Aeroporto L. da Vinci - Fiumicino (RM) Implementazione di un Sistema di Gestione delle Pavimentazioni Aeroportuali (Pavement Management System)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Aeroporto L. da Vinci - Fiumicino (RM) Implementazione di un Sistema di Gestione delle Pavimentazioni Aeroportuali (Pavement Management System)"

Transcript

1 Aeroporto L. da Vinci - Fiumicino (RM) Implementazione di un Sistema di Gestione delle Pavimentazioni Aeroportuali (Pavement Management System)

2 AGENDA PREMESSA COS E UN PMS FASE 0 INDIVIDUAZIONE INDICATORI DI STATO STUDIO FASE 0 FASE 1 INDIVIDUAZIONI SEZIONI OMOGENEE FASE 2 CARATTERISTICHE DEI MATERIALI FASE 1 FASE 2 FASE 3 TIPOLOGIE DI INTERVENTO FASE 3 FASE 4 - SCELTA DEL TIPO DI MANUTENZIONE FASE 4 CONCLUSIONI 2

3 PREMESSA- COS E UN PMS Sistema di gestione che permette di valutare le alternative di manutenzione e riqualifica delle pavimentazioni a medio e lungo termine in maniera oggettiva nel rispetto dei vincoli di sicurezza, certificazione oltreché economici e/o prestazionali: il suo utilizzo ottimale permette di avere le giuste indicazioni sulle decisioni di intervento, le tempistiche, ma anche valutare le condizioni dell infrastruttura, non solo nel presente, ma anche predire quelle future Dove Safety Come Quando INTERVENIRE PMS Con Quanto Pianificazione Investimenti Certificazione Aeroportuale La procedura del Pavement Management System è recepita all interno del manuale di aeroporto, e come tale contribuisce al mantenimento della certificazione aeroportuale. La mancata esecuzione delle attività previste da tale procedura può portare alla revoca del certificato di aeroporto 3

4 FASE 0 INDIVIDUAZIONE INDICATORI DI STATO STUDIO FASE 0 1. Tenere sottocontrollo in modo sistematico, oggettivo e ripetibile le condizioni attuali delle pavimentezioni 2. Stabilire eventuali strategie di manutenzione 3. Garantire un adeguata ed oculata pianificazione degli interventi manutentivi Tutto ciò è reso possibile attraverso l elaborazione di dati provenienti dall esecuzione periodica delle seguenti indagini, che individuano una serie di indicatori di stato Modulo elastico equivalente di ogni strato (E1, E1 a 20 C, E2, E3) espresso in MPa Valore indice PCI (Pavement Condition Index) calcolato per ogni sample units Valore IRI (International Roughness Index) Valore Rut Depth BSN (Breaking Slip Number) 4

5 FASE 1 INDIVIDUAZIONI SEZIONI OMOGENEE FASE 1 PISTA DI VOLO 16L/34R Modulo elastico c.b. E1 E2 E3 Spessore c.b. H1 H2 H3 Volume di traffico T1 T2 T3 Sezioni omogenee S1 S2 S3 S4 S5 E1 H1 T1 E2 H1 T1 E2 H2 T1 E3 H3 T2 E3 H3 T3 5

6 FASE 1 INDIVIDUAZIONI SEZIONI OMOGENEE FASE 1 SYSTEM: RWY SYSTEM 2 BRANCH: RWY 07/25 SECTION: FCORWY E1, conglomerato bituminoso E2, fondazione in misto granulare E3, sottofondo 6

7 FASE 2 CARATTERISTICHE DEI MATERIALI FASE 2 Al fine di tenere sotto controllo lo stato di degrado delle pavimentazioni è necessario implementare, per ogni materiale definito, la propria curva di decadimento. Lo studio dell andamento di tale curva permette così l ottimizzazione della tipologia e dei tempi di intervento. Indagini strutturali Indagini visive Indagini funzionali Indagini aderenza 7

8 FASE 3 TIPOLOGIE DI INTERVENTO FASE 3 Sulla base dei materiali definiti, sono state individuate una serie di interventi di manutenzione tipo ed il relativo costo, per le quali, in base profondità d intervento, deve essere stabilito un miglioramento degli indicatori di stato. TIPOLOGIA DI INTERVENTO MIGLIORAMENTO PRESTAZIONALE COSTI Intervento superficiale (MILL INLAY 1) IRI: Ruth Depth: PCI: da 1,5 mm/m 1 mm/m da 5 mm 1 mm da Costo: 14,78 /mq Intervento semistrutturale (ASPHALT REHAB.) IRI: Ruth Depth: PCI: da 3,0 mm/m 1 mm/m da 20 mm 1 mm da Costo: 63,85 /mq Intervento Strutturale 1 (HEAVY REHAB. 1) IRI: Ruth Depth: PCI: da 5,0 mm/m 1 mm/m da 25 mm 1 mm da Costo: 75,26 /mq 8

9 FASE 4 - SCELTA DEL TIPO DI MANUTENZIONE FASE 4 Una volta note le curve di decadimento dei parametri implementati e stabilite le tipologie di interventi manutentivi, è necessario poter disporre di modelli che permettano scegliere, tra varie tipologie di manutenzione, quella che individua la strategia più efficace in termini di analisi benefici/costi. Questo procedimento può essere eseguito per ogni singola sezione, fornendo nel corso degli anni, una serie di interventi di manutenzione che allungano la vita utile della pavimentazione individuando il parametro critico rilevato tra quelli strutturali o funzionali, o per l intera rete infrastrutturale, definendo, una volta assegnato un determinato budget per ogni anno, gli interventi prioritari di manutenzione. 9

10 FASE 4 - SCELTA DEL TIPO DI MANUTENZIONE FASE 4 COSTI CAPITALI (CAPITAL COSTS) Il sistema di pavimentazioni relativo alle infrastrutture aeroportuali rappresenta un Capitale che le operazioni di manutenzione hanno l obiettivo di preservare ed il cui valore può essere quantificato. L assenza di operazioni di manutenzione provoca un progressivo degrado delle pavimentazioni e, conseguentemente, una riduzione del valore intrinseco delle pavimentazioni. All interno del sistema APMS è necessario tenere conto che la progressiva riduzione della capacità portante delle pavimentazioni del sistema infrastrutturale genera una riduzione dal Capitale che rappresenta un costo (se per assurdo si intendesse vendere un aeroporto le condizioni delle pavimentazioni e le esigenze di manutenzione entrerebbero in gioco come fattore determinante per la quantificazione del suo valore). Di questo fattore viene opportunamente tenuto conto calcolando la riduzione del capitale come funzione della perdita di capacità portante espressa dalla riduzione di spessore equivalente (cioè lo spessore di overlay necessario per mantenere la capacità portante iniziale della pavimentazione). COSTI DI AGENZIA (AGENCY COSTS) Rientrano in questa voce tutti i costi direttamente sostenuti dall ente gestore per l applicazione delle soluzioni manutentive. Questi costi, sia relativi agli interventi di riqualificazione, sia relativi alle semplici operazioni di riparazione (rappezzi, sigillature dei giunti, ecc.) vengono inseriti dall utente e devono essere tenuti costantemente aggiornati. COSTI UTENTI (VEHICLE OPERATING COSTS) Questi costi possono essere quantificati dal sistema e calcolati come funzione delle caratteristiche di aderenza e di regolarità delle pavimentazioni. Le costanti relative alla quantificazione di questo danno possono essere calibrate per ciascun tipo di velivolo presente nello spettro di traffico, tenendo conto anche dello specifico tasso annuale di incremento dei movimenti di ciascun tipo di velivolo. 10

11 FASE 4 - SCELTA DEL TIPO DI MANUTENZIONE FASE 4 Sono state implementate 5 diverse strategie di ottimizzazione: Cheapest Questa strategia non tiene conto delle informazioni relative ai budget disponibili ed ai costi dell utenza, individuando la soluzione più economica per l Agenzia calcolata sul periodo di analisi. In altri termini vengono minimizzati i costi direttamente sostenuti dall Agenzia, indipendentemente dai Capital costs e dagli User costs. Questa strategia non rappresenta una vera e propria ottimizzazione del procedimento a livello di rete ma più semplicemente l individuazione soluzione più economica che compete a ciascuna sezione appartenente alla rete. Decrement Questo metodo individua un piano di manutenzione caratterizzato dal minimo valore per i costi complessivi, includendo Agency costs, User costs e Capital costs. In molti casi è lecito attenderci che il risultato non soddisfi i limiti imposti dalla disponibilità di budget per qualcuno degli anni del periodo di analisi. In questi casi viene pertanto utilizzato un algoritmo basato sul metodo degli effective gradient di Toyoda, con l obiettivo di ricercare quella soluzione che determina i minori costi complessivi, nel rispetto dei vincoli imposti ai valori annuali di budget minori. Il metodo del gradiente efficace Toyoda si basa sulla misura del valore di ciascuna soluzione per unità di costo, rapportandola al complesso delle risorse disponibili. L obiettivo è quello di massimizzare il valore delle soluzioni senza eccedere i vincoli imposti dal budget: 11

12 FASE 4 - SCELTA DEL TIPO DI MANUTENZIONE FASE 4 Per risolvere il problema utilizzando un algoritmo euristico, è necessario assegnare a ciascuna soluzione xj il valore cj ed avere informazioni sulle risorse aj. L importanza di ciascuna soluzione può essere determinata considerando il rapporto cj/aj con il seguente ordine, con il quale si esaminano e si computano le soluzioni di maggiore importanza o maggiore criticità e si procede in modo decrescente fino alla determinazione del risultato finale. Increment Questo metodo è simile a quello "Decrement" ma individua il piano di manutenzione che risulta il meno costoso per l Agenzia (Cheapest), indipendentemente dai Capital e User costs. A causa della natura euristica del problema la procedura Incrementale porterà generalmente ad una soluzione diversa da quella che si ottiene con quella Decrementale. Genetic Questo metodo di ottimizzazione utilizza un algoritmo genetico per applicare miglioramenti ad una soluzione esistente, ottenuta con uno dei precedenti algoritmi. Solitamente viene prima applicata la procedura Decrement e successivamente viene valutata la possibilità di migliorarla con algoritmo Genetic. E possibile utilizzare il codice Genetic anche per ottimizzare soluzioni valutate con i metodi Increment o Cheapest. 12

13 FASE 4 - SCELTA DEL TIPO DI MANUTENZIONE FASE 4 Fit Budget Con questa procedura viene utilizzato un algoritmo genetico per ricercare la soluzione che minimizza la differenza tra il budget disponibile ed i costi calcolati per le attività di manutenzione e riabilitazione per tutti gli anni del periodo di analisi. L obiettivo di minimizzare le differenze di budget (richiesto e disponibile) viene combinato con quello di minimizzare i costi totali. All interno di questa procedura è possibile scegliere il peso da assegnare a ciascuno di questi due obiettivi oltre che il modo di valutazione delle differenze di budget (RMS o normale). Con questa funzione vengono mostrati i grafici relativi alle percentuali di miglioramento dei due singoli obiettivi (budget fitting and mimimization of total costs). 13

14 CONCLUSIONI L operazione di programmazione della manutenzione rappresenta quell operazione in grado di generare, sulla base di precisi vincoli di budget, un programma pluriennale di lavori e di spese nel quale quelle sezioni che avranno necessità di interventi, miglioramenti, riparazioni o ricostruzioni vengono selezionate e opportunamente analizzate. Questo rappresenta un vero e proprio esercizio di pianificazione tattica: il programma di manutenzione produce una stima dei costi da sostenere in ciascun anno del periodo considerato nel piano. Dal momento che le risorse disponibili sono limitate, l aspetto fondamentale del programma di manutenzione è quello di stabilire una priorità dei lavori manutentivi in modo da stabilire il migliore impiego delle risorse disponibili. 14

15 15

Era di Maggio (2011) had a dream. 25 Ottobre 2012 Aeroporto di Milano Malpensa

Era di Maggio (2011) had a dream. 25 Ottobre 2012 Aeroporto di Milano Malpensa Era di Maggio (2011) and we had a dream 25 Ottobre 2012 Aeroporto di Milano Malpensa ed oggi.. La Bozza di Circolare Enac sull A-PMS Obiettivi e contenuti Relatore: Prof. Maurizio Crispino 25 Ottobre 2012

Dettagli

Dipartimento ICEA Area STRADE Università Politecnica delle Marche. Prof. Ing. Francesco Canestrari 1

Dipartimento ICEA Area STRADE Università Politecnica delle Marche. Prof. Ing. Francesco Canestrari 1 Prof. Ing. Francesco Canestrari La Pianificazione della Manutenzione Stradale Dipartimento ICEA Area STRADE Università Politecnica delle Marche Prof. Ing. Francesco Canestrari 1 Ripartizione Incidenti

Dettagli

a misura di aeroporto

a misura di aeroporto 60 Pavement Management System PMS innovativo Gianfranco Battiato Lorenzo Cosimi Gruppo Rodeco a misura di aeroporto la tradizione dell innovazione rodeco in materia di pms trova conferma nei recenti aggiornamenti

Dettagli

ALLEGATO A: INDICI. Sommario. Indice delle figure

ALLEGATO A: INDICI. Sommario. Indice delle figure ALLEGATO A: INDICI Sommario Indice delle figure... 1 A.1 PCN (Pavement Classification Number)... 2 A.2 IRI (International Roughness Index)... 4 A.3 PCI (Pavement Condition Index)... 6 A.3.1 FASE 1: Determinazione

Dettagli

DOTTORATO DI RICERCA A.P.M.S. AIRPORT PAVEMENT MANAGEMENT SYSTEM SPECIFICAMENTE CONTESTUALIZZATO IN AEROPORTI A TRAFFICO STAGIONALE

DOTTORATO DI RICERCA A.P.M.S. AIRPORT PAVEMENT MANAGEMENT SYSTEM SPECIFICAMENTE CONTESTUALIZZATO IN AEROPORTI A TRAFFICO STAGIONALE Università degli Studi di Cagliari DOTTORATO DI RICERCA INGEGNERIA STRUTTURALE XXVII CICLO A.P.M.S. AIRPORT PAVEMENT MANAGEMENT SYSTEM SPECIFICAMENTE CONTESTUALIZZATO IN AEROPORTI A TRAFFICO STAGIONALE

Dettagli

MANUTENZIONE DELLE PAVIMENTAZIONI DI PISTA, IN LINEA CON LE

MANUTENZIONE DELLE PAVIMENTAZIONI DI PISTA, IN LINEA CON LE 54 Manutenzioni Programmate PMS innovativo per l aeroporto di Bologna IL GESTORE DELLO SCALO FELSINEO HA MESSO A PUNTO UN SISTEMA INTEGRATO, BASATO SULLA COMBINAZIONE DI COMPETENZE INGEGNERISTICHE E INFORMATICHE,

Dettagli

Documento d Indirizzo: Standard prestazionali e criteri di manutenzione delle pavimentazioni stradali

Documento d Indirizzo: Standard prestazionali e criteri di manutenzione delle pavimentazioni stradali Direzione Generale Infrastrutture e Mobilità Documento d Indirizzo: Standard prestazionali e criteri di manutenzione delle pavimentazioni stradali ALLEGATO A alla d.g.r. n del MILANO, Novembre 2005 Data

Dettagli

Università Univ degli Studi di ersità Cagliari Organizzazione delle attività didattiche

Università Univ degli Studi di ersità Cagliari Organizzazione delle attività didattiche Organizzazione delle attività didattiche L attività didattica si svolge in 5 ore settimanali dedicate alle lezioni in aula, alle esercitazioni in laboratorio e alle escursioni presso cantieri di costruzioni.

Dettagli

Macrorinforzo delle pavimentazioni flessibili con GEOSINTETICI

Macrorinforzo delle pavimentazioni flessibili con GEOSINTETICI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria DCT ICAR/04 STRADE, FERROVIE, AEROPORTI Macrorinforzo delle pavimentazioni flessibili con GEOSINTETICI Ing. Nicola Baldo e-mail: nicola.baldo@unipd.it

Dettagli

Dr. Ing. Emiliano Pasquini Pianificazione della Manutenzione - 1 Dipartimento ICEA - Università Politecnica delle Marche

Dr. Ing. Emiliano Pasquini Pianificazione della Manutenzione - 1 Dipartimento ICEA - Università Politecnica delle Marche Pianificazione della Manutenzione - 1 Dipartimento ICEA - Università Politecnica delle Marche 1 Pianificazione e Gestione oculata della Manutenzione Ottimizzazione del bilancio Costi-Benefici Approccio

Dettagli

Una strada per pneumatici fuori uso

Una strada per pneumatici fuori uso Una strada per pneumatici fuori uso A cura di: Nome Cognome Stefano D Ambrosio - Nome Cognome Felice -Pio Nome Liberato Cognome Federico - Nome Lioy Cognome Isabella Marvelli Laura Romano Workshop Safe

Dettagli

PROGETTO DI GLOBAL SERVICE PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA RETE STRADALE PROVINCIALE

PROGETTO DI GLOBAL SERVICE PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA RETE STRADALE PROVINCIALE PROVINCIA DI NAPOLI AREA PROGRAMMAZIONE E GOVERNO DELLA RETE INFRASTRUTTURALE DIREZIONE TECNICA GESTIONE SERVIZI MANUTENZIONE RETE VIARIA PROGETTO DI GLOBAL SERVICE PER LA GESTIONE E LA MANUTENZIONE DELLA

Dettagli

Global service per la gestione del patrimonio stradale della provincia di Napoli

Global service per la gestione del patrimonio stradale della provincia di Napoli 1 Global service per la gestione del patrimonio stradale della provincia di Napoli (Giuseppe Montanino, Vincenzo Trevisone, Pasquale Zoppoli) 1. Premessa La Provincia di Napoli gestisce una rete stradale

Dettagli

SCUOLA DOTTORALE IN INGEGNERIA SEZIONE SCIENZE DELL'INGEGNERIA CIVILE CICLO DEL CORSO DI DOTTORATO XXV

SCUOLA DOTTORALE IN INGEGNERIA SEZIONE SCIENZE DELL'INGEGNERIA CIVILE CICLO DEL CORSO DI DOTTORATO XXV SCUOLA DOTTORALE IN INGEGNERIA SEZIONE SCIENZE DELL'INGEGNERIA CIVILE CICLO DEL CORSO DI DOTTORATO XXV INDIVIDUAZIONE E CALIBRAZIONE DEL MODELLO DI SINTESI PER LA GESTIONE DELLA MANUTENZIONE STRADALE.

Dettagli

Piano di manutenzione dell opera

Piano di manutenzione dell opera Piano di manutenzione dell opera I INDICE 1 NOTE D USO DEL PIANO... 1 1.1 NOTE GENERALI... 1 1.2 DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI DI PROGETTO... 2 1.3 CATEGORIE D OPERA E UNITA TECNOLOGICHE... 3 1.4 GRADO

Dettagli

Gestione quotidiana degli ammaloramenti delle pavimentazioni aeroportuali

Gestione quotidiana degli ammaloramenti delle pavimentazioni aeroportuali Gestione quotidiana degli ammaloramenti delle pavimentazioni aeroportuali Daily management of airport-pavement damage STEFANO MILANOLO Sagat Spa Riassunto L articolo presenta una metodologia di indagine

Dettagli

Il VALORE DELL ESPERIENZA

Il VALORE DELL ESPERIENZA Il VALORE DELL ESPERIENZA Da anni la Pavimental costruisce strade, autostrade, ponti, viadotti, aree di servizio e aeroporti e ne assicura la costante manutenzione. La Pavimental è erede dell esperienza

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO PE/A.4 PIANO DI MANUTENZIONE LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLE OPERE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NELLA FRAZIONE PASTA

PROGETTO ESECUTIVO PE/A.4 PIANO DI MANUTENZIONE LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLE OPERE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NELLA FRAZIONE PASTA COMUNE DI RIVALTA DI TORINO Provincia di Torino LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLE OPERE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA NELLA FRAZIONE PASTA PROGETTO ESECUTIVO PE/A.4 Settembre 2013 INDICE 1 Premessa... 3 1.1 Le

Dettagli

ASPETTI INNOVATIVI DI RECENTI INTERVENTI SU INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI

ASPETTI INNOVATIVI DI RECENTI INTERVENTI SU INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI 7 CONVEGNO ORGANIZZATO DALL OSSERVATORIO SULLE ATTIVITÀ DI MANUTENZIONE DEGLI AEROPORTI ASPETTI INNOVATIVI DI RECENTI INTERVENTI SU INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI PROF. ING. MAURIZIO CRISPINO Professore Ordinario

Dettagli

Progetto RE.S.IS.: Ricerca e Sviluppo per la Sismologia e l Ingegneria Sismica

Progetto RE.S.IS.: Ricerca e Sviluppo per la Sismologia e l Ingegneria Sismica 5 Convegno Tecnico Scientifico Progetto RE.S.IS.: Ricerca e Sviluppo per la Sismologia e l Ingegneria Sismica Sistema VULSIN per la Protezione delle Lifeline dal Rischio Sismico Carlo Vardanega Andrea

Dettagli

Convegno CIFI Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani

Convegno CIFI Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani Convegno CIFI Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani Sorrento 16-17 Ottobre 2015 Un modello di supporto alle strategie di manutenzione dell infrastruttura ferroviaria A. Collina, G. Della Vecchia, C. Di

Dettagli

Fornit. HUESKERr. Ingegneria con geosintetici SKER HUESKER HUESKER HUESKER HUESKER HUESKERHUES SKER HUESKER HUESKER HUESKER HUESKER HUESKERHUES

Fornit. HUESKERr. Ingegneria con geosintetici SKER HUESKER HUESKER HUESKER HUESKER HUESKERHUES SKER HUESKER HUESKER HUESKER HUESKER HUESKERHUES Ingegneria con geosintetici SKER Fornit HUES r r SKER Geogriglie biassiali HUES r r SKER HUES rper il rinforzo delle r r r SKER fondazioni stradali HUES Fornit Geogriglie biassiali per il rinforzo delle

Dettagli

Nuovi approcci per il managment, la manutenzione ed il controllo delle reti di ponti

Nuovi approcci per il managment, la manutenzione ed il controllo delle reti di ponti Il managment ed il controllo di estese reti infrastrutturali di ponti mette in luce la difficoltà di programmare gli interventi di manutenzione e nuova costruzione Nuovi approcci per il managment, la manutenzione

Dettagli

Le pavimentazioni aeroportuali in conglomerato bituminoso open grade intasato di malta cementizia

Le pavimentazioni aeroportuali in conglomerato bituminoso open grade intasato di malta cementizia Le pavimentazioni aeroportuali in conglomerato bituminoso open grade intasato di malta cementizia Open grade asphalt concrete filled with cement mortar for airport pavements GIULIA BERARDI, PAOLA DI MASCIO

Dettagli

SERVIZIO FOGNATURA E DEPURAZIONE OPERE DI ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA NERA E/O MISTA

SERVIZIO FOGNATURA E DEPURAZIONE OPERE DI ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA NERA E/O MISTA Pagina 1 di 7 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 DESCRIZIONE DELL OPERA... 3 3 CRITERI DI DIMENSIONAMENTO DELLE OPERE DI ALLACCIAMENTO 4 4 POZZETTI PREFABBRICATI IN C.A.V.... 4 5 GRADINI SCALA DI ACCESSO AL POZZETTO...

Dettagli

Consultazione ART sui diritti aeroportuali

Consultazione ART sui diritti aeroportuali Milano, 16 giugno 2014 Consultazione ART sui diritti aeroportuali I corrieri aerei soci AICAI si avvalgono come utenti dei servizi degli aeroporti di Fiumicino, Napoli, Catania, Bologna, Linate, Venezia,

Dettagli

Catalogo dei dissesti delle pavimentazioni stradali

Catalogo dei dissesti delle pavimentazioni stradali Direzione Generale Infrastrutture e Mobilità Catalogo dei dissesti delle pavimentazioni stradali ALLEGATO B alla d.g.r. n del MILANO, Novembre 2005 Data File 14/11/2005 Minicatalogo Dissesti.doc INDICE

Dettagli

MESSAGGIO MUNICIPALE

MESSAGGIO MUNICIPALE Risoluzione municipale no. 293/308 Paradiso, 2 aprile 2009 del 30.03.2009 / 06.04.2009 a10mmc:mm -GR/mts Dicastero del Territorio MESSAGGIO MUNICIPALE No. 1645/2009 concernente la richiesta di un credito

Dettagli

Neoweb sistema di stabilizzazione dei terreni

Neoweb sistema di stabilizzazione dei terreni sistema di stabilizzazione dei terreni Il problema L obiettivo principale della progettazione è quello di realizzare delle sovrastrutture in grado di possedere l adeguata resistenza alle sollecitazioni

Dettagli

Pista di Volo. Via di Uscita Veloce. Area di Attesa. Pista di Rullaggio. Piazzale di Sosta

Pista di Volo. Via di Uscita Veloce. Area di Attesa. Pista di Rullaggio. Piazzale di Sosta Dipartimento DISTART - Università di Bologna Dimensionamento delle Sovrastrutture Aeroportuali Prof. Ing. Andrea Simone 1 ELEMENTI CHE COSTITUISCONO L AREA AEROPORTUALE PISTA DI VOLO, destinata all involo

Dettagli

Locarno, 20 gennaio 2014. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o. Egregi Signori Presidente e Consiglieri, Premesse

Locarno, 20 gennaio 2014. Al Consiglio Comunale. L o c a r n o. Egregi Signori Presidente e Consiglieri, Premesse M.M. no. 37 riguardante la richiesta di due crediti che interessano Via Varenna, tratta Via d Alberti Via Simen; il primo di CHF 950 000.00 per la opere di sottostruttura, quali canalizzazioni per acque

Dettagli

2. Programma di manutenzione 2.1 Sottoprogramma dei controlli 2.2 Sottoprogramma degli interventi di manutenzione

2. Programma di manutenzione 2.1 Sottoprogramma dei controlli 2.2 Sottoprogramma degli interventi di manutenzione Indice 1. Introduzione al piano ed anagrafica dell opera 1.1 Relazione introduttiva 1.2 Dati dell opera 1.3 Soggetti 1.4 Numeri Utili 2. Programma di manutenzione 2.1 Sottoprogramma dei controlli 2.2 Sottoprogramma

Dettagli

La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK

La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK NUOVA FORMULAZIONE Da 10 anni il massetto specifico per sistemi di riscaldamento e raffrescamento a pavimento. 10 anni di

Dettagli

Risparmio energetico nei Data Center

Risparmio energetico nei Data Center Risparmio energetico nei Data Center Danilo Ardagna, Mara Tanelli, Politecnico di Milano {ardagna,tanelli}@elet.polimi.it Politecnico di Milano, 22 Febbraio 2010 Consumi energetici dei Data Center: un

Dettagli

I PROCESSI MANUTENTIVI IN AEROPORTO

I PROCESSI MANUTENTIVI IN AEROPORTO MaintenanceStories 2013 Kilometro Rosso 13 Novembre 2013 I PROCESSI MANUTENTIVI IN AEROPORTO Ing. Felice Cottino Presidente dell Osservatorio sulle attività di Manutenzione degli Aeroporti INDICE Premessa

Dettagli

INTERNATIONAL WORKSHOP Asphalt Recycling and Materials Re-use in Asphalt Pavements Identification of open questions and research needs

INTERNATIONAL WORKSHOP Asphalt Recycling and Materials Re-use in Asphalt Pavements Identification of open questions and research needs INTERNATIONAL WORKSHOP Asphalt Recycling and Materials Re-use in Asphalt Pavements Identification of open questions and research needs CONSIDERAZIONI SULL IMPIEGO DI MATERIE PRIME SECONDARIE NELLA COSTRUZIONE

Dettagli

27/08/2009. In particolare vanno segnalati, come punti di riferimento significativi, del medesimo Quadro Normativo : L Aquila, 28 giugno 2007

27/08/2009. In particolare vanno segnalati, come punti di riferimento significativi, del medesimo Quadro Normativo : L Aquila, 28 giugno 2007 INTERNATIONAL WORKSHOP Asphalt Recycling and Materials Re-use in Asphalt Pavements Identification of open questions and research needs CONSIDERAZIONI SULL IMPIEGO DI MATERIE PRIME SECONDARIE NELLA COSTRUZIONE

Dettagli

La tecnologia FBG per il monitoraggio in ambito aeroportuale

La tecnologia FBG per il monitoraggio in ambito aeroportuale 9 CONVEGNO Aeroporti: esperienze operative e innovazioni tecnologiche 30 ottobre 2014 - Aeroporto Malpensa Nuove tecnologie per ambiente sicurezza e monitoraggio in aeroporto: La tecnologia FBG per il

Dettagli

Ripristino e consolidamento dei travetti portanti mediante applicazione di tessuti in fibra di carbonio FRP SYSTEM - FIBRE C-SHEET

Ripristino e consolidamento dei travetti portanti mediante applicazione di tessuti in fibra di carbonio FRP SYSTEM - FIBRE C-SHEET S.r.l. Prodotti per l Edilizia e il Restauro - Tecnologie per l Ambiente e le Infrastrutture Ripristino e consolidamento dei travetti portanti mediante applicazione di tessuti in fibra di carbonio FRP

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

Documentazione disponibilità Luogo di conservazione Provincia di Pistoia preliminare

Documentazione disponibilità Luogo di conservazione Provincia di Pistoia preliminare 1 te generali Il presente piano di manutenzione relativo alla realizzazione della Variante alla SR 66 Pistoiese in località Limestre (San Marcello P.se), è redatto tenendo conto delle specifiche norme

Dettagli

STABILIZZAZIONE TERRENI e RICICLAGGIO A FREDDO CONGLOMERATI BITUMINOSI

STABILIZZAZIONE TERRENI e RICICLAGGIO A FREDDO CONGLOMERATI BITUMINOSI Pag 1 www.pavi-italia.it - info@pavi-italia.it Loc. Moano - 06037 Sant Eraclio di Foligno (PG) - Tel +39 0742 391025 Fax +39 0742 67183 STABILIZZAZIONE TERRENI e RICICLAGGIO A FREDDO CONGLOMERATI BITUMINOSI

Dettagli

Strategic Research & Innovation Agenda - Italia

Strategic Research & Innovation Agenda - Italia Advisory Council for Aviation Research and Innovation in Europe - Italia Strategic Research & Innovation Agenda - Italia Executive Summary Marzo 2014 Realising Europe s vision for aviation Strategic Research

Dettagli

Solution. Innovation GAEM 2.0. Gestione del Life Cycle degli Asset Elettromedicali

Solution. Innovation GAEM 2.0. Gestione del Life Cycle degli Asset Elettromedicali Solution Innovation GAEM 2.0 Gestione del Life Cycle degli Asset Elettromedicali 1. Cos è GAEM 2.0 - Gestione Asset Elettromedicale - è un sistema modulare e web oriented proposto da b! Spa, system integrator

Dettagli

REQUISITI DEI PROCESSI ASSISTENZIALI LIVELLO DI ASSISTENZA: REQUISITI ULTERIORI DI QUALITA SPECIFICI

REQUISITI DEI PROCESSI ASSISTENZIALI LIVELLO DI ASSISTENZA: REQUISITI ULTERIORI DI QUALITA SPECIFICI REQUISITI ULTERIORI DI QUALITA SPECIFICI 1. 2. 3. 4. 5. PROGRAMMI DI GESTIONE PER LA QUALITA SI NO a. Il titolare attiva programmi per la promozione ed il miglioramento della sicurezza dei pazienti b.

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Introduzione

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Introduzione Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili Introduzione La Ricerca Operativa La Ricerca Operativa è una disciplina relativamente recente. Il termine Ricerca Operativa è stato coniato

Dettagli

Reti TEN-T (Trans European Network Transport) il Corridoio Scan-Med Scan-Med Corridor

Reti TEN-T (Trans European Network Transport) il Corridoio Scan-Med Scan-Med Corridor Reti TEN-T (Trans European Network Transport) il Corridoio Scan-Med Scan-Med Corridor Percorso di Capacity Building Progetto STREETS Catania 03/04 dicembre 2014 Giuseppe Anzaldi Regione Siciliana Dipartimento

Dettagli

CITTA' DI ROSARNO PROV. DI REGGIO CALABRIA PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO RIPRISTINO DI STRADE URBANE NELL ABITATO DI ROSARNO

CITTA' DI ROSARNO PROV. DI REGGIO CALABRIA PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO RIPRISTINO DI STRADE URBANE NELL ABITATO DI ROSARNO CITTA' DI ROSARNO PROV. DI REGGIO CALABRIA PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO RIPRISTINO DI STRADE URBANE NELL ABITATO DI ROSARNO PROGETTISTI: RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Arch. Luciano Macrì Geom Rosario

Dettagli

RICERCA & INNOVAZIONE Centro Sperimentale Stradale. Novembre 2008. Il presente documento è suscettibile di modifiche e aggiornamenti INDICE

RICERCA & INNOVAZIONE Centro Sperimentale Stradale. Novembre 2008. Il presente documento è suscettibile di modifiche e aggiornamenti INDICE RICERCA & INNOVAZIONE Centro Sperimentale Stradale GESTIONE DELLE PAVIMENTAZIONI STRADALI LINEE GUIDA DI PROGETTO E NORME TECNICHE PRESTAZIONALI Novembre 2008 Il presente documento è suscettibile di modifiche

Dettagli

Aree Industriali nella Provincia di Ancona: Qualità Ambientale, Certificazione EMAS e. Codice Etico

Aree Industriali nella Provincia di Ancona: Qualità Ambientale, Certificazione EMAS e. Codice Etico Relazione Dott. Ing. Giacomo GIACOMINI Responsabile del Sistema di Gestione Ambientale Aree Industriali nella Provincia di Ancona: Qualità Ambientale, Certificazione EMAS e Codice Etico fiera di Rimini,

Dettagli

Pavimentazioni e materiali, riciclaggio Bolzano, 20 febbraio 2008. L Utilizzo delle Reti di Rinforzo nelle Pavimentazioni Stradali

Pavimentazioni e materiali, riciclaggio Bolzano, 20 febbraio 2008. L Utilizzo delle Reti di Rinforzo nelle Pavimentazioni Stradali L Utilizzo delle Reti di Rinforzo nelle Pavimentazioni Stradali Università Politecnica delle Marche f.canestrari@univpm.it slide 1 CIRS CENTRO INTERUNIVERSITARIO SPERIMENTALE DI RICERCA STRADALE ED AEROPORTUALE

Dettagli

Gianfranco Battiato RO.DE.CO Road Construction & Structural Design Consultants.

Gianfranco Battiato RO.DE.CO Road Construction & Structural Design Consultants. ESTRATTO DAL N 01/86 La misura della capacità portante delle pavimentazioni aeroportuali mediante il falling weight deflectometer Gianfranco Battiato RO.DE.CO Road Construction & Structural Design Consultants.

Dettagli

La qualità fa strada. Dal 1894. www.brussicostruzioni.it

La qualità fa strada. Dal 1894. www.brussicostruzioni.it La qualità fa strada. Dal 1894. www.brussicostruzioni.it La qualità fa strada. Dal 1894. Forte della tradizione e dell esperienza ultracentenaria che l ha resa una delle aziende trevigiane più qualificate

Dettagli

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Opere in terra Caratteristiche di un terreno Compressibilità e costipamento delle terre Portanza sottofondi e fondazioni stradali Instabilità del corpo

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Il Piano di Salvaguardia della Balneazione di Rimini:

Il Piano di Salvaguardia della Balneazione di Rimini: Il Piano di Salvaguardia della Balneazione di Rimini: un esempio virtuoso di collaborazione fra Istituzioni e Gestore per il miglioramento degli standard ambientali Luca Migliori Responsabile Ingegneria

Dettagli

Disfunzioni delle reti fognarie, interventi strutturali e manutentivi

Disfunzioni delle reti fognarie, interventi strutturali e manutentivi Convegno La manutenzione dei collettori di fognatura per un moderno ed efficace sistema di drenaggio urbano Disfunzioni delle reti fognarie, interventi strutturali e manutentivi Bergamo 27 settembre 2013

Dettagli

STIMA INCIDENZA MANODOPERA

STIMA INCIDENZA MANODOPERA Comune di ROCCABRUNA Provincia di CUNEO pag. 1 STIMA INCIDENZA MANODOPERA OGGETTO: COMMITTENTE: DECRETO 6000 CAMPANILI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE TRAMITE PAVIMENTAZIONE ARE BORGATE COMUNALI

Dettagli

engineering s.r.l. via del Rio, 2 56025 PONTEDERA PI tel. +39.0587.608233 fax +39.0587.606784

engineering s.r.l. via del Rio, 2 56025 PONTEDERA PI tel. +39.0587.608233 fax +39.0587.606784 05 04 03 02 01 08.11.2010 VARIANTE 1 00 14.03.2009 Prima emissione Rev. DATA: Motivo Il Direttore dei Lavori Piano di Lottizzazione UTOE Pontedera Est Comparto 12 OPERE DI URBANIZZAZIONE PONTEDERA PI Loc.tà

Dettagli

Ing. Giovandomenico Caridi

Ing. Giovandomenico Caridi PRODUZIONE COGENERATIVA DI ENERGIA ELETTRICA E CALORE DA FONTI RINNOVABILI: OTTIMIZZAZIONE DI RETI ELETTRICHE E DI CALORE SULLA BASE DELLO SVILUPPO DELLE RINNOVABILI Ing. Giovandomenico Caridi CONFERENZA

Dettagli

Piano di sviluppo al 2044 di Aeroporti di Roma S.p.A.

Piano di sviluppo al 2044 di Aeroporti di Roma S.p.A. Nota informativa per la stampa Piano di sviluppo al 2044 di Aeroporti di Roma S.p.A. Sommario 1. Tratti salienti 2. Il Piano di sviluppo al 2044 3. Occupazione: più di 230mila posti di lavoro 4. Grande

Dettagli

ADF. PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre

ADF. PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre www.aeroportofrosinone.it AEROPORTO PROGETTO AEROPORTO FROSINONE Strutture ed infrastrutture aeroportuali ed eliportuali e loro integrazione con le reti di mobilità terrestre Progetto Aeroporto Frosinone

Dettagli

Osservatorio Credito e Risparmio Adiconsum Tassi Effettivi Globali Medi 1.7.1997-30.9.09

Osservatorio Credito e Risparmio Adiconsum Tassi Effettivi Globali Medi 1.7.1997-30.9.09 Incremento/ Decremento 1.7.2009-30.9.2009 1.7.09-1.4.09 1.4.2009-30.6.2009 1.1.2009-31.12.2009 1.10.2008-31.12.2008 1.7.2008-30.9.2008 11,59 17,385-0,200-0,300 11,79 17,69 12,27 18,41 13,27 19,91 12,97

Dettagli

COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA FRESA FRANGISASSI STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA

COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA FRESA FRANGISASSI STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA FRESA FRANGISASSI COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO

Dettagli

La certificazione aeroportuale

La certificazione aeroportuale La certificazione aeroportuale Tra le attività di Enac c è anche la certificazione di aeroporto. Un aspetto particolare di questa certificazione è costituito dal fatto che la stessa riguarda sia le caratteristiche

Dettagli

Capitolo 2 - Teoria della manutenzione: classificazione ABC e analisi di Pareto

Capitolo 2 - Teoria della manutenzione: classificazione ABC e analisi di Pareto Capitolo 2 - Teoria della manutenzione: classificazione ABC e analisi di Pareto Il presente capitolo continua nell esposizione di alcune basi teoriche della manutenzione. In particolare si tratteranno

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO (PROVINCIA DI MODENA) 41026 Pavullo n/f. - Piazza R. Montecuccoli, 1 AREA SERVIZI TECNICI - SERVIZIO LAVORI PUBBLICI Tel. 0536/29932 - Fax. 0536/324307 OGGETTO D.L. 1010/48

Dettagli

Affidabilità del modello di Winkler

Affidabilità del modello di Winkler COMASTRI imp 14-09-2004 11:00 Pagina 50 Dal punto di vista fisico il mezzo alla Winkler può essere assimilato a un letto di molle elastiche mutuamente indipendenti, o meglio a un liquido di peso specifico

Dettagli

Il ruolo del Dottore Commercialista nell attività di rating advisory ed il visto di conformità sul merito creditizio

Il ruolo del Dottore Commercialista nell attività di rating advisory ed il visto di conformità sul merito creditizio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Rating Advisory e reporting finanziario del rischio d impresa Il ruolo del Dottore Commercialista nell attività di rating advisory ed il visto di conformità

Dettagli

Provincia di Massa Carrara. Medaglia d Argento al Valor Militare - Medaglia D Oro al Merito Civile

Provincia di Massa Carrara. Medaglia d Argento al Valor Militare - Medaglia D Oro al Merito Civile REGOLAMENTO SULLA MISURAZIONE, VALUTAZIONE E TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE Approvato con deliberazione G.C. n. 67 del 02/08/2012 TITOLO I Attuazione della premialità ai sensi delle norme del D.Lgs n.150

Dettagli

Strumenti di Previsione, Monitoraggio e Controllo dei consumi energetici

Strumenti di Previsione, Monitoraggio e Controllo dei consumi energetici Strumenti di Previsione, Monitoraggio e Controllo dei consumi energetici Dott. Marco Giusti, Sales Manager di Inspiring Software Agenda Energy management L approccio metodologico Formazione Survey & Assessment

Dettagli

Comune di MERATE PROVINCIA DI LECCO

Comune di MERATE PROVINCIA DI LECCO via Mazzini 17 24034 Cisano B.sco - BG tel.035.4381312. fax.035.4381875 P.IVA 03415090160 - email: dbmassociati@gmail.com Comune di MERATE PROVINCIA DI LECCO Progetto ESECUTIVO art. 33 e seguenti del D.P.R.

Dettagli

BANDO ATTUATIVO REGIONE LOMBARDIA COMUNE DI CARDANO AL CAMPO (VA)

BANDO ATTUATIVO REGIONE LOMBARDIA COMUNE DI CARDANO AL CAMPO (VA) PROGETTO ESECUTIVO BANDO ATTUATIVO REGIONE LOMBARDIA COMUNE DI CARDANO AL CAMPO (VA) PROGETTO ESECUTIVO PER IMMOBILI IN CORSO DI ACQUISIZIONE CON PROCEDURA DI ESPROPRIO ATTUALMENTE CUSTODITI DAL TRIBUNALE

Dettagli

Mappatura acustica, piano d'azione e climi acustici nella Città di Torino

Mappatura acustica, piano d'azione e climi acustici nella Città di Torino L inquinamento acustico a Torino: analisi, soluzioni e problematiche aperte Mappatura acustica, piano d'azione e climi acustici nella Città di Torino ing. Manuela Santa Area Ambiente Servizio Adempimenti

Dettagli

Studio e ottimizzazione di geosintetici per pavimentazioni flessibili rinforzate

Studio e ottimizzazione di geosintetici per pavimentazioni flessibili rinforzate Università Politecnica delle Marche Scuola di Dottorato di Ricerca in Scienze dell Ingegneria Curriculum in Ingegneria delle Strutture e delle Infrastrutture ----------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

CAPITOLO I Modalità per la descrizione dell'opera e l'individuazione dei soggetti interessati.

CAPITOLO I Modalità per la descrizione dell'opera e l'individuazione dei soggetti interessati. Fascicolo dell opera Pagina 1 di 7 CAPITOLO I Modalità per la descrizione dell'opera e l'individuazione dei soggetti interessati. Scheda I Descrizione sintetica dell'opera ed individuazione dei soggetti

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Nato a Sapri (SA) il 9.11.1948 apple Laurea in ingegneria Trasporti all Università di Roma- indirizzo costruttivoinfrastrutturale

CURRICULUM VITAE. Nato a Sapri (SA) il 9.11.1948 apple Laurea in ingegneria Trasporti all Università di Roma- indirizzo costruttivoinfrastrutturale ACHILLE GRANOZIO CURRICULUM VITAE Nato a Sapri (SA) il 9.11.1948 apple Laurea in ingegneria Trasporti all Università di Roma- indirizzo costruttivoinfrastrutturale conseguita nel novembre 1973 apple Abilitazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Progetto di una sovrastruttura stradale di tipo flessibile

Progetto di una sovrastruttura stradale di tipo flessibile Progetto delle Sovrastrutture Viarie Progetto di una sovrastruttura stradale di tipo flessibile Prof. Ing. Pietro Giannattasio Prof. Ing. Vittorio Nicolosi ALLIEVO/A: Relazione SOMMARIO 2. DATI INIZIALI...

Dettagli

Il sistema del trasporto privato

Il sistema del trasporto privato Il sistema del trasporto privato 1. Introduzione e inquadramento generale "La Provincia attraverso il PTCP definisce la dotazione di infrastrutture per la mobilità di carattere sovracomunale, ed individua

Dettagli

Direzione Generale Infrastrutture e Mobilità

Direzione Generale Infrastrutture e Mobilità Direzione Generale Infrastrutture e Mobilità Sintesi inerente lo stato della manutenzione stradale in ambito internazionale, in Italia ed in Regione Lombardia ALLEGATO E alla d.g.r. n del MILANO, Settembre

Dettagli

CONVEGNO - I SISTEMI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO PER IL CONTROLLO DI PONTI, GALLERIE, INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO E RETI DI DISTRIBUZIONE

CONVEGNO - I SISTEMI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO PER IL CONTROLLO DI PONTI, GALLERIE, INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO E RETI DI DISTRIBUZIONE CONVEGNO - I SISTEMI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO PER IL CONTROLLO DI PONTI, GALLERIE, INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO E RETI DI DISTRIBUZIONE LE ATTIVITA DI ISPEZIONE PER LA MANUTENZIONE DI RETI STRADALI Michele

Dettagli

Premessa... 3 Le opere in progetto... 3

Premessa... 3 Le opere in progetto... 3 INDICE Premessa... 3 Le opere in progetto... 3 Strade ed opere d'arte... 4 Manuale d'uso... 4 Manuale di manutenzione... 4 Programma di manutenzione... 6 Verifiche e controlli... 7 Interventi di manutenzione...

Dettagli

Il Valore è. Risorse. Performance. La Performance comprende: Esigenze imprenditoriali Qualità Immagine Benefici sociali Incremento dei ricavi

Il Valore è. Risorse. Performance. La Performance comprende: Esigenze imprenditoriali Qualità Immagine Benefici sociali Incremento dei ricavi Il Valore è Performance Risorse La Performance comprende: Esigenze imprenditoriali Qualità Immagine Benefici sociali Incremento dei ricavi Le risorse comprendono: Tempi di produzione Tempi di programmazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Scuola secondaria di primo grado:

RELAZIONE TECNICA. Scuola secondaria di primo grado: RELAZIONE TECNICA Premessa L Amministrazione Comunale di San Sperate è beneficiaria del finanziamento riguardante il Potenziamento delle strutture scolastiche in termini di dotazione tecniche e di spazi

Dettagli

Nel presente piano di manutenzione le opere sono state suddivise in due distinti capitoli:

Nel presente piano di manutenzione le opere sono state suddivise in due distinti capitoli: PREMESSA Il presente Piano di manutenzione, redatto ai sensi dell art 38 del D.P.R. 207/2010, ha lo scopo sia di dare indicazione sul corretto utilizzo delle opere effettivamente realizzate, che di pianificare

Dettagli

Mettere in pista un organizzazione perfetta

Mettere in pista un organizzazione perfetta Mettere in pista un organizzazione perfetta Aeroporti & Hub IL RIFACIMENTO COMPLETO DELLA PISTA DELL AEROPORTO IL CARAVAGGIO DI ORIO AL SERIO SI È CONCLUSO IN MODO POSITIVO. UN CANTIERE MOLTO COMPLESSO,

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE II ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO UDA 4 IL TEAM DI PROGETTO LEZIONE: IL

Dettagli

MARCOTHERM LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SISTEMA DI ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO A CAPPOTTO

MARCOTHERM LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SISTEMA DI ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO A CAPPOTTO MARCOTHERM LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SISTEMA DI ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO A CAPPOTTO NORME DI RIFERIMENTO SULL EFFICIENZA ENERGETICA A livello comunitario, le normative di riferimento in materia di

Dettagli

Il top delle pavimentazioni sportive RUB TAN, PULASTIC e sistemi in erba sintetica

Il top delle pavimentazioni sportive RUB TAN, PULASTIC e sistemi in erba sintetica Il top delle pavimentazioni sportive RUB TAN, PULASTIC e sistemi in erba sintetica La versatilità vince: sistemi di pavimentazione PULASTIC per impianti sportivi al coperto. Oggi un torneo di unihockey,

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI

PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Lavori di Sistemazione Strade Rurali PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI 1 Il TECNICO (Arch. Maurizio Carlino) 2 PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA 1. PREMESSA

Dettagli

Valutazione dei costi ambientali e della risorsa Direttiva Quadro Acque 2000/60/CE Giornata di studio ROMA 16 aprile 2015

Valutazione dei costi ambientali e della risorsa Direttiva Quadro Acque 2000/60/CE Giornata di studio ROMA 16 aprile 2015 Valutazione dei costi ambientali e della risorsa Direttiva Quadro Acque 2000/60/CE Giornata di studio ROMA 16 aprile 2015 Autorità di Bacino dei fiumi Liri Garigliano e Volturno Distretto Idrografico Appennino

Dettagli

Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse

Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse Dott. Edoardo Piana, Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale Università degli Studi di Brescia, via Branze 38,

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento

Dettagli

Nel caso in esame sono stati individuati due modi, utilizzati per la successiva inversione della curva di dispersione.

Nel caso in esame sono stati individuati due modi, utilizzati per la successiva inversione della curva di dispersione. Linea sismica 1-SHOT 3 La linea sismica 1 è stata eseguita in loc. Carlina, entro il contesto di pianura prossimo al margine pedecollinare. Tale area era già stata oggetto nel Novembre 2002 di un indagine

Dettagli

Management Sanitario. Modulo di Ricerca Operativa

Management Sanitario. Modulo di Ricerca Operativa Management Sanitario per il corso di Laurea Magistrale SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Modulo di Ricerca Operativa Prof. Laura Palagi http://www.dis.uniroma1.it/ palagi Dipartimento di

Dettagli

ESEMPIO DI CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNI PRODOTTI TIPICI DI RIPRISTINO AD ALTA DURABILITA

ESEMPIO DI CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNI PRODOTTI TIPICI DI RIPRISTINO AD ALTA DURABILITA ESEMPIO DI CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNI PRODOTTI TIPICI DI RIPRISTINO AD ALTA DURABILITA 1 Progetto CARFIB integrato ai sistemi VHDRS MuCis 4. I SISTEMI RAZIONALI DI RINFORZO CON COMPOSITI NELLE COSTRUZIONI

Dettagli

CAPITOLO 4 - LA PROGRAMMAZIONE D EMERGENZA

CAPITOLO 4 - LA PROGRAMMAZIONE D EMERGENZA CAPITOLO 4 - LA PROGRAMMAZIONE D EMERGENZA 4.1 IL PIANO DEGLI INTERVENTI PRIORITARI L Ordinanza n. 2983/99, all art. 1, nominava il Presidente della Regione siciliana commissario delegato per la predisposizione

Dettagli

LA MISURA DELLA QUALITA I SISTEMI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITA E I MODELLI PER L ECCELLENZA

LA MISURA DELLA QUALITA I SISTEMI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITA E I MODELLI PER L ECCELLENZA Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi LA MISURA DELLA QUALITA I SISTEMI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITA E I MODELLI PER L ECCELLENZA 1 PROGRAMMA: La misura

Dettagli

Aeroporti di Milano MALPENSA. Piano d Azione ai sensi del D.Lgs. 194/05 - sintesi non tecnica-

Aeroporti di Milano MALPENSA. Piano d Azione ai sensi del D.Lgs. 194/05 - sintesi non tecnica- Aeroporti di Milano MALPENSA Piano d Azione ai sensi del D.Lgs. 194/05 - sintesi non tecnica- 18 luglio 2013 INDICE 1. Introduzione 2 2. Descrizione dell Aeroporto di Malpensa 2 3. Autorità competente

Dettagli