MoneyMate Ratings Methodology Document

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MoneyMate Ratings Methodology Document"

Transcript

1 MoneyMate Ratings Methodology Document 1

2 Indice Introduzione... 3 Parte 1 Profilo di Rischio MoneyMate... 5 Come viene attribuito da MoneyMate il profilo di rischio?... 6 Parte 2 - MoneyMate Ratings... 9 Definizione dei fondi da includere nella valutazione... 9 Come vengono classificati i fondi da MoneyMate?... 9 Introduzione di Omega La procedura di Rating La classificazione Omega confrontata con i metodi di misurazione tradizionali Omega e la Distribuzione Normale Omega e la Distribuzione Non-Normale Introduzione della Downside Deviation Combinazione di Omega e Downside Deviation Parte 3 Opzioni di analisi La scelta del livello del Threshold (MAR) Intervallo temporale Analisi Rolling Bibliografia

3 Introduzione MoneyMate ha introdotto un sistema di rating che, combinando la misurazione della Performance Risk Adjusted con il profilo di rischio, si propone di fornire un valido ed efficace ausilio informativo, di immediata percezione, nella valutazione e nel monitoraggio degli strumenti finanziari. Questo documento illustra la metodologia applicata da MoneyMate per l assegnazione del rating. Il documento è diviso in tre sezioni: 1. Descrizione dei Profili di Rischio di MoneyMate 2. Descrizione del Risk Adjusted Performance Rating 3. Opzioni di Analisi I punti chiave del MoneyMate Star Rating: Non tutti gli investitori hanno la stessa propensione al rischio e per questo motivo l universo dei fondi è suddiviso in diversi segmenti. I Fondi vengono classificati all interno di un profilo di rischio utilizzando un sistema di misurazione delle Performance Risk Adjusted, che cattura un elevato livello di informazioni riguardo al rischio e al rendimento dei fondi. Il raggruppamento dei fondi secondo i principi di asset allocation e strategia di investimento non sempre aiuta gli investitori a far combaciare le scelte di investimento con quella che è la reale propensione al rischio. Per questa ragione MoneyMate non classifica i fondi in base all obiettivo dell investimento, ma utilizza criteri oggettivi basati sull analisi delle performance ponderate per il rischio. La politica di investimento di ciascun fondo è sicuramente importante al fine della valutazione del rating ma non è assolutamente un fattore condizionante. Gli avvenimenti degli ultimi tempi ne danno prova. Considerando l alta correlazione tra tutti i tipi di investimento e settori è chiaro come un approccio basato solo ed esclusivamente sull asset allocation possa essere fuorviante al fine dell individuazione del giusto livello di rischio. 3

4 Anche se i Rating forniscono un valido elemento di informazione generale nella valutazione dei singoli fondi di investimento considerati, essi devono comunque essere utilizzati con estrema cura e con l ausilio di altre informazioni e analisi di approfondimento per poter valutare più attentamente le decisioni di investimento. In ogni caso, i Rating non intendono avere la natura di ricerca o informazione volte a raccomandare o suggerire una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari o emittenti di strumenti finanziari. Pertanto, MoneyMate raccomanda sempre di rivolgersi al proprio consulente finanziario di fiducia prima di intraprendere qualunque decisione di investimento avente ad oggetto strumenti finanziari. 4

5 Parte 1 Profilo di Rischio MoneyMate Le scelte di investimento sono determinate dalla propensione al rischio dell investitore e dai suoi obiettivi. Se, quindi, assumiamo che ogni investitore ha un suo profilo di rischio, dobbiamo identificare quei fondi che aiutano a raggiungere l obiettivo prefissato (obiettivo di rendimento, dato un determinato livello di rischio). I sistemi tradizionali di classificazione dei fondi basati sull asset allocation e sulla strategia di investimento adottata non sempre sono efficaci nell individuazione di tali fondi. La classificazione secondo il profilo di rischio MoneyMate offre un approccio alternativo, basato sul fatto che fondi con livelli di rischio simile vengono classificati in modo omogeneo. I fondi vengono inseriti in un determinato profilo di rischio in base alla loro volatilità annualizzata degli ultimi tre anni con osservazioni settimanali. Bande di Rischio Deviazione Standard Annualizzata a 3 Anni Min % Max % Profilo di Rischio 0 <2 Rischio Molto Basso 2 <5 Rischio Basso 5 <10 Rischio Moderato 10 <20 Rischio Alto 20 Rischio Molto Alto I cinque profili di rischio differiscono tra loro rispecchiando la diversa propensione al rischio degli investitori. Profili con basso livello di rischio, seguendo le normali regole di trade-off tra rendimento e rischio, vengono associati a rendimenti bassi ma stabili. I profili più alti, invece, sono caratterizzati da rendimenti più incerti ma potenzialmente più elevati. Grazie a questo trade-off rischio/rendimento, nella scelta dei loro investimenti, gli investitori classificano i fondi in base alla loro volatilità e li confrontano quindi con il proprio livello di rischio. 5

6 Come viene attribuito da MoneyMate il profilo di rischio? Il profilo di rischio viene calcolato da MoneyMate trimestralmente e si basa esclusivamente sulla analisi quantitativa della volatilità dello strumento e nel rispetto delle seguenti regole statistiche: 1) Tutti i rendimenti vengono convertiti in Euro. 2) Orizzonte temporale di 36 mesi. 3) Osservazioni settimanali. 4) Deviazione Standard annualizzata. MoneyMate inoltre, include nel calcolo soltanto quei fondi che rispecchiano determinate caratteristiche: Il fondo deve essere distribuito nel mercato al quale il Rating si riferisce. Il fondo deve avere una serie storica di almeno 3 anni. La frequenza di calcolo dei NAV deve essere almeno settimanale e deve avere non meno di 140 prezzi nel periodo di osservazione. Quando un fondo ha Multiple Share Classes, MoneyMate ne analizza solo la classe principale, alle classi secondarie viene associato lo stesso profilo di rischio. Quando un fondo ha classi Distribution e Accumulation, quest ultima viene considerata come Master Share Class quindi il suo rating verrà associato anche alle classi Distribution. Considerando che la volatilità di un fondo potrebbe variare nel corso del tempo, il profilo di rischio verrà aggiornato per riflettere la situazione reale. Lo sconfinamento massimo consentito nel profilo di rischio adiacente è fissato in misura del 15%. Nell esempio grafico illustrato sotto, le bande di oscillazione sono evidenziate in arancione: 6

7 Se un fondo classificato con rischio moderato per esempio si collocasse nella posizione A1 in un trimestre e nella successiva osservazione si spostasse in posizione A2, il profilo di rischio non verrà modificato in quanto lo spostamento è ancora all interno del range di tolleranza ammesso. Se, invece, il fondo supera il limite consentito, il profilo di rischio verrà opportunamente aggiornato. Nel caso in cui il fondo sconfinasse in un profilo di rischio adiacente per due trimestri consecutivi, anche in questo caso il giudizio di rating verrebbe opportunamente modificato. I principi guida dell approccio sopra descritto partono dalla osservazione di differenti elementi: Le più conosciute metodologie attuali di valutazione del rating non sono disegnate per cogliere il punto di vista dell investitore, ma partono da quello del gestore, trascurando, quindi, il concetto di profilo di rischio e di obiettivo del cliente. Non esiste un sistema di classificazione standard per i Fondi Europei e dunque la classificazione viene lasciata alla discrezione dei provider. Qualunque errore potrebbe avere un pesante impatto nella valutazione del rating. Basando la classificazione in un profilo di rischio su un approccio puramente qualitativo, viene creato un metodo di valutazione trasparente e oggettivo che esclude tutti gli eventuali problemi legati a valutazioni soggettive incorrette. 7

8 I profili di rischio non sono delle previsioni per il futuro, così come la misurazione della volatilità non tiene conto dei rendimenti futuri. Allo stesso modo, nella determinazione di ciascun Rating si fa riferimento alle serie storiche di ciascun fondo risalenti ai 36 mesi precedenti la data di determinazione. Pertanto, atteso che le performance passate non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri e che i valori possono in futuro scendere come salire, il Rating è da intendersi come un puro indicatore informativo che dovrebbe essere usato all interno di una più complessa analisi. 8

9 Parte 2 - MoneyMate Ratings Una volta inseriti in un determinato profilo di rischio, i fondi devono essere opportunamente valutati all interno del profilo stesso. La metodologia di classificazione dovrebbe essere: completa, trasparente, pesata per il rischio, applicabile a tutti i tipi di fondi, indipendente dal benchmark e essere sufficientemente rappresentativa dei cicli del mercato. Per spiegare come vengono calcolati i Rating in questa sezione verrà data una dettagliata descrizione della metodologia adottata da MoneyMate. Definizione dei fondi da includere nella valutazione MoneyMate classifica solo i fondi per i quali viene definito un profilo di rischio, mentre per quelli per i quali esistono più Share Classes viene individuata la Master Share Class, e tutti i comparti dello stesso fondo vengono classificati come questa. Come vengono classificati i fondi da MoneyMate? Per riprodurre una classificazione basata sui rendimenti, la maggior parte degli operatori del settore utilizza generalmente strumenti dalla Teoria Moderna del Portafoglio, come, per esempio, lo Sharpe Ratio o Alpha. Anche se questi metodi tradizionali sono molto validi, essi non considerano l obiettivo dell investitore che generalmente consiste nel raggiungere almeno un livello minimo di rendimento. Inoltre, la maggior parte degli indicatori convenzionali si basano su distribuzioni normali dei rendimenti, il che potrebbe dare risultati fuorvianti nel caso di distribuzioni non-normali. 9

10 Bisogna considerare quindi i seguenti problemi: I rendimenti dei fondi tendono ad avere punti di Fat Tails (Kurtosis) cioè, maggiore frequenza delle osservazioni alle estremità della curva, rispetto al centro. Questo significa che perdite e guadagni elevati sono più frequenti di quello che viene rappresentato dalla media e dall analisi della varianza. Oltre a quanto detto sopra, bisogna considerare inoltre che le distribuzioni presentano Skewness (es.: le osservazioni non sono distribuite simmetricamente intorno alla media). Il risultato è che la media e la mediana possono essere collocate in punti diversi. I modelli tradizionali che non considerano i rischi di Skewness, assumendo che le variabili sono distribuite simmetricamente intorno alla media quando invece non lo sono, potrebbero sottovalutare l effettivo rischio delle distribuzioni con alto Skewness. Oltre alle distribuzioni di Kurtosis e di Skewness, è abbastanza frequente trovare curve di tutti i tipi e forme: ciò posto, soltanto la ricostruzione punto per punto della curva può dare una descrizione accurata della situazione. Introduzione di Omega Il Rating MoneyMate si basa sulla combinazione pesata di Omega e della Downside Deviation. L indicatore Omega è stato introdotto nel 2002 da Con Keating e William Shadwick. Sostanzialmente, Omega non è affetto dagli stessi limiti dei modelli che si appoggiano sulla normalità della distribuzione come assunto di base, in quanto esso prende in considerazione tutti i momenti della distribuzione (Media, Skewness, Kurtosis). Il vantaggio, quindi, è che Omega si adatta all analisi di distribuzioni normali e non, consentendo quindi di classificare tutti i tipi di fondo, inclusi quelli che hanno distribuzione asimmetrica. L indice viene calcolato nel seguente modo: 10

11 Dove, Questo metodo può essere spiegato meglio con il seguente grafico: Nel grafico le probabilità sono rappresentate, da 0% a 100% sull asse verticale, mentre l asse orizzontale contiene lo storico dei rendimenti del fondo, dal rendimento più alto a quello più basso. La linea verticale r tratteggiata rappresenta il rendimento minimo accettato (MAR Minimum Acceptable Return) Omega si ottiene dalla somma dei rendimenti maggiori del minimo rendimento accettato moltiplicati per la loro relativa probabilità (Area CAB). Tutto viene poi diviso per la somma dei rendimenti minori del minimo accettato, moltiplicati per la loro rispettiva probabilità (Area EDB). La procedura di Rating Un fondo con Omega elevato è sempre preferito rispetto ad un fondo con Omega basso, in quanto un fondo con Omega più elevato ha maggiori possibilità di realizzare rendimenti superiori al minimo livello accettato (MAR). 11

12 MoneyMate calcola Omega con un MAR pari al rendimento di un investimento considerato Risk Free. Viene quindi preso come soglia il rendimento del tasso BCE. I fondi con Omega più elevato avranno maggiore probabilità di realizzare rendimenti uguali o maggiori del rendimento minimo accettato rispetto a quelli con valore di Omega minore. La classificazione Omega confrontata con i metodi di misurazione tradizionali Sono stati fatti numerosi studi per raggruppare i fondi e classificarli utilizzando anche metodi diversi: Sharpe Ratio, Geometric Sharpe Ratio, Information Ratio, Jensen s Alpha, e Holding Period Alpha. Tutti gli studi hanno dimostrato che la classificazione tende a risultati simili indipendentemente dal tipo di strumento utilizzato. É stata dimostrata da diversi studi, inoltre, una bassa correlazione tra Omega e Sharpe Ratio, è ragionevole quindi assumere che le classificazioni Omega sono poco correlate anche con gli altri indicatori tradizionali come Information Ratio, Alpha Rankings etc.. Questi risultati vengono ottenuti grazie al fatto che Omega riesce a catturare maggiori informazioni, cosa che invece non accade con l analisi media-varianza. La sezione seguente mostra un semplice esempio di come e quando le classificazioni secondo Sharpe e Omega differiscono tra loro e perché. Omega e la Distribuzione Normale Come illustrato sopra, il beneficio principale dell indicatore Omega è che l analisi prende in considerazione tutte le informazioni disponibili riguardo al rischio e al rendimento di un fondo. 12

13 I metodi di misurazione tradizionali come lo Sharpe Ratio possono catturare una grande quantità di informazioni nel caso di una distribuzione normale dei rendimenti e non troppo lontani tra loro. Grafico di due distribuzioni normali (simmetriche) dei rendimenti In una distribuzione normale, come accade nel grafico sopra, i rendimenti si distribuiscono in maniera simmetrica intorno alla media e la frequenza diminuisce man mano che ci si allontana da essa. Come illustrato nella tabella sotto, se la distribuzione è simmetrica tutti i rendimenti possono essere descritti con la media e la varianza e momenti di Skewness e Kurtosis sono poco significanti. Nome Performance Std Classifica Classifica Sharpe Omega Dev Sharpe Omega Enter Sverige 77.69% HQ Fonder Sverigefond 70.12% Skandia Sverige 68.42% Handelsbanken Sverigefond 68.80% Aktie-Ansvar Sverige 69.30% Carlson Sverigefond 61.97% Eldsjäl Sverigefond 59.43% Carnegie Sverige 60.60% SEB Sverigefond 56.90% Banco Sverige 54.55% I fondi selezionati presentano una distribuzione normale e sono classificati per Omega e Sharpe Ratio 13

14 Come si può notare, in caso di distribuzione normale dei rendimenti la classificazione Omega è molto simile o uguale a quella dello Sharpe. Dalla tabella di cui sopra appare altresì evidente che le classifiche secondo Omega e Sharpe sono altamente correlate. Per dare un valore alla correlazione possiamo calcolare un fattore di correlazione (Spearman Rank Order Correlation Coefficient). Questo fattore può essere un numero compreso tra -1 e 1, dove 1 rappresenta una perfetta correlazione e -1 una correlazione perfetta inversa. Il Fattore di correlazione viene calcolato utilizzando la formula seguente: Dove, differenza tra le classificazioni dei valori corrispondenti Xi (sharpe) e Yi (omega) Il numero di elementi in ogni serie di dati Nella tabella riportata sopra, la correlazione tra lo classifiche è 0,99, valore che indica una dipendenza molto forte. Come vedremo nel prossimo esempio, invece, questo non vale per delle distribuzioni non normali. Omega e la Distribuzione Non-Normale Trascurare la non-normalità di una distribuzione potrebbe comportare dei rischi. Il problema viene illustrato nel grafico sotto. Le due linee rappresentano la distribuzione dei rendimenti di due fondi, i quali, potrebbe non sembrare, ma hanno la stessa media e la stessa varianza. Essi inoltre hanno lo stesso Sharpe ma presentano una propensione diversa a rendimenti estremi. 14

15 Queste due distribuzioni prese ad esempio hanno la stessa media e la stessa varianza Omega, riproducendo in maniera rigorosa ed esatta la serie storica dei rendimenti, corregge eventuali errori derivanti dall approssimazione effettuata utilizzando altri indicatori. Nome Performance Std Dev Sharpe Classifica Classifica Omega Sharpe Omega Bid & Ask Stella Nova Hedgefond 34.78% Catella Hedgefond 26.44% Aktie-Ansvar Graal 16.30% Brummer Multi-Strategy Euro 36.69% SEB Multihedge 16.42% Atlant Explora 18.76% Brummer Zenit 28.90% Banco Hedge 17.47% Brummer Nektar 24.65% Brummer Lynx Bermuda 27.70% Brummer Lynx 27.23% I fondi selezionati presentano una distribuzione non-normale dei rendimenti, sono classificati per Omega e Sharpe Ratio In questo esempio, relativo a distribuzioni non-normali, la classificazione dei fondi utilizzando Omega e Sharpe, porta a risultati molto diversi: i Top 3 Sharpe si posizionano al 6, 7 e 11 posto nella classifica Omega. Lo Spearman Rank Order Correlation Coefficient per i 10 fondi selezionati è -0,5, che indica una relazione inversa 15

16 tra i due indicatori. Per esempio, un fondo con Sharpe elevato ha una probabilità semialta di avere un valore di Omega basso. Introduzione della Downside Deviation MoneyMate considera nel calcolo anche la Downside Deviation, allo scopo soprattutto di distinguere i fondi con rendimento inferiore al tasso risk free. Questo indicatore è molto simile alla Deviazione Standard, ma considera solo i rendimenti inferiori al MAR (ECB Middle rate returns index) La definizione della Downside Deviation è: dove: = Rendimento al periodio i = Rendimento Minimo Accettabile (MAR) = Numero di osservazioni dei rendimenti Per calcolare la Downside Deviation, calcoliamo la radice quadrata dello scostamento quadratico dei rendimenti dal MAR dove i rendimenti sono minori del MAR. Un fondo con un bassa probabilità di perdite elevate (valore basso di Downside Deviation) viene considerato preferibile rispetto a un fondo con un alto livello di Downside Deviation e quindi ad esso verrà assegnato un posizionamento in classifica migliore. Bisogna inoltre considerare che, se i rendimenti sono positivi nel periodo osservato, la Dovnside Deviation potrebbe essere sottostimata, ma visto che il Rating MoneyMate considera anche Omega, opportune correzioni verranno fatte ove si rendesse necessario. 16

17 Combinazione di Omega e Downside Deviation Una volta stabiliti i criteri per classificare i fondi, è possibile vedere come questi vengono trasformati in Rating. Per ogni indicatore, in base alla classificazione all interno del profilo si rischio, un fondo riceve un punteggio da 1 a 100. Come visualizzato nella tabella sotto, un fondo che per il suo valore di Omega si posiziona più in alto nella classificazione rispetto a uno con Omega più basso viene dotato di un punteggio maggiore. Classificazione Omega Punteggio Omega Fondo A Fondo B 4 80 Fondo C 3 Trasformazione del valore di 60 Omega in scala da 1 a 100 Fondo D La formula per l attribuzione del punteggio è la seguente: Pi= (Xi / N)*100 dove: Pi è il punteggio attribuito al fondo in base al valore di Omega. Xi è la posizione in classifica del fondo al quale vogliamo attribuire il punteggio. N è il numero totale di fondi all interno del profilo di rischio. Un punteggio pari a 100 viene assegnato a quel fondo con il più alto valore di Omega, tra tutti quelli appartenenti al gruppo (1 viene assegnato ai fondi con Omega più basso). Per la Downside Deviation il meccanismo è lo stesso. Bisogna però considerare che i fondi con Downside Deviation minore vanno a posizionarsi in un punto più alto della classifica. 17

18 Una volta calcolato il punteggio Omega e la Downside Deviation, i due indicatori vengono pesati secondo le regole seguenti: 80% del rating deriva da Omega 20% deriva dalla Downside Deviation Omega: Peso 80% Down. Dev: Peso 20% Total Score Fondo A Fondo B Calcolo del punteggio Fondo C totale* 59 Fondo D Fondo E Total Score = (peso(omega)*punteggio(fondoxi)+(peso(downside Deviation)*punteggio(Fondo Xi)) Il punteggio totale è la base per la determinazione del rating di un fondo all interno di un gruppo. Partendo dal punteggio totale viene poi assegnato un numero di Stars da 1 a 5. 18

19 Parte 3 Opzioni di analisi La scelta del livello del Threshold (MAR) Il livello del Threshold fa da linea di confine tra quello che viene considerato positivo e quello che viene considerato negativo. Viene chiamato Minimum Acceptable Return (MAR). Questo indicatore dovrebbe riflettere esattamente la propensione al rischio dell investitore. Investitori prudenti potrebbero considerare tutti i rendimenti sopra allo 0% come guadagni e quelli sotto come perdite. In questo caso, l investitore ha il solo interesse principale di non perdere il capitale investito ed è contento con piccoli guadagni. Altri investitori più aggressivi potrebbero invece scegliere un valore del MAR più elevato. La maggior parte degli investitori considerano come guadagno tutti i rendimenti in eccesso rispetto al tasso risk free. Ogni rendimento minore di questo tasso viene considerato come una perdita. Sulla base di questa considerazione, MoneyMate utilizza l ECB Middle Rate Returns Index come parametro di riferimento per il tasso risk free e questo è anche il rendimento minimo accettabile sia per il calcolo di Omega che per il calcolo della Downside Deviation. Intervallo temporale Analisi Rolling Come detto sopra, quando un fondo ha tutte le caratteristiche necessarie sopra indicate, viene classificato e dotato di un profilo di rischio tenendo conto dei valori pesati di Omega e della Downside Deviation, entrambi calcolati a 3 anni con osservazioni settimanali. La metodologia utilizzata per il calcolo degli indicatori è di tipo rolling. Questa metodologia è stata applicata per dare maggiore enfasi ai risultati di breve - medio termine in modo da riflettere l impatto di eventi recenti sul profilo di rischio. 19

20 Nello specifico, il valore complessivo a 3 anni di Omega e della Downside Deviation, deriva dalla sommatoria dei singoli valori annui pesati al 50% per l ultimo anno, 30% per gli ultimi 2 anni e 20% negli ultimi tre anni. Esempio dell applicazione dei rating: 20

21 Bibliografia A. Cascon and W.F. Shadwick, Omega Functions and Omega Metrics: An Introduction to Omega Fund Ranking, TFDC A. Cascon, C. Keating and W.F. Shadwick, Omega Factor Analysis: Long-Short US Equity, TFDC C Keating and W.F. Shadwick, A Universal Performance Measure, Journal of Performance Measurement, Spring R.E. Whaley, Derivatives: Markets, Valuation and Risk Management, Wiley Kaplan, P. D. and Knowles, J. A. Kappa, A Generalized Downside Risk-Adjusted Performance Measure, Journal of Performance Measurement, H. Kazeimi, T. Schneeweis and R. Gupta, Omega as Performance Measure, University of Massachusetts, 2003 J.-F. Bacmann and S. Scholz, Alternative performance measures for hedge funds, AIMA Journal, June 2003 S. Togher and T Barsbay, Fund of Hedge Funds Portfolio Optimization Using the Omega Ratio, The Monitor, July/August 2007 B. du Toit, the Omega function: part 1: an introduction, Vikela, March

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal Lettura delle schede Giunta alla sua decima edizione, la Guida permette agli investitori di accedere ad analisi indipendenti e nuovi strumenti per la selezione dei fondi, compresi i Morningstar Analyst

Dettagli

CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Interrelazioni rischio rendimento e misure RAPM

CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Interrelazioni rischio rendimento e misure RAPM CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Interrelazioni rischio rendimento e misure RAPM Prof. Marco Oriani Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano 17 ottobre 2011 - Sala Convegni S.A.F. SCUOLA DI ALTA

Dettagli

Misure della dispersione o della variabilità

Misure della dispersione o della variabilità QUARTA UNITA Misure della dispersione o della variabilità Abbiamo visto che un punteggio di per sé non ha alcun significato e lo acquista solo quando è posto a confronto con altri punteggi o con una statistica.

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Note webinar Ponderazione per Beta in IB Risk Navigator

Note webinar Ponderazione per Beta in IB Risk Navigator Note webinar Ponderazione per Beta in IB Risk Navigator Panoramica Il nostro Risk Navigator è stato potenziato, accessibile all'interno di Trader Workstation, offre ora le metriche ponderate per il beta.

Dettagli

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione Contenuti 1. Asset liability management: il contesto e le evoluzioni 2. L approccio di Generali

Dettagli

Nella prima parte del corso l attenzione è venuta appuntandosi sui problemi inerenti la valutazione di investimenti aziendali e di strumenti

Nella prima parte del corso l attenzione è venuta appuntandosi sui problemi inerenti la valutazione di investimenti aziendali e di strumenti Nella prima parte del corso l attenzione è venuta appuntandosi sui problemi inerenti la valutazione di investimenti aziendali e di strumenti finanziari in un contesto di flussi finanziari certi, tuttavia

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 Prova D FS 1 KNOWLEDGE 1 Il rischio specifico di un titolo azionario: 1. è quantificabile

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE STATISTICHE, ECONOMICHE, FINANZIARIE ED AZIENDALI TESI DI LAUREA GESTIONE DI PORTAFOGLIO: UNA STRATEGIA DI GESTIONE

Dettagli

Leonardo Cervelli Direttore Commerciale Sella Gestioni SGR

Leonardo Cervelli Direttore Commerciale Sella Gestioni SGR Il rendimento obiettivo: un fattore cruciale per la sostenibilità dei bilanci trentennali Il difficile equilibrio tra orizzonte di investimento, ritorni attesi e volatilità Leonardo Cervelli Direttore

Dettagli

L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative

L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative Marzio Zocca Responsabile Clienti Istituzionali Azimut Consulenza Sim Santander 2008 100.0% 100.0%

Dettagli

Le linee di gestione. Aprile 2014

Le linee di gestione. Aprile 2014 Le linee di gestione Aprile 2014 Obiettivi OBIETTIVO CONSERVAZIONE RENDIMENTO A SCADENZA CORRELAZIONE Protezione del capitale Smoothing downside risk Low volatility Coupon cash flow generation Correlation

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario AREA FINANZA DISPENSA FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA Strumenti

Dettagli

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Capitolo 15 Indice degli argomenti 1. Analisi dei rendimenti delle principali attività

Dettagli

GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO

GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO Agenzie di Rating: società indipendenti che esprimono giudizi (rating) relativi al merito creditizio degli strumenti finanziari di natura

Dettagli

La costruzione di un portafoglio ed il ruolo degli ETF

La costruzione di un portafoglio ed il ruolo degli ETF La costruzione di un portafoglio ed il ruolo degli ETF Prof. Elena Beccalli, Milano ETF DAY Milano, 24 ottobre 2013 Il problema dell'investitore Condizioni di incertezza: riferimento ai dati storici, ma

Dettagli

Nuovi trend per gli investimenti istituzionali: strategie attive-sistematiche e a bassa volatilità

Nuovi trend per gli investimenti istituzionali: strategie attive-sistematiche e a bassa volatilità Nuovi trend per gli investimenti istituzionali: strategie attive-sistematiche e a bassa volatilità Oliver Buquicchio Responsabile Investitori Istituzionali BNP Paribas Equities and Derivatives THEAM all

Dettagli

Come leggere il posizionamento competitivo dei nostri fondi

Come leggere il posizionamento competitivo dei nostri fondi COS È IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO L analisi comparativa della performance di un fondo con quella dei diretti concorrenti Il posizionamento competitivo è il risultato dell analisi comparativa della performance

Dettagli

Per chi non subisce i mercati LI CONTROLLA

Per chi non subisce i mercati LI CONTROLLA Per chi non subisce i mercati LI CONTROLLA Atomo Global Flexible Comparto di Atomo Sicav www.atomosicav.com Atomo Global Flexible è un fondo globale, flessibile che investe nelle classi di investimento

Dettagli

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società.

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società. Glossario Accettazioni bancarie strumenti a breve termine emessi dai debitori internazionali garantiti da banche di rilievo internazionale. Agency bonds Obbligazioni emesse (ma non garantite) da agenzie

Dettagli

LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO. Giuseppe G. Santorsola 1

LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO. Giuseppe G. Santorsola 1 LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO Giuseppe G. Santorsola 1 Rendimento e rischio Rendimento e rischio di un singolo titolo Rendimento e rischio di un portafoglio Rendimento ex post Media aritmetica dei rendimenti

Dettagli

indipendenza e professionalità per i vostri investimenti

indipendenza e professionalità per i vostri investimenti indipendenza e professionalità INDIPENDENZA E PROFESSIONALITÀ Z ZENIT SGR è una Società di Gestione del Risparmio esclusivamente dedicata e specializzata nell asset management sia per la clientela privata

Dettagli

Lezione 13 Rendimenti conseguibili con l analisi fondamentale

Lezione 13 Rendimenti conseguibili con l analisi fondamentale Lezione 13 Rendimenti conseguibili con l analisi fondamentale Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri Introduzione Il principale obiettivo dell analisi fondamentale è di determinare il valore

Dettagli

L investimento immobiliare all estero: strategie per una diversificazione geografica

L investimento immobiliare all estero: strategie per una diversificazione geografica 32 L investimento immobiliare all estero: strategie per una diversificazione geografica An international diversification strategy for Italian real estate investors Maurizio Grilli, Simone Roberti, Bnp

Dettagli

Indice BNL Report Febbraio 2009. Marzo 2009

Indice BNL Report Febbraio 2009. Marzo 2009 Indice BNL Report Febbraio 2009 Marzo 2009 225.000.000 200.000.000 175.000.000 150.000.000 125.000.000 100.000.000 75.000.000 50.000.000 25.000.000 0 Capitalizzazione e volume di scambio (intero mercato)

Dettagli

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE DOCUMENTO PUBBLICITARIO TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE CON BGF FIXED INCOME GLOBAL OPPORTUNITIES FUND (FIGO) È un nuovo mondo per i mercati obbligazionari. È quindi giunto il momento di considerare un approccio

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLA GESTIONE

CARATTERISTICHE DELLA GESTIONE CARATTERISTICHE DELLA GESTIONE ALLEGATO B CODICE CONTO NUMERO MANDATO Le caratteristiche della gestione vengono definite, secondo quanto previsto dell art. 38 del Regolamento Consob 16190/07, in funzione

Dettagli

TECNICHE DI STIMA DEL COSTO DEL CAPITALE AZIONARIO. Docente: Prof. Massimo Mariani

TECNICHE DI STIMA DEL COSTO DEL CAPITALE AZIONARIO. Docente: Prof. Massimo Mariani TECNICHE DI STIMA DEL COSTO DEL CAPITALE AZIONARIO Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il costo del capitale: la logica di fondo Le finalità del calcolo del costo del capitale Il costo del capitale

Dettagli

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Paolo Vicentini 7 Marzo 2005 Avvertenze legali Questa presentazione ha carattere puramente informativo e non costituisce sollecitazione all investimento,

Dettagli

LEZIONE 4. Il Capital Asset Pricing Model. Professor Tullio Fumagalli Corso di Finanza Aziendale Università degli Studi di Bergamo.

LEZIONE 4. Il Capital Asset Pricing Model. Professor Tullio Fumagalli Corso di Finanza Aziendale Università degli Studi di Bergamo. LEZIONE 4 Il Capital Asset Pricing Model 1 Generalità 1 Generalità (1) Il Capital Asset Pricing Model è un modello di equilibrio dei mercati che consente di individuare una precisa relazione tra rendimento

Dettagli

Riflessioni sul documento di consultazione sulla disciplina dei limiti agli investimenti e dei conflitti d interesse per i fondi pensione

Riflessioni sul documento di consultazione sulla disciplina dei limiti agli investimenti e dei conflitti d interesse per i fondi pensione Prot. 25/2008 AC Spettabile Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro sezione IV Via XX Settembre, 97 00187 ROMA c.a. dott. Alessandro Rivera Anticipata a mezzo posta elettronica

Dettagli

FIDAWORKSTATION: MANUALE UTENTE

FIDAWORKSTATION: MANUALE UTENTE FIDAWORKSTATION: MANUALE UTENTE 1. Introduzione 2 2. Accesso a FIDAworkstation 2 3. Ricerca 4 3.1 Scheda Prodotto 5 4. Clienti 9 4.1 Anagrafica Clienti 9 4.2 Analisi Esigenze 11 4.3 Profilo di Rischio

Dettagli

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Active Marzo Management 2015 La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Mauro Vittorangeli CIO Conviction Fixed Income e Senior Portfolio Manager Le politiche monetarie

Dettagli

M. Massari, L. Zanetti, Valutazione. Fondamenti teorici e best practice nel settore industriale e finanziario, Mc Graw Hill, 2008

M. Massari, L. Zanetti, Valutazione. Fondamenti teorici e best practice nel settore industriale e finanziario, Mc Graw Hill, 2008 M. Massari, L. Zanetti, Valutazione. Fondamenti teorici e best practice nel settore industriale e finanziario, Mc Graw Hill, 2008 CAP. 5 (2a PARTE) LA STIMA DEL COSTO OPPORTUNITA DEL CAPITALE 1 LA STIMA

Dettagli

info Prodotto Eurizon GP Unica A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon GP Unica A chi si rivolge Eurizon Eurizon è il Servizio di Gestione di Portafogli di Eurizon Capital SGR che permette di definire personalmente, pur nel rispetto dei limiti e criteri indicati nel Contratto, la composizione del

Dettagli

L investimento in obbligazioni bancarie: un caso di anomalia comportamentale?

L investimento in obbligazioni bancarie: un caso di anomalia comportamentale? L investimento in obbligazioni bancarie: un caso di anomalia comportamentale? Nadia Linciano Scelte di investimento e regole di tutela Il ruolo della finanza comportamentale tra economia, psicologia e

Dettagli

La fusione tra servizio e qualità

La fusione tra servizio e qualità La fusione tra servizio e qualità esperienza e competenza Banca Aletti è dal 2001 il polo di sviluppo delle attività finanziarie del Gruppo Banco Popolare. All attività di Private Banking si affiancano

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

Dinamis - SurferTrade

Dinamis - SurferTrade www.dinamis.ch Dinamis - SurferTrade Programma di Trading automatico 1 Sommario Dinamis Advisors Il sistema SurferTrade Configurazioni possibili Performance Setup informatico Come investire 2 Dinamis Advisors

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento

Dettagli

28 ottobre 2011. Alberto Luraschi Portfolio Manager Global Strategies & Total Return

28 ottobre 2011. Alberto Luraschi Portfolio Manager Global Strategies & Total Return GESTIONE DI PORTAFOGLI E RISCHIO: IL RUOLO DEGLI ETF. 28 ottobre 2011 Alberto Luraschi Portfolio Manager Global Strategies & Total Return Dai prodotti benchmarked Profili di mercato ai prodotti flessibili

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO SEZIONE RISPARMIO GESTITO SITO

MANUALE DI UTILIZZO SEZIONE RISPARMIO GESTITO SITO MANUALE DI UTILIZZO SEZIONE RISPARMIO GESTITO SITO 1. HOME...3 2. MONITOR...3 3. SELEZIONA FONDI...4 3.1 NOME FONDO...4 3.2 FONDI/SICAV...4 3.3 SOCIETA DI GESTIONE...4 3.4 RATING CFS...4 3.5 CATEGORIA

Dettagli

La gestione tattica di un portafoglio target volatility

La gestione tattica di un portafoglio target volatility La gestione del Portfolio tattico e Money Management La gestione tattica di un portafoglio target volatility Relatore: Federico Pitocco Business Development Manager Morningstar Investment Management Europe

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione 1/16 TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione SEZIONE III - INFORMAZIONI SULL AAMENTO DELLA GESTIONE valida dal 26 aprile 2010 Dati aggiornati al 31 dicembre

Dettagli

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina 18 novembre 2014 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina Costruire un portafoglio? REGOLE BASE IDENTIFICARE GLI OBIETTIVI INVESTIMENTO E RISCHIO IDONEO ORIZZONTE TEMPORALE Asset allocation Diversificazione

Dettagli

Non esiste un investimento perfetto in assoluto, esiste invece un investimento ottimale per ognuno di noi.

Non esiste un investimento perfetto in assoluto, esiste invece un investimento ottimale per ognuno di noi. ANALISI DEGLI INVESTIMENTI Non esiste un investimento perfetto in assoluto, esiste invece un investimento ottimale per ognuno di noi. Come un comodo abito ogni investimento deve essere fatto su misura.

Dettagli

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari Indice Pag. 1. Introduzione all economia del mercato mobiliare 1 Antonio Fasano 1.1 Il sistema finanziario e il mercato mobiliare 1 1.1.1 Gli strumenti finanziari 2 1.1.2 Gli intermediari finanziari 4

Dettagli

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge Eurizon Eurizon è il Servizio di Gestione di Portafogli di Eurizon Capital SGR dove l investitore può scegliere tra due Componenti differenziate su tre dimensioni: classi di attività finanziarie (azioni,

Dettagli

Pioneer Funds - Absolute Return Asian Equity

Pioneer Funds - Absolute Return Asian Equity Pioneer Funds - Absolute Return Asian Equity Pioneer Funds - Absolute Return Asian Equity (il "Comparto") è un comparto di Pioneer Funds (il "Fondo"). La Società di Gestione del Fondo è Pioneer Asset Management

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Alessandro Pozzi Responsabile Distribuzione Retail & Wholesale Eurizon Capital Scenario di riferimento Crescita Moderata Politiche monetarie Tassi

Dettagli

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

Firenze, 30 maggio 2012

Firenze, 30 maggio 2012 Firenze, 30 maggio 2012 specchio Specchio, specchio delle mie brame, chi è il fondo più bello del reame? Come selezionate i fondi dei vostri clienti? Quali parametri usate per selezionare i fondi? I rendimenti

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

CREDEMVITA MULTI SELECTION (Tariffa 60049)

CREDEMVITA MULTI SELECTION (Tariffa 60049) CREDEMVITA MULTI SELECTION (Tariffa 60049) Reggio Emilia, 28 febbraio 2015 Oggetto: aggiornamento delle informazioni sugli OICR esterni riportate nel Documento Informativo Gentile Cliente, nel seguito

Dettagli

La valutazione delle aziende. 4a parte

La valutazione delle aziende. 4a parte La valutazione delle aziende 4a parte 95 Il WACC Il WACC non è né un costo, né un rendimento minimo: è la media ponderata di un costo e di un rendimento minimo. Considerare il WACC un costo può essere

Dettagli

Q&A: Dachfonds Südtirol

Q&A: Dachfonds Südtirol La soluzione bilanciata flessibile prudente di Raiffeisen Capital Management Pagina 1 di 5 Nel presente documento potrà trovare le risposte alle sue domande relative al nostro fondo bilanciato flessibile

Dettagli

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Fausto Tenini - Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà

Dettagli

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE Equilibrium Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE 2 Gestioni Patrimoniali Computerizzate Grazie ai notevoli investimenti realizzati negli anni, la DANTON INVESTMENT SA può oggi vantare di possedere uno

Dettagli

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il rendimento di un attività finanziaria: i parametri rilevanti Rendimento totale, periodale e medio Il market

Dettagli

COPIA TRATTA DA GURITEL GAZZETTA UFFICIALE ON-LINE

COPIA TRATTA DA GURITEL GAZZETTA UFFICIALE ON-LINE Semplicita' del sistema delle fasce e numerosita' dei gruppi di ore Accanto all obiettivo di offrire agli operatori un segnale di prezzo corretto che ne stimoli il comportamento efficiente, vi e' tra gli

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Trading System Report

Trading System Report Volume 1 of 12 th August 2013 Trading System Report Analysis of Dax Advantix This analysis is derived from a statistical study of the results obtained from the time series considered. It aims to analyze

Dettagli

www.cicliemercati.it Tutti i diritti riservati Pag. 1

www.cicliemercati.it Tutti i diritti riservati Pag. 1 LA MATRICE DEI MERCATI DESCRIZIONE E UTILIZZO PER L INVESTITORE DESCRIZIONE La Matrice è basata su un algoritmo genetico proprietario che permette di individuare e visualizzare, a seconda delle preferenze

Dettagli

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Un Fondo Comune può essere paragonato ad una cassa collettiva dove confluiscono i risparmi di una pluralità di risparmiatori. Il denaro che confluisce in questa

Dettagli

2 + (σ2 - ρσ 1 ) 2 > 0 [da -1 ρ 1] b = (σ 2. 2 - ρσ1 σ 2 ) = (σ 1

2 + (σ2 - ρσ 1 ) 2 > 0 [da -1 ρ 1] b = (σ 2. 2 - ρσ1 σ 2 ) = (σ 1 1 PORTAFOGLIO Portafoglio Markowitz (2 titoli) (rischiosi) due titoli rendimento/varianza ( μ 1, σ 1 ), ( μ 2, σ 2 ) Si suppone μ 1 > μ 2, σ 1 > σ 2 portafoglio con pesi w 1, w 2 w 1 = w, w 2 = 1- w 1

Dettagli

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire

Allianz Reddito Euro. Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro. Dieci validi motivi per investire Allianz Reddito Euro Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

PRESENTAZIONE DEI FONDI DI FONDI HEDGE A BASSA VOLATILITÀ. Lodi, Agosto 2007

PRESENTAZIONE DEI FONDI DI FONDI HEDGE A BASSA VOLATILITÀ. Lodi, Agosto 2007 PRESENTAZIONE DEI FONDI DI FONDI HEDGE A BASSA VOLATILITÀ Lodi, Agosto 2007 1 Numero di hedge funds nel mondo (dati dal 1990 al 2006) Circa 8.000 diversi hedge funds operativi a livello mondiale 10.000

Dettagli

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 Indice Prefazione Introduzione XIII XV Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 1.1 Definizione e tipologie di investimento 1 1.1.1 Caratteristiche degli investimenti produttivi 3 1.1.2 Caratteristiche

Dettagli

I Servizi di MondoAlternative

I Servizi di MondoAlternative L abbonamento PREMIUM UCITS prevede: I Servizi di MondoAlternative I SERVIZI ON LINE Accesso al Database dedicato ai Fondi Ucits alternativi: Il Database dedicato ai fondi Ucits alternativi di MondoAlternative

Dettagli

Investire in periodi di Financial Repression

Investire in periodi di Financial Repression 6 Smart Risk Update III/2013 Investire in periodi di Financial Repression L attuale contesto di bassi tassi d interesse spinge gli investitori ad intraprendere soluzioni di investimento innovative. Con

Dettagli

EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER ADVANCED (Tariffa 60048)

EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER ADVANCED (Tariffa 60048) EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER ADVANCED (Tariffa 60048) Reggio Emilia, 28 febbraio 2015 Oggetto: aggiornamento delle informazioni sugli OICR esterni riportate nel Documento Informativo Gentile Cliente,

Dettagli

L Austria come centro finanziario: una scelta moderna

L Austria come centro finanziario: una scelta moderna Vienna, Settembre 2012 L Austria come centro finanziario: una scelta moderna L Austria offre stabilitá e un ambiente attrattivo per fondi pubblici Rigido segreto bancario Autorizzazioni esenti da tassazione

Dettagli

2 La microeconomia... 29 2.1 Domanda e offerta di beni e servizi... 29 2.2 La produzione... 30

2 La microeconomia... 29 2.1 Domanda e offerta di beni e servizi... 29 2.2 La produzione... 30 Parte I Fondamenti di analisi economica 1 La macroeconomia............................................. 3 1.1 La contabilità nazionale e la bilancia dei pagamenti.............. 3 1.2 Domanda aggregata,

Dettagli

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione Presentazione di Pier Luigi Fabrizi pag. XIII 1 LÕeconomia del mercato mobiliare di Pier Luigi Fabrizi È 1 1.1 Premessa È 1 1.2 LÕesercizio semantico È 1 1.3 La collocazione della disciplina È 4 Bibliografia

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave per gli investitori in relazione a questo Fondo. Non si tratta di un documento promozionale. Le informazioni

Dettagli

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Per Consulenti E Investitori Qualificati Strategic Solutions Schroder Global Diversified Growth Fund Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Quando gli strumenti classici non bastano

Dettagli

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale La Distribuzione Normale o Gaussiana è la distribuzione più importante ed utilizzata in tutta la statistica La curva delle frequenze della distribuzione Normale ha una forma caratteristica, simile ad una

Dettagli

rendimento PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore. 2. Valutazione del rischio: Introduzione a rischio e rendimento; Teoria del portafoglio e CAPM;

rendimento PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore. 2. Valutazione del rischio: Introduzione a rischio e rendimento; Teoria del portafoglio e CAPM; PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore.. Valutazione del rischio: Introduzione a rischio e rendimento; Teoria del portafoglio e CAPM; Rischio e capital budgeting Introduzione a rischio e rendimento 3. Decisioni

Dettagli

RETURN TOTAL SISTEMA. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Total Return. Eurizon Capital SGR S.p.A.

RETURN TOTAL SISTEMA. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Total Return. Eurizon Capital SGR S.p.A. Eurizon Capital SGR S.p.A. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Total Return SISTEMA TOTAL RETURN COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI DELLE MODIFICHE REGOLAMENTARI ai sensi del Provvedimento della Banca

Dettagli

CORSO DI MISURE ANALISI DEI SEGNALI NEL DOMINIO DEL TEMPO

CORSO DI MISURE ANALISI DEI SEGNALI NEL DOMINIO DEL TEMPO CORSO DI MISURE ANALISI DEI SEGNALI NEL DOMINIO DEL EMPO ing Emanuele Zappa SEGNALI: grandezze di base nel dominio del tempo: Ampiezza picco-picco (pk.pk) Ampiezza massima positiva empo Ampiezza massima

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA UNIVARIATA

STATISTICA DESCRITTIVA UNIVARIATA Capitolo zero: STATISTICA DESCRITTIVA UNIVARIATA La STATISTICA è la scienza che si occupa di fenomeni collettivi che richiedono lo studio di un grande numero di dati. Il termine STATISTICA deriva dalla

Dettagli

Zurich Invest Select Portfolio

Zurich Invest Select Portfolio Una gestione patrimoniale ottimale Zurich Invest Select Portfolio Un investimento di capitale presuppone fiducia: la fiducia in una consulenza seria e in decisioni competenti. Poiché vi potete fidare della

Dettagli

Portafogli consigliati

Portafogli consigliati 21 giugno 2013 Portafogli consigliati Gestioni Omnia Portafogli consigliati Gestioni Omnia Indice La view e le scelte di portafoglio VaR adeguatezza Portafogli consigliati Gestioni Omnia Area Riserva Area

Dettagli

INVESTMENTI ALTERNATIVI. worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI

INVESTMENTI ALTERNATIVI. worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI INVESTMENTI ALTERNATIVI worldview POTENZIA I TUOI PORTAFOGLI PER RAGGIUNGERE NUOVE VETTE CON UN LEADER AFFIDABILE NEGLI INVESTIMENTI ALTERNATIVI IL NOSTRO VANTAGGIO COMPETITIVO UN LEADER A TUTTO CAMPO

Dettagli

Top players in Europa. PARVEST Equity Best Selection Euro

Top players in Europa. PARVEST Equity Best Selection Euro Top players in Europa PARVEST Equity Best Selection Euro 5 motivi per investire in PARVEST Equity Best Selection Euro 1 I nostri esperti ritengono che potrebbe essere il momento opportuno per investire

Dettagli

Arca Cash Plus. Stile di gestione. 1 anno +1,3% +1,0% 3 anni +9,9% +5,7% Andamento di ARCA CASH PLUS

Arca Cash Plus. Stile di gestione. 1 anno +1,3% +1,0% 3 anni +9,9% +5,7% Andamento di ARCA CASH PLUS Arca Cash Plus Stile di gestione Arca Cash Plus adotta uno stile di gestione a rischio controllato che si caratterizza per l adozione formale di un budget di rischio assoluto e costante per unità temporale

Dettagli

Direttive della CAV PP D 05/2013. Indicatori determinanti e altri dati da fornire da parte delle fondazioni d investimento

Direttive della CAV PP D 05/2013. Indicatori determinanti e altri dati da fornire da parte delle fondazioni d investimento italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 05/2013 Indicatori determinanti e altri dati da fornire da parte delle fondazioni d investimento Edizione

Dettagli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Martin Hoesli Giacomo Morri Capitolo 2 RENDIMENTO E RISCHIO DI UN INVESTIMENTO IMMOBILIARE Agenda Rendimento - Rendimenti immediati -

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

Allianz Euro Bond Strategy

Allianz Euro Bond Strategy Allianz Euro Bond Strategy Dieci validi motivi per investire Il punto di riferimento per investire nel mercato obbligazionario euro Il mercato obbligazionario negli ultimi anni ha registrato profonde trasformazioni:

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

1. acquisire piena consapevolezza dei propri bisogni finanziari prioritari e delle risorse (presenti e future) disponibili per raggiungerle;

1. acquisire piena consapevolezza dei propri bisogni finanziari prioritari e delle risorse (presenti e future) disponibili per raggiungerle; Adotta un metodo Come già detto precedentemente ancor prima di valutare la validità di un investimento si rende necessaria maturare la chiarezza degli intenti che ci prefiggiamo e la modalità da adottare

Dettagli

Anthilia Orange e Anthilia Yellow

Anthilia Orange e Anthilia Yellow Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 4 Luglio 2012 Anthilia Orange e Anthilia Yellow Anthilia Orange: FdF High Yield & Emerging Markets Debt, volatilità target 7% Data di lancio Tipologia investimento

Dettagli

Introduzione dello Swing Pricing in fondi selezionati presso Allianz Global Investors

Introduzione dello Swing Pricing in fondi selezionati presso Allianz Global Investors Introduzione dello Swing Pricing in fondi selezionati presso Allianz Global Investors Ottobre 2015 FAQ I. Informazioni generali II. Swing Pricing III. Domande e risposte I. Informazioni generali a. Obiettivo

Dettagli

DEFENDER. Presentazione comparto

DEFENDER. Presentazione comparto DEFENDER Presentazione comparto Filosofia INVESTIRE NEI MERCATI FINANZIARI PRINCIPALMENTE EUROPEI GENERARE RENDIMENTI ASSOLUTI E STABILI NEL TEMPO ATTRAVERSO UNA GESTIONE STRATEGICA E TATTICA DELL ESPOSIZIONE

Dettagli

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Capitolo 17 Indice degli argomenti 1. Rischio operativo e finanziario

Dettagli