Anatocismo e Usura Giornaliero

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anatocismo e Usura Giornaliero"

Transcript

1 ANATOCISMO E USURA GIORNALIERO ISTRUZIONI PER L UTILIZZO Introduzione Il software Anatocismo e Usura Giornaliero permette di analizzare e ricalcolare un conto corrente al fine di rilevare eventuale anatocismo ed usura, imputando i singoli movimenti del conto oppure gli estratti conto trimestrali. I risultati dell analisi sono esportabili in Excel ed inoltre è possibile stampare in formato Word una perizia commentata ed altri format opportunamente predisposti per i diversi utilizzi. A chi è rivolto Il software è rivolto a professionisti ed esperti del settore. Le molteplici opzioni per l analisi ed il riconteggio dei conti correnti lo rendono uno strumento indispensabile soprattutto per CTU e CTP che intendono eseguire calcoli analitici completi e precisi. A che serve Il software Anatocismo e Usura Giornaliero può essere utilizzato per analizzare gli estratti conto bancari al fine di verificare se l istituto di credito ha applicato interessi ultralegali o anatocistici e se ha addebitato commissioni o spese non dovute. Il software permette inoltre di quantificare le somme indebitamente addebitate dalla banca. Inserendo i movimenti del conto corrente è inoltre possibile rettificare le date valuta applicate dalla banca, stornare le singole tipologie di operazioni illegittimamente addebitate ed inoltre rilevare rimesse solutorie. Come si utilizza Il software permette di eseguire un analisi giornaliera oppure trimestrale del conto corrente. Nel primo caso, quindi, l utente dovrà inserire tutti i movimenti del conto corrente e i prospetti trimestrali delle competenze, mentre ne secondo caso è sufficiente inserire solo i saldi e competenze trimestrali. Risultati finali Il software Anatocismo e Usura Giornaliero restituisce un analisi completa del rapporto bancario, ricostruendo il rapporto per ogni movimento inserito ed evidenziando i trimestri nei quali la banca ha applicato tassi ultralegali, usurari o oltre la media. Il software inoltre esegue un ricalcolo del conto bancario al fine di evidenziare e quantificare le differenze applicando diversi parametri di ricalcolo. Al termine dell'analisi è possibile stampare un report finale in cui sono riportati tutti i dati e la spiegazione dei risultati ottenuti.

2 Sommario ANATOCISMO E USURA GIORNALIERO... 1 ISTRUZIONI PER L UTILIZZO... 1 Introduzione... 1 A chi è rivolto... 1 A che serve... 1 Come si utilizza... 1 Risultati finali... 1 Struttura del Software... 3 MOVIMENTI... 3 DATI CONTO CORRENTE... 3 Inserimento movimenti conto corrente... 5 COMPETENZE... 6 ANALISI CONTO... 8 Inserimento parametri generali per l analisi del conto corrente... 9 Risultati analisi conto CONFIGURAZIONI Configurazione tipologie operazione Impostazione tassi ricalcolo manuale Configurazioni Avanzate RICONTEGGIO CAPITALIZZAZIONE RICALCOLO: IMPOSTAZIONI AUTOMATICHE TASSO RICALCOLO: TASSO DEBITORE USURA: ALIQUOTA CMS USURA: DIFFERENZA INIZIALE RICALCOLO: RICONTEGGIO CON CORRENTE TASSO RICALCOLO ENUCLEAZIONE ULTERIORI RETTIFICHE RICALCOLO CMS RISULTATI RICONTEGGIO Stampa dei risultati... 23

3 Struttura del Software Il software è strutturato in cinque fogli, di seguito descritti brevemente: 1. MOVIMENTI: inserimento movimenti conto corrente 2. COMPETENZE: inserimento saldi e competenze trimestrali 3. ANALISI CONTO: risultati analisi anatocismo ed usura 4. CONFIGURAZIONI: impostazioni e configurazioni avanzate del software 5. RICONTEGGIO: impostazioni e risultati del ricalcolo del rapporto MOVIMENTI Nel foglio MOVIMENTI è possibile inserire i dati generali del conto e i movimenti giornalieri. In questo foglio è possibile inoltre variare la tipologia di analisi da Giornaliera a Trimestrale. Di seguito si riporta uno schermata tipo del software con le relative spiegazioni. FOGLIO MOVIMENTI DATI CONTO CORRENTE Per cominciare l utente dovrà inserire i dati generali del conto corrente, tra cui: 1. Intestatario del conto (persona fisica o società): il dato non è indispensabile, ma serve unicamente per riportare il nominativo nei format Word dei risultati (lettera banca, pre-analisi, perizia, etc) 2. Ragione sociale della Banca (è consigliabile inserire la ragione sociale estesa poiché questa verrà inserita in automatico nei documenti Word che si generano con il software. Quindi, ad esempio, invece di MPS è consigliabile scrivere Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A..) 3. Numero di conto 4. Tipologia del Conto: l utente dovrà indicare la tipologia del conto corrente, scegliendo dall elenco a discesa presente nella cella. Le opzioni possibili sono Ordinario, Ordinario non affidato e Anticipo. Il

4 variare della tipologia del conto influisce sulle soglie usura dato che a seconda della categoria di operazioni i tassi soglia cambiano. In genere la tipologia del conto è ben specificata nel contratto oppure nei singoli estratti conto inviati dalla banca. N.B. La scelta delle soglie usura dipende anche dall importo dell affidamento. Nel caso non si indichi espressamente detto importo per ogni trimestre, il software si baserà sull utilizzato medio del trimestre, dato dal rapporto tra i numeri debitori ed il numero di giorni del trimestre considerato. 5. Data di apertura e chiusura del rapporto (oppure periodo di analisi). In queste due celle si devono inserire le date di apertura e chiusura del conto corrente, oppure impostare il periodo di analisi che si intende considerare. Se non si ha a disposizione l informazione relativa all apertura ed alla chiusura è possibile riferirsi alle date del primo e dell ultimo estratto conto disponibile. Se il conto è ancora aperto si può inserire come data di chiusura la fine dell ultimo trimestre disponibile come estratto conto. È fondamentale inserire queste date prima di procedere all analisi dal momento che il software, in base a queste, genera la data valuta del foglio COMPETENZE e ricostruisce i saldi liquidi del conto. N.B. La tabella partirà comunque dal I trimestre dell anno di apertura del conto. Per i trimestri non necessari bisogna inserire NO nella colonna SCALARE della tabella del foglio COMPETENZE. 6. Saldo Iniziale: inserire il saldo liquido risultante alla data di inizio dell analisi. Il dato deve essere inserito nella valuta corrente (lira o euro) alla data di inizio analisi. Se si vuole ricostruire il conto partendo da un saldo pari a zero (anche se il saldo liquido reale è diverso da zero) basta inserire zero come saldo iniziale. 7. Tipologia di Analisi: si deve selezionare la tipologia di analisi che si vuole sviluppare. Se si vuole analizzare il conto inserendo i movimenti giornalieri si dovrà selezionare l opzione GIORNALIERA ed inserire tutti i movimenti del conto corrente del periodo di analisi. Se invece si vuole eseguire un analisi sintetica basata sui dati trimestrali del conto, si dovrà scegliere l opzione TRIMESTRALE e non ci sarà bisogno di inserire i movimenti del conto. Si passerà quindi direttamente alla compilazione del foglio COMPETENZE. DATI CONTO CORRENTE (MOVIMENTI)

5 Inserimento movimenti conto corrente Nel foglio MOVIMENTI, se si è selezionata l opzione GIORNALIERA come tipologia di analisi, è necessario inserire tutti i movimenti del conto corrente. Per ogni movimento sono richieste le seguenti informazioni: DATA OPERAZIONE: è la data contabile dell operazione, che può differire dalla data valuta nel caso in cui la tipologia di operazione preveda dei giorni di valuta per la disponibilità delle somme. DATA VALUTA: è la data di effettiva disponibilità delle somme imputate come movimento. MOVIMENTO: occorre inserire le somme relative al movimento in questione. Il campo è unico, sia per i movimenti in dare che in avere e la distinzione va effettuata inserendo il movimento con l opportuno segno, positivo o negativo a seconda dei casi. TIPOLOGIA DI OPERAZIONE: la tipologia di operazione è selezionabile da un elenco a discesa, che è possibile variare e personalizzare nel foglio CONFIGURAZIONI. La tipologia di operazione è importante, ai fini della ricostruzione del conto, poiché stabilisce come deve essere trattato il movimento. Ad esempio è possibile, per ogni tipologia di operazione, stabilire se trattare i relativi movimenti con data contabile o data valuta, eventualmente rettificando il numero dei giorni di valuta oppure enucleando del tutto il movimento. Il prospetto del foglio MOVIMENTI riporta inoltre le seguenti colonne, che sono elaborate dal software in seguito all inserimento di ogni singolo movimento: Disponibilità: indica la data di effettiva disponibilità delle somme, in funzione della tipologia di movimento selezionata e dalle date contabile e valuta indicate. La data di disponibilità influisce sulla ricostruzione del saldo disponibile alla stessa data. Saldo liquido: riporta il saldo liquido riferito alla data di disponibilità del movimento. Il dato è calcolato dal software come ricostruzione e può differire dal saldo liquido indicato negli estratti scalari della banca nel caso siano stati rettificati i giorni di valuta per la tipologia di operazione selezionata. Rimessa Solutoria: segnala se il movimento può essere considerato come rimessa solutoria. Il calcolo delle rimesse solutorie è possibile solo se si è impostata la tipologia di analisi GIORNALIERA. Inoltre è necessario attivare il calcolo delle rimesse modificando opportunamente le impostazioni generali nel foglio ANALISI CONTO ed indicare l ammontare dell affidamento nel foglio COMPETENZE. Dettaglio prospetto di inserimento dei movimenti (MOVIMENTI)

6 COMPETENZE Il foglio competenze è di solo inserimento e contiene tutti i dati trimestrali del conto corrente. Il prospetto deve essere compilato sia in caso di analisi giornaliera che trimestrale. I dati trimestrali sono infatti indispensabili per l analisi dei TEG e delle aliquote CMS applicate dalla Banca. È quindi fondamentale inserire tutti i dati del riepilogo competenze trimestrali, compresi il saldo liquido, il massimo scoperto e l affidamento. Fino all anno 2001, compreso l ultimo trimestre, i dati dovranno essere espressi in Lire. Si raccomanda di prestare attenzione poiché diverse banche hanno inviato estratti conto in Euro per l ultimo trimestre del 2001, che quindi dovranno essere convertiti in Lire (moltiplicamdo per 1936,27 i valori del saldo, numeri debitori e creditori, interessi, CMS e spese). Foglio COMPETENZE Nella tabella RIEPILOGO COMPETENZE TRIMESTRALI, sempre con riferimento al trimestre in esame, l utente dovrà inserire i seguenti dati, riportati nell estratto conto scalare (nella valuta originale e sempre con segno positivo, ad eccezione del saldo liquido): 1. Saldo liquido 2. Affidato 3. Numeri creditori e interessi attivi 4. Numero debitori e interessi passivi 5. Massimo Scoperto

7 6. CMS, commissione di massimo scoperto 7. Spese 8. Scalare Anche in questo caso fino al 31/12/2001 i dati vanno espressi in Lire. Prestare la massima attenzione al formato dei Numeri, infatti in alcuni casi è necessario moltiplicare i numeri per 100 o per 1000, soprattutto quando il conto è espresso in Lire. È consigliabile quindi inserire dapprima i numeri debitori e i relativi interessi e quindi verificare il TEG risultante (nel foglio ANALISI CONTO). Se questo è molto più grande del tasso di interesse applicato bisogna evidentemente dividere i numeri debitori per 100 o per Si consiglia inoltre di scorrere l estratto conto trimestrale alla ricerca di eventuali spese e commissioni non contabilizzate nel riepilogo competenze. In tal caso queste dovranno essere sommate alle spese di fine trimestre. Conto scalare e riepilogo competenze Gli importi inseriti alla colonna CMS ed alla colonna SPESE vengono tenuti in considerazione dal software ai fini del calcolo del TEG EFFETTIVO. Ai sensi dell art. 644 c.p. la rilevazione dell usura va effettuata tenendo conto di tutte le commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate alla erogazione del credito. Bisogna quindi individuare tutti gli oneri inquadrabili secondo il criterio menzionato, sia quelli riportati nel prospetto scalare trimestrale, sia quelli desumibili unicamente da estratto conto ed imputarli alla colonna opportuna. Si tenga presente che la commissione sul massimo scoperto propriamente intesa è stata abolita per legge nel 2009 e sostituita da oneri qual ad es. Disponibilità Immediata Fondi o Commissione Istruttoria Veloce. Inquadrare tali voci come CMS oppure cumularne l importo alle altre SPESE rimane una scelta discrezionale dell utente ma si tenga presente che a seconda della FORMULA DA APPLICARE selezionata il TEG può differire. Alcune formule infatti trattano uno stesso importo in maniera differente a seconda se questo sia inserito tra le CMS ovvero tra le SPESE (ad. Es. B.ITALIA 2009 CMS INCL.INT.) ed altre (es. TEG ESCL. CMS, B.ITALIA 2006) escludono completamente la CMS dalla rilevazione del TEG. Si presti attenzione infine alle opzioni di ENUCLEAZIONE selezionate in quanto queste sono direttamente collegate agli importi inseriti nelle diverse colonne e vanno scelte in coerenza con i criteri di imputazione adottati. L ultima colonna della tabella deve essere compilata dall utente inserendo Si oppure No a seconda se si è in possesso dell estratto conto scalare oppure no. È importante non tralasciare questo dato dal momento che la mancanza di un estratto conto scalare deve essere considerata durante il riconteggio. Inserendo NO il periodo non verrà riconteggiato ed il saldo di fine trimestre viene riportato al periodo successivo per il quale si ha a disposizione l estratto scalare.

8 ANALISI CONTO Il foglio analisi conto propone un analisi dettagliata del conto corrente, basata sui movimenti e le competenze trimestrali inserite. Sono di fondamentale importanza le impostazioni generali del foglio e la scelta della formula da applicare per ogni trimestre dell analisi. Tutti gli altri dati sono generati dal software e verranno dettagliatamente spiegati nel seguito del paragrafo. L analisi del conto rileva il superamento delle soglie usura o dei tassi medi del TEG e delle aliquote CMS, calcola gli interessi anatocistici, valuta la legittimità della CMS secondo il DL 185 del 2008, controlla eventuali scostamenti tra il saldo banca e quello rettificato ed infine conteggia il numero di rimesse solutorie rilevate nel trimestre (riferirsi al foglio MOVIMENTI per l indicazione precisa del movimento interessato). Foglio ANALISI CONTO

9 Inserimento parametri generali per l analisi del conto corrente Il pannello di controllo relativo alle opzioni generali dell analisi del conto è riportato nella figura seguente e spiegato nel dettaglio. Opzioni generali per l analisi del conto (ANALISI CONTO) UTILIZZA DATI: con questa scelta si decide quali dati utilizzare per l analisi del TEG ai fine della verifica del superamento dell usura. La differenza tra BANCA e RETTIFICATI, che sono le due scelte possibili, è infatti molto sottile ma allo stesso tempo concettualmente molto importante. I dati BANCA sono costituiti essenzialmente dai dati inseriti nel foglio competenze e quindi sono quelli calcolati dalla banca e riportati negli estratti conto periodici. I dati RETTIFICATI sono invece frutto della ricostruzione dei movimenti eseguita dal software e possono differire dai dati BANCA essenzialmente per le rettifiche di valuta applicate ed eventualmente per le rettifiche al saldo liquido per movimenti stornati o non presenti negli estratti conto. I dati che possono essere affetti da rettifiche sono il saldo liquido, il massimo scoperto ed i numeri debitori e creditori. Si assumono invece come interessi debitori e creditori, CMS e spese i valori inseriti al foglio COMPETENZE. La differenza nel calcolo del TEG al modificarsi di questi valori può dunque essere sostanziale. CLAUSOLA RECIPROCITÀ: L utente dovrà indicare se l intestatario del conto ha sottoscritto la clausola di reciprocità e quindi se considerare questa ipotesi. La scelta non influisce sul riconteggio bensì sul calcolo degli interessi anatocistici corrisposti alla banca. Se si seleziona SI, bisogna indicare la data di accettazione della clausola. RILEVAZIONE RIMESSE SOLUTORIE: L opzione è riferita alla possibilità di rilevare le rimesse solutorie al fine dell individuazione dei termini di prescrizione. Se si vogliono rilevare le rimesse solutorie è necessario indicare l ammontare dell affidamento per ogni trimestre nel foglio COMPETENZE. La scelta da farsi in questo caso è costituita dal saldo liquido da considerare ai fini della rilevazione della rimessa. Ci sono infatti due scuole di pensiero in merito. Una sostiene che il saldo da considerare debba essere quello storico del conto (SALDO BANCA), che in questo caso sarà costituito dal saldo rettificato e ricostruito tramite i movimenti inseriti. La seconda scuola di pensiero sostiene che il saldo da prendere in

10 considerazione debba essere quello ricalcolato (SALDO RICALCOLO), che quindi tenga conto della sanatoria di tutte le illegittimità evidenziate. La rilevazione delle rimesse solutorie può essere indicativa per fissare il termine prescrizionale del conto corrente. A tal fine il software, nella bacheca avvisi in alto al foglio, riporta sinteticamente i risultati della rilevazione ed indica la rimessa solutoria più recente ai fini dei termini prescrizionali. Si prendono quindi in considerazione soltanto le rimesse per cui sono passati almeno 10 anni dalla data attuale (precisamente quella di esecuzione della perizia). Se si vuole quindi indicare un termine prescrizionale, visti i risultati della rilevazione delle rimesse, si dovrà indicare una data valida nell opzione IMPOSTAZIONE MANUALE PRESCRIZIONE. Si fa presente che, nell ipotesi in cui si opti per l individuazione delle rimesse solutorie sul saldo ricalcolato, una volta impostato un termine prescrizionale, il ricalcolo del conto corrente varierà in funziona del termine indicato e quindi anche le rimesse varieranno di conseguenza. Nel caso in cui invece le rimesse siano valutate rispetto al saldo banca, queste rimarranno inalterate. CALCOLO INTERESSI ANATOCISTICI: gli interessi anatocistici vengono quantificati a partire da una base di calcolo incrementale a cui si aggiungono progressivamente le competenze che vengono di periodo in periodo capitalizzate. La doppia opzione inserita permette di decidere: a) quali competenze considerare nella base di calcolo, tenendo presente che gli interessi vengono sommati alla base in relazione al tasso di interesse applicato (TAN rilevato), come quota parte dovuta alla capitalizzazione della base di calcolo nei trimestri precedenti. b) quale capitalizzazione applicare al calcolo. Se si applica la capitalizzazione semplice, la base di calcolo viene incrementata costantemente, anche nell ultimo trimestre dell anno. Se invece si decide per una capitalizzazione annuale, la base non verrà incrementata nell ultimo trimestre in relazione alle competenze scelte al punto precedente. L opzione permette quindi di seguire le due scuole di pensiero in merito. La base di calcolo non verrà incrementata per i trimestri successivi alla firma della clausola di reciprocità, indicata nelle opzioni precedenti. La base continuerà comunque a produrre interessi anatocistici anche nei trimestri successivi. Rimane solo da aggiungere che il calcolo degli interessi anatocistici, come si intuisce dal metodo che si utilizza, rimane puramente virtuale e in alcuni casi, in virtù della metodica iterativa seguita, può portare a risultati numericamente discordanti con i valori in gioco. In ogni caso, quindi, per valutare l esborso maggiore del correntista dovuto all applicazione dell anatocismo, rimane solo il metodo del ricalcolo completo del conto, che evidenzia correttamente la differenza saldi finale e quindi l eventuale rimborso che il correntista potrà richiedere. IMPOSTAZIONE MANUALE PRESCRIZIONE: l impostazione di un termine prescrizionale, che dovrà essere indicato manualmente dall utente in base ai dati rilevati ed analizzati dal software, influirà principalmente sul ricalcolo del conto corrente. Il saldo ricalcolato, infatti, rimarrà uguale al saldo banca fino alla data di prescrizione fissata, congelando di fatto il riconteggio per tutto il periodo prescritto. Tutte le impostazioni

11 riguardanti tale periodo saranno quindi totalmente ininfluenti ai fini del ricalcolo. Si consiglia di prestare la massima attenzione a questa impostazione che può influenzare sensibilmente il risultato finale del ricalcolo. Risultati analisi conto La tabella presente nel foglio ANALISI CONTO riporta nelle prime colonne i dati trimestrali del conto utilizzati per l analisi (BANCA o RETTIFICATI), mentre nella parte destra riporta i risultati dell analisi. Occorre innanzitutto compilare la colonna OPZIONE TEG FORMULA DA APPLICARE, che permette di selezionare, trimestre per trimestre, la formula da applicare per il calcolo del TEG. L utente ha a disposizione diverse formule, di cui viene indicata la relazione matematica attraverso una legenda. La scelta della formula, ovviamente, andrà a modificare il TEG risultante e l eventuale sconfinamento oltre soglia. Come è possibile verificare dalla legenda, le formule presenti derivano in parte dalla formula classica di calcolo del TEG, espressa come (INTERESSI + Oneri) x 365 / NUMERI DEBITORI e dalle indicazioni della Banca d Italia del 2006 e Le formule disponibili sono le seguenti: TEG INCL. CMS: (INT+CMS+SPESE) X 365 / DEBITORI TEG ESCL. CMS: (INT+SPESE) X 365 / DEBITORI B.ITALIA : Fino al 31/12/2009 è B.ITALIA 2006, per i trimestri successivi è B.ITALIA 2009 B.ITALIA 2006: (INT X 365 / DEBITORI) + SPESE / ACCORDATO B.ITALIA 2009: (INT X 365 / DEBITORI) + (SPESE + CMS ANNUI) / ACCORDATO B.ITALIA 2009 CMS INCL.INT. : (INT + CMS) X 365 / DEBITORI + (SPESE ANNUE) / ACCORDATO B.ITALIA 2009 ONERI X 4 : INT X 365 / DEBITORI + (ONERI TRIMESTRE X 4 ) / ACCORDATO TAEG: ((UTILIZZATO + INT + ONERI)/UTILIZZATO)^(365/GIORNI) -1 Le colonne successive riportano il valore del TEG calcolato e l eventuale superamento della soglia usura o del tasso medio trimestrale rilevato da Banca d Italia per la categoria di operazioni selezionata (TEGM). In caso di usura, quindi, le celle si coloreranno di rosso e sarà indicata la soglia corrispondente che si è superata, preceduta da un SI. In caso contrario la soglia sarà preceduta da un NO e la cella si colorerà di verde. Analogo discorso per le Commissioni di Massimo Scoperto (o comunque per tutte le quantità inserite in luogo di queste nel foglio COMPETENZE). Il calcolo dell aliquota per la CMS è eseguito applicando la semplice formula: CMS / MASSIMO SCOPERTO. Si ricorda che le soglie usura per quanto concerne le CMS sono state

12 pubblicate fino al 2009 e cioè fino a quando la Banca d Italia non ha incluso la CMS nella formula di rilevazione del tasso medio di interesse applicato. Anatocismo: scorrendo la tabella verso destra, dopo le colonne relative all analisi dell usura, troviamo la colonna ANATOCISMO. Questa rappresenta la sommatoria degli interessi anatocistici rilevati fino al trimestre in questione. Il calcolo degli interessi anatocistici dipende dalle impostazioni selezionate al riguardo e dai dati immessi. CMS ILLEGITTIMA: questa colonna indica se nel trimestre in esame sono presenti CMS illegittime ai sensi del DL 185/2008. In particolare il software verifica se il saldo liquido del conto corrente si è mantenuto negativo per almeno 30 giorni consecutivi nell arco del trimestre. Il calcolo è eseguito sempre in base al saldo ricostruito a partire dai movimenti inseriti. Se si è optato per un analisi trimestrale del conto e quindi non sono stati inseriti i movimenti giornalieri, il controllo non è tecnicamente eseguibile e sarà riportato un valore di n.d. in tutta la colonna. Lo stesso valore può presentarsi anche se in un dato trimestre non sono state addebitate CMS. RETTIFICA VALUTA: per ogni trimestre è riportato lo scostamento tra il saldo banca (quello inserito al foglio COMPETENZE) ed il saldo rettificato. Come accennato in precedenza è possibile rilevare determinati scostamenti nel caso in cui l utente ha rettificato le date valuta oppure se ha enucleato determinate tipologie di operazione. Se invece le operazioni sono state imputate tutte per data valuta e non sono stati stornati movimenti, lo scostamento è dovuto a movimenti non documentati nell estratto conto oppure ad errori materiali di imputazione dei dati. La verifica andrebbe fatti per ogni trimestre, ma è sicuramente indicativo il dato di fine periodo, che in mancanza di rettifiche, dovrà per forza essere uguale a zero. RIMESSE SOLUTORIE: il prospetto termina con la colonna relativa alle rimesse solutorie, che riporta il numero delle rimesse rilevate nel trimestre. Per un dettaglio è necessario scorrere il foglio MOVIMENTI ed individuare le rimesse solutorie rilevate. La rilevazione delle rimesse solutorie deve essere attivata nelle opzioni generali del foglio ANALISI CONTO ed è disattivata automaticamente se nel foglio MOVIMENTI è stata scelta la tipologia di analisi TRIMESTRALE. Prospetto riassuntivo del risultati dell analisi (ANALISI CONTO) Il prospetto riassuntivo dell analisi, riportato in alto al foglio, riporta la sommatoria delle competenze nei diversi casi analizzati, oltre che in totale. I dati vanno quindi analizzati per singola riga, poiché in alcuni casi

13 possono essere ripetuti. Ad esempio gli interessi oltre soglia usura sono sicuramente contenuti in quelli oltre TEG medio, come le CMS illegittime possono essere anche usurarie etc. CONFIGURAZIONI Il foglio CONFIGURAZIONI racchiude determinate impostazioni fondamentali per la ricostruzione ed il ricalcolo del conto. In alcuni casi è preferibile variare dette impostazioni prima di inserire i movimenti o procedere al ricalcolo del conto corrente. Il foglio consiste attualmente in 3 tabelle: CONFIGURAZIONE TIPOLOGIE OPERAZIONE IMPOSTAZIONE TASSI RICALCOLO MANUALE CONFIGURAZIONE AVANZATE Vediamo nel dettaglio a cosa servono e come sfruttare al meglio le impostazioni. Configurazione tipologie operazione Sono a disposizione dell utente 100 tipologie di operazione, totalmente configurabili. Le stesse tipologie compariranno nell elenco a discesa del foglio MOVIMENTI, quando si dovranno indicare le diverse tipologie per ogni movimento inserito. Configurazione tipologie di operazione (CONFIGURAZIONI) La configurazione riguarda diversi parametri, che torneranno molto utili nella ricostruzione del conto, poiché andranno a creare degli automatismi rapidi ed efficaci: Descrizione: Possiamo personalizzare la descrizione della tipologia di operazione, creando eventualmente delle tipologie ad hoc, in modo da distinguere le stesse da altre tipologie di operazione Disponibilità: l opzione impartisce istruzioni al software su come trattare il movimento in termini di data di disponibilità dell operazione. Le scelte possibili sono: o VALUTA: il movimento influirà sul saldo liquido a seconda della data valuta inserita

14 o o o CONTABILE: il movimento verrà registrato con riferimento alla data dell operazione, quindi come data contabile. L eventuale data valuta, se diversa dalla contabile, verrà ignorata e si andrà di conseguenza a rettificare i saldi liquidi e quindi gli scalari del conto. VALUTA RETTIFICATA: con questa opzione posso decidere quanti giorni di valuta assegnare all operazione a partire dalla data contabile. Se si sceglie di attivare questa opzione si deve indicare anche un numero di giorni valido alla colonna successiva, denominata GG Valuta Rettifica. ENUCLEA: se si seleziona questa opzione, tutti i movimenti di questa tipologia verranno enucleati dalla ricostruzione dei saldi ed anche dal ricalcolo del conto. Questa opzione è molto utile quando si vogliono stornare determinate spese o commissioni non dovute. Questo meccanismo di enucleazione non sostituisce ma si aggiunge a quello che viene eseguito per il ricalcolo. In pratica l enucleazione del singolo movimento deve essere sfruttata quando si vuole essere selettivi sui movimenti da stornare ma soprattutto quando determinate operazioni non vengono liquidate come competenze trimestrali. In tal caso si può selettivamente enucleare determinate tipologie di movimenti e poi decidere, nel foglio RICONTEGGIO, come trattare le competenze trimestrali del conto, che in genere vengono inglobate in un unico movimento. Sarebbe quindi sbagliato enucleare la tipologia di movimento delle competenze e poi enucleare le competenze nel foglio riconteggio, poiché di fatto si andrebbero a stornare 2 volte le stesse operazioni. Rimessa solutoria: con questa opzione si può decidere selettivamente quali tipologie di operazioni devono essere valutate per la rilevazione delle rimesse solutorie. Infatti ogni operazione, se attiva e operante su un saldo liquido in extra fido, può essere valutata come rimessa solutoria. Con questa opzione si possono escludere determinate tipologie di operazione dalla rilevazione delle rimesse. N.B. Tutti i dati inseriti di default nella tabella sono puramente di esempio e vanno valutati attentamente dall utente e quindi modificati prima di inserire i movimenti. Nulla vieta di aggiungere tipologie di operazioni e configurare le stesse durante l inserimento dei movimenti. L elenco delle tipologie di operazioni del foglio movimenti si aggiornerà in tempo reale ad ogni modifica. L aggiornamento non influirà sulle tipologie già inserite, che verranno segnalate come errate se le stesse vengono modificate nella descrizione. Impostazione tassi ricalcolo manuale Con questa configurazione è possibile impostare manualmente tutti i tassi di interesse e le aliquote CMS utilizzabili in fase di ricalcolo. L opzione è necessaria se si vuole caratterizzare l andamento dei tassi per ogni trimestre oppure per periodi più brevi. Per ogni variazione è necessario indicare il periodo di validità dei tassi. Per motivi tecnici non è possibile impostare periodi più ampi di un trimestre. Nel caso si vogliano mantenere costanti i tassi per periodi più lunghi è necessario indicarli in nuove righe della tabella con periodicità trimestrale, indicando quindi il giorno di inizio e fine validità, come riportato nell

15 Impostazione tassi ricalcolo manuale (CONFIGURAZIONI) L utente può quindi impostare tutti i tassi di ricalcolo utili a caratterizzare al massimo il riconteggio. È possibile infatti indicare anche il tasso debitore extra fido e l ammontare del fido a cui fare riferimento per il periodo. L impostazione dell ammontare del fido influirà anche nel calcolo delle rimesse solutorie, se la rilevazione è stata attivata nel foglio ANALISI CONTO e se per il periodo in questione è stato selezionato come tasso di ricalcolo il tasso manuale. Analogamente, tutti i valori indicati in tabella verranno presi in considerazione dal software solo per i periodi per i quali si è impostato un ricalcolo a tasso manuale del conto. È possibile inoltre indicare tassi differenti in funzione del periodo di decorrenza temporale di un certo tasso, conformemente a quanto praticato da molti istituti di credito. Se si imposta il ricalcolo a tasso manuale e non si inseriscono i relativi valori nella tabella di cui sopra, il tasso sarà automaticamente azzerato, dal momento che non potrà essere valutato dal software. Configurazioni Avanzate La tabella CONFIGURAZIONI AVANZATE consente di gestire i seguenti aspetti: - scegliere i tassi BOT per il ricalcolo. È possibile selezionare MINIMO A DEBITO se si vogliono applicare i tassi BOT minimi di periodo per le operazioni a debito (interessi passivi) ed i tassi massimi per le operazioni a credito (interessi attivi) oppure MINIMO A CREDITO se si opta per la modalità alternativa (BOT massimo a debito, BOT minimo a credito); - decidere le modalità di inserimento dei dati giornalieri: scegliendo l opzione MOVIMENTI, l utente dovrà inserire i singoli movimenti del conto, con le relative date di operazione e date valuta, secondo la metodologia descritta in precedenza e potrà avvalersi di tutte le opzioni avanzate di rettifica illustrate. Se si seleziona invece l opzione SALDI VALUTA l utente dovrà limitarsi ad inserire i saldi per giorno di valuta con la relativa data. L opzione consente di minimizzare l onere di inserimento dei dati ma non consente di rettificare i giorni di valuta o enucleare singoli movimenti. Configurazione Avanzate (CONFIGURAZIONI)

16 RICONTEGGIO Il foglio RICONTEGGIO consente di effettuare il ricalcolo completo del conto corrente ed include tutte le impostazioni utili a caratterizzare lo stesso. Si sottolinea come l analisi del conto corrente, riportata nel foglio ANALISI CONTO, sia assolutamente propedeutica al ricalcolo, al fine di selezionare le impostazioni opportune in base alle anomalie riscontrate nell analisi. Il ricalcolo del conto corrente può essere effettuato su base giornaliera oppure trimestrale. Occorre quindi selezionare opportunamente l impostazione desiderata nel foglio MOVIMENTI. L impostazione può essere variata in ogni momento, anche per valutare le differenze tra i due ricalcoli. Opzioni generali ricalcolo (RICONTEGGIO) Le impostazioni generali del foglio RICONTEGGIO riguardano la capitalizzazione da applicare al ricalcolo, il tasso di interesse, l aliquota CMS da applicare in casi particolari e l eventuale differenza inziale tra i saldi banca e ricalcolato. Vediamo in dettagli le opzioni generali per poi illustrare le tabelle dei dati. CAPITALIZZAZIONE RICALCOLO: L utente potrà decidere la capitalizzazione da applicare al ricalcolo sia in riferimento agli interessi che alle CMS, tra le opzioni: a. TRIMESTRALE b. ANNUALE c. SEMPLICE d. SEMPLICE-ANNUALE e. SEMPLICE-TRIMESTRALE f. SEMPLICE-TRIMESTRALE-SEMPLICE g. SEMPLICE-ANNUALE-SEMPLICE È possibile selezionare opzioni di capitalizzazione ad una sola fase (TRIMESTRALE, ANNUALE, SEMPLICE) che consentono all utente di applicare la stessa modalità di capitalizzazione per tutto il periodo di analisi oppure si può optare per modalità di capitalizzazione miste, che permettono di variare la modalità di capitalizzazione da impiegare a seconda del periodo. Sono disponibili capitalizzazioni miste a due fasi (es. SEMPLICE- ANNUALE) oppure a tre fasi (es. SEMPLICE-TRIMESTRALE-SEMPLICE). Scegliendo ad es. una capitalizzazione SEMPLICE-TRIMESTRALE-SEMPLICE le competenze verranno addebitate per il primo periodo dell analisi con capitalizzazione semplice, poi si passerà per il periodo successivo alla capitalizzazione trimestrale e si

17 ritornerà infine alla capitalizzazione semplice per gli ultimi trimestri. L utente ha facoltà di indicare le date in corrispondenza delle quali debbano avvenire le variazioni di capitalizzazione sfruttando le due celle sottostanti con la dicitura SEMPLICE FINO AL/DAL. Optando per una capitalizzazione ad una sola fase non è necessario indicare alcuna data. Se si sceglie una capitalizzazione a due fasi è necessario compilare solo la prima cella del campo, indicando la data di chiusura dell ultimo trimestre nel quale si desidera applicare la capitalizzazione semplice; la seconda cella va lasciata in bianco. Se ad esempio si ha un conto aperto il 01/01/1994 e chiuso il 30/09/2014 e si desidera impostare una capitalizzazione semplice fino al 30/06/2000 per poi passare alla capitalizzazione trimestrale occorrerà selezionare l opzione di capitalizzazione SEMPLICE- TRIMESTRALE ed indicare nella prima cella del campo sottostante la data 30/06/2000, lasciando in bianco la seconda cella. Se si opta infine per una capitalizzazione a tre fasi, va indicata nella prima cella la data di chiusura dell ultimo trimestre in cui si intende applicare la prima fase di capitalizzazione semplice e nella seconda cella la data di chiusura dell ultimo trimestre in cui applicare la seconda fase di capitalizzazione. Se ad es. si sceglie la capitalizzazione SEMPLICE-TRIMESTRALE-SEMPLICE e si inseriscono nei due campi sottostanti le date 30/06/2000 e 31/12/2013, ciò comporterà che sarà applicata la capitalizzazione semplice fino al 30/06/2000 (prevedendo quindi l addebito/accredito in conto al 30/06/2000 di tutte le competenze maturate dall apertura fino a questa data) e dal trimestre successivo (III 2000) si passerà alla capitalizzazione trimestrale, che sarà mantenuta fino al 31/12/2013. Dal I trimestre 2014 si tornerà alla capitalizzazione semplice e si avrà quindi la capitalizzazione delle competenze maturate dal 01/01/2014 fino alla fine del periodo di analisi in corrispondenza dell ultimo trimestre utile. Si noterà che sono state aggiunte due nuove tipologie di capitalizzazione per adeguare il software alle recenti normative, di cui la principale è la legge di stabilità 2014 (l n. 147, pubblicata in G.U. in data che è intervenuta, con il comma 629, a modificare l art. 120, co. 2, TUB). Il comma 2 è stato quindi modificato in: 2. Il CICR stabilisce modalità e criteri per la produzione di interessi nelle operazioni poste in essere nell esercizio dell attività bancaria, prevedendo in ogni caso che: a) nelle operazioni in conto corrente sia assicurata, nei confronti della clientela, la stessa periodicità nel conteggio degli interessi sia debitori sia creditori; b) gli interessi periodicamente capitalizzati non possano produrre interessi ulteriori che, nelle successive operazioni di capitalizzazione, sono calcolati esclusivamente sulla sorte capitale. La modifica si presta ovviamente a diverse interpretazioni, dal momento che il legislatore non è stato netto e chiaro nella sua disposizione. Ad una prima lettura infatti si direbbe che con questo intervento si voglia definitivamente vietare l anatocismo, ma una interpretazione letterale della norma, soprattutto del punto b), riporta alla luce il problema, dal momento che si parla espressamente di interessi capitalizzati. Il software è stato quindi adeguato a questa disposizione, permettendo di riportare il ricalcolo ad una capitalizzazione semplice, anche se la capitalizzazione precedente doveva essere Semplice-Trimestrale. Questa situazione può infatti accadere se si deve ricalcolare il conto partendo con una capitalizzazione semplice al fine di recuperare gli interessi anatocistici e successivamente si verifica l accettazione della reciprocità degli interessi da parte del cliente e quindi si ritiene di dover capitalizzare trimestralmente le

18 competenze a partire dalla data della firma della clausola. Si porrebbe quindi il problema, dal 1 gennaio 2014, di dover tornare alla capitalizzazione semplice. Le opzioni aggiuntive vengono quindi incontro a questa esigenza. IMPOSTAZIONI AUTOMATICHE TASSO RICALCOLO: La scelta del tasso di interesse da applicare al riconteggio può essere indicata per ogni trimestre, compilando la sezione OPZIONI RICALCOLO della tabella RICONTEGGIO CONTO CORRENTE. Le opzioni automatiche aiutano l utente a creare determinati automatismi a seconda dell approccio che si intende adottare per il ricalcolo dell interesse debitore e della CMS. TASSO DEBITORE USURA: l automatismo consente di stabilire a quale tasso debitore vada riconteggiato l interesse passivo in caso di usura oggettiva o soggettiva. La scelta riguarda esclusivamente il tasso a debito, mentre quello a credito segue la scelta selezionata per il trimestre, che l utente imposta alla colonna TASSO RICONTEGGIO. In questo modo si aggiunge maggiore flessibilità di calcolo. Le opzioni selezionabili sono: TASSO TRIMESTRE: non viene applicato nessun automatismo e si considera la scelta dell utente impostata per ogni trimestre; AZZERA TASSO: in caso di usura oggettiva viene applicato un tasso debitore pari a zero; LEGALE: in caso di usura oggettiva viene applicato il tasso Legale del periodo; BOT: in caso di usura oggettiva viene applicato il tasso BOT relativo all anno precedente l operazione. Nel foglio CONFIGURAZIONI è possibile caratterizzare ulteriormente l opzione decidendo se applicare il tasso minimo alle operazioni attive o passive; SOGLIA: in caso di usura oggettiva viene applicato un tasso debitore equivalente, tale da riportare il TEG del trimestre alla soglia usura. Detto tasso è calcolato in relazione alla formula applicata per la rilevazione del TEG nel trimestre in oggetto. Nel caso la procedura dia luogo ad un tasso negativo, viene considerato un tasso zero. Tutti gli elementi del calcolo (numeri debitori, CMS, spese) sono da riferirsi ai dati storici del conto, oppure a quelli rettificati se si è selezionata detta opzione del foglio ANALISI CONTO; SOGLIA RICALCOLO: in caso di usura oggettiva viene applicato un tasso equivalente, tale da riportare il TEG del trimestre alla soglia usura. Detto tasso è calcolato in analogia con l opzione precedente (SOGLIA), con la differenza che i dati presi in considerazione sono quelli ricalcolati (numeri debitori, CMS e spese). In tal senso viene quindi considerata anche l opzione selezionata per l enucleazione e per il ricalcolo della CMS. In sostanza si applica un tasso di interesse tale che il conto ricalcolato non vada in usura per il trimestre considerato; AZZERA TASSO SOGG: in caso di usura soggettiva (superamento del tasso medio del trimestre) viene applicato un tasso debitore pari a zero; LEGALE SOGG: in caso di usura soggettiva viene applicato il tasso legale; BOT SOGG: in caso di usura soggettiva viene applicato il tasso BOT; Il tasso applicato al trimestre viene riportato in tabella nella colonna TASSO DEBITO/CREDITO, con l aggiunta della dicitura USURA se l automatismo impostato entra in gioco.

19 Con l opzione TASSO DEBITORE USURA l utente può decidere se, in caso di usura, applicare in automatico una tipologia di tasso tra quelle preimpostate (Bot, Legale, Zero, Soglia, Soglia Ricalcolo). Quindi, se si vuole procedere con l azzerare il tasso in automatico, bisogna selezionare l opzione AZZERA IL TASSO. In caso contrario selezionare TASSO TRIMESTRALE. ALIQUOTA CMS USURA: L opzione consente di impostare la metodologia da applicare per il ricalcolo della Commissione di Massimo Scoperto in caso di usura oggettiva o soggettiva. In linea generale, per ricalcolare la CMS si deve preventivamente enucleare la stessa nel riconteggio al fine di non incorrere nell errore di addebitarne due volte l importo sul conto. Infatti se da una parte non si va a stornare l importo addebitato applicando l enucleazione della CMS, imponendo un ricalcolo della stessa si addebita nuovamente la CMS. In caso si commetta questo errore il software procederà comunque al ricalcolo della CMS ad aliquota zero. Le opzioni selezionabili sono: TASSO TRIMESTRE: non viene applicato nessun automatismo e si considera la scelta dell utente impostata per ogni trimestre; AZZERA USURA: si effettua la verifica dell usura della CMS. In caso di superamento della soglia, evidenziata nel prospetto sottostante, la CMS viene annullata per i trimestri in oggetto. Si ricorda che le soglie usura per la CMS sono in vigore fino al 31/12/2009. AZZERA USURA SOGG: con lo stesso meccanismo del punto precedente, ad eccezione che si annullano le CMS anche se l aliquota applicata supera il valore medio pubblicato dal Ministero del Tesoro. AZZERA USURA TEG: la CMS viene annullata sia in caso di usura della CMS, sia in caso di usura sul TEG. In questo caso, quindi, anche se l aliquota della CMS non supera la soglia usura, potrebbe essere annullata per l usurarietà del tasso di costo complessivo (TEG). AZZERA USURA SOGG TEG: la CMS viene annullata in tutti i trimestri in cui si riscontra usura soggettiva della CMS ed in tutti i trimestri in cui si riscontra usura soggettiva sul TEG. In questo caso, quindi, anche se l aliquota della CMS non supera l aliquota media, potrebbe essere annullata per l usurarietà soggettiva del tasso di costo complessivo (TEG). AZZERA DL185: in caso di illegittimità della CMS ai sensi del DL 185/2008, la stessa viene ricalcolata a tasso zero e quindi interamente recuperata nel ricalcolo. N.B. Nel caso in cui per un trimestre si è indicato un tasso di ricalcolo della CMS diverso da zero ma non si è enucleata la CMS, il software effettuerà in automatico un ricalcolo ad aliquota zero, indicando nella bacheca avvisi l anomalia da correggere. DIFFERENZA INIZIALE RICALCOLO: È possibile impostare una differenza saldi inziale tra il saldo ricalcolato ed il saldo bancario. Questa opzione è utile quando si vuole suddividere l analisi del conto in più progetti separati. In tal caso si deve inserire la differenza saldi del primo progetto come differenza inziale di ricalcolo del secondo. Inserire zero o lasciare il campo vuoto se non si vuole sfruttare questa opzione. RICONTEGGIO CON CORRENTE La tabella sottostante le opzioni generali riporta tutti i dati salienti del ricalcolo del conto corrente, incluse le opzioni trimestrali per quanto riguarda l enucleazione delle competenze e il ricalcolo delle stesse.

20 RICONTEGGIO CONTO CORRENTE (RICONTEGGIO) Le opzioni di ricalcolo sono selezionabili dalle prime colonne della tabella e sono evidenziate dall intestazione di colore blu (come tutte le colonne di inserimento del software. Dettaglio tabella RICONTEGGIO (RICONTEGGIO) Si sottolinea innanzitutto che le prime 3 colonne della tabella riportano alcuni dati salienti dell analisi del conto, utili per effettuare e valutare le scelte riguardanti l enucleazione e i tassi di ricalcolo. Vengono infatti segnalati i trimestri in cui si è rilevata usura (oggettiva e/o soggettiva) sia per quanto concerne il TEG che la CMS. Nella sezione OPZIONI RICLCOLO l utente dovrà selezionare per ogni trimestre la tipologia di enucleazione da effettuare ed i tassi sostitutivi di ricalcolo da applicare. Vediamo nel dettaglio le opzioni e le relative scelte selezionabili. TASSO RICALCOLO L opzione si riferisce al tasso debitore/creditore da applicare al riconteggio. Le scelte possibili sono: 1. Tasso Legale in vigore nel trimestre, applicato per il ricalcolo sia dell interesse a credito che di quello a debito 2. Tasso BOT, riferito ai 12 mesi precedenti il trimestre in esame, applicato ai numeri debitori e creditori secondo la scelta effettuata al foglio CONFIGURAZIONI 3. Tasso Conto, riferito al TAN medio applicato dalla banca, calcolato come Interesse x 365/DEBITORI, ovviamente escludendo CMS e Spese. Per ciascun trimestre viene pertanto rilevato sulla base dei dati inseriti un tasso conto a debito ed uno a credito. Se in un determinato trimestre non sono applicati numeri debitori e/o creditori, il tasso conto a debito e/o credito in quello specifico trimestre sarà assunto pari a zero.

21 4. Tasso Zero, si azzerano sia il tasso debitore che quello creditore. L opzione deve essere selezionata nel caso si decide di non enucleare gli interessi nel riconteggio del trimestre (Opzione NULLA nella colonna ENUCLEAZIONE). Infatti, in caso contrario, si addebiterebbero due volte gli interessi. 5. Tasso Soglia, si applica un tasso nominale equivalente tale da riportare il TEG entro la soglia usura. Il calcolo risente della formula scelta per la determinazione del TEG, dal momento che esegue un calcolo inverso per giungere al tasso equivalente di cui sopra. Le CMS e Spese prese in considerazione per il calcolo sono quelle inserite nel prospetto delle competenze oppure quelle rettificate, se si è selezionata l opzione DATI RETTIFICATI nel foglio ANALISI CONTO. Nel caso il calcolo dia luogo ad un tasso negativo, lo stesso verrà applicato come tasso zero. L eventualità si presenta quando le CMS e le Spese sono considerevoli rispetto alla quota interessi delle competenze. 6. Tasso Manuale, si applicano i tassi inseriti manualmente per ogni trimestre nel foglio CONFIGURAZIONI. L opzione MANUALE permette di caratterizzare anche il tasso extra-fido e l aliquota della CMS (in questo caso si deve preventivamente abilitare il ricalcolo della CMS a tasso MANUALE). Per quanto riguarda l extra-fido, se l analisi del conto è trimestrale, il software calcolerà i numeri debitori medi che sono in extra-fido, in base all ammontare dell affidato inserito per il trimestre, altrimenti procederà al calcolo dei numeri in base ai movimenti rettificati del conto, ricostruendo con precisione i numeri entro ed extra fido. 7. Tasso Soglia Ricalcolo, il procedimento è simile all opzione del Tasso Soglia ma differisce per i valori presi in considerazione. Il tasso equivalente, infatti, sarà calcolato in base alle competenze ricalcolate (CMS e Spese) ed ai numeri debitori rettificati. In sostanza si applica un tasso equivalente che riporti il TEG del conto ricalcolato entro la soglia usura. Il software terrà conto di eventuali opzioni di enucleazione e ricalcolo di CMS e spese. ENUCLEAZIONE: attraverso questo campo si può decidere, trimestre per trimestre, le competenze da enucleare nel riconteggio. A seconda dei casi l utente potrà quindi decidere quali componenti delle competenze andare a stornare nel conto corrente riconteggiato. Prestare attenzione all ipotesi NULLA, poiché in questo caso non si andrebbe a stornare nessuna delle competenze e di conseguenza il tasso del riconteggio deve essere settato su ZERO. In questo modo si evita di addebitare gli interessi due volte. N.B. Il sistema dell enucleazione delle competenze agisce in parallelo all enucleazione dei singoli movimenti, che si può impostare per tipologia di operazione nel foglio CONFIGURAZIONI. Per quanto riguarda le competenze è sempre preferibile agire dal foglio RICONTEGGIO poiché in generale le competenze vengono addebitate con un unico movimento e non sarebbe possibile distinguere tra interessi, commissioni o spese. ULTERIORI RETTIFICHE: le rettifiche agiscono sul saldo riconteggiato prima del calcolo delle competenze. Il segno deve essere negativo in caso di addebito e viceversa. Sono utili nel caso si vogliano collegare due conti e si intenda ad esempio addebitare competenze o altre spese ad un conto di riferimento. Il campo può essere anche utilizzato per impostare determinati calcoli o a piacimento dell utente, una volta che si è compreso bene il meccanismo che si innesta nel riconteggio. RICALCOLO CMS: l opzione riguarda il tasso di ricalcolo da applicare alla CMS. La stessa deve essere opportunamente enucleata, se si seleziona un tasso di ricalcolo diverso da zero. Per quanto riguarda la base

22 di calcolo, se si esegue un analisi trimestrale viene preso in considerazione il massimo scoperto inserito nel foglio COMPETENZE, che sarà opportunamente rettificato in base alla differenza saldi maturata nel trimestre in esame. Nel caso invece si stia eseguendo un analisi per movimenti, il massimo scoperto è calcolato in riferimento ai saldi liquidi rettificati del conto tenendo conto di tutti i movimenti del conto e delle correzioni applicate con la procedura di riconteggio. Le diverse opzioni selezionabili per ogni trimestre in relazione al tasso di ricalcolo sono: ZERO: questa selezione implicherà che la CMS non sarà ricalcolata. Se la CMS viene enucleata, l importo sarà completamente recuperato nel riconteggio. Se non viene enucleata, rimarrà l addebito sul conto e quindi la CMS non sarà recuperata. CONTO: la CMS viene ricalcolata all aliquota rilevata. Il software calcola preventivamente l aliquota applicata nel trimestre, come semplice divisione tra l importo della CMS e quello del massimo scoperto inseriti nel foglio COMPETENZE e riportati nel foglio ANALISI CONTO. Nel caso in cui non siano indicati il valore di massimo scoperto oppure la CMS è nulla per il trimestre, sarà considerata un aliquota pari a zero. MANUALE: la CMS viene ricalcolata considerando l aliquota inserita nel foglio CONFIGURAZIONI. RISULTATI RICONTEGGIO I risultati del ricalcolo del conto corrente vengono riportati in maniera riassuntiva nel foglio RICONTEGGIO, in alto a destra e in versione estesa in basso nella tabella. In particolare viene evidenziata la differenza tra il saldo finale della banca e il saldo del riconteggio, che è la cifra di riferimento per quantificare un eventuale rimborso. La stessa viene scomposta nella tabella di destra in modo da evidenziare tutte le componenti che hanno contribuito a formare la differenza. La differenza sarà data da: Risultati Finali del riconteggio (RICONTEGGIO) RETTIFICA MOVIMENTI: questo campo verrà valorizzato se il saldo banca differisce dal saldo rettificato del conto, sia a causa di determinate tipologie di movimenti che sono state enucleate sia per una pura discrepanza tra il saldo e i movimenti riportati nell estratto conto. Si consiglia, in presenza di valori diversi da zero e in mancanza di enucleazioni di movimenti, di verificare con attenzione i valori inseriti nel foglio MOVIMENTI, al fine di ricercare eventuali errori di inserimento. Non è comunque raro riscontrare dagli estratti conto saldi finali non adeguatamente documentati da movimenti.

Anatocismo e Usura Trimestrale

Anatocismo e Usura Trimestrale ANATOCISMO ED USURA TRIMESTRALE ISTRUZIONI PER L UTILIZZO Introduzione Anatocismo e Usura Trimestrale è strutturato in modo da lasciare all utente la massima libertà e maneggevolezza nell analisi dei conti

Dettagli

ANATOCISMO ED USURA PROF ISTRUZIONI PER L UTILIZZO

ANATOCISMO ED USURA PROF ISTRUZIONI PER L UTILIZZO ANATOCISMO ED USURA PROF ISTRUZIONI PER L UTILIZZO Introduzione Il software Anatocismo ed Usura Professional è stato progettato per consentire all utente la massima flessibilità e maneggevolezza nell analisi

Dettagli

PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) SOMMARIO

PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) SOMMARIO PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E ) INTESTARIO CONTO...XXX BANCA...YYY NUMERO C.C...123456 TIPOLOGIA CONTO...ORDINARIO DATA APERTURA CONTO/PRIMO ESTRATTO DISPONIBILE...01/01/2004 DATA CHI/ULTIMO ESTRATTO

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI DI RICALCOLO PIU FREQUENTI

GUIDA ALLE OPZIONI DI RICALCOLO PIU FREQUENTI 1 GUIDA ALLE OPZIONI DI RICALCOLO PIU FREQUENTI Per l illustrazione delle opzioni di ricalcolo ex Cass. SU 24418/10 si veda l apposita guida Per ricevere assistenza, segnalare eventuali malfunzionamenti

Dettagli

PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) SOMMARIO

PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) SOMMARIO PERIZIA ECONOMETRICA (ANATOCISMO E USURA) INTESTARIO CONTO...XXX BANCA...YYY NUMERO C.C...123456 TIPOLOGIA CONTO...ORDINARIO DATA APERTURA CONTO/PRIMO ESTRATTO DISPONIBILE...01/01/2004 DATA CHIUSURA/ULTIMO

Dettagli

GUIDA AL CARICAMENTO DATI

GUIDA AL CARICAMENTO DATI 1 GUIDA AL CARICAMENTO DATI Per ricevere assistenza, segnalare eventuali malfunzionamenti o possibili migliorie del software si prega di rivolgersi esclusivamente all indirizzo mail: software@assoctu.it

Dettagli

GUIDA SALDOREALE 2014. Guida passo passo per il calcolo degli interessi anatocistici con il programma SaldoReale 2014.

GUIDA SALDOREALE 2014. Guida passo passo per il calcolo degli interessi anatocistici con il programma SaldoReale 2014. GUIDA SALDOREALE 2014 Guida passo passo per il calcolo degli interessi anatocistici con il programma SaldoReale 2014. Fase I: Inserimento delle operazioni di conto corrente nell estratto conto di Saldo

Dettagli

I CRITERI DI RICALCOLO EX CASS. SU N. 24418/10

I CRITERI DI RICALCOLO EX CASS. SU N. 24418/10 1 I CRITERI DI RICALCOLO EX CASS. SU N. 24418/10 Guida all impostazione dei criteri in Conto Giusto Per ricevere assistenza, segnalare eventuali malfunzionamenti o possibili migliorie del software si prega

Dettagli

Introduzione. Generalità sul Software applicativo

Introduzione. Generalità sul Software applicativo Introduzione In regime di capitalizzazione composta, il calcolo degli interessi maturati da un capitale in un determinato periodo temporale dipende dal capitale stesso e dagli interessi maturati nei precedenti

Dettagli

USURA MUTUI E LEASING ISTRUZIONI PER L UTILIZZO

USURA MUTUI E LEASING ISTRUZIONI PER L UTILIZZO USURA MUTUI E LEASING ISTRUZIONI PER L UTILIZZO Introduzione Il software Usura Mutui e Leasing analizza i contratti di mutuo, finanziamenti e leasing al fine di verificare se sono stati promessi tassi

Dettagli

1. DATI GENERALI DEL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE...3 2. PREMESSA...3 3. METODOLOGIA DI CALCOLO...5 4. RISULTATI DEI CONTEGGI SUI C/C...

1. DATI GENERALI DEL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE...3 2. PREMESSA...3 3. METODOLOGIA DI CALCOLO...5 4. RISULTATI DEI CONTEGGI SUI C/C... Relazione finale 26 ottobre 2010 Cliente: Pippo S.r.l. Istituto bancario: Banca S.p.A. C/C n.4177739 2 SOMMARIO 1. DATI GENERALI DEL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE...3 2. PREMESSA...3 3. METODOLOGIA DI CALCOLO...5

Dettagli

Trento, Bassano del Grappa, Tezze sul Brenta. www.ifa-nordest.it

Trento, Bassano del Grappa, Tezze sul Brenta. www.ifa-nordest.it Trento, Bassano del Grappa, Tezze sul Brenta www.ifa-nordest.it Anatocismo Interessi ultralegali Commissioni di massimo scoperto Usura bancaria Di cosa si tratta? Anatocismo: Costituisce il criterio di

Dettagli

Recovery Money v. PRO

Recovery Money v. PRO Recovery Money v. PRO Il software professionale Recovery Money consente la ricostruzione totale dell estratto conto bancario attraverso l inserimento di tutti i movimenti del rapporto di conto corrente

Dettagli

FONDAZIONE DELL AVVOCATURA TORINESE FULVIO CROCE

FONDAZIONE DELL AVVOCATURA TORINESE FULVIO CROCE FONDAZIONE DELL AVVOCATURA TORINESE FULVIO CROCE Il contenzioso bancario alla luce delle recenti novità normative e della sentenza della Corte Costituzionale n. 78/2012 Il quesito per il C.T.U. RELATORE:

Dettagli

LA VERIFICA DELL USURA

LA VERIFICA DELL USURA 1 LA VERIFICA DELL USURA Come verificare il rispetto della l. 108/96 in tema di usura bancaria Per ricevere assistenza, segnalare eventuali malfunzionamenti o possibili migliorie del software si prega

Dettagli

Trento - Bassano del Grappa - Baselga di Pinè

Trento - Bassano del Grappa - Baselga di Pinè Trento - Bassano del Grappa - Baselga di Pinè Anatocismo Interessi ultralegali Commissione di massimo scoperto ARGOMENTI Usura bancaria Costituisce il criterio di calcolo degli interessi applicato dalle

Dettagli

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO INFORMAZIONI SULLA BANCA PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI Conto corrente NOME DEL CONTO Allegato 4A Banca XXXXX ( 1 ) Via XXXXXXXX - cap - città Tel.: XXXXXXX Fax:

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL FORMAT PER LA RICHIESTA DELLA PREANALISI GRATUITA SU CONTI CORRENTI BANCARI O CONTO ANTICIPI

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL FORMAT PER LA RICHIESTA DELLA PREANALISI GRATUITA SU CONTI CORRENTI BANCARI O CONTO ANTICIPI Consulenza ed assistenza nella verifica dei rapporti bancari Via Roma n.15 50050 CERRETO GUIDI (FI) Tel. 0571 55064 Fax 0571 959591 N.Verde 800 944949 N.iscrizione Registro delle Imprese di Firenze, Codice

Dettagli

Software di ricalcolo del conto corrente bancario Conto giusto

Software di ricalcolo del conto corrente bancario Conto giusto Software di ricalcolo del conto corrente bancario Conto giusto Formulazione criteri e algoritmi di calcolo: Dott. Roberto Marcelli, Antonio Giulio Pastore e Amedeo Valente Elaborazione informatica: Ing.

Dettagli

IL QUESITO IN TEMA DI CONTO CORRENTE BANCARIO 1

IL QUESITO IN TEMA DI CONTO CORRENTE BANCARIO 1 IL QUESITO IN TEMA DI CONTO CORRENTE BANCARIO 1 di LUCIANO M. QUATTROCCHIO - BIANCA M. OMEGNA Il Consulente Tecnico d Ufficio, acquisita la documentazione presente agli atti del giudizio e soltanto con

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Manuale Software «ContoGiusto» per ANATOCISMO E USURA NEI RAPPORTI BANCARI. Ing. M. Panella Ing. F. Barcellona

Manuale Software «ContoGiusto» per ANATOCISMO E USURA NEI RAPPORTI BANCARI. Ing. M. Panella Ing. F. Barcellona 1 Manuale Software «ContoGiusto» per ANATOCISMO E USURA NEI RAPPORTI BANCARI. Ing. M. Panella Ing. F. Barcellona Linee Guida per l utente 2 Per ricevere assistenza, segnalare eventuali malfunzionamenti

Dettagli

QUESITI IN TEMA BANCARIO

QUESITI IN TEMA BANCARIO QUESITI IN TEMA BANCARIO SEZIONE CIVILE - TRIBUNALE DI LIVORNO VERSIONE DEL 21.12.2014 1) COMMISSIONE DI MASSIMO SCOPERTO. Se il rapporto è costituito ANTE 29.01.2009 12. Se il rapporto è costituito POST

Dettagli

Contenzioso Bancario

Contenzioso Bancario Contenzioso Bancario Convegno GAM 26 novembre 2014 Dott.ssa Barbara Cardia studiobarbaracardia@gmail.com Corso Stati Uniti 53, Torino Anatocismo nei rapporti bancari Anatocismo: produzione di interessi

Dettagli

L ANATOCISMO. (aspetti pratici) Corso di Formazione Professionale per Praticanti Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

L ANATOCISMO. (aspetti pratici) Corso di Formazione Professionale per Praticanti Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili L ANATOCISMO (aspetti pratici) Corso di Formazione Professionale per Praticanti Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Materia: tecnica professionale Mercoledì 02/03/2016 Docente: Dott.ssa Simona

Dettagli

Giuseppe Romano, Direttore Ufficio Studi e Ricerche Consultique

Giuseppe Romano, Direttore Ufficio Studi e Ricerche Consultique Giuseppe Romano, Direttore Ufficio Studi e Ricerche Consultique ANATOCISMO CMS DIF - CIV USURA Anatocismo OBBLIGO DI PAGAMENTO, NON SOLO DEL CAPITALE E DEGLI INTERESSI PATTUITI, MA ANCHE DEGLI ULTERIORI

Dettagli

1.1 RECOVERY MONEY Pag. 6. 1.2 STRUTTURA DEL SOFTWARE RECOVERY MONEY Pag. 7. 1.3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA Pag. 7. 1.4 LEGENDA Pag.

1.1 RECOVERY MONEY Pag. 6. 1.2 STRUTTURA DEL SOFTWARE RECOVERY MONEY Pag. 7. 1.3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA Pag. 7. 1.4 LEGENDA Pag. SOFTWARE PROFESSIONALE RECOVERY MONEY 1 I N D I C E 1.. STRUTTURA DII RECOVERY MONEY 1.1 RECOVERY MONEY Pag. 6 1.2 STRUTTURA DEL SOFTWARE RECOVERY MONEY Pag. 7 1.3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA Pag. 7 1.4

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPO SU CREDITI E/O FATTURE

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPO SU CREDITI E/O FATTURE FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPO SU CREDITI E/O FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale: 84038 Sassano (SA) - Via

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CONVENZIONE CONTO IMPRESE (TITOLARI DI PARTITA IVA)

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CONVENZIONE CONTO IMPRESE (TITOLARI DI PARTITA IVA) FOGLIO INFORMATIVO relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CONVENZIONE CONTO IMPRESE (TITOLARI DI PARTITA IVA) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: privato consumatore

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: privato consumatore FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente anticipo contributi alluvione - BL 4 - Dedicato a: privato consumatore INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc.

Dettagli

Foglio informativo (C0204) CONTO CORRENTE ASSOCIATI UISP (CC19)

Foglio informativo (C0204) CONTO CORRENTE ASSOCIATI UISP (CC19) Foglio informativo (C0204) CONTO CORRENTE ASSOCIATI UISP (CC19) Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profili: Giovani, Famiglie con operatività bassa, Famiglie con operatività media, Famiglie

Dettagli

Foglio Informativo Conto corrente famiglie e privati

Foglio Informativo Conto corrente famiglie e privati Foglio Informativo Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profili: Famiglie con operatività bassa - Famiglie con operatività media - Famiglie con operatività elevata Infomazioni sulla Banca

Dettagli

LUCA PAGLIOTTA Dottore Commercialista Revisore dei conti. Dopo aver descritto, nel nostro precedente intervento, il funzionamento giuridico e

LUCA PAGLIOTTA Dottore Commercialista Revisore dei conti. Dopo aver descritto, nel nostro precedente intervento, il funzionamento giuridico e 1. Introduzione Dopo aver descritto, nel nostro precedente intervento, il funzionamento giuridico e contabile del rapporto di conto corrente, dedichiamo il presente al tema della pattuizione del tasso

Dettagli

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO Allegato 3 PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI Conto corrente NOME DEL CONTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca XXX ( 1 ) Via XXXXXXXX Tel.: XXXXXXX Fax: XXXXXX [sito internet/email]

Dettagli

Foglio informativo (C0221) CONTO CORRENTE DIPENDENTI BCCC (CC08)

Foglio informativo (C0221) CONTO CORRENTE DIPENDENTI BCCC (CC08) Foglio informativo (C0221) CONTO CORRENTE DIPENDENTI BCCC (CC08) Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profili: Famiglie con operatività bassa, Famiglie con operatività media, Famiglie con

Dettagli

L attività del consulente tecnico

L attività del consulente tecnico II Giornata Il contenzioso con le banche: rilievi pratici e giurisprudenziali L attività del consulente tecnico 1) Il ruolo del consulente tecnico: differenza tra CTP e CTU del Tribunale. 2) CTP: stretta

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a Consumo Non residenti Euro Questo conto è particolarmente adatto per chi, al momento dell apertura del conto, pensa di svolgere

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa Sede Legale: 20841 Carate Brianza (MB) - Via Cusani, 6 Tel. 0362 9401 - Fax 0362 903634 Cod. Fiscale 01309550158

Dettagli

130.1 Conto corrente di corrispondenza

130.1 Conto corrente di corrispondenza 139 Capitolo 130 Conti correnti 130.1 Conto corrente di corrispondenza..........................................139 130.1.1 Conto corrente attivo per il cliente................................... 139 130.1.2

Dettagli

Foglio Informativo C/C TRADING ONLINE

Foglio Informativo C/C TRADING ONLINE Foglio Informativo Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profili: Famiglie con operatività bassa - Famiglie con operatività media - Famiglie con operatività elevata - Pensionati con operatività

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alla APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO relativo alla APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo alla APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI TARSIA (CS) SOC. COOP. Sede legale e amministrativa: Tarsia (CS) - Via Olivella,

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 7 FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: CASSA LOMBARDA SPA Sede legale:

Dettagli

L Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ai sensi e per gli effetti di tutela dei consumatori di cui all articolo 47 della legge 23 luglio

L Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ai sensi e per gli effetti di tutela dei consumatori di cui all articolo 47 della legge 23 luglio L Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ai sensi e per gli effetti di tutela dei consumatori di cui all articolo 47 della legge 23 luglio 2009, n. 99, intende formulare alcune osservazioni in

Dettagli

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO AI CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO AI CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO Allegato 4A PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA Conto corrente NOME DEL CONTO Banca XXXXX ( 1 ) Via XXXXXXXX, cap, città Tel.: XXXXXXX Fax:

Dettagli

Compensazione credito IVA

Compensazione credito IVA 1 Normativa...2 Credito annuale IVA: procedura applicativa...4 Credito IVA automatico...4 Credito IVA manuale...6 1. Progressivi IVA...7 2. F24...8 Utilizzo del credito IVA in F24...10 Compensazione verticale...10

Dettagli

CONTO CORRENTE riservato ai CONSUMATORI

CONTO CORRENTE riservato ai CONSUMATORI 1 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE riservato ai CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale: Corso Umberto I 65-76014 SPINAZZOLA (BT)

Dettagli

Foglio informativo (C0205) CONTO CORRENTE STUDENTI MAGGIORENNI (CCSTU)

Foglio informativo (C0205) CONTO CORRENTE STUDENTI MAGGIORENNI (CCSTU) Foglio informativo (C0205) CONTO CORRENTE STUDENTI MAGGIORENNI (CCSTU) Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profilo Giovani INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano

Dettagli

LE NUOVE DISPOSIZIONI IN TEMA DI AFFIDAMENTI E SCONFINAMENTI

LE NUOVE DISPOSIZIONI IN TEMA DI AFFIDAMENTI E SCONFINAMENTI LE NUOVE DISPOSIZIONI IN TEMA DI AFFIDAMENTI E SCONFINAMENTI Ambito di applicazione Il decreto si applica alle seguenti operazioni: Aperture di credito regolate in conto corrente, in base alle quali il

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 5 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO N. 5 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO N. 5 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE Banca di Credito Cooperativo di Valledolmo Società Cooperativa per azioni Via Vittorio Emanuele III, 34

Dettagli

COSA SI INTENDE PER: CANONE ANNUO

COSA SI INTENDE PER: CANONE ANNUO Eccoti la spiegazione sintetica e semplificata di alcuni termini bancari in uso, tratta dal «Protocollo d'intesa in materia di trasparenza semplice del conto corrente ai consumatori» siglato dall'associazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via del Macello 55 39100 Bolzano Tel.: 0471 996111

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa Sede Legale: 20841 Carate Brianza (MB) - Via Cusani, 6 Tel. 0362 9401 - Fax 0362 903634 Cod. Fiscale 01309550158

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) LAPERTOSA (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTARELLI Membro

Dettagli

HORIZON SQL FATTURAZIONE

HORIZON SQL FATTURAZIONE 1-1/8 HORIZON SQL FATTURAZIONE 1 FATTURAZIONE... 1-1 Impostazioni... 1-1 Meccanismo tipico di fatturazione... 1-2 Fatture per acconto con fattura finale a saldo... 1-2 Fattura le prestazioni fatte... 1-3

Dettagli

FINANZIAMENTI A BREVE E A MEDIO/LUNGO TERMINE A SCADENZA DETERMINATA

FINANZIAMENTI A BREVE E A MEDIO/LUNGO TERMINE A SCADENZA DETERMINATA Pag. 1 / 5 Foglio Informativo FINANZIAMENTI A BREVE E A MEDIO/LUNGO TERMINE A SCADENZA DETERMINATA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero

Dettagli

Foglio informativo relativo alle SCONTO COMMERCIALE Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari

Foglio informativo relativo alle SCONTO COMMERCIALE Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari INFORMAZIONI SULLA BANCA CrediUmbria Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Via Stradone n. 49 Moiano Città della Pieve (Perugia) Contatti: Tel.: 0578-2951 Fax: 0578-295350 E-mail: info@crediumbria.it

Dettagli

CONTENZIOSO BANCARIO. ANATOCISMO E USURA: Percorso per l avvio della procedura di rimborso

CONTENZIOSO BANCARIO. ANATOCISMO E USURA: Percorso per l avvio della procedura di rimborso CONTENZIOSO BANCARIO ANATOCISMO E USURA: Percorso per l avvio della procedura di rimborso Premessa: cosa deve sapere il tuo cliente Comprendere come l obiettivo prioritario non è far causa alle banche,

Dettagli

ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI

ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI Pag. 1 / 5 Foglio Informativo ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde 800.41.41.41 (e-mail

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: Anticipazione al Salvo Buon Fine (SBF)

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: Anticipazione al Salvo Buon Fine (SBF) FOGLIO INFORMATIVO relativo a: Anticipazione al Salvo Buon Fine (SBF) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Terra d Otranto Società Cooperativa. Sede Legale Via Cesare Battisti, n. 27,

Dettagli

Nei rapporti con la banca possono esserci un mare di irregolarità.

Nei rapporti con la banca possono esserci un mare di irregolarità. Nei rapporti con la banca possono esserci un mare di irregolarità. Una consulenza finanziaria evita di navigare a vista. In sintesi, i diritti delle imprese sono il nostro dovere. In pratica, siamo una

Dettagli

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof.

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof. L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) 1 I contratti bancari fanno parte della più ampia categoria dei CONTRATTI FINANZIARI ossia quei contratti che si caratterizzano

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 60/002 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GIOVANI IMPRENDITORI PER INIZIO NUOVA ATTIVITA - - SOCI -

FOGLIO INFORMATIVO N. 60/002 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GIOVANI IMPRENDITORI PER INIZIO NUOVA ATTIVITA - - SOCI - INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

Conti correnti. 130.1 Conto corrente di corrispondenza. 130.1.1 Conto corrente attivo per il cliente. TXT HTM PDF pdf

Conti correnti. 130.1 Conto corrente di corrispondenza. 130.1.1 Conto corrente attivo per il cliente. TXT HTM PDF pdf TXT HTM PDF pdf P1 P2 P3 P4 313 Conti correnti Capitolo 130 130.1 Conto corrente di corrispondenza..........................................313 130.1.1 Conto corrente attivo per il cliente...................................

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a pacchetto Scuola - BL 969 - Dedicato a: Giovani - Famiglie con operatività bassa, media e alto - Pensionati con operatività bassa

Dettagli

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE scheda prodotto CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE aggiornato al 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE INFORMAZIONI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO A/5 CONTO CORRENTE CONSUMATORI BAPR GIOVANI

FOGLIO INFORMATIVO A/5 CONTO CORRENTE CONSUMATORI BAPR GIOVANI FOGLIO INFORMATIVO A/5 CONTO CORRENTE CONSUMATORI BAPR GIOVANI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni a responsabilità limitata (di seguito la Banca )

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA CREDITO ORDINARIA IN CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA CREDITO ORDINARIA IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO APERTURA CREDITO ORDINARIA IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Ostuni Società Cooperativa Largo Mons. Italo Pignatelli n.2 72017 Ostuni Tel.: 0831-301241

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE A NON CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE A NON CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet:: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Qualora il titolare sia un consumatore, si avverte che questo conto è particolarmente adatto a chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE DESTINATA AI CONSUMATORI PER IMPORTI SUPERIORI A. 75.000,00 E ALLE IMPRESE

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE DESTINATA AI CONSUMATORI PER IMPORTI SUPERIORI A. 75.000,00 E ALLE IMPRESE Foglio Informativo Pag. 1 / 7 1.1.5 Prodotti della Banca Finanziamenti Apertura di credito in conto corrente APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE DESTINATA AI CONSUMATORI PER IMPORTI SUPERIORI A. 75.000,00

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPI ITALIA SU FATTURE, DOCUMENTI O CONTRATTI

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPI ITALIA SU FATTURE, DOCUMENTI O CONTRATTI Banca Galileo S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Corso Venezia, 40 20121 Milano www.bancagalileo.it info@bancagalileo.it Capitale Sociale 35.800.000,00 i.v. Partita Iva, Codice Fiscale e Iscrizione

Dettagli

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono:

Dettagli

Incontro di formazione venerdì 16 dicembre 11. Centro Congressi dell Università Sapienza di Roma di via Salaria 113

Incontro di formazione venerdì 16 dicembre 11. Centro Congressi dell Università Sapienza di Roma di via Salaria 113 Incontro di formazione venerdì 16 dicembre 11 Centro Congressi dell Università Sapienza di Roma di via Salaria 113 ANATOCISMO E USURA NEI RAPPORTI BANCARI. A seguito della sentenza della Cassazione S.U.

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO Esempio relativo ad apertura di credito a revoca 100.000,00 100.000,00 13,80000 % 0,500 % 0,70 annue

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO Esempio relativo ad apertura di credito a revoca 100.000,00 100.000,00 13,80000 % 0,500 % 0,70 annue Pag. 1 / 6 Foglio Informativo DESTINATA ALLE IMPRESE ED AI CONSUMATORI PER IMPORTI SUPERIORI AD. 75.000,00 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena

Dettagli

VERIFICA CARTELLE EQUITALIA ISTRUZIONI PER L UTILIZZO

VERIFICA CARTELLE EQUITALIA ISTRUZIONI PER L UTILIZZO VERIFICA CARTELLE EQUITALIA ISTRUZIONI PER L UTILIZZO N.B. attualmente il software supporta i seguenti tributi: - IVA, IRAP, IRES, IRPEG, INPS, CASSA COMMERCIALISTI, CASSA FORENSE per i quali i calcoli

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE PRIMOCONTO

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE PRIMOCONTO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE PRIMOCONTO Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25 25024 Leno (BS) Tel.: 030 90 40 265/280 Fax: 030 9068361 e-mail:

Dettagli

Prospetto con dati aggiornati al 01/07/2015 Pagina 1 di 8

Prospetto con dati aggiornati al 01/07/2015 Pagina 1 di 8 . AGGIORNAMENTO N.48 01/07/2015 Come previsto dalla Banca d Italia nelle Disposizioni di Vigilanza del 30/12/2008, in relazione all oggetto, si elencano nel prospetto seguente le diverse tipologie di mutui

Dettagli

PROSPETTO DI SINTESI, ESTRATTO CONTO, STAFFA E PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE

PROSPETTO DI SINTESI, ESTRATTO CONTO, STAFFA E PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE PROSPETTO DI SINTESI, ESTRATTO CONTO, STAFFA E PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE (informativa periodica della banca verso il cliente in un rapporto di c/c) E s e r c i t a z i o n e 2 maggio 2006 PROSPETTO DI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 51/001 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER I SOCI

FOGLIO INFORMATIVO N. 51/001 relativo a: APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER I SOCI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

Dr. Giovanni Battista Frescura *

Dr. Giovanni Battista Frescura * Dr. Giovanni Battista Frescura * Centro servizi peritali (immobili e contratti bancari) Valdagno (VI) Via Bellini 6,Tel/fax 0445.412545, Email csvaldagno@assimai.it P.iva 022225740246 - N. rea 216490 Illustrazione

Dettagli

Relazione finale. 7 ottobre 2014. Alfa S.r.l. Contratto di Mutuo n 123456789/0. Banca Delta S.p.A.

Relazione finale. 7 ottobre 2014. Alfa S.r.l. Contratto di Mutuo n 123456789/0. Banca Delta S.p.A. Relazione finale 7 ottobre 2014 Alfa S.r.l. Contratto di Mutuo n 123456789/0 Banca Delta S.p.A. Corso Moncalieri, 55 10131 Torino Tel 0110673142 Fax 0110673143 www.tuteladelrisparmio.it info@tuteladelrisparmio.it

Dettagli

Anatocismo e Usura Bancaria. Stefano Gennari stefanogennari.sdl@gmailcom

Anatocismo e Usura Bancaria. Stefano Gennari stefanogennari.sdl@gmailcom Anatocismo e Usura Bancaria Stefano Gennari stefanogennari.sdl@gmailcom 1 ANATOCISMO USURA RILEVAZIONI CONTABILI ERRATE COSTI OCCULTI INDETERMINATEZZA DELLE CONDIZIONI CONTI CORRENTI MUTUI LEASING DERIVATI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a:tutti i profili della clientela

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a:tutti i profili della clientela FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a Pacchetto Non residenti Euro Dedicato a:tutti i profili della clientela INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA

INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

ANTICIPO SU FATTURE. Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo.

ANTICIPO SU FATTURE. Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo. FOGLIO INFORMATIVO relativo a: ANTICIPO SU FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA SVILUPPO ECONOMICO S.p.A. Viale Venti Settembre 56-95128 - Catania n. telefono e fax: 095 7194311 fax 095 7194350 email:

Dettagli

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Indirizzo telematico: info@bancadelsud.com Codice ABI: 03353

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLA REDAZIONE DELLE SIMULAZIONI ECONOMIC0-FINANZIARIE DEL. Business Plan

GUIDA OPERATIVA ALLA REDAZIONE DELLE SIMULAZIONI ECONOMIC0-FINANZIARIE DEL. Business Plan GUIDA OPERATIVA ALLA REDAZIONE DELLE SIMULAZIONI ECONOMIC0-FINANZIARIE DEL Business Plan INDICE GENERALE 1. Introduzione 2. Utilizzo dell applicazione 3. Impostazioni di base 4. Copertina impresa 5. Dati

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa Sede Legale: 20841 Carate Brianza (MB) - Via Cusani, 6 Tel. 0362 9401 - Fax 0362 903634 Cod. Fiscale 01309550158

Dettagli

ANTICIPI SU CERTIFICATI DI CONFORMITA AUTO

ANTICIPI SU CERTIFICATI DI CONFORMITA AUTO Pag. 1 / 5 Foglio Informativo ANTICIPI SU CERTIFICATI DI CONFORMITA AUTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde 800.41.41.41 (e-mail

Dettagli

Linee guida per i consulenti tecnici giudiziari: l'anatocismo bancario

Linee guida per i consulenti tecnici giudiziari: l'anatocismo bancario Linee guida per i consulenti tecnici giudiziari: l'anatocismo bancario intervento a cura del Rag. Alberto Leggi INTRODUZIONE Da qualche tempo cercavo sulla rete qualche sito che fosse di ausilio ai consulenti

Dettagli

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) OLIVIERI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) OLIVIERI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: (RM) MARZIALE (RM) DE CAROLIS (RM) LEPROUX Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (RM) OLIVIERI Membro designato da

Dettagli

APERTURA DI CREDITO - PROFESSIONISTI -

APERTURA DI CREDITO - PROFESSIONISTI - 1/5 INFORMAZIONI SULLA BANCA B.Pop.Prov.Calabre Via del Mare,22 88046 LAMEZIA TERME (CZ) Tel.: 0965-44128 0968-411237 Fax: 0965-44128 0968-419873 Email: info@bpprovincecalabre.it / sito internet: www.bpprovincecalabre.it

Dettagli

10AC_ap_credito_cc_Vilibero_SPV.doc 1/5 VIBanca Banca di Credito Cooperativo di S.Pietro

10AC_ap_credito_cc_Vilibero_SPV.doc 1/5 VIBanca Banca di Credito Cooperativo di S.Pietro INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione legale: - Sede legale e Amministrativa: Via Provinciale Lucchese, 125/b Tel.: 0573/91391 Fax: 0573/572442 Sito Internet: www.vibanca.it - E-mail: info@vibanca.it

Dettagli

Foglio informativo (C0223) CONTO CORRENTE SOGGETTI NON RESIDENTI (CC45)

Foglio informativo (C0223) CONTO CORRENTE SOGGETTI NON RESIDENTI (CC45) Foglio informativo (C0223) CONTO CORRENTE SOGGETTI NON RESIDENTI (CC45) Conto corrente per consumatori (conto a consumo, operatività bassa) Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/5 FIDO ANTICIPO CREDITI (clienti non consumatori)

FOGLIO INFORMATIVO C/5 FIDO ANTICIPO CREDITI (clienti non consumatori) FOGLIO INFORMATIVO C/5 FIDO ANTICIPO CREDITI (clienti non consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni a responsabilità limitata (di seguito la

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Avv. Bruno de Carolis Presidente Avv. Alessandro Leproux Prof. Avv. Andrea Gemma Prof. Avv. Gustavo Olivieri Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato

Dettagli

Manuale "Conto Corrente e servizi"

Manuale Conto Corrente e servizi Manuale "Conto Corrente e servizi" Indice Conti Correnti Saldo.3-7 Movimenti..8-13 Assegni.14-17 Bonifico nostra Banca..18-24 Bonifico altra Banca.25-31 Bonifico Postale 32-38 Bonifico periodico 39-46

Dettagli