COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AI FONDI COMUNI RIENTRANTI NEL SISTEMA FONDI APERTI GESTNORD FONDI IN MERITO A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AI FONDI COMUNI RIENTRANTI NEL SISTEMA FONDI APERTI GESTNORD FONDI IN MERITO A"

Transcript

1 spazio riservato all indirizzo inserito con etichetta Milano, 20 settembre 2007 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AI FONDI COMUNI RIENTRANTI NEL SISTEMA FONDI APERTI GESTNORD FONDI Gentile Cliente, IN MERITO A FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI FONDI **** ULTERIORI MODIFICHE REGOLAMENTARI con la presente desideriamo comunicarle che Sella Gestioni SGR con decorrenza 1 gennaio 2008 incorporerà otto fondi, appartenenti al Sistema Fondi Aperti Gestnord Fondi, in altri fondi rientranti nel medesimo Sistema gestito dalla stessa. Tale fusione, approvata dal Consiglio di Amministrazione di Sella Gestioni del 20 giugno 2007 ed autorizzata dalla Banca d Italia in data 29 agosto scorso, risponde all obiettivo di razionalizzazione dei prodotti offerti in considerazione dell evoluzione dei mercati e degli orientamenti della clientela stessa. La fusione non comporta oneri per i partecipanti e si concretizza in un operazione automatica di passaggio di quote tra fondi (dal fondo incorporando al fondo incorporante). Pertanto, con l operazione di fusione ed in assenza di una manifestazione di volontà diversa da parte dei partecipanti ai fondi da incorporare, le quote di ciascun partecipante ai fondi incorporandi confluiranno automaticamente nei fondi incorporanti secondo le regole di un normale passaggio tra fondi. Per fornirle informazioni dettagliate alleghiamo una Nota tecnica che riassume le caratteristiche dell operazione di fusione; come evidenziato nella Nota stessa, la fusione dei fondi si perfezionerà il 1 gennaio 2008 essendo subordinata al decorso di almeno 90 giorni dalla relativa pubblicazione sul giornale previsto dal Regolamento, Il Sole 24 Ore, del 21 settembre **** Le comunichiamo inoltre le ulteriori modifiche regolamentari deliberate dal Consiglio di Amministrazione della nostra Società nella sopra citata riunione del 20 giugno 2007 ed approvate dalla Banca d Italia in data 29 agosto 2007: 1) riduzione delle commissioni di gestione per i fondi: Nordfondo Liquidità da 0,5% a 0,3% annuo, Nordfondo Obbligazioni Breve Termine da 0,7% a 0,6% annuo, Nordfondo Obbligazioni Corporate da 1,5% a 1% annuo; 2) estensione a tutti i fondi, ad eccezione di Nordfondo Liquidità, della possibilità di utilizzo dei derivati con finalità di investimento (già attualmente prevista per i fondi azionari geografici), prevedendo per tale utilizzo una leva massima di 1,2 per gli obbligazionari e di 1,3 per bilanciato, flessibile ed azionari. Ne consegue che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima rispettivamente del 20% e del 30%; tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite; 3) introduzione della commissione di incentivo per il fondo Nordfondo Obbligazioni Breve Termine. Tale commissione è già attualmente prevista per tutti i fondi, ad eccezione di Nordfondo Liquidità e Nordfondo Obbligazioni Breve Termine ed è pari al 20% della differenza, se positiva, tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del benchmark relativi al medesimo periodo (anno solare); l incidenza percentuale della provvigione di incentivo sul valore complessivo netto dei singoli fondi/comparti non potrà essere superiore a quella della commissione fissa di gestione prevista per i fondi medesimi;

2 4) per il fondo Nordfondo Etico Obbligazionario Misto Max 20% Azioni il benchmark sarà modificato da: 10% D.J. Stoxx Sustainability x AGTAF Index; 90% Merrill Lynch EMU Direct Gov. Bond Index in: 10% D.J. Stoxx Sustainability Return Index; 70% Merrill Lynch EMU Direct Gov. Bond Index; 20% MTS Monetario; 5) alcune variazioni nell ambito della descrizione della politica gestionale, la cui opportunità è stata evidenziata dalla pratica operativa, quali: - per i fondi Nordfondo Liquidità, Nordfondo Obbligazioni Breve Termine, Nordfondo Obbligazioni Medio Termine e Gestnord Bilanciato sostituzione dell indicazione dei mercati di quotazione (attualmente previsti i mercati di quotazione dei Paesi dell Unione pea) con l indicazione dei Paesi degli emittenti, prevedendo i Paesi OCSE, il tutto a parità di rischio di credito e ferma restando la denominazione in euro; - per Nordfondo Obbligazioni Convertibili, cambiamento da misura contenuta a misura residuale dell investimento in valute diverse dall euro; 6) con l operazione di fusione verranno a cessare i Servizi di abbinamento al conto corrente attualmente previsti per i fondi Nordfondo Obbligazioni Internazionali e Apulia Obbligazioni Medio Termine, in quanto fondi che verranno incorporati. Qualora ne faccia richiesta Sella Gestioni SGR avrà cura di inviarle gratuitamente una copia della nuova versione del Regolamento di Gestione disponibile dal 20 settembre 2007 anche sul sito ********* Nell ambito del Prospetto Informativo, che riprenderà le modifiche regolamentari evidenziate, verranno inoltre apportate le seguenti variazioni: - per tutti i fondi che per la componente obbligazionaria forniscono l indicazione di un rating si precisa che viene utilizzato il rating dell emittente qualora le singole emissioni obbligazionarie siano prive di rating; - per il Fondo Gestnord Bilanciato l area geografica di riferimento da Unione pea diverrà pa. ********* Tutte le modifiche relative sia al Regolamento dei Fondi che al Prospetto Informativo entreranno in vigore il 1 gennaio Qualora desiderasse ulteriori informazioni rispetto a quanto riportato potrà rivolgersi, oltre che alla Succursale della Sua Banca o al Suo Promotore Finanziario, direttamente alla nostra Società che è a Sua completa disposizione, anche telefonicamente al numero verde L occasione ci è gradita per porgerle i nostri migliori saluti. SELLA GESTIONI S.G.R. S.p.A. All.: c.s.

3 Nota tecnica relativa alla fusione per incorporazione di fondi Il presente progetto di fusione contempla la fusione di otto fondi comuni mobiliari aperti, appartenenti al Sistema Fondi Aperti Gestnord Fondi e disciplinati dal Regolamento Unico, mediante incorporazione in altri cinque fondi rientranti nel medesimo Sistema e disciplinati quindi dal medesimo Regolamento. L operazione di fusione non comporta alcun onere per i Partecipanti. L obiettivo che si intende perseguire è una razionalizzazione dei prodotti gestiti nell interesse dei sottoscrittori, al fine di aumentare con l integrazione dei rispettivi patrimoni la dimensione dei fondi incorporandi ed incorporanti. I fondi interessati dall operazione di fusione sono i seguenti: - Apulia Obbligazioni Medio Termine, obbligazionario area euro, verrà incorporato dall omologo fondo obbligazionario area euro Nordfondo Obbligazioni Medio Termine; - Nordfondo Obbligazioni Internazionali, appartenente alla categoria dei fondi Obbligazionari Internazionali Governativi, verrà incorporato dal fondo Nordfondo Obbligazioni Dollari, appartenente alla categoria dei fondi Obbligazionari Dollaro Governativi; - Gestnord Bilanciato Internazionale, bilanciato internazionale, verrà incorporato dal fondo Gestnord Asset Allocation, fondo flessibile. - Apulia Azioni Italia, azionario Italia, verrà incorporato dall omologo fondo azionario Italia Gestnord Azioni Italia; - Gestnord Azioni Ambiente e Salute, Gestnord Azioni Banche, Gestnord Azioni Tecnologia, Gestnord Azioni Energia e Materie Prime verranno incorporati dal fondo Gestnord Azioni Internazionali. Con l incorporazione dei quattro fondi azionari settoriali Gestnord Azioni Internazionali sarà caratterizzato da una più incisiva attenzione per la selezione di tipo settoriale rispetto all attuale politica gestionale che, pur in presenza di scelte necessariamente settoriali, privilegia la diversificazione per aree geografiche; per evidenziare tale nuova caratteristica, il fondo cambierà denominazione in Gestnord Azioni Trend Settoriali. Nessuna variazione deriverà dalla fusione per quanto riguarda la disciplina di partecipazione, in termini di sottoscrizioni, rimborsi, passaggi tra fondi, commissioni di sottoscrizione applicabili e relative agevolazioni finanziarie nonché di valorizzazione delle quote e di relativa pubblicazione, in quanto contemplati dallo stesso prospetto. Anche le commissioni di gestione sono uguali sia per i fondi da incorporare sia per i fondi incorporanti, ad eccezione del fondo Gestnord Bilanciato Internazionale (la cui commissione di gestione annua è dell 1,8%) che confluirà in un fondo, Gestnord Asset Allocation, con commissione di gestione più bassa (1,65% annuo). Per quanto riguarda la politica di investimento, vi sono parziali divergenze tra i fondi da incorporare ed i fondi incorporanti, evidenziate nel Prospetto delle principali caratteristiche dei fondi interessati dall operazione di fusione riportato in allegato. Poiché tutti i fondi non prevedono commissioni né per i rimborsi né per i passaggi tra fondi contemplati dallo stesso prospetto, i partecipanti che non desiderassero confluire nel fondo incorporante non avrebbero alcun onere a chiedere, prima della data di efficacia della fusione, nel rispetto del termine del 21 dicembre 2007 di seguito esplicitato, di passare eventualmente in altro fondo di loro maggior gradimento o di rimborsare le proprie quote. Suggerimenti in merito potranno essere utilmente forniti dai Collocatori, parimenti informati dettagliatamente in merito all operazione di fusione. Come detto, la fusione è oggetto anche di apposita pubblicazione sul giornale previsto dal regolamento dei fondi, Il Sole 24 Ore. Con la fusione per incorporazione ed in assenza di una manifestazione di volontà diversa da parte dei partecipanti ai fondi da incorporare, le quote di ciascun partecipante ai fondi incorporandi confluiranno automaticamente nei fondi incorporanti secondo le regole di un normale passaggio tra fondi. L attribuzione ai partecipanti delle quote del nuovo fondo avverrà al NAV (valore unitario della quota) disponibile il giorno di efficacia della fusione, secondo le regole disciplinanti un normale passaggio tra fondi, come previste dal rispettivo regolamento. Per giorno di efficacia della fusione, 1 gennaio 2008, si intende il giorno di conclusione del periodo di almeno 90 giorni dalla pubblicazione sulla stampa del relativo comunicato e nel frattempo sarà depositato presso la Consob il prospetto informativo modificato di conseguenza. Pertanto il NAV al quale avverrà l assegnazione delle quote, sulla base del rimborso e della conseguente contestuale sottoscrizione, sarà quello disponibile il 1 gennaio 2008, cioè il NAV del 28 dicembre 2007, in quanto il 31 dicembre la Borsa italiana è chiusa. Si avvisa che per motivazioni operative dal 21 dicembre 2007 non potranno essere più accettate richieste di sottoscrizioni, PAC compresi, e di rimborsi sui fondi incorporandi. I certificati fisici rappresentativi delle quote dei fondi incorporandi dovranno essere annullati e sostituiti senza alcun onere a carico dei partecipanti. I possessori dei certificati dovranno farli pervenire a Sella Gestioni S.G.R. S.p.A. - Via Vittor Pisani, Milano ovvero alla Banca Depositaria Sella Holding Banca S.p.A., Settore Fondi, Via Italia, Biella per il tramite dei Soggetti Collocatori. Le eventuali richieste di rimborso, switch e trasferimento potranno essere effettuate previa presentazione dei certificati fisici, qualora emessi, per l annullamento o la sostituzione. A fusione avvenuta, sarà cura della Società di Gestione dare conferma a ciascun partecipante interessato alla fusione del numero di quote assegnategli del nuovo fondo, con tutte le relative informazioni.

4 PROSPETTO DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEI FONDI INTERESSATI DALL OPERAZIONE DI FUSIONE APULIA OBBLIGAZIONI EURO MEDIO TERMINE (come indicato nella Nota tecnica il fondo verrà incorporato da Nordfondo Obbligazioni Medio Termine) Apulia Obbligazioni Medio Termine Obbligazionari Governativi Medio/Lungo Termine IT IT Graduale accrescimento del valore del capitale investito 2-5 anni medio/basso Investimento in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e monetaria denominati in euro. Area pa Principalmente Stati Sovrani, Enti Regionali e Locali, Organismi Internazionali. Residualmente Emittenti societari. Duration: compresa tra 3 e 6 anni. Rating: investimento in obbligazioni di emittenti con rating non inferiore ad investment grade; residualmente privi di rating. Paesi Emergenti: è escluso l investimento in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato alla copertura dei rischi e ad una più efficiente gestione del portafoglio. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. Analisi del quadro macroeconomico. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, ma la limitata volatilità degli investimenti realizzati può comportare modesti scostamenti del fondo rispetto al benchmark. Nordfondo Obbligazioni Medio Termine Obbligazionari Governativi Medio/Lungo Termine IT IT Graduale accrescimento del valore del capitale investito 2-5 anni medio/basso Investimento in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e monetaria denominati in euro. Area pa. Principalmente Stati Sovrani, Enti Regionali e Locali, Organismi Internazionali. Residualmente Emittenti societari. Duration: compresa tra 3 e 6 anni. Rating: investimento in obbligazioni di emittenti con rating non inferiore ad investment grade; residualmente privi di rating. Paesi Emergenti: è escluso l investimento in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. L utilizzo degli strumenti derivati è indirizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio, a finalità di investimento. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. In relazione agli strumenti finanziari derivati utilizzati con finalità di investimento, il fondo può avvalersi di una leva finanziaria pari a 1,2. Ne consegue, pertanto, che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima del 20%. Tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite. Analisi del quadro macroeconomico. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, ma la limitata volatilità degli investimenti realizzati può comportare modesti scostamenti del fondo rispetto al benchmark. illustrazione si Pagina 1 di 8

5 NORDFONDO OBBLIGAZIONI INTERNAZIONALI (come indicato nella Nota tecnica il fondo verrà incorporato da Nordfondo Obbligazioni Dollari) Nordfondo Obbligazioni Internazionali Obbligazionari Internazionali Governativi IT IT Graduale accrescimento del valore del capitale investito 2-5 anni Medio Investimento in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e monetaria denominati principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Principalmente Stati Sovrani, Enti Regionali e Locali, Organismi Internazionali. Residualmente Emittenti societari. Duration: compresa tra 4 e 7 anni. Rating: investimento in obbligazioni di emittenti con rating minimo investment grade; residualmente non investment grade e residualmente privi di rating. Paesi Emergenti: investimento residuale in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato alla copertura dei rischi e ad una più efficiente gestione del portafoglio. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. Analisi del quadro macroeconomico. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare scostamenti del fondo rispetto al benchmark. Nordfondo Obbligazioni Dollari Obbligazionari Dollaro Governativi Medio/Lungo Termine IT IT Graduale accrescimento del valore del capitale investito 2-5 anni Medio Investimento in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e monetaria denominati in dollari, principalmente in dollari Usa. Principalmente Nord America. Principalmente Stati Sovrani, Enti Regionali e Locali, Organismi Internazionali. Residualmente Emittenti societari. Duration: compresa tra 4 e 7 anni. Rating: investimento in obbligazioni di emittenti con rating non inferiore a investment grade; residualmente privi di rating. Paesi Emergenti: investimento residuale in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. L utilizzo degli strumenti derivati è indirizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio, a finalità di investimento. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. In relazione agli strumenti finanziari derivati utilizzati con finalità di investimento, il fondo può avvalersi di una leva finanziaria pari a 1,2. Ne consegue, pertanto, che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima del 20%. Tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite. Analisi del quadro macroeconomico. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare scostamenti del fondo rispetto al benchmark. illustrazione si Pagina 2 di 8

6 GESTNORD BILANCIATO INTERNAZIONALE (come indicato nella Nota tecnica il fondo verrà incorporato da Gestnord Asset Allocation) Gestnord Bilanciato Internazionale Bilanciati IT IT Incremento del valore del capitale investito 2-5 anni Medio/alto Investimento in strumenti finanziari di natura azionaria in misura prevalente e strumenti finanziari obbligazionari e monetari in misura significativa, denominati principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Stati Sovrani, Enti Regionali e Locali, Organismi Internazionali, Emittenti societari. Duration della componente obbligazionaria del portafoglio: compresa tra 3 e 6 anni. Rating: investimento in obbligazioni di emittenti con rating minimo investment grade; residualmente non investment grade e residualmente privi di rating. Capitalizzazione: società a media ed elevata capitalizzazione. Paesi Emergenti: investimento residuale in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato alla copertura dei rischi e ad una più efficiente gestione del portafoglio. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. Analisi del quadro macroeconomico ed analisi dei fondamentali delle singole società. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. Gestnord Asset Allocation Flessibili IT IT Perseguimento di obiettivi di rendimento senza vincoli predeterminati relativamente alle classi di strumenti finanziari (azioni, obbligazioni) in cui investire; la massima perdita potenziale derivante dalla gestione del fondo, nell arco temporale di un mese, all interno di un livello di probabilità del 95%, è pari al 7%. 1-3 anni Investimento in strumenti finanziari di natura azionaria, obbligazionaria e monetaria denominati principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Stati Sovrani, Enti Regionali e Locali, Organismi Internazionali, Emittenti societari. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Rating: investimento in obbligazioni di emittenti con rating minimo investment grade; residualmente non investment grade e residualmente privi di rating. Paesi Emergenti: l investimento nei Paesi Emergenti ha carattere contenuto. Duration: in considerazione dello stile di gestione flessibile adottato ed in conseguenza dell estrema variabilità dell asset allocation del fondo non è possibile indicare un intervallo di duration di portafoglio. L utilizzo degli strumenti derivati è indirizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio, a finalità di investimento. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. In relazione agli strumenti finanziari derivati utilizzati con finalità di investimento, il fondo può avvalersi di una leva finanziaria pari a 1,3. Ne consegue, pertanto, che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima del 30%. Tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite. Analisi del quadro macroeconomico ed analisi dei fondamentali delle singole società. In relazione allo stile di gestione (stile flessibile) non è possibile individuare un benchmark rappresentativo della politica di investimento del fondo. In luogo del benchmark, viene indicata una misura del rischio alternativa, sopra esplicitata nell ambito del paragrafo. illustrazione si Pagina 3 di 8

7 APULIA AZIONI ITALIA (come indicato nella Nota tecnica il fondo verrà incorporato da Gestnord Azioni Italia) Apulia Azioni Italia Azionari Italia IT IT in euro. Principalmente Italia, in misura contenuta Area extra Italia. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: è escluso l investimento in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. L utilizzo degli strumenti derivati è indirizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio, a finalità di investimento. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. In relazione agli strumenti finanziari derivati utilizzati con finalità di investimento, il fondo può avvalersi di una leva finanziaria pari a 1,3. Ne consegue, pertanto, che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima del 30%. Tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite. Analisi del quadro macroeconomico ed analisi dei fondamentali delle singole società. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. Gestnord Azioni Italia Azionari Italia IT IT in euro. Principalmente Italia, in misura contenuta Area extra Italia. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: è escluso l investimento in strumenti finanziari di emittenti di Paesi Emergenti. L utilizzo degli strumenti derivati è indirizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio, a finalità di investimento. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. In relazione agli strumenti finanziari derivati utilizzati con finalità di investimento, il fondo può avvalersi di una leva finanziaria pari a 1,3. Ne consegue, pertanto, che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima del 30%. Tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite. Analisi del quadro macroeconomico ed analisi dei fondamentali delle singole società. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. illustrazione si Pagina 4 di 8

8 GESTNORD AZIONI AMBIENTE E SALUTE (come indicato nella Nota tecnica il fondo verrà incorporato da Gestnord Azioni Trend Settoriali) Gestnord Azioni Ambiente e Salute Azionari Salute IT IT principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Principalmente emittenti societari specializzati nei servizi per i settori dell ambiente, della salute, delle energie alternative e rinnovabili. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: l investimento nei Paesi Emergenti ha carattere residuale. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato alla copertura dei rischi e ad una più efficiente gestione del portafoglio. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. Analisi dei fondamentali delle singole società con l obiettivo di identificare quelle società che forniscono prospettive di una stabile crescita degli utili all interno del settore di riferimento, non disgiuntamente dall analisi del quadro macroeconomico. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. Gestnord Azioni Trend Settoriali Azionari Internazionali IT IT principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: l investimento nei Paesi Emergenti ha carattere residuale. L utilizzo degli strumenti derivati è indirizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio, a finalità di investimento. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. In relazione agli strumenti finanziari derivati utilizzati con finalità di investimento, il fondo può avvalersi di una leva finanziaria pari a 1,3. Ne consegue, pertanto, che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima del 30%. Tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite. Analisi del quadro macroeconomico ed analisi dei fondamentali dei settori e delle singole società. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. illustrazione si Pagina 5 di 8

9 GESTNORD AZIONI BANCHE (come indicato nella Nota tecnica il fondo verrà incorporato da Gestnord Azioni Trend Settoriali) Gestnord Azioni Banche Azionari Finanza IT IT principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Principalmente emittenti societari appartenenti al settore creditizio, finanziario e dei servizi collegati ai predetti settori. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: l investimento nei Paesi Emergenti ha carattere residuale. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato alla copertura dei rischi e ad una più efficiente gestione del portafoglio. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. Analisi dei fondamentali delle singole società con l obiettivo di identificare quelle società che forniscono prospettive di una stabile crescita degli utili all interno del settore di riferimento, non disgiuntamente dall analisi del quadro macroeconomico. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. Gestnord Azioni Trend Settoriali Azionari Internazionali IT IT principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: l investimento nei Paesi Emergenti ha carattere residuale. L utilizzo degli strumenti derivati è indirizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio, a finalità di investimento. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. In relazione agli strumenti finanziari derivati utilizzati con finalità di investimento, il fondo può avvalersi di una leva finanziaria pari a 1,3. Ne consegue, pertanto, che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima del 30%. Tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite. Analisi del quadro macroeconomico ed analisi dei fondamentali dei settori e delle singole società. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. illustrazione si Pagina 6 di 8

10 GESTNORD AZIONI TECNOLOGIA (come indicato nella Nota tecnica il fondo verrà incorporato da Gestnord Azioni Trend Settoriali) Gestnord Azioni Tecnologia Azionari Informatica IT IT Significativo accrescimento del valore del capitale investito Oltre 8 anni Molto alto principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Principalmente emittenti societari appartenenti al settore Tecnologia e ai settori con alto contenuto di tecnologia e innovazione, con forti prospettive di crescita nel tempo. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: l investimento nei Paesi Emergenti ha carattere residuale. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato alla copertura dei rischi e ad una più efficiente gestione del portafoglio. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. Analisi dei fondamentali delle singole società con l obiettivo di identificare quelle società che forniscono prospettive di una stabile crescita degli utili all interno del settore di riferimento, non disgiuntamente dall analisi del quadro macroeconomico. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. Gestnord Azioni Trend Settoriali Azionari Internazionali IT IT principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: l investimento nei Paesi Emergenti ha carattere residuale. L utilizzo degli strumenti derivati è indirizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio, a finalità di investimento. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. In relazione agli strumenti finanziari derivati utilizzati con finalità di investimento, il fondo può avvalersi di una leva finanziaria pari a 1,3. Ne consegue, pertanto, che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima del 30%. Tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite. Analisi del quadro macroeconomico ed analisi dei fondamentali dei settori e delle singole società. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. illustrazione si Pagina 7 di 8

11 GESTNORD AZIONI ENERGIA E MATERIE PRIME (come indicato nella Nota tecnica il fondo verrà incorporato da Gestnord Azioni Trend Settoriali) Gestnord Azioni Energia e Materie Prime Azionari Energia e Materie Prime IT IT principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Principalmente emittenti societari specializzati nelle diverse ripartizioni del settore dell energia (impianti e servizi, trivellazione, esplorazione, produzione, raffinazione, trasporto, commercializzazione e distribuzione di petrolio e gas, nonché di energie alternative) e delle materie prime (sostanze chimiche, carta e prodotti forestali, materiali edili, contenitori, imballi e industrie minerometallurgiche). Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: l investimento nei Paesi Emergenti ha carattere residuale. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato alla copertura dei rischi e ad una più efficiente gestione del portafoglio. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. Analisi dei fondamentali delle singole società con l obiettivo di identificare quelle società che forniscono prospettive di una stabile crescita degli utili all interno del settore di riferimento, non disgiuntamente dall analisi del quadro macroeconomico. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. Gestnord Azioni Trend Settoriali Azionari Internazionali IT IT principalmente nelle valute dell area europea, americana, dell Asia e dell Oceania. pa, America, Asia e Oceania. Capitalizzazione: investimento principale in azioni emesse da società a media ed elevata capitalizzazione; investimento contenuto in azioni emesse da società a bassa capitalizzazione. Paesi Emergenti: l investimento nei Paesi Emergenti ha carattere residuale. L utilizzo degli strumenti derivati è indirizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio, a finalità di investimento. L utilizzo dei derivati è coerente con il profilo di rischio rendimento del fondo. In relazione agli strumenti finanziari derivati utilizzati con finalità di investimento, il fondo può avvalersi di una leva finanziaria pari a 1,3. Ne consegue, pertanto, che l effetto sul valore della quota di variazione dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo ha investito può risultare maggiorato sino ad una misura massima del 30%. Tale effetto di amplificazione si verifica sia per i guadagni che per le perdite. Analisi del quadro macroeconomico ed analisi dei fondamentali dei settori e delle singole società. La SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark, la volatilità degli investimenti realizzati può comportare significativi scostamenti del fondo rispetto al benchmark. illustrazione si Pagina 8 di 8

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A.

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. Le offerte sono parte del più ampio progetto d integrazione tra il Gruppo

Dettagli

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Chiara Vita T Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni contrattuali

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Per il Fondo Mario Negri, dopo

Per il Fondo Mario Negri, dopo FONDO MARIO NEGRI/1 Cambia il sistem delfondo M Alessandro Baldi 6 Per il Fondo Mario Negri, dopo un lungo e ponderato studio avviato dal proprio Consiglio di gestione con il concorso di esperti qualificati,

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION

NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Linea Investimento NEW SECURITY ed. 12/12 PRIVATE EDITION Contratto di Assicurazione caso morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa,

Dettagli

c...al 'ierbale $GJI T.wO~NICO RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE S.R.L. IN AQP S.P.A. DI PURA ACQUA, DEL 1 7 FEB.

c...al 'ierbale $GJI T.wO~NICO RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE S.R.L. IN AQP S.P.A. DI PURA ACQUA, DEL 1 7 FEB. ALLEGATQ" c...al 'ierbale DEL 1 7 FEB. 1014 $GJI T.wO~NICO RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE S.R.L. IN AQP S.P.A. DI PURA ACQUA, PREMESSA La presente relazione ha lo scopo

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE Società appartenente al Gruppo Allianz SE Offerta al pubblico di Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked La Scheda Sintetica del Prospetto d offerta deve essere consegnata all Investitore-Contraente,

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli