SIMT-POS 024 ASSEGNAZIONE E CONSEGNA EMOCOMPONENTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SIMT-POS 024 ASSEGNAZIONE E CONSEGNA EMOCOMPONENTI"

Transcript

1 1 Redattori: Prima Stesura Revisione 1 Gasbarri, Rizzo 20/11/ /12/2015 SIMT-POS 024 ASSEGNAZIONE E CONSEGNA EMOCOMPONENTI Indice 1 SCOPO CAMPO D APPLICAZIONE DOCUMENTI DI RIFERIMENTO DESCRIZIONE ATTIVITÀ INDICATORI RESPONSABILITA ABBREVIAZIONI ALLEGATI Stato delle Modifiche Rev. Descrizione Modifica Redige Verificato Approvato Emette Data 00 Prima redazione De Angelis, Rizzo Gasbarri Riscaldati Gasbarri Revisione 1 Mastrocola-Rizzo Gasbarri Riscaldati Gasbarri

2 2 1 SCOPO Lo scopo della presente Procedura è quello di descrivere le modalità di assegnazione e consegna di tutti gli emocomponenti (omologhi ed autologhi) per uso trasfusionale. 2 CAMPO D APPLICAZIONE Si applica a tutti i Reparti dell Ospedale Belcolle, della Provincia di Viterbo, alle Case di Cura convenzionate e in regime ambulatoriale e domiciliare. 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO Decreto Ministeriale 27 dicembre 1990" Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue ed emoderivati". Decreto 1 settembre 1995 "Disciplina dei rapporti tra strutture pubbliche provviste di servizi trasfusionali e quelle pubbliche e private, accreditate, dotate di frigoemoteche" Decreto Ministeriale 03 marzo 2005 "caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di emocomponenti" titolo III richiesta e assegnazione del sangue e degli emocomponenti GU N. 85, 03 aprile 2005 Decreto Legislativo 19 Agosto 2005 N. 191 Attuazione della direttiva 2002/98/CE che stabilisce norme di qualità e di sicurezza per la raccolta, il controllo, la lavorazione, la conservazione e la distribuzione del sangue umano e dei suoi componenti. Legge 21 Ottobre 2005 N. 219 Nuova disciplina delle attività trasfusionali e della produzione nazionale degli emoderivati GU n. 251, 27 ottobre 2005 RACCOMANDAZIONE MINISTERO DELLA SALUTE - Dipartimento Qualità ( ) "Raccomandazione per la prevenzione della reazione trasfusionale da incompatibilità AB0 " DECRETO LEGISLATIVO 6 novembre 2007, n. 191 "Attuazione della direttiva 2004/23/CE sulla definizione delle norme di qualità e di sicurezza per la donazione, l'approvvigionamento, il controllo, la lavorazione, la conservazione, lo stoccaggio e la distribuzione di tessuti e cellule umani." DECRETO LEGISLATIVO 9 novembre 2007, 208 "Attuazione della direttiva 2005/62/CE che applica la direttiva del 2002/98/CE per quanto riguarda le norme e le specifiche comunitarie relative ad un sistema di qualità per i servizi trasfusionali." DECRETO LEGISLATIVO 9 novembre 2007, n. 207 "Attuazione della direttiva 2005/61/CE che applica la direttiva 2002/98/CE per quanto riguarda la prescrizione in tema di rintracciabilità del sangue e degli emocomponenti destinati a trasfusioni e la notifica di effetti indesiderati ed incidenti gravi. DECRETO LEGISLATIVO del 20 dicembre 2007, n. 261 (G.U ) Revisione del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 191, recante attuazione della direttiva 2002/98/CE che stabilisce norme di qualita' e di sicurezza per la raccolta, il controllo, la lavorazione, la conservazione e la distribuzione del sangue umano. 2

3 3 DECRETO MINISTERIALE 21 dicembre 2007 (GU n. 13 del ) Nuova disciplina delle attivita' trasfusionali e della produzione nazionale di emoderivati. DECRETO MINISTERIALE 21 dicembre 2007 (GU del ) Istituzione del sistema informativo dei servizi trasfusionali. Raccomandazione n.r(95) 15 del Comitato dei Ministri del Consiglio d Europa: Guida alla preparazione, uso e garanzia di qualità degli emocomponenti 16^ Edizione, 2011 Deliberazione Giunta Regione Lazio n.343 del 20 giugno 2006 Piano Regionale Sangue e Plasma per il triennio Technical Manual. AABB. 15^ Edizione, 2005 Standard di Medicina Trasfusionale SIMTI, DESCRIZIONE ATTIVITÀ La soddisfazione di una richiesta trasfusionale, dal suo ricevimento alla consegna dell'emocomponente richiesto, e' sviluppata secondo i seguenti punti: 4.1 Richiesta trasfusionale Una richiesta trasfusionale si avvale di un modulo cartaceo specifico per ogni singolo emocomponente (vedi SIMT-MOD 078, SIMT-MOD 080, SIMT-MOD 081, SIMT-MOD 082) accompagnato dal relativo ed eventuale campione ematico cosi' come indicato su ciascun modulo. 4.2 Campione ematico Prima della sua accettazione deve esserne valutata l'adeguatezza qualitativa e quantitativa. L etichetta, compilata manualmente, deve riportare tutti i dati anagrafici del paziente (nome, cognome, data di nascita, reparto, data del prelievo e firma del responsabile del prelievo SIMT-POS 019). Un campione non corretto per le suddette caratteristiche determina la sua non accettazione e la compilazione della modulistica di non conformità (SIMT-MOD 065). 4.3 Modulo cartaceo Al suo ricevimento devono essere effettuate le seguenti verifiche: Presenza di tutti i dati del paziente (cognome, nome, data di nascita, reparto di appartenenza, telefono interno reparto). Data della richiesta trasfusionale Precedenti trasfusioni e/o reazioni trasfusionali Indicazione alla richiesta trasfusionale Tipologia e numero degli emocomponenti richiesti Leggibilita' dei dati inseriti manualmente nella richiesta Firma e timbro del medico responsabile della richiesta Un modulo compilato in modo incompleto determina la sua non accettazione e la compilazione del modulo di non conformita (SIMT-MOD 065). 3

4 4 Ulteriori dati clinici e di laboratorio devono essere inseriti relativamente alle raccomandazioni per l utilizzo dei singoli emocomponenti emessi dal SIMT. 4.4 Verifica conformità dei dati Verificare la corrispondenza di uno specifico campione ematico e la relativa richiesta cartacea considerando che: Per richieste trasfusionali relative ad uno stesso paziente riguardanti emocomponenti di differente tipologia pervenute contemporaneamente e' richiesto ed accettato un unico campione ematico purche' accompagnato dalle singole richieste cartacee. Per richieste trasfusionali relative ad uno stesso paziente riguardanti Emazie concentrate pervenute in differenti momenti anche della stessa giornata e' richiesto ed accettato un nuovo campione ematico. Fanno eccezione a queste regole le richieste trasfusionali provenienti dalla sala operatoria cui si richiede un solo campione ematico per reiterate richieste trasfusionali emesse in ciascuna seduta chirurgica se continuativa (Vedi SIMT-POS 019). 4.5 Verifica appropriatezza trasfusionale (Vedi SIMT-POS 019). 4.6 Inserimento dati anagrafici (Vedi SIMT-IO 048) Per le metodiche manuali dei suddetti test si faccia riferimento ai relativi manuali Immunoematologia eritrocitaria: metodiche e Manuale Operativo BIORAD e Istruzione Operativa (SIMT-IO 049) Per l'esecuzione automatica dei test e dei controlli di qualità su metodiche e reagenti fare riferimento a SIMT- IO 050). 4.7 Modalità della richiesta (Vedi SIMT-POS 050) Normale (entro poche ore e/o programmata) Urgente Urgentissima N.B. Per i Pz associati ai reparti di: DHT DHE e Reparto Ematologia Pediatria Vengono selezionate, qualora disponibili, e poi assegnate, unità di emazie e PLT irradiate e filtrate, rispettando anche il fenotipo Rh (CcEe) e Kell. Per le richieste a Pz (donne) in età fertile viene determinato il fenotipo Rh e Kell. 4.8 Assegnazione: scelta della modalità 4

5 5 Per le richieste di emocomponenti comprendenti eritrociti di tipo omologo il Dirigente in servizio può scegliere due metodi differenti, a seconda del tipo di paziente e della probabilità dell uso di emazie. I metodi sono: Prove di Compatibilità pre-trasfusionali (Crossmatch): La prova di compatibilità prevede che le emazie del donatore siano cimentate con il plasma o con il siero del paziente ricevente. Dalla frigoemoteca il Dirigente sceglie l unità di G.R.C. da trasfondere e il TSLB procede alla campionatura di un aliquota dei G.R.C., tramite l apertura di un segmento dall unità prescelta, in una provetta per la metodica manuale (SIMT-IO 049) e in una provetta identificata con il codice UNI dell unità di emazie prescelta per la metodica in automatico (SIMT-IO 050). La stessa provetta sarà utilizzata per il controllo del gruppo del donatore. Type and Screen: Il cosiddetto type and screen è una modalità di assegnazione di G.R.C., che prevede la determinazione del gruppo sanguigno ABO, del tipo Rh (in casi particolari, sopra descritti, bisogna eseguire la determinazione del fenotipo Rh e Kell) e il Test di Coombs Indiretto, per l eventuale ricerca di anticorpi irregolari, nel plasma o siero del ricevente. Il T.&S. ha una validità di 7 giorni, se il ricevente non viene trasfuso. mentre se il ricevente viene trasfuso, allo scadere delle 72 ore si procede all esecuzione di un nuovo T.C.I. e in caso di negatività si può continuare ad utilizzare la metodica del Type & Screen per l assegnazione dei G.R.C. oppure si ricorre alla metodica della Prova di compatibilità (consigliabile). Nel caso in cui il T.C.I. eseguito risulti positivo (presenza di alloanticorpi irregolari) si procede all assegnazione dei G.R.C. con l esecuzione della Prova di compatibilità. Le provette di sangue del paziente ricevente per l esecuzione delle prove pretrasfusionali devono essere conservate a temperatura controllata (2-6 ) fino a 7 giorni dalla data del prelievo. Inoltre bisogna sottolineare che, a giudizio del Dirigente del SIMT, è possibile modificare il metodo di assegnazione dell emocomponente (G.R.C.) impostato dal SI EmoNet. 4.9 Criteri di applicazione dei metodi Type & Screen e Crossmatch 5

6 6 Nel pieno rispetto della corrente pratica trasfusionale e dell' Art. 14 comma 2 B, del DECRETO 3 marzo 2005 "Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di Emocomponenti", il SIMT dell Ospedale Belcolle adotta come prova pre-trasfusionale di riferimento il Crossmatch. Tale dispositivo si applica in generale a tutta l utenza medica e chirurgica aziendale e alle Case di Cura convenzionate per il supporto trasfusionale di unità di emazie in elezione o in urgenza. Le richieste trasfusionali gestite con il metodo T&S sono limitate a interventi chirurgici a basso rischio di trasfusione e possono prevedere sia una mera disponibilità (senza attribuzione) delle unità di emazie, sia la vera e propria attribuzione delle unità. Viene adottata la modalità manuale per i crossmatch richiesti in urgenza. Tutte le altre richieste trasfusionali compresi i T&S vengono effettuati in modalità automatica con l analizzatore IH 1000 Diamed (Vedi SIMT-IO 050) Automazione L esecuzione di tutti i test pre-trasfusionali destinati alla attribuzione degli emocomponenti ai fini di una corretta terapia trasfusionale, vengono effettuati nella stanza n 15 del SIMT dov è localizzato lo strumento IH 1000 (Vedi SIMT-IO 050). L esecuzione automatica dei test pre-trasfusionali è considerata sempre prioritaria rispetto a quella manuale perché apporta i seguenti vantaggi: 1. Riduzione del rischio di contaminazione biologica degli operatori; 2. Standardizzazione e ripetibilità nell esecuzione dei test; 3. Risparmio di reattivi; 4. Risparmio delle risorse umane addette all esecuzione dei test; 5. Minimizzazione degli errori di trasferimento dei risultati dei test al gestionale informatico. In particolari casi di urgenza, di indisponibilità della strumentazione o quando particolari necessità tecniche lo richiedano, i test possono essere eseguiti manualmente. Il ricorso alle metodiche manuali per l esecuzione di qualsiasi test pretrasfusionale, deve essere stabilito dal Dirigente, che indicherà al TLSB l istruzione operativa da seguire ATTRIBUZIONE DI EMOCOMPONENTI AI PAZIENTI Tempi di evasione delle richieste trasfusionali La richiesta di terapia trasfusionale formulata dai Reparti aziendali e dalle Strutture convenzionate attraverso i moduli di richiesta trasfusionale viene soddisfatta nei tempi previsti dall urgenza clinica della trasfusione nel rispetto della razionalizzazione organizzativa delle attività del SIMT. Richieste di trasfusione che non devono essere evase con procedura Urgente (entro 60 ) o Urgentissima (consegna immediata) sono evase nei tempi previsti dalla procedura SIMT-POS 050. Qualora non fosse possibile effettuare l assistenza trasfusionale per grave carenza di emocomponenti, bisogna avvisare telefonicamente tale evenienza al reparto. Anche nel caso in cui la indisponibilità momentanea di emocomponenti (emazie concentrate) non derivasse da carenza in ambito AB0 Rh ma dalla necessità di approfondire lo studio immunoematologico del Pz e/o di reperire unità compatibili è necessario avvertire il reparto. 6

7 7 Le richieste Urgenti o Urgentissime sono evase secondo i tempi e le modalità previste dalla procedura SIMT-POS Scelta emocomponenti Il dirigente effettua la scelta degli emocomponenti occorrenti tra le scorte disponibili dislocate principalmente nella frigo emoteca 5 (stanza n 8) e nella frigo emoteca 2 presente nella stanza n 17. Una eventuale indisponibilità di emocomponenti per trasfondere pazienti con fenotipo raro e/o portatori di anticorpi irregolari deve portare all attivazione di tutti i percorsi per il loro reperimento e per garantire l assistenza trasfusionale al paziente interessato Classe e categoria dell emocomponente Ogni emocomponente da attribuire a pazienti deve essere scelto dal Dirigente nell ambito della classe dell emocomponente richiesto, rispettando ove possibile la categoria di emocomponente, compatibilmente con le disponibilità delle scorte presenti nel SIMT. Particolare attenzione deve essere posta nella scelta delle emazie filtrate (quando ve ne sia motivata richiesta) e dei concentrati piastrinici da aferesi o da pool piuttosto che da semplice scomposizione (concentrati random); anche in quest ultimo caso va rispettata, ove possibile la richiesta del medico curante. Nell ambito del plasma fresco congelato impiegare esclusivamente plasma inattivato del tipo Plasmasafe. Plasma non inattivato può essere impiegato in caso di indisponibilità totale o parziale di Plasmasafe. Gruppo sanguigno e freschezza degli emocomponenti Nell assegnazione di emocomponenti di classe emazie, in assenza di anticorpi irregolari e di particolari esigenze trasfusionali, devono essere assegnate unità con sistema gruppo ematico AB0 e RhD corrispondente a quello del ricevente. Se è noto il fenotipo Rh, il fenotipo Kell/cellano e/o l assetto dei sottogruppi AB0 del paziente da trasfondere, è consigliabile (qualora disponibili) utilizzare emazie con tipicità degli antigeni gruppo-ematici di superficie identica a quella del paziente. Nel caso di assegnazione di plasma o piastrine deve essere rispettata la tipicità nell ambito del sistema AB0 mentre non ha rilevanza la identità del sistema RhD tra unità assegnata e ricevente. L identità AB0 può non essere rispettata ma sempre nell ambito della compatibilità plasma/ricevente. In caso di non disponibilità di concentrati piastrinici e di trasfusione non differibile è ammessa l assegnazione di concentrati piastrinici che non rispettino la compatibilità plasma/paziente. L emocomponente da assegnare deve essere scelto privilegiando emazie più fresche per neonati, pazienti ematologici, politrasfusi e, in generale, per pazienti con anemia cronica. Unità più prossime alla scadenza possono essere utilizzate in caso di intervento chirurgico, politraumi o anemia post-operatoria. Il plasma e le piastrine vanno assegnate scegliendo le unità più vicine alla scadenza a meno che ciò (nel caso specificamente dei concentrati piastrinici) sia sconsigliabile sulla base dello stato clinico del paziente. 7

8 8 Emocomponenti di 2 livello Per quanto riguarda le lavorazioni e i trattamenti richiesti per la produzione nel SIMT di tali emocomponenti, si rinvia alla SIMT-POS 011 nella quale sono descritte le modalità di preparazione. Qualora vengano richiesti emocomponenti di 2 livello (filtrati, irradiati) il Dirigente provvede alla scelta tenendo presente quanto segue: Emocomponti irradiati Giornalmente il Dirigente provvede alla scelta e alla preparazione degli emocomponenti (emazie e piastrine) che devono essere sottoposte ad irradiazione. Nel caso non fossero disponibili emocomponenti irradiati con le caratteristiche necessarie alla richiesta da evadere, il Dirigente sceglie l emocomponente standard da irradiare e ne predispone l invio al reparto di radioterapia (Vedi SIMT-IO 007) ASSEGNAZIONE EMOCOMPONENTI Ai fini della sicura assegnazione di unità di emocomponenti a pazienti devono essere effettuati controlli sia sul paziente che sulle unità da assegnare. L attribuzione dell emocomponente viene attuata impiegando il gestionale informatico EmoNet che consente di effettuare i controlli elettronici sulla compatibilità dell unità assegnata con il ricevente. Attraverso il gestionale è anche possibile stampare sia la documentazione (etichette e moduli) che deve essere spedita in allegato all unità di sangue, sia quella che deve restare al SIMT Prenotazione(Vedi SIMT-IO 051) Tale operazione è necessaria solo nel caso di assegnazione di emazie con metodo in crociata. E necessario effettuare la prenotazione dell unità prima dell assegnazione; solo dopo aver refertato e validato gli esiti della prova crociata, è possibile effettuare l assegnazione dell unità. Al momento della prenotazione, per ogni unità prenotata, viene stampate dal gestionale EmoNet una etichette 25 x 50 mm che va applicata sulla provetta destinata alla esecuzione del crossmatch in automatico. Le unità prenotate, in attesa del completamento dei test propedeutici all assegnazione, vengono quindi stoccate secondo quanto descritto nella procedura di stoccaggio emocomponenti (Vedi SIMT-POS 036) Assegnazione. Viene effettuata per tutti gli emocomponenti prima del loro posizionamento nella frigoemoteca 4 (stanza n 8) per la consegna. L assegnazione è l unico passaggio necessario nel caso di attribuzione di emazie con metodo T&S e nel caso di emocomponenti di classe plasma o piastrine. Prima di procedere all assegnazione il Dirigente verifica con il lettore barcode del sistema di sicurezza Gricode la corrispondenza delle etichette applicate sulla richiesta e sul campione. 8

9 9 a) Assegnazione di emazie. Nel caso di unità di emazie prenotate (metodo in crociata), queste devono essere assegnate al termine della fase di prenotazione. Al termine della procedura di assegnazione, il Dirigente responsabile attraverso il gestionale EmoNet stampa i seguenti documenti: - 1 cartellino di assegnazione (autoadesivo) 102 x 95 mm. - 1 modulo di relazione trasfusionale (modello MD14 di Emonet) - 2 o 3 etichette 25 x 50 mm. Il cartellino di assegnazione viene applicato sul retro della sacca corrispondente. Questa viene prima inserita nel contenitore di II livello (busta di plastica) insieme al modulo di relazione trasfusionale e poi all interno del contenitore di III livello (BIOKIT). Su quest ultimo vengono applicate su entrambi i lati le etichette 25 x 50 mm. Il Biokit, corredato dalla relativa richiesta di trasfusione, viene trasferito a cura del TLSB o del Dirigente nella frigoemoteca n 4 in dotazione nella stanza n 8. b) Assegnazione di plasma. Nel caso di assegnazione di unità di plasma, dopo aver effettuato la scelta dell emocomponente, questo viene posto negli alloggiamenti dell apparecchiatura Helmer Plasma Thawer, dedicata allo scongelamento. Il tempo di scongelamento è impostato tra i 20 e i 30 minuti. Al termine, le unità vengono asciugate e assegnate utilizzando il gestionale Emonet con il quale viene eseguito il trattamento di scongelamento. Le singole unità assegnate e assemblate con la relativa documentazione, vengono inserite nei contenitori precedentemente descritti. Infine il Biokit viene posto dal TLSB o dal Dirigente nella frigoemoteca n 4 della stanza n 8. c) Assegnazione di piastrine. Nel caso di assegnazione di concentrati piastrinici random, da aferesi o da POOL di BC, viene seguita la stessa procedura prevista per l assegnazione di plasma. Se la consegna avviene subito dopo l assegnazione, i concentrati vanno posti nel Biokit con le stesse modalità descritte in precedenza. Se invece tra l assegnazione e la consegna intercorre un periodo di tempo di attesa, i concentrati vanno posizionati nell agitatore piastrinico posto nella stanza n Controlli da effettuare sulle unità di emocomponenti prima dell assegnazione Le unità a disposizione del SIMT, stoccate nelle apposite frigo emoteche (n 2 e n 5) si trovano già in uno stato di validità che consente di utilizzarle direttamente ai fini di terapia trasfusionale. E indispensabile tuttavia, prima di assegnare qualsiasi unità di emocomponente, effettuare i seguenti controlli: 1. Ispezione dell unità per rilevare la presenza di anomalie dell integrità dell involucro, del colore o di altre caratteristiche fisiche (peso, presenza di coaguli nelle unità di emazie, assenza di swirling nei concentrati piastrinici). 2. Controllo gruppo sacca. Il test deve essere eseguito secondo quanto previsto nell Istruzione SIMT-IO Controlli da effettuare sul ricevente Per ogni richiesta di trasfusione, ai fini della corretta e sicura attribuzione e distribuzione dell emocomponente devono essere eseguiti test differenti a seconda della tipologia del paziente (noto o non noto) e del metodo di assegnazione (Type & 9

10 10 Screen o crociata) che viene scelto. I pazienti sono suddivisi, infatti, in pazienti noti e non noti in base all esistenza o meno di un loro pregresso studio immunoematologico di base comprendente la determinazione completa del gruppo AB0 e Rh, T&S o crociata. A seconda del caso, il gestionale provvede automaticamente a prenotare per il paziente gli esami propedeutici alla corretta attribuzione dell emocomponente con la produzione delle relative etichette. Esami da eseguire in caso di paziente non noto a) gruppo sanguigno AB0 con prova diretta e indiretta b) determinazione RhD c) Prova crociata o T&S d) Controllo gruppo AB0 e Rh (ABD) Questi esami vanno eseguiti per l assegnazione delle emazie, mentre per l assegnazione di plasma e piastrine viene omesso il punto c). N.B. Trattandosi di paziente al primo evento trasfusionale, il controllo gruppo AB0 e Rh deve essere effettuato sempre su un campione prelevato in un momento successivo a quello inviato insieme alla prima richiesta di trasfusione. Per tale determinazione il Reparto deve, di norma, effettuare il prelievo ed inviare il campione(di 2-3 ml di sangue in EDTA) accompagnato dalla relativa richiesta di gruppo al momento del ritiro dell emocomponente. E da censurare energicamente, perché pone a grave rischio la sicurezza della trasfusione e del paziente, l abitudine, da parte della struttura inviante, di effettuare i prelievi contemporaneamente e di inviarli in momenti diversi al SIMT. Solo in casi urgenti e quando la struttura di ricovero si trova lontano dal SIMT (Case di Cura o Ospedali della Provincia) è ammesso l invio contemporaneo dei due campioni (quello per la prima determinazione del gruppo e quello per il controllo), a condizione che siano comunque prelevati in tempi diversi e sulle rispettive provette sia riportato chiaramente dal responsabile del prelievo sia la data che l ora del prelievo. Esami da eseguire in caso di paziente noto a) controllo gruppo AB0 e Rh b) Prova crociata o T&S Nel caso dell impiego di T&S il controllo gruppo AB0 e Rh (ABD) deve essere eseguito ad ogni evento trasfusionale (ogni volta che ci sia una nuova richiesta). Nel caso di impiego di crociata (per l assegnazione di emazie) o di assegnazione di plasma o di piastrine, è sufficiente che il paziente abbia eseguito un controllo gruppo (ABD) almeno una volta dopo la prima esecuzione del gruppo sanguigno durante l anno in corso CONSEGNA EMOCOMPONENTI Gli emocomponenti assegnati e conservati (emazie e plasma-frigoemoteca 4 C; concentrati piastrinici agitatore 22 C) vengono consegnati, utilizzando Emonet secondo i seguenti punti: Cliccare su USO CLINICO dalla schermata principale Cliccare su CONSEGNA UNITA Leggere il barcode della richiesta trasfusionale sull apposito spazio e cliccare su ESEGUI RICERCA 10

11 11 Selezionare i/il CDM da consegnare Riportare il cognome e nome dell operatore addetto al ritiro Cliccare su CONSEGNA e stampare la Distinta per consegna (MD13d) Apporre sulla distinta le firme dell operatore che consegna e di quello che ritira. N.B. La consegna degli emocomponenti eseguita con il sistema gestionale (sopra descritta) deve essere integrata e completata dal controllo manuale e visivo di ogni EMC assegnato da parte dell operatore coinvolto. Deve essere verificata l esatta corrispondenza tra le sacche assegnate e il relativo referto, soprattutto per quanto riguarda gli EMC precedentemente inviati al reparto di Radioterapia per l irradiazione. 11

12 12 5 INDICATORI N verifiche gruppo sanguigno Pz incongruenti rispetto a precedenti determinazioni su n verifiche effettuate. N richieste trasfusionali urgenti-in emergenza su n totale di richieste trasfusionali. N di documenti di ritorno ricevuti su n di unità di emocomponenti consegnati. N unità di emocomponeti trasfuse su n unità emocomponenti assegnati. 6 RESPONSABILITA Responsabilità: le responsabilità per le attività e gli operatori previsti nella presenta procedura sono indicate dalla seguente tabella secondo la priorità: C = Collabora, R = Responsabile Attività [TLSB] [BIOLOGO] MEDICO] Verifica conformità dei dati delle richieste trasfusionali R R R Verifica appropriatezza e consulenza trasfusionale - - R Esecuzione test pre-trasfusionali propedeutici R - - Gestione reagenti C R - Controlli strumenti per test immunoematologici R - - Refertazione esami immunoematologici C R R Prenotazione, scelta e assegnazione emocomponenti - R R Stampa etichette e documentazione trasfusionale - R R Associazione documenti trasfusionali/unità emocomponenti - R R Trasferimento in frigoemoteca e/o agitatore PLT emocomponenti R R R assegnati Consegna emocomponenti R R R 7 ABBREVIAZIONI SIMT servizio Immuno-trasfusionale 8 ALLEGATI 12

13 13 13

SIMT-POS 049 Rev 1 GESTIONE RICHIESTE URGENTISSIME EMAZIE CONCENTRATE

SIMT-POS 049 Rev 1 GESTIONE RICHIESTE URGENTISSIME EMAZIE CONCENTRATE Prima Stesura Revisione 1 Redattori: Gasbarri, De Angelis, Rizzo 20/03/2014 11-10-2016 SIMT-POS 049 Rev 1 GESTIONE RICHIESTE URGENTISSIME EMAZIE CONCENTRATE Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE...

Dettagli

SIMT-POS 036 STOCCAGGIO EMOCOMPONENTI E SISTEMI DI ALLARME

SIMT-POS 036 STOCCAGGIO EMOCOMPONENTI E SISTEMI DI ALLARME 1 Prima Stesura Data: 15/02/2014 Redattori: Gasbarri, De Angelis, Rizzo SIMT-POS 036 STOCCAGGIO EMOCOMPONENTI E SISTEMI DI ALLARME Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO...

Dettagli

SIMT-POS 048 Esami di laboratorio per la S.I.M.T. Viterbo Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati validazione biologica delle donazioni

SIMT-POS 048 Esami di laboratorio per la S.I.M.T. Viterbo Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati validazione biologica delle donazioni 1 Prima Stesura Data: 15-02-/2014 Redattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 048 ESAMI DI LABORATORIO PER LA VALIDAZIONE BIOLOGICA DELLE DONAZIONI Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 051 Gestione del Campione di Sangue

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 051 Gestione del Campione di Sangue 1 1 2 1 SCOPO. Descrivere le caratteristiche e le modalità di invio dei campioni inviati da soli, in associazione alle richieste trasfusionali o allo scopo di eseguire esami immunoematologici anche sulla

Dettagli

Sancisce accordo LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

Sancisce accordo LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO ACCORDO 20 aprile 2011. Sancisce accordo Accordo, ai sensi dell articolo 6, comma 1, del decreto legislativo 6 novembre 2007, n. 191, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

Dettagli

A.S.L. TO2 Azienda Sanitaria Locale Torino Nord

A.S.L. TO2 Azienda Sanitaria Locale Torino Nord S.C IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE ASLTO2 1. ORARI del SERVIZIO TRASFUSIONALE...1 2. RICHIESTA di TERAPIA TRASFUSIONALE...2 3. CAMPIONI di SANGUE...3 4. IDENTIFICAZIONE DEL PAZIENTE e DEI CAMPIONI

Dettagli

U.O. DATA RICHIESTA / /20 ORA RICHIESTA Codice paziente

U.O. DATA RICHIESTA / /20 ORA RICHIESTA Codice paziente Foglio 1/3 COPIA PER L U.O. DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONALE U.O. di IMMUNOEMATOLOGIA e TRASFUSIONALE U.O. ORA RICHIESTA Codice paziente Foglio 1/3 COPIA PER L U.O. DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONALE

Dettagli

0 Matrice delle revisioni, descrizione modifiche e lista di distribuzione FASE 3b. CONSEGNA EMOCOMPONENTI AD ALTRI CENTRI...

0 Matrice delle revisioni, descrizione modifiche e lista di distribuzione FASE 3b. CONSEGNA EMOCOMPONENTI AD ALTRI CENTRI... Pagina 1 di ASSEGNAZIONE IN URGENZA EMERGENZA Indice 0 Matrice le revisioni, descrizione modifiche e lista di distribuzione... 2 1. SCOPO... 3 2. CAMPO D APPLICAZIONE... 3 Pazienti in urgenza emergenza

Dettagli

PO-TR-010 ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI DI QUALIFICAZIONE BIOLOGICA DEGLI EMOCOMPONENTI SUI DONATORI E ASPIRANTI DONATORI

PO-TR-010 ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI DI QUALIFICAZIONE BIOLOGICA DEGLI EMOCOMPONENTI SUI DONATORI E ASPIRANTI DONATORI Unità emittente SGQ Unità destinataria DIR TAL IMM Udr CQB SGQ BSCS SGA LAB CRIO CAR CR X X X X X X X X X X X X REDATTO Dott.ssa P. Carta 25/10/2013 REVISIONATO Dott.ssa M. Ferraro EMESSO Dott. P. A. Accardo

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE NEL PROCESSO TRASFUSIONALE

PROCEDURE OPERATIVE NEL PROCESSO TRASFUSIONALE PROCEDURE OPERATIVE NEL PROCESSO TRASFUSIONALE Giorgio Gandini Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Verona COMITATO PER IL BUON USO DEL SANGUE Deliberazione del Direttore Generale 20 marzo 1996,

Dettagli

Istruzione Operativa

Istruzione Operativa REDAZIONE, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE REDAZIONE APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE EMISSIONE Sassi Maria - Dirigente Medico SIT Schifano Chiara - Biologa UOC Ematologia Formentini Alessandro - Direttore

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA Gestione della cartella clinica del donatore di sangue ed emocomponenti REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, EMISSIONE

ISTRUZIONE OPERATIVA Gestione della cartella clinica del donatore di sangue ed emocomponenti REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, EMISSIONE REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, EMISSIONE REDAZIONE Dott. Gino Bernuzzi, Dirigente Medico Servizio Immunoematologia e Medicina Trasfusionale APPROVAZIONE Dott. Alessandro Formentini Dirigente Medico.

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SANITÀ

IL MINISTRO DELLA SANITÀ Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Decreto ministeriale 1 settembre 1995 Gazzetta Ufficiale 13 ottobre 1995, n. 240 Disciplina dei rapporti tra le strutture pubbliche provviste di servizi trasfusionali

Dettagli

Il Trasporto degli Emocomponenti

Il Trasporto degli Emocomponenti Il Trasporto degli Emocomponenti L esperienza dipartimentale Veronese Augusto Franchetti Scopo della Grida è definire: Le modalità di trasporto di sangue ed emocomponenti omologhi o autologhi: dalle

Dettagli

SIMT-POS 013 Rev 1 VALIDAZIONE EMOCOMPONENTI

SIMT-POS 013 Rev 1 VALIDAZIONE EMOCOMPONENTI 1 Prima Stesura Revisione 1 Redattori: Gasbarri, De Angelis, Rizzo 20/11/2013 04-10-2016 VALIDAZIONE EMOCOMPONENTI Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4 DESCRIZIONE

Dettagli

SIMT-POS 046 ANALISI IMMUNOEMATOLOGICHE Validazione Emocomponenti

SIMT-POS 046 ANALISI IMMUNOEMATOLOGICHE Validazione Emocomponenti 1 Prima Stesura Data: 11-10-2016 edattori: Gasbarri, izzo ANALISI IMMUNOEMATOLOGICHE Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI IFEIMENTO... 2 4 DESCIZIONE ATTIVITÀ... 3 4.11 Flow-Chart...

Dettagli

SIMT-IO 002 POOL-PLT DA BUFFY COAT. Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ RESPONSABILITA BIBLIOGRAFIA INDICATORI... 5

SIMT-IO 002 POOL-PLT DA BUFFY COAT. Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ RESPONSABILITA BIBLIOGRAFIA INDICATORI... 5 Direttore Dr.ssa Tiziana iscaldati 1 Prima Stesura Data: 15/02/2014 edattori: Gasbarri, De Angelis, izzo SIMT-IO 002 POOL-PLT DA BUFFY OAT Indice 1 DESIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 ESPONSABILITA... 4 3 BIBLIOGAFIA...

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 194 DEL 22 MARZO 2016 CONVENZIONE TRA , nella persona del Commissario Straordinario Dott. Vincenzo Viggiani,

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 194 DEL 22 MARZO 2016 CONVENZIONE TRA , nella persona del Commissario Straordinario Dott. Vincenzo Viggiani, ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N 194 DEL 22 MARZO 2016 CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II, Partita IVA n. 06909360635, nella persona del Commissario Straordinario Dott. Vincenzo

Dettagli

SIMT-POS 035 REV 1 TRASPORTO EMC

SIMT-POS 035 REV 1 TRASPORTO EMC 1 SIMT POS 035 REV 1 Trasporto EMC Prima Stesura 16/12/2014 Revisione 1 20102015 Redattori: Gasbarri, Rizzo SIMTPOS 035 REV 1 TRASPORTO EMC Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO G. MARTINO U.O.C. di MEDICINA TRASFUSIONALE Direttore: Prof. C. Micali

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO G. MARTINO U.O.C. di MEDICINA TRASFUSIONALE Direttore: Prof. C. Micali AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO G. MARTINO U.O.C. di MEDICINA TRASFUSIONALE Direttore: Prof. C. Micali LINEE GUIDA DELLE PRESTAZIONI TRASFUSIONALI L.G..n.1 DATA 21/05/10 Indice Pag. ELENCO

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 027 Analisi Immnunoematologiche

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 027 Analisi Immnunoematologiche 1 1 2 1 SCOPO Scopo della presente procedura è quello di illustrare le analisi immunoematologiche che vengono effettuate presso il SIMT andando a descrivere le modalità attraverso le quali vengono gestite.

Dettagli

PERCORSO DI EMOCOMPONENTI IN REGIME DI URGENTISSIMA E DI URGENZA REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI ELENCO ALLEGATI

PERCORSO DI EMOCOMPONENTI IN REGIME DI URGENTISSIMA E DI URGENZA REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI ELENCO ALLEGATI REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, EMISSIONE REDAZIONE TSLB: Antonio De Vito, Pierangela Brescia, Eleonora Amatore, Camilla De Rosa, Monica Bruno, Giuseppe Sinfonia, Albino Mastroianni, Donatella Pace,

Dettagli

Il percorso del sangue: le attività trasfusionali. ANCONA 26/11/2010 Relatore: Gabriele dr. Amadei

Il percorso del sangue: le attività trasfusionali. ANCONA 26/11/2010 Relatore: Gabriele dr. Amadei Il percorso del sangue: le attività trasfusionali ANCONA 26/11/2010 Relatore: Gabriele dr. Amadei Raccolta Sangue: una evoluzione 2 La filiera del Servizio Trasfusionale QuickTime e un decompressore TIFF

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 029 Criteri di Refertazione

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 029 Criteri di Refertazione 1 1 2 1 SCOPO.Scopo della Presente Procedura è quello di indicare i criteri utilizzati presso il laboratorio di Immunoematologia del SIMT di Viterbo 2 CAMPO D APPLICAZIONE La presente procedura si applica

Dettagli

IL SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONALE: REQUISITI GENERALI DELL ORGANIZZAZIONE 19 Maggio 2009

IL SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONALE: REQUISITI GENERALI DELL ORGANIZZAZIONE 19 Maggio 2009 Programma Corso Centro Trasfusionale IL SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONALE: REQUISITI GENERALI DELL ORGANIZZAZIONE 19 Maggio 2009 SESSIONE A ELEMENTI DI INDIRIZZO DIREZIONALE, GESTIONE DEI DOCUMENTI

Dettagli

CONVENZIONE TRA , nella persona del Direttore Generale Prof. Giovanni Persico, LA CASA DI CURA OSPEDALE INTERNAZIONALE

CONVENZIONE TRA , nella persona del Direttore Generale Prof. Giovanni Persico, LA CASA DI CURA OSPEDALE INTERNAZIONALE CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II, Partita IVA n. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof. Giovanni Persico, domiciliato per la carica alla Via Sergio Pansini,

Dettagli

UNITÀ OPERATIVA LABORATORIO ANALISI DIPARTIMENTO SERVIZI

UNITÀ OPERATIVA LABORATORIO ANALISI DIPARTIMENTO SERVIZI UNITÀ OPERATIVA LABORATORIO ANALISI DIPARTIMENTO SERVIZI 1/5 Attività I Laboratori Analisi afferiscono al Dipartimento Servizi dell Azienda USL di Bologna. Essi rispondono a tutte le richieste di esami

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 013 Validazione Emocomponenti

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 013 Validazione Emocomponenti 1 1 2 1 SCOPO Lo scopo della seguente procedura è descrivere le modalità di esecuzione della validazione finale e dell etichettatura degli emocomponenti derivanti dalla donazione di sangue intero o di

Dettagli

PROCEDURE PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA TRASFUSIONE

PROCEDURE PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA TRASFUSIONE A LLEGATO VII PROCEDURE PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA TRASFUSIONE A. Prelievi ematici per indagini immunoematologiche e pre-trasfusionali 1 I campioni di sangue destinati alla tipizzazione eritrocitaria,

Dettagli

SIMT-POS 012 Controlli di Qualità S.I.M.T. Viterbo Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati su Emocomponenti di I e II Livello

SIMT-POS 012 Controlli di Qualità S.I.M.T. Viterbo Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati su Emocomponenti di I e II Livello 1 1 2 1 SCOPO. Lo scopo è quello di verificare in maniera controllata,che gli emocomponenti prodotti nell area di produzione EMC rispondano agli Standard definiti dalla accomandazioni del Consiglio d Europa

Dettagli

La gestione dell Urgenza- Emergenza nei Servizi Trasfusionali alla luce della nuova organizzazione

La gestione dell Urgenza- Emergenza nei Servizi Trasfusionali alla luce della nuova organizzazione VIII Corso Regionale di Formazione per Operatori Centri di Raccolta Sangue La Medicina Trasfusionale verso l Europa Crotone, 9-1 Ottobre 215 La gestione dell Urgenza- Emergenza nei Servizi Trasfusionali

Dettagli

L inserimento del Dirigente Medico e Sanitario Neo-Assunto o Neo-Inserito

L inserimento del Dirigente Medico e Sanitario Neo-Assunto o Neo-Inserito EDAZIONE, APPOVAZIONE, AUTOIZZAZIONE, EMISSIONE EDAZIONE APPOVAZIONE AUTOIZZAZIONE EMISSIONE Dirigente medico Dott.. Gino Bernuzzi Dott. Alessandro Formentini, Direttore S. C. Immunoematologia e Medicina

Dettagli

QUESTIONARIO TECNICO

QUESTIONARIO TECNICO QUESTIONARIO TECNICO 1 DITTA PRODUTTRICE: 2 DITTA DISTRIBUTRICE: 3 ESCLUSIVITA DI PRODUZIONE E/O DI DISTRIBUZIONE DELL APPARECCHIATURA: SI SPECIFICARE: 4 ESCLUSIVITA DI PRODUZIONE E/O DI DISTRIBUZIONE

Dettagli

FORMATO INFORMAZIONI. Data di nascita 18 dicembre 1963 EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE PERSONALI. Pagina 1 - CV di Nicoletta Revelli

FORMATO INFORMAZIONI. Data di nascita 18 dicembre 1963 EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE PERSONALI. Pagina 1 - CV di Nicoletta Revelli FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Revelli Nicoletta Indirizzo Via Olona 8/b - 20097 San Donato Milanese (Milano), Italia Telefono 02/5278478 Fax 02/55181804 E-mail n.revelli@policlinico.mi.it

Dettagli

Discussione esercizio UK NEQAS

Discussione esercizio UK NEQAS Discussione esercizio UK NEQAS 13 R1 Scenari di assegnazione in urgenza Dott. G. Lucania Simt P.O. V. Cervello Palermo Nel corso del 2013 l UK Neqas ha inviato ai centri partecipanti al programma di quality

Dettagli

Ospedale Ca Foncello di Treviso. Anatomia Patologica. Guida ai Servizi

Ospedale Ca Foncello di Treviso. Anatomia Patologica. Guida ai Servizi Ospedale Ca Foncello di Treviso Anatomia Patologica Guida ai Servizi L Unità Operativa Complessa di Anatomia Patologica effettua indagini di laboratorio su campioni di diversa tipologia con lo scopo di

Dettagli

ASSEGNAZIONE E DISTRIBUZIONE EMOCOMPONENTI ALLOGENICI

ASSEGNAZIONE E DISTRIBUZIONE EMOCOMPONENTI ALLOGENICI ASSEGNAZIONE E DISTRIBUZIONE EMOCOMPONENTI ALLOGENICI Gli antigeni gruppo-ematici più importanti da un punto di vista immunologico e trasfusionale sono quelli AB0 ed Rh Test pre-trasfusionali Type: determinazione

Dettagli

ASSESSORATO DELLA SALUTE DIPARTIMENTO PER LE ATTIVITÀ SANITARIE E OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO Servizio 6 Trasfusionale Centro Regionale Sangue

ASSESSORATO DELLA SALUTE DIPARTIMENTO PER LE ATTIVITÀ SANITARIE E OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO Servizio 6 Trasfusionale Centro Regionale Sangue D.D.G. n. 1065/2015 R E P U B B L I C A I T A L I A N A Regione Siciliana ASSESSORATO DELLA SALUTE DIPARTIMENTO PER LE ATTIVITÀ SANITARIE E OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO Servizio 6 Trasfusionale Centro Regionale

Dettagli

IDENTIFICAZIONE E NOTIFICA DELLE REAZIONI E DEGLI EVENTI AVVERSI RELATIVI AL RICEVENTE ED AL DONATORE

IDENTIFICAZIONE E NOTIFICA DELLE REAZIONI E DEGLI EVENTI AVVERSI RELATIVI AL RICEVENTE ED AL DONATORE L'identificazione e la notifica degli effetti indesiderati ed incidenti gravi correlati alla raccolta, al controllo, alla lavorazione, alla conservazione, alla distribuzione e alla trasfusione di emocomponenti

Dettagli

GU n. 240 del

GU n. 240 del DECRETO 1 settembre 1995 MINISTERO DELLA SANITA' Disciplina dei rapporti tra le strutture pubbliche provviste di servizi trasfusionali e quelle pubbliche e private, Accreditate e non accreditate, dotate

Dettagli

SIMT-IO 052 GESTIONE ATTIVITA IN CASO DI BLOCCO DEL SISTEMA GESTIONALE EMONET

SIMT-IO 052 GESTIONE ATTIVITA IN CASO DI BLOCCO DEL SISTEMA GESTIONALE EMONET 1 Prima Stesura Data: 15/02/2014 Redattori: Rizzo, Mastrocola SIMT-IO 052 GESTIONE ATTIVITA IN CASO DI BLOCCO DEL SISTEMA GESTIONALE EMONET Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 5 3 BIBLIOGRAFIA...

Dettagli

L errore trasfusionale ABO Cosa fare e cosa evitare di fare

L errore trasfusionale ABO Cosa fare e cosa evitare di fare L errore trasfusionale ABO Cosa fare e cosa evitare di fare Roma, 27 giugno 2013 è il tipo giusto per me? L'errore trasfusionale ABO: case report Giuseppina Facco Case report Rocce ricche di ferro che

Dettagli

SOMMARIO. N par. Titolo Pag.

SOMMARIO. N par. Titolo Pag. Pag. 1/5 SOMMAIO N par. Titolo Pag. 1. OGGETTO 2. SCOPO 3. CAMPO DI APPLICAZIONE 4. DOCUMENTI DI IFEIMENTO 5. DEFINIZIONI 6. DESCIZIONE ATTIVITÀ E ESPONSABILITÀ 7. PAAMETI DI CONTOLLO 8. STUMENTI DI EGISTAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO PER LA RICHIESTA TRASFUSIONALE URGENTISSIMA

PROTOCOLLO PER LA RICHIESTA TRASFUSIONALE URGENTISSIMA INDICE Pag. 1 di 5 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. PAROLE CHIAVE... 2 3. PERSONALE INTERESSATO... 2 4. MODALITA OPERATIVA... 2 4.1 PREMESSA... 2 4.2 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA... 3 4.2.1 Richiesta

Dettagli

PROTOCOLLO PER LA CORRETTA IDENTIFICAZIONE DEL PAZIENTE

PROTOCOLLO PER LA CORRETTA IDENTIFICAZIONE DEL PAZIENTE STRUTTURA IGIENE OSPEDALIERA E GESTIONE Versione n.01 del 12/03/2009 Pagina 1 di 6 PROTOCOLLO PER LA CORRETTA IDENTIFICAZIONE DEL PAZIENTE Redazione / Aggiornamento Verifica / Approvazione Autorizzazione

Dettagli

La corretta pratica per la terapia trasfusionale

La corretta pratica per la terapia trasfusionale SOMMARIO Pag. 1/11 N par. Titolo Pag. 1. OGGETTO 2 2. SCOPO 2 3. CAMPO DI APPLICAZIONE 2 4. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO 2 5. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI 3 6. DESCRIZIONE ATTIVITÀ E RESPONSABILITÀ 3 7. PARAMETRI

Dettagli

Accesso alla prestazione. Esami microbiologici UTENTI ESTERNI

Accesso alla prestazione. Esami microbiologici UTENTI ESTERNI UTENTI ESTERNI Accesso alla prestazione ORARIO ATTIVITA UO: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 19.00 sabato dalle ore 8.00 alle ore 16.00 domenica e giorni festivi dalle ore 8.00 alle ore 13.00

Dettagli

SIMT-POS 012 Rev1 CONTROLLI DI QUALITA SU EMOCOMPONENTI DI I E II LIVELLO

SIMT-POS 012 Rev1 CONTROLLI DI QUALITA SU EMOCOMPONENTI DI I E II LIVELLO 1 Prima Stesura evisione 1 edattori: Gasbarri, De Angelis, izzo 12/11/2013 30-09-2016 SIMT-POS 012 ev1 CONTOLLI DI QUALITA SU EMOCOMPONENTI DI I E II LIVELLO Indice 1 SCOPO... 1 2 CAMPO D APPLICAZIONE...

Dettagli

IL RUOLO DELL OSTETRICA E MODALITA DI RACCOLTA DEL SANGUE CORDONALE. Ost. Roberta Ciamparini. Dipartimento Materno Infantile ASL VCO

IL RUOLO DELL OSTETRICA E MODALITA DI RACCOLTA DEL SANGUE CORDONALE. Ost. Roberta Ciamparini. Dipartimento Materno Infantile ASL VCO IL RUOLO DELL OSTETRICA E MODALITA DI RACCOLTA DEL SANGUE CORDONALE Ost. Roberta Ciamparini Ost. Enrica Marchetti Ost. Enrica Marchetti Dipartimento Materno Infantile ASL VCO RACCOLTA SANGUE CORDONALE

Dettagli

SIMT-IO 050 SESSIONE DI LAVORO AUTOMATIZZATA MEDIANTE IH-1000

SIMT-IO 050 SESSIONE DI LAVORO AUTOMATIZZATA MEDIANTE IH-1000 1 Prima Stesura Data: 15/02/2014 Redattori: Rizzo, Carone SIMT-IO 050 SESSIONE DI LAVORO AUTOMATIZZATA MEDIANTE IH-1000 Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 5 3 BIBLIOGRAFIA... 5 4 INDICATORI...

Dettagli

Relazione Dr.ssa Rocca. Implicazioni immunoematologiche e trasfusionali evidenziate dallo studio della popolazione dell Africa sub-sahariana

Relazione Dr.ssa Rocca. Implicazioni immunoematologiche e trasfusionali evidenziate dallo studio della popolazione dell Africa sub-sahariana Dr.ssa Rocca Implicazioni immunoematologiche e trasfusionali evidenziate dallo studio della popolazione dell Africa sub-sahariana Etnia e Trasfusione I Pazienti di etnia africana sub-sahariana per l estrema

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO Monitoraggio dei processi e di salute e sicurezza sul lavoro

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO Monitoraggio dei processi e di salute e sicurezza sul lavoro 1. DISTRIBUZIONE A tutti i membri dell organizzazione ING. TOMMASO 2. SCOPO La presente procedura definisce i criteri e le attività necessarie per il monitoraggio della soddisfazione dei Clienti (Utenti,

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 118 DEL 12 MARZO 2014 CONVENZIONE TRA. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof.

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 118 DEL 12 MARZO 2014 CONVENZIONE TRA. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof. ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 118 DEL 12 MARZO 2014 CONVENZIONE TRA L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II, Partita IVA n. 06909360635, nella persona del Direttore Generale Prof. Giovanni Persico,

Dettagli

ASSEGNAZIONE E CONSEGNA EMOCOMPONENTI PER USO CLINICO

ASSEGNAZIONE E CONSEGNA EMOCOMPONENTI PER USO CLINICO Pag. 1 di 30 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 2. PAROLE CHIAVE... 5 3. PERSONALE INTERESSATO... 5 4. MODALITA OPERATIVA... 6 4.1. GENERALITÀ... 6 4.2. PIANIFICAZIONE... 6 4.3. DISPOSITIVI DI

Dettagli

4.10 PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI

4.10 PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI Unione Industriale 55 di 94 4.10 PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI 4.10.1 Generalità Il fornitore deve predisporre e mantenere attive procedure documentate per le attività di prova, controllo e collaudo allo

Dettagli

PROCEDURA TECNICA DI TRASPORTO CAMPIONI BIOLOGICI DAI REPARTI AL LABORATORIO

PROCEDURA TECNICA DI TRASPORTO CAMPIONI BIOLOGICI DAI REPARTI AL LABORATORIO Data di applicazione della procedura Redazione Verifica Approvazione Ruolo Data Firma Ruolo Data Firma Ruolo Data Firma Dirigente 1 livello Dr. M.L. Capuano 18/12/00 Responsabile U.O. Lab. P.O. Dr. R.

Dettagli

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria

REGIONE VENETO / Segreteria regionale Sanità e Sociale- ARSS Agenzia Regionale Sanitaria e Sociosanitaria Lista di verifica REQUITI MINIMI SPECIFICI E DI QUALITA' PER L'AUTORIZZAZIONE 1 - REQUITI STRUTTURALI LABPAT.AU.1.1 I locali e gli spazi sono dimensionati in funzione della tipologia e del volume dell'attività

Dettagli

POIA n. 04 PROTOCOLLO INTERAZIENDALE ACCERTAMENTO DEL TASSO ALCOOLEMICO IN PRONTO SOCCORSO

POIA n. 04 PROTOCOLLO INTERAZIENDALE ACCERTAMENTO DEL TASSO ALCOOLEMICO IN PRONTO SOCCORSO Pagina 1 di 8 Revisione Data Causale 0 20/07/2009 Prima stesura 1 Recepimento nuovo format aziendale Fasi Funzioni Firma Data Resp. UO PS Nottola USL 7 Redazione Resp. UF Laboratorio AOUS Verifica Approvazione

Dettagli

PIANO DI CONVALIDA SIMT-IO 059 PROCESSO DI CONSERVAZIONE DEGLI EMOCOMPONENTI A QUALUNQUE USO SIANO DESTINATI

PIANO DI CONVALIDA SIMT-IO 059 PROCESSO DI CONSERVAZIONE DEGLI EMOCOMPONENTI A QUALUNQUE USO SIANO DESTINATI Prima Stesura Redattori: Gasbarri, Rizzo Data: 08/0/04 PIANO DI CONVALIDA SIMT-IO 059 PROCESSO DI CONSERVAZIONE DEGLI EMOCOMPONENTI A QUALUNQUE USO SIANO DESTINATI Indice DESCRIZIONE ATTIVITÀ... RESPONSABILITA...

Dettagli

6. Popolazione complessiva

6. Popolazione complessiva Registro Nazionale Sangue Riepilogo Regionale Anno 2006 - Regione: LIGURIA Centri '0001 '0002 '0003 Tabella1 '0004 '0006 '0007 '0009 '0010 '0011 '0012 Totale S.MARTINO IMPERIA SAVONA GALLIERA PIETRA L

Dettagli

REQUISITI DEI SISTEMI GESTIONALI INFORMATICI DEI SERVIZI TRASFUSIONALI E DELLE UNITÀ DI RACCOLTA DEL SANGUE E DEGLI EMOCOMPONENTI

REQUISITI DEI SISTEMI GESTIONALI INFORMATICI DEI SERVIZI TRASFUSIONALI E DELLE UNITÀ DI RACCOLTA DEL SANGUE E DEGLI EMOCOMPONENTI A LLEGATO XII REQUISITI DEI SISTEMI GESTIONALI INFORMATICI DEI SERVIZI TRASFUSIONALI E DELLE UNITÀ DI RACCOLTA DEL SANGUE E DEGLI EMOCOMPONENTI Indice 1. Anagrafica donatori... 2. Gestione dei donatori...

Dettagli

SIMT-IO 051 PRENOTAZIONE EMOCOMPONENTI

SIMT-IO 051 PRENOTAZIONE EMOCOMPONENTI 1 Prima Stesura Data: 15/02/2014 Redattori: Rizzo, Carone SIMT-IO 051 PRENOTAZIONE EMOCOMPONENTI Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 5 3 BIBLIOGRAFIA... 5 4 INDICATORI... 5 Stato delle

Dettagli

Corso di Laurea in TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO

Corso di Laurea in TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO Disciplina: ALLERGOLOGIA E IMMUNOLOGIA CLINICA Docente: Prof. Lorenzo MORTARA 1) Reazioni immunopatogene o razioni di ipersensibilità. Classificazione di Gell e Coombs. Reazioni anafilattiche e allergiche

Dettagli

Dipartimento di Patologia Clinica Direttore: Enrica Poggi CARTA DEI SERVIZI

Dipartimento di Patologia Clinica Direttore: Enrica Poggi CARTA DEI SERVIZI Dipartimento di Patologia Clinica Direttore: Enrica Poggi CARTA DEI SERVIZI Unità Operativa Laboratorio Analisi di Fiorenzuola Direttore: Andrea Ballabio AUSL PIACENZA (I edizione - Settembre 2009) 1.

Dettagli

SIMT-IO 010 MISURAZIONE Hb E P.A. Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 4 3 BIBLIOGRAFIA... 4 4 INDICATORI... 5

SIMT-IO 010 MISURAZIONE Hb E P.A. Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 4 3 BIBLIOGRAFIA... 4 4 INDICATORI... 5 1 Prima Stesura Data:14-11-13 Redattori: Mandarello SIMT-IO 010 MISURAZIONE Hb E P.A Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 4 3 BIBLIOGRAFIA... 4 4 INDICATORI... 5 Stato delle Modifiche.

Dettagli

LISTA DI RISCONTRO PER GLI AUDIT INTERNI

LISTA DI RISCONTRO PER GLI AUDIT INTERNI INTEGRATI QUALITA E SICUREZZA Data: Unità Operativa: Cognome e Nome Auditor Firma Personale contattato: Cognome e Nome Ruolo Area/ processi auditati: Considerazioni Complessive Pagina 1 di 9 Modalità di

Dettagli

A.O. S. Giovanni- Addolorata. UOC Medicina Immuno- Trasfusionale. CARTA dei SERVIZI DELLE ATTIVITA TRASFUSIONALI

A.O. S. Giovanni- Addolorata. UOC Medicina Immuno- Trasfusionale. CARTA dei SERVIZI DELLE ATTIVITA TRASFUSIONALI A.O. S. Giovanni- Addolorata UOC Medicina Immuno- Trasfusionale CARTA dei SERVIZI DELLE ATTIVITA TRASFUSIONALI 1. GENERALITA La presente Carta dei Servizi descrive le attività trasfusionali che costituiscono

Dettagli

AVVISO A TUTTI GLI UTENTI A.R.T..A.

AVVISO A TUTTI GLI UTENTI A.R.T..A. AVVISO A TUTTI GLI UTENTI A.R.T..A. Dal mese di giugno 2009 le richieste: e - di accesso in proprio all anagrafe da parte dei rappresentati legali delle aziende - di adesione ai servizi informatici in

Dettagli

I CONTROLLI IMMUNOEMATOLOGICI SUL DONATORE E SUL PRODOTTO. Dr.ssa Loredana Gobbi Medicina Trasfusionale Ancona

I CONTROLLI IMMUNOEMATOLOGICI SUL DONATORE E SUL PRODOTTO. Dr.ssa Loredana Gobbi Medicina Trasfusionale Ancona I CONTROLLI IMMUNOEMATOLOGICI SUL DONATORE E SUL PRODOTTO Dr.ssa Loredana Gobbi Medicina Trasfusionale Ancona 9 maggio 2011 IMMUNOEMATOLOGIA Ricerca e caratterizzazione di: Antigeni eritrocitari che determinano

Dettagli

MyMax PROCEDURA QUALITA Gestione Documenti PQ05a Ed. 0 Rev. 5 Pag. 1 di 8

MyMax PROCEDURA QUALITA Gestione Documenti PQ05a Ed. 0 Rev. 5 Pag. 1 di 8 Immagine TIPO_DOC_01 MyMax PQ05a Ed. 0 Rev. 5 Pag. 1 di 8 1.0 Scopo e campo di applicazione La procedura definisce la gestione dei documenti rilevanti utilizzati per la gestione aziendale. Il Responsabile

Dettagli

SIMT-IO 003 MODALITA OPERATIVA DI CQ

SIMT-IO 003 MODALITA OPERATIVA DI CQ 1 Prima Stesura Data: 15-02/2013 Redattori: Gasbarri, De Agelis, Rizzo SIMT-IO 003 MODALITA OPERATIVA DI CQ Indice 1 DESCRIZIONE ATTIVITÀ... 2 2 RESPONSABILITA... 10 3 BIBLIOGRAFIA... 10 4 INDICATORI...

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASFUSIONALE

DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASFUSIONALE Direttore Generale Dott.ssa Flori Degrassi Regione Lazio DIPARTIMENTO DI MEDICINA TRASFUSIONALE Carta del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Il Servizio di Immunoematologia e Medicina

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 033 Look Back. Data: 20-01-2014

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 033 Look Back. Data: 20-01-2014 1 Prima Stesura Redattori: Cosenza Data: 20-01-2014 1 2 1 SCOPO Lo scopo della presente procedura è specificare i criteri da adottare per l effettuazione di indagini e valutazioni retrospettive relative

Dettagli

L ITER DELLA SACCA DI SANGUE Dalla Raccolta alla Trasfusione. Corso Formativo AVIS Perugia 10 settembre 2011

L ITER DELLA SACCA DI SANGUE Dalla Raccolta alla Trasfusione. Corso Formativo AVIS Perugia 10 settembre 2011 L ITER DELLA SACCA DI SANGUE Dalla Raccolta alla Trasfusione Corso Formativo AVIS Perugia 10 settembre 2011 PREMESSE C è sempre bisogno di sangue per: vittime di incidenti pazienti chirurgici pazienti

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA CAMPIONAMENTO ALIMENTI

ISTRUZIONE OPERATIVA CAMPIONAMENTO ALIMENTI Pagina 1 di 5 ISTRUZIONE OPERATIVA REVISIONE NUMERO DATA REDATTA DA DIR VERIFICATA DA RAQ APPROVATA DA AMM PARAGRAFO REVISIONATO NUMERO MOTIVO 00 15/01/09 Prima emissione 01 15/03/12 5 02 24/01/13 3 02

Dettagli

PER NON DIMENTICARE! SANGUE Raccomandazione n. 5, Marzo 2008 PER LA PREVENZIONE DELLA REAZIONE TRASFUSIONALE DA INCOMPATIBILITÀ AB0

PER NON DIMENTICARE! SANGUE Raccomandazione n. 5, Marzo 2008 PER LA PREVENZIONE DELLA REAZIONE TRASFUSIONALE DA INCOMPATIBILITÀ AB0 PER NON DIMENTICARE! SANGUE Raccomandazione n. 5, Marzo 2008 PER LA PREVENZIONE DELLA REAZIONE TRASFUSIONALE DA INCOMPATIBILITÀ AB0 POTASSIO Raccomandazione n.1, marzo 2008 CORRETTO UTILIZZO DELLE SOLUZIONI

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE

ISTRUZIONI OPERATIVE Prelievo di Organi e Tessuti Pag. 1 Prelievo di organi e tessuti Redazione Approvazione del contenuto Data Funzione Nome Data Funzione Nome 06/11/2013 Dirigente UO Microbiologia Dirigente UO Microbiologia

Dettagli

DM 2 novembre 2015 Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti Allegati V, VI, VII, VIII

DM 2 novembre 2015 Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti Allegati V, VI, VII, VIII DM 2 novembre 2015 Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti Allegati V, VI, VII, VIII Giancarlo Maria Liumbruno Direttore Centro Nazionale Sangue Istituto

Dettagli

Dipartimento di Patologia Clinica Direttore: Enrica Poggi CARTA DEI SERVIZI

Dipartimento di Patologia Clinica Direttore: Enrica Poggi CARTA DEI SERVIZI Dipartimento di Patologia Clinica Direttore: Enrica Poggi CARTA DEI SERVIZI Unità Operativa Laboratorio Analisi di Castel San Giovanni Direttore: Andrea Ballabio AUSL PIACENZA (I edizione- Settembre 2009)

Dettagli

Manuale Utente. Menù iniziale: prenotazione

Manuale Utente. Menù iniziale: prenotazione Manuale Utente Menù iniziale: prenotazione Indice 1 Introduzione... 2 2 Ricercare una prenotazione... 2 3 Stampare un piano di lavoro... 2 4 Inserire una nuova prenotazione... 3 4.1 Ricercare, Inserire

Dettagli

FSH. FASE POST-ANALITICA: I dati ottenuti vengono validati tecnicamente poi clinicamente e quindi firmati digitalmente.

FSH. FASE POST-ANALITICA: I dati ottenuti vengono validati tecnicamente poi clinicamente e quindi firmati digitalmente. FSH MODALITA' DI RICHIESTA: Pazienti interni: tramite modulo interno prestampato. Pazienti esterni: tramite richiesta del medico curante. PREPARAZIONE DEL PAZIENTE ALL'ESAME: Il paziente deve trovarsi

Dettagli

VERBALE ESAMI PERCORSI IeFP

VERBALE ESAMI PERCORSI IeFP Allegato A Regione Campania Logo Istituzione Scolastica/Formativa VERBALE ESAMI PERCORSI IeFP ISTITUZIONE SCOLASTICA/FORMATIVA SEDE COMUNE PROV. PERCORSO /_/ qualifica professionale /_/ diploma professionale

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PO SIMTSV 210/AMB LA TRASFUSIONE DOMICILIARE CONTENUTI DELLA PROCEDURA 1 TITOLO MODIFICHE ALLE REVISIONI PRECEDENTI...

PROCEDURA OPERATIVA PO SIMTSV 210/AMB LA TRASFUSIONE DOMICILIARE CONTENUTI DELLA PROCEDURA 1 TITOLO MODIFICHE ALLE REVISIONI PRECEDENTI... CONTENUTI DELLA PROCEDURA 1 TITOLO...2 2 MODIFICHE ALLE REVISIONI PRECEDENTI...2 3 OBIETTIVO...2 4 AMBITO DI APPLICAZIONE...2 5 RESPONSABILITA...2 6 DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ...3 6.1 PREMESSA... 3 6.2

Dettagli

PIANO PER L UTILIZZO DEL TELELAVORO Stato di attuazione

PIANO PER L UTILIZZO DEL TELELAVORO Stato di attuazione PIANO PER L UTILIZZO DEL TELELAVORO Stato di attuazione (art.9, comma 7 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 recante Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese, convertito in Legge 17 dicembre 2012,

Dettagli

PROCEDURA GESTIONE DOCUMENTI E REGISTRAZIONI

PROCEDURA GESTIONE DOCUMENTI E REGISTRAZIONI REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE RGQ Nome prima stesura Nome prima stesura DIR Nome prima stesura STATO DELLE REVISIONI Nr. Data Redazione Aggiornamento Verifica Approvazione

Dettagli

Venere TS Certificati (Guida operativa)

Venere TS Certificati (Guida operativa) Venere TS Certificati (Guida operativa) 1 ACN2009... 3 1.1 INSTALLAZIONE... 3 1.1.1 Verifiche preliminari... 3 1.1.2 Aggiornamento Venere all ultima versione disponibile... 3 1.1.3 Installazione ACN2009

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UNIVERSITARIO BARI AZIENDA SANITARIA LOCALE BT BARLETTA ANDRIA-TRANI Convenzione per prestazioni di CRIOCONGELAMENTO e CRIOCONSERVAZIONE di cellule staminali

Dettagli

PROCEDURA MAPPATURA SINISTRI

PROCEDURA MAPPATURA SINISTRI Pagina 1 di 14 PROCEDURA MAPPATURA SINISTRI Revisione Prima emissione Data. Descrizione delle modifiche Redazione Verifica Approvazione PR 2- v 0 17-09-14 Pagina 2 di 14 1. Campo di applicazione La presente

Dettagli

Pr.Osp.2/2010. Ricerca del linfonodo sentinella RICERCA DEL LINFONODO SENTINELLA

Pr.Osp.2/2010. Ricerca del linfonodo sentinella RICERCA DEL LINFONODO SENTINELLA Pag. 1 di 2 RICERCA DEL LINFONODO SENTINELLA Rev. n. Data Causale modifica Redatto da: Approvato da: Validato da: Direttore Dip. DSP DSA 01/02/2010 0 10/02/2010 Prima Redazione Chirurgico Il 25/01/2010

Dettagli

PO-TR-006 CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO SANGUE, EMOCOMPONENTI E CAMPIONI DIAGNOSTICI

PO-TR-006 CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO SANGUE, EMOCOMPONENTI E CAMPIONI DIAGNOSTICI Unità emittente SGQ Unità destinataria DIR TAL IMM UdR CQB SGQ BSCS SGA LAB CRIO CAR CR X X X X X X X X X X X X REDATTO Dott. P. A. Accardo 19/02/2014 REVISIONATO Dott.ssa M. Ferraro 07/03/2014 APPROVATO

Dettagli

E TRATTAMENTO DELLE ULCERE DA PRESSIONE PA.GRC.27 E TRATTAMENTO DELLE ULCERE DA PRESSIONE

E TRATTAMENTO DELLE ULCERE DA PRESSIONE PA.GRC.27 E TRATTAMENTO DELLE ULCERE DA PRESSIONE Pag.: 1 di 5 Indice delle revisioni Codice Documento Revisione Data emissione 0 30/05/2011 Firme Redatto Verificato Approvato UO Assicurazione Qualità Referente Sistema Qualità Direttore Sanitario Resp

Dettagli

Codice istruzione GEN-DS-IL-ABO-00

Codice istruzione GEN-DS-IL-ABO-00 Azienda U.S.L. 3 Codice: GEN-DS-IL-ABO-00 Rev. 0.0 Data: 15 /11/07 Pag. 1/1 REVISIONI 1 Rev. Data Redattore/i - firma/e Descrizione 1.0 Definitivo Commenti e osservazioni al documento da ritornare a: Segnalazione

Dettagli

75^ Assemblea Generale AVIS. Corso di formazione. Bergamo, 21 maggio 2011

75^ Assemblea Generale AVIS. Corso di formazione. Bergamo, 21 maggio 2011 75^ Assemblea Generale AVIS Corso di formazione Il percorso di accreditamento alla luce dei requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi per le unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti

Dettagli

Immunoematologia_Scheda tecnica. Il sottoscritto... in qualità di Legale Rappresentante della Ditta... con sede in... DICHIARA

Immunoematologia_Scheda tecnica. Il sottoscritto... in qualità di Legale Rappresentante della Ditta... con sede in... DICHIARA Il sottoscritto...... in qualità di Legale Rappresentante della Ditta.... con sede in.... DICHIARA che relativamente alla fornitura sottostante dell offerta n... del / / Immunoematologia SCHEDA TECNICA

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N.15 ALTA PADOVANA FORNITURA DI SISTEMI DIAGNOSTICI E REAGENTI PER L ESECUZIONE DEGLI ESAMI DI IMMUNOEMATOLOGIA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N.15 ALTA PADOVANA FORNITURA DI SISTEMI DIAGNOSTICI E REAGENTI PER L ESECUZIONE DEGLI ESAMI DI IMMUNOEMATOLOGIA Allegato B/1 REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N.15 ALTA PADOVANA FORNITURA DI SISTEMI DIAGNOSTICI E REAGENTI PER L ESECUZIONE DEGLI ESAMI DI IMMUNOEMATOLOGIA E PER LO STUDIO DEGLI ANTIGENI ERITROCITARI IN BIOLOGIA

Dettagli

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 11685 DEL 20/10/2006 Identificativo Atto n. 992

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 11685 DEL 20/10/2006 Identificativo Atto n. 992 DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 11685 DEL 20/10/2006 Identificativo Atto n. 992 Oggetto: APPROVAZIONE DI UNO SCHEMA-TIPO DI CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI MEDICINA TRASFUSIONALE TRA LA STRUTTURA

Dettagli

LA VIGILANZA SUI DISPOSITIVI MEDICI

LA VIGILANZA SUI DISPOSITIVI MEDICI COMMISSIONE DISPOSITIVI MEDICI LA VIGILANZA SUI DISPOSITIVI MEDICI SEMINARIO UTILIZZO DEI DISPOSITIVI MEDICI NELLE EMERGENZE RESPIRATORIE Sala Convegni Edificio B Pievesestina, Cesena mercoledì 27 maggio

Dettagli

PROCEDURA STANDARDIZZATA PER PREVENIRE IL VERIFICARSI DI ERRORI TRASFUSIONALI. AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

PROCEDURA STANDARDIZZATA PER PREVENIRE IL VERIFICARSI DI ERRORI TRASFUSIONALI. AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta PROCEDURA STANDARDIZZATA PER PREVENIRE IL VERIFICARSI DI ERRORI TRASFUSIONALI A cura della Unità Operativa di Medicina Trasfusionale

Dettagli

U.O.C.Medicina Immunotrasfusionale. Carta dei servizi. Rev.1 del 10/05/13. N.pagg.11. Allegati : n.3

U.O.C.Medicina Immunotrasfusionale. Carta dei servizi. Rev.1 del 10/05/13. N.pagg.11. Allegati : n.3 1 U.O.C.Medicina Immunotrasfusionale Carta dei servizi Rev.1 del 10/05/13. N.pagg.11 Allegati : n.3 Unità Operativa Complessa di Medicina Immunotrasfusionale 2 Il Servizio di Immunoematologia e Medicina

Dettagli

La richiesta di attivazione del software genesender si raggiunge attraverso i link:

La richiesta di attivazione del software genesender si raggiunge attraverso i link: Richiesta attivazione software genesender. La richiesta di attivazione del software genesender si raggiunge attraverso i link: http://www.otiomeopatici.com/genesender http://www.otiterapieinnovative.com/genesender

Dettagli