Una strategia per le future PMI a intensità di conoscenza del settore trasporti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una strategia per le future PMI a intensità di conoscenza del settore trasporti"

Transcript

1 WP 2 Rilascio 2.3 Una strategia per le future PMI a intensità di conoscenza del settore trasporti KNOW-IN. PMI a conoscenza intensiva nel settore trasporto merci su su gomma. Per una nuova generazione di Road Managers, di intuito fine, completi e orientati alla sostenibilità del trasporto merci su gomma PROGETTO NUMERO LLP ES-LEONARDO-LMP Co-finanziato da LIFELONG LEARNING PROGRAMME ( ) Questa è una delle attività del progetto KNOW IN che è stato finanziato con il supporto della Commissione Europea. Questo documento riflette le posizioni dei soli partners del progetto e non della Commissione che non può essere pertanto ritenuta responsabile di qualsivoglia uso che può essere fatto delle informazioni contenute al suo interno.

2 Questa versione presenta il profilo del nuovo Transport Manager Europeo (EU-RTM) definito sulla base della sintesi dei risultati ottenuti dalla ricerca sul campo confrontati con quelli della ricerca a tavolino. L analisi svolta intende riportare opportunità e vincoli che caratterizzano nell Unione Europea il settore del trasporto merci su gomma. Questo documento illustra le competenze fondamentali che i transport managers devono possedere per adattarsi ai cambiamenti ambientali; per affrontare il reclutamento e la difficoltà di fidelizzazione di personale; per ridurre le pericolose emissioni inquinanti e divenire più rispettosi dell ambiente. Il documento descrive le maggiori barriere e/o incentivi che le società di trasporto incontrano nell introdurre metodi innovativi di formazione nel settore dei trasporti; i maggiori vantaggi effettivi derivanti dalla maniera di gestire le PMI a conoscenza intensiva; nonché i possibili benefici che potrebbero motivare le compagnie di trasporto ad investire in attività di formazione per promuovere e migliorare le conoscenze e gli skills del personale. Sulla base del questionario, volto soprattutto ad identificare i principali bisogni delle PMI del settore, i partners hanno presentato ciascuno i risultati ottenuti dalla ricerca sul campo (sondaggio) in ambito nazionale. Questo rapporto transnazionale riassume quindi i risultati dell indagine in modo da tracciare i contorni di una idonea strategia per le PMI a conoscenza intensiva del settore trasporti. I contenuti di questo documento saranno resi disponibili a beneficio delle associazioni VET del settore, consulenti, partecipanti al progetto ed altre parti interessate.

3 Sommario della relazione L obiettivo del WP2 era di definire i contorni della conoscenza, skills e competenze necessarie ai Transport managers dell Unione Europea (EU-RTM) per implementare una strategia per le future imprese di trasporto PMI a conoscenza intensiva. I Partners del progetto KNOW-IN hanno usato due differenti approcci ricerca a tavolino e sul campo per scoprire le principali barriere e/o incentivi che le compagnie di trasporti devono affrontare quando introducono metodi innovativi di apprendimento nel settore dei trasporti; i maggiori vantaggi effettivi derivanti dalla maniera di gestire le PMI a conoscenza intensiva; nonché i possibili benefici che potrebbero motivare le compagnie di trasporto ad investire in attività di formazione per promuovere e migliorare le conoscenze e gli skills del personale. Nella ricerca a tavolino si sono sintetizzati i nuovi requisiti richiesti dal settore trasporto su strada in armonia con gli standards e le direttive dell Unione Europea. Inoltre sono state raccolte prove evidenti che dimostrano i benefici derivanti in generale per le PMI dall impiego di un management a intensità di conoscenza così come gli effetti rivenienti dalle modalità ICT di apprendimento decentralizzato ed indipendente sul posto di lavoro. Questa panoramica sul settore dei trasporti su strada è stata completata con uno studio in casa attraverso l indagine effettuata durante il periodo della ricerca sul campo. I concetti teorici sono stati verificati con le realtà pratiche di un numero di rispondenti (sufficiente e abbastanza rappresentativo per le occorrenze del progetto) formato da compagnie/associazioni differenti per dimensione, attività e livello operativo (nazionale e internazionale) ecc. Il risultato ottenuto ha dimostrato che il modello di management a intensità di conoscenza nel settore trasporti su gomma, viene applicato soltanto da un numero molto ristretto di società, e che esiste una molteplice quantità di barriere per l innovazione di apprendimento. Comunque esistono anche delle buone prassi così come delle buone idee sulla maniera di implementare le conoscenze, gli skills e le competenze dei road transport managers. E una sfida per i partners KNOW-IN che sulla base dei risultati ottenuti dalla ricerca sul campo e sul modello Europeo di qualifica (EQF) specificato per i Road managers, dovrebbero sviluppare una piattaforma di apprendimento info-formativo che contribuirà al raggiungimento dell obiettivo fondamentale del progetto

4 Indice Sommario della relazione Ricerca sul campo, obiettivi e metodologia Motivazione Obiettivi Metodologia Determinazione degli scopi della raccolta dati come base di sviluppo Sviluppo del questionario Conduzione dell indagine come fattibile attività Contenuti del Questionario Identificazione Amministrazione / compliance Pianificazione delle attività Rapporti con la clientela Rapporti con il personale e gli autisti Manutenzione dei veicoli Comunicazioni Abilità personali Coordinamento Business management Commenti ulteriori Analisi dei Risultati Campione Amministrazione Pianificazione delle attività Rapporti con i Clienti Rapporti con lo staff e gli autisti Manutenzione dei veicoli Comunicazione Abilità personali Coordinamento Business management Commenti aggiuntivi Verso una strategia per le future PMI dei trasporti a conoscenza intensiva Conclusioni... 23

5 1. RICERCA SUL CAMPO OBIETTIVI E METODOLOGIA 1.1. Motivazione La ricerca a tavolino ha fornito un idea del profilo professionale del Road Transport manager. Essa ha chiarito la funzione dei vettori esterni ed interni che influenzeranno il settore ed incideranno sulla conoscenza abilità e requisiti di competenze richieste in un breve futuro al RTM. Questa ha dimostrato anche la necessità di attuare una formazione permanente, che però la natura del settore dei trasporti può rendere difficile da intraprendere. Perciò ulteriori ricerche a tavolino sono state effettuate per ricercare metodi innovativi per attuare la formazione permanente e per mettere in rilievo i benefici che la formazione può portare all impresa. I partners del progetto KNOW-IN hanno sviluppato un questionario basato sulle indicazioni fornite dalla ricerca a tavolino. La ricerca sul campo ha avuto per obiettivo l esplorazione di quali siano i requisiti di conoscenza e abilità richieste oggi all EU-RTMT e quelle considerate necessarie per un prossimo futuro. I risultati attesi erano di scoprire come le PMI del settore si stanno conformando o sono in procinto di identificare una strategia per il sostegno del management a conoscenza intensiva Obiettivi Il sondaggio intendeva investigare la domanda di formazione dello staff all interno dell intera categoria di attori del settore trasporti su strada. I suoi specifici scopi erano: Rilevare le prassi esistenti in temini di formazione del personale; Identificare le necessarie conoscenze, skills e competenze; Esaminare i principali skill tecnici e sociali necessary per compiere il proprio lavoro come road transport manager a conoscenza intensiva; Il questionario è stato focalizzato sulle 9 principali incombenze lavorative dell EU-RTM identificate nella ricerca a tavolino: o Amministrativo/compliance Business management Pianificazione delle attività Rapporti con la clientela Rapporti con il personale e gli autisti Manutenzione veicoli Communicazione Abilità personali Coordinamento Le informazioni raccolte dovrebbero determinare quali sono i fondamentali bisogni dei managers impiegati nelle compagnie/associazioni di trasporti su strada e come migliorare le loro conoscenze, abilità e competnze Metodologia La metodologia di raccolta dei dati ha incluso i seguenti passaggi: Determinazione degli scopi della raccolta dati come base di sviluppo I risultati nazionali della ricerca sul campo riportati da ogni partner del progetto KNOW-IN è servita come base per lo sviluppo del terzo rilascio del WP2: D.2.3 Una strategia per le future PMI del trasporto a conoscenza intensiva.

6 Il documento illustra le principali incombenze/competenze necessarie ai Road transport managers per adattarsi ai cambiamenti ambientali; per affrontare il reclutamento e la difficoltà di fidelizzazione di personale; per ridurre le pericolose emissioni inquinanti e divenire più rispettosi dell ambiente. Il documento descrive le maggiori barriere e/o incentivi che le società di trasporto incontrano nell introdurre metodi innovativi di formazione nel settore dei trasporti; i maggiori vantaggi efettivi derivanti dalla maniera di gestire le PMI a conoscenza intensiva; nonché i possibili benefici che potrebbero motivare le compagnie di trasporto ad investire in attività di formazione per promuovere e migliorare le conoscenze e gli skills del personale Sviluppo del questionario Questo compito è stato affidato alla VTU ma la squadra di CORTE ha contribuito in maniera importante alla stesura della versione finale. Nel compilare l insieme di domande considerando anche i diversi tipi di rispondenti (società di logistica, compagnie di trasporto ecc.) Anche i suggerimenti forniti dagli altri partners sono stati tenuti in considerazione prima di testare il questionario su un numero di società tramite interviste effettuate da VTU a dal team di CORTE. Come risultato ne è derivato che i partners belgi hanno suggerito piccoli cambiamenti dei contenuti del questionario. Dopo che il questionario è stato approvato da tutti i partners del progetto KNOW-IN è stato tradotto in tutte le lingue nazionali/ufficiali dei Paesi partner: Bulgaro, Francese, Italiano, Norvegese, Spagnolo Conduzione dell indagine come fattibile attività E stato deciso che ogni partner avrebbe dovuto erogare 15 questionari debitamente compilati da appropriati rispondenti. La maniera migliore di erogazione sarebbe tramite e/o l uso di contatti telefonici/skype. Tutti i partners hanno concordato che laddove possibile si sarebbero effettuate interviste dirette in maniera da raccogliere un feedback migliore sotto il profilo qualitativo nonché suggerimenti su come migliorare conoscenze, abilità e competenze dei road transport managers. Comunque, a causa della ristrettezza dei tempi e del periodo delle ferie estive, alcune società non hanno risposto alle loro inviate contenenti i questionari. Un'altra ragione per la quale alcune società non hanno risposto è stata perché sentivano di non aver nulla di importante da comunicare che secondo loro potesse contribuire al raggiungimento degli obiettivi del sondaggio.

7 2. CONTENUTI DEL QUESTIONARIO Il questionario è stato suddiviso in 11 sezioni. La prima raccoglieva informazioni demografiche delle società rispondenti e l ultima, sezione 11, chiamata Commenti aggiuntivi ha dato una opzione per i rispondenti di esprimere le loro opinioni, raccomandazioni e suggerimenti. Le nove principali sezioni sono state elaborate in previsione delle informazioni che ci si attendeva di ottenere e che formano la parte sostanziale dei contenuti del questionario Identificazione La prima sezione raccoglieva informazioni generali riguardanti la compagnia dei rispondenti. Il sondaggio non era anonimo in quanto veniva richiesto il nome della Società. I rispondenti dovevano anche confermare: la dimensione dell impresa; il settore principale di attività; l area geografica delle operazioni dell impresa. Informazioni personali collegate solo alla loro posizione corrente in seno all impresa. (Proprietario, Senior manager, Manager a livello intermedio) ed il dipartimento lavorativo di appartenenza 2.2. Amministrazione/Compliance Le domande di questa sezione tendevano ad evidenziare le conoscenze fondamentali e le abilità di base necessarie per il manager impegnato nella società di trasporti su strada in relazione alle problematiche fiscali ed alla conoscenza delle lingue straniere Pianificazione delle attività Le informazioni richieste in questa parte riguardavano le conoscenze e abilità fondamentali, che un Road transport manager deve possedere in relazione alla pianificazione di attività, e che includono conoscenza della tecnologia, dei computers e della legislazione rilevante applicata al settore dei trasporti su gomma Rapporti con la clientela Per valutare le prestazioni dei road transport managers in relazione alla clientela, il sondaggio prevedeva domande riguardanti le abilità e le più importanti competenze personali necessarie per intrattenere rapporti con la clientela e come le imprese forniscono addestramento al loro personale. Ai rispondenti è stato richiesto di identificare le prime 5 (su 17) competenze personali da loro considerate essenziali per il trattamento della clientela (Amichevole, determinato, affidabile, calmo, diplomatico, motivante, diretto, coscienzioso, paziente coraggioso, ottimista, loquace, flessibile, con spirito di iniziativa problem solving, obiettivo, onesto, esperto) Rapporti con il personale e Autisti Per identificare le abilità necessarie per mantenere un sano clima lavorativo, le domande in questa sezione, hanno considerato le abilità del RTM necessarie per gestire situazioni di stress, accettando le critiche e la conoscenza delle leggi e dei regolamenti concernenti l uso di alcolici ed il riconoscimento pratico dell uso di sostanze psicotrope. La valutazione doveva essere fatta su una scala di rating di 4 livelli Manutenzione veicoli La domanda rivolta al controllo dell importanza della conoscenza di entrambi i problemi sia tecnici che appaiono nei veicoli, sia specifici dei sistemi come il tracciamento dei veicoli e rimorchi, sistemi di comunicazione di bordo, programmazione e tracciamento veicolare computerizzati, sistemi di navigazione satellitare ecc.

8 2.7. Comunicazione La domanda era rivolta a valutare le abilità di comunicazione su una scala di rating a quattro livelli. I rispondenti devono determinare se un road manager necessita di apprendere tecniche per la gestione dei conflitti Abilità personali Ai rispondenti è stato richiesto di fornire dettagli dei diversi livelli di percorso formativo dei road transport managers nella loro impresa. La stessa scala è stata usata anche per domandare quale fosse il percorso ideale di formazione di un road transport manager in termini di esperienza minima di lavoro e le possibili risposte Coordinamento Questa sezione contiene domande mirate ad scoprire se l impresa fornisce formazione per I road transport managers; la percentuale di road transport managers che nell impresa negli ultimi cinque anni hanno frequentato un corso di formazione e nel prossimo futuro sarà necessario fornire ulteriore formazione al personale per incrementare la loro competernza nel trasporto merci su strada. Ai rispondenti è stato richiesto di di descrivere le aree e le forme di apprendistato nelle loro imprese così come i benefici per gli apprendisti e per I datori di lavoro. Sono state incluse domande aggiuntive per venire a sapere se le imprese/associazioni offrono internship agli studenti nelle imprese (descrivere la forma) e per il numero di laureati che l impresa ritiene di assumere entro tre periodi (un anno, 3 anni, 5 anni) Business management La richiesta per un lavoratore dei trasporti di aquisire conoscenza delle relazioni di mercato e di businness management aveva 4 gradi di valutazione. Il rispondente perciò aveva l opportunità di fornire ulteriori dettagli riguardo a ciò che si richiede in termini di business management Commenti aggiuntivi L ultima sezione, 11, chiamata Commenti aggiuntivi dà la possibilità ai rispondenti di esprimere ulteriori opinioni, raccomandazioni e suggerimenti che essi possono avere riguardo al Road Transport Manager ed alle abilità e requisiti di addestramento del suo ruolo.

9 3. ANALISI DEI RISULTATI DELL INDAGINE 3.1. Campione Il numero dei rispondenti è pari a 7 unità (UK-23, IT-18, BG-17, ES-13, NO -3). La maggior parte dei partecipanti all indagine lavora come manager, la metà come senior manager. 22% dei rispondenti sono anche padroni, ma va sottolineato che nelle microimprese svolgono i compiti di un dirigente (CEO). Tavola 1 Ruolo dei rispondenti nell impresa POSITION 40% 22% Owner Senior manager 38% Manager on intermediate level Base: 74 rispondenti L'analisi ha mostrato che i partecipanti al sondaggio lavorano principalmente nei reparti dedicati a trasporti nazionali e internazionali. I dati raccolti nel presente questionario sarebbero stati più rappresentativi se la maggior parte delle risposte fosse pervenuta dai dipartimenti di Risorse Umane. La percentuale delle persone responsabili per la formazione e lo sviluppo del personale nelle aziende è piuttosto bassa - solo il 5%. Nel Regno Unito, è il manager di linea che ha la responsabilità di individuare le esigenze formative, e pertanto, opera con il dipartimento delle Risorse Umane per lo sviluppo delle stesse. Tavola 2 Appartenenza ai dipartimenti DEPARTMENT Human resources department Domestic transport department International transport department Other Le principali caratteristiche delle società / associazioni che hanno partecipato a questa indagine possono essere riassunti come segue:

10 un terzo degli intervistati hanno identificato la loro azienda come impresa di trasporto su strada e il 15% come società di logistica più della metà delle aziende operano all interno del loro paese d'origine, il 28% nella Comunità Europea e il 14% in altre regioni europee; Relativamente pochi operano su scala mondiale. 81% degli intervistati erano PMI (che occupano meno di 250 dipendenti), il che coincide con l'obiettivo di definire una che porta alla gestione della conoscenza intensiva strategia per questa tipologia di imprese Tavola 3 Principale campo di attività MAIN FIELD OF BUSINESS Other Company with large private transport Logistics company Freight forwarding company Road transport company Number Tavola 4 Dimensione delle aziende SIZE OF THE COMPANY 24% 31% 19% 26% Large Medium-sized Small Micro Base: 74 rispondenti 3.2. Amministrazione La maggior parte degli intervistati (84%) ritiene che il Road Manager dovrebbe conoscere degli aspetti fiscali, mentre coloro che ritengono necessario comunicare in una lingua diversa dalla lingua della società sono molto meno - 57%. Questi ultimi hanno risposto inglese come lingua principale seguito da quello tedesco e francese. Tra chi ha risposto altro, è stata specificata la lingua spagnola. Sono quasi il doppio le aziende che hanno dichiarato di non sostenere la formazione per l apprendimento di una lingua rispetto a quelli che lo fanno (41 aziende rispetto al 24).

11 3. 3. Pianificazione delle attività Più della metà degli intervistati sono convinti che sia necessaria la conoscenza del computer, compresa la capacità di utilizzare Internet, , Microsoft Office e altre applicazioni. La maggior parte di essi (68%) ritiene che un Road Transport Manager dovrebbe acquisire la conoscenza della normativa applicabile al settore dei trasporti su strada Le aree di maggiormente votate riguardo la conoscenza da avere sono state il regolamento in materia di trasporti e le regole di mercato Rapporti con i clienti Oltre l'80% (62 intervistati) ritiene che le capacità di servizio al cliente siano necessarie. Le competenze personali più importanti, di cui un addetto al trasporto su strada ha bisogno (5 scelti tra 17) sono: essere informati; adattabili; e flessibili. E 'anche molto apprezzato l essere onesto, avere tatto ed essere cordiale. Tavola 5 Principali competenze personali di cui un operatore dei trasporti su strada ha bisogno per trattare con i clienti PERSONAL COMPETENCES Knowledgeable Adapts to change Flexible Tactful Honest Friendly Patient Diplomatic Language proficient Determined Calm Observant Direct Unbiased Inspiring Courageous Empathic Optimistic A differenza della formazione linguistica, un ampio numero di aziende partecipanti al sondaggio ha riferito di aver erogato al proprio personale formazione relativamente al servizio clienti (Sì - 65%; No - 35%). Le competenze che si prevede diventino più importanti per un road manager nei prossimi cinque anni, sono descritti con parole chiave come l'attività, competenza, flessibilità, capacità di comunicazione, problem solving, "pensare fuori dagli schemi", innovazione. Le competenze principali indicate nel sondaggio da parte dei diversi Paesi sono i seguenti: Bulgaria - comunicazione, attività, competenze nella logistica, la capacità di definire le esigenze specifiche; Spagna comunicazione informatica e linguistica; pazienza, iniziativa e formazione; flessibile; la normativa generale nei contratti di lavoro, sociale, formazione ed esperienza, disponibilità;

12 Regno Unito - approccio di buon senso, la comprensione del lavoro e l'impegno per ottenere il lavoro come qualificato, buone capacità di comunicazione, flessibilità, capacità di adattarsi e dedicarsi ai cambiamenti e alle sfide. Italia - competenze focalizzate sul cliente: "Sii educato e cortese. Tratta gli altri come vorresti trattassero te. Ricordati che sei il mio ambasciatore fintantocchè il mio cliente è interessato ". Le competenze personali necessarie per i Road Managers, in futuro, possono essere riassunti come segue: 1. Essere pronti per il cambiamento - capacità di adattamento 2. Essere adattabili / flessibili nei confronti del personale 3. Stare al passo con la legislazione 4. Migliore comprensione finanziaria e degli impatti che gli individui possono apportare sui margini di profitto 5. Avere una mentalità imprenditoriale ed essere in grado di motivare le persone a tutti i livelli. 6. Mantenere i clienti felici, affidabilità. Alcune delle aziende italiane ha sottolineato anche l'apprendimento delle lingue straniere e normativa di settore, che come si è detto, sono aree di formazione sottovalutato da parte dei dipendenti Rapporti con il personale e con gli autisti 82% degli intervistati ritiene molto importante la capacità di far fronte a situazioni di stress. Questa risposta era prevedibile avendo in mente le condizioni di lavoro dinamiche nel settore dei trasporti su strada. I partecipanti al sondaggio sono convinti che il road transport manager dovrebbe conoscere la normativa in materia di alcol e uso di droga e riconoscere tale uso nella pratica. La maggior parte degli intervistati ritiene che sia molto importante per il RTM di essere in grado di ascoltare le critiche Manutenzione veicoli Oltre il 75% degli intervistati ha confermato che road transport manager deve avere una buona conoscenza dei problemi tecnici più comuni che appaiono nei veicoli.

13 Tavola 6 Gli addetti ai trasporti stradali dovrebbe essere a conoscenza dei seguenti sistemi KNOWLEDGE OF VEHICLE SYSTEMS Customs clearance 28 Paperless documentation 30 Track and trace systems 33 Satellite navigation systems Computerised vehicles routeing and scheduling Onboard communication systems Vehicle and trailer tracking system Comunicazione Le abilità comunicative sono considerate molto importanti per un road transport manager da più di ¾ degli intervistati. Tuttavia, solo la metà delle società che hanno compilato il questionario dichiarano di misurare le capacità comunicative delle nuove reclute. Figura 7 L'importanza dell abilità comunicativa THE COMMUNICATION SKILLS 19% 4% 0% 77% Yes, very important Yes, relatively important No, not really No, not at all Base: 74 rispondenti Alle aziende che hanno misurato le capacità di comunicazione dei nuovi assunti è stato chiesto in che modo lo avessero fatto. Gli intervistati hanno segnalato l'uso di procedure di valutazione e di accertamento pre-assunzione, colloqui di lavoro con il candidato, svolgimento di incontri interattivi, l'osservazione e la comunicazione con i clienti e colleghi; sessioni di domande e risposte durante il colloquio, test di ragionamento, feedback dei clienti, test psicometrici come parte del processo di reclutamento, e test attitudinali on-line durante le interviste iniziali.

14 Dall'analisi dei risultati dei questionari è emerso che il 70% degli intervistati sono convinti della necessità di conoscere le tecniche di gestione dei conflitti (Sì - 53; No -15). Questa risposta non è stata una sorpresa a causa della natura del lavoro del Road Transport Manager che deve lavorare con persone con esigenze diverse: il personale e gli autisti da un lato, e i clienti dall altro Abilità personali Il livello di istruzione dei dirigenti nelle imprese di trasporto su strada è abbastanza elevata il 59% di loro sono titolari di diploma di istruzione superiore, il 28% una formazione professionale adeguata. La maggior parte degli intervistati ha risposto che il Road Transport Manager ideale dovrebbe essere titolare di diploma di laurea, con esperienza di lavoro di almeno 5 anni (55%). L'esperienza di lavoro non deve essere necessariamente internazionale o da paesi stranieri (Sì - 29; No -37). Tuttavia, l'esperienza pratica come autista all'interno della società stessa o di un'altra società è considerato come un ulteriore vantaggio per il Road Transport Manager (Si-54, No -13). Figura 8 Livello ideale di esperienza di lavoro NECESSARY WORK EXPERIENCE 18% 9% 55% 18% More than 10 years More than 5 years More than 2 years Irrelevant Base: 74 rispondenti 3.9. Coordinamento I modelli di formazione che le aziende forniscono il più delle volte sono di tipo tradizionale, con una quota prevalente di workshop. La percentuale degli "altri" è relativamente piccolo e le forme previste dalle imprese del Regno Unito sono in particolare quelle che dovrebbe essere usato preferibilmente in futuro. Essi includono l'utilizzo di tecnologie ICT, che sono le basi della moderna formazione flessibile, e-learning e m-learning: formazione per la Certificazione delle Competenze Professionali (CPC in inglese) per i conducenti, posta elettronica / manifesti / newsletter, CPC per gli autisti, sicurezza. Alcune aziende applicano il training on-the-job, diplomi per la gestione pratica del tempo e di investimenti monetari, che è uno stimolo per l'apprendimento individuale indipendente.

15 Figura 9 Tipologie di Formazione che I Road Transport Manager hanno ricevuto FORMS OF TRAINING Seminars Workshops Training at another department 16 Other La percentuale di road transport managers che hanno seguito una formazione negli ultimi cinque anni varia a seconda dei paesi: dal 5% al 100% per la Bulgaria e la Spagna, da nessuno al 100% in Italia. La più alta percentuale di persone che hanno seguito una formazione è stato rilevato dagli intervistati dal Regno Unito, dove la metà delle aziende intervistate hanno dichiarato che il 100% del personale ha ricevuto una formazione, che delinea un costante politica di gestione verso una elevato livello di conoscenza. Alla domanda sulla valutazione dei programmi di formazione attualmente disponibili per il trasporto merci su strada e logistica le risposte sono state prevalentementi negative, divise fra opinioni insoddisfacenti (20 risposte) e "non so" (28 risposte). La conclusione logica è che i programmi di formazione attuali non rispondono alle esigenze dei gestori dei trasporti su strada. Questo messaggio alle aziende suona ancora più urgente, tenuto conto del fatto che la metà degli intervistati pensa che sarà necessario fornire una formazione complementare a tutto il personale o almeno ad una parte del personale nel prossimo futuro. Quando è stato chiesto di descrivere la tipologia di formazione, alcuni dei partecipanti hanno fatto confusione fra argomenti e forme. Ciò che è stato suggerito il più delle volte è l'e-learning, la formazione professionale, la formazione accademica per la certificazione delle competenze, per l acquisizione delle licenze, e per migliorare le abilità informatiche. Le risposte relative alla ulteriore formazione del personale danno la possibilità di delineare un programma adatto a soddisfare le richieste sul il miglioramento delle conoscenze e delle competenze da parte del Road Transport Manager. Quasi la metà degli intervistati ha confermato che i settori più importanti sono le nuove tecnologie, la capacità di gestione e la capacità organizzativa.

16 Figura 10 Aree di formazione su cui il personale avrà bisogno di ulteriore perfezionamento AREAS OF TRAINING Other Logistics Routing of vehicles Dangerous goods Transport engineering Traffic safety Staff Management New technologies Management Organisational skills Figura 11 Tipologia di formazione più adatta per un Road Transport Manager TYPE OF TRAINING External courses/workshops 19% 2% 27% Distance learning 8% 16% 28% Hybrid distance training: face-to-face exam Evening classes Weekend training Other Base: 74 rispondenti Le preferenze per il tipo di formazione per il Road Transport Manager sono abbastanza bilanciate. Sia istruzione tradizionale (aula) che formazione flessibile sono stati definiti appropriati per il Road Transport Manager. Tuttavia, l'apprendimento in aula è ancora popolare, il che è reso evidente dalla somma delle percentuali di corsi esterni, serali e corsi nel fine settimana (totale 54%). La quota di formazione a distanza nella sua forma pura è solo il 27%, ma la tendenza sembra più ottimista, in combinazione con la formazione ibrida. Questa conclusione è importante per le ulteriori attività del progetto, compreso lo sviluppo di materiale didattico (manuale), che dovrebbe adattattarsi sia ad un formazione in aula che flessibile. Coloro che hanno scelto "Altro", hanno specificato che dovrebbe essere formazione pratica (Bulgaria) e i sistemi di ottenimento dei crediti formativi per la qualifica, legato al sistema nazionale dei crediti formativi per ottenere le varie qualifiche in Inghilterra, Irlanda del Nord e Galles (Regno Unito).

17 Figura 12 Aree di conoscenza ritenute importanti AREAS OF KNOWLEDGE Distribution (Physical distribution) Supply chain management Warehouse processes management Methods and models for optimizing the routing of vehicles: theory of traffic flows, GIS Logistics Knowledge and compliance of the Driver Certificate of Professional Competence EU Directive 2003/59 Working with digital tachograph and appliance with the requirements of Regulation 561/2006/EU (Driving & Resting Times for commercial drivers) Transportation of radioactive materials Transport of explosive substances and articles Transport of dangerous goods in tanks Transportation of dangerousgoods by road Health and safety conditions of labour / workforce International regulatory regime Traffic Safety Market access and carriage contracts Business and financial management of the enterprise Professional competence for national road transport Professional competence for international road transport Law carriage contracts and in particular the responsibility of the carrier È evidente che la maggiore richiesta di formazione è legato all uso del tachigrafo digitale e dei regolamenti dell'unione Europea, la sicurezza stradale, la competenza professionale per i sistemi stradali nazionali, questioni legali, le condizioni di salute e sicurezza, logistica, business e la gestione finanziaria. Mentre interesse minimo è stato espresso per il trasporto di materiali radioattivi (accade raramente) e per il trasporto di merci pericolose, che sono una questione specifica e una priorità di formazione già fornita dalle amministrazioni nazionali.

18 L'indagine ha anche mostrato che la formazione è di interesse per il lavoratore, ma la formazione del personale va anche a beneficio le imprese di trasporto su strada. Gli intervistati hanno indicato su una scala da 1 a 5 come pensano che la formazione vada a beneficio dell azienda stessa (da 1 non importante, a 5 molto importante ). Il vantaggio maggiormente riconosciuto consiste nel fatto che la formazione garantisce che i dipendenti siano qualificati nei confronti degli scopi indicati dalla società, e che la formazione migliora la reputazione aziendale. Se analizzate separatamente, come si può vedere, dalle valutazioni con "molto importante" emerge che i rispondenti valutano la formazione finalizzata all attività dell'azienda più importante rispetto alla soddisfazione dei dipendenti. Figura 13 Il benefit più importante che la formazione del personale fornisce alla società WHAT IS MOST IMPORTANT? Employee satisfaction increases. Company reputation improves. 10% 16% 11% 13% Untrained employees benefit by working alongside trained workers. Staff training signals that the company values its workforce. 11% 13% Staff retention increases. 12% 14% Productivity gains are greater than wage increases. Innovation increases. Employees are trained to the exact purposes of the company. Base: 74 rispondenti Va sottolineato che lo scambio di esperienze che si ottiene lavorando con personale addestrato è considerato un beneficio tanto quanto l'aumento della reputazione aziendale. Tuttavia, solo poche aziende offrono stage per gli studenti (Si-19, No-53). Sembra scoraggiante per i giovani che hanno scelto la carriera del Road Transport Manager in quanto è difficile trovare una collocazione nel settore dei trasporti su strada. Le aziende che offrono stage lo fanno all interno di alcuni programmi come il diciottesimo corso di laurea attuato da Royal Mail e dall osservatorio del lavoro (UK), stages e stages per gli studenti stranieri (Italia). In Norvegia, tirocinanti e apprendisti sono parte integrante del sistema di istruzione e formazione professionale norvegese e sono promossi dalle parti sociali come un modulo significativo nell'istruzione e nella formazione professionale e uno strumento di reclutamento per il settore. Sebbene gli stage non sono spesso disponibili, il numero di laureati che dovrebbero essere assunti entro il prossimo anno e nei prossimi 3 e 5 anni è soddisfacente. Una media di 2 studenti saranno assunti in ogni società / associazione, il che sembra una buona prospettiva, considerando che la maggior parte di loro sono piccole e medie imprese.

19 Business Management La maggior parte dei partecipanti al sondaggio ritiene che Road Transport Manager abbia bisogno di acquisire solo una conoscenza di base delle relazioni di mercato e della gestione delle imprese. Questo numero è del 70% più alto di quelli che hanno scelto semplicemente "Sì". Questo non deve essere valutato come una mancanza di ambizioni, ma come un sano realismo. Ciò che è spesso definita sotto la voce conoscenza "di base" è in realtà "scienza applicata", sufficiente per le esigenze della pratica. Ciò sembra ragionevole, in quanto corrisponde alla visioni di ciò che è richiesto ad un Road Transport Manager in termini di gestione aziendale. Bulgaria: la competenza, l'adattabilità, la flessibilità, lo stress da lavoro, la visione - la diplomazia, la lingua, l'equità, "Il manager deve motivare il personale per ottenere risultati ottimali, per organizzare efficaci rapporti commerciali con i clienti, e per coordinare il lavoro di squadra". Italia: conoscenza normativa sulla sicurezza sul lavoro, la sicurezza stradale, la conoscenza fiscale e contributiva; cooperazione - adeguamento alle regole aziendali, ottimizzazione dei processi di distribuzione - gestione del magazzino, conoscenza delle opportunità di mercato; competenze organizzative e professionali, coordinamento volto a migliorare la produttività aziendale - fidelizzazione della clientela, gestione generale. Norvegia: la conoscenza delle relazioni di mercato e gestione delle imprese sarà centrale nel profilo delle future competenze di un Road Transport Manager, alcuni elementi sono stati sottolineati come centrali per la sostenibilità del settore e la sua reputazione: focus su aspetti legislativi e fiscali, regimi IVA, regolamentazione del mercato, salute, ambiente e sicurezza, nonché i principi di base della gestione operativa proficua e responsabile. Spagna: l'organizzazione in aree principali: l'esperienza, la gestione, la conoscenza del traffico, la logistica, le competenze commerciali, di comunicazione, diplomazia, capacità di gestione e una conoscenza nel settore dei trasporti. UK: la motivazione del personale, la comprensione dei costi, la conoscenza di base che le loro azioni influenzano l'azienda nel suo complesso; la comprensione delle tariffe e dei costi e il loro impatto su Profitti e Perdite; il costo effettivo e il proficuo funzionamento della distribuzione stradale compresi i costi di manutenzione e dei danni; comprendere l'attuale clima economico, capire gli autisti e i contratti, le esigenze dei clienti e le regole e i regolamenti, la conoscenza totale di tutta l'operazione (dall'inizio alla fine), per essere finanziariamente consapevoli, sapere qual sia il risvolto economico delle cose dal punto di vista Finanziario/di offerta del lavoro/ Legislativo; essere in grado di gestire l'attività per cui lui o lei lavora come se fosse il come proprio, l'uso efficace del budget disponibile, essere in grado di rimanere competitivi Ulteriori commenti L'iniziativa (KNOW-IN) è notevole e saremo lieti di parteciparvi. Prestare maggiore attenzione al trasporto intermodale e combinato. Il ruolo di un buon Transport Manager coinvolge una gamma molto ampia di competenze, inclusi ma non limitati a: 1. Determinazione dei costi, prezzi e valutazione. 2. Routing per minimizzare i costi e massimizzare i ricavi. 3. La conoscenza della meccanica di Camion e rimorchi. 4. Competenze finanziarie di come leggere bilanci e contabilità Profitti e Perdite. 5. Possibilità di fare il lavoro in autonomia. Tutte le competenze di cui sopra creano un Manager dei trasporti competente.

20 La qualifica e la formazione relativa al Trasporto Responsabile è superata e non pertinente essendo trascorsi molti anni dalla sua introduzione; Il lavoro del Transport Manager non diverrà più facile, e potrebbe essere oggetto di una carenza di competenze nei prossimi anni; Per lavorare nel settore dei trasporti un dipendente deve essere dedicato al tipo di lavoro svolto e deve essere in grado di tenere il passo con tutte le modifiche legislative che si svolgono all'interno del settore. Nel complesso il settore dei trasporti attuale manca una formazione specifica ed uno sviluppo specifico del tipo di lavoro.

ATLEC. Assistive Technology Learning Through A Unified Curriculum. Analisi preliminare del contesto Sintesi. Numero WP Ricerca e analisi dei Titolo WP

ATLEC. Assistive Technology Learning Through A Unified Curriculum. Analisi preliminare del contesto Sintesi. Numero WP Ricerca e analisi dei Titolo WP ATLEC Assistive Technology Learning Through A Unified Curriculum Analisi preliminare del contesto Sintesi Numero WP WP2 Ricerca e analisi dei Titolo WP bisogni formativi Stato Draft 2 Inizio progetto 01/01/2012

Dettagli

GUIDA VELOCE PER TRAINER

GUIDA VELOCE PER TRAINER GUIDA VELOCE ~ 6 ~ GUIDA VELOCE PER TRAINER Perché usare il toolkit di EMPLOY? In quanto membro del personale docente, consulente di carriera, addetto al servizio per l impiego o chiunque interessato ad

Dettagli

I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane

I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane La presente pubblicazione si rivolge ai dirigenti del settore sanitario e ha come obiettivo

Dettagli

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Hanno risposto 32 insegnanti: 15 insegnano nella scuola secondaria inferiore, 17 in quella superiore. 2. Di questo campione, 23 insegnano

Dettagli

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Buone pratiche nell uso di ambienti di apprendimento collaborativo quali strumenti per favorire la creatività ed identificazione di modelli di successo nel settore metalmeccanico

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari

Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari Obiettivi di apprendimento Sono sempre di più le aziende interessate ad approfondire la conoscenza degli strumenti di collaborazione per migliorare la propria

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER PROFESSIONAL DELLE HUMAN RESURCES

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER PROFESSIONAL DELLE HUMAN RESURCES CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER PROFESSIONAL DELLE HUMAN RESURCES Il modello metodologico seguito per la progettazione di questo corso privilegia la centratura sull'apprendimento degli adulti inseriti in

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane

Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane Quadro di riferimento Le opzioni per le aziende per crescere e garantirsi continuità incrementano: si acquisiscono imprese o

Dettagli

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY 1 Quasi dimezzate rispetto al 2009 le imprese che considerano la Corporate Responsibility come parte integrante della

Dettagli

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE Di Antonella Della Rovere (luglio 2003) L ambiente accademico sta attraversando un momento di profonda trasformazione: la riforma dei corsi di studio

Dettagli

FORMAZIONE DI MANTENIMENTO IVASS ANNO 2013

FORMAZIONE DI MANTENIMENTO IVASS ANNO 2013 1. PROGETTO FORMATIVO FORMAZIONE DI MANTENIMENTO IVASS ANNO 2013 Si tratta di un iniziativa formativa svolta in ottemperanza ai disposti del Regolamento Isvap n 5 del 16 ottobre 2006, focalizzata su: mantenimento

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO 20.9.2008 C 241/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 16 maggio

Dettagli

Corsi di Formazione Linguistica In aula o in webinar audio video conferenza SUMMER SCHOOL - SHORT COURSE

Corsi di Formazione Linguistica In aula o in webinar audio video conferenza SUMMER SCHOOL - SHORT COURSE Corsi di Formazione Linguistica In aula o in webinar audio video conferenza SUMMER SCHOOL - SHORT COURSE LIN 01 LIN 02 LIN 03 LIN 04 General Skills Elementary English Course General Skills Pre Intermediate

Dettagli

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience.

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience. LOGISTIC MANAGER. CONTESTO: La figura professionale Logistic Manager trova la sua collocazione in aziende operanti nell ambito del trasporto/logistica, di media/piccola o grande dimensione, in cui v è

Dettagli

10 anni di Certificazioni Informatiche

10 anni di Certificazioni Informatiche Osservatorio su Formazione e Certificazione Informatica nell Università e nella Scuola 10 anni di Certificazioni Informatiche nelle Università Italiane Luisa Mich Didamatica - Trento, 22 aprile 2009 Schema

Dettagli

MASTER HUMAN RESOURCES MANAGEMENT SVILUPPO GESTIONE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE 6 FEBBRAIO 2016. www.timevision.it - info@timevision.

MASTER HUMAN RESOURCES MANAGEMENT SVILUPPO GESTIONE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE 6 FEBBRAIO 2016. www.timevision.it - info@timevision. MASTER HUMAN RESOURCES MANAGEMENT SVILUPPO GESTIONE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE 6 FEBBRAIO 2016 www.timevision.it - info@timevision.it TIME VISION Nata nel 2001, TIME VISION è: AGENZIA FORMATIVA accreditata

Dettagli

1) Il Programma Operativo Nazionale 2007-2013 Competenze per lo Sviluppo

1) Il Programma Operativo Nazionale 2007-2013 Competenze per lo Sviluppo Pagina1 Allegato A Monitoraggio delle formazioni docenti PON 2010/2011 e richieste specifiche per la valutazione e il monitoraggio delle azioni PON DIDATEC corso base e corso avanzato 1) Il Programma Operativo

Dettagli

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Gestione dei processi di vendita Master di I livello L Università degli Studi di Torino Dipartimento di Management, attraverso il Bando

Dettagli

OPQ Profilo CCSQ. Manager Report - Ruoli di interfaccia con il cliente. Nome Sig. Sample Candidate. Data 19 settembre 2013. www.ceb.shl.

OPQ Profilo CCSQ. Manager Report - Ruoli di interfaccia con il cliente. Nome Sig. Sample Candidate. Data 19 settembre 2013. www.ceb.shl. OPQ Profilo CCSQ Manager Report - Ruoli di interfaccia con il cliente Nome Sig. Sample Candidate Data 19 settembre 2013 www.ceb.shl.com INTRODUZIONE Questo SHL Manager Report aiuta a stabilire il livello

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTA DI ECONOMIA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI 1. Corsi di laurea L offerta formativa della Facoltà di Economia

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Liceo Scientifico "Corradino D'Ascanio" Montesilvano

Liceo Scientifico Corradino D'Ascanio Montesilvano Liceo Scientifico Statale Galilei Pescara - Capofila - Liceo Scientifico Statale D Ascanio - Montesilvano Scuola Secondaria I Grado Rossetti-Mazzini Pescara Associazione Focolare Maria Regina onlus che

Dettagli

Il Portfolio Europeo delle Lingue

Il Portfolio Europeo delle Lingue Il Portfolio Europeo delle Lingue Una guida introduttiva per aziende, enti pubblici e associazioni in genere Il Portfolio Europeo delle Lingue propone standard internazionali che permettono di misurare

Dettagli

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale Associazione DAGUS www.associazionedagus.it associazione.dagus@gmail.com. 1 Lo psicologo in azienda L analisi e la promozione

Dettagli

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio CENTRO STUDI Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni Progetto Confetra Lazio: Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio Roma, maggio 2011 PROGETTO REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DELLA

Dettagli

TECNICO INFORMATICO WEB MASTER

TECNICO INFORMATICO WEB MASTER TECNICO INFORMATICO WEB MASTER Corso di Formazione Professionale Por Puglia 2000-2006 Complemento Di Programmazione Asse III Mis. 3.4 - Az. a) Unione Europea Fondo Sociale Europeo REGIONE PUGLIA Assessorato

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

Fondimpresa Avviso 5/2015. Piano Territoriale Codice Piano POI1444908731677

Fondimpresa Avviso 5/2015. Piano Territoriale Codice Piano POI1444908731677 Fondimpresa Avviso 5/2015 Piano Territoriale Codice Piano POI1444908731677 Sintesi dei Piano Il Piano PointConnecting" coinvolge aziende del territorio campano, accomunate da piani di investimento volti

Dettagli

ENGLISH STUDIONLINE. INGLESE E GIAPPONESE prezzo. lingua di erogazione del corso. durata abbonamen to. durata corso. azienda erogatrice

ENGLISH STUDIONLINE. INGLESE E GIAPPONESE prezzo. lingua di erogazione del corso. durata abbonamen to. durata corso. azienda erogatrice ENGLISH STUDIONLINE INGLESE E GIAPPONESE prezzo durata corso lingua di erogazione del corso durata abbonamen to azienda erogatrice Corso preparazione al TOEFL 60,00 20 ore inglese English Studio Corso

Dettagli

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE A E ATELIER EUROPEO in collaborazione con MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE Atelier Europeo, in collaborazione con la Fondazione Politecnico di Milano, allo scopo di incrementare

Dettagli

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE A E ATELIER EUROPEO in collaborazione con MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE con il patrocinio di Comune di Brescia Atelier Europeo, in collaborazione con la Fondazione Politecnico

Dettagli

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione Introduzione Perché il controllo di gestione? L azienda, come tutte le altre organizzazioni, è un sistema che è rivolto alla trasformazione di input (risorse tecniche, finanziarie e umane) in output (risultati

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 9-15 giugno 2003. Schede telefoniche attivate ad insaputa dei clienti. E-government: il punto dei Garanti europei

Newsletter. Notiziario settimanale 9-15 giugno 2003. Schede telefoniche attivate ad insaputa dei clienti. E-government: il punto dei Garanti europei Newsletter Notiziario settimanale Versione ottimizzata per la stampa Schede telefoniche attivate ad insaputa dei clienti E-government: il punto dei Garanti europei 1 Newsletter 2003 IL GARANTE DENUNCIA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico INDAGINE SULLA CUSTOMER SATISFACTION DELL "HELPDESK REACH 214 Sintesi dei risultati Roma, febbraio 215 Indagine sulla customer satisfaction dell Helpdesk REACH - 214

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

Metrika La formazione linguistica, una scelta di politica aziendale

Metrika La formazione linguistica, una scelta di politica aziendale Metrika La formazione linguistica, una scelta di politica aziendale Un importante tema dello sviluppo organizzativo è la valutazione della redditività degli investimenti. Quando si tratta, come per la

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM)

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) (Approvata nella seduta del 20 DICEMBRE 2013) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014

Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della scuola Indagine sulla soddisfazione lavorativa e le condizioni di lavoro dei docenti delle scuole cantonali - 2014 Giugno 2015

Dettagli

Le piccole e medie imprese danno la giusta importanza al disaster recovery?

Le piccole e medie imprese danno la giusta importanza al disaster recovery? Studio Technology Adoption Profile personalizzato commissionato da Colt Settembre 2014 Le piccole e medie imprese danno la giusta importanza al disaster recovery? Introduzione Le piccole e medie imprese

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT POLITECNICO DI MILANO SCHOOL OF MANAGEMENT PERCORSI EXECUTIVE SUPPLY CHAIN MANAGEMENT Gestione Strategica degli Acquisti / Logistica Distributiva 11 EDIZIONE NOVEMBRE 2013 OTTOBRE 2014 PERCORSI EXECUTIVE

Dettagli

CONSORZIO IMPRESE CANAVESANE

CONSORZIO IMPRESE CANAVESANE IMPRESE CANAVESANE Sistema Qualità Certificato ISO 9001 (N. 50 100 1910) Ivrea, 29 gennaio 2009 Alle Aziende del Canavese Loro Sedi alla c.a. del Legale Rappresentante e del Responsabile delle Risorse

Dettagli

Realizzare la valutazione inclusiva

Realizzare la valutazione inclusiva LA VALUTAZIONE NELLE CLASSI COMUNI IT Realizzare la valutazione inclusiva La fase conclusiva del progetto La valutazione nelle classi comuni dell Agenzia ha visto un dibattito e una spiegazione del concetto

Dettagli

INDICE COME DOVREBBE EVOLVERSI LA NOSTRA STRUTTURA PER RAGGIUNGERE LA NOSTRA VISIONE... 4 IV- LE NOSTRE PRIORITÀ STRATEGICHE...4

INDICE COME DOVREBBE EVOLVERSI LA NOSTRA STRUTTURA PER RAGGIUNGERE LA NOSTRA VISIONE... 4 IV- LE NOSTRE PRIORITÀ STRATEGICHE...4 Consiglio di amministrazione CENTRO DI TRADUZIONE DEGLI ORGANISMI DELL UNIONE EUROPEA STRATEGIA 2008-2012 CT/CA-017/2008IT INDICE I- LA RAISON D ÊTRE DEL CENTRO...3 I-1. LA NOSTRA MISSIONE... 3 I-2. IL

Dettagli

ELABORAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO FORMAZIONE DIRIGENTI E DOCENTI

ELABORAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO FORMAZIONE DIRIGENTI E DOCENTI ELABORAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO FORMAZIONE DIRIGENTI E DOCENTI Premessa La Campagna Straordinaria rivolta alle Scuole ha previsto anche la realizzazione di interventi formativi rivolti a docenti

Dettagli

PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA

PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA L accesso all informazione è un diritto fondamentale di ogni studente, con o senza disabilità e/o specifiche

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Innovazione nella Formazione Linguistica Aziendale

Innovazione nella Formazione Linguistica Aziendale Innovazione nella Formazione Linguistica Aziendale INTUITION Via P. Veronese, 3 Bologna, 40133 Tel 051.569462 - Fax 051.6199853 info@intuition.it - www.intuition.it InTuition InTuition Un team di esperti

Dettagli

EURES: strumento per favorire e migliorare la mobilità del lavoro europeo

EURES: strumento per favorire e migliorare la mobilità del lavoro europeo EURES: strumento per favorire e migliorare la mobilità del lavoro europeo Puntare sul futuro Vivere e lavorare in un altro paese è un opportunità molto interessante per i cittadini europei di tutte le

Dettagli

IL PESO DELLE CAPACITA NELL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DISTINTIVE

IL PESO DELLE CAPACITA NELL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DISTINTIVE IL PESO DELLE CAPACITA NELL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DISTINTIVE cristina.andreoletti@praxi.com www.ideamanagement.it I www.praxi.com I www.khc.it www.ideamanagement.it I www.praxi.com 1 PREMESSA PREMESSA

Dettagli

LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE

LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE LA CAR POLICY UNO STRUMENTO IN CONTINUA EVOLUZIONE La presente pubblicazione è stata realizzata in collaborazione con Centro Studi Fleet & Mobility e

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia MARKETING MANAGEMENT Master serale Anno Accademico 2010-2011 Master universitario di primo livello Facoltà di Economia Presentazione La gestione delle relazioni con i mercati è elemento fondamentale del

Dettagli

Una esperienza di formazione e ricerca nel settore turistico: il progetto "Nuove professionalità per il mercato del lavoro Veneto".

Una esperienza di formazione e ricerca nel settore turistico: il progetto Nuove professionalità per il mercato del lavoro Veneto. Una esperienza di formazione e ricerca nel settore turistico: il progetto "Nuove professionalità per il mercato del lavoro Veneto". M. Fontana*, C. Felicioni** *Cultore della materia, Dip. di Psicologia

Dettagli

Labour market intelligence in Europa

Labour market intelligence in Europa Labour market intelligence in Europa di Mara Brugia* e Antonio Ranieri** Dal nostro punto di osservazione che è quello di chi guarda all insieme del sistema europeo della formazione professionale e del

Dettagli

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano FocusReport3 agosto 2014 KIBS: il percorso della conoscenza Filcams-CGIL Fisascat-CISL Uiltucs-UIL Secondo i dati forniti dall Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio Industria Artigianato

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CONSULTAZIONE DI ISTITUZIONI ED ATTORI SOCIALI ED ECONOMICI

LINEE GUIDA PER LA CONSULTAZIONE DI ISTITUZIONI ED ATTORI SOCIALI ED ECONOMICI LINEE GUIDA PER LA CONSULTAZIONE DI ISTITUZIONI ED ATTORI SOCIALI ED ECOMICI 0. INDICE 0. INDICE... 1 1. LINEE GUIDA EUROPEE E RMATIVA NAZIONALE... 2 2. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA CONSULTAZIONE... 3

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI UNIVERSITA DEGLI STUDI Niccolò Cusano TELEMATICA ROMA NUCLEO DI VALUTAZIONE Via Don Carlo Gnocchi, 3 00166 Roma DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE

Dettagli

Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. 4. Quadro generale delle attività formative p. 5. Struttura didattica e sistemi di valutazione

Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. 4. Quadro generale delle attività formative p. 5. Struttura didattica e sistemi di valutazione Sommario Caratteri e finalità del corso Obiettivi formativi p. 3 Definizione delle conoscenze richieste per l accesso p. 4 Ambiti professionali tipici p. 4 Prospettive formative successive p. 4 Quadro

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE

CORSO DI ALTA FORMAZIONE CORSO DI ALTA FORMAZIONE TITOLO DEL CORSO Sales Manager TIPOLOGIA FORMATIVA DEL PROGETTO Formazione professionale PROFILO PROFESSIONALE Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di gestire tutte

Dettagli

Formative Assessment: Improving Learning in Secondary Classrooms. Valutazione formativa: migliorare l apprendimento nella scuola secondaria

Formative Assessment: Improving Learning in Secondary Classrooms. Valutazione formativa: migliorare l apprendimento nella scuola secondaria Formative Assessment: Improving Learning in Secondary Classrooms Summary in Italian Valutazione formativa: migliorare l apprendimento nella scuola secondaria Riassunto La valutazione fa parte integrante

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ. Procedure del Sistema di Gestione per la Qualità. Scuola Secondaria Superiore. Formazione individuale

CARTA DELLA QUALITÀ. Procedure del Sistema di Gestione per la Qualità. Scuola Secondaria Superiore. Formazione individuale Scuola Secondaria Superiore Formazione individuale Servizi scolastici pomeridiani Via Oss Mazzurana n 8 38122 TRENTO Qualificazione professionale Corsi FSE tel. 0461 233043 fax 0461 222441 Presa d'atto

Dettagli

INDAGINE SULLA SEGNALETICA STRADALE 2008

INDAGINE SULLA SEGNALETICA STRADALE 2008 INDAGINE SULLA SEGNALETICA STRADALE 2008 SI TESI DEI RISULTATI Ottobre 2008 I segnali sulle strade d Europa: troppi e mal collocati Perdersi non è mai stato così facile Il 61% degli automobilisti considera

Dettagli

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le ACCENTURE SPA Profilo Azienda Accenture è un'azienda globale di Consulenza Direzionale, Servizi Tecnologici e Outsourcing che conta circa 323 mila professionisti in oltre 120 paesi del mondo. Quello che

Dettagli

Promuovere la formazione di capitale umano d eccellenza

Promuovere la formazione di capitale umano d eccellenza Promuovere Il problema In società sempre più basate sulla conoscenza, una delle condizioni necessarie ad affrontare con successo il processo di riqualificazione del sistema economico è la disponibilità

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Marketing Management - serale

Marketing Management - serale Marketing Management - serale Master Universitario di primo livello Facoltà di Economia X edizione Anno Accademico 2013/2014 Presentazione La gestione delle relazioni con i mercati è elemento fondamentale

Dettagli

Corso Young Business English Il Business English a Londra per giovani Studente, neolaureato o ai primi passi della carriera?

Corso Young Business English Il Business English a Londra per giovani Studente, neolaureato o ai primi passi della carriera? Con possibilità di stage successivo in Inghilterra in un settore di business di tuo interesse Corso Young Business English Il Business English a Londra per giovani Studente, neolaureato o ai primi passi

Dettagli

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA

STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA STARTING UP CORSO AVANZATO DI PROMOZIONE DELLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE INIZIATIVA APERTA A STUDENTI E LAUREATI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA 10 GIORNATE DI AULA E 3 MESI IN AZIENDE INNOVATIVE 1

Dettagli

Comparazione dei Risultati dell Indagine

Comparazione dei Risultati dell Indagine Comparazione dei Risultati dell Indagine DOCTAE (Agr. nr. 2007-1983 001/001) Questo progetto è stato finanziato con il supporto della Commissione Europea. Questo documento riflette unicamente il punto

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice

ACCORDO in materia di. ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM. Indice ACCORDO in materia di ANTICIPAZIONE del CAMBIAMENTO e dell EVOLUZIONE in ALSTOM Stipulato da: ALSTOM, rappresentata da Patrick Dubert, E: la FEM (Federazione Europea Metalmeccanici), rappresentata da Bart

Dettagli

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

SUPPORTO ALL OCCUPAZIONE E ALL INCLUSIONE SOCIALE NELLE SCUOLE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL VIETNAM

SUPPORTO ALL OCCUPAZIONE E ALL INCLUSIONE SOCIALE NELLE SCUOLE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL VIETNAM SEDE DI HANOI Iniziativa SUPPORTO ALL OCCUPAZIONE E ALL INCLUSIONE SOCIALE NELLE SCUOLE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL VIETNAM - Missione di formulazione TERMINI DI RIFERIMENTO I. Informazioni generali

Dettagli

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa Università degli Studi di Padova Servizio Stage e Mondo del Lavoro Occupazione e professionalità nelle imprese venete di consulenza amministrativa, fiscale, legale e notarile Progetto FSE Ob. 3 Mis. C1

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

Operatore bancario/ Operatrice bancaria

Operatore bancario/ Operatrice bancaria AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Operatore bancario/ Operatrice bancaria Ordinamento formativo per l'apprendistato professionalizzante 1. Descrizione del profilo

Dettagli

SME INTEGRATION GUIDE. SMALL and MEDIUM-SIZED ENTERPRISES

SME INTEGRATION GUIDE. SMALL and MEDIUM-SIZED ENTERPRISES SME SMALL and MEDIUM-SIZED ENTERPRISES INTEGRATION GUIDE IT With financial support from the European Union Sole responsibility lies with the author and the Commission is not responsible for any use that

Dettagli

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0)

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) E necessario rispondere a tutte le domande riportate di seguito, selezionando la risposta ritenuta migliore o quella che meglio descrive

Dettagli

Facciamo Sicurezza. Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico

Facciamo Sicurezza. Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico Facciamo Sicurezza Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico 1 Indice Premessa Finalità e destinatari dell intervento Metodologia

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE. Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE. Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006 COMPETENZA S P I R I T O D I I N I Z I A T I V A E D I I M P R E N D I T O R I A L I T A DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006

Dettagli

Sviluppo di strumenti di supporto alla gestione del processo di stima dei costi delle commesse di ingegneria

Sviluppo di strumenti di supporto alla gestione del processo di stima dei costi delle commesse di ingegneria QUALITA GRANDI IMPRESE Sviluppo di strumenti di supporto alla gestione del processo di stima dei costi delle commesse di ingegneria sistematizzare e standardizzare le modalità operative da adottare nei

Dettagli

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private.

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private. Chi siamo Nata nel 1999, Energy Consulting si è affermata sul territorio nazionale fra i protagonisti della consulenza strategica integrata nel settore delle energie con servizi di Strategic Energy Management

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Rocco Micciolo Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Università degli Studi di

Dettagli

COME ARCELORMITTAL AUMENTA LA PRODUTTIVITA

COME ARCELORMITTAL AUMENTA LA PRODUTTIVITA COME ARCELORMITTAL AUMENTA LA PRODUTTIVITA UNA TECNOLOGIA SOLIDA COME L ACCIAIO GRAZIE A M-SOFT Yvo van Werde non avrebbe mai immaginato che il sistema pioneristico che aveva contribuito a sviluppare 19

Dettagli

IL FUTURO. DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo. II Edizione

IL FUTURO. DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo. II Edizione DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo II Edizione 3 2 chi siamo p 3 l' INDAGINE p 4 SCENARIO p 6 LA VENDITA previsioni CONCLUSIONI p14 p20 p24 3 Chi siamo AIGO è una società di consulenza in marketing e comunicazione

Dettagli