COMUNICAZIONE e VENDITA in Farmacia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICAZIONE e VENDITA in Farmacia"

Transcript

1 Corso di formazione ECM COMUNICAZIONE e VENDITA in Farmacia (COMUNICAZIONE è VENDITA) Corso teorico di base COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata Programma 1- Elementi di Marketing Obiettivi e strumenti di Marketing Il punto vendita e il consumatore Bisogni e motivazioni d acquisto 2 La Comunicazione Tipologie e schema della comunicazione Valenza suggestiva delle parole Il linguaggio non verbale 3 La vendita assistita Le tappe di una vendita assistita Domande e obiezioni Comportamento relazionale 4 - Il cliente interno La leadership ll teamwork Tipologie di farmacista COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 2

2 Introduzione Questa sessione si prefigge di riflettere insieme su alcuni aspetti che spesso vengono sottovalutati. Non sono leggi matematiche ma derivano da attente analisi sui comportamenti delle persone, che hanno radici antichissime, anche se gli studi della moderna comunicazione hanno rivoluzionato questo universo. Ciò che ci proponiamo è di fornirvi qualche fondamento per analizzare i vostri comportamenti, quelli dei vostri collaboratori e dei clienti. Naturalmente molti degli argomenti potranno essere approfonditi in sessioni di formazione ad hoc. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 3 1- Elementi di Marketing a - Obiettivi e strumenti di Marketing b - Il punto vendita e il consumatore c - Bisogni e motivazioni d acquisto COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 4

3 Elementi di Marketing Prima di dare una definizione del termine marketing è giusto porsi la domanda: Qual è la mission di un azienda? Si potrebbe facilmente rispondere: guadagnare! COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 5 Elementi di Marketing In termini di Marketing in realtà il fine di un azienda è quello di soddisfare i bisogni del mercato/cliente (soddisfazione fedeltà) e il guadagno è ciò che ne scaturisce (Robinson Fraser) COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 6

4 Elementi di Marketing Cos e` il Marketing? L insieme delle attività svolte su un mercato, che hanno come obiettivo : -prevedere -identificare - soddisfare i bisogni del cliente in maniera profittevole COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 7 Elementi di Marketing Confluenza di elementi di discipline diverse Psicologia Statistica Sociologia Informatica Marketing Economia Comunicazione COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 8

5 Elementi di Marketing Cosa fa il Marketing? - analizza il mercato, per capire quali siano i servizi desiderati dal cliente (dati, ricerche di mercato) - stimola la domanda, per avvicinare e fidelizzare il cliente, utilizzando gli strumenti/le attività più idonee COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 9 Elementi di Marketing Conoscere il cliente è il fattore critico di successo di un azienda moderna. VENDITA marketing CLIENTE marketing FARMACISTA marketing FARMACIA Essere Marketing oriented significa orientare i propri comportamenti alle aspettative del cliente COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 10

6 Elementi di Marketing Il Marketing sul punto vendita L applicazione de i concetti di Marketing in un punto vendita ha l obiettivo di sfruttare gli investimenti dell industria : -interni(ricerche di mercato) -esterni(pubblicità informazione scient.) COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 11 Elementi di Marketing Il Marketing sul punto vendita Gli investimenti dell industria generano : - conoscenza del marchio (brand awareness) acquisto spontaneo -fedeltàal marchio(brand loyalty) acquisto protratto nel tempo COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 12

7 Elementi di Marketing Il Marketing sul punto vendita Il ciclo di vita di un prodotto è rappresentato dall area sottesa alla curva e corrisponde alla conoscenza del marchio : fatturato crescita introduzione maturità declino studio tempo. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 13 Elementi di Marketing Il Marketing sul punto vendita E un dato acquisito l interazione diretta tra esposizione e vendita Aumento della scelta da parte dei clienti di servirsi in Punti Vendita a libero servizio Aumento degli acquisti non pianificati COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 14

8 Elementi di Marketing Il Marketing in farmacia Oggi in media in farmacia, considerando i prodotti di libera vendita: il 94% degli acquisti è da considerare «programmato» solo il 6% viene stimolato all interno del punto vendita La farmacia ha ancora ampi margini di miglioramento rispetto agli altri canali COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 15 Elementi di Marketing Il Marketing in farmacia Il POP (Point of Purchase) è l insieme delle informazioni e comunicazioni nel punto vendita che influenzano e/o assistono il cliente nella scelta di un prodotto Il 75% delle decisioni d acquisto vengono influenzate dal POP COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 16

9 Elementi di Marketing Il Marketing in farmacia L efficacia del POP si esprime in 4 livelli di comunicazione: Esterno Interno Ripiano Prodotto Vetrina Merchandising Segnaletica Packaging COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 17 Elementi di Marketing Il Marketing in farmacia La COMUNICAZIONE INTEGRATA INTERNO/ ESTERNO è l arma più efficace per aumentare la fidelizzazione del cliente, anche in presenza di minore qualità di servizio/offerta Messaggi comunicazionali coerenti e univoci Farmacia Personale COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 18

10 Elementi di Marketing Il punto vendita e il consumatore Il consumatore ha inconsapevolmente recepito dalla GDO, negli ultimi anni, un modo ben specifico di gestire dell esposizione. Il PV è un luogo di conoscenza e di apprendimento per il consumatore, soprattutto quello inesperto. Nella grande maggioranza dei casi, il cliente entra in farmacia per soddisfare un bisogno, non per comprare un prodotto (che è il risultato). Il farmacista lo deve aiutare nella soddisfazione del suo bisogno. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 19 Elementi di Marketing Effetti delle varietà sulle scelte dei consumatori Assortimenti abbondanti Assortimento ottimizzato Scelta complessa Scelta facilitata Confusione inconsapevole Stimolo Posticipazione Acquisto Ottimizzazione del rapporto tempo / acquisto COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 20

11 Elementi di Marketing Strumenti di Marketing Il MERCHANDISING è l insieme delle tecniche e attività, basate su analisi di mercato e di comportamento dei consumatori, che hanno il fine di ottimizzare lo spazio espositivo per aumentare le vendite COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 21 Elementi di Marketing Strumenti di Marketing Il CATEGORY MANAGEMENT gestisce l esposizione secondo criteri di suddivisione merceologica/ terapeutica e di segmentazione della clientela COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 22

12 Elementi di Marketing Strumenti di Marketing Le tecniche di Merchandising e Category Man. permettono allo spazio espositivo di assumere un ruolo attivo nella gestione del punto vendita e rispondere alle esigenze del cliente: - soddisfare il proprio bisogno - essere guidato nell acquisto. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 23 Elementi di Marketing CLIENTE Strumenti di Marketing Acquista prodotto da banco OUT Acquista parafarmaco Non acquista prodotti da banco/ parafarmaci Vuole acquistare un farmaco RR Efficacia comunicazione ed esposizione Adeguato supporto del farmacista Occasione di cross selling persa IN Vuole acquistare un OTC o parafarmaco Conoscenza del marchio Efficace comunicazione ed esposizione Adeguato supporto del farmacista Scarso assortimento Scarsa informazione Scarsa visibilità Scarsa attenzione del farmacista Vuole info per acquistare un OTC o parafarmaco Adeguato supporto del farmacista Efficace comunicazione ed esposizione Occasione di vendita mancata COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 24

13 Elementi di Marketing Scala di Maslow I bisogni AUTOREALIZZAZIONE (evoluzione) Scala di Alderfer Ambizioni di crescita Psicologici RICONOSCIMENTO (prestigio - carisma) APPARTENENZA (amicizia gruppi) Relazioni umane Fisiologici SICUREZZA (stabilità lavoro casa) PRIMARI (salute benessere) Esistenza COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 25 Elementi di Marketing Processo dei bisogni e motivazioni Stimolo Bisogno Motivazione Analisi Acquisto Postvalutazione razionalizzazione Es. : fame-cibo-dieta Uno dei compiti importanti del farmacista è stimolare i bisogni (anche inespressi) del cliente, per far scattare il processo d acquisto COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 26

14 Elementi di Marketing Motivazionidiacquisto RAZIONALI IRRAZIONALI Sicurezza Comodità Prezzo Novità Autostima Simpatia/fedeltà COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 27 Elementi di Marketing Motivazionidiacquisto Sicurezza Il cliente vuole acquistare un prodotto di comprovata efficacia ma soprattutto al sicuro da rischi collaterali Rassicurare il cliente che ha paura delle novità COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 28

15 Elementi di Marketing Motivazionidiacquisto Comodità Il cliente vuole acquistare un prodotto con caratteristiche tecniche semplici e di elevata funzionalità e praticità Insistere sul profilo comfort e spiegare il prodotto in maniera semplice COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 29 Elementi di Marketing Motivazionidiacquisto Prezzo Il cliente vuole acquistare un prodotto economico, o un offerta promozionale Approntare una politica di assortimento con prodotti e promozioni che soddisfino anche questo segmento clienti COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 30

16 Elementi di Marketing Motivazionidiacquisto Autostima Il cliente vuole acquistare un prodotto con un profilo elevato dal punto di vista prezzo e notorietà (grande marca) per differenziarsi ed ostentare Dare valore al prodotto ed alla scelta, lusingando il cliente COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 31 Elementi di Marketing Novità Motivazionidiacquisto Il cliente vuole acquistare un prodotto innovativi per un bisogno di cambiamento e di sentirsi al passo coi tempi Consigliare con una certa attenzione alla dinamicità del mercato e distribuire spesso campioni prova COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 32

17 Elementi di Marketing Motivazionidiacquisto Simpatia/fedeltà Il cliente vuole acquistare un prodotto o una marca specifica a cui è legato da tempo Mostrare sempre attenzione al cliente perché la sua fedeltà al prodotto è legata spesso ad una fedeltà alla farmacia/farmacista COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 33 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore Oggi in Italia entrano circa 3 milioni di persone al giorno, con una frequenza che può essere così ripartita: 26% 14% alta media bassa 14% una volta/settim 60% 1 volta / mese 60% 26% 1-2 volte / anno Fonte Indagine Federfarma 2005 Osserv. extrafarmaco Utifar 2005 COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 34

18 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore IDENTIKIT ALTA FREQUENZA BASSA FREQUENZA donne uomini casalinghe o pensionate professionisti/dirigenti > 45 anni < 45 anni comuni < 10 mila ab. città > 100 mila ab. istruzione medio/bassa istruzione medio/alta COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 35 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore 34% Fedeltà alla stessa farmacia Stesso IDENTIKIT di cliente 66% Alta Bassa COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 36

19 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore Criteri di scelta di una farmacia prossimità all abitazione prossimità al posto di lavoro competenza/professionalità disponibilità/cortesia assortimento ambiente/spazio vendita logistica servizio marketing COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 37 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore 12,7% solo in farmacia 26,5% 60,8% anche al supermercato anche altri punti vendita Abitudine di acquisto extrafarmaco COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 38

20 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore 17,4% 45,1% spesso a volte raramente 37,5% Frequenza di acquisto extrafarmaco in farmacia COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 39 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore Percezione dell immagine sociale della farmacia 13% 1% 42% 44% ottima buona/suff. scarsa pessima motivazioni positive motivazioni negative -personale competente 72% - prezzi alti 72% (in discesa) -comodità, vicinanza 78% - prodotti non per la salute 50% -garanzia, sicurezza 78% -organizzazione ed esposizone 61% (in discesa) COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 40

21 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore Percezione dell immagine sociale della farmacia -favorevole al modello attuale - esclusività del farmaco 78% -favorevole all allargamento alla GDO 17% -favorevole al modello drugstore americano 5% 5% 17% mod. attuale GDO drugstore 78% Fonte : Indagine Astra feb 2005 COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 41 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore Aree di miglioramento in farmacia in ordine di priorità relazioni con i clienti/consiglio servizi /prevenzione / informazione prezzi più bassi /promozioni facilità di self shopping assortimento orari di apertura / weekend-notte COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 42

22 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore Forme di comunicazione preferite dal cliente in farmacia consiglio del farmacista vetrine / cartellonistica riviste/opuscoli espositori da banco/terra promoter video sicurezza impatto info dettagliate visibilità informazione fruibilità COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 43 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore Categorie di prodotti sui quali il consiglio influenza di più il cliente farmaci da banco vitamine / integratori prodotti naturali igiene intima medicazione cosmetici COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 44

23 Elementi di Marketing Il paziente/consumatore Parli dei tuoi problemi di salute al tuo farmacista? 29% Ricevi dei consigli dal tuo farmacista? 26% Sì, richiesti 6% Sì, non richiesti No 71% 68% Nessun consiglio Comportamenti del consumatore sui prodotti di automedicazione acquistati in farmacia (AESGP, Ipsos, 2002) COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 45 Elementi di Marketing Quanto consideri utile il consiglio del Farmacista? Molto utile Abbastanza utile Qualche volta utile % 98% 25.4 Poco utile Di nessuna utilità Problema chiarito Problema non chiarito Comportamenti del consumatore sui prodotti di automedicazione acquistati in farmacia (AESGP, Ipsos, 2002) COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 46

24 La vendita assistita Il consiglio del farmacista Il farmacista deve anticipare le evoluzioni del mercato, dimostrando che è il professionista del farmaco e rafforzando il suo ruolo di consiglio, ancora oggi il vero valore aggiunto verso la GDO. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 47 La vendita assistita Il consiglio del farmacista Il farmacista deve far percepire che lui è il professionista del farmaco e che è l unica persona legittimata a : - dare consigli sulla cura dei disturbi lievi - consigliare gli eventuali prodotti associati - dare informazioni complementari (prevenzione, alimentazione, igiene ) - fornire consigli sul prodotto, il suo uso, gli effetti collaterali, la posologia ecc.. => Quanti farmacisti oggi lo fanno sistematicamente? COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 48

25 Elementi di Marketing Importanza della comunicazione IMMAGINE SERVIZIO VALORI PROFESS. POSIZIONAMENTO RAPPORTO CON I COLLABORATORI (coccodè) VENDITE FARMACISTA COMMUNICATION MANAGER RELAZIONI CON I CLIENTI FACILITAZIONE DEL PROCESSO D ACQUISTO COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 49 2 La Comunicazione a - Tipologie e schema della comunicazione b - Valenza suggestiva delle parole c - Il linguaggio non verbale COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 50

26 La comunicazione Evoluzione della comunicazione L arte della comunicazione ha radici antichissime (Platone, Aristotele, Cicerone, ecc..) La COMUNICAZIONE è l atto di trasmettere ad altri (vocabolario Zingarelli) COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 51 La comunicazione Evoluzione della comunicazione Se due persone si scambiano un dollaro, hanno un dollaro a testa. Se due persone si scambiano un idea, hanno due idee ciascuno. La COMUNICAZIONE è uno scambio di informazioni che generano un influenzamento reciproco. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 52

27 La comunicazione Evoluzione della comunicazione Non si può non comunicare... Il comportamento è comunicazione... (Watzlawick, 1967 Pragmatica della comunicazione) Parole, silenzio ed ogni tipo di comportamento, attivo o passivo, hanno valore di comunicazione COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 53 La comunicazione Elementi della comunicazione Il processo di comunicazione prevede: un emittente : il soggetto del messaggio un ricevente : l oggetto del messaggio un mezzo : parole, immagini o suoni un codice : il significato una decodificazione : l interpretazione COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 54

28 La comunicazione Elementi della comunicazione Nella comunicazione il fattore critico di successo per raggiungere l obiettivo è conoscere il ricevente Comunichiamo ciò che il ricevente capisce COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 55 La comunicazione Tipologie di COMUNICAZIONE VERBALE (parole) VOCALE (tono) VISIVA (sguardo) GESTUALE (mimica) SPAZIALE (distanza) SCRITTA (visual-aid) Musicale, olfattiva ecc. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 56

29 La comunicazione Memoria della comunicazione COMUNICAZIONE PERCEZIONE RICORDO MEMORIA (immediato) (dopo alcuni gg.) Verbale Uditiva 70% 10% Scritta Visiva 75% 25% Visual-aid Uditiva/visiva 85% 65% COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 57 La comunicazione Gerarchia della comunicazione in base alle potenzialità di coinvolgimento bassa alta Parola Disegno Filmato muto Filmato sonoro Colloquio personale Dimostrazione Simulazione Diretta TV Candid camera Interattività (video games- internet) Realtà virtuale Esperienza diretta COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 58

30 La comunicazione Schema della comunicazione Intenzione Interpretazione Comprensione COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 59 La comunicazione Schema della comunicazione intenzione La comunicazione deve essere il più possibile vicino all intenzione (ciò che vogliamo comunicare) comprensione Il feedback (domanda di controllo finale) è utile per verificare che questo avvenga. Comunichiamo ciò che il ricevente capisce COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 60

31 La comunicazione Gli errori più comuni Non parlare troppo velocemente Non mozzare le parole Non sovrapporsi Saper usare le pause Non trascinare COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 61 La comunicazione Contenuto e Forma Ogni comunicazione ha un aspetto sostanziale esprimersi con proprietà di linguaggio, per chiarirne il CONTENUTO ed uno relazionale il tono e l atteggiamento (la FORMA) sono spesso più importanti, nell efficacia della comunicazione, del contenuto stesso. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 62

32 La comunicazione Contenuto e Forma Es. : la stessa barzelletta raccontata da persone diverse può far ridere o no; il COME assume in questo caso più importanza rispetto al COSA. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 63 La comunicazione La suggestione Le parole hanno un potere di suggestione, perché producono inconsapevolmente una suggestione, più o meno marcata a seconda dell interlocutore. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 64

33 La comunicazione La suggestione Es. : Proviamo a non pensare ad un cane nella nostra mente prende comunque forma un cane, perché la parola stessa crea la suggestione dell immagine. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 65 La comunicazione Suggestione negativa delle parole Ci sono parole che fanno condurre male la comunicazione e ci pongono in una condizione di inferiorità. Vanno evitate o sostituite con altre che orientino chi ascolta verso atteggiamenti costruttivi. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 66

34 La comunicazione Es.: Suggestione negativa delle parole le rubo solo un minuto per non farle perdere tempo : fanno pensare ad una perdita di tempo disturbo? mi permetto di disturbarla : evocano proprio il disturbo che non volevamo dare ha un momentino? solo un attimino : danno la sensazione che la cosa sia poco importante COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 67 La comunicazione Suggestione positiva delle parole Usare parole e frasi che tendano a rassicurare, cercare una soluzione ed enfatizzare l importanza del ruolo di chi ascolta : ho bisogno della sua attenzione per ho pensato subito a lei perchè sicuramente opportunità positivo COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 68

35 La comunicazione La Persuasione Persuasione = Ricezione x Accettazione Esposizione Decodifica Comprensione Influenzamento Atteggiamento Azione Ricezione Accettazione COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 69 La comunicazione Le tre componenti essenziali: Ethos - l etica La buona fede La forza morale Logos la logica Il contenuto Il razionale Il supporto di dati Pathos l emotività La simpatia La suggestione La Persuasione COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 70

36 La comunicazione Obiettivo della persuasione Modificare gli altrui comportamenti Comunicazione emotiva Comunicazione cognitiva Comunicazione imperativa COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 71 La comunicazione Comunicazione emotiva Persuasione mediante suggestione : No problem / Dreamworld Catastrofe Media / Politica PATHOS COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 72

37 La comunicazione Comunicazione cognitiva Persuasione mediante spiegazione Razionali supporti dati LOGOS COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 73 La comunicazione Comunicazione imperativa Persuasione quasi coercitiva Ordine Imposizione (famiglia/lavoro) ETHOS COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 74

38 La comunicazione La Persuasione L uso equilibrato di ethos, logos e pathos genera la comunicazione persuasiva, perché interagisce con entrambi gli emisferi cerebrali (PNL) COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 75 La comunicazione Emisfero cerebrale destro PNL Emisfero cerebrale sinistro Emozione, creatività, immaginazione Logica, analisi, ragione sentire capire COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 76

39 La comunicazione PNL Con lo studio della PNL si apre lo spazio per il linguaggio analogico, cioè quello non verbale. sfera emozionale (DX) pubblicità/acquisti + sfera razionale (SX) stabilità del comportamento COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 77 La comunicazione Il linguaggio non verbale La mente corre molto più veloce della capacità di esprimersi Il look (immagine) La mimica (gestualità, sguardo) L ambiente di lavoro COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 78

40 La comunicazione Il linguaggio non verbale COMUNICAZIONE PERCEZIONE contenuto 10% tono-voce 40% linguaggio non verbale 50% COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 79 La comunicazione Il look L aspetto L andatura La postura Segni e simboli COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 80

41 La comunicazione La mimica Una spia del pensiero umano Segni intenzionali gesticolare, sorridere, restare seri per dar maggior forza ed illustrare una situazione Segni istintivi manifestazioni emozionali del viso, movimento delle mani, colpi di tosse che tradiscono il proprio stato d animo COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 81 La comunicazione La mimica Guardare negli occhi = lealtà - interesse Guardare in basso = timidezza - bugia Labbra strette = verità nascoste - disapprovazione Ampi gesti = richiamo attenzione anche eccessiva Piccoli gesti = semplicità - riservatezza Toccarsi il viso = riflessione tensione Risatine, tossire = disagio - poco interesse COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 82

42 La comunicazione L ambiente di lavoro L ambiente di lavoro comunica al cliente il servizio e la professionalità del farmacista. Per questo motivo assumono sempre maggiore importanza servizi di marketing in farmacia, quali il visual merchandising ed il category management, che contribuiscono ad elevare l immagine e la redditività della farmacia. COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 83 3 La vendita assistita a Le tappe di una vendita assistita b - Domande e obiezioni c - Il comportamento relazionale COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 84

43 La vendita assistita Le tappe di una vendita assistita L accoglienza Il colloquio L ascolto L argomentazione L adesione / la vendita Il consiglio associato COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 85 La vendita assistita L accoglienza Molto dipende dalle strutture della farmacia organizzazione orientamento al cliente illuminazione percepibilità dei prodotti ordine, pulizia COMUNICAZIONE E VENDITA IN FARMACIA Corso teorico di base - Autore : Florio Bovio Riproduzione vietata 86

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

Benvenuti al percorso di Comunicazione e Vendita efficace

Benvenuti al percorso di Comunicazione e Vendita efficace Benvenuti al percorso di Comunicazione e Vendita efficace La comunicazione carismatica CARISMATICI SI NASCE O SI DIVENTA? Cos è il Carisma? IMPRESSIONE SPECIFICA E PERSONALE CHE LASCIAMO ALLE PERSONE CHE

Dettagli

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili In questa unità didattica sono indicate alcune modalità di comportamento con persone disabili, in modo da migliorare la conoscenza rispetto

Dettagli

IL COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO

IL COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO IL COLLOQUIO DI ORIENTAMENTO Definizione Le finalità del colloquio Il contesto del colloquio Il ruolo dell orientatore La struttura del colloquio La fase di accoglienza Cenni sugli strumenti 1 Che cos

Dettagli

Impara tutto quello che puoi sulla teoria, ma quando sei di fronte all altro dimentica il manuale. C.G. Jung

Impara tutto quello che puoi sulla teoria, ma quando sei di fronte all altro dimentica il manuale. C.G. Jung La Comunicazione una premessa. Impara tutto quello che puoi sulla teoria, ma quando sei di fronte all altro dimentica il manuale. C.G. Jung La Teoria (Dalla scuola di Palo Alto Watzlawic) Lo studio della

Dettagli

La Leadership efficace

La Leadership efficace La Leadership efficace 1 La Leadership: definizione e principi 3 2 Le pre-condizioni della Leadership 3 3 Le qualità del Leader 4 3.1 Comunicazione... 4 3.1.1 Visione... 4 3.1.2 Relazione... 4 pagina 2

Dettagli

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Obiettivo: Fornire conoscenze relative alla comunicazione tra istruttore e allievo e strategie funzionali

Dettagli

Il telefono in Pediatria:

Il telefono in Pediatria: Il telefono in Pediatria: criteri di efficacia nella comunicazione e nella relazione Mario Maresca mario.maresca@nexolution.it www.nexolution.it Relazione e Comunicazione La comunicazione è un processo

Dettagli

Di cosa di occuperemo?

Di cosa di occuperemo? Un contributo per interpretare e gestire i flussi di comunicazione nel processo di ispezione Di cosa di occuperemo? aspetti di comunicazione e relazionali nelle visite ispettive e nel processo di certificazione

Dettagli

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 Le 11 competenze di base del coaching sono state sviluppate per permettere una migliore comprensione delle competenze e degli approcci utilizzati nell ambito della

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

La comunicazione interpersonale. Dr. Savio Stocco, psicologo e psicoterapeuta

La comunicazione interpersonale. Dr. Savio Stocco, psicologo e psicoterapeuta La comunicazione interpersonale Dr. Savio Stocco, psicologo e psicoterapeuta Comunicazione interpersonale Quella che avviene tra due persone o all interno di un gruppo definito. E immediata e prevede la

Dettagli

LA SICUREZZA E IMPORTANTE

LA SICUREZZA E IMPORTANTE DISC PROFILO VERDE INTRODUZIONE Le persone con un alto profilo comportamentale VERDE preferiscono lavorare all interno di strutture esistenti e collaborare con gli altri. Il VERDE vuole sentirsi sicuro

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Federica Pricci Psicologa Psicoterapeuta La Comunicazione Cosa significa Comunicare? Trasmettere informazioni,conoscenze,pensieri tra due o piú soggetti. La comunicazione contiene elementi non

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE DI DIREZIONE: ASSISTANT MANAGER 2ªedizione Al termine del percorso di sviluppo delle competenze, ogni partecipante sarà in grado di allenare le qualità manageriali

Dettagli

ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara

ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara CORSO di IPERMANAGING: LO SVILUPPO PERSONALE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO Luogo: Sede Provinciale ANACI

Dettagli

Gestire e valorizzare le risorse umane. Ennio Ripamonti

Gestire e valorizzare le risorse umane. Ennio Ripamonti Gestire e valorizzare le risorse umane Ennio Ripamonti 1 1. Le funzioni 2. La leadership situazionale 3. Empowerment 4. Condurre riunioni 5. Dinamica di ruolo 2 1 Le funzioni 3 LE FUNZIONI DI GESTIONE

Dettagli

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA CLASSI PRIME A/B ANNO SCOLASTICO 2014 2015 PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA Premessa Le attuali classi prime sono composte da 44 alunni, 35 dei quali provengono dalla scuola dell Infanzia del quartiere

Dettagli

Introduzione al Retail

Introduzione al Retail Introduzione al Retail Lezione 14.03.13 Pio Zito MARKETING RELAZIONALE FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI Il Retail etailè un sistema di vendita evoluto composto da una rete di punti caratterizzati da: SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

Risorse Umane e Performance Organizzativa

Risorse Umane e Performance Organizzativa Risorse Umane e Performance Organizzativa Perché Investire sulle Risorse Umane? Paula Benevene Università LUMSA, Roma Le persone costituiscono il fattore critico di successo Negli USA il costo dei dipendenti

Dettagli

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Il team Un gruppo di persone che: condividono uno scopo, hanno un obiettivo in comune collaborano, moltiplicando le loro risorse condividono i vantaggi

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

Customer satisfaction

Customer satisfaction [moduli operativi di formazione] Customer satisfaction Soddisfare Migliorare Continuare a soddisfare CUSTOMER SATISFACTION Tutte le aziende dipendono dai propri clienti ed è indispensabile agire per capire

Dettagli

CORSO AVANZATO EFAC. Roma, 30 marzo 2012

CORSO AVANZATO EFAC. Roma, 30 marzo 2012 CORSO AVANZATO EFAC Roma, 30 marzo 2012 1 Corso avanzato per Caf Assessor La leadership e le dinamiche di gruppo 2 Da Henry Ford a Steve Jobs Siate affamati,.. siate folli Voi non dovete pensare, ci sono

Dettagli

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale -

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale - 3333 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE PER LA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE INDICE AREA COMMERCIALE E GESTIONALE Lo scenario e gli sviluppi della GD in Italia e in Europa pag. 2 Le leve commerciali della distribuzione

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA Sul tema della leadership già a partire dai primi anni del novecento sono stati sviluppati diversi studi, che consideravano

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

CAPIRE E COMUNICARE CON PARTI IN CONFLITTO

CAPIRE E COMUNICARE CON PARTI IN CONFLITTO ASPETTI DA VALUTARE CAPIRE E COMUNICARE CON PARTI IN CONFLITTO LE PERSONE Gli interessi in gioco I vantaggi Introduzione agli aspetti comportamentali per la gestione dei negoziati e delle controversie

Dettagli

PROGETTO ECM INTERAMENTE FINANZIABILE TRAMITE FONDIMPRESA

PROGETTO ECM INTERAMENTE FINANZIABILE TRAMITE FONDIMPRESA PROGETTO ECM INTERAMENTE FINANZIABILE TRAMITE FONDIMPRESA PREMESSE In questo periodo di continui cambiamenti relativi al mercato, ai clienti ed ai margini che si riducono sempre più, è importante che la

Dettagli

corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013

corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013 corso comunicazione efficace 9 Dicembre 2013 AGENDA La comunicazione Le barriere e i rimedi OBIETTIVO DEL CORSO UNA PERSONA PIU EFFICACE NEL LAVORO E NELLA VITA PERCHE CONTROLLA MEGLIO LA PROPRIA COMUNICAZIONE

Dettagli

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro)

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Rispondi alle seguenti domande indicando quale risposta è più vicino

Dettagli

QUESTIONARIO SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO

QUESTIONARIO SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO Università degli Studi di Milano-Bicocca Dipartimento di Psicologia QUESTIONARIO SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO Il presente questionario costituisce a) la fase finale del corso, nella forma di ricerca/intervento,

Dettagli

Report Leadership Matching

Report Leadership Matching Leader: Mario Rossi Collaboratore: Francesca Colombo Questo Report è un prodotto di PDA International. PDA International è leader nell approvvigionamento di valutazioni comportamentali utilizzate per reclutare,motivare

Dettagli

2014 CATALOGO FORMAZIONE professional

2014 CATALOGO FORMAZIONE professional 2014 CATALOGO FORMAZIONE professional POLO PSICODINAMICHE AGENZIA FORMATIVA ACCREDITATA REGIONE TOSCANA PO 0760 CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ ISO 9001:2008 DNV ITALIA SCUOLA DI PSICOTERAPIA ERICH FROMM RICONOSCIUTA

Dettagli

Marketing mix Prodotto

Marketing mix Prodotto Marketing mix Parlare di marketing mix per il settore pubblico è possibile soltanto prendendo i fattori che lo contraddistinguono ed adattarli al settore. Accanto ai tradizionali quattro fattori: prezzo,

Dettagli

Il Teatro d Impresa in Novartis Vaccines & Diagnostics: la leadership on stage. di Roberta Pinzauti

Il Teatro d Impresa in Novartis Vaccines & Diagnostics: la leadership on stage. di Roberta Pinzauti Il Teatro d Impresa in Novartis Vaccines & Diagnostics: la leadership on stage di Roberta Pinzauti Premessa Novartis Vaccines & Diagnostics ha introdotto all interno del proprio sistema aziendale un processo

Dettagli

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO 1- Presso il Servizio in cui operi e previsto un progetto analogo? La maggior parte dei partecipanti ha risposto in maniera negativa. Al momento, solo presso il nostro Servizio

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI PER IL RUOLO DI COUNSELOR

LE COMPETENZE ESSENZIALI PER IL RUOLO DI COUNSELOR 1 LE COMPETENZE ESSENZIALI PER IL RUOLO DI COUNSELOR 2 LE COMPETENZE ESSENZIALI PER IL RUOLO DI COUNSELOR conoscere 1) CONOSCENZA DEL CAMPO DI APPLICAZIONE 2) CONOSCENZA DELL'ANALISI TRANSAZIONALE 3) CONTRATTUALITAʼ

Dettagli

CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA. OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori

CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA. OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori Relatore: Luigi Maggi Nello sport Presidente del Comitato Regionale

Dettagli

Psicologia dell emergenza negli eventi catastrofici annunciati LA COMUNICAZIONE EFFICACE

Psicologia dell emergenza negli eventi catastrofici annunciati LA COMUNICAZIONE EFFICACE Corso di formazione per volontari di protezione civile Psicologia dell emergenza negli eventi catastrofici annunciati LA COMUNICAZIONE EFFICACE Supporti visivi di Consuelo C. Casula Specialista Psicologia

Dettagli

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico.

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico. PIANO DI FORMAZIONE TRIENNIO 2014-2016 AI SENSI DELLA CONVENZIONE TRA LA SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE E L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Art. 1 - Oggetto Oggetto del presente Piano

Dettagli

Materiale didattico del corso di Marketing e Comunicazione d Impresa

Materiale didattico del corso di Marketing e Comunicazione d Impresa Il processo di comunicazione Generalmente si ritiene che nel processo di comunicazione avvenga il semplice trasferimento di un messaggio già dotato di determinati significati. Comunicare Informare Il termine

Dettagli

Un Contributo per una Interpretazione Attuale della Teoria Mazziniana dell Economia di Sergio d Errico

Un Contributo per una Interpretazione Attuale della Teoria Mazziniana dell Economia di Sergio d Errico Un Contributo per una Interpretazione Attuale della Teoria Mazziniana dell Economia di Sergio d Errico L approccio alle tematiche dello Sviluppo Economico sviluppa la percezione e la consapevolezza di

Dettagli

CATALOGO CORSI 2015 AREA: GESTIRE E POTENZIARE SE STESSI

CATALOGO CORSI 2015 AREA: GESTIRE E POTENZIARE SE STESSI CATALOGO CORSI 2015 AREA: GESTIRE E POTENZIARE SE STESSI I corsi, condotti da docenti qualificati e per un numero massimo di 10 persone, sono rivolti allo sviluppo competenze personali, per aumentare l

Dettagli

V01. Marketing e Vendite

V01. Marketing e Vendite Marketing e Vendite V01 La gestione del coraggio: aumentare impegno e risultati della rete di vendita rompendo le regole Come garantire all azienda maggiori risultati commerciali agendo sui punti di forza

Dettagli

Corso MODULO C. Il sistema delle relazioni e la comunicazione. Maria Bonadies

Corso MODULO C. Il sistema delle relazioni e la comunicazione. Maria Bonadies Corso MODULO C Il sistema delle relazioni e la comunicazione 2013 Programma Ruolo dell RSPP Competenze relazionali Competenze comunicative Chi sono? Perché mi occupo di sicurezza? Perché sono qui oggi?

Dettagli

COMUNICARE EFFICACEMENTE

COMUNICARE EFFICACEMENTE CORSO MANAGER DIDATTICI COMUNICARE EFFICACEMENTE A cura di: Franco Tartaglia COMUNICAZIONE TRASMISSIONE TRA DUE O PIÙ PERSONE DI : IDEE/OPINIONI MESSAGGI FATTI SENTIMENTI COMANDI RICHIESTE PROPOSTE PRESENTAZIONI

Dettagli

CONVEGNO FISM SIRACUSA 27 NOVEMBRE 2010

CONVEGNO FISM SIRACUSA 27 NOVEMBRE 2010 CONVEGNO FISM SIRACUSA 27 NOVEMBRE 2010 INTERCULTURA PARITARIA: STRUMENTI E TECNICHE PSICOLOGICHE DI COMUNICAZIONE PER FAVORIRE L INCLUSIONE E LA RECIPROCITA mariellabianca psicoterapeuta analista transazionale

Dettagli

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari)

Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Più donne per i C.d.A. e le posizioni apicali Leadership e governo aziendale (Maurizio Bottari) Regione Piemonte Torino, 2 aprile 2014 I veri Leader non nascono tali, lo diventano grazie all impegno e

Dettagli

MODELLI DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

MODELLI DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE MODELLI DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE SOMMARIO La ricerca di nuovi modelli di sviluppo delle r.u. La pianificazione dello sviluppo del personale Modelli di leadership La ricerca di nuovi modelli di sviluppo

Dettagli

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le seguenti undici competenze chiave del coaching sono state sviluppate per fornire una maggiore comprensione rispetto alle capacità ed agli approcci

Dettagli

[Digitare il testo] Pagina 1

[Digitare il testo] Pagina 1 [Digitare il testo] Pagina 1 Il concetto di gruppo si sviluppa a partire dal 1895 con Gustave Le Bon e la Psicologia delle folle, in cui i gruppi vengono considerati come forme pericolose ed irrazionali;

Dettagli

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

Lo stile di comando. teoria degli stili comportamentali. teoria contingente. teorie di processo. Corso di E. A. 1

Lo stile di comando. teoria degli stili comportamentali. teoria contingente. teorie di processo. Corso di E. A. 1 Lo stile di comando teoria degli stili comportamentali teoria contingente teorie di processo Corso di E. A. 1 Lo stile di comando La leadership può essere definita come il processo attraverso il quale

Dettagli

Cap.5 La comunicazione di marketing. Corso di Comunicazione d impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.

Cap.5 La comunicazione di marketing. Corso di Comunicazione d impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb. Cap.5 La comunicazione di marketing Corso di Comunicazione d impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it La comunicazione di marketing: definizione Strumento di governo delle

Dettagli

PROGETTO Dott.ssa Valentina Zaffino

PROGETTO Dott.ssa Valentina Zaffino GIOCO DI RUOLI PROGETTO Dott.ssa Valentina Zaffino GIOCO DI RUOLI Dott.ssa Valentina Zaffino PREMESSA La scuola è per i ragazzi la prima e la principale forma di aggregazione. La personalità del singolo

Dettagli

Istruzioni, indicatori e strumenti di valutazione per i consigli di classe (Allegato 2 Decr MIUR 22 agosto 2007)

Istruzioni, indicatori e strumenti di valutazione per i consigli di classe (Allegato 2 Decr MIUR 22 agosto 2007) ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI, GRAFICI, ALBERGHIERI E SOCIALI L. EINAUDI Istruzioni, indicatori e strumenti di valutazione per i consigli di classe (Allegato 2 Decr

Dettagli

Le pari opportunità e i principi fondamentali del diritto antidiscriminatorio. Dalle pari opportunità al benessere organizzativo

Le pari opportunità e i principi fondamentali del diritto antidiscriminatorio. Dalle pari opportunità al benessere organizzativo Dalle pari opportunità al benessere organizzativo Programma del modulo: - Cos è il benessere organizzativo; - Direttiva del Ministro della Funzione pubblica; - Equità e leadership; - D.Lgs 150/2009 e qualità

Dettagli

Il primo questionario di assessment europeo con un approccio sistemico nato per rispondere alle esigenze più evolute di sviluppo delle risorse umane

Il primo questionario di assessment europeo con un approccio sistemico nato per rispondere alle esigenze più evolute di sviluppo delle risorse umane Il primo questionario di assessment europeo con un approccio sistemico nato per rispondere alle esigenze più evolute di sviluppo delle risorse umane Che cos è Dolquest? E uno strumento che favorisce e

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA

PROGRAMMAZIONE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA PROGRAMMAZIONE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA COMPETENZA 1 IMPARARE AD IMPARARE Abilità/ Capacità Organizzare il proprio lavoro autonomamente - Rispettare le consegne - Mettere in atto strategie appropriate

Dettagli

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li

Fattori r O r O g r ani n co M us u c s olari r : Fattori r a na n gra r fi f ci s t s ru r t u tur u a r li Il Coaching nei Giochi Sportivi Perché un atleta si allena? Per far in modo che nell organismo avvengano dei cambiamenti tali da determinare un miglioramento della prestazione. Dr. Fabrizio Perroni, Ph.D.

Dettagli

Assertività. Un adeguata comunicazione deve avere al meno tre elementi. Assenza Di paure o Inibizioni sociali. di sé

Assertività. Un adeguata comunicazione deve avere al meno tre elementi. Assenza Di paure o Inibizioni sociali. di sé Assertività Un adeguata comunicazione deve avere al meno tre elementi Presenza di Affinate Abilità interpersonali Assenza Di paure o Inibizioni sociali Buona immagine di sé Privata e professionale ESSERE

Dettagli

METTIAMO IN PRATICA CIO CHE IMMAGINIAMO IMMAGINIAMO IL MEGLIO PER NOI. (Stephen Covey)

METTIAMO IN PRATICA CIO CHE IMMAGINIAMO IMMAGINIAMO IL MEGLIO PER NOI. (Stephen Covey) METTIAMO IN PRATICA CIO CHE IMMAGINIAMO IMMAGINIAMO IL MEGLIO PER NOI (Stephen Covey) 1 Qualunque buon viaggio inizia con un analisi della situazione attuale (stato presente), economica, lavorativa, personale

Dettagli

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO Corso Nordic Walking Torino 04-10-2014 METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO CANALI DELLA COMUNICAZIONE METODI DI INSEGNAMENTO STILI DI INSEGNAMENTO ORGANIZZARE UNA SEDUTA I CANALI DELLA COMUNICAZIONE VERBALE

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Consulenza e Formazione 2012

Consulenza e Formazione 2012 Consulenza e Formazione 2012 Settore: Hair Beauty - Wellness One day Seminar LA COMUNICAZIONE VERBALE, PARAVERBALE, NON VERBALE (T/C) Il buon comunicatore è quello che ottiene dalla propria comunicazione

Dettagli

Comunicazione di massa

Comunicazione di massa Persuadere per prevenire: tecniche di comunicazione nelle campagne di prevenzione. Fiorenzo Ranieri 1 Le campagne di prevenzione in Italia sono fortemente condizionate dalla impostazione legislativa. Le

Dettagli

Comunicazione persuasiva e manipolazione

Comunicazione persuasiva e manipolazione Comunicazione persuasiva e manipolazione Il messaggio persuasivo, tipico della comunicazione pubblicitaria o politica, è quel messaggio che induce il ricevente ad un certo comportamento, perché in grado

Dettagli

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro La capacità di comunicare e di negoziare è il principale

Dettagli

QUESTIONARIO SUL BENESSERE DEL PERSONALE DEL CRA

QUESTIONARIO SUL BENESSERE DEL PERSONALE DEL CRA COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA', LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI (CUG) QUESTIONARIO SUL BENESSERE DEL PERSONALE DEL CRA DATI ANAGRAFICI SESSO

Dettagli

IV Modulo: Modelli di funzionamento per l eccellenza territoriale

IV Modulo: Modelli di funzionamento per l eccellenza territoriale IV Modulo: Modelli di funzionamento per l eccellenza territoriale IV Unità didattica Relatore: Diego Divenuto Milano, 28-29 ottobre 2011 Programma! Il fattore umano! Leadership! Cultura e valori! Atteggiamento

Dettagli

IIS SELLA AALTO LAGRANGE. Sezione associata L.Lagrange. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DI TECNICA DELLA COMUNICAZIONE

IIS SELLA AALTO LAGRANGE. Sezione associata L.Lagrange. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DI TECNICA DELLA COMUNICAZIONE IIS SELLA AALTO LAGRANGE Sezione associata L.Lagrange a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DI TECNICA DELLA COMUNICAZIONE DOCENTE: CLASSE: Prof.ssa COLLINO Elena 3 A OBIETTIVI FORMATIVI OBIETTIVI TRASVERSALI

Dettagli

La leadership sanitaria:

La leadership sanitaria: La leadership sanitaria: una nuova dimensione per le professioni sanitarie Dott. Alessandro Rovetta Leadership SAPER CREARE UN MONDO AL QUALE LE PERSONE DESIDERINO APPARTENERE 1 Perchè servono professionisti

Dettagli

IL MARKETING DEL PROFESSIONISTA. A cura di Roberta Dott.ssa Fabbri (Commercialista, Revisore Legale dei Conti, Docente di Formazione Imprenditoriale)

IL MARKETING DEL PROFESSIONISTA. A cura di Roberta Dott.ssa Fabbri (Commercialista, Revisore Legale dei Conti, Docente di Formazione Imprenditoriale) IL MARKETING DEL PROFESSIONISTA A cura di Roberta Dott.ssa Fabbri (Commercialista, Revisore Legale dei Conti, Docente di Formazione Imprenditoriale) VERSO UN NUOVO UMANESIMO ECONOMICO E nata una nuova

Dettagli

L APPROCCIO POSITIVO DELLA PERSONA

L APPROCCIO POSITIVO DELLA PERSONA L APPROCCIO POSITIVO DELLA PERSONA di Andrea Canevaro L Approccio positivo 1 si fonda su 3 valori fondamentali: 1. Fiducia: credere nella persona che presenta un deficit e nelle sue possibilità. Per aiutare

Dettagli

IL COMPORTAMENTO DEL LEADER E LA REAZIONE DEI MEMBRI DEL GRUPPO IN TRE DIVERSI CLIMI AZIENDALI AUTORITARIO DEMOCRATICO LASSISTA. www.ergonomica.

IL COMPORTAMENTO DEL LEADER E LA REAZIONE DEI MEMBRI DEL GRUPPO IN TRE DIVERSI CLIMI AZIENDALI AUTORITARIO DEMOCRATICO LASSISTA. www.ergonomica. IL COMPORTAMENTO DEL LEADER E LA REAZIONE DEI MEMBRI DEL GRUPPO IN TRE DIVERSI CLIMI AZIENDALI AUTORITARIO DEMOCRATICO LASSISTA Ogni decisione sul da farsi viene presa dal leader. Tutte le cose da farsi

Dettagli

TRAINING. Riservato ad agenti e venditori. (3 giornate intervallate)

TRAINING. Riservato ad agenti e venditori. (3 giornate intervallate) TRAINING Riservato ad agenti e venditori (3 giornate intervallate) 2 1. INTERPRETARE IL PROPRIO RUOLO CON ORGOGLIO, POSITIVITÀ, CREATIVITÀ E CORAGGIO, RAFFORZANDO LA PROPRIA AUTOMOTIVAZIONE AL MIGLIORAMENTO

Dettagli

IL VISUAL MERCHANDISING E I COLORI

IL VISUAL MERCHANDISING E I COLORI IL VISUAL MERCHANDISING E I COLORI Flavia Dagradi, f.dagradi@virgilio.it Milano, 12 marzo 2009 Retail marketing e Merchandising LOCATION: scelta dell ubicazione del punto di vendita, coerente col suo modello

Dettagli

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE manageriali f o r m a z i o n e IL CONTESTO Le trasformazioni organizzative e culturali che stanno avvenendo nelle amministrazioni comunali,

Dettagli

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO MASTER / COORDINAMENTO LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE

Dettagli

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento Riflessioni su tempo, sviluppo, regole, autonomia, fiducia, sostegno Dr.ssa Nadia Badioli IL SENSO DEI COMPITI STRUMENTO PER: incentivare

Dettagli

L ENTUSIASMO E IMPORTANTE

L ENTUSIASMO E IMPORTANTE DISC PROFILO GIALLO INTRODUZIONE Le persone con un alto profilo comportamentale GIALLO influenzano il loro ambiente essendo socievoli, persuasivi e convincenti al punto da influenzare e ispirare gli altri.

Dettagli

Corso di Programmazione e Controllo SEDE DI FANO

Corso di Programmazione e Controllo SEDE DI FANO Corso di Programmazione e Controllo SEDE DI FANO Docente: Selena Aureli LEZIONE 3 1 Dalla funzione al contenuto dell attività direzionale Dopo la II WW (anni 50), molti autori cercano di approfondire in

Dettagli

GVV FORMAZIONE REGIONE PIEMONTE 2015 2016

GVV FORMAZIONE REGIONE PIEMONTE 2015 2016 GVV FORMAZIONE REGIONE PIEMONTE 2015 2016 L ASCOLTO Primo passo dell Accoglienza Padre GHERARDO ARMANI C. M. 1. La relazione di aiuto La relazione si fonda su un rapporto umano centrato sull incontro di

Dettagli

TECNICHE DI VENDITA. ESIGENZE GENERALI: diminuire lo sforzo impiegato nella vendita interpersonale e aumentare la propria capacità di persuasione.

TECNICHE DI VENDITA. ESIGENZE GENERALI: diminuire lo sforzo impiegato nella vendita interpersonale e aumentare la propria capacità di persuasione. TECNICHE DI VENDITA Essere in grado di affrontare con successo le diverse tipologie di clienti realizzando proficue vendite dipende, soprattutto, da come viene affrontato il colloquio interpersonale con

Dettagli

Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ

Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ FORMAZIONE TECNICA Cliccando tendina COMUNICAZIONE E RELAZIONALITA

Dettagli

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare. CARTADEIVALORI INTRODUZIONE Questa Carta dei Valori rappresenta in se stessa un Valore perché è il frutto di un grande impegno collettivo. Alla sua stesura hanno concorso migliaia di persone: i dipendenti

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

Corsi sulle: TECNICHE DI VENDITA

Corsi sulle: TECNICHE DI VENDITA Corsi sulle: TECNICHE DI VENDITA 1. programmazione e strutturazione dell intervista: gli argomenti da scegliere per ciascun cliente 2. la presa di contato con il cliente: tecniche di aggancio o di approccio

Dettagli

SEMINARIO INTENSIVO di

SEMINARIO INTENSIVO di SEMINARIO INTENSIVO di LINGUAGGIO DEL CORPO L uomo non vive la realtà e la comunicazione in modo diretto. Schemi sociali, stereotipi, pregiudizi e lo stesso impiego della parola fanno da filtro per tutto

Dettagli

L ARCHITETTO DELLE PERSONE

L ARCHITETTO DELLE PERSONE L ARCHITETTO DELLE PERSONE Saper gestire se stessi e gli altri è un arte più unica che rara Il corso, della durata di 4 sessioni di 5 ore. E rivolto principalmente ai quei professionisti che vogliono aggiungere

Dettagli

Newsletter Aprile 2012

Newsletter Aprile 2012 Newsletter Aprile 2012 Lo IAL - Innovazione Apprendimento Lavoro della Campania, da sempre attento alle richieste formative e di aggiornamento che arrivano dai giovani e dal mercato del lavoro, con questa

Dettagli

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA MARKETING E VENDITE COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA PREMESSA Per sviluppare un piano di marketing bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO Il bambino supera serenamente il distacco con la famiglia Conosce e rispetta le prime regole di convivenza E autonomo nelle situazioni di vita quotidiana (servizi igienici, pranzo, gioco)

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE

INTERNAZIONALIZZAZIONE 1) 10 FEBBRAIO 2015 9:00 14:00 INTERNAZIONALIZZAZIONE Come aumentare il fatturato della Tua Azienda attraverso un approccio strategico ai mercati esteri Un metodo solido, strutturato, basato su una visione

Dettagli

1-BEN-ESSERE DELLA PERSONA

1-BEN-ESSERE DELLA PERSONA AREA SOCIO/AFFETTIVA- SCUOLA PRIMARIA Integrazione tra i lavori di gruppo di settembre (Thouar, Villini, Paganini, Montanella) 1-BEN-ESSERE DELLA PERSONA Competenza personale L alunno è consapevole della

Dettagli

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo Le relazioni della Giornata Tecnica ANTIM di Parma La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo di Lorenzo Morandi - L.M.Consulting La motivazione non è una caratteristica intrinseca

Dettagli