Istruzioni per l'uso originali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istruzioni per l'uso originali"

Transcript

1 Istruzioni per l'uso originli SLS 78 M/P-1730 Fotoellule rrier di siurezz Disegno quotto it / m 24 V DC 300 Hz Alloggimento rousto di metllo on lente in vetro, grdo di protezione IP 65 per l'impiego industrile, fino ll t. 2 seondo ISO Ingresso di ttivzione per il test ed il ollegmento in rete del sensore Collegmento medinte onnettore spin irolre M12 Risldmento otti integrto A B C D E Trsmettitore/rievitore Asse ottio Diodi inditori Fissggio pprehio M6x9 Fissggio pprehio M6x12 Collegmento elettrio Con riserv di modifihe DS_SLS_78_MP-1730_it.fm IEC IEC Aessori: (d ordinre prte) IP 65 Sistemi di fissggio (BT 16, BT 78) Centrlin di ontrollo tipo 2 TNT 35 (od. rt ) Ausilirio di posizionmento ARH 2 Sensorsope SAT 5 (ontrollo dell'orientmento, od. rt ) Spin, 4 poli Trsmettitore Leuze eletroni GmH + Co. KG In der Brike 1 D Owen - tel. +49 (0) SLSS 78 M - 02

2 Dti tenii Dti di rilievo per l siurezz Tipo seondo IEC/EN tipo 2 Performne Level (PL) seondo PL d ISO ) Ctegori seondo ISO ) t. 2 Periodo medio fino d un gusto perioloso (MTTFd) 400 nni Durt di utilizzo (TM) 20 nni Dti ottii Portt limite tipi 2) 0 150m Portt di eserizio 3) 0 120m Sorgente luminos LED (lue modult) Lunghezz d'ond 880nm Comportmento temporle Frequenz di ommutzione 300Hz Tempo di rezione 1,7ms Tempo di inizilizzzione 200ms Impulso di ingresso min. 1,7ms Dti elettrii Tensione di eserizio U B 24VCC ± 20% Ripple residuo 15% di U B Corrente vuoto rievitore 55mA trsmettitore 70mA Usit di ommutzione usit trnsistor PNP (protezione ontro i ortoiruiti), orrente di perdit 300μA, tensione mx. nello stto OFF 1,6V Cpità del rio 4μF Induttnz del rio 2H Funzione ommutnte on lue Tensione di segnle high/low (U B -2V)/ 2V Corrente di usit mx. 200mA Inditori Trsmettitore LED gillo trsmettitore ttivto LED rosso perorso ottio interrotto LED verde perorso ottio liero LED verde lmpegginte perorso ottio liero, senz riserv di funzionmento Dti menii Alloggimento lluminio pressofuso Otti vetro, ngolo di emissione otti eff. ± 4 seondo EN IEC 61496/-1-2 Peso 463g Tipo di ollegmento onnettore M12, 4 poli Dti mientli Temp. miente (eserizio/mgzzino) -25 C +60 C/-30 C +70 C Clsse di protezione VDE III Ciruito di protezione 4) 1, 2, 3 Grdo di protezione IP 65 Norme di riferimento IEC Funzioni supplementri Ingresso di ttivzione tiv Trsmettitore ttivo/inttivo 8V/ 2V o senz rio Ritrdo di ttivzione/interdizione 400μs Impedenz di ingresso 4,7kΩ ± 10% 1) In ominzione on un entrlin di ontrollo tipo 2 dtt, d es. TNT 35 2) Portt limite tipi: portt mssim otteniile senz riserv di funzionmento 3) Portt di eserizio: portt onsiglit on riserv di funzionmento 4) 1 = protezione ontro i trnsienti rpidi, 2 = protezione ontro lo smio delle polrità, 3 = protezione ontro i ortoiruiti Telle Portt di eserizio [m] Portt limite tipi [m] Per ordinre rtioli 1) Designzione Cod. rt. Trsmettitore e rievitore SLS 78M/P-1730-T2-4 Trsmettitore SLSS 78M-1720-T SLSE 78 M/P-1730-T ) Versione 2010 A-Z SLSS 78 M /11

3 Fotoellule rrier di siurezz Norme di siurezz Prim di utilizzre il sensore di siurezz è neessrio eseguire un vlutzione dei rishi seondo le norme vlide. Per il montggio, il funzionmento ed i ontrolli è neessrio rispettre questo doumento nonhé tutte le norme e disposizioni nzionli ed internzionli pertinenti he dovrnno essere stmpti e onsegnti l personle interessto. Prim di lvorre on il sensore di siurezz è neessrio leggere ompletmente e rispettre i doumenti reltivi ll'ttività d svolgere. Per l mess in servizio, i ontrolli tenii e l'uso di sensori di siurezz vlgono in prtiolre le seguenti norme giuridihe nzionli ed internzionli: - Direttiv Mhine 2006/42/CE - Direttiv sull'uso di mezzi di lvoro 89/655/CEE on integrzione 95/63 CE - Norme ntinfortunistihe e regole di siurezz - Ulteriori disposizioni pertinenti - Norme, d es. ISO Simoli Attenzione! Segnlzione di vvertenz, questo simolo indi possiili perioli. Si preg di osservre srupolosmente queste indizioni! Questo simolo ontrddistingue il trsmettitore. Questo simolo ontrddistingue il rievitore. Cmpo di pplizione del sensore di siurezz L fotoellul rrier di siurezz è un dispositivo di protezione senz onttto solo in ominzione on un sistem di ontrollo di siurezz in ui l prov ili del trsmettitore e del rievitore si svolge norme EN , fino ll tegori 2 e PL d norme EN ISO Attenzione! Il sensore di siurezz serve per l protezione di persone in orrispondenz degli essi o dei punti periolosi di mhine e impinti. Il sensore di siurezz rionose solmente le persone he edono ll're periolos e non rilev l'eventule presenz di persone ll'interno di quest. Per quest rgione un loo di vvimento/rivvimento è indispensile. Nessun funzione di protezione senz distnz di siurezz suffiiente. L'limenttore ui è ollegt l fotoellul deve essere in grdo di ompensre le vrizioni e le interruzioni dell tensione di limentzione seondo EN Osservre nhe le norme di siurezz dell doumentzione del dispositivo di prov onnesso. Oorre dottre ltri provvedimenti per evitre qulsisi disttivzione periolos dell'espe in seguito ll soppressione di ltre sorgenti luminose. Uso onforme Il sensore di siurezz deve essere utilizzto solo dopo essere stto selezionto seondo le istruzioni, regole, norme e disposizioni vlide di volt in volt in mteri di tutel e siurezz sul lvoro ed essere stto montto sull mhin, ollegto, messo in funzione e verifito d un person ilitt. Uso non onforme prevediile Qulsisi utilizzo diverso d quello indito nell'«uso onforme» o he v l di là di questo utilizzo viene onsiderto non onforme. L'utente dovrà ertrsi he l'espe non suis lun influsso ottio d ltre forme di rggi di lue provenienti d es. d - dispositivi di omndo senz fili su gru, - rggi d sintille di sldtur, - lui stroosopihe. Personle ilitto Condizioni preliminri per personle ilitto: - Dispone di un formzione teni idone. - Conose le istruzioni del sensore di siurezz e dell mhin. - È stto ddestrto dl responsile nel montggio e nell'uso dell mhin e del sensore di siurezz. Leuze eletroni GmH + Co. KG In der Brike 1 D Owen - tel. +49 (0) SLSS 78 M - 02

4 Responsilità per l siurezz Il ostruttore ed il proprietrio dell mhin devono ssiurre he l mhin e il sensore di siurezz implementto funzionino orrettmente e he tutte le persone interesste sino informte ed ddestrte suffiientemente. Il ostruttore dell mhin è responsile di qunto segue: - Implementzione siur del sensore di siurezz. - Trsmissione di tutte le informzioni neessrie l proprietrio dell mhin. - Osservnz di tutte le presrizioni e direttive sull mess in servizio siur dell mhin. Il proprietrio dell mhin è responsile di qunto segue: - Addestrmento del personle di servizio. - Mntenimento del funzionmento siuro dell mhin. - Osservnz di tutte le presrizioni e direttive sull protezione del lvoro e l siurezz sul lvoro. - Controllo regolre ur di personle ilitto. Distnze di siurezz Attenzione! SLS 78 M/P-1730 L fotoellul rrier di siurezz deve essere instllt, rispetto l movimento perioloso, d un distnz di siurezz orrettmente lolt e on delle distnze dei rggi dtte: in so di interruzione del rggio luminoso l zon di periolo deve essere rggiunt solo qundo l mhin è ompletmente ferm. Trsmettitore Spehio di rinvio 400 mm 900 mm Distnze dei rggi seondo ISO Numero di rggi Altezze dl pino di riferimento, d. es. pvimento [mm] Supplemento C [mm] , , 700, , 600, 900, L distnz di siurezz S tr l fotoellul e l zon di periolo viene lolt seondo quest formul (ISO 13855): S = (K T) + C S: Distnz di siurezz [mm] tr l fotoellul rrier e l zon di periolo. K: Veloità di vviinmento (ostnte = 1600 mm/s). T: Tempo di ritrdo [s] tr l'interruzione del rggio luminoso e l'rresto dell mhin. C: Costnte di siurezz (supplemento) = 850mm o 1200mm, vedi tell in lto. Disposizione più ssi In disposizioni più ssi i rggi luminosi devono essere prlleli l pino di riferimento (d esempio pvimento) e reipromente. Il verso dei rggi deve essere previsto in senso lterno. I rggi luminosi potreero ltrimenti influenzrsi e pregiudire il funzionmento siuro. Trsmettitore Distnz d superfii riflettenti Nel montggio, è neessrio segliere un distnz dell'sse ottio dlle superfii riflettenti suffiientemente grnde. d 4 4 f e d e f Distnz dll superfiie riflettente Lrghezz del mpo protetto Superfiie riflettente Trsmettitore Oggetto SLSS 78 M /11

5 Fotoellule rrier di siurezz Mess in servizio Allinemento dei sensori Montre le fotoellule on squdrett di supporto orrispondente Leuze eletroni. Applire l trsmettitore e l rievitore l tensione di eserizio e ttivre il trsmettitore trmite l'ingresso di ttivzione (vedi «Collegmento elettrio»). Il LED gillo sul trsmettitore e il LED rosso sul rievitore si illuminno. Posizionre il rievitore fino qundo il LED verde si illumin. Il LED del rievitore lmpeggi in verde: perorso ottio liero, tuttvi nessun riserv di funzionmento; rillinere l fotoellul, pulirl o ontrollre le ondizioni di utilizzo. Norme di siurezz sull funzione di test 1.Per un test orretto, l'ingresso di ttivzione del trsmettitore dell'sls 78 deve essere ollegto d un entrlin di ontrollo tipo 2. 2.L durt del test non deve superre 150ms on protezione dell'esso. 3.Gli elementi di ommutzione di usit dell entrlin di ontrollo tipo 2 dopo l'intervento dell prte del sensore devono restre nello stto Off per lmeno 80ms per spegnere on siurezz i dispositivi vlle se l fotoellul viene utilizzt ome protezione dell'esso. 4.Per soddisfre i punti 2./3., si romnd di usre le entrline di ontrollo tipo 2 Leuze eletroni (TNT 35, MSI-m). Controllo I ontrolli devono ssiurre he il dispositivo di protezione optoelettronio veng utilizzto seondo le norme nzionli/ internzionli, in prtiolre seondo l direttiv sulle mhine e sull'uso di mezzi di lvoro. Controllo prim dell prim mess in servizio Osservre le norme nzionli e internzionli vlide. L distnz di siurezz minim (dll're di llrme del sensore di siurezz l punto perioloso più viino) è stt rispettt? Il sensore di siurezz è effie durnte l'intero movimento perioloso e in tutti i modi opertivi impostili dell mhin? Non deve essere possiile svlre il perorso ottio, né pssrgli sotto o ggirrlo. Aertrsi he il sensore rionos le persone he edono ll're periolos e non quelle he si trovno ll'interno di quest. È presente un loo di vvimento/rivvimento? Fr ddestrre il personle di servizio d un person qulifit prim di inizire l'ttività. Controllo regolre ur di personle ilitto Devono essere eseguiti ontrolli regolri dell'interzione siur del sensore di siurezz e dell mhin, in modo d poter soprire modifihe dell mhin o mnipolzioni non onsentite del sensore di siurezz. Tutti i ontrolli devono essere eseguiti solo d personle ilitto. Osservre le norme nzionli e internzionli vlide e gli intervlli d esse rihiesti. Controllo quotidino dell'effii del sensore di siurezz È estremmente importnte ontrollre giornlmente l'effii dell're di llrme, in modo he si grntit l funzione protettiv in qulunque punto dell're nhe d es. dopo un mimento dei prmetri. Interrompere il rggio di lue tr trsmettitore e rievitore (hett di prov Ø 30mm) - prim del trsmettitore - in mezzo, tr trsmettitore e rievitore - prim e dopo lo spehio deflettore Durnte l'interruzione dei rggi non deve essere possiile vvire lo stto he rre periolo. Smltimento Per lo smltimento, osservre le disposizioni nzionli in vigore per omponenti elettronii. Leuze eletroni GmH + Co. KG In der Brike 1 D Owen - tel. +49 (0) SLSS 78 M - 02

6 SLSS 78 M /11

Robotica industriale. Motori a magneti permanenti. Prof. Paolo Rocco (paolo.rocco@polimi.it)

Robotica industriale. Motori a magneti permanenti. Prof. Paolo Rocco (paolo.rocco@polimi.it) Rooti industrile Motori mgneti permnenti Prof. Polo Roo (polo.roo@polimi.it) Generzione di oppi L legge di Lorentz i die he un ri elettri q in moto on veloità v in un mpo mgnetio di intensità B è soggett

Dettagli

La parabola. Fuoco. Direttrice y

La parabola. Fuoco. Direttrice y L prol Definizione: si definise prol il luogo geometrio dei punti del pino equidistnti d un punto fisso detto fuoo e d un rett fiss dett direttrie. Un rppresentzione grfi inditiv dell prol nel pino rtesino

Dettagli

T16 Protocolli di trasmissione

T16 Protocolli di trasmissione T16 Protoolli di trsmissione T16.1 Cos indi il throughput di un ollegmento TD?.. T16.2 Quli tr le seguenti rtteristihe dei protoolli di tipo COP inidono direttmente sul vlore del throughput? Impossiilità

Dettagli

Macchina da cucire computerizzata Manuale d'istruzioni

Macchina da cucire computerizzata Manuale d'istruzioni INFORMAZIONI SULLA MACCHINA DA CUCIRE ELEMENTI DI BASE DELLA CUCITURA PUNTI UTILI APPENDICE Mhin d uire omputerizzt Mnule d'istruzioni IMPORTANTI ISTRUZIONI DI SICUREZZA Qundo si utilizz l mhin, è neessrio

Dettagli

] + [ ] [ ] def. ] e [ ], si ha subito:

] + [ ] [ ] def. ] e [ ], si ha subito: OPE OPERAZIONI BINARIE Definizione di operzione inri Dto un insieme A non vuoto, si him operzione (inri) su A ogni pplizione di A in A In generle, un'operzione su A viene indit on il simolo Se (x, y) è

Dettagli

Lezione 7: Rette e piani nello spazio

Lezione 7: Rette e piani nello spazio Lezione 7: Rette e pini nello spzio In quest lezione i metteremo in un riferimento rtesino ortonormle dello spzio. I primi oggetti geometrii he individuimo sono le rette e i pini. Per qunto rigurd le rette

Dettagli

WX TEAM. Una piattaforma... per tutte le soluzioni

WX TEAM. Una piattaforma... per tutte le soluzioni WX TEAM Un pittform... per tutte le soluzioni Indie Tem WX 2 3 Stzioni di sldtur WX 4 5 Stzione di dissldtur WXD 6 7 Stzione d ri ld WXA 8 9 Stzione di rilvorzione WXR 10 11 Triilità 12 13 Selezione utensile

Dettagli

Inizio. Guida di installazione rapida. la macchina dalla confezione e verificare i componenti

Inizio. Guida di installazione rapida. la macchina dalla confezione e verificare i componenti Guid di instllzione rpid Inizio HL-3140CW / HL-3150CDN HL-3150CDW / HL-3170CDW Grzie per ver selto Brother, il vostro supporto è importnte per noi e tenimo in grnde onsiderzione l vostr ttività. Il vostro

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

d.bisogno c. mi ss io ne iso gni Valorizzare la Villa reale 1 Rendere nuovamente la Villa Reale polo di attrazione e di promozione della città

d.bisogno c. mi ss io ne iso gni Valorizzare la Villa reale 1 Rendere nuovamente la Villa Reale polo di attrazione e di promozione della città nome politio deleghe od. ontesto polit i. d.sse finlità C. sse iso gni d.isogno. mi ss io ne d.missioni.p ro gr m m d.progrmm inditori Dirigente ssegntri o Progrmm.Pr d.progetto oget to resp. Progetto

Dettagli

d coulomb d volt b trasformatore d alternatore b amperometro d reostato

d coulomb d volt b trasformatore d alternatore b amperometro d reostato ppunti 7 TEST DI VERIFICA 1 Unità i misur ell ri elettri: henry weer volt oulom 2 Unità i misur ell pità elettri: oulom henry fr volt 3 Gener orrente lternt: umultore resistenz 4 Misur l tensione: resistometro

Dettagli

Lezione. Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali

Lezione. Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali Lezione Investimenti Diretti Esteri FDI e Imprese Multinzionli 1 Definizioni Dimensione del fenomeno 3 Tipi di IDE 4 Il prdigm OLI 5 Il modello ``knowledge sed speifi ssets 6 Un modello di selt tr esportzione

Dettagli

DUOSTEEL GD. Canne Fumarie Doppia Parete Grandi Diametri Coibentazione 50 mm. Canne fumarie in acciaio Inox

DUOSTEEL GD. Canne Fumarie Doppia Parete Grandi Diametri Coibentazione 50 mm. Canne fumarie in acciaio Inox Cnne Fumrie Doppi Prete Grndi Dimetri Coientzione 50 mm Cnne fumrie in cciio Inox Cnne fumrie Doppi Prete Grndi Dimetri INDICE 1 Elemento diritto mm 500... pg. 3 2 Elemento diritto mm 1000... pg. 3 3 Elemento

Dettagli

2 8c. 3 8d. 5 8g. Attrezzatura occorrente: 2 Scossalina per tetti (versione inclinata o piana) (1) 6 Lente (1) 7 Diffusore (1)

2 8c. 3 8d. 5 8g. Attrezzatura occorrente: 2 Scossalina per tetti (versione inclinata o piana) (1) 6 Lente (1) 7 Diffusore (1) Soltue Brighten Up Series Sistem di Illuminzione diurn Soltue 60 DS Sistem di Illuminzione diurn Soltue 290 DS Istruzioni per l Instllzione 8 8 Eleno delle Prti * Quntità Clott pttrie on tenologi Ryender

Dettagli

La statistica nei test Invalsi

La statistica nei test Invalsi L sttisti nei test Invlsi 1) Osserv il grfio seguente he rppresent l distriuzione perentule di fmiglie per numero di omponenti, in se l ensimento 2001.. Qul è l perentule di fmiglie on 2 omponenti? Rispost:..%.

Dettagli

Elettropompa per acque chiare tipo ABS IP 900

Elettropompa per acque chiare tipo ABS IP 900 Elettropompa per aque hiare tipo ABS IP 900 1084-00 15975178IT (05/2015) IT Istruzioni d installazione IT one e uso www.sulzer.om 2 Istruzioni d avviamento e uso (Traduzione delle istruzioni originali)

Dettagli

PROVE DI CARICO SU SOLAIO

PROVE DI CARICO SU SOLAIO .5. PROVE DI CARICO SU SOAIO Pg. di PROVE DI CARICO SU SOAIO. Sopo prov intende testre le strutture orizzontli, in termini di resistenz e di rispost elsti, sottoponendole lle mssime solleitzioni possiili

Dettagli

Lezione 21 Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali 1) Definizioni. 5) Il modello ``knowledge based specific assets

Lezione 21 Investimenti Diretti Esteri (FDI) e Imprese Multinazionali 1) Definizioni. 5) Il modello ``knowledge based specific assets Lezione 1 Investimenti Diretti Esteri FDI e Imprese Multinzionli 1 Definizioni Dimensione del fenomeno 3 Tipi di IDE 4 Il prdigm OLI 5 Il modello ``knowledge sed speifi ssets 6 Un modello di selt tr esportzione

Dettagli

ATTUATORE A VITE TRAPEZIA DIMENSIONI DI INGOMBRO. Lunghezza con Attacco A1 Attacco A2 Lc [mm] 142 + Corsa 150 + Corsa T [mm] 129 + Corsa 136 + Corsa

ATTUATORE A VITE TRAPEZIA DIMENSIONI DI INGOMBRO. Lunghezza con Attacco A1 Attacco A2 Lc [mm] 142 + Corsa 150 + Corsa T [mm] 129 + Corsa 136 + Corsa ATTUATORE A VITE TRAPEZIA CLA 20 DIMENSIONI DI INGOMBRO Cors L =Lc + Cors Lc T L =Lc + Cors Lc T Supporto posteriore SP Perno Interruttori FC e potenziometro Attcco A1 Attcco A2 Lunghezz cvo motore 0.3

Dettagli

stops vibrations SWISS TECHNOLOGY

stops vibrations SWISS TECHNOLOGY stops virtions I T C A T A O G O SWISS TECHNOOGY Un progr e onvine in tutto! AZIENDA Airo Srepfer innovzione nell teni del livellmento e dello smorzmento Il nome Airo Srepfer è un grnzi di qulità d più

Dettagli

Fotocellula a riflessione con filtro di polarizzazione per bottiglie. Disegno quotato

Fotocellula a riflessione con filtro di polarizzazione per bottiglie. Disegno quotato Dati tecnici e descrizione tecnica PRK 55 Ex Fotocellula a riflessione con filtro di polarizzazione per bottiglie Disegno quotato it 02-2012/09 50113749 1 khz 0 3,5m 10-30 V DC Fotocellula a riflessione

Dettagli

REGOLATORE PROPORZIONALE DI PRECISIONE SERIE REGTRONIC

REGOLATORE PROPORZIONALE DI PRECISIONE SERIE REGTRONIC REGOLTORE PROPORZIONLE DI PREISIONE SERIE REGTRONI I regolatori proporzionali di pressione della serie REGTRONI hanno il compito di regolare con precisione la pressione di un impianto, con valori variabili

Dettagli

REGOLATORE PROPORZIONALE DI PRECISIONE SERIE REGTRONIC GRUPPI

REGOLATORE PROPORZIONALE DI PRECISIONE SERIE REGTRONIC GRUPPI REGOLTORE PROPORZIONLE DI PREISIONE SERIE REGTRONI REGOLTORE PROPORZIONLE DI PREISIONE SERIE REGTRONI I regolatori proporzionali di pressione della serie REGTRONI hanno il compito di regolare con precisione

Dettagli

Elettronica dei Sistemi Digitali Il test nei sistemi elettronici: guasti catastrofici e modelli di guasto (parte I)

Elettronica dei Sistemi Digitali Il test nei sistemi elettronici: guasti catastrofici e modelli di guasto (parte I) Elettronic dei Sistemi Digitli Il test nei sistemi elettronici: gusti ctstrofici e modelli di gusto (prte I) Vlentino Lierli Diprtimento di Tecnologie dell Informzione Università di Milno, 26013 Crem e-mil:

Dettagli

My Home. Controllo MY HOME. Controllo. My Home

My Home. Controllo MY HOME. Controllo. My Home My Home ontrollo My Home ontrollo MY HOME R My Home - ontrollo Generlità rtteristiche generli rtteristic peculire del sistem di utomzione domestic My Home di BTicino è l mpi offert di soluzioni pplictive

Dettagli

Formule di Gauss Green

Formule di Gauss Green Formule di Guss Green In queste lezioni voglimo studire il legme esistente tr integrli in domini bidimensionli ed integrli urvilinei sull frontier di questi. In seguito i ouperemo del problem nlogo nello

Dettagli

Risoluzione. dei triangoli. e dei poligoni

Risoluzione. dei triangoli. e dei poligoni UNITÀ Risoluzione dei tringoli e dei poligoni TEORI Relzioni tr lti e ngoli di un tringolo qulunque (sleno) riteri per risolvere i tringoli qulunque 3 re dei tringoli 4 erhi notevoli dei tringoli 5 ltezze,

Dettagli

Analisi dei dati ottenuti dalla raccolta dei Questionari consegnati al Tessuto Imprenditoriale e Commerciale della Città di Magenta

Analisi dei dati ottenuti dalla raccolta dei Questionari consegnati al Tessuto Imprenditoriale e Commerciale della Città di Magenta QUESTIONRIO PINO GENERLE DEL TRFFIO URNO ITTÀ DI MGENT nlisi dei dti ottenuti dll rolt dei Questionri onsegnti l Tessuto Imprenditorile e ommerile dell ittà di Mgent Relizzt d onfommerio Mgent e stno Primo

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

INDICE. Funzionamento

INDICE. Funzionamento L seguente dihirzione è vlid se l trghett indinte il numero di serie del fuoriordo re il mrhio CE nell ngolo inferiore sinistro: Questo motore fuoriordo frito dll Merury Mrine presso l sede di Fond du

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

Sensori a ultrasuoni DESCRIZIONE DEL PRODOTTO

Sensori a ultrasuoni DESCRIZIONE DEL PRODOTTO Sensori a ultrasuoni DESCRIZIONE DEL PRODOTTO Contenuto: Sensori a ultrasuoni - panoramica e vantaggi Particolarità dei sensori a ultrasuoni Tabella di selezione dei sensori Schede dati dei sensori a ultrasuoni

Dettagli

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE

Esercizi della 8 lezione sulla Geomeria Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ERCIZI SULL' IPERBOLE Eserizi dell lezione sull Geomeri Linere ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA ESERCIZI SULLA PARABOLA ESERCIZI SULL' ELLISSE ES ERCIZI SULL' IPERBOLE ESERCIZI SULLA CIRCONFERENZA. Determinre l equzione dell ironferenz

Dettagli

Compositi Rinforzati con Fibre (FRC) e loro applicazioni in ortodonzia:

Compositi Rinforzati con Fibre (FRC) e loro applicazioni in ortodonzia: Vittorio Cifest Suol di Speilizzzione in Ortogntodonzi, Università degli Studi dell Insuri - Vrese (Dir.: Prof. G. Nidoli). M. Frnes Sfondrini Suol di Speilizzzione in Ortogntodonzi, Università degli Studi

Dettagli

Problemi di collegamento delle strutture in acciaio

Problemi di collegamento delle strutture in acciaio 1 Problemi di collegmento delle strutture in cciio Unioni con bulloni soggette tglio Le unioni tglio vengono generlmente utilizzte negli elementi compressi, quli esempio le unioni colonn-colonn soggette

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE) (2014/687/UE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) (2014/687/UE) L 284/76 DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 26 settemre 2014 he stilise le onlusioni sulle migliori tenihe disponiili (BAT) per l produzione di pst per rt, rt e rtone, i sensi dell direttiv

Dettagli

Allegato 3 Elenco BAT ed esempio interventi efficientamento

Allegato 3 Elenco BAT ed esempio interventi efficientamento Allegto 3 Eleno BAT e esempio interventi effiientmento LINEE GUIDA per l onuzione ell ignosi energeti nel settore rtrio Pg. 1 i 6 Riepilogo BAT sul onsumo e sull effiienz energetii estrtte ll DECISIONE

Dettagli

Istruzioni per l'installazione del kit valvola TBVL GOLD/COMPACT

Istruzioni per l'installazione del kit valvola TBVL GOLD/COMPACT IT.TBV.10929 Istruzioni per l'instllzione del kit vlvol TBVL GOLD/COMPACT 1. Generlità Il kit di vlvole TBVL è un kit di componenti per il controllo di un btteri di riscldmento/rffreddmento e consiste

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZE DI CITTADINANZA Agire in modo utonomo e responsile CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZE DI CITTADINANZA E TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLA

Dettagli

Centralino telefonico. Terraneo PBX15D. Manuale d uso e di installazione 03/02 DM PART.T3494A PBX15D PRI IN 5 3 4 6 1. RxTx GND 50Hz ON 230V~ C

Centralino telefonico. Terraneo PBX15D. Manuale d uso e di installazione 03/02 DM PART.T3494A PBX15D PRI IN 5 3 4 6 1. RxTx GND 50Hz ON 230V~ C 03/02 DM PART.T3494A Terrneo Centrlino telefonico Mnule d uso e di instllzione 1 3 5 2 4 6 7 8 LU b ON 230V~ C RxTx GND 50Hz NO 1 b PBX15D 2 b PRI IN 5 3 4 6 1 3 b 4 b 5 b PBX15D Indice Introduzione Specifiche

Dettagli

MANUALE D'INSTALLAZIONE

MANUALE D'INSTALLAZIONE CONDIZIONATORE D'ARIA Tipo prete Prim di utilizzre l'pprecchio, leggere ttentmente le presenti istruzioni e conservre il mnule per poterlo consultre il futuro. Precuzioni di Sicurezz Per evitre lesioni

Dettagli

Sondaggio piace l eolico?

Sondaggio piace l eolico? Songgio pie l eolio? Durnte l inugurzione i Stell sono stti istriuiti ei questionri per vlutre l inie i grimento ell eolio prte ell popolzione Sono stti ompilti e quini nlizzti 50 questionri Quest presentzione

Dettagli

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE.

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE. FCA D UN CCUTO SSTO CONTNNT PÙ GNATO CON UN TMNAL COMUN SNZA TMNAL COMUN. Si verifino quttro iruiti on due genertori: genertori on polrità onorde e un terminle omune genertori on polrità disorde e un terminle

Dettagli

A.A.2009/10 Fisica 1 1

A.A.2009/10 Fisica 1 1 Mhine termihe e frigoriferi Un mhin termi è un mhin he, grzie un sequenz i trsformzioni termoinmihe i un t sostnz, proue lvoro he può essere utilizzto. Un mhin solitmente lvor su i un ilo i trsformzioni

Dettagli

sei proprio sicuro Indicazioni e consigli per vivere in sicurezza dentro e fuori casa. Con il patrocinio di:

sei proprio sicuro Indicazioni e consigli per vivere in sicurezza dentro e fuori casa. Con il patrocinio di: ( sei proprio siuro DI STARE AL SICURO Indizioni e onsigli per vivere in siurezz dentro e fuori s. Con il ptroinio di: Comndo provinile dei vigili del fuoo di Reggio Emili Progetto ur di: Din Bonielli,

Dettagli

Millenium 3 Interfaccia di comunicazione M3MOD Guida all'uso della Directory operativa 04/2006

Millenium 3 Interfaccia di comunicazione M3MOD Guida all'uso della Directory operativa 04/2006 Millenium 3 Interfi i omunizione M3MOD Gui ll'uso ell Diretory opertiv 04/2006 160633105 Pnormi AGui ll'uso ell Diretory opertiv Introuzione L Diretory opertiv è un file i testo generto l softwre i progrmmzione

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione Test di utovlutzione 0 0 0 0 0 50 0 70 0 0 00 n Il mio punteggio, in entesimi, è n Rispondi ogni quesito segnndo un sol delle 5 lterntive. n Confront le tue risposte on le soluzioni. n Color, prtendo d

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

StyleView Telepresence Kit

StyleView Telepresence Kit Guid per l utente StyleView Telepresence Kit for Single LCD Crt NOTA: Il kit è concepito per essere fissto un crrello con snodo LCD singolo e un solo cssetto. Sicurezz... 2 Funzioni e dti tecnici... 3

Dettagli

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE

- Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrato Territoriale NORD BARESE - Ufficio Unico PIT2 - Progetto Integrto Territorile NORD BARESE Andri Brlett Bisceglie Bitonto Cnos di Pugli Corto Giovinzzo Mrgherit di Svoi Molfett Ruvo di Pugli Sn Ferdinndo di Pugli Terlizzi Trni

Dettagli

DUOSTEEL 25. Canne Fumarie Doppia Parete Coibentazione 25 mm. Canne fumarie in acciaio Inox

DUOSTEEL 25. Canne Fumarie Doppia Parete Coibentazione 25 mm. Canne fumarie in acciaio Inox Cnne Fumrie Doppi Prete Coibentzione 25 mm Cnne fumrie in cciio Inox CERTIFICAZIONI Cnne fumrie Doppi Prete INDICE 1 Elemento diritto mm 250... pg. 4 2 Elemento diritto mm 500... pg. 4 3 Elemento dritto

Dettagli

Serie WL76* Digital Serie YL76* Digital

Serie WL76* Digital Serie YL76* Digital Serie WL76* Digitl Serie YL76* Digitl EUROPEAN UNION ECOLABEL Awre to goos or servies whih meet the environmentl requirements of the EU eolelling sheme Itlino Sommrio INSTALLAZIONE DEL TELEVISORE Preuzioni

Dettagli

Alcune nostre realizzazioni

Alcune nostre realizzazioni L nostr stori L Mistem di Pelizzri M. & C snc. relizz impinti ed utomzioni elettriche, impinti fotovoltici, impinti domotici, clen-rooms. Nostro impertivo è quello di diventre l unico intermedirio elettrico

Dettagli

PARAMETRI DI VALUTAZIONE PER AUTOBUS INTERURBANI E CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI ALLEGATO 6/lotto 1

PARAMETRI DI VALUTAZIONE PER AUTOBUS INTERURBANI E CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI ALLEGATO 6/lotto 1 PARAMETRI DI VALUTAZIONE PER AUTOBUS INTERURBANI E CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI ALLEGATO 6/lotto 1 PUNTEGGIO PARAMETRI INTERURBANO NORMALE Punteggio Vlutzioni 1 PREZZO DEL VEICOLO COMPLETO (vesi

Dettagli

Questo materiale è stato prodotto dal progetto Programma di informazione e comunicazione a sostegno degli obiettivi di Guadagnare Salute del

Questo materiale è stato prodotto dal progetto Programma di informazione e comunicazione a sostegno degli obiettivi di Guadagnare Salute del Questo mterile è stto prodotto dl progetto Progrmm di informzione e omunizione sostegno degli oiettivi di Gudgnre Slute del Ministero dell Slute /CCM, in ollorzione ol Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficiario con 65 anni o più

CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficiario con 65 anni o più CARTA ACQUISTI CHE COSA È E COSA FARE PER OTTENERLA Beneficirio con 65 nni o più L Crt Acquisti è un normle crt di pgmento elettronico, ugule quelle che sono già in circolzione e mpimente diffuse nel nostro

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

CONTROLLI E CARATTERISTICHE

CONTROLLI E CARATTERISTICHE Serie RL83* Digitl Itlino Sommrio INSTALLAZIONE DEL TELEVISORE Preuzioni i siurezz... 4 Instllzione e informzioni importnti... 5 Teleomno... 7 Inserimento elle tterie e portt effettiv... 7 COLLEGAMENTO

Dettagli

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo)

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo) Ctlogo ettglito elle prestzioni 2015 (cfr. rt. 14 el regolmento el fono) Prestzioni e gli OML reg. e cnt. (Slute e) Socile : Sviluppo e mntenimento i un sistem completo i formzione professionle i bse e

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico

Corso di Laurea in Chimica Regolamento Didattico Corso di Lure in Chimic Regolmento Didttico Art.. Il Corso di Lure in Chimic h come finlità l formzione di lureti con competenze nei diversi settori dell chimic per qunto rigurd si gli spetti teorici che

Dettagli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli

Transazioni al di fuori della normale gestione. Emissione del Prestito Obbligazionario 02/11/2010. Analisi della trasparenza Giovanni Andrea Toselli Università degli studi di Pvi Fcoltà di Economi.. 2010-20112011 Sezione 26 Anlisi dell trsprenz Giovnni Andre Toselli 1 Sezione 26 Trnszioni l di fuori dell normle gestione Operzioni sull struttur finnziri

Dettagli

Metering box MODULO DI CONTABILIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA TERMICA, UNITA' MB2

Metering box MODULO DI CONTABILIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA TERMICA, UNITA' MB2 Metering ox MODULO DI CONTABILIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA TERMICA, UNITA' MB2 ISTRUZIONI PER L'INSTALLAZIONE, LA MESSA IN SERVIZIO E IL FUNZIONAMENTO Sommrio Fig. 1. Unità llo stto ell onsegn

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DELLA PROTEZIONE GIURIDICA Il Comitto centrle decret il regolmento seguente conformemente ll rt. 57 e ll rt. 9, cpv. 4 lett. i degli sttuti dell ASI del 5 novemre 00 Tutte

Dettagli

CIRCOLATORI D ARIA PER APPLICAZIONI AGRICOLE ED INDUSTRIALI

CIRCOLATORI D ARIA PER APPLICAZIONI AGRICOLE ED INDUSTRIALI Circolzione Versioni, supplementi e ccessori TRZ. DIRETT TRZ. CINGHI Versioni ple U leg d lluminio U leg d lluminio U leg d lluminio (Versione rccomndt per leggerezz e roustezz) TRZ. CINGHI GV cciio zincto

Dettagli

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA' ACCESSORIE PERIODO DI VALIDITA' I corrispettivi indicti nel presente prezzrio si intendono vlidi nel periodo dl 1 Gennio 2009 l 31 Dicemre 2009

Dettagli

UKUPAN BROJ OSVOJENIH BODOVA

UKUPAN BROJ OSVOJENIH BODOVA ŠIFRA DRŽAVNO TAKMIČENJE IX rzred UKUPAN BROJ OSVOJENIH BODOVA Test pregledl/pregledo...... Podgori,... 2010. godine ASCOLTO I Asolt un volt il testo. Leggi ttentmente l prov propost. Asolt di nuovo il

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "VOLTERRA - ELIA" 60100 TORRETTE DI ANCONA (AN)

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE VOLTERRA - ELIA 60100 TORRETTE DI ANCONA (AN) Eserizio finnzirio 2010 Mod. H (rt. 18,. 2) ENTRATE Voe Progrmmzione definitiv ertte risosse rimste d risuotere e = - 01 Avnzo di mministrzione utilizzto 01 Avnzo Non vinolto 02 Avnzo Vinolto 02 Finnzimento

Dettagli

Guida di riferimento per l'installatore

Guida di riferimento per l'installatore Guid di riferimento per l'instlltore Dikin Altherm Pomp di clore pvimento Guid di riferimento per l'instlltore Dikin Altherm Pomp di clore pvimento Itlino Sommrio Sommrio 1 Precuzioni generli di sicurezz

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

DESCRIZIONE PROGETTO. Free Software e Didattica

DESCRIZIONE PROGETTO. Free Software e Didattica Vi Lmrmor, 35 00010 Villnov di, Rom, 1. Tipologi progetto : Didttic curriculre Didttic extr-curriculre Accoglienz, orientmento, stge Formzione del personle Altro.. 2. Denominzione progetto Indicre Codice

Dettagli

Sensori Induttivi inductive sensors

Sensori Induttivi inductive sensors Sensori Induttivi inductive sensors SENSORI INDUTTIVI NMUR SERIE TEX CUSTODI CILINDRIC Ø 6.5 M8M12M14M18M 2 FILI C.C. ESECUZIONEN TOTLMENTE SCERMTI PRZILMENTE SCERMTI Ø 6,5 2,5 Ø 6,5 M8 x 1 2,5 M8 x 1

Dettagli

Verifica del modulo: Il marketing dei prodotti turistici

Verifica del modulo: Il marketing dei prodotti turistici di Alessndro Siviero doente di Eonomi, mrketing e omunizione Strumenti APRILE/MAGGIO 00 Verifi del modulo: Il mrketing dei prodotti turistii Metodi di verifi e l pproio dello studente Nell rtiolo Il mrketing

Dettagli

Scala di sicurezza, Palazzo della Ragione, Milano

Scala di sicurezza, Palazzo della Ragione, Milano Scl di sicurezz, Plzzo dell Rgione, Milno Er importnte che l scl fosse progettt in modo d essere legger, trsprente e visivmente utonom rispetto l contesto storico. In seguito ll intervento di conservzione

Dettagli

RIVELATORI DI GAS METANO O GPL

RIVELATORI DI GAS METANO O GPL RIVELTORI DI GS METNO O GPL Installazione a parete o installazione a semincasso (con supporto in opzione) Con relè per comando elettrovalvola Istruzioni per l installazione e l uso dei modelli: rt. 856500

Dettagli

RIEPILOGO per TIPOLOGIA SPESA Esercizio finanziario 2014

RIEPILOGO per TIPOLOGIA SPESA Esercizio finanziario 2014 Ministero dell'istruzione, dell'università e dell Rier Eserizio finnzirio 2014 Pgin n. 1 Desrizione Progrm mzione definitiv impegnte 01 Personle 138.826,94 41.707,73 41.707,73 0,00 97.119,21 0,00 0,00

Dettagli

AIUTO PER LA SCELTA. Sensori ottici della distanza. Sensori ad ultrasuoni della distanza. ODSL 8 a pagina 268. ODSL 9 a pagina 272

AIUTO PER LA SCELTA. Sensori ottici della distanza. Sensori ad ultrasuoni della distanza. ODSL 8 a pagina 268. ODSL 9 a pagina 272 AIUTO PER LA SCELTA ottici della distanza Principio di misura Trasmettitore Prodotti e campi di misura tipici [mm] ODSL 8 a pagina 268 20 500 ODSL 9 a pagina 272 50 650 Oggetto ODS(L) 96(B) / ODKL 96B

Dettagli

Indice. Modulo 4 Il credito e i calcoli finanziari. Sul libro Ripassiamo insieme... 2. Materiali digitali

Indice. Modulo 4 Il credito e i calcoli finanziari. Sul libro Ripassiamo insieme... 2. Materiali digitali Indie Sul liro Ripssimo insieme... 2 Mterili digitli Unità 1 Modulo 4 Il redito e i loli finnziri Il finnzimento dell ttività eonomi... 10 1 L funzione finnz e il fisogno finnzirio... 11 2 Le operzioni

Dettagli

del 21 gennaio 2008 NORME DI ACCETTAZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CARRI SERIE UAAI DOTATI DI DISPOSITIVI SPECIALI

del 21 gennaio 2008 NORME DI ACCETTAZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CARRI SERIE UAAI DOTATI DI DISPOSITIVI SPECIALI NEIF n 5 del 21 gennio 2008 Direzione Ingegneri, Sicurezz e Qulità di Sistem Direttore NEIF n 5 del 21 gennio 2008 in vigore dl ricevimento NORME DI ACCETTAZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CARRI SERIE UAAI DOTATI

Dettagli

Manuale di configurazione ed utilizzo

Manuale di configurazione ed utilizzo SERVIZIO CISCO JABBER VIS 4.0 Numero documento: 132/ versione 1.0 Dt : 30/05/2013 Oggetto: VIS 4.0 Redttore documento: Bgnr Mssimilino Mnule di configurzione ed utilizzo Cisco Jbber per Smsung Android

Dettagli

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione

Conversione A/D e D/A. Quantizzazione Conversione A/D e D/A Per il trttmento dei segnli sempre più vengono preferite soluzioni di tipo digitle. È quindi necessrio, in fse di cquisizione, impiegre dispositivi che convertno i segnli nlogici

Dettagli

Manuale per l installatore. Per il tecnico qualificato. Manuale per l installatore VAI 3-025 WN VAI 3-035 WN VAI 3-050 WN.

Manuale per l installatore. Per il tecnico qualificato. Manuale per l installatore VAI 3-025 WN VAI 3-035 WN VAI 3-050 WN. Mnule per l instlltore Per il tecnico qulificto Mnule per l instlltore VAI 3-025 WN VAI 3-035 WN VAI 3-050 WN Unità A Prete IT LISTA DI IMBALLAGGIO L'unità è dott degli elementi indicti nell seguente Tbell

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO COMPARATIVO SULLE TIPOLOGIE DI MUTUO IPOTECARIO / FONDIARIO PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (disposizioni di trsprenz i sensi dell rt. 2 comm 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Per tutte le condizioni

Dettagli

TIMER. Cliccando qui si può vedere il video del circuito su breadboard in cui si potrà notare:

TIMER. Cliccando qui si può vedere il video del circuito su breadboard in cui si potrà notare: 6 TIMER Il iruito proposto è un pproonimento personle sopo ittio per mettere in prti le nozioni ino or quisite (pssno nhe l mierto SUPERCAR qui rppresentto i CD07B), iò non tolie he non poss essere utile.

Dettagli

LE RETTIFICHE DI STORNO

LE RETTIFICHE DI STORNO Cpitolo 11 LE RETTIFICHE DI STORNO cur di Alfredo Vignò Le scritture di rettific di fine esercizio Sono composte l termine del periodo mministrtivo per inserire nel sistem vlori stimti e congetturti di

Dettagli

SOLID-2. Barriere optoelettroniche di sicurezza. MANUALE DI ISTRUZIONE DI COLLEGAMENTO E DI USO Istruzioni per l'uso originali

SOLID-2. Barriere optoelettroniche di sicurezza. MANUALE DI ISTRUZIONE DI COLLEGAMENTO E DI USO Istruzioni per l'uso originali SOLID-2 Barriere optoelettroniche di sicurezza 604033-2011/07 Con riserva di modifiche techniche MANUALE DI ISTRUZIONE DI COLLEGAMENTO E DI USO Istruzioni per l'uso originali Istruzioni di collegamento

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.vitinmpgn.it Edizioni L Informtore Agrrio Tutti i diritti riservti, norm dell Legge sul Diritto d Autore e le sue suessive modifizioni. Ogni utilizzo di quest oper per usi diversi d quello personle

Dettagli

VIESMANN. VITODENS E VITOSOLAR Sistemi scarico fumi per caldaie a gas a condensazione da 1,9 a 150,0 kw. Indicazioni per la progettazione

VIESMANN. VITODENS E VITOSOLAR Sistemi scarico fumi per caldaie a gas a condensazione da 1,9 a 150,0 kw. Indicazioni per la progettazione VIESMANN VITODENS E VITOSOLAR Sistemi sri fumi per ldie gs ndenszine d 1,9 150,0 kw Indizini per l prgettzine SISTEMI DI SCARICO FUMI VITODENS E VITOSOLAR 5/01 Indie Indie 1. Sistemi di sri fumi 1.1 Sistemi

Dettagli

Comunica con ichat... 10 Sottotitoli aperti e chiusi... 10 Avvisi e audio... 11 Registrazione con QuickTime... 11 Audio mono... 11

Comunica con ichat... 10 Sottotitoli aperti e chiusi... 10 Avvisi e audio... 11 Registrazione con QuickTime... 11 Audio mono... 11 -LeguidediArhimede AessibilitàX Indie L impegno di Apple per l essibilità... 1 Vist... 4 Voiever... 4 Brille... 5 Applizioni... 5 Ingrndimento dello shermo... 5 Ingrndimento del ursore... 6 Contrsto elevto

Dettagli

Mancanze disciplinari Sanzioni disciplinari Organi competenti

Mancanze disciplinari Sanzioni disciplinari Organi competenti Allegto 1 - REGOLAMENTO DI DISCIPLINA PER LA SCUOLA PRIMARIA Prte integrnte dello stesso Regolmento Mncnze disciplinri Snzioni disciplinri Orgni competenti Il presente llegto costituisce un elenco esemplifictivo,

Dettagli

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Via Arco 132 80043 S. Anastasia http://www.campaniascacchi.org

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Via Arco 132 80043 S. Anastasia http://www.campaniascacchi.org COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI c/o Circolo IncontrArci Vi Arco 132 80043 S. Anstsi http://www.cmpnisccchi.org F.S.I. C.O.N.I. ORGANIZZA IL 19 CAMPIONATO REGIONALE A SQUADRE TORNEO OMOLOGABILE PER VARIAZIONI

Dettagli

;fb) -, 3 GEO E' sede dell'annuale "Festival dei due Mondi" a Foligno. 7 GEO Madeira e le Azzorre appartengono a. c ok Portogallo

;fb) -, 3 GEO E' sede dell'annuale Festival dei due Mondi a Foligno. 7 GEO Madeira e le Azzorre appartengono a. c ok Portogallo ;f) -, tid \-\ tlt~d_ Esme di ilitzione per ACCOMPAGNATORE TURISTICO prov sritt - 25 settemre 2014 - TRACCIA n. 3 1 GEO L stzione ternle di Fiuggi si trov in provini di Vitero Rieti li ok Frosinone 2 GEO

Dettagli

TERAPIA 1. Capitolo 9

TERAPIA 1. Capitolo 9 Cpitolo 9 TERAPIA 1 9.1 DISPOSITIVI OCCLUSALI 158 Bite 160 Plhe di svinolo 164 Plhe di riposizionmento 167 Dispositivi di distrzione rtiolre 169 9.2 TERAPIE MANUALI 170 Distrzione rtiolre 170 Mnovre terpeutihe

Dettagli

AVVERTENZA indica una situazione potenzialmente pericolosa che, se non evitata, può causare la morte o lesioni gravi.

AVVERTENZA indica una situazione potenzialmente pericolosa che, se non evitata, può causare la morte o lesioni gravi. Gui i instllzione rpi Inizio MFC-7360N MFC-7460DN Prim i onfigurre l pprehio, leggere l opusolo Siurezz e restrizioni legli. Leggere poi l Gui i instllzione rpi per l onfigurzione e l'instllzione orrette.

Dettagli

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE

PROVVEDIMENTO del Funzionario delegato DAL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Vile dell Repubblic, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fx 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 PROVVEDIMENTO

Dettagli

Sensori ad ultrasuoni ADVANCED con IO-Link. Disegno quotato

Sensori ad ultrasuoni ADVANCED con IO-Link. Disegno quotato Sensori ad ultrasuoni ADVANCED con IO-Link Disegno quotato HTU418B- DMU418B- HTU430B- DMU430B- it 02-2015/01 50122144 4...20 ma 0...10 V 25 400mm 150 1300mm 300 3000mm 15-30 V DC Con riserva di modifiche

Dettagli

Profili standard disponibili a magazzino

Profili standard disponibili a magazzino Profili stndrd disponiili mgzzino PROFILO MT Per ctene rullo semplice...pgin 4 PROFILO MT Per ctene rullo doppio...pgin 5 PROFILO MT Per ctene rullo triplo... Pgin 6 PROFILO ME Per ctene rullo semplice...pgin

Dettagli

Comune di Tortolì Provincia dell Ogliastra

Comune di Tortolì Provincia dell Ogliastra Comune di Tortolì Provini dell Oglistr PIANO URBANISTICO COMUNALE IN ADEGUAMENTO AL PIANO PAESAGGISTICO REGIONALE E AL PIANO DI ASSETTO IDROGEOLOGICO Sindo Dott. Domenio Lerede Assessore ll Urnisti Mssimo

Dettagli

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ EMC VMA AX 10K EMC VMAX 10K fornisce e un'rchitettu ur scle-out multi-controlller Tier 1 rele e che nsolidmento ed efficienz. EMC VMAX 10 0K utilizz l stess s grntisce lle ziende con stemi VMAX 20 0K e

Dettagli

SENSORI PER ZONE A RISCHIO DI DEFLAGRAZIONE

SENSORI PER ZONE A RISCHIO DI DEFLAGRAZIONE SENSORI PER ZONE A RISCHIO DI DEFLAGRAZIONE Descrizione articolo Cod. art.: Categoria apparecchio Portata di esercizio [m] Tensione di esercizio Sorgente luminosa Uscita Fotocellule a barriera = trasmettitore

Dettagli

AVVERTENZA indica una situazione potenzialmente pericolosa che, se non evitata, può causare la morte o lesioni gravi.

AVVERTENZA indica una situazione potenzialmente pericolosa che, se non evitata, può causare la morte o lesioni gravi. Gui i instllzione rpi Inizio DCP-7055 / DCP-7057 DCP-7060D / DCP-7065DN Prim i onfigurre l pprehio, leggere l opusolo Siurezz e restrizioni legli. Leggere poi l Gui i instllzione rpi per l onfigurzione

Dettagli