9001 si intende lo standard di riferimento internazionalmente riconosciuto per la Gestione della Qualità, che rappresenta quindi un precetto universale applicabile all interno

Dettagli

LA NUOVA STRATEGIA DECENNALE DELL AGENZIA SPAZIALE ITALIANA

LA NUOVA STRATEGIA DECENNALE DELL AGENZIA SPAZIALE ITALIANA LA NUOVA STRATEGIA DECENNALE DELL AGENZIA SPAZIALE ITALIANA ENRICO SAGGESE GABRIELLA ARRIGO Premessa.- È ormai sufficientemente chiaro alle nostre Istituzioni, siano esse politiche o amministrative, così

Dettagli

L EUROPA NELLO SPAZIO O UNO SPAZIO PER L EUROPA? GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI GABRIELLA ARRIGO

L EUROPA NELLO SPAZIO O UNO SPAZIO PER L EUROPA? GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI GABRIELLA ARRIGO ARTICOLI E SAGGI L EUROPA NELLO SPAZIO O UNO SPAZIO PER L EUROPA? GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI GABRIELLA ARRIGO 1. Lo spazio come strumento di politica estera.- A qualcuno sembrerà strano che un articolo

Dettagli

RELAZIONE DELLA 3ª COMMISSIONE PERMANENTE DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1407-A. (Relatore BETTAMIO)

RELAZIONE DELLA 3ª COMMISSIONE PERMANENTE DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1407-A. (Relatore BETTAMIO) Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1407-A RELAZIONE DELLA 3ª COMMISSIONE PERMANENTE (AFFARI ESTERI, EMIGRAZIONE) (Relatore BETTAMIO) Comunicata alla Presidenza il 23 marzo 2009 SUL DISEGNO DI LEGGE

Dettagli

Agenzia Spaziale Italiana. Evoluzioni e Prospettive

Agenzia Spaziale Italiana. Evoluzioni e Prospettive Agenzia Spaziale Italiana Evoluzioni e Prospettive 2010-2020 1 Il Documento di Visione Strategica (2010-2020) Il DVS pubblicato dall ASI nel 2010 definisce: I pilastri del piano strategico Gli elementi

Dettagli

La cooperazione internazionale nelle attività di ricerca e innovazione

La cooperazione internazionale nelle attività di ricerca e innovazione La cooperazione internazionale nelle attività di ricerca e innovazione Dott.ssa Sabrina De Nardi Dott.ssa Sabrina De Nardi 7 settembre 2012 Servizio Ricerca e Trasferimento Tecnologico L Unione Europea

Dettagli

Bozza provvisoria non corretta

Bozza provvisoria non corretta Bozza provvisoria non corretta FABIO MUSSI, Ministro dell università e della ricerca. Ringrazio il presidente Capezzone, tutti i partecipanti e, da ultimo, per il suo intervento, l onorevole Airaghi. Vorrei

Dettagli

L'alta risoluzione satellitare in supporto al Risk Management

L'alta risoluzione satellitare in supporto al Risk Management L'alta risoluzione satellitare in supporto al Risk Management Livio Rossi EURIMAGE S.p.A., Roma, Italia www.eurimage.com Introduzione Nell ambito delle attività operative per la gestione e la protezione

Dettagli

Il programma COSMO-SkyMed: descrizione della missione e del sistema e primi risultati

Il programma COSMO-SkyMed: descrizione della missione e del sistema e primi risultati Il programma COSMO-SkyMed: descrizione della missione e del sistema e primi risultati Alessandro Coletta 1, Giovanni Valentini 1, Arnaldo Capuzi 1, Francesco Caltagirone 1, Maurizio De Carlo 2, Giuseppe

Dettagli

ExoMars è la prima missione del programma di esplorazione Aurora dell ESA, portato

ExoMars è la prima missione del programma di esplorazione Aurora dell ESA, portato EXOMARS: la missione su Marte ExoMars è la prima missione del programma di esplorazione Aurora dell ESA, portato avanti in collaborazione con la NASA. La missione è volta a dimostrare fattibilità di alcune

Dettagli

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO del LINEA D AZIONE 6 SCHEDA PROGETTO n. 6.3 PROGRAMMA DI SVILUPPO del TITOLO DEL PROGETTO PROGRAMMA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO. Pagina 1 di 7 del

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE LIBRO VERDE. Politica spaziale europea. (presentato dalla Commissione)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE LIBRO VERDE. Politica spaziale europea. (presentato dalla Commissione) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 21.1.2003 COM(2003) 17 definitivo LIBRO VERDE Politica spaziale europea (presentato dalla Commissione) LIBRO VERDE Politica spaziale europea Documento preparato

Dettagli

.. ma l universo è veramente infinito??

.. ma l universo è veramente infinito?? .. ma l universo è veramente infinito?? Questo il titolo della manifestazione Molisana per l anno dell astronomia 2009. L osservatorio astronomico di Castelmauro ha avviato un importante iniziativa volta

Dettagli

Workshop ASI 3 Bando PMI Progetto NAUS - New AIS Utilities for Ships. Roma, 25 Luglio 2013

Workshop ASI 3 Bando PMI Progetto NAUS - New AIS Utilities for Ships. Roma, 25 Luglio 2013 Workshop ASI 3 Bando PMI Progetto NAUS - New AIS Utilities for Ships Roma, 25 Luglio 2013 OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO Il progetto ha l obiettivo di realizzare un sistema integrato per il supporto alla

Dettagli

CGS TFD. Raoul Grimoldi. Distribuzione Tempo/Frequenza. Antares Research Dept. CGS Compagnia Generale per lo Spazio, an OHB Technology Company

CGS TFD. Raoul Grimoldi. Distribuzione Tempo/Frequenza. Antares Research Dept. CGS Compagnia Generale per lo Spazio, an OHB Technology Company CGS TFD Distribuzione Tempo/Frequenza Raoul Grimoldi CGS Rami di attività della CGS, già Carlo Gavazzi Space S.p.A. Satelliti: sistemi chiavi-in-mano per missioni scientifiche e applicative, in particolare

Dettagli

Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS)

Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS) Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS) Dalla triangolazione su terra al GPS nello spazio I satelliti GPS Determinazione delle distanze dai satelliti mediante misure di tempo dei segnali Come è raggiunta

Dettagli

La dimensione spaziale nelle politiche di sicurezza e difesa

La dimensione spaziale nelle politiche di sicurezza e difesa N 30 GENNAIO 2015 La dimensione spaziale nelle politiche di sicurezza e difesa www.bloglobal.net BloGlobal Research Paper Osservatorio di Politica Internazionale (OPI) BloGlobal Lo sguardo sul mondo Milano,

Dettagli

La Stazione Spaziale Internazionale: un programma tecnologico di collaborazione internazionale. Seminario a cura dell Agenzia Spaziale Europea

La Stazione Spaziale Internazionale: un programma tecnologico di collaborazione internazionale. Seminario a cura dell Agenzia Spaziale Europea La Stazione Spaziale Internazionale: un programma tecnologico di collaborazione internazionale Seminario a cura dell Agenzia Spaziale Europea e del Dottorato di Ricerca in Scienze e Ingegneria dello Spazio

Dettagli

1. Concetti chiave della formazione

1. Concetti chiave della formazione 1. Concetti chiave della formazione Obiettivi di apprendimento I partecipanti acquisiranno una conoscenza di base su: - l ONU e le istituzioni internazionali competenti sulla disabilità ed i diritti -

Dettagli

L Accordo di Parigi. Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti

L Accordo di Parigi. Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti L Accordo di Parigi Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti L Accordo di Parigi 195 Paesi, Stati Parte della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA A.S. 2013/2014 CURRICOLO GEOGRAFIA Ambito disciplinare GEOGRAFIA CLASSE PRIMA PRIMARIA

Dettagli

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA. GEOGRAFIA - CLASSI PRIME Scuola Primaria. GEOGRAFIA CLASSI SECONDE Scuola Primaria

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA. GEOGRAFIA - CLASSI PRIME Scuola Primaria. GEOGRAFIA CLASSI SECONDE Scuola Primaria GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici

Dettagli

L'industria spaziale europea: competere a livello mondiale in un settore complesso

L'industria spaziale europea: competere a livello mondiale in un settore complesso L'industria spaziale europea: competere a livello mondiale in un settore complesso Lo spazio è al servizio dei cittadini europei. Molti dei sistemi e dei servizi che sono oggi essenziali per il nostro

Dettagli

National Focal System

National Focal System Bando ASI PMI 2010 National Focal System Ricerca industriale e sviluppo sperimentale di un Sistema Integrato Standard OGC per l ottimizzazione delle filiere Dati-EO, Prodotti EO, End USER, durante le attività

Dettagli

2 Obiettivi di SMAT F1 Gli obiettivi di SMAT F1 possono essere riassunti come di seguito:

2 Obiettivi di SMAT F1 Gli obiettivi di SMAT F1 possono essere riassunti come di seguito: 1 SMAT F1 e SMAT: sorveglianza, monitoraggio e salvaguardia delle risorse ambientali e infrastrutturali del territorio SMAT-F1 è un progetto di ricerca finanziato dalla Regione Piemonte, nato nell ambito

Dettagli

INTRODUZIONE AL 7 PQ Spoleto

INTRODUZIONE AL 7 PQ Spoleto INTRODUZIONE AL 7 PQ Spoleto 28 marzo 2007 Renato Fa renato.fa@miur.it Obiettivi politici: rafforzare il ruolo della ricerca UE Obiettivo di Lisbona: diventare la più dinamica e competitiva economia knowledge-based

Dettagli

TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: GEOGRAFIA A.S. 2013/2014 SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA Classe I L alunno si orienta nello

Dettagli

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO Nell ambito del processo di rinnovamento aziendale avviato negli ultimi anni, si inserisce un sempre maggiore impegno nella Ricerca & Sviluppo (R&S) sia come motore

Dettagli

GOVERNARE I RISCHI PER CRESCERE NELL ECONOMIA GLOBALE

GOVERNARE I RISCHI PER CRESCERE NELL ECONOMIA GLOBALE GOVERNARE I RISCHI PER CRESCERE NELL ECONOMIA GLOBALE Luigi Calabria Direttore Finanza di Gruppo, Finmeccanica Roma, 10 giugno 2008 Indice La strategia di internazionalizzazione di Finmeccanica I dati

Dettagli

ALMASpace space to your business

ALMASpace space to your business L'ARTE di INNOVARE La Cultura dell'innovazione 2009 Castrocaro Terme Grand Hotel Terme OUTLINE L azienda ALMASat-1 e ALMASat-EO Prodotti e Servizi Settore Aerospaziale Settore Industriale, Ambientale,

Dettagli

I cambiamenti climatici e le politiche dell'unione europea. Iter storico e nuove sfide

I cambiamenti climatici e le politiche dell'unione europea. Iter storico e nuove sfide I cambiamenti climatici e le politiche dell'unione europea. Iter storico e nuove sfide Laura Scichilone Dottore di ricerca in Storia del federalismo e dell unità europea CRIE-Centro di eccellenza Jean

Dettagli

Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed

Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed AGENZIA SPAZIALE ITALIANA BANDO PERIODICO RISERVATO

Dettagli

La scienza italiana nello spazio: prove tecniche di comunicazione

La scienza italiana nello spazio: prove tecniche di comunicazione JCOM 2 (2), June 2003 La scienza italiana nello spazio: prove tecniche di comunicazione Elisabetta Tommasi Unità "Osservazione dell'universo", Agenzia Spaziale Italiana Questo lavoro analizza l immagine

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

GALILEO VS GPS. Collaborazione o confronto?

GALILEO VS GPS. Collaborazione o confronto? CENTRO MILITARE DI STUDI STRATEGICI PALAZZO SALVIATI, ROMA GALILEO VS GPS Collaborazione o confronto? a cura di Bruno Picerno e Francesco Brindisi SUPPLEMENTO ALL OSSERVATORIO STRATEGICO N 7-2005 Osservatorio

Dettagli

Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS)

Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS) Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS) Metodo di base: triangolazione nello spazio I satelliti GPS Determinazione delle distanze dai satelliti mediante misure di tempi di arrivo dei segnali Come è

Dettagli

Astronomia Spaziale in Italia: stato e prospettive per INAF. Roberto Della Ceca, Andrea Argan & Marco Santoro

Astronomia Spaziale in Italia: stato e prospettive per INAF. Roberto Della Ceca, Andrea Argan & Marco Santoro Astronomia Spaziale in Italia: stato e prospettive per INAF Roberto Della Ceca, Andrea Argan & Marco Santoro INAF-OABrera - Milano, 23/04/2012 AGENDA Overview Attivita UOAS Accordi in Corso (ASI, ESA,

Dettagli

Email: alessandro.chiesa@spaic-srl.it URL: www.spaic-srl.it

Email: alessandro.chiesa@spaic-srl.it URL: www.spaic-srl.it Studi, Prototipi, Attività per Innovazione e Competitività s.r.l. Sede legale: via Pier Carlo Boggio 61 10138 TORINO Sede operativa: c.so Castelfidardo 30/A 10129 Torino Tel. 011 090 5160 Fax 011 090 5126

Dettagli

Thales Alenia Space Italia- Via Saccomuro, Roma. Docente presso università Tor Vergata del seminario Sistemi di Alimentazione Elettrica per Satelliti

Thales Alenia Space Italia- Via Saccomuro, Roma. Docente presso università Tor Vergata del seminario Sistemi di Alimentazione Elettrica per Satelliti CURRICULUM VITAE-GIOIA PERRONE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Gioia Perrone Indirizzo Via F.D Avenia 9, Civitavecchia (RM) 00053 Telefono Abitazione: Cellulare: 347-0935034 Fax - E-mail gioiaperrone@libero.it

Dettagli

Premio Best Practice Patrimoni Pubblici 2010

Premio Best Practice Patrimoni Pubblici 2010 Progetto sperimentale per un servizio di monitoraggio integrato e e continuo della consistenza qualitativa della rete viaria della Benevento" Contesto patrimoniale quo ante Premio Best Practice Patrimoni

Dettagli

DATI E SERVIZI INTEROPERABILI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO

DATI E SERVIZI INTEROPERABILI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO DATI E SERVIZI INTEROPERABILI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO Alessandra Marchese (GISIG) La ricerca che crea innovazione per un futuro sostenibile Genova, 20 febbraio 2015 Con il patrocinio di Con il contributo

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Fornitura di Dati, Sistemi e Servizi per la Realizzazione del Sistema Informativo del Piano Straordinario

Dettagli

Memorandum of Understanding (MoU) tra il Segretariato Permanente della Convenzione delle Alpi e l associazione Città alpina dell anno

Memorandum of Understanding (MoU) tra il Segretariato Permanente della Convenzione delle Alpi e l associazione Città alpina dell anno Memorandum of Understanding (MoU) tra il Segretariato Permanente della Convenzione delle Alpi e l associazione Città alpina dell anno I. Relazione Il contesto comune Le città alpine sono di fondamentale

Dettagli

L Impresa Sociale in Europa: Scenari dalla Social Economy Guide Riccardo Bodini

L Impresa Sociale in Europa: Scenari dalla Social Economy Guide Riccardo Bodini L Impresa Sociale in Europa: Scenari dalla Social Economy Guide Riccardo Bodini Mestre, 3 luglio 2013 AGENDA 1. Cosa è Euricse 2. La Social Economy Guide 3. L Impresa Sociale in Europa COSA E EURICSE Euricse

Dettagli

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 La Piattaforma europea dedicata ai professionisti dell edilizia sostenibile Iscriviti ed entra a far parte del nostro network www.construction21.eu Unioncamere del Veneto

Dettagli

Un Percorso strutturato per promuovere le imprese nei mercati internazionali

Un Percorso strutturato per promuovere le imprese nei mercati internazionali SCHEDA CASOTTI Un Percorso strutturato per promuovere le imprese nei mercati internazionali Il commercio internazionale 15,0 10,0 Scambi manifatturieri e PIL mondiale (var. annua a prezzi costanti) var.

Dettagli

Ambasciatori. Rappresentano gli interessi di un area geografica. Russia Medio Oriente. Cina Sud-Est Asiatico. Nord America Fabbisogno energetico

Ambasciatori. Rappresentano gli interessi di un area geografica. Russia Medio Oriente. Cina Sud-Est Asiatico. Nord America Fabbisogno energetico Ambasciatori gli interessi di un area geografica Russia Medio Oriente Economia basata sul petrolio e sul gas naturale Cina Sud-Est Asiatico carbone, economia in forte crescita Nord America grande nazione,

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 06.10.2004 COM(2004)636 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Il passaggio alle fasi costitutiva e operativa del

Dettagli

SOS-MT-Monitoring (SOil Slow MoTion Monitoring)

SOS-MT-Monitoring (SOil Slow MoTion Monitoring) 2 Bando Tematico riservato alle P.M.I. Osservazione della Terra SOS-MT-Monitoring (SOil Slow MoTion Monitoring) INNOVA Consorzio per l Informatica e la Telematica srl Dott. Antonio Valentino 13 luglio

Dettagli

Numero dipendenti e collaboratori: 81 ricercatori e tecnologi 31 tecnici e amministrativi 63 ricercatori a contratto e in formazione

Numero dipendenti e collaboratori: 81 ricercatori e tecnologi 31 tecnici e amministrativi 63 ricercatori a contratto e in formazione Attività e ricerche ISAC è il maggior istituto che opera sulle tematiche di scienze dell atmosfera e del clima nel CNR e in Italia. Le competenze dell Istituto di Scienze dell Atmosfera e del Clima (ISAC)

Dettagli

EXPORT CHALLENGE Le attese delle P.M.I. NOVEMBRE 2014

EXPORT CHALLENGE Le attese delle P.M.I. NOVEMBRE 2014 EXPORT CHALLENGE Le attese delle P.M.I. NOVEMBRE 2014 Obiettivi e metodologia della ricerca QUAERIS ha realizzato per EXPORT CHALLENGE un sondaggio tra aziende del Nord Est dedite all internazionalizzazione

Dettagli

LANDSCAPES IN TRANSITION

LANDSCAPES IN TRANSITION LANDSCAPES IN TRANSITION Un promemoria fotografico del futuro che verrà, ogni mese una riflessione sul pianeta che cambia. Vista dai satelliti è travolgente la bellezza della Terra. Ma i messaggi che ci

Dettagli

Denominazione/Ragione sociale impresa:..

Denominazione/Ragione sociale impresa:.. ALLEGATO 3 PROJECT PLAN (La domanda di agevolazione non corredata del presente Allegato non sarà presa in considerazione. Il presente Allegato deve essere compilato in ogni sua parte) 1. Beneficiario Denominazione/Ragione

Dettagli

Italian!Diplomatic!Academy!!!Accademia!Italiana!per!la!Formazione!e!gli!Alti!Studi! Internazionali!

Italian!Diplomatic!Academy!!!Accademia!Italiana!per!la!Formazione!e!gli!Alti!Studi! Internazionali! MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO NATIONALHIGHSCHOOLMODELUNITEDNATIONS201542016 StudentiAmbasciatorialleNazioniUnite ItalianDiplomaticAcademy

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti Istituto d Istruzione Superiore Istituto Tecnico Turistico MATERIA: disciplina alternativa alla RC CLASSE IV Sezione I A.S. 2014/15 L educazione un processo continuo Educazione e comunicazione La comunicazione

Dettagli

VI CHINA-ITALY INNOVATION FORUM - CIIF IX SINO ITALIAN EXCHANGE EVENT SIEE

VI CHINA-ITALY INNOVATION FORUM - CIIF IX SINO ITALIAN EXCHANGE EVENT SIEE VI CHINA-ITALY INNOVATION FORUM - CIIF IX SINO ITALIAN EXCHANGE EVENT SIEE Call per la partecipazione alla China Italy Science, Technology & Innovation Week 2015 per promuovere la collaborazione italo-cinese

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. TRA Centro Regionale di Competenza Analisi e Monitoraggio del Rischio Ambientale SAM SOCIETA AEROSPAZIALE MEDITERRANEA S.C.R.L.

PROTOCOLLO D INTESA. TRA Centro Regionale di Competenza Analisi e Monitoraggio del Rischio Ambientale SAM SOCIETA AEROSPAZIALE MEDITERRANEA S.C.R.L. PROTOCOLLO D INTESA TRA Centro Regionale di Competenza Analisi e Monitoraggio del Rischio Ambientale SAM SOCIETA AEROSPAZIALE MEDITERRANEA S.C.R.L. PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA E PROGETTI PER LO SVILUPPO

Dettagli

La viticoltura di precisione

La viticoltura di precisione Capitolo I La viticoltura di precisione L. Genesio *, T. De Filippis *, F. Di Gennaro *, E. Fiorillo *, A. Matese *, J. Primicerio *, L. Rocchi *, F.P. Vaccari * 1. La viticoltura di precisione nel Consorzio

Dettagli

MISSION. Maritime Integrated Satellite System in an InterOperable service Network. Bando ASI N. 03 TLC e Applicazioni Integrate Roma, 25/07/2013

MISSION. Maritime Integrated Satellite System in an InterOperable service Network. Bando ASI N. 03 TLC e Applicazioni Integrate Roma, 25/07/2013 MISSION Maritime Integrated Satellite System in an InterOperable service Network 1 Bando ASI N. 03 TLC e Applicazioni Integrate Roma, 25/07/2013 Aziende Proponenti (1/2): ALI ALI - Aerospace Laboratory

Dettagli