Estratto distribuito da Biblet. Anna Somma. io leggo... giallo. l a scuola media. Excerpt of the full publication

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Estratto distribuito da Biblet. Anna Somma. io leggo... giallo. l a scuola media. Excerpt of the full publication"

Transcript

1 Anna Somma Estratto distribuito da Biblet io leggo... giallo labirinti collana di nar rativa per l a scuola media

2 labirinti collana di nar rativa per l a scuola media

3

4 Anna Somma io leggo... giallo labirinti collana di nar rativa per l a scuola media

5 Copyright 2002 Esselibri S.p.A. Via F. Russo 33/D Napoli Tutti i diritti riservati È vietata la riproduzione anche parziale e con qualsiasi mezzo senza l autorizzazione scritta dell editore. Per citazioni e illustrazioni di competenza altrui, riprodotte in questo libro, l editore è a disposizione degli aventi diritto. L editore provvederà, altresì, alle opportune correzioni nel caso di errori e/o omissioni a seguito della segnalazione degli interessati. Prima edizione: 2002 S275 - Io leggo giallo ISBN X Ristampe Questo volume è stato stampato presso «Officina Grafica Iride» Via Prov.le Arzano-Casandrino, VII traversa, Arzano (NA) Copertina: Gianfranco De Angelis

6 Prima parte Introduzione

7

8 Il romanzo poliziesco: breve storia Il fascino dell enigma è antico quanto l uomo e l argomento del delitto con le sue conseguenze si ritrova già nella Bibbia e nella tragedia greca, ma il romanzo (e il racconto) poliziesco in senso stretto nasce e si sviluppa nell Ottocento, quando più generalmente si afferma il romanzo come forma letteraria caratteristica ed autonoma. Contribuisce a tale nascita la tendenza, in campo filosofico, a basare la conoscenza sui fatti osservati e a privilegiare il metodo scientifico; e, più in particolare, la rivoluzione industriale con i mutamenti sociali che ne derivano, quali l urbanizzazione, il degrado delle periferie, il diffondersi della criminalità. Il genere poliziesco ha avuto ed ha gli autori più noti nei paesi anglosassoni. L iniziatore del genere è l americano Edgar Allan Poe ( ; vedi vita e opere a pag. 41), che pubblica, nel 1841, il racconto I delitti della Rue Morgue, con il personaggio di Auguste Dupin. Questo racconto è quindi il capostipite del genere e inaugura il filone del romanzo enigma, dove l equilibrio assicurato dalla legge viene rotto dal delitto e la conseguente indagine o detection, condotta dall investigatore con metodo logico-deduttivo, ha lo scopo di ricomporre la verità, al di là delle apparenze, scoprendo così il colpevole e ristabilendo l ordine. Poe scrive solamente altri due racconti polizieschi, Il mistero di Marie Roget e La lettera rubata (che riportiamo più avanti), ma, pur nell esiguità della sua produzione gialla, ha inventato gli elementi classici di questo genere: un crimine misterioso, un investigatore dilettante, che svolge l indagine basandosi su un ragionamento di tipo logico-deduttivo, un personaggio che funge da spalla-narratore. 7

9 Introduzione Auguste Dupin La figura dell investigatore dilettante creata da Poe è destinata a diventare il modello dei futuri detective presenti nel genere poliziesco. Il suo metodo è semplice, ma ferreo, e si basa sul principio di non contraddizione: si eliminano tutte le ipotesi impossibili, quindi si formula l unica ipotesi possibile. Il procedimento logico si regge su una stretta concatenazione di causa ed effetto, di premesse e conseguenze; e proprio per questo interessa il lettore, il quale ha l impressione di poter giungere anch egli allo scioglimento dell enigma con gli elementi che gli vengono offerti. Intellettuale, raffinato, amante dei libri, un po bizzarro, dotato di un cervello molto lucido e di una capacità di ragionamento molto sottile, è accompagnato da un discepolobiografo, un devoto amico incaricato di far conoscere ai posteri il metodo del maestro. Dopo Poe si passa dal racconto breve (short story) al romanzo poliziesco vero e proprio con l apporto dell inglese Wilkie Collins ( ) e del francese Émile Gaboriau ( ). Wilkie Collins si pose sulla scia di Poe fondando la narrazione su basi realistiche, ma arricchì i personaggi sia nell aspetto fisico che psicologico. Il suo capolavoro è The Moonstone ( La pietra lunare, 1868), che fu pubblicato sui periodici inglesi e americani ed ebbe un grande successo. In questo romanzo la figura dell investigatore dilettante di Poe è sostituita da quella di un pubblico funzionario, il sergente Cuff, che non indaga per curiosità intellettuale, ma per dovere di ufficio. Émile Gaboriau, nel 1863, pubblicò a puntate su «Le Pays» L Affaire Lerouge ( L Affare Lerouge ) ispirandosi anch egli a Poe. Qui compare già, come personaggio secondario, quello che sarà il protagonista dei romanzi successivi, Monsieur Lecoq, poliziotto di professione, ma erede di Auguste Dupin, rispetto al quale tuttavia si distingue per l indagine attenta ai particolari. L influenza di Émile Gaboriau fu notevole anche all estero; infatti dalla lettura di L Affaire Lerouge fu spinto a scrivere nel genere poliziesco l inglese Sir Arthur Conan Doyle ( ; vedi vita e opere a pag. 70), che peraltro seguì il modello di Poe aggiungendo però una maggiore coloritura narrativa. Egli, creando il personaggio di Sherlock Holmes, l investigatore simbolo della narrativa imperniata sulla detection, impo- 8

10 Il romanzo poliziesco: breve storia se durevolmente l esistenza del giallo consacrando definitivamente questo genere. Scrisse sia racconti che romanzi, nei quali i personaggi non sono statici, ma, nell arco della lunga produzione, assumono nuove e diverse caratteristiche. È anche opportuno osservare che l autore trattò il caso poliziesco in tutta la sua varietà (assassinio, furto, truffa, spionaggio). Sherlock Holmes La descrizione dell immortale investigatore creato da Conan Doyle viene fatta in prima persona dal dottor Watson, collaboratore e biografo, un uomo comune che sembra sciocco perché incapace di seguire i ragionamenti di Holmes. Pare che l autore, nel creare il personaggio di Holmes, si ispirasse ad un chirurgo conosciuto nell ospedale di Edimburgo, Joseph Bell, noto per la sua abilità nel dedurre da particolari anche minimi le caratteristiche fisiologiche e psicologiche dei suoi pazienti; ma è indubbio che si rifece anche ad Auguste Dupin, il personaggio inventato da Poe. Holmes è un ricco gentiluomo che, per sfuggire alla noia e all ozio, si dedica ad un attività impegnativa, rischiosa e perciò emozionante: dare la caccia ai delinquenti, da privato cittadino, facendo da consulente alla polizia di Scotland Yard, nei casi in cui questa non riesce a risolvere l enigma, una polizia rappresentata dall ispettore Lestrade, buono ma ottuso. Più il caso è difficile, più il delinquente è abile, accorto e intelligente, più Holmes ci prende gusto. Holmes è un tipo chiuso, superbo, presuntuoso, ironico, alquanto misogino, spesso cinico, tutto sommato poco simpatico. Ama la scienza e svolge esperimenti di laboratorio per cui ha le mani sempre sporche di sostanze chimiche; suona il violino anche per concentrarsi meglio, ricorre ai travestimenti, quando il caso lo ritiene. Il pastrano e il berretto di stoffa scozzese di Sherlock Holmes, le vie nebbiose della città con i fanali a gas, le abbazie, i vecchi castelli ricordano l atmosfera della Londra vittoriana di fine Ottocento. La figura dell investigatore con la sua personalità e i suoi comportamenti suscita l interesse del lettore forse ancor più dell enigma che egli deve risolvere. L inizio della vicenda lo coglie spesso nell atmosfera tranquilla dell appartamento in affitto, al numero 211 di Baker Street, una via del centro di Londra, dove egli abita con l amico Watson. Egli è intento a leggere, fumare, fare esperimenti scientifici o chiacchierare con Watson di problemi di poca importanza, quando improvvisamente si presenta il caso misterioso con un effetto di grande suggestione. 9

11 Introduzione Negli anni Venti e Trenta il giallo trova il suo canone nel mistery, un enigma logico che l autore svolge in modo rigoroso e onesto sfidando il lettore a scioglierlo in base agli indizi offerti. Esso conosce un periodo di grande splendore grazie soprattutto ad autori inglesi e americani. Un investigatore che continua e nello stesso tempo si pone in antitesi con Sherlock Holmes è Padre Brown, creato dall inglese Gilbert Keith Chesterton ( ), narratore di vigorosa ispirazione cattolica. Egli è il protagonista di varie storie in cinquanta racconti scritti tra il 1911 e il 1935 e raccolti in cinque volumi: The innocence of Father Brown ( L innocenza di Padre Brown ), The Wisdom of Father Brown ( La saggezza di Padre Brown ), The Incredility of Father Brown ( L incredulità di Padre Brown ), The Secret of Father Brown ( Il segreto di Padre Brown ), The Scandal of Father Brown ( Lo scandalo di Padre Brown ). In questi racconti, agli elementi propri del giallo (l enigma, la detection, i trabocchetti per il lettore, i colpi di scena) si aggiunge la fede religiosa; infatti, il delitto è un prodotto del male, che rompe l ordine di pace stabilito da Dio, e la detection condotta dall investigatore con metodo logico, sulla base della ragione, tende a ristabilire la verità e il bene, scoprendo il colpevole. I racconti di Chesterton mescolano due generi: il racconto dell orrore e il racconto della ragione; e sono caratterizzati dall uso del paradosso e di un sottile umorismo. Padre Brown È un piccolissimo prete cattolico, trasandato, con il volto tonto del campagnolo (proviene da un villaggio dell Essex), e perciò facilmente viene sottovalutato. Ama dar la caccia ai ladri e agli assassini e riesce a risolvere i casi battendo la polizia. La sua forza non è tanto la ragione, quanto l intuito: egli più che analizzare gli indizi e seguire procedimenti logici, si pone nella mentalità del criminale cercando di intuirne il disegno e scopre il colpevole seguendo la via psicologica, grazie anche all esperienza di tanti anni di confessionale. Edgar Wallace ( ), scrittore inglese, è autore di numerosi romanzi polizieschi, che furono e sono molto popolari, esercitando un certo fascino ed offrendo molto materiale al cinema e alla televi- 10

12 Il romanzo poliziesco: breve storia sione, nonostante alcuni limiti e difetti rilevati dai critici, come la scarsa varietà delle situazioni e dei personaggi, lo stile sciatto, la trama grossolana e incongruente. Sono testi di facile lettura e di pura evasione, caratterizzati da un intreccio molto complicato e non privi di umorismo. Wallace aveva grande fantasia e nella sua produzione mescolò vari filoni. Ricordiamo I quattro giusti, Il cerchio rosso. Agatha Christie ( ; vedi vita e opere a pag. 84), scrittrice inglese, è forse la più famosa autrice di gialli del Novecento. Nei suoi numerosi racconti e romanzi si fondono elementi tradizionali ed elementi innovativi: pur conservandosi la struttura esterna dell enigma, l investigazione pone più attenzione agli indizi psicologici che alle tracce lasciate dai colpevoli. Due le figure di investigatore create dalla sua penna: Hercule Poirot e Miss Jane Marple Nell opera di Agatha Christie convivono vari filoni: il racconto poliziesco puro (ciclo di Poirot), il racconto di ambiente provinciale (ciclo di miss Marple), il racconto psicologico, il giallo metafisico, il racconto fantapolitico ecc. L autrice si caratterizza per la grande capacità di sviare l attenzione del lettore dagli indizi importanti, che pure mette in bella mostra, per l ingegnosità dell intreccio, per l abilità delle soluzioni. Molto spesso, nei suoi romanzi, l arma usata dall assassino è il veleno, che la Christie conobbe nel suo servizio di crocerossina presso un ospedale militare, durante la I guerra mondiale, quando seguì il marito, l ufficiale inglese Archibald Christie. Hercule Poirot È il primo investigatore inventato dalla Christie ed ebbe un successo straordinario in tutto il mondo. Si tratta di un personaggio ben caratterizzato e perciò indimenticabile: poliziotto belga in pensione, basso, grassoccio, piuttosto anziano, con un enorme paio di baffi e una testa simile a un uovo, presuntuoso, teatrale, leggermente ridicolo, ma geniale e infallibile anche di fronte ad enigmi molto aggrovigliati. È un uomo ordinato, metodico, scrupoloso, sprovvisto di fantasia, virtuoso e lavora per amore della verità ispi- 11

13 Introduzione randosi a un ragione morale, sentendosi in dovere di sciogliere i misteri che gli sottopongono. Miss Jane Marple È una figura singolare di investigatore: infatti è una zitella ultrasettantenne, furba e pettegola, che vive nel villaggio di campagna in cui è nata, St. Mary Mead. Eppure, osservando con attenzione ogni piccolo avvenimento dal suo giardino, dove in apparenza è occupata a curare i fiori, riesce a spiegare gli enigmi più intricati. Il suo metodo è molto semplice: si basa sulla sua esperienza (ha molto visto e molto ascoltato), un esperienza nutrita da un pettegolezzo curioso, intelligente, abile, talvolta un po cattivo, per lei molto divertente; sulla sua capacità di intuire i pensieri e le intenzioni delle persone che la circondano e quindi di interpretarne i comportamenti. Nonostante sia abituata a origliare alle porte e a spiare la gente persino con un binocolo, si presenta come una persona amabile, comprensiva e dolce, alla quale si sarebbe pronti a confessare qualsiasi reato, che poi lei denunzia inevitabilmente alla polizia. L autrice la descrive alta, snella, il viso rubizzo tutto rughe, i capelli bianchi, gli occhi di colore azzurro chiaro, le mani sempre indaffarate con gomitoli, ferri da calza e crochet. S.S. Van Dine è lo pseudonimo dell americano W. Huntington Wright ( ), critico d arte, antropologo e filologo. Nel romanzo The Benson Murder Case ( La strana morte del signor Benson ), 1926, egli introdusse il personaggio di Philo Vance, che fu protagonista di dodici avventure in tutto. L investigatore si pone nella scia della tradizione del detective-superuomo, è cioè del tipo di Dupin, Holmes, Poirot, cerebrale e onnipotente, e per questo suscita antipatia e amore nel lettore. Ha un approccio umanistico alle cose, è contraddistinto dal monocolo, è elegante, raffinato, ha un temperamento sprezzante. Lo scrittore si ispira all alta società newyorchese degli anni Venti, ne analizza con lucidità i problemi ed è molto abile a tendere trabocchetti al lettore. Il genere in cui egli si iscrive è quello del thriller (1) di tradizione britannica, basato sulla riflessione e sulla deduzione. (1) thriller: romanzo (o racconto) giocato sulle emozioni violente e paurose che suscita nei lettori. 12

14 Il romanzo poliziesco: breve storia Tra i romanzi più riusciti ricordiamo: The Canary Murder Case ( La canarina assassinata, 1927), The Kennel Murder Case ( Il caso del terrier scozzese, 1931), The Bishop Murder Case ( L enigma dell alfiere, 1929), The Garden Murder Case ( Il mistero di casa Garden, 1937). A S. S. Van Dine si deve un decalogo sulle regole che ogni onesto scrittore di gialli dovrebbe seguire, ma anche altri autori (tra cui Poe e Chandler) hanno proposto regole poco o molto differenti tra loro. Il giallo è il genere che ne ha avuto di più, anche perché nel corso della sua storia ha subito numerose trasformazioni, tuttavia lo schema essenziale è rimasto sostanzialmente sempre lo stesso. Venti regole per scrivere un giallo 1. Il lettore deve avere le stesse possibilità del poliziotto di risolvere il mistero. Tutti gli indizi e le tracce debbono essere chiaramente elencati e descritti. 2. Non devono essere esercitati sul lettore altri sotterfugi e inganni oltre quelli che legittimamente il criminale mette in opera contro lo stesso investigatore. 3. Non ci deve essere una storia d amore troppo interessante. Lo scopo è di condurre un criminale davanti alla Giustizia, non due innamorati all altare. 4. Né l investigatore né alcun altro dei poliziotti ufficiali deve mai risultare colpevole. 5. Il colpevole deve essere scoperto attraverso logiche deduzioni: non per caso, o coincidenza, o non motivata confessione. 6. In un romanzo poliziesco ci deve essere un poliziotto, e un poliziotto non è tale se non indaga e deduce. Il suo compito è quello di riunire gli indizi che possono condurre alla cattura di chi è colpevole del misfatto commesso nel capitolo I. Se il poliziotto non raggiunge il suo scopo attraverso un simile lavorìo non ha risolto veramente il problema. 7. Ci deve essere almeno un morto in un romanzo poliziesco e più il morto è morto, meglio è. Nessun delitto minore dell assassinio è sufficiente. Trecento pagine sono troppe per una colpa minore. 8. Il problema del delitto deve essere risolto con metodi strettamente naturalistici. Apprendere la verità per mezzo di scritture medianiche, sedute spiritiche, lettura del pensiero, suggestioni e magie, è assolutamente proibito. Un lettore può gareggiare con un poliziotto che ricorre a metodi razionali: se deve competere anche con il mondo 13

15 Introduzione degli spiriti e con la metafisica, è battuto ab initio (in partenza). 9. Ci deve essere nel romanzo un poliziotto, un solo deduttore. Mettere in scena tre, quattro, o addirittura una banda di segugi per risolvere il problema significa non soltanto disperdere l interesse, spezzare il filo della logica, ma anche attribuirsi un antipatico vantaggio sul lettore. 10. Il colpevole deve essere una persona che ha avuto una parte più o meno importante nella storia, una persona, cioè, che sia divenuta familiare al lettore, e lo abbia interessato. 11. I servitori non devono essere, in genere, scelti come colpevoli: si prestano a soluzioni troppo facili. Il colpevole deve essere decisamente una persona di fiducia, uno di cui non si dovrebbe mai sospettare. 12. Ci deve essere un colpevole e uno soltanto, qualunque sia il numero dei delitti commessi. Il colpevole può aver naturalmente qualche complice o aiutante minore: ma l intera responsabilità e l intera indignazione del lettore devono gravare sopra un unico capro espiatorio. 13. Società segrete, associazioni a delinquere et similia (e cose simili) non trovano posto in un vero romanzo poliziesco. Un delitto interessante è irrimediabilmente sciupato da una colpa collegiale. 14. I metodi del delinquente e i sistemi di indagine devono essere razionali e scientifici. Vanno cioè senz altro escluse la pseudo-scienza e le astuzie puramente fantastiche, alla maniera di Giulio Verne. Quando un autore ricorre a simili metodi può considerarsi evaso, dai limiti del romanzo poliziesco, negli incontrollati domini del romanzo d avventura. 15. La soluzione del problema deve essere sempre evidente, ammesso che vi sia un lettore sufficientemente astuto per vederla subito. Se il lettore, dopo aver raggiunto il capitolo finale e la spiegazione, ripercorre il libro a ritroso, deve constatare che in un certo senso la soluzione stava davanti ai suoi occhi fin dall inizio, che tutti gli indizi designavano il colpevole e che, se egli fosse stato acuto come il poliziotto, avrebbe potuto risolvere il mistero da sé, senza leggere il libro sino alla fine. 16. Un romanzo poliziesco non deve contenere descrizioni troppo diffuse, pezzi di bravura letteraria, analisi psicologiche troppo insistenti, presentazioni di atmosfera : tutte cose che non hanno vitale importanza in un romanzo di indagine poliziesca. Esse rallentano l azione, distraggono dallo scopo principale che è: porre un problema, analizzarlo, condurlo a una conclusione positiva. Si capisce che ci deve essere quel tanto di descrizione e di studio di carattere che è necessario per dar verosimiglianza alla narrazione. 14

16 Il romanzo poliziesco: breve storia 17. Un delinquente di professione non deve mai essere preso come colpevole in un romanzo poliziesco. I delitti dei banditi riguardano la polizia, non gli scrittori e i brillanti investigatori dilettanti. Un delitto veramente affascinante non può essere commesso che da un personaggio molto pio, o da una zitellona nota per le sue opere di beneficenza. 18. Il delitto, in un romanzo poliziesco, non deve mai essere avvenuto per accidente: né deve scoprirsi che si tratta di suicidio. Terminare una odissea di indagini con una soluzione così irrisoria significa truffare bellamente il fiducioso e gentile lettore. 19. I delitti nei romanzi polizieschi devono essere provocati da motivi puramente personali. Congiure internazionali ecc. appartengono a un altro genere narrativo. Una storia poliziesca deve riflettere le esperienze quotidiane del lettore, costituisce una valvola di sicurezza delle sue stesse emozioni. 20. Ed ecco infine, per concludere degnamente questo credo, una serie di espedienti che nessuno scrittore poliziesco che si rispetti vorrà più impiegare; perché già troppo usati e ormai familiari a ogni amatore di libri polizieschi. Valersene ancora è come confessare inettitudine e mancanza di originalità: a) scoprire il colpevole grazie al confronto di un mozzicone di sigaretta lasciata sul luogo del delitto con le sigarette fumate da uno dei sospettati; b) il trucco della seduta spiritica contraffatta che atterrisca il colpevole e lo induce a tradirsi; c) impronte digitali falsificate; d) alibi creato grazie a un fantoccio; e) cane che non abbaia e quindi rivela il fatto che il colpevole è uno della famiglia; f) il colpevole è un gemello, oppure un parente sosia di una persona sospetta, ma innocente; g) siringhe ipodermiche e bevande soporifere; h) delitto commesso in una stanza chiusa, dopo che la polizia vi ha già fatto il suo ingresso; i) associazioni di parole che rivelano la colpa; l) alfabeti convenzionali che il poliziotto decifra. (rid. da Guida al giallo di R. Di Vanni - F. Fossati, Ed. Gammalibri) Ellery Queen è il nome fittizio sotto il quale si nascondono due autori americani di romanzi polizieschi: i due cugini coetanei (1905) Frederic Dannay e Manfred B. Lee, quest ultimo morto nel La loro produzione fu abbondante, legata per molti anni allo stesso protagonista, an- 15

17 Introduzione ch egli chiamato Ellery Queen, un intellettuale un po snob, con una straordinaria capacità di notare i segni più labili, collegandoli poi in un ordine logico; inoltre ricco di umanità, il che lo rende pietoso sia verso la vittima sia verso l assassino; infine gli piacciono le donne. Tipico dei racconti e dei romanzi di Ellery Queen è il doppio finale, cioè due spiegazioni entrambe perfettamente conseguenti all indagine, la seconda delle quali però ribalta completamente la prima. Un altro particolare curioso è che, prima del capitolo conclusivo, gli autori si rivolgono direttamente al lettore sfidandolo a dare una sua soluzione al giallo, giacché ha in mano gli stessi indizi. Georges Simenon ( ). Nato a Liegi (Belgio), si trasferì giovanissimo a Parigi, dove scrisse numerosi romanzi e racconti popolari con vari pseudonimi. Esordì con il suo nome e il nuovo personaggio del commissario Maigret nel romanzo Pietr le Letton ( Pietro il Lettone, 1930), al quale seguì tutta una serie, pur con interruzioni per interesse verso altri generi. Simenon più che all intreccio e alla suspense pone attenzione ai caratteri dei personaggi, alla descrizione dell ambiente e della natura, Egli, inoltre, costruisce le vicende romanzesche su una trama di realtà sociale ben precisa: la Francia della piccola borghesia, che fa da sfondo ai suoi gialli; e il suo investigatore ha i tratti tipici del borghese francese, pur ispirandosi al modello americano. Jules Maigret L investigatore creato da Simenon è un bravo funzionario di polizia, il commissario del Quai des Orfèvres; e questa è già una novità rispetto alla moda dei grandi investigatori privati diffusa nella letteratura del tempo. Inoltre Maigret è del tutto diverso: come uomo è grosso, maturo, un piccolo comune borghese, bonario, pacioso, che, appena può, si riposa nel suo modesto appartamento insieme alla moglie, una donna di mezza età, buona e tranquilla. I suoi svaghi sono la campagna e la pesca sulle rive del fiume. Come funzionario non è niente di eccezionale, infatti a volte non riesce a trovare il bandolo della matassa, a volte è lento e ci arriva troppo tardi. Più spesso, però, risolve i casi che gli si presentano, non tanto con un intelligenza eccezionale o uno straordinario acume, ma con la pazienza, la tenacia, la 16

18 Il romanzo poliziesco: breve storia testardaggine, l impegno, la fatica, l osservazione dei fatti banali della vita. Anche Maigret investiga e spesso l inchiesta è condotta con logica serrata, ma quel che più conta per lo scrittore è penetrare il significato delle azioni umane, rendere un atmosfera, Il personaggio di Maigret, dal carattere lineare e nello stesso tempo ricco di umanità, con la sua aria placida, sorniona, ostentatamente borghese, si impose come un nuovo modello di investigatore. Le ricette della signora Maigret, i lavori di giardinaggio, le giornate a pesca del commissario diventarono subito parte integrante dei romanzi. I film e le serie televisive prodotti in molti paesi, anche fuori dall Europa, hanno imposto questo personaggio anche in termini di immagine: i baffi dell attore italiano Gino Cervi, il volto dell attore francese Jean Gabin, la pipa, il cappello, la birra fresca sono diventati elementi di riconoscimento. Verso la fine degli anni Trenta il giallo classico entra in crisi per vari motivi e si diffonde un genere poliziesco, costruito sugli ingredienti del ricatto, della sopraffazione, dell azione violenta; infatti l indagine non è più legata ad un ambiente limitato e ad una ristretta cerchia di persone, e quindi non basta la semplice deduzione per risolvere l enigma. In America si afferma il genere hard-boiled, nel quale la spietatezza del racconto fa esplodere nelle azioni delittuose le angosciose tensioni della violenza metropolitana. L investigatore è un detective privato, un professionista, moralmente meno scrupoloso delle figure precedenti e disposto ad usare la violenza contro la violenza; e nuove figure narrative prendono il posto della spalla ; il linguaggio è crudo. L iniziatore di questo genere è Dashiell Hammet ( ), che con il romanzo capolavoro The maltese falcon ( Il falcone maltese,1929) crea il personaggio di Sam Spade, un impasto di cinismo e sentimento. Diretto continuatore dell Hammett fu Raymond Chandler ( ), autore delle storie con Philip Marlowe, investigatore privato apparso per la prima volta nel romanzo The big sleep ( Il grande sonno, 1939). Marlowe ottenne un così grande successo che il suo autore gli dovette creare una vera e propria biografia, com era già avvenuto per Sherlock Holmes. 17

19 Introduzione È alto, grosso, con capelli scuri e occhi marroni; veste con eleganza. Dotato di ingegno acuto e sicuro nel comportamento, è onesto e altruista, ma insoddisfatto, squattrinato e triste per non poter cambiare un mondo dominato dalla disonestà. Nei romanzi polizieschi dell americano Rex Stout ( ) il personaggio dell investigatore è prevalente. Il suo Nero Wolf è un oriundo montenegrino che vive a New York in modo appartato, è misogino, alieno dall automobile e dalla televisione, si concentra sui piaceri della tavola (infatti è grasso) e sulla coltivazione delle orchidee. Nello svolgimento delle indagini, che accetta non per danaro, ma solo se gli interessano, ha un ruolo squisitamente intellettuale, rifuggendo dall intervento diretto, mentre il ruolo più dinamico è affidato ad Archie Goodwin, inseparabile collaboratore, più che una semplice spalla, che diversamente da Wolf è un playboy e ama i vantaggi della società consumistica. I romanzi migliori sono: Fer-de Lance ( La traccia del serpente, 1934) e Gambit ( Scacco al re per Nero Wolf, 1962). Erle Stanley Gardner ( ), noto avvocato penalista americano, divenne uno scrittore di successo creando una figura nuova di investigatore, il personaggio di Perry Mason, e dando inizio al filone del legal thriller. Perry Mason è un abile avvocato penalista, che ha il suo ufficio legale all incrocio tra la Settima Strada e la Brodway, a Los Angeles, e scioglie gli enigmi all interno del tribunale. Intraprendente e disposto a tutto pur di far assolvere il suo cliente, ha una segretaria bella e intelligente, Della Street, e si fa aiutare nelle indagini da un agenzia privata, quella del suo amico Paul Drake. Gardner fu un autore molto fecondo e, nell arco di più di quarant anni, scrisse numerosi romanzi con protagonista Perry Mason, il quale approdando al cinema e alla televisione è diventato un personaggio cult per generazioni di spettatori. Dagli anni Sessanta-Settanta la produzione gialla continua seguendo le varie tradizioni (il mystery, il suspense, il thriller, l hard-boiled) e progressivamente si afferma un nuovo genere: il police procedural, che segue i procedimenti della polizia ed ha come investigatore un poliziotto di professione o un altro funzionario. Una sua variante è il giallo giudiziario, ispirato agli aspetti legali dell inchiesta o del dibattimento. 18

20 Gli ingredienti del romanzo (o racconto) poliziesco Gli elementi che entrano nella composizione di un romanzo poliziesco sono quelli comuni a ogni genere narrativo: l intreccio, la capacità di coinvolgere il lettore, la caratterizzazione dei personaggi, l ambientazione, la lingua e lo stile. L INTRECCIO Il romanzo poliziesco classico ha una struttura ad intreccio, che comprende alcuni elementi costanti: a) il preludio (non sempre presente), che fa da introduzione, atto a creare un atmosfera carica di angoscia, in cui si svilupperà il delitto, o, al contrario, tranquilla per ottenere un effetto di contrasto con quel che accadrà dopo; b) l enigma: l evento criminoso, misterioso e interessante, apparentemente inspiegabile, che rappresenta una rottura dell equilibrio e che si presenta già all inizio in modo esplicito; c) l indagine: l analisi dei fatti svolta con razionalità, immaginazione e determinazione da un investigatore privato, dalla polizia o da altro personaggio, che basandosi su indizi, informazioni, segnali si impegna a sciogliere l enigma fornendo una spiegazione degli avvenimenti; d) la soluzione: la conclusione a cui perviene l indagine con l individuazione del colpevole; e) la dimostrazione della colpevolezza: la spiegazione logica che dagli indizi riconosciuti come prove permette di ricostruire in modo inconfutabile l ordine degli eventi portando al trionfo della giustizia. 19

21 Giallisti italiani Il vasetto di marmellata di Danila Camastri Montanari... Pag. 111 Esercizi...» 124 Il tassista, il poliziotto e il mostro di Carlo Lucarelli...» 131 Esercizi...»

22 labirinti collana di narrativa Leggere per conoscere nuovi mondi e per riflettere su cose già conosciute. Leggere per perdersi nei labirinti dell immaginazione e, attraverso la finzione letteraria, capire i problemi del mondo che ci circonda. Leggere per sentirsi convinti che ogni libro degno di questo nome rappresenta una concentrazione, un compendio e una forte semplificazione di cose complicate. (H. Hesse) pe r la scuola media io leggo... giallo io leggo... giallo Un viaggio nella letteratura poliziesca, attraverso autori classici (Poe, Conan Doyle, Agatha Christie) e contemporanei (Camilleri, Comastri Montanari, Lucarelli), per scoprire le tecniche con cui si costruisce il racconto giallo: l intreccio, l ambientazione, il coinvolgimento del lettore, la suspense. Seguendo le indagini di Sherlock Holmes, di Miss Marple o del commissario Montalbano, il giovane lettore non solo si appassiona alla storia, ma viene stimolato a un lavoro di scrittura creativa. La struttura e la varietà degli apparati didattici, infatti, mettendo alla prova le capacità di comprensione logica, di osservazione e di memoria mediante l analisi dei numerosi testi proposti, consentono di avvicinarsi alle modalità proprie del genere poliziesco e di assimilarne i modelli, per cimentarsi poi nella stesura di un racconto.

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

Inizio della vita di Hyde e prime malefatte-si trasforma in Hyde

Inizio della vita di Hyde e prime malefatte-si trasforma in Hyde 1 STRUTTURA FABULA: Primi esperimenti del Dr Jekyll -Jekyll nasce nel 18.. Jekyll ha divergenze con Lanyon -Poole comincia a lavorare come maggiordomo da Jekyll nel 1860 circa Jekyll scopre la dualità

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA ILTESTO NARRATIVO Testi narrativi sono definiti tutti quelli che hanno per oggetto la narrazione di una storia: racconti, romanzi, fiabe ecc. Gli elementi fondamentali del testo narrativo sono: storia,

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande ELEMENTARE è elementare, mi creda... senz'altro elementare, mio caro. L'importante è non dare per scontate quelle cose che sono solo evidenti. L'evidenza, di per sé, non è sinonimo di verità. La verità

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio!

Piermario Lucchini. L importante è che sia... sveglio! Piermario Lucchini L importante è che sia... sveglio! Libri Este 2009 Edizioni E.S.T.E. S.r.l Via A. Vassallo, 31 20125 Milano www.este.it info@este.it Prima edizione: novembre 2009 Copertina di Laura

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Uno scandalo in Boemia

Uno scandalo in Boemia Uno scandalo in Boemia i. Per Sherlock Holmes lei era la donna. Raramente l ho sentito riferirsi a questa persona in altro modo; ai suoi occhi ella primeggiava su tutte le altre e le oscurava. Non si può

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

L AVVENTURA DEL CLIENTE ILLUSTRE

L AVVENTURA DEL CLIENTE ILLUSTRE L AVVENTURA DEL CLIENTE ILLUSTRE Ormai non può provocare alcun danno, questo fu il commento di Sherlock Holmes quando, almeno per la decima volta, gli chiesi licenza di poter pubblicare questa storia.

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Cà Dotta Le Vie del Fumo

Cà Dotta Le Vie del Fumo Cà Dotta Le Vie del Fumo Laboratorio di didattica multimediale per la Promozione della Salute Esperienze Sensazioni Conoscenze - Emozioni L ULSS n 4 Alto Vicentino, in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

www.maestramary.altervista.org

www.maestramary.altervista.org Premessa ed obiettivi Il progetto "dietro le quinte" La drammatizzazione è la forma più conosciuta e diffusa di animazione nella scuola. Nell'uso più comune con il termine drammatizzazione si intendono

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori Giovani e violenza Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori La polizia e la Prevenzione Svizzera della Criminalità (PSC) un centro intercantonale della Conferenza delle direttrici e dei direttori

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli