SIX SIGMA. Catalogo Corsi. Sistema Aziendali a Zero Difetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SIX SIGMA. Catalogo Corsi. Sistema Aziendali a Zero Difetti"

Transcript

1 SIX SIGMA Catalogo Corsi Sistema Aziendali a Zero Difetti

2 Six Sigma Indice Il metodo Six Sigma pag. 1 Caratteristiche del metodo pag. 1 Cosa sono i corsi six sigma pag. 2 Esami e Certificazioni pag. 2 Vantaggi pag. 2 Contenuti pag. 2 Docente pag. 3 Produzione (Manufacturing) Indice dei corsi Programma Black Programma Green Belt Il corso è destinato a tecnologi di produzione e responsabili qualità che operano nell area manifatturiera. Transazionale (Transactional) Il corso si rivolge all area amministrativa e ambienti professionali. Progettazione (Product Development) Belt Produzione (pag 6) Programma Black Belt Transazionale (pag 12) Produzione (pag 9) Programma Green Belt Transazionale (pag 15) Il corso è per figure coinvolte nell area di ricerca e sviluppo, innovazione prodotto e processo, tecnologie di produzione, centri di calcolo e simulazione, sperimentazione e di controllo qualità. Programma Black Belt Progettazione (pag 18) Programma Green Belt Progettazione (pag 21) 2

3 Six Sigma Il metodo Six Sigma Il metodo Six Sigma nasce in Motorola nella metà degli anni 80, superando 20 anni di applicazione, ed oggi a seguito dei suoi mirabili risultati, risulta essere in continua crescita. La sua attuazione è possibile in tutti i settori indipendentemente dalle loro dimensioni, ne sono un esempio le industrie, le assicurazioni, le banche, gli ospedali ed i servizi che ne hanno beneficiato. Nella figura a lato, l istogramma evidenzia attraverso il benchmarking, l efficacia del metodo Six Sigma nei diversi comparti di applicazione. Caratteristiche del metodo Un obiettivo aggressivo e usabile su processi diversi Six Sigma significa produrre prodotti/ servizi quasi perfetti (3,4 scarti per milione) ed inoltre introducendo il concetto di opportunità è possibile confrontare le prestazioni di processi con complessità diversa. Metodologia di problem solving rigorosa e strutturata con fasi e deliverables, notissimo è l acronimo DMAIC (Define-Measure-Analyze-Improve-Control). Decisioni basate sui dati Uso esteso di strumenti statistici con valutazioni del rischio p-value nel prendere decisioni. Benefici economici rilevanti e con elevato ritorno (ROI) Attualmente le Aziende eccellenti nell applicazione del Six Sigma raggiungono dei benefici economici pari al 2% del fatturato. Esecuzioni dei progetti con persone dedicate (Black Belts e Green Belts) Il Six Sigma ha creato una struttura organizzativa propria per la diffusione del metodo e per la gestione dei progetti Champions, Master Black Belts, Black Belts e Green Belts. Top Management Commitment indispensabile In un organizzazione con elevato grado di commitment i risultati attesi sono chiari per tutti, la comunicazione è forte, la motivazione è visibile. Pagina 3

4 Six Sigma Cosa sono i corsi Six Sigma I Corsi di Formazione Six Sigma sono percorsi formativi di altissimo livello che permettono di apprendere metodologie e tecniche di tipo statistico finalizzate all eliminazione di errori Impostazione dei Corsi I nostri corsi vengono progettati sulle specifiche del cliente. Al fine di familiarizzare gli allievi con il metodo, all inizio del corso si richiede a ciascun partecipante, di individuare un progetto di miglioramento dagli obiettivi aggressivi ed ambiziosi. Questo ci permette di rendere i nostri corsi estremamente operativi ed efficaci, diffondendo sicurezza e permettendo all azienda di beneficiare degli aspetti sia di miglioramento che di ritorno economico. I nostri corsi prevedono: un progetto di miglioramento aziendale, dalle 80 alle 120 ore di lezione in aula, circa 1500 slide di formazione. Inoltre è possibile richiedere:: supporto allo svolgimento dei progetti, esame finale di Certificazione della cintura. Pagina 4

5 Six Sigma Il docente Pier Giorgio DELLA ROLE è laureato in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Torino. Ha maturato un'esperienza lavorativa ventennale in prevalenza nel settore automotive e hi-tech dove ha ricoperto incarichi di responsabilitá nell 'ambito dell'ingegneria di Prodotto, della Gestione Progetti e del Quality Engineering. Negli ultimi anni è stato Consulente di Direzione presso i Servizi di Consulenza della Digital Equipment e presso TELOS Management nell'area Sviluppo Prodotto, Concurrent Engineering, Benchmarking e Business Process Re-Engineering dove ha curato gli aspetti organizzativi, metodologici e informativi/ informatici. In particolare dal 1997 a tutto il 2001 si è occupato di Six Sigma presso la Whirlpool Europe dove, dopo essersi certificato come Master Black Belt, ha ricoperto l'incarico di Six Sigma Program Manager (Engineering e Manufacturing). Nel periodo tra il 1998 ed il 2001 ha formato piú di 150 Black Belts e circa 200 Managers sui concetti e strumenti del Six Sigma. Dal 2002 al 2006 è stato Dirigente presso IVECO nella funzione HR Organizzazione dove si è occupato di Sviluppo Prodotto sotto gli aspetti organizzativi, metodologici, informatici e della implementazione del Design for Six Sigma applicato ai nuovi prodotti. Attualmente è Consulente per le practices Sviluppo Prodotto, Six Sigma e Lean Six Sigma. Alcune tra le aziende che si avvalgono oggi della sua collaborazione sono: SKF Pininfarina Graziano Trasmissioni Ferrari Gestione Sportiva - Magneti Marelli Autore di numerosi articoli, ha partecipato e partecipa come relatore a seminari nazionali e internazionali sui temi dell'innovazione dei processi di sviluppo prodotto, industrializzazione e qualità. è inoltre impegnato come docente nel progetto Engeneering-Area Tecnologia della SDA Bocconi di Milano. Pagina 5

6 Indirizzo Produzione Indirizzo Produzione Indirizzo Transazionale Indirizzo Transazionale Indirizzo Progettazione Indirizzo Progettazione Pagina 6

7 Black Belt Produzione Produzione Obiettivi Il corso è progettato seguendo gli standard internazionali ed ha come obiettivo la formazione delle figure di Black Belt, cioè di esperti nella metodologia applicabile al problem solving e più in generale al miglioramento dei processi aziendali. La partecipazione ad un progetto completato con successo unitamente ad un test finale di apprendimento serviranno per la successiva certificazione del candidato (Black Belt Certification). Destinatari Il corso è destinato a Professional operanti nell area manufacturing, tecnologie di produzione, qualità. Durata 3 settimane (15 giornate di aula non consecutive: 3 moduli di 5 giorni) Esami e Certificazioni A richiesta, è possibile richiedere l esame per la certificazione della cintura. E possibile sostenere l esame solo dopo lo svolgimento di un progetto a dimostrazione del corretto utilizzo degli strumenti statistici. Il test di 60 domande è da svolgere in tre ore. Modalità di erogazione Si alternano lezioni teoriche ed esercitazioni in cui i partecipanti sono coinvolti sia individualmente che in gruppi. Pagina 7

8 Black Belt Produzione Modulo 1: DEFINE I concetti fondamentali di Six Sigma Organizzazione del Six Sigma in azienda DMAIC: overview delle cinque fasi della metodologia Definizione del problema, degli obiettivi e dell ambito del progetto Analisi dei costi della non qualità (COPQ) Voce del Cliente (VOC table) e modello di Kano Albero dei CTQ (Critical to Quality) SIPOC: mappa del processo di alto livello Struttura del progetto e piano del progetto Project Charter Modulo 2: MEASURE Statistica di base (descrittiva e inferenziale) Introduzione a Minitab Metodi raccolta dati Piano raccolta dati Numerosità campione Distribuzione normale Trasformata Z Valutazione Sistema di Misura (MSA per dati continui e dati attributo) Esempi ed esercizi pratici Come misurare le performance di un processo Process Capability (Cp e Cpk), DPU,DPO, DPMO, Z score, Sigma Level Capire la variabilità: cause comuni e cause speciali Capability di short term e long term Control vs Technology plot Le variabili di input e di processo che influenzano gli output (Y): la stratificazione La gestione dei dati non normali Modulo 3: ANALYSE La mappa del processo (tipi di mappe e relativi usi) Strumenti filtro per diminuire il numero di input (X): C&E matrix, FMEA Gli strumenti grafici Test delle ipotesi: rischi alfa e beta p value Test statistici: 1 sample-t, 2 sample-t, paired t, proportion t, Chi-quadro ANOVA: Analisi della Varianza Numerosità del campione e potenza statistica del test Correlazione e regressione semplice Regressione multipla e valutazione VIF (Variance Inflation Factor) Cenni su Binary Logistic Regression Esempi ed esercizi con Minitab su diversi contenuti del modello Robust Design: i concetti fondamentali Modulo 4: IMPROVE Introduzione al DOE: il linguaggio e la terminologia Strategie sperimentali a confronto: T&E, OFAT, Full Factorial I piani fattoriali completi (full factorial) I piani fattoriali completi 2K I piani fattoriali frazionati: concetti di confounding e risoluzione Esempi ed esercizi con Minitab Esercitazione DOE in aula: analisi risultati e discussione Center Points: come valutare la non linearità degli effetti Blocks: i blocchi come condizione di prova omogenee Robust Design: i concetti fondamentali Modulo 5: CONTROL Il piano di controllo: come consolidare le variabili critiche di prodotto/processo Introduzione a SPC (Statistical Process Control) Le carte di controllo (tipi di carte e modalità di utilizzo) Standardizzare e documentare Concetti di mistake-proofing Conferma che gli obiettivi del progetto sono stati raggiunti (Test delle ipotesi) Report del progetto Pagina 8

9 Indirizzo Produzione Indirizzo Produzione Indirizzo Transazionale Indirizzo Transazionale Indirizzo Progettazione Indirizzo Progettazione 9

10 Green Belt Produzione Produzione Obiettivi Il corso, progettato secondo gli standard internazionali, ha come obiettivo la formazione delle figure di Green Belt, cioè di esperti nella metodologia e strumenti applicabili al problem solving e più in generale al miglioramento dei processi transazionali. La partecipazione ad un progetto completato con successo unitamente ad un test finale di apprendimento serviranno per la successiva certificazione del candidato (Green Belt Certification). Destinatari Il corso è destinato a Professional operanti nell area manufacturing, tecnologie di produzione, qualità. Durata 3 settimane (15 giornate di aula non consecutive). Modalità di erogazione Si alternano lezioni teoriche ed esercitazioni in cui i partecipanti sono coinvolti sia individualmente che in gruppi. Esami e Certificazioni A richiesta, è possibile richiedere l esame per la certificazione della cintura dopo lo svolgimento di un progetto a dimostrazione del corretto utilizzo degli strumenti statistici. Il test di 60 domande è da svolgere in tre ore. 10

11 Green Belt Produzione Modulo 1: DEFINE I concetti fondamentali di Six Sigma Organizzazione del Six Sigma in azienda DMAIC: overview delle cinque fasi della metodologia Definizione del problema, degli obiettivi e dell ambito del progetto Analisi dei costi della non qualità (COPQ) Voce del Cliente (VOC table) e modello di Kano Albero dei CTQ (Critical to Quality) SIPOC: mappa del processo di alto livello Struttura del progetto e piano del progetto Project Charter Modulo 2: MEASURE Statistica di base (descrittiva e inferenziale) Introduzione a Minitab Metodi raccolta dati Piano raccolta dati Numerosità campione Distribuzione normale Trasformata Z Valutazione Sistema di Misura (MSA per dati continui e dati attributo) Esempi ed esercizi pratici Come misurare le performance di un processo Process Capability (Cp e Cpk), DPU,DPO, DPMO, Z score, Sigma Level Capire la variabilità: cause comuni e cause speciali Capability di short term e long term Control vs Technology plot Le variabili di input e di processo che influenzano gli output (Y): la stratificazione La gestione dei dati non normali Modulo 3: ANALYSE La mappa del processo (tipi di mappe e relativi usi) Strumenti filtro per diminuire il numero di input (X): C&E matrix, FMEA Gli strumenti grafici Test delle ipotesi: rischi alfa e beta p value Test statistici: 1 sample-t, 2 sample-t, paired t, proportion t, Chi-quadro ANOVA: Analisi della Varianza Numerosità del campione e potenza statistica del test Correlazione e regressione semplice Regressione multipla e valutazione VIF (Variance Inflation Factor) Cenni su Binary Logistic Regression Esempi ed esercizi con Minitab su diversi contenuti del modello Modulo 4: IMPROVE Introduzione al DOE: il linguaggio e la terminologia Strategie sperimentali a confronto: T&E, OFAT, Full Factorial I piani fattoriali completi (full factorial) I piani fattoriali completi 2K I piani fattoriali frazionati: concetti di confounding e risoluzione Esempi ed esercizi con Minitab Esercitazione DOE in aula: analisi risultati e discussione Center Points: come valutare la non linearità degli effetti Blocks: i blocchi come condizione di prova omogenee Robust Design: i concetti fondamentali Modulo 5: CONTROL Il piano di controllo: come consolidare le variabili critiche di prodotto/processo Introduzione a SPC (Statistical Process Control) Le carte di controllo (tipi di carte e modalità di utilizzo) Standardizzare e documentare Concetti di mistake-proofing Conferma che gli obiettivi del progetto sono stati raggiunti (Test delle ipotesi) Report del progetto Report dei key learning da trasferire al Process Owner 11

12 Indirizzo Produzione Indirizzo Produzione Indirizzo Transazionale Indirizzo Transazionale Indirizzo Progettazione Indirizzo Progettazione 12

13 Black Belt Transazionale Transazionale Obiettivi Il corso, progettato secondo gli standard internazionali, ha come obiettivo la formazione delle figure di Black Belt, cioè di esperti nella metodologia applicabile al problem solving e più in generale al miglioramento dei processi transazionali. La partecipazione ad un progetto completato con successo unitamente ad un test finale di apprendimento serviranno per la successiva certificazione del candidato (Black Belt Certification). Destinatari ll corso è destinato a Professional che operano nelle aree amministrative o più in generale in ambienti professionali in cui la metodologia Six Sigma è un supporto efficace nella riduzione degli errori transazionali e i tempi ciclo. Le aree tipiche di applicazione del Six Sigma transazionale sono: Contabilità e Finanza Customer Service e Supporto After Sales Logistica, Manutenzione, ICT, HR Sales & Marketing Durata 3 settimane (15 giornate di aula non consecutive: 3 moduli di 5 giorni) Esami e Certificazioni A richiesta, è possibile richiedere l esame per la certificazione della cintura dopo lo svolgimento di un progetto a dimostrazione del corretto utilizzo degli strumenti statistici. Il test di 60 domande è da svolgere in tre ore. Modalità di erogazione Si alternano lezioni teoriche ed esercitazioni in cui i partecipanti sono coinvolti sia individualmente che in gruppi. 13

14 Black Belt Transazionale Modulo 1: DEFINE e MEASURE I molteplici significati di Six Sigma Organizzazione del Six Sigma in azienda DMADV: overview delle cinque fasi della metodologia Definizione del problema, degli obiettivi e dell ambito del progetto Analisi dei Costi della Non Qualità (COPQ) Voce del Cliente (VOC table) e Modello di Kano Albero dei CTQ (Critical to Quality) SIPOC: mappa del processo di alto livello Struttura del progetto e piano del progetto Project Charter Statistica di base (descrittiva e inferenziale) Introduzione a Minitab Metodi raccolta dati Piano raccolta dati Numerosità campione Distribuzione normale Trasformata Z Valutazione Sistema di Misura (MSA per dati continui e dati attributo) Esempi ed esercizi pratici Come misurare le performance di un processo Process Capability (Cp e Cpk), DPU,DPO, DPMO, Z score, Sigma Level Capire la variabilità: cause comuni e cause speciali Capability di Short Term e Long Term Control vs Technology plot Le variabili di input e di processo che influenzano gli output (Y): la stratificazione La gestione dei dati non normali Modulo 2: ANALYZE La mappa del processo (tipi di mappe e relativi usi) Strumenti filtro per diminuire il numero di input (X): C&E matrix, FMEA Gli strumenti grafici Test delle ipotesi: rischi alfa e beta p value Test statistici: 1 sample-t, 2 sample-t, paired t, proportion t, Chi-quadro ANOVA: Analisi della Varianza Numerosità del campione e potenza statistica del test Correlazione e regressione semplice Regressione multipla e valutazione del VIF (Variance Inflation Factor) Cenni su Binary Logistic Regression Esempi ed esercizi con Minitab su diversi contenuti del modulo Modulo 3: DESIGN e VERIFY Regole e criteri per ridisegnare un processo Introduzione ai concetti di lean office Creative Group Methods (Brainwriting 6-3-5, Morphological Chart, TRIZ) Il Benchmarking come strumento per learn from the best Process modelling & simulation Analisi Costi Benefici Valutare i rischi nell implementazione di una nuova soluzione: FMEA Implementare un progetto pilota Il piano di controllo: come consolidare le variabili critiche Introduzione a SPC (Statistical Process Control) Le carte di controllo (tipi di carte e modalità di utilizzo) Standardizzare e documentare Concetti di mistake-proofing Conferma che gli obiettivi del progetto sono stati raggiunti (Test delle ipotesi) Report del progetto Report dei key learning da trasferire al Process Owner 14

15 Indirizzo Produzione Indirizzo Produzione Indirizzo Transazionale Indirizzo Transazionale Indirizzo Progettazione Indirizzo Progettazione Pagina 15

16 Green Belt Transazionale Transazionale Obiettivi Il corso, progettato secondo gli standard internazionali, ha come obiettivo la formazione delle figure di Green Belt, cioè di esperti nella metodologia e strumenti applicabili al problem solving e più in generale al miglioramento dei processi transazionali. La partecipazione ad un progetto completato con successo unitamente ad un test finale di apprendimento serviranno per la successiva certificazione del candidato (Green Belt Certification). Destinatari Il corso è destinato a Professional che operano nelle aree amministrative o più in generale in ambienti professionali in cui la metodologia Six Sigma è un supporto efficace nella riduzione degli errori transazionali e i tempi ciclo. Le aree tipiche di applicazione del Six Sigma transazionale sono: Contabilità e Finanza Customer Service e Supporto After Sales Logistica, Manutenzione, ICT, HR Sales & Marketing Durata 2 settimane (10 giornate di aula non consecutive: 2 moduli di 5 giorni) Esami e Certificazioni A richiesta, è possibile richiedere l esame per la certificazione della cintura dopo lo svolgimento di un progetto a dimostrazione del corretto utilizzo degli strumenti statistici. Il test di 60 domande è da svolgere in tre ore. Modalità di erogazione Si alternano lezioni teoriche ed esercitazioni in cui i partecipanti sono coinvolti sia individualmente che in gruppi. Pagina 16

17 Green Belt Transazionale Modulo 1: DEFINE, MEASURE e ANALYSE I concetti fondamentali del Six Sigma DMADV: overview delle cinque fasi della metodologia Definizione del problema, degli obiettivi e dell ambito del progetto Voce del Cliente (VOC table) e Modello di Kano Albero dei CTQ (Critical to Quality) SIPOC: mappa del processo di alto livello Struttura del progetto e piano del progetto Project Charter Statistica di base (descrittiva e inferenziale) Introduzione a Minitab Distribuzione normale Trasformata Z Valutazione Sistema di Misura (MSA per dati continui e dati attributo) Esempi ed esercizi pratici Come misurare le performance di un processo: Process Capability (Cp e Cpk), DPU,DPO, DPMO, Z score, Sigma Level Capire la variabilità: cause comuni e cause speciali Capability di Short Term e Long Term Control vs Technology plot Le variabili di input e di processo che influenzano gli output (Y): la stratificazione La gestione dei dati non normali La mappa del processo (tipi i mappe e relativi usi) Strumenti filtro per diminuire il numero di input (X): C&E matrix, FMEA Gli strumenti grafici Test delle ipotesi: rischi alfa e beta p value Test statistici: 1 sample-t, 2 sample-t, paired t, proportion t, Chi-quadro ANOVA: Analisi della Varianza Numerosità del campione e potenza statistica del test Correlazione, regressione semplice e multipla Esempi ed esercizi con Minitab su diversi contenuti del modulo Modulo 2: IMPROVE e CONTROL Regole e criteri per ridisegnare un processo Introduzione ai concetti di lean office Cenni sul Process modeling & simulation Analisi Costi Benefici Valutare i rischi nell implementazione di una nuova soluzione: FMEA Implementare un progetto pilota Il piano di controllo: come consolidare le variabili critiche Introduzione al SPC (Statistical Process Control) Le carte di controllo (tipi di carte e modalità di utilizzo) Standardizzare e documentare Concetti di mistake-proofing Report del progetto e dei key learning da trasferire al Process Owner. Esami e Certificazioni A richiesta, è possibile richiedere l esame per la certificazione della cintura dopo lo svolgimento di un progetto a dimostrazione del corretto utilizzo degli strumenti statistici. Il test di 60 domande è da svolgere in tre ore. Pagina 17

18 Indirizzo Produzione Indirizzo Produzione Indirizzo Transazionale Indirizzo Transazionale Indirizzo Progettazione Indirizzo Progettazione 18

19 Black Belt Progettazione Progettazione Obiettivi Il corso, progettato secondo gli standard internazionali, ha come obiettivo la formazione delle figure di Black Belt, cioè di esperti nella metodologia applicabile al problem solving e più in generale al miglioramento dei processi transazionali. La partecipazione ad un progetto completato con successo unitamente ad un test finale di apprendimento serviranno per la successiva certificazione del candidato (Black Belt Certification). Destinatari Il corso è destinato a Professional che operano nell area Ricerca e Sviluppo, Innovazione prodotto e processo, Tecnologie di produzione, Centri di calcolo e simulazione, Sperimentazione, Quality Engineering. Durata 3 settimane (15 giornate di aula non consecutive: 3 moduli di 5 giorni) Esami e Certificazioni A richiesta, è possibile richiedere l esame per la certificazione della cintura dopo lo svolgimento di un progetto a dimostrazione del corretto utilizzo degli strumenti statistici. Il test di 60 domande è da svolgere in tre ore. Modalità di erogazione Si alternano lezioni teoriche ed esercitazioni in cui i partecipanti sono coinvolti sia individualmente che in gruppi. 19

20 Black Belt Progettazione Modulo 1: DEFINE e IDENTIFY Organizzazione del Six Sigma in azienda DIDOV: overview delle cinque fasi della metodologia Definizione del problema, degli obiettivi e dell ambito del progetto Analisi dei costi della non qualità (COPQ) Struttura del progetto e piano del progetto Project Charter Identificare cosa è importante per il Cliente: VOC (Voice Of the Customer) practices Tradurre le richieste dei Clienti in CTQ del prodotto (target setting) QFD: Quality Function Deployment Come misurare i CTQ del prodotto: MSA (valutazione sistema misura) Dai CTQ del prodotto ai CTQ dei sottosistemi/componenti: la funzione di Trasferimento Y = f(x) Modulo 2: DESIGN Statistica di base (descrittiva e inferenziale) Test delle ipotesi e overview dei principali test statistici Introduzione a Minitab Distribuzione normale Trasformata Z Esempi ed esercizi pratici La gestione dei dati non normali Come misurare le performance di un processo: Process Capability (Cp e Cpk), DPU,DPO, DPMO, Z score, Sigma Level Capire la variabilità: cause comuni e cause speciali Studiare alternative di progetto Creative Group Methods Scegliere la miglior soluzione concettuale: Pugh Matrix Introduzione al metodo Axiomatic Design Modulo 3: OPTIMIZE e VALIDATE Gli strumenti grafici ANOVA: Analisi della Varianza Numerosità del campione e potenza statistica del test Correlazione e regressione semplice Regressione multipla e valutazione del VIF (Variance Inflation Factor) Cenni su Binary Logistic Regression Introduzione al DOE: il linguaggio e la terminologia Strategie sperimentali a confronto: T&E, OFAT, Full Factorial I piani fattoriali completi (full factorial) I piani fattoriali completi 2K I piani fattoriali frazionati: concetti di confounding e risoluzione Esercitazione DOE in aula : analisi dei risultati e discussione Center points: come valutare la non linearità tra input ed output Blocks: i blocchi come condizione di prova omogenee Robust Design, Probabilistic Design e Sensitivity Analysis Tolerance design: analisi statistica delle tolleranze Design for Reliability e Reliability Analysis DFSS scorecard: come consolidare le variabili critiche di prodotto/processo Introduzione a SPC (Statistical Process Control) Le carte di controllo (tipi di carte e modalità di utilizzo) Report del progetto Report dei key learning da trasferire al Process Owner Esempi ed esercizi con Minitab su diversi contenuti del modulo I concetti fondamentali del Six Sigma 20

21 Indirizzo Produzione Indirizzo Produzione Indirizzo Transazionale Indirizzo Transazionale Indirizzo Progettazione Indirizzo Progettazione Pagina 21

22 Green Belt Progettazione Progettazione Obiettivi Il corso, progettato secondo gli standard internazionali, ha come obiettivo la formazione delle figure di Green Belt, cioè di esperti nella metodologia e strumenti applicabili al problem solving e più in generale al miglioramento dei processi transazionali. La partecipazione ad un progetto completato con successo unitamente ad un test finale di apprendimento serviranno per la successiva certificazione del candidato (Green Belt Certification). Destinatari Il corso è destinato a Professional che operano nell area Ricerca e Sviluppo, Innovazione prodotto e processo, Tecnologie di produzione, Centri di calcolo e simulazione, Sperimentazione, Quality Engineering. Durata 2 settimane (10 giornate di aula non consecutive: 2 moduli di 5 giorni) Modalità di erogazione Si alternano lezioni teoriche ed esercitazioni in cui i partecipanti sono coinvolti sia individualmente che in gruppi. Esami e Certificazioni A richiesta, è possibile richiedere l esame per la certificazione della cintura dopo lo svolgimento di un progetto a dimostrazione del corretto utilizzo degli strumenti statistici. Il test di 60 domande è da svolgere in tre ore. Pagina 22

23 Green Belt Progettazione Modulo 1: DEFINE, MEASURE e ANALYSE I concetti fondamentali del Six Sigma DFSS e DIDOV: overview delle cinque fasi della metodologia Definizione del problema, degli obiettivi e dell ambito del progetto Struttura del progetto e piano del progetto Project Charter Identificare cosa è importante per il Cliente: VOC Voice Of the Customer) practices Tradurre le richieste dei Clienti in CTQ del prodotto (target setting) QFD: Quality Function Deployment Come misurare i CTQ del prodotto: MSA (valutazione sistema misura) Dai CTQ del prodotto ai CTQ dei sottosistemi/componenti: la funzione di Trasferimento Y = f(x) Statistica di base necessaria per il DFSS Test delle ipotesi e overview dei principali test statistici Introduzione a Minitab Distribuzione normale Trasformata Z La gestione dei dati non normali Calcolo della process capability: Cp e Cpk Capire la variabilità: cause comuni e cause speciali Studiare alternative di progetto Creative Group Methods Scegliere la miglior soluzione concettuale: Pugh Matrix Modulo 2: IMPROVE e CONTROL ANOVA: Analisi della Varianza Numerosità del campione e potenza statistica del test Correlazione, regressione semplice e multipla Esempi ed esercizi con Minitab Introduzione al DOE: il linguaggio e la terminologia Strategie sperimentali a confronto: T&E, OFAT, Full Factorial I piani fattoriali completi (full factorial) I piani fattoriali frazionati: concetti di confounding e risoluzione Esempi ed esercizi con Minitab I concetti fondamentali del Robust Design Tolerance design: analisi statistica delle tolleranze DFSS scorecard: come consolidare le variabili critiche di prodotto/processo Introduzione a SPC (Statistical Process Control) Le carte di controllo (tipi di carte e modalità di utilizzo) Report del progetto Report dei key learning da trasferire al Process Owner Pagina 23

24 CONTRIBUTI FINANZIAMENTO CORSI Pagina 24

25 Six Sigma Finanziamenti A partire dal 2003 le imprese hanno la possibilità di aderire ai Fondi Paritetici Interprofessionali destinando alla formazione dei propri dipendenti la quota dello 0,30% dei contributi versati all INPS, senza alcun costo aggiuntivo per l azienda. Le aziende iscritte, oltre che al proprio capitale versato, possono accedere alle quote di sistema messe a disposizione dai fondi. Le aziende che aderiscono ai Fondi Interprofessionali, tramite i versamenti contributivi, possono presentare dei progetti formativi, che permettono di coprire in tutto o in parte i costi destinati alla formazione. L adesione è volontaria ed è assolutamente gratuita per l impresa. Per avere maggiori informazioni nel merito non esitate a contattarci. Pagina 25

26 Note Pagina 26

27 Note Pagina 27

28 Cosa dicono di Noi La COCCO INGEGNERIA srl, è una società che offre servizi di consulenza Gestionale- Organizzativa strutturando per i propri clienti progetti in grado di creare Valore e Competitività. Ciascun servizio è modellato sulle specifiche esigenze del cliente. Alcuni dei nostri servizi sono: Corsi Six Sigma e Lean Manufactoring, Certificazione Qualità ISO 9001 Certificazione Ambientale ISO Certificazione Sicurezza OHSAS Marcatura CE Sviluppo prodotto Valutazione Rischi d.lgs. 81/08 Asseverazioni e perizie Attestazioni SOA Alcuni dei nostri servizi possono essere finanziati dai fondi interprofessionali o da agevolazioni a fondo perduto. Per informazioni in merito non esitate a contattarci. COCCO INGEGNERIA Srl Via Talucchi 2, TORINO (TO) Telefono Fax Pagina 28

Corso di formazione e certificazione. Transazionale

Corso di formazione e certificazione. Transazionale Corso di formazione e certificazione Black Belt Six Sigma Transazionale con i docenti della Accademia Italiana del Sei Sigma in collaborazione con Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto Ente

Dettagli

Corso di formazione e certificazione

Corso di formazione e certificazione Corso di formazione e certificazione Black Belt Six Sigma transactional Six Sigma Program Trainer Ing. PierGiorgio Della Role Six Sigma Master Black Belt Perché Six Sigma? Al suo nascere, nella metà degli

Dettagli

CORSI PER OCCUPATI E CASSAINTEGRATI

CORSI PER OCCUPATI E CASSAINTEGRATI CORSI PER OCCUPATI E CASSAINTEGRATI FORMAZIONE FINANZIATA Una Garanzia per Crescere TUTTI I NS CORSI POSSONO ESSERE FINANZIABILI FINO AL 100% FORMAZIONE FINANZIATA Premessa Le aziende hanno la possibilità

Dettagli

Applicare il Six Sigma. Un esempio

Applicare il Six Sigma. Un esempio Applicare il Six Sigma Un esempio Indice 1. Oggetto e Scenario 2. Obiettivi dell intervento 3. L approccio Festo Consulenza e Formazione 4. Struttura del progetto Oggetto e Scenario Il progetto in oggetto

Dettagli

FORMAZIONE SIX SIGMA IN POLONIA PROGRAMMA E TARIFFE

FORMAZIONE SIX SIGMA IN POLONIA PROGRAMMA E TARIFFE FORMAZIONE SIX SIGMA IN POLONIA PROGRAMMA E TARIFFE OBIETTIVI DEL PROGETTO Gli obiettivi del progetto proposto sono sintetizzati in: fornire alla Direzione ed ai responsabili di Linea, le necessarie conoscenze

Dettagli

Diventare GREEN BELT

Diventare GREEN BELT La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Diventare GREEN BELT Accrescere le proprie potenzialità nel mondo del lavoro Percorso di Formazione e Certificazione

Dettagli

L approccio Festo Consulenza e Formazione

L approccio Festo Consulenza e Formazione L approccio Festo Consulenza e Formazione Festo Consulenza e Formazione opera con un approccio integrato, attraverso un Customer Team che integra le competenze nei diversi ambiti aziendali (Operations,

Dettagli

VERSO LA SMART SPECIALIZATION TRE LEVE MOLTO IMPORTANTI PER UNA NUOVA COMPETITIVITÀ

VERSO LA SMART SPECIALIZATION TRE LEVE MOLTO IMPORTANTI PER UNA NUOVA COMPETITIVITÀ COMPETITIVITA 2.0? VERSO LA SMART SPECIALIZATION TRE LEVE MOLTO IMPORTANTI PER UNA NUOVA COMPETITIVITÀ F.Boccia/B.IT sas 1 SOMMARIO PROGETTAZIONE ASSISTITA DA CAE/SIMULAZIONE/SUPERCALCOLO LOGISTICA INTELLIGENTE

Dettagli

Design For Six Sigma. Strategic Business Improvement

Design For Six Sigma. Strategic Business Improvement Strategic Business Improvement 0.11 0.11 0.10 0.10 0.09 0.09 0.08 0.08 0.06 108.6 98.8 0.06 1-Di namico_sx _(g) 1-Di namico_sx _(g) 0.05 0.05 0.04 0.04 88.9 79.0 69.1 0.03 0.03 0.02 0.02 59.3 49.4 0.01

Dettagli

APPENDICE A: Tabella Process Sigma (I)

APPENDICE A: Tabella Process Sigma (I) APPENDICE A: Tabella Process Sigma (I) 203 APPENDICE A: Tabella Process Sigma (II) 204 APPENDICE B: Tipologie di variabili Lo schema sottostante è utile per la corretta scelta degli indicatori durante

Dettagli

La metodologia Six Sigma nello sviluppo nuovi prodotti

La metodologia Six Sigma nello sviluppo nuovi prodotti Torino, Febbraio 2006 La metodologia Six Sigma nello sviluppo nuovi prodotti Ing. Pier Giorgio DELLA ROLE Six Sigma Master Black Belt e-mail: pgrole@yahoo.it La metodologia Six Sigma è nota e la sua efficacia

Dettagli

Design for Six Sigma

Design for Six Sigma `` 6σ Design for Six Sigma. Concetti fondamentali. Programma di formazione Pier Giorgio DELLA ROLE i_dfss08.ppt Metodologia Six Sigma Il programma completo DMAIC DFSS Define Measure Analyse Improve Control

Dettagli

Il Programma 6 sigma è stato messo a punto in

Il Programma 6 sigma è stato messo a punto in LORETTA DEGAN DESIGN FOR SIX SIGMA Da alcuni anni numerose aziende internazionali hanno sposato il Programma 6-sigma ottenendo risultati economici e di performance molto importanti. Le basi teoriche per

Dettagli

Design For Six Sigma. Strategic Business Improvement

Design For Six Sigma. Strategic Business Improvement Strategic Business Improvement 0.11 0.11 0.10 0.10 0.09 0.09 0.08 0.08 0.06 108.6 98.8 0.06 1-Di namico_sx _(g) 1-Di namico_sx _(g) 0.05 0.05 0.04 0.04 88.9 79.0 69.1 0.03 0.03 0.02 0.02 59.3 49.4 0.01

Dettagli

Corso di Specializzazione. LEAN SEI SIGMA SPECIALIST Green Belt

Corso di Specializzazione. LEAN SEI SIGMA SPECIALIST Green Belt Corso di Specializzazione LEAN SEI SIGMA SPECIALIST Green Belt Meno sprechi in azienda! La globalizzazione dei mercati ha imposto alle aziende standard qualitativi del prodotto/servizio offerto sempre

Dettagli

Percorso di Certificazione Lean Six Sigma Green Belt

Percorso di Certificazione Lean Six Sigma Green Belt Accademia Italiana del Sei Sigma Percorso di Certificazione Lean Six Sigma Green Belt 19/20/21 novembre 2014 17/18/19 dicembre 2014 dalle 9,30 alle13 e dalle 14 alle 17,30 Prato Viale Vittorio Veneto,

Dettagli

Piano Formativo Metodologie Six Sigma applicate all Efficienza Energetica AVS/51/08II

Piano Formativo Metodologie Six Sigma applicate all Efficienza Energetica AVS/51/08II Piano Formativo Metodologie Six Sigma applicate all Efficienza Energetica AVS/51/08II Milano, 20 luglio 2010 Finalità e Destinatari e Costi per le Imprese Il Piano di Formazione intende sviluppare le competenze

Dettagli

improving performance Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà

improving performance Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà Novara, 10 Luglio 2014 1 Paradigma tradizionale delle prestazioni Nel passato, le aziende credevano che un miglioramento

Dettagli

INSIGHTFUL CONSULTING LEAN SIX SIGMA

INSIGHTFUL CONSULTING LEAN SIX SIGMA CORSO DI FORMAZIONE PER GREEN BELT I Green Belt sono una figura importantissima nell implementazione della Lean Six Sigma: essi ricoprono il ruolo, part time, di Project Leader dei progetti di miglioramento

Dettagli

Indice. pag. 15. Prefazione. Introduzione» 17

Indice. pag. 15. Prefazione. Introduzione» 17 Indice Prefazione 15 Introduzione 17 1. Pianificazione della qualità 1.1. Il concetto di 6 sigma 1.1.1. Le aree e le fasi del sei sigma 1.2. I processi produttivi e la variabilità 1.2.1. Cause comuni 1.2.2.

Dettagli

Industrial Management School. Lean Six Sigma Workshop

Industrial Management School. Lean Six Sigma Workshop Lean Six Sigma Workshop 1 Origini del Six Sigma La metodologia Six Sigma nasce a metà degli anni 80 in Motorola estendendosi poi ad altre grandi aziende americane; è una metodologia per il miglioramento

Dettagli

Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione

Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione Un percorso dedicato Riduzione costi Qualità Oobeya Room Product Development Value Stream Map

Dettagli

Risultati. Competenze. Soluzioni. Catalogo Formazione

Risultati. Competenze. Soluzioni. Catalogo Formazione Risultati Competenze Soluzioni Catalogo Formazione Benvenuti! Mauro Nardon, Consulente di Direzione e di Organizzazione Aziendale, Manager e tecnico di azienda, dopo aver acquisito negli anni adeguate

Dettagli

Premio Manager per la Qualità

Premio Manager per la Qualità Premio Manager per la Qualità Dal primo progetto Sei Sigma al "Miglioramento Continuo di oggi" Quality Plant Manager Stabilimento Ciriè (TO) P. Colosimo Informazioni generali sito produttivo Ciriè (TO)

Dettagli

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel di Rinaldo Tartari Consulente Qualità e Affidabilità Excel

Dettagli

Sei Sigma per Black Belts

Sei Sigma per Black Belts M Fornire le informazioni e gli strumenti idonei alla impostazione di un sistema di gestione del miglioramento continuo in ottica sei sigma Formare le Black Belt operanti in azienda Inquadrare le metodologie

Dettagli

BLACK BELT, UPGRADING

BLACK BELT, UPGRADING MASTER 6 sigma(*) Business Excellence: l eccellenza in tutti i processi aziendali Percorso formativo sul 6 sigma: BLACK BELT, UPGRADING da GREEN BELT a BLACK BELT, GREEN BELT Milano, febbraio-giugno 2012

Dettagli

Sei Sigma nelle aziende di servizi

Sei Sigma nelle aziende di servizi M > Sei sigma generali Fornire le informazioni e gli strumenti idonei alla impostazione di un sistema di gestione del miglioramento continuo in ottica Sei Sigma. Formare il personale che dovrà applicare

Dettagli

Percorso di formazione e Certificazione delle Competenze 6 sigma GREEN BELT @ BLACK BELT @ UPGRADING da GREEN BELT a BLACK BELT

Percorso di formazione e Certificazione delle Competenze 6 sigma GREEN BELT @ BLACK BELT @ UPGRADING da GREEN BELT a BLACK BELT La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso di formazione e Certificazione delle Competenze 6 sigma GREEN BELT @ BLACK BELT @ UPGRADING da

Dettagli

Formazione Aziendale per la Qualità

Formazione Aziendale per la Qualità 4 Corsi e Formazione per la Qualità Formazione Aziendale per la Qualità Il nostro obiettivo L organizzazione, l analisi e l interpretazione dei dati aziendali all interno del proprio business, può rappresentare

Dettagli

2.A.1 Il design of experiments (DOE) criteri di attuazione in azienda

2.A.1 Il design of experiments (DOE) criteri di attuazione in azienda 2.A.1 Il design of experiments (DOE) criteri di attuazione in azienda Favorire la comprensione e l applicabilità delle metodiche del DOE nelle sue diverse applicazioni, in modo da permettere un reale controllo

Dettagli

SEI SIGMA: un miglioramento concreto di qualità, affidabilità e costi di prodotti e servizi

SEI SIGMA: un miglioramento concreto di qualità, affidabilità e costi di prodotti e servizi Mario Vianello Politecnico di Torino - Ingegneria dell Autoveicolo Incontro su SEI SIGMA SEI SIGMA: un miglioramento concreto di qualità, affidabilità e costi di prodotti e servizi 1 Il Sei Sigma, è senz

Dettagli

Il successo del Six Sigma. Six Sigma nei processi transazionali Ing. Pier Giorgio DELLA ROLE Six Sigma Master Black Belt e-mail: pgrole@yahoo.

Il successo del Six Sigma. Six Sigma nei processi transazionali Ing. Pier Giorgio DELLA ROLE Six Sigma Master Black Belt e-mail: pgrole@yahoo. Six Sigma nei processi transazionali Ing. Pier Giorgio DELLA ROLE Six Sigma Master Black Belt e-mail: pgrole@yahoo.it 1. Introduzione Torino, Novembre 2007 Partendo dal sempre crescente successo del metodo

Dettagli

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 20 Sempre un passo avanti EXECUTIVE MASTER COURSE Production Manager OBIETTIVI Il corso mette in condizione i partecipanti

Dettagli

SEI SIGMA e approcci globali a Qualità/Affidabilità

SEI SIGMA e approcci globali a Qualità/Affidabilità TAVOLA ROTONDA SUL TEMA SEI SIGMA e approcci globali a Qualità/Affidabilità Cosa si può fare concretamente per un reale miglioramento di Qualità/Affidabilità dei nostri prodotti? 1 Conviene riconoscere

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Scheda di sintesi della proposta di piano formativo settoriale per la filiera dell industria automotive a carattere multiregionale

Scheda di sintesi della proposta di piano formativo settoriale per la filiera dell industria automotive a carattere multiregionale Scheda di sintesi della proposta di piano formativo settoriale per la filiera dell industria automotive a carattere multiregionale Titolo piano formativo Gestione integrata qualità, sicurezza e ambiente

Dettagli

Catalogo Humanform 2013. Lean Six Sigma

Catalogo Humanform 2013. Lean Six Sigma Catalogo Humanform 2013 Lean Six Sigma PROFILO AZIENDALE Humanform, società di formazione soggetta all attività di direzione e coordinamento di Humangest S.p.A., nata nel 2005, è certificata UNI EN ISO

Dettagli

Programma Lean Six Sigma (LSS)

Programma Lean Six Sigma (LSS) GRUPPO TELECOM ITALIA Programma Lean Six Sigma (LSS) Incontro AIDP Liguria Sede Confindustria Genova, 28 Gennaio 2011 Aldo Gallarà Responsabile Programma LSS Telecom Italia LSS: di cosa si tratta Disciplina

Dettagli

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff Il catalogo MANUFACTURING Si rivolge a: Responsabili Produzione e loro staff Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff processo produttivo Responsabili Manutenzione

Dettagli

Laurea Magistrale di Ingegneria Gestionale

Laurea Magistrale di Ingegneria Gestionale Laurea Magistrale di Ingegneria Gestionale Insegnamento al II anno di Progettazione e Sviluppo di Sistemi e Processi Insegnanti: proff. Sandro Barone (la progettazione industriale), Gualtiero Fantoni (il

Dettagli

Industrial Executive Master Lean Six Sigma

Industrial Executive Master Lean Six Sigma Industrial Management School Industrial Executive Master Certificazioni Black Belt e Green Belt Integrare gli strumenti Lean e Six Sigma per aumentare la produttività e la redditività dei processi. Project

Dettagli

Master. Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt. Un master full immersion per certificarsi sul campo.

Master. Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt. Un master full immersion per certificarsi sul campo. Master Lean Six Sigma Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt Un master full immersion per certificarsi sul campo. Bonfiglioli Consulting Consulenza e competenza per favorire lo

Dettagli

Evoluzione in atto in ambito MCAD e PLM nelle aziende italiane. Sergio Terzi Università di Bergamo Politecnico di Milano

Evoluzione in atto in ambito MCAD e PLM nelle aziende italiane. Sergio Terzi Università di Bergamo Politecnico di Milano Evoluzione in atto in ambito MCAD e PLM nelle aziende italiane Sergio Terzi Università di Bergamo Politecnico di Milano Evoluzione in atto in ambito Osservatorio GeCo Gestione dei Processi Collaborativi

Dettagli

Management integrato della qualità e miglioramento continuo

Management integrato della qualità e miglioramento continuo Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto CIM per la sostenibilità nell innovazione Management integrato della qualità e miglioramento continuo

Dettagli

Qui di seguito riportiamo un esempio per meglio comprendere gli obiettivi e finalità del Six Sigma:

Qui di seguito riportiamo un esempio per meglio comprendere gli obiettivi e finalità del Six Sigma: Un metodo per l analisi quantitativa di processi interni con l applicazione di una parte della metodologia 6 sigma S. Gorla (*), M. Maisano (**) (*) Responsabile Qualità e Certificazione Citroën Italia

Dettagli

lean innovation - 10 e 17 marzo 2015 e lean sales - 25 marzo e 1 aprile 2015

lean innovation - 10 e 17 marzo 2015 e lean sales - 25 marzo e 1 aprile 2015 lean innovation - 10 e 17 marzo 2015 e lean sales - 25 marzo e 1 aprile 2015 due aree di intervento strategiche per l implementazione del lean management 1 PERCHÉ SKILLAB Perché Skillab è da anni impegnata

Dettagli

Design for Six Sigma

Design for Six Sigma Cp = 2.0 Cpk = 1.5 ppm = 3.4 6σ Design for Six Sigma Applicazione ad un sotto-sistema di: - Robust Design - Sensitivity Analysis - Tolerance allocation Pier Giorgio DELLA ROLE i_dfss_applicazione05 1 Evoluzione

Dettagli

Tartari & Partners consulenza e formazione

Tartari & Partners consulenza e formazione Tartari & Partners consulenza e formazione La nostra storia La Tartari & Partners, fondata ad Osimo (AN) nel 2003 da Rinaldo Tartari, nasce dall esperienza ventennale del suo fondatore in ambito di organizzazione

Dettagli

Open Day Lean Six Sigma 25 Giugno 2012, Milano. Lean Six Sigma Dalla Teoria alla Pratica: criticità e opportunità

Open Day Lean Six Sigma 25 Giugno 2012, Milano. Lean Six Sigma Dalla Teoria alla Pratica: criticità e opportunità Open Day Lean Six Sigma 25 Giugno 2012, Milano Lean Six Sigma Dalla Teoria alla Pratica: criticità e opportunità Gabriele Arcidiacono g.arcidiacono@unimarconi.it All rights are strictly reserved A&C 2010

Dettagli

TECNICHE PER LA GESTIONE DELLA QUALITÀ

TECNICHE PER LA GESTIONE DELLA QUALITÀ N E T T U N O TECNICHE PER LA GESTIONE DELLA QUALITÀ G. BARBATO, F. FRANCESCHINI, M. GALETTO, R. LEVI N E T T U N O NETWORK PER L UNIVERSITÀ OVUNQUE Diplomi universitari a distanza in Ingegneria TECNICHE

Dettagli

1. Project Management. 2. Project Management. 3. Lean Management 4. Time Management 5. SPC 6. Six Sigma AREA PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

1. Project Management. 2. Project Management. 3. Lean Management 4. Time Management 5. SPC 6. Six Sigma AREA PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO CORSI DI FORMAZIONE PROJECT GROUP AREA PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO 1. Project Management Introduzione 2. Project Management Corso avanzato 3. Lean Management 4. Time Management 5. SPC 6. Six Sigma Project

Dettagli

LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WORLD CLASS MANUFACTURING NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO

LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WORLD CLASS MANUFACTURING NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WORLD CLASS MANUFACTURING NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO Workshop organizzato presso il Plant IVECO di Brescia AREA Production Planning LEAN MANUFACTURING

Dettagli

www.forema.it SPECIALIZZAZIONE LEAN SEI SIGMA MENO SPRECHI IN AZIENDA E PIÙ VALORE PER IL CLIENTE

www.forema.it SPECIALIZZAZIONE LEAN SEI SIGMA MENO SPRECHI IN AZIENDA E PIÙ VALORE PER IL CLIENTE www.forema.it SPECIALIZZAZIONE LEAN SEI SIGMA MENO SPRECHI IN AZIENDA E PIÙ VALORE PER IL CLIENTE www.forema.it Fòrema Fòrema scarl è la società per la Formazione e lo Sviluppo d impresa di Confindustria

Dettagli

Esperienza Six Sigma

Esperienza Six Sigma Cp 6 = 2.0 Cpk = 1.5 ppm = 3.4 Novembre 2001 6 Esperienza Six Sigma. Cosa abbiamo imparato da questa esperienza Pier Giorgio DELLA ROLE aicq2.ppt 1 Indice. IL Six Sigma come evoluzione del Sistema Qualità.

Dettagli

Lean Six Sigma Certificazione Green Belt Settembre 2015 Gennaio 2016

Lean Six Sigma Certificazione Green Belt Settembre 2015 Gennaio 2016 Lean Six Sigma Certificazione Green Belt Settembre 2015 Gennaio 2016 Business School 2015 Indice generale LEAN SIX SIGMA PROJECT WORKS E LORO RISULTATI 3 DESTINATARI E OBIETTIVI DEL CORSO 4 CERTIFICAZIONE

Dettagli

Certificazione ottenuta come manager dei servizi informatici.

Certificazione ottenuta come manager dei servizi informatici. DATI PERSONALI Nome: Giancarlo D Auria Luogo/data di nascita: Roma, 10 maggio 1962 Residenza: Via della Pedica, 402-Grottaferrata (RM) Recapiti personali: 06-9410445 Cell: 335-290825 ESPERIENZE PROFESSIONALI

Dettagli

Metodologie statistiche in manutenzione

Metodologie statistiche in manutenzione M in in > Statistica di base per la > FMECA per la alla generali Sviluppare una sensibilità al valore aggiunto derivante da un applicazione di metodi e tecniche statistiche in Fornire conoscenze specifiche

Dettagli

Studiare nuovi prodotti è oggi una questione LEAN INNOVATION M I X. NEL RISPETTO DELLA DISCIPLINA 6 σ

Studiare nuovi prodotti è oggi una questione LEAN INNOVATION M I X. NEL RISPETTO DELLA DISCIPLINA 6 σ LEAN INNOVATION LA PROGETTAZIONE DI UN NUOVO PRODOTTO NEL RISPETTO DELLA DISCIPLINA 6 σ M I X L articolo vuole mostrare come con il lavoro di gruppi interfunzionali e con l utilizzo di tecniche e metodologie

Dettagli

La disciplina Lean Six Sigma per coniugare efficienza ed efficacia. Ridurre i Costi Migliorando la Qualità. Maurizio Giacalone

La disciplina Lean Six Sigma per coniugare efficienza ed efficacia. Ridurre i Costi Migliorando la Qualità. Maurizio Giacalone La disciplina Lean Six Sigma per coniugare efficienza ed efficacia Ridurre i Costi Migliorando la Qualità Maurizio Giacalone 28 Gennaio 2011 INDICE 1. La filosofia ed i principi pag. 2 2. Dalla filosofia

Dettagli

CATALOGO CORSI BASE MINITAB

CATALOGO CORSI BASE MINITAB CATALOGO CORSI BASE MINITAB Corsi di formazione per professionisti che lavorano nel settore della qualità e del miglioramento dei processi. GMSL è certificata quale Certified Trainer per corsi Minitab,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Eccellenza in Business Process Management edizione 2010 Con il patrocinio e la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica dell Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

6.A.1 Logistica interna ed esterna

6.A.1 Logistica interna ed esterna 6.A.1 Logistica interna ed esterna Il corso si propone di fornire un quadro chiaro di inquadramento della logistica e delle sue principali funzioni in azienda. Si vogliono altresì fornire gli strumenti

Dettagli

Certificazione Lean Six Sigma Service

Certificazione Lean Six Sigma Service ION E Certificazione Lean Six Sigma Service FIR Feb ENZE bra io / RO Giu M gno Feb A 201 bra io / 5 Giu gno 201 5 II EDI Z PER AZIENDE DI SERVIZI E OFFICE LSS Yellow Belt Service LSS Green Belt Service

Dettagli

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers MODULO 2 MODULO 1 L'organizzazione degli acquisti e il ruolo del Buyer Firenze,

Dettagli

LA METODOLOGIA SIX SIGMA (prima parte)

LA METODOLOGIA SIX SIGMA (prima parte) LA METODOLOGIA SIX SIGMA (prima parte) Sommario Definizione di Six Sigma Cosa significa sigma? Una considerazione Perché proprio Six Sigma? L algoritmo DMAIC DFSS DEFINIZIONE DI SIX SIGMA Il Six Sigma

Dettagli

Corso di Specializzazione LEAN DESIGN EXPERIENCE WORKSHOP Progettare nuovi prodotti in modo snello

Corso di Specializzazione LEAN DESIGN EXPERIENCE WORKSHOP Progettare nuovi prodotti in modo snello Corso di Specializzazione LEAN DESIGN EXPERIENCE WORKSHOP Progettare nuovi prodotti in modo snello OBIETTIVI Il Lean è una filosofia che sta cambiando il modo di operare delle imprese e che può portare

Dettagli

www.leanfactoryschool.it catalogo corsi

www.leanfactoryschool.it catalogo corsi www.leanfactoryschool.it catalogo corsi Lean Factory School Gli obiettivi 99 Capire i principi e le tecniche Lean mettendoli in pratica, in modo coinvolgente 99 Lavorare in un ambiente produttivo reale,

Dettagli

Percorso Formativo Six Sigma - Green Belts A roadmap for the right use of Statistical Tools for Six Sigma. WorkShop Assago 22 Maggio 2006

Percorso Formativo Six Sigma - Green Belts A roadmap for the right use of Statistical Tools for Six Sigma. WorkShop Assago 22 Maggio 2006 Percorso Formativo Six Sigma - Green Belts A roadmap for the right use of Statistical Tools for Six Sigma WorkShop Assago 22 Maggio 2006 Six Sigm History 1987: nel Motorola pone come obiettivo di raggiungere

Dettagli

QUALITÀ AERONAUTICA AUTOMOTIVE DISPOSITIVI MEDICI AGRO-ALIMENTARE

QUALITÀ AERONAUTICA AUTOMOTIVE DISPOSITIVI MEDICI AGRO-ALIMENTARE PROPOSTA FORMATIVA QUALITÀ Dal modello ISO 9001:08 agli strumenti di controllo e di miglioramento delle performance L evoluzione del sistema qualità secondo la nuova ISO 9001:2008 Definire e migliorare

Dettagli

Corso di Eccellenza in Business Process Management. per la Sanità

Corso di Eccellenza in Business Process Management. per la Sanità Corso di Eccellenza in Business Process Management per la Sanità Con il patrocinio e la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica dell Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

http://www.ateneonline.it/chase/ Cliccare su >area studenti Utile per accedere a test on-line, note tecniche e approfondimenti dei capitoli

http://www.ateneonline.it/chase/ Cliccare su >area studenti Utile per accedere a test on-line, note tecniche e approfondimenti dei capitoli http://www.ateneonline.it/chase/ Cliccare su >area studenti Utile per accedere a test on-line, note tecniche e approfondimenti dei capitoli Capitolo 6 Total quality management: orientamento al Six Sigma

Dettagli

LEAN MANAGEMENT NEI SERVIZI

LEAN MANAGEMENT NEI SERVIZI - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA EXECUTIVE EDUCATION & PEOPLE MANAGEMENT

Dettagli

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC)

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) 5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) F [2.A.3] Gli obiettivi che si vogliono raggiungere sono relativi alla comprensione del metodo, all utilizzo sistematico delle, alla progettazione di un controllo

Dettagli

Six Sigma uno strumento manageriale di innovazione e miglioramento

Six Sigma uno strumento manageriale di innovazione e miglioramento Six Sigma uno strumento manageriale di innovazione e miglioramento 6 Maggio 2014 Milano Auditorium Federchimica Prof. G. Arcidiacono Consulenza Aziendale Consulenza Legale e Tributaria Business School

Dettagli

Corso di Specializzazione VOICE OF THE CUSTOMER EXPERIENCE WORKSHOP Snidare i problemi in cerca di soluzioni

Corso di Specializzazione VOICE OF THE CUSTOMER EXPERIENCE WORKSHOP Snidare i problemi in cerca di soluzioni Corso di Specializzazione VOICE OF THE CUSTOMER EXPERIENCE WORKSHOP Snidare i problemi in cerca di soluzioni OBIETTIVI Lo sviluppo dei prodotti deve essere fondato su una profonda e accurata conoscenza

Dettagli

A&C Business School LEAN SIX SIGMA. Certificazioni Green Belt e Black Belt. I corsi sono finanziabili con fondi interprofessionali

A&C Business School LEAN SIX SIGMA. Certificazioni Green Belt e Black Belt. I corsi sono finanziabili con fondi interprofessionali A&C Business School LEAN SIX SIGMA Certificazioni Green Belt e Black Belt I corsi sono finanziabili con fondi interprofessionali LEAN SIX SIGMA Certificazioni Green Belt e Black Belt Maggio - Ottobre 2012

Dettagli

Six Sigma Uno strumento per la crescita della sostenibilità ambientale

Six Sigma Uno strumento per la crescita della sostenibilità ambientale TRW Automotive Italia Six Sigma Uno strumento per la crescita della sostenibilità ambientale Marco Vallone HSE Manager - Black Belt Six Sigma TRW Automotive Italia Milano, 29 Ottobre 2010 TRW Automotive

Dettagli

LARRY ENGLISH DATA AND INFORMATION QUALITY: PRINCIPI, METODI, PROCESSI E BEST PRACTICES

LARRY ENGLISH DATA AND INFORMATION QUALITY: PRINCIPI, METODI, PROCESSI E BEST PRACTICES LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA LARRY ENGLISH DATA AND INFORMATION QUALITY: PRINCIPI, METODI, PROCESSI E BEST PRACTICES ROMA 5-7 GIUGNO 2000 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 DATA AND INFORMATION

Dettagli

Lean Excellence Center Operational Excellence TOP CLUB

Lean Excellence Center Operational Excellence TOP CLUB Lean Excellence Center Operational Excellence TOP CLUB Prof. Alberto Por,oli Staudacher alberto.por,oli@polimi.it Lean Excellence Center del Politecnico di Milano www.lean-excellence.it Il nostro gruppo

Dettagli

Quality Management and Compliance Monitoring Management Syllabus

Quality Management and Compliance Monitoring Management Syllabus Quality Management and Compliance Monitoring Management Syllabus 1.0 PRINCIPI DI GESTIONE DELLA QUALITÀ: 1.1 Cosa è la Qualità? Introduzione alla Qualità 1.2 Definizione di Qualità 1.3 Cosa non è la Qualità

Dettagli

Il Project Management Corso base PROGRAMMA DEL CORSO

Il Project Management Corso base PROGRAMMA DEL CORSO Corso di formazione: Il Project Management Corso base Durata 24 ore PROGRAMMA DEL CORSO Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Sede del corso: QMS srl Via Brembate, 2 Roma Periodo:

Dettagli

PLM? Chi era costui? Sergio Terzi Università degli Studi di Bergamo e Politecnico di Milano

PLM? Chi era costui? Sergio Terzi Università degli Studi di Bergamo e Politecnico di Milano PLM? Chi era costui? Sergio Terzi Università degli Studi di Bergamo e Politecnico di Milano Osservatorio GeCo PLM? Gestione dei Processi Collaborativi di Progettazione Chi era costui? Bergamo, 8 Marzo

Dettagli

UN INVESTIMENTO SULLE RISORSE UMANE PER ESSERE AL PASSO CON LE TRASFORMAZIONI DELLA COMUNICAZIONE E OTTENERE RISULTATI D ECCELLENZA.

UN INVESTIMENTO SULLE RISORSE UMANE PER ESSERE AL PASSO CON LE TRASFORMAZIONI DELLA COMUNICAZIONE E OTTENERE RISULTATI D ECCELLENZA. UN INVESTIMENTO SULLE RISORSE UMANE PER ESSERE AL PASSO CON LE TRASFORMAZIONI DELLA COMUNICAZIONE E OTTENERE RISULTATI D ECCELLENZA. Campus nasce dall esperienza oltre ventennale di Rbs nel settore bancario-assicurativo

Dettagli

LE METODOLOGIE LEAN AL SERVIZIO DELLE MATERIE PLASTICHE RIORGANIZZAZIONE E RI-POSIZIONAMENTO COMPETITIVO DELL IMPRESA DEL SETTORE PLASTICO

LE METODOLOGIE LEAN AL SERVIZIO DELLE MATERIE PLASTICHE RIORGANIZZAZIONE E RI-POSIZIONAMENTO COMPETITIVO DELL IMPRESA DEL SETTORE PLASTICO LEAN PLASTIC CENTER LE METODOLOGIE LEAN AL SERVIZIO DELLE MATERIE PLASTICHE RIORGANIZZAZIONE E RI-POSIZIONAMENTO COMPETITIVO DELL IMPRESA DEL SETTORE PLASTICO CONSULENZA - FORMAZIONE - RICERCA & SVILUPPO

Dettagli

UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE...

UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE... UN NOSTRO PROFESSIONISTA SI RICONOSCE... consulman Il gruppo Consulman nasce nel 1991 dall aggregazione di professionisti provenienti da qualificate esperienze nell ambito del management, della consulenza

Dettagli

La metodologia Six Sigma

La metodologia Six Sigma HUMANWARE S.A.S. Via Tino Buazzelli, 51 00137 - Roma Tel.: +39 06 823861 Fax.:+39 06 233214866 Web: www.humanware.it Email: humanware@humanware.it La metodologia Six Sigma Page 2 1. Origini La metodologia

Dettagli

. PRODUZIONE: Diminuire il denominatore cioè ridurre la variabilità del processo produttivo e centrare il suo valore medio sul valore target

. PRODUZIONE: Diminuire il denominatore cioè ridurre la variabilità del processo produttivo e centrare il suo valore medio sul valore target Tolerance Design Confronto tra metodo tradizionale (WCA) e metodo statistico (RSS) Ing. Pier Giorgio DELLA ROLE Six Sigma Master Black Belt 1. Introduzione C è un interesse crescente nell industria per

Dettagli

PROGRAMMA MBA COLLEGE DES INGENIEURS ITALIA

PROGRAMMA MBA COLLEGE DES INGENIEURS ITALIA PROGRAMMA MBA COLLEGE DES INGENIEURS ITALIA INVESTIRE SUL FUTURO Investire sul futuro, anche -e soprattutto- in periodi di incertezza e di crisi: occorre farlo se si vuole che il sistema economico italiano

Dettagli

GESTIONE TOTALE DELLA QUALITA GESTIONE TOTALE DELLA QUALITA. Sei Sigma: una strategia per la competitività

GESTIONE TOTALE DELLA QUALITA GESTIONE TOTALE DELLA QUALITA. Sei Sigma: una strategia per la competitività Progetto grafico: PRC Roma Questa guida è stata realizzata grazie al contributo dell Accademia Italiana del Sei Sigma (www.aiss.it). Suggerimenti per migliorare l utilità di queste guide e per indicare

Dettagli

Business. School. Lean to improve your business. Lean Six Sigma. Corso di Formazione e Certificazione. Green Belt

Business. School. Lean to improve your business. Lean Six Sigma. Corso di Formazione e Certificazione. Green Belt Business School Lean to improve your business Lean Six Sigma Corso di Formazione e Certificazione Green Belt PERCHÉ LEANPROVE BUSINESS SCHOOL? Improve Performances Offriamo percorsi di sviluppo e formazione

Dettagli

Fasi di un progetto SIX SIGMA (DMAIC)

Fasi di un progetto SIX SIGMA (DMAIC) PREMESSA Come noto un progetto SIX SIGMA si articola in cinque fasi diverse, che abitualmente sono in sequenza ma che talvolta possono anche essere temporalmente in parte sovrapposte : DEFINIZIONE MISURA

Dettagli

Gli strumenti innovativi per il miglioramento della competività

Gli strumenti innovativi per il miglioramento della competività Gli strumenti innovativi per il miglioramento della competività Dr. Emanuele Martelli Managing Director - STEMMA SAS Confindustria Mantova, 23 Luglio 2013 2013 Copyright Stemma Sas Tutti i diritti riservati

Dettagli

Sommario. 3.1 Introduzione... 91 3.2 I fondamenti del Six Sigma... 92 3.3 Perché il Lean Six Sigma nei servizi?... 96

Sommario. 3.1 Introduzione... 91 3.2 I fondamenti del Six Sigma... 92 3.3 Perché il Lean Six Sigma nei servizi?... 96 1. Il Lean Thinking Nelle Aziende Di Servizi 1.1 Introduzione... 27 1.2 Significato di azienda di servizi... 28 1.2.1 Intangibilità dei servizi... 29 1.2.2 Contestualità tra produzione e consumo... 29

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base della Qualità

Modulo 1 Concetti di base della Qualità Syllabus rev. 1.04 Modulo 1 Concetti di base della Qualità Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti e approcci di base per la gestione della qualità in una organizzazione, e fornisce i fondamenti

Dettagli

Qualità e innovazione: le metodologie a supporto della progettazione e della produzione. Un approccio integrato

Qualità e innovazione: le metodologie a supporto della progettazione e della produzione. Un approccio integrato Qualità e innovazione: le metodologie a supporto della progettazione e della produzione. Un approccio integrato Pierluigi Petrali - Central Industrial Engineering, Basic Technologies and Methodos Manager

Dettagli

Responsabili qualità nelle PMI manifatturiere

Responsabili qualità nelle PMI manifatturiere M MODULI generali Fornire le informazioni e gli strumenti idonei alla impostazione di un sistema di gestione per la qualità in una pmi di produzione Comprendere le esigenze dei clienti Valutare la soddisfazione

Dettagli

LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WCM NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO. Workshop organizzato presso il Plant IVECO di Suzzara

LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WCM NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO. Workshop organizzato presso il Plant IVECO di Suzzara LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WCM NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO Workshop organizzato presso il Plant IVECO di Suzzara AREA Production Planning LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WCM

Dettagli

CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE 2014 C.so Galileo Ferraris, 61 10128 Torino Riferimenti del Customer Care: Federica Cagnani Tel.+39 011 5546531 Fax +39 011 545464 E-mail: f.cagnani@anfia.it Gabriella Usai Tel. +39 011 5546536 Fax +30 011

Dettagli

Metodologie statistiche in manutenzione

Metodologie statistiche in manutenzione M in in > Statistica di base per la > FMECA per la alla generali Sviluppare una sensibilità al valore aggiunto derivante da un applicazione di metodi e tecniche statistiche in Fornire conoscenze specifiche

Dettagli