Marketing e comunicazione nel Business to Business

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marketing e comunicazione nel Business to Business"

Transcript

1 Marketing e comunicazione nel Business to Business Milano, aprile 2013 Lorenzo Maria Paoli Questo documento riservato è stato preparato per una presentazione orale di sintesi. Non può essere considerato completo senza l integrazione dei commenti di supporto dei relatori.

2 Mi presento Lorenzo Maria Paoli: sposato con due figli, laureato col massimo dei voti in Ingegneria per l'ambiente e Territorio presso l'università degli studi "La Sapienza" di Roma Dopo aver prestato il servizio militare come Ufficiale della Marina Militare Italiana, nel 2001 è entrato in Strategic Management Partners iniziando la sua esperienza nella consulenza di direzione ed organizzazione aziendale. Nel corso della sua esperienza professionale ha seguito e diretto molti progetti a contatto con primarie aziende operanti sia in Italia, sia all'estero, negli ambiti corporate governance, marketing & sales, controllo di gestione ed operations. Ha negli anni affiancato alle esperienze maturate nei progetti di consulenza alcune significative esperienze di temporary management nella gestione di BU/aziende per conto dei propri clienti. È docente in numerosi master e corsi di formazione professionale organizzati da alcune autorevoli business school italiane. Milano, aprile 2013 pag. 2

3 Agenda Le caratteristiche del mercato B2B Differenze ed affinità tra i mercato B2C e B2B La comunicazione nel B2B Milano, aprile 2013 pag. 3

4 Che cosa si intende con Business to Business? Business to Business, spesso abbreviato in B2B, indica le relazioni che un'impresa detiene con i propri fornitori per attività di approvvigionamento, di pianificazione e monitoraggio della produzione o di sussidio nelle attività di sviluppo prodotto oppure le relazioni che l'impresa detiene con clienti professionali, cioè altre imprese collocate in punti diversi della filiera produttiva. Per fare un esempio, è una relazione B2B il rapporto commerciale fra il produttore e il grossista. Il rapporto diretto fra produttore, o grossista e cliente privato finale viene invece definito Business to Consumer (B2C). Milano, aprile 2013 pag. 4

5 Il mercato B2B Il mercato industriale è rappresentato da soggetti ed imprese che acquistano prodotti e/o servizi per produrre beni o per supportare le proprie attività operative Milano, aprile 2013 pag. 5

6 Il marketing B2B è l insieme delle relazioni tra imprese Milano, aprile 2013 pag. 6

7 I clienti B2B: concentrati e con un alto potere contrattuale B2C B2B Clienti Elevato Numero Concentrato Per segmenti Conoscenza del cliente Approfondita sul singolo Molto limitato Peso relativo del cliente Elevata Rapido, semplice e spesso emozionale Processo d acquisto Articolato, complesso e professionale Milano, aprile 2013 pag. 7

8 Il prodotto B2B: personalizzato con un elevata componente di servizi B2C B2B Prodotto Standard Personalizzazione Prodotto custom Talvolta presenti Servizi Sempre presenti e critici Ricerche con i clienti Sviluppo prodotti In partnership con il cliente Prezzo Solo sul prezzo Negoziazione Sempre su più fattori Semplice Sistema sconti Complesso e articolato Semplici Finanziamenti Complessi Milano, aprile 2013 pag. 8

9 La vendita B2B: canali diretti con comunicazione su mezzi specializzati B2C Vendita e distribuzione B2B Capillare Struttura Selettiva Breve Durata trattativa Lunga Pluri-canale Canale Mono-canale Comunicazione Fondamentale Notorietà prodotto Importante Importante Referenze attive Fondamentale Mass media (TV, stampa, radio, web) Piano media Direct-Fiere-Media specializzati Milano, aprile 2013 pag. 9

10 B2B vs B2C nel mercato dell energia B2C 34 mln di contatori Mercato libero dal 2007 (ee) e 2003 (gas) Diverse centinaia di fornitori Marketing di brand B2B aziende coprono l 80% dei consumi nazionali Mercato libero dal 1999 Qualche decina di fornitori Marketing di prezzo Milano, aprile 2013 pag. 10

11 Le caratteristiche della domanda nel B2B Domanda motivata e informata Domanda integrata con l offerta Domanda diversificata Domanda tecnologizzata Domanda relativamente inelastica Domanda ridimensionata (su alcuni settori) Domanda geograficamente concentrata Domanda derivata Clientela molto ben informata e consapevole di ciò che acquista e di ciò che vuole Il successo della vendita (offerta) dipende dalla collaborazione tra offerente ed acquirente La domanda nel b2b è rappresentata da multinazionali, grandi imprese, PMI, aziende padronali, PA, Enti, ecc. Le esigenze tecnologiche nel b2b sono particolarmente spinte La domanda industriale varia meno rispetto al prezzo di quanto non accada nel B2C In taluni settori il numero dei clienti può essere limitato (anche alcune unità) In taluni settori con una concentrazione della domanda (distretti industriali, del mobile, del tessile ecc.) La domanda dei beni industriali dipende dalla domanda dei beni di consumo Milano, aprile 2013 pag. 11

12 Le caratteristiche dell offerta nel B2B Offerta non sempre standardizzabile Offerta con tempi di produzione medio - lunghi Innovazione tecnica e tecnologica Offerta basata su modalità di vendita professionali Offerta strategica L elevato livello di personalizzazione e customizzazione richiesto dalle imprese fa si che l offerta sia tarata sul singolo cliente e non possa essere standardizzata sul mercato I tempi di produzione possono anche essere molto lunghi; maggiore è la complessità del bene (o per motivi endogeni o per fattori esogeni quali l approvvigionamento) e più elevato sarà il lead time L offerta deve costantemente stare al passo con le richieste del cliente in conformità ai suoi standard tecnici/tecnologici/normativi (elevato rischio di obsolescenza degli item) L offerta spesso richiede elevata professionalità nella vendita. Maggiore è la complessità del bene e più elevato è il suo valore e maggiore è il livello di professionalità richiesto alla vendita L offerta nel b2b non è una funzione amministrativa ma una componente strategica fondamentale per il successo della vendita. In taluni casi (appalti/commissioni) è con l offerta che si decide la vendita Milano, aprile 2013 pag. 12

13 I mercati B2B hanno alcune caratteristiche peculiari NUMERO CLIENTI Presenza di pochi clienti che sviluppano la quota-parte maggiore del fatturato dell azienda fornitrice e con singoli ordini d acquisto molto elevati (concentrazione ed elevato potere d acquisto); nel mercato B2C il cliente finale è anonimo e più semplicemente sostituibile COMPORTAMENTO D ACQUISTO L intero processo di acquisto è caratterizzato da una maggiore razionalità rispetto al mercato consumer, dove l acquisto d impulso è spesso un fattore trainante. I clienti B2B sono meno condizionabili e più consci del bene/servizio ricercato (fino al minimo dettaglio). RELAZIONE Nei mercati B2B si sono sviluppate forme di collaborazione spinta tra acquirente e venditore. Contratti, modalità e tempi di pagamento, emissione fatture, consegne e finanziamenti nel B2B sono molto più vari ed articolati di quanto non accada B2C DOMANDA DERIVATA La domanda di beni/servizi deriva direttamente dalla domanda dei prodotti dell impresa acquirente a valle della filiera; da ciò deriva la necessità di considerare non solo il cliente immediatamente a valle ma anche il cliente del cliente Ogni iniziativa di marketing B2B deve fare propri i principi che governano il contesto B2B Milano, aprile 2013 pag. 13

14 La comunicazione B2B B2B e B2C hanno logiche diverse ma questo vale anche per la comunicazione? Milano, aprile 2013 pag. 14

15 La comunicazione: B2B e B2C hanno logiche differenti B2B B2C Complessità del bene industriale Articolazione processo di acquisto Elevato potere contrattuale del cliente Caratteristiche principali dei mercati Consumo del bene l obiettivo primario Rapporto diretto con cliente finale Basso potere contrattuale del cliente Selettiva Informativa Razionale Driver principali della comunicazione nei mercati B2B e B2C Di massa Aggressiva Emozionale Nel B2B spesso si privilegiano le logiche di prodotto, la comunicazione non crea da sola il bisogno di un bene ma riveste un ruolo importante nell influenzare la scelta finale del prodotto e/o della marca Milano, aprile 2013 pag. 15

16 Ma perché comunicare nel contesto B2B? Per incrementare le vendite Per promuovere la conoscenza del prodotto e del brand (creare consapevolezza) Per far conoscere la propria value proposition Per stimolare la domanda derivata Per raggiungere influenzatori del processo altrimenti non raggiungibili Per agevolare l operatività della forza vendita (creare conoscenza) Per sviluppare/rafforzare la relazione tra azienda ed ambiente circostante Nel contesto B2B la comunicazione non è detto che abbia come obiettivo primario diretto quello di fare vendere di più! Milano, aprile 2013 pag. 16

17 L importanza della comunicazione Milano, aprile 2013 pag. 17

18 L importanza di conoscere i media di comunicazione e di saper stare al passo dei tempi: Innovare! Gutenberg stampa la Bibbia a 42 linee Inizio era moderna della stampa Nascita della radio Nasce Apple II il 1 personal computer Nascita internet world wide web Nascita Google NascitaTwitter Internet supera i 3 mld utenti Nasce Facebok Google supera i 4 mld di ricerche giorno Nascita rotativa Nascita TV Il CERN mette il www a disposizione di tutti rinunciando ad ogni diritto di autore Lancio Ipad/app Milano, aprile 2013 pag. 18

19 La progressione tecnologica Per raggiungere un audience di 50 milioni ci sono voluti 38 anni per la radio Milano, aprile 2013 pag. 19

20 La progressione tecnologica Per raggiungere un audience di 50 milioni ci sono voluti 13 anni per la TV Milano, aprile 2013 pag. 20

21 La progressione tecnologica Per raggiungere un audience di 50 milioni ci sono voluti 4 anni per internet Milano, aprile 2013 pag. 21

22 La progressione tecnologica Per raggiungere un audience di 50 milioni ci sono voluti 3 anni per l I-Pod Milano, aprile 2013 pag. 22

23 La progressione tecnologica Per raggiungere un audience di 50 milioni ci sono voluti 2 anni per Facebook Milano, aprile 2013 pag. 23

24 L età della pietra Non è finita per mancanza di pietre VIVIAMO NEL CAMBIAMENTO Milano, aprile 2013 pag. 24

25 L età della pietra Non è finita per mancanza di pietre VIVIAMO NEL CAMBIAMENTO Milano, aprile 2013 pag. 25

26 La tecnologia impatta sul modo in cui tutti i giorni fruiamo dei media e veniamo raggiunti dai messaggi di comunicazione Milano, aprile 2013 pag. 26

27 L impatto della tecnologia sul prodotto Milano, aprile 2013 pag. 27

28 L impatto della tecnologia sul prodotto Milano, aprile 2013 pag. 28

29 L impatto della tecnologia sul prodotto Milano, aprile 2013 pag. 29

30 L impatto della tecnologia sul prodotto Milano, aprile 2013 pag. 30

31 L impatto della tecnologia sui bisogni informativi Milano, aprile 2013 pag. 31

32 L impatto della tecnologia sul bisogno di personalizzazione one-to-many Milano, aprile 2013 pag. 32

33 L impatto della tecnologia sul bisogno di personalizzazione one-to-one Milano, aprile 2013 pag. 33

34 . ovunque Milano, aprile 2013 pag. 34

35 La tecnologia crea un solco generazionale: il «digital divide» Il digital divide rappresenta uno spartiacque tra le generazioni nate e cresciute nel nuovo contesto tecnologico, che hanno avuto tra i primi giocattoli cellulari e telecomandi, che usano con facilità e naturalezza tutti gli strumenti tecnologici (DIGITAL NATIVE) e le generazioni precedenti (DIGITAL IMMIGRANTS). Milano, aprile 2013 pag. 35

36 L impatto della tecnologia sulla comunicazione Milano, aprile 2013 pag. 36

37 L impatto della tecnologia sulla comunicazione Milano, aprile 2013 pag. 37

38 Il sistema «multi device» What next? Milano, aprile 2013 pag. 38

39 La comunicazione nel B2B si basa su sei fattori distintivi RAZIONALE Scelte dettate più dalla ragione che dalla emozione (razionalità) Contatto diretto fisico col cliente (1to1) FACE TO FACE Fattori distintivi comunicazione b2b PERSONALE Conoscenza diretta del cliente (personalizzazione) Relazioni forti e durature (alto coinvolgimento) DURATURA INTERATTIVA Il cliente non è numero ma un interlocutore diretto (interazione) CUSTOM Soluzioni ad hoc per il cliente (custom) Milano, aprile 2013 pag. 39

40 che selezionano gli strumenti di comunicazione nel B2B Principali strumenti proattivi, nella interazione con i clienti Principali strumenti reattivi nella interazione con i clienti Advertising su media specializzati Sito web Canali di contatto con il cliente Fiere Il cliente riceve le informazioni Il cliente si attiva per raccogliere informazioni Nel B2B gli strumenti di comunicazione realmente efficaci non sono i mezzi di comunicazione di massa (TV, radio, affissioni, ecc.) tipicamente utilizzati nei contesti B2C Milano, aprile 2013 pag. 40

41 Strumenti proattivi: Advertising Advertising Action (effetto) Comunica l esistenza di un prodotto/servizio Non aumenta direttamente sell in e sell out Si misura in termini di notorietà Orizzonte di medio-lungo periodo Esempi applicativi Pubblicità su stampa specializzata Campagne di comunicazione su internet STRUMENTI PUNTI DI FORZA PUNTI DI DEBOLEZZA FATTORI CRITICI DI SUCCESSO Pubblicità su riviste specializzate + Possibilità di raggiungere l intero target + Costanza e ripetizione dei messaggi + Massima visibilità sull intero target - I costi possono essere elevati (posizione/testata) - Necessario scegliere con attenzione la testata - Staticità del messaggio Scelta delle testate in coerenza con il proprio target Analisi della diffusione e della tiratura Integrazione della campagna tra più testate Campagne su Internet + Limitato costo e possibilità di legare i costi al traffico generato (economicità e dinamismo) + Segmentazione del target + Buone performance (return) - Strumento efficace solo su target specifici - Diffusione ancora non completa del mezzo Attenta scelta del provider Traffico generato dal sito (provider) Capacità di profilazione del target L Adv comunica l esistenza di un prodotto/servizio, non aumenta direttamente sell in e sell out ----> orizzonte di medio-lungo periodo Milano, aprile 2013 pag. 41

42 Strumenti proattivi: Advertising B2B B2C Milano, aprile 2013 pag. 42

43 Strumenti proattivi: Advertising on-line Milano, aprile 2013 pag. 43

44 Strumenti proattivi: Advertising on-line Si moltiplicano i formati di advertising on-line Milano, aprile 2013 pag. 44

45 Strumenti proattivi: Advertising on-line «rich media» Milano, aprile 2013 pag. 45

46 I canali di contatto/comunicazione con i clienti Una donna vede un bell uomo, si sistema il trucco, si avvicina a lui, gli offre da bere e gli dice: sono molto brava a letto Una donna vede un bell uomo, si avvicina a lui e gli dice: sono molto brava a letto PUBBLICHE RELAZIONI MARKETING DIRETTO Una donna vede un bell uomo e gli chiede il numero di telefono. Il giorno dopo lo chiama e gli dice: sono molto brava a letto Una donna vede un bell uomo si avvicina a lui e gli dice Ti ricordi di quanto sono brava a letto? Una donna vede un bell uomo, si avvicina a lui e gli dice la mia amica è molto brava a letto Una donna vede un bell uomo, lui si avvicina a lei e le dice: mi hanno detto che sei molto brava a letto Un uomo vede una bella donna, si avvicina a lei e le dice sono bravissimo a letto e duro per ore TELEMARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SPONSORIZZAZIONE PASSAPAROLA PUBBLICITA INGANNEVOLE Milano, aprile 2013 pag. 46

47 Strumenti proattivi: Public relations Action (effetto) Esempi applicativi PUBBLICHE PR RELAZIONI Comunica attraverso PR, eventi, relazioni Attività mirata su influenzatori e sui decisori E collegata alla percezione d immagine Orizzonte di medio-lungo periodo Pubbliche Relazioni personali Eventi/sponsorizzazioni/ club Show room-open house-fiere STRUMENTI PUNTI DI FORZA PUNTI DI DEBOLEZZA FATTORI CRITICI DI SUCCESSO Public Relations + Ottime sul lungo periodo + Costi non elevati + Relazione diretta con decisori ed influenzatori d acquisto + Incremento autorevolezza dell azienda - Target limitato - Risultati non immediati - Time consuming Conoscenze personali Ottima capacità relazionale Buone entrature presso il proprio target Le PR rappresentano uno dei più potenti strumenti di comunicazione nel B2B nel lungo periodo Milano, aprile 2013 pag. 47

48 Strumenti proattivi: Action (effetto) Raggiunge direttamente il target Consente l elevata segmentazione Può essere direttamente collegate alla vendita Ottime performances anche nel breve e brevissimo periodo Esempi applicativi Newsletter DEM Campagne di ing marketing STRUMENTI PUNTI DI FORZA PUNTI DI DEBOLEZZA FATTORI CRITICI DI SUCCESSO + Limitato costo + Elevata segmentazione del target + Misurabilità della campagna + Buone performance (CTR click through rate) - Molto efficace solo su target specifici (chi possiede ed utilizza regolarmente la mail) - Sovra-utilizzo dello strumento da parte di molte aziende (spamming) - Efficace solo se in grado di raggiungere le mail realmente utilizzate dal target (mail ufficio) Mailing Database Scelta con cura del provider del servizio Segmentazione spinta del target Contenuto di reale interesse per il target Basta poco per trasformare una campagna di ing da efficace strumento di comunicazione a spamming Milano, aprile 2013 pag. 48

49 Strumenti proattivi: newsletter Milano, aprile 2013 pag. 49

50 Strumenti proattivi: DEM Milano, aprile 2013 pag. 50

51 I canali di contatto/comunicazione con i clienti Una donna vede un bell uomo, si sistema il trucco, si avvicina a lui, gli offre da bere e gli dice: sono molto brava a letto Una donna vede un bell uomo, si avvicina a lui e gli dice: sono molto brava a letto PUBBLICHE RELAZIONI MARKETING DIRETTO Una donna vede un bell uomo e gli chiede il numero di telefono. Il giorno dopo lo chiama e gli dice: sono molto brava a letto Una donna vede un bell uomo si avvicina a lui e gli dice Ti ricordi di quanto sono brava a letto? Una donna vede un bell uomo, si avvicina a lui e gli dice la mia amica è molto brava a letto Una donna vede un bell uomo, lui si avvicina a lei e le dice: mi hanno detto che sei molto brava a letto Un uomo vede una bella donna, si avvicina a lei e le dice sono bravissimo a letto e duro per ore TELEMARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SPONSORIZZAZIONE PASSAPAROLA PUBBLICITA INGANNEVOLE Milano, aprile 2013 pag. 51

52 Il Greenwashing Comunicazione sostenibile per dare un immagine verde all impresa, distraendo dagli aspetti di danno ambientale dei prodotti Milano, aprile 2013 pag. 52

53 Qualcuno ci casca sempre Shell Multata per una campagna di comunicazione che dichiarava che l estrazione di petrolio dalle sabbie bituminose del Canada era sostenibile, ma le emissioni dovute all estrazione e alla raffinazione sono fino a dieci volte superiori a quelle tradizionali del greggio Milano, aprile 2013 pag. 53

54 Strumenti reattivi: Sito Web Sito web Action (effetto) Fornisce all esterno l immagine dell azienda Ha progressivamente sostituito le tradizionali brochure E la prima forma di contatto di tipo inbound Non aumenta direttamente sell in e sell out Esempi applicativi Sito ufficiale dell azienda (es. Minisiti (siti ospitati all interno di portali tematici) STRUMENTI PUNTI DI FORZA PUNTI DI DEBOLEZZA FATTORI CRITICI DI SUCCESSO Sito Web + È l immagine dell azienda verso l esterno + Favorisce il contatto verso l esterno + Consente di presentare il proprio posizionamento ed i propri fattori distintivi + Può essere uno strumento di vendita diretta - Necessità di progettare e costruire attentamente il sito internet dell azienda - Se non viene aggiornato con continuità perde rapidamente di efficacia Il sito deve essere ben progettato altrimenti diventa un boomerang Aggiornamento continuo del sito (dinamismo) Internet di un azienda è ormai diventato la vetrina verso l esterno Milano, aprile 2013 pag. 54

55 Milano, aprile 2013 pag. 55

56 Milano, aprile 2013 pag. 56

57 Milano, aprile 2013 pag. 57

58 Milano, aprile 2013 pag. 58

59 Le funzionalità del web nel mercato B2B Canale di vendita (e-commerce) ad elevata marginalità grazie alla disintermediazione della catena distributiva Canale di vendita Vetrina sul mondo Vetrina sul mondo attraverso il sito aziendale e non solo; è necessario essere presenti sul web e farsi trovare attraverso i motori di ricerca (SEO) Media Media per campagne di comunicazione/marketing misurabili (web advertising, mail marketing, directory, classified, ecc.) Strumento per fidelizzare i clienti e gestirne la relazione in tutte le fasi del processo di acquisto (sito, social network, mailing, ecc.) Strumento di fidelizzazione Fonte di informazioni/ idee Contenuto di informazioni e di idee utili in un ottica marketing, per le attività di R&S, per testare prodotti/servizi/mercati, ecc. Internet Conoscenza del cliente Strumento di lavoro Strumento di lavoro, interno alle aziende per la gestione del ciclo attivo e passivo (ordini, fatture, ddt, ecc.) ; ma anche esterno nella relazione con i clienti e prospect Conoscenza del cliente: strumento fondamentale per conoscere e profilare il cliente valutando le sue variabili socio demografiche ed i suoi comportamenti d acquisto e d uso Milano, aprile 2013 pag. 59

60 Le funzionalità del web nel mercato B2B: strumento di fidelizzazione Possibilità di acquistare on-line tutti i prodotti in commercio direttamente dal sito Possibilità di scegliere il prodotto più adatto alle esigenze (es. scarpe a pianta larga-stretta, flessibili-rigide, ecc.) Possibilità di personalizzazione il prodotto acquistato variando il mix colori e inserendo le proprie id. Fidelizzazione del cliente attraverso Nike+, una sezione on-line dove scaricare i programmi di allenamento, inserire i tempi, parlare con appassionati ed esperti, ecc. Milano, aprile 2013 pag. 60

61 Le funzionalità del web nel mercato B2B: web come media Milano, aprile 2013 pag. 61

62 Le funzionalità del web nel mercato B2B: canale vendita Milano, aprile 2013 pag. 62

63 Le funzionalità del web nel mercato B2B: fonte di idee Milano, aprile 2013 pag. 63

64 Le funzionalità del web nel mercato B2B: la conoscenza del cliente Milano, aprile 2013 pag. 64

65 Le funzionalità del web nel mercato B2B: la conoscenza del cliente Milano, aprile 2013 pag. 65

66 Strumenti reattivi: Fiere Fiere Action (effetto) Da visibilità all azienda Consente di farsi conoscere sul mercato Punto d incontro tra domanda e offerta Orizzonte di medio-lungo periodo Esempi applicativi Fiere tradizionali di settore (es. Smau, Made Expo, Macef, Salone del Mobile, SAIE, ecc.) Mostre - convegno STRUMENTI PUNTI DI FORZA PUNTI DI DEBOLEZZA FATTORI CRITICI DI SUCCESSO Fiere + È il punto di incontro diretto tra domanda e offerta nei mercati industriali + Mezzo di comunicazione immediato + Genera molti contatti + Favorisce la vendita diretta in situ - Costi elevati - Ritorno non sempre misurabile - Elevata dispersione Selezione accurata delle Fiere (in primis quelle in cui non si può non esserci) Preparazione della fiera (contatti, strategie, tattiche) Posizionamento all interno dei padiglioni Attrattività dello stand Forte coinvolgimento della forza vendita Le Fiere sono ancora lo strumento principale di comunicazione in quasi tutti i contesti di mercato industriale Milano, aprile 2013 pag. 66

67 Gli operatori stanno cercando soluzioni che rendano continuativa la relazione con espositori e visitatori La fiera tradizionale è per sua natura un evento puntuale di incontro fra domanda ed offerta. Partner dell espositore Fiera tradizionale ( /mq) La fiera innalza il livello di servizio on site (servizi tecnicologistici, organizza piccoli eventi, servizi di marketing e comunicazione onsite, ecc.) La fiera moderna offre un ampio range di servizi on site ed off site (marketing, comunicazione, portali, matching, grandi eventi, ecc.) Punto di riferimento del visitatore Relazione continuativa con i propri target Milano, aprile 2013 pag. 67

68 Offrendo un sistema di prodotti/servizi basati sulla capacità di costruire e gestire relazioni di business b2b Sistema di relazioni b2b Fiera tradizionale ( /mq) La fiera innalza il livello di servizio on site (servizi tecnicologistici, organizza piccoli eventi, servizi di marketing e comunicazione onsite, ecc.) La fiera moderna offre un ampio range di servizi on site ed off site (marketing, comunicazione, portali, matching, grandi eventi, ecc.) Seller specifico settore (offerta) Principali bisogni: Vendere Comunicazione e marketing Matching Awareness Fiere Riviste Newsletter E-magazine Convegni Fiere virtuali Webinar Portali Eventi Buyer specifico settore (domanda) Principali bisogni: Acquistare Informazione Formazione Nuove prospettive emergono per gestire la relazione con il cliente con più strumenti di contatto. La strada per lo sviluppo è quella di costruire modelli organizzativi e di business che prevedano una forte integrazione multimedia, che, facendo leva su contenuti qualificati e specifici, siano in grado di raggiungere e soddisfare le esigenze informative, formative e di business dei singoli target verticali. Milano, aprile 2013 pag. 68

69 La fiera di domani: una strategia integrata off/on-line che offre contenuti e servizi di marketing/comunicazione ad espositori e visitatori Prodotti digitali Sviluppo di una strategia on-line e multidevice (es mobile) che faccia evolvere il sito della manifestazione verso un portale di riferimento per la filiera e integri sevizi e contenuti tra cui eventualmente anche le fiere virtuali. Servizi ci marketing e networking che possono essere sia a supporto dell organizzatore per migliorare la fedeltà con espositori e visitatori sia offerti agli espositori per completare l offerta di una soluzione di comunicazione integrata Servizi di Marketing Manifestazione Media & Communication Contenuti su media tradizionali, portali e new device per soddisfare continuativamente i bisogni informativi e di visibilità di espositori e visitatori costituendo l elemento catalizzante per il resto del sistema d offerta Convegni, seminari e conferenze sia durante la manifestazione che nel corso dell anno, sia fissi che itineranti ed eventualmente anche in maniera virtuale Eventi/ Convegni Milano, aprile 2013 pag. 69

70 La fiera di domani: la fiera virtuale? UBM ha sviluppato 103 eventi virtuali Il COMDEX è il più grande evento virtuale di UBM con circa partecipanti e 2 giorni di durata. Si compone di 40 tra conferenze e panel session, oltre a Auditorium, Expo Hall, Hospitality suites, Press Offices, Bar Area L evento virtuale riproduce nel dettaglio l evento fisico ma si svolge esclusivamente on-line Milano, aprile 2013 pag. 70

71 5 le fasi per garantire la massima efficacia di comunicazione Conoscere i clienti Misurare i risultati Efficacia di comunicazione Definire gli obiettivi Integrare gli strumenti Selezionare i media Milano, aprile 2013 pag. 71

72 Conoscere i clienti: per aumentare l efficacia e l efficienza delle azioni di comunicazione Conoscere i clienti Conoscere il mercato Principali effetti Conoscere il mercato, i trend passati e futuri consente di anticipare le esigenze del cliente Conoscere il contesto competitivo Conoscere le strategie e le tattiche di comunicazione utilizzate dai propri concorrenti rappresenta un differenziale positivo nell arena competitiva. Conoscere il proprio posizionamento Essere consapevoli del proprio posizionamento competitivo e di quello del proprio brand evita di comunicare in modo distorto e non coerente con il proprio positioning Conoscere i propri punti di forza Conoscere i propri punti di forza (reali o percepiti dal mercato) consente di comunicare al mercato solo i valori positivi che emana l azienda Conoscere il target Sapere quali sono gli usi e le abitudini del target cui indirizzo la campagna di comunicazione limita il rischio di inefficacia dovuta alla discrasia tra messaggio inviato (dall azienda) e valore percepito (dal target) Milano, aprile 2013 pag. 72

73 Definire gli obiettivi: per limitare il rischio di incoerenza della campagna con gli obiettivi aziendali Definire gli obiettivi Obiettivi di business Quali sono le aspettative dell azienda di ritorno (economico e non) dall investimento pubblicitario? Principali obiettivi del piano di Obiettivi di marketing Quali gli obiettivi più strategici in termini di marketing? comunicazione Obiettivi di comunicazione Cosa si vuole comunicare e a chi (quale target) lo si vuole comunicare? Obiettivi di spesa (budget) Esistono dei vincoli di budget? Quanto devo investire per raggiungere gli obiettivi prefissati? La corretta definizione preliminare degli obiettivi limita il rischio di inefficacia ed inefficienza Milano, aprile 2013 pag. 73

74 Selezionare i media: per individuare il media mix ottimale Selezionare i media Comunicare al cliente l esistenza di un prodotto Stampa Web adv P.R. Direct Sponsor Passaparola Sito web Fiere Brand awareness Stimolare l acquisto del cliente Fidelizzare il cliente Intercettare nuovi clienti Migliorare l immagine dell azienda Raggiungere decision maker ed influenzatori Milano, aprile 2013 pag. 74

75 Selezionare i media: per individuare il media mix ottimale Selezionare i media Comunicare al cliente l esistenza di un prodotto Stampa Web adv P.R. Direct Sponsor Passaparola Sito web Fiere Brand awareness Stimolare l acquisto del cliente Fidelizzare il cliente Intercettare nuovi clienti Migliorare l immagine dell azienda Raggiungere decision maker ed influenzatori Milano, aprile 2013 pag. 75

76 Integrare gli strumenti: per ottenere la massima efficacia Integrare gli strumenti Strategia Budget Obiettivi La gestione integrata degli strumenti di comunicazione garantisce il massimo livello di efficacia di ottimizzazione del processo di comunicazione Milano, aprile 2013 pag. 76

77 Misurare i risultati: attraverso indicatori di efficacia e di efficienza Misurare i risultati Indicatori di misura Indicatori di efficienza Descrizione Gli indicatori di efficacia permettono di valutare i risultati in termini di allineamento rispetto gli obiettivi (definiti in sede di pianificazione) Esempio N risposte Redemption = 100 N contatti N vendite 100 N contatti Indicatori di efficacia Gli indicatori di efficienza combinano gli indicatori di efficacia con gli investimenti in comunicazione stanziati Costo Campagna Costo per risposta (CPR) = N di risposte Costo Campagna Costo per ordine (CPO) = N di ordini Costo Campagna Costo per contatto (CPC) = N di persone raggiunte Monitorare le campagne di comunicazione realizzate gestendo le relative informazioni di feed back permette di poter costruire la classifica dei media in base alle loro performances Milano, aprile 2013 pag. 77

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato Le relazioni con il mercato 1 IL SISTEMA CLIENTE E IL PRESIDIO DELLA RELAZIONE CONSULENZIALE Nella situazione attuale, il venditore deve fornire un servizio sempre più di qualità, trasformandosi nel gestore

Dettagli

ORDINE ARCHITETTI LUCCA. in collaborazione con ROME BUSINESS SCHOOL MANAGEMENT PER LO STUDIO DI ARCHITETTURA

ORDINE ARCHITETTI LUCCA. in collaborazione con ROME BUSINESS SCHOOL MANAGEMENT PER LO STUDIO DI ARCHITETTURA ORDINE ARCHITETTI LUCCA in collaborazione con ROME BUSINESS SCHOOL MANAGEMENT PER LO STUDIO DI ARCHITETTURA ( Come promuovere e organizzare in modo efficace la propria attività, per acquisire e soddisfare

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Direttori e Commerciali; Tutti coloro che devono gestire un gruppo

Dettagli

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Luca Molteni Elena Feltrinelli Università Bocconi Milano Convegno ABI Dimensione Cliente Roma, 13 febbraio

Dettagli

Lezione 8: Direct Marketing. Stella Romagnoli

Lezione 8: Direct Marketing. Stella Romagnoli Lezione 8: Direct Marketing Direct Marketing Definizione Obiettivi Misurazione dell efficacia 2 Obiettivo fondamentale del Direct Marketing (DM) è quello di realizzare un rapporto diretto ed interattivo

Dettagli

IL WEB MARKETING - LE BASI BARI 7 FEBBRAIO 2012 - ISTITUTO MAGISTRALE G. BIANCHI DOTTULA PAOLO BARRACANO DIREZIONE COMMERCIALE INTEMPRA S.R.L.

IL WEB MARKETING - LE BASI BARI 7 FEBBRAIO 2012 - ISTITUTO MAGISTRALE G. BIANCHI DOTTULA PAOLO BARRACANO DIREZIONE COMMERCIALE INTEMPRA S.R.L. Progetto alternanza scuola lavoro 2012-2013 IL WEB MARKETING - LE BASI BARI 7 FEBBRAIO 2012 - ISTITUTO MAGISTRALE G. BIANCHI DOTTULA PAOLO BARRACANO DIREZIONE COMMERCIALE INTEMPRA S.R.L. Intempra Intempra

Dettagli

IL FUTURO DELLA SEGMENTAZIONE

IL FUTURO DELLA SEGMENTAZIONE IL FUTURO DELLA SEGMENTAZIONE La segmentazione della lead generation per tipologia di cliente. Come raggiungere i 26 milioni d italiani uniti da internet ma divisi in 8100 comuni? What s next in customer

Dettagli

TRASFORMIAMO OGNI CONTATTO IN CONTATTO ATTIVO

TRASFORMIAMO OGNI CONTATTO IN CONTATTO ATTIVO CLIC web searching people social media marketing display adv SEO search engine optimization pay per click analytics DEM Newslettering Web Performance (Pay per Lead, Pay per Sale) social media marketing

Dettagli

Costruendo valore per il turismo in Lombardia

Costruendo valore per il turismo in Lombardia Costruendo valore per il turismo in Lombardia Chi siamo Explora S.C.p.A. ha il compito di promuovere la Lombardia e Milano sul mercato turistico nazionale ed internazionale. La società opera esattamente

Dettagli

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale Un gruppo compatto e professionale, un esperienza pluriennale, un approfondita conoscenza del mondo della comunicazione in tutte le sue sfaccettature,

Dettagli

Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa. Achille Ferraro Web Marketing Manager

Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa. Achille Ferraro Web Marketing Manager Workshop L' e-commerce fa bene all'impresa Achille Ferraro Web Marketing Manager E-COMMERCE Che cosa è l' E-commerce L'insieme delle transazioni per la commercializzazione di beni e servizi tra produttore

Dettagli

Intercettare le mamme: profilazione del mercato e data base management

Intercettare le mamme: profilazione del mercato e data base management Intercettare le mamme: profilazione del mercato e data base management Monica Guatta RCS Direct Direttore Generale KIDS. GENERAZIONE 0-12 MILANO, 14-15 MAGGIO 2010 RCS Direct: l identità RCS Direct è società

Dettagli

sanfaustino the solution network BUSINESS COMMUNICATION / LABEL&PACKAGING / GED / E-PROCUREMENT / SERVIZI DI STAMPA

sanfaustino the solution network BUSINESS COMMUNICATION / LABEL&PACKAGING / GED / E-PROCUREMENT / SERVIZI DI STAMPA GRUPPO sanfaustino the solution network BUSINESS COMMUNICATION / LABEL&PACKAGING / GED / E-PROCUREMENT / SERVIZI DI STAMPA Il nostro network di specialisti Il vostro network di soluzioni GRUPPO sanfaustino

Dettagli

SEO/SEM AD ALTO ROI l importanza di una corretta analisi preliminare Andrea Cappello

SEO/SEM AD ALTO ROI l importanza di una corretta analisi preliminare Andrea Cappello SEO/SEM AD ALTO ROI l importanza di una corretta analisi preliminare Andrea Cappello Studio Cappello TUOI POTENZIALI CLIENTI TI STANNO CERCANDO IN INTERNET: FATTI TROVARE! LA NOSTRA MISSION Rendere produttiva

Dettagli

Il nostro scopo è avere cura dei particolari e valorizzare l immagine dei nostri clienti.

Il nostro scopo è avere cura dei particolari e valorizzare l immagine dei nostri clienti. Il nostro scopo è avere cura dei particolari e valorizzare l immagine dei nostri clienti. INDICE Garantiamo un supporto CHIAVI IN MANO, obiettivi misurabili e concreti. Mission Corporate / Brand Identity

Dettagli

Marketing Automation: un aiuto concreto alle aziende per vendere di più

Marketing Automation: un aiuto concreto alle aziende per vendere di più Marketing Automation: un aiuto concreto alle aziende per vendere di più Innovazione Strategica e Organizzativa d Impresa Agenda Obiettivi di Marketing e Vendite Piano di Marketing Automation Strumenti

Dettagli

Percorsi Digital Marketing

Percorsi Digital Marketing Percorsi Digital Marketing Percorsi di di Digital Academy, in area Marketing Luglio 2015 Indice DIGITAL ACADEMY... 3 1 DIGITAL MARKETING ESSENTIALS... 3 2 SOCIAL MEDIA MARKETING... 4 3 SVILUPPARE CONTENUTI

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 2007, n. 2, articolo 24, comma 13 1/18 Indice Introduzione 3 Piano di marketing strategico per l estero.4 Organizzazione funzione commerciale/ufficio export..5

Dettagli

Rilancia il tuo business con il web 2.0

Rilancia il tuo business con il web 2.0 Rilancia il tuo business con il web 2.0 Relatore:Andrea Baioni abaioni@andreabaioni.it Qualche anno fa. Media di ieri e di oggi Oggi: fruizione di contenuti senza vincoli 2 Gli old media Generalisti Occasionali

Dettagli

01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI

01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI 01 ABOUT 02 MISSION 03 DIRECT EMAIL MARKETING 04 DISPLAY ADVERTISING 05 SOCIAL MEDIA MARKETING 06 WEB DESIGN 07 SEO 08 IT CONSULTING 09 CONCLUSIONI 10 CONTATTI 01 ABOUT Il Network di GruppoFacile GruppoFacile

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

COMMUNICATION / LABEL&PACKAGING / GED / E-PROCUREMENT / SERVIZI DI STAMPA

COMMUNICATION / LABEL&PACKAGING / GED / E-PROCUREMENT / SERVIZI DI STAMPA COMMUNICATION / LABEL&PACKAGING / GED / E-PROCUREMENT / SERVIZI DI STAMPA Il nostro network di specialisti Il vostro network di soluzioni LA STORIA // IL NETWORK // SERVIZI DI STAMPA // DIRECT MARKETING

Dettagli

SODDISFARE LE OPPORTUNITÀ DI MARKETING Capitolo 19 Comunicazione integrata di marketing e direct marketing

SODDISFARE LE OPPORTUNITÀ DI MARKETING Capitolo 19 Comunicazione integrata di marketing e direct marketing SODDISFARE LE OPPORTUNITÀ DI MARKETING Capitolo 19 Comunicazione integrata di marketing e direct marketing Il processo di comunicazione (1) Fonte: chi emette il messaggio nei confronti di un altro soggetto

Dettagli

E-LEARNING 24 IMPARARE È SEMPLICE. OVUNQUE.

E-LEARNING 24 IMPARARE È SEMPLICE. OVUNQUE. E-LEARNING 24 IMPARARE È SEMPLICE. OVUNQUE. Oltre 5.000 partecipanti hanno scelto E-Learning24! DEMO WWW.ELEARNING24.ILSOLE24ORE.COM NOVITÀ 2014 MULTI-DEVICE E MULTI-BROWSER PC SMARTPHONE TABLET 02 IL

Dettagli

L INTEGRAZIONE TRA SEARCH, SOCIAL E DIGITAL PR

L INTEGRAZIONE TRA SEARCH, SOCIAL E DIGITAL PR L INTEGRAZIONE TRA SEARCH, SOCIAL E DIGITAL PR 24 Ottobre 2013 Agenda Search, Social e Digital PR: la sfida L approccio integrato ed i suoi benefici La valutazione delle performance What s Next: priorità

Dettagli

, pr omozione siti web e posizionamento sui motori di ricerca e smart site.

, pr omozione siti web e posizionamento sui motori di ricerca e smart site. TELEVAS, nell'ottica di seguire il suo Cliente nello sviluppo di una propria strategia marketing basata sul WEB, ha predisposto alcune soluzioni per diffondere l'immagine e rendere più popolare la presenza

Dettagli

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione Raffaello Balocco Politecnico di Milano Agenda Investimenti in ICT e competitività Le ICT come reale leva strategica La

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Allegato 5 CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 24 febbraio 2006, n. 1 art. 6 comma 4 lett. d) 1 Indice Introduzione...3....3 Piano di marketing strategico per l estero... 4 Organizzazione funzione

Dettagli

bee2b Il marketplace dei regali aziendali

bee2b Il marketplace dei regali aziendali bee2b Il marketplace dei regali aziendali È iniziata la corsa al regalo aziendale: migliaia di imprenditori, segretarie e assistenti sono già alla ricerca delle migliori soluzioni. In questo momento, per

Dettagli

TWITTER, FACEBOOK E SOCIAL COMMERCE

TWITTER, FACEBOOK E SOCIAL COMMERCE TWITTER, FACEBOOK E SOCIAL COMMERCE Quando il business diventa social 1.1 Barbara Bonaventura Consulente in marketing strategico specializzata in progetti di alta innovazione. Laureata nel 1999 a Padova

Dettagli

L unione di più competenze per essere concreti: Il nostro slogan è Esperti di Processi, Non informatici. Il nostro approccio alle aziende:

L unione di più competenze per essere concreti: Il nostro slogan è Esperti di Processi, Non informatici. Il nostro approccio alle aziende: Servizi e Soluzioni Software per le PMI Soluzioni IT Aiutiamo a concretizzare le Vostre idee di Business. Nella mia esperienza oramai ventennale ho compreso come i processi delle imprese spesso non siano

Dettagli

CASI DI SUCCESSO. Prima Posizione Srl Tutti i diritti riservati. 2

CASI DI SUCCESSO. Prima Posizione Srl Tutti i diritti riservati. 2 CASI DI SUCCESSO Prima Posizione Srl Tutti i diritti riservati. 2 BOOM di adesioni online alla promozione 50Special grazie alla lead generation In soli 3 mesi di campagna: 30.000 visitatori unici sviluppati,

Dettagli

RELATIONAL MARKETING

RELATIONAL MARKETING Click to edit Master title style Click to edit Master text styles Second level Third level Fourth level Fifth level RELATIONAL MARKETING Far crescere le relazioni con i clienti: è importante in tempi duri

Dettagli

SOLUTIONS POSITIV MENTE COMMUNICATION

SOLUTIONS POSITIV MENTE COMMUNICATION SOLUTIONS POSITIV @ MENTE M A R K E T I N G COMMUNICATION SIAMO un gruppo della modernità professionale del Marketing, della Comunicazione e della Tecnologia che fonda le sue radici nella cooperazione

Dettagli

INTERNET CONSULTING COMPANY WEB APPLICATION E MARKETING TRIDIMENSIONALE

INTERNET CONSULTING COMPANY WEB APPLICATION E MARKETING TRIDIMENSIONALE web applications e marketing tridimensionale COMPANY PROFILE INTERNET CONSULTING COMPANY WEB APPLICATION E MARKETING TRIDIMENSIONALE Il successo non è un obiettivo programmabile bensì la conseguenza delle

Dettagli

B2C. 1.200.000 > OPERATORI SEO > SOCIAL MEDIA STRATEGY: > GESTIONE DELLA PRESENZASUI SOCIAL NETWORK: > WEB ADVERTISING:

B2C. 1.200.000 > OPERATORI SEO > SOCIAL MEDIA STRATEGY: > GESTIONE DELLA PRESENZASUI SOCIAL NETWORK: > WEB ADVERTISING: MISSION Opencoupon è nato dall esperienza ventennale nella comunicazione media, gruppo leader nel campo della progettazione editoriale e della veicolazione di servizi per professionisti, aziende e PMI

Dettagli

Marco Camisani Calzolari (Impresa 4.0)

Marco Camisani Calzolari (Impresa 4.0) AREE d INTERVENTO Un'ampia visione del marketing delle relazioni, trasforma le tecnologie digitali in una potente leva di innovazione del modello di business Il marketing relazionale, in contrapposizione

Dettagli

Oggi le sfide da affrontare

Oggi le sfide da affrontare Come costruire passo dopo passo un sistema efficace di CRM per fidelizzare e contattare periodicamente i tuoi clienti Terzo Workshop FBA Roma 17 marzo 2013 Bari 7 aprile 2013 A cura di Alessandra Salimbene

Dettagli

visibilità, accessi e risultati dal Marketing sul Web:

visibilità, accessi e risultati dal Marketing sul Web: visibilità, accessi e risultati dal Marketing sul Web: dai il giusto valore al tuo business, fai emergere la tua attività su Internet Un investimento concreto, efficace e misurabile. Quali sono le principali

Dettagli

Lo sviluppo della comunicazione di marketing e del CRM nelle imprese. Evidenze empiriche e il progetto CRM in Camomilla Milano

Lo sviluppo della comunicazione di marketing e del CRM nelle imprese. Evidenze empiriche e il progetto CRM in Camomilla Milano Facoltà di lingua e cultura italiana CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA Lo sviluppo della comunicazione di marketing e del CRM nelle imprese. Evidenze empiriche e il progetto CRM

Dettagli

VII CONVEGNO ANNUALE SUI CONTACT CENTER Milano, 7 giugno 2012. Elisa Fontana

VII CONVEGNO ANNUALE SUI CONTACT CENTER Milano, 7 giugno 2012. Elisa Fontana VII CONVEGNO ANNUALE SUI CONTACT CENTER Milano, 7 giugno 2012 Elisa Fontana 1 Contenuti Chi siamo CRM, Customer experience, Customer Engagement Il consumatore e i Social Network I social network generano

Dettagli

per l Azienda Turistica

per l Azienda Turistica Marketing Comunicazione e Internet per l Azienda Turistica Rurale GATEWAY TO LEARNING Il corso è inserito nel Catalogo Interregionale di Alta Formazione www.altaformazioneinrete.it Titolo del corso: Marketing,

Dettagli

INTRODUZIONE AL WEB. www.studiosamo.it

INTRODUZIONE AL WEB. www.studiosamo.it INTRODUZIONE AL WEB www.studiosamo.it Fondamenti di Internet Marketing DEFINIZIONE: il web marketing è la branca delle attività di marketing dell azienda che sfrutta il canale web per studiare il mercato

Dettagli

Creaattiva altre attività MA!

Creaattiva altre attività MA! Creaattiva Creaattiva si occupa di Web Design, Web Marketing, Graphic Design, Stampa, Sviluppo SW e altre attività correlate. MA! Questa nuova realtà opera in una location molto dinamica e creativa in

Dettagli

Profilazione visitatori Smau

Profilazione visitatori Smau Progetto Smau 2015 2015 BERLINO, 12-13 marzo PADOVA, 1-2 aprile TORINO, 29-30 aprile BOLOGNA, 4-5 giugno FIRENZE, 14-15 luglio MILANO, 21-22-23 ottobre NAPOLI, 10-11 dicembre www.smau.it - tel. +39 02

Dettagli

Seguiamo da oltre 10 anni piccole e grandi aziende nella loro crescita, elevando con il nostro lavoro le loro potenzialità.

Seguiamo da oltre 10 anni piccole e grandi aziende nella loro crescita, elevando con il nostro lavoro le loro potenzialità. Eurobusiness Eurobusiness è una realtà multidisciplinare con sede tra Monza e Milano, che offre soluzioni dagli elevati standard estetici e tecnologici per supportare il vostro business: dalla realizzazione

Dettagli

BRAND ED EVENTI. Tra queste in particolare

BRAND ED EVENTI. Tra queste in particolare 1 CHI SIAMO comevoi, nata nel 2011, è un'agenzia di comunicazione composta da un gruppo di soci che vantano esperienza decennale nel campo dell editoria e della comunicazione. MISSION La nostra missione

Dettagli

Master Universitario di I livello in. Comunicazione e Marketing

Master Universitario di I livello in. Comunicazione e Marketing Master Universitario di I livello in Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti del master in Marketing e Comunicazione gli strumenti manageriali indispensabili

Dettagli

Strategie di impresa, Tattiche operative e Piano di Marketing. Come essere competitivi, affrontare i mercati e i concorrenti

Strategie di impresa, Tattiche operative e Piano di Marketing. Come essere competitivi, affrontare i mercati e i concorrenti MA.VE.CO. Consulting www.maveco-consulting.it Viale Stazione,43-02013 Antrodoco (Rieti) Tel. 0746-578699 e-mail : info@maveco-consulting.it Strategie di impresa, Tattiche operative e Piano di Marketing

Dettagli

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up

Analisi sullo strumento direct per eccellenza. Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct per eccellenza Email Marketing Check up Workshop 26 Novembre 2014 26 Novembre 2014, Iab Forum, Milano Agenda Workshop Email Marketing Check up Analisi sullo strumento direct

Dettagli

4.1.4 Il marketing mix nella pubblica amministrazione

4.1.4 Il marketing mix nella pubblica amministrazione 4.1.4 Il marketing mix nella pubblica amministrazione La pianificazione strategica si sviluppa su più piani e individua gli strumenti in grado di soddisfare i bisogni dei segmenti obiettivo Nell ambito

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS in collaborazione con FACEBOOK PER IL BUSINESS MODULO BASE A giugno 2014 Facebook festeggia 30 milioni di piccole imprese attive con una pagina aziendale sui propri canali.

Dettagli

edreams ODIGEO: storia di un azienda leader mondiale nell ecommerce Dicembre 2014

edreams ODIGEO: storia di un azienda leader mondiale nell ecommerce Dicembre 2014 edreams ODIGEO: storia di un azienda leader mondiale nell ecommerce Dicembre 2014 0 Il GRUPPO ODIGEO Il Gruppo ODIGEO, creato nel luglio 2011, è formato da edreams, GO Voyages, Opodo, Travellink e Liligo.

Dettagli

La Campagna di informazione e comunicazione: ideazione, monitoraggio e valutazione. Davide Bergamini Roma 24 giugno 2015

La Campagna di informazione e comunicazione: ideazione, monitoraggio e valutazione. Davide Bergamini Roma 24 giugno 2015 La Campagna di informazione e comunicazione: ideazione, monitoraggio e valutazione Davide Bergamini Roma 24 giugno 2015 GLI ATTORI DELLA COMUNICAZIONE 1 MEDIA MODERNI, CONTEMPORANEI E UGC: il bombardamento

Dettagli

Corso di MARKETING OPERATIVO

Corso di MARKETING OPERATIVO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI FACOLTA DI ECONOMIA CdL in Marketing e Comunicazione d Azienda Bari Corso di MARKETING OPERATIVO Distribuzione Luca Petruzzellis lu.petruzzellis@disag.uniba.it Case Study

Dettagli

HOTEL INTERNATIONAL MARKETING

HOTEL INTERNATIONAL MARKETING HOTEL INTERNATIONAL MARKETING Marketing non è solo pubblicità. Marketing è un processo finalizzato a creare, distribuire, prezzare e promuovere con strategia il proprio prodotto. Scegliere Hotel International

Dettagli

PRESENTAZIONE DEI SERVIZI 2012

PRESENTAZIONE DEI SERVIZI 2012 PRESENTAZIONE DEI SERVIZI 2012 www.facebook.com/yomarketing.it www.yomarketing.it YoMarketing SRL - Web Company YoMarketing è una realtà formata da persone giovani e dinamiche specializzate nell offrire

Dettagli

WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE DIECI STEP PER SVILUPPARE LA PROPRIA PRESENZA ONLINE

WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE DIECI STEP PER SVILUPPARE LA PROPRIA PRESENZA ONLINE WEB: IL MONDO COME POSSIBILE CLIENTE 3 DIECI STEP PER SVILUPPARE LA COLLANA I QUADERNI DI ORIENTAMENTO I Quaderni di Orientamento nascono per aiutare chi, per la prima volta, intende avviare un attività

Dettagli

Creaattiva altre attività MA!

Creaattiva altre attività MA! Creaattiva Creaattiva si occupa di Web Design, Web Marketing, Graphic Design, Stampa, Sviluppo SW e altre attività correlate. MA! Questa nuova realtà opera in una location molto dinamica e creativa in

Dettagli

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup. Catalogo formativo 2013 INGENIA Group Manuale commerciale Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013 Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.it MARKETING & INNOVAZIONE Percorso formativo e-mail MARKETING

Dettagli

Convertite(vi) : acquisite clienti, non carrelli.

Convertite(vi) : acquisite clienti, non carrelli. Convertite(vi) : acquisite clienti, non carrelli. IAB Forum 25/11/2014 2 OGGI PARLEREMO DI PERFORMANCE MARKETING ATTRAVERSO UN CASO CONCRETO E I RELATIVI NUMERI E NON SOLO, DATO CHE IL MIO VERO OBIETTIVO

Dettagli

Strategie per il web marketing

Strategie per il web marketing Strategie per il web marketing Fasi dell orientamento d impresa Per comprendere in che misura (rivoluzionaria) internet ed il web in particolare, ha contributo allo sviluppo del mercato dei servizi e/o

Dettagli

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit

Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Modulo Il piano di comunicazione di un organizzazione non profit Materiale didattico a cura di ALFONSO SIANO Università degli Studi di Salerno sianoalf@unisa.it 2010 1 Piano di comunicazione MARKETING

Dettagli

29/01/2015 - Camera di Commercio Macerata

29/01/2015 - Camera di Commercio Macerata 29/01/2015 - Camera di Commercio Macerata Cos è? Il Customer Relationship Management (CRM) è una strategia per la gestione di tutte le interazioni che hanno luogo con i clienti potenziali ed esistenti.

Dettagli

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION COMPANY PROFILE 2014 PROFILO AZIENDALE Posytron è una società di consulenza tecnologica e gestionale certificata ISO 9001:2008 fondata nel 1999 da Alberto Muritano, attuale CEO, per supportare l'innovazione

Dettagli

STUDIO. LodeTTI. Strumenti, tecnologie e metodi per l'immagine, la comunicazione, il marketing e la pubblicita.

STUDIO. LodeTTI. Strumenti, tecnologie e metodi per l'immagine, la comunicazione, il marketing e la pubblicita. STUDIO LodeTTI Strumenti, tecnologie e metodi per l'immagine, la comunicazione, il marketing e la pubblicita. INTERNET GRAFICA MARKETING CONSULENZA FOTOGRAFIA VIDEO STAMPA SOLUZIONI INTEGRATIVE PER UNA

Dettagli

incrementa il tuo business

incrementa il tuo business incrementa il tuo business 1 mission L attività di marketing si concretizza attraverso l elaborazione di un progetto specifico proposto ai nostri partners. L intento? Quello di raggiungere maggior successo,

Dettagli

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0

WEB MARKETING 2.0. La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 WEB MARKETING 2.0 La nuova proposta di implementazione di un progetto Marketing 2.0 È un stato di evoluzione del Web, caratterizzato da strumenti e piattaforme che enfatizzano la collaborazione e la condivisione

Dettagli

COMUNICHIAMO OVUNQUE. www.multycontact.it

COMUNICHIAMO OVUNQUE. www.multycontact.it COMUNICHIAMO OVUNQUE. www.multycontact.it 2 Profilo & Vision Multy Contact è un agenzia che fornisce prodotti e servizi di comunicazione. Offre consulenza, strategie e creatività per realizzare ogni tipo

Dettagli

* LA LEZIONE 1 E GIA STATA EROGATA, SARA DISPONIBILE IN POADCAST E VISIBILE INTEGRALMENTE PER 12 MESI.

* LA LEZIONE 1 E GIA STATA EROGATA, SARA DISPONIBILE IN POADCAST E VISIBILE INTEGRALMENTE PER 12 MESI. Dati Cliente Partecipa al corso DIGITAL IMMOBILIARE STRATEGICO 2015 Gianluca Capone Referente: Ragione sociale agenzia: Indirizzo: Partita Iva: Email: Tel.: DIGITAL IMMOBILIARE STRATEGICO 2015 *LEZIONE

Dettagli

RTB WORKSHOP. Milano, 22 Maggio 2013

RTB WORKSHOP. Milano, 22 Maggio 2013 RTB WORKSHOP Milano, 22 Maggio 2013 Agenda AUTOREVOLEZZA E FRAMMENTAZIONE DELL'UTENTE MULTI DEVICE RTB: I benefici per il Brand RTB: Concetto & piattaforme Rilevanza del Dato Approccio ed Operatività La

Dettagli

< < 2 OBIETTIVI 2 DIMENSIONI

< < 2 OBIETTIVI 2 DIMENSIONI MILANO 17-19 Ottobre 2012 Progetto Smau Milano 2012 Smau Milano è il più importante momento d incontro tra i principali fornitori di soluzioni ICT e gli imprenditori e i decisori aziendali delle imprese

Dettagli

INTRODUZIONE SOCIAL MEDIA MARKETING

INTRODUZIONE SOCIAL MEDIA MARKETING INTRODUZIONE SOCIAL MEDIA MARKETING FIRENZE, 13 APRILE 2013 Nicola Carmignani @nicocarmigna www.nicolacarmignani.it PRESENTAZIONI Nicola Carmignani @nicocarmigna Blog: Uno Spreco di Bit! www.nicolacarmignani.it

Dettagli

persone notizie sedi diventa partner certificazioni

persone notizie sedi diventa partner certificazioni persone notizie sedi diventa partner certificazioni Il più grande mercato del mondo Ready for the social business? L unione fa il Business! The time for mobile is now Il business prima di tutto Materialize

Dettagli

il Web Marketing!" #r$%&'()"!)*à ()v'+*" +'#'%%)*à

il Web Marketing! #r$%&'()!)*à ()v'+* +'#'%%)*à Cristian Iobbi Simone Antonelli 1. Cos è? è il segmento delle attività di marketing dell azienda che sfrutta il canale online per studiare il mercato e sviluppare i rapporti commerciali tramite il Web.

Dettagli

what your brand wants B2B Communication

what your brand wants B2B Communication BB Communication Comunicazione glob ale, soluzione unica Abbiamo sviluppato nel tempo una specifica esperienza nelle attività di comunicazione più efficaci per le aziende che operano in mercati Business

Dettagli

Casa.it Innovazione e cultura come volano del Real Estate

Casa.it Innovazione e cultura come volano del Real Estate Casa.it Innovazione e cultura come volano del Real Estate Agenda 1. Il World Wide Web: I numeri di Internet 2. Real Estate il sito internet: Il settore dell immobiliare online 3. Internet e real estate

Dettagli

Racing is life, anything else before or after is just waiting. www.weturndesign.com

Racing is life, anything else before or after is just waiting. www.weturndesign.com Racing is life, anything else before or after is just waiting www.weturndesign.com We Turn Design nasce dall esigenza di dare una svolta... Siamo un gruppo di lavoro impegnato da oltre dieci anni nel ramo

Dettagli

Area TREND MERCATI. TITOLO Osservatorio AISM Marketing B2B in Italia 2015. Fonte Elaborazione ANES su dati AISM 2015. Anno 2015. N. Doc B-2.

Area TREND MERCATI. TITOLO Osservatorio AISM Marketing B2B in Italia 2015. Fonte Elaborazione ANES su dati AISM 2015. Anno 2015. N. Doc B-2. Osservatorio AISM Marketing B2B in Italia 2015 8 Fonte Elaborazione ANES su dati AISM 2015 2 8 Executive Summary L Osservatorio AISM censisce ogni anno le abitudini di spesa dei marketer B2B in Italia;

Dettagli

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 0. INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 3. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 4. MISSION pag. 4 5. APPROCCIO pag. 4 6. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

L EDITORIA SPECIALIZZATA DALLA CARTA AL WEB

L EDITORIA SPECIALIZZATA DALLA CARTA AL WEB L EDITORIA SPECIALIZZATA DALLA CARTA AL WEB www.anesdigital.it ANES DIGITAL OUTLOOK Osservatorio sui media digitali specializzati ANES DIGITAL OUTLOOK Il quadro di riferimento Il censimento dei media digitali

Dettagli

COME VALUTARE LA PROFITTABILITA DI CLIENTI E PROSPECT: STRATEGIE PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI E ACCRESCERE IL VALORE DI QUELLI ESISTENTI.

COME VALUTARE LA PROFITTABILITA DI CLIENTI E PROSPECT: STRATEGIE PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI E ACCRESCERE IL VALORE DI QUELLI ESISTENTI. COME VALUTARE LA PROFITTABILITA DI CLIENTI E PROSPECT: STRATEGIE PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI E ACCRESCERE IL VALORE DI QUELLI ESISTENTI. 1. Introduzione: Gli obiettivi dell implementazione di un sistema

Dettagli

SMS - MMS - VMS - DEM ADVERTISING

SMS - MMS - VMS - DEM ADVERTISING SMS - MMS - VMS - DEM ADVERTISING Vuoi promuovere la tua azienda tramite messaggi SMS, MMS, video SMS o DEM? Nulla di più facile con rdcom.it Scegli i nostri servizi Advertising Invia promozioni, sconti,

Dettagli

what your brand wants Relazioni Pubbliche

what your brand wants Relazioni Pubbliche Relazioni Pubbliche ottimi motivi per una campagna di RP Progettiamo e sviluppiamo campagne di Relazioni Pubbliche utilizzando in modo strategico ed integrato attività di comunicazione online ed offline

Dettagli

Essere pronto subito ad operare realmente con le nuove tecniche e strategie acquisite.

Essere pronto subito ad operare realmente con le nuove tecniche e strategie acquisite. Partecipa al corso DIGITAL IMMOBILIARE STRATEGICO 2015 Gianluca Capone CoachImmobiliare Esclusivamente per WebinarImmobiliare.it, 2 sessioni in diretta on-line per imparare le strategie digitali che funzionano

Dettagli

Lezione 19: Comunicazione di Marketing Stella Romagnoli

Lezione 19: Comunicazione di Marketing Stella Romagnoli Lezione 19: Comunicazione di Marketing Definizione Target e contenuto della comunicazione di marketing Gli obiettivi Il processo di apprendimento I principali strumenti di comunicazione La promozione delle

Dettagli

Studio di retribuzione 2015

Studio di retribuzione 2015 Studio di retribuzione 2015 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Ruth P. Stevens LEAD GENERATION. Generare nuovi contatti commerciali con strumenti d avanguardia

Ruth P. Stevens LEAD GENERATION. Generare nuovi contatti commerciali con strumenti d avanguardia Ruth P. Stevens LEAD GENERATION Generare nuovi contatti commerciali con strumenti d avanguardia Sommario L autrice, ringraziamenti...ix Capitolo 1 Introduzione alla lead generation... 1 Definiamo i termini:

Dettagli

Lezione 7: la comunicazione digitale. Stella Romagnoli

Lezione 7: la comunicazione digitale. Stella Romagnoli Lezione 7: la comunicazione digitale Stella Romagnoli La comunicazione digitale Cosa si intende per comunicazione digitale Le forme della comunicazione digitale La creazione di un sito (caso FreeMove)

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

COMUNICAZIONE DIGITALE E WEB 2.0 PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI

COMUNICAZIONE DIGITALE E WEB 2.0 PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI COMUNICAZIONE DIGITALE E WEB 2.0 PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI "Comunicazione digitale e Web 2.0 per acquisire nuovi clienti" è il corso di formazione nato dalla collaborazione tra Insurance Lab, associazione

Dettagli

Web Communication Strategies

Web Communication Strategies Web Communication Strategies The internet is becoming the town square for the global village of tomorrow. Bill Gates 1 ottobre 2013 Camera di Commercio di Torino Barbara Monacelli barbara.monacelli@polito.it

Dettagli

IL PIANO DI COMUNICAZIONE DIGITALE INTEGRATO LE PRINCIPALI LEVE DEL WEB MARKETING

IL PIANO DI COMUNICAZIONE DIGITALE INTEGRATO LE PRINCIPALI LEVE DEL WEB MARKETING IL PIANO DI COMUNICAZIONE DIGITALE INTEGRATO LE PRINCIPALI LEVE DEL WEB MARKETING 2014 / 2015 Marketing sales & communication Z2123.1 II Edizione / Formula weekend 21 NOVEMBRE 2014 14 FEBBRAIO 2015 In

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Facoltà di Ingegneria Corso di Marketing Industriale Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it Marketing e Internet Economy I Mktg-L18

Dettagli

Indice. Parte I L e-voluzione del marketing: il nuovo approccio al mondo digitale... 1

Indice. Parte I L e-voluzione del marketing: il nuovo approccio al mondo digitale... 1 Premessa Prefazioni... xi... xiii Parte I L e-voluzione del marketing: il nuovo approccio al mondo digitale... 1 Capitolo 1 La trasformazione digitale e la sfida per le organizzazioni... 3 1.1 Premessa...

Dettagli

google AdWords facebook Twitter Soluzioni Web Marketing personalizzate Concessionaria ufficiale di:

google AdWords facebook Twitter Soluzioni Web Marketing personalizzate Concessionaria ufficiale di: google AdWords facebook Twitter Soluzioni Web Marketing personalizzate Concessionaria ufficiale di: DAVVERO GRANDI. INDICE google ADWORDS 4 facebook & TWITTER 8 Il meglio del Web Marketing... GOOGLE AdWOrds

Dettagli

Rassegna Stampa Estratti dagli articoli più significativi

Rassegna Stampa Estratti dagli articoli più significativi Rassegna Stampa Estratti dagli articoli più significativi SMS A TUTTA FORZA Pubblicità: cresce quella sul cellulare. Perché una campagna sms è efficace, immediata ed economica. È l invenzione preferita

Dettagli

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA DI MARKETING

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA DI MARKETING LEZIONI N. 15 e 16 La Integrata di Marketing Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE ANALIZZARE LA STRUTTURA E LE COMPONENTI DELLA COMUNICAZIONE INTEGRATA

Dettagli