Pellet cellulare. Vortexare per sec. Riscaldare il campione in un termoblocco per 10 min a 100 C

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pellet cellulare. Vortexare per 10-30 sec. Riscaldare il campione in un termoblocco per 10 min a 100 C"

Transcript

1 PrepMan Ultra Sample Preparation Reagent Guida Rapida Per informazioni sulla sicurezza far riferimento alla sezione Safety del PrepMan Ultra Sample Preparation Reagent Protocol (PN ). Per tutti i reagenti in grassetto, leggere le MSDS e seguire le relative istruzioni di sicurezza. Indossare occhiali, camici e guanti protettivi. Per una lista dell equipaggiamento richiesto e raccomandato, materiali di consumo e reagenti, far riferimento a PrepMan Ultra Sample Preparation Reagent Protocol. Da una coltura in piastra Da una brodocoltura Selezionare una piccola ansata di cellule o il bordo di una colonia di fungo filamentoso da una piastra di coltura Sospendere le cellule in 100 µl di PrepMan Ultra Sample Preparation Reagent in una provetta da 2,0-ml, per microcentrifuga Pellet cellulare Vortexare per sec Riscaldare il campione in un termoblocco per 10 min a 100 C Centrifugare il campione per 3 min in una microcentrifuga alla velocità massima Trasferire il supernatante in una nuova provetta da microcentrifuga Il supernatante è pronto per la PCR Pipettare 1 ml di brodo di coltura contenente i batteri o i funghi in una provetta da 2,0-ml per microcentrifuga Centrifugare il campione per 3 min in una microcentrifuga alla velocità massima Aspirare e decantare il supernatante Aggiungere 100 µl di PrepMan Ultra Sample Preparation Reagent e lisare Il pellet pipettando su e giù. Chiudere bene il tappo Possibile stopping point, (conservare at 4 C)

2 Per informazioni sulla sicurezza fare riferimento alla sezione Safety nella prefazione a Microseq S rdna Bacterial Identification Kits Protocol (PN ). Per tutte lo sostanze chimiche in grassetto, leggere le norme di sicurezza e seguire le istruzioni di uso. Indossare idonei occhiali, camici e guanti. Summary I due kit componenti Microseq S rdna Bacterial Identification Kit includono tutti i reagenti necessari per il sequenziamento delle prime 500 paia di basi del gene batterico per il RNA ribosomiale 16S (16S rdna). La sequenza di DNA che ne risulta viene analizzata e confrontata con un database di sequenze geniche batteriche di 16S rdna, utilizzando il software Microseq ID Analysis. Questa Quick Reference Card contiene procedure semplificate per l uso dei kit Microseq 500. Il Protocollo del kit Microseq S rdna Bacterial Identification (PN ) contiene procedure dettagliate. Contenuto dei kit Il sistema Microseq 500 comprende il kit di PCR (PN ) ed il kit di Sequenziamento (PN ). La tabella seguente descrive i componenti di ciascun kit. Kit Componenti Descrizione Microseq S rdna Bacterial Identification PCR Kit (PN ) Master mix per PCR Una provetta contenente PCR Master Mix 2X che è destinata all amplificazione di sequenze geniche del gene del rrna 16S a partire da DNA genomico batterico. Questa provetta contiene una quantità di Master Mix sufficiente per 50 amplificazioni in PCR, 5 controlli negativi e 5 controlli positivi DNA, controllo positivo Una provetta di DNA, controllo positivo (E. coli), a 1 ng/µl, sufficiente per effettuare 10 controlli positivi Controllo negativo (acqua) Una provetta di controllo negativo Microseq S rdna Bacterial Identification Sequencing Kit (PN Master mix per il sequenziamento forward ) Master mix per il sequenziamento reverse Due provette contenenti ciascuna mix sufficiente per 50 reazioni (50 di sequenziamento e 5 di controllo) Due provette contenenti ciascuna mix sufficiente per 50 reazioni (50 di sequenziamento e 5 di controllo)

3 indica i possibili punti di interruzione Estrarre il DNA genomico del batterio usando PrepMan TM Ultra Sample Preparation Reagent (PN ) Conservare il supernatante a 20 C Far riferimento al PrepMan TM Ultra Sample Preparation Reagent Protocol (PN ) o al di Microseq S rdna Bacterial Identification Kits Protocol (PN ) per informazioni più dettagliate a. Pipettare 495 µl di acqua nuclease-free (Ambion PN 9937) in una provettina da microcentrifuga da 1,5-mL b. Utilizzare 5 µl del supernatante del campione estratto con PrepMan Ultra, per ottenere una diluizione 1:100 c. Vortexare per miscelare la soluzione d. Conservare il supernatante batterico rimanente a 20 C La PCR è ottimizzata per l uso con circa 25 ng di DNA genomico Per preparare... Mescolare... Controlli negativi 15 µl del modulo PCR 15 µl di acqua nuclease-free Controlli positivi 15 µl del modulo PCR 15 µl di DNA di controllo. E. coli positivo Campioni 15 µl del modulo PCR 15 µl di soluzione di lavoro Tappare le provettine o sigillare la micropiastra a 96 pozzetti e inserirli nel termociclatore. a. Programmare il termociclatore 9600 in modalità emulazione 9600, come segue: Step Per 30 cicli** Estensione Step iniziale* Melt Anneal Estensione finale finale HOLD CICLI HOLD HOLD 90 C 10 min 95 C 30 sec 60 C 30 sec 72 C 45 sec 72 C 10 min 4 C * è necessario un riscaldamento iniziale per 10 min a 95 C per l attivazione della AmpliTaq Gold DNA Polymerase ** è possibile aumentare il numero dei cicli per aumentare la resa della PCR, questo può però causare un aumento del background del controllo negativo b. Tarare il volume di reazione a 30 µl e far partire l amplificazione c. Conservare il prodotto di PCR a 15/25 C fino al momento dell uso

4 Verificare la presenza del prodotto di PCR facendolo correre su gel di agarosio al 2%. 10 µl di prodotto di PCR per corsia sono sufficienti per rilevare la presenza di DNA amplificato dopo colorazione con bromuro di etidio Nota: L uso di E-gel al 2% (Invitrogen G ) permette una verifica rapida della presenza del prodotto di PCR. Leggere le norme di sicurezza fornite dal produttore prima di stoccare, manipolare o lavorare con materiali pericolosi Il controllo positivo ed i campioni dovrebbero presentare un prodotto di PCR compreso fra pb, a seconda della specie batterica. Il controllo negativo non deve presentare alcun prodotto di PCR Dopo la corsa su gel rimangono 20 µl di prodotto di PCR. Rimuovere dal prodotto di PCR i dntp non usati ed i primer usando uno dei prodotti seguenti: ExoSap-IT (USB PN 78200; Leggere le norme di sicurezza fornite dal produttore prima di stoccare, manipolare o lavorare con materiali pericolosi Montage PCR Filter Unit (Millipore PNUFC7 PCR50) Seguire accuratamente le indicazioni del produttore relative al volume di partenza per la purificazione a. In una provetta da microcentrifuga da 0,2 ml, o in un pozzetto di una piastra microtiter miscelare: 7 µl di prodotto di PCR purificato 13 µl di Sequencing Module b. Tappare le provette o sigillare la piastra e introdurli nel termociclatore a. Programmare il termociclatore 9600 in modalità emulazione 9600, usando le condizioni seguenti: Per 25 cicli Melt Anneal Estensione CICLI 96 C 50 C 60 C 10 sec 5 sec 4 min Step finale HOLD 4 C b. Tarare il volume di reazione a 20 µl e far partire l amplificazione c. Conservare i prodotti di amplificazione a 4 C overnight o a 20 C per non più di una settimana

5 Dopo i cicli di sequenziamento togliere i dye terminator ed i primer in eccesso utilizzando uno dei seguenti prodotti: Se la PCR è stata eseguita in... Usare... Provette da microcentrifuga DyeEx TM 2.0 Spin Kit (Qiagen PN 63204) Piastra a 96 pozzetti DyeEx 96 Kit (Qiagen PN 63181) Seguire le istruzioni allegate al kit a. accertarsi che lo strumento sia configurato secondo i parametri contenuti nella tabella seguente: Strumento Filtro Run Module Basecaller* DyeSet/Primer (Mobility File) 310 E Seq POP6 (1mL)E KB.bcp DTPOP6{BD}. mob Avant E StdSeq50_ POP6 KB.bcp KB_3100_POP6 (BD)v2.mob xl E LongSeq50_ POP7_1 KB.bcp KB_3730_POP7_ BDTv1.mob * Applied Biosystems raccomanda di usare, per basecaller e mobility file, i nomi elencati nella tabella con il software Data Collection 2.0(DC 2.0). Alcuni basecaller e mobility file destinati a precedenti versioni del software sono compatibili con il software DC 2.0. Essi sono elencati nell Appendice A del Microseq S rdna Bacterial Identification Kit Protocol (PN ) IMPORTANTE! E necessari usare l array dei capillari da 50 cm indipendentemente dallo strumento usato b. Spin down le provette da microcentrifuga contenenti i prodotti di PCR purificati c. Risospendere il DNA in 15 µl HI-DI TM Formamide (PN ) d. Eseguire la corsa di sequenziamento e. Trasferire i file al software Microseq Analysis Nota: La risospensione in formamide è procedura di caricamento raccomandata. In alternativa è possibile caricare direttamente sullo strumento da 10 a 20 µl dei prodotti di PCR. Questa procedura può tuttavia necessitare di essere ottimizzata. Per esempio, può essere necessario modificare il tempo di iniezione se il segnale è troppo alto

6 Per informazioni sulla sicurezza fare riferimento alla sezione Safety nella prefazione di Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification Kits Protocol (PN ). Per tutte lo sostanze chimiche in grassetto, leggere le norme di sicurezza e seguire le istruzioni di uso. Indossare idonei occhiali, camici e guanti. Summary Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification PCR Kit (PN ) e Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification Sequencing Kit (PN ) includono tutti i reagenti necessari per il sequenziamento del gene per il RNA ribosomiale 16S (16S rdna). La sequenza di DNA che ne risulta viene analizzata e confrontata con un database di sequenze geniche batteriche di 16S rdna, utilizzando il software Microseq ID Analysis. La Quick Reference Card contiene procedure semplificate per l uso dei kit Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification. Il Protocollo del kit Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification contiene procedure dettagliate. Contenuto dei kit Il sistema Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification comprende due kit: PCR e Sequenziamento. La tabella seguente descrive i componenti di ciascun kit. Kit Componenti Descrizione Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification PCR Kit (PN ) Master mix per PCR Tre differenti provette contenenti PCR Master Mix 2X. Ciascuna provetta è destinata all amplificazione di una specifica porzione del gene del rrna 16S a partire da DNA genomico batterico. Ciascuna provetta contiene una quantità di Master Mix sufficiente per 10 amplificazioni, 5 controlli negativi e 5 controlli positivi DNA, controllo positivo Una provetta di DNA, controllo positivo, a 1 ng/µl Controllo negativo (acqua) Una provetta di controllo negativo Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification Sequencing Kit (PN ) Master mix per il sequenziamento forward Master mix per il sequenziamento reverse Tre provette distinte contenenti mix sufficiente per 15 reazioni (10 di sequenziamento e 5 di controllo) Ciascuna provetta corrisponde ad una provetta di PCR Master Mix del kit PCR Tre provette distinte contenenti mix sufficiente per 15 reazioni (10 di sequenziamento e 5 di controllo) Ciascuna provetta corrisponde ad una provetta di PCR Master Mix del kit PCR

7 Indica i possibili punti di interruzione Estrarre il DNA genomico del batterio usando PrepMan TM Ultra Sample Preparation Reagent (PN ) Conservare il supernatante a 20 C Far riferimento al PrepMan TM Ultra Sample Preparation Reagent Protocol (PN ) o al di Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification Kits Protocol (PN ) per informazioni più dettagliate a. Pipettare 495 µl di acqua nuclease-free (Ambion PN 9937) in una provettina da microcentrifuga da 1,5-mL b. Aggiungere 5 µl di supernatante di PrepMan Ultra, ottenendo una diluizione 1:100 c. Vortexare per miscelare la soluzione d. Conservare il supernatante batterico rimanente a 20 C Il kit PCR è ottimizzato per l uso con circa 25 ng di DNA genomico batterico Nota: Se necessario fare altre diluizioni della soluzione di lavoro prima di eseguire la PCR per minimizzare l effetto degli inibitori della PCR Per preparare... Mescolare... Controlli negativi 15 µl Master Mix PCR 2x 15 µl di acqua nuclease-free Controlli positivi 15 µl Master Mix PCR 2x 15 µl di DNA di controllo. E. coli positivo Campioni 15 µl Master Mix PCR 2x 15 µl di soluzione di lavoro (diluizione:100) Nota: dovrebbero aversi tre provette per ciascun campione, uno per ciascuna delle tre PCR Master Mix del kit Microseq Full Gene PCR Tappare le provettine o sigillare la micropiastra a 96 pozzetti e inserirli nel termociclatore.

8 a. Programmare il termociclatore 9600 in modalità emulazione 9600, come segue: Step Per 30 cicli** Estensione Step iniziale* Melt Anneal Estensione finale finale HOLD CICLI HOLD HOLD 95 C 10 min 95 C 30 sec 60 C 30 sec 72 C 45 sec 72 C 10 min 4 C * è necessario un riscaldamento iniziale per 10 min a 95 C per l attivazione della AmpliTaq Gold DNA Polymerase ** è possibile aumentare il numero dei cicli per aumentare la resa della PCR, questo può però causare un aumento del background del controllo negativo b. Tarare il volume di reazione a 30 µl e far partire l amplificazione c. Conservare il prodotto di PCR a 15/25 C fino al momento dell uso Verificare la presenza del prodotto di PCR facendo correre 10 µl di campione su gel di agarosio al 2%. 10 µl di prodotto di PCR sono sufficienti per rilevare la presenza di DNA amplificato dopo colorazione con bromuro di etidio In alternativa usare E-gel al 2% (Invitrogen G ). Leggere le norme di sicurezza fornite dal produttore Il controllo positivo ed i campioni dovrebbero presentare 3 prodotti di PCR: 1 banda di pb e 2 bande di pb. Le dimensioni del prodotto possono variare a seconda della specie batterica. Il controllo negativo non deve presentare alcun prodotto di PCR Nota: se non si evidenziano prodotti di PCR la causa più probabile sono gli inibitori della PCR. Per ulteriori informazioni consultare la sezione Troubleshooting del protocollo Microseq Full Gene 16S rdna Bacterial Identification Kits

9 Dopo la corsa su gel rimangono 20 µl di prodotto di PCR. Rimuovere dal prodotto di PCR i dntp non usati ed i primer usando uno dei metodi seguenti consigliati da Applied Biosystems: ExoSap-IT (USB PN 78200; Seguire le istruzioni del produttore Montage PCR Filter Unit (Millipore PNUFC7 PCR50) Seguire accuratamente le indicazioni del produttore relative al volume di partenza per la purificazione a. In 2 provette da microcentrifuga da 0,2 ml, o in 2 pozzetti di una piastra microtiter miscelare: 7µL di prodotto di PCR purificato e 13µL della master mix forward di sequenziamento 7µL di prodotto di PCR purificato e 13µL della master mix reverse di sequenziamento b. Tappare le provette o sigillare la piastra e introdurli nel termociclatore IMPORTANTE! Aver cura di usare le master mix di sequenziamento forward e reverse corrispondenti alle master mix di PCR usate in precedenza Nota: dopo lo step di amplificazione si avevano 3 provette per campione (una per ciascuna delle 3 master mix di PCR). Adesso, preparando una reazione di sequenziamento forward ed una reverse, il numero totale delle provette sale a sei

10 a. Programmare il termociclatore 9600 in modalità emulazione 9600, usando le condizioni seguenti: Per 25 cicli Melt Anneal Estensione CICLI 96 C 50 C 60 C 10 sec 5 sec 4 min Step finale HOLD 4 C b. Tarare il volume di reazione a 20 µl e far partire l amplificazione c. Conservare i prodotti di amplificazione a 4 C overnight o a 20 C per non più di una settimana Dopo i cicli di sequenziamento togliere i dye terminator ed i primer in eccesso utilizzando uno dei seguenti prodotti: Se la PCR è stata eseguita in... Applied Biosystems raccomanda l uso di... Provette da microcentrifuga DyeEx TM 2.0 Spin Kit (Qiagen PN 63204) Piastra a 96 pozzetti DyeEx 96 Kit (Qiagen PN 63181) Seguire le istruzioni allegate al kit a. accertarsi che lo strumento sia configurato secondo i parametri contenuti nella tabella seguente: Strumento Filtro Run Module Basecaller* DyeSet/Primer (Mobility File) 310 E Seq POP6 (1mL)E KB.bcp KB_310_POP6_ BDTv1_ 50Std.mob 3100 E StdSeq50_ KB.bcp KB_3100_POP6_ 3100-Avant xl E POP6_1 LongSeq50_ POP7 KB.bcp BDTv1.mob KB_3730_POP7_ BDTv1.mob * Applied Biosystems raccomanda di usare, per basecaller e mobility file, i nomi elencati nella tabella con il software Data Collection 2.0(DC 2.0). Alcuni basecaller e mobility file destinati a precedenti versioni del software sono compatibili con il software DC 2.0. Far riferimento a Microseq ID Analysis Software Online help per maggiori informazioni riguardo alle convenzioni relativi ai nomi di basecaller e mobility file IMPORTANTE! E necessari usare l array dei capillari da 50 cm indipendentemente dallo strumento usato (prosegue nella pagina successiva)

11 b. Spin down le provette da microcentrifuga contenenti i prodotti di PCR purificati c. Risospendere il DNA in 15 µl di HI-DI TM Formamide (PN ) d. Eseguire la corsa di sequenziamento e. Trasferire i file al software Microseq ID Analysis IMPORTANTE! La risospensione in formamide è procedura di caricamento raccomandata. In alternativa è possibile caricare direttamente sullo strumento da 10 a 20 µl dei prodotti di PCR. Questa procedura può tuttavia necessitare di essere ottimizzata. Per esempio, può essere necessario modificare il tempo di iniezione se il segnale è troppo alto

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA IL PRESENTE TESTO E UNA SINTESI DEL TESTO COMPLETO EDITO DA LA MEDICINA BIOLOGICA, n.4, 2010, WWW.MEDIBIO.IT Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA Lo sviluppo

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

Messa a punto dell analisi della

Messa a punto dell analisi della SSMT Locarno 2012/2013 Lavoro di diploma per il corso di Tecnici in Analisi Biomediche Presso l Istituto Cantonale di Patologia di Locarno Messa a punto dell analisi della traslocazione RET/PTC Lavoro

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione nei procarioti Concetti base Nucleoside base purinica o pirimidinica legata alla posizione 1 dell anello pentoso Nucleotide base azotata-pentoso-fosfato Concetti base La trascrizione comporta

Dettagli

PRELIEVO DI TAMPONI SU SUPERFICI E CARCASSE SOMMARIO

PRELIEVO DI TAMPONI SU SUPERFICI E CARCASSE SOMMARIO Pag. 1/7 SOMMARIO 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2. RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI...2 3. MATERIALE NECESSARIO...3 4. MODALITA OPERATIVE...4 5. REGISTRAZIONE E ARCHIVIAZIONE...7 6. RESPONSABILITA...7

Dettagli

Aptima HIV-1 Quant Dx Assay

Aptima HIV-1 Quant Dx Assay Aptima Aptima HIV-1 Quant Dx Assay Per uso diagnostico in vitro. Solo per l esportazione dagli USA. Informazioni generali................................................ 2 Utilizzo previsto................................................................

Dettagli

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Il clonaggio molecolare è una delle basi dell ingegneria genetica. Esso consiste nell inserire un frammento di DNA (chiamato inserto) in un vettore appropriato

Dettagli

1,25 (OH) 2 Vitamina D ELISA kit

1,25 (OH) 2 Vitamina D ELISA kit 1,25 (OH) 2 Vitamina D ELISA kit Per la determinazione in vitro della 1,25 (OH) 2 Vitamina D in plasma e siero Gültig ab/valid from 17.03.2008 +8 C IMM-K 2112 +2 C 48 1. APPLICAZIONE Il kit ELISA (Enzyme-Linked-Immuno-Sorbent-Assay)

Dettagli

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso SAGGI ANALITICI SU ALIMENTI CONTENENTI CARBOIDRATI OBIETTIVI Fase 1: Dimostrare, mediante l uso del distillato di Fehling, se

Dettagli

Centrifughe da routine Thermo Scientific SL. Più campioni in meno tempo Risposte più veloci

Centrifughe da routine Thermo Scientific SL. Più campioni in meno tempo Risposte più veloci Centrifughe da routine Thermo Scientific SL Più campioni in meno tempo Risposte più veloci Risposte più veloci con le centrifughe da routine Thermo Scientific SL General Purpose La centrifuga è uno strumento

Dettagli

Sopra ogni aspettativa

Sopra ogni aspettativa Sopra ogni aspettativa Pipette elettroniche Eppendorf Xplorer e Eppendorf Xplorer plus »Un modo intuitivo di lavorare.«chi dà il massimo ogni giorno, merita anche il massimo in termini di strumenti ed

Dettagli

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA CENTRIFUGAZIONE La centrifugazione è un processo che permette di separare una fase solida immiscibile da una fase liquida o due liquidi

Dettagli

SeroCP Quant IgA. Applicazioni. Introduzione - 2 -

SeroCP Quant IgA. Applicazioni. Introduzione - 2 - SeroCP Quant IgA I Applicazioni SeroCP Quant IgA è un Enzyme Linked Immunosorbent Assay (ELISA) per la determinazione semiquantitativa di anticorpi IgA specie specifici anti Chlamydia pneumoniae nel siero

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA Premesso che nell ambito del progetto Castagna di Montella:

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Foglietto illustrativo QuantiFERON -TB Gold (QFT ) ELISA 2 x 96 (n di catalogo 0594-0201)

Foglietto illustrativo QuantiFERON -TB Gold (QFT ) ELISA 2 x 96 (n di catalogo 0594-0201) Foglietto illustrativo QuantiFERON -TB Gold (QFT ) ELISA 2 x 96 (n di catalogo 0594-0201) 20 x 96 (n di catalogo 0594-0501) Test dell'ifn-γ sul sangue intero per la misurazione delle risposte agli antigeni

Dettagli

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico.

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. Elettroforesi su gel L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. La mobilità della particella dipende dalla forza elettrostatica netta che agisce

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Sommario Premessa Movimentazione Installazione Manutenzione Avvertenze 2 Premessa 3

Dettagli

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA)

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA Il DNA cellulare contiene porzioni geniche e intergeniche, entrambe necessarie per le funzioni vitali della

Dettagli

L identificazione e la denominazione delle sostanze chimiche in ambito REACH

L identificazione e la denominazione delle sostanze chimiche in ambito REACH I DETERGENTI: COME CONIUGARE PRESTAZIONI ELEVATE E RISPETTO PER L AMBIENTE L identificazione e la denominazione delle sostanze chimiche in ambito REACH Resana, 5 ottobre 2007 FEDERICA CECCARELLI Ist. Sup.

Dettagli

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI

SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI SOLUZIONI, DILUIZIONI, TITOLAZIONI 1. Quanti ml di NaOH 1,25 N debbono essere aggiunti ad 1 litro di NaOH 0,63 N per ottenere una soluzione 0,85 N? [550 ml] 2. Quali volumi 0,55 N e 0,098 N debbono essere

Dettagli

Informazioni per il cliente. Responsabilità del tecnico di manutenzione. Altre indicazioni

Informazioni per il cliente. Responsabilità del tecnico di manutenzione. Altre indicazioni La Manutenzione preventiva (PM, Preventive Maintenance) di Agilent offre l'assistenza di fabbrica consigliata affinché i sistemi analitici funzionino correttamente e forniscano risultati sempre precisi.

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

Una nuova velocità. Velocizzate il vostro lavoro con Eppendorf Easypet 3 e le nuove pipette serologiche

Una nuova velocità. Velocizzate il vostro lavoro con Eppendorf Easypet 3 e le nuove pipette serologiche Una nuova velocità Velocizzate il vostro lavoro con Eppendorf Easypet 3 e le nuove pipette serologiche Scoprite la nuova dimensione del controllo Sperimentate la nuova dimensione del pipettaggio elettronico

Dettagli

TOPVIEW Rel. 1.00 06/02/14

TOPVIEW Rel. 1.00 06/02/14 Windows software per strumenti di verifica Pag 1 of 16 1. GENERALITA SOFTWARE TOPVIEW Il software professionale TopView è stato progettato per la gestione di dati relativi a strumenti di verifica multifunzione

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie Coagulazione 1 Bilancia emostatica Ipercoagulabilità Ipocoagulabilità Normale Trombosi Emorragie 2 emostasi primaria emostasi secondaria Fattori coinvolti nell emostasi Vasi + endotelio Proteine della

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza?

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Con ALLIANCE Uvitec di Eppendorf Italia risparmi tempo e materiale di consumo, ottieni immagini quantificabili e ci guadagni anche in salute.

Dettagli

La struttura dell RNA Struttura dell RNA mediante analisi comparativa Predizione della struttura secondaria: L algoritmo di Nussinov Predizione della

La struttura dell RNA Struttura dell RNA mediante analisi comparativa Predizione della struttura secondaria: L algoritmo di Nussinov Predizione della La struttura dell RNA Struttura dell RNA mediante analisi comparativa Predizione della struttura secondaria: L algoritmo di Nussinov Predizione della struttura secondaria: Minimizzazione dell energia Un

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 OGGETTO: Fornitura in noleggio con somministrazione (durata: cinque anni) di n. 1 sistema per l analisi del linfonodo sentinella modello OSNA integrato

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

Guida alle funzioni GOLD versione E, SMART Link DX

Guida alle funzioni GOLD versione E, SMART Link DX Guida alle funzioni GOLD versione E, SMART Link DX 1. Generalità La funzione SMART Link DX è progettata per il controllo della temperatura dell'aria di mandata tramite l'interconnessione di un'unità di

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

La semplicità è la vera innovazione

La semplicità è la vera innovazione La semplicità è la vera innovazione Vi siete mai sentiti frustrati dalla complessità di certe cose? Un unico strumento NiTi per il trattamento canalare utilizzabile nella maggior parte dei casi Efficacia

Dettagli

25-OH-Vitamina D2/D3 in Plasma e Siero Analisi On-Line

25-OH-Vitamina D2/D3 in Plasma e Siero Analisi On-Line Manuale d istruzioni ClinMass LC-MS/MS Kit Completo 25-OH-Vitamina D2/D3 in Plasma e Siero Analisi On-Line MS7000 Per uso diagnostico in vitro IVDD, 98/79/EC RECIPE Chemicals + Instruments GmbH Dessauerstraße

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

POLVERI MULTIDOSE CAPSULE

POLVERI MULTIDOSE CAPSULE PLVERI MULTIDSE MENTL PLVERE CUTANEA PREPARARE UNA A SCELTA FRA LE DUE FRMULAZINI Composizione: levomentolo o mentolo racemico g 1.0 talco g 99.0 Preparazione 20 g TALC MENT-CANFRAT Composizioe: levomentolo

Dettagli

Caratterizzazione molecolare dell Anidrasi Carbonica in Trematomus spp.

Caratterizzazione molecolare dell Anidrasi Carbonica in Trematomus spp. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MM. FF. NN. Laurea di primo livello in Biologia Curriculum di Biologia Marina Caratterizzazione molecolare dell Anidrasi Carbonica in Trematomus spp.

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

GESTIONE PORT VENOSO

GESTIONE PORT VENOSO GESTIONE PORT VENOSO Il port è un catetere venoso centrale appartenente alla famiglia dei dispositivi totalmente impiantabili composto da una capsula impiantata sottocute e da un catetere introdotto in

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar:

Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Appendice per dispositivi multifunzione Navico compatibili che supportano le seguenti funzionalità Broadband 4G Radar: Doppio radar Doppia scala Controlli Radar 4G -Separazione - obiettivi -- Eliminazione

Dettagli

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI Dalla Home page del sito dell Agenzia delle Entrate Cliccare sulla voce SID Selezionare ACCREDITAMENTO Impostare UTENTE e PASSWORD Gli stessi abilitati ad entrare nella AREA RISERVATA del sito (Fisconline

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE.

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. C. Sintoni C. Galli Servizio di Anatomia Patologica - Presidio Ospedaliero S. M. delle Croci - Ravenna Attualmente nel nostro

Dettagli

La MKT (Mean Kinetic Temperature) come criterio di accettabilità sui controlli della temperatura

La MKT (Mean Kinetic Temperature) come criterio di accettabilità sui controlli della temperatura La (Mean Kinetic Temperature) come criterio di accettabilità sui controlli della temperatura Come funzionano i criteri di valutazione sulla temperatura Vi sono 5 parametri usati per la valutazione del

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

LA LEGGE SUL PESO NETTO

LA LEGGE SUL PESO NETTO La Legge sul Peso Netto 1 LA LEGGE SUL PESO NETTO Comando Polizia Municipale Via Bologna 74 - salone Ufficio Verbali Relatori: Pietro Corcione, Igor Gallo D.Lgs. 6 settembre 2005 n 206 (Codice del Consumo)

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

Generatori di segnale. Generatore sinusoidale BF. Generatori di funzione. Generatori sinusoidali a RF. Generatori a battimenti. Oscillatori a quarzo

Generatori di segnale. Generatore sinusoidale BF. Generatori di funzione. Generatori sinusoidali a RF. Generatori a battimenti. Oscillatori a quarzo Generatori di segnale Generatore sinusoidale BF Generatori di funzione Generatori sinusoidali a RF Generatori a battimenti Oscillatori a quarzo Generatori per sintesi indiretta 2 2006 Politecnico di Torino

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

> Guanti. adatti ad ogni sfida. Guanti per l'edilizia PERSONAL PROTECTIVE GEAR

> Guanti. adatti ad ogni sfida. Guanti per l'edilizia PERSONAL PROTECTIVE GEAR > Guanti adatti ad ogni sfida PERSONAL PROTECTIVE GEAR Guanti per l'edilizia potrei indossare questi Guanti tutto il Giorno. sono Gli unici, fra quelli che ho provato, che si adattano alle mie mani e che

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione Andrea Mariani Pulizia delle vasche volano e di prima pioggia LE ACQUE PIOVANE: Contengono SEDIMENTI - DEPOSITI in vasca; - Riduzione

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE

CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE ASO S. Croce e Carle di Cuneo C.I.O. COMITATO INFEZIONI OSPEDALIERE DOCUMENTO DESCRITTIVO TITOLO CONTROLLO MICROBIOLOGICO AMBIENTALE NELLE SALE OPERATORIE Data di emissione: 20 aprile 2004 revisione n

Dettagli

www.dometic-waeco.it

www.dometic-waeco.it www.dometic-waeco.it 146 Cucina da viaggio Macchine da caffè 148 151 Bollitore per l acqua 152 153 146 147 PerfectCoffee WAECO PerfectCoffee per 6 tazze Su misura per i camion Macchina da caffè WAECO a

Dettagli

Applicazione delle grafiche con caratteristiche Comply

Applicazione delle grafiche con caratteristiche Comply Bollettino Istruzioni 5.31 Aprile 2003 Applicazione delle grafiche con caratteristiche Comply Informazioni generali I films 3M a tecnologia Comply rendono le applicazioni più facili per raggiungere un

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Preprocessamento dei Dati

Preprocessamento dei Dati Preprocessamento dei Dati Raramente i dati sperimentali sono pronti per essere utilizzati immediatamente per le fasi successive del processo di identificazione, a causa di: Offset e disturbi a bassa frequenza

Dettagli

Alimentazione Switching con due schede ATX.

Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentatore Switching finito 1 Introduzione...2 2 Realizzazione supporto...2 3 Realizzazione Elettrica...5 4 Realizzazione meccanica...7 5 Montaggio finale...9

Dettagli

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP I mitocondri sono gli organuli responsabili della produzione di energia necessaria alla cellula per crescere e riprodursi. Queste reazioni, che nel loro insieme costituiscono il processo di "respirazione

Dettagli

Guida alla preparazione della sede di installazione di cbot

Guida alla preparazione della sede di installazione di cbot Guida alla preparazione della sede di installazione di cbot SOLOA USODI RICERCA Introduzione 3 Spazio di laboratorio e dimensioni 4 Requisiti elettrici 5 Vincoli ambientali 6 Installazione di cbot 7 Sostituzione

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti.

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti. 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA PRODUTTRICE Nome commerciale : Società : Dow Corning S.A. rue Jules Bordet - Parc Industriel - Zone C B-7180 Seneffe Belgio

Dettagli

ALTOPARLANTE SUPER BASS PORTATILE BLUETOOTH

ALTOPARLANTE SUPER BASS PORTATILE BLUETOOTH ALTOPARLANTE SUPER BASS PORTATILE BLUETOOTH Manuale DA-10287 Grazie per aver acquistato l'altoparlante portatile Super Bass Bluetooth DIGITUS DA-10287! Questo manuale d'istruzioni vi aiuterà ad iniziare

Dettagli

Scheda di sicurezza In conformità alla Direttiva CE No. 1907/2006 (REACH)

Scheda di sicurezza In conformità alla Direttiva CE No. 1907/2006 (REACH) Data di revisione: 2008 04 29 Versione: 3.0 1. Identificazione del preparato e della società produttrice Prodotto otto: ZytoDot CISH 2C Probe Kit Codice prodotto: C-3022 Applicazi zione one: Solo per uso

Dettagli

Gli enzimi. Proprietà generali Classificazione e nomenclatura Catalisi enzimatica

Gli enzimi. Proprietà generali Classificazione e nomenclatura Catalisi enzimatica Gli enzimi Proprietà generali Classificazione e nomenclatura Catalisi enzimatica En-zima εν ζυμη nel lievito Enzima termine generico per definire un catalizzatore biologico Tranne che diversamente indicato,

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Prof. Franco Sirovich Dipartimento di Informatica Università di Torino www.di.unito.it franco.sirovich@di.unito.it 1 Definizioni

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO L aria è una miscela eterogenea formata da gas e particelle di varia natura e dimensioni. La sua composizione si modifica nello spazio e nel tempo per cause naturali e non,

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano Vice ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA (Ge.F.I) Presidente LINEE GUIDA PER LA REPERTAZIONE DI TRACCE BIOLOGICHE PER LE ANALISI DI GENETICA FORENSE NEL PERCORSO ASSISTENZIALE DELLE VITTIME DI VIOLENZA SESSUALE E/O

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Situazione e gestione della resistenza ai fungicidi antioidici

Situazione e gestione della resistenza ai fungicidi antioidici M. COLLINA Centro di Fitofarmacia Dipartimento di Scienze Agrarie Situazione e gestione della resistenza ai fungicidi antioidici Incontro tecnico Vite: Problemi fitosanitari e strategie di difesa 27 febbraio,

Dettagli