Beni pubblici e analisi costi benefici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Beni pubblici e analisi costi benefici"

Transcript

1 Beni pubblici e analisi costi benefici Arch. Laura Gabrielli Valutazione economica del progetto a.a. 2005/06 Economia pubblica L Economia pubblica è quella branca della scienza economica che spiega come vengono compiute scelte e allocate risorse avendo come riferimento i beni pubblici (pubblici dal punto di vista economico, non giuridico) Dell Economia pubblica fa parte anche l Economia ambientale, che ha per oggetto i beni ambientali, un sottoinsieme dei beni pubblici 1

2 Beni pubblici: definizione I beni pubblici sono detti anche a consumo collettivo, e sono caratterizzati dal fatto che il loro consumo da parte di un individuo non è rivale e dunque compatibile con quello di altri soggetti: x = x 1 = x 2 = x n dove: x rappresenta la quantità totale consumata del bene x 1, x 2, x n sono le quantità consumate dai singoli individui Pertanto, il bene pubblico può essere goduto contemporaneamente da consumatori diversi senza che sia possibile impedire loro il consumo del bene e senza che venga diminuita l utilità ritraibile da ciascuno di essi Beni pubblici: caratteristiche La prima caratteristica che distingue un bene pubblico da un bene privato è costituita dalla non rivalità nel consumo: dunque i beni pubblici si caratterizzano per il fatto che la loro fruizione da parte di un individuo non è incompatibile per questo si dice non rivale con la fruizione da parte di altri individui La seconda caratteristica è costituita dalla non escludibilità nel consumo, che indica l impossibilità o comunque la difficoltà di escludere determinati individui dalla fruizione del bene La non escludibilità può essere tecnica: l esclusione non è tecnicamente possibile (es. fruizione di un paesaggio, di una spiaggia) economica: l esclusione comporta un costo troppo elevato (es. accessibilità ad un centro storico) 2

3 Beni pubblici e beni privati: uno schema non escludibilità Beni misti Beni pubblici rivalità Beni privati - strada congestionata città d'arte - ambiente naturale - faro - - appartamento - ufficio - garage - giardino pubblico recintato - museo Beni misti non rivalità escludibilità Beni misti: ancora uno schema non rivalità Beni pubblici puri Piazza di un centro storico Paesaggio Lezione universitaria Personal computer Studio professionale Titolo professionale di architetto Beni privati puri non escludibilità 3

4 Esternalità Un altro concetto fondamentale nell economia pubblica è costituito dalle esternalità: gli effetti vantaggiosi (esternalità positive o economie esterne) o svantaggiosi (esternalità negative o diseconomie esterne) provocati sull attività di produzione o di consumo di un individuo dall attività di produzione o di consumo di un altro individuo, che non si riflettono sui prezzi pagati o ricevuti (Fonte: Brosio, Economia e finanza pubblica) Esternalità positive e negative Tra le esternalità positive figurano l incremento dei valori immobiliari in presenza di risorse storico-architettoniche, lo sviluppo locale indotto dalla presenza di attività commerciali, ecc. Tra le esternalità negative figurano i danni a beni storici prodotti dal sovraffollamento turistico, l abusivismo edilizio nelle zone di pregio paesaggistico, l inquinamento idrico connesso con l uso di pesticidi in agricoltura, ecc. 4

5 Rapporto tra beni pubblici ed esternalità L esistenza di esternalità, ovvero effetti esterni positivi e negativi, è connessa alla natura dei beni pubblici, beni a consumo collettivo non rivale e non escludibile Ad esempio, l abusivismo edilizio nelle zone di pregio paesaggistico: è una attività di produzione da parte di alcuni individui, che genera esternalità negative, ovvero effetti sull attività di consumo di altri individui, in quanto impedisce a questi ultimi di godere del paesaggio tali esternalità non si riflettono in un prezzo pagato per esse, e ciò è connesso proprio al fatto che il paesaggio costituisce un bene a consumo collettivo Valore dei beni pubblici Il valore dei beni privati è dato da: Vm = f(d, O) Il valore dei beni pubblici è invece rappresentato da: V = f(utilità Sociale) Le preferenze circa il consumo di beni e servizi pubblici non sono rivelate dai consumatori attraverso il prezzo: beni e servizi sono senza mercato e dunque senza prezzo 5

6 Valore di scambio, d uso e di non uso I beni pubblici, per gli elementi che li caratterizzano, non hanno un mercato di riferimento in cui si determinano i prezzi; sono dunque privi di un valore di scambio, ma possiedono comunque un valore d uso Oltre al valore di scambio e al valore d uso, gli autori che si sono occupati della materia individuano i seguenti valori di non uso: valore di opzione: ovvero il valore connesso ad un ipotetico utilizzo futuro del bene valore di esistenza: ovvero il valore connesso alla semplice esistenza del bene slegato dalla possibilità di utilizzarlo o meno valore di lascito: ovvero il valore attribuito alla possibilità di utilizzo del bene da parte delle generazioni future L insieme dei valori d uso e di non uso dà luogo al Valore economico totale (Vet) Procedimenti di valutazione monetaria Esistono diversi procedimenti per la stima di beni che non hanno un mercato di riferimento, e dunque per la stima dei valori d uso o di non uso non legati allo scambio Si tratta di procedimenti fondati sulla nozione di surplus del consumatore, ovvero la differenza tra la massima disponibilità a pagare per un bene e la spesa effettivamente sostenuta per fruirne Tra i metodi di tipo indiretto figurano il procedimento edonimetrico il metodo del costo di viaggio Tra i metodi di tipo diretto il più frequentemente utilizzato è costituito dalla la valutazione contingente 6

7 Surplus del consumatore P P prezzo Q quantità D funzione di domanda C costo sostenuto dal consumatore S surplus del consumatore p S D C q Q Procedimento edonimetrico L assunto alla base del procedimento edonimetrico consiste nell ipotesi che il valore di un bene dipenda dall utilità attribuita dagli operatori economici alle caratteristiche possedute dal bene stesso Ad esempio: il valore attribuito ad una piazza è incorporato nel valore degli immobili che vi si affacciano, dunque può essere stimato scomponendo il valore immobiliare nei prezzi edonici associati a ciascun elemento che li caratterizza e prendendo in considerazione il prezzo edonico della caratteristica affaccio sulla piazza 7

8 Costo di viaggio (I) Il metodo del costo di viaggio trova fondamento sui seguenti concetti: un bene ambientale costituisce una particolare categoria di bene pubblico, privo di mercato e pertanto di un prezzo ma non di valore (d uso o di non uso) per la fruizione di un bene ambientale gli utenti (i visitatori) devono comunque sostenere una serie di costi tra cui ad esempio benzina, pedaggio stradale, vitto, pernottamento per beni che invece sono scambiati in mercati attivi, e i cui prezzi sono noti o facilmente rilevabili Questi ultimi sono, in linea teorica e a parità di altre condizioni, proporzionali alla distanza percorsa per il raggiungimento del sito ambientale a maggior distanza corrispondono maggiori costi, e dunque minor numero di visitatori ed esprimono l apprezzamento dei frutori nei riguardi di quello specifico bene Costo di viaggio (II) Il valore oggetto di stima in questo procedimento è dunque il valore d uso, ovvero il valore che i fruitori attribuiscono all utilizzo del bene (per esempio ai fini ricreazionali, sportivi, ecc.), mentre i valori di non uso non vengono presi in considerazione. L approccio si propone di ricostruire analiticamente la funzione di domanda di un bene ambientale attraverso la stima di due parametri: saggio di frequenza costo medio di viaggio Dopo aver ricostruito la funzione di domanda è possibile determinare il surplus del consumatore, che corrisponde al valore attribuito al bene ambientale da parte dei visitatori per la sua fruizione 8

9 Valutazione contingente (I) La valutazione contingente si propone di valutare i beni privi di mercato attraverso la simulazione di un mercato ipotetico all interno del quale i fruitori sono chiamati a dichiarare la propria disponibilità a pagare per quel particolare bene Il procedimento si svolge prima di tutto con la somministrazione di questionari attraverso interviste ad un campione prestabilito di individui Diversamente dal costo di viaggio permette la stima sia dei valori d uso che dei valori di non uso, che saranno infatti delle porzioni del valore dichiarato nell ambito del questionario Valutazione contingente (II) Per risultare affidabile il procedimento necessita della opportuna definizione di tutti i seguenti elementi: descrizione del bene ambientale stesura del questionario selezione del campione da intervistare scelta della modalità di somministrazione del questionario precisa e verosimile descrizione delle modalità di pagamento Gli esiti ottenuti non sono indifferenti alle caratteristiche del questionario: risposte aperte (senza fornire valori di riferimento) o chiuse (con valori di riferimento) possibilità di reiterazione del gioco modalità di somministrazione (face to face, per posta, ecc.) 9

10 Dall Acr all Acb L operatore privato decide la realizzazione o meno di un determinato investimento esclusivamente sulla base del proprio utile, cioè considerando la differenza tra costi monetari diretti e benefici (ricavi) monetari diretti L operatore pubblico deve invece considerare oltre ai costi e ai benefici monetari diretti anche i costi e i benefici sociali, che derivano come conseguenza dalla realizzazione dell opera nei confronti dell ambiente e della collettività Costi e benefici sociali I costi sociali comprendono: costi diretti, inerenti la realizzazione, manutenzione e gestione dell opera costi indiretti, esterni, relativi a beni privi di un prezzo di mercato ma che possono essere calcolati in via indiretta costi intangibili, costi esterni che non possono essere quantificati, ma solo descritti I benefici sociali comprendono: benefici diretti, ricavi derivanti dalla realizzazione,vendita e/o gestione dell opera benefici indiretti, esterni, relativi a beni privi di un prezzo di mercato ma che possono essere calcolati in via indiretta benefici intangibili, benefici esterni che non possono essere quantificati, ma solo descritti 10

11 Costi e benefici sociali: alcuni esempi Nell ambito di un intervento di riqualificazione urbana, sul versante dei costi: costi diretti: costi di riqualificazione degli immobili costi indiretti: disagio sostenuto dai fruitori abituali di quella specifica area urbana costi intangibili: disagio dovuto al rumore e più in generale all inquinamento generato dai cantieri e per quanto concerne i benefici: benefici diretti: incremento di valore degli immobili dopo l intervento di riqualificazione benefici indiretti: miglioramento delle condizioni di sicurezza nell ambito urbano riqualificato benefici intangibili: contributo alla riduzione di fenomeni di degrado sociale Modalità di utilizzo dell Acb L analisi costi benefici è un analisi di tipo economico, e prende in considerazione solamente quei costi e quei benefici sociali che, direttamente o indirettamente possono essere espressi attraverso valori monetari Nell analisi costi benefici non vanno considerate tutte quelle voci che, nell ottica della collettività, rappresentano una mera partita di giro, tra cui in particolare tasse e imposte; inoltre sono da escludere tutte le voci puramente finanziarie, ovvero che non comportano un effettivo utilizzo di risorse (es. interessi passivi) Per calcolare costi e benefici diretti e costi e benefici indiretti per i quali non esiste un mercato attivo (es. beni ambientali o beni architettonici di pregio) si ricerca il loro prezzo ombra, ovvero una stima del probabile valore che rispecchi la reale scarsità del bene 11

12 Criteri di decisione Il Valore attuale netto deve essere maggiore o uguale a zero. Se vi sono molteplice alternative sarà preferito il progetto con il Van più elevato Il Saggio di rendimento interno deve essere maggiore del saggio di soglia o del saggio di interesse passivo. Se vi sono più alternative, è preferibile il progetto che presenta il Sri maggiore Il Rapporto tra benefici e costi (B/C), risulta ammissibile ogni progetto per il quale il rapporto è positivo e preferito quel progetto che dà il rapporto più elevato Considerazioni sul tasso sociale di sconto Esistono molteplici soluzioni per la scelta del tasso di sconto da utilizzare nell analisi, tra cui: il tasso di rendimento ottenuto sull investimento privato al netto delle imposte la media ponderata tra il tasso precedente e il tasso di rendimento del risparmio privato al netto delle imposte All estremo, alcuni economisti si chiedono se davvero debba essere utilizzato un tasso di sconto, ovvero se non vada piuttosto considerato pari a zero, o comunque tendente a zero, motivando tale assunzione considerando la collettività allargata alle generazioni future 12

13 Bibliografia L analisi costi benefici può essere approfondita nei seguenti testi: A. Realfonzo (1994), Teoria e metodo dell estimo urbano, Nis, Roma, capitoli 7 e 9 G. Brosio (1993), Economia e finanza pubblica, Nis, Roma G. Stellin e P. Rosato (1998), La valutazione economica dei beni ambientali: metodologia e casi di studio, Città Studi, Torino 13

ECONOMIA APPLICATA. Corso di Laurea triennale in ecologia sperimentale ed applicata Università degli Studi di Roma Tor Vergata

ECONOMIA APPLICATA. Corso di Laurea triennale in ecologia sperimentale ed applicata Università degli Studi di Roma Tor Vergata ECONOMIA APPLICATA Corso di Laurea triennale in ecologia sperimentale ed applicata Università degli Studi di Roma Tor Vergata Federico Benvenuti benvenuti.federico@minambiente.it La valutazione economica

Dettagli

La valutazione nella pianificazione

La valutazione nella pianificazione Corso di «Processi di pianificazione e processi di valutazione» a.a. 2014/15 La valutazione nella pianificazione Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it arch. Pietro

Dettagli

ANALISI COSTI-BENEFICI

ANALISI COSTI-BENEFICI ANALISI COSTI-BENEFICI Valutazione di progetti pubblici Le politiche pubbliche correnti consistono nel realizzare progetti pubblici: il policy maker deve decidere quale progetto è da preferire tra le varie

Dettagli

L analisi costi benefici nella valutazione degli interventi a forte valenza ambientale

L analisi costi benefici nella valutazione degli interventi a forte valenza ambientale L analisi costi benefici nella valutazione degli interventi a forte valenza ambientale 1. Le caratteristiche dei beni ambientali 2. L analisi costi benefici 3. La misura dei benefici e dei costi 4. La

Dettagli

Prof.ssa Cristina Coscia Politecnico di Torino II Facolta di Architettura. Le strategie per la valorizzazione del patrimonio culturale diffuso

Prof.ssa Cristina Coscia Politecnico di Torino II Facolta di Architettura. Le strategie per la valorizzazione del patrimonio culturale diffuso Prof.ssa Cristina Coscia Politecnico di Torino II Facolta di Architettura Focus 1. Strategie e valorizzazione: le coordinate di riferimento, gli oggetti, i valori e le partnership 2. Livello strategico

Dettagli

La valutazione degli investimenti pubblici

La valutazione degli investimenti pubblici La valutazione degli investimenti pubblici 1. Introduzione all analisi degli investimenti 3. L analisi Costi-Benefici 4. L analisi multicriterio La natura del problema di valutazione degli interventi CRITERI

Dettagli

1. Analisi della rilevanza dell idea-progetto e specificazione delle alternative progettuali

1. Analisi della rilevanza dell idea-progetto e specificazione delle alternative progettuali Studi di Fattibilità e Analisi Costi Benefici L esperienza maturata dalla Proind Srl nel supporto e nell assistenza tecnica alle Pubbliche Amministrazioni in materia di valutazione di investimenti pubblici,

Dettagli

ANALISI COSTI-BENEFICI

ANALISI COSTI-BENEFICI ANALISI COSTI-BENEFICI ANALISI COSTI BENEFICI Fondamento dell ANALISI COSTI BENEFICI è l idea che un progetto o una politica possono essere considerati validi dal punto di vista della società se i benefici

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DEL PROGETTO

LA VALUTAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DEL PROGETTO LA VALUTAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DEL PROGETTO A cura di Roberto M. Brioli Collaboratore Mirko Bisulli La valutazione dei progetti dal punto di vista dell imprenditore privato e della pubblica amministrazione

Dettagli

I metodi per la valutazione economica di beni e servizi ambientali

I metodi per la valutazione economica di beni e servizi ambientali I metodi per la valutazione economica di beni e servizi ambientali Letture: Perman et al., 2003 (capitolo 12) Valutazione economica dei servizi ambientali Analisi Costi-Benefici ambientale Il Valore Economico

Dettagli

Obiettivi della lezione #4

Obiettivi della lezione #4 Obiettivi della lezione #4 La lezione oggi affronta i seguenti temi: modelli DCF: valore attuale netto e rendimento (saggio di rendimento interno) di un progetto il ruolo delle modalità di finanziamento

Dettagli

Approfondimento 1 Le curve di costo

Approfondimento 1 Le curve di costo Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Approfondimento 1 Le curve di costo Prof. Coll. Renato Da Re Barbara Bolognesi Obiettivo della comunicazione La comunicazione

Dettagli

Analisi costi benefici

Analisi costi benefici Corso di valutazione economica del progetto Clamarch a.a. 2013/14 Analisi costi benefici Stefania Tonin 27 maggio 2014 Analisi costi benefici Tecnica per definire e misurare i costi e i benefici sociali

Dettagli

Gruppo di ricerca. WP1 Anna Alberini, Alberto Longo, Andrea Galvan

Gruppo di ricerca. WP1 Anna Alberini, Alberto Longo, Andrea Galvan COSTI E BENEFICI DEGLI INTERVENTI DI PROTEZIONE DELLA MORFOLOGIA LAGUNARE Gruppo di ricerca WP1 Anna Alberini, Alberto Longo, Andrea Galvan WP2 Paolo Rosato, Valentina Zanatta, Chiara D Alpaos, Giuliano

Dettagli

Beni pubblici e beni privati forniti dal settore pubblico

Beni pubblici e beni privati forniti dal settore pubblico Beni pubblici e beni privati forniti dal settore pubblico Obiettivi delle prossime due lezioni Che cosa distingue i beni pubblici, tipicamente forniti dal settore pubblico, dai beni forniti dal mercato?

Dettagli

Procedimenti pluriparametrici

Procedimenti pluriparametrici Corso di estimo D La stima del valore di mercatoprocedimenti sintetici pluriparametrici Procedimenti pluriparametrici Quando: in assenza di un campione significativo di dati Come: analisi delle caratteristiche

Dettagli

Stima del valore di mercato

Stima del valore di mercato Stima del valore di mercato Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Il valore di mercato Il valore di mercato è il valore che il bene da stimare riuscirebbe a realizzare

Dettagli

Definizione, quantificazione e trasferimento dei «crediti edilizi»

Definizione, quantificazione e trasferimento dei «crediti edilizi» Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Bologna INU Istituto Nazionale di Urbanistica - Sezione Emilia Romagna Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna Definizione,

Dettagli

LINEE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER LA VALUTAZIONE DEI PROGETTI DI INFRASTRUTTURE DI VALORE SUPERIORE A

LINEE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER LA VALUTAZIONE DEI PROGETTI DI INFRASTRUTTURE DI VALORE SUPERIORE A LINEE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER LA VALUTAZIONE DEI PROGETTI DI INFRASTRUTTURE DI VALORE SUPERIORE A 10 MEuro CON FINANZIAMENTI SU RISORSE NON POR Pagina 1 di 14 INDICE

Dettagli

Il postulato della permanenza delle condizioni

Il postulato della permanenza delle condizioni La stima del valore di mercato_3 Prof. Arch. ALESSIO D AURIA, PhD DIPARTIMENTO DICONSERVAZIONE DEI BENI ARCHITETTONICI E AMBIENTALI aldauria@unina.it Il postulato della permanenza delle condizioni Ogni

Dettagli

Il progetto e la sua fattibilità: gli strumenti

Il progetto e la sua fattibilità: gli strumenti Il progetto e la sua fattibilità: gli strumenti 17.XII.2008 Scopo della comunicazione Abbiamo sino a qui analizzato i principali attori che entrano in gioco in un operazione di sviluppo immobiliare, le

Dettagli

Valutazione economica dei progetti a.a. 2005/06. L ambito ed obiettivo della valutazione. CRITERI DI VALUTAZIONE AMBITO Molti Uno

Valutazione economica dei progetti a.a. 2005/06. L ambito ed obiettivo della valutazione. CRITERI DI VALUTAZIONE AMBITO Molti Uno Analisi costi ricavi Arch. Laura Gabrielli Valutazione economica dei progetti a.a. 2005/06 L ambito ed obiettivo della valutazione CRITERI DI VALUTAZIONE AMBITO Molti Uno Privato Pubblico Obiettivi specifici

Dettagli

La valutazione degli investimenti immobiliari: l analisi costi-ricavi

La valutazione degli investimenti immobiliari: l analisi costi-ricavi La valutazione degli investimenti immobiliari: l analisi costi-ricavi Le fasi 1. Valutazione dei costi e dei ricavi dell investimento 2. Costruzione del Cash Flow 3. Assunzione del tasso di sconto 4. Elaborazione

Dettagli

Misure finanziarie del rendimento: il Van

Misure finanziarie del rendimento: il Van Venezia, 6 novembre 2013 Prof. Antonella Faggiani Arch. Valeria Ruaro, collaboratrice alla didattica estimo.b.acc2013@gmail.com Corso di Estimo Laurea Magistrale Architettura per il Nuovo e l Antico Dipartimento

Dettagli

L analisi degli investimenti

L analisi degli investimenti Corso di Laurea in Produzione dell Edilizia Corso di Economia e Gestione delle Imprese 9^ lezione L analisi degli investimenti 3 maggio 2005 Prof. Federico Della Puppa - A.A. 2004-2005 Dalla teoria alla

Dettagli

Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi

Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Corso di Estimo a.a. 2007-08 Docente Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi Microeconomia venerdì 29 febbraio 2008 La struttura della lezione

Dettagli

STATO E RIDISTRIBUZIONE DELLE RISORSE CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE, FACOLTÁ DI SOCIOLOGIA

STATO E RIDISTRIBUZIONE DELLE RISORSE CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE, FACOLTÁ DI SOCIOLOGIA STATO E RIDISTRIBUZIONE DELLE RISORSE CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE, FACOLTÁ DI SOCIOLOGIA A.A. 2008-2009 ANNA TEMPIA 2 LEZIONE LE RAGIONI DELL INTERVENTO PUBBLICO (PARTE SECONDA) BIBLIOGRAFIA: P.

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA

LA VALUTAZIONE ECONOMICA LA VALUTAZIONE ECONOMICA IN SANITÀ OBIETTIVI DIDATTICI Introdurre il concetto di valutazione economica Definire le principali caratteristiche di una corretta analisi economica Acquisire le conoscenze delle

Dettagli

«Il riclassamento delle Unità Immobiliari di Roma»

«Il riclassamento delle Unità Immobiliari di Roma» «Il riclassamento delle Unità Immobiliari di Roma» Arch. Daniela Proietti Consigliere Ordine Architetti Pianificatori e Paesaggisti di Roma e Provincia Indice degli argomenti: 1) ACCERTAMENTO CATASTALE

Dettagli

Fattori economici. 1 Costi di manutenzione. Costi di Manutenzione

Fattori economici. 1 Costi di manutenzione. Costi di Manutenzione Fattori economici 1 Costi di manutenzione Totale Life Cycle Cost (costo globale) 611 Manutenzione 296 Gestione operativa (costi di esercizio) 215 Costruzione 100 0 100 200 300 400 500 600 700 Costi di

Dettagli

Corso di Laurea: Operatori pluridisciplinari e interculturali d'area mediterranea SCIENZA DELLE FINANZE. Docente: Gatto Antonino

Corso di Laurea: Operatori pluridisciplinari e interculturali d'area mediterranea SCIENZA DELLE FINANZE. Docente: Gatto Antonino Corso di Laurea: Operatori pluridisciplinari e interculturali d'area mediterranea SCIENZA DELLE FINANZE Docente: Gatto Antonino Elaborazione: Dott.ssa Locantro Antonia Lucia I motivi dell intervento dello

Dettagli

Pale eoliche e valori immobiliari: un analisi con il metodo del Choice Experiment

Pale eoliche e valori immobiliari: un analisi con il metodo del Choice Experiment Università degli Studi di Padova Corso di Laurea in Tutela e Riassetto del Territorio Pale eoliche e valori immobiliari: un analisi con il metodo del Choice Experiment Laureanda: Francesca Pasqualon Anno

Dettagli

Premiati gli iscritti

Premiati gli iscritti iltriangolo R i v i s t a T r i m e s t r a l e D i n f o r m a z i o n e T e c n i c o P r o f e s s i o n a l e D e l C o l l e g i o D e i G e o m e t r i E D e i G e o m e t r i L a u r e a t i D e

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA. prof. Franco PRIZZON POLITECNICO DI TORINO - DISET

LA VALUTAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA. prof. Franco PRIZZON POLITECNICO DI TORINO - DISET LA VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA prof. Franco PRIZZON POLITECNICO DI TORINO DISET 16 ottobre 2008 SdF e progettazione 1. SDF ANTECEDENTE AL PROGETTO PRELIMINARE 2. SDF E DOCUMENTO PRELIMINARE DI AVVIO

Dettagli

Aspetti metodologici dell Analisi Costi Benefici

Aspetti metodologici dell Analisi Costi Benefici Provincia di Firenze P.E.A.P. Piano Energetico Ambientale Provinciale Allegato B 3.6 Aspetti metodologici dell Analisi Costi Benefici Università degli Studi di Siena INDICE 1. Introduzione...3 2. Natura

Dettagli

Le esternalità dei Trasporti

Le esternalità dei Trasporti Le esternalità dei Trasporti Silvia Orchi 5 Febbraio 2015 Il concetto economico ESTERNALITA Il termine esternalità si riferisce a una situazione in cui si produce una variazione di benessere ad opera di

Dettagli

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche (versione provvisoria) Marisa Faggini Università di Salerno mfaggini@unisa.it I beni pubblici rappresentano un esempio

Dettagli

Premi di maggioranza e sconti di minoranza nella valutazione delle partecipazioni: aspetti teorici ed ambiti di applicazione

Premi di maggioranza e sconti di minoranza nella valutazione delle partecipazioni: aspetti teorici ed ambiti di applicazione Premi di maggioranza e sconti di minoranza nella valutazione delle partecipazioni: aspetti teorici ed ambiti di applicazione di Massimo Buongiorno docente di Finanza Aziendale, Università Bocconi, Milano

Dettagli

Tre temi sui saggi impiegati nella stima e nella valutazione dei progetti 26.XI. 2009

Tre temi sui saggi impiegati nella stima e nella valutazione dei progetti 26.XI. 2009 Tre temi sui saggi impiegati nella stima e nella valutazione dei progetti 26.XI. 2009 1. La natura finanziaria della capitalizzazione La capitalizzazione dei redditi rappresenta, sotto il profilo finanziario,

Dettagli

Introduzione al corso. Venezia, 18 febbraio 2013

Introduzione al corso. Venezia, 18 febbraio 2013 Introduzione al corso Venezia, 18 febbraio 2013 Obiettivi del corso Il corso si propone di fornire le basi teoriche e pratiche dell estimo per due categorie di studenti coloro che concludono il percorso

Dettagli

beni immobili. Metodo e procedimenti

beni immobili. Metodo e procedimenti La stima del valore di mercato dei beni immobili. Metodo e procedimenti 26.X.2009 La metodologia estimativa La metodologia estimativa rappresenta l insieme delle tecniche e degli strumenti attraverso cui

Dettagli

Nota introduttiva. 3 CAPITOLO PRIMO L estimo e l economia

Nota introduttiva. 3 CAPITOLO PRIMO L estimo e l economia INDICE XI Nota introduttiva 3 CAPITOLO PRIMO L estimo e l economia Luca D Acci, Patrizia Lombardi, Giovanna Segre, Giulia Sonetti 4 1.1 L Estimo e la Microeconomia 5 1.2 Teoria della domanda 1.2.1 Analisi

Dettagli

Corso di estimo e di valutazione immobiliare

Corso di estimo e di valutazione immobiliare Corso di estimo e di valutazione immobiliare PREMESSA L ipotesi di corso nasce dall esigenza di fornire una proposta formativa agli ingegneri che esercitano la loro professione nell ambito delle valutazioni

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Valutazione Economica del Progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini Elementi di matematica Contributo didattico: prof. Sergio Copiello Spostamento di capitali nel tempo Non è possibile addizionare,

Dettagli

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 2

Politiche Sanitarie Comparate Lezione 2 Politiche Sanitarie Comparate Lezione 2 Stefano Neri Corso di Laurea in Servizio Sociale 2009/10 Università degli Studi di Milano Bicocca I sistemi sanitari tra mercato e intervento pubblico Tutti i sistemi

Dettagli

I criteri di giudizio della convenienza dei progetti

I criteri di giudizio della convenienza dei progetti Corso di laurea specialistica in architettura Indirizzo architettura per la città Laboratorio integrato ClaMARCH 3 - Cattedra B Valutazione economica del progetto I criteri di giudizio della convenienza

Dettagli

Sono efficaci i finanziamenti pubblici a favore degli alpeggi?

Sono efficaci i finanziamenti pubblici a favore degli alpeggi? CONVEGNO La gestione pianificata degli alpeggi nell arco alpino 13-14 settembre 2013; Grugliasco (TO) - Valgrisenche (AO) Sono efficaci i finanziamenti pubblici a favore degli alpeggi? Geremia Gios Direttore

Dettagli

Sistema Tangenziale di Lucca. Progetto Preliminare INDICE

Sistema Tangenziale di Lucca. Progetto Preliminare INDICE INDICE 1 PREMESSA... 2 2 COSTI DI REALIZZAZIONE E COSTI DI GESTIONE... 4 3 BENEFICI TRASPORTISTICI... 6 4 VARIAZIONE DELLA SICUREZZA... 8 5 BENEFICI AMBIENTALI -VARIAZIONE INQUINAMENTO ATMOSFERICO... 11

Dettagli

Delibera n. 13845 del 11-12-1998 proposta da GIOVANAZZI. Legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10, art. 44, 4. comma.

Delibera n. 13845 del 11-12-1998 proposta da GIOVANAZZI. Legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10, art. 44, 4. comma. Delibera n. 13845 del 11-12-1998 proposta da GIOVANAZZI Legge provinciale 11 settembre 1998, n. 10, art. 44, 4 comma. Individuazione dei criteri in base ai quali il Servizio Lavori Pubblici degli Enti

Dettagli

i criteri di valutazione

i criteri di valutazione La fattibilità economica dei progetti: i criteri di valutazione 14.XII.2011 I criteri di fattibilità del progetto La convenienza di un investimento t immobiliare per il promotore può avvenire attraverso

Dettagli

RELAZIONE SULLE CONDIZIONI DI FATTIBILITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA

RELAZIONE SULLE CONDIZIONI DI FATTIBILITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA Comune di Concordia sulla Secchia Provincia di Modena P.O.C. Piano Operativo Comunale RELAZIONE SULLE CONDIZIONI DI FATTIBILITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA Progettista Adottato con Delibera di CC n. 48 del 28/06/2013

Dettagli

Monday, October 1, 12 ECONOMIA DELL ISTRUZIONE

Monday, October 1, 12 ECONOMIA DELL ISTRUZIONE ECONOMIA DELL ISTRUZIONE Obiettivi Analizzare la natura economica del bene istruzione; Individuare le caratteristiche della sua produzione e del relativo mercato ; Analizzare le ragioni e le modalità dell

Dettagli

Efficienza ed equità

Efficienza ed equità Efficienza ed equità Efficienza ed equità Abbiamo visto nelle lezioni precedenti che, nella situazione ideale di assenza di fallimenti del mercato, il mercato condurrebbe a un risultato Pareto-efficiente.

Dettagli

GLI INDICATORI. 1. I dati del comune di Casal di Principe. Processo di Attivazione Agenda 21 Locale Casal di Principe

GLI INDICATORI. 1. I dati del comune di Casal di Principe. Processo di Attivazione Agenda 21 Locale Casal di Principe GLI INDICATORI 1. I dati del comune di Casal di Principe Il comune di Casal di Principe ha prodotto i dati necessari per l elaborazione dei seguenti Indicatori Comuni Europei: 1, 3, 4 e 6, per i quali

Dettagli

Analisi Costi-Benefici

Analisi Costi-Benefici Politica economica (A-D) Sapienza Università di Rome Analisi Costi-Benefici Giovanni Di Bartolomeo Sapienza Università di Roma Scelta pubblica Intervento pubblico realizzazione di progetti esempi: infrastrutture,

Dettagli

Procedimento sintetico di costo

Procedimento sintetico di costo Procedimento sintetico di costo La stima sintetica del valore di costo La stima sintetica fornisce una previsione del più probabile costo di costruzione di un opera fondata sul confronto dell opera da

Dettagli

L Economia del Benessere

L Economia del Benessere L Economia del Benessere L'Economia del Benessere è la branca normativa della Scienza Economica. In quest'area della ricerca vengono studiate e definite delle regole (o dei metodi) per poter classificare,

Dettagli

Misure finanziarie del rendimento: il Van

Misure finanziarie del rendimento: il Van Misure finanziarie del rendimento: il Van 6.XI.2013 Il valore attuale netto Il valore attuale netto di un progetto si calcola per mezzo di un modello finanziario basato su stime circa i ricavi i costi

Dettagli

I Sessione Fruizione turistica del Piemonte. Escursionismo in Piemonte: stime e valore

I Sessione Fruizione turistica del Piemonte. Escursionismo in Piemonte: stime e valore I Sessione Fruizione turistica del Piemonte Escursionismo in Piemonte: stime e valore Carlo Alberto Dondona Ricercatore IRES Piemonte Piemonte e Turismo Il turismo: risorsa economica anticrisi? L escursionismo

Dettagli

Domanda, offerta, beneficio marginale, costo marginale e surplus

Domanda, offerta, beneficio marginale, costo marginale e surplus omanda, offerta, beneficio marginale, costo marginale e surplus Il comportamento dei consumatori relativamente ad un certo bene viene, come noto, descritto di solito tramite una curva di domanda: una curva

Dettagli

Ist. di Economia Politica I a.a. 2010-11 A. Lasagni (A-D) - P. Fabbri (E-N) - M. Ziliotti (O-Z) Esame del 10/07/2012 ore 14 Tipo A

Ist. di Economia Politica I a.a. 2010-11 A. Lasagni (A-D) - P. Fabbri (E-N) - M. Ziliotti (O-Z) Esame del 10/07/2012 ore 14 Tipo A Esame del 10/07/2012 ore 14 Tipo A COMPITO TIPO A - QUESTO TESTO DEVE ESSERE RI-CONSEGNATO Cognome: Nome: Matricola: AVVISI IMPORTANTI 1. PROPEDEUTICITA : ogni voto assegnato PRIMA di aver superato gli

Dettagli

Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione

Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione 27.XI.2013 Scopo e temi della lezione I principali tassi per la misura del valore degli investimenti sono: il saggio

Dettagli

Misure finanziarie del rendimento: il Van

Misure finanziarie del rendimento: il Van Misure finanziarie del rendimento: il Van 12.XI.2014 Il valore attuale netto Il valore attuale netto di un progetto si calcola l per mezzo di un modello finanziario basato su stime circa i ricavi i costi

Dettagli

Sottoprogetto 2.1 Arboricoltura da legno con specie di pregio e cicli produttivi mediolunghi

Sottoprogetto 2.1 Arboricoltura da legno con specie di pregio e cicli produttivi mediolunghi Sintesi finale del progetto Riselvitalia Sottoprogetto 2.1 Arboricoltura da legno con specie di pregio e cicli produttivi mediolunghi Ricerca: La valutazione degli investimenti in arboricoltura da legno

Dettagli

Capitolo 5 Applicazioni delle teorie della scelta razionale e della domanda

Capitolo 5 Applicazioni delle teorie della scelta razionale e della domanda Capitolo 5 Applicazioni delle teorie della scelta razionale e della domanda DUE ESEMPI SULL UTILIZZO DEL MODELLO DI SCELTA RAZIONALE AI FINI DELLA POLITICA ECONOMICA La politica economica influenza il

Dettagli

Analisi dell Opinione Pubblica NOTA INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 2 DELLADELIBERA N. 153/02/CSP DELL AUTORITA PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Analisi dell Opinione Pubblica NOTA INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 2 DELLADELIBERA N. 153/02/CSP DELL AUTORITA PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI DIPARTIMENTO Analisi dell Opinione Pubblica NOTA INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 2 DELLADELIBERA N. 153/02/CSP DELL AUTORITA PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI Soggetto realizzatore: SWG Srl-Trieste Committente

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI: SOSTENIBILITA FINANZIARIA ED ECONOMICA. Organizzazione della presentazione. 1. Tipologie di progetti

CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI: SOSTENIBILITA FINANZIARIA ED ECONOMICA. Organizzazione della presentazione. 1. Tipologie di progetti CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI: SOSTENIBILITA FINANZIARIA ED ECONOMICA Davide Pettenella Dipart.Territorio e Sistemi Agro-forestali Università di Padova Organizzazione della presentazione 1. Tipologia

Dettagli

La teoria finanziaria del valore asserisce che il valore di una iniziativa dipende essenzialmente da tre fattori:

La teoria finanziaria del valore asserisce che il valore di una iniziativa dipende essenzialmente da tre fattori: La teoria finanziaria del valore asserisce che il valore di una iniziativa dipende essenzialmente da tre fattori: i flussi monetario che l iniziativa è in grado di generare il profilo temporale associabile

Dettagli

LA CRISI ECONOMICA E L AUMENTO DEL COSTO DELLA BENZINA L HANNO PORTATA A PENSARE DI

LA CRISI ECONOMICA E L AUMENTO DEL COSTO DELLA BENZINA L HANNO PORTATA A PENSARE DI M In questa fermata Audimob, l analisi dei dati riguarda un approfondimento su scelte e possibili cambiamenti per la domanda di mobilità dei cittadini in questa fase di congiuntura economica non favorevole

Dettagli

Corso di Principi contabili internazionali. Prof. Luigi Rinaldi Prof. Stefano Santucci

Corso di Principi contabili internazionali. Prof. Luigi Rinaldi Prof. Stefano Santucci Corso di Principi contabili internazionali Prof. Luigi Rinaldi Prof. Stefano Santucci Programma del corso a.a. 2015 2016 Parte prima I principi contabili internazionali e il loro recepimento nella legislazione

Dettagli

AUTOSTRADA VARESE - COMO - LECCO STIMA DELL IMPATTO ECONOMICO DIRETTO, INDIRETTO E INDOTTO E ANALISI COSTI/BENEFICI DELLA NUOVA AUTOSTRADA REGIONALE

AUTOSTRADA VARESE - COMO - LECCO STIMA DELL IMPATTO ECONOMICO DIRETTO, INDIRETTO E INDOTTO E ANALISI COSTI/BENEFICI DELLA NUOVA AUTOSTRADA REGIONALE AUTOSTRADA VARESE - COMO - LECCO STIMA DELL IMPATTO ECONOMICO DIRETTO, INDIRETTO E INDOTTO E ANALISI COSTI/BENEFICI DELLA NUOVA AUTOSTRADA REGIONALE Centro di Ricerca sui Trasporti e le Infrastrutture

Dettagli

Aspettative, consumo e investimento

Aspettative, consumo e investimento Aspettative, consumo e investimento In questa lezione: Studiamo come le aspettative di reddito e ricchezza futuro determinano le decisioni di consumo e investimento degli individui. Studiamo cosa determina

Dettagli

Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ

Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ Progetto Exploring Houses N 509987-LLP-1-2010-1-TR GRUNDTVIG-GMP WP 7 Knowledge Base. Metodologia dell intervista. FAQ Introduzione Le attività previste dal WP 7 Knowledge Base, permettono al progetto

Dettagli

Corso di Scienza Economica (Economia Politica) prof. G. Di Bartolomeo

Corso di Scienza Economica (Economia Politica) prof. G. Di Bartolomeo Corso di Scienza Economica (Economia Politica) prof. G. Di Bartolomeo Lezione 14 Equilibrio economico generale (efficienza nello scambio) e fallimenti del mercato Facoltà di Scienze della Comunicazione

Dettagli

massimizzazione del benessere sociale

massimizzazione del benessere sociale POLITICA ECONOMICA A.A. 2011-2012 Prof. Francesca Gastaldi TEORIA DELL ECONOMIA DEL BENESSERE (1930-1950) che studia il funzionamento di una economia di produzione e di scambio domandandosi quale debba

Dettagli

La capitalizazione dei redditi

La capitalizazione dei redditi Corso di estimo D Il procedimento indiretto di stima del valore di mercato: la capitalizzazione dei redditi La capitalizazione dei redditi La capitalizzazione dei redditi rappresenta il procedimento analitico

Dettagli

VALUTAZIONE E PROMOZIONE DI ASSET IMMOBILIARI PER L ATTRAZIONE DI INVESTIMENTI NEL COMPARTO NON

VALUTAZIONE E PROMOZIONE DI ASSET IMMOBILIARI PER L ATTRAZIONE DI INVESTIMENTI NEL COMPARTO NON VALUTAZIONE E PROMOZIONE DI ASSET IMMOBILIARI PER L ATTRAZIONE DI INVESTIMENTI NEL COMPARTO NON RESIDENZIALE Guida all individuazione di opportunità di investimento Criteri di selezione 1/2 Nell ambito

Dettagli

Valutazione economica del progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini. Valore di Trasformazione

Valutazione economica del progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini. Valore di Trasformazione Valutazione economica del progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini Valore di Trasformazione Valore di trasformazione La stima del valore di trasformazione si configura come una procedura atta a prevedere

Dettagli

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it

ECONOMIA URBANA. Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre. Contatti: costanti@uniroma3.it ECONOMIA URBANA Valeria Costantini Facoltà di Architettura, Università Roma Tre Contatti: costanti@uniroma3.it LA MACROECONOMIA Economia Urbana 2 L economia aperta Per economia aperta si intende l insieme

Dettagli

Comune di Tortona Settore Territorio e Ambiente

Comune di Tortona Settore Territorio e Ambiente Sistema Ambiente - Indagine conoscitiva Il questionario inerente al quarto forum sul sistema infrastrutturale produttivo è organizzato in dodici domande, di cui n. 7 a risposta singola e n. 5 a risposta

Dettagli

Gli aspetti economici di stima

Gli aspetti economici di stima Gli aspetti economici di stima Generalità Per aspetto economico o criterio di stima si intende il tipo di valore che si intende attribuire a un bene economico. Per tipo di valore si intende uno schema

Dettagli

E inoltre da sottolineare il ruolo che Lanzo ha svolto e tuttora svolge come punto di riferimento per le

E inoltre da sottolineare il ruolo che Lanzo ha svolto e tuttora svolge come punto di riferimento per le IDEA GUIDA Questo progetto prende avvio dalla volontà di due enti, ilcomuneelaparrocchiadis.pietroin Vincoli, che intendono secondo profili differenti, ma convergenti su un unico fine, valorizzare uno

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla delibera n. 380/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a) l ambito dell intervento regolamentare proposto, con particolare

Dettagli

LA VALUTAZIONE D AZIENDA (E DELLE QUOTE/AZIONI DI MAGGIORANZA/MINORANZA) A cura di Ciro D Aries

LA VALUTAZIONE D AZIENDA (E DELLE QUOTE/AZIONI DI MAGGIORANZA/MINORANZA) A cura di Ciro D Aries LA VALUTAZIONE D AZIENDA (E DELLE QUOTE/AZIONI DI MAGGIORANZA/MINORANZA) A cura di Ciro D Aries I METODI DI VALUTAZIONE DELLE AZIENDE 2 I Criteri di Valutazione Si devono adottare i criteri di valutazione

Dettagli

PREMESSA. La determinazione di un valore di proprietà della cosa comune proporzionale alla proprietà singola è il valore millesimale.

PREMESSA. La determinazione di un valore di proprietà della cosa comune proporzionale alla proprietà singola è il valore millesimale. PREMESSA Il condominio trae le sue ragioni dalla comunione. Ma se la comunione ci indica un concorso di più soggetti nella titolarità di un diritto che è rappresentato da quote presumibilmente uguali,

Dettagli

Valutazione tramite prezzi di mercato

Valutazione tramite prezzi di mercato Valutazione tramite prezzi di mercato In una situazione di concorrenza perfetta, i prezzi rappresentano sia il costo marginale sociale di produzione, sia il valore marginale che i consumatori assegnano

Dettagli

La valutazione di un opera pubblica (valutazione economica d impatto) La valutazione di un opera pubblica (valutazione economica d impatto)

La valutazione di un opera pubblica (valutazione economica d impatto) La valutazione di un opera pubblica (valutazione economica d impatto) La valutazione di un opera pubblica (valutazione economica d impatto) La valutazione di un opera pubblica (valutazione economica d impatto) 2 La valutazione di un opera privata 3 La valutazione di un opera

Dettagli

Costo di produzione e Costo di costruzione

Costo di produzione e Costo di costruzione Laboratorio di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo a.a. 2007-08 Docente: Renato Da Re Collaboratore: Barbara Bolognesi Costo di produzione e Costo di Il costo in edilizia Nella

Dettagli

CAPITOLO 1 PENSARE DA ECONOMISTI. La microeconomia studia le decisioni individuali in condizioni di scarsità.

CAPITOLO 1 PENSARE DA ECONOMISTI. La microeconomia studia le decisioni individuali in condizioni di scarsità. Capitolo 1 Pensare da economisti pagina 1 CAPITOLO 1 PENSARE DA ECONOMISTI La microeconomia studia le decisioni individuali in condizioni di scarsità. Alternativamente: l analisi dell impiego di risorse

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Elementi di matematica finanziaria Venezia, 12 maggio 2010 Il problema La matematica finanziaria fornisce gli strumenti necessari per il confronto di flussi di moneta o capitali che si verificano in momenti

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

IL DIRITTO ALLO STUDIO CI RIGUARDA TUTTI. COSTRUIAMO L ALTROBANDO.

IL DIRITTO ALLO STUDIO CI RIGUARDA TUTTI. COSTRUIAMO L ALTROBANDO. Tel. Fax 06/6783559 IL DIRITTO ALLO STUDIO CI RIGUARDA TUTTI. COSTRUIAMO L ALTROBANDO. L esigenza di porre il tema del diritto allo studio al centro del dibattito non è più rimandabile: la condizione catastrofica

Dettagli

Il catasto. Corso di Estimo - CLA - Prof. E. Micelli

Il catasto. Corso di Estimo - CLA - Prof. E. Micelli Il catasto Cos è il catasto Il Catasto rappresenta l inventario dei beni immobili esistenti sul territorio nazionale è la base per le imposizioni fiscali conserva le informazioni relative a: individuazione

Dettagli

Previsioni programmatiche sull imprenditoria femminile e di impatto per le Pari Opportunità

Previsioni programmatiche sull imprenditoria femminile e di impatto per le Pari Opportunità Task Force P.O. Sicilia PON ATAS Mis. I.2 Ob. 1 e APQ Previsioni programmatiche sull imprenditoria femminile e di impatto per le Pari Opportunità PO FSE e PO FESR - ricognizione su obiettivi, linee di

Dettagli

Esempio in ambito urbano di valutazione in applicazione degli IVS

Esempio in ambito urbano di valutazione in applicazione degli IVS GIORNATA DI STUDIO SUGLI STANDARD INTERNAZIONALI DI VALUTAZIONE IMMOBILIARE Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Padova 5 novembre 2014 Esempio in ambito urbano di valutazione in applicazione degli

Dettagli

Il rapporto tra norme progettuali ed infrastrutture stradali: effetti sulla sicurezza

Il rapporto tra norme progettuali ed infrastrutture stradali: effetti sulla sicurezza XVIII Convegno Tecnico ACI RETE STRADALE:INCIDENTALITA E GOVERNO DELLA MOBILITA 26-27 giugno 2008 Roma Il rapporto tra norme progettuali ed infrastrutture stradali: effetti sulla sicurezza Maria Rosaria

Dettagli

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo?

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo? ESTIMO GENERALE 1) Che cos è l estimo? L estimo è una disciplina che ha la finalità di fornire gli strumenti metodologici per la valutazione di beni economici, privati o pubblici. Stimare infatti significa

Dettagli

Estimo UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO FACOLTA DI INGEGNERIA. Income approach. M. Ciuna, M. Simonotti

Estimo UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO FACOLTA DI INGEGNERIA. Income approach. M. Ciuna, M. Simonotti UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE, AEROSPAZIALE E DEI MATERIALI Estimo Anno accademico 2011-2012 Income approach M. Ciuna, M. Simonotti

Dettagli