La presenza del capitale straniero nelle grandi aziende del lusso: opportunità o rischi?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La presenza del capitale straniero nelle grandi aziende del lusso: opportunità o rischi?"

Transcript

1 La presenza del capitale straniero nelle grandi aziende del lusso: opportunità o rischi? Intervento di Carlo Pambianco Giovedì, 9 ottobre 2014 Salone Bondioli - Via Milazzo 16, Bologna

2 I NUOVI SCENARI DELLA MODA E DEL LUSSO I temi salienti Il mercato mondiale sta diventando sempre più grande e attrattivo per le aziende e i gruppi della moda e del lusso. I mercati del futuro saranno quelli tradizionali (USA, Giappone, Europa), ma anche e soprattutto quelli emergenti (Cina, Russia, Corea, Sud est asiatico, Medio Oriente). 2

3 I NUOVI SCENARI DELLA MODA E DEL LUSSO I consumatori di questi paesi richiedono però sempre più prodotti griffati e di qualità. L Italia è il paese manifatturiero più importante per la fornitura di prodotti di qualità Le aziende e i gruppi della moda esteri si indirizzeranno sempre più verso l Italia per acquisire le aziende, i marchi, i prodotti di cui hanno bisogno per competere con successo nel mercato mondiale. 3

4 I NUOVI SCENARI DELLA MODA E DEL LUSSO Da questa realtà nasce il fenomeno delle acquisizioni delle aziende e dei gruppi della moda italiana. 4

5 I GRUPPI ESTERI PIÙ IMPORTANTI I gruppi esteri che hanno realizzato le acquisizioni maggiori: LVMH (F) KERING (F) RICHEMONT (CH/SA) LABELUX (A) MAYHOOLA (Q) THE CARLYLE GROUP (USA) E. LAND (KOR) 5

6 I GRUPPI ESTERI PIÙ IMPORTANTI LVMH (F) Fendi global brand Bulgari global brand Emilio Pucci abbigliamento donna Acqua di Parma profumi Rossimoda calzature Loro Piana global brand Cova bar storico di Milano 6

7 I GRUPPI ESTERI PIÙ IMPORTANTI KERING (F) Gucci global brand Brioni abbigliamento uomo Bottega Veneta global brand Sergio Rossi calzature Richard Ginori ceramiche Pomellato gioielli 7

8 I GRUPPI ESTERI PIÙ IMPORTANTI RICHEMONT (CH) Officine Panerai orologi Montegrappa penne 8

9 I GRUPPI ESTERI PIÙ IMPORTANTI E. LAND (KOR) Coccinelle borse Mandarina Duck borse Lario calzature 9

10 I GRUPPI ESTERI PIÙ IMPORTANTI LABELUX (A) Belstaff abbigliamento sportivo Zagliani borse di altissimo livello 10

11 I GRUPPI ESTERI PIÙ IMPORTANTI MAYHOOLA (Q) Valentino F. G. global brand Forall abbigliamento uomo 11

12 I GRUPPI ESTERI PIÙ IMPORTANTI THE CARLYLE GROUP (USA) TWIN-SET abbigliamento donna 12

13 LVMH SEMPRE PIÙ LEADER MONDIALE Secondo una ricerca di Bloomberg, dal 2010 ad oggi, a livello mondiale nel lusso sono state realizzate 97 acquisizioni LVMH ha realizzato il 31% di queste operazioni per un valore di 10,4 mld di dollari, pari al 61% del totale investito 13

14 QUANTO HANNO ACQUISITO GLI ITALIANI ALL ESTERO? PRADA TOD S OTB ZEIS LUXOTTICA Church Roger Vivier Martin Margiela Viktor & Rolf Sunglass hut Lenscrafters Oakley Ray Ban Arnette Alain Mikli Bikkembergs circa 100 Acquisizioni dal 1999 ad oggi Valori ai fatturati

15 PRO E CONTRO DELLE ACQUISIZIONI DI AZIENDE ITALIANE PRO le aziende acquisite entrano in gruppi strutturati che grazie al loro network internazionale e alle risorse importanti di cui dispongono consentono ai brand un rapido sviluppo CONTRO il pallino della gestione del marchio e degli investimenti però passa in mano straniera, così come gli utili 15

16 La regia del business passa in mano straniera Gianelli per il Corriere della Sera 16

17 ANCHE LE AZIENDE PRODUTTIVE SONO PREDE AMBITE in Italia i gruppi internazionali, oltre che far produrre (façon), hanno acquisito diverse aziende produttive (anche di materie prime), poco note ai più. 17

18 ANCHE LE AZIENDE PRODUTTIVE SONO PREDE AMBITE ROVEDA Calzature (Chanel) MSC Calzature (Hugo Boss) ROSSIMODA Calzature (LVMH ) MARCHISIO J.V Gioielli (Richemont) LORO PIANA Abbigliamento / Tessuti (LVMH) MARDI Pelletteria (Dior) CARAVEL Conceria Rettili (Gucci).. 18

19 L ITALIA STA DIVENTANDO LA CINA DEL LUSSO La Cina del Lusso 19

20 PERCHÈ Oggi l etichetta Made in Italy sul prodotto rappresenta un grosso valore aggiunto per i consumatori internazionali del lusso e quindi per i gruppi e i brand che servono questi consumatori 20

21 IL LUSSO VALE MOLTO I prodotti del lusso hanno una redditività estremamente elevata. Sono molti pertanto gli operatori che cercano di entrare in questo segmento di mercato. 21

22 CATENA DEL VALORE DI UN PRODOTTO LUSSO come si distribuisce il costo di un abito prodotto in Italia per conto di un brand internazionale del lusso e poi venduto tramite i propri negozi monomarca? (stime Pambianco) 22

23 CATENA DEL VALORE DI UN PRODOTTO LUSSO COSTO DIRETTO DEL PRODOTTO VALORE WHOLESALE VALORE RETAIL 23

24 I BILANCI DEI GRUPPI ITALIANI Stato di salute dei principali gruppi esteri PRINCIPALI GRUPPI ESTERI valori in milioni di euro Azienda FATTURATO 2013 FATTURATO 2012 Lvmh ,7 25,2 Richemont ,9 21,8 Kering ,1 21,0 Swatch ,5 31,0 Phillips Van Heusen (Calvin Klein) ,5 10,1 Polo Ralph Lauren ,3 18,7 Chanel ,9 25,8 Hermes ,8 36,4 Burberry ,6 25,1 Hugo Boss ,7 23,2 Fatturato Medio Inc. % Ebitda 2013 % Fatturato Totale ,5 23,7 24

25 I BILANCI DEI GRUPPI ITALIANI Stato di salute dei principali gruppi italiani PRINCIPALI GRUPPI ITALIANI (con fatturato oltre 250 milioni di euro) valori in milioni di euro Azienda FATTURATO 2013 FATTURATO 2012 Inc. % Ebitda 2013 % Prada ,8 31,9 Armani ,5 22,7 Max Mara ,4 12,0 Zegna Ermenegildo Group ,7 21,3 Ferragamo ,1 19,7 Dolce & Gabbana ,1 17,5 Tod's ,5 22,8 Moncler ,9 32,0 Versace ,2 10,9 Gruppo Brunello Cucinelli ,5 18,6 Fatturato Medio Fatturato Totale ,7 23,7 25

26 PICCOLE/MEDIE AZIENDE SPESSO NON HANNO LE RISORSE SUFFICIENTI PER AFFRONTARE LA SFIDA DELLA CRESCITA NEL MERCATO MONDIALE Stato di salute delle piccole e medie Aziende Italiane (bilanci 2012) CLASSE DI FATTURATO NR. AZIENDE FATTURATO 2012 (in milioni di ) Var. % FATTURATO EBITDA 2012 su MEDIO MEDIO 2011 (in milioni di ) 2012 % Piccole e medie mln ,9 26

27 COSA DEVONO FARE LE PICCOLE E MEDIE AZIENDE? PRODUZIONE A FACON Le Aziende che producono a façon possono fare poco. Devono concentrarsi su innovazione, qualità e servizio, e augurarsi che l etichetta made in Italy continui ad avere un valore importante per il consumatore internazionale e quindi per i loro committenti produttivi. PRODUZIONE CON MARCHIO PROPRIO Le Aziende che operano con un marchio proprio, devono raccogliere la sfida della crescita per giocare un ruolo da protagonisti sul mercato 27

28 SOLUZIONI POSSIBILI Altre soluzioni più strutturali: Capitalizzare l Azienda direttamente Fare entrare un fondo di investimento Quotarsi in borsa (AIM o mercato principale) Stringere alleanze di distribuzione con partner stranieri 28

29 GRAZIE 29

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

L ATTIVITA DI RETAIL NEL SETTORE MODA: CASO GUCCI

L ATTIVITA DI RETAIL NEL SETTORE MODA: CASO GUCCI LUISS GUIDO CARLI di ROMA LIBERA UNIVERSITA INTERNAZIONALE DEGLI STUDI SOCIALI FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA: MARKETING L ATTIVITA DI RETAIL NEL SETTORE MODA: CASO GUCCI RELATORE: PROF. MATTEO GIULIANO

Dettagli

LA QUOTAZIONE IN BORSA

LA QUOTAZIONE IN BORSA LA QUOTAZIONE IN BORSA Facoltà di Economia dell'università di Parma 20 febbraio 2012 Martino De Ambroggi L attività del broker Equity Sales & Trading Equity Research Francesco Perilli (CEO) Investment

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Lvmh - Kering - Richemont

Lvmh - Kering - Richemont Concept & design: GianAngelo Pistoia Photos: Imagoeconomica (Carlo Carino - Sergio Oliverio) - Didier Descouens - D. Free - Nicogenin - Wjarek - Boggy - Miro Miro - S. Bukley - GianAngelo Pistoia/A.P.

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE COMUNICATO STAMPA Claudia Buccini +39 02 63799210 claudia.buccini@eur.cushwake.com CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE Causeway Bay a Hong Kong

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, Marzo 2014 Premessa Il presente documento (il «Documento») è stato predisposto da Tamburi Investment Partners S.p.A. («TIP») con l obiettivo di fornire una descrizione il più possibile esaustiva

Dettagli

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 7

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 7 Rapporto annuale n. 7 Direzione Studi e Ricerche Dicembre 214 Dicembre 214 Executive Summary 3 Introduzione 5 1. I bilanci dei distretti industriali italiani nel quinquennio 28-13 19 2. Internazionalizzazione,

Dettagli

LOTTA A CONTRAFFAZIONE

LOTTA A CONTRAFFAZIONE LOTTA A CONTRAFFAZIONE ED ABUSIVISMO COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE VADEMECUM2012 FEDERAZIONEMODAITALIA Via Durini, 14 20122 Milano www.federazionemodaitalia.it COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE 1. Chi produce

Dettagli

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 30 settembre 203 4 ottobre 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prezzo Chiusura Volumi medi giornalieri Capitalizzazione** da

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Bilancio Consolidato e Separato

Bilancio Consolidato e Separato Bilancio Consolidato e Separato 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE Gruppo Hera Bilancio Consolidato e Separato

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE INDICE 1. Crescita aziendale e contesto esterno 2. Crescita aziendale e contesto interno 3. Crescita quantitativa e sviluppo qualitativo 4. Le dimensioni rilevanti dello sviluppo qualitativo 5. Le modalità

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014 @MailUp @MailUp_US www.mailup.com CHE COSA FA MAILUP MailUp è una società tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing (Software

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

I. T. A. L. I. A. Geografie del nuovo made in Italy I QUADERNI DI SYMBOLA

I. T. A. L. I. A. Geografie del nuovo made in Italy I QUADERNI DI SYMBOLA I. T. A. L. I. A. Geografie del nuovo made in Italy I QUADERNI DI SYMBOLA Coordinamento Marco Fortis, Vice Presidente della Fondazione Edison e Docente all Università Cattolica di Milano; Claudio Gagliardi,

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Introduzione... 3. Gli autori di questa ricerca... 5. Executive summary... 7. Le medie imprese italiane... 8. Il motore dell economia italiana...

Introduzione... 3. Gli autori di questa ricerca... 5. Executive summary... 7. Le medie imprese italiane... 8. Il motore dell economia italiana... Section title Indice Introduzione... 3 Gli autori di questa ricerca... 5 Executive summary... 7 Le medie imprese italiane... 8 Il motore dell economia italiana...10 Crescere nonostante tutto...12 Il cuore

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015 PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALEE PER L ESERCI IZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 20155 PAGINA BIANCA PAGINA BIANCA RATTI S.p.A. Sede in Guanzate (Como) Via Madonna, 30 Capitale Sociale

Dettagli

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione TXT e-solutions Group Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2015 TXT e-solutions S.p.A. Sede legale, direzione e amministrazione: Via Frigia, 27 20126 Milano Capitale sociale: Euro 5.911.932 interamente

Dettagli

23-24 APRILE 2015 COMPLESSO MONUMENTALE DEL GIARDINO DELLE SCUDERIE REALI E PAGLIERE VIALE NICCOLÒ MACHIAVELLI, 24 - FIRENZE

23-24 APRILE 2015 COMPLESSO MONUMENTALE DEL GIARDINO DELLE SCUDERIE REALI E PAGLIERE VIALE NICCOLÒ MACHIAVELLI, 24 - FIRENZE 23-24 APRILE 2015 COMPLESSO MONUMENTALE DEL GIARDINO DELLE SCUDERIE REALI E PAGLIERE VIALE NICCOLÒ MACHIAVELLI, 24 - FIRENZE IT4Fashion è un convegno lanciato per la prima volta nel 2011, programmato con

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

P U L I TO I N S I E M E P E R U N M O N D O P I U P U L I TO I N S I E M 100%

P U L I TO I N S I E M E P E R U N M O N D O P I U P U L I TO I N S I E M 100% P U L I T O INSIEME PER UN MONDO PIU PULITO I N S I E M 100% INDICE CHI SIAMO... 4 LE NOSTRE REGIONI... 5 STRUTTURA DEL GRUPPO... 6 IL NOSTRO MANAGEMENT... 7 LO SVILUPPO DEL SUCCESSO... 8 FATTORI DI ATTRATTIVITA

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

MAILUP S.P.A. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014

MAILUP S.P.A. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014 MAILUP S.P.A. Reg. Imp. 01279550196 Rea 1743733 Sede in VIALE FRANCESCO RESTELLI 1-20124 MILANO (MI) Capitale sociale Euro 200.000,00 i.v. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO Firenze, 21 aprile, 12 e 26 maggio 2015 (15,00-18,30) Auditorium Adone Zoli dell Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia Viale

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

I PROCESSI DI CAMBIAMENTO NEI SISTEMI PRODUTTIVI DI ALICANTE E TREVISO

I PROCESSI DI CAMBIAMENTO NEI SISTEMI PRODUTTIVI DI ALICANTE E TREVISO I PROCESSI DI CAMBIAMENTO NEI SISTEMI PRODUTTIVI DI ALICANTE E TREVISO INTRODUZIONE... 4 PARTE A - I DISTRETTI IN PROVINCIA DI TREVISO... 12 1. IL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO... 12 1.1 Caratteristiche ed

Dettagli

Giovani: il Vivaio da coltivare per far crescere il Paese

Giovani: il Vivaio da coltivare per far crescere il Paese PRIMA GIORNATA CIA IN EXPO Giovani: il Vivaio da coltivare per far crescere il Paese 5 maggio 2015 AUDITORIUM DI PALAZZO ITALIA PADIGLIONE ITALIA EXPO MILANO 2015 Cia è main partner del parco della biodiversità

Dettagli

Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali

Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali ente bilaterale lavanderie industriali Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali Primo Rapporto ente bilaterale lavanderie industriali Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali

Dettagli

Relazione finanziaria annuale gruppo tamburi investment partners 2013

Relazione finanziaria annuale gruppo tamburi investment partners 2013 GRUPPO TAMBURI INVESTMENT PARTNERS Relazione finanziaria annuale gruppo tamburi investment partners 2013 Pagina 1 GRUPPO TAMBURI INVESTMENT PARTNERS INDICE Organi sociali 3 Relazione sull andamento della

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2.1 RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2 ELEMENTI DELLA RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2.1 Condotte... 12 2.2.2 Allacciamenti... 12 2.2.3 Impianti di ricezione

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Attenzione: è necessario comprendere il potenziale di un mercato prima di entrarci!

Attenzione: è necessario comprendere il potenziale di un mercato prima di entrarci! Attenzione: è necessario comprendere il potenziale di un mercato prima di entrarci! Misurazione del potenziale di nuovi prodotti in lancio sulla base della permeabilità del mercato Come esperti di marketing,

Dettagli

Esportare la dolce vita. Il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati Ostacoli, punti di forza e focus Cina

Esportare la dolce vita. Il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati Ostacoli, punti di forza e focus Cina Esportare la dolce vita Il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati Ostacoli, punti di forza e focus Cina Il rapporto è stato realizzato da: Alessandro Gambini, Manuela Marianera, Luca Paolazzi (Centro

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto

FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto A cura dell Ufficio Studi Economici EXECUTIVE SUMMARY Il raggiungimento di un accordo sul nucleare iraniano potrebbe aprire interessanti opportunità per le

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

Indice: Capitolo 1: Tendenze in atto nel settore moda nell era della globalizzazione... 6

Indice: Capitolo 1: Tendenze in atto nel settore moda nell era della globalizzazione... 6 Indice: Premessa... 4 Capitolo 1: Tendenze in atto nel settore moda nell era della globalizzazione... 6 1.1 L abbigliamento nell economia globale: prima e dopo l Accordo Multifibre... 7 1.1.1 Breve storia

Dettagli

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei.

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Alessia Amighini (Università del Piemonte Orientale) Versione preliminare Intervento al convegno Innovare per

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Che bello sarebbe se i saldi durassero tutto l'anno. Quante volte

Che bello sarebbe se i saldi durassero tutto l'anno. Quante volte ANCHE QUEST'ANNO NE SONO NATI A DECINE. SONO GLI INDIRIZZI DELLO SHOPPING SCONTATO: TRA ABITI, SCARPE, GIOCHI, MOBILI, SPESA NON C'È CHE L'IMBARAZZO DELLA SCELTA. CON QUESTO SERVIZIO CHIUDIAMO IL NOSTRO

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli