Amplifon. Volume al massimo. Healthcare. Rating: Neutral, LR TP: Reuters: AMP.MI Bloomberg: AMP IM

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Amplifon. Volume al massimo. Healthcare. Rating: Neutral, LR TP: 41.0. Reuters: AMP.MI Bloomberg: AMP IM"

Transcript

1 Equity Research Initiating coverage Reuters: AMP.MI Bloomberg: AMP IM Healthcare Amplifon Alessandro Poggi Tel Volume al massimo 2 Febbraio 2005 Rating: Neutral, LR TP: 41.0 Price (February 1 st 2005): Weeks Range: 44.2 / 21.5 Market Cap ( mn): 774 Shares out. (mn): 19.6 Last 3months perf. (ord.): 11.0% Free Float Ord (%): 29.5% Amplifon: Price performance 45,0 40,0 35,0 30,0 25,0 20,0 gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic gen Amplifon Estimates and Ratios: Key figures 2003A 2004E 2005E 2006E Sales ( mn) 464,9 519,9 577,0 634,9 EBITDA ( mn) 60,3 77,6 87,4 96,9 EBIT ( mn) 35,7 49,6 55,5 61,4 Net profit ( mn) 12,7 23,9 27,8 31,2 Net profit adj. ( mn) 16,3 24,4 27,8 31,2 EPS adjusted ( ) 0,83 1,24 1,42 1,59 DPS ord. ( ) 0,18 0,25 0,35 0,40 P/E adjusted (x) 27,1 31,5 27,6 24,6 Dividend yield (%) 0,8% 0,6% 0,9% 1,0% Free CF yield (%) 7,4% 3,8% 4,2% 4,7% EV/EBITDA (x) 8,9 11,2 9,9 9,0 EV/EBIT (x) 15,1 17,5 15,6 14,1 Fonte: Amplifon, centrosim Amplifon Relative to Mibtel (IT) LEADER GLOBALE NELLA DISTRIBUZIONE DI APPARECCHI ACUSTICI: Fondata nel 1950, Amplifon è specializzata nella distribuzione, di apparecchi acustici. Grazie ad una rete commerciale distribuita su 9 paesi e forte di oltre 2,000 punti vendita, 2,900 centri assistenza e 1,500 affiliati, le vendite del gruppo hanno raggiunto nel ,000 unità, pari ad una quota di mercato globale (6.7 mn di unità vendute annualmente, per un valore di USD 4.5 md) stimata del 7%. Il fatturato proveniente dall estero è circa il 68% del totale. ESPANSIONE ALL ESTERO: ACQUISIZIONI DI VALORE: La crescita del gruppo (19.4% di crescita media annua del fatturato dal 2000 al 2003) è il risultato delle acquisizioni realizzate all estero a partire dal 1998 ad un prezzo medio pari a 0.7x il fatturato, contro il multiplo 2004E EV/Sales di Amplifon pari ad 1.8x. L immediato aumento della redditività delle società acquisite deriva dalla netta riduzione dei costi di acquisto: Amplifon è il maggior singolo acquirente di apparecchi acustici a livello globale e questo gli permette di negoziare prezzi d acquisto nettamente inferiori a quelli praticati dai produttori ai piccoli operatori. USA, DRIVER DI CRESCITA: Gli USA rappresentano circa il 30% del fatturato di gruppo. L obiettivo su questo mercato è quello di aumentare di circa 600 punti vendita (di cui 300 di proprietà ed altri 300 in franchising). La crescita attesa del fatturato in USA rappresenta circa il il 68% della crescita complessiva stimata per il triennio 2004E-2006E (CAGR del fatturato al 11%). Al 30 settembre 2004, i punti vendita acquistati erano 65. Nei primi nove mesi del 2004 il fatturato realizzato negli USA era in crescita del 27%. Il piano dovrebbe spingere l esposizione all USD al circa il 40% del fatturato nel 2006E. OUTLOOK 2004: FATTURATO ATTESO IN AUMENTO DEL 12%, EBITDA DEL 29%. Il target di margine operativo EBITDA al 15% sul fatturato netto (inizialmente fissato per il 2005E) è stato superato nel primo semestre Le nostre stime puntano ad una crescita del valore della produzione di circa il 12% a 520 mn e ad un EBITDA di 77.6, in aumento del 29% circa rispetto al A livello di utile ante-imposte di circa l 85% a 42.7 mn, risente del confronto con un 2003 aggravato dai costi di ristrutturazione della divisione Biomedicali. NEUTRAL, (LOW RISK), TARGET 41.0 Il nostro modello DCF (WACC 6.5%, Beta 0.9, risk premium del 4%) fornisce un target di 41.0 per azione, sul quale si basa la raccomandazione Neutral, Low Risk, che incorpora la cautela dettata dalla crescente esposizione al dollaro US.

2 Focalizzazione sulla distribuzione Amplifon, fondata negli anni 50 da A. C. Holland e tuttora controllata (con una quota del 61%) dalla famiglia Holland, è specializzata nella distribuzione di apparecchi acustici. Focalizzazione esclusiva sulla distribuzione Tecnologia digitale a sostegno della crescita Siemens maggior fornitore con 60% del totale Ricavi da vendita apparecchi acustici: 95% del totale La scelta di focalizzazione sulla distribuzione è fondata sulla constatazione che circa il 60% del valore aggiunto settoriale deriva dalle attività svolte in questo anello della catena del valore. Queste comprendono un importante componente di fornitura di servizi (esame audiologico, scelta dell apparecchio, regolazione, prova) percepiti dal cliente come parte integrante dell acquisto. Stimiamo che circa il 90% dei ricavi derivi dalla vendita di apparecchi digitali, lanciati sul mercato a partire dalla fine degli anni novanta. Riteniamo che gran parte della crescita del settore vada attribuita alla netta superiorità funzionale di questo tipo di apparecchi, capaci di amplificare selettivamente le diverse frequenze. Questo consente di ricostruire il profilo uditivo del paziente integrandone le specifiche carenze. La differenza tra prestazioni è analoga a quella tra disco in vinile ed il cd audio. Siemens è il maggior fornitore di Amplifon, con circa il 60% dei prodotti. Seguono Phonak e GN Resound con circa il 15%. Il rischio di eccessiva dipendenza da un singolo fornitore è fortemente ridimensionato dal fatto che Amplifon è il maggior acquirente di apparecchi acustici a livello globale e dal fatto che la percezione delle differenze tra apparecchi di diversi produttori sono difficilmente percepite dai clienti. La possibilità di cambiare fornitore, nel caso di Amplifon, è dunque tutt altro che remota. La divisione Biomedical rappresenta invece circa il 5% del fatturato. La pesante ristrutturazione del 2003 ha riportato la divisione alla redditività operativa. Il management ha comunque chiarito di voler cedere la divisione, considerata non core. Espansione internazionale: leva strategica Presenza in 8 paesi e 68% del fatturato originato all estero Leadership di mercato in cinque paesi oltre l Italia Amplifon ha avviato nel 1998 un processo di diversificazione geografica che ha condotto la società ad operare in 9 paesi (oltre l Italia). Circa il 68% del fatturato 2003 proveniva da controllate estere. La strategia di espansione, attuata prevalentemente mediante acquisizione di operatori locali (ad una media di almeno una grossa acquisizione all anno dal 1998 ad oggi), ha sostenuto la crescita del gruppo e la sua trasformazione nel solo operatore multinazionale nella distribuzione di apparecchi acustici, con posizione di leadership in 5 paesi (oltre che in Italia). 2

3 Società Anno Fatturato Prezzo+debito EV/Sales Microelectric ,9 8,0 1.0x Surdite' Dardy ,3 1,8 0.8x Viennatone(*) ,8 2,9 0.5x CCA ,3 18,5 1.1x French acquistions ,3 26,0 0.8x Miracle-Ear ,8 20,7 0.3x Beter Horen ,1 34,6 0.9x Viton ,6 1,4 0.8x Sonus ,2 40,4 0.7x NHC ,5 13,6 0.8x Horen Netherland ,5 16,8 1.1x Average 0.7x Fonte: Amplifon Paese Posizione % mercato % su fatturato 2003 Marchio Italy 1 45% 31,2% Amplifon USA 1 13% 27,9% Miracle Ear Sonus France 1 12% 12,8% CCA Netherlands 1 35% 11,7% Beter Horen Spain & Portugal 2 6% 2,7% Amplifon Switzerland 1 16% 2,9% Amplifon NHC Hungary 1 11% 0,5% Viton Fonte: Amplifon Leader globale nella distribuzione e maggior acquirente di apparecchi Forza contrattuale alla base del successo nelle acquisizioni La dimensione critica raggiunta dal gruppo, oggi il maggior distributore a livello mondiale con oltre vendite per oltre 440,000 unità ed una quota stimata al 7%, ne fa il maggior singolo acquirente di apparecchi acustici al mondo. La forza contrattuale associata alla dimensione consente ad Amplifon di accedere a condizioni di acquisto precluse ai piccoli distributori. Non sorprende quindi la velocità con cui il gruppo riesce a portare le aziende neo-acquisite a livelli di redditività superiori. La compressione dei costi di acquisto della merce è il cardine del recupero di redditività operativa nel processo di integrazione delle nuove acquisizioni. Espansione in USA, driver di crescita USA: 33% del fatturato di gruppo Il mercato Statunitense, con circa il 33% del fatturato 2003 (ed il 25% dell EBITDA), è il secondo mercato per Amplifon. La presenza del gruppo negli USA risale all acquisto di Miracle Ear nel Sonus e National Hearing Center fanno parte della rete Amplifon rispettivamente dal 2002 e grazie alle tre reti acquisite Espansione in USA dovrebbe contribuire il 60% della crescita 2004E-2006E Grazie alle acquisizioni realizzate, Amplifon ha raggiunto negli USA una quota stimata all 13% e la leadership del maggior mercato mondiale (2 mn di pezzi l anno). Il piano di espansione in USA dovrebbe e contribuire alla crescita complessiva stimata per il triennio 2004E-2006 (CAGR 12%) per circa il 60% del totale. 3

4 Sonus: USD 100 mn in più entro il 2006E NHC: 300 nuovi punti vendita in franchising ME: maggiore efficienza mediante incentivazione della forza vendita Sonus, con una rete di 88 punti vendita situati nei centri città, presenta un approccio alla vendita di tipo essenzialmente medico-specialistico. L obiettivo dichiarato da Amplifon è quello di incrementare di circa USD 100 mn il fatturato generato da Sonus, mediante l acquisizione di 350 punti vendita nel triennio. Il costo previsto è di 0.7x il fatturato, mentre il sistema di pagamento (50% cash, 30% dopo mesi e 20% in condizionato ai risultati) punta a trattenere gli ex-proprietari alla guida del punto vendita. Il vantaggio è nell immediato contributo al fatturato e nello sfruttamento della base di clientela già acquisita da un punto vendita già avviato (l acquisto di un apparecchio acustico viene in media ripetuto circa 2.5 volte dallo stesso cliente). Al 31 settembre, Amplifon aveva acquisito 65 negozi. Le nostre stime puntano ad un totale di 280 negozi entro la fine del 2006, con un fatturato aggiuntivo di circa USD 92 mn. Stimiamo che l EBITDA Ulteriore crescita dovrebbe derivare dall espansione di National Hearing Center, una rete di carattere più commerciale ( consumer oriented ) rispetto a Sonus. Ai 77 negozi di proprietà situati negli ipermercati Wal-Mart, si dovrebbero aggiungere entro il 2006 trecento punti vendita in franchising. Il master agreement con Wal-Mart risale alla metà del Il piano potrebbe però subire ritardi, dato che l apertura del singolo punto vendita va negoziata con il manager dell ipermercato, che gode di ampia autonomia nella gestione dello spazio commerciale disponibile. Abbiamo perciò ipotizzato che nel 2005 vengano aperti 130 negozi e 150 nel 2006, portando il fatturato complessivo di NHC a USD 27.5 nel 2006E da USD 4.1 nel Miracle Ear, con circa USD 108 mn di fatturato nel 2003 è la controllata di maggiori peso in USA. Amplifon intende migliorare la redditività di ME applicando forme di incentivazione della forza vendita secondo modelli simili a quelli ampiamente sperimentati in Europa. Riteniamo che ME possa raggiungere il traguardo di un margine operativo lordo superiore al 13% entro il Italia: intensificazione degli sforzi di marketing Olanda: crescita al 26% grazie all acquisizione di Horen Francia: crescita in rallentamento e probabilità di aperture ex-novo Europa, consolidamento in atto In Europa, l obiettivo principale è quello di consolidare la posizione di mercato conquistata nei diversi paesi. In Italia (33% del fatturato) la quota di mercato dominante (45%) impedisce di perseguire la crescita per linee esterne. L obiettivo è quindi quello di aumentare lo sforzo di marketing (comunicazione e servizi al cliente) per sostenere la crescita. Ci attendiamo che l Italia chiuda il 2004E con un incremento del fatturato dell 8%, per scendere al 4% nel 2005E. In Olanda (circa il 12% del fatturato 2003), stimiamo che il consolidamento della neo-acquisita Horen comporti una crescita nel 2004E di circa il 26%. L acquisizione ha consegnato ad Amplifon la leadership di questo mercato con una quota stimata di oltre il 35%. Amplifon opera in Francia (circa 14% del fatturato 2003) dal Secondo la società, la quota di mercato raggiunge il 12%. La competizione con Audika per aggiudicarsi i punti vendita di piccoli operatori ha condotto a rialzi dei prezzi d acquisto fino a circa 1x il fatturato. Non va perciò escluso che l espansione possa procedere anche 4

5 mediante aperture di nuovi punti vendita, con effetti negativi sul tasso di crescita e sul margine. Per questo motivo, ipotizziamo che la crescita stimata del 18% nel 2004E rallenti fino a circa il 9% nel 2005E ed al 5% l anno successivo. Ipotizziamo inoltre che il margine operativo lordo diminuisca al 19% nel 2004E dal 20.6% dell anno precedente e si attesti al 18% dal 2005E. Rischi & Outlook Elevata esposizione al dollaro US 2005E nodale per il piano di espansione per in USA.. Outlook e nostre stime Nel 2003, il fatturato in USD aveva un peso di circa il 28% sul totale. Dato il peso attuale del fatturato proveniente dagli USA, una riduzione del 10% del cambio euro/dollaro deprime di circa il 4% l EPS. Il piano di crescita negli Stati Uniti dovrebbe portare questa quota a circa il 37%, aumentando ulteriormente l esposizione alle variazioni del cambio. I target di apertura di nuovi punti vendita in franchising presso gli Ipermercati Wal-Mart prevedono circa 300 nuovi unità entro il 2006E. Dopo l accordo di massima con il management di Wal-Mart, l effettiva apertura richiede negoziazioni individuali con i singoli direttori degli ipermercati. Questo ha comportato un certo ritardo nell attuazione del piano. Ipotizziamo che nel 2005E vengano inaugurati 130 negozi, e 150 nel 2006E. La mancanza di notizie rassicuranti sui progressi di questa parte del piano potrebbe pesare sul titolo, dato che il target per NHC è stato confermato in occasione della presentazione dei risultati del terzo trimestre La società non ha comunicato target puntuali di fatturato né di redditività operativa. Il target di margine operativo EBITDA al 15% inizialmente fissato per il 2005E è stato superato nel primo semestre 2004E. Le nostre stime puntano ad una crescita del valore della produzione di circa il 12% a 520 mn e ad un EBITDA di 77.6, in aumento del 29% circa rispetto al A livello di utile ante-imposte di circa l 85% a 42.7 mn, risente del confronto con un 2003 aggravato dai costi di ristrutturazione della divisione Biomedicali. Valutazione Neutral, Low Risk Il nostro rating su Amplifon è Neutral, Low Risk, con un target di 41.0, basato sul nostro modello DCF. La scelta si basa forte generazione di cassa della società. Il free cash flow ha superato il 7% del fatturato nel 2003, e stimiamo si attesti stabilmente al 6% nel triennio 2004E-2006E. DCF Model Target 41.0 Il nostro modello DCF (WACC 6.5%, Beta 0.9, risk premium del 4%) fornisce un targati di 41.0 per azione. 5

6 Amplifon: DCF summary mn, se non specificato altrimenti Risk free (10-yr Gov Bond) 3,5% Risk premium 3,8% Beta (x) 0,9 Cost of debt 3,8% Tax rate 35,0% Perpetuity growth rate 2,50% Cost of Equity 7,10% Cost of Debt 3,80% Equity 769,3 Debt (cash) 104,5 WACC 6,50% WACCn (steady state) 6,50% NPV of 10 years FCFF 108,8 NPV of Terminal Value 801,0 Target EV 909,8 Equity Value 805 Equity Value ( per share) 41,0 Fonte: Centrosim Peer group comparison Sconto attuale 16% sul PE rispetto ad Audika e Phonak In termini di PE (before goodwill) 2004E e 2005E, Amplifon tratta a sconto di circa il 16% rispetto ad Audika e Phonak. Anche il raffronto in termini di EV/EBITDA ed EV/EBIT conferma che Amplifon tratta a multipli inferiori rispetto a Phonak ed Audika. In corrispondenza del target di 41.0 il titolo tratterebbe ancora a sconto del 12% in termini di PE 2004E e 2005E. Company Mkt. Cap Perf. 12 mesi EBIT Margin (%) EV/EBITDA EV/EBIT P/E BG ( md) assoluta relativa 2004E 2005E 2004E 2005E 2004E 2005E 2004E 2005E Audika % 63% 17,9% 18,4% 18,0 13,3 21,5 16,0 30,7 24,0 Phonak % 30% 18,5% 20,8% 16,0 13,5 18,8 15,5 27,1 22,7 Avg ,2% 19,6% 17,0 13,4 20,1 15,8 28,9 23,4 Amplifon % 55% 9,5% 9,6% 11,2 9,9 17,5 15,6 23,1 20,3 Premio (Sconto) (%) ,2% -26,1% -13,2% -1,0% -19,9% -13,4% Fonte: JCF, Centrosim 6

7 Income statement ( mn) 2002A 2003A 2004E 2005E 2006E Value of production 408,6 464,9 519,9 577,0 634,9 EBITDA 49,3 60,3 77,6 87,4 96,9 EBIT 29,4 35,7 49,6 55,5 61,4 Pretax profit 21,9 23,2 42,7 49,3 55,0 Net income 15,1 12,7 23,9 27,8 31,2 Adjusted Net income 15,1 16,3 24,4 27,8 31,2 Balance sheet ( mn) 2002A 2003A 2004E 2005E 2006E Net Working Capital 97,1 85,2 90,9 99,2 108,6 Net Fixed Assets 167,8 168,5 190,7 202,3 218,7 Net Invested Capital 265,0 253,7 281,5 301,4 327,3 Net Financial Position 102,0 95,8 102,4 99,7 100,3 M/L term liabilities 25,9 20,3 21,8 23,1 24,6 Minorities 0,6 2,7 3,0 3,3 3,7 Shareholders' equity 136,5 134,9 154,3 175,3 198,6 Financial Liabilities & Equity 265,0 253,7 281,5 301,4 327,3 Cash Flow statement ( mn) 2002A 2003A 2004E 2005E 2006E Net income 15,1 12,7 23,9 27,8 31,2 Depreciation & amortization 17,0 21,3 22,9 26,0 29,0 Minorities 0,2 0,2 0,5 0,6 0,6 Other non cash items 2,8 3,2 5,0 5,9 6,5 Gross Operating Cash Flow 35,1 37,4 52,3 60,2 67,4 Change in Net Working Capital -8,1 11,9-5,7-8,3-9,4 Capex -22,0-16,8-17,2-19,4-21,7 Operating Free Cash Flow 5,1 32,6 29,4 32,6 36,3 Cash Flow from financial oper. -53,6-23,8-36,8-25,0-30,0 Others 0,0 0,3 4,6 0,0 0,0 Net Cash Flow -48,5 9,1-2,8 7,6 6,3 Dividends -1,0-2,9-3,5-4,9-6,9 NFP variation -49,5 6,1-6,3 2,7-0,6 Financial ratios (%, x) 2002A 2003A 2004E 2005E 2006E EBITDA margin 12,1% 13,0% 14,9% 15,1% 15,3% EBIT margin 7,2% 7,7% 9,5% 9,6% 9,7% Interest coverage 161,9 167,9 101,9 97,9 96,2 Tax rate 30,1% 44,5% 43,0% 42,5% 42,0% Net profit margin 3,7% 2,7% 4,6% 4,8% 4,9% ROIC 14,3% 13,8% 18,5% 19,0% 19,5% ROE 11,5% 9,3% 16,5% 16,9% 16,7% Debt-to-Equity 0,75 0,71 0,66 0,57 0,50 Payout ratio 19,5% 21,7% 20,1% 24,7% 25,1% Growth rates (%) 2002A 2003A 2004E 2005E 2006E Sales 10,1% 13,8% 11,8% 11,0% 10,0% EBITDA 20,4% 22,3% 28,7% 12,7% 10,8% EBIT 17,6% 21,4% 38,8% 11,8% 10,6% Net income n.m. -16,2% 88,3% 16,4% 12,5% Adjusted Net income n.m. 8,0% 49,5% 13,9% 12,5% Per share figures (, mn) 2002A 2003A 2004E 2005E 2006E Total number of shares (y/e) EPS reported 0,77 0,65 1,22 1,42 1,59 EPS adjusted 0,77 0,83 1,24 1,42 1,59 CEPS 1,64 1,73 2,38 2,74 3,07 BVPS 6,95 6,87 7,87 8,93 10,12 Dividend ord. 0,15 0,18 0,25 0,35 0,40 Dividend pref. n.a. n.a. n.a. n.a. n.a. Dividend saving n.a. n.a. n.a. n.a. n.a. Market valuation & ratios 2002A 2003A 2004E 2005E 2006E Price ord. (current, average) 20,15 22,55 39,10 39,10 39,10 Total Market Cap. ( md) Enterprise Value ( md) P/E reported 26,1 34,9 32,1 27,6 24,6 P/E adjusted 26,2 27,1 31,5 27,6 24,6 P/CE 12,3 13,0 16,4 14,3 12,7 P/BV 2,9 3,3 5,0 4,4 3,9 Dividend yield ord. 0,7% 0,8% 0,6% 0,9% 1,0% Dividend yield saving n.a. n.a. n.a. n.a. n.a. Free Cash Flow Yield 1,3% 7,4% 3,8% 4,2% 4,7% EV/EBITDA 10,1 8,9 11,2 9,9 9,0 EV/EBIT 16,9 15,1 17,5 15,6 14,1 7

8 ANALYST CERTIFICATION Io sottoscritto, ALESSANDRO POGGI, certifico che le opinioni espresse sulle società menzionate nel presente documento rispecchiano la mia personale opinione e che nessuna diretta o indiretta ricompensa è stata, né verrà, ricevuta a seguito delle suddette opinioni espresse. Il presente documento è stato redatto da Centrosim, Società di Intermediazione Mobiliare iscritta al n. 32 dell albo di cui all art. 20 comma 1 del D. Lgs n. 58/98 (delibera Consob n del 22/12/98), in conformità a quanto previsto dall art.69 del Regolamento Consob n /99 e successive modifiche e della Comunicazione Consob n del 20 aprile Centrosim non ha specifici interessi riguardo all emittente, agli strumenti finanziari o alle operazioni oggetto di analisi; le notizie e i dati utilizzati nel presente documento, provengono da informazioni fornite al pubblico dalla società in oggetto e/o da altra documentazione di pubblico dominio. Centrosim SpA non risponde dell accuratezza, completezza, precisione e imparzialità di tali dati e notizie. Il presente documento è stato redatto in via autonoma e indipendente e senza la collaborazione della società oggetto di analisi ovvero di società ad essa collegate da un rapporto di partecipazione o di controllo. Il presente documento è stato redatto da un analista finanziario dell ufficio Equity Reasearch Department di Centrosim SpA il cui nominativo è ivi indicato. In nessun caso la società e l analista, in qualità di autore dello studio, potranno essere ritenuti responsabili (per colpa o altrimenti) per danni derivanti dall utilizzo delle informazioni ovvero opinioni in esso riportate. Il presente documento ha esclusivamente finalità informative e non può essere riprodotto, ridistribuito, direttamente o indirettamente, a terzi, né pubblicato, in tutto o in parte, per qualsiasi finalità. Questo documento non costituisce proposta di acquisto, né intende sollecitare l acquisto o la vendita dei titoli in oggetto. I destinatari del presente documento sono vincolati ad osservare le limitazioni sopra riportate. Le versioni italiana ed inglese di questo studio sono state distribuite tramite posta elettronica e fax a partire dalla data indicata sul documento a circa 400 investitori professionali italiani ed esteri. Il documento è disponibile in formato elettronico sul sito Internet di Centrosim, nella sezione accessibile esclusivamente tramite password ad investitori istituzionali italiani ed esteri. 8

Fiera Milano. Prove tecniche di sold out 16 Maggio 2006. Leisure Goods & Services. Rating: NEUTRAL, LR TP: 9.6

Fiera Milano. Prove tecniche di sold out 16 Maggio 2006. Leisure Goods & Services. Rating: NEUTRAL, LR TP: 9.6 Equity Research Reuters: FIMI.MI Bloomberg: FM.IM Leisure Goods & Services Fiera Milano Initiation of coverage Davide Faraldi d.faraldi@centrosim.it +39-02-72261241 Prove tecniche di sold out 16 Maggio

Dettagli

Centrale del Latte di Torino & C. RATING: NEUTRAL 19 novembre 2013

Centrale del Latte di Torino & C. RATING: NEUTRAL 19 novembre 2013 REPORT DI AGGIORNAMENTO SUI RISULTATI 3Q 2013 della CENTRALE LATTE TORINO & C. redatto da BIM in qualità di SPECIALIST Prezzo: 1.83 euro (18/11/2013) n. azioni: 10 mln Capitalizzazione: 18.3 mln euro Flottante:

Dettagli

BANCA POPOLARE DI MILANO

BANCA POPOLARE DI MILANO Evaluation.it reports on demand Indicazione d'acquisto HOLD Target Price Azioni ordinarie ERM: 3,18 Azioni ordinarie DDM: 3,05 Informazioni sul titolo Ultimo Prezzo: 2,87 Euro Titoli in circolazione: 415,07

Dettagli

Amplifon. Healthcare. Neutral, HR (da BUY, HR)

Amplifon. Healthcare. Neutral, HR (da BUY, HR) Equity Research Company update Reuters: AMP.MI Bloomberg: AMP IM Healthcare Amplifon Alessandro Poggi a.poggi@centrosim.it Tel. 0039-02-72261347 Rating: Neutral, HR (da BUY, HR) TP: 7.1 (da 7.0) Price

Dettagli

EQUITY UPDATE BUY RGI. 20 giugno 2008. Lo sviluppo Internazionale. 35. Technology, Software. Bloomberg: RGI IM

EQUITY UPDATE BUY RGI. 20 giugno 2008. Lo sviluppo Internazionale. 35. Technology, Software. Bloomberg: RGI IM 20 giugno 2008 EQUITY UPDATE RGI 35. Technology, Software BUY OLD NEW Rating Buy Buy Risk Rating Medium Medium Target 2,60 2,70 Market Data Target Price ( ) 2,7 Close Price ( ) 1,85 Share Outstanding (m)

Dettagli

Initial Coverage Price 10.4. Bloomberg ELN.IM Rel. Perf. RealTick 1gELN vs Numtel

Initial Coverage Price 10.4. Bloomberg ELN.IM Rel. Perf. RealTick 1gELN vs Numtel BUY Initial Coverage Price 10.4 Dati euro (mln) 2001 A 2002 E 2003 E Sales 27.8 50.8 64.7 Ebitda 3.9 6.4 8.9 Ebit 2.6 3.1 5.0 EPS adj 0.5 0.7 0.9 EV/Sales 0.7 x 0.6 x 0.5 x EV/Ebitda 4.7 x 4.4 x 3.5 x

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE

LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE Dott. Lorenzo Batacchi Banca popolare dell Emilia Romagna lorenzo.batacchi@bper.it METODI DI VALUTAZIONE DELLE AZIENDE I più utilizzati nella pratica: Metodo finanziario: DCF,

Dettagli

Equity Research. Nuovi drivers di creazione del valore. Prezzo ord: 9.41

Equity Research. Nuovi drivers di creazione del valore. Prezzo ord: 9.41 Equity Research Company Update SpA Outperform Prezzo ord: 9.41 12.00 Price and relative price performance 11.50 11.00 10.50 10.00 9.50 9.00 8.50 8.00 7.50 7.00 M A M J J A S O N D J F M ITALGAS Mibtel

Dettagli

Buzzi Unicem. Un 2005 forte, zoccolo per la crescita futura Marzo Cement

Buzzi Unicem. Un 2005 forte, zoccolo per la crescita futura Marzo Cement Equity Research Reuters: BZU.MI Bloomberg: BZU IM Cement Preview/Update Buzzi Unicem Simona Pedrazzini (s.pedrazzini@centrosim.it) (+39-02-72261336) Rating: NEUTRAL, MR TP: 20.3 (U.R.) Price (28 March

Dettagli

Intesa Sanpaolo. Un buon punto di partenza. Banks. Target price Reuters: ISP.MI Bloomberg: ISP IM

Intesa Sanpaolo. Un buon punto di partenza. Banks. Target price Reuters: ISP.MI Bloomberg: ISP IM Equity Research Reuters: ISP.MI Bloomberg: ISP IM Banks Intesa Sanpaolo 1Q07 Results Luca Comi l.comi@centrosim.it Tel. 0039-02-72261276 Un buon punto di partenza 18 Maggio 2007 Rating NEUTRAL, MR Target

Dettagli

Temi della lezione. 1 Il metodo di valutazione dei multipli di borsa: introduzione. 2 Principali fasi di applicazione del metodo

Temi della lezione. 1 Il metodo di valutazione dei multipli di borsa: introduzione. 2 Principali fasi di applicazione del metodo Temi della lezione 1 Il metodo di valutazione dei multipli di borsa: introduzione 2 Principali fasi di applicazione del metodo 3 Il caso Fiorucci: selezione dei comparables 4 Il caso Fiorucci: selezione

Dettagli

Fastweb. Cresce in un clima di scetticismo TELECOMS. Rating: BUY, HR TP: Reuters: FWB.MI Bloomberg: FWB IM

Fastweb. Cresce in un clima di scetticismo TELECOMS. Rating: BUY, HR TP: Reuters: FWB.MI Bloomberg: FWB IM Equity Research Reuters: FWB.MI Bloomberg: FWB IM TELECOMS Company Update 2Q05 Preview Fastweb Edoardo Bonanno e.bonanno@centrosim.it Tel. 0039-02-72261290 Rating: BUY, HR TP: 46.3 Price (July 4 th 2005):

Dettagli

PITECO: RICAVI E MARGINALITÀ IN CONTINUA CRESCITA AL 30 GIUGNO 2015

PITECO: RICAVI E MARGINALITÀ IN CONTINUA CRESCITA AL 30 GIUGNO 2015 PITECO: RICAVI E MARGINALITÀ IN CONTINUA CRESCITA AL 30 GIUGNO 2015 Ricavi pari a 6,1 milioni (+9% rispetto al 30.6.2014) EBITDA pari a 2,6 milioni (+13% rispetto al 30.6.2014), EBITDA margin pari al 42,6%

Dettagli

Metodo DCF (Discounted cash flow): i flussi di cassa prospettici levered e unlevered

Metodo DCF (Discounted cash flow): i flussi di cassa prospettici levered e unlevered Metodo DCF (Discounted cash flow): i flussi di cassa prospettici levered e unlevered Premessa Il metodo DCF Come noto il metodo DCF (Discounted cash flow) si è affermato da tempo, soprattutto nella prassi

Dettagli

Pagella Redditività : Solidità : Crescita : Rischio : Rating :

Pagella Redditività : Solidità : Crescita : Rischio : Rating : Analisi Diasorin Introduzione I buoni risultati del I trimestre non bastano ad esprimere un giudizio positivo su Diasorin, il titolo è reduce da un forte apprezzamento e quota a multipli elevati, notizie

Dettagli

Uno sguardo a Financière de l Echiquier

Uno sguardo a Financière de l Echiquier F i n a n c i è re d e l Ec h i q u i e r Uno sguardo a Financière de l Echiquier Società di gestione indipendente leader in Francia 6,7 Miliardi di Euro di AUM 12% Private Privati Clients 39% Institutionals

Dettagli

04/14. Anthilia Capital Partners SGR. Analisi di scenario Maggio Aprile 2014 2011

04/14. Anthilia Capital Partners SGR. Analisi di scenario Maggio Aprile 2014 2011 04/14 Anthilia Capital Partners SGR Analisi di scenario Maggio Aprile 2014 2011 Aprile 2014 Analisi di scenario Mercati 17/04/2014 2 Jun 13 Jul 13 Aug 13 Sep 13 Oct 13 Nov 13 Dec 13 Jan 14 Feb 14 Mar 14

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Valutazione d Azienda. Lezione 9 IL METODO FINANZIARIO

Valutazione d Azienda. Lezione 9 IL METODO FINANZIARIO Valutazione d Azienda Lezione 9 IL METODO FINANZIARIO 1 Il modello finanziario Il modello finanziario è stato molto dibattuto in dottrina a partire dalla prima metà degli anni novanta. Impostazioni metodologiche:

Dettagli

FUSIONI E ACQUISIZIONI

FUSIONI E ACQUISIZIONI FUSIONI E ACQUISIZIONI 1. Fusioni e acquisizioni: concetti introduttivi 2. Il valore del controllo di un impresa 3. La redditività di un acquisizione 4. Alcuni tipi particolari di acquisizioni: LBO, MBO

Dettagli

VERISIGN. domenica 12 aprile 2015 1

VERISIGN. domenica 12 aprile 2015 1 VERISIGN domenica 12 aprile 2015 1 Fundamental Analysis Verisign è sul mercato dal 1995 e si occupa principalmente della gestione dei domini.com e.net, oltre che di sicurezza informatica. In particolare

Dettagli

Gruppo Dmail.it SpA Prezzo ord: 15.175

Gruppo Dmail.it SpA Prezzo ord: 15.175 Equity Research 20 19 18 17 16 15 14 13 12 Company Report Price and relative price performance Hold Prezzo ord: 15.175 31 dic 2000A 2001E 2002E 2003E Valore della Produzione ( mil) 26.1 49.6 82.9 119.7

Dettagli

La valutazione delle azioni. Corso di Economia del mercato mobiliare a.a. 2014/15

La valutazione delle azioni. Corso di Economia del mercato mobiliare a.a. 2014/15 La valutazione delle azioni Corso di Economia del mercato mobiliare a.a. 2014/15 1 La natura dell investimento in titoli azionari INVESTIMENTO IN AZIONI CAPITALE DI RISCHIO NELL ASPETTO SOGGETTIVO: STATUS

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012 Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al terzo trimestre. Vi ricordiamo che siamo sempre

Dettagli

Mln euro Mln euro Mln euro Mln euro Euro x x x x %

Mln euro Mln euro Mln euro Mln euro Euro x x x x % Equity Research BONIFICHE FERRARESI Update 3 Ottobre 2006 Italia: Settore Alimentare Fatturato EBITDA EBIT Utile tt EPS adj DPS EV/Fatturato EV/EBITDA EV/EBIT P/E adj. Yield Mln euro Mln euro Mln euro

Dettagli

La Valutazione di una Start-up

La Valutazione di una Start-up La Valutazione di una Start-up I metodi di valutazione più utilizzati sono: Discounted Cash Flow e Multipli di Mercato, cui vanno applicati dei correttivi per riflettere le specificità della start-up All

Dettagli

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002 Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Tiscali ha approvato i risultati del quarto trimestre 2002. Raggiunto l obiettivo del pareggio a livello di EBITDA per l esercizio 2002 EBITDA pari a 13,2 milioni

Dettagli

Analisi Fondamentale Mediaset

Analisi Fondamentale Mediaset Analisi Fondamentale Mediaset Dati Societari Azioni in circolazione: 1181,228 mln. Pagella Redditività : Solidità : Capitalizzazione: 4.689,48 mln. EURO Crescita : Rischio : Rating : HOLD Profilo Societario

Dettagli

FASTWEB. Ostacoli per la banda larga. Telecoms. Neutral, HR TP 43.2 TP 41. Reuters: FWB.MI Bloomberg: FWB IM

FASTWEB. Ostacoli per la banda larga. Telecoms. Neutral, HR TP 43.2 TP 41. Reuters: FWB.MI Bloomberg: FWB IM Equity Research Reuters: FWB.MI Bloomberg: FWB IM Telecoms FASTWEB Company Update 55 50 45 40 35 30 25 20 Stefano Vulpiani s.vulpiani@centrosim.it Tel. 0039-02-72261398 Neutral, HR TP 43.2 TP 41 NEUTRAL

Dettagli

AIM INVESTOR DAY. II Edizione. Palazzo Mezzanotte 15 aprile 2015

AIM INVESTOR DAY. II Edizione. Palazzo Mezzanotte 15 aprile 2015 AIM INVESTOR DAY II Edizione Palazzo Mezzanotte 15 aprile 2015 0 Agenda INDICE Chi siamo pag. 2 Business model pag. 3 I nostri punti di forza pag. 4 Strategia pag. 10 Business Plan 2015-2017 pag. 12 Dividend

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo 267,1 milioni di Euro di ricavi, in crescita del 26% rispetto al primo trimestre 2003 Crescita

Dettagli

Teoria del valore dell'impresa L IMPAIRMENT TEST

Teoria del valore dell'impresa L IMPAIRMENT TEST Teoria del valore dell'impresa L IMPAIRMENT TEST L impairment a.a. 2005-2006 test (IT) Oggetto: riguarda la svalutazione per perdite di valore di attività Finalità: evita che le attività siano iscritte

Dettagli

EQUITY UPDATE. 13 Dicembre Sintesi dell Analyst day in Benetton. Textiles. Reuters:BEN.MI. Cosa abbiamo cambiato. Target price ( ) 14.

EQUITY UPDATE. 13 Dicembre Sintesi dell Analyst day in Benetton. Textiles. Reuters:BEN.MI. Cosa abbiamo cambiato. Target price ( ) 14. 13 Dicembre 2006 EQUITY UPDATE Benetton Textiles Cosa abbiamo cambiato Reuters:BEN.MI Rating Risk Rating Target OLD Med 14.6 NEW Med 14.8 Year Sales EBIT Adj. EPS Adj. P/E P/BV EV/Sales EV/EBITDA EV/EBIT

Dettagli

Strumenti e metodologie per investire consapevolmente nel mercato dei certificati

Strumenti e metodologie per investire consapevolmente nel mercato dei certificati Strumenti e metodologie per investire consapevolmente nel mercato dei certificati Agenda Parte Prima L evoluzione del mercato primario e secondario dei certificati di investimento negli ultimi anni La

Dettagli

Company Presentation Price 31,0. MSFT Channel to broadcast TXT Worldwide!

Company Presentation Price 31,0. MSFT Channel to broadcast TXT Worldwide! Outperform Company Presentation Price 31,0 Dati Euro (mln) 2002 2003E 2004E Sales 42,3 42,2 50,5 Ebitda 4,4 3,8 8,6 Ebit adj -2,9-0,6 5,1 EPS -1,1-1,2 0,5 270 220 170 EV/Sales 1,6 x 1,7 x 1,5 x EV/Ebitda

Dettagli

Il Metodo di valutazione dei Multipli. 22 maggio 2014 Università di Pavia Francesca Pezzoli

Il Metodo di valutazione dei Multipli. 22 maggio 2014 Università di Pavia Francesca Pezzoli Il Metodo di valutazione dei Multipli 22 maggio 2014 Università di Pavia Francesca Pezzoli 1 Il metodo di valutazione di impresa mediante multipli di societa comparabili: la logica sottostante Cosa sono

Dettagli

FINANZA AZIENDALE. III anno I semestre A.A. 2015/2016

FINANZA AZIENDALE. III anno I semestre A.A. 2015/2016 1-1 FINANZA AZIENDALE III anno I semestre A.A. 2015/2016 Docente Pierluigi Murro (p.murro@lumsa.it) Libro di testo 1-2 Principi di Finanza aziendale Autori: R.A. Brealey S.C. Myers F. Allen S. Sandri Settima

Dettagli

Economia dei gruppi e bilancio consolidato. Purchase price allocation, cash generating units e impairment test nel bilancio consolidato Ias/Ifrs

Economia dei gruppi e bilancio consolidato. Purchase price allocation, cash generating units e impairment test nel bilancio consolidato Ias/Ifrs Purchase price allocation, cash generating units e impairment test nel bilancio consolidato Ias/Ifrs 1 Framework Business combination (acquisizione del controllo) Purchase Price Allocation (valutazione

Dettagli

Vemer-Siber SpA Prezzo Ord: 2.115

Vemer-Siber SpA Prezzo Ord: 2.115 Equity Research 6.00 Company Update Price and relative price performance SpA Hold Prezzo Ord: 2.115 5.50 5.00 4.50 4.00 3.50 3.00 2.50 2.00 M J J A S O N D J F M A M VEMER SIBER GROUP SPA Mibtel relative

Dettagli

IL GRUPPO TELECOM ITALIA

IL GRUPPO TELECOM ITALIA highlights 24 >> bilancio 24 highlights IL GRUPPO TELECOM ITALIA Ricavi (milioni di euro) Margine operativo lordo (milioni di euro) Risultato operativo (milioni di euro) 4. 3. 31.48 3.85 31.237 15. 14.15

Dettagli

CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE

CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO. - Esempio Pratico - PAOLO TERAZZI

S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO. - Esempio Pratico - PAOLO TERAZZI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Purchase Price Allocation - Esempio Pratico - PAOLO TERAZZI 04 Giugno 2011 Agenda Acquisizione NHC Group da parte del Gruppo Amplifon (Dicembre 2010) Amplifon

Dettagli

Lezione 10 Il metodo dei multipli.

Lezione 10 Il metodo dei multipli. Lezione 10 Il metodo dei multipli. Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri 1 Il metodo dei multipli L obiettivo della valutazione basata sui multipli di mercato (valutazione relativa) è la stima

Dettagli

I metodi di valutazione di azienda

I metodi di valutazione di azienda I metodi di valutazione di azienda 2 parte A cura del prof. Michele Rutigliano 1 I metodi finanziari: logica sottostante I metodi finanziari sono generalmente ritenuti i più razionali ai fini della valutazione

Dettagli

Il Nuovo Mercato incontra i Partners Dai nuovi progetti di business alla quotazione. Le problematiche organizzative e manageriali

Il Nuovo Mercato incontra i Partners Dai nuovi progetti di business alla quotazione. Le problematiche organizzative e manageriali Il Nuovo Mercato incontra i Partners Dai nuovi progetti di business alla quotazione Le problematiche organizzative e manageriali Milano, 30 maggio 2001 Agenda Sessione I INTRODUZIONE 3 Sessione II MANAGEMENT

Dettagli

Centrale del Latte di Torino & C. RATING: BUY

Centrale del Latte di Torino & C. RATING: BUY REPORT DI AGGIORNAMENTO SUI RISULTATI 2012 della CENTRALE LATTE TORINO & C. redatto da BIM in qualità di SPECIALIST RATING: BUY FORTE GENERAZIONE DI CASSA IN UN OSTICO CONTESTO 5 aprile 2012 Prezzo: 1.58

Dettagli

Analisi Fondamentale Buzzi Unicem

Analisi Fondamentale Buzzi Unicem Analisi Fondamentale Buzzi Unicem Dati Societari Azioni in circolazione: 206,061 mln. Pagella Redditività : Solidità : Capitalizzazione: 3.067,40 mln. EURO Crescita : Rischio : Rating : HOLD Profilo Societario

Dettagli

Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends

Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends AGENDA Premessa : contesto e definizione di performance Metriche Impatti Conclusioni Il contesto "una provocazione" Quanto

Dettagli

Banca Aletti GRUPPO BANCO POPOLARE DI VERONA E NOVARA

Banca Aletti GRUPPO BANCO POPOLARE DI VERONA E NOVARA Banca Aletti GRUPPO BANCO POPOLARE DI VERONA E NOVARA E Q U I T Y R E S E A R C H El.En. ITALIA: S E T T O R E A P P A R E C C H I A T U R E L A S E R N U O V O M E R C A T O Fatturato Ebitda Ebit Utile

Dettagli

Una società in movimento

Una società in movimento distribuisce il presente studio prodotto da Initiating Coverage BLZ.MI BOLZONI ADD 3.90 23/11/06 Prezzo ord: 3.78* * Prezzo di mercato 3.80 3.70 3.60 3.50 3.40 3.30 3.20 3.10 3.00 2.90 J UN J UL AUG SEP

Dettagli

GAMESA. sabato 21 febbraio 2015-1 -

GAMESA. sabato 21 febbraio 2015-1 - GAMESA sabato 21 febbraio 2015-1 - Fundamental Analysis Con 21 anni di esperienza e più di 30.000 MW installati in 50 paesi, Gamesa è un leader tecnologico mondiale nel settore eolico. La sua proposta

Dettagli

La valutazione d azienda i metodi finanziari e dei multipli. Carlo Savazzi

La valutazione d azienda i metodi finanziari e dei multipli. Carlo Savazzi La valutazione d azienda i metodi finanziari e dei multipli Agenda Metodi di valutazione in generale Il metodo dei multipli Il DCF (Discounted Cash Flow) Un esempio concreto Gli elementi extra-contabili

Dettagli

Marco M. Fumagalli, 2008

Marco M. Fumagalli, 2008 Tutti i documenti di questa presentazione provengono da fonti pubbliche. In particolare dalla società Marazzi S.p.A. (www.marazzigroup.com), Consob (www.consob.it), Borsa Italiana (www.borsaitaliana.it).

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Cagliari, 14 maggio 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 31 marzo 2013. Ricavi consolidati

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO RATTI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI RATTI S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2012 RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO

Dettagli

Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi (Ateco 29)

Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi (Ateco 29) Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi (Ateco 29) Indicatori congiunturali di settore e previsioni Business Analysis Ottobre 2015 Indicatori congiunturali Indice della Produzione industriale

Dettagli

Agosto 2015 Marzo 2015

Agosto 2015 Marzo 2015 Agosto 2015 Marzo 2015 Caratteristiche OEIC (Sicav Inglese) Disponibili solo sulla sicav di diritto inglese 6 comparti azionari 9 comparti obbligazionari 3 valute di investimento: euro / usd / gbp Stacco

Dettagli

Relazione finanziaria semestrale del Gruppo Isaia al 30.06.2015. Napoli, 21 Settembre 2015 abstract

Relazione finanziaria semestrale del Gruppo Isaia al 30.06.2015. Napoli, 21 Settembre 2015 abstract Relazione finanziaria semestrale del Gruppo Isaia al 30.06.2015 Napoli, 21 Settembre 2015 abstract Situazione Economica e Patrimoniale al 30 Giugno 2015 a. Principali dati economico finanziari consolidati

Dettagli

Caso pratico di redazione di un piano di risanamento

Caso pratico di redazione di un piano di risanamento S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CONVEGNO: DIAGNOSI E SOLUZIONI PER LA CONTINUITA D IMPRESA Caso pratico di redazione di un piano di risanamento GIANNICOLA ROCCA 21 Luglio 2012 - Sala Falck

Dettagli

Valorizzare. in modo corretto tutte le attività d impresa, creando valore per gli azionisti attraverso una gestione trasparente e responsabile.

Valorizzare. in modo corretto tutte le attività d impresa, creando valore per gli azionisti attraverso una gestione trasparente e responsabile. 78 Valorizzare in modo corretto tutte le attività d impresa, creando valore per gli azionisti attraverso una gestione trasparente e responsabile. FINMECCANICA BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2011 performance

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005 COMUNICATO STAMPA Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005 Wireline: continua la crescita dei ricavi, +2,1% rispetto al primo semestre 2004 (+2,3% crescita

Dettagli

Valutazione d Azienda Lezione 5

Valutazione d Azienda Lezione 5 Valutazione d Azienda Lezione 5 1 Le prospettive di valutazione [P.I.V. I.7] Generico operatore partecipante al mercato Specifico soggetto 2 I partecipanti al mercato Si tratta della generalità dei potenziali

Dettagli

Sonae Sierra registra un utile netto di 94,8 milioni nei primi nove mesi del 2015

Sonae Sierra registra un utile netto di 94,8 milioni nei primi nove mesi del 2015 Maia - Portogallo, 5 novembre 2015 Sonae Sierra registra un utile netto di 94,8 milioni nei primi nove mesi del 2015 L'utile netto diretto raggiunge 42,3 milioni L'EBIT si attesta a 76,4 milioni Investimenti

Dettagli

TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019

TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 IL NUOVO FRAMEWORK REGOLATORIO, L ACQUISIZIONE DELLA RETE FS E L ULTERIORE EFFICIENZA DEI PROCESSI CONSENTONO UNA NUOVA POLITICA DEI DIVIDENDI Centrati i

Dettagli

Inizio Copertura Art è Prezzo: 29 (3 ottobre 2001) Giudizio: OUTPERFORM. Iniziamo la copertura di Art è con giudizio outperform.

Inizio Copertura Art è Prezzo: 29 (3 ottobre 2001) Giudizio: OUTPERFORM. Iniziamo la copertura di Art è con giudizio outperform. Inizio Copertura Art è Prezzo: 29 (3 ottobre 2001) Nicola Tranquillini +39 02 80231450 nicola.tranquillini@twicetrade.it Giudizio: OUTPERFORM Alessandro Colussi alessandro.colussi@twicetrade.it Ricerca

Dettagli

Banca Aletti GRUPPO BANCO POPOLARE DI VERONA E NOVARA

Banca Aletti GRUPPO BANCO POPOLARE DI VERONA E NOVARA Banca Aletti GRUPPO BANCO POPOLARE DI VERONA E NOVARA E Q U I T Y R E S E A R C H El.En. ITALIA: S E T T O R E A P P A R E C C H I A T U R E L A S E R N U O V O M E R C A T O Fatturato* Ebitda* Ebit* Utile

Dettagli

IFRS Financial Ratios Indici IFRS. Dizionario Inglese / Italiano. www.cometis-publishing.de

IFRS Financial Ratios Indici IFRS. Dizionario Inglese / Italiano. www.cometis-publishing.de 100 IFRS Financial Ratios Indici IFRS Dizionario Inglese / Italiano Author s preface Dear readers, the financial markets have always been influenced by the Anglo-Saxon culture. As a consequence of an increasing

Dettagli

Fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; app. elettromedicali e di misurazione (Ateco 26)

Fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; app. elettromedicali e di misurazione (Ateco 26) Fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; app. elettromedicali e di misurazione (Ateco 26) Indicatori congiunturali di settore e previsioni Business Analysis Aprile 2015 Indicatori

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

Investor Group Presentation

Investor Group Presentation Investor Group Presentation Lugano September 19th, 2014 «La prima parte del viaggio - Fact Sheet 2008-2014» (1/2) L acquisizione di DataService a metà 2007 guidata da Tamburi Investment Partner è origine

Dettagli

Cisco, risultati in linea ma outlook resta cauto Codice Reuters Mercato Settore Ragione del report Contenuti Analista

Cisco, risultati in linea ma outlook resta cauto Codice Reuters Mercato Settore Ragione del report Contenuti Analista Research & Strategy Cisco Systems Cisco, risultati in linea ma outlook resta cauto Codice Reuters Mercato Settore Ragione del report CSCO Nasdaq Communication equipment Risultati periodo 1Q FY05 Contenuti

Dettagli

La prospettiva di mercato: da crescita a produttività

La prospettiva di mercato: da crescita a produttività Moda & Lusso La prospettiva di mercato: da crescita a produttività 13 Novembre 2015 La crescita? Una passeggiata Lusso: crescita della domanda pari a 70mld solo negli ultimi 5 anni, il 30% della domanda

Dettagli

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. %

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. % Milano, 30 marzo 2006 TOD S S.p.A.: eccellenti risultati nell esercizio 2005 (Ricavi: +19,5%, EBITDA: +27%, EBIT: +34%, utile netto: +39%). Dividendo 2005: 1 Euro per azione, più che raddoppiato rispetto

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

Ringraziamenti. Prefazione. Parte I Fondamenti 1. Capitolo 1 Concetti di base 3

Ringraziamenti. Prefazione. Parte I Fondamenti 1. Capitolo 1 Concetti di base 3 Ringraziamenti Prefazione IX X Parte I Fondamenti 1 Capitolo 1 Concetti di base 3 Perché leggere questo libro........................................... 3 La forma e la logica.................................................

Dettagli

Il capitale circolante del settore siderurgico

Il capitale circolante del settore siderurgico Il capitale circolante del settore siderurgico Quale impatto sulla posizione finanziaria nel 21? Analisi elaborata dall Unità di di Centrobanca Pio De Gregorio Stefania Baccalini Gianluca De Sanctis 8

Dettagli

La valutazione delle aziende. 3a parte

La valutazione delle aziende. 3a parte La valutazione delle aziende 3a parte 65 I metodi empirici Transazioni comparabili Società comparabili 66 I metodi empirici: generalità e ambiti di utilizzo I metodi empirici vengono solitamente utilizzati

Dettagli

Valutazione d azienda: aspetti applicativi. Docente: Prof. Massimo Mariani

Valutazione d azienda: aspetti applicativi. Docente: Prof. Massimo Mariani Docente: Prof. Massimo Mariani 1 METODI FINANZIARI - Durata del periodo di previsione analitica La scelta della durata del periodo di previsione analitica è principalmente legata a: Settore aziendale di

Dettagli

Il reperimento dei dati sui provider economico-finanziari. (intervento del Dott. Stefano Pasetto)

Il reperimento dei dati sui provider economico-finanziari. (intervento del Dott. Stefano Pasetto) Il reperimento dei dati sui provider economico-finanziari. (intervento del Dott. Stefano Pasetto) 2 I. Premessa Le valutazioni aziendali presuppongono il reperimento di diverse tipologie di informazioni

Dettagli

Un confronto tra i risultati di gruppo per variabili strategiche

Un confronto tra i risultati di gruppo per variabili strategiche Un confronto tra i risultati di gruppo per variabili strategiche metriche di borsa (al 15/12/2014) fonte Bloomberg Ranking per market cap (miliardi di euro) rendimento annuale (%)* P/E** market capmiliardi

Dettagli

CORSO DI MARKETING PROGREDITO MARKETING METRICS II PARTE. Prof. Giancarlo Ferrero Università di Urbino Carlo Bo

CORSO DI MARKETING PROGREDITO MARKETING METRICS II PARTE. Prof. Giancarlo Ferrero Università di Urbino Carlo Bo CORSO DI MARKETING PROGREDITO MARKETING METRICS II PARTE Prof. Giancarlo Ferrero Università di Urbino Carlo Bo 1 La marketing scorecard Elementi da stimare ex ante e misurare ex post (esempi) Prospettiva

Dettagli

Sommario. Presentazione dell edizione italiana... xi. efazione... xiii

Sommario. Presentazione dell edizione italiana... xi. efazione... xiii Sommario Presentazione dell edizione italiana... xi Prefazione efazione... xiii Capitolo 1 Il lato oscuro o della valutazione... 1 Definizione di un impresa tecnologica... 2 La crescita del settore tecnologico...

Dettagli

ANALISI FONDAMENTALE... 3

ANALISI FONDAMENTALE... 3 Marine Harvest (MHG OSLO) Andrea Tironi Andrea Facchini www.moneyriskanalysis.co 25/04/2014 Sommario ANALISI FONDAMENTALE... 3 Descrizione e Storia... 3 Analisi Punti di Forza e Debolezza... 4 Fatturato...

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PRICE SENSITIVE AI SENSI DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DEL REGOLAMENTO CONSOB

COMUNICATO STAMPA PRICE SENSITIVE AI SENSI DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DEL REGOLAMENTO CONSOB COMUNICATO STAMPA PRICE SENSITIVE AI SENSI DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DEL REGOLAMENTO CONSOB Gruppo Espresso: risultato operativo consolidato dei primi nove mesi 2005 a 131,3 milioni (+6,5% sul 2004).

Dettagli

AZ Commodity Trading. luglio 2012. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012

AZ Commodity Trading. luglio 2012. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012 AZ Commodity Trading luglio 2012 Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Settembre 2012 1 A CHI SI RIVOLGE PER CHI VUOLE COGLIERE LE OPPORTUNITA DEL MERCATO DELLE COMMODITY CON L OBIETTIVO

Dettagli

Approvati risultati al 30 settembre 2015

Approvati risultati al 30 settembre 2015 COMUNICATO STAMPA Approvati risultati al 30 settembre 2015 Risultati record nei primi nove mesi, con il miglior trimestre di sempre Utile netto: 148,8 milioni ( 109,3 milioni al 30 settembre 2014, +36,2%)

Dettagli

Milano, 06/06/2002. Http://www.jollyhotels.it

Milano, 06/06/2002. Http://www.jollyhotels.it Milano, 06/06/2002 Http://www.jollyhotels.it Informazioni generali sul gruppo Struttura del Gruppo Jolly Hotels Jolly Hotels S.p.A. 100% J.H. Holland N.V J.H: Italia S.p.A. 98,34% 99,99% J.H. Belgio S.A.

Dettagli

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR PERCHÉ INVESTIRE NEL PRIVATE EQUITY DEDICATO ALLE PMI ITALIANE NEL 2012 / 2013?

Dettagli

INFORMATIVA SINTETICA SULL ATTIVITÀ DI RICERCA

INFORMATIVA SINTETICA SULL ATTIVITÀ DI RICERCA INFORMATIVA SINTETICA SULL ATTIVITÀ DI RICERCA RATING SYSTEM Le raccomandazioni si conformano al seguente rating system, avendo come riferimenti il prezzo di mercato e il target price: BUY: se il target

Dettagli

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23)

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Indicatori congiunturali di settore e previsioni Business Analysis Aprile 2015 Indicatori congiunturali Indice della

Dettagli

AMPLIFON: RICAVI E REDDITIVITÀ IN FORTE

AMPLIFON: RICAVI E REDDITIVITÀ IN FORTE AMPLIFON: RICAVI E REDDITIVITÀ IN FORTE CRESCITA IN TUTTE LE AREE GEOGRAFICHE IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE HA APPROVATO OGGI LA RELAZIONE FINANZIARIA TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2015, CHE VEDE IL PRIMO

Dettagli

IL GRUPPO TELECOM ITALIA MEDIA

IL GRUPPO TELECOM ITALIA MEDIA highlights >> bilancio highlights IL GRUPPO TELECOM ITALIA MEDIA Ricavi ricostruiti MOL ricostruito 75 15 11,6 577,4 594,6 5 5-5 25-15 -25-27,9-35 Personale (n teste) 2.7 2.284 1.8 2.29 Risultato operativo

Dettagli

BANCA ALETTI & C. S.p.A. BONUS CERTIFICATE e BONUS CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA

BANCA ALETTI & C. S.p.A. BONUS CERTIFICATE e BONUS CERTIFICATES DI TIPO QUANTO CONDIZIONI DEFINITIVE D OFFERTA BANCA ALETTI & C. S.p.A. in qualità di emittente e responsabile del collocamento del Programma di offerta al pubblico e/o di quotazione di investment certificates denominati BONUS CERTIFICATE e BONUS CERTIFICATES

Dettagli

Lorenzo Di Mattia Fund Manager HI Sibilla Macro Fund

Lorenzo Di Mattia Fund Manager HI Sibilla Macro Fund Lorenzo Di Mattia Fund Manager HI Sibilla Macro Fund Milano, 19 novembre 2013 La strategia Global Macro Caratterizzata da ampio mandato, in grado di generare alpha tramite posizioni lunghe e corte, a livello

Dettagli

RENDIMENTO E RISCHIO DEI TITOLI AZIONARI. Prof. Marco Di Antonio

RENDIMENTO E RISCHIO DEI TITOLI AZIONARI. Prof. Marco Di Antonio RENDIMENTO E RISCHIO DEI TITOLI AZIONARI Prof. Marco Di Antonio PROBLEMATICITA Per i titoli azionari la costruzione di indicatori di rendimento è ancora più complessa rispetto ai titoli obbligazionari

Dettagli

Monti Ascensori OUTPERFORM (NEW COVERAGE) Direzione Finanza December 11, 2006

Monti Ascensori OUTPERFORM (NEW COVERAGE) Direzione Finanza December 11, 2006 ITALIAN EQUITY RESEARCH December 11, 2006 Monti Ascensori OUTPERFORM (NEW COVERAGE) FY to Revenue EBITDA Adj.EBIT ROS ROI Net Profit Adj.Net Pr. ROE D/E at MKT Adj. EPS DPS EV/EBITDA EV/EBIT P/E Yield

Dettagli

Comparto della SICAV irlandese Hedge Invest International Funds PLC, per la quale Hedge Invest SGR ricopre il ruolo di Investment Manager

Comparto della SICAV irlandese Hedge Invest International Funds PLC, per la quale Hedge Invest SGR ricopre il ruolo di Investment Manager Comparto della SICAV irlandese Hedge Invest International Funds PLC, per la quale Hedge Invest SGR ricopre il ruolo di Investment Manager Report Via Vittor Pisani 22-20124 Milano tel. +39 02 667441 - fax.

Dettagli

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal Lettura delle schede Giunta alla sua decima edizione, la Guida permette agli investitori di accedere ad analisi indipendenti e nuovi strumenti per la selezione dei fondi, compresi i Morningstar Analyst

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA LETTERE A- D

CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA LETTERE A- D CORSO DI RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA LETTERE A- D PROF. FRANCESCO CAPALBO A.A. 2012/2013 ANALISI DI BILANCIO Le slide sono destinate ad uso esclusivo degli studenti che hanno seguito le lezioni dell

Dettagli