Computer, comfort e lenti a contatto

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Computer, comfort e lenti a contatto"

Transcript

1 Computer, comfort e lenti a contatto di David Ruston I moderni ambienti di lavoro rappresentano una sfida significativa per il comfort oculare, in particolare per chi porta le lenti a contatto. David Ruston esplora gli effetti sugli occhi provocati dal trascorrere molte ore davanti al computer e dall esposizione quotidiana ad ambienti con riscaldamento e con aria condizionata e suggerisce alcune utili strategie di gestione. Figura 1. Un idoneo posizionamento della postazione di lavoro dovrebbe consentire di rivolgere lo sguardo verso il basso sullo schermo del computer. I moderni ambienti di lavoro e stili di vita impongono sempre crescenti sfide ai nostri occhi e, in particolare, a un uso confortevole delle lenti a contatto. Oggi la popolazione adulta del Regno Unito trascorre in media sino a 53 ore a settimana lavorativa davanti allo schermo di un computer o davanti alla TV 1. Un indagine svolta tra lavoratori nel Regno Unito ha concluso che l affaticamento visivo provocato dallo schermo colpiva nove su 10 utilizzatori di videoterminali VDU (visual display unit) ed uno su tre lamentava regolarmente problemi quali secchezza o irritazione oculare 1. Ci si potrebbe aspettare che questo problema sia ancor più diffuso tra i portatori di lenti a contatto. Secondo lo specialista della visione occupazionale, Dr Jeffrey Anshel, optometrista praticante ed autore di Visual Ergonomics in the Workplace 2, le caratteristiche esclusive e le elevate richieste sotto il profilo del carico visivo di un lavoro e di un gioco che richiedono l uso del computer predispongono molte persone a sviluppare problemi oculari e disturbi correlati alla visione. I sintomi oculari associati all uso prolungato di monitor di computer e piccoli schermi includono sensazione di occhio secco, irritazioni, astenopia, visione offuscata e sensibilità alla luce. Possono anche essere riportati disturbi quali cefalee ed altri sintomi non oculari come dolori al collo e/o alla schiena. Tali sintomi possono essere provocati da una combinazione di problemi visivi individuali, abitudini di visualizzazione e cattive condizioni ambientali quali abbagliamento, errato posizionamento della postazione di lavoro, schermi sporchi, scarsa illuminazione e angoli di visualizzazione, afferma Anshel. La crescita registrata nell uso di dispositivi portatili più compatti da utilizzare in contesti di lavoro e amatoriali come piloti palmari, laptop, lettori di video game e telefoni cellulari per il text messaging e l accesso al web, possono contribuire in misura sempre maggiore a indurre affaticamento visivo e percezione di discomfort. Una recente analisi della sindrome visiva da pc oltre a descrivere l insieme dei disturbi e dei sintomi oculari correlati all utilizzo del 98 P.O. Professional Optometry Marzo 2007

2 Tabella 1 Sintomi oculari associati ad un uso prolungato del computer. - Occhi secchi ed irritati - Astenopia o stanchezza visiva - Visione offuscata e/o variabile - Sensibilità alla luce - Cefalea - Dolori al collo e/o alla schiena Tabella 2 Effetti oculari provocati dall uso del computer sugli occhi. - Frequenza degli atti di ammiccamento ridotta - Assottigliamento più rapido del film lacrimale - Formazione di dry spot - Esposizione aumentata della superficie oculare - Angolo dello sguardo superiore rispetto ad altri compiti di visualizzazione near point - Ammiccamento incompleto - Anomalie di ammiccamento computer (Tab. 1) ha considerato gli effetti provocati sulla visione da caratteristiche di visualizzazione quali illuminazione insufficiente, abbagliamento, qualità della visualizzazione e frequenze di refresh sui sintomi oculari ed ha suggerito una gamma di misure da attuare per migliorare il comfort visivo 3. Questi autori hanno tuttavia concluso che il principale contributo alla sindrome visiva da pc, pare sinora essere apportato dalla secchezza oculare. Qualunque sia la causa, la ricerca ha dimostrato che gli ottici-optometristi professionisti stanno attualmente visitando un alto numero di portatori che provano sensazioni di discomfort oculare associato all uso del computer. All inizio degli anni Novanta, quando l uso di computer ed altri dispositivi elettronici andò diffondendosi progressivamente, un indagine nazionale svolta tra gli optometristi degli Stati Uniti concluse che oltre il 14 per cento dei loro portatori presentava sintomi oculari o correlati alla visione derivanti dall uso del computer in ambito lavorativo 4. Con l aumento registrato nell uso di computer ed altri dispositivi elettronici, il numero di portatori interessati da questa sintomatologia è probabile che sia ora ancora più elevato. Fattori ambientali ed ergonomici giocano chiaramente un ruolo importante nell ambito del discomfort oculare in un alto numero di utilizzatori di computer ma quali sono le cause oculari e correlate alla visione dei loro sintomi? E questi sintomi vengono esacerbati dall uso delle lenti a contatto? Una revisione della letteratura riguardo agli effetti dell uso dei VDU sugli occhi e sui portatori di lenti a contatto può fornire alcune risposte. Effetti dell uso del computer Vengono riferiti numerosi effetti oculari e visivi provocati dall uso del videoterminale VT (Tab. 2). Tra gli effetti più frequentemente riferiti e che evidenzia importanti implicazioni per l uso delle lenti a contatto, vi è una ridotta frequenza di ammiccamento e i suoi effetti sulla superficie oculare. Nei soggetti normalmente sani la frequenza di ammiccamento media mentre si lavora davanti allo schermo è di cinque volte minore del normale ed esiste un associazione significativa tra l intervallo inter-ammiccamento e la stabilità del film lacrimale pre-corneale 5. Marzo 2007 P.O. Professional Optometry 99

3 Altri studiosi hanno indagato il legame esistente tra frequenza di ammiccamento ed occhio secco, osservando che l uso dei VT si associa ad un intervallo di ammiccamento massimo diminuito (l intervallo di tempo massimo in cui i soggetti potrebbero evitare di ammiccare senza avvertire disagio) e quindi allo sviluppo di una sintomatologia da occhio secco 6. È stato inoltre dimostrato che la riduzione della frequenza di ammiccamento durante l uso del VT porta ad esacerbare i sintomi nei soggetti già predisposti a sviluppare la sindrome da occhio secco 7. Una ricerca condotta in Giappone ha dimostrato che ad oltre il 30 per cento dei lavoratori addetti al VT con astenopia è stato possibile fare una diagnosi di occhio secco e ha suggerito di effettuare test della funzione lacrimale tra i lavoratori che accusavano tali sintomi 8. Più recentemente, uno studio svolto in Danimarca ha analizzato la letteratura sui disturbi oculari correlati al lavoro in ufficio ed ha suggerito di imputare un meccanismo causale sulla loro insorgenza. Modificazioni del film lacrimale hanno portato allo sviluppo di disturbi oculari provocati da svariati fattori: caratteristiche di contenuto delle mansioni che richiedono un alto carico visivo che hanno portato a una riduzione dell ammiccamento e ad un aumento della superficie oculare esposta; caratteristiche individuali che includono un alterazione del film lacrimale, anomalie dell ammiccamento, disfunzione della ghiandola di Meibomio e uso di lenti a contatto; e fattori termici quali basso grado di umidità relativa ed elevata temperatura ambiente 9. Questi fattori e condizioni hanno progressivamente determinato un aumento dell evaporazione della componente acquosa delle lacrime e condotto ad un più rapido assottigliamento del film lacrimale, provocando secchezza oculare e formazione di dry spot sulla cornea. L angolo dello sguardo più elevato solitamente richiesto per il lavoro al VT aggrava gli effetti di un ammiccamento ridotto e delle modificazioni del film lacrimale, comportando ammiccamenti più incompleti ed una più veloce perdita lacrimale 10. Anche una maggiore apertura palpebrale aumenta l esposizione dell occhio a condizioni di umidità e temperatura sfavorevoli quali ambienti con riscaldamento o aria condizionata. Nella sintomatologia è stata implicata anche una qualità dell aria scadente 11. Patologie dell occhio che contribuiscono all insorgenza di sintomi dell occhio secco, quali disfunzione della ghiandola di Meibomio, blefarite e congiuntivite allergica, possono rendere chi ne soffre più vulnerabile alle sensazioni di discomfort in caso di utilizzo prolungato del computer 12. Anche alcune malattie e farmaci sistemici vengono associati alla secchezza oculare. Aggiuntivamente, questi stessi fattori, possono apportare un contribuito ancora maggiore al discomfort avvertito da soggetti che portano le lenti a contatto. È tuttavia importante non trascurare il contributo apportato al discomfort oculare e ad una scadente performance visiva sul lavoro da fattori comuni correlati alla visione. Un errore refrattivo sotto o sovracorretto, un astigmatismo non corretto o una presbiopia e correzioni per lettura inappropriate rientrano fra le potenziali cause. Nonostante alcuni di questi problemi possano non esitare in una sintomatologia in presenza di condizioni che richiedono un minor carico visivo, le elevate pretese in termini di impegno visivo di un lavoro al computer possono fare in modo che condizioni pre-esistenti diventino manifeste. Si ha inoltre un alta prevalenza di disturbi della funzione accommodativa e binoculare fra gli utilizzatori di VT sintomatici 13. Benché l uso del computer esplichi numerosi effetti sugli occhi, l esposizione ai VT non pare essere la causa di danno organico all occhio e i livelli di radiazione emessi dagli schermi sono molto al di sotto dei livelli di sicurezza prescritti 14. Effetti sui portatori di lenti a contatto Forse sorprenderà sapere che vi sono relativamente poche relazioni di letteratura riguardo agli effetti dell uso del VT sui portatori di lenti a contatto o sulle lenti a contatto. Tuttavia ci si potrebbe attendere che la ridotta frequenza di ammiccamento e la prevalenza dei sintomi da occhio secco accusati dai non utilizzatori di lenti a contatto costituiscano la causa di sempre maggiori problemi per i portatori di lenti a contatto, fra i quali tali sintomi sono 100 P.O. Professional Optometry Marzo 2007

4 già più comuni 15. Lunghe fasi di mancanza di ammiccamento possono portare la superficie delle lenti a contatto a seccarsi, provocando discomfort e perdita di chiarezza visiva che, a sua volta, può incidere sulla produttività lavorativa. Uno studio condotto in Giappone ha riscontrato che la prevalenza di occhio secco, diagnosticata come un anomalia del film lacrimale e della superficie oculare, è risultata significativamente più alta fra i portatori di lenti a contatto e gli addetti all uso del VT rispetto ai non portatori di lenti a contatto e ai non utilizzatori di VT 16. La ricerca, svolta tra oltre attuali ed ex portatori di lenti a contatto, ha dimostrato che il tempo trascorso davanti allo schermo di un computer è stata l attività più frequentemente menzionata tra le cause di discomfort correlato all uso delle lenti a contatto. Più di un portatore di lenti a contatto su quattro ha riferito di usare il computer per più di sei ore al giorno al lavoro, oltre all uso dello stesso per svago 17. Altri autori hanno preso in considerazione l uso delle lenti a contatto in ambienti di ufficio e riscontrato che lavorare in condizioni di basso grado di umidità relativa, come in ambienti con riscaldamento ed aria condizionata, è stato associato ad un tempo di rottura del film lacrimale significativamente inferiore sulla lente 18. Fattori legati alla visione possono nuovamente giocare un ruolo nei sintomi accusati dai portatori di lenti a contatto che utilizzano il computer. Un modesto astigmatismo residuo non corretto può produrre sensazioni di discomfort visivo in questi soggetti pur essendone l acuità visiva relativamente non interessata 19. Nei presbiti che portano lenti a contatto in modalità monovisione, la distanza di lavoro per lo schermo VDU e il posizionamento della postazione di lavoro determineranno la prescrizione delle lenti per vicino e quale lente adattare all occhio dominante 10. Strategie per la gestione dei sintomi correlati all uso del computer Varie strategie sono state proposte per gestire gli effetti dell uso del VT sugli occhi e sui portatori di lenti a contatto. Un illuminazione appropriata, l impiego di filtri anti-abbagliamento, un miglior posizionamento dei monitor dei computer tale da consentire di volgere lo sguardo verso il basso e la regolazione delle impostazioni dello schermo rientrano tra i miglioramenti ergonomici proposti per l ambiente di lavoro (Figura 1). L American Optometric Association, l associazione degli optometristi americani, ha messo a punto un utile documento che analizza alcune di queste strategie 20. È stato anche suggerito il miglioramento dell ambiente d ufficio mediante l impiego di umidificatori. Anche regolari pause nella permanenza davanti allo schermo possono risultare efficaci nell alleviare la sensazione di discomfort oculare. Anshel propone di adottare la regola del 20/20/20: una pausa di 20 secondi ogni 20 minuti, focalizzando gli occhi su punti ad almeno 20 piedi di distanza dallo schermo. Egli raccomanda di sottoporsi ad una visita oculistica completa subito dopo avere iniziato il lavoro al computer e in seguito di controllare periodicamente eventuali problemi di visione non corretti. La tabella 3 elenca i cinque consigli fondamentali di Anshel per prevenire e ridurre lo sviluppo di problemi correlati alla visione. Altre strategie attengono in modo particolare al portatore di lenti a contatto. Gocce oculari lubrificanti senza conservanti si sono dimostrate in grado di migliorare i sintomi tra i portatori di lenti a contatto durante un uso protratto del computer 21. Si è cercato anche di fare in modo di aumentare la frequenza di ammiccamento durante il lavoro al VDU o mediante semplici esercizi di ammiccamento o utilizzando un programma computerizzato animato per stimolare l ammiccamento 22. Un altra possibilità è quella di raccomandare agli utilizzatori di VDU di ammiccare ogni volta che premono la barra spaziatrice. Il rivestimento con pellicole antiriflesso del display del computer può consentire non solo di prevenire riflessi di luce provenienti dalle superfici dello schermo ma anche di aumentare la frequenza di ammiccamento ed avere di conseguenza un minor numero di sintomi astenopici 23. Marzo 2007 P.O. Professional Optometry 103

5 Gestione del portatore di lenti a contatto Il comfort delle lenti a contatto al lavoro è imputabile a numerosi fattori, correlati sia al paziente sia alle lenti, nonché a caratteristiche ergonomiche ed ambientali. I fattori correlati alle lenti implicati nel comfort d uso delle lenti a contatto morbide sono riconducibili alle proprietà di un particolare tipo di lente, quali le loro caratteristiche di design e di adattamento. Anche la frequenza di sostituzione delle lenti è stata dimostrata influire sul comfort, supportando il dibattito che quando si tratta di intervalli di sostituzione delle lenti a contatto più breve è meglio è 24. Tuttavia la scelta del materiale delle lenti rappresenta indubbiamente un elemento importante per l uso confortevole delle lenti a contatto, in particolare in situazioni difficili quali un utilizzo particolarmente prolungato del computer ed ambienti riscaldati o con aria condizionata. Il materiale delle lenti a contatto ottimale in queste condizioni è con ogni probabilità un materiale dotato di buone caratteristiche di idratazione, un basso coefficiente di attrito (elevato potere autolubrificante), altamente bagnabile e che mostra bassi livelli di depositi. Secchezza e discomfort non possono essere sostanzialmente migliorati variando una singola proprietà del materiale e devono essere Tabella 3 I cinque consigli fondamentali per chi utilizza il computer allo scopo di prevenire e ridurre lo sviluppo di problemi correlati alla visione (secondo Anshel). - Ridurre l abbagliamento L abbagliamento è una delle principali cause di astenopia per chi utilizza il computer. Non ha importanza la collocazione del computer rispetto ad una finestra, occorre utilizzare veneziane, tende o imposte regolabili per attenuare i livelli elevati di luce diurna che illumina la postazione di lavoro. Evitare di stare di fronte a una finestra non schermata poiché la differenza di luminosità fra lo schermo e l area retrostante può provocare stress e discomfort oculare. - Controllare le lenti a contatto Quando si lavora al computer, si trascorre molto tempo concentrati e si ammicca con minor frequenza. Il lavoro al computer può risultare particolarmente stressante per chi porta lenti a contatto. Lunghe fasi di mancanza di ammiccamento possono portare la superficie delle lenti a contatto a seccarsi, condizione che provoca discomfort e perdita di chiarezza della visione. Scegliere un materiale delle lenti in grado di minimizzare tali effetti. - Regolare il monitor Il posizionamento ideale del monitor dipende da svariati fattori, incluso struttura fisica e capacità visive di ogni singolo individuo, compiti lavorativi ed altri elementi progettuali della postazione di lavoro. Per conseguire il massimo comfort oculare, il centro dello schermo dovrebbe essere posto cm al più in basso della linea orizzontale che passa per gli occhi dell operatore. Si dovrebbe guardare appena sopra la parte superiore del monitor con lo sguardo in avanti. - Fare una pausa Un approccio preventivo volto a ridurre lo stress visivo include il distogliere periodicamente lo sguardo dallo schermo del computer durante l attività lavorativa. Seguire la regola del 20/20/20: fare una pausa di 20 secondi ogni 20 minuti. Focalizzare gli occhi su punti distanti almeno 20 piedi (circa 6 m) dal terminale. Mantenere gli occhi in movimento mentre si osservano oggetti a varie distanze. - Consultare lo specialista Se il lavoro che si svolge richiede di trascorrere molto tempo davanti ad un monitor, è bene sottoporsi ad una visita oculistica completa subito dopo aver iniziato a lavorare al computer ed in seguito ad intervalli regolari (almeno una volta all anno). Se, in qualunque momento, si avvertono problemi di visione o sensazioni di discomfort, rivolgersi al proprio specialista. 104 P.O. Professional Optometry Marzo 2007

6 Figura 2. Percentuale di soggetti che si sottopongono ad un uso frequente o prolungato del computer che valuta gli attributi di comfort ai due livelli più alti durante queste attività dopo una settimana di porto delle Acuvue Oasys. Percentuale di eccellente/molto buono e completamente/abbastanza d accordo Lavora al computer sempre o frequentemente (n=213) Lavora al computer >25 ore/settimana (n=172) Confortevole anche quando ci si sottopone ad una prolungata attività lavorativa al computer Comfort quando si lavora al computer Consente di lavorare al computer per più tempo L uso del computer rappresenta una parte importante del loro lavoro (n=161) gestiti cambiando varie proprietà delle lenti. Alla fine degli Anni Novanta sono state introdotte le lenti in idrogel omafilcon A (Proclear Compatibles, CooperVision), posizionate in modo da offrire alleviamento dei sintomi associati alla secchezza dell occhio. Studi in merito hanno dimostrato che queste lenti sono in grado di fornire maggiore comfort, un minor numero di sintomi, un più basso grado di disidratazione oculare e una minore induzione di staining corneale rispetto ad altre lenti a contatto morbide a porto giornaliero in soggetti con segni e sintomi di occhio secco 25,26. In questi studi tuttavia i soggetti non erano in modo specifico utilizzatori di computer. Il materiale senofilcon A (Acuvue Oasys with Hydraclear Plus, Johnson & Johnson Vision Care) è stato sviluppato per contribuire a soddisfare le esigenze dei portatori di lenti a contatto che lamentano una condizione di occhi stanchi e secchi, che spesso peggiorano in ambienti particolarmente sfavorevoli per la visione. Il silicone idrogel ha migliorato quattro proprietà primarie che possono influire su discomfort e secchezza, ossia performance dell ossigeno, bagnabilità, potere autolubrificante e modulo 27. Il feedback fornito da professionisti e portatori suggerisce che queste proprietà procurano alti livelli di soddisfazione e sostiene l opinione che la lente allevia i sintomi di secchezza oculare da lente a contatto 28. Una valutazione clinica ha confrontato la prestazione soggettiva della lente con quella di altre tre lenti monouso giornaliere: due idrogel in silicone, PureVision (Bausch & Lomb) ed Air Optix (CIBA Vision, precedentemente note con la denominazione O 2 Optix) e l idrogel Proclear Compatibles (CooperVision) 29. La soddisfazione per il comfort si è dimostrata sotto il profilo statistico significativamente più alta con le Acuvue Oasys rispetto alle altre lenti di prova sia in generale sia lavorando al computer. Il passaggio dei portatori di lenti a contatto morbide che accusavano problemi con le loro lenti attuali alle Acuvue Oasys si è rivelato in grado di alleviare i sintomi. Dei 112 soggetti classificati come portatori con problemi (a causa dei sintomi di secchezza oculare) e riadattati con le lenti, dopo due settimane il 75 per cento ha riportato una minore secchezza, l 88 per cento ha avuto un miglior comfort ed il 76 per cento ha segnalato un minor numero di ore di porto non confortevole 30. Studi svolti in ambienti di lavoro particolarmente impegnativi Uno studio recente ha esaminato le prestazioni delle Acuvue Oasys in modo specifico tra i soggetti esposti a condizioni di lavoro avverse. I soggetti valutati erano portatori di successo di lenti a contatto morbide giornaliere che riportavano di svolgere vari compiti visivi e lavorare in vari ambienti incluso l uso del computer ed una frequente esposizione alle bocchette di ventilazione e condizionamento. Tutti i soggetti presentavano una miopia di grado da basso a moderato con astigmatismo di 1DC o inferiore in entrambi gli occhi. Alla visita iniziale, ai soggetti sono state rivolte domande inerenti alle loro abitudini, pratiche ed opinioni riguardo alle lenti a contatto e alle prestazioni delle lenti a contatto correntemente usate. In seguito sono stati adattati con le Acuvue Oasys (marca e sponsor mascherati) e sottoposti a follow-up dopo un porto di una settimana con un intervista telefonica da una società di ricerche di mercato indipendente. Dei 252 soggetti arruolati nello studio, 213 hanno riferito di lavorare al computer spesso o frequentemente (84 per cento), 172 (68 per cento) hanno affermato di lavorare al computer per oltre 25 ore alla settimana e 106 P.O. Professional Optometry Marzo 2007

7 Figura 3. Percentuale di soggetti che riportano due o più ore di utilizzo del computer al giorno valutando gli attributi del comfort ai due livelli più alti dopo una settimana d uso delle Acuvue Oasys, Air Optix, PureVision e Proclear. Percentuale di eccellente/molto buono Comfort in generale Comfort durante il lavoro al computer S = Sotto il profi lo statistico ha signifi cativamente superato in termini di prestazioni le altre lenti testate p<0.05 Comfort a fi ne giornata 161 (63 per cento) ha ammesso che l uso del computer costituiva una parte importante del loro lavoro. Alla prima settimana, i soggetti hanno riportato elevati livelli di soddisfazione per quanto riguarda gli attributi di comfort delle Acuvue Oasys durante lo svolgimento di queste attività (Fig. 2). Di coloro che utilizzavano il computer spesso o frequentemente, il 94 per cento ha convenuto di trovare le lenti confortevoli da portare anche durante un utilizzo prolungato del computer, il 79 per cento ha valutato il comfort mentre lavorava al computer come eccellente o molto buono e il 69 per cento ha ammesso che le lenti consentivano loro di lavorare più a lungo davanti allo schermo di un computer. I livelli di soddisfazione per questi attributi di comfort sono stati simili o migliori tra coloro i quali usavano il computer per più di 25 ore alla settimana e coloro per i quali il lavoro al computer rappresentava una parte importante della loro attività lavorativa. Ci sono stati anche 158 soggetti nello studio (62 per cento) che hanno riportato di sedere sempre o frequentemente sotto le bocchette di aerazione e condizionamento. L 85 per cento di questi soggetti ha riportato di provare un comfort eccellente o molto buono dopo aver portato le Acuvue Oasys per una settimana, anche in questi ambienti di lavoro sfavorevoli. I dati sul comfort ad una settimana per 225 soggetti che hanno riferito 2-20 ore o più di uso giornaliero del computer sono stati messi a confronto con quelli di coloro i quali avevano riportato un uso simile portando una delle altre due lenti in silicone idrogel (Air Optix e PureVision) o Proclear, per una settimana di uso giornaliero. Per quanto riguarda il comfort in generale e il comfort avvertito lavorando al computer, si sono avute differenze statisticamente e clinicamente significative fra le lenti. Tuttavia il maggiore gap a livello di comfort riferito dagli utilizzatori del computer è stato riscontrato a fine giornata, momento nel quale le Acuvue Oasys hanno riportato un punteggio significativamente superiore rispetto alle altre tre lenti (Fig. 3). La prescrizione di una lente in grado di mantenere questi pazienti portatori di lenti più confortevoli, più a lungo, offrirà ai professionisti l opportunità di aumentare la soddisfazione dei pazienti e li aiuterà a mantenere i propri pazienti. Conclusioni I moderni ambienti di lavoro e stili di vita pongono sfide sempre crescenti al comfort oculare, in particolare tra i portatori di lenti a contatto. Una prolungata attività lavorativa al computer e l esposizione ad ambienti con riscaldamento o con aria condizionata sfocia in una gamma di sintomi oculari e gli ottici-optometristi professionisti si trovano ora a visitare un numero elevato di pazienti che lamenta tali sintomi. Fattori ambientali ed ergonomici influenzano il discomfort oculare degli utilizzatori del computer ma effetti oculari e correlati alla visione sono spesso la causa ed i sintomi possono essere esacerbati dall uso delle lenti a contatto. È disponibile una serie di strategie per la gestione dei portatori di lenti a contatto che accusano una sensazione di discomfort durante l uso del computer, incluso la scelta ottimale del materiale delle lenti a contatto. Una lente in silicone idrogel (Acuvue Oasys with Hydraclear Plus) specificamente disegnata per offrire un miglior comfort, in modo particolare in ambienti che richiedono un impegno visivo particolarmente alto, è stata già testata tra i soggetti esposti a condizioni di lavoro avverse. I portatori di lenti a contatto che utilizzano il computer frequentemente o per un tempo prolungato manifestano livelli 108 P.O. Professional Optometry Marzo 2007

8 elevati di soddisfazione per quanto riguarda il comfort con le lenti durante lo svolgimento di queste attività. L adattamento con questa lente è un utile opzione da prendere in considerazione per contribuire a soddisfare le esigenze dei portatori di lenti a contatto. Bibliografia 1 The National Eyecare Trust. A Sight for Sore Eyes, September co.uk. 2 Anshel J. Visual Ergonomics in the Workplace. Taylor & Francis, Biehm C, Vishnu S, Khattak A et al. Computer vision syndrome: a review. Surv Ophthalmol, 2005;50: Sheedy JE. Vision problems at video display terminals: a survey of optometrists. J Am Optom Assoc, 1992;63: Patel S, Henderson R, Bradley L et al. Effect of visual display unit use on blink rate and tear stability. Optom Vis Sci, 1991;68: Nakamori K, Odawara M, Nakajima T et al. Blinking is controlled primarily by ocular surface conditions. Am J Ophthalmol, 1997;124: Schlote T, Kadner G and Freudenthaler N. Marked reduction and distinct patterns of eye blinking in patients with moderately dry eyes during video display terminal use. Graefes Arch Clin Exp Ophthalmol, 2004;242: Nakaishi H and Yamada Y. Abnormal tear dynamics and symptoms of eyestrain in operators of visual display terminals. Occup Environ Med, 1999;56: Wolkoff P, Nojgaard JK, Troiano P et al. Eye complaints in the office environment: precorneal tear film integrity influenced by eye blinking efficiency. Occup Environ Med, 2005;62: Anshel J. Contact lenses and VDTs. CL Spectrum 1999;3: Backman H and Haghighat F. Indoor-air quality and ocular discomfort. J Am Optom Assoc, 1999;70: Sheedy JE. In: Diagnosing and Treating Computer-Related Vision Problems. Butterworth, Heinemann, Scheiman M. Accommodative and binocular vision disorders associated with video display terminals: diagnosis and management. J Am Optom Assoc, 1996;67: Rosner M and Belkin M. Video display units and visual function. Surv Ophthalmol, 1989;33: Chalmers RL and Begley CG. Dryness symptoms among an unselected clinical popula-tion with and without contact lens wear. CLAE, 2006; 29: Hikichi T, Yoshida A, Fukui Y et al. Prevalance of dry eye in Japanese eye centers. Graefes Arch Clin Exp Ophthalmol, 1995;233: Chalmers R and Begley C. Use your ears (not your eyes) to identify CL-related dryness. Optician, 2005;229: Nilsson SE and Andersson L. Contact lens wear in dry environments. Acta Ophthalmol, 1986; 64: Wiggins NP, Daum KM and Snyder CA. Effects of residual astigmatism in contact lens wear on visual discomfort in VDT use. J Am Optom Assoc, 1992; 63: American Optometric Association. The effects of computer use on eye health and vision Guillon M, Maissa C, Pouliquen P et al. Effect of povidone 2% preservative-free eyedrops on contact lens wearers with computer vision syndrome: pilot study. Eye Contact Lens, 2004;30: Ziemssen F, Freudenthaler N, Regnery K et al. Blinking activity during visual display terminal work: 2: reduced blinking and therapeutic approaches. Ophthalmologe, 2005;102: Miyake-Kashima M, Dogru M, Nojima T et al. The effect of anti-reflection film use on blink rate and asthenopic symptoms during visual display terminal work. Cornea, 2005;24: Jones L, Jones D and Simpson T. The impact of replacement frequency and care regime on subjective satisfaction with disposable/frequent replacement lenses. Optom Vis Sci, 1999; 76:12s Lemp M, Caffery B, Lebow K et al. Omafilcon A (Proclear) soft contact lenses in a dry eye population. CLAO J, 1999;25: Riley C, Chalmers RL and Pence N. The impact of lens choice in the relief of contact lens-related symptoms and ocular surface findings. CLAE, 2005;28: Osborn K and Veys J. A new silicone hydrogel lens for contact lens-related dryness. Part 1 Material properties. Optician, 2005;229: Sulley A. Practitioner and patient acceptance of a new silicone hydrogel contact lens. Optician, 2005;230: Ruston D and Meyler J. A new silicone hydrogel lens. Part 2 Subjective clinical performance. Optician, 2005;230: Young G, Riley C and Chalmers R. Prevalence of ocular surface symptoms, signs in soft contact lens wearers: the effect of refitting with daily wear silicone hydrogel lenses (senofilcon A). In press. David Ruston è responsabile degli Affari Professionali per il Regno Unito e l Irlanda, Johnson & Johnson Vision Care. Pubblicato per la prima volta in Optician, 6 Ottobre 2006, No 6072 Vol, P.O. Professional Optometry Marzo 2007

Per rendere noto come questa patologia sia limitante per chi ne soffre, è stato realizzato uno studio per valutare la Qualità della Vita

Per rendere noto come questa patologia sia limitante per chi ne soffre, è stato realizzato uno studio per valutare la Qualità della Vita Epidemiologia della Disfunzione Lacrimale Per Disfunzione Lacrimale (DL) si intende una malattia multifattoriale delle lacrime e della superficie oculare che porta a sintomi di discomfort 1 oculare, disturbi

Dettagli

1 DAY ACUVUE FOR ASTIGMATISM

1 DAY ACUVUE FOR ASTIGMATISM 1 DAY ACUVUE FOR ASTIGMATISM 1 / 7 SI MUOVONO DI MENO PER FARTI MUOVERE DI PIU' Le 1 DAY ACUVUE for ASTIGMATISM sono lenti a contatto usa e getta giornaliere per astigmatici che, grazie all innovativo

Dettagli

Come. Uso di attrezzature munite di videoterminali

Come. Uso di attrezzature munite di videoterminali ing. Domenico Mannelli Come Uso di attrezzature munite di videoterminali DEFINIZIONI videoterminale: schermo alfanumerico o grafico a prescindere dal tipo di procedimento di visualizzazione utilizzato

Dettagli

L USO DEI VIDEOTERMINALI E CAUSA DI PATOLOGIE?

L USO DEI VIDEOTERMINALI E CAUSA DI PATOLOGIE? L USO DEI VIDEOTERMINALI E CAUSA DI PATOLOGIE? RISCHI CONNESSI ALL USO DEL VDT L USO DEL VDT NON E MAI CAUSA DELL INSORGENZA DI PATOLOGIE SPECIFICHE L USO DEL VDT PUO SLATENTIZZARE O PEGGIORARE I SINTOMI

Dettagli

Dry eye è il termine inglese utilizzato per indicare la Sindrome da occhio secco, ipolacrimia o cheratocongiuntivite secca.

Dry eye è il termine inglese utilizzato per indicare la Sindrome da occhio secco, ipolacrimia o cheratocongiuntivite secca. Dry eye è il termine inglese utilizzato per indicare la Sindrome da occhio secco, ipolacrimia o cheratocongiuntivite secca. È una malattia cronica della superficie oculare a origine multifattoriale caratterizzata

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE Art. 37, comma 2, D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011. Ing. Antonio Giorgi RSPP

CORSO DI FORMAZIONE Art. 37, comma 2, D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011. Ing. Antonio Giorgi RSPP I.C. A. VOLTA Via Botticelli, 31 04100 Latina CORSO DI FORMAZIONE Art. 37, comma 2, D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 Ing. Antonio Giorgi RSPP Videoterminali 2 VDT : CONCETTI

Dettagli

AIR OPTIX AQUA LENTI A CONTATTO MENSILI

AIR OPTIX AQUA LENTI A CONTATTO MENSILI AIR OPTIX AQUA 1 / 24 NUOVE! L'EVOLUZIONE DELLE TUE AIR OPTIX. COMFORT AL PRIMO CONTATTO, TUTTO IL GIORNO, TUTTI I GIORNI. Le nuove Ciba Vision AIR OPTIX AQUA: - umettano: un componente umettante unico

Dettagli

Secchezza oculare e uso di lenti a contatto

Secchezza oculare e uso di lenti a contatto Secchezza oculare e uso di lenti a contatto Una valutazione dei sintomi della secchezza oculare fra i portatori di lenti a contatto di Robin Chalmers e Carolyn Begley Secchezza oculare e discomfort legati

Dettagli

CORSO BASE SULLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

CORSO BASE SULLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO LICEO SCIENTIFICO BERTRAND RUSSELL CLES (Tn) CORSO BASE SULLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO Modulo 4: Lavoro al Video Terminale secondo il D.Lgs. 81/2008 s.m. e l Accordo della Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

Le patologie legate all'uso di videoterminali. Modulo: Danni correlati al lavoro al VDT: caratteristiche e diagnosi

Le patologie legate all'uso di videoterminali. Modulo: Danni correlati al lavoro al VDT: caratteristiche e diagnosi Le patologie legate all'uso di videoterminali Modulo: Danni correlati al lavoro al VDT: caratteristiche e diagnosi Benvenuto nel modulo "Danni correlati al lavoro al VDT: caratteristiche e diagnosi" Effetti

Dettagli

L ERGONOMIA APPLICATA AL LAVORO IN UFFICIO. Redatto da Dott.Guido Perina- Medico Competente

L ERGONOMIA APPLICATA AL LAVORO IN UFFICIO. Redatto da Dott.Guido Perina- Medico Competente L ERGONOMIA APPLICATA AL LAVORO IN UFFICIO PATOLOGIA DA INDOOR: NON SOLO IL VIDEOTERMINALE 1) Problemi legati all'affaticamento fisico e mentale: lo stress 2) Disturbi al Sistema Muscolo-Scheletrico 3)

Dettagli

Il punto sulla superficie oculare. 24 Marzo 2010, Garbagnate Milanese 13 Maggio 2010, Melegnano

Il punto sulla superficie oculare. 24 Marzo 2010, Garbagnate Milanese 13 Maggio 2010, Melegnano Il punto sulla superficie oculare 24 Marzo 2010, Garbagnate Milanese 13 Maggio 2010, Melegnano Impatto dell occhio secco sulla qualità della vita Stefano Gambaro Istituti Clinici di Perfezionanamento Milano

Dettagli

ACUVUE OASYS for PRESBYOPIA. Regalate ai vostri clienti la libertà di portare più a lungo le lenti a contatto.

ACUVUE OASYS for PRESBYOPIA. Regalate ai vostri clienti la libertà di portare più a lungo le lenti a contatto. ACUVUE OASYS for PRESBYOPIA Regalate ai vostri clienti la libertà di portare più a lungo le lenti a contatto. Consentite ora anche ai vostri clienti affetti da presbiopia di scoprire la libertà regalata

Dettagli

Sicurezza nei luoghi di lavoro

Sicurezza nei luoghi di lavoro Sicurezza nei luoghi di lavoro Il termine ergonomia indica l insieme delle tecniche, degli strumenti e degli accorgimenti che consentono di creare un ambiente di lavoro sicuro e confortevole. Le norme

Dettagli

Meglio informati sull occhio secco

Meglio informati sull occhio secco Meglio informati sull occhio secco Quelli con l arcobaleno Iride Strato lipidico Strato acquoso Strato di mucina Pellicola lacrimale Cristallino Pupilla Cornea Ghiandole di Meibomio L occhio secco I suoi

Dettagli

STRESS IPOSSICO DA LENTI A CONTATTO MORBIDE. Piero Marcato

STRESS IPOSSICO DA LENTI A CONTATTO MORBIDE. Piero Marcato STRESS IPOSSICO DA LENTI A CONTATTO MORBIDE Piero Marcato HSU Rappresenta l unità di stress ipossico provocato da una lente a contatto. Fu introdotta nel 1997 da Smith e colleghi nella descrizione del

Dettagli

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana L OCCHIO SECCO

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana L OCCHIO SECCO IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana L OCCHIO SECCO CAMPAGNA DI INFORMAZIONE DI SANITA' PUBBLICA SULLE MALATTIE CHE CAUSANO CECITA' O IPOVISIONE NELL'AMBITO DI PROGRAMMI

Dettagli

COS E LA MIOPIA? QUALI SONO I SINTOMI? COME CORREGGERLA?

COS E LA MIOPIA? QUALI SONO I SINTOMI? COME CORREGGERLA? COS E LA MIOPIA? QUALI SONO I SINTOMI? COME CORREGGERLA? La miopia è un'anomalia rifrattiva, a causa della quale i raggi luminosi che provengono dall infinito non si concentrano sulla retina, ma davanti

Dettagli

PROCEDURA 05/B UTILIZZO ERGONOMIA POSTAZIONI VIDEOTERMINALI

PROCEDURA 05/B UTILIZZO ERGONOMIA POSTAZIONI VIDEOTERMINALI PROCEDURA 05/B UTILIZZO ERGONOMIA POSTAZIONI VIDEOTERMINALI ATTREZZATURE Osservazione generale. L'utilizzazione in sé dell'attrezzatura non deve essere fonte di rischio per i lavoratori. Spazio Come indicato

Dettagli

RISCHIO DA ESPOSIZIONE A VIDEOTERMINALI

RISCHIO DA ESPOSIZIONE A VIDEOTERMINALI RISCHIO DA ESPOSIZIONE A VIDEOTERMINALI I principali fattori di rischio vanno ricercati in : una scarsa conoscenza ed applicazione dei principi ergonomici; una mancanza di informazione e di consapevolezza

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA CONDOTTA PER CPFILMS SOLUTIA UK LTD: ANALISI ENERGETICA E DI COMFORT SULL EDIFICIO MG TOWER DI PADOVA. RELAZIONE SINTETICA

RISULTATI DELLA RICERCA CONDOTTA PER CPFILMS SOLUTIA UK LTD: ANALISI ENERGETICA E DI COMFORT SULL EDIFICIO MG TOWER DI PADOVA. RELAZIONE SINTETICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI FISICA TECNICA RISULTATI DELLA RICERCA CONDOTTA PER CPFILMS SOLUTIA UK LTD: ANALISI ENERGETICA E DI COMFORT SULL EDIFICIO MG TOWER DI PADOVA. RELAZIONE

Dettagli

USO DI VIDEOTERMINALI

USO DI VIDEOTERMINALI USO DI VIDEOTERMINALI In senso stretto un videoterminale (o VDT) è un apparecchio di visualizzazione simile allo schermo televisivo, che permette di vedere le informazioni immagazzinate nel nostro computer.

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA VIDEOTERMINALI protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino - Direzione Territoriale del Lavoro Ufficio Scolastico Territoriale

Dettagli

Procedura di sicurezza Postazioni Videoterminale

Procedura di sicurezza Postazioni Videoterminale LICEO STATALE G. TURRISI COLONNA Procedura di sicurezza Postazioni Videoterminale Revisione: 00 Data: 29/03/2011 1 A emissione OGGETTO Indicazioni riguardanti la corretta gestione delle postazioni di lavoro

Dettagli

Lenti progressive opto in. Informazioni e trattamenti specifici sulla presbiopia.

Lenti progressive opto in. Informazioni e trattamenti specifici sulla presbiopia. Lenti progressive opto in. Informazioni e trattamenti specifici sulla presbiopia. LA PRESBIOPIA La presbiopia è una modificazione fisiologica, di tipo funzionale, di una struttura oculare: il cristallino.

Dettagli

per Presbiopia Che distanza c è tra te e il bello della vita?

per Presbiopia Che distanza c è tra te e il bello della vita? Che distanza c è tra te e il bello della vita? Indice Multifocali L occhio funziona come una macchina fotografica. Per capire facilmente il meccanismo dell occhio umano possiamo paragonarlo ad una macchina

Dettagli

Sicurezza al videoterminale

Sicurezza al videoterminale http://magazine.paginemediche.it/it/366/dossier/medicina-del-lavoro/detail_1917_sicurezza-al-videoter... Pagina 1 di 12 Magazine paginemediche.it: attualità e approfondimento sulla salute Medicina del

Dettagli

Addetto al Videoterminale Sett. Amministrativo/Ufficio

Addetto al Videoterminale Sett. Amministrativo/Ufficio 1 Indice LA FIGURA DEL LAVORATORE AI VIDEOTERMINALI... 7 Chi è? 7 Quale formazione? 7 IN BREVE... 8 Le istruzioni per l uso corretto del computer 8 LA LEGISLAZIONE DI RIFERIMENTO... 9 Significato della

Dettagli

VIDEOTERMINALI CARATTERISTICHE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO NORME COMPORTAMENTALI. 1 di 21

VIDEOTERMINALI CARATTERISTICHE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO NORME COMPORTAMENTALI. 1 di 21 VIDEOTERMINALI CARATTERISTICHE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO NORME COMPORTAMENTALI 1 di 21 ATTIVITA AL VIDEOTERMINALE LEGGE 29/12/2000 - N 422 MODIFICHE del D.Lgs 626/94 LAVORATORE: Il lavoratore che utilizza

Dettagli

FTA-I-ClimIllumn-V.ppt - ESCLUSIVO uso didattico interno - videoterminali

FTA-I-ClimIllumn-V.ppt - ESCLUSIVO uso didattico interno - videoterminali ottobre 2008 1 elio giroletti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA dip. fisica nucleare e teorica via bassi 6, 27100 pavia, italy tel. 038298.7905 - girolett@unipv.it - www.unipv.it/webgiro microclima, illuminazione

Dettagli

L asma non va in vacanza

L asma non va in vacanza L asma non va in vacanza Non dimenticare di controllare ASMA e RINITE allergica anche d estate A cura della Merck Sharp & Dohme (Italia) S.p.A.Via G. Fabbroni, 6-00191 Roma www.msd-italia.it www.univadis.it

Dettagli

Sicurimpariamo al. Inail Sede di Torino Centro 21 marzo 2012 Funzione Prevenzione Roberto Sciarra

Sicurimpariamo al. Inail Sede di Torino Centro 21 marzo 2012 Funzione Prevenzione Roberto Sciarra Sicurimpariamo al Ferrante Aporti Inail Sede di Torino Centro 21 marzo 2012 Funzione Prevenzione Roberto Sciarra 1 Comportamenti di sicurezza e gestione delle attività 2 Principali figure della sicurezza:

Dettagli

Per Approfondire. {tab=a cosa serve} Le lac correggono gli stessi difetti di vista correggibili occhiali: Miopia; Ipermetropia; Astigmatismo;

Per Approfondire. {tab=a cosa serve} Le lac correggono gli stessi difetti di vista correggibili occhiali: Miopia; Ipermetropia; Astigmatismo; - Che cosa è: una lente a contatto (lac) è un disco di plastica sottile e trasparente capace di galleggiare sulla superficie oculare. - Che cosa aspettarsi: le lac correggono la vista al pari degli occhiali,

Dettagli

DIFETTI VISIVI NEI BAMBINI AFFETTI DALLA SINDROME DOWN

DIFETTI VISIVI NEI BAMBINI AFFETTI DALLA SINDROME DOWN DIFETTI VISIVI NEI BAMBINI AFFETTI DALLA SINDROME DOWN DADDY FADEL OPTOMETRISTA Nel 1866 John Langdon Down ha descritto per la prima volta la sindrome che porta il suo nome. Nel 1959 Lejeune et al. hanno

Dettagli

Carta dei servizi di oftalmologia

Carta dei servizi di oftalmologia INTERVISION Istituto Scientifico Carta dei servizi di oftalmologia Sommario: Centro specializzato nell approccio multidisciplinare 2 Presentazione dei servizi 3 Esame visivo completo 4 Esame visivo pediatrico

Dettagli

VIDEOTERMINALI & SALUTE

VIDEOTERMINALI & SALUTE VIDEOTERMINALI & SALUTE note informative per il personale dell Istituto note informative per il personale dell Istituto Pagina 1 Il presente documento informativo è stato promosso dal Servizio di Prevenzione

Dettagli

VIDEOTERMINALI E PREVENZIONE

VIDEOTERMINALI E PREVENZIONE VIDEOTERMINALI E PREVENZIONE 1 USO DEI VDT: NORMATIVA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO L uso di attrezzature munite di videoterminali (VDT) è disciplinato in Italia dal D.Lgs 81/08 TITOLO VII (art.i. 172-179).

Dettagli

Il lavoro al Videoterminale (VDT)

Il lavoro al Videoterminale (VDT) Servizio Prevenzione e Protezione Viale Innovazione, 2-Edificio U11-20126 Milano tel.02-64486190-fax 02-64486191 Il lavoro al Videoterminale (VDT) Effetti sulla salute e prevenzione I videoterminali Negli

Dettagli

D.Lgs. 81/08 TITOLO VII ATTREZZATURE MUNITE DI VIDEOTERMINALI

D.Lgs. 81/08 TITOLO VII ATTREZZATURE MUNITE DI VIDEOTERMINALI Dipartimento Sanità Pubblica SERVIZI PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO DALLA SCUOLA UN LAVORO SICURO Corso L ABC della Sicurezza e Igiene sul Lavoro STOP DALLA SCUOLA UN LAVORO SICURO Corso L ABC

Dettagli

Analisi Visiva. Conoscere la potenzialità dell apparato ottico

Analisi Visiva. Conoscere la potenzialità dell apparato ottico Analisi Visiva "M.I.R.VI." non è una medicina e nemmeno una terapia. Lo scopo primario sta nel rieducare al naturale funzionamento l occhio e la mente. È una tecnica non invasiva: non utilizza e non prescrive

Dettagli

Miopia e lenti a contatto: un sistema correttivo per tutte le età

Miopia e lenti a contatto: un sistema correttivo per tutte le età Miopia e lenti a contatto: un sistema correttivo per tutte le età Fabio Casalboni CdlOO - Università degli Studi di Firenze I.R.S.O.O. Vinci I vantaggi delle lenti a contatto Estetici e Psicologici Funzionali

Dettagli

LE SOLUZIONI OTTICHE

LE SOLUZIONI OTTICHE CARTA SERVIZI LE SOLUZIONI OTTICHE e PROTETTIVE PERSONALIZZATE DI ULTIMA GENERAZIONE info@isolani.com www.isolani.com Tecnologie innovative personalizzate LENTI MONOFOCALI BIASFERICHE pag. 1 LENTI DINAMICHE

Dettagli

Dispense tratte dal manuale Inail

Dispense tratte dal manuale Inail Dispense tratte dal manuale Inail Relazionare tenendo conto dei seguenti punti: Quali sono i possibili disturbi dovuti al lavoro al videoterminale? Cosa si può fare per evitarli? (posizione del monitor

Dettagli

Il microclima come agente fisico

Il microclima come agente fisico Il microclima come agente fisico Definizione di microclima Nel D. Lgs. 81/08 il microclima è elencato tra gli agenti fisici per i quali è richiesta la valutazione del rischio, assieme a: rumore, vibrazioni,

Dettagli

Che bello. vedercibene! Una semplice guida per prendersi cura della vista del proprio figlio.

Che bello. vedercibene! Una semplice guida per prendersi cura della vista del proprio figlio. Che bello vedercibene! Una semplice guida per prendersi cura della vista del proprio figlio. Il punto di vista Gentile genitore, sappiamo bene quanto sia importante la salute visiva di suo figlio: per

Dettagli

Il prodotto giusto, per ogni portatore. Tecnologie innovative per il massimo di salute, comfort, visione e protezione

Il prodotto giusto, per ogni portatore. Tecnologie innovative per il massimo di salute, comfort, visione e protezione Tecnologie innovative per il massimo di sute, comfort, visione e protezione Il prodotto giusto, per ogni portatore Elevato flusso di ossigeno 1 Lente Ossigeno SALUTE La percentue di flusso di ossigeno

Dettagli

Applicare MF con Successo. Sabrina Lotto Professional Service Manager Coopervision Italia

Applicare MF con Successo. Sabrina Lotto Professional Service Manager Coopervision Italia Applicare MF con Successo Sabrina Lotto Professional Service Manager Coopervision Italia Roma 28 Novembre 2011 I presbiti 2 Il bacino potenziale dei portatori miopi presbiti astigmatici ipermetropi 3 Cosa

Dettagli

Stefano Miglior. Il glaucoma ad angolo aperto - G. Cronico SMI

Stefano Miglior. Il glaucoma ad angolo aperto - G. Cronico SMI Stefano Miglior Il glaucoma ad angolo aperto - G. Cronico Concetti fondamentali E una malattia estremamente particolare caratterizzata da una progressione lenta ma continua verso la perdita della funzione

Dettagli

Valutazione Ergonomica del rischio da videtoerminali una metodologia di valutazione

Valutazione Ergonomica del rischio da videtoerminali una metodologia di valutazione 31 Congresso Nazionale di Igiene Industriale Valutazione Ergonomica del rischio da videtoerminali una metodologia di valutazione Relazione a cura Ing. Diego Cerra Solve Consulting s.r.l. 31 Congresso Nazionale

Dettagli

digitazione della tastiera; uso del mouse; frequenti spostamenti della testa; torsioni del busto rispetto al piano di lavoro.

digitazione della tastiera; uso del mouse; frequenti spostamenti della testa; torsioni del busto rispetto al piano di lavoro. PROBLEMI MUSCOLO - SCHELETRICI Sebbene siano più frequenti i problemi di tipo visivo e oculare, da sempre l`attenzione si è principalmente concentrata su problemi di tipo muscolo-scheletrico, come ad esempio

Dettagli

L occhio secco: terapie non convenzionali

L occhio secco: terapie non convenzionali L occhio secco: terapie non convenzionali Pierluigi Trabucchi Natale Di Giacomo Terapie non convenzionali Terapie alternative ai sostituti lacrimali oppure utilizzabili in associazione alla terapia sostitutiva

Dettagli

IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA

IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA LA MIOPIA Si parla di miopia quando la vista da lontano è ridotta. Il miope vede bene a distanza ravvicinata, mentre le immagini lontane appaiono sfuocate. La ragione

Dettagli

REQUISITI AMBIENTE DI LAVORO

REQUISITI AMBIENTE DI LAVORO LINEE GUIDA PER IL CORRETTO UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI REQUISITI AMBIENTE DI LAVORO Di seguito vengono specificate le precauzioni che debbono essere adottate in funzione dell utilizzo sistematico ed abituale

Dettagli

Luce blu e Lenti Transitions

Luce blu e Lenti Transitions Luce blu e Lenti Transitions Sommario Definizione di luce blu Dove si trova Benefici e problematiche potenziali relative all esposizione alla luce blu Lenti Transitions Caratteristica proprietà di filtrare

Dettagli

D. LGS. 81/08 L USO IN SICUREZZA DEI VIDEOTERMINALI LO STRESS DA LAVORO

D. LGS. 81/08 L USO IN SICUREZZA DEI VIDEOTERMINALI LO STRESS DA LAVORO D. LGS. 81/08 L USO IN SICUREZZA DEI VIDEOTERMINALI LO STRESS DA LAVORO I Videoterminali Riferimenti normativi: D. Lgs. 81 del 2008 Titolo VII (art.i. 172 179) RISCHIO VDT Cos è lavoro al videoterminale?

Dettagli

Videoterminali: guida all'utilizzo sicuro

Videoterminali: guida all'utilizzo sicuro Videoterminali: guida all'utilizzo sicuro Introduzione Le linee guida per l'utilizzo del videoterminale emanate con il decreto del ministero del lavoro del 2 ottobre 2000 sono state stata messe a punto

Dettagli

GUIDA ALLA VALUTAZIONE DELLO STRESS LAVORO CORRELATO

GUIDA ALLA VALUTAZIONE DELLO STRESS LAVORO CORRELATO GUIDA ALLA VALUTAZIONE DELLO STRESS LAVORO CORRELATO Quello che un datore di lavoro deve sapere per effettuare una corretta valutazione dello stress lavoro correlato STRESS LAVORO CORRELATO: di cosa si

Dettagli

Formazione sicurezza studente lavoratore

Formazione sicurezza studente lavoratore Formazione sicurezza studente lavoratore ILVIDEOTERMINALE 1. Definizione del termine Videoterminale 2. Definizione del termine Vidoterminalista 3. Definizione del termine Posto di lavoro 4. Obblighi del

Dettagli

Montature e lenti per bambini... Una scelta delicata

Montature e lenti per bambini... Una scelta delicata Montature e lenti per bambini... Una scelta delicata 1. PRESERVARE IL BENESSERE VISIVO Far indossare gli occhiali al vostro bambino, in caso di necessità, non deve essere vissuto come un dramma, anzi

Dettagli

Esercitazioni Medicina del Lavoro LA VALUTAZIONE DEI LAVORATORI ADDETTI AL VIDEOTERMINALE

Esercitazioni Medicina del Lavoro LA VALUTAZIONE DEI LAVORATORI ADDETTI AL VIDEOTERMINALE Universita degli Studi di Milano - Bicocca Facolta di Medicina e Chirurgia Esercitazioni Medicina del Lavoro LA VALUTAZIONE DEI LAVORATORI ADDETTI AL VIDEOTERMINALE 12 MARZO 2009 Definizioni D.Lgs. 81/08

Dettagli

Gli ambienti di lavoro: spazio, aerazione, illuminazione, illuminazione di emergenza. I Servizi: Spogliatoi, Lavelli, Servizi igienici

Gli ambienti di lavoro: spazio, aerazione, illuminazione, illuminazione di emergenza. I Servizi: Spogliatoi, Lavelli, Servizi igienici Gli ambienti di lavoro: spazio, aerazione, illuminazione, illuminazione di emergenza I Servizi: Spogliatoi, Lavelli, Servizi igienici VIDEOTERMINALI Decreto Legislativo 81/2008 Decreto ministeriale 2 ottobre

Dettagli

Rischi trasversali. Relatore: dott.ssa Cristina Iani

Rischi trasversali. Relatore: dott.ssa Cristina Iani Rischi trasversali Movimentazione manuale carichi, utilizzo di videoterminali, principi ergonomici Relatore: dott.ssa Cristina Iani Dipartimento Scienze Sociali, Cognitive e Quantitative Riferimenti bibliografici

Dettagli

Focus sull autista. Dall esperienza all eccellenza

Focus sull autista. Dall esperienza all eccellenza Focus sull autista Dall esperienza all eccellenza L equazione della formazione L equazione della formazione: piccoli miglioramenti equivalgono a grandi risultati. La formazione è solitamente un investimento

Dettagli

Apri. gli. Una semplice guida per prendersi cura della vista del proprio figlio.

Apri. gli. Una semplice guida per prendersi cura della vista del proprio figlio. Apri gli Occhi! Una semplice guida per prendersi cura della vista del proprio figlio. Il punto di vista Gentile genitore, sappiamo bene quanto sia importante la salute visiva di suo figlio: per questo

Dettagli

Scopri poteri e benefici delle lenti a contatto

Scopri poteri e benefici delle lenti a contatto Scopri poteri e benefici delle lenti a contatto Perche dire si alle lenti a contatto... per correggere il tuo difetto di vista. Le lenti a contatto correggono tutti i difetti della vista (miopia, ipermetropia,

Dettagli

rischi in negozio CULTURA DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NEL TERZIARIO E NEI SERVIZI

rischi in negozio CULTURA DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NEL TERZIARIO E NEI SERVIZI CULTURA DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NEL TERZIARIO E NEI SERVIZI rischi in negozio Cultura della sicurezza patrimonio comune del mondo del lavoro: impresa, lavoratori e parti sociali. Il testo unico sulla

Dettagli

Il 65% dei pazienti seguiti dagli psichiatri italiani soffre di schizofrenia, il 29% di disturbo bipolare e il 5% di disturbo schizoaffettivo.

Il 65% dei pazienti seguiti dagli psichiatri italiani soffre di schizofrenia, il 29% di disturbo bipolare e il 5% di disturbo schizoaffettivo. Keeping Care Complete Psychiatrist Survey Focus sull Italia Background Obiettivo dell indagine Keeping Care Complete è comprendere - in relazione alle malattie mentali gravi - quale ruolo e quale influenza

Dettagli

Il rispetto delle normative a garanzia del benessere dell uomo

Il rispetto delle normative a garanzia del benessere dell uomo L ILLUMINAZIONE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Il rispetto delle normative a garanzia del benessere dell uomo Dott. Ing. Gianni Drisaldi Le grandezze fotometriche Il Flusso Luminoso L Intensità luminosa L illuminamento

Dettagli

VICINO-INTERMEDIO. le lenti dinamiche per ambiente operativo

VICINO-INTERMEDIO. le lenti dinamiche per ambiente operativo VICINO-INTERMEDIO le lenti dinamiche per ambiente operativo Divel Italia Tutte le lenti di costruzione Divel sono progettate e costruite in Italia COMPENSAZIONE DEL VICINO-INTERMEDIO 1.1 Introduzione Le

Dettagli

RIPOSO-SONNO DOTTORESSA MONICA GIOVANNA IACOBUCCI

RIPOSO-SONNO DOTTORESSA MONICA GIOVANNA IACOBUCCI DOTTORESSA MONICA GIOVANNA IACOBUCCI DEFINIZIONE È uno stato in cui diminuisce la capacità di reazione agli stimoli e la capacità percettiva. DURATA MEDIA Sonno: 7-8 ore; Riposo: 30 minuti - 1 ora. VARIAZIONI

Dettagli

LAVORO AI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI

LAVORO AI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI DEFINIZIONI LAVORO AI VIDEOTERMINALI VIDEOTERMINALE (VDT): uno schermo alfanumerico o grafico a prescindere dal tipo di procedimento di visualizzazione utilizzato.

Dettagli

LA VOCE DI 100.000 LAVORATRICI E LAVORATORI

LA VOCE DI 100.000 LAVORATRICI E LAVORATORI impaginato sintesidef 29-04-2008 19:34 Pagina 66 GRAFICO 11 DEDICANO PIÙ DI 20 ORE A SETTIMANA AL LAVORO DOMESTICO E DI CURA * 7 51,8 58,9 62,4 Uomini 29,0 27,3 20,1 Donne Meno di 35 anni Da 36 a 45 anni

Dettagli

Emotional Intelligence Stress Audit

Emotional Intelligence Stress Audit Emotional Intelligence Stress Audit Valutazione del rischio stress lavoro correlato per il benessere delle persone e dell organizzazione Lo STRESS AUDIT è una metodologia che consente di valutare il rischio

Dettagli

Il sistema di manutenzione di lenti a contatto per occhi sani. Umettante e rigenerante per mezzo di sodio ialuronato e sostanze minerali

Il sistema di manutenzione di lenti a contatto per occhi sani. Umettante e rigenerante per mezzo di sodio ialuronato e sostanze minerali Il sistema di manutenzione di lenti a contatto per occhi sani Umettante e rigenerante per mezzo di sodio ialuronato e sostanze minerali Simply one Simply one L innovazione non è una questione di grandezza,

Dettagli

Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute Dipartimento Cataratta

Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute Dipartimento Cataratta Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute Dipartimento Cataratta Rimini, 21-23 Novembre 2014 Agenda Obiettivi del Dipartimento L innovazione nella chirurgia della cataratta L accesso all innovazione

Dettagli

/(17,$&217$772(9,'(27(50,1$/,

/(17,$&217$772(9,'(27(50,1$/, /(17,$&217$772(9,'(27(50,1$/, Alberto Manganotti 7UDWWRGDOODUHOD]LRQHDO&RQJUHVVR1D]LRQDOHGHOOD62,GL5RPDQRYHPEUHDJJLRUQDWR Gli autori anglosassoni hanno definito "Computer Vision Syndrome" (CVS) quella

Dettagli

IL GLAUCOMA I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A

IL GLAUCOMA I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A IL GLAUCOMA I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A IL GLAUCOMA Che cos è? Campagna informativa per la prevenzione delle malattie oculari che possono compromettere la visione

Dettagli

LA POSTAZIONE DI LAVORO AL VIDEOTERMINALE

LA POSTAZIONE DI LAVORO AL VIDEOTERMINALE SCHEDA TECNICA N 17 LA POSTAZIONE DI LAVORO AL VIDEOTERMINALE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE AZIENDALE V I A A L B E R T O N I, 1 5-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1. 1 3 7 - FA X 0 5 1. 6 3.

Dettagli

Per ulteriori informazioni si può rivolgere al suo responsabile commerciale o al customer service Carl Zeiss Vision.

Per ulteriori informazioni si può rivolgere al suo responsabile commerciale o al customer service Carl Zeiss Vision. EN_20_010_3200I - LO_Z/17 2012_01 Valli Per ulteriori informazioni si può rivolgere al suo responsabile commerciale o al customer service Carl Zeiss Vision. Carl Zeiss Vision Italia Spa Via S. e P. Mazzucchelli,

Dettagli

SINONIMI: CHERATOCONOCONGENITO CORNEA CONICA

SINONIMI: CHERATOCONOCONGENITO CORNEA CONICA CHERATOCONO SINONIMI: CHERATOCONOCONGENITO CORNEA CONICA COS E Affezione della cornea caratterizzata da un aumento della sua curvatura in regione paracentrale che causa una deformazione a cono cui conseguono

Dettagli

UFFICI E LAVORO AI VIDEOTERMINALI

UFFICI E LAVORO AI VIDEOTERMINALI Scheda Tecnica 06 - Uffici e lavoro ai vdtpagina 1 di 6 AZIENDA U N I T À SANITARIA LOCALE REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA Servizi di Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro - Unità Operativa

Dettagli

LENTI A CONTATTO & MAKE UP: non lasciate che la visione dei vostri portatori di lenti a contatto si appanni

LENTI A CONTATTO & MAKE UP: non lasciate che la visione dei vostri portatori di lenti a contatto si appanni LENTI A CONTATTO & MAKE UP: non lasciate che la visione dei vostri portatori di lenti a contatto si appanni Novità Gli applicatori riscontrano che l utilizzo del make up ha delle conseguenze sulla qualità

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI RISCHI E LA

LA GESTIONE EFFICACE DEI RISCHI E LA XVI^ GIORNATA DELLA SICUREZZA SUL LAVORO organizzata dalla Commissione Provinciale per la sicurezza sul lavoro LA GESTIONE EFFICACE DEI RISCHI E LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO Dr.ssa Caterina

Dettagli

Sintesi dei risultati di uno studio concernente l efficacia del dondolio nei pazienti con demenza

Sintesi dei risultati di uno studio concernente l efficacia del dondolio nei pazienti con demenza Sintesi dei risultati di uno studio concernente l efficacia del dondolio nei pazienti con demenza Fonte: Nancy M. Watson, Thelma J. Wells, Christopher Cox (1998) Terapia con sedia a dondolo in pazienti

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO NELLA CHIRURGIA REFRATTIVA ESEGUITA CON LASER AD ECCIMERI

INFORMAZIONE E CONSENSO NELLA CHIRURGIA REFRATTIVA ESEGUITA CON LASER AD ECCIMERI INFORMAZIONE E CONSENSO NELLA CHIRURGIA REFRATTIVA ESEGUITA CON LASER AD ECCIMERI Torino, li Informazione in merito al caso clinico del Sig.: Nato a: Residente in: Lei presenta un difetto visivo che viene

Dettagli

Marzo 2014. OrphaNews Italia Questionario di Gradimento. www.orpha.net/actor/cgi-bin/oahome.php?ltr=italianews

Marzo 2014. OrphaNews Italia Questionario di Gradimento. www.orpha.net/actor/cgi-bin/oahome.php?ltr=italianews Marzo 2014 OrphaNews Italia Questionario di Gradimento www.orpha.net/actor/cgi-bin/oahome.php?ltr=italianews Indice Introduzione... 3 Metodologia... 3 Conclusioni... 14 Ringraziamenti... 15 Questionario

Dettagli

Effetti sull opinione di pazienti riguardo all utilizzo di un computer in uno studio medico nell assistenza ordinaria

Effetti sull opinione di pazienti riguardo all utilizzo di un computer in uno studio medico nell assistenza ordinaria Effetti sull opinione di pazienti riguardo all utilizzo di un computer in uno studio medico nell assistenza ordinaria Christopher N. Sciamanna, Scott P. Novak, Bess H. Marcus. International Journal of

Dettagli

26.8.2009 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 223/31

26.8.2009 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 223/31 26.8.2009 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 223/31 DIRETTIVA 2009/113/CE DELLA COMMISSIONE del 25 agosto 2009 recante modifica della direttiva 2006/126/CE del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

Linee Guida per le Aziende su: Prevenzione delle Disabilità e degli Infortuni alla Vista

Linee Guida per le Aziende su: Prevenzione delle Disabilità e degli Infortuni alla Vista Quaderno n.1 IRCCS Fondazione G.B. Bietti per lo Studio e la Ricerca in Oftalmologia ONLUS Linee Guida per le Aziende su: Prevenzione delle Disabilità e degli Infortuni alla Vista Istituzione Promotrice:

Dettagli

Somministrazione Insulina - Dossier INFAD. Diabete: Conoscerlo per gestirlo!

Somministrazione Insulina - Dossier INFAD. Diabete: Conoscerlo per gestirlo! Somministrazione Insulina - Dossier INFAD Diabete: Conoscerlo per gestirlo! GENERALITA Secondo l ISS il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue

Dettagli

Semplice. Intelligente Agile. Carestation 620

Semplice. Intelligente Agile. Carestation 620 GE Healthcare Semplice. Intelligente Agile. Carestation 620 Carestation 620 è una soluzione per anestesia affidabile e agile, dotata di strumenti intelligenti che consentono di semplificare il vostro lavoro

Dettagli

Scrivanie regolabili in altezza

Scrivanie regolabili in altezza Scrivanie regolabili in altezza - aggiungi benessere, attività fisica e comfort alla tua giornata lavorativa LINEAR ACTUATOR TECHNOLOGY Negli ambienti di lavoro moderni l ufficio è diventato molto più

Dettagli

CONSENSO INFORMATO PER LA LASERVITREOLISI DEI CORPI MOBILI VITREALI

CONSENSO INFORMATO PER LA LASERVITREOLISI DEI CORPI MOBILI VITREALI SIG... CONSEGNATO IL... FIRMA... Gentile Signora, Signore, Lei soffre di una affezione del vitreo responsabile dei suoi disturbi visivi. Questa scheda contiene le informazioni sul trattamento che Le è

Dettagli

/ $33/,&$=,21(',/(17,$&217$772,1 (7 3(',$75,&$ &RQVLGHUD]LRQLJHQHUDOLHDOFXQHOLQHHJXLGD

/ $33/,&$=,21(',/(17,$&217$772,1 (7 3(',$75,&$ &RQVLGHUD]LRQLJHQHUDOLHDOFXQHOLQHHJXLGD / $33/,&$=,21(,/(17,$&217$772,1 (7 3(,$75,&$ &RQVLGHUD]LRQLJHQHUDOLHDOFXQHOLQHHJXLGD $OEHUWR0DQJDQRWWL Prima di applicare le lenti a contatto in un bambino dobbiamo misurare le reali indicazioni all uso,

Dettagli

Lavoro al videoterminale I nove consigli per lavorare comodi

Lavoro al videoterminale I nove consigli per lavorare comodi Lavoro al videoterminale I nove consigli per lavorare comodi Evitare riflessi e abbagliamenti Posizionare lo schermo e il tavolo parallelamente alla finestra per evitare riflessi e abbagliamenti fastidiosi

Dettagli

Davanti al PC - Le ultime novità

Davanti al PC - Le ultime novità Davanti al PC - Le ultime novità Le nuove regole alla luce dei cambiamenti legislativi Le linee guida d'uso dei videoterminali (Decreto 2 ottobre 2000 del Ministero del lavoro e della previdenza sociale)

Dettagli

Recenti pubblicazioni scientifiche hanno confermato l incremento della. frequenza della Sindrome del tunnel carpale (STC) in molti settori lavorativi,

Recenti pubblicazioni scientifiche hanno confermato l incremento della. frequenza della Sindrome del tunnel carpale (STC) in molti settori lavorativi, SINDROME DEL TUNNEL CARPALE ED IMPRESE DI PULIZIA: UN BINOMIO DA NON TRASCURARE. D. di Carlo, G.Tangredi, M. Giudici, K. Papini Unità Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro Azienda G. Salvini Garbagnate

Dettagli

Programmi e servizi di supporto alla pratica

Programmi e servizi di supporto alla pratica www.jnjvisioncare.it Il nostro nuovo sito per il tuo business Il supporto e l informazione ACUVUE di cui hai bisogno, ogni volta che lo desideri. Veloce, semplice e facile da consultare. Un sito pensato

Dettagli

IGIENE VISIVA Le buone abitudini per i nostri occhi

IGIENE VISIVA Le buone abitudini per i nostri occhi IGIENE VISIVA Le buone abitudini per i nostri occhi MOSCHETTA LAURA Ortottista Assistente in Oftalmologia Lo studio e il lavoro al videoterminale spesso causano affaticamento visivo per il protratto ed

Dettagli

Gli esperti in soluzioni di lubrificazione. Impiego dei sistemi di lubrificazione perma Motori elettrici

Gli esperti in soluzioni di lubrificazione. Impiego dei sistemi di lubrificazione perma Motori elettrici Gli esperti in soluzioni di lubrificazione Impiego dei sistemi di lubrificazione perma Motori elettrici Funzionamento senza problemi con i sistemi di lubrificazione automatica perma Una maggiore affidabilità,

Dettagli