Modificato a seguito delle prescrizioni contenute nel parere di compatibilità con il P.T.C.P. e dell'accoglimento delle osservazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modificato a seguito delle prescrizioni contenute nel parere di compatibilità con il P.T.C.P. e dell'accoglimento delle osservazioni"

Transcript

1 Comune di Ghedi Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole Norme Tecniche di Attuazione ALLEGATO A Piani di recupero del centro antico Approvato con delibera C.C. n.17 del 06 Aprile 2009 Modificato a seguito delle prescrizioni contenute nel parere di compatibilità con il P.T.C.P. e dell'accoglimento delle osservazioni Settembre 2008 / Aprile 2009 Arch. Marco Garau Arch. Dario Grazioli Arch. Pierfranco Rossetti

2

3 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 1 Premessa Nelle pagine successive sono descritti i Piani di Recupero all interno del perimetro del centro antico del comune di Ghedi. Per gli edifici soggetti a Piano di Recupero di interesse per la realizzazione di attrezzature pubbliche è possibile derogare dalle modalità di intervento e dalle prescrizioni tipologiche previsti nelle N.t.a. del Piano delle Regole, per comprovate esigenze di interesse pubblico. I valori dimensionali complessivi ed i parametri esposti nelle seguenti schede sono da considerarsi di massima, in quanto l Amministrazione si riserva in sede di piano attuativo di apportarvi modifiche previa approvazione da parte del Consiglio Comunale. Come previsto dal vigente quadro normativo, in seguito a rilievi topografici accurati nell ambito della redazione degli Strumenti Attuativi, si potrà procedere a rettifiche dei dati dimensionali e planimetrici dei comparti di intervento. L entità dimensionale delle aree a standard da cedere, secondo quanto contenuto nel paragrafo Obiettivi del Piano di Recupero e Vocazione Funzionale di ciascuna scheda descrittiva, verrà specificata in un apposito capitolo del Piano dei Servizi. All interno di ciascun perimetro di P.r. potrà essere valutata l opportunità di suddividere l intervento in più stralci funzionali o U.m.i. I tempi ed i modi di attuazione potranno essere definiti solo in sede di Piano Esecutivo. QUADRO RIASSUNTIVO TOTALE Piani di Recupero Totale Superficie Fondiaria Totale S.l.p. Esistente Totale Volume Esistente mq mq mc

4

5 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 2 PIANO DI RECUPERO A1 Localizzazione : Via Filzi - Via Bixio - Piazza Roma Superficie fondiaria 1 : mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n. 1 2 piani 216 mq Edificio n. 2 2 piani 142 mq Edificio n. 3 2 piani 174 mq Edificio n. 4 2 piani 187 mq Edificio n. 5 1 piani 98 mq Edificio n. 6 2 piani 167 mq Edificio n. 7 2 piani 721 mq Edificio n. 8 1 / 2 / 3 piani 966 mq Totale : mq S.l.p. Portici 2 : Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : Portici : S.l.p. virtuale aggiuntiva realizzabile 3 : 122 mq mq mc 292 mq mq mq 122 mq 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

6 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 3 Obiettivi del Piano di Recupero : Riqualificazione e ricostituzione dell isolato urbano. Riqualificazione dell edificio Fondazione Sorelle Lapasini. Ricostituzione della cortina edilizia fronteggiante Piazza Roma. Realizzazione di parcheggi pubblici e privati. Realizzazione all interno dell isolato di una corte pubblica passante con negozi e parcheggi, che consenta il collegamento ciclo pedonale fra via Bixio, via Filzi e Piazza Roma. Vocazione funzionale : Terziaria e Commerciale - pari a 2/3 della S.l.p. totale Resideziale - pari a 1/3 della S.l.p. totale Parcheggio Pubblico, anche interrato La quota di suddivisione fra le diverse vocazioni funzionali potrà subire variazioni in sede di Piano Attuativo per una quantità massima pari ad 1/5 della S.l.p. totale. Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente. E consentita la demolizione e ricostruzione degli edifici lungo via Filzi, con il fine di favorire l allargamento della sede stradale. Gli edifici demoliti possono venir ricostruiti con fronte arretrato e piano terreno adibito a portico passante continuo che renda possibile l accesso all isolato lungo tutto il fronte della via. Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 50% della volumetria esistente, come da quantità riportate nella Scheda Metrica allegata. L attribuzione di tali incentivi sarà valutata in relazione a : - qualità architettonica e morfologica degli edifici e degli spazi aperti di progetto - qualità e quantità degli spazi pubblici oggetto di cessione - aderenza a quanto esposto nel paragrafo Obiettivi del Piano di Recupero

7 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 4 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

8 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 5 Unione mappe catastali - Scala 1:500

9 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 6

10 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 7

11 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 8 PIANO DI RECUPERO A2 Localizzazione : Via Garibaldi - Via Novembre - Roggia Chiès Superficie fondiaria 1 : 990 mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n. 7 2 piani mq Edificio n. 6 1 piano 94 mq Totale : mq S.l.p. Portici 2 : Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : 0 mq mq mc 0 mq 672 mq 318 mq 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

12 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 9 Obiettivi del Piano di Recupero : Demolizione dell edificio inutilizzato esistente o sua ristrutturazione per la realizzazione di uno spazio destinato ad attività commerciali-ricettive-terziarie. Realizzazione di parcheggi pubblici e privati. In caso di demolizione e ricostruzione, l edificio andrà preferibilmente allineato alla cortina edilizia esistente lungo via IV Novembre. Vocazione funzionale : Resideziale - pari a 2/3 della S.l.p. totale Commerciale-Ricettiva e Terziaria - pari a 1/3 della S.l.p. totale Parcheggio Pubblico, anche interrato La quota di suddivisione fra le diverse vocazioni funzionali potrà subire variazioni in sede di Piano Attuativo per una quantità massima pari ad 1/5 della S.l.p. totale. Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente. Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 50% della volumetria esistente, come da quantità riportate nella Scheda Metrica allegata. L attribuzione di tali incentivi sarà valutata in relazione a : - qualità architettonica e morfologica degli edifici e degli spazi aperti di progetto - qualità e quantità degli spazi pubblici oggetto di cessione - aderenza a quanto esposto nel paragrafo Obiettivi del Piano di Recupero

13 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 10 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

14 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 11 Unione mappe catastali - Scala 1:500

15 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 12

16 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 13

17 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 14 PIANO DI RECUPERO A3 Localizzazione : Via Garibaldi Superficie fondiaria 1 : mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n piani 184 mq Edificio n piani 250 mq Edificio n piani 296 mq Edificio n piani 114 mq Totale : 845 mq S.l.p. Portici : Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : Portici : S.l.p. virtuale aggiuntiva realizzabile 3 : 245 mq mq mc 41 mq 708 mq mq 158 mq *Area oggetto di possibile cessione a titolo di compensazione per il P.R. A11 ( vedi scheda P.R.A11 ) * 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

18 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 15 Obiettivi del Piano di Recupero : Reperimento di aree e spazi aperti per l ampliamento del plesso scolastico esistente di Via Baracca. Se compatibile con le funzioni didattiche si dovrà mantenere e risanare la Corte Rurale esistente. Ricostituzione della cortina edilizia fronteggiante Via Garibaldi. Realizzazione di parcheggi pubblici. Realizzazione di marciapiede e pista ciclabile lungo Via Garibaldi. Vocazione funzionale : Servizi di interesse pubblico Parcheggi Pubblici e Privati, anche interrati Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 100% della volumetria esistente, misurata secondo la Scheda Metrica allegata. Il quantitativo volumetrico oggetto di incentivazione e/o compensazione verrà definito in sede di convenzione, sulla base della qualità, della quantità e della finitura degli spazi pubblici oggetto di cessione.

19 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 16 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

20 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 17 Unione mappe catastali - Scala 1:500

21 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 18

22 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 19

23 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 20 PIANO DI RECUPERO A4 Localizzazione : Via Garibaldi - Via Canossi Superficie fondiaria 1 : mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n piani 626 mq Edificio n. 27 Annesso Totale : 626 mq S.l.p. Portici : Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi ed (Edificio n.27) : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : Portici : S.l.p. virtuale aggiuntiva realizzabile 3 : 51 mq 677 mq mc 153 mq 517 mq mq 51 mq 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

24 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 21 Obiettivi del Piano di Recupero : Reperimento di aree e spazi aperti per l ampliamento del plesso scolastico esistente di Via Baracca. Se compatibile con le funzioni didattiche si dovrà mantenere e risanare l edificio rurale esistente. Realizzazione di parcheggi pubblici. Realizzazione di marciapiede e pista ciclabile lungo Via Garibaldi. Vocazione funzionale : Servizi di interesse pubblico Parcheggi Pubblici e Privati, anche interrati Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 100% della volumetria esistente, misurata secondo la Scheda Metrica allegata. Il quantitativo volumetrico oggetto di incentivazione e/o compensazione verrà definito in sede di convenzione, sulla base della qualità, della quantità e della finitura degli spazi pubblici oggetto di cessione.

25 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 22 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

26 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 23 Unione mappe catastali - Scala 1:500

27 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 24

28 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 25

29 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 26 PIANO DI RECUPERO A5 Localizzazione : Via XXV Maggio - Via Gorizia Superficie fondiaria 1 : mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n. 6 2 piani 324 mq Edificio n. 7 2 piani 69 mq Edificio n. 8 2 piani 109 mq Edificio n piani 379 mq Edificio n piani 152 mq Edificio n piani 347 mq Totale : mq S.l.p. Portici : Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : Portici : S.l.p. virtuale aggiuntiva realizzabile 3 : 231 mq mq mc 74 mq 994 mq mq 231 mq 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

30 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 27 Obiettivi del Piano di Recupero : Riqualificazione e Risanamento degli edifici e dei relativi spazi aperti di pertinenza. Mantenimento della cortina edilizia fronteggiante via XXI Maggio. Realizzazione di parcheggi pubblici e privati. Realizzazione all interno dell isolato di una corte pubblica passante con negozi e parcheggi, che consenta il collegamento ciclo pedonale fra via Gorizia e via XXI Maggio. Vocazione funzionale : Resideziale - pari a 2/3 della S.l.p. totale Commerciale-Ricettiva - pari a 1/3 della S.l.p. totale Parcheggio Pubblico, anche interrato La quota di suddivisione fra le diverse vocazioni funzionali potrà subire variazioni in sede di Piano Attuativo per una quantità massima pari ad 1/5 della S.l.p. totale. Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 50% della volumetria esistente, come da quantità riportate nella Scheda Metrica allegata. L attribuzione di tali incentivi sarà valutata in relazione a : - qualità architettonica e morfologica degli edifici e degli spazi aperti di progetto - qualità e quantità degli spazi pubblici oggetto di cessione - aderenza a quanto esposto nel paragrafo Obiettivi del Piano di Recupero

31 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 28 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

32 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 29 Unione mappe catastali - Scala 1:500

33 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 30

34 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 31

35 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 32 PIANO DI RECUPERO A6 Localizzazione : Via Carlo Alberto - Via Repubblica - Roggia Chiès Superficie fondiaria 1 : mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n. 1 2 piani 159 mq Edificio n. 2 2 piani 264 mq Edificio n. 4 2 piani 283 mq Edificio n. 5 2 piani 516 mq Edificio n. 7 1 piano 127 mq Edificio n piani 54 mq Edificio n piano 94 mq Edificio n piano 488 mq Totale : mq S.l.p. Portici : Totale : 528 mq Edificio n mq Edificio n mq Altri Edifici 304 mq Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : Portici : S.l.p. virtuale aggiuntiva realizzabile 3 : mq mc 64 mq mq mq 206 mq 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

36 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 33 Obiettivi del Piano di Recupero : Risanamento degli edifici lungo via Repubblica e via Carlo Alberto e dei relativi spazi aperti di pertinenza. Riqualificazione del lavatoio di via Repubblica. Riqualificazione del tracciato del vaso Chiès e realizzazione di pista ciclo-pedonale di collegamento fra via Repubblica e via Dante. Realizzazione di parcheggi pubblici e privati. Vocazione funzionale : Resideziale - pari a 2/3 della S.l.p. totale Commerciale-Ricettiva eterziaria - pari a 1/3 della S.l.p. totale Pista ciclo-pedonale lungo il tracciato del vaso Chiès La quota di suddivisione fra le diverse vocazioni funzionali potrà subire variazioni in sede di Piano Attuativo per una quantità massima pari ad 1/5 della S.l.p. totale. Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 50% della volumetria esistente, come da quantità riportate nella Scheda Metrica allegata. L attribuzione di tali incentivi sarà valutata in relazione a : - qualità architettonica e morfologica degli edifici e degli spazi aperti di progetto - qualità e quantità degli spazi pubblici oggetto di cessione - aderenza a quanto esposto nel paragrafo Obiettivi del Piano di Recupero

37 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 34 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

38 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 35 Unione mappe catastali - Scala 1:500

39 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 36

40 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 37

41 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 38 PIANO DI RECUPERO A7 Localizzazione : Via Carlo Alberto - Palestra Via Manzoni Superficie fondiaria 1 : 725 mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n piani 345 mq Totale : 690 mq S.l.p. Portici : Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : 0 mq 690 mq mc 0 mq 345 mq 380 mq 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

42 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 39 Obiettivi del Piano di Recupero : Demolizione del capannone esistente o sua ristrutturazione per la realizzazione di uno spazio destinato ad attività commerciali-ricettive-terziarie. Realizzazione di parcheggi pubblici e privati su retro del lotto. In caso di demolizione e ricostruzione, l edificio andrà preferibilmente allineato alla cortina edilizia esistente lungo via IV Novembre. Realizzazione di collegamento ciclo-pedonale con l area della palestra di via Manzoni ( P.r. B3 e B4) lungo il vicolo esistente perpendicolare a via Carlo Alberto. Vocazione funzionale : Resideziale - pari a 2/3 della S.l.p. totale Commerciale e Terziaria - pari a 1/3 della S.l.p. totale Parcheggio Pubblico, anche interrato La quota di suddivisione fra le diverse vocazioni funzionali potrà subire variazioni in sede di Piano Attuativo per una quantità massima pari ad 1/5 della S.l.p. totale. Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 50% della volumetria esistente, come da quantità riportate nella Scheda Metrica allegata. L attribuzione di tali incentivi sarà valutata in relazione a : - qualità architettonica e morfologica degli edifici e degli spazi aperti di progetto - qualità e quantità degli spazi pubblici oggetto di cessione - aderenza a quanto esposto nel paragrafo Obiettivi del Piano di Recupero

43 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 40 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

44 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 41 Unione mappe catastali - Scala 1:500

45 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 42

46 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 43

47 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 44 PIANO DI RECUPERO A8 Localizzazione : Via Marconi - Via Paradiso Superficie fondiaria 1 : mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n piani 810 mq Totale : mq Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : mq mc 810 mq mq AREA DI INTERESSE PER SERVIZI PUBBLICI ( Vedi planimetria ) : mq 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

48 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 45 Obiettivi del Piano di Recupero : Reperimento di aree per la realizzazione di Parchegi Pubblici o Attrezzature Pubbliche. L area oggetto di cessione è quella evidenziata nelle planimetrie allegate. Vocazione funzionale : Parcheggi Pubblici e Privati, anche interrati Servizi di interesse pubblico Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 50% della volumetria esistente, misurata secondo la Scheda Metrica allegata. Il quantitativo volumetrico oggetto di incentivazione e/o compensazione verrà definito in sede di convenzione, sulla base della qualità, della quantità e della finitura degli spazi pubblici oggetto di cessione.

49 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 46 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

50 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 47 Unione mappe catastali - Scala 1:500

51 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 48

52 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 49

53 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 50 PIANO DI RECUPERO A9 Ampliamento P.i.i. B11 Localizzazione : Via Palazzo Superficie fondiaria 1 : mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n piani 366 mq Edificio n piani 266 mq Edificio n piani 338 mq Totale : mq S.l.p. Portici : Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : 0 mq mq mc 58 mq 542 mq 646 mq 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

54 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 51 Obiettivi del Piano di Recupero : Reperimento di aree e spazi aperti per l ampliamento del plesso scolastico esistente di Via Baracca. Ricostituzione della cortina edilizia fronteggiante Via Palazzo. Vocazione funzionale : Servizi di interesse pubblico Parcheggi Pubblici e Privati, anche interrati Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 100% della volumetria esistente, misurata secondo la Scheda Metrica allegata. Il quantitativo volumetrico oggetto di incentivazione e/o compensazione verrà definito in sede di convenzione, sulla base della qualità, della quantità e della finitura degli spazi pubblici oggetto di cessione.

55 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 52 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

56 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 53 Unione mappe catastali - Scala 1:500

57 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 54

58 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 55

59 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 56 PIANO DI RECUPERO Localizzazione : A10 Via Cavour Superficie fondiaria 1 : mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n. 8 2 piani 328 mq Edificio n. 9 2 piani 430 mq Edificio n piani 177 mq Totale : mq S.l.p. Portici : Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : Portici : S.l.p. virtuale aggiuntiva realizzabile 3 : 406 mq mq mc 0 mq 873 mq 838 mq 406 mq 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

60 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 57 Obiettivi del Piano di Recupero : Riqualificazione e risanamento della corte rurale esistente. Mantenimento della cortina edilizia fronteggiante Piazza Roma. Realizzazione di parcheggi pubblici e privati. Vocazione funzionale : Resideziale - pari a 2/3 della S.l.p. totale Commerciale eterziaria - pari a 1/3 della S.l.p. totale Parcheggio Pubblico, anche interrato La quota di suddivisione fra le diverse vocazioni funzionali potrà subire variazioni in sede di Piano Attuativo per una quantità massima pari ad 1/5 della S.l.p. totale. Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente Criteri di negoziazione : Incentivazione volumetrica e/o compensazione volumetrica fino ad un totale massimo pari al 50% della volumetria esistente, come da quantità riportate nella Scheda Metrica allegata. L attribuzione di tali incentivi sarà valutata in relazione a : - qualità architettonica e morfologica degli edifici e degli spazi aperti di progetto - qualità e quantità degli spazi pubblici oggetto di cessione - aderenza a quanto esposto nel paragrafo Obiettivi del Piano di Recupero

61 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 58 Estratto Catastale Fg. - Scala 1:1.000

62 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 59 Unione mappe catastali - Scala 1:500

63 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 60

64 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 61

65 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 62 PIANO DI RECUPERO Localizzazione : A11 Via Garibaldi Superficie fondiaria 1 : mq S.l.p. Edifici esistenti 2 : Edificio n piani 474 mq Edificio n piani 354 mq Totale : 828 mq S.l.p. Portici : Totale : 126 mq Edificio n mq Totale S.l.p. esistente : Volume esistente ( h v =2,70 m) : Annessi : Totale Superficie Coperta : Cortili-corti-spazi aperti : Portici : S.l.p. virtuale aggiuntiva realizzabile 3 : 954 mq mc 0 mq 540 mq mq 126 mq *Area minima oggetto di cessione per servizi pubblici : 670 mq *Area P.R.3 oggetto di cessione a titolo di compensazione ( vedi criteri di negoziazione ) * * 1 La superficie fondiaria è stata misurata sulle planimetrie catastali. Risente quindi delle relative incertezze metriche e delle relativa carenza di aggiornamenti. 2 La Superficie Lorda di Pavimento è equiparata alla Superficie Coperta desunta dalle mappe catastali e moltiplicata per il numero di piani da rilievo. I portici vengono calcolati come s.l.p. in virtù del loro possibile tamponamento e quindi trasformazione in superficie utile, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche del Centro Antico attualmente in vigore. 3 La S.l.p. virtuale dei portici include i possibili nuovi orizzontamenti realizzabili nell altezza utile rilevata. Tale S.l.p. nelle presenti schede non concorre al calcolo del Volume Esistente soggetto ad Incentivazione e/o Compensazione Volumetrica.

66 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 63 Obiettivi del Piano di Recupero : Reperimento di aree e spazi aperti per l ampliamento del plesso scolastico esistente di Via Baracca. L area minima oggetto di cessione è evidenziata nelle planimetrie allegate. Vocazione funzionale : Servizi di interesse pubblico Resideziale Indici urbanistici e Modalità d intervento : Mantenimento della volumetria esistente Criteri di negoziazione : La cessione al Comune della poszione di area aconfinante con il plesso scolastico di via Baracca, evidenziata con un asterisco rosso nella planimetria allegata alla pagina precedente, è sottoposta alla cessione, a titolo di compensazione, della porzione di area ed annesso fabbricato inclusa nel P.R. A3 ed identificata con asteriscoblu nella planimetria allegata alla pagina precedente.

67 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 64

68 Comune di Ghedi - Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio - Piano delle Regole - Norme Tecniche di Attuazione - ALLEGATO A - Pag. 65

Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D. Piani di Recupero in Ambito N

Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D. Piani di Recupero in Ambito N Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D Piani di Recupero in Ambito N Approvato con delibera C.C. n.59

Dettagli

Piano delle Regole. Norme Tecniche di Attuazione. Allegato A. Ambiti di completamento a SLP definita

Piano delle Regole. Norme Tecniche di Attuazione. Allegato A. Ambiti di completamento a SLP definita Comune di Serle Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole Norme Tecniche di Attuazione Allegato A Ambiti di completamento a SLP definita Approvato con delibera C.C. n.15 del

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE

PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE STIMA DEGLI EDIFICI E DELLE AREE PERTINENZIALI DELLA SCUOLA PRIMARIA DEL CAPOLUOGO Pagina 1 di 32 INDICE 1 - PREMESSA... 3 2 - DESCRIZIONE DEI BENI OGGETTO

Dettagli

P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34

P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34 P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34 Ricostruzione dell'isolato di via Frigia - via Capelli attraverso la realizzazione di nuova residenza, attività commerciali e un parcheggio pubblico; creazione

Dettagli

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento

Figura 1 - Inquadramento lotto d'intervento Indice 1. Inquadramento...2 2. Consistenza degli edifici esistenti...4 3. Regole urbanistiche e ambientali...4 4. Assetto planivolumetrico...6 5. Ubicazione e descrizione dell'area...6 6. Opere di urbanizzazione

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia)

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO RELATIVO ALL AREA RICOMPRESA TRA LE VIE GRAMSCI, MAZZINI, BANFI, ED IL CONFINE COL TERRITORIO COMUNALE DI CAVA MANARA

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione:

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione: INDICE SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. PAG. 1 INTERVENTI PREVISTI PAG. 1 PROIEZIONE COSTI COMPLESSIVI AI FINI DELL ATTUAZIONE DEL P.I.I. A CURA DEL SOGGETTO ATTUATORE PAG. 2 QUANTIFICAZIONE DELLE CONVENIENZE

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI CONSISTENZA

SCHEDA TECNICA DI CONSISTENZA SCHEDA TECNICA DI CONSISTENZA CONSISTENZA IMMOBILE DI VIA G. BANDI N 15 ATTUALE SEDE DELLE ATTIVITA DIREZIONALI DELL AZIENDA AMBIENTALE DI PUBBLICO SERVIZIO OHSAS 18001 Livorno, li 19 ottobre 2009 UFFICIO

Dettagli

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Committente: Ferrari Vittorio e Rebellato Maria Bertilla Via

Dettagli

Schede delle aree di trasformazione MODIFICATA A SEGUITO DELLE CONTRODEDUZIONI

Schede delle aree di trasformazione MODIFICATA A SEGUITO DELLE CONTRODEDUZIONI Schede delle aree di trasformazione MODIFICATA A SEGUITO DELLE CONTRODEDUZIONI Novembre 2012 INDICE Nuove aree di trasformazione... 3 Ambito A - Residenziale e Commerciale... 4 Ambito B - Residenziale

Dettagli

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono:

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono: allegato A Relazione tecnica SUAP1 In data 18/06/2011, prot 6146, è stata presentata da parte di Terruzzi Fercalx spa, istanza volta all ottenimento del permesso di costruire per la realizzazione di un

Dettagli

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO

CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO CITTA DI GORGONZOLA PROVINCIA DI MILANO SETTORE GESTIONE E PIANIFICAZIONE URBANISTICA SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Piazza Giovanni XXIII, n. 6 DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PREMESSA Ai

Dettagli

Norme Tecniche di Attuazione Allegato C

Norme Tecniche di Attuazione Allegato C (Aggiornamento 31.03.2004) Variante al P.R.G.C. di adeguamento alla normativa in materia commerciale approvata con delibera di Consiglio Comunale n 145 del 27.11.2003 ART. 1 - DISPOSIZIONI GENERALI Norme

Dettagli

Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco - delle Corti RELAZIONE ECONOMICA

Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco - delle Corti RELAZIONE ECONOMICA Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco - delle Corti RELAZIONE ECONOMICA Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile

Dettagli

5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3. ART.1 Limite di massima edificazione

5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3. ART.1 Limite di massima edificazione 5.1- LE NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO NORMATIVO 4/3 ART.1 Limite di massima edificazione Per questa parte di zona appositamente delimitata, vale esattamente questo piano con le relative norme di attuazione.

Dettagli

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO MODIFICA AL PROGRAMMA DI EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE AI SENSI ART. 51 L. 865/71 AREA EX-CASERMETTE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 94 DEL 18/12/2009 RELAZIONE

Dettagli

STIMA SINTETICA E DEFINIZIONE DELLA RESIDUA CAPACITA EDIFICATORIA TERRENO OSTRA

STIMA SINTETICA E DEFINIZIONE DELLA RESIDUA CAPACITA EDIFICATORIA TERRENO OSTRA STIMA SINTETICA E DEFINIZIONE DELLA RESIDUA CAPACITA EDIFICATORIA TERRENO OSTRA 1 Superficie Fondiaria relativa al lotto 2: mq. 1584,00 composto da Foglio 16 particella 925 di mq. 650 Foglio 16 particella

Dettagli

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo 1. L area disciplinata dal presente Piano Particolareggiato è quella perimetrata nella cartografia del R.U. vigente nel Comune di Colle VE ed identificata

Dettagli

- Disciplina dei rapporti tra lottizzanti-

- Disciplina dei rapporti tra lottizzanti- - Disciplina dei rapporti tra lottizzanti- Il P.A.r.17a come si evince dalla relativa scheda allegata è derivante dalla suddivisione del P.A.r.17 in due lottizzazioni separate approvate in variante al

Dettagli

COMUNE DI MODENA PIANO DI RECUPERO

COMUNE DI MODENA PIANO DI RECUPERO COMUNE DI MODENA 2005 PIANO DI RECUPERO Piano di Recupero di iniziativa pubblica -VARIANTE -"EX CINEMA ODEON Tav. L Adottato con Del. Di C.C. N.48 del 04-07-2005 NORME URBANISTICHE ED EDILIZIE VARIANTE

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDAIO REGOLAMENTO URBANISTICO

COMUNE DI MONTESCUDAIO REGOLAMENTO URBANISTICO COMUNE DI MONTESCUDAIO REGOLAMENTO URBANISTICO Variante di manutenzione con procedura semplificata ai sensi art. 30 L.R. 65/14 Responsabile del procedimento: Arch. Paola Pollina Responsabile Area Tecnica

Dettagli

DISCIPLINA URBANISTICA ED EDILIZIA INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI

DISCIPLINA URBANISTICA ED EDILIZIA INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI Comune di Cisano B.sco Piano dei Servizi Disciplina degli interventi COMUNE DI CISANO BERGAMASCO DISCIPLINA DEL PIANO DEI SERVIZI DISCIPLINA URBANISTICA ED EDILIZIA INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI

Dettagli

NUCLEI DI ANTICA FORMAZIONE - AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE N 2: Piano di Recupero N 3 Albergo Trieste - via San Rocco

NUCLEI DI ANTICA FORMAZIONE - AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE N 2: Piano di Recupero N 3 Albergo Trieste - via San Rocco NUCLEI DI ANTICA FORMAZIONE - AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE N 2: Piano di Recupero N 3 Albergo Trieste - via San Rocco ORTOFOTO PLANIMETRIA AEROFOTOGRAMETRICA (scala 1:1000) Nuclei di antica formazione Criteri

Dettagli

COMUNE DI PRATO PIANO DI RECUPERO RELATIVO AD UN COMPLESSO IMMOBILIARE UBICATO IN VIA S.GONDA

COMUNE DI PRATO PIANO DI RECUPERO RELATIVO AD UN COMPLESSO IMMOBILIARE UBICATO IN VIA S.GONDA COMUNE DI PRATO PIANO DI RECUPERO RELATIVO AD UN COMPLESSO IMMOBILIARE UBICATO IN VIA S.GONDA Proprietà : COOP. S. GONDA. Progetto : Arch. Alessio Cantini Arch. Marco Benassai Ing. Sirio Chilleri RELAZIONE

Dettagli

ambito A Villa Don Bosco Mq. superficie volumetria Superficie territoriale e in cessione al Comune Mq. 69.760,00

ambito A Villa Don Bosco Mq. superficie volumetria Superficie territoriale e in cessione al Comune Mq. 69.760,00 RELAZIONE ECONOMICA 1) Ambito e contenuti dell intervento L intervento proposto riguarda un programma integrato di intervento che prevede la cessione al Comune di Triuggio della villa Don Bosco e del relativo

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RELAZIONE

COMUNE DI PALERMO RELAZIONE COMUNE DI PALERMO PROGETTO DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE. MONDELLO VIA DEIANIRA REDATTO AI SENSI DEL COMMA A ART.12 DELLE N.D.A. DEL P.R.G., RICADENTE IN Z.T.O. CB. RELAZIONE Proprietario: Sig. Maria Carolina

Dettagli

IL DE/REGOLAMENTO EDILIZIO DI FIRENZE: LE REGOLE PER ABUSARE?

IL DE/REGOLAMENTO EDILIZIO DI FIRENZE: LE REGOLE PER ABUSARE? Comitati dei Cittadini Firenze - comitatideicittadini@email.it Comitato Ex Panificio Militare coexpami@libero.it www.coexpami.it IL DE/REGOLAMENTO EDILIZIO DI FIRENZE: LE REGOLE PER ABUSARE? Firenze, 28

Dettagli

Piano Regolatore Generale NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO 2. Schede urbanistiche relative alle Unità Minime di Intervento

Piano Regolatore Generale NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO 2. Schede urbanistiche relative alle Unità Minime di Intervento COMUNE DI CESSALTO Provincia di Treviso Piano Regolatore Generale NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO 2 Schede urbanistiche relative alle Unità Minime di Intervento Aggiornamento novembre 2006 N.B.:

Dettagli

Studio Tecnico Barbero Associati

Studio Tecnico Barbero Associati Dott. Arch. Luigi Barbero Dott. Ing. Arch. Giuseppe Barbero Spett.le Comune di Valenza OGGETTO: Relazione tecnico-illustrativa dell area a Valenza, SUE C25 del PRGC. L area SUE C25, oggetto del presente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. del REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE

Dettagli

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 6 Comparti sottoposti a ristrutturazione edilizia

Dettagli

( testo attuale e modificato)

( testo attuale e modificato) C O M U N E d i C R E S P I N A Servizi al Territorio Variante al Regolamento Urbanistico - Modifica alle Norme Tecniche di Attuazione relative agli impianti e aree cimiteriali ( articoli 61 e 66 ) ( testo

Dettagli

PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1

PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1 COMUNE DI VEDANO OLONA PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE A1 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA INQUADRAMENTO URBANISTICO GENERALE Il PIANO ATTUATIVO AMBITO DI TRASFORMAZIONE COMMERCIALE

Dettagli

PIANO DEI SERVIZI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

PIANO DEI SERVIZI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART.6 ART.7 PIANO DEI SERVIZI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE RIFERIMENTI NORMATIVI MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ATTREZZATURE PUBBLICHE E DI INTERESSE PUBBLICO

Dettagli

159 - Zenit S.r.l. Treviso Piano di Lottizzazione C2/32 _ VARIANTE Località Marocco Mogliano Veneto (TV) NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

159 - Zenit S.r.l. Treviso Piano di Lottizzazione C2/32 _ VARIANTE Località Marocco Mogliano Veneto (TV) NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ART. 1 - Oltre ai contenuti prescrittivi delle Tavv. 3 e 4 tutti gli interventi compresi nel perimetro del Piano di Lottizzazione sono soggetti alle norme di cui ai successivi articoli. ART. 2 - Ai fini

Dettagli

COMUNE DI BERGAMO ALLEGATO 5 - PROPOSTA TECNICA DI CONTRODEDUZIONE AREA POLITICHE DEL TERRITORIO DIREZIONE PIANIFICAZIONE URBANISTICA

COMUNE DI BERGAMO ALLEGATO 5 - PROPOSTA TECNICA DI CONTRODEDUZIONE AREA POLITICHE DEL TERRITORIO DIREZIONE PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNE DI BERGAMO BE RGAMO AREA POLITICHE DEL TERRITORIO DIREZIONE PIANIFICAZIONE URBANISTICA CI E TT A DEI MILL DIRIGENTE RESPONSABILE DI DIREZIONE ARCH. DARIO TADE GRUPPO DI LAVORO ARCH. DARIO TADE ARCH.

Dettagli

Al SETTORE EDILIZIA URBANISTICA SUAP Pratica n. / del COMUNE di CORNATE D ADDA

Al SETTORE EDILIZIA URBANISTICA SUAP Pratica n. / del COMUNE di CORNATE D ADDA Protocollo Marca da bollo Al SETTORE EDILIZIA URBANISTICA SUAP Pratica n. / del COMUNE di CORNATE D ADDA _I_ sottoscritt : RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE ai sensi dell art. 10 del D.P.R. 380/01 (Testo

Dettagli

Art. 3 Elaborati di piano... 2. Art. 6 Dati di piano... 5

Art. 3 Elaborati di piano... 2. Art. 6 Dati di piano... 5 SOMMARIO Art. 1 Campo di applicazione... 2 Art. 2 Ambito del Piano Urbanistico Attuativo... 2 Art. 3 Elaborati di piano... 2 Art. 4 Convenzione attuativa... 3 Art. 5 Modalità di intervento... 3 Art. 6

Dettagli

Ufficio Tecnico Comunale

Ufficio Tecnico Comunale COMUNE di LEIVI Provincia di Genova Via IV Novembre, n.1 16040 LEIVI Tel.0185.319033 + Fax.0185.319569 ufficio tecnico@comune.leivi.ge.it Ufficio Tecnico Comunale REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI

Dettagli

Immobile sito in Milano, via Battista De Rolandi 8 INDICAZIONI URBANISTICHE

Immobile sito in Milano, via Battista De Rolandi 8 INDICAZIONI URBANISTICHE Immobile sito in Milano, via Battista De Rolandi 8 INDICAZIONI URBANISTICHE 1 PREMESSA. Il sottoscritto arch. Luca Oppio su incarico della Proprietà del compendio immobiliare in Milano, via Battista De

Dettagli

PIANO ATTUATIVO : intervento di edilizia residenziale da attuarsi in via Amilcare Ponchielli ALLEGATI 01: RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ECONOMICA

PIANO ATTUATIVO : intervento di edilizia residenziale da attuarsi in via Amilcare Ponchielli ALLEGATI 01: RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ECONOMICA PIANO ATTUATIVO : intervento di edilizia residenziale da attuarsi in via Amilcare Ponchielli Lottizzanti: Proprieta': Caprotti Emilia Procuratori Marina Strazzeri, Franco Flavio Strazzeri, ALLEGATI 01:

Dettagli

SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE

SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE SCHEDE DESCRITTIVE AREE DEGRADATE In adeguamento al Regolamento n.1 di attuazione della legge regionale n. 50/2012, articolo 2 - comma 6, nel Comune di Tezze sul Brenta è stata individuata un area degradata

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA COMUNE DI CRESPELLANO (Provincia di Bologna) VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA IN LOCALITÀ CAPOLUOGO COMPARTO EDIFICATORIO N. 11 (C2) RELAZIONE ILLUSTRATIVA LA PROPRIETÀ: Soc. L.

Dettagli

UBICAZIONE Il Comune di Legnano

UBICAZIONE Il Comune di Legnano Ex Fonderia LEGNANO UBICAZIONE Il Comune di Legnano Il Comune di Legnano ha 60.000 abitanti ed è situato a circa 20 km a nord ovest di Milano. L area della Ex Fonderia, inserita in un contesto prettamente

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO UFFICIO PROGETTAZIONE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO UFFICIO PROGETTAZIONE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO UFFICIO PROGETTAZIONE OGGETTO: PIANO URBANISTICO ATTUATIVO P.U.A.- CAMPUS DI FISCIANO RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE (ART. 13 D.lgs 16.01.2008 n 4) R E L A Z I O N E

Dettagli

COMUNE DI LUVINATE 1 3,919 10,007 2 4,987 12,732

COMUNE DI LUVINATE 1 3,919 10,007 2 4,987 12,732 RESIDENZA Tipi di intervento Zone oo.uu. PGT 2011 adeguamento 2013 ricostruzione restauro, risanamento e ristrutturazione, compresi e non compresi nell art. 9 della Legge 10/77 1 2 7,839 9,974 20,013 25,464

Dettagli

1) PREMESSA 2) DESCRIZIONE DELLE VARIANTI

1) PREMESSA 2) DESCRIZIONE DELLE VARIANTI 1) PREMESSA Il Comune di Lajatico si è dotato di Piano Strutturale approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 37 del 27.09.2006 e di Regolamento Urbanistico approvato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO (P.I.I.): MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA CONCERTAZIONE IL SINDACO

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO (P.I.I.): MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA CONCERTAZIONE IL SINDACO AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO (P.I.I.): MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA CONCERTAZIONE IL SINDACO Allegato B Visto il Piano Regolatore Generale, approvato con

Dettagli

SCHEMA DELIBERA ADOZIONE

SCHEMA DELIBERA ADOZIONE SCHEMA DELIBERA ADOZIONE AREA: Politiche del Territorio DIREZIONE: Pianificazione Urbanistica, E.R.P. e Mobilità Alla Giunta Comunale Sede N Prop. Del. N Prop. Dir. OGGETTO: Adozione del Piano Attuativo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE. DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Ufficio Tecnico Settore Urbanistica DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 21.01.2010 1 DEI PARCHEGGI PRIVATI

Dettagli

COMPARTI ZCR 6.1 E ZCR 6.2

COMPARTI ZCR 6.1 E ZCR 6.2 COMUNE di S. STEFANO BELBO Provincia di CUNEO Proprietà: - signor GATTI LUIGI residente in S. Stefano Belbo (CN) Via Moncucco n. 5 - signora CHIRIOTTI GIOVANNA residente in Abbazia n. 2 - signor TEALDO

Dettagli

PERIZIA DI STIMA DELL IMMOBILE SITO IN DESENZANO DEL GARDA (Bs)

PERIZIA DI STIMA DELL IMMOBILE SITO IN DESENZANO DEL GARDA (Bs) TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE Concordato Preventivo Story Loris spa in liquidazione - n 4 / 2010 Giudice Delegato: Dott. Carlo Bianchetti Commissario Giudiziale: Adelmo Predari Commissario

Dettagli

1) PREMESSA Nel corso degli ultimi anni, come noto, la città di Torino non altrimenti da altri centri industriali europei o mondiali è stata

1) PREMESSA Nel corso degli ultimi anni, come noto, la città di Torino non altrimenti da altri centri industriali europei o mondiali è stata 1) PREMESSA Nel corso degli ultimi anni, come noto, la città di Torino non altrimenti da altri centri industriali europei o mondiali è stata interessata da profondi fenomeni di trasformazione dell apparato

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 12/02/2015

CONFERENZA STAMPA 12/02/2015 PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI BERGAMO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO CDP INVESTIMENTI SGR S.P.A. PER LA RIQUALIFICAZIONE E RICONVERSIONE FUNZIONALE DELLA SEDE STORICA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DI

Dettagli

COMUNE DI MONTEGIORGIO

COMUNE DI MONTEGIORGIO COMUNE DI MONTEGIORGIO (Provincia di ASCOLI PICENO) STUDIO PRELIMINARE DI FATTIBILITA FINALIZZATO ALL AMPLIAMENTO DEL CENTRO COMMERCIALE ROSSETTI Località: Via Faleriense Est, 81 63025 Montegiorgio (AP)

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

REGOLAMENTO URBANISTICO VARIANTE

REGOLAMENTO URBANISTICO VARIANTE REGOLAMENTO URBANISTICO VARIANTE - Norme Tecniche di Attuazione (estratto) Il Progettista Magrini Arch. Marco Con la collaborazione degli Uffici Comunali LUGLIO 2012 REGOLAMENTO URBANISTICO - Norme Tecniche

Dettagli

COMUNE DI CASALE SUL SILE

COMUNE DI CASALE SUL SILE COMUNE DI CASALE SUL SILE Provincia di Treviso PIANO URBANISTICO ATTUATIVO DELLA ZTO C2/020 DI VIA BONISIOLO ATTUAZIONE DELLA ZTO C2/020 MEDIANTE P.U.A. Articolo 21 NTO P.I. Articoli 19 e 20 Legge Regionale

Dettagli

PROPOSTA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ADOZIONE PIANO ATTUATIVO DENOMINATO PE N. 1, IN VARIANTE AL PGT. Il Sindaco

PROPOSTA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ADOZIONE PIANO ATTUATIVO DENOMINATO PE N. 1, IN VARIANTE AL PGT. Il Sindaco PROPOSTA DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ADOZIONE PIANO ATTUATIVO DENOMINATO PE N. 1, IN VARIANTE AL PGT Il Sindaco Sottopone al Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione: IL

Dettagli

RUE 2015 FAENZA. Incentivi urbanistici ed economici. Incontro del 4/05/2016. (analisi normativa ed esemplificazioni)

RUE 2015 FAENZA. Incentivi urbanistici ed economici. Incontro del 4/05/2016. (analisi normativa ed esemplificazioni) Incentivi urbanistici ed economici (analisi normativa ed esemplificazioni) RUE 2015 FAENZA Incontro del 4/05/2016 RUE 2015 - Unione della Romagna Faentina - Settore Territorio - Via Zanelli n. 4 - Faenza

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

Comune di Cenate Sotto PGT Piano dei servizi 6 settembre 2012

Comune di Cenate Sotto PGT Piano dei servizi 6 settembre 2012 INDICE 1. Elementi costitutivi del... 2 2. Zona S1: aree per l'istruzione pubblica... 2 3. Zona S2: aree per servizi pubblici... 2 4. Zona S3: aree per attrezzature religiose... 2 5. Zona S4: aree pubbliche

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA SERVIZIO URBANSITICA - EDILIZIA PRIVATA PROGETTO SCHEDA TECNICA. PRATICA EDILIZIA N. / Data: IL PROGETTISTA

PROVINCIA DI GORIZIA SERVIZIO URBANSITICA - EDILIZIA PRIVATA PROGETTO SCHEDA TECNICA. PRATICA EDILIZIA N. / Data: IL PROGETTISTA COMUNE DI CORMÄNS PROVINCIA DI GORIZIA SERVIZIO URBANSITICA - EDILIZIA PRIVATA PROGETTO SCHEDA TECNICA PRATICA EDILIZIA N. / Data: IL PROGETTISTA DATI GENERALI : Intestatari C.F. P.IVA residente a in via

Dettagli

Comune di Recanati. Piano Particolareggiato del Centro Storico del Rione Castelnuovo. Legge Regionale 5 agosto 1992, n. 34

Comune di Recanati. Piano Particolareggiato del Centro Storico del Rione Castelnuovo. Legge Regionale 5 agosto 1992, n. 34 1 Comune di Recanati Recanati li 21.11.2007 Piano Particolareggiato del Centro Storico del Rione Castelnuovo Legge Regionale 5 agosto 1992, n. 34 Sottotitolo P.P. 1 Castelnuovo PREMESSA In attuazione degli

Dettagli

PIANO URBANISTICO ATTUATIVO

PIANO URBANISTICO ATTUATIVO REGIONE VENETO PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI CITTADELLA PIANO URBANISTICO ATTUATIVO PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI N. 6 LOTTI EDIFICABILI RESIDENZIALI Spazio riservato all Ufficio Protocollo Spazio riservato

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI. Servizio Edilizia Privata

COMUNE DI CAGLIARI. Servizio Edilizia Privata COMUNE DI CAGLIARI Servizio Edilizia Privata Indirizzi Interpretativi 19 Dicembre 2013 1 La presente nota scaturisce dalla necessità di dare risposta ai quesiti più frequenti posti all ufficio da parte

Dettagli

COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO. AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via Mascagni

COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO. AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via Mascagni COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via Mascagni Allegato F Relazione Tecnica aggiornamento Giugno 2015 Pietro Giulio Malvezzi Architetto Paola Cambiaghi Architetto 20900 Monza MB

Dettagli

COMUNE DI BARDELLO Provincia di Varese

COMUNE DI BARDELLO Provincia di Varese COMUNE DI BARDELLO Provincia di Varese VERBALE DI DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE COPIA Numero 37 del 29-09-2009 Oggetto: L.R. 16 LUGLIO 2009 N. 13 - RIDUZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E REPERIMENTO

Dettagli

1 Premessa. 1.1 Incarico. 1.2 Oggetto della variante

1 Premessa. 1.1 Incarico. 1.2 Oggetto della variante 1 Premessa 1.1 Incarico Con Deliberazione della Giunta Comunale del Comune di San Vito di Leguzzano N. Reg. 75 del 30/07/2012 si è deliberato di avviare la procedura per una variante al Piano Particolareggiato

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO S.U.A.P. PER LA REALIZZAZIONE DEL CENTRO SERVIZI MONTE ROSA

RELAZIONE PROGETTO S.U.A.P. PER LA REALIZZAZIONE DEL CENTRO SERVIZI MONTE ROSA RELAZIONE PROGETTO S.U.A.P. PER LA REALIZZAZIONE DEL CENTRO SERVIZI MONTE ROSA Il presente progetto è relativo all attuazione delle previsioni del PGT vigente relativamente all AREA B9 (area di concentrazione

Dettagli

CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Adozione Piano di Lottizzazione della zona F4B2 PRUSST Via Ciccotti ed approvazione progetto preliminare strada di collegamento tra

Dettagli

ART. 1 - OBIETTIVI GENERALI

ART. 1 - OBIETTIVI GENERALI ART. 1 - OBIETTIVI GENERALI Il Comune di Cadoneghe, valutate le caratteristiche e le peculiarità del proprio territorio, considerate le esigenze di sostegno al settore edilizio, attentamente soppesati

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA ***

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** ATTO DI MODIFICA DELL ACCORDO DI PROGRAMMA 6.10.2005 Il giorno del mese di dell anno 2014 nel Comune

Dettagli

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Adottato con atto C.C. n. 3400/192 del 16.06.2000 Modificato con atto C.C. n. 2700/223

Dettagli

REGOLAMENTO APPLICATIVO

REGOLAMENTO APPLICATIVO REGOLAMENTO APPLICATIVO DEL PIANO CASA ai sensi dell art. 9 comma 5 della L.R. 14/2009 Autore(i) nome dott.urb. Alessandro Calzavara arch. Paola Barbato data SETTEMBRE 2011 Verificato dott.urb. Alessandro

Dettagli

COMUNE DI TREVISO. OGGETTO Immobile di proprietà comunale Negozio in via Carlo Alberto, 4/A

COMUNE DI TREVISO. OGGETTO Immobile di proprietà comunale Negozio in via Carlo Alberto, 4/A COMUNE DI TREVISO via Municipio, 16 31100 TREVISO centralino 0422 6581 telefax 0422 658201 e-mail: postacertificata@cert.comune.treviso.it OGGETTO Immobile di proprietà comunale Negozio in via Carlo Alberto,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA. Premessa

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA. Premessa Premessa Il Piano Esecutivo Convenzionato che riguarda l area a tal fine assoggettata dal vigente Piano Regolatore Generale della Città di Biella in via Fratelli Rosselli è stato elaborato ai sensi e per

Dettagli

Data 21.7. 11. il Dirigente del settore Patrimonio, Ambiente Valorizzazione Risorse Culturali Arch. Marco Terenghi

Data 21.7. 11. il Dirigente del settore Patrimonio, Ambiente Valorizzazione Risorse Culturali Arch. Marco Terenghi Relazione di stima del valore del complesso immobiliare sito in fregio alle vie G. Matteotti, N. Sauro, Como, in Lissone distinto al catasto al Fg. 15 Mapp. 23 Data 21.7. 11 il Dirigente del settore Patrimonio,

Dettagli

EDIFICI COMPRESI NEL NUCLEO DI ANTICA FORMAZIONE. Elaborato modificato a seguito dell'accoglimento delle osservazioni

EDIFICI COMPRESI NEL NUCLEO DI ANTICA FORMAZIONE. Elaborato modificato a seguito dell'accoglimento delle osservazioni COMUNE DI MALGESSO PROVINCIA DI VARESE PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO PIANO DELLE REGOLE art. 10 LR 12/2005 SCHEDE EDIFICI COMPRESI NEL NUCLEO DI ANTICA FORMAZIONE Elaborato modificato a seguito dell'accoglimento

Dettagli

Art. 1 Campo di applicazione

Art. 1 Campo di applicazione Art. 1 Campo di applicazione Le presenti norme tecniche disciplinano l attuazione dell area oggetto del Programma Integrato d Intervento Variante di P.R.G. del Comune di Cisterna di Latina loc. L Annunziata,

Dettagli

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A REGOLAMENTO ARREDI DELLE AREE PERTINENZIALI Atto collegato

Dettagli

COMUNE DI SEGRATE M ILANO YO U

COMUNE DI SEGRATE M ILANO YO U COMUNE DI SEGRATE MILANO YOU una città di persone Programma Integrato di Intervento (PII) Milano 4 you in modifica al vigente PII Cascina Boffalora di cui alla convenzione urbanistica del 27/07/2005 (Rep.

Dettagli

Città di Biella. Provincia di Biella. Regione Piemonte. RELAZIONE ILLUSTRATIVA del progetto di massima e delle opere di urbanizzazione primaria

Città di Biella. Provincia di Biella. Regione Piemonte. RELAZIONE ILLUSTRATIVA del progetto di massima e delle opere di urbanizzazione primaria Città di Biella Provincia di Biella Regione Piemonte PIANO PARTICOLAREGGIATO DI COMPLETAMENTO DEL COMPARTO ZONA SUD COMPRESO TRA VIA PER CANDELO E LA STRADA TROSSI U.I.2 GARDENVILLE - STRADA TROSSI 27/A,

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE ISTRUZIONI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE Il presente fascicolo ha lo scopo di dettare dei criteri applicativi generali, sulla base delle disposizioni di cui agli art.81 88 e 110-112

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Il progetto di Variante al Piano Urbanistico Particolareggiato PUA con l isolato "D2.1 2118" prevede l'adeguamento del P.P.E. già convenzionato alle previsioni urbanistiche

Dettagli

STUDIO ANGELO E DAVIDE DE FRANCESCO

STUDIO ANGELO E DAVIDE DE FRANCESCO STUDIO ANGELO E DAVIDE DE FRANCESCO A R C H I T E T T I I N L O A N O Comune di Loano PROGETTO RELATIVO AD INTERVENTI DI DEMOLIZIONE, RICOSTRUZIONE E AMPLIAMENTO DEL COMPLESSO UBICATO IN VIA AURELIA A

Dettagli

COMUNE DI CARTIGLIANO

COMUNE DI CARTIGLIANO ALLEGATO B ALLA DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE/D.I.A./S.C.I.A. n COMUNE DI CARTIGLIANO ALLO SPORTELLO UNICO ELENCO DOCUMENTI ALLEGATI Sempre obbligatoria Dettagliata relazione tecnica-descrittiva, a

Dettagli

CRITERI per l applicazione della perequazione, del credito edilizio e della compensazione urbanistica

CRITERI per l applicazione della perequazione, del credito edilizio e della compensazione urbanistica COMUNE DI THIENE UFFICIO URBANISTICA CRITERI per l applicazione della perequazione, del credito edilizio e della compensazione urbanistica 1 Premessa Il presente documento detta i criteri di valutazione

Dettagli

Comune di Villa Guardia Provincia di Como

Comune di Villa Guardia Provincia di Como Agg.07/04/14- O:\UFFICI\UTC\MARZIA\STRUMENTI URBANISTICI\PGT\REGOLAMENTO NEGOZIAZIONE\REGOLAMENTO NEGOZIAZIONE-APPROVATO.DOC Comune di Villa Guardia Provincia di Como REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE

Dettagli

PIANO DELLE REGOLE Norme Tecniche di Attuazione COMPARATE / VARIATE

PIANO DELLE REGOLE Norme Tecniche di Attuazione COMPARATE / VARIATE Le presenti norme riportano esclusivamente gli articoli delle NTA vigenti del Piano delle Regole (approvate con DCC n 21 del 04 Agosto 2008) oggetto di Variante declinandole secondo la seguente dicitura:

Dettagli

REGOLAMENTO APPLICATIVO

REGOLAMENTO APPLICATIVO REGOLAMENTO APPLICATIVO DEL PIANO CASA ai sensi dell art. 9 comma 5 della L.R. 14/2009 Autore(i) nome dott.urb. Alessandro Calzavara arch. Paola Barbato data ottobre 2009 Verificato dott.urb. Alessandro

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA PER IMMOBILI GIÀ EDIFICATI

RELAZIONE DI STIMA PER IMMOBILI GIÀ EDIFICATI Città di Cologno Monzese ALLEGATO C AREA PROGRAMMAZIONE TERRITORIO Servizio Demanio Patrimonio ed Espropri RELAZIONE DI STIMA PER IMMOBILI GIÀ EDIFICATI ESTRATTO CATASTALE FOGLIO 1 -MAPPALE 401 2 ESTRATTO

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA Allegato a) RELAZIONE ILLUSTRATIVA Il presente provvedimento riguarda un area compresa nell isolato tra la via Sansovino e le vie Refrancore e Cuniberti, situato nella parte nord della Città, nella Circoscrizione

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Quarta Variante Parziale al Piano degli Interventi (PRG) modifica dell articolo 34 Parcheggi e servizi pubblici delle N.T.A.. Ai sensi dell'art. 18 della L.R.V. 11/2004 e s.m.i..

Dettagli

AREA VERDE TRA VIA BARGAGNA E VIA CISANELLO VARIANTE ALLA SCHEDA 7.5 DEL REGOLAMENTO URBANISTICO

AREA VERDE TRA VIA BARGAGNA E VIA CISANELLO VARIANTE ALLA SCHEDA 7.5 DEL REGOLAMENTO URBANISTICO AREA VERDE TRA VIA BARGAGNA E VIA CISANELLO VARIANTE ALLA SCHEDA 7.5 DEL REGOLAMENTO URBANISTICO Adottata dal Consiglio Comunale il 8 Novembre 2012 COMUNE DI PISA DIREZIONE URBANISTICA REGOLAMENTO URBANISTICO

Dettagli

P.I. 2008-C - allegato A: NORME TECNICHE OPERATIVE

P.I. 2008-C - allegato A: NORME TECNICHE OPERATIVE INDICE: Art.1. ELENCO DEGLI ELABORATI... 2 Art.2. FINALITÀ E VALIDITÀ DEL P.I.... 2 Art.3. MODALITÀ DI ATTUAZIONE DEL P.I.: COMPARTI EDIFICATORI... 3 Art.4. Art. 4. EDIFICABILITÀ, DESTINAZIONI D USO DEL

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Comune di Scandicci Variante al Piano di Recupero RQ 05a* - Area ex fonderia Le Cure, approvato con Deliberazione di C.C. n. 83 del 21.07.2009, già in variante rispetto all originario Piano di Recupero

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. lo Statuto della Regione Autonoma della Sardegna, approvato con Legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3;

PROTOCOLLO D INTESA. lo Statuto della Regione Autonoma della Sardegna, approvato con Legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3; REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA MINISTERO PER I BENI E

Dettagli