1 Multipli e sottomultipli. Divisibilità

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 Multipli e sottomultipli. Divisibilità"

Transcript

1 Multipli e sottomultipli. Divisibilità LA TEORIA Se la divisione fra due numeri naturali è propria (cioè il resto è uguale a 0) i due numeri si dicono divisibili. Per esempio, nella divisione 8 : diciamo che 8 è divisibile per. Se due numeri naturali a e b sono divisibili, si definisce il numero a multiplo di b e il numero b sottomultiplo o divisore di a. I multipli di un numero si ottengono moltiplicandolo per ogni numero della successione dei numeri naturali 0,,,, 4, Ogni numero naturale diverso da zero ha infiniti multipli. Per esempio l insieme M (7) dei multipli di 7 è: M ( 7 ) = { 7 0; 7 ; 7 ; 7 ; 7 4; 7 } = { 0; 7; 4; ; 8; } L insieme dei divisori di un numero è un insieme finito formato da tutti i numeri, compreso il numero stesso e il numero, per i quali è divisibile il numero di partenza. Per esempio, l insieme D {6} dei divisori di 6 è: D ( 6 ) = { ; ; 4; 8; 6 } Un numero naturale maggiore di, divisibile solo per e per se stesso, si dice numero primo: 7,, 9 sono numeri primi Un numero naturale che non è primo si dice numero composto: 6,, 8 sono numeri composti Due numeri naturali che hanno come divisore comune soltanto il numero si dicono primi fra loro: e 8 sono primi fra loro GLI ESERCIZI Sostituisci ai puntini le espressioni è divisore di o è divisibile per : 4 è divisore di è divisore di è divisore di è divisibile per è divisibile per è divisore di Scrivi l insieme dei primi multipli dei seguenti numeri: M () = {0,, 4, 6, 48} M (7) = {0, 7, 4,, 8}... M () = {0,,,, 44} 4... M (4) = {0, 4, 8,, 6} 9... M (9) = {0, 9, 8, 7, 6} 8

2 Indica con una crocetta il completamento corretto: D (4) = {; ; ; 4; 6; 8; ; 4} {; 4; 6; 8; ; 4} {; 6; 8; } D () = {; } {; ; ; 4; 6; } {; 4; 6; 8; 0; } D () = {; ; } {; ; ; } {; ; ; ; 9; 8} Unità MULTIPLI E SOTTOMULTIPLI M.C.D. e m.c.m. 4 Scrivi l insieme dei divisori dei seguenti numeri: {,, 4, 8, 6, } D () =... 4 D (4) = {,,, 6, 7, 4,, 4} D (8) = {,,, 6, 9, 8}... D () = {,,, 4, 6, } 6... D (6) = {,,, 6} 6... D (6) = {,,, 6} Scrivi tutti i multipli di 9 compresi tra 0 e 0: Scrivi tutti i numeri primi minori di 44:,,, 7,,, 7, 9,, 9,, 7, 4, Indica tra i seguenti numeri quali sono primi e quali composti:... composto composto primo... 9 primo... 6 composto... 4 primo... 8 Indica quali fra le seguenti coppie sono costituite da numeri primi fra loro: ; 0 0; 00 4; 0 8; 64 7; 6 ; ; 0 88; 66 9

3 Criteri di divisibilità LA TEORIA I criteri di divisibilità sono regole che ci permettono di stabilire, senza effettuare la divisione, se un numero è divisibile per un altro. Criterio di divisibilità per Un numero è divisibile per se la sua ultima cifra a destra è zero oppure una cifra pari. Criterio di divisibilità per Un numero è divisibile per se la somma delle sue cifre è oppure un multiplo di. Criterio di divisibilità per Un numero è divisibile per se la sua ultima cifra a destra è zero oppure. Criterio di divisibilità per Un numero è divisibile per se la differenza tra la somma delle sue cifre di posto dispari e quella delle sue cifre di posto pari è 0 o o un multiplo di. 4 Somma cifre posto pari Somma cifre posto dispari = = - = (è multiplo di ) GLI ESERCIZI Indica con una crocetta quali fra i seguenti numeri sono divisibili per : Indica con una crocetta quali fra i seguenti numeri sono divisibili per : Indica con una crocetta quali fra i seguenti numeri sono divisibili per : Scrivi tre numeri divisibili per, tre numeri divisibili per, tre numeri divisibili per e tre numeri divisibili per : divisibili per : divisibili per : divisibili per : divisibili per :

4 Scomposizione Unità in fattori primi LA TEORIA MULTIPLI E SOTTOMULTIPLI M.C.D. e m.c.m. L operazione che trasforma un numero composto nel prodotto di fattori primi è detta scomposizione in fattori primi. Per esempio: 8 = Per scomporre un numero in fattori primi occorre procedere come segue: Scriviamo il numero 6 e alla sua destra tracciamo una riga verticale. Scriviamo a destra della riga il più piccolo numero primo che sia divisore di 6 (in questo caso ) e il quoto (78) sotto il numero 6. Scriviamo a destra di 78 il più piccolo numero primo che sia un suo divisore (ancora ) e il quoto 9 sotto il numero 78. Scriviamo a destra di 9 il più piccolo numero che sia un suo divisore () e il quoto sotto il numero 9. Il numero è un numero primo, quindi il più piccolo numero primo che sia un suo divisore è proprio. Scriviamo nella colonna di destra e il quoto nella colonna di sinistra. Quando si arriva al numero il processo di scomposizione si arresta. A questo punto è possibile scrivere il numero come prodotto di tutti i numeri primi scritti a destra della riga: 6 = = GLI ESERCIZI Scomponi in fattori primi i seguenti numeri: = = = =

5 4 Massimo Comune Divisore (M.C.D.) e minimo comune multiplo (m.c.m.) LA TEORIA Il Massimo Comune Divisore (M.C.D.) di due o più numeri è il maggiore dei loro divisori comuni. Il minimo comune multiplo (m.c.m.) di due o più numeri è il minore dei loro multipli comuni, escluso lo zero. Ricerca del M.C.D. Consideriamo i numeri 9 e. Per calcolare il M.C.D. scriviamo tutti i divisori dei due numeri: D (9) = { ; ; 9 } D () = { ; ; ; 4; 6; } Il M.C.D. è il divisore comune più grande: M.C.D. (9, ) = Ricerca del m.c.m. Per calcolare il m.c.m. scriviamo tutti i multipli dei due numeri escluso lo zero: M (9) = { 9; 8; 7; 6 } M () = { ; 4; 6 } Il m.c.m. è il multiplo comune più piccolo: m.c.m. (9, ) = 6 Consideriamo i numeri 80 e. Scomponiamoli in fattori primi: = = 9 Per calcolare il M.C.D. consideriamo i fattori primi comuni presi una sola volta con il minimo esponente. Nel nostro caso: M.C.D. (80, ) = 4 Per calcolare il m.c.m. prendiamo i fattori primi comuni e non comuni una sola volta con il massimo esponente: 9 = m.c.m. (80, ) = GLI ESERCIZI Calcola il M.C.D. e il m.c.m. dei numeri e : D () =... {,, } D () =... {,, 7, } M.C.D. =... M () =... {, 0, 7, 00,, 0, 7, } M () = {, 70, 0, 40, 7, }... m.c.m. =

6 Calcola il M.C.D. e il m.c.m. dei numeri 6, e 6: D (6) = {,,, 6}... D () = {,,, 4, 6, }... Unità MULTIPLI E SOTTOMULTIPLI M.C.D. e m.c.m. D (6) = {,, 4, 8, 6}... M.C.D. =... M (6) = {6,, 8, 4, 0, 6, 4, 48, }... M () = {, 4, 6, 48, }... M (6) = {6,, 48, }... m.c.m. = Calcola il M.C.D. e il m.c.m. dei numeri 0, 60, 90 con il metodo della scomposizione in fattori primi: m.c.d. =... = 0 m.c.m. =... = 80 4 Calcola il M.C.D. e il m.c.m. dei numeri 6, 4, 86 con il metodo della scomposizione in fattori primi: m.c.d. =... m.c.m. = 7 4 = Calcola il M.C.D. e il m.c.m. dei numeri 46, 8, 6 con il metodo della scomposizione in fattori primi: m.c.d. =... m.c.m. =... 9 = 44 6

7 4 Massimo Comune Divisore (M.C.D.) e minimo comune multiplo (m.c.m.) 6 Calcola il M.C.D. e il m.c.m. dei numeri 40, 0, 6: m.c.d. =... m.c.m. =... 7 = 0 7 Calcola il M.C.D. e il m.c.m. dei numeri, 4, 8: m.c.d. =... m.c.m. = = Inserisci al posto dei puntini un numero in modo da rendere vera l uguaglianza: M.C.D. (9;...; 7) = M.C.D. (...; 8) = 7 M.C.D. (...; ) = M.C.D. (;...; 0) = M.C.D. (;...; 0 ) = M.C.D. (6;...; 0 ) = 9 Inserisci al posto dei puntini un numero in modo da rendere vera l uguaglianza: m.c.m. (8;...) = 4 m.c.m. (;...) 6 = 0 m.c.m. (...; 4 6; ) = m.c.m. (6; 8;...) 6 = 48 m.c.m. (4;...; 6 6) = 48 m.c.m. (;...; 8 ) = 88 64

8 Unità L'angolo del problema Un editore pubblica a dispense settimanali tre romanzi che avranno rispettivamente 9, 60 e 00 pagine. L editore vuole che le pagine delle dispense dei tre volumi siano di uguale numero e che questo sia il massimo possibile. Da quante pagine deve essere formata ogni dispensa e da quanti fascicoli sarà composto ciascun romanzo? Ti do una mano... Per determinare il numero delle pagine che dovrà avere ogni dispensa occorre calcolare il M.C.D. tra le pagine complessive dei tre romanzi: Il M.C.D. è... 8 che corrisponde al numero delle pagine che dovrà avere ogni dispensa. Per sapere da quanti fascicoli sarà composto ogni romanzo occorre dividere... 9 : 8 = 4 60 : 8 = 0 00 : 8 = [8; 4; 0; ] Tre percorsi stradali sono lunghi rispettivamente km, 88 km e km. Si vogliono disporre dei cartelli pubblicitari alla massima distanza possibile l uno dall altro, ma a distanze uguali in ciascuno dei percorsi. A che distanza l uno dall altro verranno posti i cartelli? Quanti ne occorreranno se ne verrà messo uno all inizio di ogni percorso? Prova da solo! M.C.D. (, 88, ) = = 9 [ km; 9] 6

24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6 con resto 2

24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6 con resto 2 Dati due numeri naturali a e b, diremo che a è divisibile per b se la divisione a : b è esatta, cioè con resto 0. In questo caso diremo anche che b è un divisore di a. 24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6

Dettagli

1 Multipli di un numero

1 Multipli di un numero Multipli di un numero DEFINIZIONE. I multipli di un numero sono costituiti dall insieme dei prodotti ottenuti moltiplicando quel numero per la successione dei numeri naturali. I multipli del numero 4 costituiscono

Dettagli

Si dice multiplo di un numero a diverso da zero, ogni numero naturale che si ottiene moltiplicando a per ciascun elemento di N.

Si dice multiplo di un numero a diverso da zero, ogni numero naturale che si ottiene moltiplicando a per ciascun elemento di N. MULTIPLI E DIVISORI Si dice multiplo di un numero a diverso da zero, ogni numero naturale che si ottiene moltiplicando a per ciascun elemento di N. Poiché N = 0,1,2,3...7...95,..104.. Zero è multiplo di

Dettagli

MAPPA MULTIPLI E DIVISORI

MAPPA MULTIPLI E DIVISORI MAPPA MULTIPLI E DIVISORI 1 MULTIPLI E DIVISORI divisibilità definizione di multiplo criteri di divisibilità definizione di divisore numeri primi e numeri composti scomposizione in fattori primi calcolo

Dettagli

DIVISIBILITA, DIVISORI E MULTIPLI. Conoscenze

DIVISIBILITA, DIVISORI E MULTIPLI. Conoscenze DIVISIBILITA, DIVISORI E MULTIPLI Conoscenze 1. Completa: a) Dati due numeri naturali a e b, con b diverso da..., si dice che a è divisibile per b se... b) In N la divisione è possibile solo se... 2. Sostituisci

Dettagli

Hai imparato che la divisione non è un operazione interna nell insieme dei numeri naturali, per esempio possiamo avere:

Hai imparato che la divisione non è un operazione interna nell insieme dei numeri naturali, per esempio possiamo avere: DIVISORI E LA DIVISIBILITA Hai imparato che la divisione non è un operazione interna nell insieme dei numeri naturali, per esempio possiamo avere: 36: 3 = 12 divisione eseguibile in N 27: 2 divisione non

Dettagli

Quando possiamo dire che un numero a è sottomultiplo del numero b? Al posto dei puntini inserisci è divisibile per oppure è divisore di

Quando possiamo dire che un numero a è sottomultiplo del numero b? Al posto dei puntini inserisci è divisibile per oppure è divisore di ESERCIZI Quando possiamo dire che un numero a è divisibile per un numero b? Quando possiamo dire che un numero a è sottomultiplo del numero b? Quando un numero si dice primo? Al posto dei puntini inserisci

Dettagli

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI PRIMI:

SCOMPOSIZIONE IN FATTORI PRIMI: SCOMPOSIZIONE IN FATTORI PRIMI: 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 67 71 73 79 83 89 97 101 103 107 109 113 127 131 137 139 149 151 157 163 167 173 179 181 191 193 197 199 211 223 227 229

Dettagli

Moltiplicazione. Divisione. Multipli e divisori

Moltiplicazione. Divisione. Multipli e divisori Addizione Sottrazione Potenze Moltiplicazione Divisione Multipli e divisori LE QUATTRO OPERAZIONI Una operazione aritmetica è quel procedimento che fa corrispondere ad una coppia ordinata di numeri (termini

Dettagli

DIVISIBILITA, DIVISORI E MULTIPLI. Conoscenze

DIVISIBILITA, DIVISORI E MULTIPLI. Conoscenze DIVISIBILITA, DIVISORI E MULTIPLI Conoscenze 1. Completa: a) Dati due numeri naturali a e b, con b diverso da zero, si dice che a è divisibile per b se la divisione a : b è esatta, cioè ha resto 0 b) In

Dettagli

Parte Seconda. Prova di selezione culturale

Parte Seconda. Prova di selezione culturale Parte Seconda Prova di selezione culturale TEORIA DEGLI INSIEMI MATEMATICA ARITMETICA Insieme = gruppo di elementi di cui si può stabilire inequivocabilmente almeno una caratteristica in comune. Esempi:

Dettagli

TEORIA DEI NUMERI. Progetto Giochi matematici. Mail:

TEORIA DEI NUMERI. Progetto Giochi matematici. Mail: TEORIA DEI NUMERI Progetto Giochi matematici Referente: prof. Antonio Fanelli Mail: fanelli.xy@gmail.com TEORIA DEI NUMERI Parte della Matematica che studia i numeri naturali ed interi e le relative proprietà.

Dettagli

= < < < < < Matematica 1

= < < < < < Matematica  1 NUMERI NATURALI N I numeri naturali sono: 0,1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12,13,... L insieme dei numeri naturali è indicato con la lettera. Si ha cioè: N= 0,1,2,3,4,5,6,7,.... L insieme dei naturali privato

Dettagli

Richiami di aritmetica (1)

Richiami di aritmetica (1) Richiami di aritmetica (1) Operazioni fondamentali e loro proprietà Elevamento a potenza e proprietà potenze Espressioni aritmetiche Scomposizione: M.C.D. e m.c.m Materia: Matematica Autore: Mario De Leo

Dettagli

Insiemistica. Capitolo 1. Prerequisiti. Obiettivi. Gli insiemi numerici di base Divisibilità e fattorizzazione nei numeri interi

Insiemistica. Capitolo 1. Prerequisiti. Obiettivi. Gli insiemi numerici di base Divisibilità e fattorizzazione nei numeri interi Capitolo 1 Insiemistica Prerequisiti Gli insiemi numerici di base Divisibilità e fattorizzazione nei numeri interi Obiettivi Sapere utilizzare opportunamente le diverse rappresentazioni insiemistiche Sapere

Dettagli

DISPENSA NUMERI MULTIPLI, DIVISORI, PRIMI, MCD E mcm DEFINIZIONI. Multiplo di un numero

DISPENSA NUMERI MULTIPLI, DIVISORI, PRIMI, MCD E mcm DEFINIZIONI. Multiplo di un numero DISPENSA NUMERI MULTIPLI, DIVISORI, PRIMI, MCD E DEFINIZIONI Multiplo di un numero Scegliendo un numero e moltiplicandolo per la serie di tutti i numeri naturali ottengo i suoi multipli. Es i multipli

Dettagli

Elementi di Algebra e di Matematica Discreta Numeri interi, divisibilità, numerazione in base n

Elementi di Algebra e di Matematica Discreta Numeri interi, divisibilità, numerazione in base n Elementi di Algebra e di Matematica Discreta Numeri interi, divisibilità, numerazione in base n Cristina Turrini UNIMI - 2016/2017 Cristina Turrini (UNIMI - 2016/2017) Elementi di Algebra e di Matematica

Dettagli

24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6 con resto 2

24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6 con resto 2 Dati due numeri naturali a e b, diremo che a è divisibile per b se la divisione a : b è esatta, cioè con resto 0. In questo caso diremo anche che b è un divisore di a. 24 : 3 = 8 con resto 0 26 : 4 = 6

Dettagli

Piccolo teorema di Fermat

Piccolo teorema di Fermat Piccolo teorema di Fermat Proposizione Siano x, y Z, p N, p primo. Allora (x + y) p x p + y p (mod p). Piccolo teorema di Fermat Proposizione Siano x, y Z, p N, p primo. Allora (x + y) p x p + y p (mod

Dettagli

ESERCIZIARIO DI MATEMATICA

ESERCIZIARIO DI MATEMATICA Dipartimento di rete matematica ESERCIZIARIO DI MATEMATICA PER PREPARARSI ALLA SCUOLA SUPERIORE progetto Continuità SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Istituti comprensivi: Riva Riva Arco Dro Valle dei Laghi

Dettagli

M 5 M 10 = {.. } Definisci per estensione i seguenti insiemi e rappresenta con il diagramma di Venn:

M 5 M 10 = {.. } Definisci per estensione i seguenti insiemi e rappresenta con il diagramma di Venn: Multipli Divisori. 1) I multipli di un numero. (Teoria 31 31; Esercizi 117 120) Mn = {x N x sia un multiplo di n} es. M7 = {x N x sia un multiplo di 7} = {.. } Definisci per elencazione i seguenti insiemi:

Dettagli

Argomenti della lezione. Criteri di divisibilità fattorizzazione m.c.m. e M.C.D. frazioni ed espressioni

Argomenti della lezione. Criteri di divisibilità fattorizzazione m.c.m. e M.C.D. frazioni ed espressioni Argomenti della lezione Criteri di divisibilità fattorizzazione m.c.m. e M.C.D. frazioni ed espressioni Quale cifra deve assumere la lettera c affinché i numeri 821c e 82c1 siano divisibili per 2? Un numero

Dettagli

Il Sistema di numerazione decimale

Il Sistema di numerazione decimale Il Sistema di numerazione decimale Il NUMERO è un oggetto astratto, rappresentato da un simbolo (o cifra) ed è usato per contare e misurare. I numeri usati per contare, 0,1,2,3,4,5,. sono detti NUMERI

Dettagli

Gli insiemi numerici. Operazioni e loro proprietà

Gli insiemi numerici. Operazioni e loro proprietà Gli insiemi numerici N= 0, 1,, 3 Insieme dei numeri naturali Z=, 1, 0, 1,, 3 Insieme dei numeri interi relativi Q= m/n mεz, nεz con n 0 Insieme dei numeri razionali Operazioni e loro proprietà ADDIZIONE

Dettagli

Insiemi numerici. Teoria in sintesi NUMERI NATURALI

Insiemi numerici. Teoria in sintesi NUMERI NATURALI Insiemi numerici Teoria in sintesi NUMERI NATURALI Una delle prime attività matematiche che viene esercitata è il contare gli elementi di un dato insieme. I numeri con cui si conta 0,,,. sono i numeri

Dettagli

Le quattro operazioni fondamentali

Le quattro operazioni fondamentali Le quattro operazioni fondamentali ADDIZIONE Def: Si dice ADDIZIONE l operazione con la quale si calcola la somma; i numeri da addizionare si dicono ADDENDI e il risultato si dice SOMMA o TOTALE. Proprietà:

Dettagli

La costruzione dei numeri naturali nodi, attività, materiali DIVISIBILITÀ MULTIPLI E DIVISORI. Margherita D Onofrio Roma 26 ottobre 2016

La costruzione dei numeri naturali nodi, attività, materiali DIVISIBILITÀ MULTIPLI E DIVISORI. Margherita D Onofrio Roma 26 ottobre 2016 La costruzione dei numeri naturali nodi, attività, materiali DIVISIBILITÀ MULTIPLI E DIVISORI Margherita D Onofrio Roma 26 ottobre 2016 La divisibilità è un tema che contribuisce alla «sensibilità numerica»,

Dettagli

M.C.D. e m.c.m. Conoscenze

M.C.D. e m.c.m. Conoscenze M.C.D. e m.c.m. Conoscenze 1. Segna con una crocetta le affermazioni esatte: Il M.C.D. tra due numeri a e b è: a. il più piccolo multiplo comune tra i numeri a e b b. il più grande multiplo comune tra

Dettagli

Scheda per il recupero 1

Scheda per il recupero 1 A Ripasso Le operazioni in N e le loro proprietà OPERAZIONE PROPRIETÀ ESEMPI Addizione Interna a N (ovvero la somma di due numeri naturali è sempre un numero naturale) Commutativa a þ b ¼ b þ a Associativa

Dettagli

posso assicurare che le mie sono ancora maggiori

posso assicurare che le mie sono ancora maggiori PROF. SSA G. CAFAGNA CLASSI: 1 B, 1 G, 1 I, 1 M, 1 N Non preoccuparti delle difficoltà che incontri in matematica, ti posso assicurare che le mie sono ancora maggiori (Albert Einstein) ADDIZIONE I due

Dettagli

Divisibilità: definizioni e criteri

Divisibilità: definizioni e criteri cbnd Antonio Guermani Scheda n 1 Nome Data Divisibilità: definizioni e criteri Il numero 69 7 è divisibile per 3 se al posto Ha un solo divisore Tra i multipli di 58 i due più grandi nessun numero naturale

Dettagli

NUMERI ED OPERAZIONI indicatori descrittori valutazione

NUMERI ED OPERAZIONI indicatori descrittori valutazione NUMERI ED OPERAZIONI indicatori descrittori valutazione classe 1^ riconoscimento e e dei simboli matematici gruppi di oggetti in relazione alla quantità sa riconoscere i simboli ci sa stabilire relazioni

Dettagli

x + y = t x y = t x y = t x : y = t a b c = a (b c) (a b) : c = a (b: c) b : c am bn = (ab) m+n a : b

x + y = t x y = t x y = t x : y = t a b c = a (b c) (a b) : c = a (b: c) b : c am bn = (ab) m+n a : b Vero Falso 1. L addizione è sempre possibile in N. 2. La sottrazione è sempre possibile in N. 3. Se x + y = t, x e y si chiamano fattori. 4. Se x y = t, t si chiama differenza. 5. Se x y = t, t si chiama

Dettagli

1. Considera i primi 10 multipli di 5 e i primi 5 multipli di 10. Quale delle seguenti affermazioni è sbagliata? 2. Indica i divisori del numero 32.

1. Considera i primi 10 multipli di 5 e i primi 5 multipli di 10. Quale delle seguenti affermazioni è sbagliata? 2. Indica i divisori del numero 32. Verifica Arpi_6435_A6 nome: classe: data: 1. Considera i primi 10 multipli di 5 e i primi 5 multipli di 10. Quale delle seguenti affermazioni è sbagliata? O I multipli del 10 sono pari. O I multipli del

Dettagli

Ampliamento di N: le frazioni

Ampliamento di N: le frazioni L insieme dei numeri Razionali ITIS Feltrinelli anno scolastico 2007-2008 R. Folgieri 2007-2008 1 Ampliamento di N: le frazioni Nell insieme N non possiamo fare operazioni quali 13:5 perché il risultato

Dettagli

CONOSCENZE 1. il concetto di multiplo di un numero 2. il concetto di divisore di un numero 3. il concetto di quoziente esatto

CONOSCENZE 1. il concetto di multiplo di un numero 2. il concetto di divisore di un numero 3. il concetto di quoziente esatto ARITMETICA LA DIISIBILITAÁ PREREQUISITI l conoscere le proprietaá del sistema di numerazione decimale l distinguere il numero e le cifre l conoscere le proprietaá delle quattro operazioni l operare con

Dettagli

2. Scrivi i numeri seguenti: 8h 2da 3u =... 12uk 1da 3c =... 3dak 34da 11m =... 22h 61u18d =...

2. Scrivi i numeri seguenti: 8h 2da 3u =... 12uk 1da 3c =... 3dak 34da 11m =... 22h 61u18d =... Compiti di matematica e scienze a. s. 2014 2015 classe 1 - COMPITO B Da eseguire su un quadernone. ARITMETICA Insiemi: ripassa a pag. 2, 4, 6, 8, 10 del libro. Es: 1. Dati gli insiemi A = {3; 4; 5; 6;

Dettagli

PREPARAZIONE ALLE GARE DI MATEMATICA - CORSO BASE

PREPARAZIONE ALLE GARE DI MATEMATICA - CORSO BASE Liceo Scientifico Gullace PREPARAZIONE ALLE GARE DI MATEMATICA - CORSO BASE Aritmetica 014-15 1 Lezione 1 DIVISIBILITÀ, PRIMI E FATTORIZZAZIONE Definizioni DIVISIBILITÀ': dati due interi a e b, diciamo

Dettagli

MAPPA 1 NUMERI. Strumenti e rappresentazioni grafiche

MAPPA 1 NUMERI. Strumenti e rappresentazioni grafiche MAPPA 1 Strumenti e rappresentazioni grafiche Tabella a doppia entrata Una tabella a doppia entrata è formata da righe e colonne. Per convenzione, si legge in senso orario (nel verso indicato dalla freccia).

Dettagli

NUMERATORE dice quante sono le parti che sono state prese LINEA DI FRAZIONE

NUMERATORE dice quante sono le parti che sono state prese LINEA DI FRAZIONE FRAZIONI FRAZIONI La parola frazione nel linguaggio comune indica una parte di qualcosa, ad esempio di un Comune. In MATEMATICA una FRAZIONE è un NUMERO che indica una o più parti in cui è stata SUDDIVISA

Dettagli

Monomi e Polinomi. Monomio Si dice monomio un espressione letterale in cui figurano solo operazioni di moltiplicazione.

Monomi e Polinomi. Monomio Si dice monomio un espressione letterale in cui figurano solo operazioni di moltiplicazione. Monomi e Polinomi Monomio Si dice monomio un espressione letterale in cui figurano solo operazioni di moltiplicazione. ) Sono monomi: 5 a 3 b 2 z; 2 3 a2 c 9 ; +7; 8a b 3 a 2. Non sono monomi: a + 2; xyz

Dettagli

35 è congruo a 11 modulo 12

35 è congruo a 11 modulo 12 ARITMETICA MODULARE Scegliamo un numero m che chiameremo MODULO Identifichiamo ogni altro numero con il suo resto nella divisione per m Tutti i numeri col medesimo resto si trovano insieme nella classe

Dettagli

DEFINIZIONE. L unità frazionaria 1n (con n 0) rappresenta una sola delle n parti uguali in cui è stato diviso l intero.

DEFINIZIONE. L unità frazionaria 1n (con n 0) rappresenta una sola delle n parti uguali in cui è stato diviso l intero. L unità frazionaria DEFINIZIONE. L unità frazionaria n con n 0 rappresenta una sola delle n parti uguali in cui è stato diviso l intero. Sono unità frazionarie: ognuna di esse indica che l intero è stato

Dettagli

Primo modulo: Aritmetica

Primo modulo: Aritmetica Primo modulo: Aritmetica Obiettivi 1. ordinamento e confronto di numeri;. riconoscere la rappresentazione di un numero in base diversa dalla base 10; 3. conoscere differenza tra numeri razionali e irrazionali;

Dettagli

Liceo scientifico Pascal Manerbio Esercizi di matematica per le vacanze estive

Liceo scientifico Pascal Manerbio Esercizi di matematica per le vacanze estive Di alcuni esercizi non verranno riportati i risultati perché renderebbero inutile lo svolgimento degli stessi. Gli esercizi seguenti risulteranno utili se i calcoli saranno eseguiti mentalmente applicando

Dettagli

CONGRUENZE. proprietà delle congruenze: la congruenza è una relazione di equivalenza inoltre: Criteri di divisibilità

CONGRUENZE. proprietà delle congruenze: la congruenza è una relazione di equivalenza inoltre: Criteri di divisibilità CONGRUENZE I) Definizione: due numeri naturali a e b si dicono congrui modulo un numero naturale p se hanno lo stesso resto nella divisione intera per p. Si scrive a b mod p oppure a b (p) proprietà delle

Dettagli

Multipli Divisori. { } =.

Multipli Divisori. { } =. Multipli Divisori. 1) I multipli di un numero. ( Teoria 31 31; Esercizi 117 120) M n = es. M 7 = = Definisci per elencazione i seguenti insiemi: M 4 = ; M 6 = ; = Alcune situazioni particolari: a) Definisci

Dettagli

1^A - MATEMATICA compito n Calcola: MCD (216, 288); MCD (32, 27); mcm (72, 90); mcm (27, 81)

1^A - MATEMATICA compito n Calcola: MCD (216, 288); MCD (32, 27); mcm (72, 90); mcm (27, 81) 1^A - MATEMATICA compito n 1-2012-2013 1. Svolgi la seguente espressione nell'insieme Z : 5 3 2 :{4 5 [ 2 2 3 5 2 4 : 2 4 ] 2 : 3 2 3 5 2 } 2 1 5 5 2. Svolgi utilizzando le proprietà delle potenze: { 6

Dettagli

Le quattro operazioni fondamentali

Le quattro operazioni fondamentali 1. ADDIZIONE Le quattro operazioni fondamentali Def: Si dice ADDIZIONE l operazione con la quale si calcola la somma; i numeri da addizionare si dicono ADDENDI e il risultato si dice SOMMA o TOTALE. Proprietà:

Dettagli

Calcolo algebrico. Maria Simonetta Bernabei & Horst Thaler

Calcolo algebrico. Maria Simonetta Bernabei & Horst Thaler Calcolo algebrico Maria Simonetta Bernabei & Horst Thaler CALCOLO LETTERALE Perché? E opportuno rappresentare i numeri con lettere dell alfabeto per fare affermazioni che valgono indipendentemente dal

Dettagli

I monomi. ITIS Feltrinelli anno scolastico R. Folgieri

I monomi. ITIS Feltrinelli anno scolastico R. Folgieri I monomi ITIS Feltrinelli anno scolastico 2007-2008 R. Folgieri 2007-2008 1 I monomi Abbiamo usato spesso le lettere al posto dei numeri quando dovevamo enunciare delle proprietà o delle regole generali.

Dettagli

CORSO ZERO DI MATEMATICA per Ing. Chimica e Ing. delle Telecomunicazioni MONOMI E POLINOMI Prof. Erasmo Modica

CORSO ZERO DI MATEMATICA per Ing. Chimica e Ing. delle Telecomunicazioni MONOMI E POLINOMI Prof. Erasmo Modica CORSO ZERO DI MATEMATICA per Ing. Chimica e Ing. delle Telecomunicazioni MONOMI E POLINOMI Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it MONOMI In una formula si dicono variabili le lettere alle quali può essere

Dettagli

Introduzione all algebra

Introduzione all algebra Introduzione all algebra E. Modica http://dida.orizzontescuola.it Didattica OrizzonteScuola Espressioni letterali come modelli nei problemi Espressioni come modello di calcolo Esempio di decodifica Premessa

Dettagli

a.s. 2015/2016 Scuola Secondaria 1 grado Loiano Classe 1 B Compiti per le vacanze

a.s. 2015/2016 Scuola Secondaria 1 grado Loiano Classe 1 B Compiti per le vacanze a.s. 2015/2016 Scuola Secondaria 1 grado Loiano Classe 1 B Compiti per le vacanze Per poter iniziare a settembre il nuovo programma di matematica occorre ripassare alcune nozioni basilari del programma

Dettagli

Allenamento matematico di primavera

Allenamento matematico di primavera Allenamento matematico di primavera A. Calcola in riga. 0,87 x 10 = 261,42 x 10 = 32,1 x 100 = 0,83 x 100 = 2,89 x 1 000 = 13,2 x 1 000 = 328,4 : 10 = 231 : 10 = 36 : 100 = 14,8 : 100 = 1300 : 1 000 =

Dettagli

L insieme dei numeri naturali e le quattro operazioni aritmetiche

L insieme dei numeri naturali e le quattro operazioni aritmetiche n L insieme dei numeri naturali e le quattro operazioni aritmetiche [p. 23] n Le potenze [p. 27] n Espressioni [p. 30] n Divisibilità, numeri primi, MCD e mcm [p. 34] L insieme dei numeri naturali e le

Dettagli

COMPITI VACANZE ESTIVE 2017 MATEMATICA Scuola Media Montessori Cardano al Campo (VA)

COMPITI VACANZE ESTIVE 2017 MATEMATICA Scuola Media Montessori Cardano al Campo (VA) COMPITI VACANZE ESTIVE 2017 MATEMATICA Scuola Media Montessori Cardano al Campo (VA) Nel presente documento sono elencati gli esercizi da svolgere nel corso delle vacanze estive 2017 da parte degli studenti

Dettagli

24 Capitolo 1. Numeri naturali

24 Capitolo 1. Numeri naturali 24 Capitolo 1. Numeri naturali 1.12 Esercizi 1.12.1 Esercizi dei singoli paragrafi 1.4 - Operazioni con i numeri naturali 1.1. Rispondi alle seguenti domande: a ) Esiste il numero naturale che aggiunto

Dettagli

NUMERI PRIMI E TEORMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA Definizione 1. Sia p Z, p ±1. Si dice che p è primo se

NUMERI PRIMI E TEORMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA Definizione 1. Sia p Z, p ±1. Si dice che p è primo se NUMERI PRIMI E TEORMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA Definizione 1. Sia p Z, p ±1. Si dice che p è primo se ( a, b Z) (p ab = (p a p b). Teorema 1. Sia p Z, p ±1. Allora p è primo se e solo se ( a, b Z)

Dettagli

Richiami di aritmetica

Richiami di aritmetica Richiami di aritmetica I numeri naturali L insieme dei numeri naturali, che si indica con N, comprende tutti i numeri interi maggiori di zero. Operazioni fondamentali OPERAZIONE SIMBOLO RISULTATO TERMINI

Dettagli

I monomi Prof. Walter Pugliese

I monomi Prof. Walter Pugliese I monomi Prof. Walter Pugliese I monomi Def.: Il monomio è un espressione letterale in cui compaiono soltanto moltiplicazioni tra numeri e lettere. Gli esponenti delle lettere sono numeri naturali. Esempi:

Dettagli

Metodo di Euclide delle sottrazioni successive per il calcolo del M.C.D.

Metodo di Euclide delle sottrazioni successive per il calcolo del M.C.D. Il Massimo Comun Divisore (M.C.D.) di 2 o più numeri è il più grande numero che sia contemporaneamente divisore di tutti i numeri dati. Ci sono diverse procedure che ci permettono di calcolare questo valore.

Dettagli

Progetto Matematica in Rete - Numeri naturali - I numeri naturali

Progetto Matematica in Rete - Numeri naturali - I numeri naturali I numeri naturali Quali sono i numeri naturali? I numeri naturali sono : 0,1,,3,4,5,6,7,8,9,10,11 I numeri naturali hanno un ordine cioè dati due numeri naturali distinti a e b si può sempre stabilire

Dettagli

7 2 =7 2=3,5. Casi particolari. Definizione. propria se < impropria se > e non è multiplo di b. apparente se è un multiplo di. Esempi.

7 2 =7 2=3,5. Casi particolari. Definizione. propria se < impropria se > e non è multiplo di b. apparente se è un multiplo di. Esempi. NUMERI RAZIONALI Q Nell insieme dei numeri naturali e nell insieme dei numeri interi relativi non è sempre possibile effettuare l operazione di divisione. Infatti, eseguendo la divisione 7 2 si ottiene

Dettagli

Conclusione? Verifica la proprietà commutativa per le altre operazioni.

Conclusione? Verifica la proprietà commutativa per le altre operazioni. Le proprietà delle operazioni.( teoria / esercizi pag. 15 24) Proprietà: Sono delle regole che permettono di svolgere dei calcoli più semplicemente. Operazioni: Tu conosci le operazioni numeriche:, 1)

Dettagli

ESTRAZIONE DI RADICE

ESTRAZIONE DI RADICE ESTRAZIONE DI RADICE La radice è l operazione inversa dell elevamento a potenza e quando si calcola non si dice fare la radice, ma si dice estrarre la radice. Le particolarità della radice sono: l esponente

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ CALCOLO LETTERALE \ MONOMI (1)

APPUNTI DI MATEMATICA ALGEBRA \ CALCOLO LETTERALE \ MONOMI (1) LGEBR \ CLCOLO LETTERLE \ MONOMI (1) Un monomio è un prodotto di numeri e lettere; gli (eventuali) esponenti delle lettere sono numeri naturali (0 incluso). Ogni numero (reale) può essere considerato come

Dettagli

La divisione di numeri naturali: esercizi svolti

La divisione di numeri naturali: esercizi svolti La divisione di numeri naturali: esercizi svolti Come abbiamo fatto per la sottrazione, ci chiediamo adesso se, effettuata una operazione di moltiplicazione, sia possibile definire (trovare) una operazione

Dettagli

LEZIONE N 3 METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA

LEZIONE N 3 METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA LEZIONE N 3 METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI N Numeri naturali Z : Numeri interi Q : Numeri razionali R : Numeri reali Q A meno di isomorfismi!!! R 5 π 2 3 11

Dettagli

La divisione di numeri naturali: esercizi svolti

La divisione di numeri naturali: esercizi svolti La divisione di numeri naturali: esercizi svolti Come abbiamo fatto per la sottrazione, ci chiediamo adesso se, effettuata una operazione di moltiplicazione, sia possibile definire (trovare) una operazione

Dettagli

CONVERSIONE DA DECIMALE A BINARIO

CONVERSIONE DA DECIMALE A BINARIO CONVERSIONE DA DECIMALE A BINARIO Il procedimento per convertire in forma binaria un certo numero decimale n consiste nello scrivere, andando da destra verso sinistra, le cifre oppure seguendo delle determinate

Dettagli

Scomposizione in fattori di un polinomio. Prof. Walter Pugliese

Scomposizione in fattori di un polinomio. Prof. Walter Pugliese Scomposizione in fattori di un polinomio Prof. Walter Pugliese La scomposizione in fattori dei polinomi Scomporre in fattori un polinomio significa scriverlo sotto forma di prodotto di polinomi di grado

Dettagli

5 10 : : 5 = 5 10 : ( ): 5 = 5 10 : (5 3. (5 2 : 5 ))= 5 10 ( : 5) = 5 10 : ( : 5) =

5 10 : : 5 = 5 10 : ( ): 5 = 5 10 : (5 3. (5 2 : 5 ))= 5 10 ( : 5) = 5 10 : ( : 5) = 6 7 7 2 7 6 7 = 7 7 3 7 7 0 = (7 7 3 ) (7 0 7) = 7 (7 3 7) 0 7 = 7 + 7 3 +7 0 + 7 = 5 10 : 5 3 5 2 : 5 = 5 10 : (5 3 5 2 ): 5 = 5 10 : (5 3. (5 2 : 5 ))= 5 10 ( 5 3 5 2 : 5) = 5 10 : (5 3 5 2 : 5) = 7

Dettagli

Informatica (Sistemi di elaborazione delle informazioni)

Informatica (Sistemi di elaborazione delle informazioni) Informatica (Sistemi di elaborazione delle informazioni) Corso di laurea in Scienze dell'educazione Lezione 6 Conversioni di base (parte 2) Mario Alviano Divisione intera Dividendo 2374 16 16 148 7 7 64

Dettagli

Classe ALLENAMENTO INVALSI MATEMATICA (4) - Numeri (2) Cognome e Nome Classe Data

Classe ALLENAMENTO INVALSI MATEMATICA (4) - Numeri (2) Cognome e Nome Classe Data Classe 1-3 - ALLENAMENTO INVALSI MATEMATICA (4) - Numeri (2) Cognome e Nome Classe Data 1. Quale valore deve avere il perché la seguente uguaglianza sia vera? 24,5 : 100 = 2,45 : [ ] B. 1 [ ] C. 0,1 [

Dettagli

( ) ( ) 2 + 3( a + b) = ( ) + b( x 1) = ( ) ( ) b( x + y) = ( ) x 2 ( a + b) y 2 + ( a + b) = ( ) + ( a b) = ( ) a( 4x + 7) = ( ) + 3a( 2 5y) =

( ) ( ) 2 + 3( a + b) = ( ) + b( x 1) = ( ) ( ) b( x + y) = ( ) x 2 ( a + b) y 2 + ( a + b) = ( ) + ( a b) = ( ) a( 4x + 7) = ( ) + 3a( 2 5y) = 1 Scomposizione in fattori di un polinomio Scomporre in fattori un polinomio significa trasformare il polinomio, che è una somma algebrica di monomi, nel prodotto di fattori con il grado più basso possibile.

Dettagli

La scomposizione in fattori primi

La scomposizione in fattori primi La scomposizione in fattori primi In matematica la fattorizzazione è la riduzione in fattori: fattorizzare un numero n significa trovare un insieme di numeri {a0, a1, a2, a3 } tali che il loro prodotto

Dettagli

Teoria dei Numeri. Lezione del 31/01/2011. Stage di Massa Progetto Olimpiadi

Teoria dei Numeri. Lezione del 31/01/2011. Stage di Massa Progetto Olimpiadi Teoria dei Numeri Lezione del 31/01/2011 Stage di Massa Progetto Olimpiadi Criteri di Divisibilità 2: ultima cifra pari 3: somma (o somma della somma) delle cifre divisibile per 3 4: ultime due cifre divisibili

Dettagli

A1. Calcolo in Q. A1.1 Tabelline e potenze. A1.2 Scomposizione in fattori di numeri interi MCD e mcm

A1. Calcolo in Q. A1.1 Tabelline e potenze. A1.2 Scomposizione in fattori di numeri interi MCD e mcm A. Calcolo in Q Questo capitolo tratta argomenti che solitamente sono già stati svolti alle scuole medie ed elementari. Tali argomenti sono necessari per affrontare il programma delle scuole superiori.

Dettagli

Chi non risolve esercizi non impara la matematica.

Chi non risolve esercizi non impara la matematica. 1.6 esercizi Chi non risolve esercizi non impara la matematica. 1 Indica la risposta corretta. a. La somma dei numeri 10 e 3 è: A 13 B 30 C 103 D 310 1.6 esercizi 13 b. La differenza tra i numeri 55 e

Dettagli

ESERCITAZIONE N.8. Il calcolatore ad orologio di Gauss. L aritmetica dell orologio di Gauss. Operazioni e calcoli in Z n

ESERCITAZIONE N.8. Il calcolatore ad orologio di Gauss. L aritmetica dell orologio di Gauss. Operazioni e calcoli in Z n Il calcolatore ad orologio di Gauss ESERCITAZIONE N.8 18 novembre L aritmetica dell orologio di Gauss Operazioni e calcoli in Z n 1, 1, -11, sono tra loro equivalenti ( modulo 12 ) Rosalba Barattero Sono

Dettagli

Minimo Comune multiplo

Minimo Comune multiplo Minimo Comune multiplo Il minimo comune multiplo (si scrive anche mcm) è il più piccolo numero che sia divisibile per tutti i numeri dati. Che significa? Se io ho tre numeri, il mcm è, tra i tanti possibili

Dettagli

radicando. Si ottiene 5 RADICALI Termini a x = indice della radice y = esponente del radicando Esempi: 25 = 5 perché 5 = 25

radicando. Si ottiene 5 RADICALI Termini a x = indice della radice y = esponente del radicando Esempi: 25 = 5 perché 5 = 25 RADICALI Termini x y a x = indice della radice y = esponente del radicando 25 = 5 perché 5 = 25 5 indica la radice quadrata di 5, non è un numero intero, è decimale, illimitato e non periodico. 16 = 2

Dettagli

5 + 8 = 13 5,2 + 8,4 = 13,6

5 + 8 = 13 5,2 + 8,4 = 13,6 concetto di addizione i termini dell addizione sono gli addendi il risultato è la somma addendo addendo 5 + 8 = 13 somma 5,2 + 8,4 = 13,6 proprietà commutativa se cambio l ordine degli addendi il risultato

Dettagli

INDICE MATEMATICA GEOMETRIA

INDICE MATEMATICA GEOMETRIA INDICE MATEMATICA Pagina 2 Gli insiemi Pagina 6 Il sistema di numerazione decimale le quattro operazioni fondamentali Pagina 14 Somma e sottrazione Pagina 20 Moltiplicazione e divisione Pagina 28 Le quattro

Dettagli

Chi non risolve esercizi non impara la matematica.

Chi non risolve esercizi non impara la matematica. 1.6 esercizi 17 Esercizio 25. Determina MCD e mcm fra i seguenti polinomi: 8a 2 + 16ab + 8b 2 4a 4 4a 2 b 2 12a 2 + 12ab Soluzione. Scomponiamo in fattori i tre polinomi: 8a 2 + 16ab + 8b 2 = 8(a 2 + 2ab

Dettagli

LE OPERAZIONI CON I NUMERI

LE OPERAZIONI CON I NUMERI ARITMETICA PREREQUISITI l conoscere le caratteristiche del sistema di numerazione decimale CONOSCENZE 1. il concetto di somma 2. le proprietaá dell'addizione 3. il concetto di differenza 4. la proprietaá

Dettagli

Operatori di confronto:

Operatori di confronto: Operatori di confronto: confrontano tra loro due numeri e come risultato danno come risposta o operatore si legge esempio risposta = uguale a diverso da > maggiore di < minore di maggiore o uguale a minore

Dettagli

1 L estrazione di radice

1 L estrazione di radice 1 L estrazione di radice Consideriamo la potenza 3 2 = 9 di cui conosciamo: Esponente 3 2 = 9 Valore della potenza Base L operazione di radice quadrata consiste nel chiedersi qual è quel numero x che elevato

Dettagli

Logica matematica e ragionamento numerico

Logica matematica e ragionamento numerico 5 Logica matematica e ragionamento numerico Abilità di calcolo! I quiz raccolti in questo capitolo sono finalizzati alla valutazione della rapidità e della precisione con cui esegui i calcoli matematici:

Dettagli

Criteri di divisibilità

Criteri di divisibilità Criteri di divisibilità Criterio di divisibilità per 9. Supponiamo, ad esempio, di voler dividere 2365 palline a 9 persone. Sappiamo che per stabilire se un numero è divisibile per 9 occorre sommare tutte

Dettagli

1 Fattorizzazione di polinomi

1 Fattorizzazione di polinomi 1 Fattorizzazione di polinomi Polinomio: un polinomio di grado n nella variabile x, è dato da p(x) = a n x n + a n 1 x n 1 + + a 1 x + a 0 con a n 0, a 0 è detto termine noto, a k è detto coefficiente

Dettagli

matematica è il numero che indica in quante parti è stato diviso l intero è il numero che indica quante sono le parti da considerare

matematica è il numero che indica in quante parti è stato diviso l intero è il numero che indica quante sono le parti da considerare LE FRAZIONI Segna con X la defnizione giusta di frazione. X una frazione indica che ci sono diversi interi da dividere una frazione indica che un intero è stato diviso in parti uguali una frazione indica

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIQUARTERIO di Pieve Emanuele (Mi) Scuola media. Compiti Vacanze 2012

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIQUARTERIO di Pieve Emanuele (Mi) Scuola media. Compiti Vacanze 2012 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIQUARTERIO di Pieve Emanuele (Mi) Scuola media Compiti Vacanze 2012 Il presente fascicolo nasce dalla ricerca e successiva organizzazione di materiale di libero utilizzo Indice

Dettagli

REGOLE FACILI ITALIANO e MATEMATICA

REGOLE FACILI ITALIANO e MATEMATICA REGOLE FACILI ITALIANO e MATEMATICA -classi 3, 4, 5 scuola primaria- A cura di www.imparaconpietro.altervista.org INDICE SCHEDE REGOLE DI ITALIANO: Monosillabi 1 Articoli partitivi 2 Preposizioni 3 Aggettivi

Dettagli

3/10/ Divisibilità e massimo comun divisore

3/10/ Divisibilità e massimo comun divisore MCD in N e Polinomi 3/10/2013 1 Divisibilità e massimo comun divisore 1.1 Divisibilità in N In questa sezione introdurremo il concetto di divisibilità e di massimo comun divisore di due numeri naturali

Dettagli

OPERAZIONI CON LE FRAZIONI

OPERAZIONI CON LE FRAZIONI OPERAZIONI CON LE FRAZIONI ADDIZIONE prima di eseguire l operazione si riducono le frazioni (se è possibile) ai minimi termini. Si riconoscono tre situazioni. Le frazioni hanno lo stesso denominatore si

Dettagli

Tutti i numeri qui considerati sono interi. Se si tratta in particolare di numeri Naturali (quindi non negativi) verrà specificato.

Tutti i numeri qui considerati sono interi. Se si tratta in particolare di numeri Naturali (quindi non negativi) verrà specificato. LICEO B. RUSSELL A.S. 2010/2011 DALLA TEORIA DEI NUMERI ALLE CONGRUENZE Tutti i numeri qui considerati sono interi. Se si tratta in particolare di numeri Naturali (quindi non negativi) verrà specificato.

Dettagli

Laboratorio teorico-pratico per la preparazione alle gare di matematica

Laboratorio teorico-pratico per la preparazione alle gare di matematica Laboratorio teorico-pratico per la preparazione alle gare di matematica Ercole Suppa Liceo Scientifico A. Einstein, Teramo e-mail: ercolesuppa@gmail.com Teramo, 10 dicembre 2014 USR Abruzzo - PLS 2014-2015,

Dettagli

Un polinomio è un espressione algebrica data dalla somma di più monomi.

Un polinomio è un espressione algebrica data dalla somma di più monomi. 1 I polinomi 1.1 Terminologia sui polinomi Un polinomio è un espressione algebrica data dalla somma di più monomi. I termini di un polinomio sono i monomi che compaiono come addendi nel polinomio. Il termine

Dettagli