Liceo Scientifico L. B. Alberti. Cagliari. Quiz di Chimica. Raccolta tratta dai Test di Ammissione in Medicina Anno Scolastico 2009/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Liceo Scientifico L. B. Alberti. Cagliari. Quiz di Chimica. Raccolta tratta dai Test di Ammissione in Medicina 2002 2008. Anno Scolastico 2009/2010"

Transcript

1 Liceo Scientifico L. B. Alberti Cagliari Quiz di Chimica Raccolta tratta dai Test di Ammissione in Medicina Anno Scolastico 2009/2010 Paolo Zucca

2 DISCLAIMER: I presenti quiz sono frutto del semplice lavoro di raccolta, ed elaborazione per argomenti cardine dei test di Ammissione in Medicina a partire dal 2002 al Non sono da considerarsi in alcun modo come sostitutivi di un testo completo per esercitarsi, né tantomeno completamente indicativi del programma da preparare in vista del test. Questo documento è stato impaginato dal suo autore con LATEX, un sistema gratuito e libero di elaborazione dei testi, nel settembre 2009.

3 INDICE Indice 1 ORBITALI E TAVOLA PERIODICA 3 2 LEGAME CHIMICO 11 3 SOLUZIONI 14 4 NUMERI DI OSSIDAZIONE E INORGANICA 16 5 EQUILIBRIO E ph 22 6 OSSIDORIDUZIONI 28 7 MISCELLANEA 30 8 CHIMICA ORGANICA E BIOLOGICA 38 9 RISPOSTE CORRETTE 48 2

4 1. ORBITALI E TAVOLA PERIODICA 1 ORBITALI E TAVOLA PERIODICA 1. Qual è il numero massimo di elettroni che possono essere contenuti in tutti gli orbitali 4d di un atomo? (a) 4 (b) 8 (c) 10 (d) Non esiste un numero massimo (e) Il numero massimo di elettroni contenuto in un orbitale 5f è (a) 2 (b) 14 (c) 10 (d) 6 (e) 1 3. Il numero quantico secondario di un elettrone contenuto in un orbitale 3p: (a) è 2 (b) è 1 (c) può assumere tutti i valori interi compresi tra 0 e 2 (d) è 3 (e) può assumere tutti i valori interi (zero compreso) tra -3 e Si definiscono isotopi: (a) atomi con uguale numero atomico e diverso numero di elettroni (b) atomi con uguale numero atomico e uguale numero di massa (c) atomi con diverso numero atomico e diverso numero di massa (d) atomi con uguale numero atomico e diverso numero di massa (e) atomi con diverso numero atomico e uguale numero di elettroni 3

5 1. ORBITALI E TAVOLA PERIODICA 5. La differenza tra l isotopo 125 e 131 dello Iodio dipende dal fatto che: (a) l isotopo 131 possiede 6 elettroni in più rispetto all isotopo 125 (b) l isotopo 131 possiede 6 protoni in più rispetto all isotopo 125 (c) l isotopo 131 possiede 6 neutroni in più rispetto all isotopo 125 (d) l isotopo 125 possiede 6 protoni in più rispetto all isotopo 131 (e) l isotopo 125 possiede 6 neutroni in più rispetto all isotopo I gas nobili non sono reattivi perché: (a) l orbitale più esterno è completamente occupato dagli elettroni (b) sono presenti allo stato monoatomico (c) presentano basse forze di Van der Waals (d) hanno pochi elettroni nello strato esterno (e) non reagiscono con gli acidi 7. Quale di queste coppie di elementi appartiene allo stesso gruppo della tavola periodica degli elementi? (a) Ca e O (b) Na e Cl (c) K e Ca (d) K e O (e) Ca e Mg 8. Quanti elettroni possono essere contenuti al massimo in un orbitale? (a) 2 (b) 8 (c) 18 (d) 32 (e) dipende dal tipo di orbitale 4

6 1. ORBITALI E TAVOLA PERIODICA 9. L elettronegatività è: (a) l energia ceduta quando su un atomo giunge un elettrone dall esterno (b) la capacità di un elemento di attrarre elettroni di legame (c) la capacità di condurre la corrente (d) l energia necessaria per strappare un elettrone ad uno ione negativo (e) la capacità di un elemento di cedere elettroni 10. Nella tavola periodica degli elementi l energia di ionizzazione dall alto in basso lungo un gruppo: (a) diminuisce solo negli ultimi tre gruppi (b) cresce progressivamente (c) resta invariata (d) cresce nei primi tre gruppi, resta invariata negli altri (e) decresce progressivamente 11. Tra l atomo neutro Ne e lo ione Na + è: (a) più piccolo Ne ma ha massa maggiore (b) più piccolo l atomo Ne (c) impossibile prevedere chi è più piccolo (d) più piccolo lo ione Na + (e) più piccolo Ne ma ha massa minore 12. Elementi che hanno lo stesso numero di elettroni nella configurazione elettronica esterna: (a) hanno la stessa energia di ionizzazione (b) hanno la stessa affinità elettronica (c) fanno parte dello stesso gruppo della tavola periodica (d) occupano lo stesso periodo della tavola periodica (e) hanno la stessa elettronegatività 5

7 1. ORBITALI E TAVOLA PERIODICA 13. I non metalli: (a) sono pessimi conduttori di calore e di elettricità (b) hanno tutti bassa elettronegatività (c) sono tutti incolori (d) sono buoni conduttori di calore ma non di elettricità (e) sono tutti gassosi 14. I metalli alcalino terrosi hanno in comune: (a) un e nello strato più esterno (b) nessun e nello strato più esterno (c) due e nello strato più esterno (d) tre e nello strato più esterno (e) otto e nello strato più esterno 15. I due nuclidi 14 e 12 del carbonio si distinguono perché il primo possiede: (a) due protoni in più (b) due neutroni in più (c) due elettroni in più (d) due protoni in meno (e) due nucleoni in meno 16. Un elemento è costituito da atomi: (a) aventi lo stesso numero di nucleoni (b) tutti diversi tra loro (c) aventi uguale numero di massa (d) aventi tutti lo stesso numero di protoni (e) aventi lo stesso numero di neutroni 6

8 1. ORBITALI E TAVOLA PERIODICA 17. Nella tavola periodica degli elementi il potenziale di ionizzazione lungo un periodo: (a) cresce nei primi tre gruppi, resta invariato negli altri (b) decresce nei primi due gruppi, cresce negli altri (c) decresce progressivamente (d) cresce progressivamente (e) resta invariato 18. Quale dei seguenti elementi NON è un metallo alcalino terroso? (a) Ca (b) Pb (c) Ba (d) Mg (e) Be 19. Indicare quale dei seguenti elementi NON è di transizione: (a) Fe (b) Cu (c) Cr (d) As (e) Zn 20. In base al modello atomico di Bohr, quando un elettrone passa da uno stato fondamentale ad uno stato eccitato, l atomo: (a) emette energia (b) acquista energia (c) emette una radiazione luminosa (d) perde un protone (e) si raffredda 7

9 1. ORBITALI E TAVOLA PERIODICA 21. Mg e Ca sono: (a) alogeni (b) metalli di transizione (c) metalli nobili (d) metalli del primo gruppo (e) metalli del secondo gruppo 22. Quale elemento NON fa parte del gruppo dei metalli alcalini? (a) Na (b) Li (c) Mg (d) Cs (e) Fr 23. Qual è la configurazione elettronica esterna del Calcio? (a) 3s 2 (b) 2s 2 (c) 5s 2 (d) 6s 2 (e) 4s Il numero di massa di un elemento corrisponde: (a) al numero di neutroni meno il numero di protoni (b) al numero di protoni meno il numero di neutroni (c) al numero di protoni più il numero di neutroni (d) al numero dei neutroni dell elemento (e) al numero dei protoni dell elemento 25. L energia necessaria per strappare una mole di elettroni ad una mole di atomi per formare una mole di ioni monovalenti positivi viene definita: 8

10 1. ORBITALI E TAVOLA PERIODICA (a) grado di ionizzazione molare (b) potenziale di ionizzazione molare (c) costante di ionizzazione molare (d) indice di dislocazione molare (e) potenziale chimico molare 26. Quanti elettroni, protoni e neutroni ha, nell ordine, lo ione H? (a) 1;1;0 (b) 0;1;1 (c) 2;1;1 (d) 2;1;0 (e) 1;1;2 27. I gas nobili (ad eccezione dell elio) hanno tutti configurazione elettronica esterna di tipo: (a) sp 6 (b) sp 8 (c) s 2 p 4 (d) s 2 p 6 (e) s 2 p Due elettroni del terzo livello energetico non possono avere: (a) numero quantico magnetico uguale a -2 (b) numero quantico secondario uguale a 2 (c) lo stesso numero quantico di spin (d) numero quantico magnetico uguale a 3 (e) numero quantico secondario uguale a Nell isotopo radioattivo 14 C del carbonio sono presenti: (a) 6 protoni, 7 neutroni, 7 elettroni 9

11 1. ORBITALI E TAVOLA PERIODICA (b) 8 protoni, 6 neutroni, 6 elettroni (c) 7 protoni, 7 neutroni, 7 elettroni (d) 6 protoni, 8 neutroni, 6 elettroni (e) 7 protoni, 7 neutroni, 6 elettroni 30. Un catione sodio, rispetto ad un atomo di sodio, ha: (a) un elettrone in più (b) lo stesso numero di massa (c) un protone in più (d) un neutrone in meno (e) un protone in meno 31. Indica quale delle seguenti sostanze ha il peso molecolare minore: (a) ossigeno (b) acqua (c) azoto (d) monossido di carbonio (e) anidride carbonica 10

12 2. LEGAME CHIMICO 2 LEGAME CHIMICO 32. Il legame covalente necessita di: (a) acquisizione di almeno tre elettroni (b) trasferimento di elettroni tra atomi (c) cessione di almeno due elettroni (d) condivisione degli elettroni tra atomi (e) un metallo e un non metallo 33. Per legame ionico di intende la forza di attrazione: (a) tra ioni di segno opposto nei composti (b) tra gli elettroni e i protoni in qualsiasi atomo (c) tra il nucleo e gli elettroni negli atomi dei composti (d) tra gli atomi negli elementi (e) tra gli ioni dello stesso elemento 34. Nella molecola NH 3, l atomo di azoto mette in compartecipazione con ciascun atomo di H: (a) tre elettroni (b) due elettroni (c) un elettrone (d) quattro elettroni (e) nessun elettrone 35. Cl Cl rappresenta la molecola biatomica del cloro; il legame che caratterizza tale sostanza è: (a) metallico (b) covalente puro (c) dativo (d) covalente polare (e) ionico 11

13 2. LEGAME CHIMICO 36. Il legame covalente polarizzato si può formare tra: (a) atomi dello stesso elemento (b) atomi a diversa elettronegatività (c) atomi con la stessa configurazione elettronica (d) ioni con carica di segno opposto (e) atomi che possono cedere ed acquistare elettroni 37. Quale indicazione può far supporre che un composto binario sia ionico? (a) I due elementi che lo compongono sono entrambi metalli (b) I due elementi che lo compongono sono entrambi non-metalli (c) I due elementi che lo costituiscono sono entrambi dello stesso periodo (d) Dei due elementi che lo costituiscono uno appartiene al gruppo I e l altro al gruppo VII (e) Il composto conduce la corrente elettrica solo allo stato solido 38. Il legame covalente si forma quando due atomi: (a) trasferiscono uno o più elettroni da un atomo ad un altro (b) mettono in comune tutti gli elettroni di valenza (c) mettono in comune una coppia di elettroni (d) trasferiscono tutti gli elettroni di valenza da un atomo ad un altro (e) mettono in comune tutti gli elettroni 39. Indica il motivo per cui ogni trasformazione chimica è accompagnata da effetti energetici: (a) alcune sostanze reagenti cambiano il proprio stato di aggregazione e quindi devono assorbire o cedere calore (b) i legami chimici presenti nei reagenti sono diversi da quelli presenti nei prodotti e quindi cambia l energia chimica (c) gli atomi dei reagenti si trasformano in atomi diversi che formano tra loro legami più stabili nei prodotti 12

14 2. LEGAME CHIMICO (d) i nuclei degli atomi dei reagenti si trasformano in nuclei più piccoli e quindi diminuisce l energia interna del sistema (e) i prodotti sono sempre sostanze con maggiore stabilità, quindi il sistema finale ha sempre maggiore energia 40. Indicare la coppia di elementi che possono legarsi con un legame ionico: (a) H e P (b) K e F (c) H e Cl (d) He e Ar (e) N e H 41. In un legame covalente omopolare gli elettroni sono distribuiti: (a) in diversa misura tra atomi uguali (b) solo su un atomo e non sull altro (c) in egual misura tra atomi diversi (d) in diversa misura tra atomi diversi (e) in egual misura tra atomi uguali 42. Il cloruro di sodio si scioglie in acqua a seguito della formazione nella soluzione di legami: (a) ione dipolo (b) idrogeno (c) idrofobici (d) ionici (e) covalenti 13

15 3. SOLUZIONI 3 SOLUZIONI 43. Quanti g di MgSO 4 (P.M. = 120) occorrono per preparare 2000 ml di una soluzione 3 M? (a) 480 g (b) 360 g (c) 500 g (d) 120 g (e) 720 g 44. Se un litro di soluzione acquosa contiene 360 g di HCl (p.m.= 36) e 360 g di NaOH (p.m.= 40), il suo ph è: (a) inferiore a 7,0 (b) neutro (c) superiore a 7,0 (d) superiore a 8,0 (e) superiore a 10,0 45. In 500 ml di una soluzione acquosa sono presenti 2 g di NaOH (p.m.=40 u.m.a.); la concentrazione della soluzione è: (a) 1 M (b) 0,1 M (c) 1 m (d) 0,1 m (e) 0,05 M 46. Una soluzione acquosa di acido solforico 0,1 M contiene: (a) 0,0001 mol di acido in 1 ml di soluzione (b) 0,1 mol di acido in 100 ml di soluzione (c) 0,001 mol di soluto in 1 litro di soluzione (d) 0,1 mol di acido in 10 litri di acqua 14

16 3. SOLUZIONI (e) 1 ml di acido in 1 ml di soluzione 47. La massa molecolare dell acqua è pari a 18 u.m.a. Perciò in 1 litro d acqua sono contenute: (a) 22,4 mol di acqua (b) 1, mol di acqua (c) 100 mol di acqua (d) 55,5 mol di acqua (e) 1, mol di acqua 48. Una soluzione 1 M di KCl contiene: (a) 1g di sale per ml di soluzione (b) 1 mole di soluto per litro di soluzione (c) 1 mole di soluto per ml di soluzione (d) 1 mole di soluto per Kg di soluzione (e) nessuna delle precedenti è esatta 49. Indicare la massa di ossido di calcio (calce viva) che si ottiene da 1 kg di CaCO 3, se la reazione è: CaCO 3 = CaO + CO 2 (p.at. Ca = 40, p.at. C = 12, p.at. O = 16 u.m.a) (a) 1 kg (b) 560 g (c) 200 g (d) 56 g (e) 2 kg 15

17 4. NUMERI DI OSSIDAZIONE E INORGANICA 4 NUMERI DI OSSIDAZIONE E INORGA- NICA 50. A cosa corrisponde il numero di ossidazione di un elemento? (a) Al valore di elettronegatività dell elemento (b) Al numero complessivo di protoni e neutroni presenti nel nucleo dell atomo (c) Al numero di protoni presenti nel nucleo dell elemento (d) Al numero di elettroni messi in gioco dall elemento in un legame chimico (e) Al numero di cariche dell elemento 51. Il valore minimo del numero di ossidazione del carbonio è: (a) -1 (b) 0 (c) +4 (d) -4 (e) In quale dei seguenti composti il carbonio presenta un numero di ossidazione negativo? (a) CO (b) C 6 H 12 O 6 (c) CCl 4 (d) CHCl 3 (e) C 2 H Il ferro allo stato elementare (Fe) ha numero di ossidazione uguale a: (a) -3 (b) +3 16

18 4. NUMERI DI OSSIDAZIONE E INORGANICA (c) -2 (d) +2 (e) Il composto formato dagli ioni Fe +++ e SO 2 4 ha formula: (a) FeSO 4 (b) Fe 2 (SO 4 ) 2 (c) Fe 2 SO 4 (d) Fe 2 (SO 4 ) 3 (e) Fe(SO 4 ) Un certo elemento forma un ossido, che quando è sciolto in acqua forma una soluzione acida. Quale, tra le seguenti è la deduzione più ragionevole? È un: (a) non metallo (b) elemento di transizione (c) elemento che appartiene al gruppo degli elementi alcalini (d) metallo (e) gas nobile 56. Indicare il composto in cui l atomo di cloro ha numero di ossidazione maggiore: (a) CCl 4 (b) HCl (c) NaCl (d) HClO 4 (e) HClO La formula H 2 SO 3, secondo la nomenclatura tradizionale corrisponde a: (a) l acido metasolforico 17

19 4. NUMERI DI OSSIDAZIONE E INORGANICA (b) l acido solfidrico (c) l acido solforico (d) l acido ortosolforico (e) l acido solforoso 58. Indicare quale dei seguenti è un potente corrosivo: (a) Acido etanoico (b) Acido carbonico (c) Acido citrico (d) Acido solforico (e) Acido L ascorbico 59. Il bicarbonato, usato come antiacido e come digestivo, è: (a) Idrogenocarbonato di sodio (b) Cloruro di carbonio (c) Carbonato di calcio (d) Carbonato acido di calcio (e) Carbonato di magnesio 60. Da cosa derivano gli idruri? (a) Dalla combinazione di idrogeno con un metallo più elettronegativo dell idrogeno stesso (b) Dalla combinazione di idrogeno con un non metallo elettronegativo quanto l idrogeno stesso (c) Dalla combinazione di idrogeno con un metallo meno elettronegativo dell idrogeno stesso (d) Dalla combinazione di idrogeno e un acido (e) Dalla combinazione di idrogeno con un non metallo più elettronegativo dell idrogeno stesso 61. Come varia il numero di ossidazione del cromo nella seguente ossidoriduzione: (NH 4 ) 2 Cr 2 O 7 Cr 2 O 3 + 4H 2 O + N 2 18

20 4. NUMERI DI OSSIDAZIONE E INORGANICA (a) da +4 a +3 (b) da +7 a +2 (c) da +6 a +3 (d) da +5 a +2 (e) da +7 a Indicare quale delle seguenti sostanze si scioglie meglio in un solvente apolare: (a) acido solforico (b) zolfo (c) acetato di potassio (d) idrossido di sodio (e) idrossido di potassio 63. Individuare, tra le seguenti sostanze, l acido forte in acqua: (a) acido lattico (b) acido cianidrico (c) acido acetico (d) acido carbonico (e) acido nitrico 64. Indicare la formula dell acido ortofosforico: (a) H 2 PO 3 (b) H 2 PO 4 (c) H 3 PO 4 (d) H 3 PO 3 (e) H 4 PO L unico composto in cui l ossigeno ha numero di ossidazione +2 è: 19

21 4. NUMERI DI OSSIDAZIONE E INORGANICA (a) H 2 O 2 (b) F 2 O (c) H 2 SO 4 (d) HClO (e) CO Il nitrito ferrico si ottiene dalla reazione tra: (a) acido nitroso + idrossido ferrico (b) acido nitroso + ossido ferroso (c) acido nitrico + idrossido ferroso (d) acido nitrico + idrossido ferrico (e) acido nitroso + idrossido ferroso 67. Cosa sono le anidridi? (a) Composti binari formati da idrogeno e un non metallo (b) Composti binari formati da metallo e ossigeno (c) Composti ternari formati da idrogeno, non metallo e ossigeno (d) Composti binari formati da un non metallo con ossigeno (e) Composti binari formati da uno ione metallico e dall anione OH 68. Indicare il numero d ossidazione del cloro in HClO 4 : (a) -1 (b) +1 (c) +3 (d) +5 (e) L ossido di potassio, reagendo con l acqua, forma: (a) un sale (b) una soluzione acida 20

22 4. NUMERI DI OSSIDAZIONE E INORGANICA (c) una soluzione basica (d) potassio libero (e) la reazione non avviene 70. Il numero di ossidazione del cromo nel composto K 2 Cr 2 O 7 è: (a) +12 (b) +6 (c) -6 (d) -8 (e) Il bicarbonato che utilizziamo per neutralizzare l acidità gastrica è: (a) Na 2 CO 3 (b) KHCO 3 (c) K 2 CO 3 (d) NaHCO 3 (e) KNaCO 3 21

23 5. EQUILIBRIO E ph 5 EQUILIBRIO E ph 72. Una reazione chimica si trova in uno stato di equilibrio quando: (a) la concentrazione dei reagenti è uguale a zero (b) la concentrazione dei reagenti è maggiore di quella dei prodotti (c) le concentrazioni dei reagenti e dei prodotti non cambiano più (d) la concentrazione dei reagenti è uguale a quella dei prodotti (e) la concentrazione dei reagenti è minore di quella dei prodotti 73. Si dice che una reazione raggiunge lo stato di equilibrio chimico quando: (a) la velocità della reazione diretta si riduce a zero (b) la velocità della reazione diretta inizia a diminuire (c) la velocità della reazione inversa inizia a diminuire (d) la velocità della reazione diretta è uguale alla velocità della reazione inversa (e) inizia ad avvenire la reazione inversa 74. In relazione alla definizione di acido e di base secondo la teoria di Brønsted e Lowry, indica l unica affermazione sbagliata: (a) si definiscono basi soltanto le specie chimiche che sono in grado di produrre ioni OH (b) si definiscono acidi tutte le specie chimiche che sono in grado di cedere ioni H + (c) si definiscono basi tutte le specie chimiche che sono in grado di acquistare ioni H + (d) una specie chimica manifesta le sue proprietà acide solo in presenza di una specie che si comporta da base (e) una reazione chimica acido base consiste nel trasferimento di un protone dall acido alla base 75. Se un soluzione acquosa di HCl (1 L) avente ph = 4 viene diluita con acqua a un volume dieci volte maggiore (a 10 L), il ph della soluzione ottenuta è: 22

24 5. EQUILIBRIO E ph (a) 5 (b) 0,4 (c) 10 (d) 3 (e) 4,5 76. Indicare a quale dei seguenti valori del ph (tutti a 25 ) si ha la massima concentrazione di ioni H 3 O + : (a) 6,12 (b) 3,5 (c) 6,6 (d) 3,11 (e) 8, A 50 ml di una soluzione 0,06 M di HCl, viene aggiunto un volume pari al doppio di una soluzione identica di HCl 0,06 M. Come cambia la concentrazione della soluzione? (a) Raddoppia (b) Triplica (c) Si dimezza (d) Resta uguale (e) Diventa un terzo 78. Qual è il volume di NaOH 0,2 M necessario per portare a ph = 7 un volume di 50 ml di una soluzione 0,1 M di HCl: (a) 500 ml (b) 100 ml (c) 25 ml (d) 5 ml (e) 50 ml 23

25 5. EQUILIBRIO E ph 79. In una soluzione diluita di un acido forte monoprotico, tipo HCl abbiamo una [H + ] = 0,001 mol/l. Qual è la concentrazione degli ioni [OH ] espressa in mol/l? (a) 10 7 (b) (c) 10 3 (d) (e) In una titolazione di 25 ml di una soluzione di HCl (acido cloridrico) sono stati utilizzati 11,5 ml di NaOH (idrossido di sodio) 0,2M. Qual è la concentrazione della soluzione di HCl? (a) 0,092 M (b) 1 M (c) 0,2 M (d) 0,02 M (e) 0,0092 M 81. Indicare una coppia coniugata acido-base nella seguente reazione: CN + H 2 O = HCN + OH : (a) H 2 O, HCN (b) CN, H 2 O (c) HCN, OH (d) H 2 O, OH (e) CN, OH 82. Se una soluzione tampone (1 litro) a ph = 4 viene diluita con acqua (a 10 litri), il ph della soluzione ottenuta è circa: (a) 4 (b) 9 (c) 8 (d) 5 24

26 5. EQUILIBRIO E ph (e) 0,4 83. Sono elettroliti forti in acqua: (a) tutti gli acidi (b) tutte le basi (c) tutti gli idrossidi (d) tutte le anidridi (e) tutti i sali solubili 84. Il prodotto ionico dell acqua K W è, a temperatura costante, : (a) 7 (b) (c) (d) 10 5 (e) Quando si scioglie in acqua il bicarbonato di sodio (NaHCO 3 ) si forma una soluzione: (a) debolmente basica (b) eterogenea (c) fortemente acida (d) debolmente acida (e) neutra 86. Il ph della soluzione acquosa di un sale: (a) è sempre tra 6 e 8 (b) è sempre neutro (c) è sempre acido (d) dipende dalla natura degli ioni della sostanza (e) è sempre basico 25

27 5. EQUILIBRIO E ph 87. Indicare l effetto di un acido forte su una cartina al tornasole: (a) scioglie la cartina (b) la colora di verde (c) la colora di giallo (d) la colora di blu (e) la colora di rosso 88. Indicare il valore di ph di una soluzione 1 M di HClO 4 a 25 : (a) 10 (b) 7 (c) -1 (d) 1 (e) La relazione ph + poh = 14 è valida: (a) solo per soluzioni basiche (b) per tutte le soluzioni acquose (c) solo per soluzioni acide (d) solo per soluzioni acquose neutre (e) per tutte le soluzioni, anche non acquose 90. Una soluzione acquosa 0,001 M di acido acetico (acido debole) ha ph: (a) 10 3 (b) 10 3 (c) minore di 3 (d) 3 (e) maggiore di Una soluzione acquosa a in 25 cui la concentrazione di H + è uguale a 10 5 M e la concentrazione di OH è pari a 10 8 M: 26

28 5. EQUILIBRIO E ph (a) ha ph 5.0 (b) ha ph 8.0 (c) ha ph 0.8 (d) non esiste (e) ha ph

29 6. OSSIDORIDUZIONI 6 OSSIDORIDUZIONI 92. In una reazione una specie si riduce se: (a) cede elettroni a un ossidante (b) accetta elettroni da un riducente (c) accetta elettroni da un ossidante (d) cede elettroni a un riducente (e) reagisce con l ossigeno 93. In una reazione chimica gli ioni Ag + in soluzione si trasformano in atomi del metallo. Ciò significa che gli ioni Ag + : (a) si solidificano (b) si ossidano (c) si neutralizzano (d) agiscono da ossidanti (e) cambiano il loro numero atomico 94. Nelle reazioni di ossido-riduzione avviene sempre un passaggio di: (a) elettroni tra ioni di elementi diversi (b) ioni tra un metallo e un non metallo (c) ioni tra specie chimiche diverse (d) elettroni tra un metallo e un non metallo (e) elettroni tra specie chimiche diverse 95. Una specie si dice riducente quando: (a) ossida un altra specie (b) acquista elettroni (c) si trasforma in un metallo (d) cede elettroni (e) acquista ioni 28

30 6. OSSIDORIDUZIONI 96. Indicare quando la seguente reazione di ossido riduzione è correttamente bilanciata: Cu + HNO 3 Cu(NO 3 ) 2 + H 2 O + NO (a) 2Cu + 4HNO 3 2Cu(NO 3 ) 2 + 3H 2 O + 3NO (b) 3Cu + 4HNO 3 3Cu(NO 3 ) 2 + 2H 2 O + 2NO (c) 3Cu + 8HNO 3 3Cu(NO 3 ) 2 + 4H 2 O + 2NO (d) 3Cu + 6HNO 3 3Cu(NO 3 ) 2 + 3H 2 O + 3NO (e) 2Cu + 8HNO 3 2Cu(NO 3 ) 2 + 4H 2 O + 2NO 97. In una pila Daniel il ponte salino serve a: (a) garantire che le due soluzioni abbiano valori costanti di pressione (b) garantire che le due soluzioni abbiano la stessa temperatura (c) calcolare la f.e.m. (forza elettromotrice) (d) garantire la apertura del circuito mediante una corrente ionica (e) garantire la chiusura del circuito mediante una corrente ionica 98. In una reazione una specie si ossida se: (a) cede elettroni a un ossidante (b) accetta elettroni da un ossidante (c) accetta elettroni da un riducente (d) cede elettroni a un riducente (e) dissocia protoni 99. Data la reazione Zn + Cu 2+ = Zn 2+ + Cu è corretto dire che: (a) Zn è l agente ossidante (b) Zn viene ridotto (c) Cu 2+ perde elettroni (d) Cu 2+ è l agente ossidante (e) Zn acquista elettroni 29

31 7. MISCELLANEA 7 MISCELLANEA 100. Quale delle seguenti reazioni è CORRETTAMENTE bilanciata stechiometricamente? (a) Na 2 SO 3 + 2AgNO 3 Ag 2 SO 3 + 2NaNO 3 (b) Na 2 SO 3 + AgNO 3 Ag 2 SO 3 + NaNO 3 (c) 2Na 2 SO 3 + 2AgNO 3 Ag 2 SO 3 + 2NaNO 3 (d) 2Na 2 SO 3 + 2AgNO 3 2Ag 2 SO 3 + 2NaNO 3 (e) Na 2 SO 3 + 2AgNO 3 2Ag 2 SO 3 + 2NaNO Durante la fusione di un corpo che si trova allo stato solido quale delle seguenti grandezze del sistema non cambia? (a) L energia termica (b) La velocità media con cui si muovono le sue particelle (c) La densità (d) La temperatura (e) Il volume 102. Se si scioglie un po di zucchero in acqua distillata, si ottiene una soluzione che: (a) solidifica ad una temperatura più bassa della temperatura di solidificazione dell acqua distillata (b) solidifica alla stessa temperatura di solidificazione dell acqua distillata (c) non può solidificare in nessun modo, qualunque sia la temperatura (d) solidifica ad una temperatura più bassa della temperatura di solidificazione dello zucchero (e) solidifica ad una temperatura più alta della temperatura di solidificazione dell acqua distillata 103. I catalizzatori sono sostanze che: (a) intervengono sul meccanismo diminuendo il H della reazione 30

32 7. MISCELLANEA (b) fanno reagire completamente i reagenti e quindi fanno avvenire completamente la reazione (c) innescano le reazioni facendo aumentare il valore dell energia di attivazione (d) innescano le reazioni facendo aumentare la velocità delle particelle dei reagenti (e) innescano le reazioni facendo diminuire il valore dell energia di attivazione 104. Quali delle seguenti tecniche di separazione comporta dei passaggi di stato: (a) decantazione (b) cromatografia (c) estrazione (d) filtrazione (e) distillazione 105. Secondo la legge di Lavoiser in una trasformazione chimica rimane costante: (a) lo stato di aggregazione delle sostanze (b) la massa del sistema (c) il contenuto energetico (d) la densità del sistema (e) il volume delle sostanze 106. Una data massa di acqua viene riscaldata da 15 a 30. Quale affermazione, riguardante le molecole del sistema NON è COR- RETTA? (a) Aumenta la frequenza del moto periodico che cambia l angolo dei legami O H nell acqua (b) Aumenta il numero di molecole che si scompongono negli elementi costituenti 31

33 7. MISCELLANEA (c) Aumenta la frequenza del moto periodico che cambia la lunghezza dei legami O H nell acqua (d) Aumenta la velocità media con cui le particelle si muovono (e) Aumenta la velocità media con cui le particelle si urtano tra loro 107. Quale tra le seguenti sostanze non è un elemento: (a) ammoniaca (b) argento (c) ferro (d) mercurio (e) idrogeno 108. Quale è la differenza tra miscugli e composti? (a) I miscugli sono formati da sostanze mescolate in proporzioni fisse, e i composti sono costituiti da due o più elementi presenti in proporzioni fisse (b) I miscugli sono formati da sostanze mescolate e i composti da elementi mescolati (c) I miscugli sono formati da sostanze mescolate in proporzioni variabili, e i composti sono costituiti da due o più elementi presenti in proporzioni fisse (d) Non vi è nessuna differenza tra miscugli e composti (e) I miscugli sono formati da sostanze mescolate in proporzioni fisse, e i composti sono costituiti da due o più elementi presenti in proporzioni variabili 109. Un catalizzatore ha l effetto di: (a) diminuire il rendimento di una reazione (b) aumentare la velocità di una reazione (c) spostare l equilibrio di reazione verso i prodotti (d) coordinare due reazioni enzimatiche (e) far avvenire reazioni non spontanee 32

34 7. MISCELLANEA 110. Secondo Avogadro, volumi uguali di gas diversi, nelle stesse condizioni di temperatura e di pressione: (a) contengono sempre lo stesso numero di molecole (b) contengono lo stesso numero di molecole se queste contengono lo stesso numero di atomi (c) contengono un diverso numero di molecole (d) contengono sempre lo stesso numero di ioni (e) hanno la stessa massa 111. Indicare la definizione CORRETTA di molecola: (a) la più piccola quantità di un elemento che permette di riconoscerlo (b) la più piccola quantità con cui un elemento entra a far parte di un composto (c) la più piccola quantità di un elemento o composto che ne conserva tutte le caratteristiche fisiche e chimiche (d) la più piccola quantità di una sostanza chimica che ne conserva solo le caratteristiche fisiche (e) la più piccola quantità di una sostanza chimica che ne conserva le caratteristiche chimiche 112. L energia cinetica media delle molecole di un gas a comportamento praticamente ideale dipende: (a) dal volume occupato dal gas (b) dalla temperatura (c) dal peso molecolare delle molecole (d) dalla pressione esercitata dal gas (e) dalla massa molecolare del gas 113. La distillazione è un metodo per separare due o più liquidi che si basa su: (a) la differente energia cinetica (b) il differente punto di ebollizione 33

35 7. MISCELLANEA (c) la differente massa (d) il differente peso specifico (e) la differente densità 114. Che cosa afferma la legge di Lavoisier? (a) Volumi uguali di gas diversi nelle stesse condizioni di temperatura e pressione, contengono lo stesso numero di molecole (b) Se due elementi si combinano tra loro per dare più di un composto le quantità in peso di uno, che si combinano con una quantità fissa dell altro, stanno tra loro in rapporti esprimibili mediante numeri interi, in genere piccoli (c) In un composto chimico allo stato puro gli elementi che lo formano stanno tra loro in proporzione di peso definita e costante (d) Quando due gas nelle stesse condizioni di temperatura e pressione si combinano i loro volumi stanno in rapporto numerico semplice tra loro e col prodotto della reazione, se questo a sua volta è un gas (e) La somma delle masse delle sostanze poste a reagire è uguale alla somma delle masse delle sostanze ottenute dopo la reazione 115. Il sistema acqua - ghiaccio è: (a) chimicamente omogeneo e fisicamente eterogeneo (b) fisicamente uguale (c) chimicamente eterogeneo e fisicamente omogeneo (d) chimicamente eterogeneo (e) fisicamente omogeneo 116. Indicare l affermazione che descrive più accuratamente il comportamento di un catalizzatore: (a) aumenta il G di una reazione e quindi la velocità di reazione (b) diminuisce la costante di equilibrio della reazione (c) riduce l energia di attivazione e quindi aumenta la velocità di reazione (d) aumenta la costante di equilibrio della reazione 34

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici

Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici Gli alcool, i composti carbonilici e gli acidi carbossilici Con questa unità didattica inizieremo a prendere in considerazione dei composti della chimica organica caratterizzati dal contenere oltre ai

Dettagli

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA 1. Sostanza più abbondante in tutti gli esseri viventi 2. Più del 70% del peso di tutti gli esseri viventi 3. Influenza la struttura e la proprietà di tutte le molecole

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli 1 E1-ALCOLI CIMICA OGANICA ALCOLI Formula generale Desinenza -olo Gli alcoli Gli alcoli sono, dopo gli idrocarburi, i composti organici più comuni, che è possibile considerare come derivati dagli alcani

Dettagli

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI Conversione Massa Moli DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI - ESERCIZI GUIDATI - LEGENDA DEI SIMBOLI: M = Peso molecolare m(g) = quantità in g di elemento o di composto n = numero di moli Ricorda che l'unità

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

Esercizi sul calcolo del ph. Generalità introduttive. 2. Spiega il significato del termine «acido coniugato» e «base coniugata».

Esercizi sul calcolo del ph. Generalità introduttive. 2. Spiega il significato del termine «acido coniugato» e «base coniugata». Esercizi sul calcolo del ph Generalità introduttive 1. L'ammoniaca :NH 3 non possiede alcun ruppo ossidrilico. Come puoi spieare il suo comportamento basico? 2. Spiea il sinificato del termine «acido coniuato»

Dettagli

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle STRUTTURA ATOMO Com è fatto l atomo ATOMO UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle PROTONI particelle con carica elettrica positiva e

Dettagli

La struttura della materia

La struttura della materia Unità didattica 11 La struttura della materia Competenze 1 Descrivere il modello atomico di Dalton 2 Spiegare le caratteristiche macroscopiche e microscopiche delle principali trasformazioni fisiche 3

Dettagli

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola.

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. La formula empirica e una formula in cui il rappporto tra gli atomi e il piu semplice possibil Acqua Ammoniaca

Dettagli

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0 L entropia e il secondo principio della termodinamica La maggior parte delle reazioni esotermiche risulta spontanea ma esistono numerose eccezioni. In laboratorio, ad esempio, si osserva come la dissoluzione

Dettagli

In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano

In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano 1 In copertina: A. Minorenti Il moto Browniano 2 Nomenclatura chimica e formule brute/struttura ELEMENTI Metalli Non metalli + O 2 Ossidi Anidridi + H 2 O Idrossidi Ossoacidi o Acidi Sali Gli Elementi

Dettagli

Daniele Trovò allievo dell ITIS Natta di Padova Reazioni degli acidi carbossilici 1

Daniele Trovò allievo dell ITIS Natta di Padova Reazioni degli acidi carbossilici 1 Indice: Pagina Acidità degli acidi carbossilici 2 eattività degli acidi carbossilici 4 Preparazione dei cloruri 5 Preparazione delle anidridi 6 Preparazioni degli esteri 7 Preparazioni delle ammidi 8 Sintesi

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

Sostituzioni sull anello aromatico

Sostituzioni sull anello aromatico Sostituzioni sull anello aromatico Criteri per stabilire l esistenza di carattere aromatico 1. Il composto deve essere ciclico, planare e deve avere una nuvola ininterrotta di elettroni π sopra e sotto

Dettagli

CHIMICA ORGANICA: IBRIDAZIONE & RISONANZA IBRIDIZZAZIONE. un atomo compie all atto di formazione di un composto al fine di formare un maggior

CHIMICA ORGANICA: IBRIDAZIONE & RISONANZA IBRIDIZZAZIONE. un atomo compie all atto di formazione di un composto al fine di formare un maggior CHIMICA ORGANICA: IBRIDAZIONE & RISONANZA IBRIDIZZAZIONE L ibridizzazione o ibridazione è una ricombinazione dei propri orbitali atomici che un atomo compie all atto di formazione di un composto al fine

Dettagli

I legami. 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1):

I legami. 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1): Percorso 3 I legami E S E R C I Z I A Legame covalente omeopolare 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1): 2) Rappresenta la struttura della molecola di ossigeno

Dettagli

Poniamo il carbonio al centro, tre idrogeni sono legati al carbonio direttamente e uno attraverso l ossigeno

Poniamo il carbonio al centro, tre idrogeni sono legati al carbonio direttamente e uno attraverso l ossigeno Strutture di Lewis E un metodo semplice per ottenere le formule di struttura di composti covalenti nota la formula molecolare, la configurazione elettronica del livello di valenza degli atomi e la connettività

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) 2 Il numero di ossidazione 1 Assegna il n.o. a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO 3 ) 2 Hg: +2; P: +3; O: 2 b) Cu(NO 2 ) 2 Cu: +2; N: +3; O:

Dettagli

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso SAGGI ANALITICI SU ALIMENTI CONTENENTI CARBOIDRATI OBIETTIVI Fase 1: Dimostrare, mediante l uso del distillato di Fehling, se

Dettagli

Quesiti e problemi. 6 Indica quali dei seguenti sistemi sono da considerare. 7 Come puoi giustificare la liberazione di calore in

Quesiti e problemi. 6 Indica quali dei seguenti sistemi sono da considerare. 7 Come puoi giustificare la liberazione di calore in SUL LIBRO DA PAG 306 A PAG 310 Quesiti e problemi ESERCIZI 1 Le reazioni producono energia 1 Qual è il fattore più importante per stabilire se una reazione è esotermica o endotermica? Per stabilire se

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 375) 1 Le equazioni di reazione 1 Che cosa si intende per reagente? Che cosa si intende per prodotto? 2 Disegna lo schema delle seguenti reazioni (che devono essere

Dettagli

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto

CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI. Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto CONCENTRAZIONE DELLE SOLUZIONI Solvente: normalmente liquido in eccesso Soluto: gas, liquido o solido, normalmente in difetto Percentuale in peso = g soluto / g soluzione x 100 H 2 O 2 al 3% Percentuale

Dettagli

LE SOLUZIONI 1.molarità

LE SOLUZIONI 1.molarità LE SOLUZIONI 1.molarità Per mole (n) si intende una quantità espressa in grammi di sostanza che contiene N particelle, N atomi di un elemento o N molecole di un composto dove N corrisponde al numero di

Dettagli

funzionamento degli accumulatori al piombo/acido.

funzionamento degli accumulatori al piombo/acido. Il triangolo dell Incendio Possibili cause d incendio: I carrelli elevatori Particolare attenzione nella individuazione delle cause di un incendio va posta ai carrelli elevatori, normalmente presenti nelle

Dettagli

ESERCIZI ph SOLUZIONI

ESERCIZI ph SOLUZIONI ESERCIZI ph SOLUZIONI 1. Una soluzione contiene 3,6 g di LiOH (PM = 23,9 g/mole). Calcolare il ph di questa soluzione [13,3] 2. Calcolare il ph di una soluzione preparata con 10,85 ml di HCl (PM = 36,46

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

1 INCONTRO CHIMICA (PROF.SSA PAOLA BURANI) Ogni sostanza chimica è costituita dalla combinazione, in diverse proporzioni, di 92 tipi di atomi.

1 INCONTRO CHIMICA (PROF.SSA PAOLA BURANI) Ogni sostanza chimica è costituita dalla combinazione, in diverse proporzioni, di 92 tipi di atomi. 1 INCONTRO CHIMICA (PROF.SSA PAOLA BURANI) 1 Atomi e Legami Ogni sostanza chimica è costituita dalla combinazione, in diverse proporzioni, di 92 tipi di atomi. Il termine atomo significa indivisibile e

Dettagli

Competizione tra reazioni di sostituzione e di eliminazione

Competizione tra reazioni di sostituzione e di eliminazione Competizione tra reazioni di sostituzione e di eliminazione C δ + δ - CH 2 G Centro elettrofilo δ + H Centro elettrofilo Potenziale buon gruppo uscente Si distinguono due principali meccanismi di eliminazione:

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Le regole della nomenclatura tradizionale e IUPAC dei composti inorganici

Le regole della nomenclatura tradizionale e IUPAC dei composti inorganici 1 Espansione 6.2 Le regole della nomenclatura tradizionale e IUPAC dei composti inorganici Dalle formule ai nomi dei composti: 1) Riconoscere classi di composti dalla formula Per dare un nome a una formula

Dettagli

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO L aria è una miscela eterogenea formata da gas e particelle di varia natura e dimensioni. La sua composizione si modifica nello spazio e nel tempo per cause naturali e non,

Dettagli

I MATERIALI DELLA LITOSFERA: I MINERALI E LE ROCCE

I MATERIALI DELLA LITOSFERA: I MINERALI E LE ROCCE I MATERIALI DELLA LITOSFERA: I MINERALI E LE ROCCE Dagli atomi alle rocce I materiali di cui è fatta la crosta terrestre si sono formati a partire dai differenti tipi di atomi, circa una novantina, ricevuti

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI 1. Quanti ml di NaOH 1,25 N debbono essere aggiunti ad 1 litro di NaOH 0,63 N per ottenere una soluzione 0,85 N? [550 ml] 2. Quali volumi 0,55 N e 0,098 N debbono essere

Dettagli

LA STRUTTURA DELL ATOMO 4.A PRE-REQUISITI 4.B PRE-TEST 4.6 ENERGIE DI IONIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DEGLI ELETTRONI 4.C OBIETTIVI

LA STRUTTURA DELL ATOMO 4.A PRE-REQUISITI 4.B PRE-TEST 4.6 ENERGIE DI IONIZZAZIONE E DISTRIBUZIONE DEGLI ELETTRONI 4.C OBIETTIVI LA STRUTTURA DELL ATOMO 4.A PRE-REQUISITI 4.B PRE-TEST 4.C OBIETTIVI 4.1 UNO SGUARDO ALLA STORIA 4.2 L ATOMO DI BOHR (1913) 4.5.2 PRINCIPIO DELLA MASSIMA MOLTEPLICITA (REGOLA DI HUND) 4.5.3 ESERCIZI SVOLTI

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore.

1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore. ESERCIZI pag: 458 1. Agli estremi di una resistenza di 30 ohm è applicata una tensione di 120 volt. Calcolare la quantità di elettricità passata in 12 ore. 2. Una dinamo produce 6 amp a 160 v. Calcolare

Dettagli

Formule di Struttura delle Molecole Organiche

Formule di Struttura delle Molecole Organiche Formule di Struttura delle Molecole Organiche Costituzione L ordine in cui gli atomi di una molecola sono connessi è chiamata costituzione o connettività. La costituzione di una molecola deve essere determinata

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

Meccanismi di azione degli antiossidanti

Meccanismi di azione degli antiossidanti Meccanismi di azione degli antiossidanti Materiali rganici Sistemi biologici Lipidi, Proteine, Acidi Nucleici Alimenti Polimeri Materiali plastici, Gomme Lubrificanti Idrocarburi Carburanti Degradazione

Dettagli

1. LO SMOG FOTOCHIMICO A SCALA DI BACINO

1. LO SMOG FOTOCHIMICO A SCALA DI BACINO 1. LO SMOG FOTOCHIMICO A SCALA DI BACINO Il progresso ha portato l uomo a condurre regimi di vita per i quali il superfluo è diventato necessario, soprattutto nell ultimo dopoguerra e nei Paesi più evoluti.

Dettagli

Gli Alcheni : struttura e nomenclatura

Gli Alcheni : struttura e nomenclatura Gli Alcheni : struttura e nomenclatura Alcheni Gli alcheni sono idrocarburi che contengono un doppio legame carbonio-carbonio sono anche detti olefine o idrocarburi insaturi La formula molecolare è C n

Dettagli

Soluzioni degli esercizi

Soluzioni degli esercizi 3 Soluzioni degli esercizi Valitutti, Tifi, Gentile LINEAMENTI DI CIMICA Terza edizione Zanichelli 2012 69 CAPITL 1 CAPITL 1 LE MISURE E LE GRANDEZZE Soluzioni capitolo 1 1. Il Sistema Internazionale di

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Gli enzimi. Proprietà generali Classificazione e nomenclatura Catalisi enzimatica

Gli enzimi. Proprietà generali Classificazione e nomenclatura Catalisi enzimatica Gli enzimi Proprietà generali Classificazione e nomenclatura Catalisi enzimatica En-zima εν ζυμη nel lievito Enzima termine generico per definire un catalizzatore biologico Tranne che diversamente indicato,

Dettagli

Appunti di Chimica Organica Elementi per CdL Ostetricia CHIMICA ORGANICA. Appunti di Lezione. Elementi per il corso di Laurea In Ostetricia

Appunti di Chimica Organica Elementi per CdL Ostetricia CHIMICA ORGANICA. Appunti di Lezione. Elementi per il corso di Laurea In Ostetricia CHIMICA ORGANICA Appunti di Lezione Elementi per il corso di Laurea In Ostetricia Autore: Roberto Zanrè A.A. 2009/2010 1 Atomo di C e ibridizzazione sp 2 Nel suo stato fondamentale l atomo di C presenta

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Fondo Sociale Europeo "Competenze per lo Sviluppo" Obiettivo C-Azione C1: Dall esperienza alla legge: la Fisica in Laboratorio La corrente elettrica Sommario 1) Corrente elettrica

Dettagli

ESPERIENZE DI LABORATORIO

ESPERIENZE DI LABORATORIO ESPERIENZE DI LABORATORIO Determinazione dello zinco nei capelli..1 Determinazione di anioni inorganici presenti in acque potabili 4 Determinazione degli acidi grassi in lipidi di origine naturale..6 Determinazione

Dettagli

Teoria del campo cristallino (CFT)

Teoria del campo cristallino (CFT) Teoria del campo cristallino (CFT) Interazione elettrostatica (non covalente) tra: - leganti anionici cariche elettriche puntiformi - leganti neutri dipoli elettrici con la parte negativa verso il centro

Dettagli

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12

Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Esercizio 1 Il 24 10 Ne (T 1/2 =3.38 min) decade β - in 24 11 Na (T 1/2 =15 h), che a sua volta decade β - in 24 12 Mg. Dire quali livelli sono raggiungibili dal decadimento beta e indicare lo schema di

Dettagli

1. Conversione dell energia chimica in energia elettrica

1. Conversione dell energia chimica in energia elettrica Capitolo n 3 1. Conversione dell energia chimica in energia elettrica L Elettrochimica studia le relazioni tra energia chimica ed energia elettrica; in particolare si studiano i processi di trasformazione

Dettagli

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali:

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali: Gli enzimi Nel metabolismo energetico le cellule producono notevoli quantità di CO 2 che deve essere eliminata con l apparato respiratorio. Il trasferimento della CO 2 dalle cellule al sangue e da esso

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

I modelli atomici da Dalton a Bohr

I modelli atomici da Dalton a Bohr 1 Espansione 2.1 I modelli atomici da Dalton a Bohr Modello atomico di Dalton: l atomo è una particella indivisibile. Modello atomico di Dalton Nel 1808 John Dalton (Eaglesfield, 1766 Manchester, 1844)

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

. analisi teorica (studio di esistenza, unicità della soluzione, sensitività rispetto ai dati, regolarità, comportamento qualitativo).

. analisi teorica (studio di esistenza, unicità della soluzione, sensitività rispetto ai dati, regolarità, comportamento qualitativo). 1 Modelli matematici Un modello è un insieme di equazioni e altre relazioni matematiche che rappresentano fenomeni fisici, spiegando ipotesi basate sull osservazione della realtà. In generale un modello

Dettagli

Esercizi e Problemi di Termodinamica.

Esercizi e Problemi di Termodinamica. Esercizi e Problemi di Termodinamica. Dr. Yves Gaspar March 18, 2009 1 Problemi sulla termologia e sull equilibrio termico. Problema 1. Un pezzetto di ghiaccio di massa m e alla temperatura di = 250K viene

Dettagli

Areni Composti aromatici

Areni Composti aromatici Areni Composti aromatici Areni: composti contenenti l anello benzenico Aromatico: aggettivo usato un tempo per indicare fragrante, ora indica la elevata stabilità di un sistema ciclico contenente elettroni

Dettagli

La base di partenza per la maggior parte dei processi produttivi di materiali ceramici sono le sospensioni. Queste si ottengono dalla miscelazione di

La base di partenza per la maggior parte dei processi produttivi di materiali ceramici sono le sospensioni. Queste si ottengono dalla miscelazione di La base di partenza per la maggior parte dei processi produttivi di materiali ceramici sono le sospensioni. Queste si ottengono dalla miscelazione di un solido (polvere) che diverrà il ceramico, con un

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA

Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA Chimica è una parolaccia? Si direbbe di sì, a giudicare dalle reazioni della opinione pubblica che associa

Dettagli

Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica

Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica Storia dei generatori di tensione e della corrente elettrica Prof. Daniele Ippolito Liceo Scientifico Amedeo di Savoia di Pistoia 1778 Alessandro Volta, in analogia al potenziale gravitazionale definito

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

isomeria di struttura isomeria di posizione isomeria di catena stereoisomeria isomeria di conformazione isomeria di configurazione 'isomeria ottica

isomeria di struttura isomeria di posizione isomeria di catena stereoisomeria isomeria di conformazione isomeria di configurazione 'isomeria ottica ISOMERIA L'isomeria di struttura è connessa al diverso modo in cui gli atomi di due o più composti si legano tra loro in sequenza. Ci sono due forme: isomeria di posizione e isomeria di catena. La stereoisomeria

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione nei procarioti Concetti base Nucleoside base purinica o pirimidinica legata alla posizione 1 dell anello pentoso Nucleotide base azotata-pentoso-fosfato Concetti base La trascrizione comporta

Dettagli

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t;

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t; CAPITOLO CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA Definizioni Dato un conduttore filiforme ed una sua sezione normale S si definisce: Corrente elettrica i Q = (1) t dove Q è la carica che attraversa la sezione S

Dettagli

Gli orbitali: modello atomico probabilistico

Gli orbitali: modello atomico probabilistico 1 Approfondimento 2.1 Gli orbitali: modello atomico probabilistico Modello atomico planetario (o a gusci): gli elettroni ruotano intorno al nucleo percorrendo orbite prefissate. Il modello atomico planetario

Dettagli

QUESITI A RISPOSTA APERTA

QUESITI A RISPOSTA APERTA QUESITI A RISPOSTA APERTA 1.Che cosa sono gli spettri stellari e quali informazioni si possono trarre dal loro studio? Lo spettro di un qualsiasi corpo celeste altro non è che l insieme di tutte le frequenze

Dettagli

Esercitazione IX - Calorimetria

Esercitazione IX - Calorimetria Esercitazione IX - Calorimetria Esercizio 1 Un blocco di rame di massa m Cu = 5g si trova a una temperatura iniziale T i = 25 C. Al blocco viene fornito un calore Q = 120J. Determinare la temperatura finale

Dettagli

Inizia presentazione

Inizia presentazione Inizia presentazione Che si misura in ampère può essere generata In simboli A da pile dal movimento di spire conduttrici all interno di campi magnetici come per esempio nelle dinamo e negli alternatori

Dettagli

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa A Ferrara, 14 miliardi di anni fa 1 L eredità di Copernico Quale è la relazione fra l uomo e l universo per ciò che riguarda: x : lo spazio t : il tempo m: la materia m t C X 2 Un viaggio nel tempo t di

Dettagli

Temperatura dilatazione lineare, superficiale, volumetrica

Temperatura dilatazione lineare, superficiale, volumetrica Temperatura dilatazione lineare, superficiale, volumetrica ESERCIZIO N 1 La temperatura in una palestra è di 18 C mentre all esterno il termometro segna la temperatura di 5 C. Quanto vale la differenza

Dettagli

Equazioni dierenziali ordinarie del prim'ordine

Equazioni dierenziali ordinarie del prim'ordine 21 Maggio 2012 - Lab. di Complementi di Matematica e Calcolo Numerico Equazioni dierenziali ordinarie del prim'ordine Indice 1 Integrazione di un'equazione cinetica 2 2 Cinetica di adsorbimento di Langmuir

Dettagli

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP I mitocondri sono gli organuli responsabili della produzione di energia necessaria alla cellula per crescere e riprodursi. Queste reazioni, che nel loro insieme costituiscono il processo di "respirazione

Dettagli

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 Ing. Gennaro Augurio Direttore Operativo ITAGAS AMBIENTE Via R. Paolucci, 3 Pescara gennaro.augurio@itagasambiente.it GSM 347-99.10.915

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO

10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO 10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO 10.0.- Disinfettanti e loro caratteristiche Questa sezione descrive alcune famiglie di disinfettanti facilmente reperibili sul mercato che attualmente vengono

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica Unità didattica 8 La corrente elettrica Competenze Costruire semplici circuiti elettrici e spiegare il modello di spostamento delle cariche elettriche. Definire l intensità di corrente, la resistenza e

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

SOLUZIONI DEGLI ESERCIZI

SOLUZIONI DEGLI ESERCIZI Valitutti, Taddei, Kreuzer, Massey, Sadava, Hillis, Heller, Berenbaum Dal carbonio agli OGM PLUS Chimica organica, biochimica e biotecnologie SOLUZIONI DEGLI ESERCIZI Capitolo 1 Dal carbonio agli idrocarburi

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

LA VITA 6 DAL BIG BANG ALLA VITA 9

LA VITA 6 DAL BIG BANG ALLA VITA 9 1 2 LA VITA 6 DAL BIG BANG ALLA VITA 9 L evoluzione fisica dell universo 9 L evoluzione fisica ha prodotto le diverse forme di energia 9 La materia si organizza... in grande 10... ed anche in piccolo.

Dettagli

modulo: CHIMICA DEI POLIMERI

modulo: CHIMICA DEI POLIMERI CORSO PON Esperto nella progettazione, caratterizzazione e lavorazione di termoplastici modulo: CHIMICA DEI POLIMERI Vincenzo Venditto influenza delle caratteristiche strutturali, microstrutturali e morfologiche

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Domanda Mat 1. Se x < 0, allora log(x 6 ) è uguale a (a) 6 log(x); (b) 6 log( x); (c) 6 log(x); (d) 2 log(x 3 ). Soluzione Mat 1 (b)

Domanda Mat 1. Se x < 0, allora log(x 6 ) è uguale a (a) 6 log(x); (b) 6 log( x); (c) 6 log(x); (d) 2 log(x 3 ). Soluzione Mat 1 (b) Domanda Mat 1. Se x < 0, allora log(x 6 ) è uguale a (a) 6 log(x); (b) 6 log( x); (c) 6 log(x); (d) 2 log(x 3 ). Soluzione Mat 1 (b) Poiché x < 0, x = x, quindi log x 6 = log x 6 = log( x) 6 = 6 log( x).

Dettagli

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA CENTRIFUGAZIONE La centrifugazione è un processo che permette di separare una fase solida immiscibile da una fase liquida o due liquidi

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli