Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA"

Transcript

1 MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIPARIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA 1- DATI GENERALI 1.1. Dati relativi alla scuola NOME: Istituto Maria Ausiliatrice TIPOLOGIA: Scuola Primaria Parificata-Paritaria Scuola Secondaria Legal.Riconosciuta -Paritaria INDIRIZZO:Via Cardinal Ferrari 7, Castellanza. 1.2 Referente del progetto D.ssa Maria Caterina Bellomo 1.3-Finanziamento Vengono richiesti 850 come finanziamento per il Progetto. 2-DESCRIZIONE DELL INIZIATIVA 2.1-Titolo del progetto Progetto genitori 2005: a scuola con e per i nostri figli 2.2-Motivazione dell iniziativa Il progetto è nato con le seguenti motivazioni: - offrire ai genitori occasioni di riflessione per favorire una crescita armoniosa e serena dei figli; - aiutarli a comprendere meglio i loro vissuti considerando le varie fasi evolutive del processo di crescita; - creare sinergie educative tra scuola e famiglia, utili al benessere dei ragazzi. 1

2 2.3- Destinatari E stato proposto a tutti genitori degli alunni della scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado per un totale di 680 persone. E attualmente in corso un sondaggio per raccogliere in maniera più dettagliata il numero dei frequentanti effettivi. 2.4 Continuità del Progetto E stato previsto un percorso ciclico biennale. 2.5 Azioni intraprese E necessario sottolineare che il Progetto si è creato passo dopo passo, dalla forte motivazione e dagli spunti offerti, fase dopo fase, dai genitori stessi. Per la realizzazione del Progetto sono state intraprese le seguenti azioni: Fase n 1: Formazione della Commissione Progetto Genitori. Alcuni genitori della scuola primaria e secondaria di 1 grado, qualche maestra ed insegnante, hanno liberamente scelto di creare un gruppo con l obiettivo fondamentale di parlare delle esigenze dei genitori in ambito educativo, delle difficoltà che normalmente vengono incontrate durante il cammino evolutivo, in particolare nella gestione del rapporto genitori-figli, delle paure legate al non sentirsi buoni genitori e di trovare, insieme, una modalità di intervento partendo dal confronto con le esperienze di altri genitori. Fase n 2: creazione di un piccolo sondaggio relativo alle tematiche su cui preferirebbero essere informati i genitori. In occasione delle assemblee di classe tenute nel mese di ottobre 2004, sono stati distribuiti dei fogli con riportate alcune tematiche calde dell educazione, espresse dai membri della Commissione Progetto Genitori. I genitori sono stati invitati a riconsegnarli durante le votazioni dei rappresentanti di classe, segnando le personali preferenze, mantenendo l anonimato. Sottofase A): analisi dei risultati e riflessioni I genitori della scuola primaria e secondaria di 1 grado hanno espresso interesse per i seguenti argomenti: 1. Autostima di sé e paure dei ragazzi; 2. Le richieste di aiuto: come leggerle e come rispondere? 3. Ascolto, comunicazione e dialogo in famiglia; 4. Aggressività e violenza: quali le cause? La classifica procede per la SCUOLA PRIMARIA con i seguenti argomenti: 2

3 5. Accompagnare e motivare allo studio 6. Computer, TV, video-games, cellulari e relazione educativa in famiglia 7. educazione alla salute: fumo, droghe leggere, alcolismo 8. Educazione all affettività 9. educazione alimentare 10. competitività e successo scolastico 11. accoglienza e tolleranza in un contesto sempre più multi-etnico 12. accompagnamento dei genitori nell inserimento dei propri figli nella scuola primaria. Nella SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO alcune tematiche hanno avuto un posto diverso nella graduatoria, a testimonianza del diverso rilievo che alcuni argomenti hanno durante le diverse fasi di vita dei ragazzi. Ecco perciò la continuazione della graduatoria delle preferenze: 5.educazione alla salute: fumo, droghe leggere, alcolismo 6.accompagnare e motivare allo studio 7.computer, TV, video-games, cellulari e relazione educativa in famiglia 8.educazione affettiva, 9.competitività e successo scolastico 10.educazione alimentare 11.accoglienza e tolleranza in un contesto sempre più multi-etnico 12.accompagnamento dei genitori nell inserimento dei propri figli nella scuola primaria. Alla luce di questi risultati i membri della Commissione hanno ritenuto opportuno soffermare l attenzione sulle tematiche individuate da tutti i genitori all unanimità (cioè i primi quattro punti). Alcuni quesiti sono sorti allora automaticamente : Ma quali sono le paure dei nostri figli? Cosa si aspettano dai genitori? Ecco di conseguenza la necessità di creare una nuova fase nel progetto di formazione per cercare una risposta a queste domande. Fase n 3: creazione di un sondaggio relativo alle paure ed attese dei ragazzi. Sottofase A) Scelta del questionario.(le tabulazioni sono custodite presso la scuola) E stato preso spunto da un questionario utilizzato in una ricerca ad opera del COSPES di Arese relativo alle paure, alle preoccupazioni del mondo di oggi ed alle attese dei ragazzi da parte dei loro genitori. Si decide inoltre di chiedere ai bambini della prima e della seconda primaria di disegnare ciò di cui hanno più paura e di disegnare la loro famiglia esprimendo verbalmente le eventuali attese su di essa. Per non avere interpretazioni, ad ogni bambino è stato chiesto di specificare che cosa aveva disegnato. A tutti è stata assicurata l anonimità. Sottofase B) Il questionario viene testato. 3

4 Il questionario di base, composto da tre domande: due aperte ed una a scelta con espressione di una preferenza viene testato sugli alunni di due classi campione: una classe1 della scuola secondaria di 1 grado (Campione 1) ed una terza della scuola primaria (Campione 2). Gli alunni del Campione 1 non hanno mostrato particolari difficoltà nel comprendere e nel rispondere alle domande; si decide, perciò, di non modificarlo e di proporlo a tutti gli alunni della scuola secondaria di 1 grado. Nell applicazione del questionario al Campione 2, invece, sono sorte alcune difficoltà in particolare relativamente alla voce:..in ordine di preferenza. Inoltre, i bambini hanno manifestato la necessità di esprimere più di tre preferenze e più preferenze con valore 3 oppure di non voler esprimere nessuna preferenza. Alcuni bambini hanno aggiunto, inoltre, delle voci significative nell elenco delle paure. Per tutti questi motivi si è ritenuto opportuno apportare alcune modifiche al testo di base per quanto riguarda i bambini delle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria. Sottofase C) Presentazione dei questionari e raccolta dei disegni degli alunni di prima e di seconda. In collaborazione con le maestre ed insegnanti, vengono dedicati dei momenti esclusivi per poter far svolgere i questionari ed i disegni, spiegando la finalità del lavoro. Fase n 4: screening del materiale raccolto ad opera della Commissione La Commissione si è riunita per raccogliere le risposte dei figli, inserendole in griglie create specificatamente per questi questionari. Fase n 5: analisi qualitativa e quantitativa delle risposte date. Creazione di grafici (Il materiale è depositato presso la scuola). Sono stati individuati gruppi di risposte che hanno permesso al creazione di tabelle, classifiche, grafici delucidanti l andamento delle preferenze nelle varie fasi di età.. Fase n 6: presentazione dei risultati ai genitori della scuola Primaria e Secondaria di primo grado e loro interpretazione in chiave evolutiva. Sono stati programmati tre incontri tenuti da figure professionali. 1) Di che cosa hanno paura i nostri figli? Che cosa vogliono dirci e come ascoltarli senza angosciarci. 2) Quali sono le attese dei nostri figli? Come stare con loro. 3) Come rischiare con i nostri figli? Come proteggerli. Fase n 7: incontro conclusivo riassuntivo sulle tematiche del rapporto genitori/figli intitolato: Né grandi né piccoli. Le tematiche sono state affrontante mediante l ausilio di filmati e spezzoni di films dedicati proprio alla crescita ed alla genitorialità. Fase n 8: creazione di un Sondaggio Conclusivo? Si è ritenuto opportuno raccogliere, attraverso la presentazione di un breve questionario, i pareri dei genitori sull iniziativa intrapresa e le loro eventuali proposte per il prossimo anno in maniera da rendere unico, concreto e specifico anche il prossimo lavoro. 4

5 3 ELEMENTI CARATTERIZZANTI 3.1 Aspetti innovativi dell iniziativa Il Progetto presenta i seguenti aspetti innovativi: - Coinvolgimento diretto dei genitori sia in fase organizzativo- progettuale, sia nella scelta delle tematiche da affrontare; - creazione di un gruppo di lavoro specifico, unico e concreto, che ha lavorato con contenuti espressi direttamente dai figli. - E stato possibile per i genitori venire a conoscenza delle esigenze attuali dei loro figli e confrontarsi direttamente con altri genitori. - La compresenza di genitori con figli in varie fasce di età ha permesso una lettura evolutiva e trasversale del significato di alcuni comportamenti dei bambini, fornendo spunti di chiarimento. - Il gruppo di lavoro si è basato sulla collaborazione attiva tra scuola, famiglie e figure professionali. 3.2 Risultati raggiunti A seguito degli elementi espressi, la partecipazione dei genitori ed il ricco contributo apportato dai ragazzi si può ritenere di aver raggiunto gli obiettivi previsti. Rimaniamo in attesa dei risultati del Sondaggio conclusivo rivolto ai partecipanti. 3.3 L apporto cooperativo dei genitori I genitori hanno cooperato alla realizzazione del Progetto in maniera completa sia per quanto riguarda l organizzazione del Progetto attraverso la formazione spontanea di una Commissione come sopra indicato sia per quanto riguarda la partecipazione attiva. 3.4 L interazione con il territorio Data La realizzazione del Progetto compilatore è stata resa possibile grazie alla collaborazione ruolo del direttore del COSPES (Centro Psicopedagocico e di Orientamento Scolastico e Professionale) di Arese Tel. Dott. R. Ferraroli ed alla presenza Fax del Dott. Croci critico cinematografico. Data: 03/06/05 Compilatore: D.ssa in Psicologia Maria Caterina Bellomo Ruolo: Rappresentante della Commissione Progetto Genitori ed insegnante presso l Istituto Tel/ Fax. 0331/ (Scuola Primaria) Tel/ Fax. 0331/504633(Scuola Secondaria di I Grado) 5

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BRUGNERA PROGETTO DI ORIENTAMENTO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. CANOVA ANNO SCOLASTICO 2013-2014

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BRUGNERA PROGETTO DI ORIENTAMENTO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. CANOVA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTITUTO COMPRENSIVO DI BRUGNERA PROGETTO DI ORIENTAMENTO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. CANOVA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 LEGALITA - ACCOGLIENZA - SOSTENIBILITA ATTIVITA DI ORIENTAMENTO FORMATIVO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO THIESI

ISTITUTO COMPRENSIVO THIESI ISTITUTO COMPRENSIVO THIESI INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA PROGETTO SPAZIO D ASCOLTO PSICOLOGICO PER ALLIEVI E FAMIGLIE E SUPPORTO ALLE DINAMICHE PONTE NEL CONTESTO SCOLASTICO Insegnante Valeria Sassu ISTITUTO

Dettagli

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014 Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER LE INSEGNANTI Al fine di ottenere una valutazione del livello di gradimento delle insegnanti

Dettagli

DIPARTIMENTO ASSI - AREA FAMIGLIA PROGETTO PINOCCHIO ATTIVITA' PER LA PROMOZIONE DEL BENESSERE DEL BAMBINO IN ETA' PRESCOLARE

DIPARTIMENTO ASSI - AREA FAMIGLIA PROGETTO PINOCCHIO ATTIVITA' PER LA PROMOZIONE DEL BENESSERE DEL BAMBINO IN ETA' PRESCOLARE DIPARTIMENTO ASSI - AREA FAMIGLIA PROGETTO PINOCCHIO ATTIVITA' PER LA PROMOZIONE DEL BENESSERE DEL BAMBINO IN ETA' PRESCOLARE A cura dei consultori familiari di Breno, Darfo B.T., Edolo in collaborazione

Dettagli

PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi VI edizione Nota illustrativa dicembre 2011

PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi VI edizione Nota illustrativa dicembre 2011 PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi VI edizione Nota illustrativa dicembre 2011 Gentilissimo Dirigente, Cittadinanzattiva è lieta di invitare la sua scuola

Dettagli

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica Progetto Educazione alla salute e psicologia scolastica Il progetto di psicologia scolastica denominato Lo sportello delle domande viene attuato nella nostra scuola da sei anni. L educazione è certamente

Dettagli

Fondazione don Silvano Caccia Onlus C. F. 93014840131 P. IVA 03480440134

Fondazione don Silvano Caccia Onlus C. F. 93014840131 P. IVA 03480440134 SPORTELLO D ASCOLTO Istituto Superiore Sant Elia Cantù A.S. 2013-2014 RELAZIONE CONCLUSIVA Nell anno scolastico 2013/14, a partire da ottobre 2013 fino a giugno 2014, il di Cantù ha realizzato presso l

Dettagli

Circolo Didattico di Angera

Circolo Didattico di Angera Circolo Didattico di Angera COME AIUTARE I PROPRI FIGLI A STUDIARE E A FARE I COMPITI Indicazioni della scuola per i genitori degli alunni Linee guida redatte dal Nucleo di Autovalutazione e Qualità PREMESSA

Dettagli

PROGETTO : SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

PROGETTO : SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO : SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dottor. ssa Valentina Cerri Psicologa e Psicoterapeuta PREMESSA L adolescenza e la preadolescenza costituiscono fasi

Dettagli

ASLTO2 DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE G. Maccacaro CENTRO PREVENZIONE DISAGIO GIOVANILE

ASLTO2 DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE G. Maccacaro CENTRO PREVENZIONE DISAGIO GIOVANILE ASLTO2 DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE G. Maccacaro 41 BENESSERE E COMPETENZE CORRELATE/ SALUTE SESSUALE/ AFFETTIVITÀ - DIPENDENZE Target: ü Giovani adulti ü Genitori ü Insegnanti della Scuola Secondaria

Dettagli

A cura di Dott. Roberto di Giuseppe

A cura di Dott. Roberto di Giuseppe Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci Viale della Grande Muraglia, 37 00144 Roma Progetto SPORTELLO DI ASCOLTO A.S. 2014/2015 Per la Promozione del Benessere, per l Integrazione degli Alunni, per la Prevenzione

Dettagli

PROGETTO POLLICINO E L'ORCO

PROGETTO POLLICINO E L'ORCO AZIENDA SANITARIA LOCALE N 4 ENNA SERVIZIO NEUROPSICHIATRIA INFANTILE U.O. DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE DISTRETTO AGIRA PROGETTO POLLICINO E L'ORCO Percorsi di prevenzione, di educazione alla salute e di

Dettagli

SPORTELLO DI CONSULTAZIONE PSICOLOGICA PER ALUNNI, INSEGNANTI E GENITORI

SPORTELLO DI CONSULTAZIONE PSICOLOGICA PER ALUNNI, INSEGNANTI E GENITORI TI DIAMO ASCOLTO (BIENNIO2014/2015-2015/2016) SPORTELLO DI CONSULTAZIONE PSICOLOGICA PER ALUNNI, INSEGNANTI E GENITORI OBIETTIVI DEL SERVIZIO FINALITÀ : Offrire un luogo all interno del contesto scolastico

Dettagli

Continuità tra i diversi ordini di scuola

Continuità tra i diversi ordini di scuola Continuità tra i diversi ordini di scuola Criteri Formazione Classi Prime La commissione continuità è composta da docenti della scuola dell infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di

Dettagli

AZIONE 2: Continuità infanzia - primaria

AZIONE 2: Continuità infanzia - primaria PROGETTO ACCOGLIENZA, CONTINUITÀ, ORIENTAMENTO, AFFETTIVITÀ dalla scuola dell infanzia alla scuola secondaria AZIONI: 1. ACCOGLIENZA (scuola dell infanzia) 2. CONTINUITÀ ed ACCOGLIENZA (scuola infanzia/primaria

Dettagli

A SCUOLA PER EDUCARSI E EDUCARE - 3 EDUCAZIONE E COMUNICAZIONE

A SCUOLA PER EDUCARSI E EDUCARE - 3 EDUCAZIONE E COMUNICAZIONE DIOCESI DI TERMOLI-LARINO CARITAS - Centro di Aiuto Famiglia Ufficio Scuola PROGETTO SCUOLA DEL C.d.A.F. Collaborazione fra Diocesi di Termoli-Larino e Istituzione Scolastica Territoriale A SCUOLA PER

Dettagli

Le principali differenze psicologiche, comportamentali e di ruolo tra maschi e femmine.

Le principali differenze psicologiche, comportamentali e di ruolo tra maschi e femmine. Dott.ssa Panaghia Facchinelli, Pedagogista clinica Tel 348-8742827 panaghia@email PERCORSO DI EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITA E ALLA SESSUALITA Questo progetto di educazione all affettività e sessualità è rivolto

Dettagli

METODOLOGIE E STRUMENTI PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE DI PSICOLOGIA SCOLASTICA

METODOLOGIE E STRUMENTI PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE DI PSICOLOGIA SCOLASTICA METODOLOGIE E STRUMENTI PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE DI PSICOLOGIA SCOLASTICA 1. CARATTERISTICHE DELL ATTIVITA' DI PSICOLOGIA SCOLASTICA è un importante strumento per la gestione delle risorse

Dettagli

SUGGERIMENTI DI ATTIVAZIONE

SUGGERIMENTI DI ATTIVAZIONE SUGGERIMENTI DI ATTIVAZIONE Documento di sintesi del Progetto Pilota AttivaMente Questo documento rappresenta un punto di arrivo di un progetto pilota interreg chiamato AttivaMente. AttivaMente è una delle

Dettagli

Progetto DopolaScuola Presentazione Esiti 1 fase. Caregivers e percezione del bisogno formativo dei soggetti dagli 11 ai 14 anni. Legnano, 09.10.

Progetto DopolaScuola Presentazione Esiti 1 fase. Caregivers e percezione del bisogno formativo dei soggetti dagli 11 ai 14 anni. Legnano, 09.10. Presentazione Esiti 1 fase Caregivers e percezione del bisogno formativo dei soggetti dagli 11 ai 14 anni Legnano, 09.10.2014 Obiettivi dell'incontro Presentare gli esiti della prima fase di analisi Attivare

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Progetto interprete dei bisogni di formazione al ruolo educativo per i genitori del territorio di Buccinasco

Progetto interprete dei bisogni di formazione al ruolo educativo per i genitori del territorio di Buccinasco Progetto interprete dei bisogni di formazione al ruolo educativo per i genitori del territorio di Buccinasco MOTIVAZIONI : 2005 1. Carenza di interventi di sviluppo di comunità per i genitori del territorio

Dettagli

Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2014/20145 SCUOLA PRIMARIA Compito Esperto Classi Quinte TITOLO: educazione all'affettività e alla sessualità

Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2014/20145 SCUOLA PRIMARIA Compito Esperto Classi Quinte TITOLO: educazione all'affettività e alla sessualità VALORE DI RIFERIMENTO Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2014/20145 SCUOLA PRIMARIA Compito Esperto Classi Quinte TITOLO: educazione all'affettività e alla sessualità Democrazia, non violenza e pace (società):

Dettagli

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado PREMESSE L educazione affettiva e relazionale dei giovani d oggi pone, a quanti

Dettagli

A.Bagni Alla cortese Attenzione ANNO SCOLASTICO 2012/2013 STAR BENE A SCUOLA SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO (SAP)

A.Bagni Alla cortese Attenzione ANNO SCOLASTICO 2012/2013 STAR BENE A SCUOLA SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO (SAP) Non c'è intelligenza senza emozioni, Non c'è apprendimento senza desiderio. Non c'è scuola senza un po' di volonta' e vita. A.Bagni Alla cortese Attenzione Del Dirigente Scolastico Del Collegio docenti

Dettagli

Proposte di Corsi di Formazione per équipe Scuole Primarie e Genitori

Proposte di Corsi di Formazione per équipe Scuole Primarie e Genitori Formazione per équipe di Scuole Primarie, Direttrice, Dirigenti e Gestori di Servizio. La Gestione delle Emozioni Il Progetto proposto, ha come obiettivo principale la gestione delle emozioni dei bambini

Dettagli

Progetto Sperimentale: Psicologo a Scuola 2015-16

Progetto Sperimentale: Psicologo a Scuola 2015-16 Dr. Gianluca Godino Psicologo / Psicoterapeuta Tel: 349 35 94 396 Email: gianluca.godino@ordinepsicologiveneto.it P.IVA: 04072990239 Spett.le Scuola Secondaria di primo grado V. Catullo Via Breccia San

Dettagli

Progetto di educazione Psicomotoria per la Scuola dell Infanzia

Progetto di educazione Psicomotoria per la Scuola dell Infanzia Progetto di educazione Psicomotoria per la Scuola dell Infanzia 1 Società Cooperativa Sociale OLINDA o.n.l.u.s. 1 Progetto di educazione Psicomotoria per la Scuola dell Infanzia 1. Premessa 2. Linee di

Dettagli

Enti e Territorio. Classe III AN anno scolastico 2012/2013 Referente: Prof.ssa Angela Mancini

Enti e Territorio. Classe III AN anno scolastico 2012/2013 Referente: Prof.ssa Angela Mancini Enti e Territorio Classe III AN anno scolastico 2012/2013 Referente: Prof.ssa Angela Mancini Progetto di alternanza scuola lavoro realizzato dagli alunni di una classe terza del Liceo economico sociale

Dettagli

Istituto Statale Comprensivo ALBERTO BURRI Anno scolastico 2015/2016 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Istituto Statale Comprensivo ALBERTO BURRI Anno scolastico 2015/2016 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Statale Comprensivo ALBERTO BURRI Anno scolastico 2015/2016 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCHEDA di PROGETTO FASE INDICATIVA TITOLO DEL PROGETTO PLESSO, CLASSE/I E/O GRUPPI DESTINATARI AZIONE AUTORE

Dettagli

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO

PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA PROGETTO DEL CENTRO SOCIO EDUCATIVO IL MELOGRANO Premessa La progettazione di un centro socio educativo sul territorio di Serravalle P.se nasce dall

Dettagli

Il mio futuro lo scelgo oggi

Il mio futuro lo scelgo oggi CARATTERISTICHE DEL PROGETTO TITOLO Il mio futuro lo scelgo oggi OBIETTIVI : sperimentare percorsi educativi didattici e metodologici comuni innovativi che permettano ai giovani di autogestire efficacemente

Dettagli

RELAZIONE SUL PROCESSO DI AUTOANALISI E AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO

RELAZIONE SUL PROCESSO DI AUTOANALISI E AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 Santa Croce di Magliano (CB) Tel 0874728014 Fax 0874729822 C.F. 91040770702 E-mail

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014/2015 PROGETTO PSICOLOGICO 1. TITOLO DEL PROGETTO

PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014/2015 PROGETTO PSICOLOGICO 1. TITOLO DEL PROGETTO Istituto Comprensivo Bordighera Via Pelloux, 32-18012 Bordighera IM PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2014/2015 PROGETTO PSICOLOGICO 1. TITOLO DEL PROGETTO SPORTELLO DI CONSULENZA PSICOLOGICA PER ALUNNI, DOCENTI,

Dettagli

PERSONAGGI ED INTERPRETI

PERSONAGGI ED INTERPRETI PERSONAGGI ED INTERPRETI REFERENTE DEL PROGETTO Responsabile Daniela Nocentini Unione Comuni Montani del Casentino Responsabile dei Servizi Sociali Via Roma, n. 203 52014 POPPI Tel. 0575 507258 Fax 0575

Dettagli

Progetto A Scuola di dislessia Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA

Progetto A Scuola di dislessia Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA ALLEGATO A Progetto A Scuola di dislessia Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA 1. Titolo del progetto NON DIMENTICHIAMO! 2. Dati della scuola Denominazione: ISTITUTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. DE AMICIS DI ANZOLA DELL'EMILIA. PROGETTO ACCOGLIENZA scuola secondaria

ISTITUTO COMPRENSIVO E. DE AMICIS DI ANZOLA DELL'EMILIA. PROGETTO ACCOGLIENZA scuola secondaria ISTITUTO COMPRENSIVO E. DE AMICIS DI ANZOLA DELL'EMILIA PROGETTO ACCOGLIENZA scuola secondaria 1^ Fase ad Aprile Continuità : visita alla Scuola Secondaria da parte dei ragazzi del nostro Istituto, con

Dettagli

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA 2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA Il nostro impianto educativo vuol porre al centro la ricerca del sé nella scoperta della necessità dell altro. Noi siamo tutti gli altri che abbiamo incontrato

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Iseo

Scuola Secondaria di I grado di Iseo Scuola Secondaria di I grado di Iseo COMPETENZE ESPERTE (1) LIFE SKILLS (2) CROCE ROSSA (9) ORIENTAMENTO (3) GEMELLAGGIO (8) PROGETTI SECONDARIA DI ISEO KANGOUROU (4) LETTORE MADRELINGUA INGLESE (7) SPORTELLO

Dettagli

4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO

4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO 4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO Il sistema scolastico deve essere efficace ed efficiente affinché l alunno raggiunga il successo formativo e sia in grado di decodificare ed interagire in modo

Dettagli

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES.

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES. PROGRAMMA PROVINCIALE FINALIZZATO ALLA SPERIMENTAZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI INNOVATIVI DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI DI RETE RIVOLTI ALLE PERSONE DISABILI L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART.

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLE CURE PRIMARIE U.O. Assistenza Consultoriale N.O. M.P.C.E.E.

DIPARTIMENTO DELLE CURE PRIMARIE U.O. Assistenza Consultoriale N.O. M.P.C.E.E. 1 DIPARTIMENTO DELLE CURE PRIMARIE U.O. Assistenza Consultoriale N.O. M.P.C.E.E. TITOLO DEL PROGETTO PREMESSA Grandi e piccoli per crescere insieme ( programma di educazione affettivarelazionale e sessuale

Dettagli

Speriamo in questo modo di fare cosa gradita e di poter ulteriormente approfondire il confronto. Grazie per l attenzione e buon lavoro.

Speriamo in questo modo di fare cosa gradita e di poter ulteriormente approfondire il confronto. Grazie per l attenzione e buon lavoro. iride per la scuola La Cooperativa IRIDE da circa 20 anni si occupa di progetti e di servizi educativi nel tempo dell extra-scuola e all interno dei percorsi scolastici. In questo opuscolo presentiamo

Dettagli

SCUOLA CHE PROMUOVE LA SALUTE. a.s 2013-2014

SCUOLA CHE PROMUOVE LA SALUTE. a.s 2013-2014 LICEO ARTISTICO STATALE GIACOMO E PIO MANZU BERGAMO SCUOLA CHE PROMUOVE LA SALUTE a.s 2013-2014 Nonostante i seri problemi e i continui tagli che gravano sulla scuola, la Commissione Salute continua a

Dettagli

Giornata Europea sulla Depressione

Giornata Europea sulla Depressione Giornata Europea sulla Depressione Giornate europee sulla Depressione: ottobre 2011 Programma Titolo Progetto Mandato di Ricerca internazionale Depressione: identikit & arresto! Convegno sulla solitudine

Dettagli

EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITÀ: un esperienza sammarinese

EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITÀ: un esperienza sammarinese EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITÀ: un esperienza sammarinese Dott.ssa Silvia Stefanelli Psicologa Scolastica e di Comunità Osservatorio Giovani - Dipartimento della Formazione (Università degli Studi della Repubblica

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO

PROGETTO ORIENTAMENTO PROGETTO Istituto Comprensivo F. De Andrè San Frediano a Settimo ANNO SCOLASTICO 2015 2016 REFERENTE Prof. Maurizio Anna Maria PROGETTO CLASSI PRIME a. s. 2015/2016 REFERENTE: Prof.ssa Maurizio DESTINATARI

Dettagli

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE Prof. Federico VILARDO La Funzione Strumentale Area 6 si pone come OBIETTIVO GENERALE quello di migliorare

Dettagli

5. AREA PEDAGOGICO DIDATTICA

5. AREA PEDAGOGICO DIDATTICA I.C. MAHATMAGANDHI,VIA CORINALDO 41 ROMA 5. AREA PEDAGOGICO DIDATTICA - Continuità- Integrazione Orientamento Nido-Infanzia Infanzia- Primaria Primaria- Secondaria - Diversità, integrazione e inclusione

Dettagli

OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2012-2013 Scuola primaria Scuola secondaria primo e secondo grado

OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2012-2013 Scuola primaria Scuola secondaria primo e secondo grado OFFERTA SERVIZI DI ORIENTAMENTO 2012-2013 Scuola primaria Scuola secondaria primo e secondo grado CHI SIAMO La SSF Rebaudengo di Torino è un istituzione universitaria affiliata alla Facoltà di Scienze

Dettagli

PROMECO SERT- AUSL FERRARA

PROMECO SERT- AUSL FERRARA PROMECO Promeco è un servizio pubblico gestito congiuntamente da Comune e Azienda Usl di Ferrara in un rapporto di convenzione con la Provincia di Ferrara. Progetta e svolge interventi educativi con tutte

Dettagli

DA CHE MONDO E MONDO!

DA CHE MONDO E MONDO! DA CHE MONDO E MONDO! LA LUCE DELLA CONOSCENZA UNA VOLTA ACCESA NON LA SPEGNI PIU Progetto interculturale promosso dalla Coop. Soc. La Lanterna di Diogene ONLUS I.C. Palombara Sabina Dott.ssa Mara Micolonghi

Dettagli

Conferenza Zonale Educativa Società della Salute - Valdarno Inferiore - Progetto Hai le chiavi del mondo non perderle mai

Conferenza Zonale Educativa Società della Salute - Valdarno Inferiore - Progetto Hai le chiavi del mondo non perderle mai San Miniato Fucecchio Santa Croce sull Arno Castelfranco di Sotto Montopoli in Val d Arno Azienda USL 11 Conferenza Zonale Educativa Società della Salute - Valdarno Inferiore - Progetto Hai le chiavi del

Dettagli

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012

Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 Comune di Gradara Provincia di Pesaro e UrBino Settore Politiche Sociali Assessore Solindo Pantucci Le famiglie fanno Centro Progetto ai sensi della DGR n. 1216/2012 A cura di: Dott.ssa Carmen Pacini Responsabile

Dettagli

AREA DISCIPLINARE : ITALIANO - EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE

AREA DISCIPLINARE : ITALIANO - EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE CLASSE 4^ A -Soresina AREA DISCIPLINARE : ITALIANO - EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE FINALITA' Riflettere sulla propria identità - maschio-femmina- per imparare a valorizzare le differenze come un'opportunità

Dettagli

COORDINAMENTO DEI COMITATI E DELLE ASSOCIAZIONI GENITORI DELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

COORDINAMENTO DEI COMITATI E DELLE ASSOCIAZIONI GENITORI DELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO COORDINAMENTO DEI COMITATI E DELLE ASSOCIAZIONI GENITORI DELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO RELAZIONE INCONTRI 28 APRILE 2015 11 MAGGIO 2015 PREMESSA La salute, nel suo significato di benessere

Dettagli

DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE L.R. 55/1999 VOUCHER EDUCATIVI CARATTERISTICHE DEL PERCORSO

DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE L.R. 55/1999 VOUCHER EDUCATIVI CARATTERISTICHE DEL PERCORSO TITOLO PERCORSO Ente no profit Sede legale Referente progetto DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE LIBERI DI ESSERE A ZIGZAG SOS BAMBINO INTERNATIONAL ADOPTION ONLUS Via Monteverdi 2/A Vicenza (VI) Federica

Dettagli

CORSO - Educazione all affettività e alla sessualità -

CORSO - Educazione all affettività e alla sessualità - Studio di Psicologia e Sessuologia Dr. Silvano Sala Ordine Psicologi del Lazio n.iscr. 8448 - Federazione Italiana Sessuologia Scientifica n. iscr. 207 Tel.: +39 0341 1761009 - Cell.: +39 347 8773720 Lungo

Dettagli

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA ISTITUTO COMPRENSIVO G.GALILEI Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo grado VIA CAPPELLA ARIENZO TEL. 0823/755441 FAX 0823-805491 e-mail ceee08200n@istruzione.it C.M. CEIC848004 Sito web www.scuolarienzo.it

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

CAR POOLING SCOLASTICO C3897.01 ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO

CAR POOLING SCOLASTICO C3897.01 ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO CAR POOLING SCOLASTICO ANALISI DELLE RISPOSTE AL QUESTIONARIO 2 3 Sommario Premessa... 4 Obiettivi... 4 Il progetto... 4 Attività di progetto... 4 I risultati... 5 Risultati complessivi... 5 Scuola primaria

Dettagli

PROGETTO FORUM GIOVANI COMUNE DI RICCIONE Comunità: formare per crescere insieme

PROGETTO FORUM GIOVANI COMUNE DI RICCIONE Comunità: formare per crescere insieme PROGETTO FORUM GIOVANI COMUNE DI RICCIONE Comunità: formare per crescere insieme DATI GENERALI DEL PROGETTO: Ente Proponente: Comune di Riccione, Forum Giovani. Titolo del progetto: Comunità: formare per

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. 2012/2013 Nel corrente anno scolastico, la Scuola Media L. Pirandello ha organizzato,

Dettagli

5.1.1. PREVENZIONE:MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

5.1.1. PREVENZIONE:MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI 5. EDUCAZIONE ALLA SALUTE 5.1 PREVENZIONE 5.1.1. PREVENZIONE:MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI Conoscenza anatomica e fisiologica degli apparati riproduttori Conoscenza della capacità di difesa immunitaria

Dettagli

PREMESSA Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo Ippocrate

PREMESSA Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo Ippocrate Regione Sicilia AUSL 6 Palermo Dipartimento Dipendenze Patologiche CEDIAL Centro Dipartimentale Multidisciplinare per i Disturbi del Comportamento Alimentare Presidio Ospedaliero E. Albanese Padiglione

Dettagli

LIONS CLUB GENOVA INTERNATIONAL Governatore Pier Angelo Moretto Anno Sociale 2014-2015

LIONS CLUB GENOVA INTERNATIONAL Governatore Pier Angelo Moretto Anno Sociale 2014-2015 LIONS CLUB GENOVA INTERNATIONAL Governatore Pier Angelo Moretto Anno Sociale 2014-2015 Progetto Help, Emergenza Lavoro, Ludopatia, usura In collaborazione con Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI ZONA 4 DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI ZONA 4 DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI ZONA 4 DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE Approvato con delibera del CdZ4 N.127 del 09/05/2013 Parte prima PRINCIPI GENERALI Art. 1 PREMESSA Il presente regolamento definisce le finalità,

Dettagli

CAP 7 : ACCOGLIENZA /CONTINUITA E ORIENTAMENTO 7.1 ACCOGLIENZA

CAP 7 : ACCOGLIENZA /CONTINUITA E ORIENTAMENTO 7.1 ACCOGLIENZA CAP 7 : ACCOGLIENZA /CONTINUITA E ORIENTAMENTO 7.1 ACCOGLIENZA Con il PROGETTO ACCOGLIENZA, la scuola si impegna, con opportune azioni, e atteggiamenti adeguati da parte di tutti gli operatori, a favorire

Dettagli

PROGETTO SOSTEGNO PSICOLOGICO scuola aquilana continua a volare. per le scuole primarie e secondarie

PROGETTO SOSTEGNO PSICOLOGICO scuola aquilana continua a volare. per le scuole primarie e secondarie PROGETTO SOSTEGNO PSICOLOGICO scuola aquilana continua a volare. per le scuole primarie e secondarie Premessa Il trauma non cessa con il cessare della violenza esterna ma continua imperterrito nel mondo

Dettagli

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA PIANO INTEGRATO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2012 2013 4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

Dettagli

ALLEGATO 15. Percorso pluriennale della scuola per la prevenzione delle difficoltà di apprendimento e supporto per gli alunni con DSA

ALLEGATO 15. Percorso pluriennale della scuola per la prevenzione delle difficoltà di apprendimento e supporto per gli alunni con DSA ALLEGATO 15 Percorso pluriennale della scuola per la prevenzione delle difficoltà di apprendimento e supporto per gli alunni con DSA 1. Premessa Il DSA, Disturbo Specifico dell Apprendimento, è un disturbo

Dettagli

Incontriamoci a scuola

Incontriamoci a scuola a.s. 2014-2015 I. C. via Ferraironi Roma PROGETTO DI PSICOLOGIA SCOLASTICA Incontriamoci a scuola progetto vincitore bando Regione Lazio Promozione di nuove frontiere per l integrazione sociale Premessa

Dettagli

ORIZZONTI SCUOLA PROGETTO ORIENTAMENTO III MEDIA ANNO SCOLASTICO 1999/2000

ORIZZONTI SCUOLA PROGETTO ORIENTAMENTO III MEDIA ANNO SCOLASTICO 1999/2000 PROGETTO ORIENTAMENTO III MEDIA ANNO SCOLASTICO 1999/2000 Tra gli interventi di orientamento rivolti alle scuole secondarie di primo grado si può prendere in considerazione, quale esempio, il progetto

Dettagli

Anno Scolastico 2005/06

Anno Scolastico 2005/06 Dipartimento Sanità Pubblica Ufficio Educazione alla Salute Progetto Scuole Reparto Medicina Riabilitativa Ospedale "G. Marconi" Cesenatico U.O. Disabili Adulti U.O. Ser.T. In collaborazione con Facoltà

Dettagli

ASL TO 2 DIPARTIMENTO PATOLOGIA DELLE DIPENDENZE 1 C.so Lombardia, 187 10151 Torino

ASL TO 2 DIPARTIMENTO PATOLOGIA DELLE DIPENDENZE 1 C.so Lombardia, 187 10151 Torino ASL TO 2 DIPARTIMENTO PATOLOGIA DELLE DIPENDENZE 1 67 A.S.L. TO2 Azienda Sanitaria Locale Torino DIPARTIMENTO DIPENDENZE 1 ( 011. 4395400 fax 011.4395432 e-mail sert.segrlomb@aslto2.it Area Prevenzione

Dettagli

Conoscersi è l esperienza tonificante per liberare le proprie potenzialità ed indirizzarsi verso un futuro migliore

Conoscersi è l esperienza tonificante per liberare le proprie potenzialità ed indirizzarsi verso un futuro migliore Area IL VALORE DI UN TEST L equipe orientamento del Centro Studi Evolution propone una serie di di concreta utilità e dall alto valore scientifico. Una valutazione oggettiva è alla base di ogni serio e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SERGNANO Via al Binengo, 38-26010 SERGNANO CR) Telefono 0373/41168 Fax 0373/419397

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SERGNANO Via al Binengo, 38-26010 SERGNANO CR) Telefono 0373/41168 Fax 0373/419397 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SERGNANO Via al Binengo, 38-26010 SERGNANO CR) Telefono 0373/41168 Fax 0373/419397 1 LO SPORT PER TUTTI L S O P O RT P T E R T UT I Progetto Tecnico per l attività di avviamento

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Ente: ASSOCIAZIONE PROVINCIALE PER I MINORI APPM onlus Indirizzo: Via Valentina Zambra 11 - TRENTO Recapito telefonico: 0461829896 Indirizzo e-mail: associazioneminori@appm.it

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA A.S. 2010-2011 PROGETTO ACCOGLIENZA DELL'ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE I.G.E.A. Paritario (D.M. 04-12-01) A N T O N I O G R A M S C I 42 Distretto Scolastico Piazza A.Gramsci, 15 00041 Albano Laz.(Rm) Tel./Fax

Dettagli

STAR BENE A SCUOLA. Percorrendo insieme le tappe della crescita

STAR BENE A SCUOLA. Percorrendo insieme le tappe della crescita STAR BENE A SCUOLA Percorrendo insieme le tappe della crescita A.S. 2012-2013 Sommario PREMESSA... 3 I nostri progetti..... 4 Screening DSA... 4 Finalità... 5 Obiettivi specifici... 5 Destinatari... 6

Dettagli

QUESTIONARIO PER LE SCUOLE Una indagine esplorativa nella Regione Basilicata

QUESTIONARIO PER LE SCUOLE Una indagine esplorativa nella Regione Basilicata B1/9 I.R.R.E. Basilicata e Consiglio Nazionale Ordine Psicologi QUESTIONARIO PER LE SCUOLE Una indagine esplorativa nella Regione Basilicata Docente referente: Prof.ssa Maria Donata La Rocca L I.R.R.E.

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE PER ATTIVITA PARTIGIANA

CITTÀ DI IMOLA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE PER ATTIVITA PARTIGIANA CITTÀ DI IMOLA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE PER ATTIVITA PARTIGIANA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DELLA CITTÀ DI IMOLA Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DISABILI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DISABILI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A.COSTA Scuola dell infanzia G.B.Guarini Scuole primarie A.Costa G.B.Guarini A.Manzoni Scuola Secondaria di I grado M.M.Boiardo - Sezione Ospedaliera Sede: Via Previati, 31

Dettagli

Il bilancio di Missione del Centro COSPES Fma del 2014 si chiude positivamente considerato nella sua globalità:

Il bilancio di Missione del Centro COSPES Fma del 2014 si chiude positivamente considerato nella sua globalità: 2 BILANCIO DI MISSIONE 2014 Il bilancio di Missione del Centro COSPES Fma del 2014 si chiude positivamente considerato nella sua globalità: attività presso la sede, collaborazioni o con gli istituti scolastici

Dettagli

Il rettore don Paolo Fumagalli

Il rettore don Paolo Fumagalli Sono lieto di presentare ai ragazzi e ai loro genitori il programma di arricchimento del Piano dell Offerta Formativa elaborato dai docenti nell arco di queste prime settimane di scuola. Senza dimenticare

Dettagli

FUNZIONE STRUMENTALE AL POF: AREA 1 - GESTIONE 1-2 -3 a.s. 2013/2014

FUNZIONE STRUMENTALE AL POF: AREA 1 - GESTIONE 1-2 -3 a.s. 2013/2014 Relazione finale FUNZIONE STRUMENTALE AL POF: AREA 1 - GESTIONE 1-2 -3 a.s. 2013/2014 OGNI ESSERE UMANO E COME UN SEME: AL DI LA DEI SUOI COMPORTAMENTI, RACCHIUDE QUALITA INNUMEREVOLI CHE RICHIEDONO UN

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DIPARTIMENTO DI PEDAGOGIA Paola Molteni Dottorato di Ricerca in Pedagogia (Education) Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Scienze della Formazione Largo Gemelli, 1 20123 Milano (ITALY) Tel:

Dettagli

Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO

Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Titolo del Ente proponente Referente del IDENTITA E ADOLESCENZA genere, ruolo, orientamento tra eterosessualità

Dettagli

CCSC - FIDAE 2014 MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELLA SCUOLA CATTOLICA QUESTIONARIO INSEGNANTI

CCSC - FIDAE 2014 MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELLA SCUOLA CATTOLICA QUESTIONARIO INSEGNANTI CCSC - FIDAE 2014 MONITORAGGIO DELLA QUALITÀ DELLA SCUOLA CATTOLICA QUESTIONARIO INSEGNANTI Codice Scuola Dati personali Età: Fino a 30 anni Da 31 a 40 anni Da 41 a 50 anni Da 51 a 60 anni Oltre 60 anni

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO CARTA DEI SERVIZI A.S.2012/2013 La carta dei servizi esplicita gli standard qualitativi del servizio scolastico offerto dall'istituto Professionale Statale Industria e Artigianato "DALMAZIO BIRAGO" di

Dettagli

- PROGETTO D INSERIMENTO ED INTEGRAZIONE DI ALUNNI STRANIERI IN UNA SCUOLA PLURALISTA

- PROGETTO D INSERIMENTO ED INTEGRAZIONE DI ALUNNI STRANIERI IN UNA SCUOLA PLURALISTA - PROGETTO D INSERIMENTO ED INTEGRAZIONE DI ALUNNI STRANIERI IN UNA SCUOLA PLURALISTA A cura di - 1 Soggetto proponente e attuatore I.T.C. P.A.C.L.E. e ITER M. Luther King di Muggiò (MI) Via Allende, 3

Dettagli

E...STATE CON NOI! PER VIVERE UN GIORNO DA ARTISTA, CUOCO, ACROBATA, BALLERINO, SPORTIVO

E...STATE CON NOI! PER VIVERE UN GIORNO DA ARTISTA, CUOCO, ACROBATA, BALLERINO, SPORTIVO www.ilpuntocoop.it IL PUNTO S.C.S. O.N.L.U.S. Società Cooperativa Sociale 10090 GASSINO T.se (TO) Via Bussolino Centro, 16 E-mail: ilpunto@ilpuntocoop.it Albo Nazionale A119438 P.IVA e Cod. Fisc. 05339380015

Dettagli

Scuola Primaria di Volta Mantovana

Scuola Primaria di Volta Mantovana Scuola Primaria di Volta Mantovana Anno scolastico 2015-2016 Classi 5^A 5^B 5^C per rafforzare la collaborazione tra scuola e famiglia Questo Contratto non rappresenta un testo definitivo in quanto, se

Dettagli

Progetto di prevenzione delle dipendenze patologiche

Progetto di prevenzione delle dipendenze patologiche Progetto di prevenzione delle dipendenze patologiche in collaborazione con LEGIONE CARABINIERI CAMPANIA Compagnia di Amalfi U.O. SERVIZIO TOSSICODIPENDENZE Asl Sa COMUNE DI AMALFI Politiche Sociali La

Dettagli

Relazione comune Pro-Dsa

Relazione comune Pro-Dsa Relazione comune Pro-Dsa In data 5 maggio 2015 presso la Badia di Torre Chiara (Felino PC) si è tenuto l incontro conclusivo di verifica del Progetto ProDSA dei referenti dei CTS della regione Emilia-

Dettagli

UNA PROPOSTA-PROGETTO PER UN ALLEANZA EDUCATIVA DELLA DIOCESI DI TERMOLI-LARINO CON LA SCUOLA

UNA PROPOSTA-PROGETTO PER UN ALLEANZA EDUCATIVA DELLA DIOCESI DI TERMOLI-LARINO CON LA SCUOLA C.d.A.F. (Centro di Aiuto alla Famiglia) A SCUOLA PER EDUCARSI E EDUCARE 1 e 2 UNA PROPOSTA-PROGETTO PER UN ALLEANZA EDUCATIVA DELLA DIOCESI DI TERMOLI-LARINO CON LA SCUOLA Dall avvio della nuova Curia

Dettagli

Istituto comprensivo XX Settembre Catania

Istituto comprensivo XX Settembre Catania Istituto comprensivo XX Settembre Catania Anno scolastico 2010/2011 Destinatari: alunni della scuola primaria Referente: Ins. Laureanti Floriana 1 Premessa La Salute definita, nella Costituzione dell'organizzazione

Dettagli

responsabile e solidale

responsabile e solidale Progetto: abbiamo fatto un sogno realizzare una scuola responsabile e solidale aiutando i nostri allievi a diventare soggetti attivi della propria vita attraverso scelte responsabili. Responsabilità è

Dettagli