Obblighi e Responsabilità legali dell amministratore: come prendere decisioni ed evitare rischi penali, civili e amministrativi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Obblighi e Responsabilità legali dell amministratore: come prendere decisioni ed evitare rischi penali, civili e amministrativi"

Transcript

1 Obblighi e Responsabilità legali dell amministratore: come prendere decisioni ed evitare rischi penali, civili e amministrativi Indice della modulistica presente nel CD-Rom Atti di costituzione Atto di costituzione di una società in nome collettivo Atto di costituzione di una società in accomandita semplice Atto costitutivo di società per azioni per atto unilaterale Atto costitutivo di società per azioni per contratto Atto costitutivo di S.P.A. con sistema di amministrazione dualistico, basato su un consiglio di gestione e un consiglio di sorveglianza Atto costitutivo di S.P.A. con sistema di amministrazione monistico basato su un consiglio di amministrazione e un comitato al suo interno Contratto costitutivo di società semplice Atto pubblico unilaterale di costituzione di società a responsabilità limitata Scrittura privata di proroga di società semplice Atto costitutivo di pegno su azioni Ricostituzione di pluralità di soci Prospetto di struttura di associazione temporanea di imprese Prospetto di struttura e (natura) di JOINT VENTURE Modello di atto costitutivo di consorzio tra società

2 Registro delle Imprese Nomine Richieste, notifiche e atti Richiesta di omologa di atto costitutivo di una società (cooperativa) Domanda per registrazione di società commerciale al Registro delle Imprese Atto di deposito di atto costitutivo di società Atto di nomina di un procuratore generale di una società commerciale Atto di nomina del legale rappresentante di una società commerciale Nomina di nuovo amministratore in società in accomandita semplice con atto separato Atto di notificazione di opposizione a operazioni di un amministratore in società semplice Richiesta e diffida all amministratore per la presentazione del rendiconto in società semplice Scrittura privata di scioglimento della società semplice e nomina del liquidatore Atto di preavviso di recesso da società semplice Comunicazione agli altri amministratori e al collegio sindacale di conflitto di interesse Domanda per il ritiro del 25% dei conferimenti in danaro Approvazione del bilancio aziendale Relazione degli organi delegati sul generale andamento della società e sui piani finanziari Relazione semestrale al Consiglio di Amministrazione e al Collegio Sindacale sul generale andamento della gestione e sulla sua prevedibile evoluzione, ai sensi dell art. 2381, comma 5, C.C. Richiesta da parte di un amministratore agli organi delegati riguardo le informazioni relative alla gestione della società Promozione da parte dei soci di azione sociale di responsabilità contro gli amministratori di una società a responsabilità limitata - Art. 2476, C.C., e Artt. 1 e 2, D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 5 Richiesta di nomina di un rappresentante comune di una quota di partecipazione in comproprietà - Artt e 1105, comma 4, C.C. e art. 29, D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 5 Cessione di quota di nuda proprietà in nome collettivo e modifica dei patti sociali Pagamento della quota liquidata al socio receduto

3 Girata del certificato azionario Annotazione nel Libro Soci del trasferimento delle azioni Atto di compravendita di azioni Avviso di pagamento di dividendo azionario Avviso di convertibilità di obbligazioni in azioni Ammissione di socio in sostituzione di socio defunto Liquidazione della quota di un socio su richiesta di un creditore Società di persone: approvazione del bilancio finale di liquidazione e piano di riparto Dichiarazione del liquidatore di avvenuta approvazione del bilancio finale di liquidazione e piano di riparto Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà Clausola di conciliazione delle controversie in ambito societario Prospetto di procedimento di conciliazione societaria Clausola di istituzione facoltativa del Libro dei Soci Contratto preliminare di affitto d azienda Deposito di firma di Amministratore Istituzione di sede secondaria Clausola statuaria di gradimento Clausola statuaria di prelazione Assenso all esercizio da parte di un socio di attività in concorrenza con quella sociale Aumento di capitale sociale in società in nome collettivo Patto di limitazione della responsabilità di un socio Lettera di patronage debole Lettera di patronage forte Fideiussione bancaria semplice Fideiussione bancaria a prima richiesta Scrittura privata di cessione di credito Clausole in funzione conciliativa in materia societaria

4 Verbali di assemblea e avvisi di convocazione Redazione del verbale di assemblea ordinaria di società per azioni avente ad oggetto le nomine Verbale del consiglio di amministrazione Verbale del consiglio di amministrazione in caso di attribuzione di cariche di conferimento di poteri agli Amministratori di S.p.A. Verbale del consiglio di amministrazione in caso di dimissioni di alcuni Amministratori di società per azioni Verbale di Assemblea straordinaria in caso di riduzione per perdita di capitale di Spa Attribuzione di cariche e conferimento dei poteri agli amministratori di S.P.A. Redazione del verbale di assemblea ordinaria di società per azioni Convocazione dell assemblea a seguito della cessazione dalla carica dell amministratore unico o del consiglio di amministrazione Convocazione dell assemblea ordinaria di società per azioni Conferimento di poteri e per la determinazione del compenso spettante agli amministratori di società per azioni investiti di particolari cariche Convocazione di assemblea ordinaria (per società per azioni con modello di amministrazione tradizionale oppure misto) Recesso del socio di una S.R.L., costituita a tempo indeterminato (ex art. 2473, I co, C.C.) Verbale del consiglio di amministrazione per la comunicazione agli altri amministratori e al collegio sindacale di conflitto di interessi Verbale di assemblea degli obbligazionisti di una società Relazione dei Sindaci all Assemblea in ordine agli accertamenti eseguiti a seguito della denuncia dei soci Verbale di verifica iniziale dal parte del Collegio Sindacale sulla regolarità della tenuta dei Libri Sociali Verbale di verifica dell adeguatezza dell assetto organizzativo, amministrativo e contabile della società e del suo concreto funzionamento Accertamenti eseguiti sull andamento delle operazioni sociali o di specifici affari

5 Delibere Deleghe Verbale del Consiglio di Amministrazione in cui vengono impartite direttive agli Organi delegati e delibere con cui gli amministratori provvedono a evocare a sé operazioni rientranti nella delega Rapporto dell adeguatezza di valutazione dell assetto organizzativo, amministrativo e contabile della società Comunicazione per impartire istruzioni agli organi delegati a seguito dell esame dei piani strategici, industriali e finanziari della società Conferimento di poteri per la determinazione del compenso spettante agli amministratori di Società per Azioni investiti di cariche particolari Ripartizione tra gli amministratori dell emolumento complessivo determinato dall assemblea Delibera di esclusione del socio per giusta causa, ex art bis, C.C. Delibera di autorizzazione alla proposizione di azione di responsabilità, a carico di un amministratore Delibera di rinuncia all azione di responsabilità, a carico degli amministratori Delibera di autorizzazione alla transazione in una causa avente ad oggetto la responsabilità di un amministratore Atto transattivo di definizione di una vertenza avente ad oggetto una azione di responsabilità, proposta a carico di un amministratore Delibera di esclusione di amministratore in una società semplice per giusta causa Estratto di delibera d assemblea dei soci di una società, che stabilisce il compenso per la carica di consigliere di amministrazione Estratto di delibera d assemblea dei soci di presa d atto della decadenza, per compimento del termine, dei consiglieri d amministrazione e di ricostituzione del collegio medesimo Estratto di delibera di assemblea dei soci di revoca per giusta causa di un amministratore Condizioni affinché ricorra l ipotesi di annullabilità di una delibera assembleare per abuso di posizioni dominanti/eccesso di potere Delega da parte dell imprenditore ad un dirigente/preposto di responsabilità in materia di igiene alimentare

6 Illeciti amministrativi Delega da parte dell imprenditore ad un dirigente/preposto di responsabilità in materia di igiene ambientale Delega/Dichiarazione sostitutiva Delega: obblighi non delegabili e conseguenze dell'invalidità Richiesta di revisioni analisi, relative a contestazioni di illecito amministrativo (da proporre entro 15 giorni) Atto di comunicazione di assenso alla proposta di pagamento in misura ridotta di una sanzione amministrativa Osservazioni dell imprenditore, in merito ad una contestazione di illecito amministrativo Richiesta di rimborso per rivalsa, da parte dell imprenditore, responsabile solidale con l autore dell illecito amministrativo, nonché suo dipendente, in merito a quanto sborsato a titolo di sanzioni Lettera di intimazione di interruzione di attività concorrenziale sleale, per storno di pendenze Lettera di intimazione di interruzione di attività concorrenziale sleale, per sviamento di clientela Sequestro e dissequestro Lettera di replica ad intimazione di interruzione d atti di concorrenza sleale Lettera di contestazione ad un amministratore di svolgimento di un'attività concorrenziale Assegno nucleo familiare Denunce contributive INPS Adempimenti denunce INAIL Adempimenti a seguito di infortunio sul lavoro Contributi previdenziali Sostituto d imposta Libro Unico Collocamento ordinario Deliberazione del Collegio sindacale per presentare denuncia al Tribunale di gravi irregolarità Denuncia al Collegio sindacale, ex art. 2408, C.C. Opposizione a sequestro amministrativo

7 Istanza di dissequestro di beni sequestrati amministrativamente, a seguito di silenzio accoglimento, in ordine alla svolta opposizione Istanza di restituzione di beni amministrativamente sequestrati, ad opera di imprenditore estraneo all illecito amministrativo di cui trattasi Istanza di dissequestro, a seguito di mancata emissione di ordinanza/ingiunzione, ovvero di adozione di provvedimento di confisca Istanza di restituzione dei beni sequestrati amministrativamente, per il decorso del termine di 6 mesi dal sequestro Trasferimento sede società Risarcimento danni Trasferimento in altro Paese comunitario della sede di società (escluse le cooperative) che non intende mantenere la soggezione all ordinamento giuridico italiano Trasferimento in altro Paese comunitario della sede di società (escluse le cooperative) che intende mantenere la soggezione all ordinamento giuridico italiano Trasferimento in altro Paese straniero (extracomunitario) della sede di società (escluse le cooperative) che non intende mantenere la soggezione all ordinamento giuridico italiano Trasferimento in altro Paese straniero (extracomunitario) della sede di società (escluse le cooperative) che intende mantenere la soggezione all ordinamento giuridico italiano Lettera di richiesta di risarcimento danni arrecati al socio di una società dagli amministratori Lettera di richiesta di risarcimento danni arrecati al terzo, da parte degli amministratori di una società Lettera di richiesta di risarcimento danni arrecati ai creditori sociali, ad opera degli amministratori di una società Lettera di richiesta di risarcimento dei danni subiti da una società, per fatti ascrivibili al direttore generale Lettera del datore di lavoro alla Direzione Provinciale del Lavoro per tentativo di conciliazione in merito al risarcimento dei danni procuratigli dal lavoratore licenziato

8 Relazioni al Bilancio Fallimento Sintesi degli adempimenti correlati all avvio di una class action Contenuto dell atto di adesione ad una class action Domanda di avvio alla Camera di Conciliazione CCIAA La relazione al bilancio del revisore legale (ovvero della società di revisione incaricata) Ipotesi di relazione positiva senza rilievi Relazione con giudizio positivo con rilievi Relazione con giudizio negativo Relazione con impossibilità di esprimere un giudizio Istanza per la dichiarazione di fallimento di una società Istanza di ammissione al passivo fallimentare Istanza d insinuazione tardiva al passivo fallimentare Decreto del giudice delegato di autorizzazione a proporre azione revocatoria Lettera raccomandata a.r. con la quale il curatore fallimentare chiede la restituzione di somme, ex art. 67, II comma, L.F. Istanza presentata dal curatore per ottenere l autorizzazione a promuovere azione revocatoria, ex art. 67, I e II comma, L. F. Atto di citazione ex art. 67, comma 2, L. F. per revocatoria di pagamento Ricorso per insinuazione tardiva al passivo fallimentare, ex art. 71, L.F., di pagamento eseguito a seguito di sentenza di condanna Lettera raccomandata a.r. con la quale il curatore fallimentare chiede la restituzione di beni ricevuti in donazione dal fallito, ex art. 64, L. F. Istanza presentata dal curatore per ottenere l autorizzazione a promuovere azione revocatoria ai sensi dell art. 64, R.D. 267/1942 Ricorso per insinuazione tardiva, ex art. 71, L. F., di pagamento eseguito a seguito di transazione Ricorso da presentare per l'ammissione al concordato preventivo, ex art. 160, L. F. Domanda da presentare al Giudice delegato per la liquidazione delle spese della procedura

9 fallimentare e per la richiesta di compenso al curatore fallimentare Patti Parasociali Istanza del curatore fallimentare al Giudice delegato per ottenere l autorizzazione ad agire esecutivamente per il recupero di un credito del fallimento Istanza del curatore fallimentare al Giudice delegato per ottenere l autorizzazione a proporre azione di responsabilità nei confronti degli amministratori (oppure) nei confronti dei liquidatori (oppure) nei confronti dei direttori generali (oppure) nei confronti degli organi di controllo della società Istanza del curatore fallimentare al Giudice delegato per ottenere l autorizzazione alla costituzione in giudizio nell interesse del fallimento Istanza per la designazione del rappresentante degli eredi nei cui confronti deve proseguire la procedura fallimentare Istanza da presentare al Tribunale per la risoluzione di un contratto preliminare di vendita Istanza da presentare per la messa in mora del curatore fallimentare circa la decisione che lo stesso deve prendere per decidere il subentro o il recesso da un contratto stipulato prima del fallimento Trascrizione della sentenza dichiarativa di fallimento al P.R.A. Istanza del curatore fallimentare al Comitato dei creditori per essere autorizzato a subentrare in luogo del fallito in un contratto non ancora eseguito Istanza del curatore fallimentare al Comitato dei creditori per essere autorizzato a subentrare in luogo del fallito in un contratto di vendita a rate Redazione di un verbale di apposizione di sigilli Ricorso al Presidente del Tribunale per nomina del liquidatore Ricorso al Presidente del Tribunale per revoca del liquidatore Accordo di ristrutturazione dei debiti Istanza di fallimento in proprio Prospetto struttura Patti Parasociali (DPS 03/09/83) Campione di convenzione relativa a Patti Parasociali: Sindacato di Blocco Patto parasociale per la nomina di Amministratore in Società in Accomandita Semplice Modello di convenzione relativa a Patti Parasociali: Sindacato di Voto Prospetto di struttura di Patti Parasociali nelle Società quotate

10 Sicurezza nei luoghi di lavoro Comunicazione dell avvenuta elezione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza in azienda Convocazione per Riunione del Servizio di Prevenzione e Protezione Designazione per servizio di emergenza Figure da designare Nomina del medico competente ai sensi dell art.18, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 81/08 Verbale dell elezione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Nomina addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione Elezione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Comunicazione RLS art. 18, comma 1, lettera a, D.Lgs. 81/08 Comunicazione a tutti i dipendenti dei nominativi delle squadre di emergenza Nomina addetto alla squadra di emergenza antincendio Nomina addetto alla squadra di primo soccorso D.Lgs. 81/08 e del D.M. 388/2003. Nomina formale dello svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione protezione dai rischi ai sensi dell'art. 34 del D.Lgs 81/08. Certificazione relativa alla valutazione dei rischi, ai sensi dell art. 29, comma 5 del D.Lgs. 81/08 Consegna DPI: uso, funzione e informazione sui rischi noti Nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Verbale della riunione di prevenzione e protezione dai rischi Verbale di riunione periodica per la prevenzione e protezione dai rischi ai sensi del D.Lgs. 81/08, art. 35 (soluzione 2) Comunicazione di appartenenza dell azienda al gruppo A della classificazione relativa alle Disposizioni per il Pronto Soccorso, D.M. 388/03 Comunicazione della nomina dell Rls Comunicazione ai dipendenti della nomina del Rappresentante per la Sicurezza dei Lavoratori (D.Lgs 81/08) Richiesta all ASL per la vidimazione del registro infortuni

11 Lettera per convocazione riunione periodica (art. 35 del D.Lgs. 81/08) Richiesta sull'attuazione degli adempimenti in materia di sicurezza e salute sul lavoro per lo svolgimento di lavori in regime di appalto Autocertificazione (ai sensi dell art.29, comma 5 del D.Lgs. 81/08) Indicazioni operative per l'accertamento dell'applicazione delle procedure di accertamento sanitario di assenza tossicodipendenza e assunzione sostanze stupefacenti - Regione Lombardia Autocertificazione di avvenuta effettuazione della valutazione dei rischi Autocertificazione requisiti di idoneità tecnico professionale Datore di lavoro per la sicurezza: obblighi e valutazione delle mansioni Datore di lavoro per la sicurezza: obblighi di legge (D.Lgs. 81/08 e D.Lgs. 106/09) Documenti della sicurezza da possedere in azienda Organigramma sicurezza Checklist sicurezza uffici Modulo consegna Dpi Nomina del Preposto Piano di emergenza Indice sanzioni Formalizzazione dell avvenuta formazione di lavoratori Linee guida per la gestione di un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (SGSL) Checklist per la valutazione della documentazione relativa ai corsi di formazione Checklist di controllo della redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) Istruzioni per la compilazione del Documento di Valutazione dei Rischi Avviso sulle norme comportamentali da seguire in caso di emergenza Rapporto tra responsabile del servizio prevenzione e protezione (art. 31, D.Lgs. 81/08) e delegato per la sicurezza, da parte del datore di lavoro (art. 16, D.Lgs. 81/08) La posizione di dirigenti e preposti in rapporto agli obblighi in materia di sicurezza dettati dal D.Lgs.

12 81/08 Lavori in appalto scheda Checklist minimale del Datore di Lavoro Servizio di Prevenzione e Protezione (SPP) scheda Valutazione dei rischi - scheda Responsabilità amministrativa degli enti (D.Lgs. 231/01) Requisiti e condizioni di esclusione Condizioni necessarie affinché la responsabilità amministrativa delle società di cui al D.Lgs. 231/01 possa essere esclusa Requisiti imprescindibili dei modelli di organizzazione e gestione di cui al D.Lgs. 231/01 Reati previsti dal D.Lgs. 231/01 Indebita percezione di erogazioni, di truffa a danno dello Stato o di un ente pubblico, di truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche, di frode informatica, a danno dello Stato o di un ente pubblico Delitti informatici e il trattamento illecito di dati Reati di concussione e corruzione Reati di falsità in monete, carte di credito, valori di bollo e strumenti o segni di riconoscimento Reati contro l industria e il commercio Reati societari Reati per finalità di terrorismo o di eversione dell ordine democratico Reati inerenti alla mutilazione degli organi genitali femminili Reati contro la personalità individuale

13 Reati afferenti ad abusi sul mercato Privacy Atto di nomina del responsabile del trattamento dei dati - art. 29, D.Lgs , n. 196 Atto di nomina dell incaricato del trattamento dei dati - art. 30, D.Lgs , n. 196 Informativa resa all interessato all atto della raccolta dei dati personali comuni e sensibili - art. 13, D.Lgs , n. 196 Consenso dell interessato al trattamento di dati personali - art. 23, D.Lgs , n. 196 Istruzioni sintetiche selezione e gestione password Regolamento interno di utilizzo degli strumenti elettronici Modello notificazione Consenso del dipendente interessato al trattamento di dati personali e dei suoi familiari Messaggio tutela privacy da inserire nelle e mail Informativa ai soggetti che possono accedere agli archivi dopo l orario di chiusura degli uffici Identificazione e registrazione dei soggetti che possono accedere agli archivi dopo l orario di chiusura degli uffici Dichiarazione di conformità di un dispositivo di sicurezza ai sensi del PT. 25, All. B, D.Lgs. 196/2003 Reati Informativa ai sensi e per gli effetti degli artt. 13 del D.Lgs , n. 196, relativo alla tutela del trattamento dei dati personali Documento per la sicurezza dei trattamenti di dati personali redatto ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Schema nuove sanzioni amministrative in materia di Privacy (D.L. 207/08) Modello di comunicazione al Garante dei trattamenti effettuati tramite il Fse Segnaletica videosorveglianza False comunicazioni sociali - ex art cod. civ. False comunicazioni sociali - ex art cod. civ. Falso in prospetto art cod. civ. Falsità nelle relazioni o nelle comunicazioni delle società di revisione art cod. civ. Impedito controllo art cod. civ.

14 Indebita restituzione dei conferimenti art c.c. Illegale ripartizione degli utili e delle riserve art c.c. Illecite operazioni sulle azioni o sulle quote sociali - art c.c. Operazioni in pregiudizio dei creditori art c.c. Omessa comunicazione del conflitto d interessi art c.c. Omessa esecuzione di denunce, comunicazioni o depositi art c.c. Omessa convocazione di assemblea art c.c. Formazione fittizia del capitale art c.c. Indebita ripartizione dei beni sociali da parte dei liquidatori, art c.c. Infedeltà patrimoniale, art cod. civ. Infedeltà patrimoniale a seguito di dazione o promessa di utilità, art c.c.. Illecita influenza sull assemblea, art cod. civ. Aggiotaggio, art c.c. Ostacolo all'esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza, art c.c. Sanzioni a carico del committente in un contratto d appalto che regoli il corrispettivo all appaltatore Disposizioni penali in materia di società e consorzi: altri soggetti passibili dei reati di cui al Titolo XI, Libro V, Codice Civile (art. 2639) L attenuante speciale prevista per i reati di cui al Titolo XI del Libro V, del Codice Civile (art. 2640) Sanzione accessoria della confisca per i reati di cui al Titolo XI, Libro V, Codice Civile (art. 2641) Riciclaggio : le fattispecie - art. 2, d.lgs. 231/07 Schema di reati depenalizzati in materia di Privacy D. L. 207/08) Reati afferenti a violazioni della normativa sui diritti d autore Reati afferenti a omicidio colposo e/o lesioni gravi o gravissime correlate alla violazione delle norme in materia di sicurezza Reati afferenti a ricettazione, riciclaggio e impiego di denaro di provenienza illecita Reati d induzione a rendere (o non) false dichiarazioni all Autorità giudiziaria I delitti tentati

15 Diffide Rapporto tra reato d infedeltà patrimoniale (art C.C.) e reato di appropriazione indebita (art. 646 C.P.) secondo la sentenza della Corte di Cassazione penale n.7587, 25/02/10 La sospensione del procedimento ex art. 2409, C.C. Diffida del creditore particolare del socio per la liquidazione della quota (art C.C.) Clausole di regolarità dei versamenti Clausola da inserire nei contratti di appalto in tema di regolarità dei versamenti contributivi e fiscali relativi al personale dipendente impiegato nell appalto stesso Clausola da inserire nei contratti di subappalto, in tema di regolarità dei versamenti contributivi e fiscali relativi al personale dipendente impiegato nell appalto stesso Reclami, lamentele e richieste d'informazioni Lettera del soggetto danneggiato da un prodotto commerciale acquistato al correlativo distributore, contenente richiesta di indicazione delle generalità del produttore Lettera del distributore di prodotto difettoso al produttore che glielo ha fornito Lettera del distributore di prodotto difettoso al cliente danneggiato, al fine di segnalare le generalità del produttore Modulistica per la gestione del personale Lettera di un consumatore per contestare al produttore la difettosità di un prodotto acquistato Lettera del produttore di un prodotto difettoso, di diniego di responsabilità, per le cause costituenti eccezione previste dall Ordinamento Compendio delle regole sul Foro del consumatore Scheda di valutazione dei collaboratori - Generale Scheda di valutazione delle posizioni - Per selezione Modello per la valutazione delle prestazioni dei dirigenti Modello per la valutazione delle prestazioni Scheda per la valutazione delle prestazioni Scheda per la valutazione delle capacità

16 Contratti di lavoro Richieste e comunicazioni varie Linee guida per la valutazione del potenziale dei dipendenti in forza all'azienda Scheda di valutazione delle competenze dei manager Scheda di valutazione delle competenze degli impiegati Scheda di autovalutazione delle competenze dei manager Scheda di analisi di casi critici Schede di Project Work Esempio di organigramma Esempio di funzionigramma Esempio di matrice di organizzazione dei processi Esempio di matrice del valore attribuito alle HR Riunione con la direzione Modulo di rilevazione presenza Lettera di assunzione a tempo indeterminato (senza patto di prova) Lettera di assunzione di un lavoratore avviato obbligatoriamente Lettera di assunzione di un lavoratore avviato obbligatoriamente (con patto di prova) (Nuovo) Contratto di lavoro a tempo determinato per il periodo massimo consentito Contratto di lavoro discontinuo (nel nuovo ordinamento) Contratto di lavoro a tempo parziale Contratto di lavoro a termine Contratto di lavoro a progetto Contratto d'appalto di servizi Chiamata al lavoro prescrizioni di forma (art. 22, co. 2, D.Lgs. 286/98 ed art. 30bis, co. 2 e 3, d.p.r. 394/99) Lettera di cambio di mansioni Richiesta di svolgimento di lavoro straordinario Richiesta di autorizzazione ad effettuare controlli Comunicazione di distacco

17 Variazione orario di lavoro Richiesta del datore di lavoro al lavoratore subordinato di assumere mansioni inferiori, onde evitare il licenziamento per soppressione di posto Atto di demansionamento (valido) in caso di assenza alternativa (se non quella di licenziamento per soppressione del posto) Lettere di licenziamento Contestazioni disciplinari Lettera di licenziamento del lavoratore in prova Lettera di licenziamento per giusta causa (standard) Lettera di licenziamento per giusta causa (insubordinazione grave) Lettera di licenziamento per giusta causa (insubordinazione grave con tentativo di vie di fatto) Lettera di licenziamento per giusta causa (utilizzo per scopi personali di beni aziendali) Lettera di licenziamento per giustificato motivo soggettivo (standard) Lettera di licenziamento per "riduzione dei costi" Lettera di licenziamento per sopravvenuta inidoneità permanente alle mansioni Lettera di licenziamento con preavviso del dirigente Lettera di licenziamento disciplinare per giusta causa del dirigente Lettera di licenziamento disciplinare Regole a carico del datore di lavoro per il caso di sopravvenuta inidoneità alle mansioni del lavoratore, in funzione dell eventuale suo licenziamento Lettera di contestazione disciplinare a mani (standard) Lettera di contestazione disciplinare con recidiva generica (assenza ingiustificata dal lavoro per un giorno) Lettera di contestazione disciplinare (allontanamento ingiustificato dal lavoro) Lettera di contestazione disciplinare (sospensione ingiustificata dell'attività lavorativa) Lettera di contestazione disciplinare con recidiva specifica (ingresso ritardato al lavoro) Lettera di contestazione disciplinare (insubordinazione lieve) Lettera di contestazione disciplinare (svolgimento negligente dell'attività lavorativa)

18 Controlli Regole e prassi Checklist Lettera di contestazione degli addebiti (per asporto di documentazione aziendale riservata) Lettera di contestazione disciplinare (lentezza nello svolgimento del lavoro) Lettera di richiamo-ammonimento (ritardo non giustificato) Lettera di contestazione disciplinare (uso di attrezzature aziendali per fini personali) Lettera d irrogazione della sanzione disciplinare (sospensione dal servizio e retribuzione) Lettera di contestazione disciplinare (allontanamento ingiustificato dal lavoro) Lettera di contestazione disciplinare (violazione procedure privacy) Adempimenti del capo ufficio in ottica disciplinare Adempimenti del soggetto titolare del potere disciplinare in seno all impresa in materia disciplinare Sistema di controlli consentiti sul lavoratore Controlli vietati sui lavoratori Comunicazione di ripulsa di un obiezione circa la legittimità dei controlli esercitati dal datore di lavoro, in ordine all operato di un lavoratore dipendente, per il tramite di sovraordinati a quest ultimo Presupposti d insorgenza dell obbligo di segnalazione a carico degli intermediari finanziari e degli altri soggetti esercenti attività finanziarie : operazioni sospette art. 15, D. Lgs. 231/07 Presupposti d insorgenza dell obbligo di segnalazione a carico dei professionisti e dei revisori contabili art. 16, D. Lgs. 231/07 Presupposti d insorgenza degli obblighi di adeguata verifica a carico degli altri soggetti art. 17, D. Lgs. 231/07 Operazioni esenti dall obbligo di adeguata verifica della clientela, ex art. 25, co. 6, D. Lgs. 231/07 Compendio di regole in tema di terzietà dell Arbitro nel contenzioso societario (Principio tratto dal Tribunale di Parma dell 11 aprile 2008) La Direttiva Servizi in sintesi (D. Lgs. 59/10) Libri e registri obbligatori ai fini civili e fiscali Checklist adempimenti e documenti in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro Compendio di regole sugli obblighi di segnaletica Antiriciclaggio

19 Compendio di regole in materia di concorrenza sleale per storno di dipendenti Contenuti necessari della registrazione nell Archivio Unico Informatico Libri e registri obbligatori per l amministrazione del personale Sanatoria fiscale: requisiti, attività e cause ostative Quadro RW: gli elementi da dichiarare nel periodo Scudo fiscale: checklist D.Lgs. 27/10 (Diritti degli azionisti di società quotate) - Modifiche apportate al Codice Civile D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 39 (Controllo contabile e revisione legale) - in rapporto agli articoli di Codice Civile modificati

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00 IL PROGRAMMA 2016 MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00 Il diritto penale dell impresa nell evoluzione legislativa e giurisprudenziale: le norme e

Dettagli

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S

S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S S T U D I O L E G A L E A S S O C I A T O T O S E L L O & P A R T N E R S 35131 PADOVA - Piazzale Stazione n. 6 - tel. 049.8759866-049.654879 - fax 049.8753348 C.F./P.IVA 04351050283 avvocati@studiolegaletosello.it

Dettagli

1/3 Sommario generale

1/3 Sommario generale 1/3 Sommario generale Capitolo primo 1/1 Introduzione all opera 1/2 Note di presentazione degli autori 1/3 Sommario generale 1/4 Installazione e utilizzo del programma 1/4.1 Installazione 1/4.2 Disinstallazione

Dettagli

IL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO

IL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO Studio Legale Associato Tosello & Partners Modello D.Lgs. 231/01 integrato con l art. 30 D.Lgs. 81/08 La responsabilità degli amministratori per mancata adozione del Modello 231 secondo la giurisprudenza

Dettagli

Mappa delle attività a rischio reato nella Fondazione Torino Wireless 2015

Mappa delle attività a rischio reato nella Fondazione Torino Wireless 2015 Mappa delle attività a rischio reato nella Fondazione Torino Wireless 2015 PREMESSA: per compilare le tabelle che seguono sono stati inizialmente presi in considerazione tutti i reati previsti dal D.lgs.

Dettagli

Gli Accordi di Ristrutturazione del Debito

Gli Accordi di Ristrutturazione del Debito Gli Accordi di Ristrutturazione del Debito Art. 182bis e 182 ter R.D. 16 marzo 1942, n. 267 Paolo Bonolis Fabrizio Spagnolo Federico Raffaelli Roma, GLI ACCORDI EX ART. 182 BIS LEGGE FALLIMENTARE Istituto

Dettagli

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Corporate Governance La Corporate Governance è l insieme dei processi per indirizzare

Dettagli

Gli Amministratori di società quotate

Gli Amministratori di società quotate CORSO DI CORPORATE GOVERNANCE Gli Amministratori di società quotate Prof. Alberto Nobolo 1 Le fonti: - Codice civile 1942 modificato dal D. Lgs. n. 6/2003 Art. 2364, co. 1, nn. 2 e 3: nomina/revoca/attribuzione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 5 Avvertenze...» 6

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 5 Avvertenze...» 6 INDICE SOMMARIO Presentazione..................................................... pag. 5 Avvertenze........................................................» 6 Parte I La costituzione del rapporto e la

Dettagli

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE SOMMARIO Prefazione pag. 1 PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE CAPITOLO PRIMO FASE STRAGIUDIZIALE pag. 5 1. Aspetti preliminari pag. 7 F.1 Lettera di richiesta di certificato di residenza

Dettagli

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI Realizzazione di programmi di formazione e di servizi a favore del personale finanziati con contributi pubblici Area di attività a rischio diretto con riferimento ai Corruzione pubblica 1 Truffa in danno

Dettagli

APPENDICE 1. Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto);

APPENDICE 1. Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto); APPENDICE 1 REATI ED ILLECITI (Generale)* I II Reati commessi nei rapporti con la pubblica amministrazione (artt. 24 e 25 del Decreto); Reati informatici e trattamento illecito di dati (art. 24 bis del

Dettagli

MAPPATURA DELLE AREE DI RISCHIO EX D. LGS. 231/01

MAPPATURA DELLE AREE DI RISCHIO EX D. LGS. 231/01 LAURO CANTIERI VALSESIA S.P.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MAPPATURA DELLE AREE DI RISCHIO EX D. LGS. 231/01 Premessa Ai fini dell efficace predisposizione di un Modello Organizzativo,

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA

INDICE CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO RIFLESSIONI SUL CONCETTO DI FRODE NEL DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA 1.1 Le frodi fiscali. Evoluzione storica della fattispecie... pag. 13 1.2 Il concetto di frode.

Dettagli

CODICE DISCIPLINARE. Art. 48 AMMONIZIONI SCRITTE, MULTE E SOSPENSIONI

CODICE DISCIPLINARE. Art. 48 AMMONIZIONI SCRITTE, MULTE E SOSPENSIONI Pag. 1 di 5 Con la presente si informa il lavoratore su alcuni aspetti tratti dal contratto collettivo nazionale di categoria: Art. 47 PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI L inosservanza, da parte del lavoratore,

Dettagli

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI DELLE OBBLIGAZIONI Art. 2410 c.c. Emissione... 1 1. Premessa... 1 2. Competenza... 3 2.1. Competenza dell organo amministrativo... 3 2.2. Competenza di altri organi sociali... 4 2.3. I compiti del collegio

Dettagli

LEZIONE 20 dicembre 2013

LEZIONE 20 dicembre 2013 1 LEZIONE 20 dicembre 2013 Società per azioni (S.P.A.) > è una persona giuridica, cioè un soggetto di diritto autonomo, dotato di capacità giuridica e di agire e di autonomia patrimoniale perfetta. La

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - NOVEMBRE 2009 INDICE E SOMMARIO P r e s e n t a z i o n e 9 N O T E G E N E

Dettagli

Modelli Organizzativi di controllo e di gestione ex D.Lgs. 231/01

Modelli Organizzativi di controllo e di gestione ex D.Lgs. 231/01 Studio Porcaro Commercialisti Modelli Organizzativi di controllo e di gestione ex D.Lgs. 231/01 La responsabilità amministrativa dipendente da reato delle persone giuridiche Studio Porcaro Commercialisti

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIII CAPITOLO PRIMO CENNI STORICI SUL CONCORDATO PREVENTIVO Guida bibliografica... 3 1. Origini dell istituto.... 5 2. Il concordato preventivo

Dettagli

Allegato al Codice di Condotta del Gruppo Ricoh valevole per Ricoh Italia Srl ai fini del D. Lgs 231/2001

Allegato al Codice di Condotta del Gruppo Ricoh valevole per Ricoh Italia Srl ai fini del D. Lgs 231/2001 Allegato al Codice di Condotta del Gruppo Ricoh valevole per Ricoh Italia Srl ai fini del D. Lgs 231/2001 Allegato al Codice Comportamento Aziendale.docV. 1.1 del 01/07/2013 1 Introduzione Il Codice di

Dettagli

Il/la sottoscritto/a nato/a il a Residente in Via/Piazza n.,

Il/la sottoscritto/a nato/a il a Residente in Via/Piazza n., Allegato 7 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL CERTIFICATO DI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA E DATI PER L ACQUISIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE ANTIMAFIA Il/la sottoscritto/a

Dettagli

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE LIBRO V DEL LAVORO TITOLO V DELLE SOCIETA' CAPO V SOCIETÀ PER AZIONI (modificato dall'art. 1, del D. Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, recante

Dettagli

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001:

Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione del D.Lgs. 231/2001: MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001 ADECCO ITALIA S.P.A. - ELENCO DEI REATI 231 - Si elencano di seguito i reati attualmente ricompresi nell ambito di applicazione

Dettagli

LA LIQUIDAZIONE VOLONTARIA. Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Tecnica Professionale La liquidazione volontaria

LA LIQUIDAZIONE VOLONTARIA. Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Tecnica Professionale La liquidazione volontaria LA LIQUIDAZIONE VOLONTARIA 1 PROGRAMMA DEL MODULO Cercheremo di fare chiarezza su: Ø Ø Ø Ø aspetti economico-aziendali aspetti civilistico-procedurali aspetti operativo-contabili principali lineamenti

Dettagli

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari COMUNE DI SELARGIUS Area 6 Lavori Pubblici Gara del giorno: 15/09/2015 Scadenza offerte: 25/08/2015, ore 17.30 PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DELLA PROGETTAZIONE ESECUTIVA, PREVIA ACQUISIZIONE DEL PROGETTO

Dettagli

SUDDIVISIONE DELLE MATERIE PER SEZIONE:

SUDDIVISIONE DELLE MATERIE PER SEZIONE: TRIBUNALE DI SUDDIVISIONE DELLE MATERIE PER SEZIONE: UFFICIO PRESIDENZA (Istruzione preventiva) 0.12.001 Prova testimoniale e/o Accertamento tecnico preventivo SEZIONE PRIMA: 40.033 Spedizione -Trasporto

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione... pag. 5

INDICE SOMMARIO. Prefazione... pag. 5 INDICE SOMMARIO Prefazione........................................................ pag. 5 Costituzione in mora del debitore 1. Lettera di convocazione per tentativo di definizione bonaria...» 21 2. Lettera

Dettagli

Meda Pharma SpA Modello di Organizzazione Gestione e Controllo - Allegato A Documento di mappatura dei processi sensibili

Meda Pharma SpA Modello di Organizzazione Gestione e Controllo - Allegato A Documento di mappatura dei processi sensibili Meda Pharma SpA - Allegato A al Modello Organizzativo Reato non rilevante Reato rilevante Articolo D.Lgs Fattispecie iilecito amministrativo Anno introduzione Reato Articolo 23 D. Lgs. Inosservanza delle

Dettagli

LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE

LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE SOMMARIO A - FALLIMENTO B - CONCORDATO FALLIMENTARE C - CONCORDATO PREVENTIVO D - LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA

Dettagli

IL LAVORO SUBORDINATO

IL LAVORO SUBORDINATO Sommario SOMMARIO Presentazione... XI Introduzione... XV Nota sugli autori... XIX Parte Prima IL LAVORO SUBORDINATO Titolo I Gli aspetti dinamici Capitolo 1 - La continuazione dell attività aziendale 1.

Dettagli

Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project

Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project IL MANUALE È AD USO ESCLUSIVO DEI CORSISTI: NE È VIETATA LA RIPRODUZIONE 1 Il D.Lgs. 231/01 Il D.Lgs.

Dettagli

Genova, 20 gennaio 2015

Genova, 20 gennaio 2015 Genova, 20 gennaio 2015 Approfondimenti sulle società di capitali: modelli di governance, sistemi di controllo, quote e azioni, diritti particolari, operazioni su azioni proprie Sede di svolgimento Ordine

Dettagli

TAI MILANO S.p.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE DI GESTIONE E DI CONTROLLO (D.lgs. 231/001 art. 30 D. lgs. 81/08)

TAI MILANO S.p.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE DI GESTIONE E DI CONTROLLO (D.lgs. 231/001 art. 30 D. lgs. 81/08) TAI MILANO S.p.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE DI GESTIONE E DI CONTROLLO (D.lgs. 231/001 art. 30 D. lgs. 81/08) Approvato dal Consiglio Di Amministrazione di TAI MILANO S.p.A. il MOG Rev. 01 del 23/06/2009

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE I ATTI GIUDIZIARI DI DIRITTO CIVILE

INDICE SOMMARIO PARTE I ATTI GIUDIZIARI DI DIRITTO CIVILE IX Presentazione... Gli Autori... v xv PARTE I ATTI GIUDIZIARI DI DIRITTO CIVILE SEZIONE I PROPRIETAv E DIRITTI REALI N. 1 Comparsa di costituzione e risposta Servitù prediali Servitù coattiva di passaggio...

Dettagli

Si comunicano l elenco degli oggetti per l iscrizione a ruolo Vedi pagine

Si comunicano l elenco degli oggetti per l iscrizione a ruolo Vedi pagine Si comunicano l elenco degli oggetti per l iscrizione a ruolo Vedi pagine 1 Stato della persona e diritti della personalità 1.10.001 Interdizione 1.10.002 Inabilitazione 1.10.011 Diritti della personalità

Dettagli

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 Studio Legale avv. Paolo Savoldi Bergamo, Via G. Verdi 14 Oggetto del Decreto 231/01 Il Decreto 231/01

Dettagli

S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A.

S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A. Società a responsabilità limitata 1 S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A. A seguito della riforma organica del diritto societario (D. Lgs. 6/2003) si differenzia

Dettagli

Accreditamento n 706 Regione Lombardia

Accreditamento n 706 Regione Lombardia L INPS ha messo in spedizione le note di rettifica alle aziende che hanno usufruito degli incentivi senza essere in regola con le norme sul Durc interno. L invio interessa le aziende attive a maggio 2015

Dettagli

EDIZIONE 1 23 Agosto 2013 REV. 1 PAG. 1 DI 11 Risorsa Sociale Gera d Adda Via Dalmazia, 2 24047 Treviglio (BG) Tel. 0363 3112101

EDIZIONE 1 23 Agosto 2013 REV. 1 PAG. 1 DI 11 Risorsa Sociale Gera d Adda Via Dalmazia, 2 24047 Treviglio (BG) Tel. 0363 3112101 SISTEMA DISCIPLINARE EDIZIONE 1 23 Agosto 2013 REV. 1 PAG. 1 DI 11 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO DI ADOTTATO DA RISORSA SOCIALE GERA D ADDA... 4 2. IL SISTEMA DISCIPLINARE DI RISORSA SOCIALE GERA

Dettagli

Introduzione. Fabio Spaggiari Consulente SSLL. info@fabiospaggiari.com

Introduzione. Fabio Spaggiari Consulente SSLL. info@fabiospaggiari.com Introduzione Fabio Spaggiari Consulente SSLL info@fabiospaggiari.com Argomenti Trattati Sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori; Soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo

Modello di organizzazione, gestione e controllo Modello di organizzazione, gestione e controllo Decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 SINTESI principi e regole del sistema del Modello di organizzazione e gestione Le ragioni di adozione del modello

Dettagli

TRIBUNALE DI FR SINON E ORDINE DI SERVIZIO IN DATA 1/12/08 ALLEGATO A Criteri di suddivisione delle materie tra i gruppi del settore civile

TRIBUNALE DI FR SINON E ORDINE DI SERVIZIO IN DATA 1/12/08 ALLEGATO A Criteri di suddivisione delle materie tra i gruppi del settore civile TRIBUNALE DI FR SINON E ORDINE DI SERVIZIO IN DATA 1/12/08 ALLEGATO A Criteri di suddivisione delle materie tra i gruppi del settore civile PRIMO GRUPPO Contratti atipici _1.43.101 Cessione di azienda

Dettagli

Obblighi Amministrativi ed enti di erogazione: come gestirli

Obblighi Amministrativi ed enti di erogazione: come gestirli Assemblea Annuale di Assifero Venezia 7 Maggio 2010 Obblighi Amministrativi ed enti di erogazione: come gestirli Avv. Roberto Randazzo Sommario La Responsabilità Amministrativa degli Enti ex D.Lgs. 231/2001

Dettagli

Indicare il procedimento speciale richiesto nonché l oggetto della domanda di merito

Indicare il procedimento speciale richiesto nonché l oggetto della domanda di merito Indicare il procedimento speciale richiesto nonché l oggetto della domanda di merito RUOLO DEI PROCEDIMENTI SPECIALI SOMMARI 0.10.001 PROCEDIMENTO DI INGIUNZIONE ANTE CAUSAM (PROCEDIMENTI CAUTELARI ANTE

Dettagli

AL COMUNE di BARI RIPARTIZIONE

AL COMUNE di BARI RIPARTIZIONE Ragione sociale della Ditta concorrente Allegato SUB A) ad Avviso di gara (utilizzare esclusivamente questo modulo) Domanda di partecipazione con autocertificazioni e dichiarazioni richieste all offerente

Dettagli

I RAPPORTI TRA COOPERATIVA E SOCIO

I RAPPORTI TRA COOPERATIVA E SOCIO I RAPPORTI TRA COOPERATIVA E SOCIO REQUISITI DEI SOCI La persona del socio è l elemento fondamentale dell impresa cooperativa, che nasce ed opera in funzione degli obiettivi che i soci si pongono e con

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Allegato 2 requisiti di ordine generale e idoneità professionale DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR. 445/2000) Il/ la sottoscritto/a: nato/a a: ( ) il / / domiciliato per la

Dettagli

Indice generale. Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21

Indice generale. Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21 Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21 1 - Lo scopo mutualistico... 21 2 - La mutualità esterna... 24 3 - La nuova mutualità... 25 4 - I segni distintivi...

Dettagli

ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151. Novità IVA contenute nel Decreto Legge

ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151. Novità IVA contenute nel Decreto Legge QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151 Argomenti di oggi Fare Unico, clic per rimborsi modificare IVA gli stili e attività del testo di dello schema controllo Secondo livello Novità

Dettagli

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio Nozione (2325 c.c.) Solo la società con il suo patrimonio risponde delle obbligazioni sociali Capitale sociale di almeno 120.000 euro Sola garanzia offerta ai creditori Creditori forti e deboli - gruppi

Dettagli

Allegato 1 al bando di gara ISTANZA E DICHIARAZIONE REQUISITI PER L AMMISSIONE ALLA GARA PER CONCORRENTI INDIVIDUALI I

Allegato 1 al bando di gara ISTANZA E DICHIARAZIONE REQUISITI PER L AMMISSIONE ALLA GARA PER CONCORRENTI INDIVIDUALI I Allegato 1 al bando di gara ISTANZA E DICHIARAZIONE REQUISITI PER L AMMISSIONE ALLA GARA PER CONCORRENTI INDIVIDUALI I bollo 16,00 Al Comune di Loiri Porto San Paolo V.le Dante n 28 07020 Loiri Porto San

Dettagli

Ha la direzione dell impresa. È responsabile per i cd. reati fallimentari

Ha la direzione dell impresa. È responsabile per i cd. reati fallimentari Capitolo 1 L impresa L IMPRESA E LE SOCIETÀ La nozione di impresa si desume implicitamente dal codice civile che delinea la figura dell imprenditore. Manca, infatti, nel nostro codice, una definizione

Dettagli

Il revisore legale dei conti nelle società a partecipazione pubblica e privata

Il revisore legale dei conti nelle società a partecipazione pubblica e privata «LE SOCIETA DI GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI: lo stato dell arte, gli affidamenti, le responsabilità per gli organi di amministrazione e controllo» Il revisore legale dei conti nelle società a partecipazione

Dettagli

SERUSO S.p.A. MODELLO A

SERUSO S.p.A. MODELLO A Modello A) Tale dichiarazione deve essere resa dal Legale Rappresentante o dal Titolare o dal Procuratore. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi, la medesima dichiarazione

Dettagli

CAPO I Denominazione Sede Durata - Oggetto

CAPO I Denominazione Sede Durata - Oggetto STATUTO APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL 8 NOVEMBRE 2011 VERBALE REDATTO PER ATTO PUBBLICO AL N. 5244/1379 A REPERTORIO NOTAIO DOTT.SSA CLAUDIA GANGITANO, NOTAIO IN MILANO CAPO

Dettagli

LA STORIA Lo Studio Legale Di Maio nasce a Torino negli anni ottanta, allorchè l Avv. Mariano Di Maio, dopo una lunga ed intensa esperienza maturata

LA STORIA Lo Studio Legale Di Maio nasce a Torino negli anni ottanta, allorchè l Avv. Mariano Di Maio, dopo una lunga ed intensa esperienza maturata LA STORIA Lo Studio Legale Di Maio nasce a Torino negli anni ottanta, allorchè l Avv. Mariano Di Maio, dopo una lunga ed intensa esperienza maturata nello studio dell Avv. Stanislao Di Maio di Napoli (fondato

Dettagli

BREVE SINTESI DEL MOGC

BREVE SINTESI DEL MOGC BREVE SINTESI DEL MOGC 1. Il d.lgs. 231/01 Con il decreto legislativo 231 del 2001 è stata introdotta la responsabilità amministrativa degli enti in conseguenza di reati commessi o tentati, da soggetti

Dettagli

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00 IL PROGRAMMA 2016 MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00 Introduzione al diritto delle società. - I tipi di società: classificazioni; tipicità e autonomia privata; autonomia patrimoniale

Dettagli

CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI

CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI INDICE CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI 1. Evoluzione storico-giuridica delle principali fonti normative del licenziamento individuale... pag. 9 2. I requisiti formali del licenziamento:

Dettagli

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott.

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott. La scelta della forma giuridica e la governance Dott. Paolo Bolzonella L avvio di un attività domande frequenti Come si fa ad avviare un impresa? Quale tipo di impresa scegliere? Quali requisiti occorrono?

Dettagli

LIQUIDAZIONE AZIENDA. scioglie vincolo dei beni al soggetto giuridico. Termina la sua vita. Conversione attività in denaro. Estinzione passività

LIQUIDAZIONE AZIENDA. scioglie vincolo dei beni al soggetto giuridico. Termina la sua vita. Conversione attività in denaro. Estinzione passività LA LIQUIDAZIONE LIQUIDAZIONE AZIENDA Termina la sua vita scioglie vincolo dei beni al soggetto giuridico Conversione attività in denaro Estinzione passività Restituzione residuo ai soci TIPOLOGIE VOLONTARIA

Dettagli

Ancona, 9 marzo 2011. A tutti i clienti Loro sedi LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL COLLEGATO LAVORO L. 183/2010

Ancona, 9 marzo 2011. A tutti i clienti Loro sedi LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL COLLEGATO LAVORO L. 183/2010 1 Ancona, 9 marzo 2011 A tutti i clienti Loro sedi LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL COLLEGATO LAVORO L. 183/2010 Maxisanzione per il lavoro nero La prima novità introdotta dal Collegato Lavoro, in tema

Dettagli

Presa d atto con Delibera di Giunta n.266 del 08/11/2013

Presa d atto con Delibera di Giunta n.266 del 08/11/2013 NUOVO STATUTO SOCIETA VALORE IMMOBILIARE Presa d atto con Delibera di Giunta n.266 del 08/11/2013 Art. 1) DENOMINAZIONE SOCIALE 1. Ai sensi dell'art. 2463 cod. civ. e dell art. 84 della Legge 27 dicembre

Dettagli

Elenco dei codici oggetto per l'iscrizione a ruolo delle cause civili

Elenco dei codici oggetto per l'iscrizione a ruolo delle cause civili TRIBUNALE DI BERGAMO Elenco dei codici oggetto per l'iscrizione a ruolo delle cause civili Stato della persona e diritti della personalità Tabella R1 1.10.001 Interdizione 1.10.002 Inabilitazione 1.10.011

Dettagli

- I Modelli Organizzativi Dott. Lorenzo G. Pascali lorenzo.pascali@scons.it

- I Modelli Organizzativi Dott. Lorenzo G. Pascali lorenzo.pascali@scons.it La Corporate Governance nelle recenti best practices - I Modelli Organizzativi Dott. Lorenzo G. Pascali lorenzo.pascali@scons.it 27 Febbraio 2012 1 INTRODUZIONE Con il D. Lgs. 231/2001, il legislatore

Dettagli

Sommario generale. Capitolo primo

Sommario generale. Capitolo primo Sommario generale Capitolo primo 1/1 Introduzione all opera 1/2 Note di presentazione degli autori 1/3 Sommario generale 1/4 Indice formule su CD-Rom 1/5 Elenco delle abbreviazioni utilizzate negli indici

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO Allegato A1 PROCEDURA APERTA PER L APPALTO SERVIZIO DI CONCESSIONE DI UN MUTUO CHIROGRAFO PARI AD 5.000.000,00 ALLA VALLE UMBRA SERVIZI S.P.A. GARANTITO DA DELEGAZIONI DI PAGAMENTO SULLE ENTRATE ORDINARIE

Dettagli

RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE

RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE D&D srl offre servizi di consulenza per la responsabilità d impresa (D. Lgs. n. 231/01) e la privacy agli Enti, alle PMI e alle

Dettagli

CESSIONE D AZIENDA ASPETTI CIVILISTICI. La nozione di azienda

CESSIONE D AZIENDA ASPETTI CIVILISTICI. La nozione di azienda CESSIONE D AZIENDA ASPETTI CIVILISTICI La nozione di azienda Art. 2555: complesso di beni organizzati dall'imprenditore per l'esercizio dell'impresa (Art. 2082: è imprenditore colui che esercita in forma

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

SOMMARIO DEL SEQUESTRO E DELLA CONFISCA. Capitolo 1 - Il sequestro e la confisca nel sistema penale. 1. Introduzione... 5

SOMMARIO DEL SEQUESTRO E DELLA CONFISCA. Capitolo 1 - Il sequestro e la confisca nel sistema penale. 1. Introduzione... 5 SOMMARIO Prefazione... IX PARTE I PROFILI E ASPETTI GIURIDICI DEL SEQUESTRO E DELLA CONFISCA Capitolo 1 - Il sequestro e la confisca nel sistema penale 1. Introduzione... 5 Capitolo 2 - Il sequestro probatorio

Dettagli

Semplificazione degli adempimenti per l'adeguamento alla normativa sulla Privacy

Semplificazione degli adempimenti per l'adeguamento alla normativa sulla Privacy Semplificazione degli adempimenti per l'adeguamento alla normativa sulla Privacy Approssimandosi la scadenza per il rinnovo annuale del DPS (Documento programmatico sulla Sicurezza) è utile sapere che

Dettagli

Indice SEZIONE PRIMA...3 PREMESSA...3. I Soggetti...4. I Reati...5. Le Sanzioni...6 ADOZIONE DEI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE...

Indice SEZIONE PRIMA...3 PREMESSA...3. I Soggetti...4. I Reati...5. Le Sanzioni...6 ADOZIONE DEI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE... MODELLO ORGANIZZATIVO D. Lgs. 231/2001 Data emissione: Luglio 2006 Indice SEZIONE PRIMA...3 PREMESSA...3 I Soggetti...4 I Reati...5 Le Sanzioni...6 ADOZIONE DEI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE...8

Dettagli

Meda 26-27 novembre 2014. Gruppo Poltrona Frau. Il Decreto Legislativo 231/2001: la Responsabilità amministrativa degli Enti

Meda 26-27 novembre 2014. Gruppo Poltrona Frau. Il Decreto Legislativo 231/2001: la Responsabilità amministrativa degli Enti Meda 26-27 novembre 2014 Gruppo Poltrona Frau Il Decreto Legislativo 231/2001: la Responsabilità amministrativa degli Enti Agenda Prima parte Il D.Lgs. n. 231/2001 1. La norma 2. Le misure sanzionatorie

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Allegato 4 al bando di gara DICHIARAZIONE REQUISITI SINGOLI DI AMMISSIONE ALLA GARA PER CONCORRENTI PLURIMI I

Allegato 4 al bando di gara DICHIARAZIONE REQUISITI SINGOLI DI AMMISSIONE ALLA GARA PER CONCORRENTI PLURIMI I Allegato 4 al bando di gara DICHIARAZIONE REQUISITI SINGOLI DI AMMISSIONE ALLA GARA PER CONCORRENTI PLURIMI I Al Comune di Loiri Porto San Paolo V.le Dante n 28 07020 Loiri Porto San Paolo PROCEDURA APERTA

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta A cura dello Studio Commercialista Di Michele di Roma e Milano Quale documentazione occorre per essere in regola con il D.lgs. 81/08? Occorre l organigramma della

Dettagli

Allegato A/1 PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE VIA M. NICOLETTA, 28 88900 CROTONE (KR).

Allegato A/1 PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE VIA M. NICOLETTA, 28 88900 CROTONE (KR). Allegato A/1 PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE VIA M. NICOLETTA, 28 88900 CROTONE (KR). DOMANDA DI AMMISSIONE E DICHIARAZIONE A CORREDO DELLA DOMANDA E DELL OFFERTA. Oggetto: Procedura aperta

Dettagli

Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01 Cesve Servizi Informatici Bancari S.p.A. Consortile

Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01 Cesve Servizi Informatici Bancari S.p.A. Consortile Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/01 Cesve Servizi Informatici Bancari S.p.A. Consortile Doc_Dlgs 231 Modello Organizzativo pag. 1 di 14 v1.0 del 24.04.2012 Sommario 1. Scopo del documento... 3 2. Ambito

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

(utilizzare esclusivamente questo modulo) Importo complessivo del servizio posto a base d asta: 88.014,37, oltre IVA 21%.

(utilizzare esclusivamente questo modulo) Importo complessivo del servizio posto a base d asta: 88.014,37, oltre IVA 21%. Ragione sociale della Ditta concorrente Allegato SUB A) al bando di PROCEDURA APERTA (utilizzare esclusivamente questo modulo) Domanda di partecipazione con autocertificazioni e dichiarazioni richieste

Dettagli

Articolo 1 Campo di applicazione del Regolamento

Articolo 1 Campo di applicazione del Regolamento REGOLAMENTO DI PROCEDURA dell organismo di mediazione MediaTorino s.r.l., istituito ai sensi del D. Legisl. 4 marzo 2010, n. 28 e del D.M. del 18 ottobre 2010, n. 180 così come modificato dal D.L. 21.06.13

Dettagli

RICHIESTA ISCRIZIONE DITTA Oppure AGGIORNAMENTO DATI DELLA DITTA (Codice Ditta)

RICHIESTA ISCRIZIONE DITTA Oppure AGGIORNAMENTO DATI DELLA DITTA (Codice Ditta) N Protocollo Data registrazione Mod. A/06 CITTA DI TORINO Il ricevente RICHIESTA ISCRIZIONE DITTA Oppure AGGIORNAMENTO DATI DELLA DITTA (Codice Ditta) SPECIFICARE TIPOLOGIA ISTANZA ISCRIZIONE AGGIORNAMENTO

Dettagli

Studio Campana e Associati Dottori Commercialisti

Studio Campana e Associati Dottori Commercialisti STATUTO Art. 1. - Denominazione Lo Studio Associato come sopra costituito (in appresso indicato per brevità come lo Studio ) viene denominato: Studio Associato di Consulenza e Assistenza Societaria, Tributaria,

Dettagli

CIG 5883516EFB. P a r t e A - D O M A N D A D I P A R T E C I P A Z I O N E E D I C H I A R A Z I O N E S O S T I T U T I V A

CIG 5883516EFB. P a r t e A - D O M A N D A D I P A R T E C I P A Z I O N E E D I C H I A R A Z I O N E S O S T I T U T I V A B A N D O D I G A R A C O N P R O C E D U R A N E G O Z I A T A P E R I S E R V I Z I D I A S S I C U R A Z I O N E R. C. A. E I N C E N D I O R I S C H I D I V E R S I D E G L I A U T O B U S A Z I E

Dettagli

Registro Imprese IL MODELLO S

Registro Imprese IL MODELLO S Registro Imprese IL MODELLO S Schede sintetiche degli adempimenti riguardanti le quote di s.r.l. Indice Atto costitutivo di S.r.l... 3 Atto di trasformazione di S.r.l. da società di persone... 4 Variazione

Dettagli

COSTITUZIONE DEL CONSORZIO DI GARANZIA FIDI REGGIO EMILIA COFIRE CON SEDE IN REGGIO EMILIA. PATTI CONSORTILI ARTICOLO 1 Denominazione e sede

COSTITUZIONE DEL CONSORZIO DI GARANZIA FIDI REGGIO EMILIA COFIRE CON SEDE IN REGGIO EMILIA. PATTI CONSORTILI ARTICOLO 1 Denominazione e sede COSTITUZIONE DEL CONSORZIO DI GARANZIA FIDI REGGIO EMILIA COFIRE CON SEDE IN REGGIO EMILIA PATTI CONSORTILI ARTICOLO 1 Denominazione e sede E costituito un Consorzio di garanzia collettiva fra le imprese

Dettagli

Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica,

Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, Decreto Legislativo 231/2001 Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231 Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE AL CORSO SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE

DOMANDA DI ISCRIZIONE AL CORSO SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE IL / LA SOTTOSCRITTO/A (compilare a stampatello) COGNOME E NOME DOMANDA DI ISCRIZIONE AL CORSO SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE NATO A PROV IL CODICE FISCALE PARTITA IVA RESIDENTE A CAP VIA N DOMICILIATO

Dettagli

Programma del corso. LEZIONE 1 Martedì, 24.2.2015 Condominio, supercondominio, consorzi. Diritti reali e rapporti tra proprietari.

Programma del corso. LEZIONE 1 Martedì, 24.2.2015 Condominio, supercondominio, consorzi. Diritti reali e rapporti tra proprietari. Programma del corso MODULO 1 IL CONDOMINIO LEZIONE 1 Martedì, 24.2.2015 Condominio, supercondominio, consorzi 1. Proprietà di beni immobiliari e contitolarità di diritti 2. Comunione e condominio: similitudini

Dettagli

Indice Sommario. SEZIONE 1: SUCCESSIONI di Giuseppe Cresta

Indice Sommario. SEZIONE 1: SUCCESSIONI di Giuseppe Cresta Indice Sommario Gli Autori... Introduzione... V XXIII SEZIONE 1: SUCCESSIONI di Giuseppe Cresta CAPITOLO 1 L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ COL BENEFICIO D INVENTARIO 1. Finalità, funzione e legittimazione...

Dettagli

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA.

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA. ISTANZA E RELATIVE DICHIARAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI COPERTURA ASSICURATIVA DELLA SOCIETA STRUTTURA VALLE D AOSTA S.R.L. PERIODO 01/10/2014 01/10/2017

Dettagli

PER CONSORZIO DI COOPERATIVE/CONSORZIO STABILE. Presentata dal Consorzio di Cooperative. (ovvero) Presentata dal Consorzio Stabile.

PER CONSORZIO DI COOPERATIVE/CONSORZIO STABILE. Presentata dal Consorzio di Cooperative. (ovvero) Presentata dal Consorzio Stabile. PER CONSORZIO DI COOPERATIVE/CONSORZIO STABILE Allegato 2 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA APERTA n.41/2013 PER L AFFIDAMENTO, IN N.2 LOTTI, DEI SERVIZI DI VIGILANZA, PORTIERATO/RECEPTION E TRASPORTO

Dettagli

CODICE DISCIPLINARE Effetti s.r.l.

CODICE DISCIPLINARE Effetti s.r.l. CODICE DISCIPLINARE Effetti s.r.l. Approvato all unanimità dagli Amministratori con decisione del 21 aprile 2009 SOMMARIO Art. 1 PREMESSA Art. 2 ILLECITI DISCIPLINARI E CRITERI SANZIONATORI Art. 3 LAVORATORI

Dettagli