MoneyMate Ratings Methodology Document

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MoneyMate Ratings Methodology Document"

Transcript

1 MoneyMate Ratings Methodology Document 1

2 Indice Introduzione... 3 Parte 1 Profilo di Rischio MoneyMate... 5 Come viene attribuito da MoneyMate il profilo di rischio?... 6 Parte 2 - MoneyMate Ratings... 9 Definizione dei fondi da includere nella valutazione... 9 Come vengono classificati i fondi da MoneyMate?... 9 Introduzione di Omega La procedura di Rating La classificazione Omega confrontata con i metodi di misurazione tradizionali Omega e la Distribuzione Normale Omega e la Distribuzione Non-Normale Introduzione della Downside Deviation Combinazione di Omega e Downside Deviation Parte 3 Opzioni di analisi La scelta del livello del Threshold (MAR) Intervallo temporale Analisi Rolling Bibliografia

3 Introduzione MoneyMate ha introdotto un sistema di rating che, combinando la misurazione della Performance Risk Adjusted con il profilo di rischio, si propone di fornire un valido ed efficace ausilio informativo, di immediata percezione, nella valutazione e nel monitoraggio degli strumenti finanziari. Questo documento illustra la metodologia applicata da MoneyMate per l assegnazione del rating. Il documento è diviso in tre sezioni: 1. Descrizione dei Profili di Rischio di MoneyMate 2. Descrizione del Risk Adjusted Performance Rating 3. Opzioni di Analisi I punti chiave del MoneyMate Star Rating: Non tutti gli investitori hanno la stessa propensione al rischio e per questo motivo l universo dei fondi è suddiviso in diversi segmenti. I Fondi vengono classificati all interno di un profilo di rischio utilizzando un sistema di misurazione delle Performance Risk Adjusted, che cattura un elevato livello di informazioni riguardo al rischio e al rendimento dei fondi. Il raggruppamento dei fondi secondo i principi di asset allocation e strategia di investimento non sempre aiuta gli investitori a far combaciare le scelte di investimento con quella che è la reale propensione al rischio. Per questa ragione MoneyMate non classifica i fondi in base all obiettivo dell investimento, ma utilizza criteri oggettivi basati sull analisi delle performance ponderate per il rischio. La politica di investimento di ciascun fondo è sicuramente importante al fine della valutazione del rating ma non è assolutamente un fattore condizionante. Gli avvenimenti degli ultimi tempi ne danno prova. Considerando l alta correlazione tra tutti i tipi di investimento e settori è chiaro come un approccio basato solo ed esclusivamente sull asset allocation possa essere fuorviante al fine dell individuazione del giusto livello di rischio. 3

4 Anche se i Rating forniscono un valido elemento di informazione generale nella valutazione dei singoli fondi di investimento considerati, essi devono comunque essere utilizzati con estrema cura e con l ausilio di altre informazioni e analisi di approfondimento per poter valutare più attentamente le decisioni di investimento. In ogni caso, i Rating non intendono avere la natura di ricerca o informazione volte a raccomandare o suggerire una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari o emittenti di strumenti finanziari. Pertanto, MoneyMate raccomanda sempre di rivolgersi al proprio consulente finanziario di fiducia prima di intraprendere qualunque decisione di investimento avente ad oggetto strumenti finanziari. 4

5 Parte 1 Profilo di Rischio MoneyMate Le scelte di investimento sono determinate dalla propensione al rischio dell investitore e dai suoi obiettivi. Se, quindi, assumiamo che ogni investitore ha un suo profilo di rischio, dobbiamo identificare quei fondi che aiutano a raggiungere l obiettivo prefissato (obiettivo di rendimento, dato un determinato livello di rischio). I sistemi tradizionali di classificazione dei fondi basati sull asset allocation e sulla strategia di investimento adottata non sempre sono efficaci nell individuazione di tali fondi. La classificazione secondo il profilo di rischio MoneyMate offre un approccio alternativo, basato sul fatto che fondi con livelli di rischio simile vengono classificati in modo omogeneo. I fondi vengono inseriti in un determinato profilo di rischio in base alla loro volatilità annualizzata degli ultimi tre anni con osservazioni settimanali. Bande di Rischio Deviazione Standard Annualizzata a 3 Anni Min % Max % Profilo di Rischio 0 <2 Rischio Molto Basso 2 <5 Rischio Basso 5 <10 Rischio Moderato 10 <20 Rischio Alto 20 Rischio Molto Alto I cinque profili di rischio differiscono tra loro rispecchiando la diversa propensione al rischio degli investitori. Profili con basso livello di rischio, seguendo le normali regole di trade-off tra rendimento e rischio, vengono associati a rendimenti bassi ma stabili. I profili più alti, invece, sono caratterizzati da rendimenti più incerti ma potenzialmente più elevati. Grazie a questo trade-off rischio/rendimento, nella scelta dei loro investimenti, gli investitori classificano i fondi in base alla loro volatilità e li confrontano quindi con il proprio livello di rischio. 5

6 Come viene attribuito da MoneyMate il profilo di rischio? Il profilo di rischio viene calcolato da MoneyMate trimestralmente e si basa esclusivamente sulla analisi quantitativa della volatilità dello strumento e nel rispetto delle seguenti regole statistiche: 1) Tutti i rendimenti vengono convertiti in Euro. 2) Orizzonte temporale di 36 mesi. 3) Osservazioni settimanali. 4) Deviazione Standard annualizzata. MoneyMate inoltre, include nel calcolo soltanto quei fondi che rispecchiano determinate caratteristiche: Il fondo deve essere distribuito nel mercato al quale il Rating si riferisce. Il fondo deve avere una serie storica di almeno 3 anni. La frequenza di calcolo dei NAV deve essere almeno settimanale e deve avere non meno di 140 prezzi nel periodo di osservazione. Quando un fondo ha Multiple Share Classes, MoneyMate ne analizza solo la classe principale, alle classi secondarie viene associato lo stesso profilo di rischio. Quando un fondo ha classi Distribution e Accumulation, quest ultima viene considerata come Master Share Class quindi il suo rating verrà associato anche alle classi Distribution. Considerando che la volatilità di un fondo potrebbe variare nel corso del tempo, il profilo di rischio verrà aggiornato per riflettere la situazione reale. Lo sconfinamento massimo consentito nel profilo di rischio adiacente è fissato in misura del 15%. Nell esempio grafico illustrato sotto, le bande di oscillazione sono evidenziate in arancione: 6

7 Se un fondo classificato con rischio moderato per esempio si collocasse nella posizione A1 in un trimestre e nella successiva osservazione si spostasse in posizione A2, il profilo di rischio non verrà modificato in quanto lo spostamento è ancora all interno del range di tolleranza ammesso. Se, invece, il fondo supera il limite consentito, il profilo di rischio verrà opportunamente aggiornato. Nel caso in cui il fondo sconfinasse in un profilo di rischio adiacente per due trimestri consecutivi, anche in questo caso il giudizio di rating verrebbe opportunamente modificato. I principi guida dell approccio sopra descritto partono dalla osservazione di differenti elementi: Le più conosciute metodologie attuali di valutazione del rating non sono disegnate per cogliere il punto di vista dell investitore, ma partono da quello del gestore, trascurando, quindi, il concetto di profilo di rischio e di obiettivo del cliente. Non esiste un sistema di classificazione standard per i Fondi Europei e dunque la classificazione viene lasciata alla discrezione dei provider. Qualunque errore potrebbe avere un pesante impatto nella valutazione del rating. Basando la classificazione in un profilo di rischio su un approccio puramente qualitativo, viene creato un metodo di valutazione trasparente e oggettivo che esclude tutti gli eventuali problemi legati a valutazioni soggettive incorrette. 7

8 I profili di rischio non sono delle previsioni per il futuro, così come la misurazione della volatilità non tiene conto dei rendimenti futuri. Allo stesso modo, nella determinazione di ciascun Rating si fa riferimento alle serie storiche di ciascun fondo risalenti ai 36 mesi precedenti la data di determinazione. Pertanto, atteso che le performance passate non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri e che i valori possono in futuro scendere come salire, il Rating è da intendersi come un puro indicatore informativo che dovrebbe essere usato all interno di una più complessa analisi. 8

9 Parte 2 - MoneyMate Ratings Una volta inseriti in un determinato profilo di rischio, i fondi devono essere opportunamente valutati all interno del profilo stesso. La metodologia di classificazione dovrebbe essere: completa, trasparente, pesata per il rischio, applicabile a tutti i tipi di fondi, indipendente dal benchmark e essere sufficientemente rappresentativa dei cicli del mercato. Per spiegare come vengono calcolati i Rating in questa sezione verrà data una dettagliata descrizione della metodologia adottata da MoneyMate. Definizione dei fondi da includere nella valutazione MoneyMate classifica solo i fondi per i quali viene definito un profilo di rischio, mentre per quelli per i quali esistono più Share Classes viene individuata la Master Share Class, e tutti i comparti dello stesso fondo vengono classificati come questa. Come vengono classificati i fondi da MoneyMate? Per riprodurre una classificazione basata sui rendimenti, la maggior parte degli operatori del settore utilizza generalmente strumenti dalla Teoria Moderna del Portafoglio, come, per esempio, lo Sharpe Ratio o Alpha. Anche se questi metodi tradizionali sono molto validi, essi non considerano l obiettivo dell investitore che generalmente consiste nel raggiungere almeno un livello minimo di rendimento. Inoltre, la maggior parte degli indicatori convenzionali si basano su distribuzioni normali dei rendimenti, il che potrebbe dare risultati fuorvianti nel caso di distribuzioni non-normali. 9

10 Bisogna considerare quindi i seguenti problemi: I rendimenti dei fondi tendono ad avere punti di Fat Tails (Kurtosis) cioè, maggiore frequenza delle osservazioni alle estremità della curva, rispetto al centro. Questo significa che perdite e guadagni elevati sono più frequenti di quello che viene rappresentato dalla media e dall analisi della varianza. Oltre a quanto detto sopra, bisogna considerare inoltre che le distribuzioni presentano Skewness (es.: le osservazioni non sono distribuite simmetricamente intorno alla media). Il risultato è che la media e la mediana possono essere collocate in punti diversi. I modelli tradizionali che non considerano i rischi di Skewness, assumendo che le variabili sono distribuite simmetricamente intorno alla media quando invece non lo sono, potrebbero sottovalutare l effettivo rischio delle distribuzioni con alto Skewness. Oltre alle distribuzioni di Kurtosis e di Skewness, è abbastanza frequente trovare curve di tutti i tipi e forme: ciò posto, soltanto la ricostruzione punto per punto della curva può dare una descrizione accurata della situazione. Introduzione di Omega Il Rating MoneyMate si basa sulla combinazione pesata di Omega e della Downside Deviation. L indicatore Omega è stato introdotto nel 2002 da Con Keating e William Shadwick. Sostanzialmente, Omega non è affetto dagli stessi limiti dei modelli che si appoggiano sulla normalità della distribuzione come assunto di base, in quanto esso prende in considerazione tutti i momenti della distribuzione (Media, Skewness, Kurtosis). Il vantaggio, quindi, è che Omega si adatta all analisi di distribuzioni normali e non, consentendo quindi di classificare tutti i tipi di fondo, inclusi quelli che hanno distribuzione asimmetrica. L indice viene calcolato nel seguente modo: 10

11 Dove, Questo metodo può essere spiegato meglio con il seguente grafico: Nel grafico le probabilità sono rappresentate, da 0% a 100% sull asse verticale, mentre l asse orizzontale contiene lo storico dei rendimenti del fondo, dal rendimento più alto a quello più basso. La linea verticale r tratteggiata rappresenta il rendimento minimo accettato (MAR Minimum Acceptable Return) Omega si ottiene dalla somma dei rendimenti maggiori del minimo rendimento accettato moltiplicati per la loro relativa probabilità (Area CAB). Tutto viene poi diviso per la somma dei rendimenti minori del minimo accettato, moltiplicati per la loro rispettiva probabilità (Area EDB). La procedura di Rating Un fondo con Omega elevato è sempre preferito rispetto ad un fondo con Omega basso, in quanto un fondo con Omega più elevato ha maggiori possibilità di realizzare rendimenti superiori al minimo livello accettato (MAR). 11

12 MoneyMate calcola Omega con un MAR pari al rendimento di un investimento considerato Risk Free. Viene quindi preso come soglia il rendimento del tasso BCE. I fondi con Omega più elevato avranno maggiore probabilità di realizzare rendimenti uguali o maggiori del rendimento minimo accettato rispetto a quelli con valore di Omega minore. La classificazione Omega confrontata con i metodi di misurazione tradizionali Sono stati fatti numerosi studi per raggruppare i fondi e classificarli utilizzando anche metodi diversi: Sharpe Ratio, Geometric Sharpe Ratio, Information Ratio, Jensen s Alpha, e Holding Period Alpha. Tutti gli studi hanno dimostrato che la classificazione tende a risultati simili indipendentemente dal tipo di strumento utilizzato. É stata dimostrata da diversi studi, inoltre, una bassa correlazione tra Omega e Sharpe Ratio, è ragionevole quindi assumere che le classificazioni Omega sono poco correlate anche con gli altri indicatori tradizionali come Information Ratio, Alpha Rankings etc.. Questi risultati vengono ottenuti grazie al fatto che Omega riesce a catturare maggiori informazioni, cosa che invece non accade con l analisi media-varianza. La sezione seguente mostra un semplice esempio di come e quando le classificazioni secondo Sharpe e Omega differiscono tra loro e perché. Omega e la Distribuzione Normale Come illustrato sopra, il beneficio principale dell indicatore Omega è che l analisi prende in considerazione tutte le informazioni disponibili riguardo al rischio e al rendimento di un fondo. 12

13 I metodi di misurazione tradizionali come lo Sharpe Ratio possono catturare una grande quantità di informazioni nel caso di una distribuzione normale dei rendimenti e non troppo lontani tra loro. Grafico di due distribuzioni normali (simmetriche) dei rendimenti In una distribuzione normale, come accade nel grafico sopra, i rendimenti si distribuiscono in maniera simmetrica intorno alla media e la frequenza diminuisce man mano che ci si allontana da essa. Come illustrato nella tabella sotto, se la distribuzione è simmetrica tutti i rendimenti possono essere descritti con la media e la varianza e momenti di Skewness e Kurtosis sono poco significanti. Nome Performance Std Classifica Classifica Sharpe Omega Dev Sharpe Omega Enter Sverige 77.69% HQ Fonder Sverigefond 70.12% Skandia Sverige 68.42% Handelsbanken Sverigefond 68.80% Aktie-Ansvar Sverige 69.30% Carlson Sverigefond 61.97% Eldsjäl Sverigefond 59.43% Carnegie Sverige 60.60% SEB Sverigefond 56.90% Banco Sverige 54.55% I fondi selezionati presentano una distribuzione normale e sono classificati per Omega e Sharpe Ratio 13

14 Come si può notare, in caso di distribuzione normale dei rendimenti la classificazione Omega è molto simile o uguale a quella dello Sharpe. Dalla tabella di cui sopra appare altresì evidente che le classifiche secondo Omega e Sharpe sono altamente correlate. Per dare un valore alla correlazione possiamo calcolare un fattore di correlazione (Spearman Rank Order Correlation Coefficient). Questo fattore può essere un numero compreso tra -1 e 1, dove 1 rappresenta una perfetta correlazione e -1 una correlazione perfetta inversa. Il Fattore di correlazione viene calcolato utilizzando la formula seguente: Dove, differenza tra le classificazioni dei valori corrispondenti Xi (sharpe) e Yi (omega) Il numero di elementi in ogni serie di dati Nella tabella riportata sopra, la correlazione tra lo classifiche è 0,99, valore che indica una dipendenza molto forte. Come vedremo nel prossimo esempio, invece, questo non vale per delle distribuzioni non normali. Omega e la Distribuzione Non-Normale Trascurare la non-normalità di una distribuzione potrebbe comportare dei rischi. Il problema viene illustrato nel grafico sotto. Le due linee rappresentano la distribuzione dei rendimenti di due fondi, i quali, potrebbe non sembrare, ma hanno la stessa media e la stessa varianza. Essi inoltre hanno lo stesso Sharpe ma presentano una propensione diversa a rendimenti estremi. 14

15 Queste due distribuzioni prese ad esempio hanno la stessa media e la stessa varianza Omega, riproducendo in maniera rigorosa ed esatta la serie storica dei rendimenti, corregge eventuali errori derivanti dall approssimazione effettuata utilizzando altri indicatori. Nome Performance Std Dev Sharpe Classifica Classifica Omega Sharpe Omega Bid & Ask Stella Nova Hedgefond 34.78% Catella Hedgefond 26.44% Aktie-Ansvar Graal 16.30% Brummer Multi-Strategy Euro 36.69% SEB Multihedge 16.42% Atlant Explora 18.76% Brummer Zenit 28.90% Banco Hedge 17.47% Brummer Nektar 24.65% Brummer Lynx Bermuda 27.70% Brummer Lynx 27.23% I fondi selezionati presentano una distribuzione non-normale dei rendimenti, sono classificati per Omega e Sharpe Ratio In questo esempio, relativo a distribuzioni non-normali, la classificazione dei fondi utilizzando Omega e Sharpe, porta a risultati molto diversi: i Top 3 Sharpe si posizionano al 6, 7 e 11 posto nella classifica Omega. Lo Spearman Rank Order Correlation Coefficient per i 10 fondi selezionati è -0,5, che indica una relazione inversa 15

16 tra i due indicatori. Per esempio, un fondo con Sharpe elevato ha una probabilità semialta di avere un valore di Omega basso. Introduzione della Downside Deviation MoneyMate considera nel calcolo anche la Downside Deviation, allo scopo soprattutto di distinguere i fondi con rendimento inferiore al tasso risk free. Questo indicatore è molto simile alla Deviazione Standard, ma considera solo i rendimenti inferiori al MAR (ECB Middle rate returns index) La definizione della Downside Deviation è: dove: = Rendimento al periodio i = Rendimento Minimo Accettabile (MAR) = Numero di osservazioni dei rendimenti Per calcolare la Downside Deviation, calcoliamo la radice quadrata dello scostamento quadratico dei rendimenti dal MAR dove i rendimenti sono minori del MAR. Un fondo con un bassa probabilità di perdite elevate (valore basso di Downside Deviation) viene considerato preferibile rispetto a un fondo con un alto livello di Downside Deviation e quindi ad esso verrà assegnato un posizionamento in classifica migliore. Bisogna inoltre considerare che, se i rendimenti sono positivi nel periodo osservato, la Dovnside Deviation potrebbe essere sottostimata, ma visto che il Rating MoneyMate considera anche Omega, opportune correzioni verranno fatte ove si rendesse necessario. 16

17 Combinazione di Omega e Downside Deviation Una volta stabiliti i criteri per classificare i fondi, è possibile vedere come questi vengono trasformati in Rating. Per ogni indicatore, in base alla classificazione all interno del profilo si rischio, un fondo riceve un punteggio da 1 a 100. Come visualizzato nella tabella sotto, un fondo che per il suo valore di Omega si posiziona più in alto nella classificazione rispetto a uno con Omega più basso viene dotato di un punteggio maggiore. Classificazione Omega Punteggio Omega Fondo A Fondo B 4 80 Fondo C 3 Trasformazione del valore di 60 Omega in scala da 1 a 100 Fondo D La formula per l attribuzione del punteggio è la seguente: Pi= (Xi / N)*100 dove: Pi è il punteggio attribuito al fondo in base al valore di Omega. Xi è la posizione in classifica del fondo al quale vogliamo attribuire il punteggio. N è il numero totale di fondi all interno del profilo di rischio. Un punteggio pari a 100 viene assegnato a quel fondo con il più alto valore di Omega, tra tutti quelli appartenenti al gruppo (1 viene assegnato ai fondi con Omega più basso). Per la Downside Deviation il meccanismo è lo stesso. Bisogna però considerare che i fondi con Downside Deviation minore vanno a posizionarsi in un punto più alto della classifica. 17

18 Una volta calcolato il punteggio Omega e la Downside Deviation, i due indicatori vengono pesati secondo le regole seguenti: 80% del rating deriva da Omega 20% deriva dalla Downside Deviation Omega: Peso 80% Down. Dev: Peso 20% Total Score Fondo A Fondo B Calcolo del punteggio Fondo C totale* 59 Fondo D Fondo E Total Score = (peso(omega)*punteggio(fondoxi)+(peso(downside Deviation)*punteggio(Fondo Xi)) Il punteggio totale è la base per la determinazione del rating di un fondo all interno di un gruppo. Partendo dal punteggio totale viene poi assegnato un numero di Stars da 1 a 5. 18

19 Parte 3 Opzioni di analisi La scelta del livello del Threshold (MAR) Il livello del Threshold fa da linea di confine tra quello che viene considerato positivo e quello che viene considerato negativo. Viene chiamato Minimum Acceptable Return (MAR). Questo indicatore dovrebbe riflettere esattamente la propensione al rischio dell investitore. Investitori prudenti potrebbero considerare tutti i rendimenti sopra allo 0% come guadagni e quelli sotto come perdite. In questo caso, l investitore ha il solo interesse principale di non perdere il capitale investito ed è contento con piccoli guadagni. Altri investitori più aggressivi potrebbero invece scegliere un valore del MAR più elevato. La maggior parte degli investitori considerano come guadagno tutti i rendimenti in eccesso rispetto al tasso risk free. Ogni rendimento minore di questo tasso viene considerato come una perdita. Sulla base di questa considerazione, MoneyMate utilizza l ECB Middle Rate Returns Index come parametro di riferimento per il tasso risk free e questo è anche il rendimento minimo accettabile sia per il calcolo di Omega che per il calcolo della Downside Deviation. Intervallo temporale Analisi Rolling Come detto sopra, quando un fondo ha tutte le caratteristiche necessarie sopra indicate, viene classificato e dotato di un profilo di rischio tenendo conto dei valori pesati di Omega e della Downside Deviation, entrambi calcolati a 3 anni con osservazioni settimanali. La metodologia utilizzata per il calcolo degli indicatori è di tipo rolling. Questa metodologia è stata applicata per dare maggiore enfasi ai risultati di breve - medio termine in modo da riflettere l impatto di eventi recenti sul profilo di rischio. 19

20 Nello specifico, il valore complessivo a 3 anni di Omega e della Downside Deviation, deriva dalla sommatoria dei singoli valori annui pesati al 50% per l ultimo anno, 30% per gli ultimi 2 anni e 20% negli ultimi tre anni. Esempio dell applicazione dei rating: 20

21 Bibliografia A. Cascon and W.F. Shadwick, Omega Functions and Omega Metrics: An Introduction to Omega Fund Ranking, TFDC A. Cascon, C. Keating and W.F. Shadwick, Omega Factor Analysis: Long-Short US Equity, TFDC C Keating and W.F. Shadwick, A Universal Performance Measure, Journal of Performance Measurement, Spring R.E. Whaley, Derivatives: Markets, Valuation and Risk Management, Wiley Kaplan, P. D. and Knowles, J. A. Kappa, A Generalized Downside Risk-Adjusted Performance Measure, Journal of Performance Measurement, H. Kazeimi, T. Schneeweis and R. Gupta, Omega as Performance Measure, University of Massachusetts, 2003 J.-F. Bacmann and S. Scholz, Alternative performance measures for hedge funds, AIMA Journal, June 2003 S. Togher and T Barsbay, Fund of Hedge Funds Portfolio Optimization Using the Omega Ratio, The Monitor, July/August 2007 B. du Toit, the Omega function: part 1: an introduction, Vikela, March

Misure della dispersione o della variabilità

Misure della dispersione o della variabilità QUARTA UNITA Misure della dispersione o della variabilità Abbiamo visto che un punteggio di per sé non ha alcun significato e lo acquista solo quando è posto a confronto con altri punteggi o con una statistica.

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal Lettura delle schede Giunta alla sua decima edizione, la Guida permette agli investitori di accedere ad analisi indipendenti e nuovi strumenti per la selezione dei fondi, compresi i Morningstar Analyst

Dettagli

LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO. Giuseppe G. Santorsola 1

LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO. Giuseppe G. Santorsola 1 LA VALUTAZIONE DI PORTAFOGLIO Giuseppe G. Santorsola 1 Rendimento e rischio Rendimento e rischio di un singolo titolo Rendimento e rischio di un portafoglio Rendimento ex post Media aritmetica dei rendimenti

Dettagli

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon GP Unica Facile A chi si rivolge Eurizon Eurizon è il Servizio di Gestione di Portafogli di Eurizon Capital SGR dove l investitore può scegliere tra due Componenti differenziate su tre dimensioni: classi di attività finanziarie (azioni,

Dettagli

Come leggere il posizionamento competitivo dei nostri fondi

Come leggere il posizionamento competitivo dei nostri fondi COS È IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO L analisi comparativa della performance di un fondo con quella dei diretti concorrenti Il posizionamento competitivo è il risultato dell analisi comparativa della performance

Dettagli

Nella prima parte del corso l attenzione è venuta appuntandosi sui problemi inerenti la valutazione di investimenti aziendali e di strumenti

Nella prima parte del corso l attenzione è venuta appuntandosi sui problemi inerenti la valutazione di investimenti aziendali e di strumenti Nella prima parte del corso l attenzione è venuta appuntandosi sui problemi inerenti la valutazione di investimenti aziendali e di strumenti finanziari in un contesto di flussi finanziari certi, tuttavia

Dettagli

TECNICHE DI STIMA DEL COSTO DEL CAPITALE AZIONARIO. Docente: Prof. Massimo Mariani

TECNICHE DI STIMA DEL COSTO DEL CAPITALE AZIONARIO. Docente: Prof. Massimo Mariani TECNICHE DI STIMA DEL COSTO DEL CAPITALE AZIONARIO Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il costo del capitale: la logica di fondo Le finalità del calcolo del costo del capitale Il costo del capitale

Dettagli

2 + (σ2 - ρσ 1 ) 2 > 0 [da -1 ρ 1] b = (σ 2. 2 - ρσ1 σ 2 ) = (σ 1

2 + (σ2 - ρσ 1 ) 2 > 0 [da -1 ρ 1] b = (σ 2. 2 - ρσ1 σ 2 ) = (σ 1 1 PORTAFOGLIO Portafoglio Markowitz (2 titoli) (rischiosi) due titoli rendimento/varianza ( μ 1, σ 1 ), ( μ 2, σ 2 ) Si suppone μ 1 > μ 2, σ 1 > σ 2 portafoglio con pesi w 1, w 2 w 1 = w, w 2 = 1- w 1

Dettagli

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Capitolo 15 Indice degli argomenti 1. Analisi dei rendimenti delle principali attività

Dettagli

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Paolo Vicentini 7 Marzo 2005 Avvertenze legali Questa presentazione ha carattere puramente informativo e non costituisce sollecitazione all investimento,

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola x 5-11/2014 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola x 5-11/2014 A chi si rivolge info Prodotto è un Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un rendimento

Dettagli

La rilevanza del risk management nella gestione d impresa. Giorgia Profumo Università degli Studi di Napoli Parthenope

La rilevanza del risk management nella gestione d impresa. Giorgia Profumo Università degli Studi di Napoli Parthenope La rilevanza del risk management nella gestione d impresa Giorgia Profumo Università degli Studi di Napoli Parthenope Le nozioni alternative di rischio L approccio tradizionale-assicurativo: il rischio

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non si tratta di un documento promozionale.

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

La teoria finanziaria del valore asserisce che il valore di una iniziativa dipende essenzialmente da tre fattori:

La teoria finanziaria del valore asserisce che il valore di una iniziativa dipende essenzialmente da tre fattori: La teoria finanziaria del valore asserisce che il valore di una iniziativa dipende essenzialmente da tre fattori: i flussi monetario che l iniziativa è in grado di generare il profilo temporale associabile

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI I TASSI DI INTERESSE TASSO DI RENDIMENTO EFFETTIVO ALLA SCADENZA (TRES) O YIELD-TO- MATURITY (YTM) Lezione 3 1 I PUNTI PRINCIPALI DELLA LEZIONE o o Misurazione dei tassi di interesse

Dettagli

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI Società di Gestione del Risparmio appartenente al Gruppo Banca Popolare Etica Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori

Dettagli

CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Interrelazioni rischio rendimento e misure RAPM

CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Interrelazioni rischio rendimento e misure RAPM CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Interrelazioni rischio rendimento e misure RAPM Prof. Marco Oriani Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano 17 ottobre 2011 - Sala Convegni S.A.F. SCUOLA DI ALTA

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Forex Coupon 2017-6 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Forex Coupon 2017-6 A chi si rivolge info Prodotto Investment Solutions by Epsilon è il nuovo Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, istituito da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR.

Dettagli

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 LA SOSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ GESTORE A partire dal 3 giugno

Dettagli

Come si seleziona un fondo di investimento

Come si seleziona un fondo di investimento Come si seleziona un fondo di investimento Francesco Caruso è autore di MIB 50000 Un percorso conoscitivo sulla natura interiore dei mercati e svolge la sua attività di analisi su indici, titoli, ETF,

Dettagli

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 5-Indici di variabilità (vers. 1.0c, 20 ottobre 2015) Germano Rossi 1 germano.rossi@unimib.it 1 Dipartimento di Psicologia, Università di Milano-Bicocca

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale No. 4 - Giugno 2013 Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Nelle ultime settimane si sono verificati importanti

Dettagli

Firenze, 30 maggio 2012

Firenze, 30 maggio 2012 Firenze, 30 maggio 2012 specchio Specchio, specchio delle mie brame, chi è il fondo più bello del reame? Come selezionate i fondi dei vostri clienti? Quali parametri usate per selezionare i fondi? I rendimenti

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE FONDO PENSIONE APERTO CARIGE INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati e le informazioni riportati sono aggiornati al 31 dicembre 2006. 1 di 8 La SGR è dotata di una funzione di Risk Management

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario AREA FINANZA DISPENSA FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA Strumenti

Dettagli

Arca Cash Plus. Stile di gestione. 1 anno +1,3% +1,0% 3 anni +9,9% +5,7% Andamento di ARCA CASH PLUS

Arca Cash Plus. Stile di gestione. 1 anno +1,3% +1,0% 3 anni +9,9% +5,7% Andamento di ARCA CASH PLUS Arca Cash Plus Stile di gestione Arca Cash Plus adotta uno stile di gestione a rischio controllato che si caratterizza per l adozione formale di un budget di rischio assoluto e costante per unità temporale

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon A chi si rivolge info Prodotto è un Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital SA e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un rendimento

Dettagli

STRATEGIA DI TRADING. Turning Points

STRATEGIA DI TRADING. Turning Points STRATEGIA DI TRADING Turning Points ANALISI E OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE Studiare l andamento dei prezzi dei mercati finanziari con una certa previsione su tendenze future Analisi Tecnica: studio dell andamento

Dettagli

Trading System Report

Trading System Report Volume 1 of 12 th August 2013 Trading System Report Analysis of Dax Advantix This analysis is derived from a statistical study of the results obtained from the time series considered. It aims to analyze

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo Fondo. Non si tratta di un documento promozionale.

Dettagli

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Capitolo 17 Indice degli argomenti 1. Rischio operativo e finanziario

Dettagli

L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative

L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative L investimento azionario nei portafogli istituzionali: le opportunità offerte da strategie alternative Marzio Zocca Responsabile Clienti Istituzionali Azimut Consulenza Sim Santander 2008 100.0% 100.0%

Dettagli

Morningstar Fund Awards Italy, 2009 Metodologia

Morningstar Fund Awards Italy, 2009 Metodologia Morningstar Fund Awards Italy, 2009 Metodologia Morningstar Italy, 2009 in whole or part, without the prior written consent of Morningstar, Inc., is prohibited. 1 Obiettivo: L obiettivo dei Morningstar

Dettagli

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Per Consulenti E Investitori Qualificati Strategic Solutions Schroder Global Diversified Growth Fund Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Quando gli strumenti classici non bastano

Dettagli

LEZIONE 4. Il Capital Asset Pricing Model. Professor Tullio Fumagalli Corso di Finanza Aziendale Università degli Studi di Bergamo.

LEZIONE 4. Il Capital Asset Pricing Model. Professor Tullio Fumagalli Corso di Finanza Aziendale Università degli Studi di Bergamo. LEZIONE 4 Il Capital Asset Pricing Model 1 Generalità 1 Generalità (1) Il Capital Asset Pricing Model è un modello di equilibrio dei mercati che consente di individuare una precisa relazione tra rendimento

Dettagli

Sistema Mediolanum Fondi Italia

Sistema Mediolanum Fondi Italia Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Sistema Mediolanum Fondi Italia Società di Gestione del Risparmio Collocatore Unico retro di copertina Informazioni chiave per gli investitori (KIID) Il presente

Dettagli

VG SICAV - WORLD EQUITY FUND - R (ISIN: LU0554960640)

VG SICAV - WORLD EQUITY FUND - R (ISIN: LU0554960640) Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non si tratta di un documento promozionale.

Dettagli

La fusione tra servizio e qualità

La fusione tra servizio e qualità La fusione tra servizio e qualità esperienza e competenza Banca Aletti è dal 2001 il polo di sviluppo delle attività finanziarie del Gruppo Banco Popolare. All attività di Private Banking si affiancano

Dettagli

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il rendimento di un attività finanziaria: i parametri rilevanti Rendimento totale, periodale e medio Il market

Dettagli

indipendenza e professionalità per i vostri investimenti

indipendenza e professionalità per i vostri investimenti indipendenza e professionalità INDIPENDENZA E PROFESSIONALITÀ Z ZENIT SGR è una Società di Gestione del Risparmio esclusivamente dedicata e specializzata nell asset management sia per la clientela privata

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge info Prodotto è il nuovo Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un

Dettagli

Economia Intermediari Finanziari 1

Economia Intermediari Finanziari 1 Economia Intermediari Finanziari Il rischio, inteso come possibilità che il rendimento atteso da un investimento in strumenti finanziari, sia diverso da quello atteso è funzione dei seguenti elementi:

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Martin Hoesli Giacomo Morri Capitolo 2 RENDIMENTO E RISCHIO DI UN INVESTIMENTO IMMOBILIARE Agenda Rendimento - Rendimenti immediati -

Dettagli

La diversificazione del portafoglio: diverse asset class o diverse tecniche di gestione? La tecnica relative value

La diversificazione del portafoglio: diverse asset class o diverse tecniche di gestione? La tecnica relative value La diversificazione del portafoglio: diverse asset class o diverse tecniche di gestione? La tecnica relative value Paola Bissoli Saint George Capital Management, CEO Rimini, 19 maggio 2011 Disclaimer Questo

Dettagli

AND NON CAP WEIGHTED PORTFOLIO

AND NON CAP WEIGHTED PORTFOLIO SOCIALLY RESPONSIBLE INVESTMENT AND NON CAP WEIGHTED PORTFOLIO Forum per la Finanza Sostenibile Milano 30 giugno 2009 Giulio Casuccio Head of Quantitatives Strategies and Research Principi ed obiettivi:

Dettagli

Linee guida per l attribuzione dei profili di rischio ai fondi assicurativi delle polizze unit-linked

Linee guida per l attribuzione dei profili di rischio ai fondi assicurativi delle polizze unit-linked Linee guida per l attribuzione dei profili di rischio ai fondi assicurativi delle polizze unit-linked LUGLIO 2005 INDICE PREMESSA pag 3 ATTRIBUZIONE DEI PROFILI DI RISCHIO pag 3 DEFINIZIONI pag 3 ANALISI

Dettagli

Domande a scelta multipla 1

Domande a scelta multipla 1 Domande a scelta multipla Domande a scelta multipla 1 Rispondete alle domande seguenti, scegliendo tra le alternative proposte. Cercate di consultare i suggerimenti solo in caso di difficoltà. Dopo l elenco

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI KEY INVESTOR INFORMATION (KIID)

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI KEY INVESTOR INFORMATION (KIID) INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI KEY INVESTOR INFORMATION (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non

Dettagli

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio?

Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Il risparmio durante la crisi: Diversificazione o concentrazione del rischio? Fabio Innocenzi CEO UBS Italia S.p.A. 8 Giugno 2012 QFinPanel, Politecnico di Milano Gli effetti della crisi economica sul

Dettagli

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione 1/16 TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione SEZIONE III - INFORMAZIONI SULL AAMENTO DELLA GESTIONE valida dal 26 aprile 2010 Dati aggiornati al 31 dicembre

Dettagli

Morningstar. Italy ETF Survey 2011. Sponsored by

Morningstar. Italy ETF Survey 2011. Sponsored by Morningstar Italy ETF Survey 2011 Sponsored by Etf, promossi per i costi, ma gli investitori vogliono saperne di più Conosce cosa sono gli Etf/Etc, ma vuole saperne di più sul funzionamento. Li sceglie

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola Globale - 09/2015 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola Globale - 09/2015 A chi si rivolge info Prodotto è un Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, istituito da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un rendimento

Dettagli

Anima Tricolore Sistema Open

Anima Tricolore Sistema Open Società di gestione del risparmio Soggetta all attività di direzione e coordinamento del socio unico Anima Holding S.p.A. Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le

Dettagli

Crescita della moneta e inflazione

Crescita della moneta e inflazione Crescita della moneta e inflazione Alcune osservazioni e definizioni L aumento del livello generale dei prezzi è detto inflazione. Ultimi 60 anni: variazione media del 5% annuale. Effetto: i prezzi sono

Dettagli

PANIERI DI BORSA MF ITALY

PANIERI DI BORSA MF ITALY Pagina 1 di 6 PANIERI DI BORSA MF ITALY Milano, 26/09/2014 La riproduzione di uno o più panieri MF ITALY è strettamente riservata a Milano Finanza Editori Spa, che ne ha sviluppato autonomamente la metodologia

Dettagli

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale

La distribuzione Normale. La distribuzione Normale La Distribuzione Normale o Gaussiana è la distribuzione più importante ed utilizzata in tutta la statistica La curva delle frequenze della distribuzione Normale ha una forma caratteristica, simile ad una

Dettagli

Leonardo Cervelli Direttore Commerciale Sella Gestioni SGR

Leonardo Cervelli Direttore Commerciale Sella Gestioni SGR Il rendimento obiettivo: un fattore cruciale per la sostenibilità dei bilanci trentennali Il difficile equilibrio tra orizzonte di investimento, ritorni attesi e volatilità Leonardo Cervelli Direttore

Dettagli

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 Il presente supplemento è parte integrante del Prospetto di Fidelity Funds del giugno 2014 e comprendente il supplemento dell agosto

Dettagli

I Servizi di MondoAlternative

I Servizi di MondoAlternative L abbonamento PREMIUM UCITS prevede: I Servizi di MondoAlternative I SERVIZI ON LINE Accesso al Database dedicato ai Fondi Ucits alternativi: Il Database dedicato ai fondi Ucits alternativi di MondoAlternative

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI

QUESTIONARIO PER LA RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI QUESTIONARIO PER LA RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI ai sensi degli artt. 39 e 41 del Regolamento Intermediari adottato con delibera Consob n. 1619 del 29 ottobre 27, come successivamente integrato e modificato.

Dettagli

Twin Win. Opportunità generate da ogni oscillazione del mercato.

Twin Win. Opportunità generate da ogni oscillazione del mercato. Twin Win. Opportunità generate da ogni oscillazione del mercato. Banca IMI è una banca del gruppo Banca IMI offre una gamma completa di servizi alle banche, alle imprese, agli investitori istituzionali,

Dettagli

ANALISI COSTI-BENEFICI

ANALISI COSTI-BENEFICI ANALISI COSTI-BENEFICI ANALISI COSTI BENEFICI Fondamento dell ANALISI COSTI BENEFICI è l idea che un progetto o una politica possono essere considerati validi dal punto di vista della società se i benefici

Dettagli

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Fausto Tenini - Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà

Dettagli

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana Fondo Minibond Fondo Zenit Minibond Fondo obbligazionario per investire nello sviluppo delle PMI italiane La finanza italiana al servizio dell economia italiana -Zenit SGR, i nostri valori INDIPENDENTI

Dettagli

AVVISO AI DETENTORI DI QUOTE DEL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO (FCI) "SÉLECTION OBLI JUILLET 2014"

AVVISO AI DETENTORI DI QUOTE DEL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO (FCI) SÉLECTION OBLI JUILLET 2014 Parigi, 15 ottobre 2014 AVVISO AI DETENTORI DI QUOTE DEL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO (FCI) "SÉLECTION OBLI JUILLET 2014" Codici ISIN 1 : Quota R(C): FR0010762526 Quota R(D): FR0010762534 Oggetto: Modifica

Dettagli

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE DOCUMENTO PUBBLICITARIO TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE CON BGF FIXED INCOME GLOBAL OPPORTUNITIES FUND (FIGO) È un nuovo mondo per i mercati obbligazionari. È quindi giunto il momento di considerare un approccio

Dettagli

Indice della lezione. Per fare scelte coerenti in termini di Finanza Aziendale. La finanza aziendale. La stima del costo del capitale

Indice della lezione. Per fare scelte coerenti in termini di Finanza Aziendale. La finanza aziendale. La stima del costo del capitale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Corso di pianificazione finanziaria Il costo del capitale è un tasso di attualizzazione Quale tasso di attualizzazione? Il Wacc La stima del costo del

Dettagli

Categorie dei fondi assicurativi polizze unit-linked

Categorie dei fondi assicurativi polizze unit-linked Categorie dei fondi assicurativi polizze unit-linked FEBBRAIO 2005 INDICE PREMESSA pag. 3 1. DEFINIZIONE DELLE CATEGORIE pag. 4 1.1 Macro-categorie pag. 4 1.2 Fondi azionari pag. 5 1.3 Fondi bilanciati

Dettagli

Mining Positive and Negative Association Rules:

Mining Positive and Negative Association Rules: Mining Positive and Negative Association Rules: An Approach for Confined Rules Alessandro Boca Alessandro Cislaghi Premesse Le regole di associazione positive considerano solo gli item coinvolti in una

Dettagli

Il Capital asset pricing model è un modello di equilibrio dei mercati, individua una relazione tra rischio e rendimento, si fonda sulle seguenti

Il Capital asset pricing model è un modello di equilibrio dei mercati, individua una relazione tra rischio e rendimento, si fonda sulle seguenti Il Capital asset pricing model è un modello di equilibrio dei mercati, individua una relazione tra rischio e rendimento, si fonda sulle seguenti ipotesi: Gli investitori sono avversi al rischio; Gli investitori

Dettagli

PROBLEMI DI SCELTA. Problemi di. Scelta. Modello Matematico. Effetti Differiti. A Carattere Continuo. A più variabili d azione (Programmazione

PROBLEMI DI SCELTA. Problemi di. Scelta. Modello Matematico. Effetti Differiti. A Carattere Continuo. A più variabili d azione (Programmazione 1 PROBLEMI DI SCELTA Problemi di Scelta Campo di Scelta Funzione Obiettivo Modello Matematico Scelte in condizioni di Certezza Scelte in condizioni di Incertezza Effetti Immediati Effetti Differiti Effetti

Dettagli

SERVIZI DI WEALTH MANAGEMENT

SERVIZI DI WEALTH MANAGEMENT SERVIZI DI WEALTH MANAGEMENT 1 L approccio al wealth management di FinLABO SIM Analisi esigenze del cliente Definizione struttura operativa e politica investimento Attuazione struttura e politica di investimento

Dettagli

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina 18 novembre 2014 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina Costruire un portafoglio? REGOLE BASE IDENTIFICARE GLI OBIETTIVI INVESTIMENTO E RISCHIO IDONEO ORIZZONTE TEMPORALE Asset allocation Diversificazione

Dettagli

Strategie di investimento in fondi immobiliari. Gianluca Mattarocci Università di Roma Tor Vergata

Strategie di investimento in fondi immobiliari. Gianluca Mattarocci Università di Roma Tor Vergata Strategie di investimento in fondi immobiliari Gianluca Mattarocci Università di Roma Tor Vergata 1 Indice Introduzione Misure di performance del portafoglio gestito Misure di performance corrette per

Dettagli

VALORE DELLE MERCI SEQUESTRATE

VALORE DELLE MERCI SEQUESTRATE La contraffazione in cifre: NUOVA METODOLOGIA PER LA STIMA DEL VALORE DELLE MERCI SEQUESTRATE Roma, Giugno 2013 Giugno 2013-1 Il valore economico dei sequestri In questo Focus si approfondiscono alcune

Dettagli

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento Data xx/xx/xxxx Piano di Intervento Cliente: ESEMPIO/09/03/1 Gentile CLIENTE, Il presente elaborato è stato redatto sulla base di quanto emerso durante i nostri precedenti incontri e costituisce uno strumento

Dettagli

IL RISCHIO D IMPRESA ED IL RISCHIO FINANZIARIO. LA RELAZIONE RISCHIO-RENDIMENTO ED IL COSTO DEL CAPITALE.

IL RISCHIO D IMPRESA ED IL RISCHIO FINANZIARIO. LA RELAZIONE RISCHIO-RENDIMENTO ED IL COSTO DEL CAPITALE. IL RISCHIO D IMPRESA ED IL RISCHIO FINANZIARIO. LA RELAZIONE RISCHIO-RENDIMENTO ED IL COSTO DEL CAPITALE. Lezione 5 Castellanza, 17 Ottobre 2007 2 Summary Il costo del capitale La relazione rischio/rendimento

Dettagli

GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO

GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO Agenzie di Rating: società indipendenti che esprimono giudizi (rating) relativi al merito creditizio degli strumenti finanziari di natura

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Corso Sapienza Trading Automatico la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani

Corso Sapienza Trading Automatico la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani www.sapienzafinanziaria.com Corso Sapienza Trading Automatico la formazione finanziaria è il miglior investimento per il tuo domani Lezione n. 9 Edizione marzo / luglio 2015 Ottimizzazione di un sistema

Dettagli

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione Presentazione di Pier Luigi Fabrizi pag. XIII 1 LÕeconomia del mercato mobiliare di Pier Luigi Fabrizi È 1 1.1 Premessa È 1 1.2 LÕesercizio semantico È 1 1.3 La collocazione della disciplina È 4 Bibliografia

Dettagli

5,00 %. Si tratta dell'importo massimo che verrà detratto dal vostro investimento prima sottoscrizione

5,00 %. Si tratta dell'importo massimo che verrà detratto dal vostro investimento prima sottoscrizione Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non si tratta di un documento promozionale.

Dettagli

Documento riservato e confidenziale: vietata la copia o la divulgazione senza autorizzazione di DIAMAN SIM S.p.A. STRATEGIA TARGET

Documento riservato e confidenziale: vietata la copia o la divulgazione senza autorizzazione di DIAMAN SIM S.p.A. STRATEGIA TARGET STRATEGIA TARGET 1 Vuoi sapere cosa guadagnerai? Noi ti indichiamo il valore obbiettivo futuro ed entro quanto tempo lo dovresti raggiungere 100 Sett. 2012 5 anni 127 Sett. 2017 2 Approfondimenti Tecnici

Dettagli

Key Investor Information Documents (KIID) Informazioni chiave per gli investitori

Key Investor Information Documents (KIID) Informazioni chiave per gli investitori Key Investor Information Documents (KIID) Informazioni chiave per gli investitori Fidelity Active STrategy Febbraio 2015 - Italia Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli

Dettagli

Linea di Investimento A1- Alternativa Prudente

Linea di Investimento A1- Alternativa Prudente A1- Alternativa Prudente Produrre rendimenti superiori ai tassi di interesse a breve termine. Proteggere il capitale nelle fasi di mercato avverso e dal deterioramento inflazionistico. Medio - alto Investitori

Dettagli

Analisi del titolo Exor SPA (EXO.MI)

Analisi del titolo Exor SPA (EXO.MI) Analisi del titolo Exor SPA (EXO.MI) Ultima variazione 29,66 0.02 (0,07%) Report alla data di martedì 18 febbraio 2014 EXO.MI è sottovalutato rispetto al suo Prezzo di 29,66 per azione, è un titolo con

Dettagli

Asset allocation in Etf: quattro modelli

Asset allocation in Etf: quattro modelli in Etf: quattro modelli Come battere il mercato con pochi strumenti e dati mensili Di seguito sono proposti i risultati di quattro semplici asset allocation gestite attraverso l utilizzo di pochi Etf,

Dettagli

SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO.

SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO. PAC sui Fondi Etici - 2013 Un piccolo risparmio per un futuro più sostenibile. fondi etici, l investimento responsabile. SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO. CAMBIARE I DESTINATARI DEGLI INVESTIMENTI PER COSTRUIRE

Dettagli

Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini presso Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a.

Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini presso Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a. Strategia di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini presso Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a. Introduzione Hypo Alpe-Adria-Bank S.p.a. offre diverse tipologie di servizi d investimento tra cui la ricezione e

Dettagli

Teoria del Prospetto: avversione alle perdita, framing e status quo

Teoria del Prospetto: avversione alle perdita, framing e status quo - DPSS - Università degli Studi di Padova http://decision.psy.unipd.it/ Teoria del Prospetto: avversione alle perdita, framing e status quo Corso di Psicologia del Rischio e della Decisione Facoltà di

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di Economia

Università di Macerata Facoltà di Economia Materiale didattico per il corso di Internal Auditing Anno accademico 2010-2011 Università di Macerata Facoltà di Economia Obiettivo della lezione ERM - Enterprise Risk Manangement Per eventuali comunicazioni:

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori (Documento epositato in Consob il 23/10/2012) CONVICTIONS CLASSIC Codice ISIN: FR0011227313 Quota A

Informazioni chiave per gli investitori (Documento epositato in Consob il 23/10/2012) CONVICTIONS CLASSIC Codice ISIN: FR0011227313 Quota A Informazioni chiave per gli investitori (Documento epositato in Consob il 23/10/2012) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Raiffplanet Prudente Raiffplanet Equilibrata Raiffplanet Aggressiva (Mod. V 70REGFI-0311

Dettagli

Capitolo 20: Scelta Intertemporale

Capitolo 20: Scelta Intertemporale Capitolo 20: Scelta Intertemporale 20.1: Introduzione Gli elementi di teoria economica trattati finora possono essere applicati a vari contesti. Tra questi, due rivestono particolare importanza: la scelta

Dettagli

Esercitazione relativa al cap. 10 INVESTIMENTI

Esercitazione relativa al cap. 10 INVESTIMENTI Esercitazione relativa al cap. 10 INVESTIMENTI GLI INVESTIMENTI FINANZIARI SONO ACQUISTI DI ATTIVITA FINANZIARIE EFFETTUATE NELL ASPETTATIVA DI RICEVERNE UN RENDIMENTO. I PIU IMPORTANTI SONO: - I DEPOSITI

Dettagli