Ottobre A cura di: UXlab-CINECA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ottobre 2012. A cura di: UXlab-CINECA"

Transcript

1 Linee guida di Accessibilità per redattri di cntenuti web Ottbre 2012 A cura di: UXlab-CINECA UXlab - Labratri di User experience, usabilità, accessibilità e User-Centered Design CINECA - Dipartiment Sluzini e Servizi per l'amministrazine Universitaria - Divisine Prtali Via Magnanelli 6/ Casalecchi di Ren - Blgna, Italy

2 Smmari Cs'è l'accessibilità... 2 Il rapprt tra Accessibilità e Usabilità... 4 Nrmativa di riferiment... 5 Mdalità di applicazine della legge 4/ Un manuale: perché e per chi... 9 Guida alla lettura Linguaggi (requisit n.1) DA HTML A XHTML Gli standard del web Liste Immagini e animazini (requisit n.3) Figure e diagrammi Clre (requisit n.4 e n.6) Elementi in mviment e lampeggianti (requisit n.5) Immagini sensibili (requisit n.7 e n.8) Tabelle di dati (requisit n.9 e n.10) Script, applet altri ggetti di prgrammazine (requisit n.15, n.16, n.17 e n.20) Plug-in, dcumenti nn HTML File Micrsft Excel Creare file Adbe PDF accessibili Multimedia (requisit n.18) Link ipertestuali (requisit n.19) Glssari minim Bibligrafia Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 1 di 42

3 Cs'è l'accessibilità Rendere accessibile qualcsa vul dire renderla dispnibile senza esclusini. Rendere accessibile una pagina web significa quindi prgettarla in maniera che sia cnsentit a tutti l access cmplet alle infrmazini (struttura e cntenut). Significa creare siti dve le mdalità di navigazine e tutti gli elementi interattivi eventualmente presenti sian fruibili dagli utenti indipendentemente dalle lr disabilità, indipendentemente dalla tecnlgia che essi utilizzan e indipendentemente dal cntest in cui peran mentre accedn al sit. Mltissimi sn gli utenti che trvan stacli nell us del web quand nn è prgettat in maniera accessibile. Seppur in maniera differente, il prblema riguarda diversi tipi di disabilità: visiva, mtria, cgnitiva, legata all età (ad esempi, anziani e bambini) Ma vann presi in cnsiderazine anche tutti clr che si servn di hardware e di prgrammi pc aggirnati (cmputer cn prcessri lenti cn pca memria, mnitr in bianc e ner, vecchie versini di brwser ) di strumenti alternativi più avanzati, cme ad esempi tecnlgie di assistenza digitale e telefni cellulari. Per tutti questi tipi di utenti, la principale cura dell'accessibilità cnsiste nel prgettare pagine indipendenti dalla periferica, nn ttimizzate per nessun sistema perativ e per nessun brwser in particlare: vver pagine cn cdice standard valid, altamente flessibili nella struttura, nn vinclate ad una data larghezza rizzntale e leggibili anche da chi nn è in grad di visualizzare i clri. Esistn tecnlgie assistive, in grad ciè di facilitare il superament di alcuni stacli. Ad esempi, gli screen reader (usati in particlare dai nn vedenti) che traducn in snr il cntenut (struttura, test e immagini) di una pagina, particlari hardware prgettati per chi ha prblemi mtri. Perché il web sia accessibile, quindi, deve utilizzare un linguaggi ricnscibile anche da questi strumenti, prprre strutture e cntenuti semplici, esprli in maniera chiara, eliminand dalla pagina gni "barriera telematica". L'accessibilità punta alla valrizzazine delle differenze: differenze nelle capacità individuali e tecnlgiche, nei mdi di fruizine dell'infrmazine nline, nelle tecnlgie e negli strumenti di access. Ecc qualche esempi, per cmprendere megli: caratteri trpp piccli rendn difficltsa la lettura per chi ha facltà visive ridtte; pssn creare prblemi (ad esempi ai daltnici) l accstament di taluni clri (cme rss e verde) la mancanza di cntrast tra clri del test e dell sfnd; testi trpp lunghi staclan chi ha difficltà mtrie; un linguaggi cmpless trpp tecnic discrimina chi nn ha le cnscenze adeguate Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 2 di 42

4 Adattarsi agli standard del W3C significa cntribuire al raggiungiment di quella prgettazine universale che, cnsiderat il rul e l imprtanza che ricpre il web all stat attuale, è rmai indispensabile. Rendere una pagina web accessibile nn significa lavrare di più, ma in maniera diversa. E nn significa nemmen limitare le pssibilità espressive: i limiti di prgettazine impsti dall accessibilità riguardan infatti le mdalità di attuazine delle diverse sluzini tecniche, nn il cntenut l estetica dei dcumenti. Nel 1999 il W3C (Wrld Wide Web Cnsrtium) ha pubblicat il dcument Web Cntent Accessibility Guidelines W3C Recmmendatin 1999 cntenente le linee guida della Web Accessibility Initiative (WAI) che dettan gli standard per l'accessibilità delle pagine web e che ggi, a livell mndiale, rappresentan il principale punt di riferiment per gli sviluppatri del web in tema di accessibilità. E stata sviluppata anche la versine 2.0 della raccmandazine, cnsultabile sul sit del cnsrzi (http://www.w3.rg/tr/wcag20/ ). Nella realizzazine dei prtali, CINECA segue fin dalla fase di prgettazine le indicazini in materia di accessibilità frnite dal cnsrzi W3C (http://www.w3c.rg/) e dalla nrmativa italiana. CINECA fcalizza l attenzine sul tema dell accessibilità già a partire dal 2001, anche grazie alla nrmativa che a partire da quell ann viene emanata per assicurare l accessibilità dei siti web e delle applicazini della pubblica amministrazine. In particlare la legge n. 4/2004 "Dispsizini per favrire l'access dei sggetti disabili agli strumenti infrmatici, csidetta "legge Stanca" definisce gli bblighi per l accessibilità nella realizzazine e mdifica dei siti Internet per le pubbliche amministrazini. Apprfndimenti "Chi trae benefici da siti e pagine web accessibili" a cura di Michele Didati "Lettri di scherm e brwser testuali" pubblicat sul sit Pubbliaccess Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 3 di 42

5 Il rapprt tra Accessibilità e Usabilità L usabilità mira a frnire infrmazini e servizi web nel md più efficiente e chiar pssibile, unend alla semplicità d'us, la chiarezza cmunicativa, nnchè la velcità ed efficacia nella navigazine e cnsultazine dei cntenuti. La definizine di usabilità data nell standard ISO (Ergnmic requirements fr ffice wrk with visual display terminals - Guidance n usability) è «il grad in cui un prdtt può essere usat da specifici utenti per raggiungere specifici biettivi cn efficacia, efficienza e sddisfazine in un specific cntest d us». Prgettare un sit secnd criteri di usabilità significa pertant fare in md che i sui cntenuti sian facilmente reperibili e fruibili dai sui utenti. Un sit web può cntenere tantissime risrse utili, ma se queste risrse nn sn rganizzate secnd le aspettative e gli effettivi bisgni dei destinatari, pssn risultare addirittura intrvabili e, di fatt, inutilizzate. Un prgett di usabilità evita questa ed altre spiacevli evenienze e fa sì che l utente sia gratificat dall esperienza di navigazine, che ne tragga benefici e che ripeta l esperienza. Usabilità e accessibilità sn strettamente legate insieme e l una cmpleta l altra, infatti per sddisfare i requisiti, è necessari che la prgettazine di un sit sia centrata sull'utente, caratteristica fndamentale per realizzare un sit usabile. Anche il Reglament di attuazine della legge Stanca 4/2004 sull accessibilità, recita all art. 2 (http://www.pubbliaccess.gv.it/nrmative/reglament.htm): Sn accessibili i servizi realizzati tramite sistemi infrmatici che presentan i seguenti requisiti: a) accessibilità al cntenut del servizi da parte dell utente; b) fruibilità delle infrmazini fferte, caratterizzata anche da: 1) facilità e semplicità d us, assicurand, fra l altr, che le azini da cmpiere per ttenere servizi e infrmazini sian sempre unifrmi tra lr; 2) efficienza nell us, assicurand, fra l altr, la separazine tra cntenut, presentazine e mdalità di funzinament delle interfacce, nnché la pssibilità di rendere dispnibile l infrmazine attravers differenti canali sensriali; 3) efficacia nell us e rispndenza alle esigenze dell utente, assicurand, fra l altr, che le azini da cmpiere per ttenere in md crrett servizi e infrmazini sian indipendenti dal dispsitiv utilizzat per l access; 4) sddisfazine nell us, assicurand, fra l altr, l access al servizi e all infrmazine senza ingiustificati disagi vincli per l utente. Apprfndimenti Metdlgia per la valutazine dell'accessibilità e dell'usabilità dei siti pubblici a cura del grupp di lavr "Metdlgia" della Segreteria Tecnic-Scientifica della Cmmissine ICT disabili. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 4 di 42

6 Nrmativa di riferiment La legge n. 4/2004 "Dispsizini per favrire l'access dei sggetti disabili agli strumenti infrmatici (http://www.pubbliaccess.it/nrmative/legge_ _n4.htm), csidetta "legge Stanca", definisce gli bblighi per l accessibilità nella realizzazine e mdifica dei siti Internet per le pubbliche amministrazini. In merit alla stessa legge sn stati pubblicati: DPR 1 marz 2005, n Reglament di attuazine della Legge n.4/2004, per favrire l'access dei sggetti disabili agli strumenti infrmatici, pubblicat sulla Gazzetta Ufficiale n.101 del 3 maggi 2005 (http://www.pubbliaccess.it/nrmative/reglament.htm). Il DPR detta i criteri ed i principi perativi ed rganizzativi generali per l accessibilità, vver le mdalità cn cui può essere richiesta la valutazine, i criteri per l'eventuale partecipazine del richiedente ai csti dell perazine, il lg cn cui è res manifest il pssess del requisit dell accessibilità, le mdalità cn cui può essere verificat il permanere del requisit stess. Decret Ministeriale 8 lugli 2005, pubblicat sulla Gazzetta Ufficiale n. 183 dell'8 agst 2005 (http://www.pubbliaccess.it/nrmative/dm htm) Stabilisce: a) le linee guida recanti i requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità; b) le metdlgie tecniche per la verifica dell'accessibilità dei siti INTERNET, nnché i prgrammi di valutazine assistita utilizzabili a tale fine. Prpsta di revisine dell'allegat A del DM 8 Lugli 2005 A seguit dell'emanazine delle nuve raccmandazini internazinali (WCAG 2.0) da parte del W3C si è res necessari aggirnare il DM 8 lugli Un appsit grupp di lavr cstituit press il Dipartiment per la digitalizzazine della PA e l'innvazine tecnlgica in cllabrazine cn il Frmez e di cui hann fatt parte i rappresentanti delle assciazini delle persne disabili maggirmente rappresentative, degli sviluppatri cmpetenti in materia di accessibilità, dei prduttri di hardware e sftware e degli rganismi pubblici e privati, anche internazinali, peranti nel settre, ha apprfndit il tema e prpst la revisine dell'allegat A del citat decret: pagina sul sit della Funzine Pubblica test in PDF dei nuvi requisiti Nrmativa relativa alla qualità dei siti web delle PA LINEE GUIDA PER I SITI WEB DELLE PA, art. 4 della Direttiva n. 8/2009 del Ministr per la pubblica amministrazine e l innvazine Riduzine siti Web delle PA, direttiva n. 8/2009 Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 5 di 42

7 Elenc delle infrmazini cntenuti minimi che un sit web istituzinale deve frnire ai cittadini: Legge 150/2000, art. 54 del Decret legislativ 7 marz 2005, n. 82 "Cdice dell'amministrazine digitale", Decret legislativ 150/2009, Delibera 105/2010 CIVIT, Legge 18 giugn 2009 n. 69, art 3 Circlare PCM DFP /02/2011, Legge 69/2009 e altre. Precedenti direttive e circlari: Circlare AIPA del 6 settembre 2001, n. AIPA/CR/32 "Criteri e strumenti per miglirare l'accessibilità dei siti web e delle applicazini infrmatiche a persne disabili". Circlare del Dipartiment della Funzine Pubblica del 13 marz 2001, n. 3/2001 "Linee guida per l rganizzazine, l usabilità e l accessibilità dei siti web delle pubbliche amministrazini". Cmunicazine della Cmmissine Eurpea del 28 settembre 2001 "eeurpe 2002: accessibilità e cntenut dei siti Internet delle amministrazini pubbliche". Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 6 di 42

8 Mdalità di applicazine della legge 4/2004 I sggetti interessati alla legge (L.4/2004, Art. 3) La legge 4/2004 si applica alle pubbliche amministrazini di cui al cmma 2 dell'articl 1 del decret legislativ 30 marz 2001, n. 165, e successive mdificazini, agli enti pubblici ecnmici, alle aziende private cncessinarie di servizi pubblici, alle aziende municipalizzate reginali, agli enti di assistenza e di riabilitazine pubblici, alle aziende di trasprt e di telecmunicazine a prevalente partecipazine di capitale pubblic e alle aziende appaltatrici di servizi infrmatici. Le dispsizini della presente legge in rdine agli bblighi per l'accessibilità nn si applican ai sistemi infrmatici destinati ad essere fruiti da gruppi di utenti dei quali, per dispsizine di legge, nn pssn fare parte persne disabili. (es. Guardia di Finanza) A csa si applica la legge i siti Internet le applicazini basate su tecnlgie Internet infrmazini servizi frniti mediante applicazini Internet rese dispnibili su reti Intranet su supprti, cme CD-ROM, DVD, utilizzabili anche in cas di persnal cmputer nn cllegat alla rete materiale frmativ e didattic utilizzat nelle scule di gni rdine e grad persnal cmputer di tip desktp e prtatili ambiente perativ, applicazini e prdtti a scaffale (applicazini precnfezinate da utilizzarsi anche senza sviluppare appsiti prgrammi di adattament) Il prim livell di accessibilità I siti Internet, le applicazini web-based e tutt ciò che rientra nel camp di applicazine della legge, deve raggiungere il prim livell di accessibilità, accertat previ esit psitiv della verifica tecnica che riscntra la cnfrmità ai 22 requisiti tecnici elencati nell' Allegat A del Decret Ministeriale 8 lugli 2005 (http://www.pubbliaccess.it/nrmative/dm a.htm). La verifica tecnica La verifica tecnica è una verifica basata su parametri tecnici e ggettivi, stabiliti nel DM 8 lugli 2005 all Allegat A (http://www.pubbliaccess.it/nrmative/dm a.htm). La verifica tecnica fa ricrs a strumenti autmatici, semiautmatici e alle cnscenze di una persna esperta di accessibilità. La valutazine si cnclude cn un rapprt cnclusiv dve si attesta la cnfrmità cn i 22 requisiti tecnici tramite una checklist, nella quale si riprta punt per punt l esit dei test effettuati. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 7 di 42

9 Il lg dell accessibilità L'esit psitiv della verifica tecnica cnsente di esprre sui siti e applicazini Internet il lg attestante il pssess del requisit di prim livell di accessibilità, csiddett "bllin" dell'accessibilità. A tal fine, il respnsabile dell'accessibilità infrmatica press la pubblica amministrazine (una persna da individuare tra il persnale appartenente alla qualifica dirigenziale), dvrà seguire le prcedure indicate in una appsita sezine del sit per richiedere l'autrizzazine ad esprre il lg. Tale respnsabile dvrà preventivamente registrarsi nella sezine del sit per accedere alla quale riceverà, su richiesta, un nme utente e una passwrd. La prcedura prevederà quindi il caricament di un mdell, pprtunamente cmpilat tramite frm. A cnferma dell'avvenuta segnalazine, l ente prcederà al rilasci di un cdice univc che, inserit nel cllegament ipertestuale assciat al lg utilizzat nel sit applicazine interessati, permetterà anche al pubblic di cnsultare la segnalazine di cnfrmità csì cme pervenuta all ente e le infrmazini relative. Il secnd livell di accessibilità Il secnd livell di accessibilità riguarda la qualità delle infrmazini frnite e dei servizi ergati dal sit Web e si articla in prim, secnd e terz livell di qualità; tali livelli di qualità sn accertati cn la verifica sggettiva attravers i criteri di valutazine di cui all Allegat B del DM 8 lugli 2005 (http://www.pubbliaccess.it/nrmative/dm B.htm), applicand la metdlgia ivi indicata. Il superament del secnd livell di accessibilità nn è bbligatri; le attività di verifica sggettiva sn svlte da esperti in fattri umani, da esperti di interazine cn le persne disabili e dal grupp di valutazine, ciè un grupp rappresentativ di utenti, del quale fann parte anche disabili che utilizzan diverse tecnlgie assistive. Apprfndimenti Pubbliaccess - Sit sull accessibilità Osservatri sull accessibilità dei servizi ergati dalle pubbliche amministrazini tramite Web Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 8 di 42

10 Un manuale: perché e per chi Il manuale che prpniam è il risultat di un apprfndit lavr di analisi e studi per rendere accessibili le pagine web prgettate dal labratri UXlab all intern della Divisine Prtali di CINECA, in particlare per siti e prtali di Atene. Il CINECA in passat si è si avvals della cnsulenza di ASPHI (Assciazine per l Svilupp di Prgetti Infrmatici per gli Handicappati). Cn ASPHI è stat fatt un lavr di verifica, selezine e apprfndiment delle linee guida del WAI per giungere alla definizine delle regle e delle indicazini di prcedura prpste nel manuale "Linee guida per l'accessibilità di siti e prtali web" versine maggi In seguit all'emanazine della legge 4/2004, il manuale è stat aggirnat tenend cnt delle linee guida e metdlgia indicate nell' Allegat A del DM 8 lugli 2005 (http://www.pubbliaccess.it/nrmative/dm a.htm) recanti i requisiti tecnici per raggiungere il prim livell di accessibilità. A chi ci rivlgiam Il manuale è dedicat ai REDATTORI di pagine web e prtali, realizzati cn strumenti di Web Cntent Management. Questi strumenti cnsentn di realizzare in maniera indipendente cntenitre e cntenuti, per permettere l implementazine e l aggirnament di questi ultimi anche a chi nn ha specifiche cmpetenze infrmatiche. I redattri che utilizzan strumenti di Web Cntent Management sn abilitati a gestire i cntenuti, la lr prduzine e il lr aggirnament senza dver agire direttamente sulla struttura del sistema, curata da web designer, sviluppatri e grafici. L idea e gli biettivi A seguit della realizzazine del manuale " Linee guida per l'accessibilita' basate sulla legge 4/2004", rivlt a tutti gli sviluppatri di pagine web e scaricabile gratuitamente dal sit è nata l esigenza di presentare a chi si ccupa di cntenuti web un strument più agevle e specific: quest manuale rispnde a quel bisgn fcalizzandsi sul tema dell accessibilità dei cntenuti web. Rielabrand la versine integrale delle linee guida, sn stati selezinati sl i requisiti e le indicazini inerenti l attività del redattre. Il manuale frnisce quindi nzini cncrete su cme prcedere di frnte ai singli casi ed è un dcument unic, specific per le esigenze dei redattri e per tutti clr che si ccupan dei cntenuti di pagine web. Oltre a rislvere questini pratiche, un dcument di tal genere garantisce unifrmità a siti cmplessi e gestiti da più redazini. Nella parte tecnica sn indicati per ciascuna tiplgia il crrispndente requisit tecnic della legge 4/2004, le regle generali a cui far riferiment, le istruzini su cme prcedere cncretamente, i riferimenti alle linee guida del WAI. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 9 di 42

11 Guida alla lettura La parte di quest manuale dedicata alle caratteristiche tecniche è stata prgettata in maniera da essere il più pssibile chiara e di facile cnsultazine. Si presenta divisa in capitli - in alcuni casi ulterirmente rganizzati in più parti - che cntengn le direttive tecniche classificate secnd i 22 requisiti tecnici della legge 4/2004 e per tiplgia (immagini, tabelle, navigazine...). Ogni capitl prpne: - Il requisit tecnic cn il numer d rdine, l enunciat, il riferiment ai punti di cntrll delle Web Cntent Accessibility Guidelines - versine 1.0 (WCAG 1.0) del W3C-WAI, nnché il riferiment agli standard definiti nella Sezine 508 del Rehabilitatin Act (i punti di cntrll del W3C-WAI e gli standard della Sezine 508 eventualmente richiamati nei singli requisiti, sn da intendersi sltant cme elementi di riferiment, al fine di cnsentire un più facile riscntr cn gli standard già impiegati e per facilitare l utilizz degli strumenti infrmatici di valutazine della accessibilità attualmente dispnibili sul mercat). - Una breve descrizine della tiplgia trattata: cs è, a csa serve - La regla generale, vver la spiegazine di cme rendere accessibile l element. - Cme prcedere, vver le indicazini su cme prcedere in cncret per rendere accessibile l element. - Diversi esempi. - Alcuni surce dei file di esempi. - Le istruzini perative per la verifica del lavr relativi all'element trattat nel capitl. - Gli apprfndimenti, vver riferimenti a risrse web relativi all'element trattat nel capitl. È imprtante sttlineare che le indicazini della sezine Cme prcedere sn priritarie rispett a quelle indicate nei punti di cntrll WAI. Piché a vlte esse nn cincidn perfettamente, in cllabrazine cn ASPHI, è stat fatt un lavr di verifica, selezine e apprfndiment delle indicazini WAI (in particlare di livell 1 e di livell 2 ) per giungere alla definizine delle regle e delle indicazini di prcedura che prpniam in quest manuale. Infine, è presente un glssari minim per la terminlgia tecnica. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 10 di 42

12 Linguaggi (requisit n.1) Requisit n.1 -Enunciat: Realizzare le pagine e gli ggetti al lr intern utilizzand tecnlgie definite da grammatiche frmali pubblicate nelle versini più recenti dispnibili quand sn supprtate dai prgrammi utente. Utilizzare elementi ed attributi in md cnfrme alle specifiche, rispettandne l aspett semantic. In particlare, per i linguaggi a marcatri HTML (HypertText Markup Language) e XHTML (extensible HyperText Markup Language): a) per tutti i siti di nuva realizzazine utilizzare almen la versine 4.01 dell HTML preferibilmente la versine 1.0 dell XHTML, in gni cas cn DTD (Dcument Type Definitin - Definizine del Tip di Dcument) di tip Strict; b) per i siti esistenti, in sede di prima applicazine, nel cas in cui nn sia pssibile ttemperare al punt a) è cnsentit utilizzare la versine dei linguaggi spra indicati cn DTD Transitinal, ma cn le seguenti avvertenze: 1) evitare di utilizzare, all intern del linguaggi a marcatri cn il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche di presentazine della pagina (per esempi, caratteristiche dei caratteri del test, clri del test stess e dell sfnd, ecc.), ricrrend invece ai Fgli di Stile CSS (Cascading Style Sheets) per ttenere l stess effett grafic; 2) evitare la generazine di nuve finestre; ve ciò nn fsse pssibile, avvisare esplicitamente l utente del cambiament del fcus; 3) pianificare la transizine dell inter sit alla versine cn DTD Strict del linguaggi utilizzat, dandne cmunicazine alla Presidenza del Cnsigli dei Ministri Dipartiment per l innvazine e le tecnlgie e al Centr nazinale per l infrmatica nella pubblica amministrazine. Riferimenti WCAG 1.0: (Prirità 2) 3.1 Quand esiste un linguaggi di marcatri adatt, per veiclare infrmazine usare un marcatre piuttst che le immagini. 3.2 Creare dcumenti che faccian riferiment a grammatiche frmali pubblicate. 3.5 Usare elementi di intestazine per veiclare la struttura del dcument e usarli in md cnfrme alle specifiche. 3.6 Marcare le liste ed elencare le vci della lista in md apprpriat. 3.7 Marcare le citazini. Nn usare marcatura che definisca citazini per ttenere effetti di frmattazine cme il rientr Usare le tecnlgie W3C quand sn dispnibili e sn apprpriate per un cert cmpit e usare le versini più recenti quand sn supprtate Evitare le caratteristiche delle tecnlgie W3C che sn disapprvate. Riferimenti Sec. 508: Nn presente DA HTML A XHTML Cme è nt, le pagine web sn realizzate sulla base del linguaggi HTML (HyperText Markup Language), csiddett linguaggi di marcatura, perché cnsente in md mlt semplice di "marcare" i cntenuti, la struttura e la presentazine di una pagina web. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 11 di 42

13 Le indicazini vengn frnite attravers degli appsiti marcatri, detti tag, che hann differenti nmi a secnda della lr funzine. I tag (detti anche elementi) pssn essere dtati di prprietà assciate (attributi), in grad di avere dei valri (ad esempi, <table brder="1">). Le definizini e le regle di applicazine di tutti gli elementi e gli attributi HTML utilizzati in una pagina web sn scritte nella DTD, acrnim di Dcument Type Definitin, ciè "definizine del tip di dcument". Ogni pagina HTML valida deve cminciare cn la dichiarazine del tip di dcument: questa dichiarazine dice al brwser quale è, e dve si trva la DTD. Il W3C, Wrld Wide Web Cnsrtium, l'rganizzazine che fra le varie attività si ccupa di standardizzare e sviluppare la sintassi del linguaggi HTML, per la versine HTML 4.01, rilasciata il 24 dicembre 1999, ha prdtt 3 versini di DTD: Frameset, Transitinal e Strict. Dp la 4.01, il W3C nn ha più rilasciat nuve versini, ma ha cmpiut un'pera di ridefinizine facend evlvere l'html in XHTML (Extensible HyperText Markup Language), prtand ciè l'html nella famiglia XML (Extensible Markup Language). XHTML è il linguaggi attualmente raccmandat dal W3C per la realizzazine di pagine web. È cmpatibile cn i brwser e i sftware che supprtan HTML 4.0 e cntempraneamente si integra cn gli standard della famiglia XML. Il vcablari (i tag) XHTML è essenzialmente l stess di HTML 4.01, ma la sintassi è più rigrsa di HTML, perché basata sulle regle di XML. Ad esempi, XHTML richiede che a tutti i tag iniziali crrispnda un tag finale e che i valri degli attributi sian specificati tra apici. XHTML si basa quindi su XML e ne cndivide regle di base e ptenzialità, rispndend csì a due esigenze fndamentali: prtare HTML nella famiglia XML cn i benefici che ciò cmprta in termini di estensibilità e rigre sintattic: il dcument XHTML è un dcument XML; mantenere la cmpatibilità cn i brwser che supprtan HTML 4.0. Quali sn i vantaggi di XHTML rispett ad HTML? L'utilizz di XHTML cmprta ntevli benefici, prim fra tutti vantaggi di gestine, infatti un cdice pulit e ben strutturat significa pagine più leggere, più gestibili, più facili da mantenere, quindi una diminuzine del lavr di prduzine. Mlti siti sn scritti in un HTML nn valid, scritt male, che viene cmunque visualizzat dal brwser web, anche se nn rispetta le regle delle raccmandazini W3C. La cnseguenza è un cdice pc pulit, pesante, men gestibile, men prtabile. Grazie a un san cdice strutturat i dcumenti scritti in XHTML e validati sn naturalmente più accessibili: la validazine aiuta infatti l sviluppatre ad usare elementi e attributi in favre dell accessibilità. Gli screen reader e i brwser alternativi, cme quelli vcali testuali gestiscn megli una pagina cn un cdice pulit e ben strutturat. I dcumenti scritti in XHTML sn più facilmente "prtabili", ciè hann la capacità di essere visualizzati e implementati efficacemente su diversi sistemi: PC, PDA, cellulari WAP/GPRS, WebTV. Ptend cntare su un linguaggi essenziale, centrat sulla struttura del dcument Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 12 di 42

14 (titl, intestazine, paragraf, lista per gli argmenti...), si può pensare di prdurre un unic fluss di dati in frmat XHTML e un fgli di stile (si veda il capitl "Fgli di stile" per apprfndimenti) adatt alle caratteristiche del dispsitiv, per esempi cn un layut ridtt se si tratta di un cellulare. Sulla prtabilità pggia l'enfasi cn cui aziende del calibr di Nkia guardan a XHTML. È interessante il dcument pubblicat sul sit dal titl "Next Generatin Mbile Brwsing" dve viene illustrata la tecnlgia su cui si basan i servizi mbili della Nkia, fndati sull'integrazine tra XHTML e fgli di stile, cn il supprt delle necessarie tecnlgie sul lat server. Infine, ma nn men imprtante, dal mment che XHTML è un dcument XML, diventa estensibile. Ciò significa che sarà facile incrprare in un dcument parti scritte in un dei tanti linguaggi della famiglia XML. Le versini di XHTML pubblicate cme raccmandazini del W3C sn tre: XHTML 1.0 del 26 gennai 2000 Si basa sulle tre DTD già definite per HTML 4.0: Strict, Transitinal, Frameset XHTML 1.1 del 10 aprile 2001 Basata sulla DTD Strict della versine 1.0. Rappresenta la prima frmulazine del cncett di mdularità. Gli elementi sn raggruppati in una serie di mduli indipendenti, che pssn essere implementati esclusi secnd le necessità. XHTML Basic del 19 dicembre 2000, versine ridtta del linguaggi. Specificatamente pensata per dispsitivi mbili (PDA, cellulari), cntiene sl gli elementi che si adattan a questi dispsitivi (ad esempi, esclude i frame). Le DTD XHTML 1.0 sn tre: Strict, Transitinal, Frameset. XHTML 1.0 Strict <!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Strict//EN" "http://www.w3.rg/tr/xhtml1/dtd/xhtml1-strict.dtd"> È centrata esclusivamente sulla struttura del dcument. Elimina diversi elementi ed esclude tutti gli attributi che definiscn la presentazine. Per quest scp vann usati i CSS. XHTML 1.0 Transitinal <!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitinal//EN" "http://www.w3.rg/tr/xhtml1/dtd/xhtml1-transitinal.dtd"> Basata sull mlga DTD di HTML 4.0. Supprta tutti gli elementi e gli attributi di presentazine di HTML 4.0. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 13 di 42

15 XHTML 1.0 Frameset <!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Frameset//EN" "http://www.w3.rg/tr/xhtml1/dtd/xhtml1-frameset.dtd"> Va usata quand si utilizzan i frame. Gli standard del web Una chiave per sviluppare pagine accessibili cnsiste nel rispettare gli standard web nella rappresentazine del cntenut e nella frmattazine. Per prgettare nel rispett degli standard web è necessari definire struttura, cntenut, frmattazine e funzinament utilizzand un cdice valid (HTML, XHTML, CSS, DOM, ECMAScript JavaScript, ecc.), ttenend in tal md garanzie di accessibilità e di cmpatibilità cn i prgrammi utente (user agent) attuali e futuri e cn le tecnlgie assistive. Regle generali I dcumenti XHTML devn essere ben frmati vver: Gli elementi devn essere crrettamente annidati Gli elementi e i nmi degli attributi devn essere in lettere minuscle Gli elementi vuti devn essere chiusi Gli elementi nn vuti richiedn il tag di chiusura I valri degli attributi devn sempre essere cmpresi fra dppi apici La minimizzazine degli attributi è pribita Gli elementi cn attributi id e name Gli elementi Script e Style devn essere esterni Regle per rendere valid un dcument XHTML Tutti i dcumenti XHTML devn avere la dichiarazine DOCTYPE cn la DTD scelta. Gli elementi html, head e bdy devn essere presenti, e l element title deve essere presente all intern dell element head. Utilizzare sl gli elementi e gli attributi cnsentiti dalla DTD. Aggiungere gli attributi bbligatri (es. l attribut alt dell element img). Cntrllare la gerarchia degli elementi. Gli elementi che pssn cmparire all intern del crp del dcument sn in genere suddivisi in elementi blcc ed elementi inline. Elementi blcc Definiscn la struttura del dcument. Pssn cntenere altri elementi blcc, elementi inline test. Dann sempre rigine ad una nuva riga nel fluss del dcument. Elementi inline Pssn cntenere dati, test altri elementi inline. Nn pssn cntenere altri elementi blcc. Nn dann rigine ad una nuva riga nel fluss del dcument. Verifica del lavr Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 14 di 42

16 Effettuare una verifica della sintassi XHTML utilizzand il servizi web del W3C, MarkUp Validatin Service che effettua il cntrll una pagina per vlta. Apprfndimenti XHTML 1.0 W3C Recmmendatin - W3Schls Online Web Tutrials - Zvn.rg XHTML 1.0 reference Html.it - Guida XHTML - Liste Le liste rappresentan un dei mdi più diffusi per rganizzare infrmazini all'intern di siti web. Una delle lr caratteristiche principali è sicuramente quella di frnire un quadr chiar e sintetic dell'argment trattat. Le liste pssn essere rdinate, nn rdinate, di definizini. È preferibile gestire gli stili delle liste attravers i fgli di stile: questi cnsentn un miglir cntrll sulla frmattazine delle liste (ad esempi, per quant riguarda il tip di numerazine, l us di immagini per marcare le single vci, il rientr e l allineament, ecc.). Regla generale Marcare le liste utilizzand gli elementi <l> (per le liste rdinate), <ul> (per le liste nn rdinate) <dl> (per le liste di definizini); elencare in md apprpriat le vci delle liste rdinate e nn rdinate per mezz dell'element <li> e le vci delle liste di definizine attravers gli elementi <dt> e <dd>, dve <dt> indica il termine della lista e <dd> la sua definizine. Cme prcedere Nn utilizzare simbli cme - (men) _ (underscre) per elencare le vci di una lista. Se si utilizzan le immagini per elencare le vci di una lista, prevedere l'attribut alt cn la dicitura "punt elenc". Apprfndimenti W3Schls: CSS List Prperties - Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 15 di 42

17 Immagini e animazini (requisit n.3) Requisit 3 - Enunciat: Frnire una alternativa testuale equivalente per gni ggett nn di test presente in una pagina e garantire che quand il cntenut nn testuale di un ggett cambia dinamicamente vengan aggirnati anche i relativi cntenuti equivalenti predispsti; l alternativa testuale equivalente di un ggett nn testuale deve essere cmmisurata alla funzine esercitata dall ggett riginale nell specific cntest. Riferimenti WCAG 1.0: (Prirità 1) 1.1 Frnire un equivalente testuale per gni element nn di test (per esempi, mediante "alt", "lngdesc" cntenut nell'element stess). Quest cmprende: immagini, rappresentazini grafiche di test (cmpresi i simbli), zne di immagini sensibili, animazini (ad es. GIF animate), applet e ggetti prgrammati, arte ASCII, frame, script, immagini usate cme richiam per elenchi, spaziatri, bttni grafici, suni (azinati cn senza l'intervent dell'utente), file di sl audi, tracce audi di vide e vide. 6.2 Assicurarsi che gli equivalenti del cntenut dinamic vengan aggirnati quand il cntenut dinamic cambia. Riferimenti Sec. 508: (a) Per ciascuna immagine animazine su una pagina web, frnire un test alternativ cn l'attribut alt del marcatre IMG, ad esempi: <img src="immagine.gif" brder="0" alt="test alternativ" /> Chi naviga cn un brwser testuale cn un sintetizzatre vcale nn può vedere le immagini: la sua cmprensine di una pagina web cntenente immagini sarà perciò tant maggire quant più sn validi i testi alternativi eventualmente presenti. Per scrivere dei buni testi alternativi, bisgna riflettere sulla funzine che un'immagine ha nella pagina: il cmpit del test alternativ è svlgere la stessa funzine dell'immagine per chi nn può vederla, nn frnire un'acritica descrizine di ciò che l'immagine mstra. Cme prcedere Frnire test alternativ a tutte le immagini cn l'attribut alt degli elementi <img> <input>, attravers l'attribut title. Il test alternativ all'intern dell'attribut alt deve essere cncis e significativ, per illustrare in md precis la funzine dell immagine all intern della pagina. Se l'element grafic frnisce un cllegament (link), frnire un test alternativ all'intern dell'attribut alt per descrivere l'immagine e usare l'attribut title per descrivere più chiaramente e accuratamente l'biettiv del link ipertestuale (evitare espressini generiche cme "premi qui" "trna indietr"). Se l'element grafic è puramente decrativ (pallin, spazi bianc, barra, ecc ) usare alt="" lasciand una stringa vuta senza spazi fra gli apici. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 16 di 42

18 Si raccmanda di evitare l'us di immagini per frmattare le pagine, ad esempi immagini utilizzate per definire degli spazi. Fare pertant ricrs ai fgli di stile. Quand l'element grafic è una ft, cercare di descriverla in md sintetic. Quand si usan caratteri di test e/ simbli cmbinati insieme per creare un'immagine (csiddetta arte ASCII ), sstituirla cn un'immagine frnita di test alternativ. Nta: Si raccmanda la lettura dell'articl di Michele Didati "Testi alternativi" (http://www.didati.rg/scritti/2002/g_alt/index.asp) che si basa sull'analisi svlta da Alan J. Flavell su immagini e testi alternativi: l'analisi sfcia nella definizine di quattr categrie generali, stt cui pssn essere ricndtte tutte le immagini presenti su una qualsiasi pagina web e per gnuna di queste categrie risulta apprpriat un precis tip di test alternativ. Verifica del lavr Verificare che il cntenut infrmativ e le funzinalità della pagina sian ancra fruibili in cas di disattivazine del caricament delle immagini. Effettuare una verifica manuale simuland la disattivazine delle immagini cn un dei seguenti brwser: Internet Explrer: Web Accessibility Tlbar -> images -> Tggle Image/Alt Mzilla Firefx: Tls -> ptins -> web features -> prprietà web -> lad images Netscape: preferences -> privacy&security -> images -> d nt lad any images Opera: file -> preferences -> Multimedia ->Images Opera: tls -> preferences -> web pages ->Images Se necessari effettuare anche una verifica autmatica cn un dei seguenti strumenti autmatici: Analizzatre di immagini di JuicyStudi (www.juicystudi.cm/services/image.asp) Servizi Alt Text Quality di "Cynthia Says Prtal" (http://www.cynthiasays.cm/fullptins.asp) Apprfndimenti WebAIM: Hw t Create Accessible Graphics - Jukka Krpela: Simple guidelines n using ALT texts in IMG elements - WAI "Techniques fr Web Cntent Accessibility Guidelines 1.0" J. Flavell (traduzine a cura di Didati) : Us dei test ALT all'intern di IMG (http://www.didati.rg/scritti/2002/g_alt/index.asp) WebAIM: Hw t Create Accessible Graphics (http://www.webaim.rg/techniques/images/). Jukka Krpela: Simple guidelines n using ALT texts in IMG elements (http://www.cs.tut.fi/%7ejkrpela/html/alt.html Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 17 di 42

19 Figure e diagrammi Per ciascuna figura diagramma di una pagina, aggiungere una descrizine testuale utilizzare l'attribut lngdesc dell'element <img> che permette di inserire una lunga descrizine della figura. Cme prcedere Utilizzare l'attribut alt per indicare in md cncis il titl della figura. Utilizzare l attribut lngdesc per frnire la descrizine della figura in una pagina (X)HTML cn la seguente sintassi: LONGDESC="descrizinedellafigura.htm" Piché sl gli screen reader di ultima generazine leggn l attribut lngdesc, è necessari prevedere un link aggiuntiv a fianc all immagine, che punta alla stessa pagina cntenuta nell attribut lngdesc. Tale link aggiuntiv prende il nme di D-link (descriptin link), piché per cnvenzine il nme del link è una D fra parentesi quadre ( [D] ). Il nme del file HTML cntenente la descrizine della figura deve essere significativ, piché l screen reader l legge; cn ASPHI è stat cncrdat di adttare diciture cme "descrizinedelgrafic.htm", ppure "descrizinedeldiagramma.htm", a secnda della tiplgia della figura. Nel file descrizinedellafigura.htm inserire il titl della figura anche all'intern dell'element <title>. Il test per descrivere la figura deve essere mlt semplice e sintetic: tipicamente la descrizine di un grafic sarà la tabella dei dati linearizzata. Alcuni esempi mlt utili e istruzini su cme descrivere figure e diagrammi sn cntenute nel dcument NBA Tape Recrding Manual (http://www.w3.rg/2000/08/nba-manual/) pubblicat dal W3C ed estratt da un manuale prdtt dalla Natinal Braille Assciatin. Esempi Figura 1 Esempi: grafic. [D] Cdice XHTML: Uffici Anagrafic <p>grafic 1.a - Ingressi negli anni , per tiplgia</p><p> Linee guida di Accessibilità <img src="image285.gif" per redattri width="468" Pagina 18 di 42 height="261" alt="grafic" lngdesc="descrizinedelgrafic.html"> <a href="descrizinedelgrafic.html" title="descrizine del grafic">[d]</a> </p>

20 Figura 2 Esempi: descrizine testuale del grafic. Cdice HTML del file descrizinedelgrafic.htm : Grafic 1.a Uffici Anagrafic - Ingressi A e B, negli anni , per tiplgia. <p> Le statistiche sttriprate illustran il gli ingressi di A e B negli anni </p> <p> ANN0 1991, A: 2.100, B: 976, Ttale: 3.076</p> <p> ANN0 1992, A: 1.890, B: 900, Ttale: 2.790</p> <p> ANN0 1993, A: 1.200, B: 886, Ttale: 2.086</p> <p> ANN0 1994, A: 1.990, B: 796, Ttale: 2.786</p> <p> ANN0 1995, A: 2.000, B: 970, Ttale: 2.970</p> <p> ANN0 1996, A: 2.150, B: 900, Ttale: 3.050</p> <p> ANN0 1997, A: 2.050, B: 950, Ttale: 3.000</p> <p> ANN0 1998, A: 2.800, B:876, Ttale: 3.676</p> <p> ANN0 1999, A: 2.020, B: 776, Ttale: 2.996</p> Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 19 di 42

21 Clre (requisit n.4 e n.6) Requisit n.4 - Enunciat: Garantire che tutti gli elementi infrmativi e tutte le funzinalità sian dispnibili anche in assenza del particlare clre utilizzat per presentarli nella pagina. Riferimenti WCAG 1.0: (Prirità 1) 2.1 Assicurarsi che tutta l'infrmazine veiclata dal clre sia dispnibile anche senza, ad esempi grazie al cntest ai marcatri. Riferimenti Sec. 508: (c) Requisit n.6 - Enunciat: Garantire che sian sempre distinguibili il cntenut infrmativ (fregrund) e l sfnd (backgrund), ricrrend a un sufficiente cntrast (nel cas del test) a differenti livelli snri (in cas di parlat cn sttfnd musicale); evitare di presentare testi in frma di immagini; ve nn sia pssibile, ricrrere agli stessi criteri di distinguibilità indicati in precedenza. Riferimenti WCAG 1.0: (Prirità 2) 2.2 Assicurarsi che le cmbinazini fra clri dell sfnd e del prim pian frniscan un sufficiente cntrast se visti da qualcun cn deficit percettivi sul clre se visti su un scherm in B&N. [Prirità 2 per le immagini, Prirità 3 per il test]. Riferimenti Sec. 508: nn presente Descrizine Nn usare clri per trasmettere richiedere infrmazini a men che queste nn sian chiare anche dal markup dal test: ad esempi, frasi del tip selezina il bttne verde per avviare la prcedura pssn impedire ai daltnici di raggiungere l infrmazine; inltre se nel test alternativ dell immagine (attribut alt) nn è specificat che si tratta di un bttne di clre verde, anche l utente nn vedente che utilizza un screen reader nn recepisce l infrmazine e anche chi dispne di un mnitr mncrmatic nn può distinguere i clri. Usare cmbinazini di clre per sfnd e prim pian che frniscan sufficiente cntrast quand vengn visti cn mnitr mncrmatici, da persne cn disturbi di percezine crmatica (ad esempi, fnt di clre chiar su sfnd scur). Il cntrast derivante da una cmbinazine studiata in md apprpriat cnsente a ipvedenti a chi ha difficltà di ricnsciment dei clri di leggere agevlmente il cntenut della pagina. Alcune indicazini di base per l us dei clri: il rss e il verde sn i clri più prblematici per i daltnici; le tnalità accese sn pc ripsanti e pssn prvcare abbagliament; le tnalità medie, sprattutt se cmbinate tra lr, sn a bass cntrast; è megli preferire sfndi chiari e tenui cn test decisamente scur, vver sfnd decisamente scur cn test chiar, ma nn trpp sgargiante; il bass cntrast tra test e sfnd dalle tnalità medie nrmalmente scnsigliat, può essere aumentat mettend il test in grassett. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 20 di 42

22 Verifica del lavr Per verificare la differenza di luminsità e di clre tra il test e l sfnd secnd l'algritm di verifica prpst dal W3C, utilizzare l strument: Clur Cntrast Analyser Per cntrllare un'immagine una pagina web simuland diversi tipi di deficit visiv (la prtanpia, la deuteranpia e la tritanpia), qualra ci sia infrmazine veiclata dal clre (in particlare rss, verde, giall e blu): Vischeck Clur Blindness Simulatin Cntrll di una immagine Cntrll di una pagina web Se necessari, utilizzare le simulazini e gli strumenti della"web Accessibility Tlbar" cn Internet Explrer: -> clur -> Grayscale (per verifica in B/N) -> clur -> Clur used (tteng la lista dei clri utilizzati nella pagina) -> tls -> simulatins (ci sn varie simulazini di deficit visiv) Apprfndimenti Didati.rg: Us accessibile del clre Cal Hendersn: Clr Visin - - Mstra l spettr dei clri cme percepiti dai vari tipi di disabilità visiva assciata ai clri. Ishihara Test fr Clr Blindness: - Cntiene una serie di immagini che le persne cn disabilità al rss-verde vedn differentemente addirittura nn vedn del tutt. AWARE Center: The Clr Labratry - Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 21 di 42

23 Elementi in mviment e lampeggianti (requisit n.5) Requisit n.5 - Enunciat: Evitare ggetti e scritte lampeggianti in mviment le cui frequenze di intermittenza pssan prvcare disturbi da epilessia ftsensibile disturbi della cncentrazine, vver pssan causare il malfunzinament delle tecnlgie assistive utilizzate; qualra esigenze infrmative richiedan cmunque il lr utilizz, avvertire l utente del pssibile rischi prima di presentarli e predisprre metdi che cnsentan di evitare tali elementi. Riferimenti WCAG 1.0: 7.3 (Prirità 1) 7.1 Fin a quand gli interpreti nn permetterann agli utenti di cntrllare l sfarfallì, evitare di far sfarfallare l scherm. (Prirità 2) 7.2 Fin a quand gli interpreti nn permetterann agli utenti di cntrllare il lampeggiament, evitare di far lampeggiare il cntenut (ciè di cambiare la presentazine a intervalli reglari, cme se si accendesse e spegnesse). Riferimenti Sec. 508: (j) Descrizine Spess vengn utilizzate, nella realizzazine di pagine web, elementi in mviment lampeggianti. Gli utenti cn disabilità visive hann difficltà ad interagire cn i testi in mviment, quest perché, nn riescn a leggerli cn velcità tale da cmprenderli, la maggir parte degli screen reader nn catturan questi tipi di test. Inltre, le persne cn disabilità fisiche spess nn riescn a muversi cn velcità precisine sufficienti ad interagire cn ggetti in mviment. Persne cn epilessia ftsensibile pssn avere crisi scatenate da sfarfallì ppure da lampeggiamenti nell'intervall che va da 4 a 59 lampi al secnd (Hertz), cn un picc di sensibilità intrn ai 20 lampi al secnd, csì cme da mutamenti repentini di scurità e luce (cme nel cas di luci intermittenti). Cn le ultime versini degli screen reader, gli utenti cn disabilità della vista leggn testi in mviment cme quelli generati dagli applets e dai javascripts, ma ne sn ttalmente incapaci se navigan in Internet cn strumenti di ausili più vecchi. Cme prcedere Evitare qualsiasi effett lampeggiante aggirnament dell scherm che causi sfarfalli. Il cntenut di una pagina nn deve lampeggiare. Le infrmazini presenti nella pagina, ciè, nn devn cambiare la lr presentazine a intervalli reglari, cme se si accendesser e si spegnesser. Assicurarsi che gli ggetti in mviment, lampeggianti, scrrevli che si autaggirnan pssan essere arrestati tempraneamente definitivamente. Se è asslutamente necessari sttlineare un test facendl lampeggiare, allra bisgna usare l'attribut dei CSS: "text-decratin: blink". Usand quest attribut l'utente ptrà fermare l'effett disabilitand il fgli di stile. È preferibile nn usare gli attributi blink e marquee, perché questi nn sn inclusi nelle raccmandazini del W3C. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 22 di 42

24 Immagini sensibili (requisit n.7 e n.8) Requisit n. 7- Enunciat: Utilizzare mappe immagine sensibili di tip lat client piuttst che lat server, salv il cas in cui le zne sensibili nn pssan essere definite cn una delle frme gemetriche predefinite indicate nella DTD adttata. Riferimenti WCAG 1.0: (Prirità 1) 9.1 Frnire immagini sensibili sul lat client invece di immagini sensibili sul lat server, cn l'eccezine dei casi nei quali le zne nn pssn essere definite cn una frma gemetrica valida. (Prirità 3) 1.5 Fin a quand gli interpreti nn renderann dispnibili equivalenti testuali per cllegamenti di immagini sensibili sul lat client, frnire cllegamenti di test ridndanti per gni zna attiva di una immagine sensibile sul lat client. Riferimenti Sec. 508: (f) Requisit n. 8 - Enunciat: In cas di utilizz di mappe immagine lat server, frnire i cllegamenti di test alternativi necessari per ttenere tutte le infrmazini i servizi raggiungibili interagend direttamente cn la mappa. Riferimenti WCAG 1.0: (Prirità 1) 1.2 Frnire ridndanti cllegamenti di test per gni zna attiva di una immagine sensibile sul lat server. Riferimenti Sec. 508: (e) Descrizine Le immagini sensibili, mappe cliccabili (image maps), sn divise in regini attive ( aree cliccabili), ssia in regini assciate ad azini (ad esempi recuperare un dcument eseguire un prgramma). Quand l utente clicca su una regine attiva, l azine viene eseguita, attivand il link vers un'altra pagina assciata a quella regine. Sl le mappe client-side (ciè quelle interamente cntenute nel dcument) risultan accessibili, in quant cdifican questa attività in md dispnibile alle tecnlgie assistive. Regla generale Utilizzare l'element <map> per definire la mappa cliccabile, e gli elementi AREA per specificare le regini attive della mappa (aree cliccabili) e il cllegament ad esse assciat. Cme prcedere La mappa deve essere client-side, ciè interpretata senza alcun intervent da parte del server (usare l'element <map> per definire la mappa e l'attribut usemap di <img> per assciare la mappa all immagine). Utilizzare l attribut alt per frnire la descrizine della mappa. Il test deve essere un titl significativ, perché serve all screen reader per intrdurre l'immagine sensibile. Fare ricrs all attribut alt per frnire la descrizine delle single aree cliccabili, e l attribut title per frnire un test alternativ di gni area che presenti un link. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 23 di 42

25 Laddve ci sia una mappa che cntiene infrmazini che nn prtan ad aree cliccabili (ad esempi gli rganigrammi), servirsi cmunque dell attribut alt per descrivere le aree nn cliccabili. Esempi Figura 1 - Esempi grafic: cartina dell Italia. Cdice HTML del file di figura 1 <div align="center"> <img src="italy.gif" alt="cartina dell'italia" usemap="#italia" brder="0" /> </div> <map name="italia"> <area shape="ply" alt="lazi" crds="40,50,33,48,12,54,20,68,43,60,40,50" href="lazi.htm" /></map> Nte Se la mappa immagine cntiene infrmazini che nn prtan ad aree cliccabili, utilizzare cmunque l'attribut alt per descrivere le aree nn cliccabili. La descrizine del link va appsta nell'attribut title di gni area che presenti un link. Linee guida di Accessibilità per redattri Pagina 24 di 42

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata 1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org Cosa significa accessibile 2 di 19 Content is accessible when it may be used by someone with

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Un approccio moderno alle pagine web*

Un approccio moderno alle pagine web* Un approccio moderno alle pagine web* MASSIMILIANO FILACCHIONI Quest'articolo propone un approccio alla realizzazione delle pagine Web basato sull'esplicita separazione degli aspetti che le caratterizzano.

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2002 Conoscenza e uso del dominio internet ".gov.it" e l'efficace interazione del portale nazionale "italia.gov.it" con le IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO Scuola elementare istituto comprensivo Adro Classi seconde a.s. 2003 2004 TRASFRMAZINI: DALL UVA AL VIN BIETTIV: sservare, porre domande, fare ipotesi e verificarle. Riconoscere e descrivere fenomeni del

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Consigli per la risoluzione dei problemi

Consigli per la risoluzione dei problemi Cnsigli per la risluzine dei prblei Una parte fndaentale di gni crs di Fisica è la risluzine di prblei. Rislvere prblei spinge a raginare su idee e cncetti e a cprenderli egli attravers la lr applicazine.

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

LISTA TITOLI ACCESSI

LISTA TITOLI ACCESSI LISTA TITOLI ACCESSI La Lista Unica Titoli di Accesso, così come definita dal Provvedimento al punto 1.1.2, è memorizzata, come raggruppamento degli eventi del giorno, secondo tracciati ASCII a campi fissi

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI "Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli