La prevenzione del suicidio attraverso internet

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La prevenzione del suicidio attraverso internet"

Transcript

1 La prevenzione del suicidio attraverso internet Stefano Totaro & Paolo Scocco Clinica Psichiatrica Università di Padova e Azienda - ULSS 16 Progetto SOPRoxi 1

2 L utilizzo di internet nella società odierna; L utilizzo di internet nella prevenzione del suicidio. 2/28

3 e il navigar m è dolce in questo mare Nascita dei primi social networks; Rapido sviluppo della nuova era di informazione e delle tecnologie comunicative cambio radicale abitudini; Internet come nuovo membro familiare ; Creazione dei nuovi giovani digito ergo sum ; L utilizzo di internet è direttamente proporzionale alla solitudine (Moody, 2001). 3/28

4 Nel 2010, il 93% dei giovani americani tra i 12 e i 17 anni si connettevano ad internet (Zickur, 2010). e più del 60% lo faceva giornalmente. Simili percentuali per l Europa. 4/28

5 A cosa è dovuto il successo di internet: Mancanza di costrizioni fisiche e geografiche; Anonimato; Accesso alle info 24h/24h; Feedback immediato. Burns, J.M., Durkin, L., Nicholas, J. (2009). Mental Health of Young People in the United States: What Role Can the Internet Play in Reducing Stigma and Promoting Help Seeking? Journal of Adolescent Health 45 (2009) /28

6 Per cosa viene utilizzato internet: Il 75% dei giovani tra i 15 e i 24 anni cerca online informazioni legate alla salute (Rideout, 2002); Molti di coloro che cercano informazioni su internet legate alla sfera della salute credono le informazioni di buona qualità e veritiere (Mohran-Martin, 2004). Il 25% cerca informazioni specifiche sulla salute mentale (Nicholas, 2004; Gould, 2002). 6/28

7 I giovani che sperimentano un disagio non cercano aiuto tra i professionisti per 4 ragioni: 1. sentono che non potrebbero contare sulla confidenzialità, 2. sentono che nessuna persona o servizio sarebbe in grado di aiutarli, 3. avvertono il problema come troppo personale per raccontarlo a qualcuno, 4. credono di poterlo gestire da soli. Non sorprende quindi che per mantenere confidenzialità e indipendenza la maggior parte cerchi informazioni su internet. Dubow EF, Lovko KR, Kausch DF (1990), Demographic differences in adolescents health concerns and perceptions of helping agents. J Clin Child Psychol 19: /28

8 SUICIDE RELATED TERMS 1.suicide; 2.suicide methods; 3.suicide sure methods; 5.most effective methods of suicide; 5.methods of suicide; 6.ways to commit suicide; 7.How to Commit suicide; 8.How to kill yourself; 9.Easy suicide methods; 10.Best suicide methods; 11.pain-free suicide; 12.quick suicide. RISULTATI: 20% erano siti dedicati esclusivamente al suicidio e alla sua spiegazione; la metà di questi lo incoraggiava, promuovendolo o facilitandolo; il resto parlava di suicidio e dei metodi senza però scoraggiarlo, né incitarlo; solo il 13% si focalizzava sulla prevenzione e sul sostegno; il 12% sul tentativo di scoraggiare apertamente tale scelta; il 15% rappresentava siti accademici o istituzionali. 8/28

9 Più del 16% delle 339 pagine revisionate avevano contenuti a favore del suicidio o fornivano istruzioni su come togliersi la vita (Recupero, 2008). 9/28

10 Siti che si focalizzano sulla PREVENZIONE DEL SUICIDIO: tra il 10% e il 20% 10/28

11 Gli adolescenti sono più influenzabili rispetto ad altri, anche per la più alta incidenza di comportamenti a rischio tipica di questa età, o uso di sostanze e disturbi depressivi (Adekolao, 2006). Un suicidio non avviene in modo casuale, ma a spingere all azione gli individui predisposti sono eventi scatenanti e/o le opportunità che si presentano davanti (Shaffer, 1988). SITI PRO-SUICIDIO CHAT - CYBERBULLYING SUICIDE PACTS Prima dell avvento della tecnologia, avvenivano solitamente (per definizione) tra conoscenti (Rajagopal, 2004). Il primo fenomeno di suicide pacts è stato registrato nel 2000 in Giappone, nel 2003 ci sono stati 34 suicide pacts aumentati a 91 nel 2005 (Lester, 2008). CYBERBULLICIDE Cyberbullicide (suicidio indiretto o diretto influenzato da esperienze di aggressione online) coniato da Hinduja e Patchin nel La realtà del link tra cyberbullismo e comportamento suicidale non è casuale, ma essere vittima di cyberbullismo contribuisce a depressione, minore autostima, disperazione e solitudine (Hawker, 2000), tutti fattori di rischio per il suicidio. 11/28

12 I punti di forza di internet (anche nella prevenzione) Disponibilità 24h/24h 7g/7g. 2. Tempestività 3. Possibilità di investire più tempo, non dovendosi spostare. 4. Abbatte le barriere della distanza nel caso in cui non dovessero esserci servizi nelle vicinanze. 5. Permette l anonimato, la mancanza di contatto visivo e la confidenzialità. 6. Mancanza del non verbale 7. Effetto disinibizione (Gilat, 2007), utile per chi si trova in una situazione di crisi e ha difficoltà a cercare un aiuto diretto. 12/28

13 I punti di forza di internet (anche nella prevenzione) A differenza della comunicazione telefonica, internet permette sia il supporto sincrono (chat) che quello asincrono (forum). 9. Internet permette di lavorare coi gruppi (chat ad es.) un vantaggio rispetto alla telefonata, che avviene tra due persone. 10. Abbatte lo stigma: Mentre molto di quello che si dice sul suicidio e delle sue cause nella società contemporanea è avvolto dal tabù, i siti internet e le discussioni nei forum stanno divenendo una controversa quanto importante fonte di informazione per i soggetti. Tutto sommato grande ambivalenza sta ancora nel capire quanto questo sia un opportunità o un serio problema da arginare (Alao et al., 2006; D Hulster and Van Heeringen, 2006). 11.La scrittura è guarigione, ma la lettura soprattutto. La conservazione/memorizzazione dei dati/discussioni è uno dei punti a favore dell utilizzo di internet. 13/28

14 LIMITI DI INTERNET NELL AIUTO 1. Anonimato: sindrome di Munchausen da internet (Feldman 2000): messaggi non veritieri nei forum, spesso teatralizzanti il proprio disagio, che causano disagi a tutti i partecipanti, e burn-out negli operatori; 5% del totale. 2. Non raggiunge chi non utilizza il computer, soprattutto i nonpiù giovani; 3. Crash improvvisi; 4. Incomprensioni / misunderstandings. 14/28

15 1950 CHE TIPO DI AIUTO VIENE OFFERTO SU help-line, chat, INTERNET: gruppi di aiuto ASINCRONI (forum). Molti progetti utilizzano i forum, che permettono anonimato, accessibilità 24h/24h, e che fanno sentire completamente sicuri (Gilat, 2007), aiuto personale tramite appuntamento. 15/28

16 A CHI SI RIVOLGE L AIUTO SU INTERNET: Professionisti: sono nati molti siti anche per fornire informazioni ai professionisti impegnati nella prevenzione della malattia mentale quali possono essere operatori sociali, medici, infermieri, specialmente nei luoghi rurali e quindi di difficile raggiungimento per i training: Australian Creating Rural Online Support Systems (ACROSSnet), ; electronic Suicide Prevention Skills Training (e- SPST), ; Question, Persuade, Refer (QPR). A chi sperimenta un disagio interiore, o più nello specifico è a rischio suicidario, fornendo informazioni, supporto. Molti siti sono variegati nell offerta di aiuto, alcuni utilizzano la linea telefonica, altri le , altri ancora chat, forum, social networks, altri multicanale (TAI, telefono amico Italia; Reach-out Australia; Sahar Israele; 113online Finlandia; BeFriender; Samaritans). Sopravvissuti ad un suicidio. Sopravvissuto è una persona che aveva una relazione significativa con il suicida. 16

17 Perché occuparsi dei sopravvissuti nella prevenzione del suicidio? La suicidologia senza il coinvolgimento dei sopravvissuti sarebbe povera. Allo stesso modo la prevenzione del suicidio senza i sopravvissuti sarebbe una scarsa prevenzione (Shneidman, 1996). I survivors risultano avere una probabilità 28 volte maggiore di sviluppare depressione maggiore a distanza di un mese dal suicidio, in particolare gli adolescenti (Bridge, 2003). Essendo quindi essi stessi a maggior rischio di suicidio, bisogna occuparsi di loro, Postvention is prevention for future generation Shneidman(Ed): Prologue. On the nature of suicide; 1969 Aiuto tra pari solo chi ci è passato può capirmi. Esempi di progetti per sopravvissuti: SOBS (Survivors of bereavement by suicide, Uk), Soproxi Italia, che fornisce aiuto e supporto per i sopravvissuti attraverso telefono, e gruppi chat moderati, in cui partecipano 3 o 4 sopravvissuti per volta. 17/28

18 ALCUNI DEI PROGETTI GIÀ ATTIVI PER LA PREVENZIONE DEL SUICIDIO E DEL DISAGIO: SOPRoxi, per i familiari e gli amici di persone che si sono suicidate. 18/28

19 REACH-OUT è un progetto Australiano nato nel 1998 che si rivolge a chiunque ne avesse bisogno e ha lo specifico obiettivo di ridurre lo stigma e invogliare a cercare aiuto tra la popolazione d età anni. Il sito consiste di sezioni nelle quali sono presenti articoli sulla salute mentale nei giovani, una comunità online con dei forum moderati da volontari addestrati, link ai social network più famosi. Un sito giovane, dimostratosi utile nella riduzione dello stigma e nella maggior accettazione della malattia mentale e nella richiesta di aiuto senza vergogna (Burns, 2009). 19/28

20 113online, portale finlandese di prevenzione al suicidio opera prevenzione per gli individui suicidali sia attraverso il sito che attraverso una linea telefonica. 20/28

21 Sahar In Hebrew, the word SAHAR means a banana-shaped moon, a metaphor used on the website to stress the idea that darkness might only be a temporary condition and that lightness will eventually prevail (Barack, 2007). (Support and Listening on the Net): accoglie, come la maggior parte di piattaforme di prevenzione collegamenti ad articoli sull argomento, forum, chat, help-line, e fornisce gratuitamente al popolo israeliano supporto emozionale. La caratteristica nuova rispetto alle altre piattaforme è che il forum è diviso in quattro sezioni: la prima per i più giovani, la seconda per gli adulti, la terza per i soldati e la quarta per chi volesse esprimere se stesso attraverso una forma d arte (poesie, storie, dipinti che possono facilmente essere caricati e condivisi). È gestita da volontari addestrati per mesi. 21/28

22 Il limite dei programmi finora presentati è che essendo NAZIONALI, si scontrano col problema della lingua (problema minore per i Paesi Anglofoni). Mentre spesso le help-line sono associate Paese per Paese (vd. Samaritans, BeFriender) e c è quindi collaborazione. Mentre tutti gli altri programmi erano programmi multicanale, che utilizzano , forum, chat, telefono, ecc ci sono poi i programmi, assolutamente non da meno, che operano da decenni, e usano il mezzo classico del telefono e a volte . Sicuramente cambia il target cui arrivano. 22/28

23 COSA SI DOVREBBE ANCORA FARE Progetti nazionali mirati con, oltre che accessibilità, anche operatività online (es. Reach-out, Sahar, 113online), con collegamenti ai social networks; Emergenza non è intervento : utilizzare internet come primo accesso per cercare di abbattere lo stigma, arginare la crisi e spingere verso l accesso ai servizi; Permettere la separazione tra contenuto pubblico e contenuto privato, con politiche adeguate, per fare in modo che la vita di ognuno non sia la vita di tutti; Coinvolgere gli uomini; Il coinvolgimento degli operatori psichiatrici, chiedere con regolarità ai propri pazienti informazioni relative alle abitudini di utilizzo di Internet; La tecnologia non è né il contenuto né il comportamento (Collings, et. Al., 2012); Una valida politica di supervisione dei siti 23/28

24 Politica di supervisione dei siti Una generale proibizione dei siti che trattano il suicidio non sarebbe né praticabile né tantomeno ragionevole (Becker, 2004). Ricorso a software di filtraggio, non assicura una protezione assoluta, perché il concetto di contenuto inappropriato è soggettivo e perché il filtro può non bloccare tutti i contenuti non graditi. Inoltre, i filtri disponibili hanno il limite di poter essere aggirati con poca fatica da persone mediamente abili nell utilizzo dei computer Autoregolamentazione dei Providers (ISPs) 24/28

25 Alcuni esempi di regolamentazioni di altri Paesi. In Australia dal 2006 è illegale per i siti fornire informazioni pratiche sul suicidio o incoraggiarlo (Biddle, 2008); in Germania i proprietari dei siti sono in prima persona responsabili per il loro contenuto (Becker, 2004); Nel 2010 la corte Cinese ha regolamentato che gli internet service providers (ISPs) sarebbero stati ritenuti responsabili se non avessero riportato alle autorità messaggi suicidali apparsi sui loro siti o informazioni pro-suicidio (Cheng, 2012). in Corea e in Giappone alcuni providers si sono autoregolamentati con l oscuramento di siti specifici su questo tema; Gran Bretagna, la Internet Watch Foundation (maggior sistema di controllo dei contenuti dei siti Internet), non include i siti sul suicidio e potrebbe farlo solo se questi siti fossero illegali; negli Stati Uniti la legislazione non ritiene i proprietari dei siti responsabili per i contenuti pubblicati, a meno che non violino i diritti d autore (Coble, 1998); In Italia le normative sul tema sono meno avanzate rispetto ad altri Paesi e non esistono politiche specifiche sul monitoraggio dei siti Internet di promozione del suicidio; il sequestro dei siti, e il loro conseguente oscuramento, compete alla polizia postale su ordinanza della magistratura nei casi in cui si configura un ipotesi di reato. 25/28

26 In America quando le persone cercano sul motore di ricerca help.com termini relativi a informazioni sul suicidio o postano messaggi suicidali la nuova politica di google potrebbe aiutare a rintracciarle (Boyce, 2010). Facebook lo scorso anno ha stretto accordi con la National Suicide Prevention Lifeline, e in tutte le lingue vengono forniti centri di prevenzione nazionali, MA IN FACEBOOK MANCANO CENTRI DI PREVENZIONE ITALIANI. Ad ogni modo è attrezzato di modo che chiunque riscontri contenuti suicidali possa riportare il contenuto e la segnalazione alle autorità locali inviando un semplice messaggio. 26/28

27 CONCLUSIONI: Seppur non sia possibile oscurare i siti incitanti il suicidio,una possibile strategia di prevenzione della diffusione dei siti che promuovono il suicidio potrebbe essere quella di facilitare nei motori di ricerca la visibilità dei siti di prevenzione e sostegno. Prevenzione e sostegno GRATUITI, derivanti dalle Istituzioni, e non da professionisti privati. Se usato dunque in maniera appropriata, internet è un potente comunicatore che può essere usato per contrastare fenomeni di suicidio Un giorno tutti saranno su internet!!! E giusto fornire supporto, specialmente nel momento critico, ma internet non deve essere il mezzo, ma un accessorio iniziale. Internet dovrebbe curare la crisi, deve essere presente 24/24h ma non può e non deve sostituirsi alla relazione vis a vis, all invio a personale specializzato, alla reale cura e intervento. 27/28

28 Grazie per l attenzione! 28/28

I DATI DELLA CHAT DI TELEFONO AZZURRO 7 DICEMBRE 2010 3O GIUGNO 2014

I DATI DELLA CHAT DI TELEFONO AZZURRO 7 DICEMBRE 2010 3O GIUGNO 2014 I DATI DELLA CHAT DI TELEFONO AZZURRO 7 DICEMBRE 2010 3O GIUGNO 2014 L implementazione della chat in Telefono Azzurro è partita il 7 dicembre 2010, allineando l Italia ai diversi servizi di consulenza

Dettagli

Genitori e figli al tempo di Internet. Dott.ssa Barbara Forresi Psicologa e Psicoterapeuta

Genitori e figli al tempo di Internet. Dott.ssa Barbara Forresi Psicologa e Psicoterapeuta Genitori e figli al tempo di Internet Dott.ssa Barbara Forresi Psicologa e Psicoterapeuta Di cosa parleremo stasera? I nativi digitali I bambini da 6 a 10 anni 38% usano smartphone o tablet 1 su 3 li usa

Dettagli

Il suicidio e Internet: una ricerca sui siti web italiani

Il suicidio e Internet: una ricerca sui siti web italiani Articolo originale Original article Il suicidio e Internet: una ricerca sui siti web italiani Suicide and the Internet: a search on Italian websites C. De Rosa, V. Del Vecchio, L. Del Gaudio, G. Sampogna,

Dettagli

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011 La rete siamo noi Uso della rete internet e dei social network Bologna, 19 maggio 2011 Il progetto La Rete Siamo Noi è un progetto nato dalla collaborazione tra il Difensore Civico e il CORECOM Emilia-Romagna.

Dettagli

LAVORO E SUICIDIO punti di fragilità e punti di forza nella risposta alla crisi

LAVORO E SUICIDIO punti di fragilità e punti di forza nella risposta alla crisi LAVORO E SUICIDIO punti di fragilità e punti di forza nella risposta alla crisi Franco Garonna "Lo Sportello della Crisi" Camera di Commercio di Padova - 3 dicembre 2010 PSIOP ULSS 12 Veneziana impatto

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Morena Terraschi Lynx Srl via Ostiense 60/D 00154 Roma morena@altrascuola.it http://corsi.altrascuola.it Corsi Altrascuola è la

Dettagli

opuscolo depressione 21-03-2003 11:21 Pagina 1

opuscolo depressione 21-03-2003 11:21 Pagina 1 opuscolo depressione 21-03-2003 11:21 Pagina 1 opuscolo depressione 21-03-2003 11:21 Pagina 3 opuscolo depressione 21-03-2003 11:21 Pagina 5 opuscolo depressione 21-03-2003 11:21 Pagina 7 opuscolo depressione

Dettagli

Il web 2.0 - Definizione

Il web 2.0 - Definizione Web 2.0 e promozione della salute Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Il web 2.0 - Definizione - E quella parte

Dettagli

I pericoli di internet e della rete, per genitori e docenti

I pericoli di internet e della rete, per genitori e docenti I pericoli di internet e della rete, per genitori e docenti Oggi Purtroppo dobbiamo prendere atto che nella nostra società manca quasi totalmente una vera educazione ai pericoli della rete perché spesso

Dettagli

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email...

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email... Dott.ssa Vera Blasutti 1 FIGLI ALLE PRESE COI SOCIAL NETWORK: COME SENTIRSI AL SICURO Come i genitori possono educare i figli ad un utilizzo attento della rete COSA SONO I SOCIAL NETWORK Si tratta di siti

Dettagli

GLI INTERVENTI PSICOEDUCATIVI FAMILIARI NELLA DEPRESSIONE MAGGIORE Lorenza Magliano ! " # $ $%$$& ' $ ( ( ) * +,-.,-,- ) / ,) 01 (/ ) 0 2. ( 3 1.! 0 (," $ '31415+*67899:;7

Dettagli

Proteggi la tua famiglia online

Proteggi la tua famiglia online con la collaborazione di Proteggi la tua famiglia online Pensi che il PHISHING sia solo un tipo di pesca? Pensi che i COOKIE siano solo biscotti? Pensi che un VIRUS sia solo un raffreddore? Proteggi la

Dettagli

Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento

Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento Applicazione pedagogica degli ambienti di apprendimento Materiale pratico della durata di un ora circa Il nuovo ambiente di apprendimento rappresenterà un cambiamento pedagogico radicale o sarà soltanto

Dettagli

AL COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ

AL COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ Congresso PERCORSI DIAGNOSTICO-TERAPEUTICI CONDIVISI PER L ADHD Una risposta alle criticità e ai bisogni inevasi Milano, 10 novembre 2015 AL COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ SESSIONE: STRUTTURA DELLA RETE

Dettagli

Il cyberbullismo. E. Modica

Il cyberbullismo. E. Modica Il cyberbullismo E. Modica Definizione di cyberbullismo Il cyberbullismo consiste nell uso delle nuove tecnologie per molestare, imbarazzare, intimorire, far sentire a disagio o escludere altre persone.

Dettagli

I pericoli di internet e della rete, sessione per genitori e docenti

I pericoli di internet e della rete, sessione per genitori e docenti I pericoli di internet e della rete, sessione per genitori e docenti Oggi purtroppo dobbiamo prendere atto che nella nostra società manca quasi totalmente una vera educazione ai pericoli della rete perché

Dettagli

I rischi della navigazione dei minori sulla rete Internet

I rischi della navigazione dei minori sulla rete Internet I rischi della navigazione dei minori sulla rete Internet Dott. Marco Valerio Cervellini Sost. Commissario della Polizia di Stato Responsabile dei progetti di educazione alla legalità e navigazione sicura

Dettagli

Stefano Calicchio. Musicista 2.0. Come guadagnare scrivendo musica per venderla online

Stefano Calicchio. Musicista 2.0. Come guadagnare scrivendo musica per venderla online Stefano Calicchio Musicista 2.0 Come guadagnare scrivendo musica per venderla online I segreti e le tecniche per sfruttare il marketing musicale sul web, migliorando la visibilità e guadagnando con la

Dettagli

La prevenzione delle droghe. prof.ssa Carla Buonaiuto

La prevenzione delle droghe. prof.ssa Carla Buonaiuto La prevenzione delle droghe prof.ssa Carla Buonaiuto L adolescenza inizia con l ingresso alla scuola media inferiore e in questo periodo avvengono cambiamenti psicofisici e nelle relazioni con la famiglia,

Dettagli

Educazione e genitorialità: parliamone insieme Incontri formativo-informativi gratuiti per genitori

Educazione e genitorialità: parliamone insieme Incontri formativo-informativi gratuiti per genitori Educazione e genitorialità: parliamone insieme Incontri formativo-informativi gratuiti per genitori «Un PC per amico» uso consapevole del computer nei social network e per i compiti http://www.powtoon.com/show/f7jleflspt9/un-pc-per-amico/#/

Dettagli

Strumenti di contrasto all hate speech online. Prof. Avv. Pierluigi Perri Università degli Studi di Milano 9 ottobre 2015

Strumenti di contrasto all hate speech online. Prof. Avv. Pierluigi Perri Università degli Studi di Milano 9 ottobre 2015 Strumenti di contrasto all hate speech online Prof. Avv. Pierluigi Perri Università degli Studi di Milano 9 ottobre 2015 Il connubio di odio e di tecnologia è il massimo pericolo che sovrasti l umanità.

Dettagli

Valeria Cavioni valeria.cavioni@unipv.it. Pietro Maffi mpietro@yahoo.com

Valeria Cavioni valeria.cavioni@unipv.it. Pietro Maffi mpietro@yahoo.com Valeria Cavioni valeria.cavioni@unipv.it Pietro Maffi mpietro@yahoo.com CYBERSPAZIO: spazio reale o fittizio? Riduzione dei vincoli spazio-temporali Separazione dal contesto della comunicazione Utilizzo

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

Le associazioni dei pazienti nell era dei social network e dei social media

Le associazioni dei pazienti nell era dei social network e dei social media Le associazioni dei pazienti nell era dei social network e dei social media Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

Dettagli

Internet e informazione. Cinzia Colombo IRCCS - Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

Internet e informazione. Cinzia Colombo IRCCS - Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Internet e informazione Cinzia Colombo IRCCS - Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Internet e informazioni sulla ricerca clinica. L esempio di IN-DEEP Cinzia Colombo IRCCS- Istituto di Ricerche

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Evoluzione Prognostica e Ruolo degli Interventi Terapeutici

Evoluzione Prognostica e Ruolo degli Interventi Terapeutici Evoluzione Prognostica e Ruolo degli Interventi Terapeutici Michele Sanza Bologna 11 febbraio 2011 Lo skills Training della DBT nel trattamento integrato del Disturbo Borderline di Personalità 1 Il decorso

Dettagli

NAVIGARE IN SICUREZZA. Come guidare i bambini e i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione

NAVIGARE IN SICUREZZA. Come guidare i bambini e i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione NAVIGARE IN SICUREZZA Come guidare i bambini e i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione Una grande rete di reti chiamata Internet Non esitono limiti anagrafici:bambini,

Dettagli

Il mondo dei social network

Il mondo dei social network Il mondo dei social network ( in particolare) Prof. Danilo Piazza Premessa Il presente documento è una sintesi dell incontro svolto in presenza. Come tale esso diventa significativamente fruibile avendo

Dettagli

Aged Care Complaints DVD INDUSTRY VIDEO SCRIPT

Aged Care Complaints DVD INDUSTRY VIDEO SCRIPT Aged Care Complaints DVD INDUSTRY VIDEO SCRIPT TITLE: Gestione dei reclami per il personale dei servizi di assistenza agli anziani Questo programma si rivolge nello specifico a chi lavora nei servizi sovvenzionati

Dettagli

1. Bullismo nei messaggi sms

1. Bullismo nei messaggi sms MODULO 5. COOPERAZIONE E SUPPORTO ESTERNO Introduzione Questo modulo Cooperazione e supporto esterno incoraggia i partecipanti ad esaminare le cause e le risorse disponibili agli insegnanti e agli studenti

Dettagli

Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia

Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia Maria Bologna Dipartimento Salute Mentale-DP AUSL Reggio Emilia Corso di Formazione Gestione della depressione

Dettagli

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder 1. Dati anagrafici Gli studenti che hanno compilato il questionario sono in totale 121 I maschi sono il 43% e

Dettagli

ESSERE PRUDENTI ON-LINE

ESSERE PRUDENTI ON-LINE ESSERE PRUDENTI ON-LINE LINEE GUIDA PER UN CORRETTO USO DI INTERNET Per non rischiare una brutta avventura, prendi nota delle seguenti regole relative all'utilizzo di internet. Avvicinarsi al computer

Dettagli

Luca Milani C.Ri.d.e.e. & Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica Università Cattolica di Milano

Luca Milani C.Ri.d.e.e. & Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica Università Cattolica di Milano Luca Milani C.Ri.d.e.e. & Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica Università Cattolica di Milano 1. I tempi cambiano 2. I dati del questionario 3. Bisogni e rischi 4. Istruzioni per l uso? 5. Indicazioni

Dettagli

IL SORRISO TELEFONO GIOVANI Uno sguardo sul presente e un ponte verso il futuro 1

IL SORRISO TELEFONO GIOVANI Uno sguardo sul presente e un ponte verso il futuro 1 IL SORRISO TELEFONO GIOVANI Uno sguardo sul presente e un ponte verso il futuro 1 di Maria Pia Bianchi 2 Il Sorriso - Telefono Giovani, è un centralino di ascolto ed aiuto telefonico rivolto alle nuove

Dettagli

SOS Telefono Azzurro Onlus

SOS Telefono Azzurro Onlus SOS Telefono Azzurro Onlus L Associazione Italiana che ascolta e aiuta bambini e adolescenti intervenendo con passione e competenza, anche in emergenza, per contrastare la violenza e riportare la serenità.

Dettagli

2 Dipendenza da Internet 6 2.1 Tipi di dipendenza... 6 2.2 Fasi di approccio al Web... 6 2.3 Fine del corso... 7

2 Dipendenza da Internet 6 2.1 Tipi di dipendenza... 6 2.2 Fasi di approccio al Web... 6 2.3 Fine del corso... 7 Sommario Indice 1 Sicurezza informatica 1 1.1 Cause di perdite di dati....................... 1 1.2 Protezione dei dati.......................... 2 1.3 Tipi di sicurezza........................... 3 1.4

Dettagli

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING Mi Piace! Tutti i segreti del web marketing che le aziende devono conoscere per non perdere terreno nel complesso mondo di internet 2.0 Dario Dossena Che cosa c è dietro un mi piace? Qualsiasi cosa sia,

Dettagli

Si verifica quando qualcuno compie atti di

Si verifica quando qualcuno compie atti di CYBER BULLISMO E IL TERMINE USATO PER INDICARE IL BULLISMO ONLINE Si verifica quando qualcuno compie atti di vessazione, umiliazione, molestia, diffamazione, o azioni aggressive nei confronti di un altro,

Dettagli

Social media: nuove modalità di relazione con il cliente e rischi per l'azienda, come gestirli al meglio. Stefano Ventura Resp.le Area Social Media

Social media: nuove modalità di relazione con il cliente e rischi per l'azienda, come gestirli al meglio. Stefano Ventura Resp.le Area Social Media Social media: nuove modalità di relazione con il cliente e rischi per l'azienda, come gestirli al meglio Stefano Ventura Resp.le Area Social Media 1. Il nuovo scenario social 2. Necessaria strategia 2.0

Dettagli

È EFFICACE LO SCREENING PER LA DEPRESSIONE

È EFFICACE LO SCREENING PER LA DEPRESSIONE Lo screening e il trattamento della depressione. Quali sono le strategie più convenienti? Recentemente, due articoli e un editoriale sono apparsi sul British Medical Journal per discutere dei programmi

Dettagli

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Sommario Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Introduzione al portale SSIS infofactory - Laboratorio di Intelligenza Artificiale - Univ. degli Studi di Udine 3-4 Dicembre

Dettagli

Glossario 117. Glossario

Glossario 117. Glossario Glossario 117 Glossario Account È lo spazio concesso su un sito a un utente, per accedere ad alcune funzioni. Al momento della registrazione occorre fornire un username e una password, che diventeranno

Dettagli

I rischi e i pericoli della rete.

I rischi e i pericoli della rete. INDICE I rischi e i pericoli della rete (1) I rischi e i pericoli della rete (2) I rischi e i pericoli della rete (3) I rischi e i pericoli della rete (4) I rischi e i pericoli della rete (conclusione)

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 0 0% Secondaria 281 100% Classe IV Primaria 0 0% V Primaria 1 0% I Secondaria 101 36% II Secondaria 84 30% III Secondaria 95 34% Comune di Cafasse

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 155 100% Secondaria 0 0% Classe IV Primaria 68 44% V Primaria 87 56% I Secondaria 0 0% II Secondaria 0 0% III Secondaria 0 0% Comune di Cafasse

Dettagli

LA SALUTE. La malattia di Alzheimer: il progetto Cronos del Ministero della Salute. obiettivo sicurezza. a cura di Pompeo Pindozzi

LA SALUTE. La malattia di Alzheimer: il progetto Cronos del Ministero della Salute. obiettivo sicurezza. a cura di Pompeo Pindozzi a cura di Pompeo Pindozzi La malattia di Alzheimer: COS E IL PROGETTO CRONOS LA RETE ASSISTENZIALE DEL PROGETTO CRONOS: OPERATORI E STRUTTURE COINVOLTE Il progetto cronos è il più ampio studio clinico-epidemiologico

Dettagli

ECDL Online Collaboration: il Web 2.0 consapevole

ECDL Online Collaboration: il Web 2.0 consapevole ECDL Online Collaboration: il Web 2.0 consapevole Marina Cabrini Membro del gruppo di lavoro ECDL presso la ECDL Foundation Dublin mcabrini@sicef.ch l mondo dell informatica è in perenne movimento ed evoluzione,

Dettagli

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. ASCOLI LA CARICA DEI GENITORI 20 MARZO 2012

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. ASCOLI LA CARICA DEI GENITORI 20 MARZO 2012 Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. ASCOLI LA CARICA DEI GENITORI 20 MARZO 2012 I PROSSIMI INCONTRI 27 MARZO Rapporto famiglia-scuola: risorse e difficoltà I VIDEOGIOCHI Le principali

Dettagli

DROGHE E CONDOTTE AUTOLESIVE IN ETÀ ADOLESCENZIALE

DROGHE E CONDOTTE AUTOLESIVE IN ETÀ ADOLESCENZIALE XLV CONGRESSO NAZIONALE SOCIETA' ITALIANA DI PSICHIATRIA LA PSICHIATRIA MODERNA ED IL "MONDO REALE" Bullismo, antisocialità e condotte autolesive Il ruolo dei servizi e della scuola nella crisi adolescenziale

Dettagli

Internet sicuro per i tuoi figli

Internet sicuro per i tuoi figli Internet sicuro per i tuoi figli I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi. Gli uomini sono incredibilmente lenti, inaccurati e intelligenti. Insieme sono una potenza che supera l'immaginazione.

Dettagli

Salute. Social media. La salute nell era dei social media. Fiducia. Community. Collegamento in rete. Sostenibilità

Salute. Social media. La salute nell era dei social media. Fiducia. Community. Collegamento in rete. Sostenibilità La salute nell era dei social media Estratto dai risultati dello studio condotto da Swisscom nell ottobre 2011 Health 2.0 Prevenzione Sicurezza Sostenibilità Nutrizione Paziente informato Forum salute

Dettagli

CENTRO DI.RE. (DIVERSAMENTE ABILI IN RETE) QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DEL FABBISOGNO DI TECNOLOGIE ASSISTIVE

CENTRO DI.RE. (DIVERSAMENTE ABILI IN RETE) QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DEL FABBISOGNO DI TECNOLOGIE ASSISTIVE CENTRO DI.RE. (DIVERSAMENTE ABILI IN RETE) QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DEL FABBISOGNO DI TECNOLOGIE ASSISTIVE Il presente questionario ha come obiettivo principale quello di indagare il fabbisogno

Dettagli

Corso di formazione edizione 2012-13

Corso di formazione edizione 2012-13 CYBERBULLYING, CYBERSTALKING L USO INCORRETTO DELLA RETE FRA RAGAZZI E RAGAZZE Corso di formazione edizione 2012-13 CYBERBULLYING Cyberbullying cyberbullismo è l uso delle tecnologie informatiche per commettere

Dettagli

Psicopatologia e Prevenzione del Suicidio. Prof. Roberto Tatarelli Direttore Dipartimento di Neuroscienze, Ospedale Sant Andrea

Psicopatologia e Prevenzione del Suicidio. Prof. Roberto Tatarelli Direttore Dipartimento di Neuroscienze, Ospedale Sant Andrea Psicopatologia e Prevenzione del Suicidio Prof. Roberto Tatarelli Direttore Dipartimento di Neuroscienze, Ospedale Sant Andrea Sapienza Universitá di Roma SUICIDIO: UN EVENTO MULTIFATTORIALE Comorbiditá

Dettagli

II e III anno 2010-2011

II e III anno 2010-2011 VALUTAZIONE E REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI DI PREVENZIONE DEL SUICIDIO CON IL CONTRIBUTO DEGLI STAKEHOLDER II e III anno 2010-2011 Responsabile scientifico : Dr. Emanuele Toniolo Direttore Dipartimento Salute

Dettagli

Il nuovo browser italiano dedicato alla navigazione e comunicazione sicura in internet per bambini

Il nuovo browser italiano dedicato alla navigazione e comunicazione sicura in internet per bambini http://www.ilveliero.info veliero@samnet.it Il nuovo browser italiano dedicato alla navigazione e comunicazione sicura in internet per bambini SAM Via di Castro Pretorio, 30 00185 ROMA Tel. 06.44.70.33.23

Dettagli

Strumenti hardware e software utilizzati dai nostri studenti per studiare e altro. Che cosa, con che cosa. USR Piemonte Nadia Carpi

Strumenti hardware e software utilizzati dai nostri studenti per studiare e altro. Che cosa, con che cosa. USR Piemonte Nadia Carpi Strumenti hardware e software utilizzati dai nostri studenti per studiare e altro. Che cosa, con che cosa USR Piemonte Nadia Carpi Di cosa parliamo Un po di numeri Strumenti hardware e software utilizzati

Dettagli

Scuole Sicure. venerdì 26 aprile 13

Scuole Sicure. venerdì 26 aprile 13 Scuole Sicure Scuole Sicure Consigli per i bambini e per i ragazzi Assicurarsi di utilizzare password sicure e difficili da scoprire e di non condividerle con nessuno (eccetto genitori). Stessa precauzione

Dettagli

INTERVENTO CONDOTTO DA MONICA MOLINARI, infermiera legale e forense MARITA CERETTO, esperta di web

INTERVENTO CONDOTTO DA MONICA MOLINARI, infermiera legale e forense MARITA CERETTO, esperta di web CONVEGNO ABUSO e MALTRATTAMENTO nell ETA EVOLUTIVA: IERI E OGGI EQUIPE ATTENTI AL LUPO 21 OTTOBRE 2014 INTERVENTO CONDOTTO DA MONICA MOLINARI, infermiera legale e forense MARITA CERETTO, esperta di web

Dettagli

Dipendenza da internet, Facebook e iphone: una malattia ormai accertata La legge per tutti.it

Dipendenza da internet, Facebook e iphone: una malattia ormai accertata La legge per tutti.it Dipendenza da internet, Facebook e iphone: una malattia ormai accertata La legge per tutti.it Angelo Greco I nuovi social network e gli strumenti di telecomunicazione possono arrivare ad essere una malattia

Dettagli

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente.

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. ESERCITAZIONE PER L UTILIZZO DELLA WEB-INTRANET DI COLLABORAZIONE ASINCRONA SU RETE INTERNET Ing.

Dettagli

Modalità per la gestione del sito di Istituto e l accesso alla rete ed a internet. Documento preparato da Responsabile Sistema Qualità

Modalità per la gestione del sito di Istituto e l accesso alla rete ed a internet. Documento preparato da Responsabile Sistema Qualità ISTITUTO PROFESSIONALE per i SERVIZI ALBERGHIERI e della RISTORAZIONE Modalità per la gestione del sito di Istituto e l accesso alla rete ed a internet IR0602.10 in Revisione 00 del 01/07/2013 Documento

Dettagli

eguide: Social media

eguide: Social media eguide: Social media 1 eguide: Social media Indice Facebook... 2 Cosa bisogna considerare nel caso di Facebook?... 2 Pagine fan di Facebook... 3 Le pagine fan... 3 Creare una pagina fan... 3 Linguette

Dettagli

RUOLO DEI CARE GIVERS

RUOLO DEI CARE GIVERS RUOLO DEI CARE GIVERS Antonella Surbone, MD PhD FACP Professor of Medicine New York University Novi Ligure, January 16 th, 2009 Demographics of ageing Elderly population in the US people > 65 are the

Dettagli

3. Epidemiologia. 60.418.711 Popolazione totale. 54% Giocatori d azzardo 18-74 anni (almeno una volta ultimi 12 mesi) N. 23.894.

3. Epidemiologia. 60.418.711 Popolazione totale. 54% Giocatori d azzardo 18-74 anni (almeno una volta ultimi 12 mesi) N. 23.894. 3. Epidemiologia La dimensione del fenomeno in Italia è difficilmente stimabile in quanto, ad oggi, non esistono studi accreditati, esaustivi e validamente rappresentativi del fenomeno. La popolazione

Dettagli

Internet e Social Networks: Sicurezza e Privacy

Internet e Social Networks: Sicurezza e Privacy Internet e Social Networks: Sicurezza e Privacy M. Claudia Buzzi, Marina Buzzi IIT-CNR, via Moruzzi 1, Pisa Marina.Buzzi@iit.cnr.it, Claudia.Buzzi@iit.cnr.it Nativi digitali: crescere nell'era di Internet

Dettagli

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Marco Grollo Responsabile Nazionale Progetti, Associazione Media Educazione Comunità www.edumediacom.it

Dettagli

CHI HA PERSO LA BUSSOLA?

CHI HA PERSO LA BUSSOLA? CHI HA PERSO LA BUSSOLA? Consigli ai genitori per una navigazione sicura e protetta in Internet IV edizione A cura dell insegnate Elena Serventi Funzione strumentale TIC (Tecnologie dell Informazione e

Dettagli

Il suicidio nei luoghi di cura e di assistenza Parte 2

Il suicidio nei luoghi di cura e di assistenza Parte 2 IL SUICIDIO NELL'ANZIANO: CARICO DI DOLORE ANGOSCIA E FRAGILITA Sala Madrid - 29 Novembre 2013 Il suicidio nei luoghi di cura e di assistenza Parte 2 Evelina Bianchi Vicenza Abbiamo una ipotesi utile a

Dettagli

DEPRESSIONE IN MEDICINA GENERALE

DEPRESSIONE IN MEDICINA GENERALE 1 CORSO FORMATIVO 24 /3 1 MAGGIO 2016 PATROCINATO DAL COMUNE DI MESORACA DEPRESSIONE IN MEDICINA GENERALE DOTT. GIUSEPPE ESPOSITO DOTT.SSA ANASTASIA CARCELLO DEPRESSIONE DEFINIZIONE Il disturbo depressivo

Dettagli

Health Information Journey. Canali e influenti nel decision making della popolazione italiana in area salute e benessere

Health Information Journey. Canali e influenti nel decision making della popolazione italiana in area salute e benessere Health Information Journey Canali e influenti nel decision making della popolazione italiana in area salute e benessere LE FONTI Health Information Journey Ricerca condotta annualmente su un campione di

Dettagli

Autopromozione Clinica sul Web

Autopromozione Clinica sul Web Autopromozione Clinica sul Web Corso on-line Free - Progetto Open-Psy www.humantrainer.com Il primo sito web che sponsorizza corsi free per Psicologi Professionisti Lezione N 1 Dicembre 2002 Programma

Dettagli

Web 2.0 per guadagnare salute

Web 2.0 per guadagnare salute Web 2.0 per guadagnare salute Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Il web 2.0 - La definizione forse più corretta

Dettagli

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Incontro 3: Corso di aggiornamento sull uso di internet Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it

Dettagli

L approccio del sistema dei servizi di salute mentale alle malattie mentali

L approccio del sistema dei servizi di salute mentale alle malattie mentali L approccio del sistema dei servizi di salute mentale alle malattie mentali Remissione: riduzione della frequenza e dell intensità delle manifestazioni psicopatologiche Stabilizzazione:permanenza nel tempo

Dettagli

Turismo Virtual Turismo Virtual Turismo Virtual

Turismo Virtual Turismo Virtual Turismo Virtual Da una collaborazione nata all inizio del 2011 tra le società Annoluce di Torino e Ideavity di Porto (PT), giovani e dinamiche realtà ICT, grazie al supporto della Camera di Commercio di Torino, nasce

Dettagli

EVOLUZIONE DELLE COMUNICAZIONI

EVOLUZIONE DELLE COMUNICAZIONI : EVOLUZIONE DELLE COMUNICAZIONI Messaggero Telegrafo Telefono Televisione Internet Comunicazioni satellitari 1 VANTAGGI DELL'EVOLUZIONE Velocità delle comunicazioni Accesso a varie informazioni Scambio

Dettagli

I segreti della mente

I segreti della mente Vittorino Andreoli I segreti della mente Capire, riconoscere, affrontare i segnali della psiche Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06413-2 Prima edizione:

Dettagli

Il digital divide e lo stato di salute degli over 50 in Italia: evoluzione del fenomeno attraverso i dati Multiscopo nell'ultimo decennio.

Il digital divide e lo stato di salute degli over 50 in Italia: evoluzione del fenomeno attraverso i dati Multiscopo nell'ultimo decennio. Il digital divide e lo stato di salute degli over 50 in Italia: evoluzione del fenomeno attraverso i dati Multiscopo nell'ultimo decennio. Maria Francesca Romano Maria Vittoria Sardella Fabrizio Alboni

Dettagli

SINDROME DA BURN-OUT: CONOSCERLA E PREVENIRLA.

SINDROME DA BURN-OUT: CONOSCERLA E PREVENIRLA. SINDROME DA BURN-OUT: CONOSCERLA E PREVENIRLA. 26 settembre 3 ottobre 2015 Sede: Trento 11 Crediti ECM per le Professioni Sanitarie 8 crediti formativi e 1 credito deontologico dell Ordine degli Assistenti

Dettagli

Per essere utili, ovunque

Per essere utili, ovunque MASTER IN ECONOMIA DELLO SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ANNO ACCADEMICO 2013-2014 In collaborazione con Per essere utili, ovunque LINK CAMPUS UNIVERSITY VIA NOMENTANA, 335 00162 Roma Tel: + 39

Dettagli

I 5 errori più frequenti

I 5 errori più frequenti I 5 errori più frequenti degli ottici su di Mauro Gamberini In questo report scoprirai: i 5 errori più frequenti commessi dagli Ottici su FB Qual è l errore principale e perché non commetterlo i 5 motivi

Dettagli

LINEA DIRETTA CON ANFFAS

LINEA DIRETTA CON ANFFAS LINEA DIRETTA CON ANFFAS SONDAGGIO TELEFONICO Com è nata l idea del Sondaggio? Il sondaggio nasce dall esigenza, fortemente avvertita nel corso degli ultimi anni, da Anffas Nazionale di trovare un modo

Dettagli

USO DI SOSTANZE E DISTURBO MENTALE

USO DI SOSTANZE E DISTURBO MENTALE Sofferenza, disagio, disturbi psichici e del comportamento di adolescenti e giovani: i servizi si confrontano Varese, 16 novembre 2011 USO DI SOSTANZE E DISTURBO MENTALE Marcello Diurni RELAZIONE ANNUALE

Dettagli

Le competenze di base del Counselling Telefonico in ambito vaccinale

Le competenze di base del Counselling Telefonico in ambito vaccinale Istituto Superiore di Sanità Le competenze di base del Counselling Telefonico in ambito vaccinale Dott.ssa Anna Maria Luzi Unità Operativa Telefono Verde AIDS Istituto psichiatrico Risposta automatica

Dettagli

La politica sul web: linguaggi, strumenti e nuove frontiere del dibattito politico in Rete

La politica sul web: linguaggi, strumenti e nuove frontiere del dibattito politico in Rete Terzo Osservatorio Internet sul fenomeno dell Instant Messaging in Italia La politica sul web: linguaggi, strumenti e nuove frontiere del dibattito politico in Rete Focus I giovani e la politica: un indagine

Dettagli

Lo Stigma. Questo foglio descrive lo stigma associato ai problemi di salute mentale.

Lo Stigma. Questo foglio descrive lo stigma associato ai problemi di salute mentale. Questo foglio descrive lo stigma associato ai problemi di salute mentale. Lo Stigma Pazzi. Psicopatici. Schizofrenici. Paranoici. Non Stanno Bene. Queste parole sono spesso usate in modo derogatorio per

Dettagli

R e g i o n e L a z i o

R e g i o n e L a z i o (La scheda non deve superare le 7 cartelle, compreso la tabella indicatori) Titolo del Programma: Prevenzione della popolazione a rischio R e g i o n e L a z i o Identificativo della Linea o delle Linee

Dettagli

PRESTO E BENE. Il sostegno nelle situazioni di Pronto Intervento. Relazione di Margherita Gallina Assistente sociale

PRESTO E BENE. Il sostegno nelle situazioni di Pronto Intervento. Relazione di Margherita Gallina Assistente sociale PRESTOEBENE. IlsostegnonellesituazionidiProntoIntervento RelazionediMargheritaGallina Assistentesociale Iltemacheabbiamosceltoperquestocorsoèdinotevoleinteressepoichépresentanotevolidifficoltà perl operatoreeperiresponsabilideiservizi:siaperlagravitàdellesituazionichesipresentanosia

Dettagli

PROGETTO CINQUE PETALI

PROGETTO CINQUE PETALI Direzione Generale Dipartimento degli Staff Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche U.O. Qualità e Formazione IL CONTESTO DI RIFERIMENTO I disturbi evolutivi rappresentano patologie complesse

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI SUI COOKIES

INFORMAZIONI GENERALI SUI COOKIES Con riferimento al provvedimento Individuazione delle modalità semplificate per l informativa e l acquisizione del consenso per l uso dei cookie 8 maggio 2014 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126

Dettagli

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile!

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! L importante è......evitare gli eccessi...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! Guida al gioco RESPONSABILE RISERVATO AL RICEVITORE aams aams aams Per diffondere il gioco responsabile,

Dettagli

Sondaggio online sulla percezione del fenomeno relativo al suicidio dei poliziotti in Italia Periodo 2012-2014. Associazione www.cerchioblu.

Sondaggio online sulla percezione del fenomeno relativo al suicidio dei poliziotti in Italia Periodo 2012-2014. Associazione www.cerchioblu. Sondaggio online sulla percezione del fenomeno relativo al suicidio dei poliziotti in Italia Periodo 2012-2014 Associazione www.cerchioblu.org Chi ha risposto al sondaggio 536 partecipanti: 85% Poliziotti

Dettagli

Gli immigrati e il disagio mentale nel Lazio

Gli immigrati e il disagio mentale nel Lazio Gli immigrati e il disagio mentale nel Lazio Andrea Gaddini *, Lilia Biscaglia *, Francesco Franco *, Salvatore Cappello **, Giovanni Baglio *, Domenico Di Lallo *, Gabriella Guasticchi * Introduzione

Dettagli

ASD Disturbo dello spettro autistico

ASD Disturbo dello spettro autistico ASD Disturbo dello spettro autistico Nel 2010 negli Stati Uniti ad 1 bambino ogni 68 è stata fatta una diagnosi di Disturbo dello Spettro Autistico (DSA), segnando un aumento del 30% rispetto a due anni

Dettagli