Una strategia per le future PMI a intensità di conoscenza del settore trasporti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una strategia per le future PMI a intensità di conoscenza del settore trasporti"

Transcript

1 WP 2 Rilascio 2.3 Una strategia per le future PMI a intensità di conoscenza del settore trasporti KNOW-IN. PMI a conoscenza intensiva nel settore trasporto merci su su gomma. Per una nuova generazione di Road Managers, di intuito fine, completi e orientati alla sostenibilità del trasporto merci su gomma PROGETTO NUMERO LLP ES-LEONARDO-LMP Co-finanziato da LIFELONG LEARNING PROGRAMME ( ) Questa è una delle attività del progetto KNOW IN che è stato finanziato con il supporto della Commissione Europea. Questo documento riflette le posizioni dei soli partners del progetto e non della Commissione che non può essere pertanto ritenuta responsabile di qualsivoglia uso che può essere fatto delle informazioni contenute al suo interno.

2 Questa versione presenta il profilo del nuovo Transport Manager Europeo (EU-RTM) definito sulla base della sintesi dei risultati ottenuti dalla ricerca sul campo confrontati con quelli della ricerca a tavolino. L analisi svolta intende riportare opportunità e vincoli che caratterizzano nell Unione Europea il settore del trasporto merci su gomma. Questo documento illustra le competenze fondamentali che i transport managers devono possedere per adattarsi ai cambiamenti ambientali; per affrontare il reclutamento e la difficoltà di fidelizzazione di personale; per ridurre le pericolose emissioni inquinanti e divenire più rispettosi dell ambiente. Il documento descrive le maggiori barriere e/o incentivi che le società di trasporto incontrano nell introdurre metodi innovativi di formazione nel settore dei trasporti; i maggiori vantaggi effettivi derivanti dalla maniera di gestire le PMI a conoscenza intensiva; nonché i possibili benefici che potrebbero motivare le compagnie di trasporto ad investire in attività di formazione per promuovere e migliorare le conoscenze e gli skills del personale. Sulla base del questionario, volto soprattutto ad identificare i principali bisogni delle PMI del settore, i partners hanno presentato ciascuno i risultati ottenuti dalla ricerca sul campo (sondaggio) in ambito nazionale. Questo rapporto transnazionale riassume quindi i risultati dell indagine in modo da tracciare i contorni di una idonea strategia per le PMI a conoscenza intensiva del settore trasporti. I contenuti di questo documento saranno resi disponibili a beneficio delle associazioni VET del settore, consulenti, partecipanti al progetto ed altre parti interessate.

3 Sommario della relazione L obiettivo del WP2 era di definire i contorni della conoscenza, skills e competenze necessarie ai Transport managers dell Unione Europea (EU-RTM) per implementare una strategia per le future imprese di trasporto PMI a conoscenza intensiva. I Partners del progetto KNOW-IN hanno usato due differenti approcci ricerca a tavolino e sul campo per scoprire le principali barriere e/o incentivi che le compagnie di trasporti devono affrontare quando introducono metodi innovativi di apprendimento nel settore dei trasporti; i maggiori vantaggi effettivi derivanti dalla maniera di gestire le PMI a conoscenza intensiva; nonché i possibili benefici che potrebbero motivare le compagnie di trasporto ad investire in attività di formazione per promuovere e migliorare le conoscenze e gli skills del personale. Nella ricerca a tavolino si sono sintetizzati i nuovi requisiti richiesti dal settore trasporto su strada in armonia con gli standards e le direttive dell Unione Europea. Inoltre sono state raccolte prove evidenti che dimostrano i benefici derivanti in generale per le PMI dall impiego di un management a intensità di conoscenza così come gli effetti rivenienti dalle modalità ICT di apprendimento decentralizzato ed indipendente sul posto di lavoro. Questa panoramica sul settore dei trasporti su strada è stata completata con uno studio in casa attraverso l indagine effettuata durante il periodo della ricerca sul campo. I concetti teorici sono stati verificati con le realtà pratiche di un numero di rispondenti (sufficiente e abbastanza rappresentativo per le occorrenze del progetto) formato da compagnie/associazioni differenti per dimensione, attività e livello operativo (nazionale e internazionale) ecc. Il risultato ottenuto ha dimostrato che il modello di management a intensità di conoscenza nel settore trasporti su gomma, viene applicato soltanto da un numero molto ristretto di società, e che esiste una molteplice quantità di barriere per l innovazione di apprendimento. Comunque esistono anche delle buone prassi così come delle buone idee sulla maniera di implementare le conoscenze, gli skills e le competenze dei road transport managers. E una sfida per i partners KNOW-IN che sulla base dei risultati ottenuti dalla ricerca sul campo e sul modello Europeo di qualifica (EQF) specificato per i Road managers, dovrebbero sviluppare una piattaforma di apprendimento info-formativo che contribuirà al raggiungimento dell obiettivo fondamentale del progetto

4 Indice Sommario della relazione Ricerca sul campo, obiettivi e metodologia Motivazione Obiettivi Metodologia Determinazione degli scopi della raccolta dati come base di sviluppo Sviluppo del questionario Conduzione dell indagine come fattibile attività Contenuti del Questionario Identificazione Amministrazione / compliance Pianificazione delle attività Rapporti con la clientela Rapporti con il personale e gli autisti Manutenzione dei veicoli Comunicazioni Abilità personali Coordinamento Business management Commenti ulteriori Analisi dei Risultati Campione Amministrazione Pianificazione delle attività Rapporti con i Clienti Rapporti con lo staff e gli autisti Manutenzione dei veicoli Comunicazione Abilità personali Coordinamento Business management Commenti aggiuntivi Verso una strategia per le future PMI dei trasporti a conoscenza intensiva Conclusioni... 23

5 1. RICERCA SUL CAMPO OBIETTIVI E METODOLOGIA 1.1. Motivazione La ricerca a tavolino ha fornito un idea del profilo professionale del Road Transport manager. Essa ha chiarito la funzione dei vettori esterni ed interni che influenzeranno il settore ed incideranno sulla conoscenza abilità e requisiti di competenze richieste in un breve futuro al RTM. Questa ha dimostrato anche la necessità di attuare una formazione permanente, che però la natura del settore dei trasporti può rendere difficile da intraprendere. Perciò ulteriori ricerche a tavolino sono state effettuate per ricercare metodi innovativi per attuare la formazione permanente e per mettere in rilievo i benefici che la formazione può portare all impresa. I partners del progetto KNOW-IN hanno sviluppato un questionario basato sulle indicazioni fornite dalla ricerca a tavolino. La ricerca sul campo ha avuto per obiettivo l esplorazione di quali siano i requisiti di conoscenza e abilità richieste oggi all EU-RTMT e quelle considerate necessarie per un prossimo futuro. I risultati attesi erano di scoprire come le PMI del settore si stanno conformando o sono in procinto di identificare una strategia per il sostegno del management a conoscenza intensiva Obiettivi Il sondaggio intendeva investigare la domanda di formazione dello staff all interno dell intera categoria di attori del settore trasporti su strada. I suoi specifici scopi erano: Rilevare le prassi esistenti in temini di formazione del personale; Identificare le necessarie conoscenze, skills e competenze; Esaminare i principali skill tecnici e sociali necessary per compiere il proprio lavoro come road transport manager a conoscenza intensiva; Il questionario è stato focalizzato sulle 9 principali incombenze lavorative dell EU-RTM identificate nella ricerca a tavolino: o Amministrativo/compliance Business management Pianificazione delle attività Rapporti con la clientela Rapporti con il personale e gli autisti Manutenzione veicoli Communicazione Abilità personali Coordinamento Le informazioni raccolte dovrebbero determinare quali sono i fondamentali bisogni dei managers impiegati nelle compagnie/associazioni di trasporti su strada e come migliorare le loro conoscenze, abilità e competnze Metodologia La metodologia di raccolta dei dati ha incluso i seguenti passaggi: Determinazione degli scopi della raccolta dati come base di sviluppo I risultati nazionali della ricerca sul campo riportati da ogni partner del progetto KNOW-IN è servita come base per lo sviluppo del terzo rilascio del WP2: D.2.3 Una strategia per le future PMI del trasporto a conoscenza intensiva.

6 Il documento illustra le principali incombenze/competenze necessarie ai Road transport managers per adattarsi ai cambiamenti ambientali; per affrontare il reclutamento e la difficoltà di fidelizzazione di personale; per ridurre le pericolose emissioni inquinanti e divenire più rispettosi dell ambiente. Il documento descrive le maggiori barriere e/o incentivi che le società di trasporto incontrano nell introdurre metodi innovativi di formazione nel settore dei trasporti; i maggiori vantaggi efettivi derivanti dalla maniera di gestire le PMI a conoscenza intensiva; nonché i possibili benefici che potrebbero motivare le compagnie di trasporto ad investire in attività di formazione per promuovere e migliorare le conoscenze e gli skills del personale Sviluppo del questionario Questo compito è stato affidato alla VTU ma la squadra di CORTE ha contribuito in maniera importante alla stesura della versione finale. Nel compilare l insieme di domande considerando anche i diversi tipi di rispondenti (società di logistica, compagnie di trasporto ecc.) Anche i suggerimenti forniti dagli altri partners sono stati tenuti in considerazione prima di testare il questionario su un numero di società tramite interviste effettuate da VTU a dal team di CORTE. Come risultato ne è derivato che i partners belgi hanno suggerito piccoli cambiamenti dei contenuti del questionario. Dopo che il questionario è stato approvato da tutti i partners del progetto KNOW-IN è stato tradotto in tutte le lingue nazionali/ufficiali dei Paesi partner: Bulgaro, Francese, Italiano, Norvegese, Spagnolo Conduzione dell indagine come fattibile attività E stato deciso che ogni partner avrebbe dovuto erogare 15 questionari debitamente compilati da appropriati rispondenti. La maniera migliore di erogazione sarebbe tramite e/o l uso di contatti telefonici/skype. Tutti i partners hanno concordato che laddove possibile si sarebbero effettuate interviste dirette in maniera da raccogliere un feedback migliore sotto il profilo qualitativo nonché suggerimenti su come migliorare conoscenze, abilità e competenze dei road transport managers. Comunque, a causa della ristrettezza dei tempi e del periodo delle ferie estive, alcune società non hanno risposto alle loro inviate contenenti i questionari. Un'altra ragione per la quale alcune società non hanno risposto è stata perché sentivano di non aver nulla di importante da comunicare che secondo loro potesse contribuire al raggiungimento degli obiettivi del sondaggio.

7 2. CONTENUTI DEL QUESTIONARIO Il questionario è stato suddiviso in 11 sezioni. La prima raccoglieva informazioni demografiche delle società rispondenti e l ultima, sezione 11, chiamata Commenti aggiuntivi ha dato una opzione per i rispondenti di esprimere le loro opinioni, raccomandazioni e suggerimenti. Le nove principali sezioni sono state elaborate in previsione delle informazioni che ci si attendeva di ottenere e che formano la parte sostanziale dei contenuti del questionario Identificazione La prima sezione raccoglieva informazioni generali riguardanti la compagnia dei rispondenti. Il sondaggio non era anonimo in quanto veniva richiesto il nome della Società. I rispondenti dovevano anche confermare: la dimensione dell impresa; il settore principale di attività; l area geografica delle operazioni dell impresa. Informazioni personali collegate solo alla loro posizione corrente in seno all impresa. (Proprietario, Senior manager, Manager a livello intermedio) ed il dipartimento lavorativo di appartenenza 2.2. Amministrazione/Compliance Le domande di questa sezione tendevano ad evidenziare le conoscenze fondamentali e le abilità di base necessarie per il manager impegnato nella società di trasporti su strada in relazione alle problematiche fiscali ed alla conoscenza delle lingue straniere Pianificazione delle attività Le informazioni richieste in questa parte riguardavano le conoscenze e abilità fondamentali, che un Road transport manager deve possedere in relazione alla pianificazione di attività, e che includono conoscenza della tecnologia, dei computers e della legislazione rilevante applicata al settore dei trasporti su gomma Rapporti con la clientela Per valutare le prestazioni dei road transport managers in relazione alla clientela, il sondaggio prevedeva domande riguardanti le abilità e le più importanti competenze personali necessarie per intrattenere rapporti con la clientela e come le imprese forniscono addestramento al loro personale. Ai rispondenti è stato richiesto di identificare le prime 5 (su 17) competenze personali da loro considerate essenziali per il trattamento della clientela (Amichevole, determinato, affidabile, calmo, diplomatico, motivante, diretto, coscienzioso, paziente coraggioso, ottimista, loquace, flessibile, con spirito di iniziativa problem solving, obiettivo, onesto, esperto) Rapporti con il personale e Autisti Per identificare le abilità necessarie per mantenere un sano clima lavorativo, le domande in questa sezione, hanno considerato le abilità del RTM necessarie per gestire situazioni di stress, accettando le critiche e la conoscenza delle leggi e dei regolamenti concernenti l uso di alcolici ed il riconoscimento pratico dell uso di sostanze psicotrope. La valutazione doveva essere fatta su una scala di rating di 4 livelli Manutenzione veicoli La domanda rivolta al controllo dell importanza della conoscenza di entrambi i problemi sia tecnici che appaiono nei veicoli, sia specifici dei sistemi come il tracciamento dei veicoli e rimorchi, sistemi di comunicazione di bordo, programmazione e tracciamento veicolare computerizzati, sistemi di navigazione satellitare ecc.

8 2.7. Comunicazione La domanda era rivolta a valutare le abilità di comunicazione su una scala di rating a quattro livelli. I rispondenti devono determinare se un road manager necessita di apprendere tecniche per la gestione dei conflitti Abilità personali Ai rispondenti è stato richiesto di fornire dettagli dei diversi livelli di percorso formativo dei road transport managers nella loro impresa. La stessa scala è stata usata anche per domandare quale fosse il percorso ideale di formazione di un road transport manager in termini di esperienza minima di lavoro e le possibili risposte Coordinamento Questa sezione contiene domande mirate ad scoprire se l impresa fornisce formazione per I road transport managers; la percentuale di road transport managers che nell impresa negli ultimi cinque anni hanno frequentato un corso di formazione e nel prossimo futuro sarà necessario fornire ulteriore formazione al personale per incrementare la loro competernza nel trasporto merci su strada. Ai rispondenti è stato richiesto di di descrivere le aree e le forme di apprendistato nelle loro imprese così come i benefici per gli apprendisti e per I datori di lavoro. Sono state incluse domande aggiuntive per venire a sapere se le imprese/associazioni offrono internship agli studenti nelle imprese (descrivere la forma) e per il numero di laureati che l impresa ritiene di assumere entro tre periodi (un anno, 3 anni, 5 anni) Business management La richiesta per un lavoratore dei trasporti di aquisire conoscenza delle relazioni di mercato e di businness management aveva 4 gradi di valutazione. Il rispondente perciò aveva l opportunità di fornire ulteriori dettagli riguardo a ciò che si richiede in termini di business management Commenti aggiuntivi L ultima sezione, 11, chiamata Commenti aggiuntivi dà la possibilità ai rispondenti di esprimere ulteriori opinioni, raccomandazioni e suggerimenti che essi possono avere riguardo al Road Transport Manager ed alle abilità e requisiti di addestramento del suo ruolo.

9 3. ANALISI DEI RISULTATI DELL INDAGINE 3.1. Campione Il numero dei rispondenti è pari a 7 unità (UK-23, IT-18, BG-17, ES-13, NO -3). La maggior parte dei partecipanti all indagine lavora come manager, la metà come senior manager. 22% dei rispondenti sono anche padroni, ma va sottolineato che nelle microimprese svolgono i compiti di un dirigente (CEO). Tavola 1 Ruolo dei rispondenti nell impresa POSITION 40% 22% Owner Senior manager 38% Manager on intermediate level Base: 74 rispondenti L'analisi ha mostrato che i partecipanti al sondaggio lavorano principalmente nei reparti dedicati a trasporti nazionali e internazionali. I dati raccolti nel presente questionario sarebbero stati più rappresentativi se la maggior parte delle risposte fosse pervenuta dai dipartimenti di Risorse Umane. La percentuale delle persone responsabili per la formazione e lo sviluppo del personale nelle aziende è piuttosto bassa - solo il 5%. Nel Regno Unito, è il manager di linea che ha la responsabilità di individuare le esigenze formative, e pertanto, opera con il dipartimento delle Risorse Umane per lo sviluppo delle stesse. Tavola 2 Appartenenza ai dipartimenti DEPARTMENT Human resources department Domestic transport department International transport department Other Le principali caratteristiche delle società / associazioni che hanno partecipato a questa indagine possono essere riassunti come segue:

10 un terzo degli intervistati hanno identificato la loro azienda come impresa di trasporto su strada e il 15% come società di logistica più della metà delle aziende operano all interno del loro paese d'origine, il 28% nella Comunità Europea e il 14% in altre regioni europee; Relativamente pochi operano su scala mondiale. 81% degli intervistati erano PMI (che occupano meno di 250 dipendenti), il che coincide con l'obiettivo di definire una che porta alla gestione della conoscenza intensiva strategia per questa tipologia di imprese Tavola 3 Principale campo di attività MAIN FIELD OF BUSINESS Other Company with large private transport Logistics company Freight forwarding company Road transport company Number Tavola 4 Dimensione delle aziende SIZE OF THE COMPANY 24% 31% 19% 26% Large Medium-sized Small Micro Base: 74 rispondenti 3.2. Amministrazione La maggior parte degli intervistati (84%) ritiene che il Road Manager dovrebbe conoscere degli aspetti fiscali, mentre coloro che ritengono necessario comunicare in una lingua diversa dalla lingua della società sono molto meno - 57%. Questi ultimi hanno risposto inglese come lingua principale seguito da quello tedesco e francese. Tra chi ha risposto altro, è stata specificata la lingua spagnola. Sono quasi il doppio le aziende che hanno dichiarato di non sostenere la formazione per l apprendimento di una lingua rispetto a quelli che lo fanno (41 aziende rispetto al 24).

11 3. 3. Pianificazione delle attività Più della metà degli intervistati sono convinti che sia necessaria la conoscenza del computer, compresa la capacità di utilizzare Internet, , Microsoft Office e altre applicazioni. La maggior parte di essi (68%) ritiene che un Road Transport Manager dovrebbe acquisire la conoscenza della normativa applicabile al settore dei trasporti su strada Le aree di maggiormente votate riguardo la conoscenza da avere sono state il regolamento in materia di trasporti e le regole di mercato Rapporti con i clienti Oltre l'80% (62 intervistati) ritiene che le capacità di servizio al cliente siano necessarie. Le competenze personali più importanti, di cui un addetto al trasporto su strada ha bisogno (5 scelti tra 17) sono: essere informati; adattabili; e flessibili. E 'anche molto apprezzato l essere onesto, avere tatto ed essere cordiale. Tavola 5 Principali competenze personali di cui un operatore dei trasporti su strada ha bisogno per trattare con i clienti PERSONAL COMPETENCES Knowledgeable Adapts to change Flexible Tactful Honest Friendly Patient Diplomatic Language proficient Determined Calm Observant Direct Unbiased Inspiring Courageous Empathic Optimistic A differenza della formazione linguistica, un ampio numero di aziende partecipanti al sondaggio ha riferito di aver erogato al proprio personale formazione relativamente al servizio clienti (Sì - 65%; No - 35%). Le competenze che si prevede diventino più importanti per un road manager nei prossimi cinque anni, sono descritti con parole chiave come l'attività, competenza, flessibilità, capacità di comunicazione, problem solving, "pensare fuori dagli schemi", innovazione. Le competenze principali indicate nel sondaggio da parte dei diversi Paesi sono i seguenti: Bulgaria - comunicazione, attività, competenze nella logistica, la capacità di definire le esigenze specifiche; Spagna comunicazione informatica e linguistica; pazienza, iniziativa e formazione; flessibile; la normativa generale nei contratti di lavoro, sociale, formazione ed esperienza, disponibilità;

12 Regno Unito - approccio di buon senso, la comprensione del lavoro e l'impegno per ottenere il lavoro come qualificato, buone capacità di comunicazione, flessibilità, capacità di adattarsi e dedicarsi ai cambiamenti e alle sfide. Italia - competenze focalizzate sul cliente: "Sii educato e cortese. Tratta gli altri come vorresti trattassero te. Ricordati che sei il mio ambasciatore fintantocchè il mio cliente è interessato ". Le competenze personali necessarie per i Road Managers, in futuro, possono essere riassunti come segue: 1. Essere pronti per il cambiamento - capacità di adattamento 2. Essere adattabili / flessibili nei confronti del personale 3. Stare al passo con la legislazione 4. Migliore comprensione finanziaria e degli impatti che gli individui possono apportare sui margini di profitto 5. Avere una mentalità imprenditoriale ed essere in grado di motivare le persone a tutti i livelli. 6. Mantenere i clienti felici, affidabilità. Alcune delle aziende italiane ha sottolineato anche l'apprendimento delle lingue straniere e normativa di settore, che come si è detto, sono aree di formazione sottovalutato da parte dei dipendenti Rapporti con il personale e con gli autisti 82% degli intervistati ritiene molto importante la capacità di far fronte a situazioni di stress. Questa risposta era prevedibile avendo in mente le condizioni di lavoro dinamiche nel settore dei trasporti su strada. I partecipanti al sondaggio sono convinti che il road transport manager dovrebbe conoscere la normativa in materia di alcol e uso di droga e riconoscere tale uso nella pratica. La maggior parte degli intervistati ritiene che sia molto importante per il RTM di essere in grado di ascoltare le critiche Manutenzione veicoli Oltre il 75% degli intervistati ha confermato che road transport manager deve avere una buona conoscenza dei problemi tecnici più comuni che appaiono nei veicoli.

13 Tavola 6 Gli addetti ai trasporti stradali dovrebbe essere a conoscenza dei seguenti sistemi KNOWLEDGE OF VEHICLE SYSTEMS Customs clearance 28 Paperless documentation 30 Track and trace systems 33 Satellite navigation systems Computerised vehicles routeing and scheduling Onboard communication systems Vehicle and trailer tracking system Comunicazione Le abilità comunicative sono considerate molto importanti per un road transport manager da più di ¾ degli intervistati. Tuttavia, solo la metà delle società che hanno compilato il questionario dichiarano di misurare le capacità comunicative delle nuove reclute. Figura 7 L'importanza dell abilità comunicativa THE COMMUNICATION SKILLS 19% 4% 0% 77% Yes, very important Yes, relatively important No, not really No, not at all Base: 74 rispondenti Alle aziende che hanno misurato le capacità di comunicazione dei nuovi assunti è stato chiesto in che modo lo avessero fatto. Gli intervistati hanno segnalato l'uso di procedure di valutazione e di accertamento pre-assunzione, colloqui di lavoro con il candidato, svolgimento di incontri interattivi, l'osservazione e la comunicazione con i clienti e colleghi; sessioni di domande e risposte durante il colloquio, test di ragionamento, feedback dei clienti, test psicometrici come parte del processo di reclutamento, e test attitudinali on-line durante le interviste iniziali.

14 Dall'analisi dei risultati dei questionari è emerso che il 70% degli intervistati sono convinti della necessità di conoscere le tecniche di gestione dei conflitti (Sì - 53; No -15). Questa risposta non è stata una sorpresa a causa della natura del lavoro del Road Transport Manager che deve lavorare con persone con esigenze diverse: il personale e gli autisti da un lato, e i clienti dall altro Abilità personali Il livello di istruzione dei dirigenti nelle imprese di trasporto su strada è abbastanza elevata il 59% di loro sono titolari di diploma di istruzione superiore, il 28% una formazione professionale adeguata. La maggior parte degli intervistati ha risposto che il Road Transport Manager ideale dovrebbe essere titolare di diploma di laurea, con esperienza di lavoro di almeno 5 anni (55%). L'esperienza di lavoro non deve essere necessariamente internazionale o da paesi stranieri (Sì - 29; No -37). Tuttavia, l'esperienza pratica come autista all'interno della società stessa o di un'altra società è considerato come un ulteriore vantaggio per il Road Transport Manager (Si-54, No -13). Figura 8 Livello ideale di esperienza di lavoro NECESSARY WORK EXPERIENCE 18% 9% 55% 18% More than 10 years More than 5 years More than 2 years Irrelevant Base: 74 rispondenti 3.9. Coordinamento I modelli di formazione che le aziende forniscono il più delle volte sono di tipo tradizionale, con una quota prevalente di workshop. La percentuale degli "altri" è relativamente piccolo e le forme previste dalle imprese del Regno Unito sono in particolare quelle che dovrebbe essere usato preferibilmente in futuro. Essi includono l'utilizzo di tecnologie ICT, che sono le basi della moderna formazione flessibile, e-learning e m-learning: formazione per la Certificazione delle Competenze Professionali (CPC in inglese) per i conducenti, posta elettronica / manifesti / newsletter, CPC per gli autisti, sicurezza. Alcune aziende applicano il training on-the-job, diplomi per la gestione pratica del tempo e di investimenti monetari, che è uno stimolo per l'apprendimento individuale indipendente.

15 Figura 9 Tipologie di Formazione che I Road Transport Manager hanno ricevuto FORMS OF TRAINING Seminars Workshops Training at another department 16 Other La percentuale di road transport managers che hanno seguito una formazione negli ultimi cinque anni varia a seconda dei paesi: dal 5% al 100% per la Bulgaria e la Spagna, da nessuno al 100% in Italia. La più alta percentuale di persone che hanno seguito una formazione è stato rilevato dagli intervistati dal Regno Unito, dove la metà delle aziende intervistate hanno dichiarato che il 100% del personale ha ricevuto una formazione, che delinea un costante politica di gestione verso una elevato livello di conoscenza. Alla domanda sulla valutazione dei programmi di formazione attualmente disponibili per il trasporto merci su strada e logistica le risposte sono state prevalentementi negative, divise fra opinioni insoddisfacenti (20 risposte) e "non so" (28 risposte). La conclusione logica è che i programmi di formazione attuali non rispondono alle esigenze dei gestori dei trasporti su strada. Questo messaggio alle aziende suona ancora più urgente, tenuto conto del fatto che la metà degli intervistati pensa che sarà necessario fornire una formazione complementare a tutto il personale o almeno ad una parte del personale nel prossimo futuro. Quando è stato chiesto di descrivere la tipologia di formazione, alcuni dei partecipanti hanno fatto confusione fra argomenti e forme. Ciò che è stato suggerito il più delle volte è l'e-learning, la formazione professionale, la formazione accademica per la certificazione delle competenze, per l acquisizione delle licenze, e per migliorare le abilità informatiche. Le risposte relative alla ulteriore formazione del personale danno la possibilità di delineare un programma adatto a soddisfare le richieste sul il miglioramento delle conoscenze e delle competenze da parte del Road Transport Manager. Quasi la metà degli intervistati ha confermato che i settori più importanti sono le nuove tecnologie, la capacità di gestione e la capacità organizzativa.

16 Figura 10 Aree di formazione su cui il personale avrà bisogno di ulteriore perfezionamento AREAS OF TRAINING Other Logistics Routing of vehicles Dangerous goods Transport engineering Traffic safety Staff Management New technologies Management Organisational skills Figura 11 Tipologia di formazione più adatta per un Road Transport Manager TYPE OF TRAINING External courses/workshops 19% 2% 27% Distance learning 8% 16% 28% Hybrid distance training: face-to-face exam Evening classes Weekend training Other Base: 74 rispondenti Le preferenze per il tipo di formazione per il Road Transport Manager sono abbastanza bilanciate. Sia istruzione tradizionale (aula) che formazione flessibile sono stati definiti appropriati per il Road Transport Manager. Tuttavia, l'apprendimento in aula è ancora popolare, il che è reso evidente dalla somma delle percentuali di corsi esterni, serali e corsi nel fine settimana (totale 54%). La quota di formazione a distanza nella sua forma pura è solo il 27%, ma la tendenza sembra più ottimista, in combinazione con la formazione ibrida. Questa conclusione è importante per le ulteriori attività del progetto, compreso lo sviluppo di materiale didattico (manuale), che dovrebbe adattattarsi sia ad un formazione in aula che flessibile. Coloro che hanno scelto "Altro", hanno specificato che dovrebbe essere formazione pratica (Bulgaria) e i sistemi di ottenimento dei crediti formativi per la qualifica, legato al sistema nazionale dei crediti formativi per ottenere le varie qualifiche in Inghilterra, Irlanda del Nord e Galles (Regno Unito).

17 Figura 12 Aree di conoscenza ritenute importanti AREAS OF KNOWLEDGE Distribution (Physical distribution) Supply chain management Warehouse processes management Methods and models for optimizing the routing of vehicles: theory of traffic flows, GIS Logistics Knowledge and compliance of the Driver Certificate of Professional Competence EU Directive 2003/59 Working with digital tachograph and appliance with the requirements of Regulation 561/2006/EU (Driving & Resting Times for commercial drivers) Transportation of radioactive materials Transport of explosive substances and articles Transport of dangerous goods in tanks Transportation of dangerousgoods by road Health and safety conditions of labour / workforce International regulatory regime Traffic Safety Market access and carriage contracts Business and financial management of the enterprise Professional competence for national road transport Professional competence for international road transport Law carriage contracts and in particular the responsibility of the carrier È evidente che la maggiore richiesta di formazione è legato all uso del tachigrafo digitale e dei regolamenti dell'unione Europea, la sicurezza stradale, la competenza professionale per i sistemi stradali nazionali, questioni legali, le condizioni di salute e sicurezza, logistica, business e la gestione finanziaria. Mentre interesse minimo è stato espresso per il trasporto di materiali radioattivi (accade raramente) e per il trasporto di merci pericolose, che sono una questione specifica e una priorità di formazione già fornita dalle amministrazioni nazionali.

18 L'indagine ha anche mostrato che la formazione è di interesse per il lavoratore, ma la formazione del personale va anche a beneficio le imprese di trasporto su strada. Gli intervistati hanno indicato su una scala da 1 a 5 come pensano che la formazione vada a beneficio dell azienda stessa (da 1 non importante, a 5 molto importante ). Il vantaggio maggiormente riconosciuto consiste nel fatto che la formazione garantisce che i dipendenti siano qualificati nei confronti degli scopi indicati dalla società, e che la formazione migliora la reputazione aziendale. Se analizzate separatamente, come si può vedere, dalle valutazioni con "molto importante" emerge che i rispondenti valutano la formazione finalizzata all attività dell'azienda più importante rispetto alla soddisfazione dei dipendenti. Figura 13 Il benefit più importante che la formazione del personale fornisce alla società WHAT IS MOST IMPORTANT? Employee satisfaction increases. Company reputation improves. 10% 16% 11% 13% Untrained employees benefit by working alongside trained workers. Staff training signals that the company values its workforce. 11% 13% Staff retention increases. 12% 14% Productivity gains are greater than wage increases. Innovation increases. Employees are trained to the exact purposes of the company. Base: 74 rispondenti Va sottolineato che lo scambio di esperienze che si ottiene lavorando con personale addestrato è considerato un beneficio tanto quanto l'aumento della reputazione aziendale. Tuttavia, solo poche aziende offrono stage per gli studenti (Si-19, No-53). Sembra scoraggiante per i giovani che hanno scelto la carriera del Road Transport Manager in quanto è difficile trovare una collocazione nel settore dei trasporti su strada. Le aziende che offrono stage lo fanno all interno di alcuni programmi come il diciottesimo corso di laurea attuato da Royal Mail e dall osservatorio del lavoro (UK), stages e stages per gli studenti stranieri (Italia). In Norvegia, tirocinanti e apprendisti sono parte integrante del sistema di istruzione e formazione professionale norvegese e sono promossi dalle parti sociali come un modulo significativo nell'istruzione e nella formazione professionale e uno strumento di reclutamento per il settore. Sebbene gli stage non sono spesso disponibili, il numero di laureati che dovrebbero essere assunti entro il prossimo anno e nei prossimi 3 e 5 anni è soddisfacente. Una media di 2 studenti saranno assunti in ogni società / associazione, il che sembra una buona prospettiva, considerando che la maggior parte di loro sono piccole e medie imprese.

19 Business Management La maggior parte dei partecipanti al sondaggio ritiene che Road Transport Manager abbia bisogno di acquisire solo una conoscenza di base delle relazioni di mercato e della gestione delle imprese. Questo numero è del 70% più alto di quelli che hanno scelto semplicemente "Sì". Questo non deve essere valutato come una mancanza di ambizioni, ma come un sano realismo. Ciò che è spesso definita sotto la voce conoscenza "di base" è in realtà "scienza applicata", sufficiente per le esigenze della pratica. Ciò sembra ragionevole, in quanto corrisponde alla visioni di ciò che è richiesto ad un Road Transport Manager in termini di gestione aziendale. Bulgaria: la competenza, l'adattabilità, la flessibilità, lo stress da lavoro, la visione - la diplomazia, la lingua, l'equità, "Il manager deve motivare il personale per ottenere risultati ottimali, per organizzare efficaci rapporti commerciali con i clienti, e per coordinare il lavoro di squadra". Italia: conoscenza normativa sulla sicurezza sul lavoro, la sicurezza stradale, la conoscenza fiscale e contributiva; cooperazione - adeguamento alle regole aziendali, ottimizzazione dei processi di distribuzione - gestione del magazzino, conoscenza delle opportunità di mercato; competenze organizzative e professionali, coordinamento volto a migliorare la produttività aziendale - fidelizzazione della clientela, gestione generale. Norvegia: la conoscenza delle relazioni di mercato e gestione delle imprese sarà centrale nel profilo delle future competenze di un Road Transport Manager, alcuni elementi sono stati sottolineati come centrali per la sostenibilità del settore e la sua reputazione: focus su aspetti legislativi e fiscali, regimi IVA, regolamentazione del mercato, salute, ambiente e sicurezza, nonché i principi di base della gestione operativa proficua e responsabile. Spagna: l'organizzazione in aree principali: l'esperienza, la gestione, la conoscenza del traffico, la logistica, le competenze commerciali, di comunicazione, diplomazia, capacità di gestione e una conoscenza nel settore dei trasporti. UK: la motivazione del personale, la comprensione dei costi, la conoscenza di base che le loro azioni influenzano l'azienda nel suo complesso; la comprensione delle tariffe e dei costi e il loro impatto su Profitti e Perdite; il costo effettivo e il proficuo funzionamento della distribuzione stradale compresi i costi di manutenzione e dei danni; comprendere l'attuale clima economico, capire gli autisti e i contratti, le esigenze dei clienti e le regole e i regolamenti, la conoscenza totale di tutta l'operazione (dall'inizio alla fine), per essere finanziariamente consapevoli, sapere qual sia il risvolto economico delle cose dal punto di vista Finanziario/di offerta del lavoro/ Legislativo; essere in grado di gestire l'attività per cui lui o lei lavora come se fosse il come proprio, l'uso efficace del budget disponibile, essere in grado di rimanere competitivi Ulteriori commenti L'iniziativa (KNOW-IN) è notevole e saremo lieti di parteciparvi. Prestare maggiore attenzione al trasporto intermodale e combinato. Il ruolo di un buon Transport Manager coinvolge una gamma molto ampia di competenze, inclusi ma non limitati a: 1. Determinazione dei costi, prezzi e valutazione. 2. Routing per minimizzare i costi e massimizzare i ricavi. 3. La conoscenza della meccanica di Camion e rimorchi. 4. Competenze finanziarie di come leggere bilanci e contabilità Profitti e Perdite. 5. Possibilità di fare il lavoro in autonomia. Tutte le competenze di cui sopra creano un Manager dei trasporti competente.

20 La qualifica e la formazione relativa al Trasporto Responsabile è superata e non pertinente essendo trascorsi molti anni dalla sua introduzione; Il lavoro del Transport Manager non diverrà più facile, e potrebbe essere oggetto di una carenza di competenze nei prossimi anni; Per lavorare nel settore dei trasporti un dipendente deve essere dedicato al tipo di lavoro svolto e deve essere in grado di tenere il passo con tutte le modifiche legislative che si svolgono all'interno del settore. Nel complesso il settore dei trasporti attuale manca una formazione specifica ed uno sviluppo specifico del tipo di lavoro.

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

ATLEC. Assistive Technology Learning Through A Unified Curriculum. Analisi preliminare del contesto Sintesi. Numero WP Ricerca e analisi dei Titolo WP

ATLEC. Assistive Technology Learning Through A Unified Curriculum. Analisi preliminare del contesto Sintesi. Numero WP Ricerca e analisi dei Titolo WP ATLEC Assistive Technology Learning Through A Unified Curriculum Analisi preliminare del contesto Sintesi Numero WP WP2 Ricerca e analisi dei Titolo WP bisogni formativi Stato Draft 2 Inizio progetto 01/01/2012

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience.

LOGISTIC MANAGER. STRUTTURA DEL PERCORSO: 700 ore di formazione d aula, 300 ore di stage e 3 mesi di Work Experience. LOGISTIC MANAGER. CONTESTO: La figura professionale Logistic Manager trova la sua collocazione in aziende operanti nell ambito del trasporto/logistica, di media/piccola o grande dimensione, in cui v è

Dettagli

ELABORAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO FORMAZIONE DIRIGENTI E DOCENTI

ELABORAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO FORMAZIONE DIRIGENTI E DOCENTI ELABORAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO FORMAZIONE DIRIGENTI E DOCENTI Premessa La Campagna Straordinaria rivolta alle Scuole ha previsto anche la realizzazione di interventi formativi rivolti a docenti

Dettagli

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Hanno risposto 32 insegnanti: 15 insegnano nella scuola secondaria inferiore, 17 in quella superiore. 2. Di questo campione, 23 insegnano

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI Premesse e riferimenti normativi La valutazione del personale, che costituisce un processo centrale nell ambito del management pubblico, ha registrato negli

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

SUPPORTO ALL OCCUPAZIONE E ALL INCLUSIONE SOCIALE NELLE SCUOLE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL VIETNAM

SUPPORTO ALL OCCUPAZIONE E ALL INCLUSIONE SOCIALE NELLE SCUOLE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL VIETNAM SEDE DI HANOI Iniziativa SUPPORTO ALL OCCUPAZIONE E ALL INCLUSIONE SOCIALE NELLE SCUOLE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL VIETNAM - Missione di formulazione TERMINI DI RIFERIMENTO I. Informazioni generali

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane

Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane Quadro di riferimento Le opzioni per le aziende per crescere e garantirsi continuità incrementano: si acquisiscono imprese o

Dettagli

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita

Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Master Universitario di I livello in Gestione dei Processi di Vendita Gestione dei processi di vendita Master di I livello L Università degli Studi di Torino Dipartimento di Management, attraverso il Bando

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT METODOLOGIA DELL ASSESSMENT Chi siamo HR RiPsi nasce come divisione specializzata di Studio RiPsi grazie alla collaborazione di Psicologi e Direttori del Personale che hanno maturato consolidata esperienza

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER PROFESSIONAL DELLE HUMAN RESURCES

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER PROFESSIONAL DELLE HUMAN RESURCES CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER PROFESSIONAL DELLE HUMAN RESURCES Il modello metodologico seguito per la progettazione di questo corso privilegia la centratura sull'apprendimento degli adulti inseriti in

Dettagli

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private.

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private. Chi siamo Nata nel 1999, Energy Consulting si è affermata sul territorio nazionale fra i protagonisti della consulenza strategica integrata nel settore delle energie con servizi di Strategic Energy Management

Dettagli

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio CENTRO STUDI Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni Progetto Confetra Lazio: Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio Roma, maggio 2011 PROGETTO REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DELLA

Dettagli

IL BUSINESS PLAN. Realizzato da: Andrea Lodi (www.andrealodi.it) Modena, febbraio 2014. http://www.intraprendereamodena.it/

IL BUSINESS PLAN. Realizzato da: Andrea Lodi (www.andrealodi.it) Modena, febbraio 2014. http://www.intraprendereamodena.it/ http://www.intraprendereamodena.it/ Modena, febbraio 2014 Realizzato da: Andrea Lodi (www.andrealodi.it) INDICE DEGLI ARGOMENTI 1. Premessa introduttiva: la Pianificazione Strategica (4) 2. Il Business

Dettagli

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa Università degli Studi di Padova Servizio Stage e Mondo del Lavoro Occupazione e professionalità nelle imprese venete di consulenza amministrativa, fiscale, legale e notarile Progetto FSE Ob. 3 Mis. C1

Dettagli

Liceo Scientifico "Corradino D'Ascanio" Montesilvano

Liceo Scientifico Corradino D'Ascanio Montesilvano Liceo Scientifico Statale Galilei Pescara - Capofila - Liceo Scientifico Statale D Ascanio - Montesilvano Scuola Secondaria I Grado Rossetti-Mazzini Pescara Associazione Focolare Maria Regina onlus che

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività Pag. 24 / 69 2 2.1 SCOPO Formalizzare e rendere noti a tutte le parti interessate, i valori ed i principi che ispirano il modello EcoFesta Puglia a partire dalla sua ideazione. 2.2 PRINCIPI Il sistema

Dettagli

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia MARKETING MANAGEMENT Master serale Anno Accademico 2010-2011 Master universitario di primo livello Facoltà di Economia Presentazione La gestione delle relazioni con i mercati è elemento fondamentale del

Dettagli

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione Introduzione Perché il controllo di gestione? L azienda, come tutte le altre organizzazioni, è un sistema che è rivolto alla trasformazione di input (risorse tecniche, finanziarie e umane) in output (risultati

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

Comparazione dei Risultati dell Indagine

Comparazione dei Risultati dell Indagine Comparazione dei Risultati dell Indagine DOCTAE (Agr. nr. 2007-1983 001/001) Questo progetto è stato finanziato con il supporto della Commissione Europea. Questo documento riflette unicamente il punto

Dettagli

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE

CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE CASO APPLICATIVO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RISORSE UMANE IL PROJECT MANAGEMENT NEL SERVIZIO SANITARIO L esperienza dell APSS di Trento Bolzano, 8 maggio 2008 Auditorio del Palazzo Provinciale 12 Autore: Ettore

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Comitato SGQ Comitato Ambiente Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Mercoledì, 23 febbraio 2005 - Palazzo FAST (Aula Morandi) Piazzale Morandi, 2 - Milano E' una

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI UNIVERSITA DEGLI STUDI Niccolò Cusano TELEMATICA ROMA NUCLEO DI VALUTAZIONE Via Don Carlo Gnocchi, 3 00166 Roma DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE

Dettagli

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell Chi? Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell area delle Risorse Umane. Giovani professionisti che

Dettagli

Programmazione triennale 2010/2012

Programmazione triennale 2010/2012 Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali PIANO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DI ATENEO Programmazione triennale 2010/2012 L Università degli Studi di Firenze tradizionalmente

Dettagli

Organisational Approach of Self-controlled Instrument for qualification demand in SME QUESTIONARIO

Organisational Approach of Self-controlled Instrument for qualification demand in SME QUESTIONARIO 1 Organisational Approach of Self-controlled Instrument for qualification demand in SME QUESTIONARIO O A S I 2005 2 SESSIONI DEL QUESTIONARIO 1. Il processo di analisi 2. Informazioni sull'impresa ID 3.

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

Le piccole e medie imprese danno la giusta importanza al disaster recovery?

Le piccole e medie imprese danno la giusta importanza al disaster recovery? Studio Technology Adoption Profile personalizzato commissionato da Colt Settembre 2014 Le piccole e medie imprese danno la giusta importanza al disaster recovery? Introduzione Le piccole e medie imprese

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

MASTER HUMAN RESOURCES MANAGEMENT

MASTER HUMAN RESOURCES MANAGEMENT MASTER HUMAN RESOURCES MANAGEMENT SVILUPPO GESTIONE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE 27 FEBBRAIO 2016 TIME VISION Nata nel 2001, TIME VISION è: AGENZIA FORMATIVA accreditata in Regione Campania AGENZIA

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

GUIDA VELOCE PER TRAINER

GUIDA VELOCE PER TRAINER GUIDA VELOCE ~ 6 ~ GUIDA VELOCE PER TRAINER Perché usare il toolkit di EMPLOY? In quanto membro del personale docente, consulente di carriera, addetto al servizio per l impiego o chiunque interessato ad

Dettagli

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano

FocusReport3. KIBS: il percorso della conoscenza. EBiComLab. nella provincia di Treviso. agosto 2014. Centro studi sul terziario trevigiano FocusReport3 agosto 2014 KIBS: il percorso della conoscenza Filcams-CGIL Fisascat-CISL Uiltucs-UIL Secondo i dati forniti dall Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio Industria Artigianato

Dettagli

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE Di Antonella Della Rovere (luglio 2003) L ambiente accademico sta attraversando un momento di profonda trasformazione: la riforma dei corsi di studio

Dettagli

OSSERVATORIO SULLE PROFESSIONI

OSSERVATORIO SULLE PROFESSIONI OSSERVATORIO SULLE PROFESSIONI 1 a indagine sulla formazione dei neolaureati ed esigenze d impresa Università IULM 16 aprile 2012 Con il patrocinio di: Si ringrazia: 1 a INDAGINE SULLA FORMAZIONE DEI NEOLAUREATI

Dettagli

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e mondo del lavoro: le ricerche ISTUD Dopo la laurea. Rapporto sul lavoro giovanile ad alta qualificazione (2002)

Dettagli

Export Development Export Development

Export Development Export Development SERVICE PROFILE 2014 Chi siamo L attuale scenario economico nazionale impone alle imprese la necessità di valutare le opportunità di mercato offerte dai mercati internazionali. Sebbene una strategia commerciale

Dettagli

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1 BANDO MASTER IIN IINTERNATIIONAL BUSIINESS STUDIIES Accrediitato ASFOR IIXX ediiziione Anno 2014/2015 1 Indicazioni generali Il CIS è la Scuola per la Gestione d Impresa di Unindustria Reggio Emilia operante

Dettagli

SME INTEGRATION GUIDE. SMALL and MEDIUM-SIZED ENTERPRISES

SME INTEGRATION GUIDE. SMALL and MEDIUM-SIZED ENTERPRISES SME SMALL and MEDIUM-SIZED ENTERPRISES INTEGRATION GUIDE IT With financial support from the European Union Sole responsibility lies with the author and the Commission is not responsible for any use that

Dettagli

Innovazione nella Formazione Linguistica Aziendale

Innovazione nella Formazione Linguistica Aziendale Innovazione nella Formazione Linguistica Aziendale INTUITION Via P. Veronese, 3 Bologna, 40133 Tel 051.569462 - Fax 051.6199853 info@intuition.it - www.intuition.it InTuition InTuition Un team di esperti

Dettagli

Alunni classi quarte Servizi Commerciali

Alunni classi quarte Servizi Commerciali UNITA DI APPRENDIMENTO 1bis Istruzione professionale: Indirizzo Servizi Commerciali Denominazione Gestione informatica dell Azienda, marketing on line e web marketing Utenti destinatari Alunni classi quarte

Dettagli

IL PESO DELLE CAPACITA NELL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DISTINTIVE

IL PESO DELLE CAPACITA NELL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DISTINTIVE IL PESO DELLE CAPACITA NELL ESERCIZIO DELLE COMPETENZE DISTINTIVE cristina.andreoletti@praxi.com www.ideamanagement.it I www.praxi.com I www.khc.it www.ideamanagement.it I www.praxi.com 1 PREMESSA PREMESSA

Dettagli

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità

4 Implenia Development SA. 6 Implenia Impresa Generale SA. 10 Reuss Engineering SA. 12 Sostenibilità Implenia Real Estate In qualità di fornitore globale di servizi, vi affianchiamo durante l intero ciclo di vita del vostro bene immobiliare. Con costanza e vicinanza al cliente. 2 4 Implenia Development

Dettagli

Appendice III. Competenza e definizione della competenza

Appendice III. Competenza e definizione della competenza Appendice III. Competenza e definizione della competenza Competenze degli psicologi Lo scopo complessivo dell esercizio della professione di psicologo è di sviluppare e applicare i principi, le conoscenze,

Dettagli

(Progetto n 2013 1 IT1 LEO02 03685)

(Progetto n 2013 1 IT1 LEO02 03685) Programma d'azione nel campo dell apprendimento permanente (Decisione n. 1720/2006/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 novembre 2006 che istituisce un programma d azione) PROGRAMMA di MOBILITA

Dettagli

MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013

MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013 Ai Direttori

Dettagli

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA Via Montesanto, 15/6 34170 Gorizia Centralino 0481-3861 E-mail ersa@ersa.fvg.it Codice fiscale e partita IVA 00485650311 Servizio divulgazione, assistenza Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE

Dettagli

Security Manager. Professionista della Security Aziendale

Security Manager. Professionista della Security Aziendale OBIETTIVI e finalità Il programma del corso è progettato per soddisfare le attuali esigenze del mercato e le più recenti normative che richiedono nuove generazioni di manager e professionisti della Security

Dettagli

Ricerca europea per le Associazioni di imprese

Ricerca europea per le Associazioni di imprese Ricerca europea per le Associazioni di imprese Eurosportello del Veneto Via delle Industrie, 19/d 3175 Venezia Tel. +39 41 99 9411 - Fax +39 41 99 941 E-mail: europa@eurosportelloveneto.it www.eurosportelloveneto.it

Dettagli

XVI MASTER IN HOSPITALITY AND HOTEL MANAGEMENT

XVI MASTER IN HOSPITALITY AND HOTEL MANAGEMENT XVI MASTER IN HOSPITALITY AND HOTEL MANAGEMENT OBIETTIVO DEL CORSO Il settore alberghiero é alla continua ricerca di personale all altezza della nuova era dell ospitalità per poter competere con la concorrenza

Dettagli

QUALITA' E AMBIENTE IMPEGNO DELLA DIREZIONE

QUALITA' E AMBIENTE IMPEGNO DELLA DIREZIONE QUALITA' E AMBIENTE IMPEGNO DELLA DIREZIONE La Direzione della PAPPASOLE S.p.A. (di seguito denominata "Struttura turistica") dichiara la sua ferma volontà di rendere operante il Sistema di Gestione Integrata

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE

CORSO DI ALTA FORMAZIONE CORSO DI ALTA FORMAZIONE TITOLO DEL CORSO Sales Manager TIPOLOGIA FORMATIVA DEL PROGETTO Formazione professionale PROFILO PROFESSIONALE Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di gestire tutte

Dettagli

BYOD e virtualizzazione

BYOD e virtualizzazione Sondaggio BYOD e virtualizzazione Risultati dello studio Joel Barbier Joseph Bradley James Macaulay Richard Medcalf Christopher Reberger Introduzione Al giorno d'oggi occorre prendere atto dell'esistenza

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

Il Sistema dei controlli e la certificazione di qualità dei servizi

Il Sistema dei controlli e la certificazione di qualità dei servizi Il Sistema dei controlli e la certificazione di qualità dei servizi Convegno nazionale: la funzione statistica dei comuni tra riforma e qualità dei servizi Gianni Dugheri Messina, 26-27 settembre 2013

Dettagli

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 Caro Lettore, Siamo lieti di presentare il sesto numero della newsletter LearnIT. In questo numero spiegheremmo lo sviluppo del i corsi LearnIT, la selezione dei

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM 52 Relazioni

Dettagli

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE 1. Che cos è la formazione La formazione è il processo attraverso il quale si educano, si migliorano e si indirizzano le risorse umane affinché personale

Dettagli

INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo

INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo GLOBAL SCORECARD Uno strumento di autovalutazione, linguaggio e concetti comuni Versione base - Entry Level Introduzione Introduzione La Global Scorecard

Dettagli

ANALISI QUALITATIVA ESPLORATIVA SUL BISOGNO FORMATIVO NEL SETTORE COMMERCIALE FOCUS SUI SERVIZI DI VENDITA LUGLIO 2010

ANALISI QUALITATIVA ESPLORATIVA SUL BISOGNO FORMATIVO NEL SETTORE COMMERCIALE FOCUS SUI SERVIZI DI VENDITA LUGLIO 2010 ANALISI QUALITATIVA ESPLORATIVA SUL BISOGNO FORMATIVO NEL SETTORE COMMERCIALE FOCUS SUI SERVIZI DI VENDITA LUGLIO 2010 Contesto e obiettivi dell indagine L idea di questa indagine esplorativa è quella

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI DELLA POLITICA DI COESIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le

Dettagli

QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012

QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012 QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012 Competenze di coaching per Tutti i Coach 1. Rispettare le linee guida etiche, legali e professionali 2. Stabilire il contratto di coaching e gli obiettivi

Dettagli

Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari

Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari Obiettivi di apprendimento Sono sempre di più le aziende interessate ad approfondire la conoscenza degli strumenti di collaborazione per migliorare la propria

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 COMITATO TECNICO CONSULTIVO PER LA POLIZIA LOCALE REGIONE BASILICATA

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Buone pratiche nell uso di ambienti di apprendimento collaborativo quali strumenti per favorire la creatività ed identificazione di modelli di successo nel settore metalmeccanico

Dettagli

Qualificazione dei formatori degli installatori di impianti di energia da fonti rinnovabili: Livello 6

Qualificazione dei formatori degli installatori di impianti di energia da fonti rinnovabili: Livello 6 Qualificazione dei formatori degli installatori di impianti di energia da fonti rinnovabili: Livello 6 REQUISITI MINIMI DI ACCESSO E CORSI E LEARNING/VIDEO LEZIONI DISPONIBILI CONOSCENZE CONTENUTI FORMATIVI

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

COMUNE DI MONTESPERTOLI

COMUNE DI MONTESPERTOLI OGGETTO: Questionario sul benessere organizzativo 2012 - Report Il presente documento è finalizzato all analisi dei dati scaturiti dalla compilazione dei questionari in oggetto, da parte dei dipendenti

Dettagli

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio.

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio. SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE PILOTA DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS SUI CALL CENTER COMMERCIALI DELLE PRINCIPALI IMPRESE DI VENDITA DI ELETTRICITA E DI GAS Finalità e obiettivi I

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Corso di Aggiornamento Professionale Coordinatori dei Processi di AutoValutazione PREMESSA

Dettagli

Controllo della qualità dei servizi per l impiego e di tutela dei disabili. Informazioni per gli assistiti

Controllo della qualità dei servizi per l impiego e di tutela dei disabili. Informazioni per gli assistiti Controllo della qualità dei servizi per l impiego e di tutela dei disabili Informazioni per gli assistiti Indice Sommario... 3 Controllo della qualità 3 La verifica 3 Commenti degli assistiti 3 Esiti 3

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master di I livello Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master 84 1 Titolo MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

Teeled S.r.l. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ

Teeled S.r.l. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ Teeled S.r.l. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ Teeled S.r.l. - Sede in Rapallo (GE), Corso Italia n.36/6 C.F. e P.IVA: 01931930992 - Capitale sociale: 10.000,00 - Iscritta presso la C.C.I.A.A. di Genova - R.E.A.446248

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Insieme per fare, insieme per ESSERE SETTORE e Area di Intervento: Settore: Assistenza Ambito: A06 - Disabili OBIETTIVI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Il

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Corso Young Business English Il Business English a Londra per giovani Studente, neolaureato o ai primi passi della carriera?

Corso Young Business English Il Business English a Londra per giovani Studente, neolaureato o ai primi passi della carriera? Con possibilità di stage successivo in Inghilterra in un settore di business di tuo interesse Corso Young Business English Il Business English a Londra per giovani Studente, neolaureato o ai primi passi

Dettagli

BENESSERE ORGANIZZATIVO Un approccio per potenziare le performance aziendali in coerenza con il D.Lgs. 81/2008

BENESSERE ORGANIZZATIVO Un approccio per potenziare le performance aziendali in coerenza con il D.Lgs. 81/2008 Un approccio per potenziare le performance aziendali in coerenza con il D.Lgs. 81/2008 AICQ Piemontese - Team di Psicologia dell Organizzazione 4S Group Dott.ssa Sara Turci - Dott.ssa Barbara Sacchini

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELLE ORGANIZZAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE CLASSE LM-51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale

Dettagli

MIUR.AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE(U).0003746.30-04-2015

MIUR.AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE(U).0003746.30-04-2015 MIUR.AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE(U).0003746.30-04-2015 Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche statali e paritarie di ogni ordine

Dettagli

ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA ENERGY MANAGER

ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA ENERGY MANAGER ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA IL PRESENTE SCHEMA È STATO REDATTO IN CONFORMITÀ ALLE NORME: UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 REQUISITI GENERALI PER ORGANISMI CHE ESEGUONO LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE UNI

Dettagli

Sintesi dei principali risultati 1

Sintesi dei principali risultati 1 Sintesi dei principali risultati 1 In quest indagine sul settore dei servizi per le imprese, sono state studiate imprese che svolgono servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale; imprese di

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

Determinanti, modelli di diffusione e impatto di medical device cost saving nel Servizio Sanitario Nazionale

Determinanti, modelli di diffusione e impatto di medical device cost saving nel Servizio Sanitario Nazionale Determinanti, modelli di diffusione e impatto di medical device cost saving nel Servizio Sanitario Nazionale Documento elaborato dall Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari Nell ambito

Dettagli