NEWSLETTER AIAT, Vol.1 #1 17 Luglio 2001

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NEWSLETTER AIAT, Vol.1 #1 17 Luglio 2001"

Transcript

1 NEWSLETTER AIAT, Vol.1 #1 17 Luglio 2001 Indice 1) Introduzione 2) Partecipazione a iniziative per il sostegno delle competenze tecniche nella gestione ambientale 3) Sostegno alla figura Professionale dell Ingegnere per l Ambiente e il Territorio 4) Partecipazione a Fiere 5) Servizi e agevolazioni per i soci 6) Mailing List 7) Sito WEB 8) La partecipazione di AIAT al Forum Agenda 21 9) I gruppi di lavoro AIAT 10) Assemblea Annuale 11) Attività amministrative varie 12) Come consultare vecchi messaggi del mailing list, modificare il proprio profilo, ecc. 1) Introduzione Cari Soci AIAT, la nostra associazione conta ormai quasi 400 iscritti. È nata ufficialmente il 5 Ottobre 1999 con il patrocinio dell Associazione Laureati del Politecnico di Milano (ALP) ed il sostegno di 19 soci fondatori che hanno sottoscritto lo Statuto dell'associazione. Le motivazioni che hanno spinto alcuni soci a fondare il sodalizio si possono trovare sia nello statuto che nelle finalità riassunte in poche righe sul nostro sito (http://www.aiat.polimi.it ). Il lavoro sin qui svolto dai soci attivi è stato su base volontaria. Chiunque di voi abbia operato in associazioni no-profit che non impiegano lavoratori retribuiti, può facilmente comprendere quale sia la fatica e quali i problemi organizzativi che si incontrano per portare avanti qualunque iniziativa. Il cuore dell associazione, sino a questo momento, è stata la mailing list che ha permesso di condividere numerose offerte di lavoro, annunci di convegni, proposte di attività e di raggiungere tutti i soci in modo rapido ed efficace. Oltre a ciò sono state sviluppate una serie di attività che con questa Newsletter desideriamo mettere in luce e rendere trasparente. Uno degli obiettivi che ci prefiggiamo con questo nuovo canale di comunicazione è quello di diffondere una informazione costante sulle attività compiute o in corso di svolgimento e sulle opportunità di coinvolgimento che l associazione offre ai suoi iscritti. Tante sono le idee, i propositi e i

2 progetti che, pur assorbendo tempo in dibattiti e discussioni per la loro impostazione ed il loro corretto avvio, possono essere sviluppati e fatti crescere con la collaborazione di tutti. Il gruppo dei soci attivi si è formato gradualmente; il nucleo si è creato in seguito alla memorabile riunione del maggio 99, mentre altri hanno dato di volta in volta la loro disponibilità e si sono uniti al gruppo fondatore. Ad oggi fanno parte della mailing-list operativa, oltre al consiglio direttivo, un altra ventina di soci. Nei paragrafi successivi sono descritte le attività sinora svolte, ma un messaggio che ci preme trasmettere con questa prima newsletter è che il gruppo degli attivi promuoverà ogni iniziativa che un socio, o gruppi di soci, vuol portare avanti a nome di tutti purché ciò avvenga nel rispetto di semplici regole e soprattutto delle finalità dello statuto. Avete assistito di recente alla nascita del gruppo di lavoro sull energia e di quello sui rifiuti. I principali obiettivi sono quelli di favorire la crescita culturale, lo scambio d informazioni e le opportunità di lavoro. Crediamo che questo approccio possa permettere la crescita delle attività e dei servizi svolti da e per gli associati ad AIAT. Per realizzare un gruppo di lavoro i requisiti minimi sono: -presentare gli obiettivi e le finalità delle attività svolte dal gruppo di lavoro. -realizzare una mailing-list moderata a cui possono avere accesso tutti i soci che lo desiderino -realizzare una newsletter in cui i soci sono informati delle attività svolte, su chi è il coordinatore-responsabile ed i vari collaboratori-attivi, sono proposti temi di discussione, vengono forniti link a siti sull'argomento ed eventualmente anche articoli o lettere di carattere culturale o tecnico che in qualche modo costituiscono un servizio per i soci. -informare il cd delle attività svolte anche con maggiore frequenza I gruppi di lavoro, oltre ad essere riconosciuti dall'aiat e per questo autorizzati a svolgere attività a nome dell'associazione, avranno anche un minibilancio da gestire (finalizzato alle piccole spese) e uno spazio sul sito web Costituiscono, invece, obiettivi di qualità: -organizzazione di seminari, convegni. -favorire la raccolta di fondi tramite sponsor sia per l'autofinanziamento che per il finanziamento dell'associazione stessa (offrendo agli sponsor visibilità in occasione di convegni ma anche tramite la mailinglist del gruppo di lavoro e di quella generale) Rimandiamo alle prossime newsletter la trattazione di alcuni temi che sono stati discussi all'interno del Consiglio Direttivo nel corso degli ultimi mesi. Alcuni sono solo idee, altri progetti per la cui realizzazione è necessario mettere in campo maggiori energie. Tra questi, ad esempio, l opportunità di realizzare un database finalizzato alla ricerca di lavoro, la possibilità di collaborare con altre società e siti internet con i quali stringere accordi che portino vantaggi e servizi agli iscritti, implicazioni della riforma universitaria sulla formazione dell'ingegnere ambientale, allargamento dell'associazione ai Diplomati in Ingegneria Ambientale e ai nuovi Laureati della Laurea Triennale, possibile sinergia con l'associazione Laureati, ecc ecc. Da ultimo, al fine di agevolare il lavoro di segreteria, approfittiamo di questa newsletter per sollecitare chi, pur avendo già ricevuto la richiesta di rinnovo, non ha ancora provveduto a versare la quota d'iscrizione per l'anno Se la segreteria non riscontra l avvenuto versamento, infatti, è automaticamente interpretato il desiderio del socio di uscire dall associazione. Cordiali saluti,

3 Per il consiglio direttivo Paolo Greco e Iury Zucchi 2) Partecipazione a iniziative per il sostegno delle competenze tecniche nella gestione ambientale AIAT ha presenziato al 6 Convegno Internazionale audes sull Educazione Ambientale Bridging Minds & Markets tenutosi a Venezia fra il 4-6 Aprile In questa occasione il nostro Presidente Prof. Giulio De Leo ha presentato un paper intitolato The song of the Sirens: weaknesses and risks of an easy going education in Environmental Science and Management. In questo lavoro, nel quale viene espressamente citata la nostra associazione, De Leo lamenta la nascita di un numero incontrollato di sedicenti Master brevi in Gestione ambientale che poco hanno a che vedere con quella preparazione operativa, orientata alla soluzione dei problemi, che un master dovrebbe avere. In sostanza si ribadisce il fatto che mentre questi corsi brevi possono essere utili per introdurre i partecipanti alle problematiche ambientali e informarli in merito alle ultime novità, formazione e informazione sono due cose diverse ed è necessario un maggiore rigore nella preparazione dei tecnici ambientali per non creare false aspettative che poi sarebbero velocemente disattese dal mercato. AIAT è stata inoltre rappresentata, sempre nella persona del Prof. De Leo, alla commissione per l Orientamento degli studenti delle Scuole Superiori. La commissione, presieduta dal Prof. Nurizzo, si è riunita con regolarità dalla fine di Febbraio fino all inizio di Maggio e - con l insostituibile aiuto della Prof. Betti, ha organizzato lo Stand per il Salone di Orientamento degli Studenti del 12 Maggio per la presentazione alla nuova Laurea triennale (presieduto da alcuni soci e dal presidente). In qualità di presidente di AIAT, De Leo è stato invitato al Seminario conclusivo del Corso per Tecnici della Valutazione di Impatto Ambientale, ENAIP, 24 Marzo 2000 per tenere un intervento sul "Ruolo della ricerca accademica nella Valutazione di Impatto Ambientale" all'interno del quale ha promosso AIAT, la figura professionale e le competenze dell'ingegnere ambientale. Il nostro Segretario Mario Grosso ha partecipato sabato 19 maggio al Salone di Orientamento degli Studenti per il polo di Cremona del Politecnico di Milano, dove è partito quest anno il corso di laurea triennale in Ingegneria per l'ambiente e il Territorio. Nell'ambito della presentazione multimediale è stato dedicato spazio anche ad AIAT, a conferma del peso che la nostra associazione sta gradatamente assumendo all'interno del Politecnico. Si prospetta dunque una buona sinergia tra il Politecnico ed AIAT per quanto riguarda l'azione di "reclutamento" di nuove matricole A&T e, in generale, di promozione della figura dell'ingegnere A&T. In occasione del Convegno sulle Nuove Professioni Ambientali tenutosi a Marzo a San Giuliano Milanese, si è lamentato il fatto che, nonostante fossero rappresentati molti corsi di Laurea della Regione Lombardia, ancora una volta l Ingegneria per l Ambiente e il Territorio non figurasse da nessuna parte. Anche se è innegabile che ci sono probabilmente delle responsabilità a livello di comunicazione nel nostro Ateneo, che vanno al di là della nostra possibilità di controllo, il nostro Presidente De Leo ha chiesto una presa di posizione forte da parte del Presidente del Corso di Laurea IAT, il Prof. Renzo Rosso. Parallelamente, il nostro responsabile per i rapporti con il Politecnico, Daniele Bignami, si è attivamente operato per avere un incontro con il Rettore del Politecnico (e il

4 vice rettore la prof.ssa Treu) per affermare la nostra volontà di esserci, di partecipare alla vita universitaria, di individuare possibili sinergie con altre associazioni di categoria come la nostra all interno dell Ateneo di simili iniziative 3) Sostegno alla figura Professionale dell Ingegnere per l Ambiente e il Territorio Nell ultimo bando delle borse di Studio del CoNISMa per la ricerca sul mare, si lamenta il fatto che siano ammessi a partecipare praticamente tutti i corsi di laurea ad eccezione dei laureati in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio. Il nostro Presidente ha provveduto a contattare il CoNISMa, ma gli organizzatori si sono limitati a rispondere che loro hanno recepito il bando dal Ministero dell Ambiente. Per questo motivo il Presidente ha provveduto ad inviare al funzionario responsabile del Ministero una lettera di sensibilizzazione nei confronti del ruolo della nostra figura professionale. Marta Camera ) ha coordinato l'iniziativa per il sostegno al corso di idraulica marittima che, a causa del possibile allontanamento dell attuale docente, rischia di essere eliminato dal piano degli studi di ingegneria A&T. Tale iniziativa ha raccolto il sostegno di moltissimi soci, e si è concretizzata in una lettera di sensibilizzazione che è stata inviata a Rettore, Preside e Presidente del CCS. Attualmente siamo in attesa di risposta. 4) Partecipazione a Fiere Nell'ambito delle attività svolte per pubblicizzare AIAT, ma soprattutto gli ingegneri per l ambiente e il territorio, Sandro Starita ), ha organizzato e coordinato la partecipazione di AIAT alle seguenti manifestazioni: - Meeting Ambiente 21, svoltosi presso la Fiera di Milano nel marzo 2000; - Synesis 2000 e 2001, svoltisi presso il Politecnico di Milano nell'aprile 2000 e nell aprile 2001; - Tau Expo 2001, svoltosi presso la Fiera di Milano nel marzo 2001; In particolare, nel corso di Ambiente 21 Giulio De Leo ha partecipato, insieme ad importanti personalità del mondo accademico e lavorativo, alla tavola rotonda moderata da Walter Passerini (direttore del Corriere Lavoro) dal titolo "Scuola, lavoro e ambiente. Quale futuro?", con un accorato in intervento a difesa delle competenze ambientali che non si possono apprendere in corsi brevi ma solo attraverso una formazione rigorosa e all'esperienza sul campo. Le attività da svolte nel corso delle varie fiere sono state principalmente le seguenti: - presenziare lo stand per illustrare le nostre attività ai visitatori (il più delle volte addetti ai lavori e potenziali datori di lavoro); - raccogliere le nuove iscrizioni degli aventi diritto; - rappresentare AIAT, il ruolo e le competenze degli ingegneri ambientali nel mondo del lavoro con l ausilio di poster e materiale informativo. Si ringraziano inoltre Eleonora Tassile, Pietro Caratti, Monica Benzi e molti altri, per il prezioso aiuto fornito nella gestione delle attività fieristiche.

5 5) Servizi e agevolazioni per i soci Convenzione con la Banca Popolare di Sondrio. I soci AIAT possono usufruire di condizioni agevolate sui conti correnti presso la Banca Popolare di Sondrio. La convenzione è disponibile sul sito Convenzione con la Scuola di Palo Alto (http://www.scuoladipaloalto.it ) La scuola offre corsi di formazione post-laurea nelle aree sviluppo manageriale e comunicazione. Gli sconti sono del 15% per i soci e del 5% per le persone presentate dai soci. Per maggiori informazioni: Fabio Brusamarello ). Sconti ai corsi di formazione permanente del Politecnico È stata ottenuta per i soci AIAT la possibilità di partecipare al corso di aggiornamento "Il laboratorio per l'ambiente: nuovi inquinanti, tecniche analitiche, qualità e sicurezza" (presso il DIIAR del Politecnico) con uno sconto del 20% sulla quota di iscrizione, e al corso "Modelli di gestione della qualità dell'aria" (Università di Brescia) con uno sconto analogo. E in corso di preparazione una proposta per ottenere questo tipo di sconti su tutti i corsi di formazione nelle aree di interesse dell ingegneria ambientale. Si sottolinea come l'elevato livello QUALITATIVO (tutti laureati o laureandi in ingegneria ambientale, raggiungibili in tempo reale e a costo nullo tramite la mailing list) e QUANTITATIVO (circa 400 iscritti) di AIAT ci consenta di richiedere qualcosa in cambio della pubblicizzazione di corsi o convegni a pagamento. A tale scopo qualunque socio è invitato a farsi promotore di iniziative di questo genere sotto il nome di AIAT e, possibilmente, di preparare una bozza di documento standard per tali richieste. Il consigliere responsabile per questo tipo di attività è Fabio Brusamarello ) 6) Mailing List Sandro Starita ha curato la creazione e la gestione delle due mailing list dell'associazione, una riservata ai membri del consiglio direttivo e l'altra aperta a tutti gli associati. L attuale moderatore della lista è Mario Grosso. Nei primi 5 mesi del 2001 sono circolati più di 150 messaggi, comprendenti circa 50 offerte di lavoro, 20 richieste di informazioni, 60 segnalazioni di corsi, convegni, giornate di studio ecc. Si rinnova l'invito ad agire nella massima professionalità per quanto riguarda la risposta alle offerte di lavoro. È solo grazie a questo, infatti, che l'azienda interessata utilizzerà nuovamente AIAT nel caso di future esigenze di personale. A verifica di ciò è comunque stato inviato un questionario informativo a tutte le aziende che hanno utilizzato AIAT per la ricerca di personale (per informazioni: Iury Zucchi). 7) Sito WEB Per la nascita del sito web è doveroso ringraziare in modo particolare Emanuele Regalini (responsabile per le questioni tecnico-informatiche) e Sandro Starita che ha curato una parte dei contenuti delle pagine web. Oggi abbiamo un webmaster, Carlo Restano ) che con Emanuele Regalini ) e con la collaborazione di tutto il

6 Consiglio Direttivo, ha studiato le modifiche da apportare ai contenuti e alla struttura del sito web di AIAT al fine di renderlo più "navigabile" e più ricco di informazioni utili. In particolare sono stati considerati i seguenti possibile miglioramenti: - completa ristrutturazione della pagina iniziale del sito per migliorare la grafica e semplificare la suddivisione in categorie di argomenti; - miglioramento del meccanismo di riconoscimento degli iscritti tramite UserID e Password; - valutazione della possibilità di costruire un semplice database accessibile via internet, che contenga dati anagrafici e curricolari degli iscritti; questo strumento permetterebbe di agevolare notevolmente le operazioni di segreteria e di fornire nuovi utili sevizi ai soci, ma comporterebbe notevoli oneri per la costruzione e la manutenzione del sistema. 8) La partecipazione di AIAT al Forum Agenda 21 Nel contesto del Forum Permanente di Agenda XXI della Provincia di Milano, AIAT, rappresentata dal Vicepresidente Iury Zucchi e dal Socio Fondatore Daniele Lattuada ), ha contribuito fattivamente all approfondimento di alcuni temi di prioritario interesse nell ambito della Produzione ed innovazione tecnologica. Tale tematica, rivolta al mondo produttivo con particolare attenzione alle modalità di promozione dell'utilizzo di tecnologie innovative e ecocompatibili nella Provincia di Milano, è stata approfondita in occasione di cinque specifici incontri: AIAT ha espresso la necessità di focalizzare alcuni aspetti dei temi trattati; in particolare, il Vicepresidente ha sottolineato, nel corso di ognuno degli incontri, l importanza di considerare scenari di sviluppo fondati sul concetto del Life Cycle Thinking, in accordo con la filosofia del processo di Agenda 21 il quale prevede che a fronte della diminuzione locale di una pressione ambientale non debba corrispondere un aumento della stessa a livello globale o presso altri contesti territoriali. I risultati delle discussioni del ciclo di incontri, conclusosi il 18 Aprile, costituiranno la base per la successiva redazione del Programma di Azione per lo Sviluppo Sostenibile, nel quale AIAT sarà nuovamente chiamata a partecipare. Una nota di merito è giunta ad AIAT per la costante partecipazione: su circa una sessantina di attori coinvolti nel Forum Permanente, solo AIAT ed altre due organizzazioni hanno partecipato a tutti gli incontri previsti. Per maggiori approfondimenti su Agenda XXI è possibile contattare direttamente Iury Zucchi ). 9) I gruppi di lavoro AIAT Come anticipato nell introduzione, al dibattito tra i soci attivi sulle scelte strategiche rivolte a migliorare la comunicazione ed il coinvolgimento del resto dei soci alla vita operativa delle dell associazione, hanno avuto seguito due iniziative: la creazione di un gruppo di lavoro sui rifiuti coordinato da Emilio Pizzimenti ) ed un gruppo di lavoro su energia e ambiente, coordinato da Paola Caputo ). Alessandro Amicabile ) e Monica Benzi ) nell'ultima riunione del CD hanno portato qualche proposta per migliorare il rapporto tra aiat e gli studenti: -creazione di una mailing-list moderata dedicata agli studenti (dove scambiarsi appunti,opinioni,consigli sui corsi..)

7 -scrittura di una standard da inviare a tutti i soci per invitarli a partecipare a questa mailing-list illustrandone le funzioni -scrittura di una da inviare ai professori invitandoli a segnalare le Tesi/Tesine disponibili Tale iniziativa è stata accolta dal CD e ha raccolto parecchi consensi da parte dei soci studenti. A settembre, in occasione dell inizio delle lezioni, verrà effettuata una massiccia pubblicizzazione della nuova mailing list presso gli studenti del terzo, quarto e quinto anno. 10) Assemblea Annuale Il 5 marzo 2001 si è tenuta presso il Politecnico di Milano la riunione annuale dei soci. Il presidente, il vice presidente e il segretario hanno illustrato le attività svolte, quelle previste per il futuro, le problematiche ancora aperte, i bilanci preventivo e consuntivo. Durante la riunione è avvenuta l'elezione di un nuovo consigliere, in seguito alle dimissioni di Silvia Moroni. I candidati erano Daniele Bignami e Paolo Greco. Il vincitore è risultato Bignami, che si occuperà dei rapporti con il Politecnico. Il Prof. Guariso, unico rappresentante del corpo docente del Politecnico di Milano, ha invitato AIAT a riflettere sulla riforma universitaria in atto e a modificare lo statuto in modo da poter accogliere le nuove leve. Infine Carlo Pugnale, uno dei primi soci dell'associazione, ha sollevato il problema di come l'ingegnere ambientale debba imparare a valorizzare sia le competenze tecniche che gli aspetti formali che in certi contesti prevalgono sui primi, come nella formulazione di un giudizio nei colloqui di lavoro. Il verbale dell assemblea è disponibile sul sito 11) Attività amministrative varie La gestione amministrativa dell'associazione è portata avanti su base del tutto volontaria da membri del CD e da soci attivi, coordinati dal Segretario Mario Grosso. Tra questi si citano in particolare Eleonora Tassile (gestione DB soci), Marta Camera (verifiche pagamenti su ccp e gestione posta cartacea), Alessandro De Carli (organizzazione, coordinamento e stesura verbali delle riunioni del CD), Iury Zucchi (solleciti ai soci per il rinnovo della quota d iscrizione). Tutto ciò senza dimenticare il prezioso lavoro svolto da Silvia Moroni, Segretario di AIAT in carica fino al febbraio 2001 CHIUNQUE VOLESSE CONTRIBUIRE ATTIVAMENTE ALLA GESTIONE DELL'ASSOCIAZIONE È PREGATO DI METTERSI IN CONTATTO CON IL SEGRETARIO ). 12) Come consultare vecchi messaggi della mailing list, modificare il proprio profilo, ecc. L utilizzo della mailing list può avvenire semplicemente attraverso un client di posta elettronica (Eudora, Outlook), oppure anche attraverso il sito (http://groups.yahoo.com/group/aiat). Per quest ultima operazione è necessario crearsi un nuovo profilo su yahoo (se non se ne possiede già uno), seguendo le istruzioni chiaramente riportate. IMPORTANTE: per i soci che sono stati inseriti nella mailing list ai tempi di egroups (prima della fusione con yahoo, quindi prima del 2001) e che intendono operare con la mailing list anche tramite web è necessario associare il nuovo profilo yahoo all'indirizzo con cui

8 si ricevono i messaggi. Questa operazione può essere facilmente effettuata mediante il Conversion Wizard (http://groups.yahoo.com/convwiz) Una volta entrati nella propria pagina è possibile fare le seguenti operazioni: * leggere tutti i messaggi girati sulla lista dalla data della sua creazione (molto importante per i nuovi iscritti); * modificare l'indirizzo a cui si ricevono i messaggi e/o la password di accesso a egroups (evitando così di richiedere questa operazione alla segreteria di AIAT); * modificare la modalità di ricezione dei messaggi, all'interno delle seguenti opzioni: ricezione via di tutti i messaggi (quella di default), Daily Digest (nel caso di più di un messaggio al giorno, si riceve una sola che li riporta tutti, ma senza eventuali attachment), o No mail / Web only (non si ricevono i messaggi in casella ma si possono visionare dal sito yahoogroups dopo aver fatto il Log-in); * uscire dalla mailing list. Per qualunque richiesta di chiarimento relativa al servizio di mailing list contattate il moderatore ).

AIATinforma. Newsletter 1/2002. Notizie dall'associazione. Indice

AIATinforma. Newsletter 1/2002. Notizie dall'associazione. Indice Cari soci, dopo l'esperimento della newsletter dell'anno scorso (luglio 2001), dove erano state raccolte le informazioni di un anno di attività, quest'anno vorremmo puntare a pubblicare qualche numero

Dettagli

Statuto dell Associazione CA FOSCARI ALUMNI 28/10/2011

Statuto dell Associazione CA FOSCARI ALUMNI 28/10/2011 Statuto dell Associazione CA FOSCARI ALUMNI 28/10/2011 ART. 1. COSTITUZIONE E costituita, ai sensi dell art. 36 e seguenti del Codice Civile, l Associazione denominata: CA FOSCARI ALUMNI L Associazione

Dettagli

Marketing Management - serale

Marketing Management - serale Marketing Management - serale Master Universitario di primo livello Facoltà di Economia X edizione Anno Accademico 2013/2014 Presentazione La gestione delle relazioni con i mercati è elemento fondamentale

Dettagli

Il Master si pone come principale obiettivo quello di formare figure professionali (direttori

Il Master si pone come principale obiettivo quello di formare figure professionali (direttori presentazione intenso periodo di riforma normativa e culturale avviatosi negli anni Novanta e L culminato nel processo di riforma Brunetta sta interessando il modus operandi delle amministrazioni pubbliche

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT AGRO-ALIMENTARE ANNO ACCADEMICO 2015-2016

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT AGRO-ALIMENTARE ANNO ACCADEMICO 2015-2016 REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT AGRO-ALIMENTARE ANNO ACCADEMICO 2015-2016 Art. 1 Istituzione L Università Cattolica del Sacro Cuore, per iniziativa delle Facoltà di Scienze

Dettagli

Da ultimo si sottolinea che la relazione al conto annuale recepisce la disciplina di cui alla Legge n. 1/09.

Da ultimo si sottolinea che la relazione al conto annuale recepisce la disciplina di cui alla Legge n. 1/09. Al Ministero dell Economia e Finanze DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO ISPETTORATO GENERALE PER GLI ORDINAMENTI DEL PERSONALE E L ANALISI DEI COSTI DEL LAVORO PUBBLICO - UFFICI III, IV,

Dettagli

Via del Vecchio Politecnico,7-20121 Milano. T el. 02.7600.2015 F ax 02.7602.0494

Via del Vecchio Politecnico,7-20121 Milano. T el. 02.7600.2015 F ax 02.7602.0494 Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Passione tenace per la prevenzione efficace Via del Vecchio Politecnico,7-20121 Milano T el. 02.7600.2015 F ax 02.7602.0494 www.aias-sicurezza.it

Dettagli

City Management. master. Conoscere, orientare e innovare la Pubblica Amministrazione. Master universitario di I livello

City Management. master. Conoscere, orientare e innovare la Pubblica Amministrazione. Master universitario di I livello ALMA MATER STUDIORUM università di bologna SEDE DI FORLÍ Master in XI edizione City Management master Conoscere, orientare e innovare la Pubblica Amministrazione Master universitario di I livello Scadenza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCHEDA RELATIVA ALLA PROPOSTA DI ISTITUZIONE DI MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE A.A. 2013-2014 e 2014-2015 DENOMINAZIONE DEL CORSO ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE LIVELLO DEL MASTER (selezionare

Dettagli

Fagnani Daniela Rosa. P.zza Leonardo da Vinci, 32 20133 Milano. daniela.fagnani@polimi.it

Fagnani Daniela Rosa. P.zza Leonardo da Vinci, 32 20133 Milano. daniela.fagnani@polimi.it C U R R I C U L U M F O R M A T I V O E P R O F E S S I O N A L E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo P.zza Leonardo da Vinci, 32 20133 Milano Telefono 3357755149-0295303306 Fax E-mail daniela.fagnani@polimi.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Comitato per la Valutazione della Didattica Verbale della riunione del 24 giugno 2008

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Comitato per la Valutazione della Didattica Verbale della riunione del 24 giugno 2008 Oggi in Pavia, alle ore 14.30, presso la Stanza di Napoleone, Laboratorio di Anatomia Comparata, Dipartimento di Biologia Animale, piazza Botta 10, si riunisce il Comitato per la valutazione della didattica.

Dettagli

IL SEGRETARIO GENERALE CARLO FIORDALISO Firmato

IL SEGRETARIO GENERALE CARLO FIORDALISO Firmato Roma 00199 via di Tor Fiorenza, 35 tel. 06/865081 fax 06/86508235 URL: www.uifpl.it E-mail: segreteria @uilfpl.it Roma, 12 gennaio 2008 SEGRETERIA NAZIONALE ALLE SEGRETERIE REGIONALI UIL FPL Prot. n 76/08/GT/sg

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

MASTER IN SCIENZE COMPORTAMENTALI E AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

MASTER IN SCIENZE COMPORTAMENTALI E AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE MASTER IN SCIENZE COMPORTAMENTALI E AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Il Master in Scienze comportamentali e Amministrazioni Pubbliche costituisce un percorso innovativo di alto livello per dipendenti pubblici

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata MASTER DI I LIVELLO IN INDICIZZAZIONE DI DOCUMENTI CARTACEI, MULTIMEDIALI ED ELETTRONICI IN AMBIENTE DIGITALE realizzato dalla Facoltà di LETTERE E FILOSOFIA

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI ESAMI DI LAUREA 2 LIVELLO (Corsi di Laurea Magistrale - D.M. 270/04)) Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale

REGOLAMENTO DEGLI ESAMI DI LAUREA 2 LIVELLO (Corsi di Laurea Magistrale - D.M. 270/04)) Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale CdP 20/04/2012 Int. GdS 20/06/2013 REGOLAMENTO DEGLI ESAMI DI LAUREA 2 LIVELLO (Corsi di Laurea Magistrale - D.M. 270/04)) Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale Cap.1 - Commissioni di

Dettagli

CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA')

CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA') CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA') Art. 1 Art. 1 Denominazione e finalità dell'associazione CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE. 14 novembre 2013

PIANO DI COMUNICAZIONE. 14 novembre 2013 Presidio della Qualità di Ateneo Rilevazione della Opinione degli Studenti PIANO DI COMUNICAZIONE 14 novembre a cura di Area Percorsi di Qualità PIANO DI COMUNICAZIONE PER LA RILEVAZIONE DELL OPINIONE

Dettagli

La gestione integrata dei rischi aziendali

La gestione integrata dei rischi aziendali Facoltà di SCIENZE LINGUISTICHE E LETTERATURE STRANIERE La gestione integrata dei rischi aziendali Strumento competitivo e a supporto della valutazione del merito creditizio Master Universitario di secondo

Dettagli

Laurea in Scienze della società e del servizio sociale (classe L-39)

Laurea in Scienze della società e del servizio sociale (classe L-39) Laurea in Scienze della società e del servizio sociale (classe L-39) Bando di ammissione Anno Accademico 2014/2015 Le 4 mosse per non perdere il posto Informati Leggi attentamente il Bando! Se hai dei

Dettagli

Valutazione del servizio di reference in ambito economico, medico, pedagogico e psicologico sessioni del 2010. Rapporto di Ilaria Moroni

Valutazione del servizio di reference in ambito economico, medico, pedagogico e psicologico sessioni del 2010. Rapporto di Ilaria Moroni Valutazione del servizio di reference in ambito economico, medico, pedagogico e psicologico sessioni del 2010 Rapporto di Ilaria Moroni Sommario Premessa Oggetto dell indagine Finalità dell indagine Modalità

Dettagli

Decreto rettorale n. 29 del 17/07/2014 Computer Systems and Communication Networks IL RETTORE

Decreto rettorale n. 29 del 17/07/2014 Computer Systems and Communication Networks IL RETTORE Decreto rettorale n. 29 del 17/07/2014 Istituzione del Master Universitario di primo livello in Computer Systems and Communication Networks. Anno Accademico 2014-2015. IL RETTORE VISTO lo Statuto dell

Dettagli

UCIF NEWS GIUGNO 2011

UCIF NEWS GIUGNO 2011 NEWSLETTER UCIF - MENSILE DI INFORMAZIONE UCIF NEWS GIUGNO 2011 COMUNICARE L ASSOCIAZIONE: UCIF RILANCIA L IMPEGNO PRESO CON GLI ASSOCIATI Le aziende chiedono maggiori informazioni e una diffusione più

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Facoltà di architettura Valle Giulia BANDO DEL MASTER

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Facoltà di architettura Valle Giulia BANDO DEL MASTER BANDO DEL MASTER GOVERNO DEL TERRITORIO DELL'AMBIENTE E SVILUPPO LOCALE Presso la Facoltà d Architettura Valle Giulia, dell Università di Roma La Sapienza, è istituito il Master Universitario di 2 livello

Dettagli

Amici di Italia 61 Associazione culturale www.italia61.it info@italia61.it

Amici di Italia 61 Associazione culturale www.italia61.it info@italia61.it STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE SENZA FINALITA ECONOMICHE AMICI DI ITALIA 61 Art.1 È costituita una Associazione denominata Amici di Italia 61. L Associazione è regolata dalla normativa civilistica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO DEL 26/04/2004

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO DEL 26/04/2004 Oggi in Pavia, alle ore 15.30, presso la Sala riunione del Consiglio d Amministrazione, I piano del Palazzo Centrale, Università di Pavia, C.so Strada Nuova n 65, si riunisce il Nucleo di Valutazione dell'ateneo.

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

CAMPUSNET MANUALE STUDENTE

CAMPUSNET MANUALE STUDENTE CAMPUSNET MANUALE STUDENTE AUTORE: DATA ULTIMO AGGIORNAMENTO 29 gennaio 2013 VERSIONE: 1.6 2 di 32 AVVERTIMENTI DI ORDINE GENERALE...3 PERCORSO GUIDATO...4 FAQ e consigli utili...6 COME VISUALIZZARE I

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL MOLISE

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL MOLISE Pagina 1 di 7 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL MOLISE Area Gestione Risorse Umane e Formazione Settore Personale Docente PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI PROFESSORE UNIVERSITARIO

Dettagli

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE A E ATELIER EUROPEO in collaborazione con MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE con il patrocinio di Comune di Brescia Atelier Europeo, in collaborazione con la Fondazione Politecnico

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE. (emanato con D.R. n. 40 2015, prot. n. 998 I/3 del 19.01.

REGOLAMENTO DI ATENEO SUI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE. (emanato con D.R. n. 40 2015, prot. n. 998 I/3 del 19.01. REGOLAMENTO DI ATENEO SUI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (emanato con D.R. n. 40 2015, prot. n. 998 I/3 del 19.01.2015) Articolo 1 Ambito del Regolamento 1. In attuazione dell articolo

Dettagli

Azioni positive e buone pratiche per l inclusione lavorativa e il diversity management nelle aziende. www.diversitalavoro.it

Azioni positive e buone pratiche per l inclusione lavorativa e il diversity management nelle aziende. www.diversitalavoro.it Azioni positive e buone pratiche per l inclusione lavorativa e il diversity management nelle aziende www.diversitalavoro.it CERCHIAMO TALENTI A CUI OFFRIRE PARI OPPORTUNITA NEL MONDO DEL LAVORO Diversitalavoro

Dettagli

Nucleo di Valutazione di Ateneo. La valutazione sulle opinioni degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche

Nucleo di Valutazione di Ateneo. La valutazione sulle opinioni degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche DOC NdV 03/11 Nucleo di Valutazione di Ateneo La valutazione sulle opinioni degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche Anno accademico 2009/2010 Aprile 2011 A cura dell Ufficio Pianificazione

Dettagli

F.M.S.I. Federazione Medico Sportiva Italiana

F.M.S.I. Federazione Medico Sportiva Italiana In collaborazione con F.M.S.I. Federazione Medico Sportiva Italiana Master di I Livello in Giornalismo per l informazione sanitaria e sanitaria - sportiva Premessa I media tutelano o mettono a rischio

Dettagli

CONVENZIONE PER REALIZZAZIONE DEL CORSO DI ALTA FORMAZIONE PROJECT MANAGEMENT and INNOVATION tra La Sapienza, Università di Roma, con sede in Roma, Piazzale Aldo Moro, 5 Cod. Fisc. 80209930587 e Part.

Dettagli

!"#!#$%& * $ %+,-.,-/ ! " # $ % & ' ( ) *+!,-+ #! $ $ %%& $ '$$ ' ( ) ***

!#!#$%& * $ %+,-.,-/ !  # $ % & ' ( ) *+!,-+ #! $ $ %%& $ '$$ ' ( ) *** n.14 ottobre 2005 a cura del Comitato Genitori del Liceo Classico e Scientifico Giulio Casiraghi del Parco Nord Milano!" #! $ $ %%& $ '$$ ' ( ) *** "!"#!#$%& '(! " # $ )&! % & ' ( ) *+!,-+!.*/,)## ""(0-1222

Dettagli

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia MARKETING MANAGEMENT Master serale Anno Accademico 2010-2011 Master universitario di primo livello Facoltà di Economia Presentazione La gestione delle relazioni con i mercati è elemento fondamentale del

Dettagli

Attività di orientamento in uscita e placement. 13 novembre 2014 ore 14.30 Aula A - Sede Didattica ex-agraria Cristina Mora

Attività di orientamento in uscita e placement. 13 novembre 2014 ore 14.30 Aula A - Sede Didattica ex-agraria Cristina Mora Attività di orientamento in uscita e placement 13 novembre 2014 ore 14.30 Aula A - Sede Didattica ex-agraria Cristina Mora Mi presento Il ruolo dei referenti di Dipartimento Diffondere all interno del

Dettagli

PROCEDURA VALUTATIVA DI CHIAMATA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ASSOCIATO AI SENSI DELL ART. 24, COMMA 6 DELLA LEGGE N

PROCEDURA VALUTATIVA DI CHIAMATA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ASSOCIATO AI SENSI DELL ART. 24, COMMA 6 DELLA LEGGE N PROCEDURA VALUTATIVA DI CHIAMATA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ASSOCIATO AI SENSI DELL ART. 24, COMMA 6 DELLA LEGGE N.240/2010 - PER IL SETTORE CONCORSUALE 09/B3 SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE

Dettagli

PERSONE DISABILI. E PROGETTO DI VITA Il lavoro sociale con la famiglia e le istituzioni. Anno Accademico 2009-2010

PERSONE DISABILI. E PROGETTO DI VITA Il lavoro sociale con la famiglia e le istituzioni. Anno Accademico 2009-2010 PERSONE DISABILI E PROGETTO DI VITA Il lavoro sociale con la famiglia e le istituzioni Master universitario di primo livello Facoltà di Sociologia Anno Accademico 2009-2010 in collaborazione con: Presentazione

Dettagli

C.E.S.R.I. CENTRO EUROPEO STUDI E RICERCHE PER L IMPRESA STATUTO

C.E.S.R.I. CENTRO EUROPEO STUDI E RICERCHE PER L IMPRESA STATUTO C.E.S.R.I. CENTRO EUROPEO STUDI E RICERCHE PER L IMPRESA STATUTO Art. 1 Costituzione, sede, durata L Università Telematica e-campus costituisce il CENTRO EUROPEO STUDI e RICERCHE per l IMPRESA, in seguito

Dettagli

Rilevazione dell opinione degli Studenti e dei Docenti sugli insegnamenti Linee guida

Rilevazione dell opinione degli Studenti e dei Docenti sugli insegnamenti Linee guida UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI Presidio della Qualità di Ateneo Polo Centrale Rilevazione dell opinione degli Studenti e dei Docenti sugli insegnamenti Linee guida 13 novembre 2014 Sommario 1. Premessa...

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI DI MASTER, DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO

REGOLAMENTO DEI CORSI DI MASTER, DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO REGOLAMENTO DEI CORSI DI MASTER, DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 (Tipologie di corsi) 1. I corsi e le attività formative previste dal D.M. 270/2004 all art. 3, comma 9

Dettagli

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN DIDATTICA DELLE SCIENZE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO: UNA FORMAZIONE QUALIFICATA PER

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO DEL 5/12/2002

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO DEL 5/12/2002 Oggi in Pavia, alle ore 16.00, presso l Ufficio per gli Studi di Valutazione, si riunisce il Nucleo di Valutazione dell'ateneo. Il Nucleo è stato convocato dal Presidente con lettera del 25/11/2002. Risultano

Dettagli

ART.1 - E' costituita in Catania l'associazione culturale di. volontariato sociale denominata "Associazione Studentesca

ART.1 - E' costituita in Catania l'associazione culturale di. volontariato sociale denominata Associazione Studentesca Statuto Associazione Studentesca degli Informatici Catanesi TITOLO I (Denominazione, Scopo, Patrimonio Sociale) ART.1 - E' costituita in Catania l'associazione culturale di volontariato sociale denominata

Dettagli

Ai Presidenti delle Sezioni regionali ANAI (anche p.c. ai Consiglieri dei direttivi, ai Sindaci e ai Probi viri) Loro sedi. Roma, 10 dicembre 2013

Ai Presidenti delle Sezioni regionali ANAI (anche p.c. ai Consiglieri dei direttivi, ai Sindaci e ai Probi viri) Loro sedi. Roma, 10 dicembre 2013 Ai Presidenti delle Sezioni regionali ANAI (anche p.c. ai Consiglieri dei direttivi, ai Sindaci e ai Probi viri) Loro sedi Roma, 10 dicembre 2013 Cari Presidenti, le riunioni del Consiglio direttivo insieme

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO in Scienze e Tecniche Psicologiche dei Processi Mentali CLASSE L 24, ai SENSI DEL D.M. 270/2004 A.A. 2014-2015 TITOLO I - SCIENZE

Dettagli

è-book Un iniziativa dell Associazione Italiana Editori in occasione del Maggio dei Libri 2014

è-book Un iniziativa dell Associazione Italiana Editori in occasione del Maggio dei Libri 2014 è-book Un iniziativa dell Associazione Italiana Editori in occasione del Maggio dei Libri 2014 Finalità dell iniziativa Coinvolgere i ragazzi e puntare i riflettori sul loro futuro: libro, lettura, apprendimento

Dettagli

Università degli Studi della Tuscia Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Moderne Regolamento di Facoltà

Università degli Studi della Tuscia Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Moderne Regolamento di Facoltà Università degli Studi della Tuscia Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Moderne Regolamento di Facoltà Articolo 1 La Facoltà Articolo 2 Organi e strutture della Facoltà Articolo 3 Il Preside Articolo

Dettagli

Scuola di Psicoterapia dell Adolescenza e dell età Giovanile ad indirizzo Psicodinamico SPAD

Scuola di Psicoterapia dell Adolescenza e dell età Giovanile ad indirizzo Psicodinamico SPAD Scuola di Psicoterapia dell Adolescenza e dell età Giovanile ad indirizzo Psicodinamico SPAD REGOLAMENTO Articolo 1: Finalità Articolo 2: Organi della Scuola Articolo 3: Comitato Scientifico Articolo 4:

Dettagli

Fondazione Studium Generale Marcianum per la promozione di studi e ricerche Dorsoduro 1 30123 Venezia t. +39 041 27 43 911 f.

Fondazione Studium Generale Marcianum per la promozione di studi e ricerche Dorsoduro 1 30123 Venezia t. +39 041 27 43 911 f. PATTO FORMATIVO MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE ETICA D AZIENDA MEGA VII EDIZIONE A.A. 2013-2014 INTRODUZIONE Il presente documento contiene tutti gli elementi informativi del Master Universitario in

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO Comitato per L'Equità Fiscale

REGOLAMENTO INTERNO Comitato per L'Equità Fiscale REGOLAMENTO INTERNO Comitato per L'Equità Fiscale Il seguente regolamento contiene le norme attuative per la vita sociale del Comitato per l Equità fiscale Esso discende dallo statuto, che rimane il riferimento

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Art.1 Tipologia, durata e denominazione del corso

IL RETTORE DECRETA. Art.1 Tipologia, durata e denominazione del corso DIVISIONE PRODOTTI SETTORE ALTA FORMAZIONE Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 261 528/9 Fax 0161 210 289 progetti.didattica@unipmn.it Decreto del Rettore Repertorio n. 739/2014 Prot. n. 13839 del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA A.A. 2014-2015

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA A.A. 2014-2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA A.A. 2014-2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN Consulenza pedagogica e coordinamento di interventi formativi CLASSE LM- 85 (Scienze pedagogiche) AI SENSI

Dettagli

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE A E ATELIER EUROPEO in collaborazione con MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE Atelier Europeo, in collaborazione con la Fondazione Politecnico di Milano, allo scopo di incrementare

Dettagli

INIZIATIVA DI ORIENTAMENTO Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia

INIZIATIVA DI ORIENTAMENTO Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia INIZIATIVA DI ORIENTAMENTO Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia Elenco de i corsi di I livello (equiparati ad un diploma di laurea) attivi presso l Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA GESTIONE RISORSE UMANE PER LA DIDATTICA

ISTRUZIONE OPERATIVA GESTIONE RISORSE UMANE PER LA DIDATTICA Pagina 1 di 12 0. INDICE 0. INDICE...1 1. PREMESSA...2 2. RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3. RICHIESTA NUOVI POSTI PER PROFESSORE E RICERCATORE...2 3.1 Trasferimenti...3 3.2 Mobilità interna...3 4. ATTRIBUZIONE

Dettagli

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA. Master Universitario di I livello in COMUNICAZIONE E TECNOLOGIE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO E DEI BENI CULTURALI

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA. Master Universitario di I livello in COMUNICAZIONE E TECNOLOGIE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO E DEI BENI CULTURALI + UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Master Universitario di I livello in COMUNICAZIONE E TECNOLOGIE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO E DEI BENI CULTURALI (TECULTUR) Anno

Dettagli

IL RETTORE. 1. Obiettivi e Svolgimento dell attività formativa. 2. Ammissione

IL RETTORE. 1. Obiettivi e Svolgimento dell attività formativa. 2. Ammissione Decreto n. 3701 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Bari Aldo Moro; VISTO il Decreto Ministeriale 22.10.2004, n. 270, Modifiche al Regolamento recante norme concernenti l autonomia

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome NANNA CATERINA Telefono dell Ufficio 080 5714134 Fax dell Ufficio 080 5714182 E-mail dell Ufficio Data di

Dettagli

BILANCIO DI MISSIONE Anno 2011

BILANCIO DI MISSIONE Anno 2011 BILANCIO DI MISSIONE Anno 2011 Assomonitor BILANCIO DI MISSIONE Anno 2011 Sommario Chi siamo... 3 Il Clinical Monitor: compiti e contesto operativo... 4 Organi Direttivi... 5 Diffusione ASSOMONITOR in

Dettagli

Verbale della seduta del Comitato Direttivo CBUI del 10 Ottobre 2013

Verbale della seduta del Comitato Direttivo CBUI del 10 Ottobre 2013 Collegio dei Biologi delle Università Italiane Il Presidente Prof. Giovanni Antonini Verbale della seduta del Comitato Direttivo CBUI del 10 Ottobre 2013 Risultano presenti: prof. G. Antonini, prof. A.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 3 a EDIZIONE FEBBRAIO 2013 - LUGLIO 2014 in collaborazione con

Dettagli

STATUTO DELLA. "Associazione MODA E MODI. per una cultura della moda e per una moda di cultura" --==oo0oo==-- TITOLO I. Art. 1. Denominazione e sede

STATUTO DELLA. Associazione MODA E MODI. per una cultura della moda e per una moda di cultura --==oo0oo==-- TITOLO I. Art. 1. Denominazione e sede Allegato "A" al n. STATUTO DELLA "Associazione MODA E MODI per una cultura della moda e per una moda di cultura" o più brevemente: "Associazione MODA E MODI" --==oo0oo==-- TITOLO I Art. 1 Denominazione

Dettagli

Business Content Management

Business Content Management Facoltà di Lettere e Filosofia Master Universitario di I Livello Business Content Management Web & Social Marketing per le Imprese e i Territori I edizione M a s t e r 2014-2015 Direzione: prof. Angelo

Dettagli

C S R N E W S N o t i z i a r i o s u l l a r e s p o n s a b i l i t à s o c i a l e d i m p r e s a

C S R N E W S N o t i z i a r i o s u l l a r e s p o n s a b i l i t à s o c i a l e d i m p r e s a C S R N E W S N o t i z i a r i o s u l l a r e s p o n s a b i l i t à s o c i a l e d i m p r e s a N. V/5 maggio i 2010 I N D I C E F O C U S Punto di Contatto Nazionale OCSE, Disponibili sul sito due

Dettagli

Provvedimento n. 7410 ( PI2412 ) ISFAR MASTER IN PEDAGOGIA

Provvedimento n. 7410 ( PI2412 ) ISFAR MASTER IN PEDAGOGIA Provvedimento PI2412 ISFAR MASTER IN PEDAGOGIA PUBBLICAZIONE tipo Chiusura istruttoria numero 7410 data 16/07/1999 Bollettino n. 28/1999 Procedimento collegato (esito) - Ingannevole Testo Provvedimento

Dettagli

Indagine sulle Pari Opportunità rivolta agli studenti e alle studentesse dell Università di Roma Tre (Relazione Tecnica)

Indagine sulle Pari Opportunità rivolta agli studenti e alle studentesse dell Università di Roma Tre (Relazione Tecnica) Indagine sulle Pari Opportunità rivolta agli studenti e alle studentesse dell Università di Roma Tre (Relazione Tecnica) 1. Normativa Come previsto dalla legge, l Università di Roma Tre ha istituito nel

Dettagli

Incontri di presentazione sulle modalità di accesso ai corsi di studio di I ciclo

Incontri di presentazione sulle modalità di accesso ai corsi di studio di I ciclo Incontri di presentazione sulle modalità di accesso ai corsi di studio di I ciclo La Scuola di Farmacia, Biotecnologie e Scienze motorie, nell'ambito delle scienze della vita, offre agli studenti competenze

Dettagli

IL RETTORE. Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti d'istruzione. secondaria di Roma e comuni limitrofi

IL RETTORE. Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti d'istruzione. secondaria di Roma e comuni limitrofi IL RETTORE Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti d'istruzione secondaria di Roma e comuni limitrofi Oggetto: esonero dal pagamento delle rette universitarie Egr. Colleghe e Colleghi, l'università Niccolò

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO E LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO E LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO E LA DISCIPLINA DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA Art. 1 (Finalità) 1 Emanato con D.D. n. 630 del 27/09/2011; modificato con D.R. n. 214 del 07/05/2014. 1. Il

Dettagli

RAPPORTO DI RIESAME 2015

RAPPORTO DI RIESAME 2015 RAPPORTO DI RIESAME 2015 Denominazione del Corso di Laurea Magistrale: Lingue e Letterature Moderne Classe: (LM-37) Lingue e Letterature Moderne Europee e Americane Sede: Università della Calabria Dipartimento

Dettagli

VERBALE DELL ASSEMBLEA GENERALE DELLA CONSULTA NAZIONALE DEGLI SPECIALIZZANDI IN MEDICINA DEL LAVORO (CoSMeL)

VERBALE DELL ASSEMBLEA GENERALE DELLA CONSULTA NAZIONALE DEGLI SPECIALIZZANDI IN MEDICINA DEL LAVORO (CoSMeL) Consulta Nazionale degli Specializzandi in Medicina del Lavoro VERBALE DELL ASSEMBLEA GENERALE DELLA CONSULTA NAZIONALE DEGLI SPECIALIZZANDI IN MEDICINA DEL LAVORO (CoSMeL) Giardini Naxos 11/10/2013 Il

Dettagli

Rilevazione gradimento servizio di Management Didattico Aprile 2014

Rilevazione gradimento servizio di Management Didattico Aprile 2014 Rilevazione gradimento servizio di Management Didattico Aprile 2014 Nel 2014 il servizio di Management Didattico è stato valutato da complessivamente 3540 studenti (rispetto a 3.999 nel 2012) che hanno

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO dell associazione CREA CENTRO RICERCHE ETNOANTROPOLOGICHE

VERBALE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO dell associazione CREA CENTRO RICERCHE ETNOANTROPOLOGICHE Siena, 22 febbraio 2011 VERBALE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO dell associazione CREA CENTRO RICERCHE ETNOANTROPOLOGICHE In data 22 febbraio 2011, in collegamento skype, si è riunito il Consiglio Direttivo dell

Dettagli

I L P R E S I D E N T E

I L P R E S I D E N T E Bando di concorso per il conferimento, negli anni 2015 2016 2017, di una borsa di studio del valore di 1.700,00, per ciascun anno, intitolate alla memoria di Emanuela SCHIAVO, finanziate da una donazione

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ESAME DI LAUREA

DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ESAME DI LAUREA DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ESAME DI LAUREA Marca da bollo da 16,00 DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA/MAGISTRALE Al Magnifico Rettore dell'università degli Studi di Brescia

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CREAZIONE DI UN GRUPPO TERRITORIALE

LINEE GUIDA PER LA CREAZIONE DI UN GRUPPO TERRITORIALE DI UN GRUPPO TERRITORIALE Associazione a sostegno dell'economia del Bene Comune Questa guida deve servire come aiuto iniziale alle persone, che vogliono costruire un gruppo territoriale nella propria regione.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SEGANTINI ASSO. Verbale n 4 a.s. 2014/2015. Collegio dei Docenti

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SEGANTINI ASSO. Verbale n 4 a.s. 2014/2015. Collegio dei Docenti ISTITUTO COMPRENSIVO G. SEGANTINI ASSO Verbale n 4 a.s. 2014/2015 Collegio dei Docenti X Unitario Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado Data 27 febbraio 2015 Luogo sede di Asso

Dettagli

DOMANDA DI LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

DOMANDA DI LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT Pag 1 di 5 Marca da bollo Valore vigente AL MAGNIFICO RETTORE dell'università degli Il/La sottoscritto/a matr. nato/a a prov. il residente in via comune prov CAP telefono fisso cellulare e-mail personale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE ANNO 2012/2013

PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE ANNO 2012/2013 ASSEMBLEA 26 OTTOBRE 2012 PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE ANNO 2012/2013 PROGRAMMA GENERALE ALSOB 1. Start-up a) Tesseramento soci Con l evento Laureati Eccellenti si apre l opportunità per i soci

Dettagli

Piano di Orientamento e Tutorato

Piano di Orientamento e Tutorato Università degli Studi di Siena Facoltà di Lettere e Filosofia Piano di Orientamento e Tutorato a.a. 2011-2012 2012 Il lavoro dei delegati di Facoltà all Orientamento, Prof.ssa Maria Rita Digilio (Delegato

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Hypatìa

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Hypatìa UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Hypatìa Adunanza del 10.02.2012 Il giorno 10 Febbraio 2012 alle ore 11.30 a Palermo presso l aula

Dettagli

V E R B A L E N. 2 (PRESA VISIONE DEI DOCUMENTI INVIATI DAI CANDIDATI)

V E R B A L E N. 2 (PRESA VISIONE DEI DOCUMENTI INVIATI DAI CANDIDATI) Valutazione comparativa per la copertura di n. 1 posto di CHIM/07 (FONDAMENTI CHIMICI DELLE TECNOLOGIE) presso la Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Brescia, bandita con D.R.1369 del

Dettagli

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato INDICE

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato INDICE INDICE REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI UNIVERSITARI A CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Pag. 3 Art. 1 Ambito di applicazione Pag. 3 Art. 2 Finanziamento Pag. 3 Art. 3 Disciplina del rapporto

Dettagli

Management Innovativo delle Organizzazioni Sanitarie

Management Innovativo delle Organizzazioni Sanitarie Decreto Rettorale N.540 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTA DI SOCIOLOGIA Bando di selezione per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO in Management Innovativo delle Organizzazioni

Dettagli

Verbale n. 6 Comitato Esecutivo della Scuola di Dottorato del 31/01/2007

Verbale n. 6 Comitato Esecutivo della Scuola di Dottorato del 31/01/2007 Verbale n. 6 Comitato Esecutivo della Scuola di Dottorato del 31/01/2007 Il giorno 31/01/2007 alle ore 14.00 presso la Sala del Consiglio di Amministrazione dell Università di Roma Tor Vergata si è riunito

Dettagli

Liceo DES AMBROIS. - Oulx - Servizio di Prevenzione e Protezione. della Salute e. Sicurezza sul Lavoro

Liceo DES AMBROIS. - Oulx - Servizio di Prevenzione e Protezione. della Salute e. Sicurezza sul Lavoro Scuola Media Liceo Istituto Professionale ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE DES AMBROIS - Oulx - SPP Servizio di Prevenzione e Protezione S Sistema di Gestione G della Salute e S Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

BIOETICA PER LE SPERIMENTAZIONI CLINICHE E I COMITATI ETICI

BIOETICA PER LE SPERIMENTAZIONI CLINICHE E I COMITATI ETICI FORMAZIONE UNIVERSITARIA ON-LINE MASTER IN BIOETICA PER LE SPERIMENTAZIONI CLINICHE E I COMITATI ETICI A Distanza e con Campus Virtuale A partire dall A.A. 2009-2010 Coordinamento Prof. Adriano Tagliabracci

Dettagli

PROVA FINALE DEL CORSO DI LAUREA TRIENNALE

PROVA FINALE DEL CORSO DI LAUREA TRIENNALE PROVA FINALE DEL CORSO DI LAUREA TRIENNALE Art. 10. Obiettivo della prova finale 1. La prova finale per il conseguimento del titolo consiste nella preparazione, sotto la supervisione di un docente relatore,

Dettagli

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato Art.1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento

Dettagli

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA SECONDA EDIZIONE DEL MASTER DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA DEGLI EDIFICI PER IL CULTO"

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA SECONDA EDIZIONE DEL MASTER DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA DEGLI EDIFICI PER IL CULTO CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DELLA SECONDA EDIZIONE DEL MASTER DI SECONDO LIVELLO IN PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA DEGLI EDIFICI PER IL CULTO" L Università degli studi di Trento cod. fiscale n 00340520220

Dettagli

Università degli Studi di SIENA

Università degli Studi di SIENA Page 1 of 6 Università degli Studi di SIENA Relazione del NdV Indicazioni e raccomandazioni home Appendice degli Allegati 4. Descrizione e valutazione delle modalità e dei risultati della rilevazione dell'opinione

Dettagli

Antonietta Albanese*, Marcello Cesa-Bianchi**, *Segretaria Scientifica Aript, **Presidente Aript, Università degli Studi di Milano

Antonietta Albanese*, Marcello Cesa-Bianchi**, *Segretaria Scientifica Aript, **Presidente Aript, Università degli Studi di Milano Introduzione Antonietta Albanese*, Marcello Cesa-Bianchi**, *Segretaria Scientifica Aript, **Presidente Aript, Università degli Studi di Milano Il primo numero della Rivista di Psicologia del turismo richiede

Dettagli

la nuova ISO 9001:2015

la nuova ISO 9001:2015 punto SICEV presso AICQ-ci Sezione di Bari la nuova ISO 9001:2015 come cambieranno i Sistemi di Gestione Bari, 02 ottobre 2015 SALA Dopolavoro Ferroviario c.so Italia n.112 Bari La revisione dell ISO 9001,

Dettagli

IL RETTORE. VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO l art. 2 del Regolamento Didattico di Ateneo;

IL RETTORE. VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO l art. 2 del Regolamento Didattico di Ateneo; Area Studenti Ufficio Esami di Stato e Corsi Post Lauream Repertorio n. 1091/2011 Prot n. 21544 13/07/2011 IL RETTORE VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO

Dettagli